Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati."

Transcript

1 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 22 del 21 LUGLIO 2010 PREVISIONI METEO: si prevedono condizioni di tempo stabile. Temperature in aumento nella prima parte del periodo. Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati. TRATTAMENTI con presenza di erbe fiorite. In presenza di fioritura del cotico erboso, è obbligatorio procedere allo sfalcio dello stesso 48 ore prima del trattamento. (Decreto R.E.R. n 130 del 4/3/1991). SUSINO MONILIA: max 5 tratt./anno contro questa avversità. Intervenire sulle cultivar sensibili, in condizioni climatiche favorevoli alle infezioni e in prossimità della raccolta, impiegando tebuconazolo (formulati al 4,35%, ml/hl -7 gg carenza) max 2 tratt./anno indipendentemente dall avversità oppure pyraclostrobyn + boscalid (SIGNUM, g/hl - 3 gg carenza) max 2 tratt./anno indipendentemente dall avversità oppure fenbuconazolo (formulati al 5%, 100 ml/hl 3 gg carenza) max 3 tratt./anno, 4 su cv raccolte da President in poi oppure fludioxonil+ciprodinil (SWITCH, 60 g/hl -14 gg carenza) max 2 tratt./anno. RUGGINE: su varietà recettive si consiglia di intervenire alla presenza delle prime pustole. Il tebuconazolo (formulati al 4,35%, ml/hl) max 2 tratt./anno indipendentemente dall avversità, impiegato contro la monilia, è attivo anche contro questa avversità. AFIDE VERDE: intervenire al superamento della soglia del 10% di organi infestati, utilizzando flonicamid (TEPPEKI, 140 g/ha) (35 gg di carenza) max 1 tratt./anno oppure acetamiprid (EPIK 5 PS, 100 g/hl) o imidacloprid (formulati al 17,1%, 50 ml/hl) o thiamethoxam (ACTARA 25 WG, 300 g/ha) max 1 tratt./anno tra questi ultimi tre aficidi. AFIDI FARINOSO: intervenire in caso di presenza, localizzando l intervento nelle aree infestate, impiegando pirimicarb (PIRIMOR 17,5, 200g/hl). RAGNETTO ROSSO: se si supera la soglia del 60% di foglie occupate intervenire con pyridaben (NEXTER, 75 ml/hl) oppure clofentezine (APOLLO, 40 ml/hl) azione prevalentemente ovicida oppure fenpiroximate (MIRO, 130 ml/hl). CYDIA FUNEBRANA: è iniziato il terzo volo degli adulti; intervenire dopo circa 4-5 giorni dal superamento soglia di 10 catture per trappola e per settimana con fosmet (formulati al 23,5%, 250 g/hl-14 gg carenza) max 4 tratt./anno oppure acrinatrina (RUFAST E-FLO, 80 ml/hl) carenza 21 gg max 1 tratt./anno e max 2 tratt./anno tra cydia e tripide (di cui uno in primavera ed uno in estate) oppure thiacloprid (CALYPSO, 25 ml/hl-14 gg carenza) max 1 tratt./anno oppure spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl-7gg carenza) max 3 tratt./anno, oppure etofenprox (formulati al 15%, 100 ml/hl -7 gg carenza) max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità; oppure con rynaxypyr (CORAGEN, ml/hl ml/ha-14 gg carenza) max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità. CYDIA MOLESTA: intervenire al rilevamento della presenza del fitofago impiegando spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl-7gg carenza) max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità; oppure con rynaxypyr (CORAGEN, ml/hl ml/ha-14gg carenza) max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità. EULIA: il modello prevede l'inizio del terzo volo degli adulti.

2 PESCO MONILIA: max 4 tratt./anno contro questa avversità. Impiegare tebuconazolo (formulati al 4,35%, ml/hl) carenza 7 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dall avversità o fenbuconazolo (formulati al 5%, 100 ml/hl) carenza 3 gg max 4 tratt./anno, indipendentemente dall avversità o difenconazolo (SCORE 25 EC, ml/hl) carenza 7 gg max 4 tratt./anno, indipendentemente dall avversità (tebuconazolo, fenbuconazolo e difenconazolo sono di uso alternativo) oppure pyraclostrobyn + boscalid (SIGNUM, g/hl) carenza 3 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalle avversità, oppure boscalid (CANTUS, 40 g/hl) carenza 3 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalle avversità (SIGNUM e CANTUS sono di uso alternativo), oppure ciprodionil + fludioxonil (SWITCH 60 g/hl) carenza 7 gg max 2 tratt./anno. CIDIA MOLESTA: intervenire 3-4 giorni dopo il superamento della soglia, di 10 catture per trappola per settimana impiegando acrinatrina (RUFAST E-FLO, ml/hl) carenza 7 gg max 1 tratt./anno e max 2 tratt./anno tra cydia e tripide (di cui uno in primavera ed uno in estate) oppure spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) carenza 7 gg max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità, attivo anche contro Anarsia oppure etofenprox (formulati al 15%, 100 ml/hl) carenza 7 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dall'avversità, attivo anche contro Anarsia, oppure con rynaxypyr (CORAGEN, ml/hl ml/ha) carenza 14 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità, attivo anche contro Anarsia oppure con emamectina (AFFIRM, 300 g/hl 3-4 kg/ha) carenza 7 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità attivo anche contro Anarsia. ANARSIA: Si consiglia di intervenire dopo 5-6 giorni dal superamento della soglia con Bacillus thuringiensis (DELFIN, 100 g/hl oppure PRIMIAL WG, 1 kg/ha oppure TUREX, 1-2 kg/ha) carenza 3 gg, oppure indoxacarb (STEWARD, 16,5 g/hl - max 245 g/ha) carenza 7 gg oppure spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) carenza 7 gg max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità, attivo anche contro Cydia e Litocollete oppure etofenprox (formulati al 15%, 100 ml/hl) carenza 7 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità, attivo anche contro Cydia oppure con rynaxypyr (CORAGEN, ml/hl ml/ha) carenza 14 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità, attivo anche contro Cydia oppure con emamectina (AFFIRM, 300 g/hl 3-4 kg/ha) carenza 7 gg max 2 tratt./anno indipendentemente dalla avversità attivo anche contro Cydia. AFIDE FARINOSO: intervenire in caso di presenza impiegando pirimicarb (PIRIMOR 17,5, 200 g/hl). TRIPIDE ESTIVO: intervenire con acrinatrina (RUFAST E-FLO, ml/hl) carenza 7 gg max 1 tratt./anno e max 2 tratt./anno tra cydia e tripide (di cui uno in primavera ed uno in estate), oppure spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) carenza 7 gg max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità, attivo anche contro Cydia e Anarsia. MELO COLPO DI FUOCO BATTERICO: si consiglia di intervenire entro 24 ore dopo la pioggia, utilizzando prodotti rameici (RAME METALLO, 60 g/hl). Attenzione alla fitotossicità, particolarmente pericolosa sulla cv Fuji. In ogni caso si consiglia di ispezionare accuratamente i frutteti e eventualmente segnalare i casi sospetti al Servizio Fitosanitario. BUTTERATURA AMARA: sulle varietà sensibili, intervenire con SALI DI CALCIO. Gli interventi vanno distanziati di giorni e proseguiti fino alla raccolta. CARPOCAPSA: dove si supera la soglia di 2 adulti per trappola in una o due settimane, si consiglia di intervenire con rynaxypyr (CORAGEN, 20 ml/hl) max 2 tratt./anno (da non impiegare qualora sia già utilizzato nei confronti della prima generazione larvale), oppure dopo 2-3 giorni dopo il superamento della soglia con thiacloprid (CALYPSO, 25 ml/hl) max 1 tratt./anno oppure dopo 5-6 giorni dal superamento della soglia, con emamectina (AFFIRM, 300 g/hl - 4 kg/ha) aggiungendo BREAK THRU, 300 ml/ha o olio minerale max 2 tratt./anno, o spinosad (LASER, 30 ml/hl o SUCCESS, 120 ml/hl) max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità, oppure clorpirifos etile (formulati al 75%, 70 g/hl) max 3 tratt./anno o fosmet (vari al 23,5%, 250 g/hl) max 4 tratt./anno oppure metoxyfenozide (PRODIGY, 40 ml/hl), max 4 interventi anno indipendentemente dall avversità tra diflubenzuron, flufenoxuron, triflumuron, teflubenzuron, lufenuron, metoxyfenozide e tebufenozide; oppure con virus della granulosi (MADEX, 200 ml/ha o MADEX100, 100 ml/ha o CARPOVIRUSINE PLUS, 100 ml/hl oppure VIRGO o CARPOSTOP, ml/hl minimo 0,35 l/ha). Se si impiega il virus della granulosi o il fosmet si consiglia di acidificare la soluzione portando il ph a 6-6,5. Tra clorpirifos, clorpirifos metile e fosmet max 6 tratt./anno indipendentemente dalle avversità. Allo scopo di prevenire il rischio di insorgenza di fenomeni di resistenza si consiglia di non applicare lo stesso prodotto su generazioni successive. AFIDE LANIGERO: eventuali trattamenti nei confronti dell'afide verde con pirimicarb (PIRIMOR 17,5, 200 g/hl) sono attivi anche contro l afide lanigero. (Aggiungere un bagnante).

3 AFIDE VERDE: Intervenire in presenza di danni da melata impiegando pimetrozine (PLENUM 50 WG, 40 g/hl) max 1 tratt./anno oppure pirimicarb (PIRIMOR 17,5, 200 g/hl). EULIA: il modello prevede l'inizio del terzo volo degli adulti. PANDEMIS e ARCHIPS PODANA: dove è stata superata la soglia del 5% di germogli infestati, si consiglia di intervenire, impiegando Bacillus thuringiensis (formulati a U.I., 100 g/hl) carenza 3 gg o tebufenozide (MIMIC, 80 ml/hl) carenza 14 gg oppure metoxyfenozide (PRODIGY, 40 ml/hl) carenza 14 gg max 4 tratt./anno tra gli I.G.R. oppure con indoxacarb (STEWARD, 16,5 g/hl) carenza 7 gg o clorpirifos metile (formulati al 22%, 200 ml/hl) carenza 15 gg max 2 tratt./anno oppure spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) carenza 7 gg max 2 tratt./anno. CLORPIRIFOS METILE, usato nei confronti di Pandemis, può avere attività anche nei confronti dell afide verde. PIRALIDE del MAIS: eventuali trattamenti realizzati contro altri fitofagi con indoxacarb, spinosad, emamectina o rynaxypyr, sono attivi anche contro questa avversità. PERO COLPO DI FUOCO BATTERICO: controllare gli impianti e asportare il materiale eventualmente infetto; si consiglia di asportare le fioritura secondarie e di intervenire con prodotti rameici negli impianti colpiti e in previsione di pioggia. TICCHIOLATURA ESTIVA: in caso di presenza di macchie si consiglia di intervenire impiegando pyraclostrobin+boscalid (BELLIS, 55 g/hl) max 3 tratt./anno indipendentemente dalle avversità carenza 7 gg. MACULATURA BRUNA: si consiglia di intervenire, sulle cv sensibili, con trifloxystrobin (FLINT, 15 g/hl) miscelandolo con un prodotto di copertura, oppure pyraclostrobin+boscalid (BELLIS, 55 g/hl) max 3 tratt./anno indipendentemente dalle avversità tra trifloxistrobin e pyraclostrobin oppure ciprodinil+fludioxonil (SWITCH, 80 g/hl) max 3 tratt./anno indipendentemente dalle avversità oppure boscalid (CANTUS, 27 g/hl; 0,4 kg/ha) max 3 tratt./anno indipendentemente dalle avversità tra BELLIS e CANTUS oppure captano (formulati al 80%, 150 g/hl oppure formulati al 39%, 300 ml/hl) max 3 tratt./anno, oppure tebuconazolo (*) (formulati al 4,35%, ml/hl) oppure prodotti rameici (POLTIGLIA DISPERSS, 250 g/hl). Tutti i prodotti I.B.E. (*) devono essere miscelati con prodotti di copertura e sono ammessi al massimo 4 tratt./anno indipendentemente dalle avversità. CARPOCAPSA: dove si supera la soglia di 2 adulti per trappola in una o due settimane, si consiglia di intervenire con rynaxypyr (CORAGEN, 20 ml/hl) max 2 tratt./anno da non impiegare qualora sia già utilizzato nei confronti della prima generazione larvale, oppure dopo 5-6 giorni dal superamento della soglia, con emamectina (AFFIRM, 300 g/hl - 4 kg/ha) aggiungendo BREAK THRU, 300 ml/ha o olio minerale max 2 tratt./anno, o spinosad (LASER, 30 ml/hl o SUCCESS, 120 ml/hl) max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità, oppure clorpirifos etile (formulati al 75%, 70 g/hl) max 3 tratt./anno o fosmet (vari al 23,5%, 250 g/hl) max 4 tratt./anno oppure metoxyfenozide (PRODIGY, 40 ml/hl), max 4 interventi anno indipendentemente dall avversità tra diflubenzuron, triflumuron, teflubenzuron, metoxyfenozide e tebufenozide; oppure con virus della granulosi (MADEX, 200 ml/ha o MADEX100, 100 ml/ha o CARPOVIRUSINE PLUS, 100 ml/hl oppure VIRGO o CARPOSTOP, ml/hl minimo 0,35 l/ha). Se si impiega il virus della granulosi o il fosmet si consiglia di acidificare la soluzione portando il ph a 6-6,5. Tra clorpirifos, clorpirifos metile e fosmet max 6 tratt./anno indipendentemente dalle avversità. Allo scopo di prevenire il rischio di insorgenza di fenomeni di resistenza si consiglia di non applicare lo stesso prodotto su generazioni successive. EULIA e PANDEMIS: vedi melo. PSILLA: l infestazione del fitomizo è variabile. In presenza di melata intervenire con LAVAGGI; in alternativa è possibile impiegare Olio minerale estivo. Per l uso di questo prodotto consultarsi con il tecnico. VITE OIDIO: intervenire con zolfo micronizzato (formulati al 80% di p.a., 500 g/hl) In presenza di infezioni su grappolo intervenire con zolfo micronizzato (formulati al 80% di p.a., g/hl) oppure con bupirimate (NIMROD 250 EW, 1,5 l/ha) oppure meptyl dinocap (KARATHANE STAR, 60 ml/hl) max 2 tratt/anno. PERONOSPORA: si consiglia di intervenire in previsione di pioggia con poltiglia bordolese (formulati al 20%, g/hl). In presenza di macchie è consigliabile mantenere coperta la vegetazione impiegando etilfosfito di Al (carenza 40 giorni) + rame (prodotti al 25% Al+ 25% Cu, 400 g/hl). TIGNOLETTA: il modello prevede l'inizio del volo degli adulti. Si consiglia di controllare i grappoli e di intervenire, con almeno il 5% di grappoli infestati, accertandosi che le uova schiudano, impiegando Bacillus thuringiensis (formulati a U.I., g/ha) oppure rynaxypyr (CORAGEN, ml/hl ml/ha) max 1

4 tratt./anno indipendentemente dall' avversità oppure emamectina (AFFIRM, 150 g/hl 1,5 kg/ha) max 2 tratt./anno indipendentemente dall'avversità oppure spinosad (LASER, 20 ml/hl o SUCCESS, 80 ml/hl) max 2 tratt./anno con prodotti di sintesi. Allo scopo di prevenire il rischio di insorgenza di fenomeni di resistenza si consiglia di non applicare lo stesso prodotto su generazioni successive. Chi aderisce alla DIFESA INTEGRATA AVANZATA (DIA) non può impiegare altri prodotti al di fuori di spinosad o del Bacillus thuringiensis. RAGNETTI (ROSSO e GIALLO): intervenire al superamento della soglia del 30-45% di foglie infestate con forme mobili utilizzando pyridaben (NEXTER, 75 ml/hl) oppure fenazaquin (MAGISTER 200, 75 ml/hl) o fenpiroximate (MIRO, 100 ml/hl) o tebufenpirad (OSCAR, g/hl) oppure fenazaquin+ exitiazox (FENERGY, 40 ml/hl). Max 1 tratt./anno contro questa avversità. Fenazaquin ed exitiazox sono attivi anche contro l ACARIOSI della vite. COCCINIGLIE COTONOSE: è in atto la migrazione delle neanidi; intervenire localizzando l intervento alle piante colpite, con clorpirifos metile (RELDAN 22, 200 ml/hl, minimo 10 q/ha di acqua) max 1 tratt./anno, max 2 tratt./anno tra gli esteri fosforici (non ammesso per le aziende che aderiscono alla DIA). Si consiglia di aggiungere al prodotto scelto olio bianco estivo (formulati diversi, 1 l/hl). OLIVO: accrescimento drupe. TIGNOLA DELL OLIVO: i rilievi effettuati hanno evidenziato un volo degli adulti molto basso e assenza di deposizione di uova sulle drupe nelle varietà da olio. Si consiglia, pertanto, di non effettuare alcun trattamento nelle varietà da olio. Si informa che presso la C.A.B Cooperativa Agricola Brisighellese via Strada 2, Brisighella (RA) tel. 0546\81103, è sempre attivo e gratuito il servizio di esame delle drupe per l accertamento della presenza della mosca dell olivo; a tal fine gli interessati devono portare, presso le sedi indicate, un campione di 100 olive, prelevate casualmente nel proprio uliveto su 10 piante diverse e girando attorno alla chioma. Per ulteriori informazioni si può telefonare al numero: 0541/ BARBABIETOLA DA ZUCCHERO CERCOSPORA: in presenza della malattia, è possibile intervenire (sulle varietà raccolte entro il 10 settembre max 2 trattamenti/anno e max 3 per quelle raccolte dopo tale data) impiegando difenconazolo + fenpropidin (SPYRALE 0,5-0,7 l/ha) max 1 tratt./anno oppure azoxystrobyn (AMISTAR, 0,5 l/ha) + difenconazolo (SCORE, 0,25 l/ha) oppure tetraconazolo (EMINENT, 2,5 l/ha o DEFENDER, 2,2 l/ha) o flutriafol (IMPACT, 0,3 l/ha) tutti questi prodotti sono efficaci anche contro l oidio o ancora il difenconazolo (SCORE, 0,3 l/ha). CIPOLLA PERONOSPORA: intervenire impiegando idrossido di rame al 35%, 150 g/ha, oppure poltiglia bordolese al 20% 3-4 kg/ha, oppure cymoxanil (CURZATE DF, g/hl) oppure cymoxanil+rame (CURZATE R BIANCO, 2-3 kg/ha) max 3 tratt./anno, o iprovalicarb+rame (MELODY COMPACT, g/hl) oppure pyraclostrobin+dimetomorf (CABRIO DUO, 250 g/hl) max 3 tratt./anno tra gli ultimi due prodotti. BOTRITE: intervenire impiegando fludioxonil+cyprodinil (SWITCH, kg/ha) max 2 tratt./anno. TRIPIDE: in caso di presenza intervenire con spinosad (LASER, 20 ml/hl o SUCCESS, 80 ml/hl) max 1 tratt./anno oppure acrinatrina (RUFAST E-FLO, ml/hl) max 2 tratt./anno. PATATA PERONOSPORA: si consiglia di intervenire in previsione di pioggia, impiegando rameici (formulati al 50% di Cu, 2-3 kg/ha) o mancozeb (VONDOZEB DG o PENCOZEB, 200 g/hl) max 3 interventi all anno o dimetomorf +pyraclostrobin (CABRIO DUO, 2-2,5 l/ha) o dimetomorf+rame (FORUM R, 3,5 kg/ha) o mandipropamide+mancozeb (PERGADO MZ, 2,5 kg(ha) max 4 interventi all anno tra dimetomorf, mandipropamide e iprovalicarb; max 3 interventi all anno per pyraclostrobin oppure fluazinam (OHAYO, 0,4 l/ha) oppure metalaxyl+rame (RIDOMIL GOLD R 4 kg/ha) max 3 interventi all anno, oppure fluopicolide + propamocarb (VOLARE, 1,4-1,6 kg/ha) max 3 interventi all anno, oppure zoxamide+mancozeb (ELECTIS, 1,5-2 kg/ha). TIGNOLA: si consiglia di intervenire solo nel caso di presenza di catture nelle trappole impiegando deltametrina (DECIS JET, 80 ml/hl-0,8 l/ha) max 2 interventi all anno oppure spinosad (LASER, 50 ml/ha o SUCCESS, 200 ml/ha) max 2 interventi all anno. Disseccamento parte aerea: Allo scopo di facilitare le operazioni di raccolta è possibile disseccare la parte aerea con glufosinate ammonio (BASTA, 4-5 l/ha) intervenendo quando le piante iniziano a manifestare l ingiallimento delle foglie basali, utilizzando

5 un volume d acqua compreso tra 200 e 300 l/ha; normalmente l applicazione va effettuata circa10-15 gg prima della raccolta, oppure carfentrazone (SPOTLUGHT PLUS, 1l/ha) intervenendo da 5 a 7 gg prima della raccolta. POMODORO TRAPIANTATO PERONOSPORA: intervenire in previsione di pioggia, con vegetazione recettiva, impiegando cimoxanil + rame (formulati al 4,2% di cimoxanil, g/hl) max 3 tratt./anno oppure iprovalicarb+rame (MELODY COMPACT, g/hl) oppure dimetomorf+rame (FORUM R, 3-3,5 kg/ha) oppure dimetomorf+pyraclostrobin (CABRIO DUO, 2-2,5 l/ha) oppure mandipropamide+rame (PERGADO R PACK composto da PERGADO SC, 0,5-0,6 l/ha+coprantol WG, 2,5-3,5 kg/ha) max 4 tratt./anno tra iprovalicarb, dimetomorf e mandipropamide o zoxamide+rame (ELECTIS R, g/hl) max 3 tratt./anno o metalaxil-m + rame (RIDOMIL GOLD R, 400 g/hl) max 3 tratt./anno oppure prodotti rameici (formulati al 50% di Cu, 2-3 kg/ha) oppure mancozeb (formulati al 80%, 300 g/hl), max 3 tratt./anno. L impiego di prodotti contenenti rame è di ausilio per la prevenzione alle batteriosi. AFIDI: intervenire, in assenza di insetti utili, con almeno il 10% delle piante infestate, impiegando pimetrozine (PLENUM, 0,5 kg/ha) oppure flonicamid (TEPPEKI, g/ha) Max 1 intervento anno, oppure imidacloprid (formulati al 17,8%, 0,5 l/ha) o thiametoxan (ACTARA, 200 g/ha). Max 1 intervento anno tra imidacloprid in alternativa a thiamethoxan. NOTTUA GIALLA: intervenire al superamento della soglia di 2 piante con presenza di uova o larve su 30 piante controllate per appezzamento utilizzando indoxacarb (STEWARD, 0,125 g/ha) oppure Bacillus turingiensis (PRIMIAL wg, 100 g/hl o AGREE, 1,5 kg/ha oppure XENTARI, 0,75 kg/ha oppure DELFIN, 2 Kg/ha) oppure spinosad (LASER ml/hl o SUCCESS, ml/hl) oppure metaflumizone (ALVERDE, 100 ml/hl-1l/ha) max 2 tratt./anno oppure emamectina (AFFIRM, 150 g/hl 1,5 kg/ha) max 2 tratt./anno. PRODUZIONE BIOLOGICA PESCO CIDIA MOLESTA: si consiglia di intervenire dopo 3-4 gg dal superamento della soglia di 10 catture per trappola per settimana con spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) oppure con Bacillus thuringiensis (DELFIN, 100 g/hl oppure PRIMIAL WG 1 kg/ha oppure TUREX, 1-2 kg/ha oppure LEPINOX, 1-2 kg/ha oppure BTK 32, 100 g/hl), ripetendo il trattamento dopo 5-6 giorni. ANARSIA: si consiglia di intervenire dopo circa 5-6 giorni dal superamento della soglia di 7 catture per trappola per settimana o 10 catture per trappola in 2 settimane impiegando spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) oppure Bacillus thuringiensis (DELFIN, 100 g/hl oppure PRIMIAL WG, 1 kg/ha oppure TUREX, 1-2 kg/ha) SUSINO AFIDI: in assenza di predatori, intervenire con rotenone (ROTENA, 250 g/hl) in caso di infestazioni elevate; il prodotto è attivo anche nei confronti degli afidi, oppure piretro addizionato ad olio minerale 200 g/hl. Usare acqua con ph 5,5-6,5. CYDIA FUNEBRANA: intervenire dopo circa 4-5 giorni dal superamento della soglia di 10 catture per trappola e per settimana, con spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) max 3 tratt./anno. CYDIA MOLESTA: intervenire al rilevamento della presenza del fitofago impiegando spinosad (LASER, ml/hl o SUCCESS, ml/hl) max 3 tratt./anno indipendentemente dall avversità. MELO CARPOCAPSA: stante le attuali temperature, intervenire dopo 5-6 giorni dal superamento della soglia, con spinosad (LASER, 30 ml/hl o SUCCESS, 120 ml/hl) max 3 tratt./anno, attivo anche nei confronti di eulia oppure con virus della granulosi (MADEX, 200 ml/ha o MADEX100, 100 ml/ha o CARPOVIRUSINE PLUS 100 ml/hl oppure VIRGO o CARPOSTOP ml/hl minimo 0,35 l/ha). PERO COLPO DI FUOCO BATTERICO: si consiglia di asportare le fioritura secondarie e di intervenire con prodotti rameici negli impianti colpiti e in previsione di pioggia. MACULATURA: in caso di previsione di pioggia o prolungate bagnatura, intervenire con prodotti rameici (POLTIGLIA DISPERSS, 250 g/hl).

6 CARPOCAPSA: vedi melo. VITE OIDIO: intervenire impiegando zolfo micronizzato (formulati al 80% di p.a., g/hl). PERONOSPORA: intervenire, in previsione di pioggia, impiegando prodotti rameici avendo cura di apportare da 100 a 160 g di Cu++/hl. TIGNOLETTA: il modello prevede l'inizio del volo degli adulti. Si consiglia di controllare i grappoli e di intervenire, con almeno il 5% di grappoli infestati, accertandosi che le uova schiudano, impiegando Bacillus thuringiensis (formulati a U.I., g/ha). IRRIGAZIONE Comunicazioni relative agli interventi irrigui Attualmente, sempre tenendo nel dovuto conto le eventuali precipitazioni intercorse, è possibile effettuare interventi irrigui su tutte le colture; Riportiamo di seguito i dati di consumi medi giornalieri per le colture frutticole nei mesi di luglio indicati dai Disciplinari di coltura. Ricordiamo che non sono ammessi volumi superiori a quanto indicato dal DPI o dal servizio Irrinet. 1) Consumi idrici giornalieri per il mese di luglio espressi in mm/giorno Coltura Consumo interfilare inerbito (*) Consumo interfilare lavorato (*) Actinidia 6 4,8 Albicocco 4 3,5 Albicocco-Post Raccolta 2,4 2,1 Melo e Pero 5,1 4 Pesco 4 3,5 Pesco-Post Raccolta 2,4 2,1 Susino 4 3,5 Susino-Post Raccolta 3,7 3 (*) Si intende il quantitativo di acqua da restituire alla coltura in base al suo fabbisogno idrico. In presenza di pioggia, devono essere considerate nulle le piogge inferiori al consumo giornaliero; allo stesso modo sono nulli i mm di pioggia eccedenti il volume di adacquamento prescelto - Es. mese di luglio: 1. pioggia 3,5 mm < 5,0 mm (la pioggia é considerata nulla); 2. terreno sciolto e pioggia 40 mm > 35 mm (40-35 = 5 mm andati perduti). Con l'impianto a goccia non superare per ogni intervento i 6-7 mm Nota Impianti in allevamento: fino al terzo anno ridurre i valori di restituzione idrica del 25-50% a seconda delle specie. 2) Vite - Restituzione idrica giornaliera Microirrigazione. Dalla fase di prechiusura grappolo è possibile effettuare l irrigazione della vite: di seguito sono indicate le restituzioni ed i turni consigliati Fase fenologica Epoca indicativa Restituzione idrica (mm) Inerbito Lavorato 1.Pre-chiusura grappolo Prima decade di luglio Prima decade di agosto 3,8 2,8 2.Inizio invaiatura Terza decade di luglio Seconda decade di agosto

7 3) Volumi di adacquata massimi Tipo di terreno Millimetri Metri cubi ad ettaro Terreno sciolto Terreno medio impasto Terreno argilloso Piogge: Indicativamente sono da considerarsi nulle le piogge inferiori ai 5 mm. Le piogge superiori ai 5 mm vanno divise per il valore della restituzione idrica della fenofase per ottenere il numero di giorni da aggiungere al turno riportato in tabella. Eventi temporaleschi con intensità di pioggia oraria maggiore di 15 mm (lettura al pluviometro/durata del temporale in ore) sono da ritenersi utili al 50%. PROSSIMI INCONTRI Il prossimo incontro di Produzione Integrata avrà luogo mercoledì 04 agosto 2010 alle ore presso la consueta sede di DINAMICA, Villa San Martino Lugo (RA)

BOLLETTINO TECNICO N. 24 del 16 luglio 2008

BOLLETTINO TECNICO N. 24 del 16 luglio 2008 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 24 del

Dettagli

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria del 24-06-2015 Provincia di BOLOGNA Bollettino di Integrata obbligatoria PREVISIONI DEL TEMPO (24/06/15) Un vasto promontorio anticiclonico, in espansione sull europa occidentale manterrà sulla nostra

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 15 del 26 MAGGIO 2010

BOLLETTINO TECNICO N. 15 del 26 MAGGIO 2010 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 15 del

Dettagli

Integrata e Biologica

Integrata e Biologica DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE PROVINCIA DI RIMINI Bollettino di Produzione Integrata e Biologica N 24 del 02/08/2012 PREVISIONI DEL TEMPO è previsto tempo

Dettagli

IASMA Notizie. Cocciniglie. Corineo e batteriosi ORTOFLOROFRUTTICOLTURA

IASMA Notizie. Cocciniglie. Corineo e batteriosi ORTOFLOROFRUTTICOLTURA IASMA Notizie ORTOFLOROFRUTTICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige n. 8 IASMA Notizie - n. 21 - Anno VIII

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 11 del 15 APRILE 2009

BOLLETTINO TECNICO N. 11 del 15 APRILE 2009 PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 11 del

Dettagli

Clorantraniliprole (da solo e in Non ammesso in coltura protetta

Clorantraniliprole (da solo e in Non ammesso in coltura protetta ALLEGATO N.1 COLTURA AVVERSITA SOSTANZA ATIVA DI SOSTANZA ATTIVA DA NOTE E LIMITAZIONI INSERIRE ESCLUDERE O DA LIMITARE Pero Ticchiolatura Thiram Da limitare a 4 interventi all anno indipendentemente dall

Dettagli

La protezione del melo

La protezione del melo La protezione del melo 7 Lepidotteri, acari ed eriofidi del melo Insetticida-larvicida specifico per il controllo dei lepidotteri di frutta, vite e orticole AFFIRM, a base di emamectina benzoato, è un

Dettagli

Caratterizzazione climatica dell annata, Produzione, Bilancio fitosanitario. Graziano Vittone Luca Nari

Caratterizzazione climatica dell annata, Produzione, Bilancio fitosanitario. Graziano Vittone Luca Nari Caratterizzazione climatica dell annata, Produzione, Bilancio fitosanitario Graziano Vittone Luca Nari Caratterizzazione climatica dell annata: influenza su qualità e produzione. bilancio fitosanitario

Dettagli

ALBICOCCO: accrescimento frutti.

ALBICOCCO: accrescimento frutti. PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 10 del

Dettagli

BOLLETTINO DI PRODUZIONE BIOLOGICA ED INTEGRATA N 17 DEL 29.07.2015

BOLLETTINO DI PRODUZIONE BIOLOGICA ED INTEGRATA N 17 DEL 29.07.2015 BOLLETTINO DI PRODUZIONE BIOLOGICA ED INTEGRATA N 17 DEL 29.07.2015 Le informazioni di seguito riportate fanno riferimento alle disposizioni relative ai Regolamenti CE sull Agricoltura Biologica n 834/2007

Dettagli

CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE

CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE CORSO DI ORTO-FLORO FRUTTICULTURA LA COLTURA/CULTURA DEL VERDE 2 a lezione Le malattie delle piante relatore: Davide Mondino Dottore Agronomo L Agrotecnico Cuneo Ronchi Via Basse di Chiusano 23 davidemondino@lagrotecnico.it

Dettagli

BOLLETTINO TECNICO N. 10 del 13 APRILE 2011

BOLLETTINO TECNICO N. 10 del 13 APRILE 2011 PROVINCIA di RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO e di PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 10 del

Dettagli

Avversità della patata. Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl

Avversità della patata. Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl Avversità della patata Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl AVVERSITA PRINCIPALI PATATA Crittogame Peronospora Alternaria Rizoctonia Scabbie (argentea,comune, ecc) Fusarium Cancrena secca Nematodi

Dettagli

Integrata e Biologica

Integrata e Biologica DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE PROVINCIA DI RIMINI Bollettino di Produzione Integrata e Biologica N 10 del 26/04/2012 PREVISIONI DEL TEMPO è previsto tempo

Dettagli

QUADERNO DI DI CAMPAGNA PER PER LA LA PRODUZIONE INTEGRATA 2010

QUADERNO DI DI CAMPAGNA PER PER LA LA PRODUZIONE INTEGRATA 2010 Cooperativa Ortofrutticola Alta Valtellina Cooperativa Ortofrutticola Ponte in Valtellina PROVINCIA DI SONDRIO Cooperativa Frutticoltori Villa di Tirano QUADER DI DI CAMPAGNA PER PER LA LA PRODUZIONE INTEGRATA

Dettagli

Sperimentazione a supporto del Servizio di Assistenza Tecnica: Filiera Orticola

Sperimentazione a supporto del Servizio di Assistenza Tecnica: Filiera Orticola Sperimentazione a supporto del Servizio di Assistenza Tecnica: Filiera Orticola OBIETTIVI Il presente progetto sperimentale prevedeva l esecuzione di diverse prove di campo, condotte nel 2006, riguardanti

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA

IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA IASMA Notizie FRUTTICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige n. 4 IASMA Notizie - n. 14 - Anno VIII - Taxe

Dettagli

OROLOGICO 04/0 /08/2015 /2015 SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI

OROLOGICO 04/0 /08/2015 /2015 SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI BOLLETTINO AGROMETEOR OROLOGICO OLOGICO N 31 del 04/0 /08/2015 /2015 www.saporidivallecamonica.it uff.agricoltura@cmvallecamonica.bs.it SEGRETERIA TELEFONICA 0364/324077 : 1 MELO 2 VITE 4 PICCOLI FRUTTI

Dettagli

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO

Insetticidi. Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi Insetticidi PAB PPO Rodenticidi PMC Concimi Erbicidi Fungicidi PAB PPO Calypso Protector SE Confidor 200 SL Decis Energy Confidor Oil Decis Jet Oliocin Reldan 22 Lumachicida Mesurol M Plus Insetticida acaricida Spaikil Team

Dettagli

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria Provincia di Ravenna Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria 10 giugno 2015 PREVISIONI DEL TEMPO: il periodo sarà caratterizzato da tempo stabile con temperature pressochè stazionarie. Sono possibili

Dettagli

ALBICOCCO: accrescimento frutti.

ALBICOCCO: accrescimento frutti. PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 11 del

Dettagli

Produzione integrata per il rilancio del pomodoro da industria campano

Produzione integrata per il rilancio del pomodoro da industria campano dossier pomodoro - 3 Produzione integrata per il rilancio del pomodoro da industria campano Patrizia Spigno, Riccardo Riccardi, Antonio D'Uva Cirio Ricerche S.C.p.A. Il progetto Azione pilota per il rilancio

Dettagli

Bollettino Difesa Integrata Vite Brescia

Bollettino Difesa Integrata Vite Brescia Bollettino Difesa Integrata Vite Brescia Bollettino n. 10/2015 Emesso in data 12/06/15 Indicazioni valide per la sola area di riferimento Adesso in campo: Peronospora Settimana caratterizzata da temperature

Dettagli

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ASPETTI GENERALI Si fa riferimento a quanto riportato nel documento Principi e criteri generali per le pratiche agronomiche della produzione

Dettagli

INCONTRO TECNICO FRUTTICOLO

INCONTRO TECNICO FRUTTICOLO 1 INCONTRO TECNICO FRUTTICOLO Manta 10 dicembre 2013 Giacomo Michelatti Settore Fitosanitario Regionale 2 NORME TECNICHE DI PRODUZIONE INTEGRATA Aggiornamento 2014 3 Aggiornamenti difesa frutta Coltura

Dettagli

Mancata copertura della pianta a seguito di un avvenuta infezione

Mancata copertura della pianta a seguito di un avvenuta infezione PRINCIPALI AVVERSITà FUNGINE DEL MELO TICCHIOLATURA DEL MELO (Venturia inaequalis) L andamento climatico, in particolare quello estivo, di questi ultimi 2 anni ha sensibilmente ridotto il rischio di diffusione

Dettagli

Usi eccezionali agrofarmaci ai sensi dell art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 Diserbi Aggiornamento 16/06/2014.

Usi eccezionali agrofarmaci ai sensi dell art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009 Diserbi Aggiornamento 16/06/2014. Diserbi Coltura Avversità Sostanza attiva Prodotto Data di inizio Data di fine Cece diserbo pre-emergenza aclonifen CHALLENGE 19/05/2014 16/09/2014 19 maggio 2014 No Coriandolo diserbo pre-emergenza pendimetalin

Dettagli

Controllo delle principali avversità del pescheto attraverso metodi di lotta biologica e integrata

Controllo delle principali avversità del pescheto attraverso metodi di lotta biologica e integrata Controllo delle principali avversità del pescheto attraverso metodi di lotta biologica e integrata Utilizzo di trappole a feromone e lotta integrata Travedona di Monate, 16 Gennaio 2010 Laboratorio Fitopatologico

Dettagli

Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA

Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA SERVIZIO 5 FITOSANITARIO REGIONALE

Dettagli

CONTROLLO DELLE PRINCIPALI AVVERSITÀ FUNGINE DEL VIGNETO. Angera, 23 Gennaio 2010

CONTROLLO DELLE PRINCIPALI AVVERSITÀ FUNGINE DEL VIGNETO. Angera, 23 Gennaio 2010 CONTROLLO DELLE PRINCIPALI AVVERSITÀ FUNGINE DEL VIGNETO. Angera, 23 Gennaio 2010 Laboratorio Fitopatologico SFR c/o Fondazione Minoprio, Azienda con Sistema di Qualità Certificato ISO 9001:2008 Norme

Dettagli

IASMA Notizie PERONOSPORA E OIDIO 2014 VITICOLTURA

IASMA Notizie PERONOSPORA E OIDIO 2014 VITICOLTURA IASMA Notizie VITICOLTURA n. Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera Mondi EU Ecolabel: AT/11/001 Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund

Dettagli

Insetti e acari. Linea di protezione Syngenta

Insetti e acari. Linea di protezione Syngenta Insetti e acari Linea di protezione Syngenta Le soluzioni Syngenta per la protezione dagli insetti della vite Syngenta è in grado di offrire all agricoltore una linea di insetticidi per la protezione del

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Linee tecniche di DIFESA INTEGRATA per l anno 2015 NORME GENERALI Le Linee Tecniche di difesa integrata predisposte dalla Provincia Autonoma di Trento e approvato dal Gruppo

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA MELO, SUSINO E ACTINIDIA 2015

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA MELO, SUSINO E ACTINIDIA 2015 IASMA Notizie IASMA Notizie FRUTTICOLTURA n. Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera Mondi EU Ecolabel: AT/11/001 Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione

Dettagli

Estensione all impiego contro: Plasmopara viticola Venturia pyrina

Estensione all impiego contro: Plasmopara viticola Venturia pyrina Estensione all impiego contro: Plasmopara viticola Venturia pyrina (Fluazinam 500 g/l - SC) Registrazione n 14165 del 05/03/2012 Classificazione CLP Colture malattie autorizzate: Vite da vino (Botrytis

Dettagli

Monitoraggio, campionamenti, soglie di intervento e lotta alla mosca delle olive

Monitoraggio, campionamenti, soglie di intervento e lotta alla mosca delle olive Angelo Canale Antonio Belcari Ruggero Petacchi Monitoraggio, campionamenti, soglie di intervento e lotta alla mosca delle olive Villa Montepaldi, S. Casciano V.P. (FI), 21 gennaio 2015 Argomenti Lotta

Dettagli

Coltivazione del melo: la difesa in agricoltura biologica

Coltivazione del melo: la difesa in agricoltura biologica Coltivazione del melo: la difesa in agricoltura biologica Molti sono i funghi (ticchiolatura, oidio) e gli insetti (afidi, carpocapsa, cocciniglia, rodilegno e diversi altri) che attaccano il melo. Eccovi

Dettagli

Bollettino di Produzione Integrata e Biologica

Bollettino di Produzione Integrata e Biologica Territorio provinciale di Piacenza Bollettino di Produzione Integrata e Biologica n. 07 del 30/04/2015 PREVISIONI DEL TEMPO VENERDI Al mattino molto nuvoloso con piogge deboli; nel pomeriggio in pianura

Dettagli

RISULTATI DELLE ATTIVITA DI MONITORAGGIO 2009

RISULTATI DELLE ATTIVITA DI MONITORAGGIO 2009 RISULTATI DELLE ATTIVITA DI MONITORAGGIO 2009 Nell ambito del progetto: Programma biennale di monitoraggio dei residui di fitofarmaci e verifica dell applicazione delle norme tecniche di produzione integrata

Dettagli

CONTROLLO DEI FITOFAGI: AZADIRACTINA

CONTROLLO DEI FITOFAGI: AZADIRACTINA Sei in: coltivazioni biologiche>ortaggi>prodotti fitosanitari in orticoltura CONTROLLO DEI FITOFAGI: AZADIRACTINA Con le seguenti schede si vogliono illustrare i campi di azione, in orticoltura, di alcuni

Dettagli

Linea Ornamentali. Un ampia gamma di soluzioni al servizio delle colture ornamentali

Linea Ornamentali. Un ampia gamma di soluzioni al servizio delle colture ornamentali Linea Ornamentali Un ampia gamma di soluzioni al servizio delle colture ornamentali Prodotti registrati per la difesa delle colture ornamentali Indice 2. Il mondo delle Ornamentali 3. L offerta completa

Dettagli

NOCE. Macchie nere del noce (Xanthomonas campestris pv. juglandis)

NOCE. Macchie nere del noce (Xanthomonas campestris pv. juglandis) Regione Campania -Se.S.I.R.C.A.- 1. MALATTIE BATTERICHE: Macchie nere del noce (Xanthomonas campestris pv. juglandis) CAMPIONAMENTO e SOGLIA DI PRINCIPI ATTIVI, caduta foglie apertura delle gemme - controllare

Dettagli

Stefano Zanette Presidente Consorzio Tutela Prosecco DOC. Giorgio Piazza Presidente Consorzio Vini Venezia

Stefano Zanette Presidente Consorzio Tutela Prosecco DOC. Giorgio Piazza Presidente Consorzio Vini Venezia VADEMECUM 2015 Il Vademecum Viticolo è ormai giunto alla sua terza edizione e si consolida, anche alla luce delle esperienze maturate in una delle annate più difficili di sempre, come strumento indispensabile

Dettagli

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale A G E A Agenzia per le erogazioni in agricoltura Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale Associazione Produttori Olivicoli C.N.O. aderente al Finanziato

Dettagli

Tripidi, afidi, aleurodidi, dorifora, nottue, tignole Azadirachta indica (albero del Neem)

Tripidi, afidi, aleurodidi, dorifora, nottue, tignole Azadirachta indica (albero del Neem) ALLEGATO II B. ANTIPARASSITARI 1. Prodotti fitosanitari Condizione generali applicabili per tutti i prodotti composti o contenenti le sostanze attive appresso indicate: - impiego in conformità ai requisiti

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 11 del 19 MARZO 2012 pag. 1/5

Allegato A al Decreto n. 11 del 19 MARZO 2012 pag. 1/5 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 11 del 19 MARZO 2012 pag. 1/5 Integrazione e Aggiornamento delle Linee Tecniche di Difesa Integrata del Veneto per l anno 2012 AGGIORNAMENTI A) MODIFICHE ALLE

Dettagli

n. 30 del 06/09/2013

n. 30 del 06/09/2013 PROVINCIA DI PIACENZA Bollettino di Produzione Integrata e Biologica n. 30 del 06/09/2013 PREVISIONI DEL TEMPO Domenica ancora tempo stabile e soleggiato, dalla giornata di martedì sino a mercoledì nella

Dettagli

Linea Pomodoro. Una gamma completa di soluzioni al servizio della redditività di chi si dedica al pomodoro

Linea Pomodoro. Una gamma completa di soluzioni al servizio della redditività di chi si dedica al pomodoro Linea Pomodoro Una gamma completa di soluzioni al servizio della redditività di chi si dedica al pomodoro Indice 2. Pomodoro: coltura nazionale 3. L impegno di BASF per il pomodoro 4. Serra o pieno campo.

Dettagli

CORRETTA APPLICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI. Brescia, 01 febbraio 2008

CORRETTA APPLICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI. Brescia, 01 febbraio 2008 CORRETTA APPLICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI Brescia, 01 febbraio 2008 SCELTA DEL PRODOTTO Modo d azione della s.a. Caratteristiche del formulato Formulazione Coadiuvanti DISTRIBUZIONE Copertura della

Dettagli

Prodotti fitosanitari: requisiti per un uso corretto nelle aree frequentate dalla popolazione

Prodotti fitosanitari: requisiti per un uso corretto nelle aree frequentate dalla popolazione CITTA' SOSTENIBILI Applicazione del Piano di azione nazionale per l'impiego dei prodotti fitosanitari nelle aree extragricole e in ambiente urbano 15 giugno 2015 - Bologna Prodotti fitosanitari: requisiti

Dettagli

SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ

SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ CILIEGIO Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti Norme Tecniche di Coltura. SCELTA DELL AMBIENTE DI COLTIVAZIONE E VOCAZIONALITÀ

Dettagli

Negli ambienti laziali le infezioni di Botritis preceduta da abbondanti e ripetute precipitazioni.

Negli ambienti laziali le infezioni di Botritis preceduta da abbondanti e ripetute precipitazioni. Difesa integrata di: Actinidia AVVERSITA' CRITERI DI INTERVENTO S.a. e AUSILIARI LIMITAZIONI D'USO E NOTE Muffa grigia Interventi chimici: Al massimo 1 intervento all'anno contro questa avversità (Botrytis

Dettagli

Infallibile Vertimec!

Infallibile Vertimec! L unico insetticida-acaricida con prestazioni al top Infallibile Vertimec! Minatori fogliari Psilla Acari e Eriofidi Insetticida e acaricida ad altissime prestazioni L insetticida e acaricida più efficace

Dettagli

Lotta insetticida contro i fitofagi della vite: sostanze attive ed epoche di intervento

Lotta insetticida contro i fitofagi della vite: sostanze attive ed epoche di intervento Lotta guidata in viticoltura Villa Chiozza, 27 febbraio 2009 Lotta insetticida contro i fitofagi della vite: sostanze attive ed epoche di intervento Francesco Pavan Dipartimento di Biologia e Protezione

Dettagli

RISULTATI SPERIMENTAZIONE BIENNALE SUL CONTROLLO DEL PATOGENO. Franco Cioni. www.betaitalia.it

RISULTATI SPERIMENTAZIONE BIENNALE SUL CONTROLLO DEL PATOGENO. Franco Cioni. www.betaitalia.it RISULTATI SPERIMENTAZIONE BIENNALE SUL CONTROLLO DEL PATOGENO Franco Cioni Passo Segni (BO) 30 agosto 2012? BREVE PREMESSA Beta svolge un attività sperimentale sulla barbabietola da zucchero al fine di

Dettagli

LATTUGHE E SIMILI * STRATEGIE DI DIFESA

LATTUGHE E SIMILI * STRATEGIE DI DIFESA LATTUGHE E SIMILI * * crescione o beccalunga, dolcetta, lattuga, scarola/indivia, rucola, foglie e steli di brassica, altri tra cui cicorie/radicchi, dente di leone, valerianella STRATEGIE DI DIFESA MALATTIE

Dettagli

SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VITICOLTURA DELL OLTREPO PAVESE

SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VITICOLTURA DELL OLTREPO PAVESE PROVINCIA DI PAVIA CO.PRO.VI. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VITICOLTURA DELL OLTREPO PAVESE COMUNICATO N. 4 DEL 15/04/2014 ANDAMENTO CLIMATICO E FENOLOGICO Nel corso della settimana le temperature

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL POMODORO DA INDUSTRIA CAMPGANA 2006-2007

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL POMODORO DA INDUSTRIA CAMPGANA 2006-2007 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL POMODORO DA INDUSTRIA CAMPGANA 2006-2007 PREMESSA Il presente disciplinare del pomodoro da industria è trasmesso a tutti i soci produttori e conferenti alla Cooperativa Ortofrutta

Dettagli

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Graminacee e Interventi chimici: Glifosate 30.40 9 l/ha Consigliabili le applicazioni nel periodo autunnale. L'uso di diserbanti può

Dettagli

DIFESA GUIDATA ED INTEGRATA IN AGRICOLTURA

DIFESA GUIDATA ED INTEGRATA IN AGRICOLTURA -Tutela dell ambiente S.A.T. SERVIZIO AGROMETEOROLOGICO TREVIGIANO DIFESA GUIDATA ED INTEGRATA IN AGRICOLTURA 2 0 1 1 PROVINCIA DI TREVISO DIFESA GUIDATA ED INTEGRATA IN AGRICOLTURA 2 0 1 1 Nella presente

Dettagli

uva da vino Agrofarmaci 2012 Una gamma completa per una protezione di qualità

uva da vino Agrofarmaci 2012 Una gamma completa per una protezione di qualità TM uva da vino Agrofarmaci 2012 Una gamma completa per una protezione di qualità 2 3 L impegno di Syngenta: offrire all agricoltura italiana gli strumenti per un futuro da protagonista Da sempre, Syngenta

Dettagli

Agricoltura biologica - DIFESA

Agricoltura biologica - DIFESA Agricoltura biologica - DIFESA Tecniche di irrorazione a basso dosaggio di rame per la lotta alla peronospora della vite di Paolo Francesconi, Giuseppe Santagata e Flavio Cantelli Sommario Associazione

Dettagli

AGRIPHAR ITALIA 2015 26 FORUM DI MEDICINA VEGETALE ARPTRA SHERATON NICOLAUS HOTEL BARI (BA) 10.12.2014

AGRIPHAR ITALIA 2015 26 FORUM DI MEDICINA VEGETALE ARPTRA SHERATON NICOLAUS HOTEL BARI (BA) 10.12.2014 AGRIPHAR ITALIA 2015 26 FORUM DI MEDICINA VEGETALE ARPTRA SHERATON NICOLAUS HOTEL BARI (BA) 10.12.2014 Dodina Cipermetrina Propamocarb Dimetomorf Spiroxamina Pyrimetanil Metribuzin Captano Carpovirusine

Dettagli

LA MOSCA DELLE OLIVE Bactroceraoleae

LA MOSCA DELLE OLIVE Bactroceraoleae LA MOSCA DELLE OLIVE Bactroceraoleae 1 LA MOSCA DELLE OLIVE Principale parassita dell olivo Numerodigenerazionida2-3finoa4-7/anno Latitudine Altitudine Andamento climatico Permanenza di olive sulle piante

Dettagli

Assessorato Agricoltura. Ambiente e Sviluppo sostenibile. Piano Regionale di Sviluppo Rurale (P.R.S.R.) della Regione Emilia-Romagna - Italia

Assessorato Agricoltura. Ambiente e Sviluppo sostenibile. Piano Regionale di Sviluppo Rurale (P.R.S.R.) della Regione Emilia-Romagna - Italia Assessorato Agricoltura. Ambiente e Sviluppo sostenibile LA QUALITÀ DELL AGRICOLTURA PER LA QUALITÀ DELL AMBIENTE E DEL TERRITORIO Piano Regionale di Sviluppo Rurale (P.R.S.R.) della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

MODELLO IPI INDICE POTENZIALE INFETTIVO

MODELLO IPI INDICE POTENZIALE INFETTIVO Modelli previsionali Colture industriali Pomodoro Elaborazioni settimanali effettuate nel corso del 2015 relative ai comprensori di Correggio, Rolo e Castelnuovo di Sotto. I dati meteorologici utilizzati

Dettagli

NORME TECNICHE APPLICATIVE

NORME TECNICHE APPLICATIVE REGIONE MOLISE ASSESSORATO ALLE POLITICHE AGRICOLE, FORESTALI E ITTICHE --------------------------------------------------------------- NORME TECNICHE APPLICATIVE DISCIPLINARI DI DIFESA INTEGRATA D.M.

Dettagli

FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE

FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE PRINCIPI DI FITOPATOLOGIA DEFINIZIONE MALATTIA: insorgenza nelle pianta di processi fisiologici anormali di tipo persistente o semipersistente che

Dettagli

BOLLETTINO FITOSANITARIO ZONALE

BOLLETTINO FITOSANITARIO ZONALE GIUNTA REGIONALE della CAMPANIA Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale Politiche Agricole Alimentari e Forestali U.O.D. Servizio Territoriale Provinciale di CASERTA BOLLETTINO

Dettagli

Il ciliegio : difesa e prospettive

Il ciliegio : difesa e prospettive Il ciliegio : difesa e prospettive Produzione Europea dati Istat 2005- SUPERFICIE COLTIVATA A CILIEGIO (CONFRONTO MEDIE 1990/93-2000/03) 18.000 +65,8% 16.000 14.000 Media 90/93 (ha) 12.000 10.000 8.000

Dettagli

PROGETTO PRODUZIONI CONTROLLATE

PROGETTO PRODUZIONI CONTROLLATE PROGETTO PRODUZIONI CONTROLLATE Le indicazioni riportate nella seguente nota tecnica fanno riferimento alle disposizioni contenute nei Disciplinari di Produzione Integrata della Regione Emilia-Romagna.

Dettagli

DIFESA INTEGRATA DELLA VITE Vitis vinifera

DIFESA INTEGRATA DELLA VITE Vitis vinifera DIFESA INTEGRATA DELLA VITE Vitis vinifera AVVERSITA CRITERI D INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE E CRITTOGAME Peronospora Plasmopara viticola - i trattamenti iniziano al verificarsi delle condizioni per l infezione

Dettagli

NORME TECNICHE DI DIFESA INTEGRATA E CONTROLLO DELLE ERBE INFESTANTI PER L APPLICAZIONE DELLA MISURA III.1 AZIONE F1 DEL REG.

NORME TECNICHE DI DIFESA INTEGRATA E CONTROLLO DELLE ERBE INFESTANTI PER L APPLICAZIONE DELLA MISURA III.1 AZIONE F1 DEL REG. ALLEGATO NORME TECNICHE DI DIFESA INTEGRATA E CONTROLLO DELLE ERBE INFESTANTI PER L APPLICAZIONE DELLA MISURA III.1 AZIONE F1 DEL REG. (CE) 1257/99 AGGIORNAMENTO GENNAIO 2007 Il presente documento si compone

Dettagli

Difesa : AGRUMI (1/10)

Difesa : AGRUMI (1/10) Difesa : AGRUMI (1/10) Cocciniglia rosso forte (Aonidiella auranttii) - Ridurre le potature, - Ridurre la presenza di polvere sulla chioma, - Lavorare il terreno per disturbare i nidi delle formiche. Intervenire

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE TUTELA DEL TERRITORIO E SVILUPPO RURALE N. 73/TTS_10 DEL 14/03/2006

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE TUTELA DEL TERRITORIO E SVILUPPO RURALE N. 73/TTS_10 DEL 14/03/2006 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA POSIZIONE DI FUNZIONE TUTELA DEL TERRITORIO E SVILUPPO RURALE N. 73/TTS_10 DEL 14/03/2006 Oggetto: Reg. CE 1257/99 Piano di Sviluppo Rurale (PSR) Marche Misura F1. Approvazione

Dettagli

La gestione della difesa in orticoltura biologica

La gestione della difesa in orticoltura biologica Roma, 16 ottobre 2007 La difesa delle colture in agricoltura biologica La gestione della difesa in orticoltura biologica Sergio Gengotti ASTRA - Innovazione e sviluppo CRPV Centro Ricerche Produzioni Vegetali

Dettagli

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Esperienze realizzate presso l azienda sperimentale di Veneto Agricoltura Vallevecchia - Caorle (VE) anni 2010-2011 Mauro

Dettagli

AgriCommercio. e garden center 5-6. PESCO e NETTARINE come intervenire. ARRIVA sui SACCHI il MARCHIO QUALITÀ. Un SETTORE che TIRA ANCORA

AgriCommercio. e garden center 5-6. PESCO e NETTARINE come intervenire. ARRIVA sui SACCHI il MARCHIO QUALITÀ. Un SETTORE che TIRA ANCORA AgriCommercio 5-6 Anno XXVII n. 5-6 Maggio-Giugno 2014 Mensile Poste Italiane S.p.A. sped. in A.P. D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004, art. 1 c. 1; DCB Bologna e garden center 10 DIFESA PESCO e NETTARINE come

Dettagli

In tutti i campi saranno installati dei datalogger per monitorare temperatura e umidità.

In tutti i campi saranno installati dei datalogger per monitorare temperatura e umidità. Nel Progetto Interreg III A Grecia Italia Cooperazione scientifica per lo sviluppo della ricerca e trasferimento delle conoscenze tecnologiche alle imprese biologiche di prodotti locali allo scopo di favorirne

Dettagli

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie ortoflorofrutticoltura 1 IASMA Notizie IASMA Notizie n.3 Anno II 28.04.2003 Notiziario del Centro per l assistenza tecnica dell Istituto Agrario di S. Michele all Adige IASMA Notizie N. 18 - Spedizione

Dettagli

Agricoltura biologica - DIFESA

Agricoltura biologica - DIFESA Agricoltura biologica - DIFESA Lotta con tecniche mirate alla Carpocapsa e alla Cidia delle pomacee di Michele Vannini e Mattia Menegatti Sommario Associazione Prober Introduzione pag. 1 Distribuito come

Dettagli

I funghi hanno la funzione di decomporre le sostanze morte e così consentono alla sostanza organica di mettersi in circolo nel terreno.

I funghi hanno la funzione di decomporre le sostanze morte e così consentono alla sostanza organica di mettersi in circolo nel terreno. I funghi hanno la funzione di decomporre le sostanze morte e così consentono alla sostanza organica di mettersi in circolo nel terreno. L eccesso di piogge (forze lunari) in presenza di calore, aumenta

Dettagli

Metodologie di difesa fitosanitaria

Metodologie di difesa fitosanitaria Metodologie di difesa fitosanitaria La difesa delle piante con prodotti fitosanitari ebbe inizio con la scoperta della proprietà fungicida del solfato di rame avvenuta oltre un secolo fa. Per molto tempo

Dettagli

Controllo delle Avversità della Castagna in Campania. Calvanico, Maggio 2007

Controllo delle Avversità della Castagna in Campania. Calvanico, Maggio 2007 Controllo delle Avversità della Castagna in Campania Calvanico, Maggio 2007 Parleremo di: Avversita del Castagno in irpinia Quantificazione Economica delle avversità Riconoscimento degli insetti dannosi

Dettagli

ASSAM - Centro Operativo Fitosanitario (Servizio Fitosanitario Regionale)

ASSAM - Centro Operativo Fitosanitario (Servizio Fitosanitario Regionale) LINEE GUIDA DI DIFESA GUIDATA ED INTEGRATA E DI DISERBO, DELLA MISURA F, SOTTOMISURA F1, DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE DELLE MARCHE (PSR), PREDISPOSTO AI SENSI DEL REG. CE N. 1257/99 AGGIORNAMENTO 2005

Dettagli

Difesa Integrata di: Farro

Difesa Integrata di: Farro Difesa Integrata di: Farro Carbone (Ustilago tritici) Carie (Tilletia spp.) Fusariosi (Fusarium spp.) Nerume (Alternaria spp., Cladosporium herbarum, Epicoccum nigrum) Oidio (Erysiphe graminis) Ruggini

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 22 febbraio 2011 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 L Istat rende disponibili, per l annata agraria 2009-2010, i principali risultati dell indagine

Dettagli

LA DIFESA CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO (Bactrocera( oleae) NELL OLIVETO BIOLOGICO: esperienze nella Regione Marche

LA DIFESA CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO (Bactrocera( oleae) NELL OLIVETO BIOLOGICO: esperienze nella Regione Marche LA DIFESA CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO (Bactrocera( oleae) NELL OLIVETO BIOLOGICO: esperienze nella Regione Marche Bologna, 8 Giugno 2011 14 Convegno Nazionale di Agrometeorologia AIAM 2011 Giovanni Abate*,

Dettagli

Acquisti.benza.it. Servizio Newsletter del 13 Giugno 2012

Acquisti.benza.it. Servizio Newsletter del 13 Giugno 2012 1 di 5 13/07/2013 16.00 Oggetto: [Benza.it] Newsletter del mese di Giugno Mittente: "Newsletter Benza.it" Data: 13/06/2012 17.10 A: info@benza.it Gentili clienti ed iscritti al ns.

Dettagli

Rinnovo del patentino Modulo agronomico

Rinnovo del patentino Modulo agronomico nforma.fito. Strumenti di supporto per la diffusione delle informazioni sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Rinnovo del patentino Modulo agronomico Tecniche alternative di di difesa Pier Paolo

Dettagli

imetostrap: Trappola a feromoni elettronica

imetostrap: Trappola a feromoni elettronica FIERAGRICOLA2012 - Verona, 03 imetostrap: Trappola a feromoni elettronica Ing. Eleonora Filippi - Pessl Instruments imetostrap: Trappola a feromoni elettronica Sistema automatico di allerta presenza insetti

Dettagli

La forma della trappola (Fig. 1) riveste un ruolo fondamentale per il suo corretto funzionamento.

La forma della trappola (Fig. 1) riveste un ruolo fondamentale per il suo corretto funzionamento. Monitoraggio difesa: tecniche dei di principali campionamento fitofagi La riduzione progressiva di fitofarmaci autorizzati unitamente al loro sempre più specifico meccanismo di azione rende essenziale

Dettagli

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI IL CORRETTO IMPIEGO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Guida al patentino per l acquisto dei prodotti fitosanitari in Emilia-Romagna MODULO 1 (versione 1.1/2008) OBIETTIVI Al termine di questa unità sarai in grado

Dettagli

(Hydrangea macrophylla) Phytophtora sp. - Pythium sp. (marciumi basali) Rhizoctonia solani. (mal del colletto) Famiglia: Saxifragaceae

(Hydrangea macrophylla) Phytophtora sp. - Pythium sp. (marciumi basali) Rhizoctonia solani. (mal del colletto) Famiglia: Saxifragaceae Hydrangea macrophylla) Famiglia: Saxifragaceae Phytophtora sp. - Pythium sp. marciumi basali) Questi funghi determinano lo sviluppo di un marciume bruno-violaceo nella parte basale della pianta P Creare

Dettagli

flacone 1 lt 12 flacone 10 ml 2x50

flacone 1 lt 12 flacone 10 ml 2x50 INSETTICIDI Aficida sistemico RTU Soluzione insetticida ad ampio spettro d azione pronta all uso. É efficace contro gli insetti dannosi delle piante floreali ed ornamentali da appartamento, balcone, giardino.

Dettagli

DIFESA INTEGRATA DEL PESCO Prunus persica

DIFESA INTEGRATA DEL PESCO Prunus persica CRITTOGAME Bolla del pesco Taphrina deformans Corineo Coryneum beijerinkii Mal bianco Sphaerotheca pannosa Monilia Monilia laxa, Monilia fructigena Cancri rameali Fusicoccum amygdali Cytospora spp. Prunus

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) L 119/44 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 400/2014 DELLA COMMISSIONE del 22 aprile 2014 relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell'unione per il 2015, il 2016 e il 2017, destinato

Dettagli