Comune di Scandicci. Viabilità area CDR Data:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Scandicci. Viabilità area CDR Data: 24-09-2008"

Transcript

1 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Descrizione: Larghezza carreggiata mt. 8,0 Arretramento punto luce mt. 1,5 Altezza punto luce mt. 10,0 Interasse mt. 4,0 - disposizione unilaterale Apparecchio utilizzato Philips Iridium SGS53STPGB cablato con lampada sodio SON - T PIA Plus 150W Eventuali verifiche ad impianto realizzato potranno evidenziare, rispetto ai valori nominali ottimali del presente tabulato, qualche deviazione in relazione alle tolleranze delle caratteristiche delle lampade e dei reattori, della tensione di rete e dei posizionamenti e puntamenti degli apparecchi di illuminazione. alculux Road 6.6

2 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Indice 1. Visualizzazioni Vista 3-D 3 Pianta 4. Elenco degli schemi 5 3. Indice Strada principale 6 4. Risultati dei calcoli L principale (01): Tavola grafica 7 4. L principale (01): urve isolux L principale (0): Tavola grafica L principale (0): urve isolux Eh principale: Tavola grafica Eh principale: urve isolux 1 5. Apparecchi Apparecchi di progetto 13 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: /13

3 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Visualizzazioni 1.1 Vista 3-D Z Y X Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 3/13

4 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Pianta :150 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 4/13

5 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Elenco degli schemi Fattore di manutenzione di progetto: 0. Il reticolo principale è del tipo EN Luminanza odice Tipo di apparecchio Tipo di lampada 1 * SON-TPP150W Potenza (W) Flusso (lm) 1 * arreggiata Larghezza strada Nr di corsie Tabella di riflessione Q0 di tabella odice apparecchio Installazione Altezza Interdistanza Sbraccio Tilt90 L med L min/med Ul Unità m m m m gradi cd/m TI % Eh med lux Schema 1 Singola carreggiata 8.00 IE Unilaterale destra Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 5/13

6 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Indice 3.1 Strada principale Tipo apparecchio : Tipo lampada : 1 * SON-TPP150W Flusso lampada : lumen Tilt90 (T) : 0.0 gradi Tipo di reticolo : EN Luminanza Fattore manutenzione progetto : 0 T H S W O arreggiata : Singola arreggiata Larghezza strada (W) : 8.00 m Nr di corsie : Tabella di riflessione : IE Q0 della tabella : Installazione : Unilaterale destra Altezza (H) : m Interdistanza (S) : 4.00 m Sbraccio (O) : -0 m Parametri di qualità generali per lo schema stradale Luminanza Medio = 1.71 cd/m Minimo/Medio = 0.4 Ul = 0 Abbagliamento TI = 7.4 % Illuminamento orizzontale Medio = 8.9 lux Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 6/13

7 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Risultati dei calcoli 4.1 L principale (01): Tavola grafica Reticolo : Principale a Z = 0.00 m Tipo di calcolo : Luminanza-> Osservatore EN (01) (.00, , 0) (cd/m) Manto stradale : IE con Q0 = TI (.00,-3.38, 0) = 3.4% Medio Min/Med Min/Max Fatt. Manut :150 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 7/13

8 1 1 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: L principale (01): urve isolux Reticolo : Principale a Z = 0.00 m Tipo di calcolo : Luminanza-> Osservatore EN (01) (.00, , 0) (cd/m) Manto stradale : IE con Q0 = TI (.00,-3.38, 0) = 3.4% Medio Min/Med Min/Max Fatt. Manut :150 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 8/13

9 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: L principale (0): Tavola grafica Reticolo : Principale a Z = 0.00 m Tipo di calcolo : Luminanza-> Osservatore EN (0) (6.00, , 0) (cd/m) Manto stradale : IE con Q0 = TI ( 6.00,-3.38, 0) = 7.4% Medio Min/Med Min/Max Fatt. Manut :150 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 9/13

10 1 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: L principale (0): urve isolux Reticolo : Principale a Z = 0.00 m Tipo di calcolo : Luminanza-> Osservatore EN (0) (6.00, , 0) (cd/m) Manto stradale : IE con Q0 = TI ( 6.00,-3.38, 0) = 7.4% Medio Min/Med Min/Max Fatt. Manut :150 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 10/13

11 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Eh principale: Tavola grafica Reticolo Tipo di calcolo : Principale a Z = 0.00 m : E oriz. (lux) Medio Min/Med Min/Max Fatt. Manut :15 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 11/13

12 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Eh principale: urve isolux Reticolo Tipo di calcolo : Principale a Z = 0.00 m : E oriz. (lux) Medio Min/Med Min/Max Fatt. Manut :15 Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 1/13

13 omune di Scandicci Viabilità area DR Data: Apparecchi 5.1 Apparecchi di progetto 1xSON-TPP150W Diagramma 10 o intensita' 150 o luminose(candele/ o 150 o lumen) 10 o 90 o 90 o Rendimento luminoso: verso il basso : 3 verso l'alto : 0.00 totale : 3 Reattore : Standard Flusso di lampada : lm Potenza totale apparecchio : W odice di misura : LVM o 60 o o o o = 180 o = 0 o = 70 o = 90 o = 191 o Imax = 11 o Philips Lighting B.V. - alculux Road 6.6 Pagina: 13/13

LAVORI DI REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA NELL AMBITO DI INSEDIAMENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

LAVORI DI REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA NELL AMBITO DI INSEDIAMENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA LAVORI I REALIZZAZIONE I OPERE I URBANZZAZIONE PRIMARIA E SECONARIA NELL AMBITO I INSEIAMENTI I EILIZIA RESIENZIALE PUBBLICA Relazione di calcolo impianto elettrico Verifica statica palo di illuminazione

Dettagli

Zero30 s.r.l. - Energie Alternative Sede legale: Via Privata De VItalis, 6-25121, Brescia - Sede Operativa: Via della Volta 183-25124, Brescia Tel /

Zero30 s.r.l. - Energie Alternative Sede legale: Via Privata De VItalis, 6-25121, Brescia - Sede Operativa: Via della Volta 183-25124, Brescia Tel / CARATTERISTICHE: - completamente chiuso senza necessità di manutenzione - corpo in alluminio AB46100 pressofuso avente sezione con bassa esposizione al vento - possibilità di utilizzo della lega AB47100

Dettagli

[Lighting Mode] Scheda Tecnica Lampione stradale Lighting Mode. Modello Beta3L

[Lighting Mode] Scheda Tecnica Lampione stradale Lighting Mode. Modello Beta3L Scheda Tecnica Lampione stradale Lighting Mode Modello Beta3L Modello Figura: Beta 6L Beta3L Numero moduli utilizzati 3 Lumen tipici (*) 4040 Potenza tipica per i soli led 33,5 Potenza complessiva lampada

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PER INTERNI

DIMENSIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PER INTERNI DIMENSIONAMENTO DI UN IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PER INTERNI Dimensionamento di un impianto di illuminazione per interni Esempio n.1 Si vuole progettare l'impianto di illuminazione per un locale di fonderia

Dettagli

Proposta di sostituzione Thorn Miracle 150 W SAP-5 con Italo1 39 W LED- 0 _Via Ferretto

Proposta di sostituzione Thorn Miracle 150 W SAP-5 con Italo1 39 W LED- 0 _Via Ferretto Proposta di sostituzione Thorn Miracle 150 W SAP-5 con Italo1 39 W LED- 0 _Via Ferretto Categoria illuminotecnica ME5. Verifica valida per via Ferretto. Data: 07.12.2014 Redattore: Michele Per. Ind. Modolo

Dettagli

REQUISITI ILLUMINOTECNICI E APPARECCHI D ILLUMINAZIONE

REQUISITI ILLUMINOTECNICI E APPARECCHI D ILLUMINAZIONE REQUISITI ILLUMINOTECNICI E APPARECCHI D ILLUMINAZIONE Curve Fotometriche Imparare a leggerle e comprenderle La curva fotometria rappresenta graficamente come una sorgente luminosa emette luce nello spazio.

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3

1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE DEGLI IMPIANTI... 3 2.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 2.2 DATI TECNICI DI PROGETTO... 4 2.3 DESCRIZIONE DELLE OPERE... 6 2.3.1 Linee e cavidotti di

Dettagli

AMPERA SOLUZIONE LED PER UN INVESTIMENTO OTTIMIZZATO. VERSATILità

AMPERA SOLUZIONE LED PER UN INVESTIMENTO OTTIMIZZATO. VERSATILità AMPERA SOLUZIONE LED PER UN INVESTIMENTO OTTIMIZZATO design di qualità EFFICIENza VERSATILità Sostenibilità AMPERA la scelta PIU ovvia per L illuminazione stradale e urbana a led Valutare con precisione

Dettagli

Certificati bianchi nella Illuminazione Pubblica. nuova procedura per il calcolo dei risparmi energetici

Certificati bianchi nella Illuminazione Pubblica. nuova procedura per il calcolo dei risparmi energetici RSE - SSE Milano, 21-22 Marzo 2012 Certificati bianchi nella Illuminazione Pubblica nuova procedura per il calcolo dei risparmi energetici Walter Grattieri, Simone Maggiore 1 SOMMARIO I certificati bianchi

Dettagli

STILIS. armatura stradale a LED

STILIS. armatura stradale a LED armatura stradale a LED Informazioni Generali Lo STILIS è un apparecchio brevettato innovativo e d eccezionale potenza caratterizzato da un fascio luminoso generato da led sapientemente orientati (sistema

Dettagli

LAMPIONE FOTOVOLTAICO modello ELIOS

LAMPIONE FOTOVOLTAICO modello ELIOS LAMPIONE FOTOVOLTAICO modello ELIOS L PRIMO LAMPIONE FOTOVOLTAICO COMPLETAMENTE TARABILE SFHERA SRL Pagina 1 IL SISTEMA Il lampione fotovoltaico è composto da : Pannello fotovoltaico N 2 batterie ermetiche

Dettagli

NEGOZIO FRUTTA E VERDURA

NEGOZIO FRUTTA E VERDURA Responsabile: No. ordine: GPELEDsrl ITALY: www.gpesrl.com: Data: 03.02.2011 : Indice NEGOZIO FRUTTA E VERDURA Copertina progetto 1 Indice 2 GPELed - M2 Laboratory 2043-60 10 41 xx 01 VIRGO 60x120 60 5000K

Dettagli

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte

il giusto equilibrio tra il giorno e la notte il giusto equilibrio tra il giorno e la notte ing. Diego Bonata Via Meucci, 17 24053 Brignano Gera d Adda (Bg) Tel./Fax. 0363-814385 cell.339-3073273 http:\\astrolightstudio.eu bonata@tiscali.it diego.bonata@ingpec.eu

Dettagli

Valutazione dell illuminazione artificiale

Valutazione dell illuminazione artificiale Valutazione dell illuminazione artificiale Introduzione La progettazione del campo luminoso realizzato dalle sorgenti artificiali costituisce una parte importante dei compiti del progettista degli ambienti

Dettagli

Workshop Trasporti e Infrastrutture

Workshop Trasporti e Infrastrutture Workshop Trasporti e Infrastrutture Illuminazione efficiente nel terziario: illuminazione pubblica Fabio Pagano ANIE ASSIL Introduzione L'illuminazione è stato il primo servizio offerto dalle aziende elettriche

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici:

Gli impianti fotovoltaici: Gli impianti fotovoltaici: dimensionamento di massima 1. Individuazione del sito Latitudine Longitudine 2. Individuazione id i della tecnologia Silicio monocristallino 2. Individuazione id i della tecnologia

Dettagli

FORNACE BERNASCONI LUIGI

FORNACE BERNASCONI LUIGI DIMENSIONI NOMINALI: 280 mm (LUNGHEZZA) 70 mm (LARGHEZZA ) 50 mm (ALTEZZA) (CARICO PERPENDICOLARE ALLA BASE 280x70) DIMENSIONI E TOLLERANZE DIMENSIONALI: 280 x 70 x 30 CLASSE T2 R2 DIMENSIONI NOMINALI:

Dettagli

SORGENTI LUMINOSE. ALVISI ING. MATTEO www.acmproject.it

SORGENTI LUMINOSE. ALVISI ING. MATTEO www.acmproject.it SORGENTI LUMINOSE Lo sviluppo di nuove tecnologia ha consentito di realizzare una gamma notevole di lampade, destinate alle più differenti applicazioni: Irradiazione per effetto termico Lampade a Incandescenza

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI CASTIGLIONE DEL LAGO RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA TAV. R1 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER LA SOSTITUZIONE DELLE ARMATURE STRDALI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER CONVERSIONE

Dettagli

CENTRO SPORTIVO XXV APRILE. via Cimabue, 24 Milano NUOVA ILLUMINAZIONE PISTA DI ATLETICA RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI

CENTRO SPORTIVO XXV APRILE. via Cimabue, 24 Milano NUOVA ILLUMINAZIONE PISTA DI ATLETICA RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO IMPIANTI ELETTRICI CENTRO SPORTVO XXV APRLE via Cimabue, 24 Milano NUOVA LLUMNAZONE PSTA D ATLETCA RELAZONE TECNCA E D CALCOLO MPANT ELETTRC Milano, 05 luglio 2013 NDCE 1 PREMESSA 3 2 DESCRZONE DELL NTERVENTO 3 3 LLUMNAZONE

Dettagli

VIALE ALBERATO "LOTTIZZAZIONE PEGASO" Responsabile: No. ordine: Ditta: No. cliente: Data: 12.10.2012 Redattore: Dott. Drigo Ing. Roberto VIALE ALBERATO "LOTTIZZAZIONE PEGASO" 12.10.2012 Redattore Dott.

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE. Progetto Esecutivo

COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE. Progetto Esecutivo COMUNE DI CAROVIGNO Provincia BRINDISI CENTRI STORICI DA RIVIVERE Progetto Esecutivo RELAZIONE DI CALCOLO DELL' IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE PREMESSA I comuni di Carovigno, Ceglie Messapica, San Michele,

Dettagli

1 ANALISI ILLUMINOTECNICA E MODALITA APPLICATIVE DELLA L.R. N.19/03 E. DELLA DIRETTIVA DI CUI ALLA D.G.R. N.2263/05. pag. 1

1 ANALISI ILLUMINOTECNICA E MODALITA APPLICATIVE DELLA L.R. N.19/03 E. DELLA DIRETTIVA DI CUI ALLA D.G.R. N.2263/05. pag. 1 Arch. Cardi Antonio Via Trieste n 6, 44020, San Giuseppe di Comacchio (FE) Tel. e fax e-mail: cardi70@libero.it 1 ANALISI ILLUMINOTECNICA E MODALITA APPLICATIVE DELLA L.R. N.19/03 E DELLA DIRETTIVA DI

Dettagli

Illuminazione della Città: Tecnologia & Risparmio Energetico

Illuminazione della Città: Tecnologia & Risparmio Energetico Cupra 08 Maggio Case Study: l comune di Cupra l Comune di Cupra Cupra ottica performante ottica aperta Analisi dell illuminazione esistente globo 49% 39% 10% 2% ottica aperta ottica globo performante lanterna

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO

RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO RELAZIONE DI CALCOLO ELETTRICO E ILLUMINOTECNICO 1 Indice 1 PREMESSA...2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI...2 3 CARATTERISTICHE GENERALI...3 4 CORPI ILLUMINANTI PREVISTI IN PROGETTO...5 5 VERIFICHE ILLUMINOTECNICHE...8

Dettagli

Orus. Illuminazione stradale a luce radente con l innovativa tecnologia Flat Beam per installazioni a basse altezze

Orus. Illuminazione stradale a luce radente con l innovativa tecnologia Flat Beam per installazioni a basse altezze Orus Illuminazione stradale a luce radente con l innovativa tecnologia Flat Beam per installazioni a basse altezze Esigenze di illuminazione ad altezza ridotta Sono numerosi i casi in cui gli apparecchi

Dettagli

1. GENERALITÀ... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 3. CLASSIFICAZIONE DELLA STRADA... 4 4. CARATTERISTICHE D ILLUMINAMENTO... 5

1. GENERALITÀ... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 3. CLASSIFICAZIONE DELLA STRADA... 4 4. CARATTERISTICHE D ILLUMINAMENTO... 5 Sommario 1. GENERALITÀ... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 3 3. CLASSIFICAZIONE DELLA STRADA... 4 4. CARATTERISTICHE D ILLUMINAMENTO... 5 5. REQUISITI PRESTAZIONALI DELL IMPIANTO... 7 6. STATO DEGLI IMPIANTI

Dettagli

illuminazione artificiale

illuminazione artificiale illuminazione artificiale Illuminazione artificiale degli interni Il progetto di illuminazione degli interni deve essere studiato e calcolato in funzione della destinazione d uso e dei compiti visivi del

Dettagli

NASHIRA Introduzione Design: Domenico Neri Progetti:

NASHIRA Introduzione Design: Domenico Neri Progetti: Introduzione Design: Domenico Neri Progetti: I - Firenze I - Taranto I - Salerno I - Sorrento I - Bari USA - Las Vegas UAE - Abu Dhabi USA - Los Angeles D - Berlin USA - Santamonica Il sistema Nashira,

Dettagli

Strike. Strike 1. Con Strike l ambiente giardino diventa un palcoscenico dove giochi di luce Strike 2

Strike. Strike 1. Con Strike l ambiente giardino diventa un palcoscenico dove giochi di luce Strike 2 Strike Strike 1 Designer: arlo Vietri revetto depositato on Strike l ambiente giardino diventa un palcoscenico dove giochi di luce Strike 2 creano un effetto scenografico nuovo ed esclusivo. Una vasta

Dettagli

La nuova direttiva applicativa della Legge regionale relativa all Inquinamento Luminoso ed efficienza energetica

La nuova direttiva applicativa della Legge regionale relativa all Inquinamento Luminoso ed efficienza energetica Scenari della nuova tecnologia LED: caratteristiche e classificazione per l illuminazione La nuova direttiva applicativa della Legge regionale relativa all Inquinamento Luminoso ed efficienza energetica

Dettagli

Capitolo 2 Impianto di illuminazione.

Capitolo 2 Impianto di illuminazione. Capitolo 2 Impianto di illuminazione. I principali documenti normativi a cui far riferimento per il progetto dell impianto di illuminazione sono le norme UNI 10380: Illuminazione d interni con luce artificiale

Dettagli

Lampade alogene a. MASTER Line ES. Con riflettore dicroico a bassissima tensione. 6 maggio 2003 1. Lampade:

Lampade alogene a. MASTER Line ES. Con riflettore dicroico a bassissima tensione. 6 maggio 2003 1. Lampade: Dimensioni (mm) C1 D max. max. 50.5 51 Lampade: a bassissima tensione con riflettore dicroico 50mm, bruciatore con tecnologia ad infrarossi, filamento assiale a doppio attacco e vetro frontale di protezione.

Dettagli

Econtek. Tecnologie per l'energia e il controllo LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX

Econtek. Tecnologie per l'energia e il controllo LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX Zero spese di energia elettrica massima sicurezza da folgorazione recupero dei vecchi pali e dei cavi interrati riciclandoli zero manutenzione linee elettriche

Dettagli

Il passaggio più semplice alla luce bianca confortevole

Il passaggio più semplice alla luce bianca confortevole Il passaggio più semplice alla luce bianca confortevole MASTER CDO-ET Lampada ad alogenuri metallici in ceramica, con bulbo esterno ovoidale opalizzato, utilizzata in ambienti esterni, che offre una piacevole

Dettagli

COMUNE DI REZZO Provincia di Imperia REGOLAMENTO COMUNALE SULL INQUINAMENTO LUMINOSO

COMUNE DI REZZO Provincia di Imperia REGOLAMENTO COMUNALE SULL INQUINAMENTO LUMINOSO COMUNE DI REZZO Provincia di Imperia REGOLAMENTO COMUNALE SULL INQUINAMENTO LUMINOSO Approvato con DCC n. 44 del 18/12/2012 REGOLAMENTO PER LA RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO Articolo 1 (Finalità) Il presente

Dettagli

CORSO DI ILLUMINOTECNICA

CORSO DI ILLUMINOTECNICA COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI VARESE CORSO DI ILLUMINOTECNICA PARTE 1 Docente : dott.ing. Paolo Beghelli Bussero ( MI) 1 INDICE 1 INDICE 2 2 IL FENOMENO DELLA LUCE 3 3 DEFINIZIONI

Dettagli

Calcolo illuminotecnico

Calcolo illuminotecnico Campo in Erba Sintetica Calcio a 7 Campo "Il Noce" comune di Noceto Responsabile: Navarrini Commessa: C.N.2005-15_R0 Ditta: No. cliente: Data: Redattore: Navarrini Alessandro Indice Calcolo illuminotecnico

Dettagli

COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia Olbia - Tempio

COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia Olbia - Tempio COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia Olbia - Tempio INTERVENTI DI SISTEMAZIONE STRADE NELLA LOCALITA DI ENAS E LOIRI ANNO 2010 Progetto Esecutivo RELAZIONE DI CALCOLO DELL IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

SCUOLA VEDANO - Illuminazione Palestra

SCUOLA VEDANO - Illuminazione Palestra CODICE PROGETTO: 226_2014 CLIENTE: CSP Engineering I seguenti valori si basano su calcoli esatti di lampade e punti luce tarati direttamente dall'azienda. Nella realtà potranno verificarsi differenze graduali.

Dettagli

Dati tecnici. Tempo di riscaldamento per raggiungere il 60% della luce: piena luminosità all accensione

Dati tecnici. Tempo di riscaldamento per raggiungere il 60% della luce: piena luminosità all accensione Variante 4 x lampadine 11W = 75 Watt attacco E27 luce calda 2700K Forma: a goccia Base/attacco: E27 Potenza in watt: 11 W Equivalenza in watt: 75 W Consumo energetico per 1000 ore: 11 kw/h Emissione luminosa:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ADEGUAMENTO CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT PALAZZINA MOVIMENTO CALCOLI PROGETTUALI

RELAZIONE TECNICA ADEGUAMENTO CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT PALAZZINA MOVIMENTO CALCOLI PROGETTUALI M 4.2-05 A - Rev. 02 P.LE CADORNA, 14 20123 MILANO www.ferrovienord.it C.F. E P.I.: 06757900151 Oggetto: RELAZIONE TECNICA ADEGUAMENTO CABINA DI TRASFORMAZIONE MT/BT PALAZZINA MOVIMENTO CALCOLI PROGETTUALI

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI E REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI E REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PROGETTI E REALIZZAZIONE DI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE 1 - INTRODUZIONE Per facilitare la puntuale applicazione della norma di legge, sono di seguito riportate quelle che

Dettagli

Illumina la fantasia. Catalogo Lampade e Lampioni stradali

Illumina la fantasia. Catalogo Lampade e Lampioni stradali Illumina la fantasia Catalogo Lampade e Lampioni stradali 2 - Le immagini sono da intendersi puramente a titolo dimostrativo - Lampade e Lampioni stradali Lampada per illuminazione stradale 23 Watt Serie

Dettagli

Studio dentistico Nuvolento snc di Bettini Alessandra & C.

Studio dentistico Nuvolento snc di Bettini Alessandra & C. Calcolo di verifica illuminotecnica Studio dentistico in Via Aldo Moro, n.2-25080 - Nuvolento - BS Responsabile: Dott. Ing. Saramondi Michele No. ordine: BM07060 Ditta: Studio dentistico Nuvolento snc

Dettagli

Lampade per strade parchi e parcheggi

Lampade per strade parchi e parcheggi Serie HELIOS-CLASSIC Lampade per strade parchi e parcheggi 2 Nozioni importanti riguardo SAP e LED Nelle lampade SAP (Sodio Alta Pressione) si può affermare che i lux dichiarati dalla casa produttrice

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI D ILLUMINAZIONE

LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI D ILLUMINAZIONE PARTE V LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI D ILLUMINAZIONE OBIETTIVI 1- Operatori per il comune o per i privati: Definire le linee guida operative per l applicazione della

Dettagli

WS Series. Plafoniera stagna a LED

WS Series. Plafoniera stagna a LED WS Series Plafoniera stagna a LED Prestazioni straordinarie in ogni condizione ambientale. TECNOLOGIA Evoluta CONSUMI Ridotti RESISTENZA Ottimale VERSATILITÀ Massima La distribuzione uniforme del flusso

Dettagli

INQUINAMENTO LUMINOSO. Illuminotecnica Eco Compatibile per esterni

INQUINAMENTO LUMINOSO. Illuminotecnica Eco Compatibile per esterni \ INQUINAMENTO LUMINOSO Illuminotecnica Eco Compatibile per esterni Paolo Pescatori Associazione CieloBuio Museo di Storia naturale - Livorno, 8 novembre 2011 Pianeta Galileo 2011 www.cielobuio.org Chi

Dettagli

PRODOTTO: LEDWAY STREET di Ruud Lighting

PRODOTTO: LEDWAY STREET di Ruud Lighting PRODOTTO: LEDWAY STREET di Ruud Lighting CAT/BRCH-COOP/IT L impianto di illuminazione esterna della Coop di Castelvetro è stato realizzato in partnership con INRES Istituto Nazionale Consulenza, Progettazione,

Dettagli

Un tocco di flessibilità

Un tocco di flessibilità 108 YES SHOW Un tocco di flessibilità Apparecchi ideali per l illuminazione di aree commerciali, espositive, e in quelle applicazioni dove sia richiesto un ottimo rendimento illuminotecnico ed un elevato

Dettagli

1 - Tipologie di lampade per l illuminazione artificiale

1 - Tipologie di lampade per l illuminazione artificiale Marraffa Orazio, matr. 263439 Mesto Emanuele, matr. 257491 Lezione dell 11/05/2016, ore 10:30 / 13:30 INDICE: 1. Tipologie di lampade per l illuminazione artificiale 2. Apparecchi per la diffusione luminosa

Dettagli

LE CURVE FOTOMETRICHE

LE CURVE FOTOMETRICHE LE CURVE FOTOMETRICHE E' noto che l' intensità luminosa è una grandezza che deve essere associata ad una direzione. Non avrebbe molto significato parlare della intensità di un corpo illuminante in una

Dettagli

Comunicato stampa - Aprile 2012 ALYA

Comunicato stampa - Aprile 2012 ALYA ALYA Alya è stato progettato in occasione del 50esimo anniversario di Neri. Dotato di una tecnologia Led all avanguardia è la versione moderna di una lanterna e raggiunge massimi standard di comfort attraverso:

Dettagli

per.ind. Corà Michele - Studio Progettazioni Elettrotecniche CEDRO srl. SS. 11 36077 Altavilla (VI) Illuminazione Parcheggi Interni RELAZIONE TECNICA

per.ind. Corà Michele - Studio Progettazioni Elettrotecniche CEDRO srl. SS. 11 36077 Altavilla (VI) Illuminazione Parcheggi Interni RELAZIONE TECNICA Numero Pratica: 73/2008 - Revisione: 02 del 14/04/2010 Percorso: I:\LAV\CORA\Deposito Crespellano\Crespellano 2\Progetto Preliminare\Testi\Relazione Illuminazione Parcheggi R02-140807.odt CEDRO srl. SS.

Dettagli

Comune di VESSALICO Provincia di IMPERIA REGOLAMENTO COMUNALE SULL'INQUINAMENTO LUMINOSO

Comune di VESSALICO Provincia di IMPERIA REGOLAMENTO COMUNALE SULL'INQUINAMENTO LUMINOSO Comune di VESSALICO Provincia di IMPERIA REGOLAMENTO COMUNALE SULL'INQUINAMENTO LUMINOSO Approvato con delibera C.C. n. 21 del 30/07/2015 1 REGOLAMENTO PER LA RIDUZIONE DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO Articolo

Dettagli

L'energia incontra l'efficienza

L'energia incontra l'efficienza 203, Aprile 0 L'energia incontra l'efficienza MASTER LEDlamps DimTone MASTER LEDspotMV DimTone garantisce il fascio caldo e definito e il passaggio ad un colore più caldo durante la regolazione del flusso

Dettagli

LITESTAR 10. Manuale d Uso Tunnel Plus. Giugno 2011

LITESTAR 10. Manuale d Uso Tunnel Plus. Giugno 2011 LITESTAR 10 Manuale d Uso Tunnel Plus Giugno 2011 Sommario Configurazione... 3 Configurazione minima del computer... 3 Limiti del programma... 3 Per cominciare... 4 Installazione ed attivazione programma...

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO LUMINOSO E PER IL RISPARMIO ENERGETICO

REGOLAMENTO PER LA RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO LUMINOSO E PER IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI SAN BIAGIO DELLA CIMA REGOLAMENTO PER LA RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO LUMINOSO E PER IL RISPARMIO ENERGETICO Approvato con D.C.C. n. 14 /2013, in data 19.7.2013 INDICE ART.1 - Definizioni e finalità

Dettagli

Il rispetto delle normative a garanzia del benessere dell uomo

Il rispetto delle normative a garanzia del benessere dell uomo L ILLUMINAZIONE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Il rispetto delle normative a garanzia del benessere dell uomo Dott. Ing. Gianni Drisaldi Le grandezze fotometriche Il Flusso Luminoso L Intensità luminosa L illuminamento

Dettagli

Le nuove sorgenti a LED come integrazione negli impianti fotovoltaici

Le nuove sorgenti a LED come integrazione negli impianti fotovoltaici Le nuove sorgenti a LED come integrazione negli impianti fotovoltaici Guido Campadelli European Sales Manager 1 Come ottimizzare gli investimenti? Gli impianti fotovoltaici attuali in ambito indistriale

Dettagli

Armatura stradale. Armatura stradale itrpled-r50.1 vista dall alto. Armatura stradale itrpled-r50.1 vista di profilo

Armatura stradale. Armatura stradale itrpled-r50.1 vista dall alto. Armatura stradale itrpled-r50.1 vista di profilo Armatura stradale A.E.S. Srl presenta la propria tecnologia a LED di potenza, per illuminazione pubblica stradale ed industriale, con gli apparati itrpled nelle varie configurazioni. Una soluzione innovativa

Dettagli

ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE MODULO LED D EMERGENZA XISTEMLED

ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE MODULO LED D EMERGENZA XISTEMLED ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE MODULO LED D EMERGENZA XISTEMLED 1 Funzionamento generale Il modulo funziona a tensione di rete da 230V e quando è collegato in rete, carica la batteria interna per la funzione

Dettagli

Comune di Casorezzo. Piano di Governo del Territorio. PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo. Allegato Piano dei Servizi. Provincia di Milano

Comune di Casorezzo. Piano di Governo del Territorio. PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo. Allegato Piano dei Servizi. Provincia di Milano (MI) - PGT PUGSS Piano urbano generale dei servizi nel sottosuolo Provincia di Milano Piano di Governo del Territorio Allegato Piano dei Servizi PUGSS Piano Generale dei Servizi nel Sottosuolo Art. 9.8

Dettagli

EUROIMMOBILIARE S.r.l.

EUROIMMOBILIARE S.r.l. Committente: EUROIMMOBILIARE S.r.l. Oggetto: PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO ILLUMINAZIONE PUBBLICA LOTTIZZAZIONE MURELLE VECCHIA VIA COGNARO 35010 VILLANOVA DI CAMPOSAMPIERO (PD) RELAZIONE TECNICA IMPIANTO

Dettagli

COMUNE DI BEDIZZOLE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI BEDIZZOLE PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI BEDIZZOLE PROVINCIA DI BRESCIA Regolamento per la riduzione dell inquinamento luminoso, per il risparmio energetico e per la corretta illuminazione delle aree scoperte nel Comune di BEDIZZOLE

Dettagli

DATI DI PROGETTO. Dati delle alimentazioni elettriche.

DATI DI PROGETTO. Dati delle alimentazioni elettriche. DATI DI PROGETTO La presente relazione riguarda gli impianti elettrici di distribuzione dell illuminazione ordinaria e di sicurezza, della forza motrice alla stazione di sollevamento e dei quadri elettrici,

Dettagli

I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi

I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi I LED evoluzione tecnologica, possibilita e svantaggi Lumezzane 16 dicembre 2014 Alberto Ricci Petitoni Ingegnere LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE 2% CIRCA DEI CONSUMI ELETTRICI NEL NOSTRO PAESE 6.000 MILIONI

Dettagli

Ottimizzazione energetico-ambientale dell illuminazione pubblica in Val Pellice

Ottimizzazione energetico-ambientale dell illuminazione pubblica in Val Pellice Ottimizzazione energetico-ambientale dell illuminazione pubblica in Val Pellice fase 2 Definizione di linee guida di intervento per il risparmio energetico: - Quadro normativo di riferimento per l illuminazione

Dettagli

PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO ATR 9 COMUNE DI ROGNO BG. COMMITTENTE: Albertinelli Roberto Via Torquato Tasso, 2 24060 Rogno (BG) Il committente

PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO ATR 9 COMUNE DI ROGNO BG. COMMITTENTE: Albertinelli Roberto Via Torquato Tasso, 2 24060 Rogno (BG) Il committente PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO ATR 9 COMUNE DI ROGNO BG COMMITTENTE: Albertinelli Roberto Via Torquato Tasso, 2 24060 Rogno (BG) Il committente Il Progettista Ing. Alex Toigo Rogno, 26/09/2013 ELENCO DEGLI

Dettagli

1. Premessa Le caratteristiche di un impianto d'illuminazione dipendono dal tipo di attività che si svolge nell ambiente. Tenuto conto che l impianto

1. Premessa Le caratteristiche di un impianto d'illuminazione dipendono dal tipo di attività che si svolge nell ambiente. Tenuto conto che l impianto 1. Premessa Le caratteristiche di un impianto d'illuminazione dipendono dal tipo di attività che si svolge nell ambiente. Tenuto conto che l impianto esistente nei locali non è sufficiente, in numero e

Dettagli

Efficienza energetica nell illuminazione esterna di grandi aree. Marco Turatti

Efficienza energetica nell illuminazione esterna di grandi aree. Marco Turatti Efficienza energetica nell illuminazione esterna di grandi aree Marco Turatti ottobre 2010 Indice 1 Analisi dell impianto attuale 4 1.1 Utilità e disposizione impianto................. 4 1.2 Lampade al

Dettagli

Contributo alla ricerca sperimentale su prodotti innovativi, sviluppo di sistemi di controllo intelligenti, misure di laboratorio

Contributo alla ricerca sperimentale su prodotti innovativi, sviluppo di sistemi di controllo intelligenti, misure di laboratorio Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Contributo alla ricerca sperimentale su prodotti innovativi, sviluppo di sistemi di

Dettagli

SpeedStar. Sicurezza Stradale grazie alla tecnologia LED

SpeedStar. Sicurezza Stradale grazie alla tecnologia LED Sicurezza Stradale grazie alla tecnologia LED SpeedStar, la promessa di un illuminazione con massimo comfort e sicurezza (Kieselbronn, Germania) 2 SpeedStar - Guida del prodotto SpeedStar - Connubio perfetto

Dettagli

SL 713 LED IL DESIGN INCONTRA LA PERFEZIONE TECNICA

SL 713 LED IL DESIGN INCONTRA LA PERFEZIONE TECNICA 13 mm Design: Office Sommer SL 713 LED IL DESIGN INCONTRA LA PERFEZIONE TECNICA Gli uffici moderni sono protagonisti indiscussi di una continua evoluzione. Tutto diventa più mobile, più flessibile, più

Dettagli

smart lighting Sirep

smart lighting Sirep smart lighting ALIMENTAZIONE SOLARE I lampioni CUBICO utilizzano come fonte primaria di alimentazione, la fonte solare fotovoltaica. Il modulo fotovoltaico, che converte i raggi solari in energia elettrica,

Dettagli

ReluxTunnel Marzo 2010

ReluxTunnel Marzo 2010 ReluxTunnel Marzo 2010 2/38 INDICE Indice... 2 1 Attivazione del modulo... 3 2 In generale... 3 3 Guida rapida... 6 4 Rilevamento... 7 4.1 Geometria Tunnel... 7 4.2 Carreggiata... 8 4.3 Pareti... 8 5 Rilevamento

Dettagli

Inquadramento macrourbanistico dell ambito d intervento

Inquadramento macrourbanistico dell ambito d intervento CITTA DI SESTO SAN GIOVANNI Piano Particolareggiato di Recupero del comprensorio Vulcano COMPARTO PRODUZIONE E RICERCA SUD Opere p di Urbanizzazione - Progetto g preliminare p 16 Maggio 2012 Inquadramento

Dettagli

Dott. Perini Davide - Via V. Veneto, n.33 - Gavardo - BS

Dott. Perini Davide - Via V. Veneto, n.33 - Gavardo - BS Calcolo di verifica illuminotecnica Studio veterinario in Via Soseto, n. 64 - Gavardo - BS Responsabile: Dott. Perini Davide No. ordine: BM070228 Ditta: Dott. Perini Davide No. cliente: Perini_D Data:

Dettagli

La presente relazione riassume i risultati del lavoro svolto nell ambito del progetto Illuminazione pubblica, ovvero:

La presente relazione riassume i risultati del lavoro svolto nell ambito del progetto Illuminazione pubblica, ovvero: 1 Sommario La presente relazione riassume i risultati del lavoro svolto nell ambito del progetto Illuminazione pubblica, ovvero: o Sintesi dei dati di consistenza degli impianti siti sul territorio, di

Dettagli

Progetto illuminotecnico 11/09/2014. Masseria fortificata Palagano

Progetto illuminotecnico 11/09/2014. Masseria fortificata Palagano Progetto illuminotecnico 11/09/2014 Planimetria Maxisegno_n.16 incasso suolo cod. 1119.AHM.T.15 6,5W 1Led 350mA 3000K medium 24 + cod. 196 controcassa + n.16 cod. 622 led drive 350mA Neo_n.12 incasso

Dettagli

PLAFONIERA SNP2 Stellare

PLAFONIERA SNP2 Stellare ILLUMINOTECNICA PLAFONIERA SNP2 Stellare APPARECCHIO DI ILLUMINAZIONE CON LED AD ALTA POTENZA DA 50 + 50 Watt INSTALLAZIONI AD INCASSO SU CONTROSOFFITTI A DOGHE E PENSILINE PER STAZIONI DI SERVIZIO Pag.2

Dettagli

LA CITTÀ, LA LUCE. Roma

LA CITTÀ, LA LUCE. Roma LA CITTÀ, LA LUCE Roma LA LUCE È UNO STRUMENTO STRAORDINARIO... PERMETTE DI IDENTIFICARE, GUIDARE, ORIENTARE, SOTTOLINEARE, EVIDENZIARE, COMPRENDERE, ORNARE, PROTEGGERE ILLUMINARE. la città, la luce La

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO VA DELLA BATTAGLA, 45 61100 PESARO C.F.: PRGLSN69P29G479 P.. 02165480415 Tel. 0721/65063 mob. 328 3341855 PROVNCA D PESARO E URBNO RELAZONE TECNCA MPANTO LLUMNAZONE PUBBLCA Pesaro, 28 luglio 2010 Pagina

Dettagli

Codice d ordine EOC 8711500

Codice d ordine EOC 8711500 Potenza Temperatura di colore (K) Philips MASTER TL-D Xtra Emissione luminosa (lm) Classe di efficienza energetica Codice d ordine EOC 8711500 18W 3000 1350 A 544988 40 18W 4000 1350 A 558626 40 18W 6500

Dettagli

Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4

Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4 Relazione di calcolo illuminotecnico Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4 PREMESSA Oggetto del seguente lavoro è il calcolo illuminotecnico da effettuarsi nel

Dettagli

NUOVE VERSIONI. Kit fotovoltaico a isola per illuminazione stradale

NUOVE VERSIONI. Kit fotovoltaico a isola per illuminazione stradale NUOVE VERSIONI Kit fotovoltaico a isola per illuminazione stradale Kit fotovoltaico a isola per illuminazione stradale La proposta del Kit fotovoltaico a isola per l illuminazione stradale nasce dall esperienza

Dettagli

K 3 Writer. Alluminio Una apertura. Due aperture. Quattro aperture. Inox AISI 316L Una apertura

K 3 Writer. Alluminio Una apertura. Due aperture. Quattro aperture. Inox AISI 316L Una apertura K 3 riter lluminio Una apertura Due aperture Quattro aperture Inox ISI 316L Una apertura Una forma elementare veste un idea innovativa: l illuminazione creativa. La nuova Serie K 3 riter di Goccia Illuminazione

Dettagli

INDICE CAPO I 3 ARTICOLO 1 - FINALITA 3 ARTICOLO 2 - DISPOSIZIONI GENERALI 3 ARTICOLO 3 NUOVI IMPIANTI 3 ARTICOLO 4 IMPIANTI PREESISTENTI 5 ARTICOLO

INDICE CAPO I 3 ARTICOLO 1 - FINALITA 3 ARTICOLO 2 - DISPOSIZIONI GENERALI 3 ARTICOLO 3 NUOVI IMPIANTI 3 ARTICOLO 4 IMPIANTI PREESISTENTI 5 ARTICOLO INDICE CAPO I 3 ARTICOLO 1 - FINALITA 3 ARTICOLO 2 - DISPOSIZIONI GENERALI 3 ARTICOLO 3 NUOVI IMPIANTI 3 ARTICOLO 4 IMPIANTI PREESISTENTI 5 ARTICOLO 5 - REGIME AUTORIZZATIVO 5 CAPO II - DISPOSIZIONI ATTUATIVE

Dettagli

Laboratorio di Progettazione 3M B. Fisica Tecnica. Calcolo del Fattore medio di luce diurna

Laboratorio di Progettazione 3M B. Fisica Tecnica. Calcolo del Fattore medio di luce diurna Laboratorio di Progettazione 3M B Fisica Tecnica Calcolo del Fattore medio di luce diurna Università degli Studi di Roma Tre Facoltà d Architettura A.A. 2011-2012 Il fattore di luce diurna Il Fattore di

Dettagli

TITOLO IV - LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE

TITOLO IV - LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE TITOLO IV - LINEE GUIDA PER LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI ILLUMINAZIONE Art.8) OBIETTIVI Il piano della luce è stato realizzato privilegiando soluzioni e proposte illuminotecniche

Dettagli

Rolle Illuminazione stradale a LED intelligente

Rolle Illuminazione stradale a LED intelligente Rolle Illuminazione stradale a LED intelligente Rolle Illuminazione stradale intelligente Un design semplice e lineare, unito a una tecnologia sofisticata per prestazioni tecniche eccezionali. Sono queste

Dettagli

Quantum. Corpi Quantum. Maschere Quantum

Quantum. Corpi Quantum. Maschere Quantum Quantum orpi Quantum revetto depositato Maschere Quantum Pali Quantum Quantum è la Serie di apparecchi da incasso a tenuta stagna progettati utilizzando la tecnologia Led di potenza. La concezione, completamente

Dettagli

zea zeo DESCRIZIONE CARATTERISTICHE - PROIETTORI VANTAGGI DIMENSIONI

zea zeo DESCRIZIONE CARATTERISTICHE - PROIETTORI VANTAGGI DIMENSIONI zea zeo zea zeo DESCRIZIONE Zea Zeo sono proiettori lineari che integrano la tecnologia LED, disponibili in 4 misure, in base al numero di LED: 12 24 36 o 48. Zea viene proposto con alimentatore esterno

Dettagli

Oracle. Illuminazione per strade urbane ed extraurbane ad alte prestazioni

Oracle. Illuminazione per strade urbane ed extraurbane ad alte prestazioni Oracle Illuminazione per strade urbane ed extraurbane ad alte prestazioni 2 Più che una visione La sua ottica di precisione offre la migliore soluzione a progettisti, automobilisti e residenti. Sia che

Dettagli

ARMATURA A 32 LED. per sbraccio tra -5 e + 5. per cima palo tra 0 e + 10

ARMATURA A 32 LED. per sbraccio tra -5 e + 5. per cima palo tra 0 e + 10 ARMATURA A 32 LED Armatura stradale compatta dalla linea innovativa e aerodinamica. Il Corpo portante è in pressofusione di lega di alluminio UNI 5076, verniciato con polveri poliesteri di colore RAL 7035.

Dettagli

PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO

PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO PIANO DELL ILLUMINAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELL INQUINAMENTO LUMINOSO LEGGE REGIONALE 7 AGOSTO 2009, N. 17 (BUR N. 65/2009) NUOVE NORME PER IL CONTENIMENTO DELL'INQUINAMENTO LUMINOSO, IL RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli

ALLEGATO I L.P. 16/07 PIANO PROVINCIALE DI INTERVENTO PER LA PREVENZIONE E LA RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO LUMINOSO PAG. 1/30

ALLEGATO I L.P. 16/07 PIANO PROVINCIALE DI INTERVENTO PER LA PREVENZIONE E LA RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO LUMINOSO PAG. 1/30 LEGGE PROVINCIALE 3 ottobre 2007, n. 16 (Risparmio energetico e inquinamento luminoso) Piano provinciale di intervento per la prevenzione e la riduzione dell inquinamento luminoso I) Premessa 2 II) Finalità

Dettagli