ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione"

Transcript

1 lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione

2 2

3 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE - ESEMPI 10 Libreria 14 Servizi igienici (1) 18 Servizi igienici (2) 22 Atrio ascensore 26 Sala riunioni piccola (1) 30 Sala riunioni piccola (2) 34 Sala riunioni grande (1) 38 Sala conferenze piccola 42 Uffici privati 46 Ufficio privato grande 50 Ufficio privato piccolo (1) 54 Ufficio privato piccolo (2) 58 Open Space 62 Postazione di lavoro singola 66 Angolo ristoro 70 Aula scolastica (1) 74 Aula scolastica (2) 78 Corridoio (1) 82 Magazzino merci 86 Ambiente esterno CONTROLLO DI ZONA - ESEMPI 92 Locale tecnico 96 Sala riunioni grande (2) 100 Hall e reception 104 Corridoio (2) lighting management ESEMPI APPLICATIVI 3

4 INTRODUZIONE - LIGHTING MANAGEMENT L offerta di BTicino PERCHÉ IMPLEMENTARE LA GESTIONE DELL ILLUMINAZIONE? L illuminazione rappresenta una rilevante voce di spesa per gli edifici del settore terziario. Mediamente assorbe il 24% dei consumi energetici. Negli uffici è il principale consumatore di elettricità arrivando a pesare fino al 40% della bolletta elettrica. Per questo ogni anno, numerose aziende e organizzazioni implementano soluzioni di gestione dell illuminazione, riconoscendo in esse un ampia gamma di vantaggi: Risparmio energetico Riduzione dei costi operativi Conformità ai regolamenti Sostenibilità ambientale * La distribuzione e il consumo di energia variano molto in base alla destinazione d uso dell edificio, alla zona geografica e al clima (Fonte: Agenzia USA "Energy Information Administration" LE NOSTRE SOLUZIONI BTicino propone un ampia gamma di soluzioni di gestione dell illuminazione volte ad ottenere il miglior rapporto tra comfort visivo per l utente, peformance energetiche e riduzione dei consumi. Per questo BTicino non offre solamente i prodotti ma anche tutti i servizi correlati affinchè la soluzione scelta sia implementata al meglio. CONTROLLO LOCALE Spazi senza apporto di luce naturale Ambienti singoli senza il contributo di luce naturale come toilets, corridoi, sgabuzzini, locali tecnici etc. Spazi con apporto di luce naturale Ambienti singoli con il contributo di luce naturale come uffici individuali o collettivi, open space, sale riunioni. CONTROLLO DI ZONA Spazi con apporto di luce naturale Locali o insiemi di locali con o senza contributo di luce naturale, facenti parte di agglomerati più ampi come piani di edifici, piccoli negozi etc. 4

5 Organizzazione della guida Questa guida si focalizza sulla progettazione e installazione di soluzioni di gestione dell illuminazione per i differenti ambienti. Ciascun esempio prende in considerazione le esigenze degli occupanti, le caratteristiche dell ambiente e le modalità di utilizzo principali. Ogni esempio pratico include: Descrizione dell applicazione Schema di esempio Descrizione della soluzione Note di installazione Dettagli di cablaggio e installazione Elenco materiali Di seguito sono brevemente descritte le metodologie utilizzate per la messa in servizio delle soluzioni per il «Controllo di Zona» e per le soluzioni di «Controllo locale» che richiedono una configurazione: - Plug&go: procedura automatica di associazione dei dispositivi collegati agli ingressi, alle uscite. La procedura parte, all alimentazione del dispositivo. E disponibile solamente per i Room controller o, in caso di altri dispositivi in associazione ai room controller; - Push&learn: procedura di creazione delle associazioni tra i differenti dispositivi collegati o modifica delle associazioni definite in automatico dalla procedura Plug&go. Per ulteriori dettagli consultare l apposito documento; - Configurazione Software: tramite software Virtual Configurator, per ulteriori dettagli consultare l apposito manuale. lighting management ESEMPI APPLICATIVI 5

6 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA - ESEMPI APPLICATIVI Tabella riassuntiva degli esempi Di seguito è riportata una tabella di scelta rapida della soluzione di gestione dell illuminazione più adatta in funzione dell ambiente considerato. Per ogni ambiente viene presentata almeno una soluzione. CONTROLLO LOCALE CONTROLLO DI ZONA Esempio di spazio/ applicazione Libreria Servizi igienici (1) Servizi igienici (2) Atrio ascensore Sala riunioni piccola (1) Sala riunioni piccola (2) Sala riunioni grande (1) Sala conferenze piccola Uffici privati Ufficio privato grande Ufficio privato piccolo (1) Ufficio privato piccolo (2) Open Space Postazione di lavoro singola Angolo ristoro Aula scolastica (1) Aula scolastica (2) Corridoio (1) Magazzino merci Ambiente esterno Locale tecnico Sala riunioni grande (2) Hall e reception Corridoio (2) Luce naturale No No No No Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si Si No Si Si Si Strategia di controllo Rilevazione di movimento Rilevazione di movimento Rilevazione di movimento Rilevazione di movimento Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevazione di movimento Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza Rilevazione di movimento Rilevazione di movimento Rilevazione di movimento Rilevazione di movimento Rilevamento di presenza Rilevamento di presenza e movimento Rilevazione di movimento Tecnologia di rilevamento Comando Scenari Tipi di carichi Controllo automazione PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 10 PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 Si - Impianto di ventilazione PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 18 PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti compatte No 22 PIR + US ON/OFF No Lampade a LED da soffitto No 26 PIR + US PIR + US ON/OFF Dimmer ON/OFF Dimmer No No Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast 1-10 V Lampade alogene Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast 1-10 V Lampade alogene interfacciate con Ballast 1-10 V Si - Impianto di ventilazione - Saliscendi schermo Pag No 34 PIR + US ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 38 PIR + US Dimmer No PIR + US ON/OFF Dimmer No Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast 1-10 V Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast 1-10 V No 42 Si - Impianto di ventilazione - Gestione tapparelle PIR + US ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 50 PIR ON/OFF No PIR + US Dimmer No Lampade a LED o Lampade fluorescenti lineari T5 Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast DALI Si - Impianto di ventilazione No 58 PIR + US ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 62 PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti compatte Si - Impianto di ventilazione - PIR + US ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 70 PIR + US Dimmer No PIR ON/OFF No PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast DALI Lampade fluorescenti lineari T5 con Ballast Lampade fluorescenti lineari T5 stagne Si - Impianto di ventilazione No 78 No 82 PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti compatte No 86 PIR ON/OFF No Lampade fluorescenti lineari T5 No 92 PIR + US ON/OFF Dimmer No Lampade fluorescenti lineari T5 con ballast 1-10 V Lampade alogene interfacciate con ballast 1-10 V Si - Gestione tapparelle - Saliscendi schermo PIR + US Dimmer Si Lampade alogene No 100 PIR ON/OFF No Lampde a LED o fluorescenti lineari T5 96 No 104 6

7 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 7

8 8

9 CONTROLLO LOCALE lighting management ESEMPI APPLICATIVI 9

10 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Libreria 10

11 Gestione ON-OFF Rilevazione di movimento ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione e spegnimento automatico dell illuminazione sulla base della rilevazione di movimento Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Prelievo libri, consultazione documentazione Dimensioni 35 m 2 Altezza del soffitto 2,50 m Porte due ingressi, nessuna finestra SOLUZIONE 1. Sensore da parete ad infrarossi passivi lighting management ESEMPI APPLICATIVI 11

12 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Libreria SCHEMA DI ESEMPIO DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE I due sensori da parete art. BMSA1102 sono installati al di sopra delle due porte di ingresso alla libreria per assicurare una corretta rilevazione della presenza ed evitare false accensioni. L illuminazione è accesa e spenta in maniera completamente automatica sulla base della rilevazione di movimento. 12

13 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare gli Swich Sensor art. BMSA1102 al di sopra delle due porte della libreria per assicurare una corretta rilevazione ed evitare false accensioni. 2. Collegare i sensori all alimentazione (230 V a.c.) e ai carichi. 3. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 5 secondi, soglia di luminosità 1000 lux e sensibilità PIR alta. Qualora necessario è possibile modificare le impostazioni tramite i trimmer a bordo del prodotto. 230 Vac BMSA1102 BMSA1102 L1 L1 F881NA/10 C10 ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMSA SSensor da parete PIR IP42 solo trimmer BMSA1102 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 13

14 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Servizi igienici (1) 14

15 Gestione ON-OFF Gestione di un impianto di ventilazione Rilevamento di movimento ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione e spegnimento automatico dell illuminazione e della ventilazione sulla base della rilevazione di movimento Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Toilettes Dimensioni 20 m 2 area separata 3 m 2 ogni toilette Altezza del soffitto 2,50 m Finestre Nessuna SOLUZIONE 1. Sensore SCS da soffitto ad infrarossi passivi 2. Room Controller Stand Alone ON-OFF lighting management ESEMPI APPLICATIVI 15

16 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Servizi igienici (1) Schema di esempio DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE Installare in ogni bagno un sensore SCS da soffitto ad infrarossi passivi art. BMSE3001 : i sensori accendono illuminazione e la ventilazione quando la toilette è occupata e spengono tutto in caso di mancata rilevazione di movimento. Tutti i sensori sono collegati al room controller Stand Alone ON-OFF art. BMSA3302 installato nel controsoffitto. 16

17 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare il room controller Stand Alone ON-OFF art. BMSA3302 sulla passerella porta-cavi nel controsoffitto. 2. Installare i sensori SCS da soffitto ad infrarossi passivi art. BMSE3001 in ogni bagno. 3. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 500 lux, sensibilità PIR massima. Qualora necessario, utilizzare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per cambiare i parametri del sensore. Modalità di configurazione PLUG & GO Ventilazione Lampade NA C NC 1 2 BMSA3302 SENSORE BMSE3001 BMSE3001 BMSE3001 BMSE3001 ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMSE Sensore SCS da soffitto PIR BMSA Room Controller Stand Alone ON-OFF BMSE3001 BMSA3302 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 17

18 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Servizi igienici (2) 18

19 Gestione ON-OFF Rilevazione di movimento ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione e spegnimento automatico dell illuminazione sulla base della rilevazione di movimento Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Passaggio di persone, permanenza limitata Dimensioni 5 m 2 Altezza del soffitto 2,50 m Finestre Nessuna SOLUZIONE 1. Sensore da incasso a soffitto ad infrarossi passivi lighting management ESEMPI APPLICATIVI 19

20 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Servizi igienici (2) SCHEMA DI ESEMPIO DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE Il sensore da incasso a soffitto PIR art. BMSA1203 è installato al centro della stanza per assicurare una rilevazione ottimale. L illuminazione è gestita in maniera completamente automatica sulla base della rilevazione di movimento. 20

21 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare lo Swich Sensor art. BMSA1203 al centro della stanza per una assicurare una corretta rilevazione. 2. È possibile installarlo ad incasso tramite molle, tramite apposita scatola da incasso per plafoni in cemento art o per plafoni in cartongesso art. PB502. In alternativa è possibile installare il sensore a plafone superficialmente tramite l accessorio art Collegare il sensore all alimentazione (230 V a.c.) e ai carichi. 4. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 1000 lux e sensibilità PIR alta. Qualora necessario è possibile modificare le impostazioni tramite i trimmer a bordo del prodotto. BMSA1203 8,5 A max ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMSA SSensor da soffitto PIR IP20 solo trimmer BMSA1203 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 21

22 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Atrio / Ascensore 22

23 Gestione ON-OFF Rilevamento di movimento ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione e spegnimento automatico dell illuminazione sulla base della rilevazione di movimento Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti compatte DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Dimensioni del corridoio Dimensioni ascensore/ vestibolo Altezza del soffitto Finestre Circolazione gnerale 30 x 2 m 10 x 4 m 2,50 m Nessuna SOLUZIONE 1. Sensore SCS da soffitto ad infrarossi passivi 2. Room Controller Stand Alone ON-OFF lighting management ESEMPI APPLICATIVI 23

24 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Atrio / Ascensore Schema di esempio DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE L illuminazione nel corridoio (circuito, ) è gestita in maniera automatica dai sensori SCS da soffitto ad infrarossi passivi art. BMSE3001, sulla base del rilevamento di movimento. Per motivi di sicurezza, due diversi circuiti alimentano il controller. Due circuiti di alimentazione sono collegati al room controller Stand Alone ON-OFF art. BMSA3302. In caso si verifichi un interruzione della corrente su di un circuito, il secondo circuito d illuminazione rimarrà attivo. 24

25 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare i sensori SCS da soffitto ad infrarossi passivi art. BMSE3001 lungo tutto il corridoio (12 metri di distanza fra i sensori). 2. Installare il room controller Stand Alone ON-OFF art. BMSA3302 nel controsoffitto. Il collegamento fra sensori e room controller può essere effettuato tramite cavo SCS art. L4669, L4669/500, L4669HF o cordone di permutazione RJ45. Posizionare il commutatore a slitta del controller sulla posizione. I due circuiti di illuminazione saranno entrambi gestiti dal sensore sulla base del rilevamento di movimento. Fare riferimento alla scheda tecnica del prodotto per ulteriori informazioni. 3. I sensori hanno le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 500 lux, sensibilità PIR massima. Qualora necessario, utilizzare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per cambiare i parametri dei sensori. Modalità di configurazione PLUG & GO Circuito 1 Circuito 2 NA C NC 1 2 BMSA3302 SENSORE SCS o cordone di permutazione BMSE3001 BMSE3001 BMSE3001 BMSE3001 BMSE3001 ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMSE Sensore SCS da soffitto PIR BMSA Room Controller Stand Alone ON-OFF BMSE3001 BMSA3302 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 25

26 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala riunioni piccola (1) 26

27 Gestione ON-OFF Rilevamento di presenza Presenza di luce naturale ESIGENZE DI CONTROLLO 1. Accensione manuale dell illuminazione e spegnimento automatico sulla base del contributo di luce naturale e della rilevazione di presenza 2. Possibilità di regolazione manuale dei carichi Tipologia di illuminazione Lampade a LED da soffitto DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Riunioni di piccoli gruppi (ad es. team di progetto) Dimensioni 20 m 2 Altezza del soffitto 2,50 m Finestre Lungo una parete con vista sull esterno; presenza di tapparelle SOLUZIONE 1. Sensore da soffitto a doppia tecnologia 2. Room Controller Stand Alone ON-OFF 3. Pulsante tradizionale elettromeccanico lighting management ESEMPI APPLICATIVI 27

28 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala riunioni piccola (1) SCHEMA DI ESEMPIO DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE I comandi sono utilizzati per attivare l illuminazione centrale (circuito ) e le luci della lavagna (circuito ). Il sensore SCS da soffitto a doppia tecnologia art. BMSE3003 è installato al centro della sala riunioni per assicurare uan rilevazione ottimale. Il sensore configurato in modalità ECO gestisce le luci centrali sulla base del contributo di luce naturale proveniente dall esterno e sulla rilevazione di presenza (circuito ) e le luci della lavagna sulla base della presenza soltanto (circuito ). Il room controller Stand Alone ON-OFF art. BMSA3302 è installato sulla passerella porta-cavi nel controsoffitto. 28

29 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare il sensore SCS da soffitto a doppia tecnologia art. BMSE3003 al centro della sala riunioni per assicurare una rilevazione ottimale. Installare i pulsanti art. L4005N all entrata della stanza e nei pressi della lavagna. Installare il room controller Stand alone ON- OFF art. BMSA3302 nel controsoffitto. 2. Collegare il sensore e i pulsanti al room controller. Il collegamento fra sensore e room controller può essere effettuato tramite cavo SCS art. L4669, L4669/500, L4669HF o cordone di permutazione RJ Posizionare il commutatore a slitta del Room Controller sulla posizione. Fare riferimento alla scheda tecnica del prodotto per ulteriori informazioni. 4. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 500 lux e sensibilità PIR massima. Qualora necessario, usare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per modificare i parametri del sensore. Modalità di configurazione PLUG & GO Lampade per lavagna Lampade centrali NA C NC 2 1 BMSA3302 SENSORE BMSE3003 Cavo SCS o cordone di permutazione RJ45 L4005N ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMSA Room Controller Stand Alone ON-OFF BMSE Sensore SCS da soffitto PIR + US L4005N 2 LL - pulsante 1P NO 10A 1m antracite BMSA3302 BMSE3003 L4005N lighting management ESEMPI APPLICATIVI 29

30 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala riunioni piccola (2) 30

31 Gestione ON-OFF e gestione dimmer 1-10V Gestione impianto ventilazione Rilevamento di presenza Gestione saliscendi schermo ESIGENZE DI CONTROLLO 1. Controllo automatico dell illuminazione sulla base della rilevazione di presenza 2. Comando manuale delle 2 uscite (luci alogene + schermo) 3. Controllo dell impianto di ventilazione sulla base della rilevazione di presenza 4. Spegnimento completamente automatico Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 con ballast 1-10 V Lampade alogene DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Riunioni di piccoli gruppi (ad es. team di progetto) Dimensioni 25 m 2 Altezza del soffitto 2,50 m Finestre Nessuna SOLUZIONE 1. Sensore SCS da parete a doppia tecnologia 2. Room Controller SCS a 2 uscite per le luci + 2 uscite per l automazione 3. Comando SCS a due moduli lighting management ESEMPI APPLICATIVI 31

32 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala riunioni piccola (2) Schema di esempio DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE Il sensore SCS da parete a doppia tecnologia art. BMSE2005 configurato in modalità AUTO è utilizzato per attivare automaticamente le luci (circuito ) e la ventilazione (circuito ) quando la sala riunioni è occupata. Il sensore è installato angolarmente per evitare rilevazioni oltre la porta ed eventuali false attivazioni. I comandi SCS a due moduli art L4652/2 controllano rispettivamente il sali-scendi dello schermo (circuito ) e le luci alogene poste sopra di esso (circuito ). Tutte le luci e l impianto di ventilazione sono disattivati automaticamnete quando la stanza è vuota. Il room controller SCS art. BMSW3003 è fissato sulla passerella porta-cavi nel controsoffitto. 32

33 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Montare il sensore SCS da parete a doppia tecnologia art. BMSE2005 angolarmente. Installare il Room Controller art. BMSW3003 nel controsoffitto ed installare il comando SCS a due moduli art. L4652/2 vicino alla lavagna. 2. Collegare il sensore all ingresso 4 del room controller. Il collegamento fra sensore e room controller può essere effettuato tramite cavo SCS art. L4669, L4669/500, L4669HF o cordone di permutazione RJ45. Connettere i 4 circuiti al room controller. 3. Collegare il comando SCS all ingresso 1 del room controller. Il collegamento tra il comando e il Room Controller può essere effettuato tramite cavo SCS. Configurare tramite procedura Push & Learn i due pulsanti del comando affinche il primo controlli il saliscendi dello schermo (circuito ) e il secondo le luci alogene (circuito ), Per maggiori dettagli consultare il manuale della procedura Push & Learn. 4. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 300 lux e sensibilità PIR massima. Qualora necessario, usare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per cambiare i parametri del sensore. Modalità di configurazione Push & Learn Schermo Ventilazione Luci alogene Lampade centrali BMSW3003 BMSE2005 L4652/2 Cavo SCS o cordone di permutazione RJ45 Cavo SCS o cordone di permutazione RJ45 ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMSW Room Controller SCS 2x16A + 2x1-10V + automazione BMSE Sensore SCS da parete PIR+US L4652/2 1 SCS - comando carichi singoli/doppi 2 mod BMSW3003 BMSE2005 L4652/2 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 33

34 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala riunioni grande (1) 34

35 Gestione ON-OFF e gestione dimmer 1-10 V Rilevamento di presenza Presenza di luce naturale ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione manuale e regolazione automatica dell illuminazione sulla base della rilevazione di presenza e del contributo di luce naturale Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 con ballast 1-10V Lampade alogene interfacciate con ballast 1-10V DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Riunioni, presentazioni (ad es. team di progetto) Dimensioni 50 m 2 Altezza del soffitto 2,50 m Finestre Lungo una parete con vista sull esterno SOLUZIONE 1. Sensore SCS da soffitto a doppia tecnologia 2. Room Controller SCS per ballast 1-10 V 3. Comando SCS a due moduli lighting management ESEMPI APPLICATIVI 35

36 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala riunioni grande (1) Schema di esempio DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE Il comando SCS a due moduli art. L4652/2 è utilizzato per accendere/spegnere e regolare manualmente l intensità luminosa delle lampade sopra al tavolo (circuiti + ). Il sensore SCS da soffitto a doppia tecnologia art. BMSE3003, configurato in modalità ECO, è installato al centro della sala riunioni per assicurare una rilevazione ottimale. Tale sensore disattiva tutte le luci quando non è rilevata presenza e regola l intensità luminosa delle lampade sopra il tavolo (circuiti + ) sulla base della rilevazione di presenza e del contributo di luce naturale. Il secondo comando SCS a due moduli art. L4652/2 gestisce l illuminazione dello schermo e della lavagna (circuiti + ). Il room controller SCS 1-10V art. BMDI3002 è fissato sulla passerella porta-cavi nel controsoffitto. 36

37 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare il sensore SCS art. BMSE3003 al centro della sala per assicurare una rilevazione ottimale. Installare i comandi SCS art. L4652/2 all entrata della stanza ed installare il room controller art. BMSW3003 nel controsoffitto. 2. Collegare il sensore e il comando all ingresso 3 del room controller. Il collegamento fra sensore, comando e room controller può essere effettuato tramite cavo SCS art. L4669, L4669/500, L4669HF o cordone di permutazione RJ45. Collegare il comando SCS all ingresso 4 del room controller. Il collegamento tra comando e room controller può essere effettuato tramite cavo SCS. 3. Configurare tramite procedura Push & Learn il sensore collegato all ingresso 3 affinché controlli le lampade Modalità di configurazione Push & Learn centrali (circuito + ) e i pulsanti del comando SCS collegato al medesimo ingresso affinché ognuno controlli uno dei due circuiti. Configurare il secondo comando SCS collegato all ingresso 4 affinché il primo pulsante controlli le lampade dello schermo (circuito ) e il secondo le luci della lavagna (circuito ). Per maggiori dettagli consultare il manuale della procedura Push & Learn scaricabile dal sito 4. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 500 lux e sensibilità PIR massima. Qualora necessario, usare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per cambiare i parametri del sensore. Lampade schermo Lampade centrali Lampade centrali Luci per lavagna BMDI3002 L4652/2 BMSE3003 L4652/2 Cavi SCS o cordoni di permutazione RJ45 ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMDI Room Controller SCS 1-10 V 2x4.3A BMSE Sensore SCS da soffitto PIR+US L4652/2 2 SCS - comando carichi singoli/doppi 2 mod BMDI3002 BMSE3003 L4652/2 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 37

38 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala conferenze piccola 38

39 Gestione ON-OFF Rilevamento di presenza Presenza di luce naturale ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione manuale dell illuminazione e spegnimento automatico sulla base della rilevazione di presenza e del contributo di luce naturale Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Sala conferenze Dimensioni m 2 Altezza del soffitto 2,50-3 m Finestre Sul lato lungo della sala SOLUZIONE 1. Sensore da incasso per serie civile a doppia tecnologia lighting management ESEMPI APPLICATIVI 39

40 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Sala conferenze piccola SCHEMA DI ESEMPIO DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE Il sensore da incasso in serie civile a doppia tecnologia art. L4433N è installato al capo della sala in maniera da avere una copertura ottimale ed è perpendicolare alle finestre per evitare il diretto abbagliamento da parte della luce solare. L illuminazione sarà accesa manualmente tramite il pulsante a bordo del sensore stesso e spenta automaticamente nel caso in cui il livello di illuminamento generale fosse sufficiente o al termine del tempo di ritardo nel caso di mancata rilevazione di presenza. 40

41 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare Green Switch art. L4433N ai capi della sala. Possono essere installati in scatole da incasso art. 502N serie civile LivingLight. 2. Collegare il Green Switch all alimentazione (230 V a.c.) e ai carichi. 3. Il Green Switch ha le seguenti impostazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 500 lux, sensibilita PIR massima e sensibilità US alta. Qualora necessario,usare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per modificare i parametri del sensore. 100 m max. ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE L4433N 2 LivingLight - Green Switch PIR + US antracite L4433N lighting management ESEMPI APPLICATIVI 41

42 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Uffici privati 42

43 Gestione dimmer 1-10 V Rilevamento di presenza Presenza di luce naturale ESIGENZE DI CONTROLLO Accensione manuale dell illuminazione e spegnimento automatico sulla base della rilevazione di presenza e del contributo di luce naturale Tipologia di illuminazione Lampade fluorescenti lineari T5 con ballast 1-10 V DESCRIZIONE dell ambiente Utilizzo dello spazio Attività di ufficio quali lettura, lavori al computer, ecc. Dimensioni 30 m 2 Altezza del soffitto 2,50 m Finestre Lungo una parete con vista sull esterno SOLUZIONE 1. Sensore da soffitto a doppia tecnologia 2. Room controller SCS a 2 uscite per ballast 1-10 V 3. Comando SCS a due moduli lighting management ESEMPI APPLICATIVI 43

44 ESEMPI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Uffici privati Schema di esempio DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE I due comandi SCS a due moduli art. L4652/2 controllano l illuminazione nei rispettivi uffici (circuito + ). I sensori SCS da soffitto a doppia tecnologia art. BMSE3003 configurati in modalità ECO sono installati al centro di ciascun ufficio per assicurare una rilevazione ottimale. I sensori disattivano le luci negli uffici quando sono vuoti e, in caso di rilevazione di presenza, regolano l illuminazione sulla base dell apporto di luce naturale proveniente dall esterno. Il room controller SCS art. BMDI3001 controlla i due circuiti di illuminazione. 44

45 DETTAGLI DI INSTALLAZIONE E CABLAGGIO NOTE DI INSTALLAZIONE 1. Installare i sensori SCS da soffitto a doppia tecnologia art. BMSE3003 al centro dei locali per assicurare una rilevazione ottimale. Installare i comandi SCS a due moduli art. L4652/2 all entrata di ogni ufficio. Installare il room controller art. BMDI3001 nel controsoffitto. 2. Collegare il sensore e il pulsante dell ufficio 1 al room controller. Il collegamento fra sensore, comando e room controller può essere effettuato tramite cavo SCS art. L4669, L4669/500, L4669HF o cordone di permutazione RJ45. Connettere i dispositivi all ingresso 1 e collegare il circuito d illuminazione all uscita 1. Eseguire la medesima procedura per ciascun ufficio. 3. Il sensore ha le seguenti pre-regolazioni di fabbrica: tempo di ritardo 15 minuti, soglia di luminosità 500 lux e sensibilità PIR massima. Qualora necessario, usare il telecomando di configurazione art. BMSO4001 per cambiare i parametri del sensore. Modalità di configurazione Plug & Go Circuito Circuito 1 2 BMDI3001 BUS cavo SCS o cordone di permutazione RJ45 cavo SCS o cordone di permutazione RJ45 L4651M2 BMSE3003 BMSE3003 L4651M2 ELENCO MATERIALI ART. QUANTITÀ DESCRIZIONE BMDI Room Controller SCS 1-10 V 2x4.3A BMSE Sensore SCS da soffitto PIR+US L4651M2 2 SCS - Comando Speciale 2 moduli BMDI3001 BMSE3003 L4651M2 lighting management ESEMPI APPLICATIVI 45

lighting management best practice

lighting management best practice lighting management best practice esempi pratici di progettazione ed installazione 2 INDICE SISTEMA LIGHTING MANAGEMENT BEST PRACTICE 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA 08 SALA RIUNIONI

Dettagli

ESEMPI PRATICI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE. Atrio / Ascensore

ESEMPI PRATICI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE. Atrio / Ascensore ESEMPI PRATICI DI PROGETTAZIONE ED INSTALLAZIONE Atrio / Ascensore 44 Rilevamento di movimento Gestione ON-OFF ESIGENZE DI CONTROLLO Gestione automatica dell illuminazione sulla base della rilevazione

Dettagli

INDICE LIGHTING MANAGEMENT INDICE LA NOSTRA VISIONE 4 LE NORMATIVE SULL EFFICIENZA ENERGETICA 6 LIGHTING MANAGEMENT DI BTICINO 12

INDICE LIGHTING MANAGEMENT INDICE LA NOSTRA VISIONE 4 LE NORMATIVE SULL EFFICIENZA ENERGETICA 6 LIGHTING MANAGEMENT DI BTICINO 12 BUILDING SOLUTIONS Sistemi di gestione dell illuminazione 2 INDICE LA NOSTRA VISIONE 4 LE NORMATIVE SULL EFFICIENZA ENERGETICA LIGHTING MANAGEMENT INDICE LIGHTING MANAGEMENT DI BTICINO 12 CARATTERISTICHE

Dettagli

Switch Sensor da incasso con tecnologia PIR

Switch Sensor da incasso con tecnologia PIR Switch Sensor da incasso con tecnologia PIR BMSA101 Descrizione Dispositivo di controllo e comando dotato di differenti sensori che grazie alla combinazione dei quali è in grado di gestire l illuminazione

Dettagli

Green Switch SCS da incasso PIR 574046 574096 L/N/NT4659N HD/HC/HS4659 067225 AM5659

Green Switch SCS da incasso PIR 574046 574096 L/N/NT4659N HD/HC/HS4659 067225 AM5659 Descrizione Dispositivo di controllo e comando dotato di sensore di movimento PIR e sensore di luminosità per l attivazione automatica di carichi di differente natura a seguito della rilevazione di movimento

Dettagli

Sensore luminosità/ movimento da incasso - Doppia tecnologia (PIR + US)

Sensore luminosità/ movimento da incasso - Doppia tecnologia (PIR + US) Sensore luminosità/ movimento da incasso - Doppia tecnologia (PIR + US) Descrizione Questo dispositivo consente di controllare una sorgente luminosa automaticamente mediante la rilevazione di movimento

Dettagli

Sensore luminosità/ movimento - PIR

Sensore luminosità/ movimento - PIR Sensore luminosità/ movimento - PIR HD/HC/HS4659 - L/N/NT4659N - AM5659 Descrizione Questo dispositivo è dotato di rilevatore di movimento PIR e sensore di luminosità per l attivazione automatica di carichi

Dettagli

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W Serie 18 - Rilevatore di movimento 10 A SERIE 18 Caratteristiche Rilevatore di movimento a infrarossi Dimensioni ridotte Dotato di sensore crepuscolare e tempo di ritardo Utilizzabile in qualsiasi posizione

Dettagli

Accendi il risparmio. Philips OccuPlus - Sensore rileva presenze Soluzioni semplici per impianti complessi

Accendi il risparmio. Philips OccuPlus - Sensore rileva presenze Soluzioni semplici per impianti complessi Accendi il risparmio Philips OccuPlus - Sensore rileva presenze Soluzioni semplici per impianti complessi Spegni la luce, accendi il risparmio Il continuo aumento dei costi energetici e del numero di normative

Dettagli

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A Serie - Rilevatore di movimento e di presenza 10 A SERIE Caratteristiche.41.51.61 Rilevatore di movimento e di presenza Ampia area di copertura fino a 120m 2 Due aree di rilevamento (tipo.51): zona presenza

Dettagli

Comando/attuatore 067556 AM5851M2 H4671M2 LN4671M2

Comando/attuatore 067556 AM5851M2 H4671M2 LN4671M2 Descrizione Questo dispositivo, dotato frontalmente di 4 pulsanti e 4 led bicolore è equipaggiato con 2 relè indipendenti per gestire: - 2 carichi o 2 gruppi di carichi indipendenti; - 1 carico singolo

Dettagli

Sensore da parete/soffitto con doppia tecnologia

Sensore da parete/soffitto con doppia tecnologia ensore da parete/soffitto con doppia tecnologia Descrizione Dispositivo di controllo e comando, alimentato da Bus C, dotato di tre differenti sensori che grazie alla combinazione dei quali è in grado di

Dettagli

RILEVATORI DI MOVIMENTO E SENSORI DI PRESENZA RILEVATORI DI MOVIMENTO SENSORI DI PRESENZA

RILEVATORI DI MOVIMENTO E SENSORI DI PRESENZA RILEVATORI DI MOVIMENTO SENSORI DI PRESENZA E SENSORI DI PRESENZA I rilevatori di movimento e i sensori di presenza sono strumenti che aumentano l efficienza energetica degli impianti elettrici in cui vengono installati. Questi dispositivi, infatti,

Dettagli

Catalogo. Soluzioni per il controllo dell'intero edificio APP BTICINO CATALOGHI

Catalogo. Soluzioni per il controllo dell'intero edificio APP BTICINO CATALOGHI sistema automazione Catalogo Soluzioni per il controllo dell'intero edificio APP BTICINO CATALOGHI 2 sistema automazione Indice 4-11 Catalogo Dispositivi di comando 4 Sensori 5 Controller modulari 6 Controller

Dettagli

Esempi di progettazione LUXOMAT per installatori elettrici e progettisti

Esempi di progettazione LUXOMAT per installatori elettrici e progettisti B.E.G. LUXOMAT LUXOMAT per installatori elettrici e progettisti Indice Mettete a frutto l esperienza di B.E.G. per una riuscita e un impiego senza problemi dei rilevatori di movimento LUXOMAT. Vi assistiamo

Dettagli

Il nostro lavoro è farvi lavorare meglio

Il nostro lavoro è farvi lavorare meglio Il nostro lavoro è farvi lavorare meglio Soluzioni per una gestione intelligente degli uffici Oval Office a Berlino, Germania Photo: Anke Müller-Klein Architect: nps tchoban voss Soddisfazione totale garantita

Dettagli

scuole nuove, scuole sicure, scuole belle Ancitel Lombardia PROGETTO SCUOLE BTICINO Milano 26/11/2014 12-02-2012

scuole nuove, scuole sicure, scuole belle Ancitel Lombardia PROGETTO SCUOLE BTICINO Milano 26/11/2014 12-02-2012 Ancitel Lombardia Milano 26/11/2014 PROGETTO SCUOLE BTICINO Gianni Pezzotta / Progetti e Soluzioni Integrate 1 BTICINO E LE SCUOLE 2 2 ANALISI DELLE ESIGENZE SICUREZZA (SECURITY & SAFETY) IL RISPARMIO

Dettagli

Sensori di presenza KNX per montaggio a soffitto EK-DD2-TP, EK-DE2-TP

Sensori di presenza KNX per montaggio a soffitto EK-DD2-TP, EK-DE2-TP Sensori di presenza KNX per montaggio a soffitto EK-DB2-TP, EK-DC2-TP, EK-DD2-TP, EK-DE2-TP Indice 1 Scopo del documento... 4 2 Descrizione del prodotto... 5 2.1 Versioni... 5 2.2 Fornitura... 6 2.3 Funzionamento...

Dettagli

KNX per la regolazione di luce, calore e controllo remoto - Renato Ricci

KNX per la regolazione di luce, calore e controllo remoto - Renato Ricci calore e controllo remoto - Cesena, 25 novembre 2015 Esempi applicativi Edificio ad uso uffici: Proprietà richiede Classe Energetica A Costruttore fornisce i piani senza pareti Il cliente finale personalizza

Dettagli

IE 080 Uffici Novembre 2015

IE 080 Uffici Novembre 2015 IE 080 Uffici Novembre 2015 L impianto elettrico negli uffici deve essere molto flessibile al fine di consentire l allacciamento di nuovi utilizzatori o servire nuovi impianti. La flessibilità dipende

Dettagli

FUNZIONE. misura costantemente la luce nella stanza e l applicazione processa tale informazione. Grazie alla sua funzione di regolazione costante

FUNZIONE. misura costantemente la luce nella stanza e l applicazione processa tale informazione. Grazie alla sua funzione di regolazione costante GW 90 783: RILEVATORE PRESENZA PER CONTROLLO COSTANTE LUMINOSITÀ DA INTERNO (10..1000LUX) GW 90 784: RILEVATORE DI PRESENZA (10..1000LUX) GW 90 785: ACCESSORIO PER MONTAGGIO A PARETE FUNZIONE Nota Rilevazione

Dettagli

KNX per la regolazione della luce e del calore SPEAKER NAME

KNX per la regolazione della luce e del calore SPEAKER NAME KNX per la regolazione della luce e del calore SPEAKER NAME Un mondo di soluzioni KNX DAY 2013 Più di 300 aziende operanti in varie aree commerciali: - Impiantistica elettrica - Impiantistica meccanica

Dettagli

DOMO. La tua casa in un tocco. Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici.

DOMO. La tua casa in un tocco. Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici. Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici. Risparmia fino al 30% sui costi di gas ed energia elettrica! My DOMO La tua casa in un tocco COME USIAMO LA NOSTRA ENERGIA?

Dettagli

Controllo Wireless degli spazi esterni ILLUMINAZIONE, AUTOMAZIONI, RISCALDAMENTO, VENTILAZIONE, PIOGGIA, VENTO, NEVE...

Controllo Wireless degli spazi esterni ILLUMINAZIONE, AUTOMAZIONI, RISCALDAMENTO, VENTILAZIONE, PIOGGIA, VENTO, NEVE... Controllo Wireless degli spazi esterni ILLUMINAZIONE, AUTOMAZIONI, RISCALDAMENTO, VENTILAZIONE, PIOGGIA, VENTO, NEVE... UN NUOVO MODO DI VIVERE L OUTDOOR COMFORT E BENESSERE IN UN CLICK Soluzioni per l

Dettagli

Automatizzazione degli impianti. Perchè?

Automatizzazione degli impianti. Perchè? Agenda - Automatizzazione impianti e risparmio energetico - Sistemi di Rilevazione - tecnologia Infrarosso (PIR) - Rilevatori di Movimento e di Presenza - Sistemi di regolazione 1-10V DALI - Sensori Pluricanale

Dettagli

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm)

Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER. Dimensioni (mm) EV87 EV87 Centralina di regolazione multifunzione espandibile con telegestione, con ingresso 4-20mA - MASTER Il regolatore climatico è adatto alla termoregolazione climatica con gestione a distanza di

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

MY HOME - BUS SCS Automazione

MY HOME - BUS SCS Automazione MY HOME BUS SCS Automazione AM5831M2 AM5832/2 AM5832/3 AM5787/4 3530S 3540 AM5834 AM5787 3529 AM5831M2 AM5832/2 AM5832/3 AM5787 AM5787/4 COMANDO SPECIALE comando speciale permette di pilotare un attuatore

Dettagli

Un modo intelligente per ridurre il consumo di energia

Un modo intelligente per ridurre il consumo di energia Un modo intelligente per ridurre il consumo di energia TALIS IL MERCATO. Un idea luminosa I rilevatori di movimento e presenza talis di Grässlin controllano l illuminazione rilevando la presenza di persone

Dettagli

I sistemi BUS 7.8.1. DALI

I sistemi BUS 7.8.1. DALI 7.8.1. DALI Il sistema DALI (Digital Addressable Lighting Interface) è un nuovo standard di interfaccia digitale per sistemi elettronici di gestione dell illuminazione d interni creato dai principali produttori

Dettagli

MI P R EP A RO PE R...la verifica orale

MI P R EP A RO PE R...la verifica orale MI P R EP A RO PE R......la verifica orale D o m a n d e 1 lezione 1 Come si può descrivere l evoluzione di un impianto domotico con tecnologia BUS rispetto ad un impianto tradizionale con tecnologia a

Dettagli

Excellum2. La facilità del controllo della luce

Excellum2. La facilità del controllo della luce Excellum2 La facilità del controllo della luce Excellum2: La facilità del controllo della luce Il sistema di controllo della luce Excellum2 consente di ottenere prestazioni ottimali dalla propria installazione

Dettagli

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti

Interfaccia contatti a 2 ingressi indipendenti Il dispositivo è utilizzato per collegare al sistema antintrusione i contatti magnetici di allarme normalmente chiusi, contatti elettromeccanici a fune per la protezione di avvolgibili e tapparelle e sensori

Dettagli

Esempi. Applicativi. Ing. Renato Ricci Resp. Formazione KNX-Italia Bari - 15/03/2011

Esempi. Applicativi. Ing. Renato Ricci Resp. Formazione KNX-Italia Bari - 15/03/2011 Esempi Applicativi Ing. Renato Ricci Resp. Formazione KNX-Italia Bari - 15/03/2011 Perché con KNX si risparmia energia? La norma EN15232 stima il risparmio energetico conseguibile con una gestione ottima

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione lusso Pagina 1 di 17 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI WIRLESS SENZA BATTERIA CON TECNOLOGIA ENOCEAN

CATALOGO PRODOTTI WIRLESS SENZA BATTERIA CON TECNOLOGIA ENOCEAN TRASMETTITORI DESCRIZIONE COD. Trasmettitore radio senza batterie ad 1 pulsante Serigrafia sui pulsanti 0/1 o SU/GIU (spento/acceso-dimmer-comando tapparella) esclusa placca Consente inserimento delle

Dettagli

BMSO4001. Telecomando di configurazione con display. Vista frontale

BMSO4001. Telecomando di configurazione con display. Vista frontale MSO00 escrizione Telecomando di configurazione avanzato; compatibile con sensori Switch sensor, Green Switch e Sensori us (per maggiori informazioni sulla compatibilità consultare le schede tecniche dei

Dettagli

Introduzione. Questo marchio identifica un dispositivo DALI compatibile.

Introduzione. Questo marchio identifica un dispositivo DALI compatibile. IL PROTOCOLLO DALI Introduzione DALI è acronimo di "Digital Addressable Lighting Interface". E' di fatto un protocollo standard internazionale (emendamento della Norma IEC60929 E4) per il controllo del

Dettagli

per migliorare aggiunta punto luce Con tecnologia ZigBee LUCI

per migliorare aggiunta punto luce Con tecnologia ZigBee LUCI Soluzioni per migliorare l impianto elettrico: aggiunta punto luce Con tecnologia ZigBee LUCI Soluzione aggiunta di un punto luce con tecnologia ZigBee Con la tecnologia ZigBee è possibile aggiungere un

Dettagli

La luce: una sfida da professionisti.

La luce: una sfida da professionisti. a luce: una sfida da professionisti. ight control I Vimar presenta: nuove soluzioni per la gestione e il controllo della luce, studiate per risparmiare, arredare e inserirsi perfettamente in ogni progetto.

Dettagli

Diffusione sonora. Caratteristiche tecniche - CARATTERISTICHE TECNICHE

Diffusione sonora. Caratteristiche tecniche - CARATTERISTICHE TECNICHE Diffusione sonora Caratteristiche tecniche CAATTEISTICHE TECNICHE Generalità Il sistema di diffusione sonora Byme consente di realizzare impianti in grado di diffondere, con alta qualità del segnale (qualità

Dettagli

Building Management System

Building Management System Building Management System Sistema Building Automation in tecnologia LonWorks I nodi di Apice basati sulla tecnologia LonWorks per l'automazione globale delle camere (come uffici, Hotel Camere e Altre

Dettagli

Energi Savr NodeTM. Una soluzione di controllo dell illuminazione versatile e a basso consumo, facile da installare ed espandibile

Energi Savr NodeTM. Una soluzione di controllo dell illuminazione versatile e a basso consumo, facile da installare ed espandibile Energi Savr NodeTM Una soluzione di controllo dell illuminazione versatile e a basso consumo, facile da installare ed espandibile riduci i consumi con LutronTM LUTRON PRESENTA ENERGI SAVR NODE COS È ENERGI

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza

1 Indicazioni di sicurezza Attuatore dimmer universale 1 canale 50-210 W/VA N. art. 3210 UP Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

RILEVATORI DI MOVIMENTO E SENSORI DI PRESENZA

RILEVATORI DI MOVIMENTO E SENSORI DI PRESENZA RIEVTORI DI MOVIMETO E SESORI DI PRESEZ I rilevatori di movimento e i sensori di presenza sono strumenti che aumentano l efficienza energetica degli impianti elettrici nei quali vengono installati. Questi

Dettagli

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE

FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE FACILE IL SISTEMA DI SICUREZZA COSTRUITO SU MISURA PER TE Nasce FACILE, il nuovo sistema di sicurezza e automazione, completamente gestibile da qualunque smart phone, tablet o pc CON FACILE É PIÚ FACILE

Dettagli

QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO

QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO Convegno EPH+ La progettazione integrata a servizio dell efficienza energetica e del comfort ILLUMINOTECNICA QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO ENERGY PERFONRMANCE HOME PLUS 1 Gestione digitale

Dettagli

Dedicatevi. e al clima ci pensiamo noi 800-012613. Numero Verde

Dedicatevi. e al clima ci pensiamo noi 800-012613. Numero Verde scuole in sicurezza Dedicatevi alla cultura alla luce e al clima ci pensiamo noi Numero Verde 800-012613 scuole in sicurezza Controllo illuminazione di cortili e scalinate di accesso Interruttore orario

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - Complesso Biotecnologico - Istituti Biologici COMPLETAMENTO PALAZZINE D e E Nr. PREZZIARIO CODICE DESCRIZIONE U. M. Prezzo % Incid. Man.

Dettagli

Rivelatore di presenza compact office. Grandezza ambiente: 3,5m x 4,5m Altezza di montaggio: 2,5m M 1:100

Rivelatore di presenza compact office. Grandezza ambiente: 3,5m x 4,5m Altezza di montaggio: 2,5m M 1:100 Esempio di progettazione ufficio singolo Rivelatore di presenza compact office Grandezza ambiente: 3,5m x 4,5m Altezza di montaggio: 2,5m Area di rilevamento quadrato per ambienti piccoli Comando dell'illuminazione

Dettagli

gesis FLEX Automazione decentralizzata degli ambienti Modulare - Compatto - Plug&Play Spazio al futuro.

gesis FLEX Automazione decentralizzata degli ambienti Modulare - Compatto - Plug&Play Spazio al futuro. gesis FLEX gesis FLEX Automazione decentralizzata degli ambienti Modulare - Compatto - Plug&Play Spazio al futuro. 2 gesis FLEX L'automazione degli ambienti nel futuro Automazione ambienti decentralizzata

Dettagli

Manuale istruzioni. Rivelatore di presenza art. 20850-19850-16850-14850 Manuale per l'installatore

Manuale istruzioni. Rivelatore di presenza art. 20850-19850-16850-14850 Manuale per l'installatore Manuale istruzioni Rivelatore di presenza art. 20850-19850-16850-14850 Manuale per l'installatore Indice ARATTERISTIHE GENERALI E FUNZIONALITA' da pag. 5 OGGETTI I OMUNIAZIONE E PARAMETRI ETS da pag. 6

Dettagli

Tebis TS. Guide de configuration. Bedienungsanleitung. Operating instructions Configuratiegids. Manuale di configurazione. Manual de configuração

Tebis TS. Guide de configuration. Bedienungsanleitung. Operating instructions Configuratiegids. Manuale di configurazione. Manual de configuração Tebis TS F B CH Sommaire page D A CH Inhalt Seite 6 GB Summary page 8 NL B Inhoud pagina 0 I CH Sommario pàgina 9 F B CH Guide de configuration P Sumário página D A CH Bedienungsanleitung GB NL B Operating

Dettagli

Interfaccia. 1. Sede configuratori 2. Morsetto IN 3. Led di segnalazione 4. Pulsante per configurazione virtuale 5. Morsetto OUT

Interfaccia. 1. Sede configuratori 2. Morsetto IN 3. Led di segnalazione 4. Pulsante per configurazione virtuale 5. Morsetto OUT Interfaccia SCS/SCS scheda tecnica ARt. F422 Descrizione L interfaccia permette la comunicazione fra impianti bus con tecnologia SCS, anche se dedicati a funzioni diverse fra loro. L interfaccia è dotata

Dettagli

Sistema PICnet - PN Digiterm

Sistema PICnet - PN Digiterm Sistema PICnet - PN Digiterm PN DIGITERM - modulo di termoregolazione e gestione camera Il modulo PN DIGITERM è costituito da un modulo da guida DIN (6m) per le connessioni con le apparecchiature e da

Dettagli

Atena è un azienda che progetta, sviluppa e commercializza prodotti e sistemi per l automazione degli edifici mantenendo tutti i livelli di comfort.

Atena è un azienda che progetta, sviluppa e commercializza prodotti e sistemi per l automazione degli edifici mantenendo tutti i livelli di comfort. Atena è un azienda che progetta, sviluppa e commercializza prodotti e sistemi per l automazione degli edifici mantenendo tutti i livelli di comfort. I valori alla base dell offerta sono: y Innovazione

Dettagli

1. Soluzioni, 2. Scenari, 3. Risparmio energetico, 4. Domotica NEL NUOVO VIVERE TELECO STYLE

1. Soluzioni, 2. Scenari, 3. Risparmio energetico, 4. Domotica NEL NUOVO VIVERE TELECO STYLE S I S T E M I D I C O N T R O L L O L U C I E C A R I C H I . Soluzioni,. Scenari, 3. Risparmio energetico, 4. Domotica NEL NUOVO VIVERE TELECO STYLE Sicurezza Outdoor Luci da giardino, irrigazione, fontana,

Dettagli

Mitho PL KNX Pannello combinato KNX/videocitofonia. Mitho HA KNX Pannello di comando e visualizzazione KNX. Manuale Tecnico

Mitho PL KNX Pannello combinato KNX/videocitofonia. Mitho HA KNX Pannello di comando e visualizzazione KNX. Manuale Tecnico Mitho PL KNX Pannello combinato KNX/videocitofonia Mitho HA KNX Pannello di comando e visualizzazione KNX Mitho PL KNX Mitho HA KNX Manuale Tecnico 1 Sommario 1 2 3 4 5 6 7 Introduzione... 3 Applicazione...

Dettagli

Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici, via internet o smartphone!

Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici, via internet o smartphone! VIRTUOSO IT_Layout 1 10/01/13 10:45 Pagina 1 Virtuoso Home Il sistema più efficiente per controllare e ridurre i tuoi consumi energetici, via internet o smartphone! Risparmia fino al 30% sui costi di gas

Dettagli

L4561N Controllo Stereo. Manuale installatore. www.legrand.com

L4561N Controllo Stereo. Manuale installatore. www.legrand.com L4561N Controllo Stereo www.legrand.com Controllo Stereo Indice Controllo Stereo 1 Introduzione 4 1.1 Avvertenze e consigli 4 1.2 Descrizione generale 4 2 Installazione 5 2.1 Schema di collegamento al

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI. Esposimetro LED bianco. Modello LT40

MANUALE D ISTRUZIONI. Esposimetro LED bianco. Modello LT40 MANUALE D ISTRUZIONI Esposimetro LED bianco Modello LT40 Introduzione Congratulazioni per avere acquistato l esposimetro Extech LT40 che misura la luce da sorgenti bianche a LED, a fluorescenza, ad alogenuri

Dettagli

Chorus Home Automation Bus KNX Easy

Chorus Home Automation Bus KNX Easy Bus KNX Easy Sistema BUS a protocollo KNX Easy, conforme allo standard Europeo EN50090, per la. Programmazione semplificata che non richiede l utilizzo di PC. Soluzione portatile grazie al collegamento

Dettagli

SENSORE DI PRESENZA. PD00C01KNX Montaggio da incasso PD00C02KNX Montaggio a parete/soffitto. Manuale Utente

SENSORE DI PRESENZA. PD00C01KNX Montaggio da incasso PD00C02KNX Montaggio a parete/soffitto. Manuale Utente SENSORE DI PRESENZA PD00C01KNX Montaggio da incasso PD00C02KNX Montaggio a parete/soffitto Manuale Utente Prodotti: PD00C01KNX / PD00C01KNX Descrizione: Montaggio da incasso / Montaggio su superficie sensori

Dettagli

01 - INTRODUZIONE ALLA DOMOTICA

01 - INTRODUZIONE ALLA DOMOTICA 01 - INTRODUZIONE ALLA DOMOTICA L impianto elettrico: da tradizionale a domotico L insegnamento della domotica KNX Sommario L impianto tradizionale L impianto domotico Il cavo bus Comandi ed attuatori

Dettagli

Gestione della termoregolazione in un impianto domotico KNX. Save 2012 - Veronafiere 24-25 ottobre

Gestione della termoregolazione in un impianto domotico KNX. Save 2012 - Veronafiere 24-25 ottobre Gestione della termoregolazione in un impianto domotico KNX Save 2012 - Veronafiere 24-25 ottobre PROGRAMMA Il sistema KNX Descrizione dei dispositivi utilizzati Impianti di termoregolazione gestiti Modalità

Dettagli

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it

BTicino s.p.a. Via Messina, 38 20154 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 199.145.145 www.bticino.it info.civ@bticino.it BTicino s.p.a. Via Messina, 8 054 Milano - Italia Call Center Servizio Clienti 99.45.45 www.bticino.it info.civ@bticino.it 6/0- SC PART. T54B Sistema antifurto Manuale di impiego INDICE IMPIANTO ANTIFURTO

Dettagli

BASTA PREMERE UN PULSANTE

BASTA PREMERE UN PULSANTE BASTA PREMERE UN PULSANTE INDICE zeptrionair: la soluzione intelligente 3 Funzionale: flessibilità grazie al collegamento WLAN 4 Vantaggioso: progettazione e installazione semplicissime 6 Semplice da usare:

Dettagli

ALIMENTATORI ELETTRONICI

ALIMENTATORI ELETTRONICI ALIMENTATORI ELETTRONICI QUICKTRONIC INTELLIGENT dimmerabile QTi DIM 13.02 QUICKTRONIC INTELLIGENT DIM con interfaccia DALI per lampade fl uorescenti 13.04 QUICKTRONIC INTELLIGENT DIM e QUICKTRONIC DIM

Dettagli

Rivelatore di presenza Universal Rivelatore di presenza Universal

Rivelatore di presenza Universal Rivelatore di presenza Universal Rivelatore di presenza Universal N. art. PMU 360 WW Rivelatore di presenza Universal N. art. PMU 360 AL Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici

Dettagli

Rilevatore di presenza Tipo: 6132-2x-102

Rilevatore di presenza Tipo: 6132-2x-102 396704 Il sensore di movimento si collega al bus mediante un dispositivo di accoppiamento da incasso. È in grado di trasmettere telegrammi per la commutazione di attuatori EIB. Tramite un commutatore a

Dettagli

Design accurato Chip Led ad alta potenza. Caratteristiche Tecniche

Design accurato Chip Led ad alta potenza. Caratteristiche Tecniche Pagina 1 WTI-5 serie Sostituzione lampade ad incandescenza da 30W o CFL da 8/11W Abitazioni - Uffici - Negozi - Centri commerciali Consumo: 4,7W Fattore di potenza: 0,9 operativa: -40 +40 C Peso: 116 g

Dettagli

Circuito DALI 1. Circuito DALI 2. Tastierino seetouchr QS. Link QS. Comunicazione senza fi li. Telecomando wireless PicoR. (fi no a 10 per QSM)

Circuito DALI 1. Circuito DALI 2. Tastierino seetouchr QS. Link QS. Comunicazione senza fi li. Telecomando wireless PicoR. (fi no a 10 per QSM) R R Energi Savr NodeTM per QSNE-2DAL-D Unità di controllo per lampade conformi Energi Savr NodeT per Energi Savr NodeT è un unità di controllo montata su barra DIN adatta all uso con carichi digitali indirizzabili

Dettagli

SISTEMi DI ILLUMINAZIONE Loox

SISTEMi DI ILLUMINAZIONE Loox www.hafele.com edizione 2014 SISTEMi DI ILLUMINAZIONE Loox Lampade LED per mobili ed ambienti SISTEMI DI ILLUMINAZIONE indice SISTEMI DI ILLUMINAZIONE LOOX Introduzione sistema 12 V sistema 24 V sistema

Dettagli

INDICE PAR SEZ CONTENUTO

INDICE PAR SEZ CONTENUTO CATALOGO 2012 INDICE PAR SEZ CONTENUTO 1 ILLUMINAZIONE 1 1 STRISCE LED 1 2 LAMPADINE A LED 1 3 ALIMENTATORI PER STRISCE A LED 1 4 FLUORESCENTI COMPATTE INTEGRATE 1 5 LAMPADE FLUORESCENTI LINEARI E CIRCOLARI

Dettagli

Controllo della luce

Controllo della luce Controllo della luce Dieci strategie Il controllo della luce è la soluzione ideale per ottenere il massimo dalla sua illuminazione. I sistemi di controllo della luce permettono di ottenere risparmi energetici

Dettagli

ON 1 2 3 4 5 6 7 8 1,5 3 4,5 4 ON OFF ECO +5 +10 +20 -10 -20. Istruzioni d uso 10/08 - CI

ON 1 2 3 4 5 6 7 8 1,5 3 4,5 4 ON OFF ECO +5 +10 +20 -10 -20. Istruzioni d uso 10/08 - CI P A R T. T37 B Sistema Gestione Energia 3 5 6 7 8 8-5 5 - - + + kw Istruzioni d uso /8 - CI 8 5-5 + - + - Sistema Gestione Energia. ISTRUZII PER L UTENTE. Generalità del sistema Il sistema è in grado di

Dettagli

Guida rapida. Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com

Guida rapida. Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com Guida rapida Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com s Campi d impiego... 3 Collegamento dei moduli LOGO! - KNX... 10 Conclusioni... 21 Descrizione

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche

CAPITOLATO. Sistema di automazione domestica. Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base. Divisione My Home Progettazione Applicazioni Domotiche CAPITOLATO Sistema di automazione domestica Appartamento tipo 90 m 2 - dotazione base Pagina 1 di 11 25/09/06 Introduzione Divisione My Home Da alcuni anni si sta assistendo ad una radicale trasformazione

Dettagli

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E

Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E Apparecchi di comando System pro M compact Nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E I nuovi interruttori luce scale elettronici E 232E sono ideali per il controllo di luci, ventole, piccoli automatismi

Dettagli

PRODOTTI SPEGA PER BUILDING AUTOMATION

PRODOTTI SPEGA PER BUILDING AUTOMATION PRODOTTI SPEGA PER BUILDING AUTOMATION Moduli di ingresso per la raccolta di segnali analogici o ON/OFF LUMINA T6 Dispositivo che permette di raccogliere 6 ingressi da interruttori, pulsanti e contatti

Dettagli

RIVELATORI DI FUGHE DI GAS METANO E GPL

RIVELATORI DI FUGHE DI GAS METANO E GPL RIVELATORI DI FUGHE DI GAS METANO E GPL P21 - P22 Sicurgas P21 e P22 è un dispositivo che, mediante una sensibilissima sonda, rivela la presenza di concentrazioni di gas metano (P21) e GPL (P22) in ambienti

Dettagli

Pensa ad una protezione integrale per la tua azienda.

Pensa ad una protezione integrale per la tua azienda. Pensa ad una protezione integrale per la tua azienda. PENSA CASTS. Per Casts sicurezza non significa solo monitorare e contrastare i tentativi d intrusione, ma anche tenere sotto controllo gli ambienti

Dettagli

Impianto elettrico evoluto Sistema ETH KBLUE livello 3 CEI 64-8

Impianto elettrico evoluto Sistema ETH KBLUE livello 3 CEI 64-8 Impianto elettrico evoluto Sistema ETH KBLUE livello 3 CEI 64-8 Giovanni Pigato, Sales dept. Kblue 1 IMPIANTO DOMOTICO: PREMESSA Il sistema domotico permette di realizzare impianti elettrici di nuova generazione

Dettagli

Sistemi di Gestione Luce 1.01.2007

Sistemi di Gestione Luce 1.01.2007 Sistemi di Gestione Luce 1.01.2007 Gitronica S.p.A. via Avogadro, 22/B 62010 Montelupone (MC) Italy Tel. +39/0733 225211 Fax +39/0733 225251 marketing@gitronica.com www.gitronica.com 25404070 Indice Sistemi

Dettagli

Istituto Professionale Giovanni Giorgi Lucca a.s. 2012/13. Sistemi automatici per la casa My Home Ticino

Istituto Professionale Giovanni Giorgi Lucca a.s. 2012/13. Sistemi automatici per la casa My Home Ticino Istituto Professionale Giovanni Giorgi Lucca a.s. 2012/13 1 Sistemi automatici per la casa My Home Ticino L adozione di un sistema automatico per la gestione dei servizi nella casa comporta la volontà

Dettagli

INDICE. Gestione energia MY HOME 235

INDICE. Gestione energia MY HOME 235 234 MY HOME Gestione energia INDICE MY HOME Termoregolazione Caratteristiche generali.................. 236 Norme generali di installazione............ 244 Schemi di collegamento................. 249 Configurazione.......................

Dettagli

1 - Che cosa è un impianto BUS 2 - KNX standard mondiale per l automazione dei fabbricati 3 - Applicazioni e vantaggi di un impianto KNX

1 - Che cosa è un impianto BUS 2 - KNX standard mondiale per l automazione dei fabbricati 3 - Applicazioni e vantaggi di un impianto KNX 1 - Che cosa è un impianto BUS 2 - KNX standard mondiale per l automazione dei fabbricati 3 - Applicazioni e vantaggi di un impianto KNX Pag. 2 1 NUOVI REQUISITI PER GLI EDIFICI Oggi nella realizzare di

Dettagli

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso

PART. T8742A - 12/03 - PC. Impianto antifurto. Manuale d'uso PART. T8742A - 12/03 - PC Impianto antifurto Manuale d'uso Indice 1 Introduzione 5 Terminologia Operatività dell impianto La Centrale antifurto 3500 2 Funzionamento 9 Descrizione della centrale a 4 zone

Dettagli

Sistema DALI per il controllo digitale dell illuminazione: semplice, potente, universale

Sistema DALI per il controllo digitale dell illuminazione: semplice, potente, universale Sistema DALI per il controllo digitale dell illuminazione: semplice, potente, universale DALI: lo standard per il controllo digitale dell'illuminazione Requisiti tecnologici dell'illuminazione moderna

Dettagli

Corso di aggiornamento Sulla domotica

Corso di aggiornamento Sulla domotica Corso di aggiornamento Sulla domotica 3) Attuatori e panoramica sui sistemi commerciali marcello.ferri@tiscalinet.it GLI ARGOMENTI DI OGGI Commenti sulla lezione precedente Panoramica sugli Attuatori e

Dettagli

Chorus - Home Automation

Chorus - Home Automation Il sistema bus In un sistema bus il collegamento fra i sensori o i dispositivi di comando e gli attuatori che pilotano le utenze elettriche avviene attraverso una linea dedicata, separata rispetto a quella

Dettagli

SUPERVISIONE, INTEGRAZIONE E CONTROLLO IMPIANTI DOMOTICI

SUPERVISIONE, INTEGRAZIONE E CONTROLLO IMPIANTI DOMOTICI AUTOMAZIONE DOMOTICA Bticino My 5 BTICINO ISAAC SERVER MULTIPROTOCOLLO 39 ISAAC Vimar By Me 0 VIMAR Comelit Symple 59 COMELIT Sistema knx Easy Gewiss 62 GEWISS Sist ema knx Building Gewiss 66 GEWISS Sistema

Dettagli

1, 2 o 4 metri. Possono essere installate singolarmente o in linea e sono disponibili in versione a soffitto o sospesa.

1, 2 o 4 metri. Possono essere installate singolarmente o in linea e sono disponibili in versione a soffitto o sospesa. E7 E7 - illuminazione a LED per ampi spazi E7 è una serie di lampade in linea e individuali con LED per illuminare ampi spazi. La serie utilizza la tecnologia LED+LENS di ETAP e fornisce soluzioni modulari

Dettagli

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0

I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 I.B.S. Intelligent Building System Ver. 1.0 Pagina 1 di 31 I.B.S. Intelligent Building System Pagina 2 di 31 INDICE I.B.S. INTELLIGENT BUILDING SYSTEM 1. Cosa è I.B.S. Descrizione pag. 4 2. Componenti

Dettagli

domotica semplice intuitiva affidabile www.athomeitalia.it

domotica semplice intuitiva affidabile www.athomeitalia.it domotica semplice intuitiva affidabile La domotica rappresenta la soluzione alle crescenti esigenze di sicurezza, benessere, comfort e risparmio energetico nelle nostre case. Un attenta progettazione domotica

Dettagli

HOME AUTOMATION Antintrusione in radiofrequenza

HOME AUTOMATION Antintrusione in radiofrequenza 1 2 3 4 HOME AUTOMATION 01737 - Rivelatore ad infrarossi installato all interno dei locali da sorvegliare, è in grado di gene rare un messaggio di allarme quando rileva, nelle proprie aree di copertura,

Dettagli

Domotica & Building Automation Un Sistema per ridurre i consumi energetici RISPARMIO ENERGETICO

Domotica & Building Automation Un Sistema per ridurre i consumi energetici RISPARMIO ENERGETICO Domotica & Building Automation Un Sistema per ridurre i consumi energetici RISPARMIO ENERGETICO 1 DOMOTICA La Domotica (Home Automation, Automazione della casa)......è l'insieme degli aspetti di ricerca

Dettagli