Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le pensioni dal 1 gennaio 2014"

Transcript

1 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013 Quattordicesima sue pensioni basse Integrazione a trattamento minimo 2014 Integrazione degi assegni di invaidità Pensione ai superstiti Maggiorazioni sociai Aiquote Irpef Addizionae regionae Irpef Detrazioni fiscai Autorizzazione de tribunae n de 5 marzo Spedizione in abbonamento postae 45% Questo numero è stato redatto da Roberta Lorenzoni con a coaborazione di Roberto Battagia e di Bruno Pizzica

2 Innanzitutto buon 2014 ae nostre ettrici e ai nostri ettori: speriamo sia decisamente migiore di queo appena trascorso. I nostro Paese è avvoto da una spirae fatta di crisi economica, di deriva sociae, di un arrancare dea poitica per dare una quache risposta ai probemi dei cittadini e determinare e condizioni per una significativa inversione di tendenza. I 2014 si presenta con acune novità e quache antica criticità: i decino di Berusconi, fuori da Paramento e ormai (speriamo) non più nee condizioni di decidere i corso poitico de Paese; eezione di Matteo Renzi a segretario de Partito Democratico che crediamo imponga a tutti a necessità di confrontarsi con e sue posizioni e e scete che proporrà in modo aperto, senza rinunciare ae nostre priorità; e fibriazioni dea poitica nazionae con posizioni spesso ai margini dea correttezza istituzionae, da Grio aa nuova/vecchia Forza Itaia; a fragiità de sistema Itaia, su piano sociae, poitico, dea stessa sicurezza de territorio. I 2014 è anno de XVII congresso dea Cgi: è prevasa a voontà poitica di definire un documento arghissimamente unitario ne quae si riconoscono tutte e categorie e tutto i gruppo dirigente (con a soa eccezione di 6 componenti de direttivo nazionae). E questa è una novità positiva per a Cgi e i sindacato e in generae per i avoratori e i pensionati. I 2014 è ancora anno ne quae dovremo continuare a nostra battagia per a tutea dei redditi da pensione e per riaffermare i vaore de wefare come motore di sviuppo sociae. Dunque di auguri abbiamo davvero bisogno! Questo numero di Argento vivo diritti, come di consuetudine, è dedicato ad una verifica dettagiata dee pensioni ne anno che si apre: i prossimo numero, che pubbicheremo a breve, sarà dedicato aa egge di stabiità e a d mie proroghe. Boogna, gennaio gennaio 2014

3 La perequazione automatica dee pensioni da 1 gennaio 2014 L adeguamento per perequazione automatica dee pensioni per anno 2014, in riferimento a costo dea vita, è stato determinato - provvisoriamente - nea misura de 1,2%. IMPORTO DEFINITIVO DELLE PENSIONI INPS ANNO 2013 Decorrenza 1 gennaio 2013 IMPORTO DELLE PENSIONI INPS PER L ANNO 2014 TRATAMENTI MINIMI, ASSEGNI VITALIZI, PENSIONI E ASSEGNI SOCIALI Decorrenza 1 gennaio 2014 Trattamenti minimi pensioni avoratori dipendenti e autonomi Trattamenti minimi pensioni avoratori dipendenti e autonomi Assegni vitaizi Assegni vitaizi Pensioni sociai Pensioni sociai Assegni sociai Importo mensie 495,43 282,40 364,51 442,30 Importo annuo 6.440, , , ,90 Assegni sociai Importo mensie 501,38(+ 1,2%) 285,79 368,89 447,61 Importo annuo 6.517, , , ,93 L AUMENTO dee PENSIONI per i 2014 Dopo due anni di bocco dea perequazione per e pensioni di importo superiore a 3 vote i minimo, da gennaio 2014 riprende a corresponsione dea perequazione, ma non con i regime precedente i bocco, bensì con un criterio ancora diverso, come di seguito indicato. Importo mensie de trattamento di pensione anno 2013 Percentuae di rivautazione da 1 /1/2014 Pensioni di importo mensie fino a 1.486,29 euro 1,2% (100%) Pensioni di importo mensie compreso fra 1.486,30 euro e euro 1.981,72 1,14% (95% su intero importo) Pensioni di importo mensie compreso fra 1.981,73 e 2.477,15 euro 0,9% (75% su intero importo) Pensioni di importo mensie compreso f ra 2.477,16 e 2.972,58 euro 0,60% (50% su intero importo) Pensioni di importo mensie superiore a 2.972,58 euro 0% (nessun aumento) Su superamento de bocco dea perequazione automatica dee pensioni, imposto da Governo Monti per gi importi superiori a tre vote i trattamento minimo, o SPI ha condotto una battagia forte e continua, con iniziative, incontri, manifestazioni, pressioni ad ogni iveo. Abbiamo ottenuto un risutato importante ma ancora parziae: da quest anno torneranno a crescere e pensioni fino a 6 vote i minimo, seppure in modo graduae e quindi si aarga in modo significativo i numero di pensionati e pensionate che prenderanno quacosa in più. Un risutato da vaorizzare ma che, ovviamente, non ci basta e non esaurisce a nostra otta perchè e pensioni siano davvero tuteate e consentano di mantenere un iveo di vita dignitoso. gennaio

4 Pensioni, assegni e indennita civii assistenziai Le prestazioni erogate agi invaidi civii sono costituite da una serie di provvidenze economiche previste da numerosi dispositivi di egge. Lo stesso soggetto può usufruire di più provvidenze, ricorrendo, per ognuna di esse, i rispettivi requisiti sanitari e reddituai. Assegni e pensioni erogate agi invaidi civii, sordomuti e ciechi civii di età inferiore ai 65 anni (1) ed atre indennità. Invaidi civii Sordomuti Ciechi civii Assegno mensie di assistenza. Indennità mensie di frequenza. Pensione di inabiità. Indennità di accompagnamento. Indennità spettante ai avoratori affetti da Taassemia major e Drepanocitosi. Pensione ai sordomuti. Indennità di comunicazione. Pensione ai ciechi assouti. Pensione ai ciechi civii parziai. Assegno mensie a vita ai decimisti. (2) Indennità speciae per ciechi ventesimisti. (2) Indennità di accompagnamento. (1) A compimento di tae età, e pensioni e gi assegni degi invaidi civii vengono trasformate in assegno sociae. (2) I riferimento è aa riduzione dea capacità visiva. 4 gennaio 2014

5 Requisiti reddituai Otre a requisito sanitario, che costituisce i presupposto essenziae per acquisire i diritto a quasiasi assegno o pensione, a interessato è richiesto anche i rispetto de requisito reddituae previsto per i diritto aa prestazione. Occorre, cioè, che i redditi de richiedente non superino i imiti fissati per egge. Per queste prestazioni si prendono in considerazione soo i redditi de richiedente, anche se coniugato. Sono escusi da cacoo e pensioni, gi assegni e e indennità corrisposte ai richiedenti. Devono essere escusi da computo dei redditi, otre ae prestazioni assistenziai in oggetto, anche: e pensioni di guerra di ogni tipo e denominazione e e reative indennità accessorie; e pensioni priviegiate e gi assegni annessi; indennizzo per danni da trasfusioni; e rendite INAIL. La normativa vigente in materia di invaidità civie assume come riferimento per a concessione dea prestazione i redditi assoggettabii ad IRPEF percepiti ne anno precedente a domanda. Attenzione: e provvidenze in favore dei minorati civii sono esenti da imposta su reddito dee persone fisiche. IMPORTI DELLE PENSIONI E INDENNITA CIVILI ASSISTENZIALI ANNO 2014 IMPORTI PROVVISORI Le pensioni: Importo mensie Invaidi civii totai e parziai sordomuti ciechi ventesimisti o assouti ricoverati indennità di frequenza ai minori 279,19 Ciechi assouti non ricoverati 301,91 Assegno a vita ai ciechi civii decimisti 207,19 Limiti di reddito 2014 per i diritto ae prestazioni (provvisori) (*) Invaidi civii totai, ciechi assouti e parziai, sordomuti ,85 Invaidi civii parziai 4.795,57 Ciechi decimisti con soo assegno a vita 7.908,64 Le indennità (*) Importo mensie Accompagnamento invaidi civii totai - senza vincoo di reddito 504,05 Accompagnamento ciechi civii assouti senza vincoo di reddito 863,85 Speciae indennità ciechi ventesimisti senza vincoo di reddito 199,89 Indennità di comunicazione sordomuti senza vincoo di reddito 251,20 Ind.tà per drepanocitosi o taassemia major senza vincoo di reddito 501,38 (*) Gi importi riportati sono provvisori, in quanto aumento di queste prestazioni viene definito con riferimenti temporai diversi. I nuovi importi saranno pubbicati in un prossimo numero. gennaio

6 Importo aggiuntivo o Bonus di euro 154,94 per anno 2013 I titoari di una o più pensioni, i cui importo compessivo annuo non superi importo de trattamento minimo di pensione, hanno diritto ad un importo aggiuntivo di 154,94 euro che viene corrisposto a dicembre con a tredicesima mensiità. Requisiti reddituai da rispettare per i diritto a Bonus Primo requisito: - Non compete con pensioni di importo annuo superiore a 6.595,53 - Spetta per intero con pensioni di importo annuo fino a 6.440,59 (corrisponde a trattamento minimo) - Spetta per differenza con pensione di importo annuo compreso tra 6.440,59 e 6.595,53 (spetta a differenza tra importo dea pensione percepita ed i imite di 6.440,59) Secondo requisito: - Reddito personae annuo non superiore a 9.660,89 - Reddito coniugae annuo non superiore a ,78 Attenzione: in caso di pensionato coniugato devono essere soddisfatti tutti e due requisiti. I Bonus è stato corrisposto con a rata di pensione di dicembre Redditi da vautare per i diritto a Bonus dei 154,94 I reddito da prendere in considerazione per a verifica de imite individuae e coniugae è i reddito assoggettabie a IRPEF de anno di erogazione dea prestazione. Sono escusi da computo: i reddito dea casa d abitazione e reative pertinenze; i trattamenti di fine rapporto comunque denominati; i redditi soggetti a tassazione separata. Per reddito assoggettabie a IRPEF deve intendersi i reddito a ordo di quasiasi detrazione comunque specificata (oneri deducibii, detrazioni/deduzioni d imposta) e a netto dei soi contributi previdenziai e assistenziai. Ne computo dei redditi vanno compresi anche quei conseguiti a estero o derivanti da avoro presso organismi internazionai che, se prodotti in Itaia, sarebbero assoggettati a IRPEF. 6 gennaio 2014

7 Quattordicesima sue pensioni basse (somma aggiuntiva) Come previsto da accordo sottoscritto da Cgi-Cis-Ui e i Governo Prodi ne 2007, ne mese di ugio viene corrisposta ai pensionati (INPS, INPDAP, IPOST, ENPALS), con età pari o superiore a 64 anni, a quattordicesima, a condizione che non superino determinati imiti di reddito personae. L importo dea stessa varia a seconda de anzianità contributiva de pensionato e viene corrisposta soo sue pensioni da contribuzione e non su quee assistenziai. La somma aggiuntiva o quattordicesima viene corrisposta, in misura intera o ridotta, a condizione che i reddito annuo de pensionato risuti inferiore ad una vota e mezza i trattamento minimo annuo maggiorato dea somma aggiuntiva spettante in misura intera. Anni di contribuzione Anno 2014 Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi Limite imponibie pensioni (provvisorio) Somma aggiuntiva (importo max) Limite redditi totai de pensionato Fino a 15 anni Fino a 18 anni 9.786,46 336, ,91 Da 15 a 25 anni Da 18 a 28 anni 9.786,46 420, ,91 Otre 25 anni Otre 28 anni 9.786,46 504, ,91 Per cacoare anzianità contributiva si tiene conto di tutta a contribuzione (obbigatoria, figurativa, voontaria, da riscatto) utie ai fini de diritto o dea misura, compresa quea utiizzata per a iquidazione dei suppementi. Per i titoari di soe pensioni di reversibiità, anzianità contributiva compessiva viene ridotta ne aiquota di reversibiità (ad esempio 60% se i titoare è i coniuge superstite). La quattordicesima non costituisce reddito né ai fini fiscai né ai fini dea corresponsione di prestazioni previdenziai e assistenziai, con escusione, da anno 2008, per un importo pari a euro 156, de incremento dee maggiorazioni sociai dea egge 448/2001 (incremento a miione). Devono essere considerati i redditi percepiti da soo pensionato. Concorrono aa formazione de reddito compessivo i redditi di quasiasi natura, compresi i redditi esenti da imposte e quei soggetti a ritenute aa fonte a titoo di imposta o ad imposta sostitutiva (ad esempio: rendite INAIL, gi assegni e e pensioni civii, e pensioni da estero,...). Non devono essere considerati, perché espressamente previsto daa norma, i seguenti redditi: assegni a nuceo famiiare e assegni famiiari; indennità di accompagnamento o quasiasi trattamento simiare; casa di abitazione e reative pertinenze; trattamenti di fine rapporto; competenze arretrate soggette a tassazione separata. Sono atresì escusi i redditi: dee pensioni di guerra; dee indennità speciai per ciechi parziai e dee indennità di comunicazione per i sordomuti preinguai; de indennizzo in favore dei soggetti danneggiati da compicanze di tipo irreversibie a causa di vaccinazioni obbigatorie, trasfusioni e somministrazioni da emoderivati; de importo aggiuntivo pari a 154,94 euro erogato sua tredicesima agi incapienti; dei sussidi economici che i Comuni e gi atri Enti erogano ad anziani, che non presentano a caratteristica dea continuità. gennaio

8 Integrazione a trattamento minimo 2014 Trattamento minimo 2014: 501,38 euro Quando importo dea pensione che deriva da cacoo dei contributi versati ne arco dea vita avorativa è inferiore a queo de trattamento minimo in vigore ne Fondo pensioni avoratori dipendenti de INPS, per egge viene aggiunta aa pensione a cacoo una quota di integrazione fino a raggiungimento de predetto trattamento minimo. Sono escuse da diritto a integrazione a trattamento minimo: e pensioni suppementari; e pensioni cacoate escusivamente con i sistema contributivo (per i soggetti che hanno iniziato a versare contribuzione soo a partire da 1 /1/1996 e per chi scegie i sistema contributivo). Norme particoari regoamentano i diritto a integrazione a trattamento minimo degi assegni di invaidità. 8 gennaio 2014

9 LIMITI DI REDDITO PER L INTEGRAZIONE AL TRATTAMENTO MINIMO DELLE PENSIONI PER TUTTE LE PENSIONI INTEGRATE Reddito de singoo Anno Limite di reddito personae per i diritto a minimo intero Limite di reddito personae che consente a integrazione parziae 2013 Fino a 6.440,59 Otre 6.440,60 fino a , Fino a 6.517,94 Otre 6.517,94 fino a ,88 Reddito di coppia (1) Anno Limiti di reddito coniugae che escudono integrazione a minimo Limiti di reddito coniugae che consentono integrazione a minimo Limiti di reddito che consentono integrazione a minimo totae o parziae a seconda de importo a cacoo dea pensione 2013 Otre ,36 Fino a ,77 Da ,78 a , Otre ,76 Fino a ,82 Da ,82 a ,76 (1) Per integrazione dee pensioni con decorrenza successiva a anno 1994 si vautano sia i redditi de titoare sia i redditi de eventuae coniuge. N.B.: Per e pensioni con decorrenza ne anno 1994, i requisiti reddituai sono diversi. Per controo e informazioni, rivogetevi ae sedi INCA e SPI- CGIL PENSIONI CON IL CALCOLO ESCLUSIVAMENTE CONTRIBUTIVO La egge n. 335 de 1995 escude appicazione de beneficio de integrazione a trattamento minimo ne caso di pensione contributiva. Pertanto, cooro che hanno iniziato a avorare per a prima vota dopo i 31 dicembre 1995 o che hanno optato per i sistema contributivo non potranno più avere a pensione integrata a minimo: a rendita sarà rapportata ai soi contributi versati. gennaio

10 Integrazione degi assegni di invaidità LIMITI DI REDDITO ANNUO CHE ESCLUDONO L INTEGRAZIONE DEGLI ASSEGNI DI INVALIDITA CON DECORRENZA 1/8/1984 IN POI Anno Pensionato soo Pensionato coniugato 2013 Otre euro ,80 Otre euro , Otre euro ,86 Otre euro ,79 Nota aa tabea: se importo de assegno di invaidità è moto basso e i pensionato è titoare di redditi modesti, importo mensie dea pensione può essere aumentato di una cifra non superiore a assegno sociae ( 447,61 per i 2014). L assegno di invaidità, con integrazione, non può comunque superare importo mensie de trattamento minimo ( 501,38 importo anno 2014). L assegno è compatibie con attività di avoro dipendente e autonomo, savo trattenute giornaiere o mensii se assegno è di importo superiore a trattamento minimo. La egge 335/95 prevede, in presenza di redditi da attività avorativa superiori a ,77 (per anno 2014), una riduzione dea pensione (25% o 50%) a seconda de ammontare dei predetti redditi. Per controo e informazioni, rivogetevi ae sedi INCA e SPI- CGIL 10 gennaio 2014

11 Pensione ai superstiti Le pensioni ai superstiti sono soggette a riduzioni quaora i titoare sia in possesso di redditi superiori ai imiti fissati daa egge. Le riduzioni sono di diversa misura a seconda de ammontare dei redditi de pensionato. Tae norma non si appica quando ne nuceo superstite sono presenti, da soi o con i genitore superstite, figi minori, studenti maggiorenni, inabii. Sono da escudere da cacoo diversi redditi tra i quai: importo dea pensione di reversibiità stessa ed eventuai atre pensioni di reversibiità; casa di abitazione e reative pertinenze; competenze arretrate soggette a tassazione separata; trattamenti di fine rapporto; assegno a nuceo famiiare e assegno famiiare; pensione sociae e assegno sociae; pensioni di guerra e prestazioni assistenziai per invaidi civii, ciechi civii e sordomuti; indennità di accompagnamento di ogni tipo; rendita INAIL; interessi di BOT, CCT e di ogni atro titoo di Stato. Nessuna trattenuta deve essere effettuata in caso di reddito pari o inferiore, per i 2014 a ,82. Si ricorda che, quaora i/a vedovo/a titoare di pensione ai superstiti da avoro dipendente, sia riconosciuto inabie a 100%, spetta sua pensione di reversibiità assegno a nuceo famiiare per se stesso, ovviamente se ha redditi entro i imiti fissati. Per maggiori informazioni, gi interessati possono rivogersi ae Sedi SPI-CGIL o agi Uffici de Patronato INCA/CGIL. gennaio

12 Le maggiorazioni sociai INCREMENTO DELLA MAGGIORAZIONE SOCIALE ( miione a mese ) Soggetti aventi diritto: pensionati con un età pari o superiore a 70 anni (1), pensionati con un età pari o superiore a 60 anni, che risutino invaidi civii totai o sordomuti o ciechi assouti titoari di pensione; pensionati con un età pari o superiore a 60 anni, che risutino titoari dea pensione di inabiità di cui a articoo 2 dea egge n. 222/84. (1) diminuita di un anno ogni cinque anni di contribuzione accreditata obbigatoria, figurativa, voontaria e da riscatto -, per un massimo di cinque anni di riduzione. I requisito de quinquennio di contribuzione risuta perfezionato anche in presenza di periodi contributivi pari o superiori a 2 anni e mezzo. Tabea imiti di reddito personae e coniugae (1) INCREMENTO AL MILIONE MAGGIORAZIONE SOCIALE Anno Importo mensie massimo maggiorazione su trattamento minimo (2) Pensionato soo Pensionato coniugato Importo mensie massimo con maggiorazione spettante , , ,21 631, , , ,59 637,82 (1) I imiti di reddito personae o di coppia vagono per tutti i soggetti sopra riportati aventi diritto a incremento dea maggiorazione. (2) L importo mensie massimo di maggiorazione varia a seconda dea pensione su cui viene appicata (trattamento minimo, pensione invaidità civie, assegno sociae, ecc...). Redditi da vautare per i diritto aa maggiorazione sociae Ai fini dea maggiorazione sociae si devono considerare i redditi di quasiasi natura, compresi i redditi esenti e quei soggetti a ritenuta aa fonte a titoo di imposta o ad imposta sostitutiva. Per quanto riguarda i redditi assoggettabii a IRPEF vanno presi in considerazione quei a tassazione corrente e a tassazione separata, con escusione dea casa di abitazione e dei trattamenti di famigia comunque denominati. Da 2008 si deve considerare anche un importo pari a 156,00 a titoo di quattordicesima. 12 gennaio 2014

13 Redditi da escudere: 1) e pensioni di guerra; 2) e indennità di accompagnamento di ogni tipo; 3) casa di abitazione e e reative pertinenze; 4) i trattamenti di famigia; 5) indennità prevista per i ciechi parziai da articoo 3 dea egge 21 novembre 1988, n. 508, e indennità di comunicazione prevista per i sordi preinguai da articoo 4 dea stessa egge; 6) indennizzo previsto daa egge 25 febbraio 1992, n. 210, in favore dei soggetti danneggiati da compicanze di tipo irreversibie a causa di vaccinazioni obbigatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati (circoare INPS n. 203/2000); 7) i 154,94 di importo aggiuntivo previsto da articoo 70, commi da 7 a 10 dea egge 23 dicembre 2000, n. 388; 8) i sussidi economici che i Comuni ed atri Enti erogano agi anziani, destinati a bisogni strettamente connessi a situazioni personai e contingenti e che non presentano a caratteristica dea continuità. LE ALTRE MAGGIORAZIONI SOCIALI I pensionati che non hanno ancora compiuto i 70 anni e non hanno diritto ad acuna riduzione di tae imite di età, possono aver diritto, se i redditi o consentono, ae maggiorazioni sociai previste daa normativa previgente quea de miione. Importi dee maggiorazioni e imiti di reddito variano a seconda de età. Per verificare se esiste i diritto ad una di esse, i soggetti interessati si rivogano ae sedi SPI-CGIL o agi uffici de Patronato INCA/CGIL N.B. Gi importi mensii dee pensioni sopra riportati potrebbero diversificarsi di 1 o 2 centesimi mensii rispetto a quanto posto in pagamento, con conseguente variazione, seppure di soi centesimi, anche dei vaori annui e dei imiti di reddito per e diverse prestazioni. gennaio

14 Imposta su reddito dee persone fisiche (irpef) Scagioni reddito annuae ALIQUOTE D IMPOSTA Scagioni reddito mensie Aiquota perc.e Fino a ,00 Fino a 1.250,00 23% Otre ,00 fino a ,00 Otre 1.250,00 fino a 2.333,33 27% Otre ,00 fino a ,00 Otre 2.333,33 fino a 4.583,33 38% Otre ,00 fino a ,00 Otre 4.583,33 fino a 6.250,00 41% Otre ,00 Otre 6.250,00 43% NOTA: con reddito compessivo da pensione non superiore a 7.500, redditi da terreni per un importo non superiore a 185,02 e i reddito dea casa di abitazione principae e reative pertinenze, imposta non è dovuta. Addizionae regionae a IRPEF Aiquote Scagioni di reddito 1,43% Reddito imponibie non superiore a ,53% Reddito imponibie compreso fra e ,63% Reddito imponibie compreso fra e ,73% Reddito imponibie superiore a ,00 Attenzione: individuata a fascia di reddito di appartenenza, aiquota si appica su intero reddito imponibie e non per scagioni. Esempio: contribuente con un reddito imponibie di euro dovrà pagare 1,63% su intero reddito. 14 gennaio 2014

15 Detrazioni Su reddito da pensione si appicano e seguenti detrazioni... Detrazione per reddito da pensione (per soggetti di età inferiore a 75 anni) Redditi Detrazione annua Fino a 7.500, ,00 (1) Da 7.500,00 Fino a , ,00 (2) Da ,00 Fino a , ,00 (3) Otre , (1) L ammontare dea detrazione spettante non può essere inferiore a 690,00. (2) a detrazione è aumentata de prodotto tra 470,00 e importo corrispondente a rapporto fra (diminuito de reddito compessivo) e (se ammontare de reddito compessivo è superiore a e inferiore a ). Esempio: reddito di ; : x 470 = 250,66; La detrazione spettante sarà di ,66 = 1.505,66. (3) La detrazione spetta per a parte corrispondente a rapporto tra importo di euro (diminuito de reddito compessivo) e importo di Esempio: reddito di : = : x = 1.129,50 euro (detrazione spettante). Detrazione per reddito da pensione (per soggetti di età pari o superiore a 75 anni) Redditi Detrazione annua Fino a 7.500, ,00 (1) Da 7.500,00 Fino a , ,00 (2) Da ,00 Fino a , ,00 (3) Otre , (1) L ammontare dea detrazione spettante non può essere inferiore a 713,00. (2) La detrazione è aumentata de prodotto tra 486,00 e importo corrispondente a rapporto fra (diminuito de reddito compessivo) e (se ammontare de reddito compessivo è superiore a e inferiore a ). (3) Vedi precedente punto 3. gennaio

16 In Emiia-Romagna o Spi-Cgi è presente con quasi 300 eghe. Chiedi a tuo territorio qua è a più vicina. Lo Spi-Cgi Nazionae è in Via dei Frentani Roma Te. 06/ Lo Spi-Cgi Emiia-Romagna è in via Marconi Boogna. Te. 051/ Argentovivo diritti n.6 Gennaio 2014 Chiuso in tipografia i 8/1/2014 a tiratura compessiva è di copie Direttore Responsabie: Bruno Pizzica Vice Direttore: Mauro Sarti A cura di SPI CGIL Emiia Romagna Direzione e redazione: Via Marconi, Boogna te fax Amministrazione: Via Marconi, Boogna Abbonamento annuo 30 Euro Costo copia 4 Euro Costo copia arretrata 7 Euro Progettazione grafica: REDESIGN - Boogna Stampa: a cura di FD Boogna Proprietà: Associato UNIONE STAMPA PERIODICI ITALIANI 16 gennaio marzo dicembre

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Standard Internazionai di Vautazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) cacoo dei prezzi marginai Docente: geom. Antonio Eero CORSO PRATICANTI 205 I PREZZI MARGINALI I prezzo

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle Nota metooogica sua strategia i campionamento e sistema nazionae i vautazione ee competenze per e cassi secona e quinta e primo cico ea scuoa primaria Stefano Faorsi. Obiettivi I Sistema Nazionae i Vautazione

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA C0MMISSIOHE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIRE!ZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/A._3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA - Costruzione

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it Made in Germany Hartner 2007 Punte a cannone SEF MECCANOTECNICA SEE Via degi Orefici - Bocco 26 40050 FUNO (BO) ITALIA Te. 051 66.48811 Fax 051 86.30.59 FILIALE I MILANO Piazzae Martesana, 6 20128 Miano

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica

Richiamoallearmi. Fonti normative. Conservazione del posto. Periodo di prova. Indennità economica Richiamoallearmi Fonti normative Conservazione del posto Periodo di prova Indennità economica Il richiamo alle armi era regolato, per i dipendenti dallo Stato, dalla legge 3.5.1955, n. 370, recante norme

Dettagli

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA Fino al 31/12/97 l arrotondamento veniva fatto ai sensi del comma 2 dell art. 40 del DPR 1092/73 (vedi allegato 1). L anzianità complessiva era arrotondata in

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIREZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/ A-3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA - Industria aimentare in compesso - Industria

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

La polizza Capital 5 con Bonus

La polizza Capital 5 con Bonus Risparmio & Sicurezza La polizza Capital 5 con Bonus Codice F001001 - Edizione dicembre 2014 Contratto di assicurazione sulla vita a capitale differito, con premio annuo costante e capitale rivalutabile

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Sanità e previdenza - Pubblica amministrazione - Lavoro Statistiche della previdenza e dell assistenza

Dettagli

Manuale Utente. Programma Pensioni S7. Amministrazioni Statali

Manuale Utente. Programma Pensioni S7. Amministrazioni Statali DIREZIONE CENTRALE SISTEMA INFORMATIVO E TELECOMUNICAZIONI DIREZIONE CENTRALE TRATTAMENTI PENSIONISTICI INPDAP PENSIONI S7 Manuale Utente Programma Pensioni S7 Amministrazioni Statali Versione database

Dettagli

R E G O L A M E N T O. per l attuazione delle attività statutarie dell'ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale E P A P

R E G O L A M E N T O. per l attuazione delle attività statutarie dell'ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale E P A P E.P.A.P. Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza,7,9,11-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 R E

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE COMMISSIONE DELLE. COMUNITÀ EUROPEE COMUNITÀ EUROPEA DEL CARBONE E DELL'ACCIAIO RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE Le maestranze deo stabiimento tasider di Taranto Atteggiamenti operai e avoro siderurgico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

WHITEHALL REPLY SUPPORTA INPS NELLA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA SIMULAZIONE DELLA PENSIONE.

WHITEHALL REPLY SUPPORTA INPS NELLA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA SIMULAZIONE DELLA PENSIONE. WHITEHALL REPLY SUPPORTA INPS NELLA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA PER LA SIMULAZIONE DELLA PENSIONE. Whitehall Reply ha supportato INPS nell arricchimento dell offerta online di servizi al cittadino rendendo

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL La tua Busta Paga INDICE Ad Personam 8 Ad Personam Ex Art. 66 8 Ad Personam Inquadramento Superiore 8 Anzianità: Assegno Mensile 6 Anzianità: Premio 14 Apprendisti 21 Arretrati 14 Assistenza Sanitaria:

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

I CONTRIBUTI FIGURATIVI

I CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI FIGURATIVI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Olindo Daliana Giuseppe Manzi Simone Parola Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo Rizzuti

Dettagli

Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO

Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO - Aspetti civilistici dell istituto introdotto, per i dipendenti del comparto privato, nel 1982; - Le circostanze

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli