DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA"

Transcript

1 Ed.1 Rev.3 30/09/11 Pag.1 di 16 SULLA SICUREZZA Redatto ai sensi e per gli effetti dell art.34, co.1, lettera G) del D.Lgs. 196/2003 e del disciplinare tecnico allegato al medesimo decreto sub b) e aggiornato il 31 marzo 2007 ai sensi del D.M. n. 305 del 7 dicembre 2006 Regolamento dati sensibili e giudiziari (G.U.n.11 del 15 gennaio 2007) Preparato: DS Verificato: RQ Approvato: DS

2 30/09/11 Pag.2 di 16 SOMMARIO Pagina 1. OGGETTO E FINALITÀ SEDE PRINCIPALE E SEDI SECONDARIE DELL ISTITUTO STRUTTURA DEL DEFINIZIONI E RIFERIMENTI NORMATIVI...5 A) NORMA DI RIFERIMENTO: D.LGS. 196/ B) DEFINIZIONI TECNICHE IN MATERIA DI PRIVACY PREVISTE DAL D.LGS 196/ C) DEFINIZIONI SULLE MISURE MINIME DI SICUREZZA PREVISTE DAL DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO AL D.LGS.N196/ D) DEFINIZIONI DEGLI SCOPI PREVISTE DAL DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO AL D.LGS. 196/ E) ARTICOLI DI RIFERIMENTO NORMA D.LGS. 196/ TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Elenco dei trattamenti: informazioni essenziali Elenco dei trattamenti:ulteriori elementi per descrivere gli strumenti DISTRIBUZIONE DEI COMPITI E DELLE RESPONSABILITÀ Strutture preposte ai trattamenti ANALISI DEI RISCHI CHE INCOMBONO SUI DATI MISURE IN ESSERE O DA ADOTTARE CRITERI E MODALITÀ DI RIPRISTINO DELLA DISPONIBILITÀ DEI DATI Criteri per il salvataggio dei dati (copie di sicurezza) PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI FORMATIVI PREVISTI TRATTAMENTI AFFIDATI ALL ESTERNO ALLEGATI: MODULI ISTRUZIONI OPERATIVE...16

3 30/09/11 Pag.3 di OGGETTO E FINALITÀ Scopo di questo documento è delineare il quadro delle misure di sicurezza, organizzative, fisiche e logistiche, da adottare per il trattamento dei dati personali effettuato dall Istituto Comprensivo Statale E. De Amicis di Marcallo con Casone (Mi), il cui rappresentante pro tempore è il Dirigente Scolastico Dott.ssa Marisa Oldani C.F. LDNMRS53P58E921F, nel seguito indicato come Titolare. Conformemente a quanto prescrive il punto 19 del Disciplinare tecnico, allegato sub b) al DLgs 196/2003, nel presente documento si forniscono idonee informazioni riguardanti: 1. l elenco dei trattamenti di dati personali (punto 19.1 del disciplinare), mediante: l individuazione dei tipi di dati personali trattati; la descrizione delle aree, dei locali e degli strumenti con i quali si effettuano i trattamenti; l elaborazione della mappa dei trattamenti effettuati, che si ottiene incrociando le coordinate dei due punti precedenti; 2. la distribuzione dei compiti e delle responsabilità, nell ambito delle strutture preposte al trattamento dei dati (analisi del mansionario privacy, punto 19.2 del disciplinare) e previsione di interventi formativi degli incaricati del trattamento; 3. l analisi dei rischi che incombono sui dati; 4. le misure, già adottate e da adottare, per garantire l integrità e la disponibilità dei dati; 5. i criteri e le modalità di ripristino dei dati, in seguito a distruzione o danneggiamento; 6. i criteri e le modalità che si intendono utilizzare per effettuare la formazione del Personale preposto al trattamento dei dati; 7. i criteri da adottare, per garantire l adozione delle misure minime di sicurezza, in caso di trattamenti di dati personali affidati all esterno; 8. dichiarazioni d impegno e firma.

4 30/09/11 Pag.4 di SEDE PRINCIPALE E SEDI SECONDARIE DELL ISTITUTO L Istituto Comprensivo ha le seguenti sedi: Ubicazione della sede N persone presenti presso l Istituto COMUNE INDIRIZZO ALUNNI DOCENTI A.T.A Marcallo con Casone Via Al Donatore di sangue, (Sede) Marcallo con Casone Via Al Donatore di sangue, Boffalora s/ticino Via Donizetti Boffalora s/ticino Via Roma, Mesero Via Pio XII Mesero Via IV novembre, La revisione dei dati sopracitati è avvenuta in data STRUTTURA DEL Si è deciso di strutturare il documento secondo quanto dettato dall esempio e dalle note operative pubblicate sul sito internet del Garante della Privacy, aggiornandolo in base al Regolamento del Ministero Pubblica Istruzione n.305 del 7 dicembre 2006 Si è inoltre ritenuto opportuno inserire un elenco di definizioni e di riferimenti normativi, utili per la lettura e la comprensione del documento.

5 30/09/11 Pag.5 di DEFINIZIONI E RIFERIMENTI NORMATIVI a) NORMA DI RIFERIMENTO: D.LGS. 196/2003 Trattamento Qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l organizzazione,la conservazione, la consultazione, l elaborazione, la modificazione, la selezione, l estrazione,il raffronto, l utilizzo, l interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione,, la cancellazione, e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca dati. Dato personale Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente o associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale. Dati I dati personali che permettono l identificazione diretta dell interessato. identificativi Dati sensibili I dati personali idonei a rivelare l origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale. Dati giudiziari I dati personali idonei a rivelare provvedimenti di cui all art. 3, co.1, lettere da a) a o) e da r) a u) del D.P.R. 14 novembre 2002 n. 313, in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli art. 60 e 61 del C.P.P. Titolare La persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità alle modalità del trattamento di dati personali e agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza. Responsabile La persona fisica, la persona giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal titolare al trattamento di dati personali. Incaricati Le persone fisiche autorizzate a compiere operazioni di trattamento dal titolare o dal responsabile. Interessato La persona fisica, la persona giuridica, l ente o l associazione cui si riferiscono i dati personali. Comunicazione Il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall interessato, dal rappresentante del titolare nel territorio dello Stato, dal responsabile e dagli incaricati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione. Diffusione Il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione. Dato anonimo Il dato che in origine, o a seguito di trattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile. Blocco La conservazione di dati personali con sospensione temporanea di ogni altra operazione del trattamento. Banca dati Qualsiasi complesso organizzato di dati personali, ripartito in una o più unità dislocate in uno o più siti. Garante L autorità di cui all art.153, istituita dalla Legge n.675.

6 30/09/11 Pag.6 di 16 b) DEFINIZIONI TECNICHE IN MATERIA DI PRIVACY PREVISTE DAL D.LGS 196/2003 Comunicazione elettronica Chiamata Reti di comunicazione elettronica Ogni informazione scambiata o trasmessa tra un numero finito di soggetti tramite un servizio di comunicazione elettronica accessibile al pubblico. Sono escluse le informazioni trasmesse al pubblico tramite una rete di comunicazione elettronica, come parte di un servizio di radiodiffusione, salvo che le stesse informazioni siano collegate ad un abbonato o utente ricevente, identificato o identificabile. La connessione istituita da un servizio telefonico accessibile al pubblico, che consente la comunicazione bidirezionale in tempo reale. I sistemi di trasmissione, le apparecchiature di comunicazione o di instradamento e altre risorse che consentono di trasmettere segnali via cavo, via radio, a mezzo di fibre ottiche o con altri mezzi elettromagnetici, incluse le reti satellitari, le reti terrestri mobili e fisse a commutazione di circuito e a commutazione di pacchetto, compresa internet, le reti utilizzate per la diffusione circolare dei programmi sonori e televisivi, i sistemi per il trasporto della corrente elettrica, nella misura in cui sono utilizzati per trasmettere i segnali, le reti televisive via cavo, indipendentemente dal tipo di informazione trasportato. Utente Qualsiasi persona fisica che utilizza un servizio di comunicazione elettronica accessibile al pubblico, per motivi privati o commerciali, senza esservi necessariamente abbonata. Posta elettronica Messaggi contenenti testi, voci, suoni o immagini trasmessi attraverso una rete pubblica di comunicazione, che possono essere archiviati in rete o nell apparecchiatura terminale ricevente, fino a che il ricevente non ne ha preso conoscenza. c) DEFINIZIONI SULLE MISURE MINIME DI SICUREZZA PREVISTE DAL DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO AL D.LGS.N196/2003 Misure minime Strumenti elettronici Autenticazione informatica Credenziali di autenticazione Parola chiave Profilo di autorizzazione Sistema di autorizzazione Il complesso delle misure tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali di sicurezza che configurano il livello minimo di protezione in relazione ai rischi previsti nell art.31. Gli elaboratori, i programmi per elaboratori e qualunque dispositivo elettronico o comunque automatizzato con cui si effettua il trattamento. L insieme degli strumenti elettronici e delle procedure per la verifica anche indiretta dell identità. I dati ed i dispositivi, in possesso di una persona, da questa conosciuti o da essa univocamente correlati, utilizzati per l autenticazione informatica. Componente di una credenziale di autenticazione associata ad una persona ed a questa nota, costituita da una sequenza di caratteri o altri dati in forma elettronica. L insieme delle informazioni, univocamente associate ad una persona, che consente di individuare a quali dati essa può accedere, nonché i trattamenti ad essa consentiti. L insieme degli strumenti e delle procedure che abilitano l accesso ai dati e alle modalità di trattamento degli stessi, in funzione del profilo di autorizzazione del richiedente.

7 30/09/11 Pag.7 di 16 d) DEFINIZIONI DEGLI SCOPI PREVISTE DAL DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO AL D.LGS. 196/2003 Scopi storici Scopi statistici Scopi scientifici Le finalità di studio, indagine, ricerca e documentazione di figure, fatti e circostanze del passato. Le finalità di indagine statistica o di produzione di risultati statistici, anche a mezzo di sistemi informativi statistici. Le finalità di studio e di indagine sistematica finalizzata allo sviluppo delle conoscenze scientifiche in uno specifico settore. e) ARTICOLI DI RIFERIMENTO NORMA D.LGS. 196/2003 Articolo Art. 31 Artt Allegato B ( ) Art.112 Art.62 Art.67 Descrizione Misure di sicurezza dei dati Misure di sicurezza dei dati Disciplinare tecnico in materia di Misure Minime di Sicurezza Instaurazione e gestione da parte dei soggetti pubblici di rapporti di lavoro di qualunque tipo Rilascio di documenti di riconoscimento Attività di controllo e ispettive 5. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI All interno di questo capitolo viene inserito l elenco dei trattamenti effettuati dal Titolare, direttamente o attraverso elaborazioni esterne, con l indicazione della natura dei dati trattati e della struttura, interna o esterna, che operativamente effettua il trattamento. Nella redazione della tabella si è ritenuto opportuno fare anche riferimento alle informazioni contenute nelle notificazioni eventualmente inviate al Garante anche in passato. Nonostante la compilazione della tabella non sia obbligatoria, si è ritenuto importante, anche al fine di avere un documento di programmazione chiaro, effettuarne la compilazione.

8 30/09/11 Pag.8 di Elenco dei trattamenti: informazioni essenziali Id. T00 1 T00 2 T00 3 SINTETICA DEL TRATTAMENTO Finalità perseguita o attività svolta Tutti Alunni Dati trattati dai docenti Alunni Dati trattati da Segreteria e DSGA Categorie di interessati Alunni, dipendenti, fornitori, famiglie,enti pubblici Alunnifamiglie degli alunni Alunnifamiglie degli alunni NATURA DEI DATI TRATTATI S G STRUTTURA DI RIFERIMENTO X X Dirigente Scolastico X X Corpo docente X X Segreteria DSGA ALTRE STRUTTURE (ANCHE ESTERNE) CHE CONCORRONO AL TRATTAMENTO Segreteria, DSGA, collaboratori scolastici Dirigente Scolastico, Collaboratori del DS, Segreteria, DSGA, Collaboratori Scol., Collaboratori esterni Dirigente Scolastico, Collaboratori del DS DEGLI STRUMENTI UTILIZZATI Documenti cartacei e computer Documenti cartacei Documenti cartacei e computer Legenda ELENCO Identificativo Finalità perseguita Categorie di interessati Natura dei dati trattati Struttura di riferimento Altre strutture Descrizione strumenti Indica il codice del trattamento Indica la finalità perseguita dal trattamento e/o la relativa attività (es: fornitura di beni o servizi, gestione del personale, contratti con esterni, ) Indica le categorie di persone cui i dati si riferiscono (es: dipendenti, alunni, collaboratori, famiglie di alunni, fornitori, enti pubblici, ) È importante indicare se tra le tipologie dei dati trattati sono presenti dati sensibili, dati giudiziari o entrambi. Indica la struttura incaricata del trattamento (es: ufficio del personale, segreteria didattica, ufficio contabile ) Indica, se presenti, eventuali strutture secondarie che concorrono al trattamento. Indica gli strumenti elettronici o meno che vengono utilizzati per effettuare il trattamento (es: PC in LAN, scanner, )

9 30/09/11 Pag.9 di Elenco dei trattamenti:ulteriori elementi per descrivere gli strumenti IDENTIFICATIVO DEL TRATTAMENTO T001 T002 T003 Legenda EVENTUALE BANCA DATI Banca dati alunni (Anagrafe e situazioni) SISSI Banca dati Personale (corpo docente e non docente) SISSI Banca dati fornitori e collaboratori esterni Enti pubblici Banca dati alunni (Anagrafe e situazioni) SISSI Banca dati alunni (Anagrafe e situazioni) SISSI UBICAZIONE FISICA DEI SUPPORTI DI MEMORIZZAZUIONE TIPOLOGIA DEI DISPOSITIVI DI ACCESSO TIPOLOGIA DI INTERCONNESSIONE Segreteria Rete LAN LAN Segreteria Rete LAN LAN Segreteria Rete LAN LAN ELENCO Identificativo Eventuale banca dati Ubicazione fisica Tipologia dispositivi Tipologia di connessione Indica il codice del trattamento. Indica la banca dati e i programmi utilizzati per la gestione. Indica l ubicazione fisica dove risiede la base dati fisica a cui fa riferimento la banca dati. Indica l elenco e la descrizione sintetica degli strumenti utilizzati per effettuare il trattamento. Es.: PC palmare, telefonino, ecc.,ecc,) Indica una descrizione della rete che collega i dispositivi di accesso utilizzati. Es.: rete locale, geografica, internet. 6. DISTRIBUZIONE DEI COMPITI E DELLE RESPONSABILITÀ Questo capitolo contiene una mappa di tutte le strutture (interne ed esterne) con i trattamenti da esse gestiti. Per ogni struttura è definita sinteticamente l organizzazione e le relative responsabilità.

10 30/09/11 Pag.10 di Strutture preposte ai trattamenti STRUTTURA RESPONSABILE TRATTAMENTI OPERATI DALLA STRUTTURA S01 Dirigente Scolastico S02 Collaboratori del DS S03 Segreteria S04 Corpo docente S05 Collaboratori scolastici S06 Membri degli Organi Collegiali Dott.ssa Marisa Oldani Prof.ssa Luisa Ferrario Sig.ra Paola Colombo (D.S.G.A.) Ogni singolo docente relativamente al proprio ambito di insegnamento Sig.ra Paola Colombo (D.S.G.A.) Dott.ssa Marisa Oldani T001 - Tutti T002 Alunni Dati trattati dai docenti T003 Alunni dati trattati dalla Segreteria T002 Alunni Dati trattati dai docenti T003 Alunni Dati trattati dalla Segreteria T001 Tutti T002 Alunni Dati trattati dai docenti T003 Alunni dati trattati dalla Segreteria T002 Alunni Dati trattati dai docenti T001 - Tutti T002 Alunni Dati trattati dai docenti T003 Alunni dati trattati dalla Segreteria T001 - Tutti T002 Alunni Dati trattati dai docenti T003 Alunni dati trattati dalla Segreteria COMPITI DELLA STRUTTURA Direzione generale di tutte le attività, gestione delle pratiche riservate Affiancamento al DS con deleghe parziali e sostituzione dello stesso in caso di assenza. Coordinamento generale di tutte le attività. Insegnamento ed attività integrative e collaterali, partecipazione alle scelte organizzative e di orientamento generale, partecipazione alla gestione di specifiche attività (commissioni di lavoro, biblioteca e sussidi..) Affiancamento alla Segreteria per tutte le pratiche di archiviazione relative a documenti cartacei Partecipazione alle attività gestionali e alle scelte organizzative e di orientamento generale; per il Consiglio di Istituto e la Giunta Esecutiva : decisioni di tipo amministrativo, finanziario, regolamentare. Legenda ELENCO Struttura Responsabile Trattamenti operati Compiti Indica la struttura di riferimento Indica il responsabile di tali strutture Vengono qui descritti tutti i trattamenti operati Elenco dei compiti della struttura

11 30/09/11 Pag.11 di ANALISI DEI RISCHI CHE INCOMBONO SUI DATI In questo capitolo si cerca di individuare i principali eventi potenzialmente pericolosi per la sicurezza dei dati, valutarne le conseguenze e la gravità e porli in correlazione con le misure previste. Sono evidenziati tutti i rischi possibili per i dati personali gestiti,presenti nel nostro Istituto, con la valutazione dell indice di rischio. Gestione manuale delle informazioni Trasmissione dei dati EVENTO IMPATTO SULLA SICUREZZA DEI DATI Descrizione Gravità stimata G P I Accesso archivi L archivio dati comuni è posto in armadi dati comuni o locale chiusi a chiave presso la Sede, il cui accesso è consentito solo a Personale autorizzato Accesso archivi L archivio dati sensibili o giudiziari è dati sensibili o giudiziari conservato presso la Segreteria presso l ufficio del dirigente e custodito sotto chiave; l accesso è consentito solo al personale di segreteria o ai docenti autorizzati Diffusione illegale Si ha quando, in modo abusivo, si diffondono dati riservati. Distruzione Si ha quando i dati diventano inutilizzabili perché materialmente distrutti o resi illeggibili Fotocopia non Si ha quando, abusivamente, si autorizzata acquisiscono dati a cui non si ha accesso. Furto Sottrazione dolosa di dati Mancata chiusura Si ha quando l archivio non viene chiuso a chiave al termine dell accesso Non conoscenza Si ha quando il Personale ignora le delle procedure di modalità di archiviazione, conservazione gestione e accesso ai dati Alterazione Errata destinazione Intercettazione Interruzione trasmissione Si ha quando nel trasmettere i dati questi vengono alterati in modo da comprometterne la corretta conoscenza Si ha quando i dati vengono recapitati a persona diversa dall interessato. Si ha quando i dati, durante la trasmissione, vengono abusivamente acquisiti da terzi. Si ha quando, durante la trasmissione dati, per cause varie, la trasmissione si interrompe, provocandone la perdita Gestione automatizzata delle informazioni Accesso non autorizzato Alterazione Si ha quando l operatore od un terzo interviene su un area software a cui non è autorizzato. Si ha quando l operatore o terzi

12 30/09/11 Pag.12 di 16 Protezione ubicazioni fisiche Legenda hardware o software Copie non autorizzate EVENTO Distruzione Malfunzionamento hardware Malfunzionamento procedure software Mancanza di alimentazione Virus Allagamento Incendio Cedimento strutturale Cortocircuito Ingresso non controllato manipolano la macchina o scaricano programmi infetti da virus Si ha quando, abusivamente, si acquisiscono dati a cui non si ha accesso o per usi non consentiti IMPATTO SULLA SICUREZZA DEI DATI Descrizione Gravità stimata G P I Si ha quando i dati diventano inutilizzabili perché cancellati dal sistema o dalla banca dati o resi illeggibili Non consente il trattamento dei dati Non consente il trattamento dei dati Non consente il trattamento dei dati Alterano o distruggono internamente i dati Si ha quando per cause fortuite gli archivi o i macchinari vengono sommersi, danneggiati da acque piovane o guasti all impianto idrico Si ha quando a causa del fuoco i dati vengono distrutti o danneggiati Si ha quando le strutture murarie cedono, danneggiando quanto contenuto nei locali. Si ha quando l impianto elettrico cessa di funzionare per cause dovute a sovraalimentazione o contatti anomali impedendo o danneggiando il trattamento dei dati. Riguarda gli archivi non chiusi a chiave e non vigilati, che favoriscono l acquisizione abusiva dei dati ELENCO Evento Descrizione Gravità stimata All interno di queste due colonne viene indicata la tipologia di evento e la descrizione dello stesso. Viene indicata la descrizione dell impatto che l evento può avere sulla sicurezza dei dati La gravità stimata risulta dal prodotto indice di gravità x probabilità, calcolata secondo questa scala: GRAVITÀ: 1= lieve; 2= medio; 3= grave; 4= gravissimo. PROBABILITÀ: 1= improbabile; 2= poco probabile; 3= probabile; 4= molto probabile.

13 30/09/11 Pag.13 di MISURE IN ESSERE O DA ADOTTARE Nel capitolo sono riportate, in forma sintetica, le misure in essere e da adottare a contrasto dei rischi individuati dall analisi dei rischi. Per misura viene inteso non solo lo specifico intervento tecnico od organizzativo posto in essere per prevenire, contrastare o ridurre gli effetti relativi ad una specifica minaccia. Sono anche indicate tutte quelle attività di verifica e controllo nel tempo essenziali per assicurarne l efficacia. Senza procedure di controllo periodico, infatti, nessuna misura può essere considerata completa. MISURA RISCHI CONTRASTATI TRATTAMENTI INTERESSATI Istruzioni agli incaricati Accesso archivi dati comuni e sensibili; mancata chiusura;errata destinazione; ATTIVAZIONE DELLE MISURE Attiva dal T001 - Tutti 31/3/200 6 Da attivare entro STRUTTURA ADDETTA ALL ADOZIONE D.S.G.A Formazione Contratti di assistenza software ed hardware Diffusione illegale; distruzione; fotocopia non autorizzata; furto; non conoscenza delle procedure di gestione; alterazione; intercettazione; interruzione trasmissione; accesso non autorizzato; copie non autorizzate. Alterazione hardware e software; malfunzionamento hardware; malfunzionamento procedure software; mancanza alimentazione; virus: T001 Tutti T002 - Alunni Dati trattati dai docenti; T003 Alunni dati trattati dalla Segreteria T001 Tutti T003 Alunni dati trattati dalla Segreteria Docenti 28/2/200 6 A.T.A 31/3/ /1/200 5 Corpo docente per i dati trattati; Segreteria. Ente esterno Ente esterno Ente esterno Legenda ELENCO Misura Rischi contrastati Trattamenti interessati Attivazione delle Contiene una descrizione sintetica della misura adottata o da adottare. Viene indicato l elenco dei rischi che si intendono contrastare Indica i trattamenti interessati dalla misura Viene indicata, per ogni misura, la sua data di attivazione sia essa prevista

14 30/09/11 Pag.14 di 16 misure Struttura addetta od effettiva. Indica la struttura addetta all adozione e/o alla verifica della misura 9. CRITERI E MODALITÀ DI RIPRISTINO DELLA DISPONIBILITÀ DEI DATI In questo capitolo vengono descritti i criteri e le procedure adottati per il salvataggio dei dati e per il loro ripristino in caso di danneggiamento o di inaffidabilità della base dati. Data l importanza di questa attività, pur considerando assolutamente eccezionale l evenienza che imponga il ripristino dei dati, si sono studiate procedure dirette a permettere l immediata reperibilità delle copie di sicurezza degli archivi, qualora queste si rendessero necessarie. 9.1 Criteri per il salvataggio dei dati (copie di sicurezza) BANCA DATI CRITERI E PROCEDURE LUOGO DI CUSTODIA STRUTTURA ADDETTA 001 Banca dati alunni (anagrafe e situazioni) Eseguire il programma Backup e restore tramite server su supporto e conservare in armadio chiuso a chiave Segreteria D.S.G.A. 001 Banca dati alunni (anagrafe e situazioni) 002 Banca dati Personale. Legenda Copia mediante procedura automatizzata, tutti i giorni lavorativi Copia mediante procedura automatizzata, tutti i giorni lavorativi Segreteria Segreteria D.S.G.A. D.S.G.A. ELENCO Banca dati Criteri e procedure Luogo di custodia Struttura addetta Indica la banca dati interessate Indica le modalità e i criteri di verifica applicati per effettuare l operazione e verificarne la riuscita E il luogo fisico dove sono tenute le copie E la struttura addetta ad effettuare le copie di sicurezza ed ad assicurarsi che queste siano corrette.

15 30/09/11 Pag.15 di PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI FORMATIVI PREVISTI Dando per scontata l importanza che riveste la formazione delle strutture preposte al trattamento dei dati, all interno di questo capitolo sono riportate tutte le informazioni necessarie per disporre di un quadro sintetico dell impegno formativo che si prevede di sostenere in attuazione della normativa. SINTETICA F001 Generalità sul D.Lgs.196/2003 Lettura collettiva di un manuale, relazione del D.S.G.A e discussione F002 Generalità sul D.Lgs.196/2003 Lettura collettiva di un manuale, relazione del D.S. e discussione F003 - Generalità sul D.Lgs.196/2003 Breve relazione del D.S.G.A. Legenda CLASSI DI INCARICO INTERESSATI ALLA FORMAZIONE INTERESSATE Formati Da formare Segreteria 7 Docenti 116 Collaboratori scolastici 20 CALENDARIO ELENCO Descrizione sintetica Classi di incarico Interessati alla formazione Calendario Indica una descrizione sintetica della specifica formazione prevista Si indicano le classi interessate alla formazione indicata In queste colonne viene indicato il numero degli incaricati formati ed il numero di quelli da formare secondo il calendario indicato nella colonna successiva Indica il calendario dei corsi previsti 13 TRATTAMENTI AFFIDATI ALL ESTERNO Non esistono trattamenti dei dati affidati all esterno, in quanto l unico supporto esterno richiesto consiste nell assistenza ai macchinari e ai software utilizzati per la gestione dei dati. Qualora nell espletamento dell attività di manutenzione l operatore esterno venga a conoscenza di dati personali, dovrà dichiarare per iscritto: 1) di essere consapevole che i dati che tratterà nell espletamento dell incarico ricevuto, sono dati personali e che, come tali, sono soggetti all applicazione del codice per la protezione di tali informazioni; 2) di ottemperare agli obblighi previsti dal Codice per la protezione dei dati personali.

16 30/09/11 Pag.16 di 16 Qualora, per esigenze dovute alla salvaguardia della salute, alcuni alunni producano certificazione medica per diete particolari, il trattamento dei dati sensibili contenuti, diviene di competenza della ditta incaricata dell erogazione del servizio mensa da parte dell Amministrazione Comunale. 14 ALLEGATI: 12.1 MODULI MOD/04/02/06 MOD/04/02/07 MOD/04/02/13 MOD/04/02/08 MOD/04/02/09 MOD/04/02/10 MOD/04/02/11 MOD/04/02/12 MOD/04/02/14 Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/2003 Personale dipendente Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/2003 Genitori Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/ Fornitori Formula di acquisizione del consenso dell interessato Lettera d incarico al Responsabile del trattamento per la sicurezza dei dati Lettera d incarico per il trattamento dei dati Lettera d incarico all Amministratore di Sistema Lettera d incarico per il controllo accesso ai locali Liberatoria per effettuazione ed utilizzo riprese fotografiche e registrazioni audio-video alunni ISTRUZIONI OPERATIVE IO/04/02/01 Istruzioni per trattamento dei dati -Personale Amministrativo IO/04/02/02 Istruzioni per trattamento dei dati -Personale Docente

Tutela e informativa sulla Privacy

Tutela e informativa sulla Privacy Tutela e informativa sulla Privacy Informazioni in materia di protezione dei dati personali. Art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) Ai

Dettagli

Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS)

Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) (Codice in materia di protezione dei dati personali art. 34 e Allegato B, regola 19, del d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) Premessa

Dettagli

Strumenti digitali e privacy. Avv. Gloria Galli

Strumenti digitali e privacy. Avv. Gloria Galli Strumenti digitali e privacy Avv. Gloria Galli Codice in materia di protezione dei dati personali: Decreto legislativo n. 196 del 30/06/2003 Art. 4. Definizioni trattamento, qualunque operazione o complesso

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO

COMUNE DI ROBASSOMERO COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234400 - Fax 011 9234422 E-mail: comune@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.it REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI

Dettagli

FASCICOLO INFORMATIVO PER INSEGNANTI E PERSONALE AMMINISTRATIVO

FASCICOLO INFORMATIVO PER INSEGNANTI E PERSONALE AMMINISTRATIVO www.ictramonti.org Autonomia Scolastica n. 24 Istituto Comprensivo Statale G. Pascoli Via Orsini - 84010 Polvica - Tramonti (SA)Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzione.it-

Dettagli

FORMAZIONE PRIVACY 2015

FORMAZIONE PRIVACY 2015 Intervento formativo per rendere edotti gli incaricati del trattamento di dati personali dei rischi che incombono sui dati e delle relative misure di sicurezza ai sensi dell art. 130 del D.Lgs. 196/2003

Dettagli

GESTIONE VIDEOSORVEGLIANZA NELLA A.O. SAN PAOLO

GESTIONE VIDEOSORVEGLIANZA NELLA A.O. SAN PAOLO Procedura Operativa GESTIONE VIDEOSORVEGLIANZA NELLA A.O. SAN PAOLO Codice Documento_Edxx AZI_POP_042_Ed00 Pag. 1/7 Data emissione: 03/04/10 Unità Operativa Tipo Documento Numero Locale AZI POP 042 GESTIONE

Dettagli

Manuale Informativo. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali

Manuale Informativo. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali Manuale Informativo Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali INDEX Il D.Lgs. 196/2003 Termini e Fondamenti Gli attori Organizzazione e Responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014

REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014 REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014 Art 1. Sito Web Il sito dell Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Aulla (MS), www.alighieriaulla.it, è curato da responsabili incaricati

Dettagli

CNIPA. "Codice privacy" Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati

CNIPA. Codice privacy Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati CNIPA "Codice privacy" 26 novembre 2007 Sicurezza dei dati Quando si parla di sicurezza delle informazioni, i parametri di riferimento da considerare sono: Integrità Riservatezza Disponibilità 1 I parametri

Dettagli

Trattamento dei dati personali

Trattamento dei dati personali Trattamento dei dati personali CODICE DELLA PRIVACY II 1 GENNAIO 2004 E ENTRATO IN VIGORE IL D.Lgs. N.196 DEL 30 GIUGNO 2003. TALE DECRETO E IL NUOVO TESTO UNICO PER LA PRIVACY. IL NUOVO CODICE IN MATERIA

Dettagli

Jesolo Patrimonio S.r.l.

Jesolo Patrimonio S.r.l. Jesolo Patrimonio S.r.l. Regolamento per il riutilizzo e lo smaltimento di apparecchiature elettroniche e supporti di memorizzazione Titolo documento: Codice documento: Nome file: Stato documento: Versione:

Dettagli

Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015

Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015 Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015 L accesso, la consultazione e l utilizzo delle pagine del presente sito web di WEB-X comportano l accettazione, da parte dell utente (di seguito

Dettagli

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e Linee guida per il TRATTAMENTO E GESTIONE DEI DATI PERSONALI Articolo 1 Oggetto e ambito di applicazione e principi di carattere generale 1. Il presente documento disciplina le modalità di trattamento

Dettagli

Procedura automatizzata per la gestione del prestito - FLUXUS

Procedura automatizzata per la gestione del prestito - FLUXUS Procedura automatizzata per la gestione del prestito - FLUXUS corso di formazione per il personale dell Università e degli Enti convenzionati con il Servizio Catalogo Unico TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Dettagli

Regolamento per la videosorveglianza Titolare dei dati dott.ssa Giuseppina Presutto

Regolamento per la videosorveglianza Titolare dei dati dott.ssa Giuseppina Presutto Regolamento per la videosorveglianza Titolare dei dati dott.ssa Giuseppina Presutto INDICE Introduzione TITOLO I - Descrizione Art. 1. Definizioni specifiche Art. 2. Definizioni D.Lgs. n. 196/03 TITOLO

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 Scuola Ipsia Dalmazio Birago Sede legale e operativa Corso Novara 65 10154 Torino Data redazione: 2.10.2012 Versione 1 Rev. 05 anno 2014/2015

Dettagli

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5. Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.2012 OGGETTO: individuazione degli incaricati del trattamento dati personali

Dettagli

Codice. in materia di. Protezione dei Dati Personali

Codice. in materia di. Protezione dei Dati Personali Codice in materia di Protezione dei Dati Personali (D.Lgs. 196/2003) ====================== Incontri Formativi con il Personale della Direzione Didattica del 7 Circolo Didattico G. Carducci di Livorno

Dettagli

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI 1 Informativa Privacy Fondazione Ettore Sansavini per Ricerca Scientifica Onlus INFORMATIVA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003 - CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Dettagli

PRIVACY. Federica Savio M2 Informatica

PRIVACY. Federica Savio M2 Informatica PRIVACY Federica Savio M2 Informatica Adempimenti tecnici obbligatori e corretta salvaguardia dei dati e dei sistemi Normativa di riferimento - oggi D.LGS 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati

Dettagli

La tutela della Privacy. Annoiatore: Stefano Pelacchi

La tutela della Privacy. Annoiatore: Stefano Pelacchi La tutela della Privacy Annoiatore: Stefano Pelacchi 1 Appunti Le organizzazioni del volontariato possono assumere qualsiasi forma giuridica prevista dal Libro I del Codice Civile compatibile con il proprio

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEGLI STUDI LEGALI (DPS) Redatto ai sensi e per gli effetti dell art. 34, c. 1, lett. g) del D.Lgs 196/2003 e del

Dettagli

PRIVACY.NET. La soluzione per gestire gli adempimenti sulla tutela dei dati in azienda

PRIVACY.NET. La soluzione per gestire gli adempimenti sulla tutela dei dati in azienda open > PRIVACY.NET La soluzione per gestire gli adempimenti sulla tutela dei dati in azienda next > Il software è rivolto a: Chiunque tratta dati personali, con e senza strumenti elettronici, è tenuto

Dettagli

Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196.

Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196. Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196. Ai sensi dell articolo 13 del decreto legislativo 30 maggio 203 n.196:

Dettagli

Documento n. 9 del 19 marzo 2004. Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1 (fax 06/85.440.223) C.F.:80459660587

Documento n. 9 del 19 marzo 2004. Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1 (fax 06/85.440.223) C.F.:80459660587 Fondazione Luca Pacioli CODICE DELLA PRIVACY TESTO UNICO IN MATERIA DI DATI PERSONALI (D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 169) Documento n. 9 del 19 marzo 2004 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZI A RESIDENZI ALE DI POTENZA Via Manhes, 33 85100 POTENZA tel. 0971413111 fax. 0971410493 www.aterpotenza.it U.R.P. - Numero Verde 800291622 fax 0971 413227 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale

La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale Forlì, 25 gennaio 2007 1 Adempimenti previsti dal Codice della Privacy per le APS 2 Codice della Privacy Nel 1996 la legge n. 675 regolamentò la tutela

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 12/05/2009) Sommario Art. 1.

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA ART. 3 DEFINIZIONI DI RIFERIMENTO

ART. 1 OGGETTO ART. 2 FINALITA ART. 3 DEFINIZIONI DI RIFERIMENTO S O M M A R I O Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità Art. 3 Definizioni di riferimento Art. 4 - Individuazione delle banche dati Art. 5 Titolarità e responsabilità della banca dati Art. 6 Soggetti incaricati

Dettagli

Regolamento di attuazione degli articoli 20, comma 2, e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196,

Regolamento di attuazione degli articoli 20, comma 2, e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196, Regolamento di attuazione degli articoli 20, comma 2, e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196, relativo alla individuazione dei tipi di dati e delle operazioni eseguibili in tema di trattamento

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LA PUBBLICAZIONE DI ATTI E PROVVEDIMENTI SULL ALBO ON-LINE DELLA CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI ISERNIA Art 1 Oggetto

DISPOSIZIONI PER LA PUBBLICAZIONE DI ATTI E PROVVEDIMENTI SULL ALBO ON-LINE DELLA CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI ISERNIA Art 1 Oggetto DISPOSIZIONI PER LA PUBBLICAZIONE DI ATTI E PROVVEDIMENTI SULL ALBO ON-LINE DELLA CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI ISERNIA Art 1 Oggetto 1. Ai sensi dell art. 32 della Legge n. 69/2009 e s.m.i., tutti gli

Dettagli

MANSIONARIO PRIVACY. 1 Generalità 1. 2 Incaricati 3. 3 Incaricato all Amministrazione del Sistema 5. 4 Incaricato alla Custodia della Parole Chiave 6

MANSIONARIO PRIVACY. 1 Generalità 1. 2 Incaricati 3. 3 Incaricato all Amministrazione del Sistema 5. 4 Incaricato alla Custodia della Parole Chiave 6 1 Generalità 1 2 Incaricati 3 3 all Amministrazione del Sistema 5 4 alla Custodia della Parole Chiave 6 5 al Salvataggio dei Dati 7 6 alla Custodia della Sede Operativa 8 A Elenco degli Incaricati 9 B

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE A SOCIO (Statuto art. 4-5 - 6 7)

DOMANDA DI AMMISSIONE A SOCIO (Statuto art. 4-5 - 6 7) ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE "FAMIGLIA DI NAZARETH DI TRENTO legge 7 dicembre 2000 n 383 38100 Trento Via Saluga, 7. Tel. 0461 980093 - Fax 0461 260718- E-mail: sacrafamigliatrento@pssf.it DOMANDA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Adottato dalla Giunta Comunale nella seduta del 26.3.2003 con provvedimento n. 330/11512 P.G. Modificato

Dettagli

Normativa sulla privacy negli. USA: http://aspe.hhs.gov/admnsimp/pl104191.htm Italia: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?

Normativa sulla privacy negli. USA: http://aspe.hhs.gov/admnsimp/pl104191.htm Italia: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp? Normativa sulla privacy negli USA e in Italia USA: http://aspe.hhs.gov/admnsimp/pl104191.htm Italia: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?id=1042761 Complementi di Informatica Medica 1. Anno Accademico

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina gli interventi diretti alla tutela della privacy in ambito sanitario. Esso si attiene alle disposizioni

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI ALLEGATO 2 ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Con questo documento si intende offrire: - una precisazione in ordine ai termini ed ai concetti più frequentemente richiamati dalla normativa

Dettagli

Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA

Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.125 del 28/09/2015 1 INDICE Articolo 1 Oggetto pag. 3 Articolo

Dettagli

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore Roma, ottobre 2013 Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI L AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani,

Dettagli

Azienda Sanitaria di Cagliari

Azienda Sanitaria di Cagliari Azienda Sanitaria di Cagliari Regolamento per la protezione dei dati personali in attuazione del D.lgs. n. 196/2003 e ss. mm. ed ii. Codice in materia di protezione dei dati personali INDICE TITOLO I Articolo

Dettagli

Disposizioni in materia di trattamento dei dati personali.

Disposizioni in materia di trattamento dei dati personali. Privacy - Ordinamento degli uffici e dei servizi comunali: indirizzi in materia di trattamento dei dati personali esistenti nelle banche dati del Comune. (Delibera G.C. n. 919 del 28.12.2006) Disposizioni

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE CORSO PER ASCENSORISTA (SOGGETTO A NORMATIVA)

MODULO DI ISCRIZIONE CORSO PER ASCENSORISTA (SOGGETTO A NORMATIVA) MODULO DI ISCRIZIONE CORSO PER ASCENSORISTA (SOGGETTO A NORMATIVA) DATI ALLIEVO La/il sottoscritta/o Sesso F M Codice Fiscale Nata/o a Provincia il Nazionalità Residente a CAP Provincia Via/C.so/P.zza

Dettagli

Articolo 4 Definizioni comma 2 lettera b

Articolo 4 Definizioni comma 2 lettera b EMENDAMENTI AL CODICE PROTEZIONE DATI PERSONALI IN RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2009/136/CE Articolo 4 comma 2 lettera b b) chiamata, la connessione istituita da un servizio di comunicazione elettronica

Dettagli

M4 P1 4*1 = 4 Armadi chiusi a chiave Custodia in cassaforte. Sistema di allarme

M4 P1 4*1 = 4 Armadi chiusi a chiave Custodia in cassaforte. Sistema di allarme Verifica M P R Misure Idonee Misure Adottate Misure da Adottare Adottare entro Accesso archivi dati comuni M3 P1 3*1 = 3 Chiusura a chiave Procedura gestione chiavi Assegnazione incarico Cartelli Segnaletici

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO COMUNALE. Provincia di Siracusa APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEI SISTEMI DI

COMUNE DI FLORIDIA REGOLAMENTO COMUNALE. Provincia di Siracusa APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEI SISTEMI DI COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DEI SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA SUL TERRITORIO DI FLORIDIA APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON VERBALE N.4

Dettagli

Le informazioni contenute nel sito sono prodotte da WEB-X, se non diversamente indicato.

Le informazioni contenute nel sito sono prodotte da WEB-X, se non diversamente indicato. Disclaimer L accesso, la consultazione e l utilizzo delle pagine del presente sito web di WEB-X comportano l accettazione, da parte dell utente (di seguito l Utente ), del contenuto del presente Disclaimer.

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza)

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza) LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza) Aprile, 2005 INDICE Premessa 1. LINEE GUIDA Il piano di lavoro 2. IL KIT La modulistica: schede e tabelle La compilazione

Dettagli

1. Conoscenza dei dati trattati. 2. Conoscenza degli strumenti utilizzati. 3. Conoscenza del proprio ruolo all interno della struttura

1. Conoscenza dei dati trattati. 2. Conoscenza degli strumenti utilizzati. 3. Conoscenza del proprio ruolo all interno della struttura Corso 196/03 per i Responsabili e gli Incaricati del Trattamento Dati Percorso Formativo per l Incaricato del Trattamento Dati: Pre-requisiti: 1. Conoscenza dei dati trattati 2. Conoscenza degli strumenti

Dettagli

Regolamento per l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Molveno

Regolamento per l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Molveno Regolamento per l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Molveno Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 34 dd. 05.06.2013 Indice Art. 1 - Premessa Art. 2 - Principi generali

Dettagli

La nuova disciplina in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 30.6.2003 n. 196) Principali novità

La nuova disciplina in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 30.6.2003 n. 196) Principali novità La nuova disciplina in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 30.6.2003 n. 196) Principali novità INDICE 1 Il nuovo Codice sulla privacy... 2 2 Ambito di applicazione... 2 3 Soggetti coinvolti dal trattamento

Dettagli

LA PRIVACY POLICY DI WEDDINGART

LA PRIVACY POLICY DI WEDDINGART LA PRIVACY POLICY DI WEDDINGART PERCHÈ QUESTA PAGINA? In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.weddingart.it (creato da Sabdesign s.n.c. di seguito Sabdesign ) in riferimento

Dettagli

Regolamento per l installazione e l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Lavis

Regolamento per l installazione e l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Lavis Comune di PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l installazione e l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 13

Dettagli

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.8) Rielaborazione dal WEB: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio.

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.8) Rielaborazione dal WEB: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio. Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.8) Rielaborazione dal WEB: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio Copyright Tutte le software house tutelano il loro diritto a impedire

Dettagli

Documento Programmatico sulla sicurezza

Documento Programmatico sulla sicurezza SNAMI Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani Documento Programmatico sulla sicurezza Redatto ai sensi dell articolo 34, comma 1, lettera g) e Allegato B - Disciplinare Tecnico, Regola 19 del Decreto

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INDICE 1 OGGETTO... 2 2 DEFINIZIONI... 2 3 ORGANIZZAZIONE, COMPITI E RESPONSABILITA... 3 4 TRATTAMENTI EFFETTUATI... 4 4.1 TRATTAMENTI INTERNI... 4 4.2

Dettagli

Regolamento al trattamento dati per la piattaforma "Sofia" e Misure di Sicurezza adottate

Regolamento al trattamento dati per la piattaforma Sofia e Misure di Sicurezza adottate Regolamento al trattamento dati per la piattaforma "Sofia" e Pagina 1 di 10 INDICE 1. Definizioni 3 2. Individuazione dei tipi di dati e di operazioni eseguibili 4 3. Titolare del trattamento, oneri informativi

Dettagli

COMUNE DI MANERBIO (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO

COMUNE DI MANERBIO (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNE DI MANERBIO (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO Approvato con deliberazione C.C. n. 17 del 07.06.2007 Comune

Dettagli

Via della Chimica, 61 POTENZA

Via della Chimica, 61 POTENZA N Ordine dei Tecnologi Alimentari di Basilicata e Calabria Data iscrizione Bollo 14,62 Spazio riservato alla segreteria dell Ordine Domanda di iscrizione nell Albo dei Tecnologi Alimentari di Basilicata

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO INFORMATICO Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 3 del 20/01/2011 Pagina 1 di 1 Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. In ossequio ai principi

Dettagli

U.O.C. FACILITY MANAGEMENT UFFICIO PRIVACY OGGETTO: Vademecum per gli Incaricati dei Trattamenti.

U.O.C. FACILITY MANAGEMENT UFFICIO PRIVACY OGGETTO: Vademecum per gli Incaricati dei Trattamenti. Servizio Sanitario Nazionale Regione Siciliana VIA MAZZINI, 1 91100 TRAPANI TEL.(0923) 805111 - FAX (0923) 873745 Codice Fiscale P. IVA 02363280815 U.O.C. FACILITY MANAGEMENT UFFICIO PRIVACY OGGETTO: Vademecum

Dettagli

Infostar S.r.l. S.S.13 Pontebbana 54/e - 33017 - TARCENTO (UD) Tel: 0432783940 - Fax: 0432794695 p.iva 02125890307

Infostar S.r.l. S.S.13 Pontebbana 54/e - 33017 - TARCENTO (UD) Tel: 0432783940 - Fax: 0432794695 p.iva 02125890307 Data ultima modifica : 14/06/2006 10:49 DPSS Cod.Doc. 2140.20.0.168818 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Valido fino al 31 Marzo 2007. Documento riassuntivo delle misure di sicurezza per la Privacy

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA. Ai sensi e per gli affetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Allegato B punto 19

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA. Ai sensi e per gli affetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Allegato B punto 19 Per trattamento di dati deve intendersi: qualunque operazione o complesso di operazioni, svolte con o senza l ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione,

Dettagli

REGOLAMENTO SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

REGOLAMENTO SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI COMUNE DI VIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Approvato con deliberazione di G.C. n. 73 del 28.11.2000 INDICE TITOLO 1 ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART.

Dettagli

INFORMATIVA GENERALE

INFORMATIVA GENERALE UNIMEC S.R.L. Via Palazzo, 36 Albano S. Alessandro Bg Informazioni rese ai sensi dell art. 13 del D. Lgs.vo 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali e successive modifiche ed integrazioni.

Dettagli

Allo stesso modo il Decreto citato garantisce i diritti delle persone giuridiche e d ogni altro ente o associazione.

Allo stesso modo il Decreto citato garantisce i diritti delle persone giuridiche e d ogni altro ente o associazione. PRIVACY POLICY PRIVACY POLICY GENERALE RIVOLTA AI NAVIGATORI DEL SITO WWW.ITALIANCONVERTER.IT RESA AI SENSI DELl ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003 Il D. Lgs 196/2003, denominato Codice in materia di protezione

Dettagli

PROCEDURA PRIVACY PER RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

PROCEDURA PRIVACY PER RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Pag. 1 di 11 PROCEDURA PRIVACY PER RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI REV. DATA REDATTO APPROVATO Rev. 2 aprile 2014 Dr. Egidio Sesti Referente Aziendale Privacy Dr. Vitaliano De Salazar Direttore

Dettagli

COMUNE DI TRESCORE CREMASCO. Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE DI DISCIPLINA IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

COMUNE DI TRESCORE CREMASCO. Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE DI DISCIPLINA IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI TRESCORE CREMASCO Provincia di Cremona REGOLAMENTO COMUNALE DI DISCIPLINA IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA Articolo 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina il trattamento dei dati personali,

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE Il sottoscritto/a nato/a il / / 19 a residente a in Via Codice Fiscale E-mail Tel. Cell. Documento Tipo N. Ril. Scad. CHIEDE Di essere iscritto all associazione Professionisti Associati

Dettagli

I dati : patrimonio aziendale da proteggere

I dati : patrimonio aziendale da proteggere Premessa Per chi lavora nell informatica da circa 30 anni, il tema della sicurezza è sempre stato un punto fondamentale nella progettazione dei sistemi informativi. Negli ultimi anni il tema della sicurezza

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE NORME SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI E PER L'ADOZIONE DI

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE NORME SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI E PER L'ADOZIONE DI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLE NORME SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI E PER L'ADOZIONE DI MISURE MINIME DI SICUREZZA INDICE Articolo 1 - Ambito

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE RETE CIVICA COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE RETE CIVICA COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA RETE CIVICA COMUNALE Approvato con delibera di C.C. n. 93 del 4.11.2009 Modificato con delibera di C.C. n. 90 del 18.12.2014 ART.1 OGGETTO

Dettagli

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P. BOZZA D.P.S. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.iva Documento Programmatico sulla Sicurezza Indice finalità del documento inventario dei beni in dotazione

Dettagli

COMUNE DI CARBONE (PROVINCIA DI POTENZA)

COMUNE DI CARBONE (PROVINCIA DI POTENZA) COMUNE DI CARBONE (PROVINCIA DI POTENZA) REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSISIBILI E GIUDIZIARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 21 del 21.06.2007 IL SINDACO IL SEGRETARIO

Dettagli

COMUNE DI SOAVE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER VIDEO SORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI SOAVE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER VIDEO SORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI SOAVE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER VIDEO SORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 50 del 30.11.05 1 CAPO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 Finalità

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI Ufficio di Segreteria Cod. Fisc./Part. I.V.A. 00175660554 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA

Dettagli

l sottoscritto/a (cognome e nome in stampatello) nato/a provincia il (per gli stranieri indicare lo Stato di nascita)

l sottoscritto/a (cognome e nome in stampatello) nato/a provincia il (per gli stranieri indicare lo Stato di nascita) 1 ALL ENTE GESTORE DEI SERVIZI SOCIALI DOMANDA DI CONTRIBUTO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO FINALIZZATO ALLA CONTRIBUZIONE PER LA LOCAZIONE DI ALLOGGI IN EDILIZIA PRIVATA (STIPULA NUOVO CONTRATTO DI LOCAZIONE)

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) Scheda n. 1 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: TUTELA DAI

Dettagli

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 170 del 07.11.2011 Indice

Dettagli

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4.1 Requisiti generali LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA Il LS Majorana ha stabilito, tiene aggiornato, attua e documenta il proprio Sistema di gestione della qualità (SGQ) in accordo con in requisiti della

Dettagli

Comune di Corbetta Provincia di Milano. Regolamento comunale per l installazione e l utilizzo di impianti di videosorveglianza del territorio

Comune di Corbetta Provincia di Milano. Regolamento comunale per l installazione e l utilizzo di impianti di videosorveglianza del territorio Comune di Corbetta Provincia di Milano Regolamento comunale per l installazione e l utilizzo di impianti di videosorveglianza del territorio INDICE Articolo 1 Finalità e definizioni Articolo 2 Ambito di

Dettagli

Documento programmatico sulla sicurezza (ai sensi D.L.vo 196 del 30/06/03)

Documento programmatico sulla sicurezza (ai sensi D.L.vo 196 del 30/06/03) Documento programmatico sulla sicurezza (ai sensi D.L.vo 196 del 30/06/03) DISPOSIZIONI MINIME SULLA SICUREZZA E DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Il presente documento si compone di n. 13 pagine

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI ARCO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI ARCO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NEL COMUNE DI ARCO Approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 69 del 7 agosto 2012 IL SEGRETARIO COMUNALE Rolando Mora IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

UNINDUSTRIA SERVIZI s.r.l. REGOLAMENTO PER LA PROTEZIONE DEI DATI

UNINDUSTRIA SERVIZI s.r.l. REGOLAMENTO PER LA PROTEZIONE DEI DATI UNINDUSTRIA SERVIZI s.r.l. REGOLAMENTO PER LA PROTEZIONE DEI DATI REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 34, COMMA 1, LETTERA G) DEL D.LGS 196/2003 e successive modifiche, E DEL DISCIPLINARE

Dettagli

COMUNE DI MOZZECANE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO DOMINI INTERNET COMUNALI

COMUNE DI MOZZECANE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO DOMINI INTERNET COMUNALI COMUNE DI MOZZECANE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO DOMINI INTERNET COMUNALI Approvato con deliberazione di C.C. n. 52 del 29.12.2009 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO I domini www.comune.mozzecane.vr.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA Scheda n 2 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEL PERSONALE ASSEGNATO

Dettagli

La protezione dei dati personali

La protezione dei dati personali La protezione dei dati personali PER GLI ENTI NO-PROFIT Comitato di Gestione per il Fondo Speciale per il Volontariato Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige Presidenza Ufficio Affari di Gabinetto I

Dettagli

Campolongo sul Brenta

Campolongo sul Brenta Comune di Campolongo sul Brenta Provincia di Vicenza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA E LE PROCEDURE per l organizzazione del servizio di videosorveglianza del Comune di Campolongo sul Brenta Approvato

Dettagli

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy Obblighi di sicurezza e relative sanzioni Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy L adozione delle Misure Minime di Sicurezza è obbligatorio per tutti coloro che effettuano trattamenti

Dettagli

Notifica trattamento di dati personali: ultime precisazioni per privati e professionisti ( Garante Privacy, parere 23.04.2004 )

Notifica trattamento di dati personali: ultime precisazioni per privati e professionisti ( Garante Privacy, parere 23.04.2004 ) Notifica trattamento di dati personali: ultime precisazioni per privati e professionisti ( Garante Privacy, parere 23.04.2004 ) A ridosso del termine previsto per la notifica, il Garante per la protezione

Dettagli

Sistemi informativi aziendali

Sistemi informativi aziendali Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia SVILUPPO INTERCULTURALE DEI SISTEMI TURISTICI SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGIE WEB PER IL TURISMO - 1 a.a. 2012/2013 Section 1 Introduzione Introduzione ai sistemi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Regina Margherita Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di primo

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

CONTRATTO DI CONTO TASCABILE E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI

CONTRATTO DI CONTO TASCABILE E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI CONTRATTO DI CONTO TASCABILE E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI Edizione 04/2011 INDICE Sezione I - I principi che guidano il nostro rapporto Principio 1 - Come sono regolati i rapporti tra il

Dettagli

INDICE. Istituto Tecnico F. Viganò PROCEDURA PR 01. Rev. 2 Data 20 Maggio 2009. Pagina 1 di 9 TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI

INDICE. Istituto Tecnico F. Viganò PROCEDURA PR 01. Rev. 2 Data 20 Maggio 2009. Pagina 1 di 9 TENUTA SOTTO CONTROLLO DEI DOCUMENTI INDICE 1 di 9 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. TERMINOLOGIA E ABBREVIAZIONI 4. RESPONSABILITÀ 5. MODALITÀ OPERATIVE 5.1. Redazione e identificazione 5.2. Controllo e verifica 5.3. Approvazione 5.4.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE (Integrazione al Regolamento di Organizzazione degli uffici e dei servizi)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE (Integrazione al Regolamento di Organizzazione degli uffici e dei servizi) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON LINE (Integrazione al Regolamento di Organizzazione degli uffici e dei servizi) Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina le competenze,

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Martino Longhi di VIGGIÙ Via Indipendenza 18, Loc. Baraggia 21059 VIGGIU (VA) Tel. 0332.486460 Fax 0332.488860 C.F.

Dettagli

Comune di Olgiate Molgora (Provincia di Lecco)

Comune di Olgiate Molgora (Provincia di Lecco) Comune di Olgiate Molgora (Provincia di Lecco) via Stazione 20 23887 tel 0399911211 - fax 039508609 www.comune.olgiatemolgora.lc.it info@comune.olgiatemolgora.lc.it Regolamento comunale per la gestione

Dettagli

Dati e informazioni in azienda: sicurezza, vincoli legali e novità legislative. Gabriele Faggioli

Dati e informazioni in azienda: sicurezza, vincoli legali e novità legislative. Gabriele Faggioli Dati e informazioni in azienda: sicurezza, vincoli legali e novità legislative Gabriele Faggioli La Tutela dei dati personali: il D.lgs 196 del 2003 Concetti fondamentali: - Dati personali: Dati comuni

Dettagli