35 millimetri di carta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "35 millimetri di carta"

Transcript

1 35 millimetri di carta di Francesco Bicchieri 10 - Come si scrive una pagina di sceneggiatura Dopo aver affrontato un lungo viaggio per conoscere, approfondire e sviluppare il processo creativo che porta all ideazione di un film, approdiamo finalmente agli aspetti pratici su come si scrive una sceneggiatura. Se avete rispettato le consegne datevi volta per volta vi ritroverete ora con un bagaglio di spunti, testi, sviluppi e immagini non indifferente. Il lavoro di sceneggiatura è quindi già iniziato da tempo senza quasi che ve ne siate accorti. Avrete perciò sicuramente scritto una versione abbastanza precisa del vostro soggetto e una scaletta particolareggiata del film. Inoltre avrete preparato più schede biografiche sui personaggi principali della vostra storia, almeno di due o tre di loro. Se non avete ancora portato a termine tali compiti, fatelo prima di iniziare la stesura della sceneggiatura vera e propria. Eventuali carenze potranno essere rattoppate da una brillante scrittura delle prime pagine del copione, ma alla lunga la debolezza di uno dei pilastri che abbiamo descritto in precedenza (struttura drammatica, trama e personaggio) si manifesterà e il vostro edificiosceneggiatura inizierà a ondeggiare preannunciando un collasso strutturale mentre vi addentrate sempre più nell edificio stesso. Fate quindi tutto ciò che vi è possibile per cementare fin dall inizio le fondamenta della vostra storia. E adesso passiamo a una serie di consigli pratici su come deve essere scritta una sceneggiatura.

2 Innanzitutto ogni pagina di sceneggiatura equivale a circa un minuto di film. Una sceneggiatura di 120 pagine corrisponderà perciò a un lungometraggio di due ore. Vi ricordo che un lungometraggio è un film della durata minima di 75 minuti per poter accedere a finanziamenti statali e sostegni economici vari. Il tempo che si impiega per leggere un intera sceneggiatura dà con sufficiente grado di approssimazione la durata probabile della pellicola. E non è nemmeno il caso di osservare che uno sbadiglio a pagina dieci della vostra storia sarà un segnale inequivocabile che ciò che state scrivendo non funziona. Tenetene conto soprattutto quando farete leggere a qualche amico o regista il vostro lavoro. Una sceneggiatura si scrive (come peraltro avviene anche per il soggetto, il trattamento e la scaletta) sempre e solo al tempo presente. Mai il passato, mai il futuro. Usate sempre e solo il presente, che è il tempo dell azione. È una regola del cinema universalmente accettata. Ciò avviene in quanto la storia deve scorrere sulla pagina come le azioni e i dialoghi del film scorrono sullo schermo. Useremo perciò il tempo presente per dare immediatezza alle azioni, anche nel caso in cui esse si svolgano nel passato della storia (il tipico flashback) o nel futuro (con un flash-forward). Pensate alla serie di Ritorno al futuro di Robert Zemeckis, dove i continui salti nel passato e nel futuro vengono comunque raccontati e visti sempre al presente. Perciò in sceneggiatura le azioni che il protagonista della vostra storia compie vengono narrate con il tempo presente: corre, spara, bacia, guarda, mangia, ride, guida, attraversa la strada, dorme, legge il giornale, telefona e così via. E come lui si comporteranno tutti gli altri personaggi della vicenda. Le sceneggiature si possono redigere in tre possibili modi: alla francese, all italiana o all americana. Seguiremo quest ultima modalità di stesura, la più immediata e intuitiva e ormai adottata dalla maggior parte degli sceneggiatori. La stesura all americana si caratterizzata principalmente per la descrizione degli avvenimenti e delle azioni su righe intere, mentre i dialoghi sono posti al centro della pagina. Vediamone un esempio tratto da un cortometraggio in modo da chiarire altri termini tecnici tipici della sceneggiatura. UNA NINNA NANNA SUONATA DA UN CARRILLON SCENA 1. IMMAGINI DI REPERTORIO

3 Scorrono sulla cantilena muti frammenti di pubblicità che mostrano in rapida sequenza immagini accattivanti e stereotipate di madri premurose nei confronti dei propri bambini, il tutto rigorosamente all interno delle pareti domestiche, luogo di armonia e delizie. TITOLO NINNA NANNA Sono casalinghe efficientissime nel ménage familiare, bellissime altissime magrissime, si muovono per la casa senza sforzo, sorridenti, sempre all altezza mentre cambiano pannolini, distribuiscono merendine, sfornano fantastiche prelibatezze per i propri figli. IL FRASTUONO DI UN MARTELLO PNEUMATICO INGHIOTTE LA DOLCE NINNA NANNA SCENA 2. EST. GIORNO. STRADA DI MILANO Piove. Cielo grigio e casermoni grigi su una via stretta e trafficata. Ci ritroviamo nella vita vera, circondati da rumore, smog, auto in coda, operai che lavorano in un cantiere. Una madre col passeggino attraversa la strada a zigzag tra le auto ferme nel traffico e conquista il marciapiede passando per l unico varco dove le auto non sostano solo perché sull asfalto ci sono i segni gialli di un parcheggio per disabili. La donna prosegue ma noi andiamo invece verso due vetrine tappezzate di cartelli che offrono lavoro, varchiamo la porta ed entriamo in un agenzia di lavoro interinale. SCENA 3. INT. GIORNO. AGENZIA DI LAVORO INTERINALE Due scrivanie, arredamento freddo, metallo grigio. (36 anni), giacca e pantaloni grigi, camicetta bianca, capelli raccolti, gesti che nascondono la propria femminilità a vantaggio di un immagine il più possibile aziendale, sta guardando dalla vetrina, in piedi a braccia conserte, la coda di auto lungo la strada. La sua figura slanciata osserva immobile il lavoro degli operai.

4 Squilla il telefono dell ufficio. Il battere dei tacchi di Simona risuona nel locale mentre va a rispondere. (professionale) Next job agenzia interinale buongiorno. Ciao amore. Ma dove sei finito? È un ora che ti aspetto. Lo sai che è un casino quando piove. Qui è tutto bloccato. Almeno sei stato al Collocamento? Sì che ci sono stato. Ma il casino è stato arrivarci. Oggi è da delirio, bastano due gocce d acqua per paralizzare tutto. Simona cammina per l ufficio (sbrigativa) Non mi interessa. Quand è che arrivi? Tra poco, se sono fortunato.

5 Simona è davanti a uno dei cartelli pubblicitari incorniciati alla parete che raffigurano donne sorridenti e in carriera per aver trovato lavoro grazie a Next job. Con il dito sfiora il vetro che protegge il poster. Un leggero strato di polvere si è depositato sul polpastrello. Voglio che protesti con la ragazza delle pulizie. Perché? (strofina il pollice con l indice) Perché non pulisce. Non puoi permetterle di fare tutto ciò che vuole. Qui abbiamo un immagine da difendere. Che sarà mai? Un dito di polvere ogni tanto. (alterata) Un dito di polvere sulla nostra professionalità! C è un pavimento che fa schifo! Una scrivania, la tua ovviamente, che è un schifo! Quand è che fai ordine? Fabio ride dall altro capo del telefono. Tu ridi scemo! Ha telefonato Bernasconi! E che voleva?

6 Voleva la pratica per la senegalese. Io non l ho trovata. Simona osserva sconsolata la scrivania di Fabio, dove regna il caos tra documenti e pratiche accumulate le une sulle altre nel più totale disordine. (seria) È incazzatissimo. Guarda che ci parli tu adesso. Che ti ha detto? Che trova il modo per mandarla via, e che non devi più proporgli donne giovani. Solo maschi vuole, hai capito? Per quello che paga è già tanto se trova qualcuno Non vuole gente che dopo tre mesi sta a casa perché è incinta. Tanto dopo tre mesi le manda a casa comunque Non mi interessa cosa fa. Mi interessa solo che sia soddisfatto delle nostre proposte.

7 FABIO (off, irritato) Ho capito che sei risultata la miglior selezionatrice al corso di perfezionamento, ma guarda che per uscirne vivi e con la coscienza pulita qualche volta dobbiamo anche provare a convincere i datori di lavoro che la schiavitù è illegale e non solo dargli tutto quello che cercano. (sbrigativa) Ciao. Va be. A dopo. Simona chiude la comunicazione. Si siede alla sua scrivania irritata. Il suo tavolo è ordinatissimo, non c è quasi nulla a parte il telefono, un agenda, il computer e una pila di questionari allineati in una vaschetta. Di fronte a lei il delirio della scrivania di Fabio. Simona scuote la testa e stando seduta lancia un occhiata oltre la vetrina, osservando un auto che fa retromarcia e parcheggia nel posto riservato ai disabili di fronte all agenzia. SCENA 4. EST. GIORNO. STRADA AGENZIA DI LAVORO INTERINALE Ne vede scendere una quarantenne trafelata che apre il baule dell auto e ne estrae la parte inferiore di una carrozzina per bambini ripiegata. Armeggia per aprirla non senza qualche difficoltà e quando completa l operazione prende dal sedile posteriore dell auto la parte sopra della carrozzina e l aggancia alla struttura in metallo. Ora la carrozzina è pronta. La donna sta per andare via ma un ausiliario del traffico l ha già bloccata. L agente le va segno che non può sostare, che deve andar via subito. SCENA 5. INT./EST. GIORNO. AGENZIA DI LAVORO INTERINALE Simona osserva i tentativi della donna di convincere il pubblico ufficiale a chiudere un occhio, quasi lo prega. Indica la carrozzina. Niente. L ausiliario scuote la testa e prende il

8 blocco delle multe dalla borsa. Appena estrae la penna per elevare la multa la donna gli tocca la mano, fa segno che si arrende, si guarda attorno, scopre Simona comodamente seduta oltre la vetrina e senza pensarci entra con la carrozzina in negozio. Uno scampanellio avverte che la porta dell agenzia si è aperta. DONNA (perentoria) Le lascio il bambino per 30 secondi. Cerco un parcheggio più avanti. Questione di un attimo. Corro, che se no mi becco una multa. La donna si precipita all esterno. L ausiliario la invita ad andarsene. DONNA (all ausiliario, a voce alta) Ma sì, vado! Ho capito! Un attimo! La donna risale in auto e va via. Simona non ha avuto il tempo di fiatare. La carrozzina è al centro del locale, lei in piedi alla scrivania. Osserva la carrozzina attonita, quasi assente. SCENA 6. INT. GIORNO. NEL BAGNO DELL AGENZIA Simona sistema la carrozzina tra il lavandino e il water. La osserva per un attimo. Lo scampanellio l avverte che qualcuno è entrato in agenzia. Innanzitutto notiamo i dialoghi al centro della pagina e la descrizione delle scene a righe intere. Questa è un tipico esempio di sceneggiatura redatta all americana. Al centro della pagina metteremo inoltre l indicazioni di rumori e suoni se fondamentali nel contesto del film. Non confondete i suoni con le musiche della colonna sonora, che non fanno parte dei compiti dello sceneggiatore e quindi non vanno assolutamente inserite in sceneggiatura. Anche eventuali titoli, se appaiono sulle scene iniziali, andranno posti al centro della pagina. Gli ambienti si dividono in EST. (Esterno) o INT. (Interno) a seconda che ci troviamo all aperto o in una location. La successiva precisazione è temporale: GIORNO o NOTTE. Quindi va inserito il

9 luogo fisico dove si svolge l azione. Le scene andranno numerate a fine sceneggiatura; scriveremo quindi SCENA 1, 2, e così via fino all ultima. Nell ultima pagina della sceneggiatura metterete, se sarete riusciti a portare a termine la vostra storia, la parola FINE al centro della pagina. Riassumendo le possibili combinazioni: SCENA n. INT (EST.) GIORNO (NOTTE). LUOGO DELL AZIONE Per la stesura della sceneggiatura va bene un carattere in corpo 12 (14 al massimo) possibilmente semplice e leggibile, che non affatichi la lettura, per esempio un Times New Roman, ma ognuno è libero di scegliere quello che più gli è congeniale. La scrittura deve essere asciutta e precisa. I personaggi vanno delineati con pochi tratti e le azioni vanno descritte sempre al tempo presente. L interlinea non deve essere né troppo soffocante né troppo ariosa. Studiate un giusto rapporto tra spazi pieni e vuoti. La stesura della sceneggiatura deve essere armoniosa anche nelle quantità di spazi bianchi presenti in pagina. Una sceneggiatura scritta troppo fittamente, con interminabili e minuziose descrizioni, con troppo testo che rallenta la lettura, cioè l azione della storia, non fa una buona impressione e affatica il lettore, che il più delle volte cestina il copione senza averlo terminato. La sceneggiatura non deve contenere alcuna indicazione di regia. Iindicare le inquadrature non è compito dello sceneggiatore, anche se in passato le sceneggiature, definite di ferro, erano ricche di note di regia, che appesantivano la lettura volendo precisare in che modo andassero inquadrate e sviluppate le scene. La tendenza attuale trascura volutamente indicazioni di regia, privilegiando la leggibilità e la scorrevolezza della scrittura, a tutto vantaggio della storia, demandando al regista i successivi inserimenti di note tecniche. Ciò non vuol dire che lo sceneggiatore non dia suggerimenti su come le scene devono essere girate, ma essi sono presenti nel testo in modo implicito. È meglio che l inquadratura scorra implicitamente attraverso una lettura gradevole, che suggerisce comunque una precisa modalità di visione. Uno sceneggiatore deve prima di tutto privilegiare lo stile, anche se non sta facendo letteratura. Il lavoro di scrittura cinematografica non è né letteratura né cinema, ma si colloca nel mezzo con l obiettivo di avvincere il lettore (regista, produttore o attore) dalla prima all ultima pagina della nostra storia, e non di dimostrare quanto si è bravi in qualità di registi o letterati. Lo sceneggiatore appartiene a una razza di scrittori del tutto particolare, quella che scrive per immagini. Rispetto ai dialoghi, accanto al nome di chi parla, se è necessario sottolineare un tono o un gesto o un espressione che accompagna la battuta, si può aggiungere sempre con parsimonia e delicatezza,

10 come indicato nell esempio, qualche breve espressione o un aggettivo che qualifichi maggiormente la battuta. Se il personaggio parla non ripreso dalla macchina da presa a fianco del nome si inserisce la dicitura v.f.c. (voce fuori campo) o all inglese (off). Se il personaggio non parla ma pensa ripreso dalla macchina da presa, e quindi ne sentiamo i pensieri, a fianco del nome si inserisce la dicitura (voice over). Se necessario in basso a destra possono apparire in maiuscolo i passaggi da un inquadratura a un altra: STACCO (in inglese CUT), DISSOLVENZA (DISSOLVE), DISSOLVENZA INCROCIATA (FADE OVER). Scegliete i termini che per voi risultano più semplici. Un flashback va indicato aggiungendolo tra parentesi alle altre indicazioni di scena. SCENA 25. EST. GIORNO. VILLA (FLASHBACK. IMMAGINI IN B/N). In generale scegliete sempre la modalità più semplice e intuitiva per raccontare il vostro film. Purtroppo spesso le sceneggiature, specie per gli esordienti, complicano eccessivamente situazioni semplici e immediate, che non alcun bisogno di informazioni aggiuntive. Sarà solo la pratica e l esperienza che vi farà apprendere il modo migliore di esprimervi sulla carta. Occorre tempo e tanto lavoro alle spalle. Con questi consigli pratici su come si redige una sceneggiatura si conclude il nostro corso base. Ormai siete svezzati ad affrontare il vostro primo film. È arrivato il momento di far vedere quel che sapete fare, siete voi d ora in poi i protagonisti, gli artefici e i demiurghi della vostra storia. Buon lavoro a tutti.

Linee guide per la scrittura di una sceneggiatura

Linee guide per la scrittura di una sceneggiatura Linee guide per la scrittura di una sceneggiatura Introduzione Ci sono alcune regole e convenzioni che consigliamo di seguire quando si scrive una sceneggiatura per il Concorso di Sceneggiatura Nisi Masa.

Dettagli

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Scena 1 Titolo del film. Animazione di Tino, il gatto protagonista. Scena 2 [Esterno giorno Gabbione] Primo Piano di un gatto che si riposa e

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Manuale del giovane Filmmaker

Manuale del giovane Filmmaker Manuale del giovane Filmmaker Doma il bullo 2011/2012 Corecom Lombardia - Manuale del giovane filmmaker Istruzioni per l uso In queste pagine potrai scoprire i principi fondamentali per realizzare un video

Dettagli

Quando lanciamo il programma, ci si presenterà la maschera iniziale dove decideremo cosa vogliamo fare.

Quando lanciamo il programma, ci si presenterà la maschera iniziale dove decideremo cosa vogliamo fare. SOFTWARE CELTX Con questo tutorial cercheremo di capire, e sfruttare, le potenzialità del software CELTX, il software free per la scrittura delle sceneggiature. Intanto diciamo che non è solo un software

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

La nascita di un corto

La nascita di un corto La nascita di un corto Short Animated Movie in 3D Scrivere la storia A cosa serve scrivere la storia? ad affezionartici a capire se funziona a ricordartela a distanziarla da te così da poterla criticare

Dettagli

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione.

- Un ragazzo ed una ragazza si amano, ma sono costretti a tenere segreta la loro relazione. Un film racconta una serie di azioni che delle persone compiono in determinate situazioni. Per iniziare a scrivere una sceneggiatura bisogna avere un idea di cosa si vuol far fare a queste persone, ai

Dettagli

LA SCRITTURA DI UN FILM

LA SCRITTURA DI UN FILM LA SCRITTURA DI UN FILM La scrittura di un film e, nello specifico, di un cortometraggio come nel nostro caso, avviene mediante tre passaggi: SOGGETTO SCALETTA SCENEGGIATURA IL SOGGETTO ovvero il RIASSUNTO

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

A SCUOLA IN BICICLETTA

A SCUOLA IN BICICLETTA A SCUOLA IN BICICLETTA Come si fa? di Michele Mutterle Tuttinbici FIAB Vicenza Michele Mutterle A scuola in Prima di tutto: procurati una bici! Che deve essere Comoda Giusta per la tua età perfettamente

Dettagli

Come si realizza uno spot pubblicitario

Come si realizza uno spot pubblicitario Come si realizza uno spot pubblicitario La realizzazione di uno spot si compone principalmente di quattro fasi: 1. Pre-produzione: la fase di scrittura 2. Lavorazione: le riprese 3. Post-produzione: il

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

domani 1 cortometraggio Petali

domani 1 cortometraggio Petali domani 1 cortometraggio Petali regia: Giacomo Livotto soggetto: Luca Da Re sceneggiatura: Giacomo Livotto montaggio: Franco Brandi fotografia: Michele Carraro interpreti: Erika Cadorin, Fabio Degano, Giacomo

Dettagli

IL DISTURBO AUTISTICO

IL DISTURBO AUTISTICO LEZIONE: DISTURBI PERVASIVI DELLO SVILUPPO (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE

INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE INTRODUZIONE AL VIDEOMAKING PARTE II: LA POSTPRODUZIONE PROGRAMMA 10.15 11.30 Teoria del montaggio 11.30 13.00 Cinetecnica: uso di AVS editor 13.00 14.00 Pausa pranzo 14.00 17.30 Laboratorio: montaggio

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice.

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Ha una Laurea in Arti visive dello spettacolo. Il cortometraggio da lei scritto Maria Cristina per un soffio non ha fatto parte della

Dettagli

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo

Chiara, Giada, Maria, Matteo, Matteo Eccoci pronti a partire per Aprica, dove ci aspetta un tranquillo weekend in montagna. Ci andiamo spesso e conosciamo perfettamente tutto il tragitto. Appena ci spostiamo in direzione nord le case iniziano

Dettagli

Nuntio vobis gaudium magnum: habemus Papam.

Nuntio vobis gaudium magnum: habemus Papam. Università degli Studi Di Bergamo Didattizzazione del film Habemus Papam di Nanni Moretti (A cura di Luisa Fumagalli, docente CIS) Queste attività sono state pensate per studenti universitari di livello

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi gli

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

SCRIVERE TESTI CON WORD

SCRIVERE TESTI CON WORD SCRIVERE TESTI CON WORD Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello occorre un programma di elaborazione testo. Queste lezioni fanno riferimento al programma più conosciuto: Microsoft

Dettagli

Capitolo 1. A casa. 1. Vero o falso? 2. Completa le frasi e scrivile sulle righe, come nell esempio. V! F! 13 anni.

Capitolo 1. A casa. 1. Vero o falso? 2. Completa le frasi e scrivile sulle righe, come nell esempio. V! F! 13 anni. Capitolo. A casa. Vero o falso?. Federico ha 2 anni. 2. Federico fa i compiti. 3. Prometeus è un eroe. 4. Federico ha tanti amici. 5. Filippo è in montagna. 6. Prometeus nuota nel mare. 7. Prometeus non

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

che hanno racconto come protagonisti degli animali una morale linguaggio semplice frasi brevi insegnamento parlano e si comportano come gli uomini

che hanno racconto come protagonisti degli animali una morale linguaggio semplice frasi brevi insegnamento parlano e si comportano come gli uomini LA favola È un racconto breve ha come protagonisti degli animali che parlano e si comportano come gli uomini un linguaggio semplice frasi brevi molti dialoghi una morale cioè un insegnamento hanno pregi

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 13 Data. 05.11.2007 Ora 15.00 Intercettazioni telefoniche

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

Due Metodi per ricaricare il vostro cellulare Tim, Vodafone e Wind gratis

Due Metodi per ricaricare il vostro cellulare Tim, Vodafone e Wind gratis Due Metodi per ricaricare il vostro cellulare Tim, Vodafone e Wind gratis Ciao, ti sei aggiudicato una guida per effettuare ricariche sul tuo cellulare gratis, Il metodo è molto semplice ed e tutto fattibile

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

CORSO DI ITALIANO PER STRANIERI VIGEVANO I CIRCOLO A.S.2011-2012

CORSO DI ITALIANO PER STRANIERI VIGEVANO I CIRCOLO A.S.2011-2012 CORSO DI ITALIANO PER STRANIERI VIGEVANO I CIRCOLO A.S.2011-2012 GRAMMATICA ITALIANA BASE ALFABETO: A B C D E F G H I K L M N O P Q R S T U V Z a b c d e f g h i k l m n o p q r s t u v z PRONOMI PERSONALI

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

La sceneggiatura! cinematografica! Shelley Duvall, Jack Nicholson e Stanley Kubrick, tratto da Shining. Stadi del! processo creativo!

La sceneggiatura! cinematografica! Shelley Duvall, Jack Nicholson e Stanley Kubrick, tratto da Shining. Stadi del! processo creativo! La sceneggiatura! cinematografica! Shelley Duvall, Jack Nicholson e Stanley Kubrick, tratto da Shining Stadi del! processo creativo! Stadi del processo creativo : idea Che cos è la sceneggiatura?!

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe

Capitolo 1. La realizzazione di un film: la troupe Capitolo 1 La realizzazione di un film: la troupe LA REALIZZAZIONE DI UN FILM Giuseppe Bertolucci racconta Le tre scritture del cinema LA REALIZZAZIONE DI UN FILM - Le tre scritture del cinema - PRE-PRODUZIONE

Dettagli

Sicurezza a Scuola. Con Romeo Marameo e Giulietta Furbetta

Sicurezza a Scuola. Con Romeo Marameo e Giulietta Furbetta Gruppo Didattica della Sicurezza Rete di Verona - Sicurezza a Scuola Con Romeo Marameo e Giulietta Furbetta 1. Introduzione. La proposta di un intervento educativo sulla sicurezza nella fascia d età della

Dettagli

RAGAZZO Tutto quello che sto per scrivere è la vera storia di come abbiamo imparato che il freddo modifica la traiettoria dei pesci.

RAGAZZO Tutto quello che sto per scrivere è la vera storia di come abbiamo imparato che il freddo modifica la traiettoria dei pesci. INT. GIORNO La mdp riprende, di spalle un ragazzo che sta scrivendo ad un computer. Mentre sul monitor vediamo apparire le parole, il ragazzo dice quello che scrive. RAGAZZO Tutto quello che sto per scrivere

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra.

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. 3 unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. Casa indipendente nel verde Bellissimo appartamento in Borgo dei Mulini Stupenda casa in campagna a 10 chilometri

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

CARLOS E SARA VANNO A BASKET

CARLOS E SARA VANNO A BASKET CARLOS E SARA VANNO A BASKET Io comincio subito a fare i compiti perché storia, per me, è un po difficile Ciao Fatima, dove vai? Vado a casa a studiare. E tu? Io e Carlos andiamo a giocare a basket. Lui

Dettagli

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome.

2. Orsoroberto I bambini ricevono la scheda numero 1, colorano l Orsoroberto e rispondono alla domanda: Come ti chiami? scrivendo il loro nome. Unità I L identità personale Contenuti - Salutarsi - Presentarsi - Parlare di sé - Famiglia - Numeri Attività Un pupazzo di nome Roberto aiuterà i bambini ad imparare l italiano, e diventerà presto la

Dettagli

QUESTIONARIO SICUREZZA

QUESTIONARIO SICUREZZA QUESTIONARIO SICUREZZA 1. Quale figura del D.Lgs. 81/08 ha l obbligo di osservare le misure generali per la sicurezza e la salute dei lavoratori? A. Il Datore di Lavoro B. Il lavoratore C. Il Rappresentante

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Codici e sottocodici cinematografici

Codici e sottocodici cinematografici Codici e sottocodici cinematografici Cenni di un analisi semiotica del testo audiovisivo Premesse generali Concetto di COMUNICAZIONE SIGNIFICANTE E SIGNIFICATO Il concetto di CODICE Aspetto denotativo

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere VIAGGI NELLE STORIE Frammenti di cinema per narrare L incontro Percorso di italiano L2 per donne straniere Claudia Barlassina e Marilena Del Vecchio Aprile Maggio 2009 VIAGGI NELLE STORIE I PARTE GUARDA

Dettagli

Lezioni di spicce Fotografia

Lezioni di spicce Fotografia Lezioni spicce di fotografia Lezioni di spicce Fotografia 1 Introduzione L idea di queste pagine, un po spicce, vagamente sbrigative, nascono da una conversazione in chat, perché anche io chatto, con un

Dettagli

Guida didattica all unità 2 In libreria

Guida didattica all unità 2 In libreria Destinazione Italiano Livello 3 Guida didattica all unità 2 In libreria 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che può

Dettagli

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città.

In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. IN GIRO PER LA CITTÀ In classe è arrivato da due settimane Adriatik, un ragazzo albanese. Alcuni compagni fanno con lui un giro per la città. Allora, ragazzi, ci incontriamo oggi pomeriggio alle 3.00 in

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E AL SUO RITORNO, GULLIVER CI HA PREPARATO UNA SORPRESA GULLIVER DAL CARTAPAESE CI HA PORTATO UN SACCO

Dettagli

ALLA RICERCA DEI COLORI PERDUTI

ALLA RICERCA DEI COLORI PERDUTI dai 7 anni SERIE ROSSA scuola primaria ALLA RICERCA DEI COLORI PERDUTI UNA FIABA SULL INQUINAMENTO AUTORE: M. Strianese SCHEDE DIDATTICHE: G. Marchegiani ILLUSTRAZIONI: V. Grassini PAGINE: 128 PREZZO:

Dettagli

RIASSUNTO DELLO SPETTACOLO

RIASSUNTO DELLO SPETTACOLO Voci Narrazione di Claudio Milani Con Claudio Milani Testo Francesca Marchegiano Illustrazioni e Scene Elisabetta Viganò, Armando Milani Musiche e canzoni Sulutumana, Andrea Bernasconi Cantante lirica

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Come fare un notiziario parrocchiale o una rivista di informazione

Come fare un notiziario parrocchiale o una rivista di informazione INSERTO DA STACCARE E CONSERVARE Patriarcato di Venezia, UFFICIO COMUNICAZIONI SOCIALI Dall esperienza di quest anno della Scuola di Comunicazione ecco una guida pratica per parrocchie, movimenti, gruppi,

Dettagli

L allarme scattò esattamente alle tredici e zero due. Il capo della polizia diramò personalmente l ordine con una telefonata giú al Sedicesimo

L allarme scattò esattamente alle tredici e zero due. Il capo della polizia diramò personalmente l ordine con una telefonata giú al Sedicesimo 1. L allarme scattò esattamente alle tredici e zero due. Il capo della polizia diramò personalmente l ordine con una telefonata giú al Sedicesimo distretto, e novanta secondi piú tardi i campanelli cominciarono

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

BREVISSIMO CORSO DI CINEMA 2012 - Schrade Engineering

BREVISSIMO CORSO DI CINEMA 2012 - Schrade Engineering BREVISSIMO CORSO DI CINEMA 2012 - Schrade Engineering 1. Dall idea allo spettatore 1.1 L evoluzione del prodotto 1.1.1 Ideazione e scritture Un idea, opportunamente sviluppata e ampliata, può essere trasformata

Dettagli

Videók forgatókönyve. 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk!

Videók forgatókönyve. 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk! Videók forgatókönyve 1. Videó: Eszem-iszom 2. Videó: Mosolygós jó reggelt 3. Videó: Gyere, játszunk! 1. Videó: Eszem-iszom Videók forgatókönyve további információ a www.littlepim.hu oldalon Little Pim

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI LINGUA CLASSE V ANNO SCOLASTICO PROVE DI INGRESSO ALUNNO 1 PROVA DI COMPRENSIONE DEL TESTO Leggi

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

LO SCHERMO E LE EMOZIONI

LO SCHERMO E LE EMOZIONI Ad Hoc Film s.r.l CONCORSO 2015/16 - III EDIZIONE LO SCHERMO E LE EMOZIONI Scrivi una storia per il cinema Riservato agli studenti degli Istituti Superiori d Italia PRESENTAZIONE L idea del concorso Lo

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Ricerche sulla punteggiatura

Ricerche sulla punteggiatura La punteggiatura Ricerche sulla punteggiatura La punteggiatura sembra progredire dai LIMITI ESTERNI del testo verso l interno Quando compare all interno del testo si concentra: all interno o ai margini

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

Lezione 10: Che tipo di film preferisci?

Lezione 10: Che tipo di film preferisci? Lezione 10: Che tipo di film preferisci? Prima di guardare A. Completa la descrizione con le forme corrette dei verbi tra parentesi, usando o il passato prossimo o l imperfetto. Davide (invitare) Sara

Dettagli

La città di Federico. Piccola guida alle barriere architettoniche

La città di Federico. Piccola guida alle barriere architettoniche La città di Federico Piccola guida alle barriere architettoniche 1 Ciao! Mi chiamo Federico e sono un bambino come te: vado a scuola, mi piace giocare con gli amici, andare al cinema o a mangiare la pizza.

Dettagli

Il fumetto Creazione di storie per immagini

Il fumetto Creazione di storie per immagini Il fumetto Creazione di storie per immagini Introduzione Il fumetto è un linguaggio che a sua volta utilizza un linguaggio molto semplice. L efficacia di questo mezzo espressivo è resa dall equilibrio

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

Nome. I due coccodrilli blu ed il buco nel sistema (Cortometraggio) Durata. 90 minuti circa. Gruppo Target Ragazzi e adolescenti da 12 anni in su 1

Nome. I due coccodrilli blu ed il buco nel sistema (Cortometraggio) Durata. 90 minuti circa. Gruppo Target Ragazzi e adolescenti da 12 anni in su 1 IGIV - Guida METODO PEDAGOGICO Nome I due coccodrilli blu ed il buco nel sistema (Cortometraggio) Durata 90 minuti circa Gruppo Target Ragazzi e adolescenti da 12 anni in su 1 Materiale, spazio, numero

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Kaba TouchGo Porte più comode.

Kaba TouchGo Porte più comode. Kaba TouchGo Porte più comode. Il sistema di chiusura elettronico Kaba TouchGo vi risparmia la ricerca delle chiavi. Basta un leggero tocco sulla maniglia della porta e la serratura riconosce se siete

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Regole di buona scrittura

Regole di buona scrittura Regole di buona scrittura Cosa serve sapere prima di scrivere Questo documento non è completo né esaustivo riguardo i temi trattati e non contiene delle regole definitive ma solo dei punti cardine da cui

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

LA MACCHINA FOTOGRAFICA

LA MACCHINA FOTOGRAFICA D LA MACCHINA FOTOGRAFICA Parti essenziali Per poter usare la macchina fotografica, è bene vedere quali sono le sue parti essenziali e capire le loro principali funzioni. a) OBIETTIVO: è quella lente,

Dettagli

BREVE MANUALE PER VIAGGIARE IN GRUPPO IN SICUREZZA

BREVE MANUALE PER VIAGGIARE IN GRUPPO IN SICUREZZA GENOVA CHAPTER BREVE MANUALE PER VIAGGIARE IN GRUPPO IN SICUREZZA PRIMA DI TUTTO Ricorda che VIAGGIARE CON IL GRUPPO È UNA SCELTA VOLONTARIA e che esiste una sostanziale differenza fra guidare in un grande

Dettagli

Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa

Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa Corso di Formazione ATTIVITA INTERDISCIPLINARI con particolare riferimento alla lingua italiana e alla matematica Relatori : Bragazzi Rossella Colardo Elsa Unità di lavoro del Progetto Bambini maestri

Dettagli

Borsa di studio/classe IV

Borsa di studio/classe IV 1 Borsa di studio/classe IV La storia va in fumetto Racconta la Storia di Clara dagli occhi grandi in un fumetto! 1. Riassumi la storia nelle scene che ti sembrano più importanti (per es. Clara che parla

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli