in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito"

Transcript

1 in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito Nel confermare il loro impegno di sviluppo e promozione sociale, la Fondazione aiutare i bambini Onlus ( Aiutare i Bambini ) e la Fondazione CON IL SUD intendono rinnovare il percorso di collaborazione avviato nel 2011, costruito sulla condivisione di obiettivi di infrastrutturazione sociale. Per il terzo anno, con il Bando Un asilo nido per ogni bambino ( Bando ), l attenzione si rivolge ad una tematica fondamentale per lo sviluppo del territorio: favorire l educazione dei bambini attraverso l ampliamento dell offerta di servizi alla prima infanzia, con particolare riferimento a zone disagiate e utenza in condizioni di bisogno. A fronte della carenza di strutture per la prima infanzia in Italia, il Bando intende contribuire all apertura o al potenziamento di servizi per la prima infanzia nel Mezzogiorno d Italia (asili nido o spazi gioco). In un percorso di collaborazione condiviso, Aiutare i Bambini si avvarrà del sostegno finanziario della Fondazione CON IL SUD. Il Bando prevede la destinazione di risorse per un importo complessivo pari a , apportate per il 50% da Aiutare i Bambini e per il 50% da FCS. I nuovi servizi per la prima infanzia saranno gestiti da organizzazioni nonprofit (associazioni, cooperative sociali, fondazioni operative) e saranno caratterizzati da - una speciale attenzione verso l accoglienza di bambini provenienti da situazioni di fragilità sociale; - la capacità di coinvolgere e mobilitare volontari; - una sostenibilità economica basata su elementi concreti. Inoltre, rispetto alle due edizioni precedenti, il presente Bando propone la presentazione di progetti dotati delle seguenti caratteristiche aggiuntive: - periodi ed orari giornalieri di apertura dei servizi particolarmente ampi e flessibili, in modo tale da favorire la conciliazione dei tempi di vita e lavoro per i famigliari; - offerta di servizi aggiuntivi per il sostegno alla genitorialità e al benessere della famiglia nel suo complesso. Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 1

2 Il Bando prevede la presentazione delle Proposte di Progetto entro le ore del 31 marzo 2013, cui seguirà il processo di valutazione volto a selezionare quelle ritenute più valide e capaci di generare valore sociale sul territorio. Il processo di valutazione delle Proposte di Progetto, di monitoraggio di quelle selezionate per il finanziamento e di liquidazione dei relativi contributi spettano a Aiutare i Bambini, cui Fondazione CON IL SUD assicura il proprio sostegno finanziario. Modello di intervento Il servizio tipo promosso dal Bando dovrà risultare all atto della presentazione del progetto: in fase di avvio o di potenziamento (con un significativo aumento del numero di bambini ospitati); gestito da un organizzazione del terzo settore o del volontariato, con passione e professionalità; nato da un bisogno reale: assenza o grave carenza di asili nido in periferie urbane e\o centri mediopiccoli; aperto, almeno per il 25% dei posti, a bambini provenienti da situazioni di fragilità sociale e familiare (difficoltà economiche, problemi di integrazione e immigrazione, famiglie monoreddito o con molti figli, condizioni di disabilità o svantaggio psico-fisico); che preveda un ruolo attivo del volontariato, anche con coinvolgimento delle famiglie dei bambini e altre realtà del territorio; in grado di sostenersi nel tempo, grazie ad una pianificazione delle entrate economiche che preveda un buon mix tra le rette delle famiglie, finanziamenti pubblici e privati; che offra servizi di sostegno ai genitori in situazioni di difficoltà, al fine di migliorare il benessere complessivo della famiglia; che offra orari di apertura del servizio ampi e flessibili, coerentemente con le esigenze delle famiglie; che rispetti le normative regionali. Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 2

3 Modalità di partecipazione al Bando 1. Requisiti di ammissibilità formale delle organizzazioni richiedenti Sono ammessi a presentare il progetto i soggetti che abbiano i seguenti requisiti: siano organizzazioni nonprofit (associazioni ONLUS, cooperative sociali, organizzazioni di volontariato, fondazioni operative); siano in partenariato con almeno altre due organizzazioni (pubbliche o private), che svolgano un ruolo concreto e utile per il progetto; siano costituite da almeno 3 anni alla data di pubblicazione del bando; abbiano sede legale in una delle seguenti regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia; rispettino la procedura di presentazione del progetto in tutte le sue parti, come descritto al punto 8 del presente bando. 2. Caratteristiche dei progetti finanziabili I progetti presentati dovranno essere in possesso di una serie di caratteristiche fondamentali di seguito elencate e a cui Aiutare i Bambini farà riferimento nella fase di selezione preliminare dei progetti: Essere promossi da organizzazioni che abbiano già maturato esperienza nella gestione di servizi alla prima infanzia. È preferibile che l organizzazione lavori nel settore da almeno tre anni. Prevedere l apertura di un nuovo asilo nido o spazio gioco rivolto a bambini 3 mesi-3 anni, o il potenziamento di un asilo esistente in una delle seguenti regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. In caso di potenziamento di un servizio esistente, sarà valutato positivamente un incremento non inferiore al 30% dei bambini accolti. Prevedere che una parte dei bambini inseriti provenga da situazioni familiari di fragilità sociale (es. difficoltà economiche, lavorative, problemi di integrazione e immigrazione, famiglie monoreddito o con molti figli, predisposizione di percorsi per l'accoglienza di bambini in condizioni di disabilità o svantaggio psico-fisico). Sarà valutata positivamente l accoglienza di almeno il 25% di bambini in situazione di fragilità sociale sul totale dei bambini accolti dal servizio. Prevedere un ruolo attivo ed impegnato di volontari e delle famiglie dei bambini alla vita del progetto, in mansioni operative (es. pulizie, aiuto mensa, supporto agli educatori), nell organizzazione del servizio o in attività di sensibilizzazione (come feste e momenti speciali). Sarà valutato positivamente un monte ore di volontariato non inferiore a 20 ore a settimana, calcolato sommando le ore svolte da tutti i volontari. Rispondere ad un bisogno reale: assenza o grave carenza di asili nido in periferie urbane e\o centri medio-piccoli. Dimostrare inoltre che l iniziativa proposta è in linea con l analisi del bisogno e con le prospettive di intervento di enti pubblici e soggetti privati attivi sul territorio (es. accordi o intese con Comuni, enti locali, fondazioni, parrocchie etc.). Rispettare gli standard strutturali ed organizzativi (es. personale in regola per qualifiche e tipologia di contratto applicata), richiesti dalle normative regionali sull apertura e gestione di asili nido. Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 3

4 Presentare un credibile piano di copertura economica del progetto che dimostri il raggiungimento del punto di pareggio tra entrate e uscite entro la fine del finanziamento. La mancanza di uno o più dei requisiti sopra esposti determinerà, in fase di pre-valutazione, un punteggio proporzionalmente inferiore. 3. Parametri per la valutazione dei progetti presentati Aiutare i Bambini, nel processo di analisi delle proposte di progetto e di attribuzione dei contributi economici, ferma restando la propria assoluta discrezionalità al riguardo e senza peraltro che la stessa possa ritenersi obbligata in tal senso, applicherà i seguenti parametri di valutazione: Condizioni socio-economiche delle famiglie beneficiarie più fragili Valuta le difficoltà socio-economiche, in relazione al contesto italiano: problemi di integrazione e immigrazione, famiglie monoreddito o con molti figli, perdita di lavoro o precarietà dei genitori, carenza abitativa. Situazione socio-sanitaria dei beneficiari diretti Considera i possibili disagi fisici e quelli psicologici quali, ad esempio, le eventuali disabilità o malattie, l'assenza di un nucleo familiare o di figure di riferimento, le carenze socio-affettive vissute dai bambini. Offerta di servizi alla prima infanzia nel territorio di riferimento Misura l'adeguatezza dei servizi presenti nel territorio, e la presenza o meno di strutture dedicate, ovvero i tempi di attesa per l accesso al servizio. Livello di emarginazione sociale dei bambini Valuta le difficoltà di integrazione sociali con gli altri a causa di diversità etniche, linguistiche, religiose, culturali, socio economiche. Livello di urgenza dell'intervento Valuta gli eventi che impongono una sollecita approvazione del progetto (situazioni sociali, politiche, economiche straordinarie o particolarmente pressanti etc.). Valuta inoltre l'urgenza dell'intervento dovuta a una precisa data di inizio del progetto. Livello di coerenza e chiarezza della proposta in relazione ai bisogni dei bambini Misura la coerenza e valuta l'efficacia tra i bisogni presentati, gli obiettivi dichiarati e le azioni proposte. Numero di beneficiari diretti Considera il numero di bambini accolti per tutta la durata del progetto. Livello di benefici e di sviluppo che il progetto porterà alla comunità di riferimento Considera le ricadute del progetto sulla comunità di riferimento anche attraverso campagne di sensibilizzazione a temi specifici e azioni mirate per aumentare il livello di consapevolezza della comunità di riferimento sui temi dell'infanzia e dell'educazione. Considera inoltre la capacità del richiedente di coinvolgere i volontari nelle attività del servizio. Livello di analisi economica e gestionale del progetto Verifica la capacità del partner nell'aver costruito il budget del progetto, le garanzie di continuità gestionale del progetto in futuro, la presenza nel progetto di altri partner pubblici o privati che finanzino il progetto, la previsione dei proventi dalle rette delle famiglie e l integrazione tra rette agevolate e rette piene. Capacità del Richiedente di gestire il progetto, anche in relazione all'esperienza maturata nella gestione di precedenti progetti Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 4

5 Considera le capacità gestionali e manageriali del Richiedente, il rapporto tra la capacità economica complessiva del Richiedente e la dimensione del progetto presentato, i risultati raggiunti dai progetti precedentemente finanziati da Aiutare i Bambini o da organizzazioni simili. Competenze e modelli in ambito educativo Considera il modello educativo utilizzato e la sua capacità di proporre contenuti e programmi che favoriscano lo sviluppo fisico, psichico e sociale del bambino, favorendo processi di acquisizione di autonomia, di capacità di iniziativa e alla consapevolezza di sé a livello fisico ed emotivo. Considera inoltre la predisposizione di percorsi per l'accoglienza di bambini in condizioni di disabilità o svantaggio psico-fisico. Attivazione di programmi di sostegno alla genitorialità e di integrazione Considera la capacità del progetto di sviluppare servizi di sostegno alla genitorialità (es. counseling, sostengo psicologico, seminari su tematiche legate alla genitorialità, consulenze specifiche, mediazione interculturale, inserimento lavorativo) e la presenza di percorsi di integrazione delle famiglie straniere (ad es. strumenti di comunicazione linguisticamente appropriati, mediazione culturale, incontri ed eventi sui temi dell integrazione). Collaborazione in rete tra soggetti del territorio Considera la capacità del richiedente di collaborare con organizzazioni e soggetti rappresentativi della realtà territoriale destinataria dell intervento. Ampiezza degli orari e dei periodi di apertura e flessibilità organizzativa del servizio Considera la presenza di una buona combinazione tra l'ampiezza degli orari giornalieri e dei periodi di apertura del servizio e la flessibilità organizzativa del funzionamento del servizio, sia negli orari di entrata ed uscita dei bambini che di inserimento durante il corso dell'anno. Presenza di strumenti di valutazione e monitoraggio della qualità del servizio Considera che nel servizio progettato sia ben strutturata un'attività di partecipazione in termini di valutazione della soddisfazione del servizio, certificazione di qualità e sistemi di miglioramento continuo (es. carta dei servizi, somministrazione di questionari, etc). Si precisa l assoluta discrezionalità nella valutazione in ordine alla sussistenza e/o alla rilevanza dei requisiti di ammissibilità, prevalutazione e valutazione di cui ai paragrafi 1, 2 e 3 e relativi sottoparagrafi. 4. Budget e durata dei progetti Per i progetti di avvio di nuovi asili nido o spazi gioco potranno essere presentate richieste di finanziamento per un massimo di 2 anni di attività e per un contributo non superiore a euro su due anni. Per i progetti di potenziamento di asili nido o spazi gioco esistenti potranno essere presentate richieste di finanziamento per un massimo di 1 anno di attività e per un contributo non superiore a euro su un anno. Il contributo richiesto non potrà in ogni caso superare il 50% del budget complessivo relativo all avvio o al potenziamento dell asilo. 5. Costi ammissibili e non ammissibili Il contributo potrà essere riferito a: spese per la ristrutturazione. Il contributo finanziato potrà coprire fino ad un massimo del 50% dei costi di ristrutturazione previsti. Non potranno in ogni caso essere finanziate proposte finalizzate prevalentemente alla ristrutturazione o costruzione di infrastrutture fisiche immobiliari; Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 5

6 spese per l arredo. Il contributo finanziato potrà coprire fino ad un massimo del 40% dei costi di arredo previsti; spese per l affitto. Il contributo finanziato potrà coprire fino ad un massimo del 50% dei costi di affitto previsti; spese per il personale. Il contributo finanziato potrà coprire fino ad un massimo del 60% dei costi di personale educativo riferito ai nuovi bambini accolti e fino a un massimo del 5% dei costi di coordinamento, amministrazione e supervisione Le spese NON ammissibili riguardano: costi generali di mantenimento della struttura (utenze e materiali di consumo); costi riferiti a rimborsi spese per volontari e rimborsi spese viaggi; costi riferiti a spese effettuate prima dell avvio delle attività finanziate attraverso il contributo approvato; la valorizzazione economica delle ore svolte dai volontari. 6. Processo di selezione, analisi e approvazione dei progetti Per ogni progetto presentato, il processo di selezione, analisi e approvazione prevede le seguenti fasi: analisi di ammissibilità formale, applicando i requisiti di cui al punto 1; prevalutazione sulla base dei criteri di cui al punto 2. Ad ogni progetto verrà applicato un punteggio in centesimi. I progetti con punteggio superiore a 60/100 passeranno alla fase successiva; valutazione sulla base dei parametri di cui al punto 3; presentazione ai Consigli di Amministrazione di Aiutare i Bambini e Fondazione CON IL SUD per l approvazione e delibera del contributo. Si precisa l insindacabilità e inappellabilità del giudizio nel processo di selezione, analisi e approvazione dei progetti e che l importo deliberato potrà essere inferiore a quello richiesto dall organizzazione. 7. Modalità di finanziamento Per ciascun progetto approvato verrà sottoscritto un apposito Contratto Etico tra FAIB e l organizzazione richiedente, che regolerà le modalità di erogazione del contributo e di verifica dei risultati raggiunti. Il contributo deliberato sarà suddiviso in almeno tre erogazioni : La prima erogazione sarà di importo non superiore del 40% dell importo complessivo e sarà trasferita all avvio del progetto Le erogazioni intermedie verranno trasferite dopo una dettagliata analisi dello stato di avanzamento lavori e del rendiconto della tranche precedente L ultima erogazione sarà di importo non inferiore del 20% dell importo complessivo e verrà trasferita alla conclusione del progetto, dopo la presentazione del rendiconto finale e le verifica degli obiettivi raggiunti. Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 6

7 8. Modalità di presentazione delle proposte progettuali I soggetti interessati a presentare una proposta progettuale, dovranno, entro e non oltre le ore del 31 marzo 2013: - inviare il Modulo di partecipazione, debitamente compilato, in formato elettronico (sia in formato word che in formato pdf), all indirizzo - allegare al Modulo di partecipazione gli allegati e i documenti richiesti dal modulo stesso; - specificare nell oggetto dell gg/mm/aaaa progetto Bando FAIB-FCS 2013_nome-ente-luogo del progetto. Entro una settimana dalla ricezione della domanda, verrà data comunicazione a mezzo posta elettronica sull avvenuta presa in consegna e ammissibilità della richiesta. Al termine del processo di istruttoria, verrà data comunicazione direttamente al soggetto proponente sull esito della valutazione e dell eventuale finanziamento assegnato. Aiutare i Bambini si riserva la facoltà di effettuare visite di pre-valutazione. Bando 2013 Un asili nido per ogni bambino 7

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali Bando Volontariato 2015 Reti Nazionali SEZIONE 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELL INIZIATIVA 1.1 Obiettivi Nell ambito delle numerose iniziative di sostegno al volontariato della Fondazione, il presente

Dettagli

Bando Occupiamoci! Edizione 2013

Bando Occupiamoci! Edizione 2013 Bando Occupiamoci! Edizione 2013 Il presente bando è promosso da quattro Fondazioni italiane, con esperienza nell ambito del finanziamento e sviluppo di progetti sociali rivolti a bambini e giovani in

Dettagli

Asili nido: 17 nuovi servizi per far crescere l Italia

Asili nido: 17 nuovi servizi per far crescere l Italia Asili nido: 7 nuovi servizi per far crescere l Italia I risultati dei Bandi Un asilo nido per ogni bambino - area Mezzogiorno e Sette asili nido per sette Regioni 20 settembre 20 Goffredo Modena Presidente

Dettagli

Bando per la erogazione di contributi

Bando per la erogazione di contributi Fondazione Wanda Di Ferdinando Bando per la erogazione di contributi Anno 2015 La Fondazione Wanda Di Ferdinando è un Ente Privato che si propone l attuazione di iniziative del più alto interesse sociale

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA SEZIONE RICERCA MEDICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Partnership e rete... 3 Modalità di presentazione delle domande... 4 Contributo e cofinanziamento...

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

Foto di Luca Eula. Bando. Anno 2012

Foto di Luca Eula. Bando. Anno 2012 Foto di Luca Eula Bando A SOSTEGNO DI progetti e ATTIVITÁ IN mirafiori sud Anno 2012 2 Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus Bando - Anno 2012 Budget complessivo 40.000 euro Premessa La Fondazione

Dettagli

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti ITALIA

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti ITALIA FAIB Fondazione aiutare i bambini Via Ronchi 17, 20134 Milano tel: 02 70 60 35 30 fax: 02 70 60 52 44 info@aiutareibambini.it www.aiutareibambini.it Linee Guida Presentazione MOD 27/B PRO 06.05 bis Rev.

Dettagli

LO SPORT: UN OCCASIONE PER CRESCERE INSIEME. 22 settembre 2015

LO SPORT: UN OCCASIONE PER CRESCERE INSIEME. 22 settembre 2015 LO SPORT: UN OCCASIONE PER CRESCERE INSIEME 22 settembre 2015 Lo sport può portare qui ma anche se non si diventa campioni: Lo sport è un fattore di prevenzione e promozione del benessere psicofisico e

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI E SPORT N. 144/SPO DEL 14/10/2014

DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI E SPORT N. 144/SPO DEL 14/10/2014 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI E SPORT N. 144/SPO DEL 14/10/2014 Oggetto: DGR 1107/2014 Criteri e modalità per l assegnazione di contributi a favore degli Ambiti Territoriali Sociali

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 1 Verso il welfare di comunità Assistenza sociale 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1 Ente responsabile e partenariato...

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 17 novembre 2014 1. Oggetto Obiettivo del bando è assicurare adeguato sostegno alle famiglie potenziando i servizi per l infanzia

Dettagli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli

Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di soggetti deboli Piano d azione: Favorire l accesso ad abitazioni dignitose (housing sociale) SERVIZI ALLA PERSONA Bando senza scadenza: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo a favore di

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 2 Ricerca applicata in campo medico 2015/2016 Istruzione Universitaria e Ricerca 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1

Dettagli

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti all ESTERO

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti all ESTERO FAIB Fondazione aiutare i bambini Via Ronchi 17, 20134 Milano tel: 02 70 60 35 30 fax: 02 70 60 52 44 info@aiutareibambini.it www.aiutareibambini.it Linee Guida Presentazione MOD 27/A PRO 06.05 bis Rev.

Dettagli

Articolo 1 Finalità generali Articolo 2 Risorse finanziarie disponibili 9.000.000,00 Articolo 3 Destinatari

Articolo 1 Finalità generali Articolo 2 Risorse finanziarie disponibili 9.000.000,00 Articolo 3 Destinatari Unione Europea Fondo Sociale Europeo REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell Igiene Sanità e dell Assistenza Sociale DIREZIONE GENERALE DELLE POLITICHE SOCIALI REPUBBLICA ITALIANA POR SARDEGNA

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA

CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA CLUB DEI COMUNI ECOCAMPIONI : CAMPANIA, PUGLIA, SARDEGNA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI UN FINANZIAMENTO DI 25.000 EURO A SOSTEGNO DI ATTIVITA DI COMUNICAZIONE LOCALE Il punto 9 dell Accordo Anci Conai prevede

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

BANDO GIACOMO EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA

BANDO GIACOMO EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA BANDO GIACOMO EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI A FAVORE DI FAMIGLIE CON MINORI IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTA ANNUALITA 2014-2015 Associazione La Mongolfiera Onlus, Viale Pambera n.10,

Dettagli

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Art. 1 FINALITÀ E OGGETTO La Provincia di Milano intende

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

BANDO STIAMO TUTTI BENE: EDUCARE BENE, CRESCERE MEGLIO

BANDO STIAMO TUTTI BENE: EDUCARE BENE, CRESCERE MEGLIO BANDO STIAMO TUTTI BENE: EDUCARE BENE, CRESCERE MEGLIO Premessa Le Linee Programmatiche della Compagnia hanno stabilito che, nell ambito del tema Istruzione, fosse emanato, nel corso del 2015, un bando

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

- Fondazione Megamark - Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012

- Fondazione Megamark - Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012 - Fondazione Megamark - Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012 1. Premessa Il Gruppo Megamark di Trani, azienda leader nel

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino

Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino Bando per progetti innovativi di ricerca-azione o formazione proposti da reti di istituzioni scolastiche e formative del Trentino budget disponibile: 200.000 euro termine per la presentazione dei progetti

Dettagli

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto:

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto: 1) Titolo del progetto: Pronto Intervento Sociale 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Area: Assistenza Settori: Anziani (A01) Assistenza Disabili (A06)

Dettagli

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 INDICE ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 L.R. 1/2000 e successive modifiche Indirizzi provinciali per lo sviluppo, il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti

Dettagli

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 BANDO per le associazioni socie del Cesvot per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 volontariato ANNO 2015 Pagina 1 1. Chi può presentare Hanno diritto a presentare

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA AVVISO UNICO PER L ANNO 2015 L avviso è rivolto a tutti i soggetti in possesso dei requisiti di

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA AVVISO UNICO PER L ANNO 2015 L avviso è rivolto a tutti i soggetti in possesso dei requisiti di VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA AVVISO UNICO PER L ANNO 2015 L avviso è rivolto a tutti i soggetti in possesso dei requisiti di finanziabilità previsti dall art. 4 del Regolamento dell attività

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

Bando. Ambiente È Sviluppo

Bando. Ambiente È Sviluppo Bando Ambiente È Sviluppo Sommario SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREA DI INTERVENTO... 3 1.1 Premessa... 3 1.2 Obiettivi e Area di intervento... 3 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO...

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA

METTI IN CIRCOLO L ENERGIA BANDO 2015 METTI IN CIRCOLO L ENERGIA Diamo energia ai migliori progetti non profit per il sociale La Fondazione di Comunità ONLUS è un ente no profit che nasce per una scelta dei 28 Comuni e dell Azienda

Dettagli

PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE)

PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE) 1 BANDO N. 2 ANNO 2014 PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE) SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE EDUCAZIONE,

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA SEZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Struttura e fasi di selezione... 5 Modalità di presentazione delle domande... 5 Contributo

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

1) SOGGETTI AMMISSIBILI

1) SOGGETTI AMMISSIBILI BANDO PER L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN EVENTO DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O GRUPPI INFORMALI GIOVANILI. Ciessevi, Centro

Dettagli

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE

Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE Manital e Compagnia di San Paolo FONDO RISORSA CANAVESE BANDO GIOVANI PER IL CANAVESE 1. PREMESSA Manital, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo ha istituito il Fondo Risorsa Canavese, con

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015 PREMESSA Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, data la presenza attiva sul territorio di Associazioni impegnate nell organizzazione e gestione di Rassegne teatrali, intende sollecitare i soggetti interessati

Dettagli

Programma Ore Preziose

Programma Ore Preziose Programma Ore Preziose Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale Servizio della Programmazione Sociale e dei Supporti alla Direzione Generale Cagliari, 9 marzo 2009 LA CONCILIAZIONE Conciliare

Dettagli

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie Prot. n. 20905 del 07/03/2007 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI PROMOSSE DA CITTADINI STRANIERI PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE LE SETTIMANE DEL MIGRANTE ATTO DI G.P.117

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

COMUNITA MONTANA VALLE SERIANA Z.O. N. 8

COMUNITA MONTANA VALLE SERIANA Z.O. N. 8 BANDO PER L ACCREDITAMENTO DELLE UNITA DI OFFERTA SOCIALE PER LA PRIMA INFANZIA Art. 1 - Oggetto L Ambito Territoriale Valle Seriana Superiore e Valle di Scalve, in attuazione della DGR n. 20943 del 16

Dettagli

Gent.le Dipendente. Cordiali saluti,

Gent.le Dipendente. Cordiali saluti, Gent.le Dipendente La cooperativa Tempo Libero aderisce al Progetto 8/18: progetto di assegnazione di un contributo a favore dei lavoratori delle imprese dell alleanza locale degli ambiti distrettuali

Dettagli

SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA PROGETTO INTEGRAZIONE SOCIALI DISABILI. i.so.di. CARTA DEI SERVIZI

SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA PROGETTO INTEGRAZIONE SOCIALI DISABILI. i.so.di. CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA PROGETTO INTEGRAZIONE SOCIALI DISABILI i.so.di. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI Progetto integrazione sociale disabili i.so.di. SERVIZIO DI FORMAZIONE ALL AUTONOMIA

Dettagli

Protocollo - Punto in Comune

Protocollo - Punto in Comune AVVISO PUBBLICO PER ESPLORAZIONE DI INTERESSE A REALIZZARE SUL TERRITORIO COMUNALE UN POLO FORMAZIONE PER DISABILI SPERIMENTALE. RICHIESTA MANIFESTAZIONE D INTERESSE E SUCCESSIVE OFFERTE TECNICO-GESTIONALI

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia ALLEGATO A CONVENZIONE DEL 23/12/2010 TRA IL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA E LA REGIONE PIEMONTE IN ATTUAZIONE DELL INTESA DEL 29 APRILE 2010 RELATIVA AI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE

Dettagli

BANDO SENIOR CAPITAL

BANDO SENIOR CAPITAL BANDO SENIOR CAPITAL BANDO PER L INDIVIDUAZIONE DI ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO, ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE, INTERESSATE A PRESENTARE PROGETTI PER LA REALIZZAZIONE DI UNO SPORTELLO DELLE COMPETENZE

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

Unione dei Comuni di BARCHI ORCIANO DI PESARO PIAGGE SAN GIORGIO DI PESARO

Unione dei Comuni di BARCHI ORCIANO DI PESARO PIAGGE SAN GIORGIO DI PESARO Unione dei Comuni di BARCHI DI PESARO SAN GIORGIO DI PESARO PROT. 1720 DEL 20/5/2015 AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER PROGETTI RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DI ATTIVITA LUDICO-RICREATIVE-EDUCATIVE-SPORTIVE

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire,

Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire, Avviso pubblico n. 2/2015 - Finanziamento di strutture e interventi sociali e sociosanitari per soggetti beneficiari privati OBIETTIVI Favorire, attraverso il supporto agli investimenti di organizzazioni

Dettagli

FONDARE IMPRESA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER N. 10 PROGETTI DI IMPRESA

FONDARE IMPRESA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER N. 10 PROGETTI DI IMPRESA FONDARE IMPRESA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER N. 10 PROGETTI DI IMPRESA A. Obiettivo La Fondazione Cassa di Risparmio di Fano individua come obiettivo specifico per l anno 2012 la partecipazione

Dettagli

DISPOSITIVO N. 1 INCONTRO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO

DISPOSITIVO N. 1 INCONTRO DOMANDA/OFFERTA DI LAVORO Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO N.

Dettagli

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA Finanziamento anno 2014 1 Art. 1 Oggetto Il presente documento stabilisce i criteri per la

Dettagli

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo Gennaio 2015 Giugno 2015

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo Gennaio 2015 Giugno 2015 Area Distretto e Ufficio di Piano A S L L e c c o Premesso che: BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE Periodo Gennaio 2015 Giugno 2015 La D.g.r. n. 1081 del 12/12/2013

Dettagli

PIANO TERRITORIALE PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO SUL TERRITORIO DELLA ASL MILANO1

PIANO TERRITORIALE PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO SUL TERRITORIO DELLA ASL MILANO1 PIANO TERRITORIALE PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI DI CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO SUL TERRITORIO DELLA ASL MILANO1 Avviso pubblico per la presentazione di progetti per la realizzazione di SERVIZI SALVATEMPO

Dettagli

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI:

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI: BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER I MIGLIORI PROGETTI PRESENTATI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE E DELLA SALUTE DELL INFANZIA ED ADOLESCENZA E

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO N. 1 ANNO 2011 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti

Dettagli

Ambito Territoriale di Campi Salentina

Ambito Territoriale di Campi Salentina Campi Salentina Carmiano Guagnano Novoli Salice Salentino Squinzano Trepuzzi Veglie 1 Ambito Territoriale di Campi Salentina AVVISO PUBBLICO PROGRAMMA LOCALE DI INTERVENTO A FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE

Dettagli

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata.

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata. Comune di Ornago Provincia di Milano Via Santuario 6 20060 ORNAGO c.f. 05827280156 p.iva 00806390969 tel. 039-628631 - fax 039-6011094 www.comuneornago.it Regolamento per la presentazione ed il finanziamento

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari

Art. 1 Finalità. Art. 2 Quadro normativo di riferimento. Art. 3 Destinatari Allegato al decreto del direttore centrale 6 agosto 2012 n. 1087/ISTR Bando per il finanziamento delle Sezioni Primavera anno scolastico 2012/2013 Art. 1 Finalità 1. Il presente bando viene emanato al

Dettagli

Fondazione Megamark. Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2015

Fondazione Megamark. Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2015 Fondazione Megamark Orizzonti solidali - Bando di concorso finalizzato a sostenere iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2015 IV EDIZIONE 1. Premessa Il Gruppo Megamark di Trani, azienda leader

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Sub 1

AVVISO PUBBLICO Sub 1 AVVISO PUBBLICO Sub 1 Per l'assegnazione di un contributo agli Istituti di Istruzione Secondaria di 2 grado della provincia di Pordenone per la realizzazione di progetti al supporto di giovani studenti

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI OPERATIVI DEI COORDINAMENTI CONTINENTALI DI AREA GEOGRAFICA DEI TOSCANI NEL MONDO PER L ANNO 2013

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI OPERATIVI DEI COORDINAMENTI CONTINENTALI DI AREA GEOGRAFICA DEI TOSCANI NEL MONDO PER L ANNO 2013 LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI OPERATIVI DEI COORDINAMENTI CONTINENTALI DI AREA GEOGRAFICA DEI TOSCANI NEL MONDO PER L ANNO 2013 INDICE 1. IL PROGRAMMA OPERATIVO DEL COORDINAMENTO DI AREA

Dettagli

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di:

Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: Bando di Accreditamento di Soggetti professionali per l erogazione di: 1. Interventi socio educativi finalizzati al sostegno di minori in affido e/o famiglie affidatarie; 2. Interventi socio educativi

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.4/2012: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97;

Dettagli

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni

Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni. Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni 2 Un Concorso di idee per CREARE nuovi intrecci tra GIOVANI e associazioni Un concorso di idee per creare nuovi intrecci tra giovani e associazioni www.volontariatotrentino.it 1 1. Premessa L Associazione

Dettagli

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI November 4, 2015 Autore: Centro per le Famiglie (Allegato alla DD n. 2969 del 14/12/2015) SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 A. FINALITA...2

Dettagli

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA pro Bando per il sostegno di progetti a favore dei Centri Sociali per anziani della provincia di Milano (D.G.P. atti n. 283290 13.3\2008\405 /2008 del /12/2008) ART. 1. - OGGETTO La Provincia di Milano

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca d intesa con Il Forum delle Associazioni Nazionali dei Genitori VISTO l articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana, al cui primo

Dettagli

BANDO LAVORO & INCLUSIONE SOCIALE Favorire l inserimento lavorativo, in forma stabile e qualificata, di persone emarginate e svantaggiate

BANDO LAVORO & INCLUSIONE SOCIALE Favorire l inserimento lavorativo, in forma stabile e qualificata, di persone emarginate e svantaggiate BANDO LAVORO & INCLUSIONE SOCIALE Favorire l inserimento lavorativo, in forma stabile e qualificata, di persone emarginate e svantaggiate Il contesto L emarginazione sociale è un fenomeno che affligge

Dettagli

Il Piano di Azione e Coesione: quali azioni, quali prospettive

Il Piano di Azione e Coesione: quali azioni, quali prospettive Il Piano di Azione e Coesione: quali azioni, quali prospettive Luciana Saccone Dipartimento per le politiche della famiglia Piano di Azione per la Coesione Nel corso del 2011, l azione del Governo nazionale

Dettagli

INTERVENTO SUI DISAGI SOCIALI ATTRAVERSO IL LAVORO DI COMUNITÀ

INTERVENTO SUI DISAGI SOCIALI ATTRAVERSO IL LAVORO DI COMUNITÀ FONDAZIONE MANODORI Bando 2013 rivolto al Terzo Settore INTERVENTO SUI DISAGI SOCIALI ATTRAVERSO IL LAVORO DI COMUNITÀ 1. PREMESSA Stiamo vivendo un periodo storico connotato da una crisi economica che

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 5

AMBITO TERRITORIALE N 5 COMUNE DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto CITTA' DI CRISPIANO Provincia di Taranto AMBITO TERRITORIALE N 5 AVVISO PUBBLICO PROGRAMMA LOCALE FAMIGLIE NUMEROSE Assegnazione di bonus in favore delle famiglie

Dettagli

Bando per la Valorizzazione e l Autosostenibilità dei Beni Confiscati alle Mafie 2013

Bando per la Valorizzazione e l Autosostenibilità dei Beni Confiscati alle Mafie 2013 Bando per la Valorizzazione e l Autosostenibilità dei Beni Confiscati alle Mafie 2013 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare proposte di Progetti Esemplari nelle Regioni del Sud Italia che rientrano

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE COMUNE DI LAVARONE provincia di Trento REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ASILO NIDO COMUNALE Approvato con deliberazione consiliare n. 18 di data 20.06.2011. Modificato con deliberazione consiliare n. 40 dd.

Dettagli

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI 1. FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione della Comunità

Dettagli

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso IL PRESIDENTE Premesso che: - per progetti cofinanziati dal primo avviso di e-government, si intendono i progetti riportati negli allegati A e B del decreto

Dettagli

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DI INSERIMENTO LAVORATIVO DI GIOVANI, PRESENTATI DA IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA

BANDO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DI INSERIMENTO LAVORATIVO DI GIOVANI, PRESENTATI DA IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA BANDO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DI INSERIMENTO LAVORATIVO DI GIOVANI, PRESENTATI DA IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA Scadenza 31 dicembre 2012 Partner: Project by: Bando per la selezione di progetti

Dettagli

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali e Comunitari Direzione Sanità Settore Programmazione Sanitaria BANDO Per il personale sanitario dipendente delle strutture

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

COMUNE DI CETONA. Provincia di Siena. Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO

COMUNE DI CETONA. Provincia di Siena. Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO COMUNE DI CETONA Provincia di Siena Regolamento del Nido Intercomunale d'infanzia di Piazze ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l attività di gestione del Nido Intercomunale d Infanzia di

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo settembre 2015 giugno 2016

BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE. Periodo settembre 2015 giugno 2016 Area Distretto e Ufficio di Piano A S L L e c c o Premesso che: BANDO PUBBLICO VOUCHER SOCIALE PER L ACCESSO AI SERVIZI DI CONCILIAZIONE Periodo settembre 2015 giugno 2016 La D.g.r. n. 1081 del 12/12/2013

Dettagli