Categorie protette. Categorie protette. Un grande potenziale inutilizzato. Part of the Page Group.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Categorie protette. Categorie protette. Un grande potenziale inutilizzato. Part of the Page Group. www.pagepersonnel.it"

Transcript

1 Categorie protette Un grande potenziale inutilizzato Part of the Page Group 1

2 Sommario Categorie protette: un grande potenziale inutilizzato I numeri del potenziale Gli obblighi di legge...4 Quali candidati rientrano nella tipologia Categoria protetta?... 4 Quanti dipendenti CPR in ogni azienda?... 5 Cosa è cambiato con la riforma del lavoro?...5 Incentivi per le aziende che assumono...5 Sanzioni per le aziende che non assumono...6 Aziende esonerate dall assunzione di categorie protette...6 Selezione ed inserimento di una categorie protetta... 7 Selezionare personale appartenente alle categorie protette...7 Selezionare il candidato più adeguato: un impresa possibile... 8 Inserire un candidato appartenente alle categorie protette in azienda...9 Il punto di vista dell azienda: Maquet, Med Tronics e Naba Il punto di vista dei candidati...13 Accessibilità in azienda I disabili e le tecnologie: tecnologie diverse per soluzioni diverse Per i non vedenti...19 Per chi ha problemi di utilizzo delle mani e delle braccia o di coordinamento dei movimenti

3 Categorie protette: un grande potenziale inutilizzato Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 5 uffici in Italia, Page Personnel offre ai propri clienti soluzioni globali di ricerca e selezione tramite Contratti a Tempo Determinato, Indeterminato e di Somministrazione su tutto il territorio Italiano. La specializzazione delle divisioni è uno dei punti di forza di Page Personnel che ha portato alla creazione di ben 15 aree specializzate che identificano e selezionano profili qualificati. Tra questi un area di competenza molto sviluppata è quella relativa alle categorie protette in cui la nostra azienda opera fin dalla sua fondazione. In qualità di protagonisti ed osservatori privilegiati di questo settore abbiamo sviluppato un know how molto specifico del settore ed accompagnato centinaia di aziende nella selezione e nell inserimento di questa tipologia di lavoratori. Con questo progetto ci proponiamo di aiutare le aziende a districarsi in un modo molto complesso a livello legislativo che nasconde però notevoli potenzialità: molte aziende infatti tendono a considerare l inserimento di personale appartenente alle categorie protette come un onere da assolvere e non come una grande opportunità, come invece potrebbe essere se correttamente gestito. I molti anni di lavoro ci hanno insegnato che molti lavoratori appartenenti alle categorie protette, se selezionati in modo corretto e inseriti nei giusti contesti, hanno spesso una marcia in più e possono arricchire l azienda sia sul piano professionale che umano. Crediamo che una maggiore consapevolezza delle dinamiche di questi processi possa perciò rispondere ad un preciso impegno etico e ad una positiva visione aziendale prima ancora che ad un obbligo di legge. Mettendo a disposizione l esperienza maturata sul campo in questi anni speriamo di poter offrire ad aziende e candidati il nostro utile contributo. Francesca Contardi Amministratore Delegato Page Personnel 3

4 I numeri del potenziale Uno studio condotto da SCRPD (l ufficio per i diritti dei portatori di handicap delle Nazioni Unite) rivela che, nei paesi industrializzati, il livello di disoccupazione di persone diversamente abili raggiunge il 50-70%. In Italia, anche se mancano stime recenti, si parla di oltre l 80% tanto che, secondo dati della Cgil, ci sarebbero oltre 750 mila persone disabili iscritte alle liste di collocamento obbligatorio. Una forza lavoro inutilizzata, che pure in un momento di crisi come questa potrebbe giovare alle aziende, anche in virtù delle molte agevolazioni fiscali che rendono queste risorse particolarmente convenienti. A livello globale l ILO, l Organizzazione Internazionale per il Lavoro, nel rapporto L occupazione per la giustizia sociale e una globalizzazione equa, afferma che il non impiego dei portatori di handicap fa perdere complessivamente tra l 1% e il 7% del Pil mondiale. Gli obblighi di legge La legge 68/99 parla chiaro: le aziende che superano i 15 dipendenti sono obbligate ad assumerne un determinato numero di lavoratori appartenenti alle categorie protette. Non sempre però il datore di lavoro riesce a districarsi agevolmente in questa operazione. I problemi principali risiedono nella poca comprensione della legge 68/99 e, soprattutto, nella difficoltà a trovare un candidato di C.P.R. che rispetti i requisiti di cui l azienda necessita. Quali candidati rientrano nella tipologia Categoria protetta? Prima di tutto occorre sapere quali sono i soggetti a cui può essere applicata la legge 68/99. In particolare rientrano in questa categoria: - Invalidi civili: persone affette da handicap fisici psichici, sensoriali o intellettivi, con una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%. Si ricorda che possono rientrare in questa categoria anche soggetti affetti da diverse patologie, quali tumori, diabete, cefalea a grappolo ecc. - Invalidi del lavoro: persone che hanno riportato un invalidità superiore al 33% a causa di infortunio sul lavoro o malattia professionale con grado di invalidità - Non vedenti: persone colpite da cecità assoluta o che hanno un residuo visivo non superiore ad un decimo a entrambi gli occhi con eventuale correzione (L. 27 maggio 1970, n. 382) - Sordi: persone colpite da sordità dalla nascita o prima dell apprendimento della lingua parlata (L. 26 maggio 1970, n. 381) - Invalidi di guerra, gli invalidi civili di guerra e gli invalidi per servizio - Vedove, orfani, profughi ed equiparati ad orfani, nonché i soggetti individuati dalla legge 407 del 1998 (vittime del terrorismo e della criminalità organizzata) 4

5 Quanti dipendenti CPR in ogni azienda? La normativa prevede che le imprese sono tenute ad avere alle loro dipendenze lavoratori appartenenti alle categorie protette nella seguente misura: - da 15 a 35 dipendenti...un disabile - da 36 a 50 dipendenti...due disabili - da 51 a 150 dipendenti...7% (disabili) e un altro beneficiario della L. 68/99 - oltre 150 dipendenti...7% (disabili) e 1% di altri beneficiari della L. 68/99 Per la determinazione del numero dei disabili da assumere, non sono computabili: i dirigenti, i lavoratori assunti con contratto di reinserimento, di apprendistato, con contratto di lavoro a domicilio, di telelavoro, i contratti a termine di durata inferiore o pari a nove mesi, i soci di cooperative di produzione e lavoro, i lavoratori somministrati presso l utilizzatore, i lavoratori assunti per svolgere attività all estero, lavoratori già in forza come disabili o altre categorie. Cosa è cambiato con la riforma del lavoro? La novità introdotta con la riforma Fornero riguarda le modalità di calcolo della base occupazionale sulla quale viene indicato il numero di lavoratori appartenenti alle categorie protette: quali dipendenti sono considerati assunti per calcolare la percentuale di quote riservate ai lavoratori disabili? La nuova legge vede un evidente aumento della base occupazionale (e quindi delle relative quote riservate), poiché sono inclusi nel computo tutti i lavoratori assunti con vincolo di subordinazione e quindi anche gli assunti con contratto a tempo determinato fino a 9 mesi. Sono da escludersi dal computo i lavoratori assunti tramite collocamento obbligatorio, i soci di cooperative di produzione e lavoro, i dirigenti, i contratti di inserimento, i lavoratori somministrati presso l utilizzatore, i lavoratori assunti per attività all estero (per la corrispondente durata), i lavori socialmente utili (Lsu), i lavoratori a domicilio, i lavoratori emersi ex legge 383/2001, gli apprendisti. Incentivi per le aziende che assumono Lo Stato italiano fornisce incentivi alle aziende che assumono candidati appartenenti alle categorie protette molto importanti e stimolanti: - Viene concesso un massimo di otto anni di fiscalizzazione dei contributi previdenziali e assistenziali per l assunzione di lavoratori con invalidità maggiore di 79%; - Per la stessa durata del periodo sopracitato sarà possibile la fiscalizzazione dei contributi previdenziali e assistenziali in caso di assunzione di lavoratori con handicap intellettivo e psichico con qualsiasi percentuale di invalidità; 5

6 - Sono invece cinque gli anni possibili di fiscalizzazione del 50% in caso di assunzione di lavoratori con percentuale di invalidità tra il 67% e 79%; - Viene inoltre garantito un rimborso a forfait per coprire, parzialmente, le spese utili ad adeguare il posto di lavoro a persone con percentuale di invalidità superiore al 50%, oppure per acquistare tecnologie per il telelavoro o per procedere alla rimozione di barriere architettoniche. - Per finanziare le agevolazioni alle imprese che assumono invalidi civili è stato creato il Fondo regionale per l occupazione dei diversamente abili. Per facilitare l inserimento dei candidati è concessa alle cooperative sociali la possibilità di stipulare convenzioni particolari. Sanzioni per le aziende che non assumono L assunzione di lavoratori appartenenti a categorie protette non solo è cosa buona (e conveniente) ma anche un obbligo che prevede sanzioni nel caso non venga rispettato. Questo dovere appartiene ad ogni tipo di azienda sia pubblica sia privata e le corrispondenti sanzioni economiche, in caso di mancata assunzione, verranno disposte dalle Direzioni Provinciali del Lavoro. Il ricavato delle sanzioni verrà immediatamente reinvestito a favore del Fondo Regionale per l occupazione dei disabili, e di norma, tali cifre corrispondono a: - 635,11 Euro se il prospetto informativo indicante il numero totale dei lavoratori impiegati e i nominativi degli appartenenti a categorie protette, viene consegnato oltre la data ultima del 31 gennaio. Dal primo di febbraio la sanzione aumenterà di 30,76 Euro al giorno. - Trascorsi 60 giorni dall obbligo di assunzione di lavoratori delle categorie in causa, l ammenda sarà corrispondente a 62,77 Euro per ogni lavoratore non assunto. Aziende esonerate dall assunzione di categorie protette Esistono alcuni rari casi nei quali la legge permette alle aziende di non assumere categorie protette. Le società che possono usufruire di tale esonero sono: - Aziende in ristrutturazione, riorganizzazione o conversione le quali abbiano adottato interventi straordinari di integrazione salariale; - Aziende in fallimento, dichiarato, e/o liquidazione; - Aziende con contratti di solidarietà; - Aziende in via di trasferimento, solo nel periodo di mobilità. L incremento massimo può raggiungere un anno nel caso questo spostamento sia terminato con il licenziamento di minimo 6 dipendenti. Le aziende che ritengono di possedere i requisiti per l esonero possono richiedere una sospensione temporanea di tale dovere non superiore a 3 mesi. 6

7 Questo esonero trimestrale potrà essere rinnovato una sola volta dal servizio provinciale competente. Scaduto il termine di sospensione sarà compito dell azienda presentare, entro 60 giorni, la richiesta per assumere dipendenti di categorie protette. - Alcune imprese che svolgono attività assolutamente particolari e, di conseguenza, non hanno la possibilità di assumere candidati delle suddette categorie, potranno usufruire dell esonero pagando 12,91 euro per ogni lavoratore di categoria non assunto e per ogni giorno di lavoro dello stesso. - Le aziende partecipanti a gare di appalto pubblico sono tenute a certificare l osservanza degli obblighi di legge relative all assunzione delle categorie protette. Selezione ed inserimento di una categorie protetta Selezionare personale appartenente alle categorie protette La selezione di profilo appartenente alla categorie protette può avvenire per chiamata nominativa oppure a chiamata numerica. La chiamata nominativa è una modalità obbligatoria di assunzione che permette al datore di lavoro di scegliere il lavoratore disabile da assumere alle proprie dipendenze: questa attività si realizza attraverso colloqui personali realizzati dall azienda o da una società di recruitment. La chiamata numerica è prevista dalla L. 68/99 come strumento di inserimento lavorativo alternativo/integrativo alla chiamata nominativa ed è disposto in genere dagli uffici delle Province, sulla base dell ordine della graduatoria valutando la compatibilità del soggetto con le mansioni aziendali disponibili. Nel caso l azienda non proceda all instaurazione del rapporto di lavoro, l Ufficio della Provincia è tenuto a segnalare la mancata assunzione alla Direzione provinciale del Ministero del Lavoro per le attività di verifica e controllo assegnate agli organi ispettivi Possono usufruire della chiamata numerica: - aziende con numero dipendenti da 35 a 50, partiti politici, organizzazioni sindacali e sociali e gli enti da essi promossi; - aziende da 36 a 50 dipendenti nella misura del 50% delle assunzioni; - aziende con più di 50 dipendenti nella misura del 60% delle assunzioni. Nel caso in cui le richieste da parte dell azienda non corrispondessero ai candidati a disposizione dell ufficio di collocamento, sarà quest ultimo a trovare e proporre al datore di lavoro un soggetto con qualifica simile a quella richiesta, dopo averlo comunque preparato al possibile ruolo previsto. E inoltre possibile un terzo tipo di assunzione, ovvero quella mista, dove il datore di lavoro può selezionare candidati sia attraverso la prima modalità, sia attraverso la seconda. 7

8 Selezionare il candidato più adeguato: un impresa possibile Selezionare un candidato appartenente ad una categoria protetta può essere in alcuni casi abbastanza complesso. Le difficoltà che l azienda incontra possono avere origini contingenti, ad esempio, essere dovute alla situazione economica o a cambiamenti normativi, oppure essere peculiari del settore di appartenenza dell impresa o alle sue caratteristiche specifiche. In questo momento si riscontra un aumento di richieste da parte delle aziende di candidati appartenenti alle categorie protette. L arrivo e il permanere di una situazione di crisi, infatti, sta spingendo molte imprese italiane, che non sono nelle condizioni di investire in nuovo personale, a prediligere la selezione di un candidato in categoria protetta: in questo modo l azienda riesce, dal suo punto di vista, ad adempiere agli obblighi di legge e a coprire una necessità di copertura di prestazioni. A questo si devono aggiungere gli effetti della riforma del lavoro che ha reso più stringenti le basi di computo ed aumentato di fatto il numero di dipendenti che le aziende medio-grandi devono inserire. Come si accennava, i candidati potenziali in realtà in Italia non sono pochi: le ultime stime, che per altro non sono aggiornate, parlano di oltre persone. Eppure non sempre sono facilmente individuabili. Fino a poco tempo fa, ad esempio, non era così scontato che un candidato palesasse chiaramente in fase di colloquio o di candidatura di appartenere alle categorie protette: spesso questo infatti era percepito come un demerito, qualcosa da tenere nascosto proprio per non perdere un opportunità di lavoro. In molti casi, inoltre, ancora oggi, i candidati non sanno di poter rientrare in questa categoria: è il caso ad esempio dei diabetici, di chi soffre di cefalee a grappolo o è stato colpito di recente da un tumore maligno. Ciò detto, per l azienda è sempre meglio ovviamente optare per la chiamata nominativa, rispetto a quella numerica che permette ben poca selezione e tendenzialmente, dato che non si tratta di una selezione semplice, affidarla ad un professionista. Il selezionatore potrà infatti guidare il management nei vari passi: identificazione dell area in cui inserire la categoria protetta, del team specifico in cui dovrà operare, creazione del profilo del candidato, selezione dello stesso e gestione di tutte le pratiche relative. L ingrediente principale per un processo di selezione di successo, che si risolva in una situazione win-win sia per il candidato che per l azienda, è certamente uno: la flessibilità. Se infatti è ragionevole che sia l azienda ad indicare al selezionatore quali sono i settori professionali in cui c è necessità di operatori (la contabilità, la reception, l office management, ma perché no anche l ICT o il marketing), è però assai opportuno che le mansioni e le competenze vengano disegnate ad hoc. Questo perché ovviamente, persone con inabilità diverse possono offrire prestazioni diverse, ma anche possono incontrare difficoltà differenti in azienda a causa delle barriere architettoniche ivi presenti o alle esigenze tipiche di una determinata mansione. 8

9 È evidente che inserire una risorsa con gravi problemi motori in un dipartimento che si trova collocato al secondo piano di uno stabile senza ascensore crea un problema sia all azienda che al dipendente. Allo stesso modo, sempre per fare un esempio, un lavoratore che ha necessità di numerosi controlli medici a causa della patologia di cui è affetto probabilmente si troverà più a proprio agio in una mansione dove la flessibilità oraria non è un problema e dove le sue assenze non comportano un problema al lavoro dei colleghi. Ciò detto, non si deve incorrere nell errore di pensare che un lavoratore appartenente alle categorie protette debba essere investito di minor responsabilità o possa essere una risorsa di minor valore per l azienda. Al contrario. In molti casi le grandissime difficoltà che queste persone hanno dovuto affrontare nella loro vita le hanno rese più mature e più stabili a livello emotivo: il lavoro è in molti casi per una persona disabile un perno fondamentale dell integrazione sociale e perciò proprio al lavoro questi candidati possono decidere di indirizzare gran parte delle proprie energie. Pamela Bonavita Executive Director Page Personnel Inserire un candidato appartenente alle categorie protette in azienda L inserimento di un nuovo dipendente è di per sé un processo sempre complesso, poiché la persona dovrà interagire con numerosi colleghi, comprendere e far sue le procedure aziendali, modellare il proprio carattere adattandosi al contesto in cui si verrà a trovare. Questo è ovviamente ancor più vero nel caso dell inserimento di una categoria protetta. E per questo che è di fondamentale importanza innanzitutto analizzare quale può essere il team, e ancor prima il manager, che meglio potrà accogliere e valorizzare una risorsa con esigenze speciali. Di fatto per rispetto alla privacy il datore di lavoro non potrà, a meno che il dipendente non dia espressamente diverso parere, palesare ai futuri colleghi che il nuovo assunto appartiene ad una categoria protetta. Esistono molti casi per altro in cui la disabilità potrebbe non essere per nulla evidente: pensiamo alle disabilità psichiche o mentali, al diabete o a chi ha avuto un tumore. In queste situazioni potrebbe in generale non essere troppo semplice per un collega comprendere un alto numero di assenze dovute a problemi di salute o più bassi standard prestazionali. E tuttavia verosimile (e consigliabile) che sia informato della situazione il manager a cui riporta la categoria protetta. Questa figura dovrà essere coinvolta nella fase di recruitment prima e in quella di valutazione dopo. Per un buon inserimento occorrerà scegliere un manager con particolari doti umane, che sappia essere esigente ma al contempo flessibile, autorevole e pragmatico. 9

10 Il punto di vista dell azienda: Maquet, Med Tronics e Naba Piergiorgio Accrocca Responsabile Risorse Umane Maquet MAQUET Italia è la filiale commerciale italiana di MAQUET leader globale nel settore dei sistemi medici avanzati per gli interventi chirurgici, le procedure cardiovascolari e la terapia intensiva e partner affidabile di ospedali e medici fin dal Fa parte del gruppo svedese Getinge, quotato in borsa. Nel 2011 MAQUET ha generato globalmente quasi 1,4 miliardi di Euro. con dipendenti Maquet. Quante risorse avete appartenenti alle categorie protette? Abbiamo un totale di 6 risorse inserite nella ns Organizzazione ed abbiamo assolto gli obblighi di legge. Peraltro essendo Maquet Italia la filiale di multinazionale leader nel settore dei dispositivi medici e, quindi, lavorando con strutture sanitarie spesso pubbliche, per noi l essere in piena osservanza di tutte le normative sul lavoro (inclusa quella sul diritto al lavoro dei diversamente abili) è un dovere. Da quanto tempo sono in azienda e in che ruoli sono inseriti? Le anzianità lavorative in azienda sono diverse e comunque è obiettivo della Maquet far sì che le persone si integrino al meglio per dare continuità al rapporto con l Azienda. La nostra organizzazione in Italia è snella e per noi il diversamente abile è un lavoratore a tutti gli effetti e da cui ci aspettiamo un contributo analogo a quello degli altri colleghi. Crediamo che questo approccio rappresenti un valore aggiunto sia per l Azienda che per il lavoratore. Ad ogni modo, i ruoli prevalenti sono quelli amministrativi (contabilità; ufficio gare; servizio post vendita) perché più funzionali all incontro tra skills ed esperienze delle persone con le esigenze aziendali. Avete trovato difficoltà nella selezione di queste figure? Poiché il nostro convincimento è considerare il diversamente abile appieno un membro della squadra Maquet, cerchiamo di trovare le persone con skills/competenze ed attitudini adatte. Questo richiede qualche attenzione in più nella ricerca (faccio l esempio delle selezione di un Addetto all Ufficio Gare, per il quale le esperienze e competenze necessarie sono molto puntuali e, di conseguenza, hanno richiesto professionisti nel ruolo). Com è stato l inserimento? Noi abbiamo un modo standardizzato per l inserimento dei neo dipendenti, che prevede anche incontri ad hoc con i colleghi con cui si interagirà maggiormente. E questa modalità la seguiamo con i neo colleghi diversamente abili. Ad oggi possiamo affermare di non aver avuto particolari problematiche o esigenze diverse. Come hanno reagito i colleghi? Tendo a ripetere un concetto già espresso, ma considerando le persone diversamente abili come gli altri colleghi (pur nel rispetto delle loro esigenze a volte più particolari), non abbiamo quasi mai dovuto affrontare situazioni 10

11 estremamente critiche. Posso affermare che l atteggiamento della Azienda nei confronti dei colleghi diversamente abili è generalmente inclusivo. Quali ritiene siano gli ingredienti per una selezione e un inserimento di successo per una categoria protetta? credo proprio di averli già descritti, nel raccontarvi la nostra piccola esperienza! Joanna Mochi - Talent Acquisition&Training Specialist di Medtronic Italia Medtronic opera in tutto il mondo per rendere disponibili soluzioni e terapie che aiutano milioni di persone a ritrovare la propria vita con una migliore qualità e aspettativa. In Italia nasce a Roma nel 1976 come Società di rappresentanza e distribuzione dei prodotti Medtronic Inc. per l Italia. Oggi Medtronic Italia impegna oltre 500 dipendenti, dislocati nelle due sedi italiane a Milano e Roma. Quante risorse appartenenti avete alle categorie protette? Abbiamo inserito, ad oggi, 14 risorse appartenenti alle categorie protette. Da quanto tempo sono in azienda e in che ruoli sono inseriti? Dipende dai casi: andiamo da un minimo di 2 anni, fino ad un massimo di 12. I ruoli che questi candidati ricoprono sono molteplici: Customer Service Rep, Administrative Assistant, Reimbursement Consultant, Facilities Specialist, Customer Service Team Specialist, Sales Representative, Receptionist, Product Support Specialist. Facilities Specialist, Technical Support e Customer Service Rep. Avete trovato difficoltà nella selezione di queste figure? Per alcune abbiamo trovato qualche difficoltà, ma, nella maggior parte dei casi, ci siamo affidati a società esterne di selezione, alcune delle quali specializzate in ricerche di categorie protette. Come è stato l inserimento? Le persone si sono tutte inserite nel migliore dei modi. I colleghi già presenti in azienda li hanno accolti molto bene. Quali ritiene siano gli ingredienti per una selezione e un inserimento di successo per una categoria protetta? Penso che sia molto importante affidarsi ad una buona società di ricerca e selezione, magari specializzata nella ricerca di figure di questo tipo. Inoltre, è assolutamente indispensabile essere molto trasparenti e chiari in fase di colloquio circa quelle che sono le esigenze e le aspettative, oltre che la cultura aziendale. Per favorire gli spostamenti all interno dell azienda delle persone disabili è stato necessario adattare la struttura e/o dotarsi di particolari strumentazioni/dispositivi? No, non è stato necessario. 11

12 Aniello Vaccaro - HR & Organization di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti Milano NABA è un Accademia di iniziativa privata che nasce a Milano nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Tito Varisco, con l obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell arte e delle professioni creative. È riconosciuta dal MIUR Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca. Dal 21 dicembre 2009 NABA è entrata a far parte di Laureate Education, un network internazionale di oltre 65 istituzioni accreditate che offrono corsi di laurea di primo e secondo livello a più di studenti in tutto il mondo. Quante risorse appartenenti avete alle categorie protette? Attualmente nella nostra Accademia abbiamo 5 dipendenti appartenenti alle categorie protette suddivisi in: 4 Disabili e 1 Orfano rientrante nelle categorie previste dall articolo 18 della Legge 68/99. Da quanto tempo sono in azienda e in che ruoli sono inseriti? La nostra Accademia ha vissuto negli ultimi anni una forte crescita in termini di numerosità del personale, per cui abbiamo prestato molta attenzione all individuazione e all inserimento di personale dipendente appartenente alle categorie protette nei più svariati ruoli aziendali e senza preclusioni di seniority. Proprio in considerazione della crescita di personale avuta, il loro inserimento è avvenuto soprattutto a partire da gennaio Attualmente tale tipologia di personale è inserito sia in ruoli di back office che di front office ed in particolare nelle seguenti aree organizzative: Marketing, Biblioteca, Facility e Reception. Avete trovato difficoltà nella selezione di queste figure? Essendo parte di un gruppo internazionale presente in molti paesi e leader nel settore Education, l obiettivo principale nella ricerca del personale è stato quello di individuare profili che avessero anche buone capacità relazionali, buona conoscenza della lingua inglese e buona conoscenza dei principali applicativi informatici. I canali attivati sono stati molteplici e la partnership con società di Ricerca e Selezione specializzate come Page Personnel ha senza dubbio aiutato il buon esito della ricerca. Come è stato l inserimento? Il nostro principale obiettivo è quello di accogliere e guidare ogni nuovo dipendente attraverso un Orientation Program per la prima settimana di permanenza di Azienda. Questo approccio si è perfezionato nel tempo anche sulla base delle esperienze acquisite. Tale programma di inserimento fornisce tutti gli elementi logistici, organizzativi, informatici, gestionali di base per muoversi all interno del nostro Campus qui a Milano. Non è previsto un percorso diverso per il personale appartenente alle categorie protette. 12

13 Come hanno reagito i colleghi? I colleghi non sono a conoscenza dell appartenenza alle categorie protette di alcuni nostri dipendenti e nulla è mai stato chiesto a riguardo. Il punto di forza della nostra Accademia è quello di vivere quotidianamente in un ambiente multiculturale ed internazionale in cui si entra a contatto con studenti/docenti/staff di diverse etnie e culture. Tale aspetto sviluppa ed amplifica l apertura mentale e l accettazione dell altro; d altronde siamo un Accademia dell Arte e del Design dove la parola creatività è sinonimo di unicità. Quali ritiene siano gli ingredienti per una selezione e un inserimento di successo per una categoria protetta? Non esistono una ricetta o degli ingredienti univoci per la selezione perfetta sia essa di persona appartenente alle categorie protette che non appartenente a tale categorie. L unica accortezza in fase di selezione è quella di capire in maniera chiara se e quali limitazioni dell attività lavorativa ci possono essere nell inserimento della persona disabile. Tutto poi è valutabile caso per caso. Probabilmente l unica considerazione a riguardo di tale tipologia di ricerca è quella di agire in tempi rapidi. Per favorire gli spostamenti all interno dell azienda delle persone disabili è stato necessario adattare la struttura e/o dotarsi di particolari strumentazioni/dispositivi? Ad oggi sono previste le strutture e le strumentazioni di legge, ma non è stato necessario effettuare interventi di tale tipo in relazione ad una assunzione in particolare. Il punto di vista dei candidati Felice C. (Profilo n. AX65789) Come si è sviluppato il suo percorso professionale? Da quanti anni lavora? Il mio percorso professionale si è sviluppato partendo con una formazione da operatore front office presso una banca online nella quale ho sviluppato un forte approccio al problem solving e alla gestione dei rapporti con i clienti (importante per i successivi ambiti lavorativi e personali); sono passato attraverso due esperienze di pianificazione e controllo prima e buyer poi, presso un importante gruppo assicurativo, dove ho lavorato affiancando consulenti per lo sviluppo ed implementazione di importanti progetti e gestendo importanti gare di appalto per il gruppo. Infine sono approdato presso una multinazionale del settore tabacco dove continuo a svolgere attività di procurement&purchasing come buyer manager. Lavoro continuativamente dal 2004, quindi da circa 9 anni. Come è stato inserirsi nel suo attuale ambiente di lavoro? Ho avuto la fortuna di trovare un azienda culturalmente favorevole alla corretta accoglienza verso qualsiasi forma di diversità. 13

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione

La natura del linguaggio e il processo di acquisizione La natura del linguaggio e il processo di acquisizione Il bambino nasce con un patrimonio genetico e con una predisposizione innata per il linguaggio. Affinché ciò avvenga normalmente è necessario che

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche.

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. PREMESSA L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. delle amministrazioni Una cospicua parte è dedicata al concorso, che costituisce la principale procedura con la

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

CONCETTI GENERALI. Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione

CONCETTI GENERALI. Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS-IRCCS Centro S. Maria Nascente Milano 5 febbraio 2014 Organizzazione

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

computo dell organico aziendale e assunzioni agevolate

computo dell organico aziendale e assunzioni agevolate MERCATO DEL LAVORO: ADEMPIMENTI E INCENTIVI ALL occupazione 9 computo dell organico aziendale e assunzioni agevolate a cura di Alberto Bosco e Cristian Valsiglio IN COLLABORAZIONE CON LA RIFORMA DEL LAVORO

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Indice. Introduzione...4. Capitolo 1...8. Capitolo 2... 19

Indice. Introduzione...4. Capitolo 1...8. Capitolo 2... 19 Indice Introduzione...4 Capitolo 1...8 La rivoluzione digitale può essere davvero per tutti?...8 Tecnologia e disabilità: le opportunità...9 Tecnologie diverse per soluzioni diverse...10 Tecnologia e disabilità:

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione).

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). (Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). CIRCOLARE N 4 del 1 MARZO 2002 OGGETTO: Linee guida per

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA

DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA DISABILITY MANAGEMENT: INTEGRARE LE DIFFERENZE PER FARE LA DIFFERENZA Simone Scerri INTRODUZIONE Questa proposta è rivolta alle aziende con un numero pendenti superiore a 15, le quali sono tenute ad assumere

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola

Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola Il punto di pratica professionale Il lavoro dei minori che hanno abbandonato la scuola a cura di Eufranio Massi Direttore della Direzione provinciale del Lavoro di Modena Per una disamina, sia pur breve,

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013

GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013 GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013 MODALITÀ RICHIESTE (TRASFORMAZIONE E/O MODIFICA) DURATA ORARIO : ARTICOLAZIONE E INTERVALLO CRITERI PRINCIPALI ACCOGLIMENTO DELLE

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Metodologie di comunicazione con persone disabili

Metodologie di comunicazione con persone disabili Metodologie di comunicazione con persone disabili Eleonora Castagna Terapista della Neuropsicomotricità dell Età Evolutiva Antonia Castelnuovo Psicomotricista Villa Santa Maria, Tavernerio Polo Territoriale

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Questa pubblicazione presenta

Questa pubblicazione presenta Un Quadro Un Quadro Questa pubblicazione presenta un quadro delle più importanti caratteristiche dei programmi Social Security, Supplemental Security Income (SSI) e Medicare. Potrete trovare informazioni

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di TPL

Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di TPL REGIONE LAZIO Assessorato alle Politiche della Mobilità e del Trasporto Pubblico Locale LAZIOSERVICE S.p.A. Progetto Trasporti Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di Obiettivi

Dettagli

Perché un software gestionale?

Perché un software gestionale? Gestionale per stabilimenti balneari Perché un software gestionale? Organizzazione efficiente, aumento della produttività, risparmio di tempo. Basato sulle più avanzate tecnologie del web, può essere installato

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli