La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012"

Transcript

1 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato a tempo indeterminato passa da: euro nel 2013 a euro nel 2014 mentre per le donne e giovani < 35 anni passa da: euro nel 2013 a euro nel

2 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Sono stati modificati anche gli importi per le imprese ubicate nelle aree svantaggiate. Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia: la quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato a tempo indeterminato passa da euro nel 2013 a euro nel 2014, mentre per gli under 35 e le donne da euro nel 2013 a euro nel 2014.

3 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Area geografica Ordinario Donne e < 35 anni Centro Nord Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) Ordinario Donne e < 35 anni

4 LA DEDUCIBILITA IRAP 2013 E 2014 Nuovi importi deducibili anche per i soggetti minori, vale a dire con un valore della produzione pari o inferiore a ,91: a) da a se la base imponibile non supera ,91; b) da a se supera ,91 ma non ,91; c) da a se supera ,91 ma non ,91; d) da a se supera ,91 ma non ,91; d-bis) per i soggetti di cui all'articolo 3, comma 1, lettere b) e c) (società di persone e persone fisiche esercenti arti e professioni), l'importo delle deduzioni indicate nelle lettere da a) a d) del presente comma è aumentato, rispettivamente, da a euro 2.500, da a euro 1.875, da a euro e da 525 a euro 625.

5 Legge di stabilità per l anno 2014 DEDUZIONE IRAP PER INCREMENTO DELLA BASE OCCUPAZIONALE COMMA 132 Per effetto della modifica dell art. 11, comma 4-quater del D.Lgs n. 446/1997, dal periodo d imposta in corso al 31 dicembre 2014 (2014 per i soggetti con periodo d imposta coincidente con l anno solare), è prevista una nuova deduzione IRAP del costo del personale assunto con contratto a tempo indeterminato che costituisce incremento della base occupazionale rispetto al personale mediamente occupato nel periodo d imposta precedente. La deduzione spetta fino a euro per ciascun nuovo dipendente assunto ed è riconosciuta a regime. Va, inoltre, evidenziato che la deduzione forfettaria ( base e maggiorata per le Regioni svantaggiate) per ciascun dipendente a tempo indeterminato (c.d. cuneo fiscale) e la deduzione dei contributi previdenziali ed assistenziali, è alternativa solo alla deduzione per spese per apprendisti, disabili, CFL e addetti alla ricerca e sviluppo e alla deduzione di euro prevista per ciascun dipendente fino ad un massimo di 5 e non anche alla deduzione in esame. Di conseguenza i soggetti che fruiscono del c.d. cuneo fiscale possono altresì beneficiare della deduzione per l incremento della base occupazionale.

6 IRAP: le novità della Legge di Stabilità 2015 Novità Norma Soggetti interessati Decorrenz a Deduzione del costo del lavoro dall imponibile Irap Art. 1, co. 20 e 25, L. n. 190/2014; Art. 11, D.Lgs. n. 446/1997; - Società di capitali e enti commerciali; - Società di persone e imprese individuali; 2015 Credito d imposta per le imprese senza dipendenti Ripristino aliquote Irap vigenti antecedentemente all entrata in vigore del D.L. n. 66/2014 Art. 1, co. 21, L. n. 190/ Banche e altri enti e società finanziarie; - Imprese di assicurazione; - Esercenti arti e professioni; - Produttori agricoli 2015 Art. 1, co. 22 e 23, L. n. Tutti i contribuenti in genere /2014; Art. 16, D.Lgs. n. 446/1997; DEDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORO DALL IMPONIBILE IRAP (art. 1, co. 20, 25, Legge 23 dicembre 2014, n. 190; art. 11, D.Lgs. n. 446/1997) Dal periodo d imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 (2015), la base imponibile Irap è ridotta del costo del lavoro, sostenuto in riferimento ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, eccedente l ammontare delle deduzioni, analitiche e forfetarie, riferibili al medesimo costo e ammesse in deduzione in ragione delle disposizioni di cui ai commi 1, lettera a), 1-bis, 4-bis.1 e 4-quater dell articolo 11 del D.Lgs. n. 446/1997 relativo alla determinazione del valore della produzione netta. La nuova previsione è contenuta nel comma 4-octies dell art. 11 del D.Lgs. n. 446/1997 aggiunto dall art. 1 comma 20 della Legge di stabilità 2015.

7 DEDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORO DALL IMPONIBILE IRAP (art. 1, co. 20, 25, Legge 23 dicembre 2014, n. 190; art. 11, D.Lgs. n. 446/1997) Soggetti beneficiari -Società di capitali e enti commerciali - Società di persone e imprese individuali - Banche e altri enti e società finanziarie - Imprese di assicurazione -Persone fisiche, società semplici e quelle ad esse equiparate (società di armamento, società di fatto, associazioni senza personalità giuridica) esercenti arti e professioni - Produttori agricoli titolari di reddito agrario (esclusi quelli con volume d affari annuo non superiore a euro) Rapporti di lavoro interessati - Contratti di lavoro a tempo indeterminato DEDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORO DALL IMPONIBILE IRAP (art. 1, co. 20, 25, Legge 23 dicembre 2014, n. 190; art. 11, D.Lgs. n. 446/1997) - Settore agricolo: Contratti di lavoro a tempo indeterminato Contratti di lavoro a tempo determinato di durata almeno triennale, a condizione che nei relativi periodi d imposta il lavoratore abbia lavorato per almeno 150 giornate (previa autorizzazione della Commissione europea richiesta a cura del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali).

8 DEDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORO DALL IMPONIBILE IRAP (art. 1, co. 20, 24, 25, Legge 23 dicembre 2014, n. 190; ; art. 11, D.Lgs. n. 446/1997) Calcolo deduzione È ammessa in deduzione dalla base imponibile Irap la differenza tra il costo complessivo per il personale dipendente e l ammontare delle deduzioni previste dall articolo 11 del D.Lgs. n. 446/1997: Analitiche contributi per le assicurazioni obbligatorie contro gli infortuni sul lavoro (co. 1, lett. a), n. 1); contributi assistenziali e previdenziali relativi ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato (co. 1, lett. a), n. 4); spese relative agli apprendisti, ai disabili, per il personale assunto con contratti di formazione e lavoro, nonché i costi sostenuti per il personale addetto alla ricerca e sviluppo (co. 1, lett. a), n. 5); per le imprese autorizzate all autotrasporto merci, le indennità di trasferta previste contrattualmente, per la parte che non concorre a formare il reddito del dipendente (co. 1-bis); Forfetarie 7.500, su base annua, per ogni lavoratore dipendente a tempo indeterminato impiegato nel periodo di imposta, aumentato a euro per i lavoratori di sesso femminile nonché per quelli di età inferiore ai 35 anni; per i lavoratori impiegati nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, tali importi, sono ulteriormente incrementati fino a ,00 euro ovvero a euro per i lavoratori di sesso femminile nonché per quelli di età inferiore ai 35 anni (co. 1, lett. a), n. 2 e 3); 1.850, su base annua, per ogni lavoratore dipendente impiegato nel periodo d'imposta fino a un massimo di cinque. Ai fini del computo del numero di lavoratori dipendenti per i quali spetta la deduzione non si tiene conto degli apprendisti, dei disabili e del personale assunto con contratti di formazione lavoro (co. 4-bis.1); ,00 in caso di incremento del numero di lavoratori dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato rispetto al numero dei lavoratori assunti con il medesimo contratto mediamente occupati nel periodo d'imposta precedente (co. 4-quater). Se la sommatoria di tali deduzioni è inferiore al costo del lavoro spetta la deduzione fino a concorrenza dell intero importo dell onere sostenuto. Peraltro ai sensi di quanto disposto dall art. dell art. 2, co. 1 del D.L. n. 201/2011, come modificato dal comma 24 della Legge di stabilità 2015, la quota di Irap relativa alla quota imponibile delle spese per il personale dipendente e assimilato, ammessa in deduzione ai fini Irpef è ora determinata anche al netto della nuova deduzione di cui al comma 4-octies.

9 CREDITO D IMPOSTA PER LE IMPRESE SENZA DIPENDENTI (art. 1, co. 21, Legge 23 dicembre 2014, n. 190) Dal periodo d imposta 2015 per le imprese che non si avvalgono di lavoratori dipendenti spetta un credito d imposta pari al 10% dell imposta lorda determinata secondo le disposizioni del D.Lgs. n. 446/1997. Il credito d imposta, a titolo di esempio, può essere usufruito nell ipotesi di impiego di collaboratori a progetto o lavoratori occasionali. Esempio: Valore della produzione netta pari a ,00 Aliquota base Irap 3,9% (ripristinata dalla legge di stabilità 2015) Irap dovuta 7.800,00 ( ,00 * 3,9%) Credito d imposta 780,00 (7.800,00 * 10%) Soggetti beneficiari CREDITO D IMPOSTA PER LE IMPRESE SENZA DIPENDENTI (art. 1, co. 21, Legge 23 dicembre 2014, n. 190) -Società di capitali e enti commerciali - Società di persone e imprese individuali - Banche e altri enti e società finanziarie - Imprese di assicurazione -Persone fisiche, società semplici e quelle ad esse equiparate (società di armamento, società di fatto, associazioni senza personalità giuridica) esercenti arti e professioni - Produttori agricoli titolari di reddito agrario (esclusi quelli con volume d affari annuo non superiore a euro)

10 CREDITO D IMPOSTA PER LE IMPRESE SENZA DIPENDENTI (art. 1, co. 21, Legge 23 dicembre 2014, n. 190) Modalità di utilizzo Il credito d imposta è utilizzabile in compensazione nel modello F24, ai sensi dell art. 17 del D.Lgs. n. 241/1997, a decorrere dall anno di presentazione della corrispondente dichiarazione. RIPRISTINO ALIQUOTE IRAP (art. 1, co. 22, Legge 23 dicembre 2014, n. 190; artt. 16, 45 D.Lgs. n. 446/1997) Con l abrogazione dei commi 1 e 4 dell art. 2 del D.L. n. 66/2014 convertito, con modificazioni, dalla L. n. 89/2014, disposta dalla Legge di stabilità 2015 si ha: - Il ripristino delle aliquote Irap vigenti per il periodo d imposta 2013: 3,90%, aliquota base (vigente a decorrere dal periodo d imposta art. 1, co. 50, 51, L. n. 244/2007); 4,20%, per le società di capitali ed enti commerciali che esercitano attività di imprese concessionarie diverse da quelle di costruzione e gestione di autostrade e trafori (vigente a decorrere dal periodo d imposta art. 25, co. 5, 6,D.L. n. 98/2011, conv. con modif. in L. n. 111/2011); 4,65%, per le banche e società finanziarie (vigente a decorrere dal periodo d imposta art. 25, co. 5, 6,D.L. n. 98/2011, conv. con modif. in L. n. 111/2011); 5,90%, per le imprese di assicurazione (vigente a decorrere dal periodo d imposta art. 25, co. 5, 6,D.L. n. 98/2011, conv. con modif. in L. n. 111/2011); 1,90%, per i soggetti che operano nel settore agricolo e per le cooperative della piccola pesca e loro consorzi (vigente a decorrere dal periodo d imposta art. 2, co. 1, L. n. 203/2008).

11 RIPRISTINO ALIQUOTE IRAP (art. 1, co. 22, Legge 23 dicembre 2014, n. 190; artt. 16, 45 D.Lgs. n. 446/1997) Con l abrogazione dei commi 1 e 4 dell art. 2 del D.L. n. 66/2014 convertito, con modificazioni, dalla L. n. 89/2014, disposta dalla Legge di stabilità 2015 si ha infatti: -La mancata applicazione delle aliquote ridotte introdotte dall art. 2, D.L. n. 66/2014 convertito, con modificazioni, dalla L. n. 89/2014, a decorrere dal periodo d imposta 2014: 3,50%, aliquota base; 3,80%, per le società di capitali ed enti commerciali che esercitano attività di imprese concessionarie diverse da quelle di costruzione e gestione di autostrade e trafori; 4,20%, per le banche e società finanziarie; 5,30%, per le imprese di assicurazione; 1,70%, per i soggetti che operano nel settore agricolo e per le cooperative della piccola pesca e loro consorzi. RIPRISTINO ALIQUOTE IRAP (art. 1, co. 22, 23 Legge 23 dicembre 2014, n. 190; artt. 16, 45 D.Lgs. n. 446/1997) Acconto Irap 2014 con metodo previsionale e aliquote ridotte Ai soli fini della determinazione dell acconto 2014 secondo il metodo previsionale, il co. 2 dell art. 2, del D.L. n. 66/2014, aveva previsto delle specifiche aliquote: 3,75%, aliquota base; 4,00%, per le società di capitali ed enti commerciali che esercitano attività di imprese concessionarie diverse da quelle di costruzione e gestione di autostrade e trafori; 4,50%, per le banche e società finanziarie; 5,70%, per le imprese di assicurazione; 1,80%, per i soggetti che operano nel settore agricolo e per le cooperative della piccola pesca e loro consorzi. L art. 1, co. 23, della legge di stabilità 2015 non ha eliminato gli effetti di tali acconti, prevedendo il recupero della minore imposta versata, in sede di versamento del saldo relativo al periodo d imposta 2014.

12 L art. 1, comma 20 e seguenti della legge di Stabilità 2015 introduce una deduzione IRAP per i soli contratti a tempo indeterminato. Pertanto, il legislatore non giunge alla detassazione generalizzata del costo del lavoro ai fini IRAP, ma le modifiche introdotte hanno.

13 L intervento legislativo consiste in una deduzione dalla base imponibile ai fini IRAP, aggiuntiva a quelle già esistenti, previste dall articolo 11 del D. Lgs. 15 dicembre 1997, n La decorrenza è prevista dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014; in gran parte dei casi dal 2015, salvo per i soggetti con esercizio diverso dall anno solare, considerando che per l Agenzia delle Entrate è tale il periodo 1 gennaio 31 dicembre. Conseguentemente non sarà immediatamente spendibile, in quanto si tradurrà in un risparmio solamente nel 2016, allorquando si procederà ai calcoli necessari per la determinazione dell IRAP dovuta in sede di dichiarazione.

14 Concretamente, viene ammesso in deduzione dal valore della produzione ai fini dell IRAP, determinato ai sensi del D. Lgs. n. 446/1997, il costo del lavoro relativo ai contratti di lavoro a tempo indeterminato; per gli imprenditori agricoli la deduzione si estende anche ai contratti a tempo determinato di durata almeno triennale, a condizione tuttavia che nei singoli periodi di imposta il lavoratore abbia prestato attività per almeno 150 giornate.

15 Le aziende interessate La deduzione non è generalizzata, ma limitata ai seguenti soggetti passivi, espressamente individuati dalla norma: societa di capitali ed enti commerciali; società di persone e quelle ad esse equiparate; imprese individuali esercenti attività commerciali; esercenti arti e professioni, sia in forma individuale, che in forma associata.

16 La misura [ ] è ammessa in deduzione la differenza tra il costo complessivo per il personale dipendente con contratto a tempo indeterminato e le deduzioni spettanti ai sensi dei commi 1, lettera a), 1- bis, 4-bis.1 e 4-quater.

17 La nuova deduzione va determinata assumendo inizialmente il costo del lavoro complessivo di tutti i lavoratori a tempo indeterminato, tenendo conto quindi di tutte le componenti che lo compongono; questo valore va decurtato delle altre deduzioni spettanti al datore di lavoro.

18 I datori di lavoro maggiormente avvantaggiati rispetto al regime precedente sono quelli che potevano godere di deduzioni minori in quanto, decurtandole dal costo del lavoro, avranno un maggior importo da utilizzare in diminuzione dal valore della produzione, a titolo di nuova deduzione sui contratti di lavoro a tempo indeterminato. Dunque, l incentivo sarà meno rilevante ed in alcuni casi irrilevante in quanto assorbito dalle altre deduzioni già spettanti, se il lavoratore occupato è di sesso femminile o giovane fino a 35 anni nelle piccole imprese che non superano il cumulo previsto dalla regola comunitaria de minimis, ovvero se il datore di lavoro svolge l attività impiegando il lavoratore nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia..

19 Aliquote Irap A fronte delle riduzione descritta, il comma 22 dell articolo 1 della Legge di Stabilità 2015 abroga i commi 1 e 4 dell articolo 2 del decreto legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89 che aveva previsto con effetto dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2013, la riduzione generalizzata dell aliquota IRAP dal 3,9% al 3,5%.

20 La riduzione descritta viene eliminata prima ancora che fosse di fatto goduta dai contribuenti in quanto gli effetti si sarebbero prodotti, in termini di risparmio d imposta, in sede di determinazione del saldo ai fini dell IRAP e dunque solo nel Al fine di evitare conseguenze nei confronti di coloro che avessero calcolato gli acconti IRAP per il 2015 da giugno a novembre scorsi secondo il metodo previsione e dunque tenendo conto della minore aliquota e quindi del potenziale e previsto risparmio d imposta, viene inserita una sorta di clausola di salvaguardia per evitare la possibile irrogazione delle sanzioni tributarie.

21 La norma prevede l inapplicabilità delle sanzioni qualora in sede di saldo delle imposte gli acconti versati in misura differente rispetto a quanto normalmente previsto (tenendo conto delle imposte dovuti per il periodo di imposta precedente) gli importi versati a titolo d acconto risultano comunque sufficienti a coprire rispettivamente il 40% dell imposta dovuta per la prima rata, se dovuta, ed il 60% per la seconda. In buona sostanza, all atto della determinazione dell imposta dovuta per il periodo d imposta 2014, occorrerà procedere al calcolo anche dell imposta virtualmente dovuta, applicando l aliquota base del 3,5% (naturalmente tenendo conto delle diverse regole applicabili nelle singole regioni ) ai soli fini della verifica della sufficienza dell acconto versato.

22 Esempio di calcolo Irap Ipotizziamo un datore di lavoro che abbia occupato un lavoratore con contratto a tempo indeterminato per l intero periodo di imposta Supponiamo che il costo del lavoro sostenuto sia stato di euro, di cui euro per contributi previdenziali ed assistenziali ed euro quelli assicurativi INAIL.

23 Deduzioni spettanti periodo imposta anno 2014 con le regole vigenti euro ( euro per contributi INAIL, euro per aver impiegato un lavoratore a tempo indeterminato nel periodo di imposta, euro relativi ai contributi previdenziali).

24 Deduzioni spettanti periodo imposta anno 2015 con le nuove regole lo stesso lavoratore dà diritto sia alla deduzione di euro che all ulteriore deduzione di euro , introdotta dalla Legge di Stabilità 2015.

25 Il risparmio, considerando l aliquota base del 3,9%, è di 487 euro = x 3,9% = 487,00

26 Considerando l aliquota IRAP ridotta del 3,5%, comunque avrebbe dovuto pagare 437 euro in più = x 3,5% = 437,00

27 Ipotizzando che il suddetto contribuente abbia un valore della produzione complessivo di euro, oltre all incidenza del costo del lavoro indicato, senza la soppressione della riduzione dell aliquota IRAP, avrebbe avuto un risparmio su tale valore di 80 euro x 3,9% = 780, x 3,5% = 700,00

28 Sull imponibile totale di euro, con la minore aliquota avrebbe risparmiato 130 euro x 3,9% = 1.267, x 3,5% = 1.137,00 E chiaro dunque che la nuova agevolazione IRAP produrrà un immediato aggravio per il periodo d'imposta 2014 per tutti i contribuenti

29 Il beneficio per coloro che potranno usufruire della nuova deduzione IRAP sui contratti di lavoro a tempo indeterminato, verrà goduto dal periodo d imposta x 3,5% = 1.137, x 3,9% = 780,00

30 Naturalmente, quanto maggiore sarà il valore della produzione, tanto minore sarà il beneficio introdotto dalla Legge di Stabilità In definitiva, si sposta il risparmio d imposta dalla generalità dei contribuenti verso coloro che occupano più lavoratori dipendenti a tempo indeterminato.

IRAP E COSTO DEL LAVORO : DEDUCIBILITA DAL PERIODO D IMPOSTA 2015

IRAP E COSTO DEL LAVORO : DEDUCIBILITA DAL PERIODO D IMPOSTA 2015 IRAP E COSTO DEL LAVORO : DEDUCIBILITA DAL PERIODO D IMPOSTA 2015 La Legge 190/2014, Legge di Stabilità 2015, ha previsto significative novità per soggetti IRAP con i commi da 20 a 25 dell articolo 1.

Dettagli

La riduzione del cuneo fiscale. La riduzione del cuneo fiscale

La riduzione del cuneo fiscale. La riduzione del cuneo fiscale La riduzione del cuneo fiscale (D.Lgs.. 15 dicembre 1997, n. 446) (art. 1, co. 266-269 269 Legge n. 296/2006) a cura di Cuneo Fiscale del datore Da cosa è dato: Costo del lavoro Retribuzione lorda - =

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 9/2015. OGGETTO: IRAP e il costo del personale dipendente, le nuove agevolazioni per il 2015

NOTA OPERATIVA N. 9/2015. OGGETTO: IRAP e il costo del personale dipendente, le nuove agevolazioni per il 2015 NOTA OPERATIVA N. 9/2015 OGGETTO: IRAP e il costo del personale dipendente, le nuove agevolazioni per il 2015 - Introduzione L imposta Regionale sulle Attività Produttive è una tassa che, da sempre, ha

Dettagli

IRAP 2015: AUMENTI e RIDUZIONI del CARICO FISCALE

IRAP 2015: AUMENTI e RIDUZIONI del CARICO FISCALE Circolare informativa per la clientela n. 09 del 19 marzo 2015 IRAP 2015: AUMENTI e RIDUZIONI del CARICO FISCALE In questa Circolare 1. Novità Irap 2015 2. Deduzione dei costi del personale 3. Aliquote

Dettagli

IRAP determinazione imponibile

IRAP determinazione imponibile Imposta Regionale sulle Attività Produttive - IRAP L IRAP è stata introdotta nel 1997, dando seguito a moltissime polemiche, in quanto si presenta come un imposta del tutto atipica sia per quanto riguarda

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE VARIABILI IRAP ANNO D IMPOSTA 2012

DEFINIZIONE DELLE VARIABILI IRAP ANNO D IMPOSTA 2012 DEFINIZIONE DELLE VARIABILI IRAP ANNO D IMPOSTA 2012 IRAP Di seguito è riportata la definizione e la modalità di calcolo delle singole variabili contenute nelle tabelle disponibili attraverso la navigazione

Dettagli

INDICE. 1 Nuove deduzioni dalla base imponibile IRAP introdotte dalla finanziaria2007..2

INDICE. 1 Nuove deduzioni dalla base imponibile IRAP introdotte dalla finanziaria2007..2 Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 6-bis del 18 febbraio 2008 Agevolazioni IRAP per lavoro

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

IRAP: UTILE VADEMECUM IN VISTA DELL APPROSSIMARSI DELLE DICHIARAZIONI E LE NOVITA (IN CORSO DI MODIFICAZIONE) PER L ANNO D IMPOSTA 2014.

IRAP: UTILE VADEMECUM IN VISTA DELL APPROSSIMARSI DELLE DICHIARAZIONI E LE NOVITA (IN CORSO DI MODIFICAZIONE) PER L ANNO D IMPOSTA 2014. Prot. n 630/22 Circolare N 8/MARZO 2014 MARZO 2014 A tutti i colleghi (*) IRAP: UTILE VADEMECUM IN VISTA DELL APPROSSIMARSI DELLE DICHIARAZIONI E LE NOVITA (IN CORSO DI MODIFICAZIONE) PER L ANNO D IMPOSTA

Dettagli

Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE

Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE Dott. Enrico Maria Vidali CONVEGNO ASSOCIAZIONI SPORTIVE L ATTIVITA DI ACCERTAMENTO E LA COMPLIANCE FISCALE 1 PRESUPPOSTO IMPOSITIVO Ai sensi dell art. 2 del D.Lgs. 446/97 il presupposto dell'irap e' costituito

Dettagli

LE DEDUZIONI IRAP PER IL 2012

LE DEDUZIONI IRAP PER IL 2012 INFORMATIVA N. 085 27 MARZO 2013 DICHIARAZIONI LE DEDUZIONI IRAP PER IL 2012 Art. 11, D.Lgs. n. 446/97 Art. 2, comma 2, DL n. 201/2011 Circolare Agenzia Entrate 19.11.2007, n. 61/E Risoluzioni Agenzia

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap:

GESTIONE IRAP IMPOSTAZIONI ANAGRAFICA AZIENDA. In azienda sono presenti alcune informazioni utili alla determinazione del calcolo Irap: GESTIONE IRAP La stampa dei dati Irap e l export verso altri applicativi si eseguono dal menù principale accedendo alla sezione Elaborazioni annuali/ Gestione Irap (come da immagine sottostante) o lanciando

Dettagli

Irap - Assunzioni a tempo indeterminato e riduzione del "cuneo fiscale" novità della l. 147/2013

Irap - Assunzioni a tempo indeterminato e riduzione del cuneo fiscale novità della l. 147/2013 Irap - Assunzioni a tempo indeterminato e riduzione del "cuneo fiscale" novità della l. 147/2013 QUADRO NORMATIVO L'art. 1, co. 132, L. 27.12.2013, n. 147 (cd. Legge di stabilità 2014) ha sostituito l'art.

Dettagli

Riferimenti normativi. Schema

Riferimenti normativi. Schema Tema n. 25 Il candidato esamini la disciplina dell imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) e accenni ai dubbi di incompatibilità dell imposta con la normativa comunitaria Riferimenti normativi

Dettagli

Valutazione operativa della deducibilità Irap dalle imposte sui redditi

Valutazione operativa della deducibilità Irap dalle imposte sui redditi S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO PUNTUALIZZAZIONI E FOCUS FINALE SU MODELLI UNICO 2014 Valutazione operativa della deducibilità Irap dalle imposte sui redditi DAVIDE CAMPOLUNGHI Commissione

Dettagli

Manovra Finanziaria. La riduzione del cuneo fiscale. Ulteriori deduzioni dalla base imponibile IRAP vengono introdotte con la Finanziaria

Manovra Finanziaria. La riduzione del cuneo fiscale. Ulteriori deduzioni dalla base imponibile IRAP vengono introdotte con la Finanziaria Approfondimenti Manovra La riduzione del cuneo fiscale di Andrea Trevisani Ulteriori deduzioni dalla base imponibile IRAP vengono introdotte con la 2007 dopo quelle, già a regime, previste dall art. 11

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP RELATIVA AL COSTO DEL PERSONALE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP RELATIVA AL COSTO DEL PERSONALE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE INFORMATIVA N. 092 05 APRILE 2013 IMPOSTE DIRETTE LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP RELATIVA AL COSTO DEL PERSONALE ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Art. 6, DL n. 185/2008 Art. 2, comma 1, DL

Dettagli

La riduzione della pressione fiscale sulle imprese. Dott. Alessandro Cotto

La riduzione della pressione fiscale sulle imprese. Dott. Alessandro Cotto La riduzione della pressione fiscale sulle imprese Dott. Alessandro Cotto DETRAZIONI PER IMMOBILI Detrazione per il risparmio energetico: anno 2015; detrazione del 65%. Detrazione per le ristrutturazioni

Dettagli

Il calcolo dell Irap 2015 e il costo del lavoro. Speaker Francesca Affini 12 novembre 2015

Il calcolo dell Irap 2015 e il costo del lavoro. Speaker Francesca Affini 12 novembre 2015 Il calcolo dell Irap 2015 e il costo del lavoro Speaker Francesca Affini 12 novembre 2015 SOMMARIO - le fonti: norma e prassi 1 - le modifiche più recenti alle regole Irap 4-18 - le deduzioni IRAP : lo

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2013

LEGGE DI STABILITA 2013 Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 1/2013 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

Camera dei deputati. Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori

Camera dei deputati. Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori Camera dei deputati XVII LEGISLATURA Agevolazioni fiscali e contributive per l assunzione di determinate categorie di lavoratori Servizio studi Dipartimenti Lavoro e Finanze 17 Giugno 2014 1 AGEVOLAZIONI

Dettagli

DL Milleproroghe Principali novità per le aziende

DL Milleproroghe Principali novità per le aziende DL Milleproroghe Principali novità per le aziende 11.2015 Marzo Sommario 1. PREMESSA... 2 2. PROROGA PER IL 2015 DEL REGIME DI VANTAGGIO PER L IMPRENDITORIA GIOVANILE... 2 2.1 Limite temporale della proroga...

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 3 gennaio 2015 Circolare n 1/2015 Alla Spett.le Clientela Oggetto: Legge di Stabilità 2015. Gentili Clienti, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014 la Legge n.

Dettagli

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 di 1 Con il comma 118 e ss. della Legge di Stabilità 2015 2, al fine di promuovere forme di occupazione stabile, viene introdotto

Dettagli

Incentivi alle assunzioni

Incentivi alle assunzioni Incentivi alle assunzioni Principali incentivi alle assunzioni Esonero contributivo Legge Stabilità 2015 Bonus Garanzia Giovani Incentivo donne e over 50 Incentivo iscritti liste mobilità indennizzata

Dettagli

IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA

IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA a cura di Celeste Vivenzi IN SCADENZA AL PRIMO DICEMBRE 2014 SECONDO ACCONTO IN MATERIA DI IMPOSTE E DI CONTRIBUTI IVS /GESTIONE SEPARATA IL Premessa generale Entro il prossimo 01 Dicembre 2014 ( il 30

Dettagli

Roma, 3 aprile 2013 CIRCOLARE N. 8/E

Roma, 3 aprile 2013 CIRCOLARE N. 8/E Direzione Centrale Normativa Settore Imposte sui Redditi e sulle Attività Produttive Roma, 3 aprile 2013 CIRCOLARE N. 8/E OGGETTO: Deducibilità analitica dalle imposte sui redditi dell imposta regionale

Dettagli

Piacenza, 7 gennaio 2015 Alle Cooperative in indirizzo

Piacenza, 7 gennaio 2015 Alle Cooperative in indirizzo SERVIZIO SINDACALE Piacenza, 7 gennaio 2015 Alle Cooperative in indirizzo Prot. n. 1 Oggetto: Legge di stabilità 2015 - Legge 23 dicembre 2014, n. 190 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale

Dettagli

Legge di stabilità 2014: gli interventi relativi alla riduzione del costo del lavoro

Legge di stabilità 2014: gli interventi relativi alla riduzione del costo del lavoro CIRCOLARE A.F. N. 11 del 23 Gennaio 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Legge di stabilità 2014: gli interventi relativi alla riduzione del costo del lavoro Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione.

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. INCENTIVO DESTINATARI Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione

Dettagli

LE NOVITÀ DEL DECRETO RENZI

LE NOVITÀ DEL DECRETO RENZI LE NOVITÀ DEL DECRETO RENZI Con la pubblicazione sulla G.U. 24.4.2014, n. 95 è entrato in vigore, a decorrere dal 24.4.2014, il DL n. 66/2014, Decreto Renzi, nell ambito del quale, oltre ad una serie di

Dettagli

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL 2012

LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL 2012 INFORMATIVA N. 082 26 MARZO 2013 IMPOSTE DIRETTE LA DEDUCIBILITÀ DELL IRAP PER IL Art. 6, DL n. 185/2008 Art. 2, comma 1, DL n. 201/2011 Istruzioni mod. UNICO 2013 Nel mod. UNICO 2013 le imprese / lavoratori

Dettagli

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA LA TREMONTI-TER TER Dott. Giampiero GUARNERIO Diretta 17 maggio 2010 AGENDA Che cosa è la Tremonti-ter Principali differenze rispetto alle precedenti versioni Quali soggetti ne possono beneficiare Quali

Dettagli

gennaio 2016 LE ULTIME NOVITÀ Lavoro accessorio per i maestri da sci e nel settore marittimo

gennaio 2016 LE ULTIME NOVITÀ Lavoro accessorio per i maestri da sci e nel settore marittimo Con la collaborazione del Centro Studi SEAC LE ULTIME NOVITÀ gennaio 2016 Lavoro accessorio per i maestri da sci e nel settore marittimo Interpello Ministero del Lavoro n. 32 del 22 dicembre 2015 Apprendistato:

Dettagli

Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ.

Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ. Deducibilità forfetaria IRAP ai fini reddituali art. 6 D.L. n. 185 del 29/11/2008 convertito con Legge n. 2 del 28/01/2009 (Decreto anti crisi) Circ. Min. n. 16/E del 14/04/2009 Deduzione a regime (periodo

Dettagli

Associati. ASSOCIATI Commercialisti Revisori legali Consulenti

Associati. ASSOCIATI Commercialisti Revisori legali Consulenti Associati Egr. Sigg.ri Clienti dello studio ll.ss. Rimini, lì 17 gennaio 2013 Oggetto: CIRCOLARE INFORMATIVA La presente per illustrarvi le disposizioni di maggior interesse dei corposi e recenti provvedimenti

Dettagli

OGGETTO: Deduzioni dalla base imponibile IRAP - Riduzione del cuneo fiscale

OGGETTO: Deduzioni dalla base imponibile IRAP - Riduzione del cuneo fiscale CIRCOLARE N. 61/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 novembre 2007 OGGETTO: Deduzioni dalla base imponibile IRAP - Riduzione del cuneo fiscale 2 SOMMARIO PREMESSA...3 1. CUNEO FISCALE...4

Dettagli

Circolare n. 2/E. Roma, 15 gennaio 2003

Circolare n. 2/E. Roma, 15 gennaio 2003 Circolare n. 2/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Settore Fiscalità Generale e Contenzioso Ufficio Persone Fisiche Roma, 15 gennaio 2003 OGGETTO: Legge 27 dicembre 2002. n. 289 (legge finanziaria

Dettagli

Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Circolare 8 del 3 marzo 2015 Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari del credito d imposta... 2 3 Ambito oggettivo di applicazione...

Dettagli

Legge di stabilità 2013: le ultime modifiche apportate dal Parlamento

Legge di stabilità 2013: le ultime modifiche apportate dal Parlamento Legge di stabilità 2013: le ultime modifiche apportate dal Parlamento Le modifiche alla legge di stabilità 2013 Il parlamento Italiano è intervenuto prepotentemente sulla legge di stabilità varata dal

Dettagli

Il Quadro da compilare relativo alle deduzioni del personale è denominato IS ed è formato da diverse colonne :

Il Quadro da compilare relativo alle deduzioni del personale è denominato IS ed è formato da diverse colonne : LA DICHIARAZIONE IRAP 2012 E' prossima la scadenza della redazione del Bilancio 2011 e, come di consueto, Professionisti e Contribuenti dovranno cimentarsi con il calcolo dell imposta IRAP per l anno appena

Dettagli

LE NUOVE CONVENIENZE PER IL LAVORO STABILE NELLA MANOVRA PER IL 2015: UNA QUANTIFICAZIONE Gabriele OLINI 1

LE NUOVE CONVENIENZE PER IL LAVORO STABILE NELLA MANOVRA PER IL 2015: UNA QUANTIFICAZIONE Gabriele OLINI 1 LE NUOVE CONVENIENZE PER IL LAVORO STABILE NELLA MANOVRA PER IL 2015: UNA QUANTIFICAZIONE Gabriele OLINI 1 In sintesi La legge di bilancio, attualmente in discussione in Parlamento, presenta importanti

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ 2015 IN SINTESI

LEGGE DI STABILITÀ 2015 IN SINTESI LEGGE DI STABILITÀ 2015 IN SINTESI È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2014, la Legge di Stabilità 2015, L. n. 190 del 23 dicembre 2014. Di seguito si riepilogano le principali

Dettagli

STUDIO CATELLANI. DL 24.6.2014 n. 91 conv. L. 11.8.2014 n. 116 (c.d. decreto competitività ) - Principali novità in materia fiscale e di agevolazioni

STUDIO CATELLANI. DL 24.6.2014 n. 91 conv. L. 11.8.2014 n. 116 (c.d. decreto competitività ) - Principali novità in materia fiscale e di agevolazioni Circolare 11/2014 STUDIO CATELLANI Spett. li clienti in indirizzo Reggio Emilia, li 12/09/2014 DL 24.6.2014 n. 91 conv. L. 11.8.2014 n. 116 (c.d. decreto competitività ) - Principali novità in materia

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 5 del 14 gennaio 2011 DL 29.12.2010 n. 225 (c.d. milleproroghe ) - Altre principali novità INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga per l accatastamento degli immobili

Dettagli

I PRINCIPALI INCENTIVI ALL'ASSUNZIONE

I PRINCIPALI INCENTIVI ALL'ASSUNZIONE PERSONE NON OCCUPATE NEI 6 MESI PRECEDENTI CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO Tutti i datori di lavoro privati Tempo (a tutele crescenti) Riduzione del 40% dei contributi previdenziali a carico del datore

Dettagli

CIRCOLARE 1/2015 Genova, 16/01/2015

CIRCOLARE 1/2015 Genova, 16/01/2015 STUDIO ASSOCIATO CONSULENTI DEL LAVORO BARILLARI LAPOLLA CAVALLERI 16128 - GENOVA - VIA CORSICA, 9/2 SC. B - TEL. 010 5455511 - FAX 010 5704028 E-MAIL: barillari@tpservice.it lapolla@tpservice.it cavalleri@tpservice.it

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA Settimanale di Aggiornamento Fiscale del 24 gennaio 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla delle novità di maggior rilievo che hanno caratterizzato la settimana appena trascorsa.

Dettagli

NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE STUDIO PASSARELLI Rag. Adriano Commercialista - Revisore Contabile Tributi Lavoro - Società Circolare informativa per la clientela del 26 marzo 2015 NUOVE AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE In questa Circolare

Dettagli

La bozza di Legge Finanziaria per il 2015

La bozza di Legge Finanziaria per il 2015 La bozza di Legge Finanziaria per il 2015 Il Governo ha recentemente approvato il disegno di legge della Finanziaria 2015 contenente alcune novità di natura fiscale, in vigore generalmente dal 2015, di

Dettagli

Finanziaria-2007 : le principali novità per la salute e la sicurezza sul lavoro

Finanziaria-2007 : le principali novità per la salute e la sicurezza sul lavoro ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Associazione di Protezione Ambientale di interesse nazionale (D.M. 1/3/88 - G.U. 19/5/88) Finanziaria-2007 : le principali novità per la salute e la sicurezza sul lavoro

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 3 febbraio 2015 Circolare n 6/2015 Alla Spett.le Clientela IMPORTANTE!!! Oggetto: Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato nel 2015. Gentili Clienti, la

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015

LE PRINCIPALI NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015 OGGETTO: Circolare 3.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 LE PRINCIPALI NOVITA DELLA LEGGE DI STABILITA 2015 È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 29.12.2014, n. 300, S.O. n. 99, la Legge 23.12.2014,

Dettagli

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU)

I TRIBUTI. Tributi locali (ICI sostituita a far data dall anno 2012 dall IMU) I TRIBUTI I cittadini sono tenuti a concorrere alla spese pubblica in ragione della loro capacità contributiva, come recita l articolo 53 della Costituzione Italiana. I tributi che gravano sui cittadini

Dettagli

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015 Sondrio, 5 gennaio 2015 A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015 Oggetto: Le novità del 2015 La legge di Stabilità per l anno 2015 ha portato una serie di rilevanti novità.

Dettagli

AUMENTO DELLE ALIQUOTE IVA

AUMENTO DELLE ALIQUOTE IVA Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO CARAMANTI TICOZZI & PARTNERS CONSULENZA SOCIETARIA E FISCALE INTERNAZIONALE. Member of AGN INTERNATIONAL www.agn.

STUDIO ASSOCIATO CARAMANTI TICOZZI & PARTNERS CONSULENZA SOCIETARIA E FISCALE INTERNAZIONALE. Member of AGN INTERNATIONAL www.agn. STUDIO ASSOCIATO CARAMANTI TICOZZI & PARTNERS CONSULENZA SOCIETARIA E FISCALE INTERNAZIONALE Member of AGN INTERNATIONAL www.agn.org Via Felice Casati, 20 20124 Milano Tel. +39 02 2779 111 Tel. +39 02

Dettagli

Piscaglia Rag. Luca Consulente del lavoro

Piscaglia Rag. Luca Consulente del lavoro San Mauro Pascoli li 14/01/2014 Ai Signori Clienti Loro indirizzi Oggetto: LEGGE DI STABILITÀ 2014 IN SINTESI Sul supplemento ordinario n.87 alla Gazzetta Ufficiale n.302 del 27 dicembre 2013 è stata pubblicata

Dettagli

CIRCOLARE N. 48/E. Roma,10 luglio 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

CIRCOLARE N. 48/E. Roma,10 luglio 2008. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 48/E Roma,10 luglio 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Credito di imposta per l incremento dell occupazione Articolo 2, commi 539-548, della legge finanziaria 2008 2

Dettagli

Gestione Deduzioni IRAP 2015

Gestione Deduzioni IRAP 2015 Gestione Deduzioni IRAP 2015 1 SOMMARIO IRAP ITER procedurale... 3 DEDUZIONI IRAP previste per l anno 2014... 3 ITER PROCEDURALE...3 Gestione Territorialità...6 Calcolo Base Occupazionale 2014 e Deduzione

Dettagli

Novità in materia di imposte dirette

Novità in materia di imposte dirette Antonio ARGENIO Pietro BESSI Federico CALISSANO Vincenzo CAMPO ANTICO Giovanni CIURLO Stefano FILIPPINI Filippo INGRAFFIA Stanislao LUCHESCHI Emilio MARTINOTTI Eleonora RIZZO Andrea VILLA Gabriella Allodi

Dettagli

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

Leasing e Super Ammortamento

Leasing e Super Ammortamento Leasing e Super Ammortamento Gianluca De Candia Direttore Assilea Associazione Italiana Leasing Leasing - Favorire la ripresa attraverso gli investimenti Mercoledì 16 dicembre 2015 DAL 1 GENNAIO 2014 IMPORTANTI

Dettagli

Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo - Provvedimento attuativo

Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo - Provvedimento attuativo A G E V O L A Z I O N I F I S C A L I Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo - Provvedimento attuativo 31 LUGLIO 20151 1 PREMESSA Con il DM 27.5.2015, pubblicato sulla G.U. 29.7.2015 n. 174,

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF

Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF Quadro RN CALCOLO DELL IRPEF ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 CATEGORIE DI REDDITO DETERMINAZIONE DEL REDDITO SCADENZA COME SI COMPILA CASI PRATICI CASI PARTICOLARI Il Quadro RN è utilizzato ai fini del calcolo

Dettagli

Provvedimenti fiscali autunno inverno 2012

Provvedimenti fiscali autunno inverno 2012 Circolare n. 01/2013 Provvedimenti fiscali autunno inverno 2012 Legge 17.12.2012 n. 221: Conversione, con modifiche del D.L. n. 179 del 18.10.2012. Si tratta del provvedimento sulla crescita economica.

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2015 Como, 3.3.2015 INFORMATIVA N. 11/2015 Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi INDICE 1 Premessa... pag. 2 2 Soggetti beneficiari del credito d imposta... pag. 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

GIORNATE DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO DAL CONGUAGLIO FISCALE BONUS 80 EURO AL JOBS ACT 10/12/2014. Relatore:

GIORNATE DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO DAL CONGUAGLIO FISCALE BONUS 80 EURO AL JOBS ACT 10/12/2014. Relatore: GIORNATE DI FORMAZIONE PER L ODCEC DI TORINO DAL CONGUAGLIO FISCALE BONUS 80 EURO AL JOBS ACT 10/12/2014 Relatore: Alessandro Dott. TODESCHELLI Dott. Comm.sta materia «Lavoro» Servizio: Nome servizio Pag.

Dettagli

LEGGE FINANZIARIA 2003

LEGGE FINANZIARIA 2003 LEGGE FINANZIARIA 2003 Sul Supplemento Ordinario. n. 240 alla Gazzetta.Ufficiale del 31/12/2002, n. 305 è stata pubblicata la legge n. 289 del 27 dicembre 2002 avente ad oggetto Disposizioni per la formazione

Dettagli

Irap: deduzioni, imposta e adempimenti

Irap: deduzioni, imposta e adempimenti Irap: deduzioni, imposta e adempimenti Deduzioni forfetarie Per i soggetti IRAP (tranne le amministrazioni pubbliche di cui al D.Lgs. n. 165/2001, le amministrazioni di Camera dei Deputati, Senato, Corte

Dettagli

Legge di Stabilità 2016: credito d imposta per il Sud valido fino al 2019

Legge di Stabilità 2016: credito d imposta per il Sud valido fino al 2019 Vigevano, 08/04/2016 Legge di Stabilità 2016: credito d imposta per il Sud valido fino al 2019 La legge di Stabilità 2016 introduce un credito d imposta per le imprese che effettuano investimenti, attraverso

Dettagli

Circolare n. 16. del 11 settembre 2014. Novità fiscali e agevolative del DL 24.6.2014 n. 91 conv. L 11.8.2014 n. 116 (c.d. DL competitività ) INDICE

Circolare n. 16. del 11 settembre 2014. Novità fiscali e agevolative del DL 24.6.2014 n. 91 conv. L 11.8.2014 n. 116 (c.d. DL competitività ) INDICE Circolare n. 16 del 11 settembre 2014 Novità fiscali e agevolative del DL 24.6.2014 n. 91 conv. L 11.8.2014 n. 116 (c.d. DL competitività ) INDICE 1 Premessa...4 2 Novità in materia di imposte dirette...4

Dettagli

STUDIO BD e ASSOCIATI Associazione Professionale Cod. Fisc. e Partita Iva 01727930354 web: www.bdassociati.it e-mail: info@bdassociati.

STUDIO BD e ASSOCIATI Associazione Professionale Cod. Fisc. e Partita Iva 01727930354 web: www.bdassociati.it e-mail: info@bdassociati. Circolare n. 1/2013 Pagina 1 di 7 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 1/2013 del 15 gennaio 2013 Deducibilità dall Irpef / Ires dell Irap relativa alle spese per il personale dipendente e assimilato

Dettagli

OGGETTO: Consulenza giuridica Imposta regionale sulle attività produttive Deduzioni IRAP Cuneo fiscale Richiesta parere

OGGETTO: Consulenza giuridica Imposta regionale sulle attività produttive Deduzioni IRAP Cuneo fiscale Richiesta parere RISOLUZIONE N. 235/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,10 giugno 2008 OGGETTO: Consulenza giuridica Imposta regionale sulle attività produttive Deduzioni IRAP Cuneo fiscale Richiesta parere

Dettagli

LAVORO -STABILITA 2016

LAVORO -STABILITA 2016 LAVORO -STABILITA 2016 Continua la decontribuzione per le assunzioni (co. 83-86) Continueranno gli sgravi per chi assume con contratto a tempo indeterminato o stabilizza i contratti a termine. Lo sconto

Dettagli

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI Esonero contributivo triennale Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI API Torino 5 marzo 2015 Beniamino Gallo Esonero triennale per le assunzioni a tempo indeterminato Il legislatore si è posto

Dettagli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli LA GUIDA DEL CONTRIBUENTE è una pubblicazione del Ministero delle Finanze Segretariato generale Ufficio per l informazione del contribuente Per ulteriori informazioni: www.finanze.it La Guida è distribuita

Dettagli

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3 Circolare n. 4 04 Febbraio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti... 3 2.1 Auto aziendali...

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015

LEGGE DI STABILITA 2015 Dott. Emanuela Villa Partita IVA 02288380963 Codice Fiscale VLL MNL 61R42 E617I COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE Via F. Cavallotti, 98 20900 Monza Tel: 039 748134 Fax 039 741106 E-mail: e.villa@studiovillacommercialisti.it

Dettagli

OGGETTO: Eventi sismici del 6 aprile 2009 - Ripresa degli adempimenti e dei versamenti

OGGETTO: Eventi sismici del 6 aprile 2009 - Ripresa degli adempimenti e dei versamenti CIRCOLARE N. 44/E Direzione Centrale Servizi ai contribuenti Roma, 13 agosto 2010 OGGETTO: Eventi sismici del 6 aprile 2009 - Ripresa degli adempimenti e dei versamenti 2 INDICE 1 Soggetti fuori cratere.

Dettagli

SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015

SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015 Studio di Consulenza del Lavoro Paola dott.ssa Biondi Via Madonna della Neve 1 42026 Canossa RE SPAZIO AZIENDE NOVEMBRE 2015 LE ULTIME NOVITÀ Stabilità 2016: prime anticipazioni DDL di Stabilità 2016 del

Dettagli

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi.

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi. FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA D.M. LAVORO 5.6.2001 - ISCRIZIONE ALBO FONDI PENSIONE N 116 DOCUMENTO FISCALE

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 15 GENNAIO 2008 Informativa n. 10 ULTERIORI NOVITÀ

Dettagli

DL 31.12.2014 n. 192 (c.d. milleproroghe ) conv. L. 27.2.2015 n. 11 - Principali novità

DL 31.12.2014 n. 192 (c.d. milleproroghe ) conv. L. 27.2.2015 n. 11 - Principali novità Circolare 10 del 12 marzo 2015 DL 31.12.2014 n. 192 (c.d. milleproroghe ) conv. L. 27.2.2015 n. 11 - Principali novità INDICE 1 Premessa... 3 2 Proroga per il 2015 del regime di vantaggio per l imprenditoria

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 20 del 14 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti...

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 1 / 2015 del 08/01/2015 È stata pubblicata sul S.O. n. 99 alla G.U. 29.12.2014, n. 300 la Finanziaria 2015 (Legge 23.12.2014, n. 190)

Dettagli

www.asarva.org guida pratica alle agevolazioni alle assunzioni In vigore al gennaio 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE

www.asarva.org guida pratica alle agevolazioni alle assunzioni In vigore al gennaio 2015 CONFARTIGIANATO IMPRESE VARESE www.asarva.org guida pratica alle agevolazioni alle assunzioni In vigore al gennaio 2015 In appendice al Convegno: Jobs Act del 4 marzo 2015 Gli incentivi alle assunzioni» INCENTIVO: Esonero Triennale

Dettagli

Circolare per la clientela

Circolare per la clientela Circolare per la clientela Circolare del 11 marzo 2015 Oggetto: DL n. 192 del 31.12.2014 (c.d. milleproroghe ) conv. L. n. 11 del 27.2.2015 Principali novità 1 PREMESSA Il DL 31.12.2014 n. 192 (c.d. milleproroghe

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. OGGETTO: Legge 30 dicembre 2010, n. 238 - Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia - Chiarimenti interpretativi

CIRCOLARE N. 14/E. OGGETTO: Legge 30 dicembre 2010, n. 238 - Incentivi fiscali per il rientro dei lavoratori in Italia - Chiarimenti interpretativi CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Normativa Settore Imposte sui Redditi e sulle Attività Produttive Ufficio Redditi Fondiari e di Lavoro Roma, 04 maggio 2012 Alle Direzioni regionali e provinciali Agli

Dettagli