Software. Software Tool: selezione vuoto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Software. Software Tool: selezione vuoto"

Transcript

1 Software Software Tool: selezione vuoto Con il software per il dimensionamento di componenti per il vuoto, Festo offre un pratico strumento per selezionare l unità di aspirazione più adatta: area/software/ Programma di selezione per il calcolo della massa del pezzo Programma per la selezione dell unità di aspirazione 2 - con riserva di modifiche

2 Guida pratica al sistema

3 Guida pratica al sistema Edizione 09/2001 Per la stampa di questo catalogo è stata utilizzata carta prodotta senza impiego di cloro nel rispetto dell ambiente. Tuttiidatitecnicisonoaggiornati alla data della stampa. Tutti i testi, tabelle e illustrazioni di questa documentazione sono proprietà Festo. E severamente vietatalariproduzione,ladiffusioneaterzi,nonchèl usoarbitrario, totale o parziale, del contenuto di questa documentazione, senzanostrapreviaautorizzazione. Qualsiasi infrazione comporta ilrisarcimentodeidanni.tuttiidiritti sono riservati, ivi compreso il diritto di deposito brevetti, modelli registrati. Per qualsiasi controversia fare riferimento alle Condizioni generali di fornitura Festo S.p.A. Per effetto del costante aggiornamentotecnicofestosiriservail diritto di modifica dei dati. Festo S.p.A. Via Enrico Fermi 36/38 I Assago (MI) Tel.: Fax: con riserva di modifiche 01/09

4 Guidapraticaalsistemaperlatecnicadelvuoto Indice argomenti Principi fondamentali Principi fondamentali e leggi fisiche della tecnica del vuoto. Descrizione e confronto di singoli componenti per la generazione del vuoto. pagina 12 Principi fondamentali Procedure di selezione dei componenti e loro configurazione. Descrizione tecnica dettagliata dei prodotti Festo. Pagina 38 Esempi di applicazione Componenti per il vuoto e loro vantaggi. Gli esempi pratici riportati illustrano l ampia gamma di applicazione dei prodotti Festo. Pagina 184 Indice prodotti (per tipo) Indice prodotti (per descrizione) Pagina 194 Pagina 195 Indice Esempi di applicazione - con riserva di modifiche 3

5 Guidapraticadisistenasistemaperlatecnicadelvuoto Indice Informazioni generali Pagina Indice 4 Introduzione 6 Panoramica generale 7 Principi fondamentali Principi fondamentali della tecnica del vuoto Che cos è il vuoto? 12 Per cosa viene utilizzato? 12 Comprendere il vuoto 12 Range di vuoto 13 Misurazione della pressione o del vuoto 13 Definizioni e specificazioni utilizzate per il vuoto 14 Unità di misura 15 Pressione atmosferica 16 Effetti sulla tecnica del vuoto 17 Normeedirettive 17 Componenti per la generazione del vuoto Generatori di vuoto ad effetto Venturi 18 Pompe volumetriche per il vuoto 20 Pompe cinetiche per il vuoto 20 Il vuoto nella tecnica di manipolazione Impiego razionale del vuoto 22 Generatori di vuoto a confronto 23 Confronto tra costi di energia di generatori e pompe per il vuoto 28 Trafilamenti nei sistemi operanti con il vuoto 32 Selezione dei generatori di vuoto per sistemi non a tenuta 33 Simboli grafici 36 Schemi 37 Festo Panoramica componenti per il vuoto 38 Generatori di vuoto VN 62 Generatori di vuoto VAD/VAK 80 Generatori di vuoto VADM/VADMI 84 Generatore di vuoto VAD-M 100 Unità di aspirazione ESG 108 Ventose VAS/VASB 164 Valvole di aspirazione ISV 176 Vacuometro VAM 180 Vacuostato con riserva di modifiche

6 Guidapraticaalsistemaperlatecnicadelvuoto Indice Esempi di applicazioni Pagina Esempi pratici 184 Applicazioni nell industria automobilistica 186 Applicazione nell industria del Food & Packaging 189 Applicazioni nell industria elettronica 192 Esempi di applicazioni Indice prodotti (per tipo) Indice prodotti (per descrizione) Indice - con riserva di modifiche 5

7 Introduzione Contenuti, obiettivi e destinatari di questa guida pratica al sistema Festo è sinonimo di qualità, funzionalità e performance. Questa affermazione vale sicuramente anche per la tecnica del vuoto, uno dei numerosi settori di attività, nei quali Festo riveste un ruolo dominante come fornitore di sistemi e componenti. Il 2001 è stato per Festo l anno dedicato alla tecnica del vuoto. Questa guida pratica al sistema fornisce informazioni generali, spunti applicativi e supporti operativi agli utilizzatori della tecnica del vuoto. E stata realizzata in risposta alla reale necessità di disporre diuntestodedicatoaquesto settore e per soddisfare le richieste di clienti e colleghi. L impegno Festo ha portato alla realizzazione di un opera di consultazione chiara e comprensibile, adatta sia agli addetti che ai profani, in grado di fornire interessanti conoscenze tecniche e fisiche. La guida pratica al sistema comprende inoltre informazioni complete di prodotto con esempi applicativi e strumenti di selezione componenti per facilitare la configurazione del sistema. Principi fondamentali della tecnica del vuoto e componenti per la generazione del vuoto. Questi temi vengono ampiamente trattati nel primo capitolo della guida. Questa sezione è infatti dedicata alle nozioni di base, alle informazioni relative a generazione, misurazione, consumi energetici e determinaizone dei costi produttivi, come pure alle leggi fisiche alle quali è soggetta la tecnica del vuoto. Vengono inoltre descritti e confrontati singoli componenti impiegati per la generazione del vuoto. La tecnica del vuoto nelle sue applicazioni pratiche è l altro argomento trattato in questa sezione della guida. Vengono infatti descritti gli ambiti applicativi per un impiego razionale della tecnica del vuoto. Viene inoltre illustrata la simbologia tecnica e la lettura deglischemipneumatici. e prodotti Festo. La seconda parte della guida fornisce informazioni sulla corretta procedura per la scelta di componenti adatti, partendo da un esempio pratico per arrivare - passo dopo passo - alla configurazione corretta. Per ogni famiglia di prodotto vengono spiegati esaurientemente i rispettivi principi di funzionamentoeleprestazioni.leinformazioni sono sempre completate dai dati tecnici, come la comparazione diretta tra singoli componenti per stabilirne il rendimento in funzione del vuoto, e le proprietà dei materiali impiegati. Applicazioni La terza parte della guida è dedicata agli esempi applicativi e intende fornire al lettore una conoscenza diretta dei prodotti Festo e dei vantaggi del loro impiego nella tecnica del vuoto. -H- Attenzione Per rimandare a pagine specifiche viene utilizzato il seguente simbolo: per es. 10 La guida si articola in tre parti principali, per consentire al lettoreunasceltamirata: Principifondamentali ( in generale), ( Festo), Applicazioni (Esempi pratici). 6 - con riserva di modifiche

8 Panoramica generale Cenni teorici Che cos è il vuoto? Range di vuoto Unità di misura utilizzate Principi fondamentali della tecnica del vuoto Ilvuotoèunospaziocompletamente libero da materia ( vuoto P [pa] P [mbar] Esistono numerose unità di misura nazionali ed internazionali. assoluto ). Nella pratica si parla di vuoto anchequandolapressionedell aria di un ambiente è inferiore a quella atmosferica. GV Vuoto grossolano FV Vuoto medio-alto HV Vuoto spinto Quelle più comunemente diffuse sono Pascal (Pa) e bar. UHV Vuoto ultraspinto 100Pa = 1hPa 1hPa = 1mbar 1 mbar = 0,001 bar Il livello del vuoto viene spesso espresso anche in %, in questo casoivalorisiintendonosempre relativi. Per che cosa viene utilizzato? Il vuoto svolge un ruolo fondamentale per la ricerca nei campi della chimica, biologia e fisica. E inoltre indispensabile per lo svolgimento di importanti processi industriali. Misurazione della pressione o del vuoto Nelrangedelvuotogrossolano vengono impiegati prevalentemente manometri meccanici, ma anche digitali. Per il vuoto spinto e ultraspinto vengono impiegati strumenti di misura particolarmente sensibili. Pressione atmosferica Altitudine [km] Curva caratteristica della pressione dell aria Pressione dell aria [hpa] 1 Monte Everest 2 Festo 3 Livello del mare Comprendere il vuoto L ariaècostituitadaunamiscela di gas con una densità di ca particelle per m 3 d aria alla pressione di un bar. Le particelle presenti nell aria esercitano una pressione, ovvero una forza sulle pareti dell ambiente definito. Quanto più bassa è la densità di particelle, tanto minoreèlaforzaesercitatasulle pareti. Pressione = Forza Superficie Un valore di vuoto pari al 100% indicherebbe la totale assenza di particelle. Pressione = 0. Specificazioni utilizzate per il vuoto Il vuoto può essere specificato come valore assoluto, cioè con segno positivo da 1 a 0, con 0 come zero assoluto, oppure come valore relativo con segno negativo da 0 a -1 bar, con 0 come punto di riferimento, oppure in %. Effetti sulla tecnica del vuoto Con l aumento dell altitudine si abbassa la pressione atmosferica. Per questa ragione si abbassa il livello di vuoto raggiungibile da un generatore. Ciononostante rimane inalterato il livello di rendimento, in questo caso dell 80%. - con riserva di modifiche 7

9 Panoramica generale Cenni teorici Componenti per la generazione del vuoto Generatori di vuoto ad effetto Venturi Pompe volumetriche per il vuoto Pompe cinetiche per il vuoto Questi generatori lavorano secondo il principio Venturi, vale a dire sono ad azionamento pneumatico e presentano una costruzione più semplice rispetto ad altritipidigeneratori. L aria che entra in uno spazio viene meccanicamente chiusa, compressa ed espulsa. In questo modo è possibile ottenere un alto livello di vuoto a fronte di una portata molto ridotta. Per effetto di forze meccaniche supplementari, l aria viene forzata in un flusso in direzione di uscita. Questo tuttavia consente di raggiungere un livello di vuoto relativamente basso, a fronte di un elevato volume di aspirazione. Principio di funzionamento I componenti principali sono l ugello emettitore (ugello Venturi) e almeno un ugello ricevitore. L aria compressa accelerata produce un effetto di aspirazione tra i due ugelli (vuoto). Esistono diverse esecuzioni: eiettori monostadio o multistadio. Lato pressione Valvola di scarico Valvola di Pistone immissione Lato aspirazione A seconda del principio di funzionamento, l aria viene trascinata in un flusso per mezzo di una girante sul lato aspirazione, oppure compressa mediante camere a palette. Le pompe sono disponibili per esempio nelle esecuzioni come compressore per il vuoto o pompe pneumofore. Caratteristiche Elevati livelli di vuoto a fronte di portate relativamente basse Ridotta manutenzione senza parti soggette ad usura Soluzione a basso costo Costruzione compatta e peso contenuto Qualsiasi posizione di montaggio Vuoto spinto fino a -0,98 bar pressione d esercizio Ridotta manutenzione Grandidimensioniepesoelevato Limitate posizioni di montaggio Portate elevate, basso livello di vuoto Consistente manutenzione Applicazione Vasta gamma di applicazioni, per esempio nella tecnica di manipolazioneediprocesso. Ampie possibilità di impiego nell industria e nella ricerca. Utilizzate prevalentemente per processi industriali di precisione. 8 - con riserva di modifiche

10 Panoramica generale Cenni teorici Impiego razionale del vuoto La vasta gamma di varianti di componenti per il vuoto ne consente l impiego ottimale in molte applicazioni industriali. sollevamento movimentazione Fattori importanti per la scelta: peso, temperatura, forma e caratteristiche superficiali del pezzo. Velocità per unità di tempo Corsaedistanzeditraslazione Il vuoto nella tecnica di manipolazione stoccaggio caricamento trasporto rotazione bloccaggio lavorazione ad asportazione di truciolo arresto inserimento spostamento traslazione Vantaggi del vuoto: manipolazione controllata Costruzione compatta, peso contenuto e ingombri ridotti Veloci tempi di ciclo Ridotta manutenzione Soluzione a basso costo Variabili/Criteri monostadio multistadio Generatori di vuoto a confronto Portata di aspirazione Tempo di generazione del vuoto Costi di approvvigionamento medio molto breve nel range superiore di vuoto a partire da % ridotti Rumorosità relativamente alta ridotta alto ad un basso livello di vuotofinoaca.50% molto breve nel range inferiore di vuotofinoa % relativamente alti Entrambiiprincipipresentano vantaggi e svantaggi, di difficile comparazione. Con l impiego di componenti ottimizzati, entrambi iprincipioffronounampiospettro di possibilità di impiego. Tempo di generazione del vuoto Tempo di generazione del vuoto = tempo (s), necessario per generare un determinato livello di vuoto. Consumo d aria Consumo d aria = consumo d aria (l/min) del generatore, per generare un determinato livello di vuoto. Rendimento La seguente formula permette unavalidacomparazionedidiversi principi di funzionamento: Rendimento = tempo di generazione del vuoto, consumo d aria e volume in funzione del vuoto. Portata di aspirazione Nondiradoilrendimentodiun eiettore viene erroneamente misurato con portata di aspirazione a0bar. Portata di aspirazione = quantità d aria (l/min), che un eiettore è in grado di aspirare. Importanti valori di comparazione - con riserva di modifiche 9

11 Panoramica generale Cenni teorici Il vuoto nella tecnica di manipolazione Comparazione dei costi energetici trageneratoridivuotoventurie pompe elettriche per il vuoto Trafilamenti nei sistemi operanti con il vuoto Selezionedigeneratoridivuoto in base al trafilamento Per produrre aria compressa dall aria atmosferica, tenendo conto dei costi (per es. costi di investimento, materiali, salari, ecc.) si stima un costo di ca. 0,02 per m 3 di volume ad una pressione di 7 bar. Generatori di vuoto ad effetto Venturi Elevato consumo d aria, tuttavia compensato dalla funzione di risparmio energetico Nessuna manutenzione per l assenza di parti in movimento Peso contenuto e dimensioni ridotte di componenti, qualsiasi posizione di montaggio possibile Nessuna connessione elettrica Livello di vuoto relativamente alto (fino a 85 % vuoto) Ridotticostidiapprovvigionamento Pompe elettriche per il vuoto Livello di vuoto molto alto (fino a 99,99 %) Elevato volume di aspirazione (pompa pneumofora) fino a max. 1200m 3 /h Elevato consumo di corrente per il funzionamento continuo delle pompe Alti costi di approvvigionamento e necessità di manutenzione costante Peso e ingombro elevati, posizioni di montaggio fisse Se un unità di aspirazione non è in grado di assicurare la perfetta tenuta del sistema contro l aria atmosferica, si dice che il sistema perde. Il trafilamento può essere causato per esempio da superfici ruvide o irregolari dei pezzi, o da materiali permeabili all aria. In questo caso, per ottenere il livello di vuoto richiesto, è possibile: prevedere generatori di vuoto più potenti ridurre il diametro della ventosa. E comunque consigliabile eseguire delle prove, per determinare l entità del trafilamento e scegliere di conseguenza il generatore di vuoto più appropriato. Come procedere Determinazione del trafilamento: eseguire una configurazione di prova misurare il livello di vuoto raggiunto confrontare il risultato con la curva del diagramma Capacità di aspirazione in funzione del vuoto ( 34) Differenza capacità di aspirazione = trafilamento Dimensionamento del generatore di vuoto: punto di intersezione del trafilamento calcolato con le curve di altri generatori di vuoto determinazione del vuoto raggiungibile mediante proiezione verso il basso dei punti di intersezione con i trafilamenti Selezione del generatore di vuoto, che garantisce il livello di vuoto necessario Caratteristiche, esempio di calcolo e comparazione dei costi energetici sezioni seguenti con riserva di modifiche

12 Panoramica generale Esempi di applicazioni - con riserva di modifiche 11

13 Principi fondamentali della tecnica del vuoto Cenni teorici Principi fondamentali Che cos è il vuoto? Il vuoto è uno stato raggiungibile sperimentalmente, così viene definito in fisica. Per vuoto si intende uno spazio completamente libero da materia (frequentemente denominato vuoto assoluto ). Questa condizione non è tuttavia realizzabile in pratica. Per questa ragione si parla di vuoto quando la pressione dell aria all interno di un ambiente è inferiore a quella atmosferica o quando la densità delle particelle contenute nell aria è ridotta. Ogni ambiente, ogni spazio contiene particelle di materia come i protoni e gli elettroni e particelle prive di massa come i fotoni, la cui caratteristica è quella di trasportare energia alla velocità della luce. Per cosa viene utilizzato? L uomo studia il vuoto dal 17º secolo ( emisferi di Magdeburgo ). Oggi non è più possibile immaginare un attività di ricerca moderna che non includa lo studio e l applicazione del vuoto. In chimica si studiano le reazioni delle sostanze nel vuoto, la biologia studia gli effetti del vuoto sugli organismi, e alcune branche della fisica (fisica quantistica, teoria dei campi, ecc.) si occupano della ricerca sulle particelle, le cui proprietà possono essere meglio osservate in condizioni di vuoto. Ilvuotohaoggitrovatounasua collocazione in importanti processi industriali, non realizzabili senza applicazione del vuoto. A titolo di esempio vale citare la produzione dei semiconduttori o la spettroscopia di massa. Anche nel settore della tecnica di manipolazione, per esempio per le operazioni di sollevamento, bloccaggio, rotazione e trasporto di pezzi di qualsiasi genere, l impiego della tecnica del vuoto permette di sviluppare e realizzare nuove soluzioni di applicazione. Comprendere il vuoto L aria è costituia da una miscela digas,checontieneca particelle per ogni m 3,adunapressione di 1 bar. Azoto 78% Altri gas 1% Ossigeno 21% Nell atmosfera, questa miscela di gas è costituita dai seguenti gas nelle proporzioni indicate. 78 %Azoto 21 %Ossigeno 1% Altrigas (ad es. ossido di carbonio e argon) Per raggiungere la condizione di vuoto, l ambiente deve essere vuoto, quindi privo anche di sostanze gassose. Diconseguenzalapressionepresente in questo spazio è molto bassa, perchè non vi sono particelle - o ve ne sono molto poche - che esercitino una forza su una superficie causata dal loro impatto contro le pareti. La pressione viene pertanto definita nel modo seguente: Pressione = Forza Superficie In teoria, nel vuoto assoluto, cioè in totale assenza di particelle di materia, la pressione è = 0. Manometro Manometro piccolo numero di particelleaparitàditemperatura bassa pressione grande numero di particelleaparitàditemperatura alta pressione Nella realtà questo non è possibile, perchè anche in condizioni di vuoto ultraspinto la pressione si riduce considerevolmente (ca. tra 10-8 e10-11 mbar), tuttavia la densità delle particelle è comunque ancora pari a ca. 2,5 x particelle per m 3. Vale pertanto la regola: Minore è la densità di particelle, minore è la pressione con riserva di modifiche

14 Principi fondamentali della tecnica del vuoto Range di vuoto Nella pratica, l ampio range del vuoto realizzabile tecnicamente che ormai raggiunge la 16esima potenza, viene solitamente suddiviso in intervalli più piccoli. Si ottengono quindi i seguenti intervalli di vuoto, che si differenziano per proprietà fisiche e requisiti tecnici. Range di vuoto GV Vuoto grossolano FV Vuoto medio-alto HV Vuoto spinto UHV Vuoto ultraspinto P [pa] P [mbar] Manipolazione: nel settore della manipolazione il vuoto viene utilizzato in questo range di valori. Principi fondamentali Range di vuoto Intervallo di pressione (assoluto) Vuoto grossolano Pressione ambientale... 1mbar Applicazioni Settore di impiego della tecnica di manipolazione industriale. Nella pratica il livello di vuoto viene spesso indicato in misura percentuale, vale a dire il vuoto viene definito in rapporto alla pressione ambientale. I materiali e le caratteristiche superficiali dei pezzi hanno un importanza fondamentale nelle applicazioni con il vuoto. Vuoto medio-alto mbar Degassificazione dell acciaio, produzione di lampade a incandescenza, essiccazione di materie plastiche, liofilizzazione di alimenti,ecc... Vuoto spinto mbar Fusione o ricottura di metalli, produzione valvole elettroniche. Vuoto ultraspinto mbar Polverizzazione dei metalli, evaporazione (rivestimento) di metalli e fusione a fascio elettronico. Lapressioneèdefinitacomeforza per unità di superficie. L aria è una miscela di gas composta da molte particelle (atomi e molecole). Le particelle contenute nell aria sono in continuo movimento. Quando incontrano una qualsiasi superficie, esercitano una forza. I valori di pressione o di vuoto si misurano prendendo come riferimento un unità di superficie e misurando quindi il numero e l intensità di questi impatti sulla superficie. Le misurazioni sono necessarie per controllare e verificare i processi. Per questa ragione tutti gli strumentidimisuradevonoessere calibrati, vale a dire che i singoli strumenti di misura con la stessa funzione devono essere regolati in modo tale da fornire risultati identici alle stesse condizioni. Per misurare i valori di vuoto esistono diversi strumenti tecnici, indispensabili per le applicazioni in campo industriale e di ricerca. Per il vuoto grossolano vengono generalmente utilizzati manometri (vacuometri) regolati secondo il grado di precisione richiesto. I manometri possono essere di diversi tipi, a funzionamento sia meccanico sia digitale. I manometri meccanici più conosciuti sono: Manometri a molla tubolare, Manometri a capsula, Manometri a piastra, Manometri digitali. Per il vuoto spinto e ultraspinto vengono impiegati strumenti di misura particolarmente sensibili. Nella determinazione dei risultati della misurazione entrano in gioco numerosi altri fattori. E importante tener conto che vi sono due diverse possibilità per rappresentare lo stesso risultato della misurazione. Misurazione della pressione o del vuoto 1 Molla tubolare 2 Supporto della molla 3 Terminale della molla 4 Segmento 5 Tirante 6 Ingranaggio 7 Alberino lancetta 8 Molla a spirale 9 Lancetta aj Quadrante - con riserva di modifiche 13

15 Principi fondamentali della tecnica del vuoto Definizioni e specificazioni utilizzate per il vuoto Principi fondamentali A questo punto è importante sottolineare che per il concetto di vuoto si utilizzano numerose definizioni Vuoto Definizione corretta - specificato come%soloinunrangecompreso tra 0-1 bar pressione assoluta. Pressione del vuoto Questa definizione non è corretta perché il termine vuoto è già di per sé una indicazione di pressione. Bassa pressione Questa definizione non è più in uso e quindi non dovrebbe più essere utilizzata. sia tecniche che colloquiali. Per maggiorechiarezzaèquindibene spiegare le diverse definizioni. Pressione di esercizio Definizione corretta - Pressione d esercizio 0 bar pressione relativa corrisponde ad 1 bar di pressione assoluta. Il vuoto viene generalmente specificato come valore di pressione d esercizio relativa,precedutodalsegnomeno. La pressione d esercizio può essere specificata correttamente in due modi: come valore relativo o assoluto. Entrambe queste modalità vengono utilizzate anche nella tecnica del vuoto, per cui è utile una spiegazione dei diversi termini. Vuoto come valore assoluto Applicazione: in campo scientifico e nei range di vuoto medio-alto e alto. Principio: il vuoto viene indicato come valore assoluto riferito al punto zero assoluto, vale a dire 0 bar è il valore inferiore e corrisponde al 100% di vuoto. Nel range del vuoto1barèquindiilvaloremassimo e corrisponde alla pressione ambiente media. Caratteristica: i valori di vuoto sono preceduti dal segno positivo. Range di vuoto bar La tabella riporta le varie possibilità di indicazione della pressione o del vuoto. Pressione di esercizio Vuoto Pressione assoluta [bar] [%] [bar] ,1 10 0,9 0,2 20 0,8 0,3 30 0,7 0,4 40 0,6 0,5 50 0,5 0,6 60 0,4 0,7 70 0,3 0,8 80 0,2 0, ,15 0,9 90 0,1 0, , Vuoto come valore relativo Applicazione: nelrangedivuotogrossolanoodi lavoro (per esempio per applicazioni Festo) Principio: il vuoto viene indicato come valore relativo riferito alla pressione ambiente, cioè il valore di vuoto è preceduto dal segno meno, poiché per la pressione ambiente (pressione atmosferica) viene assunto il valore 0 come punto di riferimento. Il valore inferiore, quindi anche il 100% di vuoto, corrisponde a -1 bar di pressione d esercizio relativa. Caratteristica: I valori di vuoto sono preceduti dal segno meno. Range di vuoto bar 14 - con riserva di modifiche

16 Principi fondamentali della tecnica del vuoto Unità di misura utilizzate Come descritto nel paragrafo Definizioni e specificazioni utilizzate per il vuoto, vi sono due possibilità per indicare il vuoto: Come unità di pressione (relativa o assoluta) Come numero percentuale Per indicare il vuoto come unità di pressione vi sono numerose unità di misura nazionali ed internazionali. Queste sono riportate nella seguente tabella di conversione (tabella internazionale di conversione vuoto/pressione). L unitàdimisuraufficialeedattualmente valida per il vuoto è il Pascal (Pa). Questa tuttavia viene utilizzata raramente. Nella pratica vengono adottati, soprattutto nel range del vuoto grossolano (tecnica di manipolazione) i bar, mbar o i valori percentuali. Anche in questa guida pratica vengono utilizzate esclusivamente le unità di misura bar e %. Le indicazioni di vuoto in bar si intendono sempre come valori relativi (descritti al paragrafo Vuoto come valore relativo ). Per le unità di pressione più comunemente utilizzate valgono le seguenti equivalenze: 100Pa = 1hPa 1hPa = 1mbar 1 mbar = 0,001 bar Per semplicità il vuoto viene generalmente indicato con un valore numerico percentuale compreso tra 0 e 100%. Questo valore si intende sempre relativo. Le tabelle di conversione sotto riportate (tabella internazionale di conversione vuoto/pressione) sono un utile strumento per esprimere questi valori in relazione ad altre unità di misura. Principi fondamentali Tabella internazionale di conversione vuoto/pressione Unità bar N/cm 2 kpa atm, kp/ cm 2 mh 2 O Torr, mm Hg in Hg psi bar ,0197 1, ,06 29,54 14,5 N/cm 2 0, ,1019 0, ,006 2,954 1,45 kpa 0,01 0,1 1 0,0102 0,0102 7,5006 0,2954 0,145 atm, kp/cm 2 0,9807 9,807 98, ,56 28,97 14,22 mh 2 O 0,9807 9,807 98, ,56 28,97 14,22 Torr, mm Hg 0, , ,1333 0, , ,0394 0,0193 in Hg 0,0338 0,3385 3,885 0, , ,35 1 0,49 psi 0,0689 0,6896 6,896 0,0703 0, ,68 2,035 1 Tabella internazionale di conversione vuoto/pressione con comparazione assoluta e relativa Vuoto relativo Pressione residua assoluta [bar] Pressione relativa [bar] N/cm 2 kpa atm, kp/ cm 2 mh 2 O Torr, mm Hg 10 % 0,9 0,101 1,01 10,1 0,103 0, % 0,8 0,203 2,03 20,3 0,207 0, % 0,7 0,304 3,04 30,4 0,31 0, % 0,6 0,405 4,05 40,5 0,413 0, % 0,5 0,507 5,07 50,7 0,517 0, % 0,4 0,608 6,08 60,8 0,62 0, % 0,3 0,709 7,09 70,9 0,723 0, % 0,2 0,811 8,11 81,1 0,827 0, % 0,1 0,912 9,12 91,2 0,93 0, in Hg - con riserva di modifiche 15

17 Principi fondamentali della tecnica del vuoto La pressione atmosferica Principi fondamentali La terra, e quindi anche noi e tutto ciò che si trova sulla superficie della terra, è circondata da uno strato di aria di diversi chilometri di spessore. Questo strato d aria viene definito atmosfera terrestre o semplicemente atmosfera. Il peso di questa massa d aria preme sulla superficie terrestre, per effetto della forza di gravità, eproduceunapressionechiamata pressione atmosferica. Possiamo paragonare la nostra atmosfera ad una condizione di immersione in acqua. Noi infatti viviamo sul fondo di un mare d aria. La forza gravimetrica dell aria genera una pressione gravitazionale, la pressione at- mosferica. L unità di misura della pressione atmosferica attualmente utilizzataèhpa.questasiglaèl abbreviazione di Hektopascal (1 hpa = 1 mbar). La pressione dell aria in funzione dell altitudine può essere calcolata secondo l equazione barometrica di Boltzmann. Questa formula considera diversi fattori variabili. Per ottenere risultati precisi, oltre all altitudine è necessario considerare altri fattori, come la forza di gravità del luogo, densità e temperatura dell aria. Per semplificare il calcolo, temperatura e massa dell aria vengono considerate come costanti. Nella derivazione della formula, lo spessore dello strato d aria (ρ) e la pressione sulla superficie terrestre (p (h=0) ) vengono assunti come valori empirici. Questo tipo di semplificazioni i i della derivazione della formula rappresentano una idealizzazione. Altitudine [km] Curva caratteristica della pressione dell aria Pressione dell aria [hpa] 1 Monte Everest 2 Festo 3 Livello del mare Mediamente la pressione dell aria a livello del mare è pari a 1013,25 mbar. Immaginando una colonnad ariaconunasezionedi 1m 2, che partendo dalla superficie terrestre a livello del mare raggiunga il bordo esterno dell atmosfera 1), l aria esercita su questo m 2 di superifice terrestre una pressione di ca kg. p(h) = p (h=0) exp gh p (h=0) p(h) = Pressione atmosferica in funzione dell altitudine p (h = 0) = Pressione sulla superficie terrestre (1,013 bar) ρ = Spessore dello strato d aria (1,29 kg/m 3 ) h = Altitudine g = Accelerazione terrestre per effetto della gravità In linea generale valgono le seguenti asserzioni: Lapressioneatmosfericaalivellodelmareèpariaca mbar. A 2000 m sul livello del mare, la pressione si riduce di ca. 1 % ogni 100 m fino a 763 mbar. Aca.5.500mlapressioneè pari al 50% della pressione presente a livello del mare. Sulla cima del Monte Everest (8848m)lapressioneatmosfericaèdisoli330mbar. A m di altitudine questovalorescendea90mbar, 15 mbar a m e ca. 8 mbar a m di quota. Continuando a salire lungo una colonna immaginaria di aria, que- sta si accorcia sempre più, e si riduce di conseguenza la massa dell aria. Dato che riducendo la massa dell aria si abbassa la pressione dell aria stessa, ciò significa che aumentando l altitudinesiriducelapressioneatmosferica. Si dice infatti che l aria diventa più sottile. 1) La NASA identifica il limite estremo dell atmosfera a ca. 120 km sulla superficie terrestre. E stata tuttavia riscontratalapresenzadimolecoledi aria ad altezze ancora maggiori. Non è quindi determinabile il bordo dell atmosfera in modo definitivo con riserva di modifiche

18 Principi fondamentali della tecnica del vuoto Effetti delle variazioni di pressione atmosferica sul vuoto Pressione di esercizio [bar] Pressione atmosferica di Il calo della pressione con l incremento dell altitudine ha ovviamente degli effetti sulla tecnica del vuoto, ovvero sui generatori di vuoto. Dato che con l aumento dell altitudine si riduce la pressione atmosferica, si riduce anche la massima differenza di pressione ottenibileediconseguenzaanchela forza massima di presa di un unità di aspirazione; ciò significa che il livello di vuoto raggiungibile da un generatore di vuoto si riduce pur rimanendo invariato il livello di prestazione per esempio dell 80 % di vuoto ( vedi figura in basso). Norme e direttive vigenti Secondo le norme Festo FN per il settore del vuoto valgono le seguenti norme e direttive. Vuoto Tuttiigeneratoridivuotodescritti nella presente guida soggetti a questa norma lavorano nel range del vuoto grossolano. Secondo la normafesto,lapressionedirife- rimento per l indicazione e il cal- colodeivaloridipressioneè sempre la pressione media dell aria a livello del mare, di 1013,25 mbar. Normeedirettive DIN 1314 Pressione, definizioni base e unità DIN Parte 1 Definizioni generali Parte 2 Pompe per il vuoto Parte 3 Vacuometri Parte 8 Sistemi e componenti per il vuoto DIN Simboli grafici (panoramica) DIN Grandezze, simboli e unità (panoramica) Principi fondamentali Prestazione [p] Generatore di vuoto X = 80% Fattore di correzione Nella misurazione delle grandezze caratteristiche (consumo d aria, pressione, tempo di generazione del vuoto e capacità di aspirazione) è necessario tener conto delle fluttuazioni della pressione ambientale. Dato che tutte le pressioni misurate in laboratorio sono pressioni relative riferite alla pressione ambientale attuale, le fluttuazioni della pressione ambientale determinano una certa dispersione dei risultati misurati. Per questa ragione i risultati misurati vengono riferiti alla pressione di riferimento. La conversione viene effettuata con aiuto di un fattore di correzione (S), calcolato in base alla seguente equazione. FB 190 Linee guida per il vuoto (relazione sulla ricerca, ricerca Festo, Dr. Berger) FR Unità e grandezze fluidiche (Livello del mare) Come già spiegato, la pressione dell aria a livello del mare (0 m) è di ca mbar. Un generatore di vuoto con un livello di prestazione dell 80 % di vuoto raggiunge, a livello del mare, una pressione assoluta di ca. 0,2 bar (200 mbar). Aumentando l altitudine questa pressione si riduce. A 2000 m di altezza questa pressione scende in modo o lineare e di ca. 12,5 mbar per ogni 100 m fino a 763 mbar. Un generatore di vuoto mantiene comunque il livello di prestazione dell 80 % di vuoto, anche se questa percentuale è riferita all 80 % della pressione ambientale, che per effetto dell altitudine è scesa a 763 mbar. Questo generatore potrà quindi raggiungere solo una pressione assoluta massima di ca. 0,4026 bar (402,6 mbar). (Altezza sul livello del mare) Immaginando di portare lo stesso generatore di vuoto ad un altezza ancora maggiore sul livello del mare, per produrre ed applicare il vuoto, il livello di vuoto raggiungibile a questa altezza sarebbe ancora inferiore per la riduzione della pressione atmosferica, pur rimanendo inalterato il livello percentuale di prestazione dell 80. Ad una quota di ca m sul livello del mare, la pressione e dell ariaèsololametàdiquella presente a livello del mare (506 mbar). FR Misurazione della portata La forza di presa di un unità di aspirazione si riduce proporzionalmente al valore di vuoto raggiungibile. S = p ref p amb (p ref = 1013 mbar) Esempio: ad una pressione attuale di p amb = 975 mbar si ottiene un fattore di correzione S = 1,039. Il vuoto richiesto viene perciò prodotto ad un valore misurato di 750 bar (0,75 mbar) assoluto rispetto a P = 780 bar (0,78 mbar). - con riserva di modifiche 17

19 Componenti per la generazione del vuoto Generatori di vuoto ad effetto Venturi Principi fondamentali Introduzione Produrre il vuoto in un ambiente chiuso significa ridurre la pressione dell aria o del gas contenuti. A questo scopo è necessario eliminare o ridurre la quantità di particelle di gas presenti nel volume. Fondamentalmente esistono due modalità per produrre il vuoto: 1. il gas viene espulso dall ambiente chiuso ed evacuato in un altro ambiente o nell atmosfera. 2. Il gas viene combinato all interno del sistema, cioè condensato, assorbito o combinato chimicamente. Esistono numerosi generatori di vuoto che operano secondo diversi principi tecnici, e ottengono spesso la generica definizione di pompe per il vuoto. I generatori di vuoto si distinguono principalmente in tre tipologie, in base al loro principio di funzionamento: generatori di vuoto ad effetto Venturi, Pompe per il vuoto ad assorbimento di gas, Pompe per il vuoto a mandata di gas. Non è possibile fare un confronto diretto tra questi generatori di vuoto, perchè le loro caratteristiche tecniche, come design, funzionamento, settori di impiego e rendimento, sono troppo diverse tra loro. Ci limitiamo quindi a presentare una descrizione dei diversi tipi di generatori di vuoto, illustrandone le caratteristiche tecniche ed i vantaggi. Generatore di vuoto ad effetto Venturi (alto livello di vuoto - portata relativamente bassa) Informazioni generali Rispetto ad altre soluzioni più complesse sotto il profilo meccanico ed economico, questo tipo di generatore di vuoto è piuttosto semplice. Ciononostante offreunenormepotenzialediefficacia per la pratica quotidiana. Questi generatori di vuoto funzionano secondo il principio Venturi, valeadirelaproduzionedelvuoto avviene per mezzo di ugelli ad azionamento pneumatico senza parti mobili. La peculiarità di questo tipo di generatori è data dalla loro capacità di produrre un alto livello di vuoto a fronte di una portata relativamente bassa. Vi sono due versioni che possono montare diversi equipaggiamenti, come per esempio valvole, filtri, silenziatori, interruttori, ecc. L elemento principale per la generazione del vuoto, funziona comunque sempre secondo il principio Venturi. Principio di funzionamento Un tipico generatore di vuoto è costituito da un ugello emettitore (ugello Venturi) e, a seconda dell esecuzione, da almeno un ugello ricevitore. L aria compressa entra nell emettitore. Per effetto del restringimento dell ugello emettitore (ugello Venturi), passando attraverso l ugello, l aria subisce un accelerazione fino a 5 volte la velocità del suono. Tra l uscita dell ugello emettitore e l ingresso nell ugello ricevitore vi è una piccola distanza. L espansione dell aria compressa che esce dall ugello emettitore produce in questo spazio un effetto di aspirazione, che genera una depressione (vuoto) in uscita (attacco per il vuoto) Ugello Venturi Ugello ricevitore Esecuzioni Generatore monostadio: ( vedi figura in basso) Un generatore di vuoto monostadio comprende un ugello emettitore ed un solo ugello ricevitore. A valle dell ugello ricevitore, l aria di scarico viene generalmente convogliata in un silenziatore o direttamente nell atmosfera. Generatore multistadio: Anche il generatore multistadio è dotato di un ugello emettitore. Dietro il primo ugello ricevitore sono montati altri ugelli con diametri crescenti in misura proporzionale alla riduzione della pressione. In questo modo l aria aspirata dalla prima camera, mescolata con l aria compressa espulsa dell ugello emettitore, viene utilizzata come getto di propulsione per le camere successive. Dopo l ultimo ugello ricevitore, l aria viene generalmente espulsa attraverso un silenziatore. Attacco per vuoto 18 - con riserva di modifiche

20 Componenti per la generazione del vuoto Generatori di vuoto ad effetto Venturi Principi fondamentali Caratteristiche Generatori di vuoto ad effetto Venturi: totale assenza di manutenzioneeusura,perchèprividiparti mobili Ridotticostidiapprovvigionamento Bassi costi di energia, perchè il generatore viene inserito solo in caso di utilizzo Nessuno sviluppo di calore Costruzione compatta, possibili anche gli ingombri più ridotti Adatti per operazioni temporizzate Velocità di reazione Brevi linee tra il punto di generazione e di applicazione del vuoto Semplice montaggio, in qualsiasi posizione Peso ridotto Più funzioni integrabili sulla stessa unità Utile l impiego di aria compressa filtrata ed essiccata Attacco di alimentazione bar valore ottimale Applicazioni Generatori di vuoto ad effetto Venturi: industria automobilistica, nei sistemi di alimentazione dei pezzi Industria dell imballaggio Impiego con robot industriali in tutti i settori Tecnica di processo Sistemi di trasporto per materiali liquidi e sfusi - con riserva di modifiche 19

Capitolo 1 ( Cenni di chimica/fisica di base ) Pressione

Capitolo 1 ( Cenni di chimica/fisica di base ) Pressione PRESSIONE: La pressione è una grandezza fisica, definita come il rapporto tra la forza agente ortogonalmente 1 su una superficie e la superficie stessa. Il suo opposto (una pressione con verso opposto)

Dettagli

Prima di analizzare i sistemi di compressione

Prima di analizzare i sistemi di compressione AO automazioneoggi appunti Un aria produttiva appunti L aria compressa è utilizzata in svariate applicazioni ma deve avere caratteristiche operative differenti a seconda della tipologia di impiego: ecco

Dettagli

Ridurre le emissioni di gas serra adeguando i sistemi in depressione

Ridurre le emissioni di gas serra adeguando i sistemi in depressione Ridurre le emissioni di gas serra adeguando i sistemi in depressione A cura di Josef Karbassi, PIAB Business Unit Manager, Automotive Introduzione Oggi, il biossido di carbonio è considerato da molti ricercatori

Dettagli

Capitolo 03 LA PRESSIONE ATMOSFERICA. 3.1 Esperienza del Torricelli 3.2 Unità di misura delle pressioni

Capitolo 03 LA PRESSIONE ATMOSFERICA. 3.1 Esperienza del Torricelli 3.2 Unità di misura delle pressioni Capitolo 03 LA PRESSIONE ATMOSFERICA 3.1 Esperienza del Torricelli 3.2 Unità di misura delle pressioni 12 3.1 Peso dell aria I corpi solidi hanno un loro peso, ma anche i corpi gassosi e quindi l aria,

Dettagli

GENERATORI DI VUOTO E DEPRESSORI PNEUMATICI

GENERATORI DI VUOTO E DEPRESSORI PNEUMATICI GENERATORI DI VUOTO E DEPRESSORI PNEUMATICI QUANTITÀ D ARIA ASPIRATA DAI GENERATORI AI DIVERSI GRADI DI VUOTO PAG..01 TEMPI DI EVACUAZIONE DEI GENERATORI AI DIVERSI GRADI DI VUOTO PAG..02 DIAMETRO INTERNO

Dettagli

CAPITOLO 5 IDRAULICA

CAPITOLO 5 IDRAULICA CAPITOLO 5 IDRAULICA Cap. 5 1 FLUIDODINAMICA STUDIA I FLUIDI, IL LORO EQUILIBRIO E IL LORO MOVIMENTO FLUIDO CORPO MATERIALE CHE, A CAUSA DELLA ELEVATA MOBILITA' DELLE PARTICELLE CHE LO COMPONGONO, PUO'

Dettagli

14.4 Pompe centrifughe

14.4 Pompe centrifughe 14.4 Pompe centrifughe Le pompe centrifughe sono molto diffuse in quanto offrono una notevole resistenza all usura, elevato numero di giri e quindi facile accoppiamento diretto con i motori elettrici,

Dettagli

DISAREATORI RAPIDI AUTOMATICI E SEPARATORI D ARIA PER IMPIANTI SOLARI NUOVO: AUTOCLOSE

DISAREATORI RAPIDI AUTOMATICI E SEPARATORI D ARIA PER IMPIANTI SOLARI NUOVO: AUTOCLOSE solar DISAREATORI RAPIDI AUTOMATICI E SEPARATORI D ARIA PER IMPIANTI SOLARI NUOVO: AUTOCLOSE Aperto quando possibile chiuso quando necessario Non sono necessarie valvole di chiusura Non c è rischio di

Dettagli

D55 - D275. Compressori rotativi a vite senza olio. Intelligent Air Technology

D55 - D275. Compressori rotativi a vite senza olio. Intelligent Air Technology D55 - D275 Compressori rotativi a vite senza olio Intelligent Air Technology Compressori rotativi a vite senza olio La gamma CompAir di compressori senza olio assicura un elevato flusso di aria compressa

Dettagli

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA Comando pneumatico: è costituito da un insieme di tubazioni e valvole, percorse da aria compressa, che collegano una centrale di compressione ad una

Dettagli

generatori di vuoto monostadio 15 01 10 e 15 03 10

generatori di vuoto monostadio 15 01 10 e 15 03 10 generatori di vuoto monostadio 15 01 10 e 15 03 10 Il funzionamento del generatore di vuoto monostadio è basato sul principio Venturi. Alimentando il generatore con aria compressa in P, alla connessione

Dettagli

Strumenti meccanici di misura della pressione nell industria di processo. Redazionale tecnico

Strumenti meccanici di misura della pressione nell industria di processo. Redazionale tecnico Convenienza e sicurezza allo stesso tempo Strumenti meccanici di misura della pressione nell industria di processo Al lavoro o a casa, la nostra vita è o diventerà sempre più digitale. Ciò nonostante,

Dettagli

LEZIONE 1. Materia: Proprietà e Misura

LEZIONE 1. Materia: Proprietà e Misura LEZIONE 1 Materia: Proprietà e Misura MISCELE, COMPOSTI, ELEMENTI SOSTANZE PURE E MISCUGLI La materia può essere suddivisa in sostanze pure e miscugli. Un sistema è puro solo se è formato da una singola

Dettagli

EIETTORE A GETTO DI GAS PER VUOTO PER POMPE AD ANELLO LIQUIDO. Aspirazione e compressione di gas e vapore. Modello GES.

EIETTORE A GETTO DI GAS PER VUOTO PER POMPE AD ANELLO LIQUIDO. Aspirazione e compressione di gas e vapore. Modello GES. EIETTORE A GETTO DI GAS PER VUOTO PER POMPE AD ANELLO LIQUIDO Aspirazione e compressione di gas e vapore Modello GES Eiettore in AISI 316 Gli eiettori a getto di gas per vuoto per pompe ad anello liquido

Dettagli

Le pompe (Febbraio 2009)

Le pompe (Febbraio 2009) Le pompe (Febbraio 2009) Sommario Premessa 2 Classificazione e campi d impiego delle pompe 3 Prevalenza della pompa 4 Portata della pompa 6 Potenza della pompa 6 Cavitazione 6 Perdite di carico 6 Curve

Dettagli

TECNOLOGIE Strumenti per vivere meglio.

TECNOLOGIE Strumenti per vivere meglio. 1. Technologies TECNOLOGIE Strumenti per vivere meglio. È l invenzione che si traduce in atto, l intuizione che diventa applicazione, il particolare che si moltiplica. Con un altro sguardo, la tecnologia

Dettagli

Il trasporto dei SOLIDI

Il trasporto dei SOLIDI 1 Il trasporto dei SOLIDI 1. Generalità e classificazione degli apparecchi Nell industria chimica i materiali solidi, siano essi materie prime, o prodotti intermedi, o prodotti finiti, nel ciclo di lavorazione

Dettagli

Ventilatori. Generalità e classificazione VENTILATORI. Apparecchi per il trasporto degli aeriformi (pneumofore) e pompe da vuoto

Ventilatori. Generalità e classificazione VENTILATORI. Apparecchi per il trasporto degli aeriformi (pneumofore) e pompe da vuoto Generalità e classificazione Apparecchi per il trasporto degli aeriformi (pneumofore) e pompe da vuoto MACCHINE PNEUMOFORE BASSE P applicano energia cinetica Elicoidali In base al moto dell aria Centrifughi

Dettagli

DISPENSA DI PNEUMATICA

DISPENSA DI PNEUMATICA DISENS DI NEUMTIC 1 RESSIONE La pressione è una grandezza fisica derivata dal rapporto tra forza e superficie. L unità di misura internazionale della pressione è il ascal, anche se è più comodo utilizzare

Dettagli

generatori di vuoto multistadio e multifunzione SERIE mvg

generatori di vuoto multistadio e multifunzione SERIE mvg generatori di vuoto multistadio e multifunzione SERIE mvg Questi generatori sono vere e proprie unità di vuoto autonome, in grado di asservire completamente un sistema di presa a depressione. Si distinguono

Dettagli

Impianto di Sollevamento Acqua

Impianto di Sollevamento Acqua CORSO DI FISICA TECNICA e SISTEMI ENERGETICI Esercitazione 3 Proff. P. Silva e G. Valenti - A.A. 2009/2010 Impianto di Sollevamento Acqua Dimensionare un impianto di sollevamento acqua in grado di soddisfare

Dettagli

2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà. I liquidi e loro proprietà

2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà. I liquidi e loro proprietà 2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà 1 I liquidi e loro proprietà 2 Proprietà Generali dei Gas I gas possono essere espansi all infinito. I gas occupano i loro contenitori uniformemente

Dettagli

TECNOLOGIA DEL VUOTO

TECNOLOGIA DEL VUOTO TECNOLOGIA DEL UOTO Sommario rodotti Serie ag. resentazione generale -3 arti di ricambio 78-2 Componenti di alimentazione di aria compressa -2 Generatore di vuoto a semplice stadio 367-6 Generatore di

Dettagli

TECNICHE DI NITRURAZIONE CON SUPPORTO AL PLASMA

TECNICHE DI NITRURAZIONE CON SUPPORTO AL PLASMA TRATTAMENTO DELLE SUPERFICI TECNICHE DI NITRURAZIONE CON SUPPORTO AL PLASMA 108 I sistemi e il processo di plasma nitrurazione Ionit e Ionit Ox, della Metaplas Ionon, facente capo alla svizzera Sulzer,

Dettagli

Attuatori Pneumatici

Attuatori Pneumatici Gli attuatori pneumatici sono organi che compiono un lavoro meccanico usando come vettore di energia l aria compressa con indubbi vantaggi in termini di pulizia, antideflagranza, innocuità e insensibilità

Dettagli

COMPRESSORI ROTATIVI A VITE

COMPRESSORI ROTATIVI A VITE 03 COMPRESSORI ROTATIVI A VITE VELOCITÀ FISSA VELOCITÀ VARIABILE (RS) L-AIRSTATION L07 L22 L07RS L22RS INTELLIGENT AIR TECHNOLOGY DESIGN ALL AVANGUARDIA COMPRESSORI A VELOCITÀ FISSA & VARIABILE NUOVO ELEMENTO

Dettagli

per la compressione di aria e gas neutri per alto vuoto VUOTO A E R Z E N E R M A S C H I N E N F A B R I K G M B H G1-090 01 IT

per la compressione di aria e gas neutri per alto vuoto VUOTO A E R Z E N E R M A S C H I N E N F A B R I K G M B H G1-090 01 IT S O F F I AT O R I A P I S T O N I R O TA N T I A E R Z E N E R per la compressione di aria e gas neutri per alto vuoto A L T O VUOTO A E R Z E N E R M A S C H I N E N F A B R I K G M B H G1-090 01 IT

Dettagli

Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio. GX 2-11 2-11 kw/3-15 CV

Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio. GX 2-11 2-11 kw/3-15 CV Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio GX 2-11 2-11 kw/3-15 CV Nuova serie GX: compressori a vite progettati per durare I compressori a vite Atlas Copco rappresentano da sempre lo

Dettagli

Tipo XSA200 e XSA300. Tipo XKA200 e XKA300. Coulisse a risparmio energetico in versione igienica

Tipo XSA200 e XSA300. Tipo XKA200 e XKA300. Coulisse a risparmio energetico in versione igienica Silenziatori con coulisse interne Tipo XSA200 e XSA Coulisse Tipo XKA200 e XKA Coulisse a risparmio energetico in versione igienica 6/10/I/2 IGIENICAMENTE TESTATO V D I 6 0 2 2 TROX Italia S.p. A. Telefono

Dettagli

Introduzione alla oleodinamica

Introduzione alla oleodinamica Introduzione alla oleodinamica CIRCUITI OLEOIDRAULICI Gli impianti oleoidraulici sono sistemi di trasmissione di energia nei quali il vettore è un fluido a limitata comprimibilità. Le funzioni principali

Dettagli

MISURE DI PRESSIONE PRESSIONE

MISURE DI PRESSIONE PRESSIONE MISURE DI PRESSIONE 1 PRESSIONE Grandezza DERIVATA: pressione = forza area Grandezza di STATO: si ragiona in termini di differenze di pressione 2 PRESSIONE p pressione relativa (positiva) pressione atmosferica

Dettagli

L04 - L22. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology

L04 - L22. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology L04 - L22 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio Intelligent Air Technology L04 - L22 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio I compressori rotativi a vite a iniezione d olio della serie

Dettagli

GAMMA DEI PRODOTTI Elementi e sistemi per la tecnica di produzione

GAMMA DEI PRODOTTI Elementi e sistemi per la tecnica di produzione GAMMA DEI PRODOTTI Elementi e sistemi per la tecnica di produzione Tecnica di bloccaggio Cilindri idraulici Generatori di pressione idraulici Centraline di bloccaggio e industriali Tecnica dei montaggi

Dettagli

Unità di misura. Perché servono le unità di misura nella pratica di laboratorio e in corsia? Le unità di misura sono molto importanti

Unità di misura. Perché servono le unità di misura nella pratica di laboratorio e in corsia? Le unità di misura sono molto importanti Unità di misura Le unità di misura sono molto importanti 1000 è solo un numero 1000 lire unità di misura monetaria 1000 unità di misura monetaria ma il valore di acquisto è molto diverso 1000/mese unità

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

GYRO. La soluzione perfetta per la carteggiatura di finitura, la carteggiatura e la pulitura. Per legno, metallo e materiali sintetici

GYRO. La soluzione perfetta per la carteggiatura di finitura, la carteggiatura e la pulitura. Per legno, metallo e materiali sintetici R GYRO La soluzione perfetta per la carteggiatura di finitura, la carteggiatura e la pulitura Tecnica di carteggiatura ad oscillazione Per legno, metallo e materiali sintetici - una macchina robusta ed

Dettagli

Compressori volumetrici a) Compressori alternativi

Compressori volumetrici a) Compressori alternativi Compressori volumetrici a) Compressori alternativi Il parametro fondamentale per la valutazione di un compressore alternativo è l efficienza volumetrica: η v = (Portata volumetrica effettiva) / (Volume

Dettagli

L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI. Il punto materiale e il corpo rigido. L equilibrio del punto materiale

L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI. Il punto materiale e il corpo rigido. L equilibrio del punto materiale L EQUILIBRIO 1. L EQUILIBRIO DEI SOLIDI Il punto materiale e il corpo rigido Un corpo è in equilibrio quando è fermo e continua a restare fermo. Si intende, per punto materiale, un oggetto così piccolo

Dettagli

L07 L22. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology

L07 L22. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology L07 L22 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio Intelligent Air Technology L07 L22 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio I compressori rotativi a vite a iniezione d olio della serie L sono

Dettagli

V30 - V75. Compressori rotativi a palette. Intelligent Air Technology

V30 - V75. Compressori rotativi a palette. Intelligent Air Technology V30 - V75 Compressori rotativi a palette Intelligent Air Technology Compressori rotativi a palette a una velocità V30 - V75 La soluzione ideale per ogni applicazione in cui aria compressa di alta qualità

Dettagli

Advertorial. Tramite distillazione molecolare e a film sottile. Tecniche di separazione

Advertorial. Tramite distillazione molecolare e a film sottile. Tecniche di separazione Gli impianti VTA vengono impiegati per la purificazione, la concentrazione, la rimozione dei residui di solventi, la decolorazione e l essiccazione di prodotti in diversi settori industriali: chimico,

Dettagli

Informazioni tecniche

Informazioni tecniche Informazioni tecniche generali - Concetti base di pneumatica 0 - Normative 03 - Unità di misura, tabelle di conversione 04 - Simbologia Pneumatica 05 - Materiali, grassi, oli 06 - Unità di trattamento

Dettagli

Concetti basilari legati alla ventilazione

Concetti basilari legati alla ventilazione Concetti basilari legati alla ventilazione In questo capitolo è riportato il significato dei termini impiegati abitualmente in riferimento ai ventilatori o agli impianti di ventilazione. È la quantità

Dettagli

IDRAULICA. H89.8D - Banco Idraulico

IDRAULICA. H89.8D - Banco Idraulico IDRAULICA H89.8D - Banco Idraulico 1. Generalità Il banco H89.8D con i suoi equipaggiamenti ausiliari è stato progettato per permettere un ampia gamma di esperienze nella meccanica dei fluidi. È di costruzione

Dettagli

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Chimica CORSO DI: LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA Docente: Dr. Alessandro Caselli

Dettagli

Atlas Copco Compressori a spirale oil-free. SF 1-15 1,5-15 kw/2-20 hp

Atlas Copco Compressori a spirale oil-free. SF 1-15 1,5-15 kw/2-20 hp Atlas Copco Compressori a spirale oil-free SF -,- kw/-0 hp Capacità totale, responsabilità totale Nel cuore della vostra azienda, Atlas Copco fornisce aria compressa di qualità per capacità operative superiori.

Dettagli

PNEUMATICA. Avvolgitubi e avvolgicavi. Massime prestazioni, design robusto e facilità d uso

PNEUMATICA. Avvolgitubi e avvolgicavi. Massime prestazioni, design robusto e facilità d uso PNEUMATICA Avvolgitubi e avvolgicavi Massime prestazioni, design robusto e facilità d uso 2 Per uso professionale in ambiente industriale. Per soddisfare le esigenze in ambienti di lavoro professionali

Dettagli

Media Misuratori di: livello di liquido, pressione differenziale e portata

Media Misuratori di: livello di liquido, pressione differenziale e portata Media Misuratori di: livello di liquido, pressione differenziale e portata Indicatori analogici, digitali e trasmettitori per misurare il livello di liquido, la pressione differenziale e la portata Fogli

Dettagli

Separazione dell acqua e filtrazione dell aria compressa ad alta efficienza

Separazione dell acqua e filtrazione dell aria compressa ad alta efficienza 02 I Separazione dell acqua e filtrazione dell aria compressa ad alta efficienza Soluzioni innovative per la purificazione dell aria compressa Gamma CF e X Filtri in linea totalmente affidabili L affidabilità

Dettagli

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento

Guida tecnica N. 7. Il dimensionamento di un azionamento Guida tecnica N. 7 Il dimensionamento di un azionamento 2 Guida tecnica N. 7 - Il dimensionamento di un azionamento Indice 1. Introduzione... 5 2. L azionamento... 6 3. Descrizione generale di una procedura

Dettagli

CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP

CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSA 5,5-7,5-10 - 15-20 HP IT Schema di funzionamento 1 - Filtro olio 2 - Filtro separatore aria/olio 3 - Raffreddatore aria/olio 4 - Valvola di sicurezza 5 - Valvola termostatica

Dettagli

IDRAULICA. Marino prof. Mazzoni PRESSIONE IDROSTATICA E LEGGE DI STEVINO. S S PsxSxh

IDRAULICA. Marino prof. Mazzoni PRESSIONE IDROSTATICA E LEGGE DI STEVINO. S S PsxSxh 1 IDRAULICA Marino prof. Mazzoni PRESSIONE IDROSTATICA E LEGGE DI STEVINO F S S PsxSxh h F p = pressione p = p = Ps S h/s = Ps h Ps = peso specifico S h = profondità P=0 P=Psxh h Andamento della pressione

Dettagli

C V. gas monoatomici 3 R/2 5 R/2 gas biatomici 5 R/2 7 R/2 gas pluriatomici 6 R/2 8 R/2

C V. gas monoatomici 3 R/2 5 R/2 gas biatomici 5 R/2 7 R/2 gas pluriatomici 6 R/2 8 R/2 46 Tonzig La fisica del calore o 6 R/2 rispettivamente per i gas a molecola monoatomica, biatomica e pluriatomica. Per un gas perfetto, il calore molare a pressione costante si ottiene dal precedente aggiungendo

Dettagli

Capitolo 2 Le trasformazioni fisiche della materia

Capitolo 2 Le trasformazioni fisiche della materia Capitolo 2 Le trasformazioni fisiche della materia 1.Gli stati fisici della materia 2.I sistemi omogenei e i sistemi eterogenei 3.Le sostanze pure e i miscugli 4.I passaggi di stato 5. la teoria particellare

Dettagli

Generalità sulle elettropompe

Generalità sulle elettropompe Generalità sulle elettropompe 1) Introduzione Ne esistono diverse tipologie ma si possono inizialmente suddividere in turbopompe e pompe volumetriche. Le prime sono caratterizzate da un flusso continuo

Dettagli

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione)

SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) SISTEMA DI POMPAGGIO (introduzione) Si utilizzano le pompe, per il sollevamento dell acqua dai pozzi e per inviarla ai serbatoi o inviarla ad una rete di distribuzione e comunque per trasferire l acqua

Dettagli

GRANDEZZE FISICHE. Prof.ssa Paravizzini M.R.

GRANDEZZE FISICHE. Prof.ssa Paravizzini M.R. GRANDEZZE FISICHE Prof.ssa Paravizzini M.R. PROPRIETA DEL CORPO SOGGETTIVE OGGETTIVE PR.SOGGETTIVE: gusto, bellezza, freschezza, forma MISURABILI PR. OGGETTIVE: massa, temperatura, diametro, ecc.. Le misure

Dettagli

PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica

PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica PiroVas ThermoVas a combustione tradizionale e pirolitica 2 PiroVas - ThermoVas a combustione tradizionale e pirolitica PiroVas - ThermoVas Bongioanni Caldaie da sempre sensibile ai problemi energetici

Dettagli

Tecnologia di filtrazione fine CJC TM

Tecnologia di filtrazione fine CJC TM Tecnologia di filtrazione fine CJC TM Pulizia dei sistemi di olio diatermico (per trasmissione del calore) Settori di applicazione : Industria alimentare Raffinerie Industria del legno e della carta Industria

Dettagli

firing SP rin KL er idr Anti Schiuma SCH iuma watermi St gas tubi e r ACCordi giunti StAffAggio 45

firing SP rin KL er idr Anti Schiuma SCH iuma watermi St gas tubi e r ACCordi giunti StAffAggio 45 Schiuma firing SPRINKLER IDRANTI SCHIUMA watermist GAS tubi e raccordi Giunti staffaggio 45 Impianti schiuma Una soluzione definitiva in applicazioni dove l acqua non basta. Per la progettazione degli

Dettagli

Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale. Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche

Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale. Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche Università degli Studi di Genova Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale Corso di Laurea in Chimica e Tecnologie Chimiche FONDAMENTI DI TECNOLOGIE CHIMICHE PER L'INDUSTRIA E PER L'AMBIENTE (modulo

Dettagli

GAMMA DEI PRODOTTI Elementi e sistemi per la tecnica di produzione

GAMMA DEI PRODOTTI Elementi e sistemi per la tecnica di produzione GAMMA DEI PRODOTTI Elementi e sistemi per la tecnica di produzione Tecnica di bloccaggio Cilindri idraulici Generatori di pressione idraulici Centraline di bloccaggio e industriali Tecnica dei montaggi

Dettagli

L E N E R G I A C H E T I A I U T A

L E N E R G I A C H E T I A I U T A COMMATRE s.r.l. Via C. Cafiero, 31/33 42124 Reggio Emilia Tel. 0522 303.646 r.a. Fax 0522 307.774 info@commatre.it www.commatre.it TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA GRUPPI ELETTROGENI POMPE PER VUOTO t Dal 1973

Dettagli

Indice generale 1 INTRODUZIONE, CINEMATICA IN DUE O TRE DIMENSIONI; VETTORI 71 DINAMICA: LE LEGGI DI NEWTON 115 MOTO: CINEMATICA IN UNA DIMENSIONE 25

Indice generale 1 INTRODUZIONE, CINEMATICA IN DUE O TRE DIMENSIONI; VETTORI 71 DINAMICA: LE LEGGI DI NEWTON 115 MOTO: CINEMATICA IN UNA DIMENSIONE 25 Indice generale PREFAZIONE ALLO STUDENTE TAVOLA DEI COLORI x xiv xvi 1 INTRODUZIONE, MISURE, STIME 1 1 1 La natura della scienza 2 1 2 Modelli, teorie e leggi 3 1 3 Misure ed errori; cifre significative

Dettagli

DFP 13 100/112 ID POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA SERIE 20 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE TECNICHE SIMBOLO IDRAULICO.

DFP 13 100/112 ID POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA SERIE 20 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE TECNICHE SIMBOLO IDRAULICO. 3 00/ ID DFP POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Le pompe DFP sono pompe a palette a cilindrata fissa, realizzate in quattro diverse grandezze, divise a loro volta in cinque dimensioni

Dettagli

Macchinari ausiliari per il funzionamento di un condensatore

Macchinari ausiliari per il funzionamento di un condensatore Approfondimento Macchinari ausiliari per il funzionamento di un Riteniamo utile una breve analisi dei macchinari ausiliari necessari per il corretto funzionamento del, e delle loro principali caratteristiche

Dettagli

Atlas Copco. Compressori rotativi a vite a iniezione di olio GX 2-11 - 2-11 kw/3-15 CV

Atlas Copco. Compressori rotativi a vite a iniezione di olio GX 2-11 - 2-11 kw/3-15 CV Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio GX 2-11 - 2-11 kw/3-15 CV Nuova serie GX: compressori a vite progettati per durare I compressori a vite Atlas Copco rappresentano da sempre lo

Dettagli

GAS. I gas si assomigliano tutti

GAS. I gas si assomigliano tutti I gas si assomigliano tutti Aeriforme liquido solido GAS Descrizione macroscopica e microscopica degli stati di aggregazione della materia Fornendo energia al sistema, le forze di attrazione tra le particelle

Dettagli

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti MONOSTADIO monostadio a basse emissioni inquinanti Bruciatori di gasolio monostadio a basse emissioni di NOx (< 90 mg/kwh) e sonore (< 60 dba). Sono dotati di corpo in alluminio, struttura con un sistema

Dettagli

Serie K-MT multitronic

Serie K-MT multitronic E Serie K-MT multitronic Essiccatori ad adsorbimento K-MT multitronic Il piccolo gigante... I nuovi essiccatori ad adsorbimento ZANDER sono caratterizzati da una tecnologia all avanguardia espressa in

Dettagli

GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA. Lo stato gassoso

GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA. Lo stato gassoso GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA Lo stato gassoso Classificazione della materia MATERIA Composizione Struttura Proprietà Trasformazioni 3 STATI DI AGGREGAZIONE SOLIDO (volume e forma propri) LIQUIDO

Dettagli

FILTRI AD ALTA EFFICIENZA PER LA PURIFICAZIONE DELL ARIA COMPRESSA. Filtration & System solutions. AIR VIP EvO

FILTRI AD ALTA EFFICIENZA PER LA PURIFICAZIONE DELL ARIA COMPRESSA. Filtration & System solutions. AIR VIP EvO FILTRI AD ALTA EFFICIENZA PER LA PURIFICAZIONE DELL ARIA COMPRESSA Filtration & System solutions AIR VIP EvO AIR VIP EvO Evoluzione e qualità La linea AIR VIP EvO è stata sviluppata per essere un nuovo

Dettagli

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP Caldaie in acciaio per la produzione di acqua calda ad inversione di fumi, funzionanti a scarti di legno, trucioli, pelet, segatura, cippati, bricchetti, gasolio,

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

L90 L250. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology

L90 L250. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology L90 L250 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio Intelligent Air Technology L90 L250 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio La nuovissima gamma CompAir di compressori rotativi a vite a iniezione

Dettagli

ENERGIA NELLE REAZIONI CHIMICHE

ENERGIA NELLE REAZIONI CHIMICHE ENERGIA NELLE REAZIONI CHIMICHE Nelle trasformazioni chimiche e fisiche della materia avvengono modifiche nelle interazioni tra le particelle che comportano sempre variazioni di energia "C è un fatto,

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE NEGLI EDIFICI II Edizione di ANNA MAGRINI LORENZA MAGNANI INDICE GENERALE Premessa...9 CAPITOLO 1 I REQUISITI: IL

Dettagli

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C Tecnologia Abitativa Avanzata ECOTRIBE Tecnologia Abitativa Avanzata di Giancarlo Avataneo - Str. Miravalle 24/4-10024 Moncalieri (TO) P. IVA 09183030015 - Codice fiscale VTNGCR52R08L219B - Cell. 0039

Dettagli

Eiettori integrati compatti "ASC" www.coval.com IT3

Eiettori integrati compatti ASC www.coval.com IT3 modulilemax Eiettori integrati compatti "ASC" TM IT3 OUT IN pressione Moduli LEMAX: eiettori P = da 4.5 a 7 bar 3.5 bar vuoto controsoffio scarico 2 vuoto ➊ ➋ ➌ ➍ ➎ Regolatore di pressione 3,5 bar Elettrovalvola

Dettagli

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE CONDENSATI AD ARIA refrigerante R410A RSA-EF A solo condizionamento, standard RSA-EF S solo condizionamento, silenziata RSA-EF SS solo condizionamento, supersilenziata RSA-EF HA pompa di calore, standard

Dettagli

Impianto di essiccazione 1MWth DORSET Fanghi di depurazione

Impianto di essiccazione 1MWth DORSET Fanghi di depurazione Impianto di essiccazione 1MWth DORSET Fanghi di depurazione Dorset Green machines b.v. Wevery 26 7122 ms aalten Netherlands T: +31 (0) 543 472103 F: +31 (0) 543 475355 25-1-2011 1 E: gm@dorset.nu Essiccazione

Dettagli

Stati di aggregazione della materia

Stati di aggregazione della materia SOLIDO: Forma e volume propri. Stati di aggregazione della materia LIQUIDO: Forma del recipiente in cui è contenuto, ma volume proprio. GASSOSO: Forma e volume del recipiente in cui è contenuto. Parametri

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

DRASTICITA DI TEMPRA DEI GAS E DEI LIQUIDI A CONFRONTO. Elio Gianotti Trattamenti Termici Ferioli e Gianotti SpA Rivoli To

DRASTICITA DI TEMPRA DEI GAS E DEI LIQUIDI A CONFRONTO. Elio Gianotti Trattamenti Termici Ferioli e Gianotti SpA Rivoli To DRASTICITA DI TEMPRA DEI GAS E DEI LIQUIDI A CONFRONTO Elio Gianotti Trattamenti Termici Ferioli e Gianotti SpA Rivoli To INTRODUZIONE La gamma dei gas e dei liquidi di tempra commercialmente disponibili

Dettagli

LA TERMOLOGIA. studia le variazioni di dimensione di un corpo a causa di una

LA TERMOLOGIA. studia le variazioni di dimensione di un corpo a causa di una LA TERMOLOGIA La termologia è la parte della fisica che si occupa dello studio del calore e dei fenomeni legati alle variazioni di temperatura subite dai corpi. Essa si può distinguere in: Termometria

Dettagli

APOLLO NETTUNO URANO SIRENE CICLONE

APOLLO NETTUNO URANO SIRENE CICLONE APOLLO NETTUNO URANO SIRENE CICLONE GAMMA ATOMIZZATORI Protezione delle colture arboree a 360 ATOMIZZATORI ATOMIZZATORI GASPARDO, PROTEZIONE COMPLETA! Gaspardo presenta la sua rinnovata gamma di atomizzatori:

Dettagli

LASER CUT LASER GUIDE

LASER CUT LASER GUIDE LASER CUT LASER GUIDE by C L A I N D I generatori di azoto per l assistenza al taglio e di gas inerte per la pressurizzazione della guida raggio AUTOPRODUZIONE = LIBERTÀ e + rispetto per l ambiente I sistemi

Dettagli

Sensori di condizione. Progettati per dare risultati di alta qualità in varie tipologie di ambienti difficili

Sensori di condizione. Progettati per dare risultati di alta qualità in varie tipologie di ambienti difficili Sensori di condizione Progettati per dare risultati di alta qualità in varie tipologie di ambienti difficili Rockwell Automation sa bene che i componenti di rilevamento condizioni sono elementi fondamentali

Dettagli

Simboli di disegni e di funzione Corso base

Simboli di disegni e di funzione Corso base Simboli di disegni e di funzione Introduzione Simboli di disegni Simboli di funzione Nota Nota: nella rappresentazione della schematica freni e delle funzioni negli apparecchi molto spesso si utilizzano

Dettagli

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM In qualità di Istituto Metrologico Primario l INRIM realizza e mantiene la scala delle pressioni, che copre l intervallo di valori tra 10-6 Pa (campo

Dettagli

Pompe di calore Polar

Pompe di calore Polar Pompe di calore Polar Sistemi di riscaldamento a pompe di calore aria-acqua Pompe di calore ad alta efficienza per il risparmio energetico Templari energie rinnovabili Nel 2006 i fratelli Gianluca e Massimo

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

CONTROLLARE LE VIBRAZIONI

CONTROLLARE LE VIBRAZIONI Le vibrazioni sono un fenomeno ondulatorio, della stessa natura di quello dei suoni; a differenza di questi, che si propagano nell aria, le vibrazioni diffondono le loro onde nelle strutture solide. Le

Dettagli

Aria compressa KIT ARIA COMPRESSA KIT ARIA COMPRESSA IN METALLO KIT ARIA COMPRESSA IN NYLON ATTACCO AD INNESTO RAPIDO

Aria compressa KIT ARIA COMPRESSA KIT ARIA COMPRESSA IN METALLO KIT ARIA COMPRESSA IN NYLON ATTACCO AD INNESTO RAPIDO Aria compressa Aria compressa KIT ARIA COMPRESSA KIT ARIA COMPRESSA IN METALLO OR15 2000 OR15 2050 Realizzato in fusione di alluminio e acciaio Contenuto: Pistola soffiaggio Pistola gonfiagomme Pistola

Dettagli

Tecnica dei sensori Controllo pneumatico della posizione Serie MS01. Prospetto del catalogo

Tecnica dei sensori Controllo pneumatico della posizione Serie MS01. Prospetto del catalogo Prospetto del catalogo 2 Controllo pneumatico della posizione, modulo di collaudo MS01 Blocco di collaudo MS01-PA, variante I, con valvola 2 x /2 piastra di collegamento in Poliammide, rinforzata in fibra

Dettagli

0,209. formula che si risolve facilmente una volta misurata, con adatte apparecchiature, la percentuale in volume di CO 2

0,209. formula che si risolve facilmente una volta misurata, con adatte apparecchiature, la percentuale in volume di CO 2 Approfondimento Analisi dei fumi La regolazione della combustione basata su regole pratiche pecca evidentemente di precisione anche se presenta l indubbio vantaggio dell immediatezza di esecuzione; una

Dettagli

Riepilogo programma di Chimica Ginnasio Anno scolastico 2011/2012

Riepilogo programma di Chimica Ginnasio Anno scolastico 2011/2012 Riepilogo programma di Chimica Ginnasio Anno scolastico 2011/2012 Misure e grandezze Grandezze fondamentali Grandezza fisica Simbolo della grandezza Unità di misura Simbolo dell unità di misura lunghezza

Dettagli

Riparazione e Manutenzione

Riparazione e Manutenzione Riparazione e Manutenzione Ampia selezione in una singola marca. Esclusivi design duraturi. Prestazioni rapide e affidabili. Descrizione Versioni Pagina Pompe prova impianti 2 9.2 Congelatubi 2 9.3 Pompe

Dettagli

CENTRALINE OLEODINAMICHE E SISTEMI DI SOLLEVAMENTO SINCRONO F.P.T.

CENTRALINE OLEODINAMICHE E SISTEMI DI SOLLEVAMENTO SINCRONO F.P.T. CENTRALINE OLEODINAMICHE E SISTEMI DI SOLLEVAMENTO SINCRONO F.P.T. Le centraline F.P.T. sono progettate e costruite per adattarsi alle molteplici esigenze che si presentano per l utilizzo di attrezzature

Dettagli