Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Note esplicative Rassegne stampa cartacee/elettroniche"

Transcript

1 A f f i n c h é l a t t o c r e a t i v o o t t e n g a i l g i u s t o r i c o n o s c i m e n t o ProLitteris Società svizzera per i diritti degli autori d arte letteraria e visuale, cooperativa Note esplicative dal 1 gennaio 2012 Note esplicative Informazioni dettagliate sulle rassegne stampa cartacee ed elettroniche nell ambito delle Tariffe comuni 8 e 9

2 1 Indennità di base per le Tariffe comuni 8 e 9 L utente (azienda, impresa, scuola, biblioteca, amministrazione pubblica ecc.) che per uso privato conformemente all art. 19 cpv. 1 lett. c della legge svizzera sul diritto d autore (LDA) riproduca su carta (a partire da un originale cartaceo o digitale) parti di esemplari d opera, o che le memorizzi e diffonda sulla propria rete telematica interna, per tali utilizzi è assoggettato a indennità. L indennità di base viene calcolata conformemente alle norme e alle aliquote delle Tariffe comuni 8 e 9, e precisamente in funzione di vari criteri quali numero di collaboratori, numero annuo di copie allestite, numero di allievi ecc. Per le cosiddette rassegne stampa interne (cartacee o elettroniche), rientranti anch esse nell utilizzo di cui all art. 19 cpv. 1 lett. c LDA, valgono criteri di calcolo speciali. 2 interne (cartacee o elettroniche) in aziende, scuole, biblioteche e amministrazioni pubbliche Le Tariffe comuni (TC) 8 e 9 disciplinano fra l altro le indennità da versare per le rassegne stampa interne. Delle rassegne stampa cartacee si occupa la TC 8, di quelle elettroniche la TC 9. Per rassegna stampa cartacea ai sensi della TC 8 si intende una raccolta di articoli di giornali o riviste prodotta almeno 4 volte l anno in almeno 5 esemplari (TC 8 I, III, V e VI, cifra 6.4; TC 8 II, cifra 6.5). Per rassegna stampa elettronica interna ai sensi della TC 9 si intende una raccolta di copie digitali o digitalizzate di contributi attuali (articoli, immagini, spezzoni radiofonici o televisivi, trascrizioni di tali spezzoni e di altre opere o prestazioni protette dal diritto d autore) reperiti sulla stampa, online o su altri media e riferiti ad almeno un termine o una persona, raccolta che in base all art. 19 LDA venga prodotta e diffusa o inviata in forma periodica o continuativa su una rete telematica interna (tecnica push o pull). Per le rassegne stampa (sia cartacee sia elettroniche) la quota considerata protetta è del 70%. La diffusione interna di rassegne stampa cartacee o elettroniche è un utilizzo come da art. 19 cpv. 1 lett. c LDA, che in virtù di quanto prescritto dalle TC 8 e 9 va indennizzato separatamente (TC 8 I, III, V e VI, cifra 6.4; TC 8 II, cifra 6.5; TC 9 I e II, cifra 6.3; TC 9 III, V e VI, cifra 6.4). L utente che disponga di una rassegna stampa interna, in forma cartacea e/o elettronica, deve versare un indennità ed è tenuto a fornire a ProLitteris i relativi dati, necessari per il calcolo di tale indennità. In tale contesto è irrilevante che l utente produca in proprio la rassegna in esame oppure ne chieda l invio o la produzione a terzi (per es. a un servizio di documentazione o di sorveglianza dei media). 2

3 Esiste una rassegna stampa elettronica interna soggetta a indennità anche quando un utente ordini regolarmente a un servizio di documentazione o di sorveglianza dei media contributi attuali, riferiti ad almeno un termine o una persona, e li metta a disposizione dei propri collaboratori. L indennità va versata anche se la rassegna o i contributi vengono memorizzati nella rete telematica interna (o su uno spazio di memoria esterno accessibile unicamente all utente) e se possono accedervi almeno due collaboratori dell utente. Seguono alcuni esempi di utilizzi che, essendo classificati come «rassegna stampa» (cartacea o elettronica), in base alle apposite norme tariffarie (TC 8 I, III, V e VI, cifra 6.4; TC 8 II, cifra 6.5; TC 9 I e II, cifra 6.3; TC 9 III, V e VI, cifra 6.4) sono soggetti a indennità separata: a. L utente riceve da un servizio di documentazione una rassegna stampa cartacea già pronta (o ne allestisce una in proprio utilizzando singoli articoli provenienti dal servizio di documentazione), poi la riproduce e la invia ai collaboratori. b. L utente riceve da un servizio di documentazione singoli contributi o una rassegna stampa già pronta in forma elettronica, poi stampa su carta la rassegna e la invia ai collaboratori (oppure utilizza i singoli contributi per produrre in proprio una rassegna stampa in forma cartacea, che invia ai collaboratori). c. L utente produce in proprio una rassegna stampa elettronica scansionando regolarmente contributi come articoli di giornale (o memorizzandoli regolarmente da Internet), poi la rende accessibile o la invia a una parte o all insieme dei collaboratori. d. L utente riceve regolarmente articoli sotto forma elettronica o cartacea da un servizio di documentazione e ne sceglie alcuni, che scansiona e memorizza nella propria rete telematica; gli articoli memorizzati vengono poi resi accessibili o inviati a una parte o all insieme dei collaboratori. e. L utente riceve da un servizio di documentazione una raccolta di contributi già pronta (oppure contributi singoli regolari) e, senza procedere a una selezione, li memorizza in una cartella nella propria rete telematica; tali contributi risultano accessibili o vengono inviati a una parte o all insieme dei collaboratori. f. Un servizio di documentazione mette a disposizione dell utente uno spazio di memoria, destinato esclusivamente al suo utilizzo interno; su questa piattaforma una raccolta di contributi già pronta viene memorizzata e tenuta a disposizione dell utente, che poi memorizza tale raccolta nella propria rete telematica e permette ai collaboratori di accedervi. g. Un servizio di documentazione mette a disposizione dell utente uno spazio di memoria, destinato esclusivamente al suo utilizzo interno, e su questa piattaforma tiene a disposizione contributi attuali; a tale piattaforma una parte o l insieme dei collaboratori dell utente può accedere direttamente (per esempio con un apposita password). 3

4 h. Un servizio di documentazione mette a disposizione dell utente uno spazio di memoria, destinato esclusivamente al suo utilizzo interno, e su questa piattaforma tiene a sua disposizione contributi attuali. A tale spazio hanno accesso solo determinati collaboratori dell utente (per esempio mediante password); questi collaboratori operano una scelta fra i contributi presenti nella piattaforma, memorizzano quelli scelti o con essi producono in proprio una rassegna stampa elettronica, che viene inviata direttamente ai collaboratori oppure risulta accessibile a una parte o all insieme di essi. i. L utente dispone di una banca dati interna (o predisposta esclusivamente per lui presso terzi), in cui è integrata una rassegna stampa elettronica o in cui vengono memorizzati regolarmente singoli contributi; a tale banca dati può accedere una parte o l insieme dei collaboratori. In base alle norme sulle rassegne stampa elettroniche, per le rassegne contenute nella banca dati (o per la raccolta dei contributi) l utente è assoggettato a indennità. 3 Distinzione rispetto alle banche dati In linea di massima le banche dati in quanto tali non sono considerate rassegne stampa elettroniche interne. È però possibile che le contengano, cioè che rassegne stampa elettroniche siano state memorizzate sotto forma di banca dati. L utente che disponga di una rassegna stampa elettronica e la invii ai collaboratori o la tenga a loro disposizione sottostà per tale rassegna all obbligo di versare indennità. Per le rassegne già indennizzate in quanto tali e poi memorizzate o archiviate in una banca dati accessibile ai collaboratori non vanno versate ulteriori indennità. L utente che memorizzi la sua rassegna stampa elettronica direttamente sotto forma di banca dati accessibile a una parte o all insieme dei collaboratori, invece, sottostà per tale rassegna all obbligo di versare indennità (TC 9 I e II, cifra 6.3; TC 9 III, V e VI, cifra 6.4). L obbligo di versare indennità per rassegne stampa elettroniche sussiste, in particolare, quando l utente depositi regolarmente contributi attuali in una banca dati accessibile ai collaboratori. L indennità va versata una sola volta, per l anno in cui sono stati memorizzati i contributi; nell anno successivo sottostanno a indennità solo i contributi memorizzati ex novo. Dall ulteriore utilizzo interno degli articoli o contributi presenti nella banca dati e già indennizzati in base alle norme sulle rassegne stampa cartacee o elettroniche non scaturisce, nell ambito tariffario attualmente in vigore, alcun obbligo aggiuntivo di versare indennità. 4

5 4 Distinzione rispetto alle indennità dovute dai servizi di documentazione Sono considerati terzi ai sensi dell art. 19 cpv. 2 LDA i servizi di documentazione o di sorveglianza della stampa o dei media o altri servizi confrontabili che producano singole copie o una rassegna stampa (cartacea o elettronica) per utenti autorizzati all utilizzo di opere per uso privato; nei confronti di ProLitteris, pertanto, per la propria attività essi sono tenuti a versare indennità come da cifra della TC 8 VI (copie su carta) e della TC 9 VI (copie elettroniche). Il conteggio si effettua in base al numero totale dichiarato delle copie allestite o delle pagine di documento riprodotte. Con il pagamento dell indennità viene indennizzata solo la copia (analogica o digitale) prodotta in proprio dal servizio di documentazione o di sorveglianza della stampa o dei media, ma non il suo utilizzo interno da parte dell utente e in particolare la memorizzazione nella rete telematica interna o la messa a disposizione dei collaboratori su una piattaforma esterna, prevista esclusivamente per l utente, presso il servizio in esame. Queste operazioni costituiscono un utilizzo a sé stante per il quale l utente è assoggettato a indennità, in base all art. 19 cpv. 1 lett. c LDA e conformemente alle norme apposite in particolare sulle rassegne stampa cartacee o elettroniche delle Tariffe comuni 8 e 9. Ogni utente che da un servizio di documentazione o di sorveglianza della stampa o dei media riceva una rassegna stampa (cartacea o elettronica) o si faccia inviare regolarmente singoli articoli/contributi, e che poi utilizzi questa rassegna o questi articoli/contributi con le modalità di cui alla cifra 2, deve segnalare la cosa a ProLitteris e compilare l apposito modulo di rilevamento. 5 Copie inviate all estero o allestite all estero Se vengono inviate all estero per esempio a una società affiliata o a un cliente riproduzioni di opere o di prestazioni protette dal diritto d autore, o se simili riproduzioni vengono allestite all estero, questi utilizzi non rientrano nel campo di applicazione delle Tariffe comuni 8 e 9. Simili riproduzioni non possono venire fatturate tramite ProLitteris. Per l utente in territorio svizzero la diffusione interna di riproduzioni ricevute dall estero, invece, rientra nel campo di applicazione delle TC 8 e 9 e sottostà alle relative indennità. 6 Utilizzi nel Principato del Liechtenstein a) Riproduzioni su carta (TC 8) La legge sul diritto d autore in vigore nel Principato del Liechtenstein permette anch essa entro certi limiti e su pagamento di un compenso la riproduzione di opere per informazione e documentazione interna in aziende, amministrazioni pubbliche, istituti, commissioni o strutture analoghe (art. 22c, cosiddetti «utilizzi privilegiati di opere» in relazione all art. 23). 5

6 L organo competente (Amt für Handel und Transport) ha autorizzato ProLitteris a riscuotere nel Principato del Liechtenstein le relative indennità ai sensi delle TC 8 I, II, III, IV, V e VI. In materia di TC 8 (rassegne stampa cartacee), le considerazioni di queste note esplicative valgono anche per gli utilizzi nel Principato del Liechtenstein. b) Riproduzioni digitali (TC 9) Poiché la legge sul diritto d autore in vigore nel Principato del Liechtenstein permette unicamente riproduzioni digitali a scopi didattici (art. 22d), ma non per informazione o documentazione interna delle aziende, ProLitteris nel Liechtenstein non riscuote indennità ai sensi delle TC 9, I, II, V e VI; quanto alla TC 9 III, valida anche per le scuole del Principato, essa non contiene norme su rassegne stampa elettroniche interne. In materia di tali rassegne come da TC 9, perciò, le considerazioni di queste note esplicative non valgono per il Principato del Liechtenstein. 7 Calcolo delle indennità per rassegne stampa interne (cartacee o elettroniche) 7.1 Indennità per la produzione di rassegne stampa cartacee (TC 8, cifra o 6.5.4) L indennità per ogni rassegna stampa cartacea (vedi sopra, cifra 2) si calcola con la formula seguente: numero medio di pagine/esemplare x numero medio di esemplari/ edizione x numero di edizioni/anno x 70% x 0,035 = CHF Esempio: ogni mese 10 collaboratori ricevono una rassegna stampa contenente in media 20 pagine. L indennità ammonta a: 20 x 10 x 12 x 70% x 0,035 = CHF Indennità per la produzione di rassegne stampa elettroniche (TC 9, cifra 6.3 o 6.4) L indennità per ogni rassegna stampa elettronica (vedi sopra, cifra 2) si calcola con la formula seguente: fattore volumetrico x fattore collaboratori x CHF Il fattore volumetrico tiene conto come segue del numero di contributi utilizzati, combinandolo con uno sconto per scaglioni quantitativi: 6

7 Numero di contributi Aliquota ponderale ,0 % ,0 % ,0 % e oltre 5,0 % Il fattore volumetrico si calcola moltiplicando il numero dei contributi di ogni scaglione quantitativo per la rispettiva aliquota ponderale e poi sommando gli importi ottenuti. A partire dai contributi, per ogni frazione successiva di articoli non si ricorre all aliquota ponderale ma si calcola un supplemento unitario dell 1% sull indennità dovuta. Esempi di calcolo per il fattore volumetrico Se i contributi sono 4 000, il fattore volumetrico si calcola così: (500 x 80%) + (2 500 x 50%) + (1 000 x 10%) = = Se i contributi sono , il fattore volumetrico si calcola così: fattore volumetrico per contributi ( = 2500) + supplemento dell 1% per la frazione successiva di contributi (2500 x 1% = 25). Il fattore volumetrico ammonta quindi a Il fattore collaboratori si calcola separatamente per ogni scaglione di collaboratori aventi accesso alla rassegna stampa elettronica, moltiplicando il numero di tali collaboratori per un aliquota ponderale: Numero di collaboratori aventi Aliquota ponderale accesso alla rassegna stampa fino a ,0 % ,0 % ,0 % ,0 % e oltre 0,1 % Invece del numero di collaboratori aventi accesso alla rassegna stampa elettronica, l utente può anche comunicare il numero di terminali aventi accesso ad essa e segnalare la cosa nel modulo di rilevamento. Dopo aver calcolato il fattore collaboratori per ogni scaglione, occorre sommare gli importi ottenuti. Esempi di calcolo per il fattore collaboratori Se i collaboratori sono 80, il fattore si calcola così: 80 x 60% = 48 Se i collaboratori sono 300, il fattore si calcola così: (100 x 60%) + (200 x 40%) = = 140 7

8 Se i collaboratori sono 2 500, il fattore si calcola così: (100 x 60%) + (400 x 40%) + (2 000 x 2%) = = 260 Se i collaboratori sono , il fattore si calcola così: (100 x 60%) + (400 x 40%) + (3 500 x 2%) + (6 000 x 1%) = = 350 Per gli anni 2012 e 2013, tuttavia, è prevista una norma transitoria vincolante: se per l utente nel 2012 e nel 2013 il passaggio al nuovo sistema di calcolo aumenta o riduce di oltre il 20% l indennità da versare per rassegne stampa elettroniche rispetto al modello di calcolo della TC 9 valida dal al , all insegna di una norma transitoria la differenza in più o in meno superiore al 20% non viene considerata e neppure fatturata. In base al sistema vigente fino al , l indennità era calcolata così: Numero di X Tasso di X Numero di X Aliquota in % articoli indennizzo terminali con dei terminali utilizzati per articolo diritto di accesso determinanti Numero di articoli utilizzati Tasso di indennizzo per articolo articoli 0,0245 CHF articoli 0,020 CHF articoli 0,018 CHF articoli 0,015 CHF articoli 0,012 CHF articoli 0,008 CHF In caso di utilizzo annuo di oltre articoli, l indennità si calcolava sulla base di articoli. Numero di terminali con accesso Percentuale determinante di alla rassegna stampa elettronica terminali 2-50 terminali 60,0% terminali 50,0% terminali 33,0% terminali 18,0% terminali 5,5% terminali 2,0% e più terminali 1,0% 8

9 Esempi di calcolo dell indennità per rassegne stampa elettroniche in regime di norma transitoria 1. Un azienda con 500 dipendenti ha una rassegna stampa elettronica accessibile a 350 collaboratori, in cui ogni anno sono utilizzati contributi: Calcolo in base al sistema valido fino al : x CHF 0,018 x 350 x 33% = CHF Nuova normativa: contributi: (500 x 80%) + (1 000 x 50%) = = collaboratori: (100 x 60%) + (250 x 40%) = = 160 Formula: 900 x 160 x CHF = CHF Poiché la differenza fra l indennità calcolata col vecchio sistema e quella calcolata col nuovo sistema risulta inferiore al 20%, l indennità ammonta a CHF Un azienda con 500 dipendenti ha una rassegna stampa elettronica accessibile a 500 collaboratori, in cui ogni anno sono utilizzati 600 contributi: Calcolo in base al sistema valido fino al : 600 x CHF 0,02 x 500 x 33% = CHF Nuova normativa: 600 contributi: (500 x 80%) + (100 x 50%) = = collaboratori: (100 x 60%) + (400 x 40%) = = 220 Formula: 450 x 220 x CHF = CHF Poiché la differenza fra l indennità calcolata col vecchio sistema e quella calcolata col nuovo sistema risulta superiore al 20%, l indennità fatturata è la seguente: CHF (CHF x 20%) = CHF Un azienda con 2400 dipendenti ha una rassegna stampa elettronica accessibile a tutti i collaboratori, in cui ogni anno sono utilizzati 650 contributi: Calcolo in base al sistema valido fino al : 650 x CHF 0,020 x 2400 x 18% = CHF Nuova normativa: 650 contributi: (500 x 80%) + (150 x 50%) = collaboratori: (100 x 60%) + (400 x 40%) + (1900 x 2%) = = 258 Formula: 475 x 258 x CHF = CHF Poiché la differenza fra l indennità calcolata col vecchio sistema e quella calcolata col nuovo sistema risulta superiore al 20%, l indennità fatturata è la seguente: CHF (CHF x 20%) = CHF

10 Sul sito di ProLitteris uno strumento di calcolo online (www.prolitteris.ch/ fatture reprografia/rassegne stampa/) permette di accertare in modo automatico l importo delle indennità, tenendo conto anche della norma transitoria. 8 Fatturazione 2012 Poiché in linea di massima le rassegne stampa elettroniche per l anno in corso sono fatturate in base ai dati dell anno precedente, la fatturazione 2012 avverrebbe in base alle cifre del Per la fatturazione 2012, tuttavia, invece dei dati concernenti il 2011 è possibile sfruttare quelli concernenti lo stesso L utente, che deve allora comunicarlo per iscritto a ProLitteris, in tal caso per il 2012 versa un acconto in base al numero prevedibile di contributi e al numero di collaboratori aventi accesso alla rassegna stampa elettronica; solo nel 2013 verrà allestita una fattura definitiva, basata sui dati effettivi concernenti il Questi stessi dati, inoltre, costituiranno la base per la fatturazione Se avete domande sulla rassegna stampa interna (cartacea o elettronica), potete rivolgerle alla signora Andrea Voser, del servizio legale di ProLitteris, per o per telefono ( ). PL/

Tariffa comune Ma 2012 2015

Tariffa comune Ma 2012 2015 SUISA Cooperativa degli autori ed editori di musica SWISSPERFORM Società svizzera per i diritti di protezione affini Tariffa comune Ma 2012 2015 Juke-Box Approvata dalla Commissione arbitrale federale

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti Schema SEPA per gli addebiti diretti Beneficiari Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base e SEPA per gli addebiti diretti B2B (SEPA Core e B2B Direct Debit) per beneficiari di pagamenti

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

Swiss Life Flex Save Uno/Duo. Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia

Swiss Life Flex Save Uno/Duo. Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia Swiss Life Flex Save Uno/Duo Risparmio puntando sulle opportunità e la garanzia Approfittate di una moderna assicurazione di risparmio con prestazioni garantite e opportunità di rendimento Swiss Life Flex

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Aliquote di imposta alla fonte Tabella A Edizione 2015

Aliquote di imposta alla fonte Tabella A Edizione 2015 Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni Aliquote di imposta alla fonte Tabella A Edizione 2015 1-3000 3001-3600 3601-4200 4201-4800 4801-5400 5401-6000 6001-6600 6601-7200

Dettagli

Aliquote di imposta alla fonte Tabella B Edizione 2015

Aliquote di imposta alla fonte Tabella B Edizione 2015 Dipartimento delle finanze e dell'economia Divisione delle contribuzioni Aliquote di imposta alla fonte Tabella B Edizione 2015 1-3000 3001-3600 3601-4200 4201-4800 4801-5400 5401-6000 6001-6600 6601-7200

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema

Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema Pagina 1 di 9 Basi Prodotti riguardanti le prestazioni di servizio relative al sistema Descrizione dei prodotti valida dal febbraio 2015 Autore: Swissgrid SA Rielaborazioni: Versione Data Sezione 1.0 21.08.2008

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

L offerta PostFinance per le associazioni

L offerta PostFinance per le associazioni L offerta PostFinance per le associazioni PostFinance: il cassiere delle associazioni svizzere Sono oltre 80 000 le associazioni che hanno scelto PostFinance per la gestione finanziaria. Grande o piccola,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade 15 it Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa Valida dal: 16/01/2015 Distribuzione: pubblica Indice 1 Scopo... 4 2 Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI E PREMI PER LA DIVULGAZIONE DEL LIBRO ITALIANO E PER LA TRADUZIONE DI OPERE LETTERARIE E SCIENTIFICHE,

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Riforma "Specialista del commercio al dettaglio" Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al

Riforma Specialista del commercio al dettaglio Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al Specialista del commercio al Riforma "Specialista del commercio al " Direttive concernenti lo svolgimento di esami modulari per candidati specialisti del commercio al (La designazione di persone o gruppi

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Domanda di Certificazione Fairtrade

Domanda di Certificazione Fairtrade Domanda di Certificazione Fairtrade Procedura operativa standard Valida dal: 17.09.2013 Distribuzione: pubblica Indice 1. Scopo... 4 2. Campo di applicazione... 4 2.1 Chi deve presentare domanda di certificazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014)

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014) Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti (testo in vigore al 1º luglio 2014) Nota dell editore: Per ottenere i dettagli delle modifiche del Regolamento d Esecuzione

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

si a Contratto d appalto No. 1023 2013 Oggetto

si a Contratto d appalto No. 1023 2013 Oggetto si a Contratto d appalto No. 1023 2013 Oggetto Oggetto del contratto Per l oggetto sopraccitato, il committente affida all assuntore i seguenti lavori o forniture testo del contratto tra schweizerischer

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014)

del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) Legge federale sulla protezione dei dati (LPD) 235.1 del 19 giugno 1992 (Stato 1 gennaio 2014) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 95, 122 e 173 capoverso 2 della Costituzione

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli