Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parcheggi e altre rendite aeroportuali"

Transcript

1 Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation, tra cui qulla di parchggi, ha garantito ai gstori lvati profitti, a scapito dgli utnti. È in corso un timido mutamnto lgislativo, ch può dar i suoi frutti solo s accompagnato dall istituzion di un autorità di sttor, oggi mancant. Prmssa Qusto articolo ha com focus il rapporto tra gli lvati ricavi ffttuati dai parchggi affrnti l infrastruttur aroportuali la condizion di monopolio natural di cui god l aroporto stsso. La rgolazion dl sistma aroportual dovrbb garantir la simulazion di un mrcato concorrnzial in grado di vitar la formazion di rndit ingiustificat pr il gstor aroportual a discapito di vttori ari, in ultima istanza, dgli utnti. Com vrrà argomntato, la normativa italiana fino al 2007 ha prvisto pr il sttor aroportual la sparazion contabil tra i srvizi lato aria qulli lato trra dll aroporto (sistma chiamato dual till, ma applicato in Italia in manira parzial). Si prvdva pr il primo un sistma di rgolazion 1 mdiant il mccanismo dl pric cap (ch dovva simular un mrcato concorrnzial), mntr il scondo non ra di fatto rgolato (pr dfinirsi un vro dual till, avrbb dovuto prvdr royaltis; snza di ss il sistma è stato particolarmnt favorvol ai gstori aroportuali). Qusto mccanismo ha lgittimato così qualunqu volum di ricavi ottnuti nl sttor dl landsid, poiché sso, rimanndo sparato da qullo ottnuto nl sttor airsid, non partcipava alla dfinizion dll tariff aroportuali richist ai vttori ari. Dal 2007 una dlibra CIPE, ancora in vigor, ha introdotto il conctto di singl till parzial, pr cui almno il 50% dgli introiti dl sttor non-aviation dv concorrr alla dfinizion dll tariff aroportuali. Qusta dlibra ha riscontrato l ostruzionismo di gstori aroportuali, pr cui la sua attuazion è ancora molto limitata. 1 Sono soggtti a rgolamntazion: i diritti di approdo di partnza, di sosta di ricovro; l tass di imbarco di passggri; l tass di imbarco sbarco mrci; i compnsi pr l oprazioni di controllo di sicurzza; i Marco Ponti Elna Scopl Politcnico di Milano corrispttivi pr l uso dll infrastruttur cntralizzat, di bni di uso comun di uso sclusivo; i corrispttivi pr l attività di handling, quando qusta sia svolta, di diritto o di fatto, da un unico prstator (D.Lgs. 18/99). numro 2/2009 Argomnti Mrcato 103

2 Il sistma lgislativo vignt ha gnrato alt rndit pr i srvizi commrciali landsid lgati all aroporto di comptnza dl gstor aroportual, divntando una voc consistnt nl bilancio dll socità di gstion. Tali srvizi, non ssndo sottoposti a controlli di sorta, godono di tariff libr, nlla crtzza di potr contar su una quota prottta di domanda, assicurata dalla natura di monopolio natural dgli aroporti. Inizialmnt vrranno affrontat alcun qustioni torich dlla rgolazion di trasporti, indispnsabili pr chiarir mglio i passaggi succssivi. Una sconda part analizzrà l voluzion dlla lgislazion italiana di rifrimnto, il trzo capitolo ntrrà nl mrito dl srvizio parchggio. Concludranno una sri di considrazioni sui possibili indirizzi da adottar pr protggr gli utnti da rndit monopolistich. Alcuni richiami alla toria 104 Il monopolio natural è una particolar condizion ch si vrifica quando è convnint in trmini di costo complssivo (pr l conomi di scala) avr un unica imprsa o un unica infrastruttura piuttosto ch avrn du o più ch offrono lo stsso srvizio pr la stssa domanda. La condizion di monopolio rnd solitamnt ncssario un sistma di rgolazion in grado di simular l fficinza promossa dai mrcati concorrnziali. Un sttor ch prsnta carattristich di monopolio natural è qullo aroportual. Un infrastruttura aroportual costituisc, infatti, un infrastruttura ssnzial pr l compagni ar, ch non può ssr facilmnt rplicata in quanto consuma molto trritorio, ha bisogno di infrastruttur di collgamnto stradali frroviari, richid ingnti invstimnti pr la sua ralizzazion, prsnta rilvanti conomi di scala risulta soggtta a numros autorizzazioni concssioni. È anch considrata un monopolio lgal, in quanto god di forti barrir normativ all ingrsso (vincoli da pianificazion trritorial). Alcun funzioni spcifich, com pr i srvizi chartr, l mrci, i srvizi intrcontinntali, sono contndibili da altri aroporti vicini, in qusti casi, si può parlar di monopolio natural parzial. Il mrcato aroportual prsnta, dunqu, carattristich di mrcato monopolistico-oligopolistico. In assnza di una struttura rgolativa, si gnra infficinza allocativa ( produttiva, in caso di gstori pubblici, poco motivati a minimizzar i costi). Il gstor aroportual tnd a strarr una rndita monopolistica (o a divntar infficint) a discapito dgli utilizzatori dll aroporto, in ultima istanza, dgli utnti (gnrando anch un problma di quità, oltr ch al già nunciato problma di fficinza). La rgolazion dl sistma aroportual è di comptnza, dal 1997, dll Ent Nazional Aviazion Civil (in sguito ENAC), ch è l organismo rgolator dll attività dl trasporto aro italiano. numro 2/2009 Argomnti Mrcato

3 La normativa italiana prvd ch l infrastruttur di volo siano di proprità pubblica, mntr la loro gstion può ssr affidata a trzi. 2 L oggtto prioritario dll concssioni pr la gstion dll aroporto è la prstazion di srvizi ch prsuppongono l utilizzo dll infrastruttur cntralizzat (D.Lgs. 18/99). 3 Singl till dual till Com si è dtto, il conctto noto com dual till prvd la sparazion contabil tra attività aroportuali ( lato aria o airsid) attività commrciali ( lato trra o landsid) stabilisc ch solo l prim siano sottopost a procdimnti rgolatori, mntr pr l scond, troppo difficili da rgolar data la moltplicità di cspiti, è prvisto un sistma di royaltis a favor dll rario: qusta situazion è nota com dual till. In Italia è stato introdotto un rgim dfinibil com dual till parzial, in quanto sono stat rgolat l tariff lato aria, mntr non sono stat prvist royaltis pr l attivtià lato trra. In qusto modo, si sono lasciat al rgolato l rndit, rilvanti ngli aroporti mdio-grandi, ottnut dall attività monopolistich dl landsid (parchggi, srvizi commrciali cc.). Il mtodo dl singl till valuta complssivamnt la rdditività sia di srvizi lato aria (qulli goduti dall compagni ar) sia qulli dl lato trra (pagati dai passggri) dcid l tariff pr il lato aria ; di fatto, controlla ch non si formino rndit complssiv, o ch qust siano solo tmporan. Solitamnt applicando l approccio singl till vi è un sussidio incrociato tra l attività aronautich qullo non aronautich, in quanto i provnti dll attività non aronautich vngono valutati pr dtrminar il tasso di rdditività complssivo ch non dv ssr suprato dal gstor. Tal mtodo prsnta l inconvnint, non trascurabil, di annullar tndnzialmnt i sgnali di przzo lato aria pr gli aroporti più congstionati, con fftti opinabili sull fficinza allocativa dll tariff. La localizzazion di alcun attività commrciali all intrno dl primtro aroportual fornisc ai gstori di qust attività un fort potr di mrcato prmtt loro di raccoglir importanti introiti. La formazion di tali rndit, a giudizio di vttori ari, è dovuta anch al contributo di vttori stssi in grado di attirar domanda nll infrastruttura aroportual. La dimnsion di provnti commrciali è la causa dll ampio dibattito ch concrn la sclta tra l approccio singl till dual till. 2 Art. 694 dl Codic dlla Navigazion. 3 L infrastruttur cntralizzat comprndono: gstion sistma di smistamnto riconsgna bagagli; gstion tcnica pontili pr l imbarco lo sbarco di passggri o altri sistmi non frazionabili di trasporto di passggri; gstion impianti cntralizzati di alimntazion, condizionamnto riscaldamnto aromobili; gstion sistmi cntralizzati di sghiacciamnto aromobili; gstion sistmi informatici cntralizzati (informativa al pubblico, sala annunci, sistma di scalo CUTE cc.). gstion impianti statici cntralizzati di distribuzion carburanti; gstion impianti cntralizzati di stoccaggio lavaggio matriali catring. numro 2/2009 Argomnti Mrcato 105

4 L socità aroportuali prfriscono una rgolazion dual till, mntr l compagni ar com abbiamo visto prdiligono una rgolazion singl till. I vttori ari, infatti, spingono prché gli introiti dll socità aroportuali drivanti dallo svolgimnto dll attività commrciali siano utilizzati pr ridurr l tariff aronautich, mntr gli aroporti vorrbbro mantnr pr loro i profitti drivanti da attività non aronautich. Pr riassumr, un sistma di tariffazion dll infrastruttur cntralizzat quo d fficint è important pr: un allocazion fficint dll risors; una prvnzion da form di abuso di posizion dominant da part dlla socità di gstion aroportual; una riduzion dlla distorsion dlla concorrnza fra l compagni ar utilizzatrici dll aroporto fra aroporti. Il sistma di tariffazion dovrbb riflttr il costo ral dl srvizio offrto, incluso un ragionvol ritorno sul capital invstito, ma scludndo rndit monopolistich arbitrari, incntivar incrmnti di fficinza tramit la possibilità di lucrar rndit tmporan al di sopra dl WACC (misura standard dl costo dl capital invstito) solo in caso di comportamnti virtuosi. Pric cap 106 Lo strumnto dl pric cap è prvisto nlla mtodologia dl dual till qual dispositivo di rgolazion lato aria. Si prsuppon, infatti, l impossibilità da part dl rgolator di vrificar l fficinza di costi dl gstor aroportual (pr vidnti qustioni di asimmtria informativa ) impon così una traittoria di fficintizzazion ch il rgolato dv sguir in un arco tmporal quinqunnal. Il pric cap prvd ch i przzi ch il gstor rgolato può applicar non possano crscr più dll inflazion, mno un trmin di fficintamnto X, calcolato in rlazion a una sri di fattori, tra i quali l aumnto di volumi di traffico. Qusto paramtro è fondamntal pr una corrtta applicazion dllo strumnto, poiché, s corrttamnt calcolato, è in grado di simular una situazion di mrcato concorrnzial capac di incntivar l fficinza produttiva dl gstor attravrso una riduzion di costi. Il pric cap pr gli aroporti in Italia è stato applicato in modo distorto com mccanismo pr adguar l tariff, incorporando l inflazion programmata, ma tnndo in scarso conto il mccanismo di fficintamnto. Spsso, infatti, il paramtro X è stato posto ugual a zro, giustificando qusta sclta con la gnrica signza di coprir nuovi invstimnti da part dl gstor, o è stato idntificato solo con l incrmnto di traffico prvisto. Il risultato è ch il pric numro 2/2009 Argomnti Mrcato

5 cap si è rivlato un strumnto favorvol pr il gstor aroportual poiché, da una part, si sono crati alti profitti, dall altra, non si sono rilvati riduzioni di tariff in trmini rali ch dovrbbro vrificarsi pr fficintamnto, trmin dll ammortamnto dgli invstimnti passati, conomi di scala cc. Gold plating La quota di invstimnti ffttuata dal concssionario da rmunrar in tariffa rapprsnta un altro punto important dl dibattito. Attualmnt, in Italia, sono rmunrati in tariffa, pur dopo approvazion dl rgolator, tutti gli invstimnti di una qualch dimnsion ffttuati dal concssionario. Anzi, la normativa più rcnt smbra incoraggiar qualsiasi tipo di invstimnto, promuovndo possibili lgami tra durata dll concssioni livllo dgli invstimnti prvisti. L fficinza di tali sps non smbra proccupar il dcisor politico, mntr dovrbb ssr oggtto di fort attnzion da part dl rgolator. Il larghggiar ngli invstimnti compnsabili in tariffa provoca un fnomno noto com fftto Avrch Johnson o gold plating: il rgolato tnd a ralizzar opr di dubbia fficinza conomica, sicuro di non incorrr in alcun rischio, lucrando sulla costruzion, vist l asimmtri informativ di cui god ni confronti dl rgolator (przzi, appalti cc.). Un attggiamnto ch dovrbb dar maggior garanzia agli utnti sarbb qullo di non ammttr in tariffa gli invstimnti dirttamnt produttivi, com, pr smpio, ogni dispositivo ch diminuisca i costi pr il concssionario o ch dtrmini conomi di scala ampliando la capacità dll aroporto. In altri trmini, non dovrbbro ssr ammssi alla rmunrazion in tariffa tutti gli invstimnti rmunrabili a tariff dat ntro la scadnza dlla concssion. Pr tutti gli invstimnti rmunrabili solo con aumnti tariffari sarbb raccomandabil ch qusti fossro ngoziati, anch pr quanto concrn l carattristich i costi unitari, in un tavolo dov siano prsnti anch gli utnti (com solo in minima part avvin con i mccanismi di consultazion attualmnt vignti), al fin di controbilanciar, da part di chi sarà chiamato a pagarn i costi, i rischi dl citato fftto Avrch Johnson. numro 2/2009 Argomnti Mrcato 107

6 La normativa in matria di diritti aroportuali Dlibra CIPE n. 86/2000 La dlibra CIPE n. 86/2000 Schma di riordino dlla tariffazion di srvizi aroportuali offrti in rgim di sclusiva è la prima normativa manata sulla rgolazion aroportual. Oggi non è più in vigor d è stata abrogata dall succssiv normativ. La dlibra CIPE n. 86/2000 introduc il mccanismo dl dual till, ma in modo parzial, poiché, com prcdntmnt accnnato, impon la sparazion contabil tra l attività svolt in rgim di monopolio ( lato aria, rgolat con il mccanismo dl pric cap) qull non rgolat ( lato trra ), ma non prvd un ffttivo mccanismo di royaltis pr qust ultim. Dtrmina, inoltr, la prdisposizion di una contabilità analitica organizzata pr cntro di costo ricavo pr ogni srvizio offrto introduc l obbligo di crtificazion dlla contabilità analitica da part di una socità di rvision. A sguito di ciò, la dlibra CIPE dfinisc un prciso dttagliato itr mtodologico rgolatorio da sguir ai fini dl calcolo di costi attribuibili a ciascun srvizio cntralizzato, in modo da garantir al gstor una normal rmunrazion di costi di prtinnza, valutati tnndo conto dl piano di invstimnti ch il gstor si impgna a ralizzar, dgli standard di qualità sicurzza ch lo stsso dv garantir dll prvisioni di traffico. L attuazion dlla contabilità analitica è il prsupposto pr l applicazion dll procdur rgolatori att a calcolar l tariff orintat ai costi. Compito dll ENAC è vigilar sulla sparazion contabil sui costi ffttivi ni singoli srvizi offrti fatturati dai gstori. La dlibra CIPE stabilisc, infatti, ch i livlli di provnti dvono ssr adguati ai costi, a una normal rmunrazion dl capital invstito a programmi di invstimnto adguati all prospttiv di spansion dl traffico. Essa promuov, inoltr, l fficinza la qualità di srvizi rsi, raggiungibili anch attravrso un approfondito bnchmarking pr tipologi aroportuali simili. La dlibra CIPE è divisa in du parti: nlla prima si disciplina la trasparnza la sparazion contabil di gstori, mntr nlla sconda vngono stabilit l formul matmatich pr la dtrminazion di corrispttivi di singoli bni srvizi forniti dal gstor scondo il mtodo dl pric cap. Dlibra CIPE 38/ La dlibra CIPE n. 38 dl 2007 Dirttiva in matria di rgolazion tariffaria di srvizi aroportuali offrti in rgim di sclusiva introduc l asptto innovativo dl singl till parzial. numro 2/2009 Argomnti Mrcato

7 Il contsto rgolatorio in Italia appariva, infatti, talmnt a favor di concssionari da rndr ncssario un intrvnto normativo pr calmirar, almno in part, la situazion. Il mccanismo normativo introdotto prvd, dunqu, il concorso di una quota non infrior al 50% di ricavi landsid pr il calcolo di diritti aroportuali. In qusto modo si vuol vitar la formazion di part dll rndit da monopolio di localizzazion ottnut dal gstor aroportual, ch gstisc srvizi in sclusiva all intrno dl proprio sdim pr fini commrciali. La dlibra CIPE è, dunqu, rivolta a tutti i srvizi non rgolamntati d è stata introdotta a favor di vttori ari dgli utnti. Pr i suoi conctti innovativi circa il proposito di ridurr l rndit monopolistich, ssa ha trovato molta opposizion ostacoli all attuazion da part di gstori aroportuali, difatti non è ancora compltamnt rcpita dagli scali italiani. La Dirttiva uropa 2009/12/EC La Dirttiva uropa approvata l 11 marzo 2009 si propon qual nuovo quadro di rifrimnto pr la dfinizion dll tariff aroportuali si applica agli aroporti con un traffico annuo maggior di cinqu milioni di passggri (cioè pr l Italia i cinqu maggiori aroporti). La dirttiva prvd, com lmnto innovativo, la consultazion tra gstori aroportuali utnti dgli aroporti pr: dfinir il sistma tariffario; dcidr il livllo dll tariff aroportuali; stabilir la qualità dl srvizio offrto. Inoltr pon l attnzion sulla ncssità di una maggior trasparnza su costi, mtodologi, finanziamnti, srvizi forniti dagli aroporti cc., sull signza di stabilir un autorità indipndnt di suprvision. Non ntra dirttamnt nl mrito dlla rgolazion di suoi mccanismi, lasciando ampi spazi di manovra all singol nazioni, ma appar important pr il ruolo ch attribuisc ai vttori. Riassumndo, il contsto rgolatorio attualmnt vignt in Italia appar ssr un dispositivo ancora favorvol ai concssionari: si tratta di una sclta di politica conomica prfttamnt lgittima, in alcuni casi, anch condivisibil, ma ch costituisc, in ogni caso, un fattor da tnr in considrazion nlla valutazion complssiva dgli onri ch ricadono sui vttori sugli utnti. numro 2/2009 Argomnti Mrcato 109

8 Parchggi I srvizi dl landsid di un aroporto comprndono una sri di attività commrciali no, tra cui ngozi, ristorazion, albrghi, srvizi di trasporto di collgamnto, srvizi di autonolggio, srvizi bancari, parchggi cc. Pr tutt qust attività, com già ricordato, è prvisto un sistma di rgolazion parzial, nlla misura in cui una quota non infrior al 50% dl margin consguito dal gstor aroportual pr qusti srvizi concorr alla dfinizion di ricavi complssivi dl gstor (qusti sottoposti a vincoli). I ricavi di tipo landsid costituiscono una quota molto important di bilanci di gstori aroportuali, ch in alcuni casi possono arrivar a quasi la mtà di ricavi totali. Com si può notar dalla tablla sotto riportata, nl caso di SEA (Socità Esrcizi Aroportuali pr gli aroporti di Linat Malpnsa) si nota addirittura quasi un lggro dcrmnto di ricavi airsid a front di una continua crscita di ricavi ottnuti dal lato trra. 4 Fig. 1 Evoluzion dal 2003 al 2007 di ricavi totali ottnuti dal gstor SEA, divisi in lato aria lato trra milioni di uro ricavi airsid ricavi landsid Font: nostra laborazion su dati di bilancio SEA. Una dll maggiori voci di ntrata nl bilancio lato trra riguarda i parchggi affrnti l aroporto. Qusto srvizio può raggiungr addirittura quasi un quarto di ricavi dll attività non-aviation. È stata rcntmnt pubblicata (dicmbr 2008) dalla rivista Altroconsumo un inchista sui costi di parchggi aroportuali. I numri prsntati sono sorprndnti. Nonostant l trognità dll politich tariffari di parchggi, Lo stabilizzarsi nl tmpo di ricavi airsid è influnzato anch dal blocco dll tariff pr l infrastruttur cntralizzat frm al numro 2/2009 Argomnti Mrcato

9 gli aroporti italiani (gli scali con l tariff più lvat sono qulli con maggior numro di passggri trasportati, com Malpnsa T1, Linat, Palrmo, Roma Bologna) fanno pagar a caro przzo la sosta. S poi si sbaglia la localizzazion dlla propria vttura tra i divrsi parchggi di uno stsso aroporto (non smpr l informazion è chiarissima), si corr il rischio di pagar anch il 200% in più risptto alla tariffa più convnint. Qusto fnomno è sicuramnt lgato alla crscita passata di passggri transitanti ngli scali, al livllo di offrta di occupazion di parchggi, ma, com mrso, soprattutto all lvata tariffazion di bas dl posto auto. Nl caso dl gstor aroportual SEA pr gli aroporti milansi (Linat Malpnsa), si nota ch i srvizi landsid ch hanno riportato una crscita notvol sono principalmnt il sttor rtail qullo di parchggi, mntr hanno subito una dcrscita chiara nl tmpo i srvizi di handling ffttuati da trzi (Fig. 2). Fig. 2 Confronto tra l voci di ricavi lato trra dl gstor aroportual SEA 250 milioni di uro ,01 35,10 37,54 41,95 46,60 ricavi landsid rtail parchggi handling di trzi srvizi altri ricavi cargo Font: nostra laborazion su dati di bilancio SEA. Stssa condizion si è riscontrata anch pr il gstor AdR dgli aroporti di Roma (Fiumicino Ciampino). Nonostant i ricavi totali dl gstor (landsid airsid) crscano fino al 2005 pr poi dcrscr lggrmnt nl tmpo, i passggri passano da circa 28 milioni nl 2003 a 38,5 milioni nl 2007 (facndo riscontrar un aumnto di circa il 34%) i ricavi da parchggi subiscono un incrmnto di quasi il 17% dal 2004 al 2007 (passando da più di 26 milioni di uro a 30,5 milioni di uro di ricavi). Sppur con importi di ordin diffrnt da SEA, anch AdR prsnta una continua costant crscita di ricavi (Fig. 3) almno fino al numro 2/2009 Argomnti Mrcato 111

10 Fig. 3 Confronto tra SEA AdR di ricavi ottnuti dai srvizi di parchggi aroportuali tra il 2004 il 2007 milioni di uro , ,1 46,6 41,95 37,54 26,8 27,9 30, SEA AdR Font: nostra laborazion su dati di bilancio SEA AdR. 112 Gli utili ntti di gstori aroportuali (inclusi gli ammortamnti) sono praticamnt smpr positivi dimostrano la consistnt rdditività prodotta dall infrastruttura aroportual, nonostant l tariff pr l infrastruttur cntralizzat bloccat al Com è possibil qusto risultato? Il fnomno è spigabil solo attravrso il ricorso a sussidi incrociati, oprato dai gstori aroportuali, tra i srvizi rgolamntati qulli non rgolamntati. I parchggi costituiscono una voc di bilancio important una font di rddito vital, ch compnsa sttori in prdita. Qusto mccanismo vin rivrsato in ultima istanza sugli utnti, ch vngono dannggiati da una lgislazion mal dfinita. Qust considrazioni riguardano i parchggi di comptnza di gstori aroportuali, situati tndnzialmnt nl primtro dll infrastruttura aroporto. Ngli ultimi anni si è sviluppato anch un sistma di parchggi strni all aroporto, di possibil comptnza dgli stssi gstori aroportuali, ma anch di privati. Tali parchggi, dtti rmoti, distano da divrs cntinaia di mtri a qualch chilomtro dall aroporto sono collgati con sso tramit srvizi di navtta gratuita. L inchista già citata sui costi di parchggi aroportuali pubblicata sulla rivista Altroconsumo dimostra la possibilità di ottnr un ffttivo consistnt risparmio conomico s si lascia il proprio vicolo in qusti parchggi. L tariff propost sono tndnzialmnt stagionali spsso sono molto vantaggios s la sosta dura almno una sttimana: pr Roma Fiumicino si può ottnr fino a un risparmio dl 42% risptto a una sosta in un parchggio vicino al trminal, mntr a Milano Malpnsa T1 il vantaggio conomico raggiung il 65% in alta stagion. Qusti parchggi possono ssr considrati un primo tntativo di concorrnza, ncssaria pr ridurr l rndit monopolistich. I cofficinti di rimpimnto di parchggi dimostrano, tuttavia, una continua prminnza di par- numro 2/2009 Argomnti Mrcato

11 chggi vicini al trminal, anch s più costosi. Qual è dunqu il motivo di qusta sclta apparntmnt insnsata? La sosta giornalira vin prvalntmnt ffttuata da catgori di utnti ch si spostano pr motivi di affari, pr i quali il costo dl parchggio è ininflunt risptto alla comodità dlla vicinanza al proprio vicolo al consgunt risparmio di tmpo. In qusti casi, i parchggi rmoti non riscono a produrr una ral concorrnza. Pr i viaggi di tipo turistico, invc, l utnza è maggiormnt disposta ad allontanarsi dal trminal, è più snsibil all qustioni rlativ il przzo dlla sosta mostra maggior tollranza risptto ai disagi tmporali causati dallo spostamnto. In qusti casi, i parchggi rmoti possono ssr concorrnziali, producndo un fftto di calmir di przzi. Complssivamnt la rndita dl gstor è comunqu poco intaccata qusto dimostra com il fattor distanza possa ssr una discriminant rilvant nll sclt. La vicinanza di parchggi intrni al primtro aroportual risptto al trminal consolida, dunqu, la condizion di gstori aroportuali di monopolisti nlla fornitura di srvizi landsid. Conclusioni La normativa rgolatoria italiana ha prmsso ai gstori aroportuali di consguir fino al 2007 sostanzios rndit drivanti dall attività non rgolamntat, dovut sia a un continuo aumnto di passggri transitanti (almno fino al 2007) 5 sia a un aumnto di przzi dll attività lato trra. La tndnza lgislativa in atto smbra volr raggiungr in divrs fasi un sistma di singl till, quindi, stndr al 100% la quota di ricavi lato trra ch concorr alla dtrminazion dll tariff lato aria. Qusto passaggio vrso un sistma di ral singl till è vantaggioso pr gli utnti (i gstori sarbbro indotti a limitar tutt l tariff, lato trra lato aria, non solo qull airsid com ora), ma potrbb gnrar sgnali di przzo distorti. Com abbiamo visto, ssndo gli aroporti più trafficati qulli ch gnrano più ricavi lato trra, qusti andrbbro a comprimr l tariff lato aria, almno in modo rlativo. Cioè gli aroporti dov c è maggior congstion sarbbro pr l compagni ar qulli più convninti, mntr dovrbb ssr il contrario. Ch far allora? Pr limitar l possibili rndit monopolistich di gstori aroportuali, occorrrbb ffttuar com prima azion un invrsion di tndnza. Poiché un aroporto gnra rilvanti costi alla collttività in trmini di viabilità di accsso, sistmi di trasporto pubblico cc., un ral dual till fors è una soluzion raccomandabil (la sta applicando il rgolator ingls, passando da un approccio singl till, tra grandi protst di vttori). Si ricorda ch nllo 5 I rcnti dati mostrano uno stazionamnto, in alcuni casi anch un lggro calo, di passggri transitanti ngli aroporti. Qusto è dovuto a vari fattori, tra i quali sicuramnt anch l instabil mutvol normativa italiana la scarsa abilità dll attual nt rgolator a dar sgnali forti, ch può indurr a comportamnti confusionari contraddittori. numro 2/2009 Argomnti Mrcato 113

12 schma dual till i ricavi landsid non contribuiscono a dfinir qulli lato aria attravrso un vincolo complssivo sulla rdditività dl concssionario, ma sono sottoposti a royaltis dcis dal soggtto pubblico chiamato a fornir i srvizi pr l accssibilità all aroporto dscritti sommariamnt sopra. Tali royaltis sono ncssari pr scrmar l rndit dl gstor aroportual lato aria pr finanziar gli invstimnti strni al sdim aroportual, di cui si è dtto sopra. A prscindr dal dibattito sul più opportuno strumnto di rgolazion, bisognrbb innanzitutto prvdr, comunqu, la costituzion di un autorità rgolatoria indipndnt pr l intro sttor di trasporti, smpr auspicata programmata mai ralizzata, capac in primo luogo di mttr in gara priodica l concssioni, com sollcitato invano più volt dalla stssa autorità pr la concorrnza. Inoltr occorr ch tal autorità introduca un ral crdibil sistma di controlli, in grado di monitorar l divrs attività, di sanzioni, pr l socità aroportuali ch non rispttano l dirttiv. Snza un autorità indipndnt, chiamata istituzionalmnt a difndr gli intrssi dgli utnti, appar difficil ch qusti prvalgano su qulli di gstori aroportuali, pubblici o privati. Rifrimnti bibliografici AdR, Bilancio, anni 2003, 2004, 2005, 2006, Altroconsumo, Dov il postggio costa quanto il volo, n. 221, dicmbr Baily, E., Williams, J. R., Sourcs of conomic rnt in th drgulatd airlin industry, Journal of Law and Economics, vol. 31, n. 1, april 1988, pp CAA Civil Aviation Authority, Th singl till and th dual till approach to th pric rgulation of airports, Londra. Ponti, M., Una politica pr i trasporti italiani, Editori Latrza, Bari, SEA, Rlazion bilancio, anni 2003, 2004, 2005, 2006, Vasigh, B., Flming, K., Tackr, T., Introduction to air transport conomics, Ashgat Publishing Limitd, Aldrshot, England, numro 2/2009 Argomnti Mrcato

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino Utnti rgionalizzazion di trasporti Marco Ponti Antonio Laurino S si ccttua, in part, il sttor autostradal, la rgionalizzazion di trasporti pubblici locali è stata quasi insistnt, prché a tutti gli stakholdr,

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

L agenda dell Autorità dei trasporti. Marco Ponti

L agenda dell Autorità dei trasporti. Marco Ponti L agnda dll Autorità di trasporti Marco Ponti È imminnt la costituzion dll Autorità indipndnt di rgolazion di trasporti. Avrà finalmnt i potri pr intrvnir a difsa dgli utnti (o di contribunti) contro l

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

Il Pgt di Milano. Maria Spataro

Il Pgt di Milano. Maria Spataro Il Pgt di Milano Maria Spataro Anch Milano si è munita dl Pgt (Piano di govrno dl trritorio), adottato il 13/14 luglio 2010 approvato il 4 fbbraio 2011. Tuttavia ntrrà in vigor solo dalla data di pubblicazion

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo Argomnti L acqua dl rubintto è buona, ma non ci fidiamo Massimo Labra Maurizio Casiraghi Ch rapporto hanno gli italiani con l acqua? Molti prfriscono qulla in bottiglia. Cosa li guida nlla sclta? Il gusto

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO - GLI STA...

AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO - GLI STA... 1 di 7 07/10/2015 1.25 MILANO (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/TOPIC/MILANO/) AEROPORTI LOMBARDI E LIBERISMO ACCADEMICO MARCO GIOVANNIELLO (HTTP://WWW.GLISTATIGENERALI.COM/USERS /MARCOGIOV/) z 6 ottobr

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente Rsponsabilità dl postggiator diritti dll utnt Danil Monsi Qusto articolo tratta dlla qualificazion giuridica dl contratto atipico di postggio dlla sua assimilabilità al contratto di dposito. La rsponsabilità

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

La concorrenza nel settore Rc auto. Annalisa Rocchietti March

La concorrenza nel settore Rc auto. Annalisa Rocchietti March La concorrnza nl sttor Rc auto Annalisa Rocchitti March Vngono saminati du asptti dl sttor Rc auto: l andamnto di prmi l introduzion dl sistma d indnnizzo dirtto. I dati sui prmi indicano ch in Italia

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

Contesto. I dettagli del testo in votazione. Comunicato stampa

Contesto. I dettagli del testo in votazione. Comunicato stampa Dipartimnto fdral dll ambint, di trasporti, dll nrgia dll comunicazioni DATEC Sgrtria gnral SG-DATEC Srvizio stampa Argomntario Risanamnto dlla gallria autostradal dl San Gottardo: posizion dl Consiglio

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno

Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno Banch rsponsabilità social Angla Tanno Da tmpo l ABI sta promuovndo prsso i suoi mmbri progtti ch mirano a sollcitar una maggior attnzion trasparnza vrso i loro clinti, al fin di accrscr la crdibilità

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori Argomnti La rvision dll acquis comunitario sui consumatori Liliana Rossi Carlo Con il rcnt Libro Vrd sulla Rvision dll acquis rlativo ai consumatori, la Commission uropa compi un primo, piccolo passo pr

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi

I rifiuti vanno gestiti, non rimossi I rifiuti vanno gstiti, non rimossi Antonio Massarutto La gstion di rifiuti è un attività smpr più complssa costosa. Essa coinvolg i produttori di bni, i consumatori gli addtti alla rimozion smaltimnto

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello

Come riusciremo a ridurre le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti. Angelo Martino e Davide Fiorello Argomnti Com riuscirmo a ridurr l missioni di gas srra nl sttor di trasporti Anglo Martino David Fiorllo Uno dgli ambiziosi obittivi dl Libro bianco sui trasporti dll Union uropa prvd la riduzion dl 60%

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani

Pratiche commerciali scorrette: dagli utonti ai consumatori 1. Marco Pierani Argomnti Pratich commrciali scorrtt: dagli utonti ai consumatori 1 Marco Pirani L analisi dll dcisioni in matria di pratich commrciali scorrtt dimostra com qusto strumnto di drivazion comunitaria abbia

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli