Provincia di Pavia. ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Allegato PR.03. Sindaco. Progettisti Incaricati. Collaboratori tecnici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Provincia di Pavia. ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Allegato PR.03. Sindaco. Progettisti Incaricati. Collaboratori tecnici"

Transcript

1 Provincia di Pavia ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Progettisti Incaricati dott. ing. Fabrizio Sisti via C. Battisti, Stradella (PV) dott. arch. Giuseppe Dondi via San Pietro, Garlasco (PV) Collaboratori tecnici Sindaco geom. Giuseppe Chiari dott. ing. Andrea Dondi dott. arch. Cristiano Alberti dott. ing. Francesco Quintiero Responsabile del procedimento geom. Franco Nai Segretario del Comune dott. Mariano Cingolani Allegato PR.03 luglio 2010

2

3 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine INDICE DEL PIANO DELLE CASCINE COMUNE DI GROPELLO CAIROLI Inquadramento generale pag. 001 Individuazione e recupero degli insediamenti rurali dismessi pag Cascina Miradolo pag. 007 Analisi e classificazione fabbricati pag. 007 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 009 Schede pag Cascina Nuova pag. 027 Analisi e classificazione fabbricati pag. 027 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 029 Schede pag Cascina Lupa pag. 037 Analisi e classificazione fabbricati pag. 037 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 039 Schede pag Cascina San Massimo di sopra pag. 055 Analisi e classificazione fabbricati pag. 055 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 057 Schede pag Cascina San Massimo di sotto pag. 079 Analisi e classificazione fabbricati pag. 079 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 081 Schede pag Cascina Vergnana pag. 093 Analisi e classificazione fabbricati pag. 093 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 095 Schede pag Cascina Ronco Gennaro pag.109 Analisi e classificazione fabbricati pag. 109 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 111 Schede pag Cascina Ca Rossa pag. 117 Analisi e classificazione fabbricati pag. 117 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 119 Schede pag Cascina Suera pag. 129 Analisi e classificazione fabbricati pag. 129 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 131 Schede pag. 133

4 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine 10 - Cascina Molinetto pag. 145 Analisi e classificazione fabbricati pag. 145 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 147 Schede pag Cascina Morgarolo pag. 159 Analisi e classificazione fabbricati pag. 159 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 161 Schede pag Cascina Speranza pag. 177 Analisi e classificazione fabbricati pag. 177 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 179 Schede pag Cascina Annunciata pag. 191 Analisi e classificazione fabbricati pag. 191 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 193 Schede pag Cascina Bisognina pag. 215 Analisi e classificazione fabbricati pag. 215 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 217 Schede pag Cascina Accattasete pag. 221 Analisi e classificazione fabbricati pag. 221 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 223 Schede pag Cascina Malpensata pag. 233 Analisi e classificazione fabbricati pag. 233 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 235 Schede pag Cascina San Damiano pag. 259 Analisi e classificazione fabbricati pag. 259 Individuazione fabbricati e modalità di intervento pag. 261 Schede pag. 263

5 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine COMUNE DI GROPELLO CAIROLI Inquadramento territoriale 1

6

7 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine INDIVIDUAZIONE E RECUPERO DEGLI INSEDIAMENTI RURALI DISMESSI La normativa Regionale La normativa che attualmente regola l edificazione in area agricola è la L.R. 12/05 Legge per il governo del Territorio, nel dettaglio gli articoli dal 59 al 62 del Titolo III della Parte II Gestione del Territorio. La norma citata detta condizioni estremamente restrittive in merito all edificazione di nuove costruzioni in tali ambiti prevedendo, di fatto, la costruzione di nuovi manufatti esclusivamente correlati all attività agricola, e, relativamente alle residenze, privilegiando ed auspicando il riutilizzo del patrimonio edilizio esistente. La L.R. 12/05 prevede inoltre, per la realizzazione di nuove costruzioni in ambito agricolo, indipendentemente dalle destinazioni d uso, che esso sia soggetto a permesso di costruire, da rilasciarsi esclusivamente all imprenditore agricolo o titolare dell azienda, in concomitanza ad atto di impegno dello stesso a mantenere la destinazione dell immobile a servizio dell attività agricola. Tra gli obiettivi del Piano di Governo del Territorio ed in modo particolare del Piano delle Regole, così come specificato all art. 10 della L.R. 12/05, vi è quello di dettare la disciplina d uso, di valorizzazione e di salvaguardia delle aree destinate all agricoltura nonché l individuazione degli edifici esistenti non più adibiti ad usi agricoli dettandone le normative d uso. Nel contesto del PGT si sono quindi individuati, in conformità ai dettami normativi, le aree e gli immobili destinati all agricoltura nonché gli edifici esistenti non più adibiti ad usi agricoli, definendo per entrambi le modalità attuative sulla base del rilievo delle caratteristiche degli stessi nonché dei colloqui intercorsi con le proprietà. La normativa del Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino In riferimento all individuazione degli insediamenti rurali dismessi nell ambito dello strumento urbanistico generale la normativa del Parco Lombardo della Valle del Ticino ne fa esplicito riferimento sia nel contesto delle Norme Tecniche di Attuazione allegate al Piano Territoriale di Coordinamento del 2001 (Deliberazione Giunta Regionale 2 agosto 2001 N. 7/5983 Approvazione della variante generale al piano territoriale di coordinamento del Parco Lombardo della Valle del Ticino (art. 19, comma 2, l.r. 86/83 e successive modificazioni) rettificata dalla d.g.r. 14 settembre 2001, n pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia BURL n. 40 del 5 ottobre 2001, 2 Supplemento Straordinario) sia nel contesto delle Norme Tecniche di Attuazione allegate al Piano Territoriale di Coordinamento del Parco Naturale della Valle del Ticino (D.c.r. 26 novembre 2003 n. VII/919 Disciplina del Piano territoriale di coordinamento del Parco Naturale della Valle del Ticino, ai sensi dell art. 18 comma 2-bis, della l.r. 86/1983 e successive modifiche ed integrazioni - pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia BURL n. 1 del 2 gennaio 2004, Serie Ordinaria). Le succitate normative prevedono, a seguito dell individuazione degli insediamenti rurali dismessi ed in accordo con le indicazioni delle NTA del PTC del Parco sopra menzionate, a seconda delle differenti Zone il riutilizzo degli edifici dismessi per fini residenziali, legati all interesse collettivo, per il tempo libero e lo sport o per lo svolgimento di attività turistico/ricreative e sportive. Pur rimandando nel dettaglio ai testi ed alle pubblicazioni citate si riporta di seguito, un quadro riassuntivo delle destinazioni d uso ammesse in caso di trasformazioni d uso a seguito di dismissioni dei nuclei cascinali variabili come anzidetto in base alla zona in cui gli immobili ricadono. 3

8 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine ZONE DEL PARCO Zone A Zone naturalistiche integrali Zone B1 Zone naturalistiche orientate Zone B2 Zone naturalistiche di interesse botanico-forestale Zone B3 Zone di rispetto delle zone naturalistiche Zone C1 Zone agricole e forestali a protezione di prevalente interesse faunistico Zone C2 Zone agricole e forestali a protezione di prevalente interesse paesaggistico Zone G2 e G3 Ambito agricolo e forestale DESTINAZIONI D USO AMMESSE PER FABBRICATI RURALI DISMESSI Realizzazione di strutture a servizio del Parco e per la visita e per lo studio Trasformazioni d uso degli edifici in strutture aventi funzione sociale di interesse collettivo, intendendo con tale termine quegli interventi in cui l uso delle strutture è a preminente scopo sociale quali ad esempio centri, parco, scuole, centri vacanza, case di riposo, centri sociali e strutture assimilabili alle suddette tipologie anche di iniziativa privata. Non sono consentite trasformazioni in chiave turistico sportiva dei fondi È ammessa la trasformazione d uso degli immobili ad uso residenziale civile e/o ad uso sociale di interesse collettivo, intendendo con tale termine quegli interventi in cui l uso delle strutture è a preminente scopo sociale quali ad esempio: centri parco, scuole, centri di vacanza, case di riposo, centri sociali e strutture assimilabili alle suddette tipologie, anche di iniziativa privata Oltre a quello consentito nelle zone C1 è ammessa la trasformazione d uso degli immobili in strutture per il tempo libero e lo sport; strutture ricettive, di ristorazione e di residenza degli addetti (legati all attività per il tempo libero e lo sport) Sono ammessi: a) la trasformazione d uso degli immobili ad uso residenziale civile e/o ad uso sociale di interesse collettivo, intendendo con tale termine quegli interventi in cui l uso delle strutture è a preminente scopo sociale quali: centri parco, scuole, centri vacanza, case di riposo, centri sociali e strutture assimilabili alle suddette tipologie anche di iniziativa privata; le trasformazioni d uso degli edifici in strutture per il tempo libero e lo sport; b) gli interventi per lo svolgimento dell attività turistico ricreativa e sportiva Il Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino ha inoltre provveduto a redigere un documento Abbaco delle tipologie rurali del Parco del Ticino che, come riportato nell introduzione,..si propone come obiettivo 4

9 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine l individuazione dei caratteri fondamentali delle architetture rurali all interno del territorio del Parco, al fine di definire alcune regole ch indirizzino i possibili interventi progettuali... Regolamento relativo alle modalità per l individuazione ed il recupero degli insediamenti rurali dismessi Al fine di definire criteri omogenei per stabilire l individuazione ed il recupero degli insediamenti rurali dismessi si fa riferimento al Regolamento relativo alle modalità per l individuazione ed il recupero degli insediamenti rurali dismessi, ai sensi degli artt e 7.C.7 della deliberazione Consiglio Regionale 26 novembre 2003 n. VII/919 e artt. 8.C.7 e 9.G.7 della deliberazione Giunta Regionale 2 agosto 2001 n. 7/5983. Secondo quanto stabilito dal succitato documento si definisce insediamento rurale dimesso il complesso di edifici con annesse relative corti e pertinenze, non più destinato totalmente allo svolgimento dell attività stessa. L accertamento della dismissione deve essere certificato dagli uffici comunali competenti per territorio, il Sindaco comunica quindi al Parco del Ticino entro il 31 gennaio di ogni anno gli edifici dismessi alla data del 31dicembre dell anno precedente. Al fine di procedere al recupero degli edifici rurali dismessi, gli stessi devono essere individuati nell ambito dello strumento urbanistico comunale e deve essere loro assegnata una o più destinazioni tra quelle ammesse dal P.T.C.. Gli insediamenti rurali dismessi così individuati, dovranno essere classificati secondo le seguenti categorie: Categoria A cui appartengono i complessi di edifici di valore ambientale Categoria S cui appartengono i complessi di edifici di interesse storico-architettonico I singoli edifici saranno suddivisi, allo scopo di individuare le categorie di intervento per essi ammissibili, nelle seguenti classi di qualità: Classi qualità Descrizione Edifici o elementi di alto valore 1 architettonico, tipologico, storico, ambientale 2 Edifici o elementi che concorrono a definire e a caratterizzare il complesso e la sua struttura 3 Edifici o elementi di scarso o nullo valore, superfetazioni, elementi deturpanti Nelle seguenti schede grafiche, ad integrazione dell analisi condotta sulle cascine: Interventi ammessi ai sensi della L.R. 12/2005 Restauro e risanamento conservativo Ristrutturazione edilizia, nei modi consentiti dalla normativa di zona Ristrutturazione, demolizione e ricostruzione solo nelle zone C2, G1 e G2 ed unicamente per quegli edifici o parti di essi privi di valore storico-architettonico 5

10 Comune di Gropello Cairoli (PV) PGT 2009 PIANO DELLE REGOLE. Allegato PR.03 Piano delle cascine Cascina Miradolo; Cascina Nuova; Cascina Lupa; Cascina S. Massimo di sotto; Cascina San Massimo di sopra; Cascina Vergnana; Cascina Ronco Gennaro; Cascina Ca Rossa; Cascina Suera; Cascina Molinetto; Cascina Morgarolo; Cascina Speranza; Cascina Annunciata; Cascina Bisognina; Cascina Accattasete; Cascina Malpensata Cascina S. Damiano; si provvede a definire edifici dismessi dall attività agricola così come prescritto dall art. 10, comma 4, della L.R. 12/05, contestualmente si definiscono le categorie dei complessi e la classe di qualità degli edifici secondo le indicazioni del succitato regolamento. In assenza di un preciso elenco depositato presso gli uffici comunali degli edifici dismessi dall uso agricolo, l individuazione degli stessi riportata in cartografia si basa sull analisi visiva e fotografica delle strutture eseguita nel corso dell analisi condotta per la redazione del presente PGT e sulle dichiarazioni delle proprietà. Resta inteso che gli edifici e le relative pertinenze potranno essere recuperate solo dopo la comunicazione formale di avvenuta dismissione al Parco del Ticino. Le eventuali dismissioni di edifici che potrebbero concretizzarsi nel corso dei prossimi anni, in accordo con il regolamento citato, dovranno essere individuate mediante una variante, anche con procedura semplificata, al PGT. Fermo restando la validità della classificazione eseguita in base alle classi di qualità degli immobili indicate dal Parco, si individua all interno delle schede di definizione delle modalità di intervento, la manutenzione straordinaria per gli immobili che pur ricadendo in classe 2 o 3 si presentano in buone condizioni e pertanto necessitano, per conservare un adeguato grado di funzionalità, interventi meno sostanziali. 6

11 N G2 S 7

12

13 N 1 9

14

15 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 11

16 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 12

17 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 13

18 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Edificio extragricolo esistente Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 14

19 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 15

20 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 16

21 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 17

22 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 18

23 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C-01-9 Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 19

24 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 20

25 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 21

26 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 22

27 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 23

28 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 24

29 Località: C.na Miradolo Identificativo fotografie Codice (Isolato, unità edilizia) C Tipologia Destinazioni d'uso Valore storico-architettonico Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 25

30 C.na Miradolo C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 26

31 N G2 S 27

32

33 29

34

35 C.na Nuova C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 31

36 C.na Nuova C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 32

37 C.na Nuova C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 33

38 C.na Nuova C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 34

39 C.na Nuova C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 35

40

41 N G2 S 37

42

43 39

44

45 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 41

46 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 42

47 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 43

48 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 44

49 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 45

50 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 46

51 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 47

52 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 48

53 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 49

54 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 50

55 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 51

56 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 52

57 C.na Lupa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 53

58

59 N G2 S 55

60

61 57

62

63 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili x Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 59

64 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili x Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 60

65 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili x Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 61

66 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 62

67 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 63

68 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 64

69 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 65

70 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 66

71 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 67

72 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 68

73 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 69

74 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 70

75 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 71

76 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 72

77 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 73

78 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 74

79 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 75

80 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 76

81 C.na San Massimo di Sopra C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 77

82

83 N G2 S 79

84

85 81

86

87 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 83

88 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 84

89 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 85

90 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 86

91 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 87

92 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 88

93 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 89

94 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 90

95 C.na San Massimo di Sotto C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 91

96

97 N C2 S 93

98

99 95

100

101 C.na Vergnana C-06-01a Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 97

102 C.na Vergnana C b Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 98

103 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 99

104 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 100

105 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 101

106 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 102

107 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 103

108 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 104

109 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 105

110 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 106

111 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 107

112 C.na Vergnana C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 108

113 N C2 S 109

114

115 111

116

117 C.na Ronco Gennaro C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 113

118 C.na Ronco Gennaro C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 114

119 C.na Ronco Gennaro C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 115

120

121 N C2 S 117

122

123 119

124

125 C.na Ca Rossa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 121

126 C.na Ca Rossa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 122

127 C.na Ca Rossa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 123

128 C.na Ca Rossa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 124

129 C.na Ca Rossa C Corte formata per aggregazione Residenziale Edifici di pregio storico-architettonico Schiere allineate su strada Commerciale Edifici del tessuto storico minore Edifici rurali Servizi privati di uso pubblico Agricolo Intonaco rustico Persiane Buono Intonaco civile Avvolgibili Muratura A falde Buono Travi - pilastri c.a. A falde con tegole piane Superfici permeabili Superfici non permeabili 125

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia

COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia COPIA COMUNE DI SOMMO Provincia di Pavia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ( ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE) N. 1 17/01/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA PIANO DEL

Dettagli

AGGIORNAMENTO SCHEDE UNITA EDILIZIE ALLEGATO G AL PIANO DI GESTIONE delle TENUTE DI TOMBOLO E COLTANO (ESTRATTO)

AGGIORNAMENTO SCHEDE UNITA EDILIZIE ALLEGATO G AL PIANO DI GESTIONE delle TENUTE DI TOMBOLO E COLTANO (ESTRATTO) ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI AGGIORNAMENTO SCHEDE UNITA EDILIZIE ALLEGATO G AL PIANO DI GESTIONE delle TENUTE DI TOMBOLO E COLTANO (ESTRATTO) 1 2 3 UNITA EDILIZIA N. 1 Sono

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

Provincia di Pavia. ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Allegato PR.01. Modificato a seguito accoglimento osservazioni.

Provincia di Pavia. ai sensi della L.R. 11 marzo 2005, n. 12 e s.m.i. Allegato PR.01. Modificato a seguito accoglimento osservazioni. Provincia di Pavia ai sensi della L.R. 11 marzo 25, n. 12 e s.m.i. Progettisti Incaricati dott. ing. Fabrizio Sisti via C. Battisti, 46-2749 Stradella (PV dott. arch. Giuseppe Dondi via San Pietro, 48-2726

Dettagli

1) PREMESSA 2) DESCRIZIONE DELLE VARIANTI

1) PREMESSA 2) DESCRIZIONE DELLE VARIANTI 1) PREMESSA Il Comune di Lajatico si è dotato di Piano Strutturale approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 37 del 27.09.2006 e di Regolamento Urbanistico approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05

DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA. Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 DIREZIONE CENTRALE PIANIFICAZIONE URBANA E ATTUAZIONE P.R. SETTORE 787 SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Prot. Gen. n. 569668/05 del 9/6/05 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE - OGGETTO - ESTENSIONE DELL AMBITO DI

Dettagli

Adeguamento del contributo di costruzione

Adeguamento del contributo di costruzione Adeguamento del contributo di costruzione previsto dall art.43 della LR 12/05 e s.m.i. 8 Gennaio 2016 PRINCIPI DELLA VARIANTE AL PGT riduzione del consumo di suolo e delle potenzialità edificatorie creazione

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 PROVINCIA DI FORLI'-CESENA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE COMUNE DI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 DISCIPLINA PARTICOLAREGGIATA DEGLI INSEDIAMENTI E INFRASTRUTTURE STORICI

Dettagli

ALLEGATO A. Tabella Destinazione Tabella Destinazione. Tabella A2 Artigianali o industriali Tabella A4 Commerciale all ingrosso

ALLEGATO A. Tabella Destinazione Tabella Destinazione. Tabella A2 Artigianali o industriali Tabella A4 Commerciale all ingrosso ALLEGATO A OGGETTO: Adeguamento annuale degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria e del costo di costruzione in ragione della variazione degli indici ISTAT, già previsto dalla disciplina della

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 7/01/2015

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 7/01/2015 Deliberazione n. 1 del 7/01/2015 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE Seduta del 7/01/2015 OGGETTO: PRESA D ATTO PROPOSTA DI PIANO DI INDIRIZZO FORESTALE. L anno duemilaquindici, addì

Dettagli

P.C. Permesso di Costruire (Art.38, L.R. n. 12 del 11.03.2005) P.G. U.T.

P.C. Permesso di Costruire (Art.38, L.R. n. 12 del 11.03.2005) P.G. U.T. COMUNE DI VILLANOVA D ARDENGHI Provincia di Pavia Via Roma n. 22-27030 Villanova d Ardenghi (PV) Tel. 0382400022 - Fax 0382400646 www.comune.villanovadardenghi.pv.it ufficiotecnico@comune.villanovadardenghi.pv.it

Dettagli

COPIA Delibera di Consiglio Comunale

COPIA Delibera di Consiglio Comunale COPIA Delibera di Consiglio Comunale N. 69 DEL 27/12/2013 OGGETTO: LEGGE REGIONALE 30 LUGLIO 2013, N 15 "SEMPLIFICAZIONE DELLA DISCIPLINA EDILIZIA". INDIVIDUAZIONE DELLE AREE, AI SENSI DELL'ART. 13.4,

Dettagli

Identificativo Atto n. 65 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA

Identificativo Atto n. 65 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA 1731 23/02/2009 Identificativo Atto n. 65 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO E URBANISTICA ESCLUSIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE "VALLE SERIANA SUPERIORE" DALLA VALUTAZIONE AMBIENTALE - VAS IL DIRIGENTE DELLA

Dettagli

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 6 Comparti sottoposti a ristrutturazione edilizia

Dettagli

10. VERIFICA RICHIESTE DELLA L.R. 31/2014 SUL CONSUMO DI SUOLO

10. VERIFICA RICHIESTE DELLA L.R. 31/2014 SUL CONSUMO DI SUOLO 10. VERIFICA RICHIESTE DELLA L.R. 31/2014 SUL CONSUMO DI SUOLO 10.1. SINTESI DEI CONTENUTI DELLA L.R. 31/2014 La Regione Lombardia è intervenuta a fine 2014 con una nuova disposizione normativa (L.r. 31/2014

Dettagli

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000

COMUNE DI BORGHI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 PROVINCIA DI FORLI'-CESENA PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE COMUNE DI PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 DISCIPLINA PARTICOLAREGGIATA DEGLI INSEDIAMENTI E INFRASTRUTTURE STORICI

Dettagli

richiesta di valutazione preventiva ai sensi dell'art.16 della L.R. 31/02

richiesta di valutazione preventiva ai sensi dell'art.16 della L.R. 31/02 Comune di Monterenzio Provincia di Bologna Area Servizi Tecnici Piazza Guerrino De Giovanni, 1 40050 Monterenzio telefono 051 929002 fax 0516548992 e-mail ediliziaprivata@comune.monterenzio.bologna.it

Dettagli

DIREZIONE URBANISTICA

DIREZIONE URBANISTICA DIREZIONE URBANISTICA LE VERIFICHE DI CONFORMITA URBANISTICO - EDILIZIA IN REGIME DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO (Deliberazione Consiglio comunale nr. 13/2014) SCHEDA INFORMATIVA

Dettagli

COMUNE DI LIMENA. Limiti e modalità applicative degli interventi previsti dagli articoli 2 e 3 della legge regionale 8 luglio 2009, n. 14 e s.m.i.

COMUNE DI LIMENA. Limiti e modalità applicative degli interventi previsti dagli articoli 2 e 3 della legge regionale 8 luglio 2009, n. 14 e s.m.i. COMUNE DI LIMENA Limiti e modalità applicative degli interventi previsti dagli articoli 2 e 3 della legge regionale 8 luglio 2009, n. 14 e s.m.i. Approvate con la deliberazione di C.C. n. 33 del 28.09.2011

Dettagli

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE

Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE Allegato A alla Delibera Consiglio Comunale n.27 del 07/09/2015 Aggiornamento ONERI DI URBANIZZAZIONE TABELLA A - EDIFICI RESIDENZIALI Zone ZTS (ex P.R.G. Zone omogenee A) (U1) Euro 7,38/Mc Euro 2,95/Mc.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. lo Statuto della Regione Autonoma della Sardegna, approvato con Legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3;

PROTOCOLLO D INTESA. lo Statuto della Regione Autonoma della Sardegna, approvato con Legge costituzionale 26 febbraio 1948, n. 3; REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA MINISTERO PER I BENI E

Dettagli

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE COPIA C O M U N E D I M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 165 Reg. Deliberazioni N. 12579/2012 di Prot. G. OGGETTO: AGGIORNAMENTO ISTAT DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE,

Dettagli

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE

NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE NUOVA ADOZIONE VARIANTE PIANO ATTUATIVO DI VIA MONTE FAITO IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: il Comune di Triuggio, con deliberazione consiliare n. 7 del 12.03.2009 ha adottato il PIANO ATTUATIVO DI

Dettagli

Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 13 ottobre 2009

Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 13 ottobre 2009 COMUNE DI ALZANO LOMBARDO ASSESSORATO AL GOVERNO DEL TERRITORIO REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DI INCENTIVI FINALIZZATI ALLA RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI DI ALZANO LOMBARDO Approvato con Deliberazione

Dettagli

Adozione. Comune di Santa Maria a Monte (Provincia di Pisa) PROGETTO Arch. Mauro Ciampa (Architetti Associati M.Ciampa - P.

Adozione. Comune di Santa Maria a Monte (Provincia di Pisa) PROGETTO Arch. Mauro Ciampa (Architetti Associati M.Ciampa - P. Comune di Santa Maria a Monte (Provincia di Pisa) Sindaco: Ilaria Parrella Ass. Urbanistica: Silvano Melani SETTORE 3 Garante della comunicazione: Dott. Paolo Di Carlo Responsabile del procedimento: Dott.

Dettagli

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D Piani di Recupero in Ambito N Approvato con delibera C.C. n.59

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Quarta Variante Parziale al Piano degli Interventi (PRG) modifica dell articolo 34 Parcheggi e servizi pubblici delle N.T.A.. Ai sensi dell'art. 18 della L.R.V. 11/2004 e s.m.i..

Dettagli

COMUNE DI PORTOSCUSO Via Marco Polo, 1 09010 PORTOSCUSO (CI)

COMUNE DI PORTOSCUSO Via Marco Polo, 1 09010 PORTOSCUSO (CI) ASSESSORADU DE SOS ENTES LOCALES, FINANTZIAS E URBANISTICA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE E URBANISTICA Diretzione generale de sa pianificatzione urbanìstica territoriale e de sa vigilàntzia edilìtzia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELL INCIDENZA DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE indice Art. 1 Premessa pag 5 Art. 2 Ambito di applicazione pag 5 Art. 3 Incidenza degli oneri di urbanizzazione: tabella parametrica

Dettagli

PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12

PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 COMUNE DI SANTA CRISTINA E BISSONE PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 12a Fascicolo PdR Piano delle Regole ANALISI DEL CENTRO STORICO

Dettagli

S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Comune di BORNASCO Provincia di PAVIA Area Tecnica P.G. S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (ex articolo 19 Legge /.8.1990 n. 241 - art.5, Legge n 73/2010) per interventi di cui alla successiva

Dettagli

Dato atto che la commissione consiliare urbanistica ha espresso in data parere in merito al presente provvedimento;

Dato atto che la commissione consiliare urbanistica ha espresso in data parere in merito al presente provvedimento; IRIDE 1142136 Delib. n. - N. P.G. OGGETTO:Adozione Variante al Piano di Recupero in variante al vigente Piano delle Regole Immobiliare Supercinema c.so Garibaldi La Giunta comunale propone al Consiglio

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE

MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE REGIONE TOSCANA Legge regionale 8 maggio 2009, n. 24 1 MISURE URGENTI E STRAORDINARIE VOLTE AL RILANCIO DELL ECONOMIA E ALLA RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE (B.U.R.T. 13 maggio 2009,

Dettagli

20. DEFINIZIONE DELLE ESIGENZE DI SVILUPPO Il PS individua alcune azioni di particolare rilevanza per le principali SEL e più precisamente: - La riqualificazione dell offerta turistica con particolare

Dettagli

COMUNE DI PADERNO DUGNANO (MILANO)

COMUNE DI PADERNO DUGNANO (MILANO) COMUNE DI PADERNO DUGNANO (MILANO) PIANO DI RECUPERO DE CAPITANI D ARZAGO DOCUMENTO DI SINTESI RAPPORTO AMBIENTALE PRELIMINARE PER VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DEL PIANO DI RECUPERO DI VIA GRAMSCI

Dettagli

Comune di Casalromano

Comune di Casalromano Comune di Casalromano Provincia di Mantova Codice Ente 10830 Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale ************** Adunanza ordinaria di 1 convocazione seduta pubblica COPIA OGGETTO: OGGETTO:

Dettagli

VIALE GAETANO SCIREA, CORSO FERRARA, VIA TRAVES, VIA DRUENTO VARIANTE N. 277 APPROVAZIONE VA.277 MECC. 2012 07696/009 DEL 21.12.

VIALE GAETANO SCIREA, CORSO FERRARA, VIA TRAVES, VIA DRUENTO VARIANTE N. 277 APPROVAZIONE VA.277 MECC. 2012 07696/009 DEL 21.12. CITTÀ DI TORINO PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO EX ART. 43 L.R. 56/ 77 e s.m.i. AMBITO 4.25 CONTINASSA VIALE GAETANO SCIREA, CORSO FERRARA, VIA TRAVES, VIA DRUENTO VARIANTE N. 277 APPROVAZIONE VA.277 MECC.

Dettagli

Vengono richiesti alcuni distinti pareri su questioni attinenti all edificazione nel territorio agricolo.

Vengono richiesti alcuni distinti pareri su questioni attinenti all edificazione nel territorio agricolo. Parere n. 50/2010 - Edificazione su territorio agricolo Vengono richiesti alcuni distinti pareri su questioni attinenti all edificazione nel territorio agricolo. Si precisa che le risposte ai quesiti posti

Dettagli

- relazione istruttoria - Il Responsabile della III Area Arch. Nicla Paola Frezza. 04 febbraio 2011

- relazione istruttoria - Il Responsabile della III Area Arch. Nicla Paola Frezza. 04 febbraio 2011 LEGGE REGIONALE 21/12/2010 N.19 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 8 OTTOBRE 2009, N. 22 "INTERVENTI DELLA REGIONE PER IL RIAVVIO DELLE ATTIVITÀ EDILIZIE AL FINE DI FRONTEGGIARE LA CRISI ECONOMICA, DIFENDERE

Dettagli

RELAZIONE DI ANALISI

RELAZIONE DI ANALISI CITTA DI VENTIMIGLIA Prov. di Imperia P. Iva/C.f. 00247210081 Piazza della Libertà, 3 18039 Ventimiglia (IM) Tel. 0184 2801 - Fax 0184-352581 PEC comune.ventimiglia@legalmail.it PIANO DEL COLORE DEL CENTRO

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i.

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO. ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i. COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO ai sensi della LR 12/05 e s.m. e i. VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA Allegato 1 Stima degli effetti ambientali attesi

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; la L.R. 13 novembre 1998, n.31 e successive modifiche e integrazioni;

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; la L.R. 13 novembre 1998, n.31 e successive modifiche e integrazioni; ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI FINANZE Direzione generale della pianificazione urbanistica territoriale e della Vigilanza edilizia del 08/10/2008 OGGETTO: Verifica di conformità ai sensi dell art. 52 delle

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna 1 COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna Area Programmazione e Gestione del Territorio ALLEGATO 1 DETERMINAZIONE VALORI DI RIFERIMENTO DELLE AREE INSERITE NEL P.R.G., NEL P.S.C. E NEL R.U.E.

Dettagli

COMUNE DI VERCEIA Provincia di Sondrio

COMUNE DI VERCEIA Provincia di Sondrio COMUNE DI VERCEIA Provincia di Sondrio DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 17 Del 24-06-2015 Oggetto: ADEGUAMENTO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE IN APPLICAZIONE DELLA L.R. N. 31/2014 E DELLA L.

Dettagli

VARIANTE 3/2012 AZIENDA A RISCHO D'INCIDENTE RILEVANTE NORME DI ATTUAZIONE PS 1 COMUNE DI CESENA VARIANTE GENERALE. Stralcio

VARIANTE 3/2012 AZIENDA A RISCHO D'INCIDENTE RILEVANTE NORME DI ATTUAZIONE PS 1 COMUNE DI CESENA VARIANTE GENERALE. Stralcio COMUNE DI CESENA PRG Settore Programmazione 2000 Urbanistica VARIANTE GENERALE VARIANTE 3/2012 AZIENDA A RISCHO D'INCIDENTE RILEVANTE NORME DI ATTUAZIONE Stralcio PS 1 Progettisti Anna Maria Biscaglia

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che: Il Comune di San Gimignano è dotato di Piano Strutturale approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.78 del 30 novembre 2007. Con Deliberazione n.101 del 22

Dettagli

Comune di Trissino Provincia di Vicenza

Comune di Trissino Provincia di Vicenza Comune di Trissino Provincia di Vicenza MODULISTICA ONLINE 2014 www.comune.trissino.vi.it servizi tecnici pianificazione e sviluppo del territorio edilizia privata Definizione dei TIPI di INTERVENTO aggiornato

Dettagli

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire

Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, differenze tra CIL, CILA, SCIA, Super-DIA e Permesso di costruire Interventi edilizi e titoli abilitativi, in questo articolo analizziamo le definizioni di CIL,

Dettagli

Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui al titolo VII della L.R Toscana 03.01.2005 n.1

Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui al titolo VII della L.R Toscana 03.01.2005 n.1 . Comune di Vicopisano Provincia di Pisa Servizio 3 U.O. 3.3 Tel. 050 796533 - Fax 050 796540 ediliziaprivata@comune.vicopisano.pi.it Disposizioni e tabelle per la determinazione del contributo di cui

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) AL COMUNE DI PIEVE EMANUELE Via Viquarterio, 1 20090 Ufficio Edilizia Privata SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990 come modificato ed integrato dall

Dettagli

PIANO REGOLATORE GENERALE

PIANO REGOLATORE GENERALE SETTORE PIANIFICAZIONE URBANA E TERRITORIALE LEGGE REGIONE PIEMONTE 5/12/1977, n. 56 art. 17 PIANO REGOLATORE GENERALE APPROVATO CON D.G.R. DEL 06/06/1989, N. 93-29164 VARIANTE N. 14 PROGETTO DEFINITIVO

Dettagli

Al Responsabile del Servizio Tecnico e Territoriale del Comune di SANTA MARIA DELLA VERSA (PV)

Al Responsabile del Servizio Tecnico e Territoriale del Comune di SANTA MARIA DELLA VERSA (PV) Comune di SANTA MARIA DELLA VERSA Provincia di Pavia Servizio Tecnico e Territoriale Sportello Unico per l Edilizia Spazio riservato per il protocollo SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (ex articolo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO CON PIANO DI RECUPERO RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA Ristrutturazione edilizia con cambio di destinazione d uso e recupero del sottotetto Fabbricato sito

Dettagli

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento:

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento: Mittente: Via Al Sig. Sindaco del Comune di Colfelice Viale della Repubblica 03030 COLFELICE (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO. Censim ento degli edifici di recente costruzione in am bito rurale

REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO. Censim ento degli edifici di recente costruzione in am bito rurale COMUNE DI Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO Censim ento degli edifici di recente costruzione in am bito rurale Legge regionale 24 marzo 2000, n. 20 Disciplina generale sulla tutela

Dettagli

COMUNE DI CERVETERI. (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica. Regolamento comunale

COMUNE DI CERVETERI. (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica. Regolamento comunale COMUNE DI CERVETERI (Provincia di Roma) Area II^ - Assetto Uso e Sviluppo del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A Regolamento comunale Criteri di applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie

Dettagli

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE

CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE Urbanistica Edilizia privata Comune di Fauglia Provincia di Pisa CONTRIBUTI RELATIVI AGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E COSTO DI COSTRUZIONE DISCIPLINA IN MATERIA DI SANZIONI AMMINISTRATIVE DI CUI L ART. 140

Dettagli

7. LA STRUTTURA URBANA CONSOLIDATA

7. LA STRUTTURA URBANA CONSOLIDATA 7. LA STRUTTURA URBANA CONSOLIDATA 7.1. Premessa La qualità dell ambiente e lo stile di vita sono strettamente correlati alle caratteristiche specifiche della struttura urbana locale. In una fase in cui

Dettagli

MARCA DA BOLLO. DATI RELATIVI AI RICHIEDENTI Il / i sottoscritto /i Cognome denominazione o ragione sociale

MARCA DA BOLLO. DATI RELATIVI AI RICHIEDENTI Il / i sottoscritto /i Cognome denominazione o ragione sociale MARCA DA BOLLO RISERVATO ALL UFFICIO CITTÀ DI CHIERI AREA PROGRAMMAZIONE TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA PERMESSO DI COSTRUIRE IN SANATORIA ai sensi del D.L. n.269/2003 convertito nella

Dettagli

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO

Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Comune di Collesalvetti PROVINCIA DI LIVORNO Ufficio: URBANISTICA Settore: Servizi Urbanistica PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.36 DEL 04-06-2015 Oggetto: Piano di Miglioramento Aziendale ai

Dettagli

opere riguardanti il rifacimento ed il restauro di facciate o di parti esterne degli edifici;

opere riguardanti il rifacimento ed il restauro di facciate o di parti esterne degli edifici; REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E AGEVOLAZIONI ECONOMICHE PER IL MIGLIORAMENTO ESTETICO ED IL RISANAMENTO DEI CENTRI STORICI DI SCANZO E ROSCIATE ART. 1 - CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Il Comune

Dettagli

COMUNE DI BAGNI DI LUCCA Provincia di Lucca

COMUNE DI BAGNI DI LUCCA Provincia di Lucca COMUNE DI BAGNI DI LUCCA Provincia di Lucca VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 75 del 30/07/2015 OGGETTO: DETERMINAZIONE IN MERITO AL CALCOLO DEL COSTO DI COSTRUZIONE PR IL RILASCIO

Dettagli

EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE. Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento delle osservazioni

EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE. Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento delle osservazioni COMUNE DI MALGESSO PROVINCIA DI VARESE PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DELLE REGOLE art. 10 LR 12/2005 SCHEDE EDIFICI COMPRESI NEL NUCLEO DI ANTICA FORMAZIONE Elaborato modificato a seguito dell'accoglimento

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE PROPOSTA DI DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE Enunciato l argomento iscritto al n. dell o.d.g., il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione: OGGETTO: VARIANTE AL REGOLAMENTO

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; la L.R. 13 novembre 1998, n.31 e successive modifiche e integrazioni;

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; la L.R. 13 novembre 1998, n.31 e successive modifiche e integrazioni; ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI FINANZE Direzione generale della pianificazione urbanistica territoriale e della Vigilanza edilizia del 21/04/2008 OGGETTO: Verifica di conformità ai sensi dell art. 52 delle

Dettagli

1. Modalità di intervento ammesse per il patrimonio storico edilizio esistente

1. Modalità di intervento ammesse per il patrimonio storico edilizio esistente Indice 1. Modalità di intervento ammesse per il patrimonio storico edilizio esistente 1.1 Legge Regionale 11 marzo 2005, n. 12 Legge per il governo del territorio 1.2 Modalità di intervento ammesse nella

Dettagli

Realizzazione di opere e interventi strutturali

Realizzazione di opere e interventi strutturali Realizzazione di opere e interventi strutturali Elenco normativa di riferimento: L. 1086/71 L. 64/74 D.P.R. 380/2001 D.M. Infrastrutture 14.01.2008 Nuove norme tecniche per le costruzioni (NTC 2008) L.R.

Dettagli

OGGETTO: adeguamento del Regolamento per il pagamento dei diritti di segreteria di spettanza totale dell ente.

OGGETTO: adeguamento del Regolamento per il pagamento dei diritti di segreteria di spettanza totale dell ente. OGGETTO: adeguamento del Regolamento per il pagamento dei diritti di segreteria di spettanza totale dell ente. PREMESSO Che con D.C.C. n. 106 del 21.12.1993 modificata con DCC n.17 del 1997 si approvava

Dettagli

COMUNE DI RIETI. SCHEMA DI DELIBERAZIONE che si sottopone all' approvazione del Consiglio Comunale.

COMUNE DI RIETI. SCHEMA DI DELIBERAZIONE che si sottopone all' approvazione del Consiglio Comunale. COMUNE DI RIETI SCHEMA DI DELIBERAZIONE che si sottopone all' approvazione del Consiglio Comunale. OGGETTO: Individuazione all'interno delle zone omogenee A), di cui al decreta del Ministro dei lavori

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive. ai sensi dell art. 19 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e s.m.i.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive. ai sensi dell art. 19 della Legge n. 241 del 07.08.1990 e s.m.i. S.C.I.A. N ANNO Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di GALLARATE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA in materia di Attività Produttive ai sensi dell art. 19 della Legge n.

Dettagli

COMUNE DI ARCO PROVINCIA DI TRENTO. Regolamento per l applicazione del contributo di concessione

COMUNE DI ARCO PROVINCIA DI TRENTO. Regolamento per l applicazione del contributo di concessione COMUNE DI ARCO PROVINCIA DI TRENTO Regolamento per l applicazione del contributo di concessione Approvato con: Deliberazione del Consiglio comunale n. 64 di data 26 giugno 2002 ed entrato in vigore il

Dettagli

VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014. SCIA n... del... (busta.../... )

VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014. SCIA n... del... (busta.../... ) AL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI IMPRUNETA VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014 SCIA n..... del... (busta...../.... ) SCIA n..... del... (busta...../....

Dettagli

COMUNE DI VILLA GUARDIA. Provincia di Como DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI VILLA GUARDIA. Provincia di Como DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI VILLA GUARDIA Provincia di Como DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 94 Del Registro delle Deliberazioni Codice ISTAT: 013245 OGGETTO: Avvio del procedimento di verifica di esclusione

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA SCHEDE DI ANALISI E INDICAZIONI OPERATIVE RELATIVE AGLI EDIFICI DEL CENTRO STORICO. Nucleo: CIVITELLA

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA SCHEDE DI ANALISI E INDICAZIONI OPERATIVE RELATIVE AGLI EDIFICI DEL CENTRO STORICO. Nucleo: CIVITELLA PROVINCIA DI FORLI'-CESENA COMUNE DI CIVITELLA DI ROMAGNA PIANO STRUTTURALE COMUNALE - Art. 21 L.R. 20/2000 DISCIPLINA PARTICOLAREGGIATA DEI CENTRI STORICI Art. A-7 L.R. 24 marzo 2000, n. 20 SCHEDE DI

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 7 Caso 7 Stima del mercato rurale mediante il criterio del valore di trasformazione: valore di trasformazione di una corte colonica ubicata in un podere nella pianura Bolognese Indice 1. Conferimento dell

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA

SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA COMUNE DI CASTELNUOVO BERARDENGA (Provincia di Siena) Pianificazione Urbanistica ed Edilizia Privata Via Garibaldi, 4 Tel. 0577 351308/14/22 - Fax 0577/351328 e-mail: urbanistica.edilizia@comune.castelnuovo-berardenga.si.it

Dettagli

P.R.G. DI URBINO 1994 TERZA PARTE LINEE NORMATIVE 201.III.A5

P.R.G. DI URBINO 1994 TERZA PARTE LINEE NORMATIVE 201.III.A5 P.R.G. DI URBINO 1994 TERZA PARTE LINEE NORMATIVE 201.III.A5 Norme Tecniche di Attuazione ALLEGATO 4: Centro storico 1 L allegato 4 è costituito dalle presenti norme e dagli elaborati grafici di seguito

Dettagli

Aree di delocalizzazione - Scheda d Ambito

Aree di delocalizzazione - Scheda d Ambito Ottobre 1 Aree di delocalizzazione - Scheda d Ambito 1. Descrizione dell Ambito L area individuata nella presente scheda d ambito e negli allegati grafici (vedi fig.1) è stata oggetto negli ultimi quindici

Dettagli

contestualmente alla data di presentazione all ufficio protocollo comunale della presente S.C.I.A.,

contestualmente alla data di presentazione all ufficio protocollo comunale della presente S.C.I.A., Bollo 16,00 Allo Sportello Unico Dell Edilizia del Comune di Sgurgola Via Roma 8 03010 SGURGOLA (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

Art. 6.10. Ambito del polo scolastico Art. 6.10 bis. Ambito Bertanella

Art. 6.10. Ambito del polo scolastico Art. 6.10 bis. Ambito Bertanella DELIBERA 1. DI ADOTTARE la variante parziale al P.S.C. consistente nella modifica delle classificazioni delle aree Bertanella (tav. 2) e Golf (tav. 1B) e della normativa (artt. 6.10 6.10 bis 6.19-7.4.4);

Dettagli

Norme Tecniche di Attuazione

Norme Tecniche di Attuazione COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA SERVIZIO AMBIENTE PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO RECEPIMENTO DELLE PRESCRIZIONI PREVALENTI DELLA PROVINCIA IN MERITO ALLA VERIFICA DI COMPATIBILITA CON IL P.T.C.P. ART.13 commi

Dettagli

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A

COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia Settore Servizi Tecnici Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Urbanistica Allegato A REGOLAMENTO ARREDI DELLE AREE PERTINENZIALI Atto collegato

Dettagli

( testo attuale e modificato)

( testo attuale e modificato) C O M U N E d i C R E S P I N A Servizi al Territorio Variante al Regolamento Urbanistico - Modifica alle Norme Tecniche di Attuazione relative agli impianti e aree cimiteriali ( articoli 61 e 66 ) ( testo

Dettagli

allegato EDIFICI E COMPLESSI EDILIZI IN AMBITO AGRICOLO COMUNE DI FIESCO Piano di Governo del Territorio Provincia di Cremona_ Regione Lombardia

allegato EDIFICI E COMPLESSI EDILIZI IN AMBITO AGRICOLO COMUNE DI FIESCO Piano di Governo del Territorio Provincia di Cremona_ Regione Lombardia COMUNE DI FIESCO Provincia di Cremona_ Regione Lombardia Piano di Governo del Territorio _ lr 1/005 + smi allegato E COMPLESSI EDILIZI IN AMBITO AGRICOLO Adozione con delibera di CC nr in data Pubblicazione

Dettagli

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01

PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 PdC PROCEDURE EDILIZIE: INTERVENTI EDILIZI RIFERIMENTI NORMATIVI dicembre 2011 art. 10 comma 1 DPR 380/01 art. 10 c.1 DPR 380/01 art. 3 comma 1 lett. e) DPR 380/01 [art.27 lett. e) LR 12/05] a) gli interventi

Dettagli

IL DIRETTORE DELLA SEZIONE AGROAMBIENTE

IL DIRETTORE DELLA SEZIONE AGROAMBIENTE DECRETO N. 25 DEL 18 MARZO 2012 OGGETTO: Deliberazione della Giunta regionale n. 2879 del 30 dicembre 2013 Semplificazione dei procedimenti nel Settore primario. Atti di indirizzo ai sensi dell art. 50,

Dettagli

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente

PREMESSO CHE. approvato il Piano Strutturale del Comune di..; con Deliberazione di C.C. n...del.. è stato definitivamente 1 SCHEMA TIPO DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE DI CUI ALL ART. 74 DELLA LEGGE REGIONALE N. 65/2014. CONVENZIONE DI P.M.A.A. (ex art.

Dettagli

Il Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA promulga

Il Consiglio regionale Assemblea legislativa della Liguria ha approvato. IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA promulga REGIONE LIGURIA ----------- LEGGE REGIONALE 12 NOVEMBRE 2014 N. 30 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 6 AGOSTO 2001, N. 24 (RECUPERO AI FINI ABITATIVI DEI SOTTOTETTI ESISTENTI) E ALLA LEGGE REGIONALE 6 GIUGNO

Dettagli

COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia

COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia COMUNE DI CASTEL MELLA Provincia di Brescia Oggetto : INDIVIDUAZIONE ZONA DI RECUPERO A NORMA DELL ART. 27 LEGGE 457/78 IN VIA DELLA SUARDA E ADOZIONE RELATIVO PIANO DI RECUPERO Testo Proposta: VISTO che

Dettagli

PARTE IV - TABELLE INDICI DI DENSITÀ FONDIARIA E ZONE OMOGENEE

PARTE IV - TABELLE INDICI DI DENSITÀ FONDIARIA E ZONE OMOGENEE PARTE IV - TAELLE INDICI DI DENSITÀ FONDIARIA E ZONE OMOGENEE Il parametro della densità fondiaria si riferisce non a quella dello specifico intervento, bensì a quella corrispondente all indice edificabile

Dettagli

Regolamento per l applicazione del Contributo di Concessione

Regolamento per l applicazione del Contributo di Concessione COMUNE DI ALA Provincia di Trento Ufficio Tecnico Urbanistico Regolamento per l applicazione del Contributo di Concessione Art. 107 L.P. 5 settembre 1991, n. 22 e s.m.i. Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

Pagina 1 di 6. Allegato A

Pagina 1 di 6. Allegato A Allegato A LIMITI E MODALITÀ APPLICATIVE DEGLI INTERVENTI PREVISTI DAGLI ARTICOLI 2, 3 e 4 DELLA LEGGE REGIONALE N. 14 DEL 08.07.2009 e smi Pagina 1 di 6 Limiti e modalità applicative per gli interventi

Dettagli

DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI Comune di Cisano B.sco Piano dei Servizi Disciplina degli interventi COMUNE DI CISANO BERGAMASCO DISCIPLINA DEL PIANO DEI SERVIZI DISCIPLINA URBANISTICA ED EDILIZIA INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA

CERTIFICAZIONE ENERGETICA CERTIFICAZIONE ENERGETICA La certificazione energetica è un processo finalizzato a far conoscere al cittadino le caratteristiche energetiche del sistema edificio-impianto che sta per acquistare o per affittare.

Dettagli

STUDIO TECNICO ASSOCIATO BELVEDERESI

STUDIO TECNICO ASSOCIATO BELVEDERESI COMUNE DI ANCONA Provincia di Ancona Regione Marche Piano di Recupero tav. scala: C 5 data: Luglio 2011 agg.: NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE APPROVAZIONE PROPRIETA' : Sig.ra Maria Lodovica Cesaroni, Ancona

Dettagli

PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) A - Documentazione da allegare

PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) A - Documentazione da allegare COMUNE DI SAN GIOVANNI LIPIONI PIANO DEL COLORE (compilazione obbligatoria per interventi nel centro storico) allegati A Scheda da allegare alla richiesta di Permesso di costruire SCIA o CIL A - Documentazione

Dettagli

Prot. 622916 Roma 16/11/2015

Prot. 622916 Roma 16/11/2015 AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO IL DIRETTORE Prot. 622916 Roma 16/11/2015 A Roma Capitale A tutti i Responsabili degli Uffici SUAP o SUAR dei Comuni del Lazio Alla Città Metropolitana di Roma Capitale Alle

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D Ai sensi art. 65 L.R. 1/2005 s.m.i. Corte Malgiacca COMUNE DI CAPANNORI Provincia di Lucca FRAZIONE DI GRAGNANO LOC. DETTA CORTE MALGIACCA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO ALLEGATO D INTERVENTO DI

Dettagli