SOMMARIO. 1. OPERA DI PRESA Breve descrizione dell'opera Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti...2

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO. 1. OPERA DI PRESA...2 1.1 Breve descrizione dell'opera...2 1.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti...2"

Transcript

1

2 SOMMARIO 1. OPERA DI PRESA Breve descrizione dell'opera Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti CONDOTTA FORZATA Percorso della condotta forzata Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti CENTRALE DI PRODUZIONE E CANALE DI SCARICO Breve descrizione delle opere Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti LINEA DI CONNESSIONE Breve descrizione delle opere Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti OCCUPAZIONE BENI PUBBLICI Impianto idroelettrico Linea di connessione DISPONIBILITA' DELLE AREE...7 1

3 1. OPERA DI PRESA 1.1 Breve descrizione dell'opera La traversa, con funzione di consolidamento della quota di fondo alveo e innalzamento del pelo libero, è costituita da una struttura in calcestruzzo armato, ossia un taglione di monte, uno di valle ed una platea rivestita in pietrame naturale, così da mitigare il più possibile l'impatto visivo del manufatto, tenuto conto della naturalità del sito. La traversa nel suo sviluppo completo misura 12,50 m, è alta 0,90 m rispetto al fondo alveo a monte della traversa; avrà una struttura di base in calcestruzzo armato fondata direttamente sul substrato roccioso, per inibire il sifonamento dell'opera di presa. Sbarra completamente il deflusso, permettendo all'acqua di defluire in condizioni normali da uno stramazzo in destra. La traversa è tracimabile e viene rivestita in massi naturali in parte cementati. Lo stramazzo in destra è a soglia ribassata, in modo da consentire, insieme ad una luce a battente posta nel canale sedimentatore, il rilascio automatico del DMV prioritariamente rispetto alla derivazione, così da non lasciare in nessun caso all'asciutto il corso d'acqua. Il dimensionamento delle soglie di presa e di rilascio è stato studiato in modo tale che siano consentiti in maniera completamente automatica, al variare della portata naturale, il rilascio del DMV e un'adeguata alimentazione della scala di rimonta della fauna ittica. La traversa si compone, a partire dalla sponda sinistra, di: soglia della traversa ad una quota di 1.024,75 m s.l.m; scala di rimonta della fauna ittica alimentata da una luce a battente rettangolare di 0,255 m di larghezza e 0,20 m di altezza (con fondo a quota 1.023,95 m s.l.m.) e da una soglia ribassata larga 0,30 m a quota 1.024,20 m s.l.m (ribassata di 55 cm rispetto alla soglia della traversa e 22 cm rispetto alla soglia di derivazione laterale); paratoia sghiaiatrice piana di larghezza 1,50 m e quota di fondo 1.023,85 m s.l.m. (90 cm inferiore alla soglia della traversa); muro di contenimento della portata naturale e stabilizzazione della sezione di deflusso. 2

4 La traversa in sponda sinistra viene immorsata nella sponda naturale esistente. 1.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti L'opera di presa avrà sede in Comune di Castelmagno. La traversa fluviale e le scogliere di protezione spondale in sinistra del torrente Grana saranno realizzate all'interno dell'alveo del corso d'acqua. Le opere succitate occuperanno la superficie d'alveo individuata nella planimetria catastale allegata e alcuni piccoli lembi di terreno che, essendo interessati dallo scorrimento delle acque pubbliche del torrente, sono anch'essi da considerarsi beni demaniali. La vasca di sedimentazione e carico verrà invece posizionata al di fuori dell'alveo del torrente, interessando il mappale 2 del foglio 12, proprio in vicinanza della Strada Provinciale n La vasca sarà realizzata in posizione interrata. L'accesso all'opera di presa avverrà direttamente dalla Strada Provinciale. Si richiede pertanto: l'esproprio per il mappale 2 foglio 12 del Comune di Castelmagno. Tutti i mappali elencati sono relativi al Comune di Castelmagno. Il dettaglio della superficie relativa è contenuto nell'elaborato 2. Piano particellare di esproprio. 2. CONDOTTA FORZATA 2.1 Percorso della condotta forzata A partire dalla vasca di carico la condotta forzata si immette sulla Strada Provinciale n. 112, percorrendola praticamente fino alla centrale di produzione, per un percorso complessivo di circa 4800 m. Le uniche eccezioni al percorso della condotta forzata sono rappresentate dagli attraversamenti dei rii laterali e del torrente Grana. In particolare, avverranno i seguenti attraversamenti: attraversamento in subalveo del Rio Grande o Valchiausa; attraversamento in subalveo del Rio Lavato; attraversamenti aerei del torrente Grana (5 in totale). Per la realizzazione degli attraversamenti suddetti la condotta forzata dovrà leggermente uscire dalla sede stradale, andando ad occupare i terreni in prossimità dei corsi d'acqua attraversati. A fianco della condotta di adduzione verranno posati anche la fibra ottica e un elettrodotto in bassa tensione. 3

5 2.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti Gli unici terreni interessati dal passaggio della condotta forzata sono quelli relativi agli attraversamenti. Si richiede pertanto la servitù di condotta con aggiunta di cavidotti elettrici e l'occupazione temporanea per i seguenti mappali: mappali 14 e 15 foglio 12 Comune di Castelmagno (attraversamento Rio Grande); mappali 308 e 310 foglio 2 Comune di Castelmagno (1 attraversamento Torrente Grana); mappali 43 e 60 foglio 1 Comune di Castelmagno (2 attraversamento Torrente Grana); mappali 6 e 74 foglio 13 Comune di Castelmagno e mappali 354 e 304 foglio 16 Comune di Pradleves (attraversamento Rio Lavato); mappali 357, 358, foglio 16 Comune di Pradleves (3 attraversamento sul Torrente Grana); mappali 105 e 107 foglio 17 e mappali 39 e 264 foglio 10 Comune di Pradleves (4 attraversamento sul Torrente Grana); mappale 245 foglio 17 Comune di Pradleves (5 attraversamento sul torrente Grana). Il dettaglio delle superfici relative a ciascun vincolo è contenuto nell'elaborato 2. Piano particellare di esproprio. 3. CENTRALE DI PRODUZIONE E CANALE DI SCARICO 3.1 Breve descrizione delle opere La centrale in progetto è un fabbricato costituito da 2 volumi accostati. Nel volume principale troveranno posto al piano inferiore (parzialmente interrato) i due gruppi turbina-generatore, e al piano superiore (piano terra) i quadri di controllo e i trasformatori. L'approfondimento del piano interrato è dettato dalla necessità di posizionare le macchine ad una quota tale da consentire il completo utilizzo del salto disponibile sfruttando, nel caso della turbina Francis, anche l'aspirazione all'uscita dalla macchina idraulica. Per lo stesso motivo la turbina Pelton è stata posizionata ad una quota inferiore. 4

6 La portata turbinata viene recapitata in un canale di restituzione interrato, realizzato con uno scatolare in calcestruzzo armato, che la veicola nell'alveo del torrente Grana. Il volume secondario è suddiviso in locale ENEL e locale di misura. L'edificio, di forma rettangolare allungata, sarà ubicato in un terreno pianeggiante in sponda sinistra e addossato al pendio, nella particella 243 del Foglio 17 del Comune di Pradleves. La struttura portante dell'edificio è realizzata in pareti piene di c.a. di 40 cm di spessore, mentre il tetto è costituito da orditura in legno con copertura in tegole. 3.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti L'edificio di centrale ed il canale di scarico saranno situati sul mappale 243 del foglio 17 del Comune di Pradleves, mentre la pista di accesso occuperà anche il mappale 245 del foglio 17. Si richiede pertanto: l'esproprio per il mappale 243 foglio 17; la servitù di passaggio per il mappale 245 foglio 17. Il dettaglio delle superfici relative a ciascun vincolo è contenuto nell'elaborato 2. Piano particellare di esproprio. 4. LINEA DI CONNESSIONE 4.1 Breve descrizione delle opere Il progetto prevede l'immissione della potenza generata dall'impianto mediante il potenziamento della rete esistente. Il potenziamento verrà effettuato tramite interventi di sostituzione dei cavi che costituiscono la linea esistente o attraverso la realizzazione di nuovi tratti. La lunghezza complessiva della linea è pari a quasi m, compresa tra la centrale di produzione (Comune di Pradleves) e una cabina di regolazione esistente in località Borgetto (Comune di Dronero). La linea sarà per gran parte interrata al di sotto di strade comunali (nei Comuni di Pradleves e di Dronero), mentre saranno realizzati, sostituendo i cavi che costituiscono la linea esistente, due tratti aerei, uno totalmente in Comune di Pradleves (412 m in totale) ed uno a cavallo tra i Comuni di Pradleves e di Dronero (lunghezza di m). 5

7 Lungo il percorso della linea elettrica verranno realizzate inoltre 3 nuove cabine di regolazione, di cui una in Comune di Pradleves (località Gerbido) e due in Comune di Dronero (rispettivamente 800 m a monte di Ruà del Prato e in località Ponte di Bedale). 4.2 Mappali interessati e vincoli ablativi richiesti I vincoli ablativi richiesti sono rappresentati su planimetria catastale e individuati nel piano particellare di esproprio. Tutti i mappali elencati sono relativi ai Comuni di Pradleves e di Dronero. Il dettaglio delle superfici relative a ciascun vincolo è contenuto nell'elaborato 2. Piano particellare di esproprio. 5. OCCUPAZIONE BENI PUBBLICI 5.1 Impianto idroelettrico L'opera di presa dell'impianto idroelettrico sarà realizzata nell'alveo del torrente Grana. L'occupazione riguarderà il sedime demaniale del corso d'acqua succitato (punto 1) e un terreno comunale (punto 2). Il passaggio della condotta forzata avverrà occupando, con attraversamenti aerei o in subalveo, i seguenti beni: Strada Provinciale n. 112 (punto 3); Rio Grande o Valchiausa (punto 4); Torrente Grana (punti 6, 8, 12, 14, 16); Strada Comunale di Riolavato (punto 10); Rio Lavato (punto 11); terreni comunali (punti 5, 7, 13, 15); terreno provinciale (punto 9). Gli stessi beni saranno interessati da occupazione temporanea per estensioni leggermente superiori a quelle delle opere in progetto durante la fase di cantiere. L'elaborato 3 chiarisce le superfici relative a ciascuna occupazione interessata. Per quanto riguarda gli attraversamenti dei corsi d'acqua, sarà presentata, una volta concluso il procedimento di Autorizzazione Unica, richiesta di concessione di occupazione demaniale alla Regione Piemonte - Opere Pubbliche. 6

8 5.2 Linea di connessione La linea di connessione prevede i seguenti attraversamenti di beni pubblici: Torrente Grana; Strada Provinciale n. 112; Strada Comunale di Ruà (Comune di Pradleves); Rio Gerbido (Comune di Pradleves) 3 attraversamenti; Mappale 238 Foglio 1, di proprietà del Comune di Pradleves; Mappale 11 Foglio 54, di proprietà del Comune di Dronero; Strada Comunale Ruà del Prato (Comune di Dronero); Combale Ghio (Comune di Dronero); Mappale 737 del foglio 40, di proprietà del Comune di Dronero; Mappale 702 del foglio 40, di proprietà del Comune di Dronero. Per quanto riguarda gli attraversamenti dei corsi d'acqua, sarà presentata, una volta concluso il procedimento di Autorizzazione Unica, richiesta di concessione di occupazione demaniale alla Regione Piemonte - Opere Pubbliche. 6. DISPONIBILITA' DELLE AREE La Società Proponente non ha disponibilità delle aree oggetto dell'intervento e pertanto richiede l'avvio della procedura ai sensi del D.P.R. 327/2001 e s.m.i.. 7. TERRENI SOGGETTI AD USO CIVICO L'impianto idroelettrico verrà realizzato su alcuni terreni gravati ad uso civico. I terreni sono: Foglio 12 Mappale 2 del Comune di Castelmagno; Foglio 2 Mappale 308 del Comune di Castelmagno; Foglio 2 Mappale 310 del Comune di Castelmagno. 7

PIANO DI GESTIONE E MANUTENZIONE

PIANO DI GESTIONE E MANUTENZIONE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO COUTENZA EX CANALE DEMANIALE PERTUSATA COMUNE DI BRA E COMUNE DI CHERASCO PROGETTO DI IMPIANTO IDROELETTRICO SUL CANALE PERTUSATA Allegato R-PGM-01_rev00 PIANO DI GESTIONE

Dettagli

SOMMARIO... Errore. Il segnalibro non è definito.

SOMMARIO... Errore. Il segnalibro non è definito. SOMMARIO... Errore. Il segnalibro non è definito. 1. PREMESSA... 2 2. TIPOLOGIA DI MATERIALI... 3 3. MODALITA DI RIMOZIONE... 6 4. SMALTIMENTO DEL MATERIALE... 7 5. RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI...

Dettagli

CRONOPROGRAMMA LAVORI AU 12

CRONOPROGRAMMA LAVORI AU 12 REGIONE MARCHE PROVINCIA ASCOLI PICENO AUTORIZZAZIONE UNICA COMUNE ASCOLI PICENO CENTRALE IDROELETTRICA BRECCIAROLO Impianto per la produzione di energia elettrica con derivazione di acqua in sponda destra

Dettagli

Dighe di competenza regionale Interventi di riabilitazione e messa in sicurezza

Dighe di competenza regionale Interventi di riabilitazione e messa in sicurezza ENEL Produzione Sicurezza Dighe e Opere Idrauliche Nord Ovest Dighe di competenza regionale Interventi di riabilitazione e messa in sicurezza Relatore: Giovanna de Renzis Enel Produzione - ICI-SDOI Nord-Ovest

Dettagli

37. AMBITO AVA FIUME SECCHIA OPERE DI INTERESSE PUBBLICO: CENTRALE IDROELETTRICA A VALLE DEL VIADOTTO DELLA STRADA PEDEMONTANA Il progetto di impianto idroelettrico è previsto su un area demaniale, a ridosso

Dettagli

DOTT..ING. ANTONIO GARINO VIA BASSIGNANO 15 12100 CUNEO TEL 0171/634594 FAX 0171/634594 e-mail garino.antonio@libero.it COMUNE DI MONASTEROLO CASOTTO

DOTT..ING. ANTONIO GARINO VIA BASSIGNANO 15 12100 CUNEO TEL 0171/634594 FAX 0171/634594 e-mail garino.antonio@libero.it COMUNE DI MONASTEROLO CASOTTO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI MONASTEROLO CASOTTO PROPONENTE GAVOTTO Battista Dario Via Rosa Bianca 52 12082 MONDOVI Impianto idroelettrico PRESA SUL RIO CASOTTO LOCALITÀ MOLINI - CENTRALE

Dettagli

COLLOCAZIONE DELLE PARTI MENZIONATE

COLLOCAZIONE DELLE PARTI MENZIONATE COLLOCAZIONE DELLE PARTI MENZIONATE L impianto in progetto si compone dei seguenti elementi principali: -l'opera di presa -la condotta forzata; -la centrale; -l opera di restituzione; -opere accessorie.

Dettagli

DERIVAZIONE IDROELETTRICA SUL TORRENTE LIMONA

DERIVAZIONE IDROELETTRICA SUL TORRENTE LIMONA REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI PAMPARATO DERIVAZIONE IDROELETTRICA SUL TORRENTE LIMONA - PROGETTO DEFINITIVO Documentazione integrativa a seguito di richiesta prot. 0053885-12/07/2010-PROVCN

Dettagli

SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 2. DESCRIZIONE SINTETICA DELLE ATTREZZATURE E DEI SISTEMI PREVISTI PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE..

SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 2. DESCRIZIONE SINTETICA DELLE ATTREZZATURE E DEI SISTEMI PREVISTI PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE.. SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 2. DESCRIZIONE SINTETICA DELLE ATTREZZATURE E DEI SISTEMI PREVISTI PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE OPERE..2 3. MODALITÀ DI USO CORRETTO DELLE OPERE...4 4. LIVELLO MINIMO

Dettagli

Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico?

Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico? Trasporto e stoccaggio dell energia: come diventare smart Milano 11 luglio 2011 Gli impianti idroelettrici di pompaggio: nuovi protagonisti sulla scena del mercato elettrico? Clara Risso Direttore Fonti

Dettagli

Marlengo. Gruppo SEL SPA. Via Canonico Michael Gamper 9 39100 Bolzano T +39 0471 060 700 F +39 0471 060 703 E info@hydros.bz.it I www.hydros.bz.

Marlengo. Gruppo SEL SPA. Via Canonico Michael Gamper 9 39100 Bolzano T +39 0471 060 700 F +39 0471 060 703 E info@hydros.bz.it I www.hydros.bz. Prati di Vizze Curon Barbiano-Ponte Gardena Brunico-Valdaora Lasa Marlengo Premesa Centro di teleconduzione Bolzano La nostra acqua. La nostra energia. Marlengo Impianto idroelettrico Curon/Val Venosta

Dettagli

curon Gruppo SEL SPA Via Canonico Michael Gamper 9 39100 Bolzano T +39 0471 060 700 F +39 0471 060 703 E info@hydros.bz.it I www.hydros.bz.

curon Gruppo SEL SPA Via Canonico Michael Gamper 9 39100 Bolzano T +39 0471 060 700 F +39 0471 060 703 E info@hydros.bz.it I www.hydros.bz. Prati di Vizze Curon Barbiano-Ponte Gardena Brunico-Valdaora Lasa-Martello Marlengo Premesa Centro di teleconduzione Bolzano La nostra acqua. La nostra energia. curon IMPIANTO IDROELETTRICO Lasa-Martello/Venosta

Dettagli

1 OGGETTO. 1.1 Cenni storici

1 OGGETTO. 1.1 Cenni storici 1 OGGETTO Il sig. BORRA Roberto, nato a Cuneo il 06 gennaio 1969, residente a Margarita via rovere 19, è proprietario di centralina elettrica sita in Margarita via rovere ed utilizzante le acque del canale

Dettagli

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 8.

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 8. Sommario 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 8 Pagina 1 di 10 1. Premessa Il presente elaborato intende fornire un quadro

Dettagli

Studio di Ingegneria Ferrari e Giraudo s.s. Corso Nizza 67/a CUNEO. Sommario

Studio di Ingegneria Ferrari e Giraudo s.s. Corso Nizza 67/a CUNEO. Sommario Sommario PREMESSA... 3 INQUADRAMENTO GEOGRAFICO... 4 FINALITA DI INTERVENTO... 5 SCELTE ED ALTERNATIVE PROGETTUALI... 5 SOLUZIONE ADOTTATA... 6 SOLUZIONE ALTERNATIVA A... 6 SOLUZIONE ALTERNATIVA B... 7

Dettagli

IMPIANTO IDROELETTRICO AD ACQUA FLUENTE SUL FIUME ADIGE ANALISI IDRAULICA BIDIMENSIONALE ED EVOLUZIONE MORFOLOGICA DEL FONDO ALVEO

IMPIANTO IDROELETTRICO AD ACQUA FLUENTE SUL FIUME ADIGE ANALISI IDRAULICA BIDIMENSIONALE ED EVOLUZIONE MORFOLOGICA DEL FONDO ALVEO IMPIANTO IDROELETTRICO AD ACQUA FLUENTE SUL FIUME ADIGE ANALISI IDRAULICA BIDIMENSIONALE ED EVOLUZIONE MORFOLOGICA DEL FONDO ALVEO Torino, 9-10 Ottobre 2013 Ing. S. Rossato L'impianto idroelettrico Corso

Dettagli

1. PREMESSA. Caratteristiche del progetto

1. PREMESSA. Caratteristiche del progetto 1. PREMESSA La presente relazione è riferita al progetto per la realizzazione di un impianto eolico per la produzione di energia elettrica in comune di Garessio, località Colle di San Bernardo denominato

Dettagli

Impianto idroelettrico

Impianto idroelettrico Prati di Vizze Curon Barbiano-Ponte Gardena Brunico-Valdaora Lasa-Martello Marlengo Premesa Centro di teleconduzione Bolzano La nostra acqua. La nostra energia. LASA MARTELLO Impianto idroelettrico Curon/Val

Dettagli

SOMMARIO VITE IDRAULICA 55KW SU CANALE CONSORZIO IRRIGUO BROBBIO-PESIO. SITO: CAPPELLA FUSINETTA 2

SOMMARIO VITE IDRAULICA 55KW SU CANALE CONSORZIO IRRIGUO BROBBIO-PESIO. SITO: CAPPELLA FUSINETTA 2 PROGETTO PRELIMINARE Page 1 of 12 SOMMARIO VITE IDRAULICA 55KW SU CANALE CONSORZIO IRRIGUO BROBBIO-PESIO. SITO: CAPPELLA FUSINETTA 2 PREMESSA 2 DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO 5

Dettagli

SOMMARIO Descrizione dell'interferenza Interferenze con il traffico veicolare Interferenza con le Strade Comunali...

SOMMARIO Descrizione dell'interferenza Interferenze con il traffico veicolare Interferenza con le Strade Comunali... SOMMARIO 1. INFRASTRUTTURE PRESENTI SUL TERRITORIO...2 2. INFRASTRUTTURE PREVISTE DAL PROGETTO...2 3. VIABILITA' UTILIZZATA...2 4. INTERFERENZA CON LE INFRASTRUTTURE...3 4.1 Interferenza con la S.P. 112...3

Dettagli

NUOVO IMPIANTO IDROELETTRICO DI PIAZZETTE. Realizzazione opere per il recupero energetico. Piazzette (TO) A1 Sintesi non tecnica

NUOVO IMPIANTO IDROELETTRICO DI PIAZZETTE. Realizzazione opere per il recupero energetico. Piazzette (TO) A1 Sintesi non tecnica NUOVO IMPIANTO IDROELETTRICO DI PIAZZETTE Realizzazione opere per il recupero energetico Piazzette (TO) A1 Sintesi non tecnica ENEL Produzione Spa Divisione Generazione ed Energy Management Area di Business

Dettagli

1 INTRODUZIONE 1 2 INTERVENTI PREVISTI 3

1 INTRODUZIONE 1 2 INTERVENTI PREVISTI 3 INDICE 1 INTRODUZIONE 1 2 INTERVENTI PREVISTI 3 2.1 INTERVENTI SULL OPERA DI PRESA 4 2.2 INTERVENTI SU DISSABBIATORE, VASCA DI CARICO E CONDOTTA FORZATA 5 2.3 INTERVENTI SULL EDIFICIO DELLA CENTRALE E

Dettagli

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva.

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva. INDICE 1. Premessa 1 2. Descrizione dei luoghi 1 3. Valutazione degli afflussi meteorici 3 4. Valutazione dei deflussi 6 5. Calcolo del DMV 7 6. Modifiche alle portate attese a seguito delle opere 10 1.

Dettagli

PROGETTO CENTRALE IDROELETTRICA IN LOCALITA' PONTEVECCHIO COMUNE DI COLBORDOLO

PROGETTO CENTRALE IDROELETTRICA IN LOCALITA' PONTEVECCHIO COMUNE DI COLBORDOLO PROGETTO CENTRALE IDROELETTRICA IN LOCALITA' PONTEVECCHIO COMUNE DI COLBORDOLO Soggetto proponente: CONSORZIO DI BONIFICA DELLE MARCHE (già CONSORZIO DI BONIFICA DEI FIUMI FOGLIA METAURO E CESANO DI PESARO)

Dettagli

Impianto idroelettrico con derivazione dal Torrente Mondalavia, localizzato nel Comune di Bene Vagienna (CN) Progetto definitivo

Impianto idroelettrico con derivazione dal Torrente Mondalavia, localizzato nel Comune di Bene Vagienna (CN) Progetto definitivo REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO Comune di Bene Vagienna Impianto idroelettrico con derivazione dal Torrente Mondalavia, localizzato nel Comune di Bene Vagienna (CN) Progetto definitivo PIANO DI GESTIONE

Dettagli

Gruppo SEL SPA. Via Canonico Michael Gamper 9 39100 Bolzano T +39 0471 060 700 F +39 0471 060 703 E info@hydros.bz.it I www.hydros.bz.

Gruppo SEL SPA. Via Canonico Michael Gamper 9 39100 Bolzano T +39 0471 060 700 F +39 0471 060 703 E info@hydros.bz.it I www.hydros.bz. Prati di Vizze Curon Barbiano-Ponte Gardena Brunico-Valdaora Lasa-Martello Marlengo Premesa Centro di teleconduzione Bolzano La nostra acqua. La nostra energia. PREMESA IMPIANTO IDROELETTRICO Curon/Val

Dettagli

REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA COMUNE DI CAPISTRELLO PROGETTO DEFINITIVO

REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA COMUNE DI CAPISTRELLO PROGETTO DEFINITIVO REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI L AQUILA COMUNE DI CAPISTRELLO PROGETTO DEFINITIVO RECUPERO E RIATTIVAZIONE DI DUE IMPIANTI IDROELETTRICI LUNGO IL FIUME LIRI IN COMUNE DI CAPISTRELLO (AQ) DELLA POTENZA MEDIA

Dettagli

DOCUMENTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART.

DOCUMENTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. Ing. Alessandro Placci Corso R. Emaldi, 103 48010 Fusignano (RA) Tel: 0545-52081 Fax: 0545-53461 www.studiumprogetti.it s t u d i u m Comune di Pontremoli (MS) DOCUMENTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO AI SENSI

Dettagli

COMUNE DI S. DAMIANO MACRA PROVINCIA DI CUNEO IMPIANTO IDROELETTRICO SUL RIO PAGLIERES IN COMUNE DI S. DAMIANO MACRA

COMUNE DI S. DAMIANO MACRA PROVINCIA DI CUNEO IMPIANTO IDROELETTRICO SUL RIO PAGLIERES IN COMUNE DI S. DAMIANO MACRA SOFINA S.p.a. C.so Bolzano, 4 10121 TORINO P. IVA 06365120010 COMUNE DI S. DAMIANO MACRA PROVINCIA DI CUNEO IMPIANTO IDROELETTRICO SUL RIO PAGLIERES IN COMUNE DI S. DAMIANO MACRA FASE DI VERIFICA PROGETTO

Dettagli

SAI Progetti s.r.l. GeoTer

SAI Progetti s.r.l. GeoTer SAI Progetti s.r.l. GeoTer ALCUNI DATI DEL BACINO Area del bacino = 2,31 Km 2 Quota massima = 1.100 m Quota sezione di chiusura (Cherio) = 301,5 m Lunghezza asta principale = 2.370 m CALCOLO DELLA PORTATA

Dettagli

2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI

2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI 2. IL SISTEMA DEI CANALI GESTITI DAL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI Il Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, un tempo chiamato Consorzio di Bonifica Eugenio Villoresi, è nato nel 1918

Dettagli

A6 - SCHEDA DEL CATASTO DERIVAZIONI IDRICHE

A6 - SCHEDA DEL CATASTO DERIVAZIONI IDRICHE REGIONE PIEMONTE Provincia di Cuneo COMUNE DI TORRE MONDOVI' COMUNE DI MONASTEROLO CASOTTO MINI-IMPIANTO IDROELETTRICO SUL TORRENTE CASOTTO ALLA CONFLUENZA CON IL RIO CASTORELLO (PRELIEVO ASSOGGETTATO

Dettagli

RIAMMODERNAMENTO CENTRALINA IDROELETTRICA SUL TORRENTE LAVAZZÈ. Progettazione: Ing. Giorgio Raia T & D Ingegneri associati

RIAMMODERNAMENTO CENTRALINA IDROELETTRICA SUL TORRENTE LAVAZZÈ. Progettazione: Ing. Giorgio Raia T & D Ingegneri associati PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI RUMO RIAMMODERNAMENTO CENTRALINA IDROELETTRICA SUL TORRENTE LAVAZZÈ Progettazione: Ing. Giorgio Raia T & D Ingegneri associati DATI GENERALI DELL IMPIANTO ESISTENTE: Corso

Dettagli

CARTELLA C2. Condotta primaria ed opere di sfruttamento idroelettrico

CARTELLA C2. Condotta primaria ed opere di sfruttamento idroelettrico CARTELLA C2 Condotta primaria ed opere di sfruttamento idroelettrico Elaborati grafici DC1 Corografia complessiva del sistema di accumulo e di distribuzione primaria scala 1:30.000 DC2 Planimetria generale

Dettagli

Il rischio idraulico REGIONE EMILIA-ROMAGNA. Servizio Tecnico Bacino Reno. Giuseppe Simoni

Il rischio idraulico REGIONE EMILIA-ROMAGNA. Servizio Tecnico Bacino Reno. Giuseppe Simoni Il rischio idraulico Giuseppe Simoni Servizio Tecnico Bacino Reno REGIONE EMILIA-ROMAGNA Il rischio da eventi naturali CONCETTI FONDAMENTALI 1) Il RISCHIO è il prodotto di più fattori : - PERICOLOSITA

Dettagli

PROGETTO DI DERIVAZIONE D ACQUA AD USO IDROELETTRICO DAL F. STURA DI DEMONTE A MEZZO DEL CANALE IRRIGUO LA ROVERE - BOSCHETTI

PROGETTO DI DERIVAZIONE D ACQUA AD USO IDROELETTRICO DAL F. STURA DI DEMONTE A MEZZO DEL CANALE IRRIGUO LA ROVERE - BOSCHETTI PROGETTO DI NUOVA DERIVAZIONE D ACQUA DAL TORRENTE MONGIA AD USO ENERGETICO - RELAZIONE DI COMPATIBILITÀ IDRAULICA AI SENSI DEL R.D. 523/1904 - REGIONE PIEMONTE COMUNE DI FOSSANO PROVINCIA DI CUNEO PROGETTO

Dettagli

COMUNE DI PAVIA STUDIO PER LA DEFINIZIONE DELLA COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI PAVIA STUDIO PER LA DEFINIZIONE DELLA COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI PAVIA STUDIO PER LA DEFINIZIONE DELLA COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO (L.R. 11/03/2005, N.12; D.G.R. 28/05/2008, N.8/7374) DESCRIZIONE DEL RETICO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. UBICAZIONE E STATO DI FATTO L area interessata è localizzata a Ovest del capoluogo lungo il corso del rio Stanavazzo.

RELAZIONE TECNICA. UBICAZIONE E STATO DI FATTO L area interessata è localizzata a Ovest del capoluogo lungo il corso del rio Stanavazzo. RELAZIONE TECNICA Il Comune di Predosa ha conferito incarico ai sottoscritti ing. Italo BRUNO con recapito in Novi Ligure Via Manzoni n. 14. per la redazione del progetto di Consolidamento ponte e difesa

Dettagli

CENTRALE IDROELETTRICA SUL TORRENTE "TORRE" "ZOMPITTA" COMUNE DI REANA DEL ROIALE (UD) RELAZIONE TECNICA-IDRAULICA RELAZIONE INTEGRATIVA

CENTRALE IDROELETTRICA SUL TORRENTE TORRE ZOMPITTA COMUNE DI REANA DEL ROIALE (UD) RELAZIONE TECNICA-IDRAULICA RELAZIONE INTEGRATIVA CENTRALE IDROELETTRICA SUL TORRENTE "TORRE" "ZOMPITTA" COMUNE DI REANA DEL ROIALE (UD) RELAZIONE TECNICA-IDRAULICA RELAZIONE INTEGRATIVA (a seguito della nota con prot. n. SIDR 25336/31128 IPD 6404 della

Dettagli

IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUL TORRENTE ELVELLA

IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUL TORRENTE ELVELLA GREEN ENERGY S.r.l. Vicolo del Divino Amore n 2/C, 00047 Marino (RM) IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUL TORRENTE ELVELLA Comune di Acquapendente (VT) DOMANDA DI CONCESSIONE DI DERIVAZIONE Ai sensi dell

Dettagli

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione...

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... Sommario 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 4 Pagina 1 di 6 1. Premessa Il recupero funzionale della conca di navigazione

Dettagli

Assessorato Sviluppo della montagna e foreste - Opere pubbliche - Difesa del suolo Direzione Opere Pubbliche

Assessorato Sviluppo della montagna e foreste - Opere pubbliche - Difesa del suolo Direzione Opere Pubbliche TABELLA "CANONI DI CONCESSIONE PER UTILIZZO DI PERTINENZE IDRAULICHE" (ART. 1, COMMA 1, LETTERA C DELLA L.R. 12/2004) INTEGRATA DALL ALLEGATO A DEL D.P.G.R. 6/12/2004, n. 14/R) (n.b. le note integrative

Dettagli

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Sessione anno 1990 Prima prova scritto-grafica A confine con una strada di un centro

Dettagli

IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUD SUL TORRENTE ELVELLA

IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUD SUL TORRENTE ELVELLA GREEN ENERGY S.r.l. Vicolo del Divino Amore n 2/C, 00047 Marino (RM) IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUD SUL TORRENTE ELVELLA Comune di Acquapendente (VT) DOMANDA DI CONCESSIONE DI DERIVAZIONE Ai sensi

Dettagli

ISTRUTTORIA AI FINI ESPROPRIATIVI IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX D.LGS. 387/2003

ISTRUTTORIA AI FINI ESPROPRIATIVI IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX D.LGS. 387/2003 ISTRUTTORIA AI FINI ESPROPRIATIVI IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE UNICA EX D.LGS. 387/2003 PLICO DISPONIBILITA' DELLE AREE MODALITA' DI PREDISPOSIZIONE In relazione a quanto dichiarato nell'istanza

Dettagli

P.O.R. CAMPANIA 2000 2006 RISTRUTTURAZIONE DELLA RETE PRIMARIA E SECONDARIA DEL COMPRENSORIO IRRIGUO DEL TENZA E

P.O.R. CAMPANIA 2000 2006 RISTRUTTURAZIONE DELLA RETE PRIMARIA E SECONDARIA DEL COMPRENSORIO IRRIGUO DEL TENZA E P.O.R. CAMPANIA 2000 2006 RISTRUTTURAZIONE DELLA RETE PRIMARIA E SECONDARIA DEL COMPRENSORIO IRRIGUO DEL TENZA E COLLEGAMENTO CON IL BACINO DEL CASTRULLO REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO IDROELETTRICO IN LOCALITA

Dettagli

COMUNE DI MONTE SAN VITO

COMUNE DI MONTE SAN VITO COMUNE DI MONTE SAN VITO PROGETTO DEFINITIVO DEL NUOVO COLOMBARIO CIMITERIALE IN AMPLIAMENTO DELL ESISTENTE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE RELAZIONE GENERALE SITO EDIFICIO: Monte San Vito presso il Cimitero

Dettagli

ESITO PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE N. 51

ESITO PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE N. 51 Registro Ufficio Valutazione Impatto Ambientale n. 51 Medaglia d'oro al Valore Civile ESITO PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE N. 51 DIREZIONE SERVIZI A CITTADINI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO

RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO Il gas metano sarà addotto, per ogni piano, con tubazione come le tavole allegate mostrano esterne al fabbricato e ad esso ancorate a vista. La rete principale sarà

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SERDIANA PROVINCIA DI CAGLIARI Relazione tecnica Oggetto: Progetto per la costruzione di una cabina Enel di trasformazione a 15KV/400V in elementi prefabbricati da realizzarsi nel terreno sito

Dettagli

CITTA DI PINEROLO CRONOPROGRAMMA ALLEGATO ALLE VERIFICHE DI PRGC. Scheda n 1 AREE 1 E 2. Scala 1:5000

CITTA DI PINEROLO CRONOPROGRAMMA ALLEGATO ALLE VERIFICHE DI PRGC. Scheda n 1 AREE 1 E 2. Scala 1:5000 Scheda n 1 AREE 1 E 2 Area 1: potrebbe essere utilizzata dopo l avvenuta realizzazione delle opere di difesa spondale a monte del nuovo ponte Chisone; dovrà inoltre essere eseguito un argine sul limite

Dettagli

Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto. Presentazione delle attività svolte

Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto. Presentazione delle attività svolte Centrale idroelettrica di Rendelstein Rinnovamento dell impianto Presentazione delle attività svolte COMMITTENTE e CLIENTE FINALE: Rendelstein G.m.b.H. S.r.l. pag. 1 di 20 1 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO 3

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO IDROELETTRICO SUL RIO COMBAFERE LOCALITA' B.TA PALUCH - PEROLAR Documentazione ai sensi del D.lgs.387/03

PROGETTO DI IMPIANTO IDROELETTRICO SUL RIO COMBAFERE LOCALITA' B.TA PALUCH - PEROLAR Documentazione ai sensi del D.lgs.387/03 REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI DEMONTE PROGETTO DI IMPIANTO IDROELETTRICO SUL RIO COMBAFERE LOCALITA' B.TA PALUCH - PEROLAR Documentazione ai sensi del D.lgs.387/03 Piano di gestione e manutenzione

Dettagli

C.U.P. D61H13001010001 N ELABORATO (DOCUMENT N )

C.U.P. D61H13001010001 N ELABORATO (DOCUMENT N ) c_2014 C. I.M. M.B. Progetto esecutivo REV. DATA (DATE) REDATTO (DRWN.BY) FUNZIONE O SERVIZIO (DEPARTMENT) CONTROL. (CHCK D) APPROVATO (APPR D) DESCRIZIONE (DESCRIPTION) INGEGNERIA ENERGIA - PROGETTAZIONE

Dettagli

Fallimento INDALSAN S.r.l. Sentenza n 06/03

Fallimento INDALSAN S.r.l. Sentenza n 06/03 Fallimento INDALSAN S.r.l. Sentenza n 06/03 1. Descrizione generale I beni, rientranti nella massa fallimentare, sono ubicati sul lotto: indicato come 2S Tav 3 Zonizzazione dal P.I.P di C/da Olivola; contraddistinto

Dettagli

Esercizi sulla formulazione di motivazioni della scelta del sito

Esercizi sulla formulazione di motivazioni della scelta del sito Esercizi sulla formulazione di motivazioni della scelta del sito Lugano, 17 aprile 2012 1 Svolgimento Introduzione Esercizi sulla formulazione di motivazioni della scelta del sito in base a casi pratici

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

INDICE. 1 - Premessa...2. 2 - Determinazione della portata massima di verifica...3. 3 - Teoria delle correnti a pelo libero...4

INDICE. 1 - Premessa...2. 2 - Determinazione della portata massima di verifica...3. 3 - Teoria delle correnti a pelo libero...4 1 INDICE 1 - Premessa...2 2 - Determinazione della portata massima di verifica...3 3 - Teoria delle correnti a pelo libero...4 4 - Studio idraulico dei tratti interessati...6 4.1 - Tratto 1: a monte dell

Dettagli

LAVORI OPERE SOGGETTE A RIBASSO LAVORI PREPARATORI

LAVORI OPERE SOGGETTE A RIBASSO LAVORI PREPARATORI Computo metrico estimativo pag. 1 di 5 LAVORI OPERE SOGGETTE A RIBASSO LAVORI PREPARATORI 1 47 Sfalcio meccanico di vegetazione spontanea eterogenea costituita in prevalenza da canne e cespugli pulizia

Dettagli

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO)

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO) INDICE 1 Premessa...2 2 Caratteristiche del sistema edilizio...3 3 Impianti previsti...4 3.1 IMPIANTI FLUIDOMECCANICI ED AFFINI...4 3.1.1 IMPIANTI IDROSANITARI E PER SMALTIMENTO ACQUE...4 3.1.2 IMPIANTI

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA

COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA FAQ SUL BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE PROCEDURA APERTA, DEI SERVIZI ASSICURATIVI DELL ENTE PER IL PERIODO DAL 30.09.2015 AL 30.09.2019 Aggiornamento del 06.07.2015

Dettagli

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008

Impianti telefonici interni (Scheda) IMPIANTI TELEFONICI INTERNI. Ultimo aggiornamento: 1 apr. 2008 IMPIANTI TELEFONICI INTERNI Sistema di alimentazione: Le società telefoniche, con le quali occorre prendere accordi, forniscono un armadietto unificato (420x140x70 mm) con sportello a serratura, per la

Dettagli

COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI PIETRAMELARA PROVINCIA DI CASERTA PROGETTO/DIMENSIONAMENTO E VERIFICA IMPIANTO ELETTRICO A SERVIZIO DELL EDIFICIO COMUNALE DA DESTINARE AD ASILO NIDO -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

AREA VIABILITA. Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Viabilità III

AREA VIABILITA. Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Viabilità III ALL. 11 HD5_TESTALINODOC_R EV00 AREA VIABILITA Servizio Progettazione ed Esecuzione Interventi Viabilità III S.P. n. 32 di VIÙ - CONSOLIDAMENTO MURO DI SOTTOSCARPA IN LOCALITÀ FUCINE. UFFICI TECNICI DEL

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. La presente relazione tecnica illustra gli interventi che si intendono

RELAZIONE TECNICA. La presente relazione tecnica illustra gli interventi che si intendono RELAZIONE TECNICA PREMESSA La presente relazione tecnica illustra gli interventi che si intendono effettuare nei locali ad uso ufficio realizzati in Via del Commercio 27, di proprietà Anconambiente S.p.a.

Dettagli

CONTENUTI ING. MARCO CIMARELLI

CONTENUTI ING. MARCO CIMARELLI CONTENUTI PREMESSA... 2 DESCRIZIONE STATO ATTUALE DEI LUOGHI E DEL PROGETTO... 2 INQUADRAMENTO TERRITORIALE E VINCOLISTICO... 4 DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO E DELLE OPERE CIVILI... 5 Opere di ricostruzione

Dettagli

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione

Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione REGOLAMENTO DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO SEZIONE C SERVIZI FOGNATURA E DEPURAZIONE Allegato 1 Moduli richiesta allacciamento ed esonero da pagamento degli oneri di fognatura e depurazione Approvato dall'assemblea

Dettagli

Gestione del reticolo idraulico nelle aree urbanizzate

Gestione del reticolo idraulico nelle aree urbanizzate Gestione del reticolo idraulico nelle aree urbanizzate Milano, 21 novembre 2012 Ing. Gaetano LA MONTAGNA Resp. Uff. Op. AIPO Milano Bacino del fiume Po Il reticolo idraulico milanese nel XII secolo Il

Dettagli

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento...

0 SOMMARIO... 2. 2 PROGETTO DELLA SOLUZIONE SELEZIONATA... 4 2.1 Descrizione della soluzione selezionata... 4 2.2 Fattibilità dell'intervento... INDICE 0 SOMMARIO... 2 FINALITÀ DELL'INTERVENTO E SCELTA DELLE ALTERNATIVE PROGETTUALI:... 3. Descrizione delle motivazioni giustificative della necessità dell'intervento e delle finalità che si prefigge

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IN CARNIA

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IN CARNIA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IN CARNIA GENERALITA I problemi legati alla produzione di energia elettrica in Carnia trovano attualmente soluzione su due fronti: IDROELETTRICA DA BIOMASSA ENERGIA IDROELETTRICA

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

SEZIONE I TEMPI E COSTI MEDI DI REALIZZAZIONE 2

SEZIONE I TEMPI E COSTI MEDI DI REALIZZAZIONE 2 Ed. 4.0 - I1/10 SEZIONE I TEMPI E COSTI MEDI DI REALIZZAZIONE 2 I.1 TEMPI MEDI DI ESECUZIONE DELLE FASI REALIZZATIVE DELLA SOLUZIONE DI CONNESSIONE IN ALTA TENSIONE 2 I.2 COSTI UNITARI PER TIPOLOGIA DI

Dettagli

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza

ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza ALLEGATO C1 Classificazione degli impianti idroelettrici in base alla potenza Classificazione Portata d acqua Salto lordo Potenza netta Piccola taglia < 10 m 3 /s < 50 m < 5 kw (pico centrali) < 100 kw

Dettagli

R.D. 523/1904, D.P.G.R.

R.D. 523/1904, D.P.G.R. REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Codice A18110 D.D. 11 giugno 2015, n. 1392 R.D. 523/1904, D.P.G.R. 06.12.2004 n. 14/R e s.m.i. Autorizzazione idraulica n. 35/15 relativa alla posa di un tritubo in PEHD

Dettagli

TESTI DEGLI ESAMI DI IDRODINAMICA DAL 5 aprile 2007 AL 22 febbraio 2012

TESTI DEGLI ESAMI DI IDRODINAMICA DAL 5 aprile 2007 AL 22 febbraio 2012 TESTI DEGLI ESAMI DI IDRODINAMICA DAL 5 aprile 2007 AL 22 febbraio 2012 Facolta di Ingegneria Università degli Studi di Trento Trento, 12 marzo 2012 ESAME IDRODINAMICA 5 aprile 2007 A valle di un bacino

Dettagli

"Incuranti delle proteste dei Comitati cittadini -della legislazione Nazionale e dei regolamenti urbanistici Comunali la Regione

Incuranti delle proteste dei Comitati cittadini -della legislazione Nazionale e dei regolamenti urbanistici Comunali la Regione Il Mini Idroelettrico Ing., PhD con il contributo dell Ing. David Casini Chi sono Il nostro rapporto con l energia Fonti Energetiche Rinnovabili "Incuranti delle proteste dei Comitati cittadini -della

Dettagli

Variazioni del profilo di fondo alveo

Variazioni del profilo di fondo alveo Assetto Schedatura morfologico dei tratti e idraulico fluviali Fiume: Crostolo Ordine: II sx/dx Po: Destra P Lunghezza tratto (Km): 9,0 Tratto: PO_49000 - CR_0000 confluenza Crostolo in Po - località Santa

Dettagli

Impianto idroelettrico

Impianto idroelettrico Opere idrauliche Alberto Berizzi, Dipartimento di Elettrotecnica Politecnico di Milano 1 Impianto idroelettrico Permette di sfruttare un salto e una portata per azionare un motore idraulico (turbina),

Dettagli

A4 INGEGNERIA STUDIO TECNICO ASSOCIATO Via Roma, 26 59100 PRATO. Gennaio 2012

A4 INGEGNERIA STUDIO TECNICO ASSOCIATO Via Roma, 26 59100 PRATO. Gennaio 2012 REALIZZAZIONE DI VIVAIO A PIENO CAMPO, VIABILITÀ A4 INGEGNERIA STUDIO TECNICO ASSOCIATO Via Roma, 26 59100 PRATO INTERPODERALE, LIVELLAMENTO Tel/Fax 0574.442523 DEI TERRENI E MODIFICA DEL RETICOLO DI DRENAGGIO

Dettagli

REGIONE LIGURIA PROVINCIA DI SAVONA. COMUNE di BOISSANO

REGIONE LIGURIA PROVINCIA DI SAVONA. COMUNE di BOISSANO REGIONE LIGURIA PROVINCIA DI SAVONA COMUNE di BOISSANO VARIANTE AL PIANO URBANISTICO COMUNALE, PER OPERE DI DEMOLIZIONE CON TRASFERIMENTO DELLA VOLUMETRIA AD ALTRO LOTTO E INCREMENTO DI VOLUME PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico RELAZIONE 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico L area oggetto del presente piano di lottizzazione è sita in località Marina del Comune di Rocca Imperiale (CS). Le particelle catastali interessate

Dettagli

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2

1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 INDICE pag. 1. OGGETTO...1 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE...2 2.1 PREMESSA... 2 2.2 CABINA MT/BT... 2 2.3 IMPIANTO DI TERRA... 3 2.4 QUADRI ELETTRICI... 3 2.5 DISTRIBUZIONE ELETTRICA... 5 2.6 APPARECCHI DI

Dettagli

La centrale idroelettrica di Roncovalgrande a Maccagno ( VA)

La centrale idroelettrica di Roncovalgrande a Maccagno ( VA) La centrale idroelettrica di Roncovalgrande a Maccagno ( VA) A cura della classe 3^ A Scuola secondaria di 1 grado di Castelveccana (coordinata dai docenti R. Cometti e A. Dumassi) a.s. 2013/2014 Centrale

Dettagli

Le CENTRALI IDROELETTRICHE degli ACQUEDOTTI di GENOVA 1883-2008

Le CENTRALI IDROELETTRICHE degli ACQUEDOTTI di GENOVA 1883-2008 Maria Pia Turbi Le CENTRALI IDROELETTRICHE degli ACQUEDOTTI di GENOVA 1883-2008 Groane, 13 giugno 2009 M. Turbi Centrali idroelettriche degli Acquedotti di Genova Carta delle isoiete della Liguria M. Turbi

Dettagli

Impianto Idroelettrico di Meduno

Impianto Idroelettrico di Meduno Impianto Idroelettrico di Meduno L IMPIANTO IDROELETTRICO DI MEDUNO DATI PRINCIPALI Anno d entrata in esercizio 1952 Gruppi di produzione: Bacino imbrifero complessivo 220 km² due, turbina Francis ad asse

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006.

RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. RELAZIONE TECNICA ALLEGATA ALLA DOMANDA D AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO D ACQUE DOMESTICHE D ORIGINE ABITATIVA. D.Lgs n 152 del 3 aprile 2006. Immobile sito nella frazione di, via, n, Censito in Catasto

Dettagli

PROVINCIA PESARO URBINO VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VIA CENTRALE IDROELETTRICA LUNANO

PROVINCIA PESARO URBINO VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VIA CENTRALE IDROELETTRICA LUNANO REGIONE MARCHE PROVINCIA PESARO URBINO COMUNE LUNANO VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA A VIA CENTRALE IDROELETTRICA LUNANO Impianto per la produzione di energia elettrica con derivazione di acqua in sponda

Dettagli

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI COSTABISSARA PROVINCIA DI VICENZA COSTRUZIONE DI UNA PISTA CICLOPEDONALE LUNGO VIA MARTIRI DELLA LIBERTA' PROGETTO DEFINITIVO - I STRALCIO TRATTO IN CORRISPONDENZA DEL MAPPALE 87 PIANO PARTICELLARE

Dettagli

IMPIANTO IDROELETTRICO DENOMINATO CALZAIOLO SUL TORRENTE PESA PROGETTO DEFINITIVO

IMPIANTO IDROELETTRICO DENOMINATO CALZAIOLO SUL TORRENTE PESA PROGETTO DEFINITIVO IMPIANTO IDROELETTRICO DENOMINATO CALZAIOLO SUL TORRENTE PESA COMUNE DI SAN CASCIANO IN VAL DI PESA PROVINCIA DI FIRENZE PROPONENTE: PROGETTO DEFINITIVO N ELABORATO: 5 TITOLO: DATA: Agosto 2015 PROGETTAZIONE:

Dettagli

PROCEDURE PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI, LICENZE E NULLA OSTA

PROCEDURE PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI, LICENZE E NULLA OSTA PROCEDURE PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI, LICENZE E NULLA OSTA Art. 1 : Oggetto delle concessioni e licenze Il presente documento, relativo alle opere pubbliche di bonifica, le opere idrauliche e le opere

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Rientrano i Consiglieri Massimo Collini e Roberto Failoni. IL CONSIGLIO COMUNALE ü Vista la richiesta della Società SET Distribuzione S.p.A. dd. 27.05.2009 prot. N. UPL/C 09056 11465, pervenuta al nostro

Dettagli

PROTEZIONE ANTICORROSIVA INTERNA CONDOTTA FORZATA

PROTEZIONE ANTICORROSIVA INTERNA CONDOTTA FORZATA IMPIANTO DI NATURNO PROTEZIONE ANTICORROSIVA INTERNA CONDOTTA FORZATA INTERVENTI DI RISANAMENTO ANNO 2001 PLANIMETRIA GENERALE IMPIANTO NATURNO DIGA IN TERRA ZONATA: h=65 m, quota1695 m s.l.m.; SERBATOIO

Dettagli

F.E.R. Caratteristiche tecniche delle opere - Vincoli ablativi.

F.E.R. Caratteristiche tecniche delle opere - Vincoli ablativi. Premessa F.E.R. Caratteristiche tecniche delle opere - Vincoli ablativi. L'art. 12 del D.Lgs. 387/2003 e s.m.i., nell'opera di razionalizzazione e semplificazione delle procedure autorizzative, attribuisce

Dettagli

COMPUTO METRICO. Olbia OT. adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 OGGETTO: COMUNE DI OLBIA COMMITTENTE: Data, 11/05/2015

COMPUTO METRICO. Olbia OT. adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 OGGETTO: COMUNE DI OLBIA COMMITTENTE: Data, 11/05/2015 Olbia OT pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: adeguamento dello svincolo di accesso ad Olbia S.S. 199 S.S. 125 COMMITTENTE: COMUNE DI OLBIA Data, 11/05/2015 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright

Dettagli

Fondazione Curzútt-San Barnárd Ponte tibetano Carasc

Fondazione Curzútt-San Barnárd Ponte tibetano Carasc Fondazione Curzútt-San Barnárd Ponte tibetano Carasc Filippini & Partner Ingegneria SA - 1-2 dicembre 2014 Via Iragna 11, 6710 Biasca FILIPPINI & PARTNER INGEGNERIA SA già G. Balmelli + A. Filippini Ponte

Dettagli

Fondazioni a platea e su cordolo

Fondazioni a platea e su cordolo Fondazioni a platea e su cordolo Fondazione a platea massiccia Una volta normalmente impiegata per svariate tipologie di edifici, oggi la fondazione a platea massiccia viene quasi esclusivamente adottata

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE. Il Responsabile del Servizio con Determina n.188 del 31/12/2009 incaricava il sottoscritto ingegnere per :

RELAZIONE TECNICA GENERALE. Il Responsabile del Servizio con Determina n.188 del 31/12/2009 incaricava il sottoscritto ingegnere per : RELAZIONE TECNICA GENERALE PREMESSE Il Responsabile del Servizio con Determina n.188 del 31/12/2009 incaricava il sottoscritto ingegnere per : a) Redazione del progetto esecutivo ed il coordinamento della

Dettagli

PIANO DI DISMISSIONE CON STIMA DEI COSTI DI DISMISSIONE

PIANO DI DISMISSIONE CON STIMA DEI COSTI DI DISMISSIONE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI PONTECHIANALE DERIVAZIONE IDROELETTRICA SUL TORRENTE FIUTRUSA Documentazione ai sensi del Regolamento regionale 10/R del 29 luglio 2003 e s.m.i. Valutazione

Dettagli

RESIDENZA MARAINI. Edificazione n. 4 appartamenti. Lugano - Mapp.2437. Via Maraini Sommaruga

RESIDENZA MARAINI. Edificazione n. 4 appartamenti. Lugano - Mapp.2437. Via Maraini Sommaruga RESIDENZA MARAINI Edificazione n. 4 appartamenti Lugano - Mapp.2437 Via Maraini Sommaruga INQUADRAMENTO Residenza MARAINI a LUGANO LOCALIZZAZIONE SEDIME LUGANO Via Maraini Sommaruga Mapp. 2437 Residenza

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE DOMESTICHE

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE DOMESTICHE danielemanni architetto COMMITTENZA: DOMUS VIVENS SRL RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUE REFLUE DOMESTICHE OGGETTO: PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA E RICONVERSIONE DI ATTIVITA (D.P.R.

Dettagli