CURA E ASSISTENZA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI E PROTESICI. Straumann Dental Implant System

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURA E ASSISTENZA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI E PROTESICI. Straumann Dental Implant System"

Transcript

1 CURA E ASSISTENZA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI E PROTESICI Straumann Dental Implant System

2

3 INDICE 1. Principi generali Grui di materiali e loro resistenza Riutilizzabilità 5 2. Prevenzione 7 3. Prima e durante l intervento 8 4. Detersione e disinfezione Principi Pretrattamento Pulizia Pulizia e disinfezione meccanica Pulizia e disinfezione manuale Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio Controllo Manutenzione Test funzionale Imballaggio Sterilizzazione Conservazione 19 Direttive importanti 20

4 1. Principi generali Un impianto può essere inserito con successo solo se gli strumenti sono precisi e sono stati sottoposti a regolare manutenzione. Straumann produce i propri strumenti partendo da materiali di alta qualità e con elevata precisione. Spetta all utente tenere puliti e idonei all uso gli strumenti chirurgici e protesici. Evitare la contaminazione da paziente a paziente è fondamentale e importante per le pratiche terapeutiche. Tutti gli strumenti devono essere puliti, disinfettati e sterilizzati prima di qualsiasi uso. Questo vale anche per il primo utilizzo dopo la consegna, come pure per dispositivi monouso forniti nello stato non sterile e che devono essere sterilizzati prima dell uso (fanno eccezione gli strumenti forniti sterili destinati all impiego monouso (ad es. frese monopaziente). Pulire e disinfettare lo strumento dopo la rimozione dall imballaggio protettivo di trasporto. Sterilizzare in base alle istruzioni di sterilizzazione nel foglio allegato alla confezione (vedere 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio ). Una pulizia e una disinfezione efficaci sono requisiti indispensabili per una sterilizzazione efficace. Le parti chirurgiche e protesiche (ad es. viti di chiusura e caette di guarigione) che rimangono nella cavità orale direttamente dopo l intervento devono essere sterilizzate seguendo le istruzioni di sterilizzazione nel foglio allegato alla confezione. Spetta all utente assicurare quanto segue: devono essere utilizzate solo procedure di pulizia, disinfezione e sterilizzazione sufficientemente convalidate, specifiche per l aarecchiatura o il dispositivo; l aarecchiatura utilizzata (dispositivo di disinfezione o sterilizzazione) deve essere sottoposta a manutenzione, controllata e tarata regolarmente. Oltre a queste istruzioni, osservare le normative giuridiche valide nel proprio paese, come pure le norme igieniche dello studio dentistico o dell ospedale. Nota Eseguire la manutenzione e pulire gli strumenti in base alle istruzioni raccomandate. Ogni strumento deve essere usato solo per l impiego previsto. 2

5 1.1 Grui di materiali e loro resistenza I grui seguenti identificano i materiali usati per gli strumenti Straumann e alcune sostanze da non usare come disinfettanti e detergenti. Per la pulizia e la sterilizzazione, gli strumenti devono essere separati in base a questi grui. In particolare, gli strumenti di materiali diversi non devono mai essere immersi insieme in un bagno liquido (in quanto questo comporterebbe un aumentato rischio di corrosione da contatto). Per ulteriori informazioni sul materiale di un dispositivo si rimanda alle istruzioni per l uso corrispondenti o al catalogo dei prodotti di Straumann. Acciaio inossidabile La resistenza alla corrosione dell acciaio inossidabile si genera con la formazione di uno strato passivo (strato di ossido di cromo) sulla sua superficie. Questo strato passivo è estremamente resistente ai numerosi materiali chimici e ai parametri fisici. Tuttavia, non è corretto pensare che l acciaio inossidabile non possa arrugginire. Anche questo materiale può essere intaccato da determinate condizioni esterne, come ad esempio l assenza di manutenzione o una manutenzione non corretta. L uso di disinfettanti e detergenti contenenti una o più delle seguenti sostanze non è raccomandato per l acciaio inossidabile: cloro, acido ossalico, perossido di idrogeno (H 2 O 2 ). In caso di mancata osservanza di questa indicazione, possono verificarsi corrosione ad alveoli e da contatto. Titanio Il titanio è un materiale estremamente resistente alla corrosione e alle condizioni esterne dovute all autossidazione della sua superficie. L uso di disinfettanti e detergenti contenenti una o più delle seguenti sostanze non è raccomandato per il titanio: cloro, acidi ossidanti (ad es. acido nitrico, acido solforico, acido ossalico), perossido di idrogeno (H 2 O 2 ). Questo materiale può scolorirsi in caso di mancata osservanza di questa indicazione. Alluminio L alluminio utilizzato per i nostri dispositivi è anodizzato (la superficie è rivestita di uno strato di ossido alicato per via anodica, con una conseguente resistenza maggiore alla corrosione del materiale). L uso di disinfettanti e detergenti acidi o alcalini con un valore ph che non rientra nel range accettabile di 5-9 non è raccomandato per l alluminio, in quanto questi prodotti possono distruggere lo strato di ossido, aumentando così la suscettività del materiale alla corrosione. 3

6 Plastica La plastica usata per i dispositivi Straumann è estremamente resistente e può essere sterilizzata a temperature fino a 134 C. L uso di disinfettanti e detergenti contenenti una o più delle seguenti sostanze non è raccomandato per la plastica: solventi organici (alcol, eteri, chetoni e benzine), perossido di idrogeno (H 2 O 2 ), aldeide, alogeni (cloro, iodio, bromo). La plastica può deformarsi e distruggersi in caso di mancata osservanza di questa indicazione. In conclusione Al momento della scelta di detergenti e disinfettanti, assicurarsi che non contengano le sostanze seguenti: acidi organici, minerali e ossidanti (valore ph minimo consentito pari a 5); alcali forti (valore ph massimo consentito pari a 9, sono consigliati detergenti lievemente alcalini); solventi organici (ad es. alcol, eteri, chetoni, benzine); sostanze di ossidazione (ad es. perossido di idrogeno); alogeni (cloro, iodio, bromo); idrocarburi aromatici/alogenizzati; sali di metalli pesanti; aldeidi. Attenzione Non pulire mai gli strumenti e le cassette di sterilizzazione con spazzole metalliche o lana d acciaio. Tutti gli strumenti e le cassette di sterilizzazione non possono essere esposti a temperature superiori a 134 C. 4

7 1.2 Riutilizzabilità La lavorazione frequente ha effetti minori sugli strumenti. La fine del ciclo di vita di un prodotto è normalmente determinata dall usura e dal danneggiamento dovuto all uso (gli strumenti di taglio raresentano un eccezione vedere sotto). Pertanto, gli strumenti possono essere riutilizzati dopo la dovuta manutenzione, a condizione che non siano danneggiati o contaminati. Non usare gli strumenti dopo il termine del ciclo di vita effettivo del prodotto e non usare strumenti danneggiati e/o contaminati. Strumenti di taglio Se sottoposti alla dovuta manutenzione e a condizione che non siano danneggiati e contaminati, gli strumenti di taglio possono essere riutilizzati fino a un massimo di 10 volte (1 volta = posizionamento di 1 impianto); qualsiasi ulteriore uso oltre questo numero o l impiego di strumenti danneggiati e/o contaminati non è consentito. Tenere una lista di controlli per questi strumenti, su cui registrare il numero di utilizzi. A questo scopo, è disponibile la scheda di registrazione degli interventi chirurgici Straumann Surgery Tracking Sheet (n. articolo ). 5

8 Massima frequenza d impiego per gli strumenti di taglio (N. art ) Articolo N. art. Dimensioni Frequenza d impiego Fresa a rosetta Ø 1,4 mm Fresa a rosetta Ø 2,3 mm Fresa a rosetta Ø 3,1 mm Fresa pilota Ø 2,2 mm, corta Fresa pilota Ø 2,2 mm, lunga Fresa pilota Ø 2,8 mm, corta Fresa pilota Ø 2,8 mm, lunga Fresa a spirale PRO Ø 3,5 mm, corta Fresa a spirale PRO Ø 3,5 mm, lunga Fresa a spirale PRO Ø 4,2 mm, corta Fresa a spirale PRO Ø 4,2 mm, lunga Fresa svasata SP, RN Ø 2,8 mm, corta Fresa svasata SP, RN Ø 2,8 mm, lunga Fresa svasata SP, RN Ø 3,5 mm, corta Fresa svasata SP, RN Ø 3,5 mm, lunga Fresa svasata SP, WN Ø 4,2 mm, corta Fresa svasata SP, WN Ø 4,2 mm, lunga Fresa svasata TE, RN Ø 2,8 mm, corta Fresa svasata TE, RN Ø 2,8 mm, lunga Fresa svasata TE, RN Ø 3,5 mm, corta Fresa svasata TE, RN Ø 3,5 mm, lunga Fresa svasata TE, WN Ø 4,2 mm, corta Fresa svasata TE, WN Ø 4,2 mm, lunga Fresa svasata BL/NNC Ø 3,3 mm, corta Fresa svasata BL/NNC Ø 3,3 mm, lunga Fresa svasata BL Ø 4,1 mm, corta Fresa svasata BL Ø 4,1 mm, lunga Fresa svasata BL Ø 4,8 mm, corta Fresa svasata BL Ø 4,8 mm, lunga Maschiatore S/SP per cricchetto Ø 3,3 mm, corto Maschiatore S/SP per cricchetto Ø 3,3 mm, lungo Maschiatore S/SP per adattatore Ø 3,3 mm Maschiatore S/SP per cricchetto Ø 4,1 mm, corto Maschiatore S/SP per cricchetto Ø 4,1 mm, lungo Maschiatore S/SP per adattatore Ø 4,1 mm Maschiatore S/SP per cricchetto Ø 4,8 mm, corto Maschiatore S/SP per cricchetto Ø 4,8 mm, lungo Maschiatore S/SP per adattatore Ø 4,8 mm Maschiatore BL/TE/NNC per adattatore Ø 3,3 mm Maschiatore BL/TE per adattatore Ø 4,1 mm Maschiatore BL/TE per adattatore Ø 4,8 mm 6 Nota L alta qualità dei materiali e della lavorazione della fresa, del maschiatore e della fresa svasata ne consente l impiego ripetuto, fino a un massimo di 10 volte, solo se si seguono in modo corretto e scrupoloso le norme di manutenzione (vedere anche Cura e assistenza degli strumenti chirurgici e protesici ). Maggiori informazioni nel sito

9 2. Prevenzione Tutti i residui chirurgici che aderiscono e si essiccano sugli strumenti (incrostazioni) sono causa di corrosione. Anche l esposizione degli strumenti all umidità per periodi di tempo prolungati ne comporta il danneggiamento! Possibili danni iniziali e sulementari e loro cause: Causa Sangue, pus, secrezione, residui tissutali, residui ossei Danneggiamento Corrosione, ruggine Soluzione fisiologica, tinture di iodio, acqua non adatta, detergenti e disinfettanti non adeguati e/o utilizzati in modo errato Lana d acciaio, spazzole d acciaio Contatto tra strumenti di diversi materiali metallici Corrosione ad alveoli, scolorimento Corrosione da contatto, distruzione della superficie del materiale, eliminazione dello strato di ossido e aumentata suscettività alla corrosione Corrosione da contatto Sovraccarico degli strumenti Le superfici di taglio si spuntano, si danneggiano p aumentata suscettività alla corrosione Contatto reciproco degli strumenti Danneggiamento degli strumenti, soprattutto delle superfici di taglio p aumentata suscettività alla corrosione Impurità nello sterilizzatore, ad es. a causa di strumenti già corrosi o di manutenzione impropria dello sterilizzatore Ruggine iniziale: contaminazione di strumenti integri con ruggine Asciugatura insufficiente degli strumenti Corrosione, ruggine 7 misure che contribuiscono a evitare problemi di maggiore portata: 1. Impiegare ogni strumento solo per l uso previsto. 2. Non lasciare mai essiccare residui chirurgici (sangue, secrezioni, residui tissutali) sullo strumento; eliminarli immediatamente dopo l intervento. 3. Rimuovere con cura le incrostazioni utilizzando solo spazzole a setole morbide. Smontare gli strumenti e pulire a fondo le cavità. 4. Non disinfettare mai, pulire (anche a ultrasuoni) o sterilizzare insieme strumenti realizzati con materiali diversi. 5. Impiegare esclusivamente detergenti o disinfettanti specifici per il materiale e seguire le istruzioni per l uso dei produttori. 6. Eliminare disinfettanti e detergenti sciacquando con abbondante acqua. 7. Non lasciare o conservare mai gli strumenti umidi o bagnati. 7

10 3. Prima e durante l intervento Principio di base: impiegare ogni strumento solo per l uso previsto. Assicurarsi che tutti gli strumenti contaminati vengano raccolti separatamente. Non riposizionarli nella cassetta per strumenti per evitare di contaminare la cassetta per strumenti riempita. Gli strumenti contaminati possono essere riposti con attenzione sul coperchio della Ultrasonic Cleaning Cassette (n. articolo ) o un contenitore simile. Gli strumenti possono danneggiarsi in caso di manipolazione impropria, ad esempio se vengono gettati nel contenitore. Tuttavia, il coperchio della Ultrasonic Cleaning Cassette non è adeguato come suorto per gli strumenti necessari durante l intervento, poiché il coperchio non può essere sterilizzato e quindi potrebbe comportare la contaminazione degli strumenti sterilizzati. Gli strumenti danneggiati e/o spuntati devono essere suddivisi e disinfettati, puliti e smaltiti separatamente. Pulire gli strumenti contaminati al più presto possibile (entro due (2) ore al massimo). 8

11 4. Detersione e disinfezione 4.1 Principi Se possibile, utilizzare un metodo meccanico (dispositivo di disinfezione) per la pulizia e la disinfezione. Usare un metodo manuale solo se non è disponibile un metodo meccanico, data la sua efficacia e riproducibilità chiaramente inferiori. Questo vale anche in caso d uso di un bagno a ultrasuoni. Eseguire il pretrattamento nella pulizia sia manuale, sia meccanica! È importante usare abbigliamento protettivo durante la pulizia di strumenti contaminati. Per la propria sicurezza, indossare sempre occhiali protettivi, una mascherina, guanti, ecc. durante tutte le attività. 4.2 Pretrattamento Eliminare le impurità più grosse dagli strumenti direttamente dopo l uso (entro due (2) ore al massimo). Suddividere gli strumenti per grui di materiale (vedere il paragrafo 1.1 Grui di materiali e loro resistenza ) e pulire, disinfettare e sterilizzare questi grui separatamente. Smontare gli strumenti multipli nelle singole parti rispettive (ad es. cricchetto). Immergere gli strumenti in un bagno d acqua o in una soluzione disinfettante; il disinfettante deve essere privo di aldeidi (in caso contrario, il sangue di contaminazione può fissarsi), di efficacia testata (ad es. VAH 1 /DGHM 2 ), adatto per la disinfezione degli strumenti e compatibile con gli strumenti (vedere il paragrafo 1.1 Grui di materiali e loro resistenza ). Non mettere mai insieme strumenti realizzati con materiali diversi. Usare solo una spazzola a setole morbide e un panno morbido pulito da destinare esclusivamente a questo impiego. Non usare mai spazzole con setole metalliche o lana d'acciaio per la rimozione manuale delle impurità. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per cinque (5) volte utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). Spostare in avanti e indietro le parti mobili diverse volte durante la pulizia preliminare. Si noti che il disinfettante utilizzato nel pretrattamento serve solo per la propria protezione e non può sostituire la fase di disinfezione da eseguire successivamente dopo la pulizia! 1 VAH Verbund für Angewandte Hygiene E.V Associazione per l igiene alicata 2 DGHM Deutsche Gesellschaft für Hygiene und Mikrobiologie Associazione tedesca per l igiene e la microbiologia 9

12 Smontaggio del cricchetto (n. articolo ) Per un funzionamento adeguato, il cricchetto deve essere smontato immediatamente dopo l uso e, se possibile, deve essere pulito immediatamente. Per smontare il cricchetto, allentare la vite di copertura con lo strumento di servizio per cricchetto (n. articolo ) e svitare il bullone del cricchetto

13 4.3 Pulizia Pulizia e disinfezione meccanica Pulizia e disinfezione con uno strumento di disinfezione/unità di pulizia e disinfezione Al momento della scelta del dispositivo di disinfezione, verificare quanto segue: lo strumento di disinfezione deve avere un efficacia testata (ad es. DGHM 1 ). Se possibile, usare un programma di disinfezione termica testato (valore A 0 > 3000 oure per unità più vecchie almeno 5 minuti a 90 C) (rischio di residui di disinfettante sugli strumenti nella disinfezione chimica). Il programma usato per gli strumenti deve essere adeguato e prevedere cicli di risciacquo sufficienti. Usare solo acqua sterile o a basso contenuto di germi (max. 10 germi/ml), come pure a basso contenuto di endotossine (max. 0,25 unità di endotossine/ml) (ad es. acqua purificata/altamente purificata). L aria usata per l asciugatura deve essere filtrata. Lo strumento di disinfezione deve essere sottoposto a manutenzione e controllato a scadenze regolari. Al momento della scelta del sistema di detersione, verificare quanto segue: Il sistema deve essere fondamentalmente adeguato per la pulizia di strumenti di metallo e plastica. Salvo che la disinfezione sia termica, usare un disinfettante dall efficacia testata (ad es. DGHM 1 /VAH 2 ). Il disinfettante deve essere compatibile con i detergenti. Le sostanze chimiche usate devono essere compatibili con gli strumenti ( vedere il paragrafo 1.1 Grui di materiali e loro resistenza ). Nota Seguire sempre le istruzioni indicate dal produttore del detergente, disinfettante o dispositivo di disinfezione. 1 DGHM Deutsche Gesellschaft für Hygiene und Mikrobiologie Associazione tedesca per l igiene e la microbiologia 2 VAH Verbund für Angewandte Hygiene E.V Associazione per l igiene alicata 11

14 Procedura 1. Inserire gli strumenti smontati nel dispositivo di disinfezione, in modo che le giunzioni siano aperte e che l acqua possa passare attraverso cannule e fori ciechi. Assicurarsi che gli strumenti non si tocchino tra loro. Collegare tutte le cavità degli strumenti che possono essere sciacquate ai raccordi di risciacquo del dispositivo di disinfezione utilizzando un adattatore di risciacquo adeguato. 2. Avviare il programma. 3. Togliere gli strumenti dal dispositivo di disinfezione dopo la fine del programma. 4. Controllare e imballare gli strumenti il più rapidamente possibile dopo la rimozione (vedere il paragrafo 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio ). Se è necessario asciugare ulteriormente gli strumenti, farlo in una postazione pulita Pulizia e disinfezione manuale Al momento della scelta di detergenti e disinfettanti, verificare quanto segue: i prodotti devono essere fondamentalmente adeguati per la pulizia di strumenti di metallo e plastica. Il detergente (se utilizzato) deve essere adeguato per la pulizia a ultrasuoni (non schiumogeno). Utilizzare un disinfettante dall efficacia testata (ad es. VAH 1 /DGHM 2 ). Il disinfettante è compatibile con i detergenti. Le sostanze chimiche usate devono essere compatibili con gli strumenti (vedere il paragrafo 1.1 Grui di materiali e loro resistenza ). Nota Non usare detergenti/disinfettanti combinati. Attenersi rigorosamente alle concentrazioni e ai tempi d azione dichiarati dal produttore del detergente e del disinfettante. Usare solo soluzioni aena preparate, acqua sterile o a basso contenuto di germi (max. 10 germi/ml), come pure a basso contenuto di endotossine (max. 0,25 unità di endotossine/ml) (ad es. acqua purificata/altamente purificata) o solo aria filtrata per l asciugatura. Nota Seguire sempre le istruzioni per l uso dei produttori di detergenti e disinfettanti. 1 VAH Verbund für Angewandte Hygiene E.V Associazione per l igiene alicata 12 2 DGHM Deutsche Gesellschaft für Hygiene und Mikrobiologie Associazione tedesca per l igiene e la microbiologia

15 Procedura A: Pulizia in bagno a ultrasuoni con la Ultrasonic Cleaning Cassette 1. Inserire gli strumenti smontati nella Ultrasonic Cleaning Cassette (n. articolo ). Assicurarsi che gli strumenti non si tocchino tra loro. In questo caso, gli strumenti non devono essere realizzati con materiali diversi. Per migliorare l effetto pulente del bagno a ultrasuoni, si consiglia di eseguire la pulizia senza il coperchio. 2. Togliere gli strumenti dalla Ultrasonic Cleaning Cassette dopo la pulizia e sciacquare a fondo con acqua per almeno tre (3) volte. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per tre (3) volte utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 3. Controllare gli strumenti (vedere il paragrafo 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio ). Disinfezione: 4. Immergere gli strumenti smontati, puliti e controllati nel bagno di disinfezione per il tempo d'azione specificato. Assicurarsi che tutti gli strumenti siano sufficientemente coperti dalla soluzione disinfettante e che gli strumenti non si tocchino tra loro. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per tre (3) volte all'inizio o alla fine del tempo d'azione, utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 5. Togliere quindi gli strumenti dal bagno disinfettante e sciacquarli a fondo con acqua per almeno cinque (5) volte. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per cinque (5) volte utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 6. Asciugare gli strumenti dentro e fuori con aria compressa filtrata. 7. Imballare gli strumenti il più rapidamente possibile dopo la rimozione (vedere il paragrafo 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio ). Se è necessario asciugare ulteriormente gli strumenti, farlo in una postazione pulita. 13

16 Uso della Ultrasonic Cleaning Cassette Gli strumenti chirurgici usati possono essere immersi nel bagno a ultrasuoni della Ultrasonic Cleaning Cassette (n. articolo , vedere sotto). Pulire manualmente la Ultrasonic Cleaning Cassette con acqua prima di utilizzarla per la prima volta. Gli strumenti chirurgici usati devono essere pretrattati eliminando le impurità più grosse prima della pulizia nel bagno a ultrasuoni (vedere il paragrafo 4.2 Pretrattamento ), soprattutto se i residui di sangue si sono già essiccati. La pulizia corretta può essere eseguita solo in questo modo. Per migliorare l effetto pulente, si consiglia di eseguire la pulizia senza il coperchio. La sterilizzazione degli strumenti nella cassetta a ultrasuoni non è consentita. 14

17 Procedura B: Pulizia senza suorto a ultrasuoni 1. Immergere gli strumenti smontati nel bagno detergente per il tempo d azione specificato, in modo che gli strumenti siano sufficientemente coperti (se necessario, sfregarli con cura con una spazzola a setole morbide). Assicurarsi che gli strumenti non si tocchino tra loro. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per tre (3) volte all'inizio o alla fine del tempo d'azione, utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 2. Togliere quindi gli strumenti dal bagno detergente e sciacquarli a fondo con acqua per almeno tre (3) volte. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per tre (3) volte utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 3. Controllare gli strumenti (vedere il paragrafo 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio ). Disinfezione: 4. Immergere gli strumenti smontati, puliti e controllati nel bagno di disinfezione per il tempo d'azione specificato. Assicurarsi che tutti gli strumenti siano sufficientemente coperti dalla soluzione disinfettante e che gli strumenti non si tocchino tra loro. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per tre (3) volte all'inizio o alla fine del tempo d'azione, utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 5. Togliere quindi gli strumenti dal bagno disinfettante e sciacquarli a fondo con acqua per almeno cinque (5) volte. Sciacquare tutte le cavità degli strumenti per cinque (5) volte utilizzando una siringa monouso (volume minimo di 20 ml). 6. Asciugare gli strumenti dentro e fuori con aria compressa filtrata. 7. Imballare gli strumenti il più rapidamente possibile dopo la rimozione (vedere il paragrafo 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio ). Se è necessario asciugare ulteriormente gli strumenti, farlo in una postazione pulita. 15

18 5. Controllo, manutenzione, test funzionale e imballaggio 5.1 Controllo Dopo la pulizia o la pulizia/disinfezione, verificare che tutti gli strumenti non presentino corrosione, superfici danneggiate, scheggiature e contaminazione e scartare gli strumenti danneggiati (per la limitazione numerica del riutilizzo, vedere il paragrafo 1.2 Riutilizzabilità ). Controllare con cura soprattutto le aree critiche quali strutture delle impugnature, giunzioni e fori ciechi. È possibile utilizzare una lente d ingrandimento un illuminazione diretta per una visibilità migliore. Sostituire anche gli strumenti con marchi/etichette illeggibili. Gli strumenti che sono ancora contaminati devono essere puliti e disinfettati di nuovo. Gli strumenti danneggiati, corrosi o usurati non devono venire a contatto con strumenti integri per evitare la corrosione da contatto. 5.2 Manutenzione Riassemblare gli strumenti smontati (vedere le istruzioni specifiche). Montaggio del cricchetto Inserire il bullone del cricchetto e stringerlo a mano. Stringere la vite di copertura con la chiave di guida. Facoltativo: assemblare l indicatore di distanza. Non usare oli per strumenti. Nel caso in cui sia necessario olio, usare esclusivamente oli per strumenti (olio bianco) arovati per la sterilizzazione a vapore e con biocompatibilità testata (prendendo in considerazione la temperatura di sterilizzazione massima alicata). 5.3 Test funzionale Gli strumenti devono essere sottoposti a un test funzionale. A questo scopo, assemblare gli strumenti multipli. È assolutamente necessario evitare l ulteriore contaminazione durante l assemblaggio. Test funzionale del cricchetto (n. articolo ) Il test funzionale del cricchetto si esegue con un cacciavite con testa per cricchetto, ad esempio. Inserire il cacciavite nel cricchetto. Girare il cricchetto trattenendo il cacciavite. Il cricchetto può girare solo nella direzione oosta a quella indicata dalla freccia sul pomello. In questo caso, è possibile percepire chiaramente un clic. Il cacciavite deve anch esso spostarsi nella direzione della freccia. Questo controllo deve essere eseguito per entrambe le posizioni della freccia sul pomello. 16

19 5.4 Imballaggio Se alicabile: suddividere gli strumenti puliti e disinfettati nella cassetta di sterilizzazione associata. Imballare gli strumenti o le cassette di sterilizzazione singolarmente o a coie in imballaggi di sterilizzazione monouso corrispondenti ai requisiti seguenti: idoneità per la sterilizzazione a vapore (resistenza termica fino ad almeno 137+, permeabilità al vapore sufficiente); protezione sufficiente degli strumenti o dell imballaggio di sterilizzazione contro danneggiamenti meccanici; DIN EN ISO/ANSI AAMI ISO Nota Le immagini a destra mostrano la cassetta completa con tutti gli strumenti. Normalmente, la cassetta è dotata solo degli strumenti richiesti da ogni cliente. Su ogni imballaggio di sterilizzazione deve essere aosta una fascetta indicatrice con la data della sterilizzazione e di scadenza. Questo contribuisce a indicare se e quando è stato sterilizzato il materiale. 1 DIN EN ISO/ANSI AAMI ISO Imballaggi per dispositivi medici sterilizzati terminalmente 17

20 6. Sterilizzazione Per la sterilizzazione, possono essere utilizzati solo i metodi di sterilizzazione elencati sotto; non sono ammessi altri metodi di sterilizzazione. Sterilizzazione a vapore Metodo a vuoto frazionato o metodo a gravitazione 1 (con asciugatura del dispositivo sufficiente). Sterilizzatore a vapore conforme alla norma DIN EN oure DIN EN Validazione conforme alla norma DIN EN ISO (ex: DIN EN 554/ ANSI AAMI ISO 11134) (valutazione della IQ/OQ 5 (installazione) e della performance specifica del prodotto (PQ) valida) Temperatura di sterilizzazione massima di 134 C (più tolleranza in conformità alla norma DIN EN ISO (ex: DIN EN 554/ANSI AAMI ISO 11134)) Tempo di sterilizzazione (tempo di esposizione alla temperatura di sterilizzazione): metodo a vuoto frazionato di almeno 20 minuti a 121 C oure almeno 3 minuti 6 a 132 C fino a 134 C metodo a gravitazione almeno 5 minuti a 132 C fino a 134 C Nota Osservare sempre le istruzioni d uso del produttore dello sterilizzatore, soprattutto in merito a peso di carico, al tempo d esercizio e al test funzionale. Gli strumenti corrosi e arrugginiti possono contaminare il circuito idrico dello sterilizzatore con particelle di ruggine. Queste particelle di ruggine provocano la formazione di ruggine iniziale sugli strumenti integri in tutti i futuri cicli di sterilizzazione. È importante controllare e pulire regolarmente l unità! Gli strumenti devono essere conservati nello stato asciutto dopo la sterilizzazione. Attenzione Non sono ammessi metodi di sterilizzazione lampo. Inoltre, non usare metodi di sterilizzazione ad aria calda, a radiazioni, al plasma, con formaldeide oure ossido di etilene. 1 L uso del metodo a gravitazione meno efficace è ammesso solo se il metodo a vuoto frazionato non è disponibile. 2 DIN EN 13060: Metodo di prova per dimostrare l idoneità del simulatore di un dispositivo medico durante la 18 sterilizzazione a vapore test del simulatore di un dispositivo medico 3 DIN EN 285 Sterilizzazione Sterilizzatori a vapore Sterilizzatori grandi; versione tedesca 4 DIN EN ISO 17665, Sterilizzazione dei prodotti sanitari Calore umido Parte 1: Sviluo, validazione e controllo di routine di un processo di sterilizzazione per dispositivi medici 5 IQ/OQ Qualificazione di installazione/qualificazione operativa 6 18 minuti per l inattivazione dei prioni

21 7. Conservazione Gli strumenti devono essere conservati in luogo asciutto e privo di polvere nell imballaggio di sterilizzazione dopo la sterilizzazione. 19

22 DIrettIve Direttive IMPOrtAntI importanti Importante Ai medici che utilizzano i prodotti Straumann CADCAM o altri prodotti Straumann ( Prodotti Straumann ), sono richieste conoscenze tecniche e formazione aropriate, al fine di garantirne l impiego sicuro e adeguato, in conformità con le presenti istruzioni per l uso. Legenda dei simboli riportati sulle etichette e sui foglietti illustrativi numero di lotto numero articolo Il Prodotto Straumann deve essere utilizzato in conformità con le istruzioni per l uso fornite dal fabbricante. È responsabilità del medico utilizzare lo strumento in conformità con le presenti istruzioni per l uso, nonché valutare se il suo impiego è indicato per il singolo paziente. min. Sterilizzato mediante irradiazione Limite di temperatura minima I Prodotti Straumann fanno parte di un concetto generale e devono essere utilizzati solo insieme ai relativi componenti e strumenti originali distribuiti dall Institut Straumann AG, dalla sua casa madre e da tutte le aziende collegate o consociate della stessa ( Straumann ), salvo diversamente specificato nel presente documento o nelle istruzioni per l uso del relativo Prodotto Straumann. Qualora l uso di prodotti di terzi sia sconsigliato da Straumann nel presente documento o nelle relative istruzioni per l uso, l uso stesso fa decadere qualsiasi garanzia o altro obbligo, implicito o esplicito, di Straumann. max. max. Limite di temperatura massima Limitazione di temperatura Disponibilità Alcuni dei prodotti Straumann elencati nel presente documento non sono disponibili in tutti i paesi. Attenzione Oltre alle avvertenze riportate nel presente documento, nell impiego intraorale dei nostri prodotti è indispensabile garantire una protezione contro i rischi di aspirazione. Validità Il presente documento sostituisce tutte le versioni precedenti. Documentazione Per istruzioni dettagliate sui Prodotti Straumann, contattare il proprio raresentante Straumann. Copyright e marchi La documentazione Straumann non può essere ristampata o pubblicata, interamente o in parte, senza l autorizzazione scritta di Straumann AG. Straumann e/o altri marchi e loghi di Straumann qui citati sono marchi di fabbrica o marchi registrati di Straumann Holding AG e/o sue aziende collegate. min. Attenzione: la legge federale prevede che questo dispositivo sia venduto da odontoiatri professionisti o su loro prescrizione. non riutilizzare non sterile Attenzione, consultare i documenti di accompagnamento Utilizzare prima della scadenza non esporre alla luce solare I prodotti Straumann sono provvisti di marchio Ce e soddisfano i requisiti della Direttiva sui Dispositivi Medici 93/42 Cee 0123 Consultare le istruzioni per l uso 20

23

24 International Headquarters Institut Straumann AG Peter Merian-Weg 12 CH-4002 Basel, Switzerland Phone +41 (0) Fax +41 (0) Institut Straumann AG, Tutti i diritti riservati. Straumann e/o altri marchi e loghi di Straumann qui citati sono marchi di fabbrica o marchi registrati di Straumann Holding AG e/o sue aziende collegate. Tutti i diritti riservati. I prodotti Straumann sono marcati CE 10/ /it BG21011

easyclean La ringraziamo per avere scelto il nuovo tiologic

easyclean La ringraziamo per avere scelto il nuovo tiologic ripristino del tiologic easyclean it Ripristino del tiologic Lo sperimentato tiologic può essere pulito eccellentemente senza prelavaggio meccanico. * *Validazione rilasciata da: 2 ripristino del tiologic

Dettagli

Linee guida per la rimozione dell impianto. Straumann Dental Implant System

Linee guida per la rimozione dell impianto. Straumann Dental Implant System Linee guida per la rimozione dell impianto Straumann Dental Implant System L ITI (International Team for Implantology) è partner accademico dell Institut Straumann AG nei settori della ricerca e della

Dettagli

Procedure di disinfezione e sterilizzazione

Procedure di disinfezione e sterilizzazione Procedure di disinfezione e sterilizzazione Opuscolo informativo per il paziente Gentili pazienti, lo scopo di questo opuscolo è quello di informarvi sulle rigorose procedure di disinfezione e sterilizzazione

Dettagli

Raccomandazioni per la pulizia, decontaminazione e sterilizzazione dei dispositivi ortopedici di Medacta

Raccomandazioni per la pulizia, decontaminazione e sterilizzazione dei dispositivi ortopedici di Medacta Raccomandazioni per la pulizia, decontaminazione e sterilizzazione dei dispositivi ortopedici di Medacta INTERNATIONAL 1 Questo documento è stato redatto per fornire istruzioni relative alla pulizia, decontaminazione

Dettagli

Pulizia, disinfezione e sterilizzazione degli strumenti

Pulizia, disinfezione e sterilizzazione degli strumenti Corso di formazione TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI IGIENE E SICUREZZA Pulizia, disinfezione e sterilizzazione degli strumenti Dott. Cagarelli Roberto Dipartimento sanità pubblica di Modena Modena, 22

Dettagli

CURA E ASSISTENZA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI E PROTESICI. Pops Medical

CURA E ASSISTENZA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI E PROTESICI. Pops Medical CURA E ASSISTENZA DEGLI STRUMENTI CHIRURGICI E PROTESICI Pops Medical 1 INDICE 1. Principi generali pag. 3 1.1 Gruppi di materiali e loro resistenza pag. 4 1.2 Riutilizzabilità pag. 5 2. Prevenzione pag.

Dettagli

INSTRUZIONI PER L USO di strumenti chirurgici. Cannule di aspirazione. Legenda

INSTRUZIONI PER L USO di strumenti chirurgici. Cannule di aspirazione. Legenda Cannule di aspirazione I Legenda 1 Tubo di aspirazione, cilindrico/conico 2 Piastra di impugnatura 3 Interruttore di aspirazione, rotondo/a goccia 4 Attacco per tubo flessibile 5 Mandrino per pulizia 6

Dettagli

Gentile paziente, Il personale dello studio è a tua disposizione per ulteriori delucidazioni in merito all argomento.

Gentile paziente, Il personale dello studio è a tua disposizione per ulteriori delucidazioni in merito all argomento. Gentile paziente, Desideriamo informarti circa i rigorosi protocolli di disinfezione e sterilizzazione che vengono routinariamente adottati nel nostro studio, nell interesse tuo e di tutto il personale,

Dettagli

INFORMAZIONI DI BASE SULLA COMPONENTE SECONDARIA STRAUMANN VARIOBASE. Componente secondaria Straumann Variobase

INFORMAZIONI DI BASE SULLA COMPONENTE SECONDARIA STRAUMANN VARIOBASE. Componente secondaria Straumann Variobase INFORMAZIONI DI BASE SULLA COMPONENTE SECONDARIA STRAUMANN VARIOBASE Componente secondaria Straumann Variobase 1 L ITI (International Team for Implantology) è partner accademico dell Institut Straumann

Dettagli

Manuale d uso Macinacaffè. Kaffeemühle CM 80-Serie

Manuale d uso Macinacaffè. Kaffeemühle CM 80-Serie IT Manuale d uso Macinacaffè Kaffeemühle CM 80-Serie Indice Avvertenze di sicurezza... 3 Prima del primo utilizzo... 4 Apertura dell imballaggio... 4 Criteri per il collocamento dell apparecchio... 5 Impostazione

Dettagli

SERIE DU Manuale d uso

SERIE DU Manuale d uso SERIE DU Manuale d uso 0 Indice Pag 2 Introduzione Pag 2 Avvertenze Pag 3 Descrizione DU-32, DU-45, DU-65 AND DU-100 Pag 3 Istruzioni per l uso Pag 4 Applicazioni Pag 5 Specifiche Pag 5 Processi di pulizia

Dettagli

FABBRICATORE DI GHIACCIO E CONTENITORE PROCEDURE DI PULIZIA ED IGIENIZZAZIONE

FABBRICATORE DI GHIACCIO E CONTENITORE PROCEDURE DI PULIZIA ED IGIENIZZAZIONE R MS1001.03 FABBRICATORE DI GHIACCIO MC 15-45 CONTENITORE B 550 FABBRICATORE DI GHIACCIO E CONTENITORE PROCEDURE DI PULIZIA ED IGIENIZZAZIONE ATTREZZI RICHIESTI 1 Cacciavite a croce medio 1 Cacciavite

Dettagli

ISTRUZIONI DETTAGLIATE SULLE COMPONENTI SECONDARIE PROVVISORIE. Componenti secondarie provvisorie Straumann VITA CAD-Temp

ISTRUZIONI DETTAGLIATE SULLE COMPONENTI SECONDARIE PROVVISORIE. Componenti secondarie provvisorie Straumann VITA CAD-Temp ISTRUZIONI DETTAGLIATE SULLE COMPONENTI SECONDARIE PROVVISORIE Componenti secondarie provvisorie Straumann VITA CAD-Temp L ITI (International Team for Implantology) è partner accademico dell Institut Straumann

Dettagli

PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI

PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI MANUALE DI PULIZIA E SANITIZZAZIONE RISERVATO AL MANUTENTORE AUTORIZZATO 24847 ed. 10-2007 È vietata la riproduzione, anche solo parziale, del presente manuale.

Dettagli

Scheda informativa prodotto cosmetico ad uso professionale OSSIDANTI PER TINTURE, RIFLESSANTI E DECOLORANTI

Scheda informativa prodotto cosmetico ad uso professionale OSSIDANTI PER TINTURE, RIFLESSANTI E DECOLORANTI Allegato 3 Scheda informativa prodotto cosmetico ad uso professionale OSSIDANTI PER TINTURE, RIFLESSANTI E DECOLORANTI INFORMAZIONI GENERALI Nome commerciale: Descrizione prodotto: : soluzioni di acqua

Dettagli

Disinfettanti - Multi Medical Services Srl neodisher SeptoClean

Disinfettanti - Multi Medical Services Srl neodisher SeptoClean Campi di applicazione Caratteristiche: Utilizzato per la disinfezione automatizzata dello strumentario chirurgico termostabile e termolabile (micro-chirurgia invasiva, dentistico, anestesia, zoccoli da

Dettagli

Tel. +39.035.688.111 Fax +39.035.320.149

Tel. +39.035.688.111 Fax +39.035.320.149 Tel. +39.035.688.111 Fax +39.035.320.149 I25_MI000647.indd 1 20/06/11 23.19 istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE Type I2501 I25_MI000647.indd 2 20/06/11 23.19 IT pagina 1 I25_MI000647.indd

Dettagli

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300 CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI.IM 300 INTRODUZIONE CON QUESTA PICCOLA MA ESAURIENTE GUIDA SI VUOLE METTERE A DISPOSIZIONE DELL UTENTE UNO STRUMENTO

Dettagli

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE 1 Norme Generali Prodotti di Sanificazione RISPETTARE E AGGIORNARE IL PIANO DI SANIFICAZIONE IN MODO PERIODICO E OGNI VOLTA CHE INTERVENGONO DEI CAMBIAMENTI (indicare

Dettagli

STUDIO DENTISTICO DOTT. GIUSEPPE ARENA Via S.Maria della Croce Di Gregorio (trav.priv. 5) C./mare del Golfo (TP) Tel. 0924 33466

STUDIO DENTISTICO DOTT. GIUSEPPE ARENA Via S.Maria della Croce Di Gregorio (trav.priv. 5) C./mare del Golfo (TP) Tel. 0924 33466 OGGETTO: REQUISITI ORGANIZZATIVI GENERALI STUDIO DENTISTICO MODALITA DI PULIZIA, LAVAGGIO, DISINFEZIONE E STERILIZZAZIONE DI TUTTI GLI STRUMENTI ED ACCESSORI OGNI PAZIENTE E DA CONSIDERARE POTENZIALMENTE

Dettagli

Ricondizionamento degli strumenti: Disinfezione di alto livello e Sterilizzazione

Ricondizionamento degli strumenti: Disinfezione di alto livello e Sterilizzazione Ricondizionamento degli strumenti: Disinfezione di alto livello e Sterilizzazione Rassegna di Patologia dell Apparato Respiratorio 2003, 18 (5) 376-390 Le Linee Guida rappresentano gli standard minimi

Dettagli

ALLEGATO II - SCHEDA TECNICA LH SEPTACETIC II. Polvere idrosolubile per la preparazione di soluzioni

ALLEGATO II - SCHEDA TECNICA LH SEPTACETIC II. Polvere idrosolubile per la preparazione di soluzioni Revisione n. 00 del 08-06-2012 pagina 1 di 4 LH SEPTACETIC II Polvere idrosolubile per la preparazione di soluzioni decontaminanti /disinfettanti/sterilizzanti di dispositivi medici invasivi e non invasivi

Dettagli

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA Introduzione La qualità dell acciaio utilizzato nella costruzione delle attrezzature per le cucine professionali è

Dettagli

KIT PER PROCEDURE DI TRATTAMENTO DELLE OSTEOLISI: STRUMENTI 137963-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

KIT PER PROCEDURE DI TRATTAMENTO DELLE OSTEOLISI: STRUMENTI 137963-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT KIT PER PROCEDURE DI TRATTAMENTO DELLE OSTEOLISI: STRUMENTI 137963-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano

Dettagli

Operazioni di igiene e manutenzione

Operazioni di igiene e manutenzione OPERAZIONI DI IGIENE Operazioni di igiene dei visi del manichino Laerdal Si consiglia di fornire un singolo viso del manichino a ciascuno studente per eliminare la necessità di decontaminazione tra uno

Dettagli

manutenzione pinze it

manutenzione pinze it manutenzione pinze it Istruzioni per la manutenzione di pinze e strumenti Queste istruzioni sono valide per tutte le pinze, gli strumenti e gli strumenti rotanti Dentaurum che vengono utilizzati sul paziente,

Dettagli

Consultare le avvertenze di rischio e i consigli per la sicurezza durante le operazioni di travaso.

Consultare le avvertenze di rischio e i consigli per la sicurezza durante le operazioni di travaso. Istruzioni per la pulizia e la conservazione dei pavimenti PANDOMO Terrazzo Indicazioni preliminari Una cura periodica e adeguata, così come una protezione specifica dei pavimenti pandomo TerrazzoBasic,

Dettagli

Cod. 252.270.00 FRY TOP ELETTRICO SERIE 900A. Mod. 92 FTE-L 92 FTE-R 92 FTE-LC 92 FTE-RC 94 FTE-L 94 FTE-LR 94 FTE-R 94 FTE-LC 94 FTE-LRC 94 FTE-RC

Cod. 252.270.00 FRY TOP ELETTRICO SERIE 900A. Mod. 92 FTE-L 92 FTE-R 92 FTE-LC 92 FTE-RC 94 FTE-L 94 FTE-LR 94 FTE-R 94 FTE-LC 94 FTE-LRC 94 FTE-RC Cod. 252.270.00 FRY TOP ELETTRICO SERIE 900A Mod. 92 FTE-L 92 FTE-R 92 FTE-LC 92 FTE-RC 94 FTE-L 94 FTE-LR 94 FTE-R 94 FTE-LC 94 FTE-LRC 94 FTE-RC INDICE Paragrafo Istruzioni per l'installazione 1 Rispondenza

Dettagli

Pulizia e disinfezione endoscopi flessibili

Pulizia e disinfezione endoscopi flessibili Pulizia e disinfezione endoscopi flessibili Carlotta Annunziata ENDOSCOPI Specifiche apparecchiature che permettono di esplorare visivamente l interno di alcuni organi e cavità del corpo allo scopo di

Dettagli

Lista norme tecniche armonizzate nel campo della sterilizzazione pubblicate in supporto alla direttiva 93/42/CEE Dispositivi medici

Lista norme tecniche armonizzate nel campo della sterilizzazione pubblicate in supporto alla direttiva 93/42/CEE Dispositivi medici Lista norme tecniche armonizzate nel campo della sterilizzazione pubblicate in supporto alla direttiva 93/42/CEE Dispositivi medici Sterilizzatrici per uso medico - Sterilizzazione UNI EN 285 Sterilizzazione

Dettagli

Istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE

Istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE Istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE IT pagina 1 [A] 1 2 3 UNIT I II III TYPE H4201 SOLAR CELL ISTRUZIONI PER L USO DELLA BILANCIA PESAPERSONE IT Gentile cliente, IMETEC La ringrazia per

Dettagli

Guida all utilizzo dell autoiniettore. one.click è un dispositivo medico CE 0086. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso.

Guida all utilizzo dell autoiniettore. one.click è un dispositivo medico CE 0086. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso. Guida all utilizzo dell autoiniettore one.click è un dispositivo medico CE 0086. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l uso. Introduzione a one.click Questa è una guida sintetica all

Dettagli

Guida per il ricondizionamento degli apparecchi AirSense 10 e AirCurve 10

Guida per il ricondizionamento degli apparecchi AirSense 10 e AirCurve 10 Guida per il ricondizionamento degli apparecchi AirSense 10 e AirCurve 10 Italiano Questa guida è prevista per l uso degli apparecchi AirSense 10 e AirCurve 10 su più di un paziente. Quando l apparecchio

Dettagli

INSTRUZIONI PER L USO di strumenti chirurgici

INSTRUZIONI PER L USO di strumenti chirurgici Pinzette per coagulazione Monopolari I Simboli del prodotto e imballo Icona Spiegazione Attenzione, simbolo avvertimento generale Attenzione, rispettare i documenti allegati Ambito di impiego Le pinze

Dettagli

COMPONENTI STERILIZZATORE MEBBY MONO

COMPONENTI STERILIZZATORE MEBBY MONO COMPONENTI STERILIZZATORE MEBBY MONO IT 1 - Coperchio 2 - Griglia porta accessori 3 - Supporto biberon 4 - Vano porta biberon 5 - Vaschetta di raccolta dell acqua 7 - Pinza 6 - Piastra riscaldante 8 -

Dettagli

Manuale dell'utente sulla rigenerazione dei componenti e degli accessori sterilizzabili del sistema di visualizzazione ad angolo aperto Super View

Manuale dell'utente sulla rigenerazione dei componenti e degli accessori sterilizzabili del sistema di visualizzazione ad angolo aperto Super View Manuale dell'utente sulla rigenerazione dei componenti e degli accessori sterilizzabili del sistema di visualizzazione ad angolo aperto Super View 2013 Insight Instruments, Inc. Pagina 1 di 13 Indice 1.

Dettagli

Istruzioni d uso MACH M2

Istruzioni d uso MACH M2 Istruzioni d uso MACH M2 Mach M2 lampada a soffitto, parete e su stativo Mach M2 F lampada a soffitto, parete e su stativo GmbH u. Co., Floßmannstrasse 28, D-85560 Ebersberg Tel.: +4 (0)802 203 0, Fax

Dettagli

Viega Megapress. Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale.

Viega Megapress. Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale. Viega Megapress Il sistema a pressare per tubi di acciaio a parete normale. Descrizione sistema Impiego previsto Il sistema Megapress è adatto all impiego per impianti di riscaldamento, raffreddamento

Dettagli

MANIPOLAZIONE DEL TONER

MANIPOLAZIONE DEL TONER Pagina 1 di 6 SOMMARIO Generalità... 2 Principali condizioni di rischio connesse all operazione di sostituzione del toner... 2 Scopo... 2 Riferimenti normativi... 2 Responsabilità ed aggiornamento... 2

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d uso e manutenzione Scaffalatura fissa TECFIX Documento generico riferito al prodotto Tecnofix. Per dettagli specifici riferiti ad ogni singolo impianto personalizzato contattare l Ufficio Tecnico

Dettagli

Istruzioni Per L'uso STRUMENTAZIONE PER LA PERFORAZIONE OSSEA

Istruzioni Per L'uso STRUMENTAZIONE PER LA PERFORAZIONE OSSEA Istruzioni Per L'uso STRUMENTAZIONE PER LA PERFORAZIONE OSSEA Le tecniche utilizzate per la realizzazione chirurgie con questi strumenti per la perforazione ossea sono altamente specializzate e richiedono

Dettagli

SIERI PER CAPELLI (BASI SILICONICHE)

SIERI PER CAPELLI (BASI SILICONICHE) SIERI PER CAPELLI (BASI SILICONICHE) IDENTIFICAZIONE DEI PRODOTTI E DELLA SOCIETA Nome Commerciale Cod. 15933 TRI ACTION HEAT PROTECTIUM SERUM STYLE PERFETTO Descrizione del prodotto Fluido idratante protettivo

Dettagli

Per le eccezioni riguardanti il condizionamento di determinati strumenti, seguire le istruzioni del paragrafo 4.0 "Procedimenti speciali".

Per le eccezioni riguardanti il condizionamento di determinati strumenti, seguire le istruzioni del paragrafo 4.0 Procedimenti speciali. Condizionamento degli strumenti dentali manuali e accessori 1.0 Osservazioni fondamentali Tutti gli strumenti devono essere lavati, disinfettati e sterilizzati prima di ogni impiego. Inoltre tutti gli

Dettagli

Procedure di montaggio e installazione

Procedure di montaggio e installazione Procedure di montaggio e installazione per cartucce filtranti Pall di grado farmaceutico 1. Introduzione Osservare le seguenti procedure per l installazione di cartucce filtranti Pall di grado farmaceutico.

Dettagli

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1

Mod:KCGD1/AS. Production code:kev/1 02/200 Mod:KCGD1/AS Production code:kev/1 Sommario I. SCHEMA DI INSTALLAZIONE...... 4 II. III. IV. SCHEMA ELETTRICO....... 1. Schema elettrico AC 230 50/0 Hz.. CARATTERISTICHE GENERALI...... 1. Descrizione

Dettagli

Mini altoparlanti MD-6 Nokia 9205723/1

Mini altoparlanti MD-6 Nokia 9205723/1 Mini altoparlanti MD-6 Nokia 3 5 4 2 9205723/1 2007 Nokia. Tutti i diritti sono riservati. Nokia e Nokia Connecting People sono marchi o marchi registrati di Nokia Corporation. Introduzione Complimenti

Dettagli

Impianti Tissue Level ROXOLID, SLActive

Impianti Tissue Level ROXOLID, SLActive NOVITÀ Impianti Tissue Level ROXOLID, SLActive Impianti Standard Ø 3,3 mm, RN, SLActive, Roxolid SLActive 033.501S 8 mm SLActive 033.502S 10 mm SLActive 033.503S 12 mm SLActive 033.504S 14 mm SLActive

Dettagli

La sicurezza personale e altrui è estremamente importante.

La sicurezza personale e altrui è estremamente importante. ISTRUZIONI DEL BOLLITORE ELETTRICO Sommario SICUREZZA DEL BOLLITORE ELETTRICO Precauzioni importanti... 5 Requisiti elettrici... 7 Smaltimento dell apparecchiatura elettrica... 7 COMPONENTI E FUNZIONI

Dettagli

Scheda dei dati di sicurezza

Scheda dei dati di sicurezza Scheda dei dati di sicurezza Edizione 1.0 Revisione 04.10.2015 Data di emissione 08.10.2015 Seite 1 von 5 1. Classificazione della sostanza Identificazione della sostanza Identificazione della Triptorelin

Dettagli

Un nuovo grado di perfezione

Un nuovo grado di perfezione 0 30 30 Un nuovo grado di perfezione Straumann SFI-Anchor 1 Compensazione dell angolazione e facilità d uso Le soluzioni di attacco esistenti consentono di restaurare impianti non paralleli con divergenza

Dettagli

Consigli per la sua piscina: Preparazione per la nuova stagione

Consigli per la sua piscina: Preparazione per la nuova stagione Consigli per la sua piscina: Preparazione per la nuova stagione Perdite Evaporazione Illuminazione Filtrazione Disinfezione e Manutenzione Svernaggio 1 La messa in funzione all inizio della stagione All

Dettagli

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic Pag. 1 di 6 Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic CEE 0426 DIRETTICTIVA 93/42 DISPOSITIVI MEDICI Pag. 2 di 6 INDICE Numero Titolo Pagina 1 Avvertenze 3 2 Introduzione 3 2.1 Riferimenti Normativi 3

Dettagli

FINESTRE SUL FUTURO PRODOTTI PER LA CURA DI PORTE E FINESTRE. 11_271_Folder_Pflegeprodukte_I.indd 1

FINESTRE SUL FUTURO PRODOTTI PER LA CURA DI PORTE E FINESTRE. 11_271_Folder_Pflegeprodukte_I.indd 1 PRODOTTI PER LA CURA DI PORTE E FINESTRE 11_271_Folder_Pflegeprodukte_I.indd 1 INFORMAZIONI GENERALI PER LA PULIZIA, LA CURA E LA MANUTENZIONE DEL PRODOTTO I prodotti Internorm richiedono poca manutenzione

Dettagli

Protezione delle mani e istruzioni per l uso di guanti

Protezione delle mani e istruzioni per l uso di guanti Protezione delle mani e istruzioni per l uso di guanti INTRODUZIONE I prodotti chimici possono essere usati in modo sicuro se l utilizzatore identifica tutti i pericoli possibili e prende le dovute precauzioni

Dettagli

Centronic SunWindControl SWC241-II

Centronic SunWindControl SWC241-II Centronic SunWindControl SWC241-II it Istruzioni per il montaggio e l impiego Trasmettitore portatile per sistemi protezione vento a radiocomando Informazioni importanti per: il montatore / l elettricista

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE

SCHEDA DI SICUREZZA Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1/5 Secondo il Regolamento europeo 1907/2006/CE 1 - Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa Denominazione commerciale: VIVACTIV PERFORMANCE Impiego: Preparato per uso enologico

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PULIZIA, LA DISINFEZIONE E LA STERILIZZAZIONE DEGLI STRUMENTI DIASWISS

ISTRUZIONI PER LA PULIZIA, LA DISINFEZIONE E LA STERILIZZAZIONE DEGLI STRUMENTI DIASWISS Rigenerazione (pulizia, disinfezione e sterilizzazione) di strumenti dentali riutilizzabili con componenti rotanti Informazioni generali Tutti gli strumenti devono essere puliti, disinfettati e sterilizzati

Dettagli

Profili per pavimenti in legno e laminato Alfix 615

Profili per pavimenti in legno e laminato Alfix 615 PROFILPAS S.P.A. VIA EINSTEIN, 38 35010 CADONEGHE (PADOVA) ITALY TEL. +39 (0)49 8878411 +39 (0)49 8878412 FAX. +39 (0)49-706692 EMAIL: INFO@PROFILPAS.COM Profili per pavimenti in legno e laminato Alfix

Dettagli

Informazioni importanti

Informazioni importanti Version SE_023827 AJ Date December 2014 Informazioni importanti (con istruzioni per la pulizia e la sterilizzazione) Informazioni importanti 2 Istruzioni fondamentali per l uso degli impianti e degli strumenti

Dettagli

GENNAIO 2014 ISTRUZIONI GOOD WORKING PRACTICES PER L USO DELLE LANE ISOLANTI PER ALTA TEMPERATURA (HTIW) HIGH TEMPERATURE INSULATION WOOLS

GENNAIO 2014 ISTRUZIONI GOOD WORKING PRACTICES PER L USO DELLE LANE ISOLANTI PER ALTA TEMPERATURA (HTIW) HIGH TEMPERATURE INSULATION WOOLS ISTRUZIONI GOOD WORKING PRACTICES LANE ISOLANTI PER ALTA TEMPERATURA (HTIW) PER L USO DELLE HIGH TEMPERATURE INSULATION WOOLS 2 COS È WHAT LA ARE LANA ISOLANTE PER ALTA TEMPERATURA (HTIW)? HIGH TEMPERATURE

Dettagli

Percorso n 3 Convalide e controlli sulle apparecchiature

Percorso n 3 Convalide e controlli sulle apparecchiature Percorso n 3 Convalide e controlli sulle apparecchiature Convalida delle LAVAENDOSCOPI 1 Fulvio Toresani CONVALIDA Convalide e controlli sulle attrezzature Prove di Tipo / Prove di Fabbrica Prerequisiti

Dettagli

ITALIANO. Manuale d uso

ITALIANO. Manuale d uso ITALIANO Manuale d uso Copyright HT ITALIA 2013 Versione IT 1.00-29/10/2013 Indice: 1. INTRODUZIONE... 2 2. DESCRIZIONE ACCESSORIO... 2 3. DESCRIZIONE TASTI FUNZIONE E LED INTERNI... 2 4. USO DELL ACCESSORIO...

Dettagli

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina M1501 M1502 M1503 M1504. Type

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina M1501 M1502 M1503 M1504. Type Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI PIASTRA PER CAPELLI IT pagina 1 Type M1501 M1502 M1503 M1504 140 C 230 C GUIDA ILLUSTRATIVA 1 2 3 4 5 7 6 8 9 DATI TECNICI TYPE M1501 M1502 M1503 M1504 100-240V

Dettagli

HELIX TEST SYSTEM. Dispositivo per la valutazione della capacità di penetrazione del vapore all interno di carichi cavi

HELIX TEST SYSTEM. Dispositivo per la valutazione della capacità di penetrazione del vapore all interno di carichi cavi HELIX TEST SYSTEM Dispositivo per la valutazione della capacità di penetrazione del vapore all interno di carichi cavi DOCUMENTAZIONE Schede tecniche illustrative Certificati B.S. Export S.r.l. Via A.

Dettagli

Attuare interventi adeguati ed uniformi per la disinfezione del fibroscopio flessibile e degli accessori

Attuare interventi adeguati ed uniformi per la disinfezione del fibroscopio flessibile e degli accessori Obiettivo Risultato Attuare interventi adeguati ed uniformi per la disinfezione del fibroscopio flessibile e degli accessori Eseguire una alta disinfezione del fibroscopio indicatori N totale fibroncoscopie.

Dettagli

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina. 00332.indd 1 29-05-2010 11:10:4

Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI. PIASTRA PER CAPELLI IT pagina. 00332.indd 1 29-05-2010 11:10:4 Istruzioni per l uso PIASTRA PER CAPELLI PIASTRA PER CAPELLI IT pagina 002.indd 29-0-200 :0:4 6 4 2 [Z] Type H290 00-240 V 0/60 Hz 42 W 002.indd 29-0-200 :0:4 ISTRUZIONI PER L USO DELLA PIASTRA PER CAPELLI

Dettagli

Profili per pavimenti di pari livello Cerfix Prodecor DJ

Profili per pavimenti di pari livello Cerfix Prodecor DJ PROFILPAS S.P.A. VIA EINSTEIN, 38 35010 CADONEGHE (PADOVA) ITALY TEL. +39 (0)49 8878411 +39 (0)49 8878412 FAX. +39 (0)49-706692 EMAIL: INFO@PROFILPAS.COM Profili per pavimenti di pari livello Cerfix Prodecor

Dettagli

Questo istituto si occupa di igiene e di procedure per la sterilizzazione di presidi medicali.

Questo istituto si occupa di igiene e di procedure per la sterilizzazione di presidi medicali. Traduzione in lingua inglese della raccomandazione dell Istituto tedesco Robert Koch (RKI) 1 per il monitoraggio della sterilizzazione a vapore utilizzando indicatori chimici. Quale valore hanno gli indicatori

Dettagli

Scheda Tecnica D8080. Luglio 2009 DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

Scheda Tecnica D8080. Luglio 2009 DESCRIZIONE DEL PRODOTTO GLOBAL REFINISH SYSTEM Luglio 2009 Scheda Tecnica D8080 D8080 Fondo Aerosol UV D8403 Pulitore - Preparatore per Fondo UV DESCRIZIONE DEL PRODOTTO D8080 è un fondo aerosol UV unico, ideale per ritoccare

Dettagli

Sterilizzazione con buste per sterilizzazione PeelVue+ Linee guida e istruzioni di convalida. Supporto al QMS dello studio dentistico

Sterilizzazione con buste per sterilizzazione PeelVue+ Linee guida e istruzioni di convalida. Supporto al QMS dello studio dentistico Sterilizzazione con buste per sterilizzazione PeelVue+ Linee guida e istruzioni di convalida Supporto al QMS dello studio dentistico Sommario Pagina 1 Informazioni fondamentali 3 2 Preparazione 4 3 Riempimento

Dettagli

MICOSAN TIXO REVISIONE 1 APPROVATO DA: TLI

MICOSAN TIXO REVISIONE 1 APPROVATO DA: TLI 1 Pittura antimuffa tixotropica, eccezionale punto di bianco, a base di speciali dispersioni, fungicida, battericida. Prodotto da usare in combinazione con ECO DIS, per il pretrattamento di superfici che

Dettagli

7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine)

7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 1. COMPARTO: Ristorazione 2. FASE DI LAVORAZIONE: Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 3. CODICE

Dettagli

STERILIZZAZIONE DECONTAMINAZIONE TERMICA E/O CHIMICA

STERILIZZAZIONE DECONTAMINAZIONE TERMICA E/O CHIMICA STERILIZZAZIONE La necessità di operare in un ambiente ambulatoriale protetto che garantisca la corretta sterilizzazione degli strumenti è un problema attuale e urgente. L odontoiatria è una branca operativa

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d uso e manutenzione Egregio Cliente, La ringraziamo per aver scelto la qualità dei nostri prodotti. La ditta LEON rimane, comunque, a Sua disposizione per ogni chiarimento o esigenza tecnica e

Dettagli

GRATTUGIA RICARICABILE

GRATTUGIA RICARICABILE Istruzioni per l uso GRATTUGIA RICARICABILE GRATTUGIA RICARICABILE IT pagina 1 [A] 1 2 11 3 10 4 5 6 7 8 9 I [B] [C] [D] [E] [F] [G] [H] [I] [L] II III TYPE E0401 2.4 V IT MANUALE DI ISTRUZIONI PER L USO

Dettagli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli Protocollo di pulizia per l'asilo Nido II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli standard che dovranno essere rispettati al fine di assicurare l'adeguata pulizia dell'asilo

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI VALUTAZIONE RECLAMI INFORMAZIONI GENERALI PREMESSA: Nonostante i prodotti siano trattati con meticolosa cura durante la produzione e nonostante un elevato standard di qualità e di onori internazionali,

Dettagli

VALIDAZIONE DEL PROCESSO D IMBALLAGGIO DEI D.M. : I CONTENITORI RIGIDI RIUTILIZZABILI Ø PROCEDURE OPERATIVE PER UN CORRETTO USO DEI CONTENITORI RIGIDI

VALIDAZIONE DEL PROCESSO D IMBALLAGGIO DEI D.M. : I CONTENITORI RIGIDI RIUTILIZZABILI Ø PROCEDURE OPERATIVE PER UN CORRETTO USO DEI CONTENITORI RIGIDI VALIDAZIONE DEL PROCESSO D IMBALLAGGIO DEI D.M. : I CONTENITORI RIGIDI RIUTILIZZABILI Ø PROCEDURE OPERATIVE PER UN CORRETTO USO DEI CONTENITORI RIGIDI MILENA BEZZICCHERI Coordinatrice CENTRALI DI STERILIZZAZIONE:

Dettagli

SCHEDE TECNICHE E SISTEMI APPLICATIVI RESINE FILMOGENE

SCHEDE TECNICHE E SISTEMI APPLICATIVI RESINE FILMOGENE SCHEDE TECNICHE E SISTEMI APPLICATIVI RESINE FILMOGENE REV. 1-2015 RESINE FILMOGENE Descrizione del Prodotti La protezione delle superfici in Mikrocemento, Impakt, Cemento 100% e One Solution può essere

Dettagli

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI S.C. Prevenzione Rischio Infettivo IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI BIONIL GRANULI Sodio Dicloro-isocianurato Panno assorbente monouso Guanti monouso

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE

PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE Proc. 19 Pag. 1 di 7 PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI DELLA DIRETTIVA 93/42/CEE CONCERNENTE I DISPOSITIVI MEDICI 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Dettagli

Protocollo per la pulizia e disinfezione delle Cullette termiche. Dott.ssa Dalia Palmieri ASL Pescara

Protocollo per la pulizia e disinfezione delle Cullette termiche. Dott.ssa Dalia Palmieri ASL Pescara Protocollo per la pulizia e disinfezione delle Cullette termiche Dott.ssa Dalia Palmieri ASL Pescara Le Cullette termiche rappresentano l ambiente entro il quale il neonato a rischio trascorre un periodo

Dettagli

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Gruppo Operativo per la Lotta alle Infezioni Ospedaliere Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Data 1^ stesura: 02:07.98 Edizione: 1 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO AUTORI: Gruppo

Dettagli

ANALISI GESTIONE MANUTENZIONE DANNI

ANALISI GESTIONE MANUTENZIONE DANNI L Endoscopio RIGIDO ANALISI GESTIONE MANUTENZIONE DANNI E STERILIZZAZIONE 6 Febbraio 2015 PISA ENDOSCOPIA CHIRURGIA MINI-INVASIVA Otorino Ortopedia Neurochirurgia Anestesia Toracica Chirurgia Plastica

Dettagli

Auricolare stereo Nokia WH-800 9211097/2

Auricolare stereo Nokia WH-800 9211097/2 Auricolare stereo Nokia WH-800 9211097/2 2009 Nokia. Tutti i diritti sono riservati. Nokia, Nokia Connecting People e il logo Nokia Original Accessories sono marchi o marchi registrati di Nokia Corporation.

Dettagli

Istruzioni per l uso STYLER PER CAPELLI. STYLER PER CAPELLI IT pagina. 00331.indd 1 30/06/10 13.2

Istruzioni per l uso STYLER PER CAPELLI. STYLER PER CAPELLI IT pagina. 00331.indd 1 30/06/10 13.2 Istruzioni per l uso STYLER PER CAPELLI STYLER PER CAPELLI IT pagina 1 00331.indd 1 30/06/10 13.2 [Z] 1 2 3 6 9 7 5 4 8 TYPE G3501 220-240V 50/60 Hz 105 W 00331.indd 1 30/06/10 13.2 ISTRUZIONI PER L USO

Dettagli

Sepsi. Presenza di agenti patogeni sulla cute o su altri tessuti viventi.

Sepsi. Presenza di agenti patogeni sulla cute o su altri tessuti viventi. La Disinfezione Disinfettanti. Sostanze che combattono, con meccanismo specifico e mediante applicazione diretta, i microrganismi responsabili delle infezioni. Pulizia Rimozione meccanica dello sporco

Dettagli

PRESENTAZIONE PRODOTTI A MARCHIO Produttore: Dr. Weigert GmbH/Amburgo Distributore : Multi Medical Services Srl/Varese

PRESENTAZIONE PRODOTTI A MARCHIO Produttore: Dr. Weigert GmbH/Amburgo Distributore : Multi Medical Services Srl/Varese PRESENTAZIONE PRODOTTI A MARCHIO Produttore: Dr. Weigert GmbH/Amburgo Distributore : Multi Medical Services Srl/Varese Pre-trattamento prima del processo di pulizia manuale o in apparecchiature di lavaggio

Dettagli

straumann Guided Surgery Accesso all esperienza digitale

straumann Guided Surgery Accesso all esperienza digitale straumann Guided Surgery Accesso all esperienza digitale Sommario Chirurgia guidata 2 Straumann Guided Surgery 4 L esperienza digitale 6 Flussi di lavoro digitali 8 Strumenti guidati Straumann 10 Impianti

Dettagli

Rilevatore volumetrico ad infrarossi senza fili

Rilevatore volumetrico ad infrarossi senza fili Rilevatore volumetrico ad infrarossi senza fili EVW / RFW8 / RFI / EVNT 9 0 V 6 7 8.0 m max.. m nom..8 m min. Figura +V Lithium J J J BI STD J 6 MTR 0 MTR Figura SENS RANGE Figura 00 Interlogix B.V. Tutti

Dettagli

REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE BI -------------------------------------- Via Marconi, 23 13900 Biella

REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE BI -------------------------------------- Via Marconi, 23 13900 Biella REGIONE PIEMONTE AZIENDA SANITARIA LOCALE BI -------------------------------------- Via Marconi, 23 13900 Biella LAVORARE SICURI! Formazione e informazione dei lavoratori per l igiene e la sicurezza sul

Dettagli

Indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari e trattamento dei relativi imballaggi e delle rimanenze

Indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari e trattamento dei relativi imballaggi e delle rimanenze ALLEGATO VI Indicazioni per la manipolazione e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari e trattamento dei relativi imballaggi e delle rimanenze VI.1 - Stoccaggio dei prodotti fitosanitari Fatte salve le

Dettagli

TINTURE AD OSSIDAZIONE

TINTURE AD OSSIDAZIONE SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO COSMETICO AD USO PROFESSIONALE TINTURE AD OSSIDAZIONE INFORMAZIONI GENERALI Nome commerciale: PLURA COLORAZIONE 1:1,5 Descrizione prodotto: Azienda: associazione di coloranti

Dettagli

Scheda tecnica GORI. PRESERVANTE PER IL LEGNO PREVENTIVO E CURATIVO Insetticida, fungicida e antitermiti

Scheda tecnica GORI. PRESERVANTE PER IL LEGNO PREVENTIVO E CURATIVO Insetticida, fungicida e antitermiti Scheda tecnica GORI PRESERVANTE PER IL LEGNO PREVENTIVO E CURATIVO Insetticida, fungicida e antitermiti DEFINIZIONE. Il GORI 11 è un preservante idrosolubile con proprietà insetticide, fungicide e antitermiti,

Dettagli

ITALIANO Caricabatterie via Porta USB Nokia (CA-100)

ITALIANO Caricabatterie via Porta USB Nokia (CA-100) Caricabatterie via Porta USB Nokia (CA-100) Il caricabatterie via porta USB consente di caricare la batteria di un telefono cellulare compatibile Nokia utilizzando la porta USB di un PC compatibile. Prima

Dettagli

I componenti presinterizzati DB+e DB+LUX vanno lavorati secondo la seguente procedura suggerita:

I componenti presinterizzati DB+e DB+LUX vanno lavorati secondo la seguente procedura suggerita: Premessa:; le caratteristiche meccaniche e chimiche dei componenti vengono raggiunti dopo la sinterizzazione (rif.: curva di cottura); qualsiasi lavorazione meccanica diversa da quella suggerita nel Manuale

Dettagli

SST2200. Stainless Steel Steam Sterilizer SST1700

SST2200. Stainless Steel Steam Sterilizer SST1700 SST2200 Stainless Steel Steam Sterilizer SST1700 Le tue nuove assistenti SST2200 & SST1700 Stainless Steel Steam Sterilizers SST2200 e SST1700 rappresentano la nuova e completa serie di piccole sterilizzatrici

Dettagli

Protocollo costruttivo

Protocollo costruttivo Protocollo costruttivo La Tecnica Gli impianti e i prodotti Biomed sono parte integrante di un concetto generale sviluppato per garantire successo e massima sicurezza agli utilizzatori finali. I prodotti

Dettagli

Istruzioni d'uso e di montaggio

Istruzioni d'uso e di montaggio Istruzioni d'uso e di montaggio Cassetto per accessori ESS 6210 it-ch Leggere assolutamente le istruzioni d'uso e di montaggio prima di posizionare, installare e usare il cassetto per evitare di infortunarsi

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione

AZIENDA USL ROMA H Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione VERBALE DI SOPRALLUOGO PER LA VERIFICA DELLE ATTIVITA DEL SETTORE ALIMENTARE SOGGETTE A REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 852/2004 (esclusa produzione primaria) D.I.A. N del ATTIVITA : Reg.

Dettagli