SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO"

Transcript

1 SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN CHIOSCO/BAR - PUNTO VENDITA DI PRODOTTI TIPICI E RELATIVE PERTINENZE IN LOCALITÀ CANDÀTEN, IN COMUNE DI SEDICO Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco na zi on a le Do lo mi ti Be ll u ne si ( d i se g ui to, l oc at or e ), co me ra pp r es en ta t o, d i ch ia ra di c on ce dere, c o me i n e ff et t i co nc e de, i n af fi t to a ( di s eg u it o, a ff it tu a ri o), i l s e g u e n t e c o mp l e s s o d i b e n i, s i t o i n l o c a l i t à Ca n d à t e n, i n c o mu n e d i S e d i c o, f u n z i o n a l m e n t e c o l l e g a t i p e r l ese rc iz i o d i u n i mp r e s a c o m me r c i a l e d i s o mmi n i s t r a z i o n e d i a l i m e n t i e b e v a n d e e d i v e n d i t a d i p r o d o t t i a g r o a l i me n t a r i e a r t i g i a n a l i l o c a l i t i p i c i : u n f ab br i c a t o i n l e g n o e p i e t r a c o m p r e n d e n t e i l p u n t o r i s t o r o a t t r e z z a t o p e r l a s o m mi n i s t r a z i o n e d i a l i m e n t i e b e v a n d e ( c h i o s c o / b a r ), i l p u n t o v e n d i t a d e i p r o d o t t i l o c a l i t i p i c i, a n c h e s s o d e b i t a me n t e a t t r e z z a t o, i l p u n t o i n f o r ma z i o n i d e l Pa r c o ( c d. An g o l o Pa r c o ) e i s e r v i z i i g i e n i c i ; n. 37 ( t r e n t a s e t t e ) g r u p p i p a n c h e - t a v o l o e n. 3 ( t r e ) p a n c h e s i n g o l e c o l l o c a t i a l l i n t e r n o d i u n a r e a p i c - n i c ; n. 21 ( v e n t u n o ) p u n t i f u o c o, d i c u i d u e d o p p i e d o t a t i d i f o n t a n e l l a, e d i c i a s s e t t e s i n g o l i, c o l l o c a t i a n c h e s s i a l l i n t e r n o d e l l a r e a p i c - n i c. 2. Le parti dichiarano e riconoscono che nell azienda data in affitto si intendono compresi tutti gli elementi che concorrono a formare il patrimonio aziendale, ivi compresi l insegna, le attrezzature, l arredamento e quant altro esiste nel fabbricato e nel perimetro dell area pic-nic, quali risultano da apposito verbale di consegna redatto, in contraddittorio tra le parti, in un momento anteriore alla stipula del presente contratto. 3. I b e n i i n s i s t o n o s u u n a r e a d i c o mp l e s s i v i m 2, c h e l E n t e p a r c o h a o t t e n u t o i n c o n c e s s i o n e o n e r o s a d al Co r p o Fo r e s t a l e d e l l o S t a t o, G e s t i o n e e x A z i e n d a d i St a t o p e r l e F o r e s t e D e m a n i a l i, c o mp re nde n t e u n a r e a p i c - n i c d i c i r c a d u e e t t a r i, i n c u i ma t e r i a l m e n t e s i t r o v a n o g l i e l e m e n t i d e l c o mp l e s s o a z i e n d a l e, u n a p o r z i o n e d i b o s c o r i p a r i a l e d i c i r c a q u a t t r o mi l a me t r i q u a d r a t i, n o n c h é i l p a r c h e ggi o p e r g l i a u t o v e i c o l i d e i t u r i s t i e v i s i t a t o r i d i c i r c a t r e m i l a m e t r i q u a d r a t i. Art. 2 Durata 1. L affitto dell azienda a v r à l a d u r a t a d i t r e a n n i e, r i c o r r e n d o n e l e c o n d i z i o n i, p o t r à e s s e r e r i n n o v a t o, a d i n i z i a t i v a d e l l Am mi n i s t r a z i o n e, d i u l t e r i o r i t r e a n n i ; i n t a l c a s o, l En t e p a r c o c o mu n i c h e r à a l l a f f i t t u a r i o, a l me n o t r e me s i p r i ma d e l l a s c a d e n z a d e l c o n t r a t t o, l a v o l o n t à d i p r o c e d e r e a l l a r i n n o v a z i o n e d e l l o s t e s s o. 1

2 Art. 3 Canone 1. Il canone annuo di affitto viene fissato in euro, IVA esclusa, che l affittuario corrisponderà in due rate semestrali di uguale importo all inizio di ciascun periodo stabilito; il pagamento della prima rata di canone dovrà avvenire all atto della stipula del presente contratto. 2. Per i primi t re a nn i i l c an on e v er rà ag gi or n at o i n mi su r a pa r i al 1 0 0% d e ll a va r ia zi o ne, ac c er ta t a d al l ISTAT, d el l in d ic e d ei p re z zi a l c on su mo pe r l e fa mig li e d i op e ra i e d impi e ga ti ve ri fi c at as i n el l a nn o p re ce de n te ; i n se de di e v en tu al e r in n ov o de l c on t ra tt o, il c a no ne s a rà o g ge tt o d i un a n uo va de te r mi na zi o ne, c on co rdata c o n il g e st or e, ch e t er rà co nt o d el l a nd amen t o co mpl es si v o de l l az ie n da. 3. I l canone d a ff it to è so g ge tt o a d imp os ta s u l va l or e ag g iu nt o c on a l iq uo t a de l 2 0%. Art. 4 Obblighi del locatore 1. I l locatore g ar an ti s ce i l p ie no e pa c if ic o g od ime nt o de l l az i en da a f fi tt a ta ; in pa rt i co la re, s i i mp eg na a s ol le vare l aff it tu a ri o d a og ni re sp o ns ab il i tà, o ne ri, a nc he fi sc al i, ed al tr i g ra va mi in c o rs o d i ac ce r ta me n to e n on a ncora a c ce rt at i, re l at iv i a ll a z ie nd a med es i ma, na s ce nt i d a ca u se a n te ri or i a ll in iz io de ll af fi tt o. 2. Restano a ca r ic o de l l oc a to re, f in o a ll a da t a de l la s ti p ul a d el p re s en te co nt ra t to, t ut te l e s pe s e re la t iv e a ll i mpiego d i lu ce, a cq u a, t el e fo no, e tc., fe rmo r es ta n do c h e l af f it tu a ri o do v rà p r ov ve de r e t empe stivame n te a d i nt es t ar e a s uo n o me, pe r t ut t a la d u ra ta de ll a f fi tt o, i re l at iv i c on tr a tt i d i ut en z a. 3. Restano altre sì a c a ri co de l lo c at or e l e ri p ar az i on i st r ao rd i na ri e, sa lv o q ua nt o p re v is to a l s uc c es si vo ar ti c ol o 5 ; si a pplica, se d e l ca s o, l a r ti co l o de l c od ic e c iv il e. Art. 5 Obblighi dell affittuario 1. L affittuario ha l obbligo di: a) corrispondere il canone di affitto alle scadenze prestabilite; b) condurre l azienda in modo da conservarne la destinazione e la capacità produttiva, anche preponendovi soggetto idoneo, sulla base di un progetto concordato con l Ente parco, in cui, ferma restando in ogni caso la salvaguardia della sua autonomia gestionale, sono stabiliti, tra l altro: i periodi di apertura della struttura, tenuto conto che l Ente parco h a o t t e n u t o d a l Co mu n e d i Se d i c o l a u t o r i z z a z i o n e, i n d e r o g a a l l e p r e s c r i z i o n i d i c u i a l l a r t i c o l o 1 1 d e l l a l e g g e 3 1 ma r z o 1998, n. 114, a t e n e r e a p e r t o i l p u n t o v e n d i t a, p e r l i n t e r o p e r i o d o 1 ma r z o - 31 o t t o b r e, a n c h e d i d o m e n i c a e n e i g i o r n i f e s t i v i ; l e mo da l it à d i pr omo zi on e d ei p r od ot t i ti pi c i lo c al i in ve nd i ta p re s so l a s tr ut t ur a med es ima ; l a id ea z io ne di p ro p os te di a ni maz io n e cu lt u ra le co er en t i co n l e fi n al it à i st it u zi on a li d el Pa rc o ; l a po ss i bi li t à di f i ss ar e u n co s to p e r l ut i li zz o d el le st ru t tu re a z ie nd a li c ol l oc at e n el l a re a p ic -n ic ; i l nu me r o di pe rs on e s ta b il me nt e i mp i eg at e n el la ge st io n e de l s it o; 2

3 c) p a r t e c i p a r e, a p r o p r i e s p e s e, se non già in possesso d i u n o d e i r e q u i s i t i p r o f e s s i o n a l i d i c u i a l l a r t i c o l o 5, c o mma 5, d e l d e c r e t o l e g i s l a t i v o 31 ma r z o 1998, n. 114, r i c h i e s t i p e r l e s e r c i z i o d e l l a t ti v i t à d i v e n d i t a d e i p r o d o t t i d e l s e t t o r e me r c e o l o g i c o a l i me n t a r e, a l p r i mo c o r s o p r o f e s s i o n a l e u t i l e i s t i t u i t o o r i c o n o s c i u t o d a l l a r e g i o n e p e r i l c o n s e g u i me n t o d e l t i t o l o d i a l i m e n t a r i s t a, o v v e r o f a r p a r t e c i p a r e a t a l e c o r s o a l t r a p e r s o n a s p e c i f i c a me n t e p r e p o s t a a l l a t t i v i t à c o mm er c i a l e ; d) i n o l t r a r e a l C o m u n e d i Se d i c o l a c o mu n i c a z i o n e d i i n i z i o a t t i v i t à d i c u i a l l a r t i c o l o 7 d e l c i t a t o d e c r e t o l e g i s l a t i v o n. 114 / 98 ; e) provvedere alla vendita dei soli prodotti agro-alimentari e artigianali locali tipici concordati con l Ente parco nel progetto di cui alla precedente lettera b), con preferenza per quelli inseriti nel circuito Carta Qualità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, nonché delle pubblicazioni e dei gadget dell ente stesso; f) rispettare il protocollo per la concessione del logo Carta Qualità del Parco relativo al settore ristorazione, impegnandosi ad entrare nel circuito Carta Qualità ; g) gestire il punto informazioni del Parco, fornendo a turisti e visitatori gli opportuni ragguagli sulle principali attività organizzate dall Ente parco, nonché sulle possibilità di fruizione turistica del territorio; h) provvedere alla manutenzione ordinaria dell immobile, degli impianti e delle attrezzature che concorrono a formare il patrimonio aziendale, nonché a tutte le riparazioni, sostituzioni e ammodernamenti conseguenti al godimento della cosa e necessari per una sua migliore gestione; i) provvedere alla manutenzione ordinaria dell area boscata, con le cadenze e le modalità concordate con l Ente parco nel progetto di cui alla lettera b); j) intestare a suo nome, dalla data del presente atto, tutti i contratti di utenza di servizi pubblici, compreso quello relativo allo smaltimento dei rifiuti; k) restituire i beni affittati, alla scadenza del contratto, nel medesimo stato in cui gli sono stati consegnati, secondo quanto risulta dal verbale di cui all articolo 1, salvo il deterioramento derivante dall uso. Art. 6 Cauzione 1. A garanzia degli obblighi assunti con il presente atto, l affittuario è tenuto a costituire, nelle stesse forme previste per la cauzione provvisoria, un deposito cauzionale definitivo pari a una annualità di canone, IVA esclusa, fornendo prova dell avvenuto deposito all atto della sottoscrizione del contratto. 2. La mancata costituzione della garanzia determina la dichiarazione di decadenza dall aggiudicazione e l incameramento della cauzione provvisoria da parte dell Ente parco, salvo il risarcimento di eventuali ulteriori danni. 3

4 3. La cauzione definitiva è svincolata allo scadere della durata del contratto, previa verifica, in contraddittorio con l affittuario, che la cosa è stata resa nel medesimo stato in cui questi l ha ricevuta, salvo il deterioramento risultante dall uso, ed in assenza di altre inadempienze contrattuali dell affittuario medesimo. Art. 7 Poteri del locatore e dell affittuario 1. Il locatore può accertare in ogni tempo, anche con accesso in luogo, se l affittuario osserva gli obblighi che gli incombono; in caso di accertata violazione di tali obblighi, si applica il successivo articolo L affittuario può prendere le iniziative atte a produrre un aumento di reddito della cosa, purché non ne pregiudichino la capacità produttiva; se tali iniziative si traducono in un incremento delle componenti aziendali, la differenza tra le consistenze d inventario all inizio e al termine dell affitto sarà regolata in base all articolo 2561, ultimo comma, del codice civile. 3. In nessun caso l avviamento dell azienda può farsi rientrare tra le consistenze indennizzabili di cui al precedente comma 2, e per esso nulla potrà pretendere l affittuario alla scadenza del contratto di affitto. Art. 8 Licenze amministrative 1. A norma de ll ar ti co l o 7 d el la l e gg e 2 5 ag os t o , n. 2 87, i l tr as f er ime nt o de l la g e st io ne de ll az ie nd a c omporta la c es si on e a ll 'av en te ca us a d el le au to r iz za zi o ni d i c ui l E n t e p a r c o è t i t o l a r e, e p e r t a l e s u b i n g r e s s o l En t e p a r c o g i à p r e s t a i l s u o a s s e n s o. 2. L af fi ttu ar io, d a l c a n t o s u o, s e n z a n u l l a p r e t e n d e r e i n c a m b i o, s i o b b l i g a a c e d e r e, a l l o s p i r a r e d e l c o n t r a t t o d i a f f i t t o, l e a u t o r i z z a z i o n i p r e d e t t e a l l E n t e p a r c o. Art. 9 Responsabilità dell affittuario 1. L affittuario è responsabile per i danni, a persone o a cose, eventualmente arrecati, nell esecuzione del contratto, per fatto proprio o dei suoi dipendenti e collaboratori; a tale riguardo, esso si impegna a tenere indenne il locatore da ogni pretesa avanzata da terzi in merito. 2. L affittuario è altresì responsabile della perdita e del deterioramento dei beni aziendali che avvengono nel corso del contratto, anche se cagionati da persone che egli ha ammesso, sia pure temporaneamente, all uso o al godimento dei beni predetti, e salvo che provi che tali eventi sono accaduti per causa a lui non imputabile. Art. 10 Divieto di subaffitto e di cessione del contratto di affitto 1. L affittuario non può subaffittare l azienda, né cedere a terzi il contratto d affitto. 4

5 2. La violazione del divieto di cui al comma 1 è causa di risoluzione del contratto d affitto. Art. 11 Risoluzione del contratto 1. Oltre che nel caso previsto nel precedente articolo 10, il contratto si risolve: a) di diritto, ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 1456 del codice civile: in caso di mancato pagamento di una intera annualità di canone; in caso di perdita di uno dei requisiti richiesti per la partecipazione alla gara ovvero di esito negativo dei controlli effettuati sulle dichiarazioni rese dall affittuario in sede di istanza di ammissione alla gara; in caso di mancata partecipazione, per causa imputabile all affittuario, al p r i m o c o r s o p r o f e s s i o n a l e u t i l e i s t i t u i t o o r i c o n o s c i u t o d a l l a r e g i o n e p e r i l c o n s e g u i me n t o d e l t i t o l o d i a l i m e n t a r i s t a ; b) su richiesta dell Ente parco, nei limiti di cui all articolo 1455 del codice civile: in caso di inottemperanza agli obblighi nascenti dal presente contratto; in caso di reiterate violazioni del progetto di gestione concordato con l Ente parco ai sensi del precedente articolo Il contratto si scioglie altresì nel caso previsto dall articolo 2561, comma 3, del codice civile. 3. In caso di risoluzione del contratto per causa imputabile all affittuario, l Ente parco provvede all incameramento della cauzione definitiva, salvo il risarcimento di ogni ulteriore danno. Art. 12 Disciplina delle controversie 1. Le eventuali controversie che potranno insorgere tra l Ente parco e l affittuario in ordine alla interpretazione, esecuzione e risoluzione del presente contratto vengono devolute ad un collegio arbitrale composto da tre arbitri nominati uno dall amministrazione, uno dal privato contraente e il terzo, con funzioni di Presidente, di comune accordo tra le parti ovvero, in mancanza di accordo, dal Presidente del tribunale di Belluno. 2. All arbitrato si applicano le disposizioni di cui all articolo 806 e ss. del codice di procedura civile. 3. La richiesta di arbitrato deve essere inoltrata nel termine di sessanta giorni dalla data in cui si verifica il fatto oggetto di contestazione; decorso inutilmente detto termine, ciascuna parte decade dal diritto di ricorrere al giudizio arbitrale. 4. La richiesta di arbitrato, notificata all altra parte, deve indicare con chiarezza i termini della controversia e indicare il nominativo dell arbitro prescelto. 5

6 Art. 13 Oneri fiscali e spese contrattuali 1. Sono a carico dell affittuario le spese di bollo e le altre inerenti al presente contratto. 2. Sono a carico dell Ente parco le spese di registrazione; a tal fine, poiché i canoni di affitto sono assoggettati ad imposta sul valore aggiunto, trova applicazione, in materia di imposta di registro, l articolo 40 del decreto del Presidente della Repubblica 26 aprile 1986, n Art. 14 Norma finale 1. Per quanto non previsto nel presente atto, si osservano le disposizioni di cui agli articoli 2555 e ss. e 1615 e ss. del codice civile in materia di affitto di azienda, nonché quelle di cui all articolo 1571 e ss. dello stesso codice in materia di locazione, in quanto applicabili. Firma dell offerente per accettazione 6

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche

Università degli Studi di Napoli Federico II. Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche Università degli Studi di Napoli Federico II Biblioteca di Area Scienze Politiche c uriosando in Bibl i oteca Spunti tematici

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco

www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco www.ipospadia.it Dott:Giacinto Marrocco Le Malformazioni dei Genitali nell'infanzia Un sito dedicato ai pediatri ed ai genitori di bambini con patologie acquisite o congenite degli organi genitali EPISPADIA

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CINEMA COMUNALE A.CONTI PER ANNI CINQUE.

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CINEMA COMUNALE A.CONTI PER ANNI CINQUE. . AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CINEMA COMUNALE A.CONTI PER ANNI CINQUE. SCHEMA DI CONCESSIONE Indice 1) Oggetto della concessione 3 2) Validità della concessione 4 3) Modalità di aggiudicazione 4 4)

Dettagli

Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco"

Formula Bonus-Malus l'abito non fa (più) il monaco Formula Bonus-Malus "l'abito non fa (più) il monaco" Limiti e criticità dell'attuale formula Giovanni Sammartini Coordinatore Commissione Danni Roma, 7 giugno 2013 2000-2011: com'è cambiata la distribuzione

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI AFFITTO DELLA MALGA SENTIERI E PERTINENZE DI PASSAGGIO PIAN DEL LUPO STIPULATO A MEZZO DI ACCORDO AI SENSI DELL ART.

SCHEMA DI CONTRATTO DI AFFITTO DELLA MALGA SENTIERI E PERTINENZE DI PASSAGGIO PIAN DEL LUPO STIPULATO A MEZZO DI ACCORDO AI SENSI DELL ART. SCHEMA DI CONTRATTO DI AFFITTO DELLA MALGA SENTIERI E PERTINENZE DI PASSAGGIO PIAN DEL LUPO STIPULATO A MEZZO DI ACCORDO AI SENSI DELL ART. 45 LEGGE N. 203/1982 COMUNE DI SONDRIO Con la presente scrittura

Dettagli

I trasduttori di temperatura integrati

I trasduttori di temperatura integrati I trasduttori di temperatura integrati La m o der n a t ec n ol o gi a d ei cir cu it i i nt egr ati ha det er m i nat o, g ià da q u al c he an n o, l'im m is si o ne su l m er c ato di tr asd u tt or

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

P a r m a e P i a c e n z a

P a r m a e P i a c e n z a F o n d i t o r e E p o c a S e d e f o n d e r i a N o t e A l e s s i B IB L IO G R A F IA : S c a r a b e l l i Z u n t i ; E n r i c o D a l l ' O l i o. La campana grossa della torre della piazza,

Dettagli

CONCESSIONE IN USO DELLA P.ED C.C. LEVICO DENOMINATA. Addì presso il Municipio di Levico Terme in via Marconi n.6, tra

CONCESSIONE IN USO DELLA P.ED C.C. LEVICO DENOMINATA. Addì presso il Municipio di Levico Terme in via Marconi n.6, tra COMUNE DI LEVICO TERME PROVINCIA DI TRENTO Racc. n. CONCESSIONE IN USO DELLA P.ED. 2030 C.C. LEVICO DENOMINATA PALALEVICO. Addì presso il Municipio di Levico Terme in via Marconi n.6, tra i Signori: 1.

Dettagli

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma

Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma Al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto- Guardia Costiera Reparto 5 - Ufficio III Viale dell Arte, 16 00144 Roma e ss.mm.ii. Il sottoscritto Codice Fiscale Nato a il Residente in Via/P.zza

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Andrea Raschi. Qualifica professionale. Esperienza professionale. Nome/Cognome

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Andrea Raschi. Qualifica professionale. Esperienza professionale. Nome/Cognome Curriculum Vitae Informazioni personali Nome/Cognome Indirizzo via G.Galiei,13 06019 Umbertide (PG) Telefono +39 338 8692643 E-mail Web site Cittadinanza raschiandrea@libero.it www.fisiobrain.com Italiana

Dettagli

CRITERI E CONDIZIONI PER LA STIPULA DI CONTRATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI LOCALE IN FRAZ. COLFIORITO LOC. CASERMETTE A POSTE ITALIANE S.P.A.

CRITERI E CONDIZIONI PER LA STIPULA DI CONTRATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI LOCALE IN FRAZ. COLFIORITO LOC. CASERMETTE A POSTE ITALIANE S.P.A. CRITERI E CONDIZIONI PER LA STIPULA DI CONTRATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI LOCALE IN FRAZ. COLFIORITO LOC. CASERMETTE A POSTE ITALIANE S.P.A. Art. 1 Oggetto della concessione Il Comune di Foligno,

Dettagli

GUIDA PER L ISTAL LAZ IONE E L A M E SSA IN FUNZIONE DEL SENSORE DI TE MPE R ATURA ESTERNA SU FIAT PANDA 2 SERI E

GUIDA PER L ISTAL LAZ IONE E L A M E SSA IN FUNZIONE DEL SENSORE DI TE MPE R ATURA ESTERNA SU FIAT PANDA 2 SERI E GUIDA PER L ISTAL LAZ IONE E L A M E SSA IN FUNZIONE DEL SENSORE DI TE MPE R ATURA ESTERNA SU FIAT PANDA 2 SERI E 2004-2011 P re m e tt o c h e l a se g ue n te g u i d a è stata c reata esp l i c i ta

Dettagli

I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA

I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA I NUMERI DELLA VIGILANZA PRIVATA Anno 2012 Osservatorio ASSIV sulla sicurezza sussidiaria e complementare Nota metodologica I numeri elaborati dall OSSERVATORIO ASSIV su dati Inps si riferiscono alle che

Dettagli

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica

Decodifica di files DICOM e restauro di immagini di Risonanza Magnetica U NIVERSITÀ DEGLI STUDI DI F ACOLTÀ D IPARTIMENTO DI DI P ALERMO I NGEGNERIA I NGEGNERIA I NFORMATICA CORSO DI I N GEG N ERIA AT GE GN ERI A I N FORM FO RMA TIICA CA LAUREA PER PE R I IN S I ST EMI LIIG

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO USO RISCALDAMENTO PER CENTRALI TERMICHE - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO USO RISCALDAMENTO PER CENTRALI TERMICHE - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO USO RISCALDAMENTO PER CENTRALI TERMICHE - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA. Codice Fiscale n CONTRATTO DI LOCAZIONE, CON, INERENTE I LOCALI, DI PROPRIETA COMUNALE, ADIBITI A, SITI IN.

COMUNE DI RAVENNA. Codice Fiscale n CONTRATTO DI LOCAZIONE, CON, INERENTE I LOCALI, DI PROPRIETA COMUNALE, ADIBITI A, SITI IN. ALLEGATO C COMUNE DI RAVENNA Codice Fiscale n. 00354730392 PG.n. Repertorio n. CONTRATTO DI LOCAZIONE, CON, INERENTE I LOCALI, DI PROPRIETA COMUNALE, ADIBITI A, SITI IN RAVENNA, PIAZZA EINAUDI N. 5, 6

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE.

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL SALDO COMMERCIALE A cura di: Manuela Gussoni Ufficio studi IMM 21 maggio 2014 In un contesto di sostanziale stazionarietà dell export

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

CONTRATTO D AFFITTO DI FONDO RUSTICO. (con deroghe ex art. 45 della L. 203/82) Con la presente privata scrittura da valere tra le

CONTRATTO D AFFITTO DI FONDO RUSTICO. (con deroghe ex art. 45 della L. 203/82) Con la presente privata scrittura da valere tra le Rep. N. Bologna, li CONTRATTO D AFFITTO DI FONDO RUSTICO (con deroghe ex art. 45 della L. 203/82) Con la presente privata scrittura da valere tra le parti ad ogni effetto di ragione e di legge fra: - PROVINCIA

Dettagli

S i g n o r V i c e M i n i s t r o p e r l U n i v e r s i t à, A u t o r i t à, M a g n i f i c i R e t t o r i, c a r i C o l - l e g h i, c a r i S t u d e n t i, S i g n o r e e S i g n o r i, r i

Dettagli

A V V I S O RICHIESTA MANIFESTAZIONE INTERESSE PER AFFITTO LOCALI COMUNALI AD USO COMMERCIALE (ESERCIZIO PUBBLICO) I L S EGRETARIO.

A V V I S O RICHIESTA MANIFESTAZIONE INTERESSE PER AFFITTO LOCALI COMUNALI AD USO COMMERCIALE (ESERCIZIO PUBBLICO) I L S EGRETARIO. A V V I S O RICHIESTA MANIFESTAZIONE INTERESSE PER AFFITTO LOCALI COMUNALI AD USO COMMERCIALE (ESERCIZIO PUBBLICO) I L S EGRETARIO rende noto che l'amministrazione comunale di Chamois intende affittare

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE. L anno duemilaquindici e questo dì ( ) del mese di CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA

CONTRATTO DI LOCAZIONE. L anno duemilaquindici e questo dì ( ) del mese di CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemilaquindici e questo dì ( ) del mese di in San Pietro di Morubio (VR) CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA - Il Comune di San Pietro di Morubio, C.F. 82002650230, con sede

Dettagli

COMUNE DI TRADATE. Provincia di Varese CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. L anno duemila a questo giorno ( ) del mese di, tra

COMUNE DI TRADATE. Provincia di Varese CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. L anno duemila a questo giorno ( ) del mese di, tra Repertorio n. del COMUNE DI TRADATE Provincia di Varese CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE L anno duemila a questo giorno ( ) del mese di, tra il COMUNE DI TRADATE, con sede in Tradate (VA), Piazza

Dettagli

Casa della salute Progetto per la medicina del territorio

Casa della salute Progetto per la medicina del territorio Casa della salute Progetto per la medicina del territorio CASA DELLA SALUTE PROGETTO PER LA MEDICINA DEL TERRITORIO CASA DELLA SALUTE 1 PROGETTO PER LA MEDICINA DEL TERRITORIO 2 S E Z I O N E 1 P R E ME

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

Con Delibera n. 74 dell 11 giugno 2013, la Giunta della Camera di. Commercio di Napoli stabilì di stipulare idoneo contratto di locazione previo

Con Delibera n. 74 dell 11 giugno 2013, la Giunta della Camera di. Commercio di Napoli stabilì di stipulare idoneo contratto di locazione previo CONTRATTO DI LOCAZIONE PREMESSO CHE: Con Delibera n. 74 dell 11 giugno 2013, la Giunta della Camera di Commercio di Napoli stabilì di stipulare idoneo contratto di locazione previo esperimento di procedura

Dettagli

CITTA' DI ALESSANO. Provincia di Lecce CAPITOLATO SPECIALE

CITTA' DI ALESSANO. Provincia di Lecce CAPITOLATO SPECIALE CITTA' DI ALESSANO Tel. 0833/782732 - Fax 0833/782748 Provincia di Lecce Sito Web: www.comune.alessano.le.it E-mail: vicesegreteria@comune.alessano.le.it CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera C.C. n. 242 del

CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera C.C. n. 242 del CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 242 del 13.12.2007, esecutiva 1 INDICE Art. n. 1 pag. n. 3 Art. n. 2 pag. n. 3 Art. n. 3 pag.

Dettagli

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero

Gruppo di lavoro per i B.E.S. D.D. 3 Circolo Sanremo. Autore: Marino Isabella P roposta di lavoro per le attività nei laboratori di recupero Competenza/e da sviluppare GIOCO: SCARABEO CON SILLABE OCCORRENTE: MATERIALE ALLEGATO E UN SACCHETTO PER CONTENERE LE SILLABE RITAGLIATE. ISTRUZIONI Saper cogliere/usare i suoni della lingua. Saper leggere

Dettagli

Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra.

Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra. Sistemi Naturali per sfioratori di reti fognarie miste Iridra Srl fitodepurazione e gestione sostenibile delle acque via la Marmora 51, 50121 Firenze Tel. 055470729 Fax 055475593 www.iridra.com Iris

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA AVVISO DI RETTIFICA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA AVVISO DI RETTIFICA Servizio partecipazioni industriali AVVISO DI RETTIFICA In riferimento al bando di gara pubblicato sulla G.U., V Serie Speciale n. 57 del 16.05.2008, riguardante la procedura aperta per l affitto, la riqualificazione

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE AFFITTO D AZIENDA

OPERAZIONI STRAORDINARIE AFFITTO D AZIENDA OPERAZIONI STRAORDINARIE AFFITTO D AZIENDA Nozione L art. 1615 c.c. determina «affitto» la locazione che ha per oggetto il godimento di una cosa produttiva mobile o immobile. Il Codice Civile dedica al

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2014 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. FEBBRAIO 2015 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

L Affitto. Maria Cilli, Nicola Penza, Fabrizio Bonora

L Affitto. Maria Cilli, Nicola Penza, Fabrizio Bonora L Affitto Maria Cilli, Nicola Penza, Fabrizio Bonora L Affitto La nozione di affitto si ricava combinando la definizione della locazione dell'articolo 1571 c.c. con quanto disposto dall'articolo 1615 c.c.,

Dettagli

http://www.studiodicarlo.org

http://www.studiodicarlo.org Contratto di affitto di albergo Con la presente scrittura privata redatta in in data tra: il Signor , nato a , il , residente a , via , codice fiscale , di seguito

Dettagli

CONTRATTO DI AFFITTO DI RAMO DI AZIENDA. Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge tra le parti sotto indicate:

CONTRATTO DI AFFITTO DI RAMO DI AZIENDA. Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge tra le parti sotto indicate: CONTRATTO DI AFFITTO DI RAMO DI AZIENDA Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge tra le parti sotto indicate: 1) MASSA MARTANA CARNI UMBRE DI QUALITA S.R.L. con sede in MASSA

Dettagli

Atomi, molecole e ioni

Atomi, molecole e ioni Atomi, molecole e ioni anione + - catione Teoria atomica di Dalton 1. Un elemento è composto da particelle minuscole chiamate atomi. 2. In una normale reazione chimica, nessun atomo di nessun elemento

Dettagli

SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO DI CONSULENZA FISCALE E TRIBUTARIA

SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO DI CONSULENZA FISCALE E TRIBUTARIA SCHEMA DI DISCIPLINARE DI INCARICO DI CONSULENZA FISCALE E TRIBUTARIA Il giorno del mese di dell anno tra la Dott.ssa Denise Frapiccini nata a Argenta (FE) il 07.04.1965 in qualità di Dirigente del Settore

Dettagli

CONTRATTO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI DELLA CASA DI RIPOSO IN FAVORE DI ANZIANI

CONTRATTO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI DELLA CASA DI RIPOSO IN FAVORE DI ANZIANI CONTRATTO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI DELLA CASA DI RIPOSO IN FAVORE DI ANZIANI TRA L Asp Regina Margherita, con sede legale a Barletta in Via Enrico Fermi n.20; cap : C.F.

Dettagli

mi.mo s.r.l. Via Umberto, VIAGRANDE (CT) P.IVA:

mi.mo s.r.l. Via Umberto, VIAGRANDE (CT) P.IVA: MODUL0 DI RICHIESTA PER L AFFITTO DEGLI SPAZI DI VIAGRANDE STUDIOS Gli spazi di proprietà della Mi.Mo srl con sede legale in Viagrande (CT) Via Umberto 134, legale rappresentante la D.ssa Nunzia Cirillo

Dettagli

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Rassegna Stampa Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Roma, Marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Videoconferenza e medicina: nasce Romeo, network per la ricerca in radioterapia oncologica

Dettagli

AQUIL SPORT SOCIETA DI PROGETTO S.R.L. CONCESSIONARIA COMUNE DI PORTICI CAPITOLATO SPECIALE

AQUIL SPORT SOCIETA DI PROGETTO S.R.L. CONCESSIONARIA COMUNE DI PORTICI CAPITOLATO SPECIALE AQUIL SPORT SOCIETA DI PROGETTO S.R.L. CONCESSIONARIA COMUNE DI PORTICI CAPITOLATO SPECIALE Fornitura di Arredi Macchinari ed Attrezzature palestra della Costruendo Piscina Comunale in Località Via Farina

Dettagli

COMUNE DI DOMUS DE MARIA PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI DOMUS DE MARIA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI DOMUS DE MARIA PROVINCIA DI CAGLIARI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LUDOTECA L anno duemiladieci, il giorno del mese di, nel Comune di Domus de Maria, tra i signori: -, Segretario

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna SCHEMA DI CONTRATTO PER LA CONCESSIONE LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE DA DESTINARSI AD

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna SCHEMA DI CONTRATTO PER LA CONCESSIONE LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE DA DESTINARSI AD REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ARGELATO Provincia di Bologna SCHEMA DI CONTRATTO PER LA CONCESSIONE LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE DA DESTINARSI AD ATTIVITA DI BAR, PRESSO L IMMOBILE SITO NEL CONTRO SPORTIVO

Dettagli

Economia dei gruppi e bilancio consolidato Anno accademico 2013/2014. Il bilancio consolidato

Economia dei gruppi e bilancio consolidato Anno accademico 2013/2014. Il bilancio consolidato Economia dei gruppi e bilancio consolidato Anno accademico 2013/2014 Il bilancio consolidato L eliminazione delle partecipazioni Francesca Ghezzi 1 Eliminazione di partecipazione costituita Possesso al

Dettagli

La Ma d d a l e n a. riflette in se l i n t e r a p e n i s ol a e in u n c e r t o

La Ma d d a l e n a. riflette in se l i n t e r a p e n i s ol a e in u n c e r t o m e d o r o La Ma d d a l e n a. La Ma d d a l e n a è, p e r c o s i d i r e, u n m i c r o c o sm o a u t o s u f f i c i e n t e, s t a c c a t o c o n il s u o a r c i p el a g o dalla Sa r d e g

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE

OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni Via Cristoforo Colombo, 200 00145 Roma T +39 06 510.777.1 F

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VENDITA DEI BENI IMMOBILI DI CUI AL PROGETTO CD. SESTA PORTA

REGOLAMENTO PER LA VENDITA DEI BENI IMMOBILI DI CUI AL PROGETTO CD. SESTA PORTA REGOLAMENTO PER LA VENDITA DEI BENI IMMOBILI DI CUI AL PROGETTO CD. SESTA PORTA ART.1 - SCELTA DEL CONTRAENTE 1. I contraenti vengono individuati, di norma, mediante procedura ad evidenza pubblica. 2.

Dettagli

COMUNE DI MESE Piazza Don Albino Del Curto 6 (tel 0343/41000 fax 0343/43213) UFFICIO COMMERCIO

COMUNE DI MESE Piazza Don Albino Del Curto 6 (tel 0343/41000 fax 0343/43213) UFFICIO COMMERCIO COMUNE DI MESE Piazza Don Albino Del Curto 6 (tel 0343/41000 fax 0343/43213) COMUNE.MESE@PROVINCIA.SO.IT UFFICIO COMMERCIO Mese, 04.07.2013 N. DET. 58 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL'AREA AMMINISTRATIVA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI : MENSA SCOLASTICA. Titolo I INDICAZIONI GENERALI. Definizioni ' )& #* +#!

DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI : MENSA SCOLASTICA. Titolo I INDICAZIONI GENERALI. Definizioni ' )& #* +#! DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI : MENSA SCOLASTICA Titolo I INDICAZIONI GENERALI Art. 1 - Premessa "$%&' " &% ( ""$$% Definizioni ' )& * + ' )& "* + %% Art. 2 - Oggetto dell appalto,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE. REP. del. Con la presente scrittura privata tra il locatore Comune di Itri in. persona del, Responsabile del Servizio

CONTRATTO DI LOCAZIONE. REP. del. Con la presente scrittura privata tra il locatore Comune di Itri in. persona del, Responsabile del Servizio COMUNE DI ITRI PROVINCIA DI LATINA Medaglia di Bronzo al Valor Civile Tel. 0771/7321 Fax 0771/721108 www.comune.itri.it All. B CONTRATTO DI LOCAZIONE REP. del Con la presente scrittura privata tra il locatore

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA

Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007. Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Statistica Annuale R.C. Auto Esercizio 2007 Sergio Desantis e Gianni Giuli Statistiche e Studi Attuariali ANIA Milano, 25 febbraio 2009 CONTENUTI 1. I risultati della nuova statistica annuale RC Auto gli

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI AYMAVILLES CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERO DALL ABITAZIONE TRA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI AYMAVILLES CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERO DALL ABITAZIONE TRA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMUNE DI AYMAVILLES CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERO DALL ABITAZIONE N. ---------------- di repertorio. TRA Il Comune di Aymavilles

Dettagli

Il sistema periodico degli elementi

Il sistema periodico degli elementi Il sistema periodico degli elementi Gli elementi mostrano una variazione progressiva delle proprietà chimiche; dopo un definito numero di elementi, le medesime proprietà si ripetono con deboli variazioni

Dettagli

San Marino, IGR: cosa cambia per le persone fisiche

San Marino, IGR: cosa cambia per le persone fisiche San Marino, IGR: cosa cambia per le persone fisiche Reddito d impresa L art. 29, in particolare, specifica che è considerato reddito d impresa quello conseguente allo svolgimento di attività artigianali,

Dettagli

Il marchio Ecolabel europeo Esperienze in Europa

Il marchio Ecolabel europeo Esperienze in Europa Presentazione del Progetto ECOLABEL TURISMO MARCHE 2005-2006 - Esperienze a confronto Pesaro, 25 gennaio2006 Il marchio Ecolabel europeo Esperienze in Europa Stefania Minestrini APAT- L ECOLABEL EUROPEO

Dettagli

OGGETTO DEL REGOLAMENTO PROCEDURA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA PROCEDURA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE

OGGETTO DEL REGOLAMENTO PROCEDURA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE REQUISITI PER L AMMISSIONE ALLA PROCEDURA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI UNITA IMMOBILIARI AD USO ABITATIVO E NON ABITATIVO DI PROPRIETA DELL ATS DELLA CITTÀ METROPOLITANA DI MILANO ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 PROCEDURA

Dettagli

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative

OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative OPEN GOVERNMENT PLATFORM Una piattaforma Web per lo sviluppo di Iniziative di Cittadini in modalità innovative - brochure - i n i z i a t i v a r i f o r m a d a l b a sso.blogspot.it - i n i z i at i

Dettagli

CONTRATTO DI IMPEGNO DEL SOCIO OPERATIVO INDUSTRIALE DI MINORANZA., nato a.. il, il quale interviene nel

CONTRATTO DI IMPEGNO DEL SOCIO OPERATIVO INDUSTRIALE DI MINORANZA., nato a.. il, il quale interviene nel CONTRATTO DI IMPEGNO DEL SOCIO OPERATIVO INDUSTRIALE DI MINORANZA Tra i sottoscritti,, nato a.. il, il quale interviene nel presente atto non in proprio ma nella sua qualità di..del Comune di Torino con

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

Causali Consulenti del Lavoro

Causali Consulenti del Lavoro Causali Consulenti del Lavoro Codice Descrizione Codice posizione Tipo inizio periodo riferimento AG00 AL00 AN00 AO00 AP00 AQ00 AR00 provinciale di Agrigento provinciale di Alessandria provinciale di Ancona

Dettagli

R E G I O N E V E N E T O Segreteria Regionale per la Sanità Coordinamento Regionale Acquisti per la Sanità

R E G I O N E V E N E T O Segreteria Regionale per la Sanità Coordinamento Regionale Acquisti per la Sanità R E G I O N E V E N E T O Segreteria Regionale per la Sanità Coordinamento Regionale Acquisti per la Sanità PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA TRIENNALE DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO A SUPPORTO DELL AZIENDA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI NATURA TRANSITORIA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI NATURA TRANSITORIA CONTRATTO DI LOCAZIONE DI NATURA TRANSITORIA *** **** *** Con la presente scrittura privata redatta in triplice originale, la Procedura Esecutiva Immobiliare R.G.E. n. pendente presso il Tribunale di Crotone,

Dettagli

COMUNE DI CENCENIGHE AGORDINO Provincia di Belluno REGOLAMENTO COMUNALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI

COMUNE DI CENCENIGHE AGORDINO Provincia di Belluno REGOLAMENTO COMUNALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI COMUNE DI CENCENIGHE AGORDINO Provincia di Belluno REGOLAMENTO COMUNALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 6 DEL 23 APRILE 2010 Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA VENDITA DEI BENI IMMOBILI. COMUNE DI SEDICO Provincia di Belluno. Approvato con delibera C.C. n. 82 del

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA VENDITA DEI BENI IMMOBILI. COMUNE DI SEDICO Provincia di Belluno. Approvato con delibera C.C. n. 82 del COMUNE DI SEDICO Provincia di Belluno REGOLAMENTO SPECIALE PER LA VENDITA DEI BENI IMMOBILI Approvato con delibera C.C. n. 82 del 31.07.2000 Entrato in vigore il 06.09.2000 Modificato con delibera C.C.

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI SITUATI PRESSO IL COMPLESSO "LE FILANDE" DI SAN GIACOMO DI VEGLIA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI SITUATI PRESSO IL COMPLESSO LE FILANDE DI SAN GIACOMO DI VEGLIA COMUNE DI VITTORIO VENETO - PROVINCIA DI TREVISO Reg. Scritt. privata n. CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI SITUATI PRESSO IL COMPLESSO "LE FILANDE" DI SAN GIACOMO DI VEGLIA PREMESSO: - che

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

TRIBUNALE DI PIACENZA. Sezione fallimentare AVVISO DI VENDITA. Fallimento n. 6/09 di Gruppo Ecor Immobiliare S.r.l.

TRIBUNALE DI PIACENZA. Sezione fallimentare AVVISO DI VENDITA. Fallimento n. 6/09 di Gruppo Ecor Immobiliare S.r.l. 1 TRIBUNALE DI PIACENZA Sezione fallimentare AVVISO DI VENDITA Fallimento n. 6/09 di Gruppo Ecor Immobiliare S.r.l. Il sottoscritto dott. Vittorio Boscarelli, Notaio in Piacenza, delegato curatore dott.

Dettagli

INCARICO DI MEDIAZIONE IN ESCLUSIVA PER LA LOCAZIONE

INCARICO DI MEDIAZIONE IN ESCLUSIVA PER LA LOCAZIONE Modulo 5 INCARICO DI MEDIAZIONE IN ESCLUSIVA PER LA LOCAZIONE Il sottoscritto/a nato/a a il residente a Via tel. C.F. in qualità di della società con sede a P.IVA, di seguito denominato/a locatore; CONFERISCE

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. SCUOLA SCI associazione professionale tra maestri di sci

CONVENZIONE. Tra. SCUOLA SCI associazione professionale tra maestri di sci CONVENZIONE Tra ALITALIA - Compagnia Aerea Italiana S.p.A. - con sede legale in Fiumicino (RM), Piazza Almerico da Schio, Pal. RPU, 00054, capitale sociale versato, pari ad euro 668.355.344,00 i.v., codice

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE. L anno duemilanove e questo dì del mese. di in Firenze

CONTRATTO DI LOCAZIONE. L anno duemilanove e questo dì del mese. di in Firenze CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemilanove e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN QUATTRO ORIGINALI - il Comune di Firenze, codice fiscale n. 01307110484, con sede

Dettagli

Comune di Sirolo Provincia di Ancona

Comune di Sirolo Provincia di Ancona ALLEGATO C) Comune di Sirolo SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE, DI PROPRIETA COMUNALE SITO NELLA SPIAGGIA URBANI DI SIROLO TRA IL COMUNE DI SIROLO - Sede

Dettagli

COMUNE DI RAVENNA. Codice Fiscale n CONTRATTO DI LOCAZIONE, CON, INERENTE I LOCALI, DI PROPRIETA COMUNALE, ADIBITI A, SITI IN.

COMUNE DI RAVENNA. Codice Fiscale n CONTRATTO DI LOCAZIONE, CON, INERENTE I LOCALI, DI PROPRIETA COMUNALE, ADIBITI A, SITI IN. ALLEGATO C COMUNE DI RAVENNA Codice Fiscale n. 00354730392 PG.n. Repertorio n. CONTRATTO DI LOCAZIONE, CON, INERENTE I LOCALI, DI PROPRIETA COMUNALE, ADIBITI A, SITI IN MARINA DI RAVENNA, VIA TRIESTE N.

Dettagli

CAPITOLATO DI GARA PER L AFFITTO DI AZIENDA DEL BAR RISTORANTE SITO IN LOCALITA LES GALLIANS E PER LA GESTIONE DEL DORTOIR IN FASE DI ULTIMAZIONE.

CAPITOLATO DI GARA PER L AFFITTO DI AZIENDA DEL BAR RISTORANTE SITO IN LOCALITA LES GALLIANS E PER LA GESTIONE DEL DORTOIR IN FASE DI ULTIMAZIONE. Comune di Oyace Regione Autonoma Valle d Aosta Commune d Oyace Région Autonome Vallée d Aoste CAPITOLATO DI GARA PER L AFFITTO DI AZIENDA DEL BAR RISTORANTE SITO IN LOCALITA LES GALLIANS E PER LA GESTIONE

Dettagli

Agevolata 19% in caso di contratti di locazione concordati in comuni ad alta densità abitativa

Agevolata 19% in caso di contratti di locazione concordati in comuni ad alta densità abitativa AFFITTO APPARTAMENTI MILANO : CEDOLARE SECCA PRINCIPI NORMATIVI: Il D.LGS N 23 1473/2011 Art 3 È entrato in vigore a seguito della pubblicazione delle istruzioni operative da parte dell agenzia delle entrate-

Dettagli

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO TEMPORANEO

AFFIDAMENTO SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO TEMPORANEO AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione Generale Servizio Patrimonio, Provveditorato, economato AFFIDAMENTO SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO TEMPORANEO AI SENSI

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE FINANZIARIA IMMOBILIARE. La S.p.A. Zeta... e la S.p.A. Erre... convengono e

CONTRATTO DI LOCAZIONE FINANZIARIA IMMOBILIARE. La S.p.A. Zeta... e la S.p.A. Erre... convengono e CONTRATTO DI LOCAZIONE FINANZIARIA IMMOBILIARE La S.p.A. Zeta... e la S.p.A. Erre... convengono e stipulano quanto segue: 1) la S.p.A. Zeta... concede in locazione finanziaria alla S.p.A. Erre..., che

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA AFFITTO DI FONDI AGRICOLI DI PROPRIETÀ' COMUNALE SITI NEL. L'anno duemiiaquattordiciaddi del mese di nella.

REPUBBLICA ITALIANA AFFITTO DI FONDI AGRICOLI DI PROPRIETÀ' COMUNALE SITI NEL. L'anno duemiiaquattordiciaddi del mese di nella. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DIBORDANO PROVINCIA DI UDINE AFFITTO DI FONDI AGRICOLI DI PROPRIETÀ' COMUNALE SITI NEL COMUNE DI BORDANO L'anno duemiiaquattordiciaddi del mese di nella residenza municipale

Dettagli

Criteri per l integrazione l fotovoltaici

Criteri per l integrazione l fotovoltaici Criteri per l integrazione l degli impianti fotovoltaici Gerardo Montanino Direttore Operativo Energy Forum - Bressanone, 9 dicembre 2008 www.gsel.it 2 Indice Il Conto Energia Bilancio del Conto Energia

Dettagli

UNIVERSITA' DI PISA. tra l'università di Pisa e l aggiudicatario con. sede legale ( ),, (Codice fiscale e

UNIVERSITA' DI PISA. tra l'università di Pisa e l aggiudicatario con. sede legale ( ),, (Codice fiscale e N. di Repertorio UNIVERSITA' DI PISA C O N T R A T T O tra l'università di Pisa e l aggiudicatario con sede legale ( ),, (Codice fiscale e Partita I.v.a. ) per l affidamento del servizio REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

PROVINCIA DI GENOVA I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE ACQUISTI, PATRIMONIO E RISORSE FINANZIARIE BANDO DI GARA D APPALTO LAVORI - ID 3436 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. Con la presente scrittura, la Società.. srl con sede in Bologna via C.F. e

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. Con la presente scrittura, la Società.. srl con sede in Bologna via C.F. e CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE Con la presente scrittura, la Società.. srl con sede in Bologna via C.F. e P.Iva: concede in locazione al Sig..., nato a il,. residente a.. in Via.. n..., C.F.:..,

Dettagli