S U L L À P R E S E N Z A Dl NEPTUNEA SINISTRORSA ( D E S H A Y E S ) M E D I T E R R A N E O

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "S U L L À P R E S E N Z A Dl NEPTUNEA SINISTRORSA ( D E S H A Y E S ) M E D I T E R R A N E O"

Transcript

1 GIANFRANCO BARSOTTI - GUIDO FRILLI S U L L À P R E S E N Z A Dl NEPTUNEA SINISTRORSA ( D E S H A Y E S ) N E l M E D I T E R R A N E O E stratto d a " C O N C H IG L IE - A n n o VI - n m ag g io -g iu g n o GRAFICHE ROSSI - BARI

2 GIANFRANCO BARSOTTI - GUIDO FRILLI S U L L A P R E S E N Z A Dl n e p t u n e a s i n i s t r o r s a ( D E S H A Y E S ) NE L M E D I T E R R A N E O Estracto da " CONCHIGLIE - Anno VI - n maggio-giugno 1970 GRAFICHE ROSSI - BARI

3 Vlaams Instituut voor de Zea Flanders Marina Institute Gianfranco Barsotti ( * ) Guido Frilli SULLA PRESENZA D l N EPTU N EA S IN IST R O R SA (DESHAYES) NEL M EDITERRANEO La recente segnalazione di N eptunea sinistrorsa (Deshayes, 1830) = N. contraria A uctt. (non Linneo, 1771) (**) nel M ed iterráneo, da p a rte di vari A utori quali F. N o r d s ie c k (1968) e B. S a b e l l i (1969), ci h a indotto ad eseguire ricerche in proposito. E ra infatti n o stra intenzione di e n tra re in possesso di qualche esem plare di questa interessan te specie sia per aggiungere, diciam olo pure, u n a ltra «gem m a» alla collezione m alacologica m ed iterran ea del M useo Provinciale di S toria N aturale delia n o stra città, sia p er controllare direttam ente le particolari c irce stanze di cosi im p o rtan ti ritrovam enti Dalla le tte ra tu ra (A. M a l a t e s t a, ) sappiam o che questa specie, dopo una tem poránea im m igrazione nel Q uaternario (Calabriano-Siciliano), si sarebbe ritira ta definitivam ente dal M editerráneo, ed attualm ente vivrebbe sulle coste lusitaniche e m auritaniche, dal Golfo di Biscaglia al Capo Bianco. La constatazione di una possibile nuova im m igrazione o, per lo m eno, la scoperta di una popolazione relitta localizzata in u n punto qualsiasi del M editerráneo, sarebbe stata a n ostro avviso oltrem odo interessante. A quanto ci risulta, l ultim o lavcro specificam ente dedi- (*) Museo provinciale di Storia N aturale di Livorno. (**) Secondo alcuni Autori, N. sinistrorsa sarebbe al più una form a (sottospecie od anche semplice varietà) di N. contraria, m entre altri (ad es. A. M a l a t e s t a ) propendono piuttosto per una divisione al livello specifico. F. W. H a r m e r e M. G ig n o u x studiarono i rap porti filogenetici tra le varie forme di Neptunea, viventi e fossili, delia regione Mediterraneo-Atlantica. In accordo con A. M a l a t e s t a si puô concludere che da N. contraria (L., 1771) del bacino Anglo- Belga-Olandese sarebbe derivata N. sinistrorsa. M. G ig n o u x e vari Autori successivi attribuiscono queste specie al genere Chrysodomus Swainson, 1840, che peraltro è posto da W. W e n z in sinonim ia con N etptunea Roeding, 1798 sensu stricto. 52

4 cato ai problem i p o sti dall eventuale presenza di N. sinistrorsa in M editerráneo è dovuto ad R. M e l i (1898) il quale, facendo seguito ad una n ota p relim in are su due esem plari di questa specie pescati sulle coste algerine (R. M e l i, 1895), ne segnala ben 18 conchiglie raccolte in d e tta zona. Secondo questo Autore, il fatto stesso di aver p o tu to rinvenire u n tai num ero di esem plari dim ostrerebbe com e la specie, alm eno in quei paraggi, non dovrebbe esser rara. T uttavia, poiché nessuno di essi venne raccolto vivente, il M e l i conclude che solo la sperabile c a ttu ra di qualche esem plare con l'anim ale ancor vivo potrebbe risolvere definitivam ente la questione dell attu ale esistenza di N eptunea sinistrorsa nel n ostro m are. Insiem e con N. sinistrorsa furono raccolti anche alcuni esem plari di B uccinum hum phreysianum le cui conchiglie, m alandate e corrose, affrivano lo stesso aspetto di quelle di N eptunea. Riguardo all ornam entazione di queste ultim e, il M e l i, dal confronto con esem plari fossili di Ficarazzi p resse Palerm o, rilevô com e la stria tu ra apparisse piú grossolana nelle prim e m en tre il guscio era piú robusto e spesso che non negli individui fossili. Anche attualm ente N. sinistrorsa viene raccolta con una certa frequenza, sui banchi di pesca delia Tunisia, dai m otopescherecci siciliani. A pprofittando del fatto che uno di noi doveva recarsi in Sicilia, si è quindi pensato bene di fam e ricerca. In Sicilia i venditori di «souvenirs» ne fanno incetta per a d o r nare, insiem e con a ltre conchiglie, anfore ed altri m anufatti di terraco tta. N on è stato quindi difficile rep erirn e alcuni esem plari; num erosi altri sono stati visti nella collezione del Signor A m e r o g io O rlando di Palerm o. Nel viaggio di ritorno, d u ran te una breve sosta a Rom a, l em inente m alacologo F r a n c e sc o S e t - t e p a s s i h a gentilm ente concesso di osservarne num erosi esem plari, conservati nella sua collezione e proveniente an ch essi dallo s tre tto siculo-tunisino. P u rtro p p o la delusione, in tu tti i casi, è s ta ta grande perché a nostro avviso si tra tta v a di individui fossili: ben conservati, m a sicuram ente fossili. Lo stato delle conchiglie, il loro aspetto alabastrino, ci sono ap p arsi tali da non lasciare dubbi in p ro posito. Anche la d ire tta osservazione dell'esem plare raffigurato 53

5 da B. S a b e l l i (1969), che lo stesso A utore ci ha gentilm ente mostrato, ha conferm ato la n o stra im pressione. E com prensibile che il perfetto sta to di conservazione, la presenza di colonie di Briozoi incrostanti, di tubuli calcarei di Anellidi Pclicheti viventi, di perforazioni dovute ad organism! tere b ra n ti quali Poriferi del genere Cliona, possano aver tra tto fácilm ente in inganno. N on ci m eraviglierem m o se qualcuno avesse trovato nell in tern o di queste conchiglie anche qualche vispo Paguro! Anche sui fondali dell alto T irreno succédé abbastanza spesso di rinvenire conchiglie fcssili ab itate da questi Crostacei. La presenza nel M editerráneo di giacim enti sottom arini con fossili q u atern ari è già n ota p e r varie località, tra cui quella classica di Capo Creus, al largo delia fro n tiera franco-spagnola, scoperta da G. P r u v o t e A. R o bert nel 1897 e successivam ente stu d iata in grande dettaglio a cu ra di P. M ars e Coli. (P. M a r s, J. M a t h e l y e J. P a r is, 1957; P. M a r s, 1958; P. M a rs e J. P ic a r d, 1958; P. M a r s, 1963). A ltri livelli sottom arini con fossili q u atern ari sono noti al largo delle B aleari, delia Provenza (Planier, La Cassidagne, B lauquière, Sicié, Porquerolles), delia Corsica (Santa Lucia, M inerbio, San Fiorenzo) e delle coste liguri (Portofino, Isole del Tino e delia P alm aria). La p rofondità di questi livelli è p iu ttcsto notevole : fra 215 e 340 m etri per quelli delia Provenza, fra 165 e 210 m etri p er quelli corsi, fra 120 e 150 m etri p er quello di P ortofino, fra 160 e 180 m etri p er quello fra l Iso la del Tino e la P alm aria (P. R. F e d e r ic i e F. S cala, 1969). A ltri giacim enti sporadicam ente rinvenuti anche o ltre i 550 m etri di p rofondità sono considerati d a P. M ars e J. P ica rd (1958) non in posto, bensi risu ltan ti da scivolam enti dalla p iattafcrm a. Poco è noto con sicurezza sulla eventuale presenza di livelli fossiliferi di questo tipo anche neilo stre tto siculo-tunisino, P. R. F e d e r ic i e F. S cala (1969) considerano tu ttav ia significativi al riguardo i ritrovam enti di C hlam ys septem radiata effettu ati nel Canale di Sicilia e nel M are Egeo in occasione delia creciera oceanógrafica delia nave «Calypso». E anche b e n n o to l o ttim o sta to di conservazione dei fossili provenienti da questi giacim enti. Ció puö a ttrib u irsi sia alla 54

6 55 Neptunea sinistrorsa (Deshayes). Esemplari provenienti dalla pesca a strascico sui banchi della Tunisia. Sull esemplare più grande, a sinistra nella foto, sono presentí Briozoi incrostanti e tubuli di Anellidi Policheti. Tutti gli esemplari sono raffigurati in grandezza naturale.

7 particolare n a tu ra (argilloso-lim osa) del sedim ento inglobante, sia all età q u atern aria p iu tto sto recente (fino al W iirm iano finale) di tali livelli. Facendo anche riferim ento ad esem plari perfettam ente conservati di Cyprina islandica dragati al largo delle B aleari (M. P a u l u s, 1950), P. M a rs ( ) sostiene la sopravvivenza in M editerráneo di questa specie fino alle ultim e fasi glaciali q u atern arie e n ota : «... Zes quelques valves relativem ent fraîches recueillies ta n t aux Baléares q u à C reus m êm e, sans p ro u ver sa survivance ju sq à l époque actuelle, le dém ontrent». Anche J. B ourcart (1947, 1950), in base a considerazioni -schiettam ente geologiche, propende p er u n età w ü rm iana di questi livelli fossiliferi som m er si. D obbiam o tu ttav ia non dim enticare che l interpretazione dei fossili-guida q u atern ari ai fini cronostratigrafici è tu tto ra oggetto di vivaci controversie (P. M ars, 1967). In p articolare puô considerarsi u n problem a ancora aperto la datazione di questi livelli fossiliferi sottom a- rini, che dal punto di vista faunistico m ostrano si una forte analogia com plessiva con il Siciliano classico (ad es. quello di Ficarazzi presso Palerm o), m a tu ttav ia si distinguono da esso per una totale scom parsa delle specie plioceniche ancor sopravviventi nel Siciliano m edesim o e per una m aggior abbondanza di «ospiti nordici». Come abbiam o avuto m odo di constatare in Sicilia, N ep tu nea sinistrorsa viene norm alm ente pescata insiem e con Cyprina islandica e B uccinum undatum. La costanza di tale associazione depone a favore delia n a tu ra di fossili rim aneggiati rivestita da queste conchiglie, e quindi delia loro probabile prcvenienza da un livello fossilifère som m erso del tipo di quelli ora visti (*). (*) Un parere non dissimile esprim e anche R. B e l l i n i (1929) a proposito di una conchiglia di questa specie segnalata da C. P r a u s F r a n c e s c h in i (1906) per il Golfo di Napoli. Nota testualm ente il B e l l i n i : «Trattasi di una form a nordica che nel mare di Napoli non esiste; trovasi perö comune allo stato fossile nei giacimenti quaternari del contorno circa mediterráneo. L esemplare citato da P r a u s potrebbe provenue da qualche giacimento costiero o sottomarino da dove sarebbe stato strappato dall azione del mare e respinto sulla spiaggia, conservatosi poi piú o meno intatto per caso eccezionalmente fortunato. Esistono del resto altri consim ili esempii.» 56

8 E com unque auspicabile che gli studi su queste conchiglie del Canale di Sicilia vengano estesi ed approfonditi, anche con l im piego di m etodi assoluti di datazione che potreb b ero fornire precise inform azioni al riguardo (m étodo del 14C p er l eventuale assegnazione a specie ancor viventi; m étodo del rap p o rto 230T h /234U p e r u n attendibile datazione nell ipotesi che si tr a tti di fossili). BIBLIOGRAFIA B e l l i n i R. (1929) - I molluschi del golfo di Napoli. Annuar. Museo Zool. R. Univ. Napoli, N. S., VI, pag. 83. B o u r c a r t J. (1947) - S ur les rechs, sillons sousm arins du plateau continental des Albères (Pyr. Or.). C. R. Acad. Sei., CCIV, pagg B o u r c a r t J. ( ) - La théorie de la flexure continentale. C. R. X V I Congr. Intern. Géogr. Lisbonne, pagg F e d e r ic i P. R., S ca la F. (1969) - Deposito quatem ario con A. islandica sulla piattaform a continentale del Mar Ligure e considerazioni sull età delle fasi tettoniche tardive dell Appennino Settentrionale. Boli. Soc. Geol. Ital., LXXXVIII,, pagg F u r o n R. (1950) - Les lignes de la paléogéographie de la M éditerranée (Tertiaire et Q uaternaire). Vie et Milieu, I, pagg G i g n o u x M. (1913) - Les form ations m arines pliocènes et quaternaires de l Italie du Sud et de la Sicilië, Ann. Univ. Lyon, n. s. I, fase. 36, 393 pagg. H a r m e r F. W. ( ) - The Pliocene Mollusca of Great Britain. Paleont. Soc. Mem., London, 2 voll. 900 pagg. L oca rd A. (1892) - Les coquilles m arines des côtes de France. Ediz. Baillière, Paris. M a l a t e s t a A. ( ) - M alacofauna pleistocenica di Grammichele (Sicilia). Mem. Descr. Carta Geol. d'italia, Roma, 2 voll., 392 pagg. M a r s P. (1958) - Les faunes malacologiques quaternaires «froides» de la M éditerrannée. Le gisement du Cap Creus. Vie et Milieu, IX, pagg M a r s P. (1963) - Les faunes et la stratigraphie du Q uaternaire méditerranéen. Recu, Trav. Stat. Mar. Endoume, XXVIII, pagg Mars P. (1967) - Réflexions sur l étude du Q uaternaire m éditerranéen. Difficultés, incertitudes et progrès. Rev. Géogr. Phys. et Géol. Dynam., IX, pagg

9 Mars P., M a th ely J., Paris J. (1967) - Rem arques sur le gisement quaternaire sous-marin du Cap Creus. C. R. Acad. Sei. Paris, CCXLII, pagg M a r s P., P ic a r d J. (1958) - Note sur les gisements sous-marins à faune celtique en M éditerranée. Rap. et P. V. Comm. Int. Expl. Sei. Méditerr., XV, pagg M e l i R. (1895) - Sopra due esem plari di Neptunea sinistrorsa Desh. (Fusus) pescati sulla costa di Algeri. Comunicazione preliminare. Boli. Soc. Geol. Ital., XIII, pagg M eli R. (1898) - Ancora poche parole sugli esem plari di Neptunea sinistrorsa Desh. (Fusus) Boli. Soc. Malacol. Ital., XX, pagg , N o r d s ie c k F. (1968) - Die Europäischen Meeres-Gehäuseschnecken (Pro sobranchia) vom Eism eer bis K apverden und Mittelmeer. Ediz. Fischer, Stuttgart, 273 pagg. P a u l u s M. (1950) - Note sur la présence de Cyprina islandica au large des Baléares. Vie et Milieu, I, pagg P e r e s J. M., P ic a r d J. (1958) - Faunes «froides» et faunes «chaudes» de la M éditerranée quaternaire. Rapp. et P. V. Comm. Int. Expl. Sei. Méditerr., XIV, pagg P r a u s F r a n c e s c h in i C. ( ) - Elenco delle conchiglie del Golfo di Napoli esistenti nel Museo Zoologico di Napoli. Annuar. Museo Zool. R. Univ. Napoli, N. S., II, pag. 57. P r u v o t G., R o b e r t A. (1897) - Sur un gisement sous-marin de coquilles anciennes au voisinage du Cap Creus. Arch. Zool. Expér. et Gén., III-V, pagg S a b e l l i B. (1969) - Ritrovam enti malacologici a Pantelleria e nei banchi di pesca tunisini. Conchiglie, V, pagg S t e a r n s C. E., T h u r b e r D. L. (1965) - ^ T h /234!! Dates of late Pleistocene Marine Fossils from the M editerranean and M orrocan Littorals. Quaternaria, VII, pagg W e n z W. ( ) - H andbuch der Paläozoologie: Gastropoda. Ediz. G ebrüder Borntraeger, Berlin, Teil I, pag

10

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

S e t t i m o R a p p o r t o s u l s e r v i z i o c i v i l e i n It a l i a. Im p a t t o s u c o l l e t t i v i t à e v o l o n t a r i R a p p o r t o f i n a l e D i c e m b r e 2 0 0 4 R I N G

Dettagli

Incentivi finanziari alle imprese

Incentivi finanziari alle imprese Incentivi finanziari alle imprese Delibera della Giunta regionale n. 208 del 2 aprile 2012 Programma Attuativo Regionale (PAR) a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 Asse I Linea

Dettagli

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile

Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile Identità e tecnologia nelle produzioni agroalimentari per un nuovo modello di agricoltura sostenibile V a lte r C a n tin o 1 7 n o v e m b re 2 0 1 0 Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: mission

Dettagli

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013

HOTEL MEANS LIFESTYLE. bando di concorso 2013 Il degli Alberghi e delle SPA più belle del mondo isola d Ischia 8-13 luglio HOTEL MEANS LIFESTYLE bando di concorso 2013 Il P re m io Is c h ia In te rn a z io n a le d i A rc h ite ttu ra è fru tto d

Dettagli

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o

Sci en zapert u tti. im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Sci en zapert u tti im m e rs io n e, c o n ta m in a z io n e e d a p p ro d o Luigi Benussi (lu ig i.b e n u s s i@ ln f.in fn.it) Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Laboratori Nazionali di Frascati

Dettagli

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - C om une di P a rm a B a ri, 18 febbra io 2011 P a rm a c ittà a m is ura di fa m ig lia O b ie ttiv o

Dettagli

risultato indicatore composito 93,20% 79,60%

risultato indicatore composito 93,20% 79,60% PDR 2010 INDICATORI QUOTA NAZIONALE MARGINE OPERATIVO LORDO (a criteri IAS) RICAVI PRO CAPITE (a criteri IAS) risultato indicatore composito erogazione 93,20% 79,60% PDR 2010 QUOTA REGIONALE Accordi regionali

Dettagli

i i i: i I i i!i!, i i i

i i i: i I i i!i!, i i i S I D RA D red g i n g, M a r i n e & E n v i ro n m e n ta l C o n t ra ct o r i i i: i I i i!i!, i i i P ro g ett a e d e s e g u e d a p i ù d i 3 0 a n n i o p e re m a r i tt i m e i n I t a l i a

Dettagli

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 9 1 3 - Senato della Repubblica POR FESR 2 0 0 7-2 0 1 3 A r t.ii.1.1 Prod e n e r g ie rinn (M isura 2 ) "INCENTIVAZIONI ALL'INSEDIAMENTO DI LINEE DI PRODUZIONE DI SISTEM I E COMPONENTI

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

e CARTA DEI SERVIZI An n o d i r i f e r i m e n t o 2 0 0 7 P A R T E P R I M A P R I N C I P I F O N D A M E N T A L I 1. 1 P R E M E S S A P a n s e r v i c e s. a. s. d i F. C u s e o & C. ( d i s

Dettagli

Degli effetti del contratto

Degli effetti del contratto Massimo Franzoni Degli effetti del contratto V olum e I Efficacia del contratto e recesso unilaterale Seconda edizione AG G iu f f r è E d it o r e INDICE Art. 1372 (Efficacia del contratto) C a p i t

Dettagli

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE

LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE LE S C UOLINE DI R IO B R ANC O NAS C ONO C OME C ENTR I DI EDUC AZIONE E DI AG G R EG AZIONE PER B AMB INI E R AG AZZI C HE VIVONO IN S ITUAZIONI DI MAR G INALITÀ E VIOLENZA Il p r o g e tto n a s c

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva

Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva Dematerializzazione del ciclo di fatturazione passiva L esperienza del Comune di Cesena Camillo Acerbi Resp.le Servizio Informativo Gestionale Comune di Cesena acerbi_c@comune.cesena.fc.it Robert Ridolfi

Dettagli

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1

Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Le aziende siciliane secondo la normativa di Basilea2: analisi aggregata quantitativa & Cerimonia di consegna Attestati Rating 1 Palermo, 14 giugno 2007 AGENDA 15.15 Apertura dei lavori Moderatore dei

Dettagli

&2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR

&2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR &2081,&$7267$03$ %DFLQR FRPSOHWDWL L ODYRUL GL DPPRGHUQDPHQWR GHO SL JUDQGH EDFLQR GL ULSDUD]LRQLQDYDOLGHOSRUWR Con il com pleta m en to dei la vori a l Ba cin o di ca ren a ggio n. 3, s i con clu de la

Dettagli

XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Piercarlo Salari

XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale. Piercarlo Salari XXI Congresso Nazionale Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale Piercarlo Salari P E D IA T R A C O N S U LT O R IA L E M ila n o V ig e v a n o (P V )) Siena, 1 giugno 2009 L errore in Pediatria

Dettagli

GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE

GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE Diritto ed Economia dell Ambiente Collana a cura L Fondazione Lombardia per l Ambiente 8 GREEN ECONOMY E LEVE NORMATIVE a cura AG G i u f f r è E d it o r e INDICE Introduzione. Green econom y e leve norm

Dettagli

Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. a cura di Carmen Ragno

Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali. a cura di Carmen Ragno Il set di indicatori del Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali a cura di Carmen Ragno 1 Programma Il Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali Il Social Statement

Dettagli

Il caso di Cleo. U n a b a m b in a d i c irc a 5 a n n i

Il caso di Cleo. U n a b a m b in a d i c irc a 5 a n n i Il caso di Cleo U n a b a m b in a d i c irc a 5 a n n i ANAM NESI FAM ILIARE: n o n s i rile v a n o p a to lo g ia d e g n e d i n o ta. ANAM NESI PERSONALE: p rim o g e n ita d i g e n ito ri n o n

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa

ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa O ALLLEGATO IV: Scheda informativa sintetica dell offerta formativa TITOLO: LADY & MISTER CHEF, PROMOTORI DELL ENOGASTRONOMIA LUCANA AREA TEMATICA Il pe r c o r s o f o r m a t i v o pr o po s t o m i

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

IL LAZIO. Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9%

IL LAZIO. Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9% IL LAZIO Count:104 Minimum:0,185 Maximum:30174,696 Sum:256143,579 Mean:2462,919029 Standard Deviation:5182,531259 Lazio kmq 1.719.131,4688 AAPP n. 76-14,9% Dimensione media AP 2.450,6 ha ds 5.173,07 ha

Dettagli

SEGMENTAZIONE TIPOLOGICA

SEGMENTAZIONE TIPOLOGICA INDICE Premessa 1 Obiettivi 4 Temi dell indagine 5 Metodologia 7 Profilo del campione sesso ed età - 10 Profilo del campione istruzione e professione intervistato - 11 Profilo del campione numero medio

Dettagli

ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO

ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO A TUTTI I SOCI FIESA E FIEPET CONFESERCENTI ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, con apposit nota, ha fornito tra

Dettagli

Sviluppo Lazio S.p.A.

Sviluppo Lazio S.p.A. Sviluppo Lazio S.p.A. Bilancio al 31 dicembre 2012 1 BILANCIO CIVILISTICO AL 31.12.2012 2 PARTECIPANTI AL CAPITALE REGIONE LAZIO C.C.I.A.A. DI ROMA 3 ORGANI SOCIALI Consiglio di Amministrazione PRESIDENTE

Dettagli

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica

Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica Camera dei D eputati - 6 5 7 - Senato della Repubblica L.R 7 / 1 9 8 8 in se d ia m e n ti p ro d u ttiv i In c e n tiv i a c o n so r z i di im p r e se in d u stria li ed a r tig ia n e o p e r a n ti

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFITTO DI UN AZIENDA DI RISTORAZIONE IN LOCALITÀ COL DE MICH, COMUNE DI SOVRAMONTE Art. 1 Oggetto 1. L Ente parco nazionale Dolomiti Bellunesi (di seguito, locatore), come rappresentato,

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL ECONOMIA. Dipartimento delle finanze e del credito. Servizio credito e risparmio. Rapporto trimestrale

ASSESSORATO REGIONALE DELL ECONOMIA. Dipartimento delle finanze e del credito. Servizio credito e risparmio. Rapporto trimestrale Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL ECONOMIA Dipartimento delle finanze e del credito Servizio credito e risparmio Rapporto trimestrale Rilevazione tassi di interesse GENNAIO/MARZO 2013 Servizio

Dettagli

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html

http://photofinish.blogosfere.it/2009/04/mostre-mostre-e-ancora-mostre.html Pagina 1 di 5 Blow Photofinish up sul mondo della fotografia AP R 0 9 8 Mo s tre, m o s t re e a n c o ra m o s t re! Pu b b lic a t o d a Fra n c e s c a D e Me is a lle 1 2 :3 3 in Mo s t re Si intitola

Dettagli

BOLCA La Pesciara di Bolca : uno dei siti paleontologici più famosi al mondo

BOLCA La Pesciara di Bolca : uno dei siti paleontologici più famosi al mondo BOLCA La Pesciara di Bolca : uno dei siti paleontologici più famosi al mondo Monti Lessini Comune di Vestenanova 1 Col nome di "Bolca" si intendono più località dell'eocene fra loro vicine, ma di età diverse.

Dettagli

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003.

$OOHJDWRQ. Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. $OOHJDWRQ Modulo di adesione e Inform ativa ex. D. Lgs. 196/ 2003. Io Sottoscritto nato il sesso M F codice fiscale in qualità di della Società intendo aderire con effetto dalle ore 00 del al program

Dettagli

0RGDOLWj$VVXQWLYH $FFHUWDPHQWLVDQLWDULULFKLHVWL LQHXUR. Πesam e com pleto delle urine in laboratorio. test HIV

0RGDOLWj$VVXQWLYH $FFHUWDPHQWLVDQLWDULULFKLHVWL LQHXUR. Œ esam e com pleto delle urine in laboratorio. test HIV 0RGDOLWj$VVXQWLYH &DSLWDOLGDDVVLFXUDUH $FFHUWDPHQWLVDQLWDULULFKLHVWL LQHXUR Sino a 155.000,00 ¼ Œ Com pilazione del questionario sanit ario Olt re 155.000,00 ¼ Sino a 260.000,00 ¼ Œ Œ Œ visit a del m edico

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SEZIONE N 47 R E G.G E N E R A LE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI ROMA SEZIONE 47 N 19561/2014 UDIENZA D E L 05/02/2016 ore 09:00 riunita con l'intervento

Dettagli

COMMISSARIATO DEL GOVERNO (Amministrazioni periferiche dello Stato- Enti di servizio nazionali) - 6 fascicoli

COMMISSARIATO DEL GOVERNO (Amministrazioni periferiche dello Stato- Enti di servizio nazionali) - 6 fascicoli Atti Parlam entari - 33 - Camera dei D eputati VII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI Num. Oggetto Enti coinvolti Intervento UEsito 3.2 - sanità 894 ATTESTAZIONE STATO DI TOSSICODIPENDENZA

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

C e n t r o d i F o r m a z i o n e S t u d i

C e n t r o d i F o r m a z i o n e S t u d i C e n t r o d i F o r m a z i o n e S t u d i /$9252$8721202,QWURGX]LRQH Ogni anno il governo em ana uno o più decreti, denom inati decreti flussi, con i quali sono fissate le quote m assim e di cittadini

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 LA PRESENTE NOTA RIEPILOGA IN FORMA SINTETICA INFORMAZIONI IN GRAN PARTE GIA RICOMPRESE NEI DOCUMENTI DI BILANCIO E, IN PARTICOLARE, NEL DOCUMENTO UNICO

Dettagli

Gestione delle Identità e degli Accessi Informatici

Gestione delle Identità e degli Accessi Informatici Gestione delle Identità e degli Accessi Informatici Giancarlo Peli Area Sistemi Servizi Informatici di Ateneo Università degli Studi di Verona Argomenti trattati Il contesto applicativo I problemi da risolvere

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina. SettoreAttività Produttive e Farmacia-Gare e Contratti-Patrimonio-Demografico-Statistico DETERMINAZIONE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina. SettoreAttività Produttive e Farmacia-Gare e Contratti-Patrimonio-Demografico-Statistico DETERMINAZIONE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SettoreAttività Produttive e Farmacia-Gare e Contratti-Patrimonio-Demografico-Statistico Servizio: Patrimonio N.22 formia lì, 16.11. 2015 DETERMINAZIONE OGGETTO: affidamento

Dettagli

Il medico del pneumatico

Il medico del pneumatico LA REALTÀ D I U N C E N T R O G O M M E P E R V E IC O L I IN D U S T R IA L I Il medico del pneumatico Circolare in sicurezza significa anche montare pneumatici perfettamente funzionanti; un problema

Dettagli

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE

LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE LO STRUMENTO VINCENTE PER LA TUA ATTIVITÀ COMMERCIALE Vorresti... Avere i mezzi promozionali della Grande Distribuzione? Oggi si può, entrando a far parte di un grande circuito Aumentare la visibilità

Dettagli

Eleonora Berti & Tommaso Dal Osso 3^A scientifico - A.S. 2010/2011 padri #]*$ # # ǿξ *ç!!?@ ##ffi!* = ^?!!!]*

Eleonora Berti & Tommaso Dal Osso 3^A scientifico - A.S. 2010/2011 padri #]*$ # # ǿξ *ç!!?@ ##ffi!* = ^?!!!]* Eleonora Berti & Tommaso Dall Osso 3^A scientifico - A.S. 2010/2011 padri #]*$ # # ǿξ *ç!!?@ ##ffi!* = ^?!!!]* L'approfondimento mira ad analizzare il rapporto tra padri e figli ieri e oggi, valutando

Dettagli

ris u lta ti d e ll in d a g in e 2 0 0 8

ris u lta ti d e ll in d a g in e 2 0 0 8 OKkio alla S ALUTE per la S CUOLA: ris u lta ti d e ll in d a g in e 2 8 Re g io n e To s c a n a Are a Va s ta No rd - Ove s t ( Pro v in c e di Lu c ca, Liv o rn o, Ma s s a, Pis a e Via re g g io )

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass e u r o p a s s n Curriculum Vitae Europass In fo r m a z io n i p e r s o n a li N o m e (i) / C o g n o m e (i) indirizzo(i) S te fa n ia R u s s o J M n i M K f e Telefono(i) E-mail E-mail PEC Cittadinanza

Dettagli

rimborsi di opere già realizzate, o in corso, con anticipazioni autorizzate dal Ministero scrivente

rimborsi di opere già realizzate, o in corso, con anticipazioni autorizzate dal Ministero scrivente 481 rimborsi di opere già realizzate, o in corso, con anticipazioni autorizzate dal Ministero scrivente e che gli stanziamenti possono altresì essere destinati: ai sensi dell'art. 3, quarto comma, della

Dettagli

I Trasduttori NTC o TERMISTORI

I Trasduttori NTC o TERMISTORI I Trasduttori NTC o TERMISTORI I termistori NTC sono sensori realizzati mediante semiconduttori costruiti con ossidi di metalli(ferro, cobalto e nichel) opportunamente drogati. Nel termistore NTC la resistenza

Dettagli

INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO INFORMAZIONI SULL USO

INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO INFORMAZIONI SULL USO INFORMAZIONI SULL APPARECCHIO L a p p a re c c h io S w a tc h C o rd le ss II IS D N è u n c o rd le ss c h e c o m b in a le fu n z io n i tip ic h e d e lla te le fo n ia se n z a fili c o n il c o

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

s tru m e n ti pe r la s o s te n ibilità am bie n tale de l te rrito rio C onvegno I l fu tu ro e n e rg e tic o de lla P ro vin c ia di

s tru m e n ti pe r la s o s te n ibilità am bie n tale de l te rrito rio C onvegno I l fu tu ro e n e rg e tic o de lla P ro vin c ia di + P rogetto C onvegno I l fu tu ro e n e rg e tic o de lla P ro vin c ia di B e llu n o A zio n i c o n g iu n te e s tru m e n ti pe r la s o s te n ibilità e n e rg e tic a e am bie n tale de l te rrito

Dettagli

ASSEGNO STRAORDINARIO DI SOSTEGNO AL RED DITO.

ASSEGNO STRAORDINARIO DI SOSTEGNO AL RED DITO. Pro-m e m oria provvis orio s u : ASSEGNO STRAORDINARIO DI SOSTEGNO AL RED DITO. ( al pu n to 10. de l pre s e n te pro-m e m oria, le m o dificazion i apportate d all Acco rd o ABI 8 lu glio 20 11 ).

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale

Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale Promosso da In collaborazione con Finanziato dal progetto I.O.R. Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale Sabato 14 dicembre 2013 Sala Marvelli, Provincia di Rimini Le nuove generazioni

Dettagli

IL GENERE FUSINUS in Mediterraneo. A cura di Pasquale Micali & Tisselli Morena

IL GENERE FUSINUS in Mediterraneo. A cura di Pasquale Micali & Tisselli Morena IL GENERE FUSINUS in Mediterraneo A cura di Pasquale Micali & Tisselli Morena DOCUMENTI FORLI 30/05/04 NOTA SUL GENERE Fusinus RIUNIONE DEL GRUPPO MALACOLOGICO ROMAGNOLO (FORLI'. 30/05/2004) A cura di:

Dettagli

Logiche di gestione dei panel

Logiche di gestione dei panel Logiche di gestione dei panel 1 Il termine panel indicava in origine l elenco dei cittadini che costituivano una giuria popolare in USA. In seguito è stato usato sia come sinonimo di giuria sia per indicare

Dettagli

STRATEGIE E METODI UTILIZZABILI PER LA RIDUZIONE DELLA PRESENZA DI UCCELLI ITTIOFAGI NEGLI AMBITI DESTINATI ALL ITTICOLTURA

STRATEGIE E METODI UTILIZZABILI PER LA RIDUZIONE DELLA PRESENZA DI UCCELLI ITTIOFAGI NEGLI AMBITI DESTINATI ALL ITTICOLTURA STRATEGIE E METODI UTILIZZABILI PER LA RIDUZIONE DELLA PRESENZA DI UCCELLI ITTIOFAGI NEGLI AMBITI DESTINATI ALL ITTICOLTURA FATTORI CHE FAVORISCONO LA PRESENZA DEL CORMORANO NELLE ZONE IN CUI VIENE PRATICATA

Dettagli

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA

Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA Oltre lo «speciale». INSEGNARE E APPRENDERE NELLE DIFFERENZE LA SCUOLA INCLUSIVA ROBERTO MEDEGHINI - Pedagogista Gruppo di Ricerca Inclusione e Disability Studies gridsitaly.com milieu.it IN S E G N A

Dettagli

Crioconservazione degli ovociti

Crioconservazione degli ovociti Camera dei Deputati 33 SenaCtaomdeerlaladeRiepDuebpbultiactai Figura 3.8; Distribuzione della percentuale di cicli sospesi (prima del prelievo ovocitario) sul totale di quelli iniziati ueli anno 2011,

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918

COMUNE di TONARA. (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 078463823 078463246 ( C.M. n.12) - P.iva 00162960918 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 88 Prot. n. 4956 del 14-07-2009 OGGETTO: Indirizzi

Dettagli

Prof. Danilo Gambarara

Prof. Danilo Gambarara MEDICINA DELL ATTIVITÀ FISICA E SPORTIVA NELL ETÀ EVOLUTIVA ACCRESCIMENTO E L ATTIVITÀ FISICA E SPORTIVA Prof. Danilo Gambarara Per un qualsiasi valore biologico e nello specifico per i parametri auxologici,

Dettagli

Light & Dream Spring 2015

Light & Dream Spring 2015 Light & Dream Spring 2015 Sommario San Valentino pag. 4 Carnevale pag. 6 Festa della Donna pag. 8 Cari amici e amiche, Dopo un lungo inverno la primavera è ormai alle porte. Abbiamo tutti voglia di sole,

Dettagli

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1

a cura della Dott. Fiorenza Vandini 1 1 Consultazione con il mondo del lavoro Proposta della Facoltà Nucleo di Valutazione Senato accademico Comitato di coordinamento regionale Consiglio di amministrazione 2 Raggiungere un MODELLO EUROPEO

Dettagli

LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini

LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini LM Quaternario, Preistoria e Archeologia Corso di Cartografia tematica Dott. Maria Chiara Turrini Carte di base (o fondamentali): hanno lo scopo di descrivere la superficie fisica della terra. Devono permettere

Dettagli

G U ID A A LLA LETTU RA D EL PRO SPETTO D I LIQ U ID A ZIO N E DATI IDEN TIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista

Dettagli

Città di Narni. Approvato con deliberazione del Consiglio Com unale n. 36 del 29 aprile 2008

Città di Narni. Approvato con deliberazione del Consiglio Com unale n. 36 del 29 aprile 2008 Città di Narni 5HJRODPHQWRLQWHJUD]LRQHDOODVSHVDSHUDQ]LDQLH GLVDELOLLQVHULWLLQVWUXWWXUHUHVLGHQ]LDOL Approvato con deliberazione del Consiglio Com unale n. 36 del 29 aprile 2008 I l present e regolam ent

Dettagli

W AT E R DE SI GN 2 0 15

W AT E R DE SI GN 2 0 15 W AT E R DE SI GN 2 0 15 Milano rico nferm a il s ucces s o dell appuntam ento che celebra il co nnubio tra Acqua e Des ig n, do po le precedenti quattro edizio ni a B o lo g na 10 giorni dedicati al design

Dettagli

PIEMONTE - BARDONECCHIA V ILLA G G IO O LIM P IC O 8G G /7N T PARTENZA 01 APRILE 435,00

PIEMONTE - BARDONECCHIA V ILLA G G IO O LIM P IC O 8G G /7N T PARTENZA 01 APRILE 435,00 PIEMONTE - BARDONECCHIA V ILLA G G IO O LIM P IC O 8G G /7N T P E N S IO N E C O M P LE TA C O N LE B E V A N D E PARTENZA 01 APRILE 435,00 CAPO VERDE - BOAVISTA A TLA N TIS C LU B M A R IN E 9G G /7N

Dettagli

INDAGINE SUI BISOGNI DEGLI IMMIGRATI A PADOVA. A cura di Raffaella Massaro

INDAGINE SUI BISOGNI DEGLI IMMIGRATI A PADOVA. A cura di Raffaella Massaro INDAGINE SUI BISOGNI DEGLI IMMIGRATI A PADOVA A cura di Raffaella Massaro Premessa I l progetto Tutti i colori del Futuro finanziato dal Com itato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato del

Dettagli

V651, una nuova equilibratrice completamente automatica, semplice da utilizzare e sicura offre un ampio e chiaro display e diverse

V651, una nuova equilibratrice completamente automatica, semplice da utilizzare e sicura offre un ampio e chiaro display e diverse L EQUILIBRATURA DEI PNEUMATICI PER TUTTE LE AUTO L occhio attento Con Fasep V651 la ruota con o senza cerchi in lega non creerà p iù p ro b le m i agli addetti ai lavori. Quest innovativa equilibratrice

Dettagli

K S O FT - L A zienda

K S O FT - L A zienda FA T T O R E K 1 K S O FT - L A zienda K S O FT nasce nel settembre 2007 da un progetto imprenditoriale di Fa tto re K e S o fting riunendo affermati professionisti operanti da anni ai massimi livelli

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI

ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE: TECNOLOGIE TESSILI classe Terza Le lezioni di Tecnologie Tessili hanno come scopo la conoscenza delle fibre tessili, dei filati e dei L o bbiettivo è que llo di co lle ga re

Dettagli

METODOLOGIA per il calcolo dei rimborsi dei canoni di depurazione e relative procedure attuative (delibera G.C. n. 112, del 24 novembre 2012)

METODOLOGIA per il calcolo dei rimborsi dei canoni di depurazione e relative procedure attuative (delibera G.C. n. 112, del 24 novembre 2012) Premessa La presente METODOLOGIA e relative procedure attuative viene elaborata in conformità alle Linee guida per il rimborso del canone di depurazione a seguito della sentenza n. 335/2008 della Corte

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità

Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Corso di Laurea magistrale in Lavoro, cittadinanza sociale,interculturalità Tesi di Laurea L accompagnamento delle istituzioni nell inserimento e integrazione del minore straniero nel nucleo adottivo.

Dettagli

im prenditorialità innovativa, finalizzati in particolare allo sviluppo di grandi aggregazioni

im prenditorialità innovativa, finalizzati in particolare allo sviluppo di grandi aggregazioni 465 im prenditorialità innovativa, finalizzati in particolare allo sviluppo di grandi aggregazioni (cluster) tecnologiche pubblico-private di scala nazionale; f) interventi nazionali di ricerca fondamentale

Dettagli

COMUNE., FORMIA. Provincia di Latina SETTORE 1 ECONOMICO FINANZIARIO - DEMANIO PATRIMONIO - TRIBUTI - AFFARI GENERALI.

COMUNE., FORMIA. Provincia di Latina SETTORE 1 ECONOMICO FINANZIARIO - DEMANIO PATRIMONIO - TRIBUTI - AFFARI GENERALI. t h l l COMUNE., FORMIA Provincia di Latina SETTORE 1 ECONOMICO FINANZIARIO - DEMANIO PATRIMONIO - TRIBUTI - AFFARI GENERALI. Ufficio Affari Generali 1! N DETERMINAZIONE OGGETTO: Manutenzione ordinaria

Dettagli

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita

Cozzo D a c ia VITAE IN FORMATO EUROPEO. E-mail CURRICULUM. Nome. Indirizzo. Telefono. Fax. Nazionalità. Italiana. Data di nascita CURRICULUM VITAE IN FORMATO EUROPEO I n f o r m a z io n i pe r s o n a l i Nome Indirizzo Cozzo D a c ia Telefono Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita E s p e r ie n z a l a v o r a t iv a

Dettagli

SCHEMI ELETTRICI NRC 0275-1000 WIRING DIAGRAMS NRC 0275-1000 RACCORDEMENTS ELECTRIQUES NRC 0275-1000 ELEKTRISCHE ANSCHLÜSSE NRC 0275-1000 ESQUEMAS

SCHEMI ELETTRICI NRC 0275-1000 WIRING DIAGRAMS NRC 0275-1000 RACCORDEMENTS ELECTRIQUES NRC 0275-1000 ELEKTRISCHE ANSCHLÜSSE NRC 0275-1000 ESQUEMAS SCHEI ELETTRICI NRC 0-000 IRING AGRAS NRC 0-000 RACCORDEENTS ELECTRIQES NRC 0-000 ELEKTRISCHE ANSCHLÜSSE NRC 0-000 ESQEAS ELÉCTRICOS NRC 0-000 ODELLI SCHEI ELETTRICI ODELLI ACCLO O COCE NRC 0-000 - 0-00

Dettagli

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica

Rassegna Stampa. Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Rassegna Stampa Romeo: il nuovo network per la ricerca in radioterapia oncologica Roma, Marzo 2015 COMUNICATO STAMPA Videoconferenza e medicina: nasce Romeo, network per la ricerca in radioterapia oncologica

Dettagli

L ESPERIENZA DELL APSS DI TRENTO

L ESPERIENZA DELL APSS DI TRENTO Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento IL BALANCED SCORECARD NELLE AZIENDE SANITARIE: 5 ANNI DOPO... L ESPERIENZA DELL APSS DI TRENTO Giuseppe Lorenzin Milano, 27 maggio

Dettagli

L E T A R I F F E DOGANALI E 1 T R A T T A T I DI COM MERCIO

L E T A R I F F E DOGANALI E 1 T R A T T A T I DI COM MERCIO G A Z Z E T T A S E T T I M A N A L E SCIENZA ECONOMICA, FINANZA, COMMERCIO, BANCHI, FERROVIE INTERESSI PRIVATI Anno X!V - Voi. XVI I Domenica 27 Marzo 1887 N. 878 L E T A R I F F E DOGANALI E 1 T R A

Dettagli

R a g io n e S o c ia le In iz ia tiv a In d iriz z o C o m u n e P U B L Y C O M S.A.S. D I M A T T IU Z R IT A c o n c e ss io n a ria d i p ub b

R a g io n e S o c ia le In iz ia tiv a In d iriz z o C o m u n e P U B L Y C O M S.A.S. D I M A T T IU Z R IT A c o n c e ss io n a ria d i p ub b R a g io n e S o c ia le In iz ia tiv a In d iriz z o C o m u n e P U B L Y C O M S.A.S. D I M A T T IU Z R IT A c o n c e ss io n a ria d i p ub b licità V ia C u s to z a 8 V e rc e lli M IC H Y 'S H

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE

OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE OFFERTA FORMATIVA PER LE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni Via Cristoforo Colombo, 200 00145 Roma T +39 06 510.777.1 F

Dettagli

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago.

ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I. E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. 5(*2/$0(1723(5,/5,/$6&,2', /,&(1=(3(56$/$*,2&+, ART. 1 DEFIN IZION E DI SALA GIOCH I E sala gioco, il locale con più d i sei apparecchi d i pu ro trattenim ento e svago. ART. 2 N UMERO MASSIMO DI SALE

Dettagli

A cura di: CNA Bologna

A cura di: CNA Bologna &RQLOSDWURFLQLR GL&&,$$%RORJQD 3RUUHWWD 7HUPHVHWWHPEUH $VVRFLD]LRQHGL%RORJQD (IILFLHQ]D(QHUJHWLFD OHUDJLRQLGHOO $PELHQWHOHRSSRUWXQLWj SHUOH,PSUHVH Criticità energia. Strum enti e m odelli per la gestione

Dettagli

La prevenzione del Diabete tipo 2: Azioni dopo lo screening.

La prevenzione del Diabete tipo 2: Azioni dopo lo screening. La prevenzione del Diabete tipo 2: Azioni dopo lo screening. Oristano 20 Marzo 2012 Popolazione dai 35 anni in su Soggetti che hanno partecipato allo screening ORISTANO 108.000 5.803 5,374% LANUSEI % della

Dettagli

- 15G0078A130 - MODULO USB ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB

- 15G0078A130 - MODULO USB ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB - 15G0078A130 - MODULO USB ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB Emesso il 15/06/2012 R. 01 Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le

Dettagli

ALPAGO ECOMARATHON 2014

ALPAGO ECOMARATHON 2014 Prem essa ALPAGO ECOMARATHON 2014 REGOLAM EN TO Questo regolam ento vale in linea generale per tutte le m anifestazioni sportive che il com itato intende organizzare nell anno 2014 in data 15 giugno. Le

Dettagli

COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE

COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE COOP FOND (fondo mutualistico di legacoop) UN ESP ERI ENZA DI SOLI DARI ETA I MP RENDI TORI ALE 1 1 LE ORIGINI I Fondi mutualistici nascono con la Legge 59 del 1992 per determinare un circuito virtuoso

Dettagli

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SETTORE: SERVIZIO URBANISTICA E LL.PP. Manutenzione del a 8Die, 2015 D E T E R M I N A Z I O N E OGGETTO: IM PEGNO DI SPESA PER INTERVENTI MANUTENTIVI STRAORDINARI

Dettagli

1.3 - DATI TECNICI, DIMENSIONI E ATTACCHI IDRAULICI

1.3 - DATI TECNICI, DIMENSIONI E ATTACCHI IDRAULICI . - TI TII, ISII TTI IULII 8 fig. u a d ro co m a n d i cce s s o ca m e ra fu m o p e r p u iz ia S p ia co n tro o fia a a n d a ta ris ca d a m e n to ito rn o ris ca d a m e n to T tta cco v a s o

Dettagli

G.M. Condizionatori srl

G.M. Condizionatori srl Professionisti dell aria Gm condizionatori srl è un azienda con esperienza più che ventennale ed è particolarmente apprezzata sul mercato italiano ed estero per la progettazione e costruzione di macchine

Dettagli

XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XV N. 182 VOL. II. m ateriali informativi e promozionali, utilizzare le attrezzature

XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI DOC. XV N. 182 VOL. II. m ateriali informativi e promozionali, utilizzare le attrezzature Camera dei Deputati - 7 0 5 - Senato della Repubblica T ea t r o d i Sa n C a r l o m ateriali informativi e promozionali, utilizzare le attrezzature eventualm ente predisposte per il superam ento delle

Dettagli

S U L L A V I A D E L L A S E L C E

S U L L A V I A D E L L A S E L C E S U L L A V I A D E L L A S E L C E Dopo aver fatto la c o n osc e n z a d e l l esp era n to, il ca l amaio per l a pa c e s i avvicina a l l a c os id d etta l i n - gua fra n c a ( l a l i n gua utilizzata

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Cala Gavetta. Chiesa S.M.Maddalena

Cala Gavetta. Chiesa S.M.Maddalena L arcipelago di La Maddalena è costituito da sette isole principali e da una miriade di isolotti. La Maddalena,dove sorge l omonima cittadina, Caprera, Santo Stefano, Spargi, Budelli, Razzoli e Santa Maria.

Dettagli