LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA DI COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO Roma, 16 gennaio 2010

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA DI COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO 2010-2012. Roma, 16 gennaio 2010"

Transcript

1 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA DI COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO Roma, 16 gennaio 2010

2 1. PREMESSA Con i piani di comunicazione e marketing, la FISO si è dotato di due strumenti in grado, rispettivamente, di programmare e gestire le azioni di comunicazione ed offrire una fotografia dell orienteering e di tutto il mondo che ruota attorno ad esso, utile per incrementare la conoscenza della disciplina e far percepire alle aziende, alle istituzioni ed ai media i vantaggi dell avvicinarsi a questo sport. Il presente documento, in stretta sintonia con i citati piani di comunicazione e marketing, costituisce una guida specifica per elaborare dei progetti in grado, nel tempo, di rafforzare il ruolo istituzionale della FISO, degli organi territoriali (Comitati e delegazioni) e delle società sportive affiliate al fine di creare intorno alla Federazione, quel valore necessario a destare interessi ed appeal nei confronti dei vari pubblici di riferimento (istituzioni, aziende, media, ecc.). A tal fine, sono stati: - focalizzati i temi d interesse della FISO; - definite le possibili modalità di sostegno; - individuati i progetti da sviluppare e relativa tempistica; - determinate le commissioni interessate al programma; - indicata la tipologia di comunicazione da attuare; - formulate le azioni da sviluppare.

3 2. I TEMI D INTERESSE - L attività sportiva: L organizzazione di manifestazioni sportive: Definizione dei calendari agonistici; Definizione dei protocolli nei cerimoniali; Definizione dei protocolli nelle attività di pubblica informazione; La pratica sportiva: Progetto agonistico per l attività di alto livello; Progetto agonistico per l attività master; - L educazione: Formazione interna dei: Tecnici; Dirigenti; Collaboratori; Formazione esterna: nella Scuola; nelle Aziende private; negli Enti pubblici. - L ambiente: Sport ecocompatibile; Valorizzazione del territorio; Valorizzazione dei centri storici, parchi cittadini. - Gli stili di vita: Benessere: Obesità; Diabete (o altra malattia); Disabilità motoria; Terza età; Turismo: Turismo estivo; Turismo scolastico; Turismo sportivo; Sport trend; Abbigliamento.

4 3. LE POSSIBILI MODALITA DI SOSTEGNO: - Sponsorizzazioni: Main sponsor; Sponsor tecnici; Sponsor vari. - Partnership (protocolli e convenzioni): Legambiente; Federparchi; Comunità montane; UNICEF; UNESCO; Emittente radiofonica nazionale; Compagnia telefonica; Azienda automobilistica. - Collaborazioni: Federazioni sportive, discipline associate ed enti di promozione sportiva; Associazioni di volontariato/onlus; Aziende sanitarie. - Attività espositive: Fiere/festival nazionali-regionali; Feste comunali. - Attività promozionali: Giornate dell ambiente; Giornata dello sport; Giornata del diabete (o altra); Giornata dell obesità; Giornata dell orienteering. - Attività di studio: Conferenze tematiche; Giornate della formazione; Corsi federali; Corsi di specializzazione. - Attività mediatiche: Comunicazione interna; Comunicazione intermedia; Comunicazione esterna.

5 4. PROGETTI SVILUPPATI E DA SVILUPPARE E RELATIVA TEMPISTICA In tale contesto, la progettualità dovrà avvenire nei seguenti campi: - Attività sportiva: Organizzazione delle manifestazione sportive: Definizione dei calendari agonistici relativamente a manifestazioni, circuiti e trofei: di specialità; nei centri storici; Definizione dei protocolli nei cerimoniali, come: le precedenze; gli incontri conviviali; gli eventi; Definizione delle attività di pubblica informazione: Organizzazione dell ufficio stampa; Organizzazione della conferenza stampa; Attività mediatica pre-post evento; La pratica sportiva: Progetto agonistico per l attività di alto livello: Linee guida per lo sviluppo della preparazione fisica e tecnica a lungo termine delle squadre giovanili ed elite della nazionale italiana relativamente al periodo (stage, allenamenti, gare, abbigliamento, trasferte ecc.); Progetto agonistico per l attività dei master: Organizzazione dell attività internazionale dei master, con la definizione di un referente nazionale, di un regolamento generale, di un calendario di stage, di incontri e di gare, dell abbigliamento tecnico e di rappresentanza ufficiale da indossare.

6 - Educazione: elaborazione di un calendario di corsi destinato ad incrementare la preparazione professionale dei quadri tecnici e dirigenziali della FISO, tenendo debitamente in considerazione le direttive del settore formazione della scuola dello sport CONI SERVIZI: Formazione interna: Tecnici (ANNUALE): Tracciatori, direttori di gara, cartografi, tecnici scuola, base, istruttore, maestro; Dirigenti (ANNUALE): Comunicazione, marketing, aspetti fiscali e giuridici, cerimoniale, ordinamento sportivo nazionale; Formazione esterna (2010): Scuole di ogni ordine e grado; Aziende private ed Enti pubblici: Attività di outdoor. - Ambiente (2010): L orienteering sport ecocompatibile; La valorizzazione del territorio.

7 - Stili di vita: Benessere: incentivare la nascita di progetti e collaborazioni con Istituzioni ed Associazioni ONLUS relativamente a tematiche sanitarie quali: L obesità; Il diabete o altro; Disabilità motoria; Terza età; Turismo: incentivare la nascita di progetti e collaborazioni con Tour operator per la promozione e la diffusione dell orienteering attraverso la pratica nei villaggi turistici, la vendita di pacchetti vacanze e proposte ad hoc per le scuole; Trend ed abbigliamento: possibile creazione di linea per il tempo libero con vendita del merchandisis.

8 5. ORGANI FEDERALI, COMMISSIONI E GRUPPI DI LAVORO COINVOLTI - Segreteria: Definizione dei protocolli nei cerimoniali; Collaborazioni; - Comunicazione e marketing: Definizione dei protocolli nelle attività di pubblica informazione; Sponsorizzazioni; Partnership; Attività mediatiche; Attività turistica; - Agonistica: Attività agonistica di alto livello; Attività agonistica dei master; - Formazione: Formazione interna ed esterna, conferenze; - Calendari: Definizione dei calendari agonistici per manifestazioni riservate agli agonisti, agli esordienti, alle scuole, con circuiti e trofei attagliati alle esigenze istituzionali, degli sponsor e dei partner; - Medica: Incentivare lo sport dell orienteering quale disciplina per una migliore qualità della vita - Benessere; - Ambiente: Sport ecocompatibile; Valorizzazione del territorio; Valorizzazione dei centri storici, parchi cittadini.

9 6. TIPOLOGIA DI COMUNICAZIONE DA ATTUARE: - Interna: Rivista federale; Sito internet; Newsletter; Corrispondenza; - Intermedia: Le società; Le riviste specializzate; Le riviste extra settore; Radio-Tv: Web; - Esterna: Eventi; Link con altri sport; Convegni.

10 PIANO COMUNICAZIONE E MARKETING FISO TEMI E PROGETTI ATTIVITA SPORTIVA EDUCAZIONE AMBIENTE STILI DI VITA Organizzazione Competizioni Formazione interna Sport ecocompatibile Benessere La pratica sportiva Formazione esterna Valorizzazione del territorio Turismo Valorizzazione dei centri storici Abbigliamentotrend COMUNICAZIONE INTERNA, INTERMEDIA ED ESTERNA Newsletter Televisioni Radio Società Sito - Web Giornali-riviste Eventi-Convegni SPONSOR + VALORE PARTNERS FISO

11 7. PIANO DELLE AZIONI - Discussione ed approvazione del presente progetto in Consiglio Federale. - Definizione dell attività di coordinamento e composizione dei gruppi di lavoro. - Costituzione delle commissioni mancanti. - Elaborazione dei progetti. - Discussione e loro approvazione nei Consigli Federali. - Avvio dei progetti attraverso adeguata pubblicità. - Contatti con Enti, aziende, ecc.

ATTIVITA 2009 E PROGRAMMA 2010 DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO

ATTIVITA 2009 E PROGRAMMA 2010 DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO ATTIVITA 2009 E PROGRAMMA 2010 DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO Roma, 16 gennaio 2010 SOMMARIO 1. Premessa 2. Attività 2009 3. Attività 2010 4. Budget 5. Allegati 2 1. PREMESSA L

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Scherma F.I.S.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Scherma F.I.S. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Scherma F.I.S. Protocollo d intesa tra il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e la FEDERAZIONE ITALIANA SCHERMA Il Comitato

Dettagli

Regolamento per la gestione dei rapporti con sponsor, partner e media tra FISO e Comitati Organizzatori di manifestazioni sportive in Italia

Regolamento per la gestione dei rapporti con sponsor, partner e media tra FISO e Comitati Organizzatori di manifestazioni sportive in Italia Regolamento per la gestione dei rapporti con sponsor, partner e media tra FISO e Comitati Organizzatori di manifestazioni sportive in Italia PREMESSA 1. Il presente documento ha lo scopo di regolamentare

Dettagli

PROGRAMMA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING 2009-2012

PROGRAMMA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING 2009-2012 Area Comunicazione e Marketing PROGRAMMA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING 2009-2012 Bologna, 10 gennaio 2009 Sintesi del programma - Comprenderne la visione. - Analizzarne la struttura organica

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Bocce F.I.B.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Bocce F.I.B. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Bocce F.I.B. Protocollo d intesa tra il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e la FEDERAZIONE ITALIANA BOCCE Il Comitato Italiano

Dettagli

Attività federale di marketing

Attività federale di marketing Attività federale di marketing Gestione e certificazione delle sponsorizzazioni Il Feedback Web Nel piano di sviluppo della propria attività di marketing, la FIS ha adottato il sistema Feedback Web realizzato

Dettagli

TALENTI 2020 Il progetto pilota dello sport giovanile italiano Trentino 2011-2020

TALENTI 2020 Il progetto pilota dello sport giovanile italiano Trentino 2011-2020 PROGETTO TALENTI 2020 Il progetto pilota dello sport giovanile italiano Trentino 2011-2020 FEDERICO SCHENA ANDRO FERRARI CRISTIAN SALA Roma, 12 giugno 2012 Talenti Trentini Progetto Talenti 2020 Trentino

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Sport Equestri F.I.S.E.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Sport Equestri F.I.S.E. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Sport Equestri F.I.S.E. Protocollo d intesa tra il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e la FEDERAZIONE ITALIANA SPORT EQUESTRI

Dettagli

Genova 13 Settembre 2010

Genova 13 Settembre 2010 Genova 13 Settembre 2010 Progetto Giovani Matteo Quarantelli 2 La percezione della qualità di un servizio è generato dalla corrispondenza con le aspettative (bisogni) degli utenti. I nostri utenti sono

Dettagli

Progetto SNaQ Scuola Magistrale

Progetto SNaQ Scuola Magistrale 1 PROGETTO SCUOLA MAGISTRALE ARGOMENTI TRATTATI Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici; Qualifiche e Competenze; Crediti formativi; I Quattro Livelli di Qualifica dei Tecnici Sportivi; Formazione permanente.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMITATO ITALIANO PARALIMPICO ED IL CENTRO NAZIONALE SPORTIVO FIAMMA SPORT NAZIONALE

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMITATO ITALIANO PARALIMPICO ED IL CENTRO NAZIONALE SPORTIVO FIAMMA SPORT NAZIONALE PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMITATO ITALIANO PARALIMPICO ED IL CENTRO NAZIONALE SPORTIVO FIAMMA SPORT NAZIONALE Il Comitato Italiano Paralimpico (di seguito: CIP), con sede in Roma, Via Flaminia Nuova,

Dettagli

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti

Pubblica Amministrazione Turistica. Aspetti generali Compiti Pubblica Amministrazione Turistica Aspetti generali Compiti Cenni storici Nel periodo tra le due guerre iniziò a maturare una maggiore consapevolezza del ruolo che il turismo poteva svolgere nell economia

Dettagli

LAVORARE PER GESTIRE IL SUCCESSO COMPANY PROFILE

LAVORARE PER GESTIRE IL SUCCESSO COMPANY PROFILE PER GLI LAVORARE PER GESTIRE IL SUCCESSO PROFILE LGS SportLab è una società di riferimento che opera nel mondo dello sport e dell'intrattenimento: - specializzata nel management di atleti e nel supporto

Dettagli

LGS SPORTLAB LAVORARE PER GESTIRE IL SUCCESSO. company profile. www.lgssportlab.com

LGS SPORTLAB LAVORARE PER GESTIRE IL SUCCESSO. company profile. www.lgssportlab.com SPORTLAB LAVORARE PER GESTIRE IL SUCCESSO company profile CHI SIAMO SportLab è una società di riferimento che opera nel mondo dello sport e dell'intrattenimento: - specializzata nel management di atleti

Dettagli

CAMBIAMENTO NELLA CONTINUITA INTEGRATA

CAMBIAMENTO NELLA CONTINUITA INTEGRATA CAMBIAMENTO NELLA CONTINUITA INTEGRATA E la prima volta, in questa tornata elettorale, che il Presidente Regionale CIP non sarà eletto dalle Società sportive dei disabili, ma dalle Federazioni olimpiche

Dettagli

All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia. A tutte le Scuole di 1 e 2 grado della Regione Sicilia. AL C.O.N.I. Regionale della Sicilia

All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia. A tutte le Scuole di 1 e 2 grado della Regione Sicilia. AL C.O.N.I. Regionale della Sicilia All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia Ai Coordinatori di E. Fisica degli U.S.P. di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa,Trapani A tutte le Scuole di 1 e

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT ORIENTAMENTO

FEDERAZIONE ITALIANA SPORT ORIENTAMENTO FEDERAZIONE ITALIANA SPORT ORIENTAMENTO PREMESSA Il Programma di Comunicazione 2013-2016 della Federazione Italiana Sport Orientamento, trae origine dal piano di Comunicazione istituzionale e si prefigge

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA" VERSO EXPO 2015

OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA VERSO EXPO 2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO L'ANFITEATRO MORENICO DI IVREA. PAESAGGIO E CULTURA" VERSO EXPO 2015 LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: la Regione Piemonte ha

Dettagli

2011/2012 PIANO DI MARKETING

2011/2012 PIANO DI MARKETING 2011/2012 PIANO DI MARKETING A pallacanestro si gioca con la testa e con il cuore 2 PERCHE LA PALLACANESTRO E uno sport che richiede doti di coraggio, generosità, abnegazione, altruismo e sacrificio. La

Dettagli

Nuovi modelli per le società sportive del futuro

Nuovi modelli per le società sportive del futuro Nuovi modelli per le società sportive del futuro Imprese sociali multifunzionali IMPRESA SOCIALE (def. Wikipedia) Tutte le imprese private, comprese le società cooperativa, che esercitano in via stabile

Dettagli

Progetto SPORT MANAGER

Progetto SPORT MANAGER Istituto Tecnico Statale Commerciale e per il Turismo Giuseppe Ginanni Indirizzi: Igea, Mercurio, Erica, Iter (turistico), Sirio Via Carducci, 11 48100 RAVENNA Tel. 0544 / 36449 / 36451 Fax 0544/30396

Dettagli

REGOLAMENTO FORMAZIONE DISCIPLINE INTEGRATE 2015

REGOLAMENTO FORMAZIONE DISCIPLINE INTEGRATE 2015 Settore Sport Equestri A.S.I. - Associazioni Sportive e Sociali Italiane REGOLAMENTO FORMAZIONE DISCIPLINE INTEGRATE 2015 ITER FORMATIVI RISERVATI AGLI OPERATORI AICOTE (Appendice al Regolamento Nazionale

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

DISPOSIZIONI IN TEMA DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE SQUADRE NAZIONALI

DISPOSIZIONI IN TEMA DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE SQUADRE NAZIONALI DISPOSIZIONI IN TEMA DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE SQUADRE NAZIONALI PREMESSA Il presente Regolamento integra le disposizioni del Regolamento Federale sul Team Italia e si applica ad atleti e tecnici

Dettagli

FINALITA ISTITUZIONALI

FINALITA ISTITUZIONALI CURRICULUM L'associazione si costituisce il 20 dicembre 2006 ed il 3 gennaio 2007 registra lo statuto all Agenzia delle Entrate ufficio del registro di Roma3 con atto N 74 / SERIE 3. Il 3 Gennaio 2007

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO

PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO PROTOCOLLO D INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA E FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO PROTOCOLLO D INTESA tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA (di seguito

Dettagli

PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM

PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM Centro Olimpico Federale Via dei Sandolini, 79 00122 Lido di Ostia/RM Tel. 06/56191513 Fax. 06/56191527 PROGETTO SPORT A SCUOLA FIJLKAM IL RAPPORTO TRA SOCIETA E ISTITUTO SCOLASTICO Guida operativa per

Dettagli

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Programma di Attività 2011-2015 2015 ROBERTO N. RAJATA 12 maggio 2011 Introduzione Il turismo nella Regione Lazio è profondamente mutato nel corso degli

Dettagli

Art. 5 (dal regolamento generale della lega attività equestri nazionale UISP)AFFILIAZIONI E CLASSIFICAZIONE CENTRI EQUESTRI UISP

Art. 5 (dal regolamento generale della lega attività equestri nazionale UISP)AFFILIAZIONI E CLASSIFICAZIONE CENTRI EQUESTRI UISP Art. 5 (dal regolamento generale della lega attività equestri nazionale UISP)AFFILIAZIONI E CLASSIFICAZIONE CENTRI EQUESTRI UISP L'affiliazione alla Uisp delle società sportive, polisportive, circoli,

Dettagli

6 Bando di Concorso 2016-17

6 Bando di Concorso 2016-17 Certificazione di Qualità Attività Giovanile 6 Bando di Concorso 2016-17 6 Bando di Concorso - Certificazione Qualità Attività Giovanile 2016-17 1 / 3 6 Bando di Concorso Certificazione di Qualità Attività

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MARCOLINI DANIELLA 16,VIA ULDERICO SACCHETTO 00122 ROMA ITALIA Telefono 00393335448875 CF E - mail

Dettagli

CONTENUTI. Il Progetto Be Green mira a diffondere la cultura delle buone prassi nell ambito della Mobilità Sostenibile.

CONTENUTI. Il Progetto Be Green mira a diffondere la cultura delle buone prassi nell ambito della Mobilità Sostenibile. PROGETTO CONTENUTI Il Progetto Be Green mira a diffondere la cultura delle buone prassi nell ambito della Mobilità Sostenibile. L iniziativa, che si compone dell organizzazione di eventi e di una campagna

Dettagli

TURISMO SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE

TURISMO SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE TURISMO SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE OBIETTIVO AZIONI REALIZZATE 1. Migliorare le condizioni di accessibilità delle strutture turistiche 1.1

Dettagli

4. QUADRO ANALITICO - ORGANIZZAZIONI TERRITORIALI

4. QUADRO ANALITICO - ORGANIZZAZIONI TERRITORIALI 4. QUADRO ANALITICO - ORGANIZZAZIONI TERRITORIALI Denominazione Federazione: FEDERAZIONE ITALIANA SPORT INVERNALI COMITATO UMBRO MARCHIGIANO ESERCIZIO 2016 A Preventivo 2016 B Preventivo Aggiornato 2015

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO. Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO. Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA SCUOLA CALCIO A 5 REGOLAMENTO CHI PUO ISCRIVERSI ALLA SCUOLA CALCIO Alla Scuola Calcio a 5 possono iscriversi i bambini e i ragazzi nati negli anni 1996/1997/1998/1999/2000/2001/2002/2003/2004.

Dettagli

Tornei di beach volley - www.torneibeachvolley.it

Tornei di beach volley - www.torneibeachvolley.it L idea Il circuito è un progetto amatoriale nato nel 2011 grazie all intraprendenza organizzativa di Manuel, Mario e Luca, con un essenziale principio fondante: DIVERTIRSI GIOCANDO! Questo è lo spirito

Dettagli

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE

PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE PROGETTO CALCIO A 5 GRANDI ORIZZONTI PER IL NOSTRO SPORT UNITI PER CRESCERE Il calcio a 5 è fermo, bloccato, immobile. Và ricostruito, viene da un periodo troppo lungo di non scelte, di non coraggio di

Dettagli

La Promozione della Salute e lo sport

La Promozione della Salute e lo sport La Promozione della Salute e lo sport Dott.ssa Chiara Tunini, Referente Pedagogico, Ass 2 Isontina Gorizia Festa dello Sport Monfalcone, 30 maggio 2009 1 La SALUTE è un bene di tutti! SALUTE applicare

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Articolo 1 - Norme generali

CONVENZIONE. Tra. Articolo 1 - Norme generali CONVENZIONE Tra La Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale (di seguito FISDIR), con sede in Roma, Via Flaminia Nuova 830, nella persona del Presidente pro tempore Marco Borzacchini,

Dettagli

Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano presenterà tutte le iniziative finalizzate alla sua mission istituzionale:

Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano presenterà tutte le iniziative finalizzate alla sua mission istituzionale: istituzioni Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano presenterà tutte le iniziative finalizzate alla sua mission istituzionale: z Italia Team - Club Olimpico z Casa Italia Londra 2012 z Roma 2020 La Coni

Dettagli

COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015

COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015 Gianfranco Castelli COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015 Linee di indirizzo 8 febbraio 2013 «Nutrire il pianeta. Energia per la vita» è il tema dell Esposizione Universale - Expo 2015 che sarà inaugurata

Dettagli

Progetto della Federazione Italiana Pallavolo per la Scuola Primaria a.s. 2008-2009

Progetto della Federazione Italiana Pallavolo per la Scuola Primaria a.s. 2008-2009 Progetto della Federazione Italiana Pallavolo per la Scuola Primaria a.s. 2008-2009 1,2,3 Minivolley! IL PROGETTO Il progetto 1,2,3 minivolley si propone di incrementare la pratica delle attività motorie

Dettagli

C.O.N.I. Comitato Provinciale di PISA

C.O.N.I. Comitato Provinciale di PISA C.O.N.I. Comitato Provinciale di PISA PROGETTO CON I GIOVANI A SCUOLA DI GIOCO-SPORT Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ed il CONI condividono nell ambito delle rispettive competenze

Dettagli

C.O.R. Organigramma Commissione Organizzatrice Regionale - Equipé Tecnica

C.O.R. Organigramma Commissione Organizzatrice Regionale - Equipé Tecnica Ufficio II - Bari, 28.08.2009 Prot. 7240 Attività Sportiva Scolastica 2009/ 10 E.mail: marino.pellico.ba@istruzione.it Sito web: www.uspbari.net Ai Dirigenti U.S.P. delle Province Ai Coordinatori di Ed.

Dettagli

Offerta formativa 2011. dello. Scuola dello Sport

Offerta formativa 2011. dello. Scuola dello Sport Offerta formativa 2011 dello Scuola dello Sport Scuola dello Sport Essere il punto di riferimento della formazione in ambito sportivo in Italia: è questa la nostra realtà In Italia, da oltre quaranta anni

Dettagli

sviluppo fisico motorio.

sviluppo fisico motorio. È uno sport che si svolge in ambiente naturale e unisce capacità fisiche e intellettuali. Può essere vissuto come sport agonistico oppure semplicemente a livello escursionistico amatoria-le, da soli o

Dettagli

Circuito di tornei FIT di tennis limitato alla 3^ Categoria 3 Gruppo. Gare di singolare maschile / femminile doppio maschile

Circuito di tornei FIT di tennis limitato alla 3^ Categoria 3 Gruppo. Gare di singolare maschile / femminile doppio maschile Presentazione 1^ Edizione MILANO TENNIS TOUR Gennaio Ottobre 2017 Opportunità di Sponsorizzazione Strumenti promozionali Visibilità dello sponsor Livelli di sponsorizzazione Circuito di tornei FIT di tennis

Dettagli

Esperto di Marketing, organizzazione eventi culturali e programmazione turistica

Esperto di Marketing, organizzazione eventi culturali e programmazione turistica Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Esperto di Marketing, organizzazione eventi culturali

Dettagli

PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE

PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE Una grande occasione per promuovere l azienda attraverso i valori del Giro d Italia. EMOZIONE, IMPEGNO, ENTUSIASMO, PASSIONE E GIOCO DI SQUADRA. Queste sono le principali caratteristiche

Dettagli

SKIMAGIC... NUOVA ERA NEGLI SPORT INVERNALI E OUTDOOR! 4-06-2010 1

SKIMAGIC... NUOVA ERA NEGLI SPORT INVERNALI E OUTDOOR! 4-06-2010 1 SKIMAGIC... NUOVA ERA NEGLI SPORT INVERNALI E OUTDOOR! 4-06-2010 1 C O N C E P T : rotazione verso l alto L a p i s t a i n f i n i t a CONCEPT Tapis roulant Skimagic blu rossa nera Difficoltà Inclinazione

Dettagli

e dal quale emerga chiaramente:

e dal quale emerga chiaramente: LINEE GUIDA PER LA CONCESIONE DI CONTRIBUTI PER LE ATTIVITA SPORTIVE Art. 1: PRINCIPI Il Comune di Fabriano intende valorizzare la socializzazione attraverso lo sport e sostenere la crescita dei luoghi

Dettagli

Allegato 3 LEGGE REGIONALE 24/12/2003, N. 36 VALORIZAZIONE DEGLI SPORT DELLA PALLAPUGNO E DELLA PALLATAMBURELLO.

Allegato 3 LEGGE REGIONALE 24/12/2003, N. 36 VALORIZAZIONE DEGLI SPORT DELLA PALLAPUGNO E DELLA PALLATAMBURELLO. Allegato 3 LEGGE REGIONALE 24/12/2003, N. 36 VALORIZAZIONE DEGLI SPORT DELLA PALLAPUGNO E DELLA PALLATAMBURELLO. ANNO 2010 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI. INDICAZIONE DEI VALORI (PUNTEGGIO) DA ASSEGNARE

Dettagli

Università degli studi di roma foro italico. Offerta formativa Università degli Studi di Roma Foro Italico Lauree Magistrali

Università degli studi di roma foro italico. Offerta formativa Università degli Studi di Roma Foro Italico Lauree Magistrali Offerta formativa Università degli Studi di Roma Foro Italico Lauree Magistrali L Università degli Studi di Roma Foro Italico è la quarta università statale di Roma, ed è l unico ateneo italiano, e uno

Dettagli

giovani l opportunità di un sereno e armonioso sviluppo;

giovani l opportunità di un sereno e armonioso sviluppo; Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Protocollo d Intesa tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER LO STUDENTE e CSI CENTRO SPORTIVO ITALIANO

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015

Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Consiglio federale, 26 marzo 2015 1 INDICE MISSION SCENARIO ATTUALE CRITICITA AZIONI 2 MISSION Avviare un programma di rilancio del movimento calcistico femminile nel

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA 2015-24 DEL GIORNO 11/05/2015

PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA 2015-24 DEL GIORNO 11/05/2015 PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA 2015-24 DEL GIORNO 11/05/2015 Presente Assente FONTANINI PIETRO Presidente X MATTIUSSI FRANCO Vicepresidente X BARBERIO LEONARDO Assessore

Dettagli

Protocollo di intesa. Tra LA PROVINCIA DI BENEVENTO,

Protocollo di intesa. Tra LA PROVINCIA DI BENEVENTO, Protocollo di intesa L anno 2008 il giorno 21 del mese di Ottobre in Benevento, in via Antonio Rivellini ingresso 5 nella sede del Comitato Provinciale CONI di Benevento, Tra LA PROVINCIA DI BENEVENTO,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale Azzurro allegato D FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Modello per la creazione e gestione di un Club dei Giovani Il modello, tratto dall esperienza maturata nei Circoli che hanno svolto con successo l Attività

Dettagli

Servizio di Psicologia dello sport

Servizio di Psicologia dello sport Servizio di Psicologia dello sport SCUOLE CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Ente Comitato Regionale Puglia, Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega Nazionale Dilettanti (Bari). Chi siamo Sportivamente

Dettagli

5 Bando di Concorso 2014-15

5 Bando di Concorso 2014-15 Certificazione di Qualità Attività Giovanile 5 Bando di Concorso 2014-15 5 Bando di Concorso - Certificazione Qualità Attività Giovanile 2014-15 1 / 3 5 Bando di Concorso Certificazione di Qualità Attività

Dettagli

U.P. COMUNALE TAVAGNACCO Calcio femminile di serie A

U.P. COMUNALE TAVAGNACCO Calcio femminile di serie A PROPOSTA ECONOMICA- FINANZIARIA Il piano marketing dell Unione Polisportiva Comunale Graphistudio Tavagnacco è stato pensato e strutturato sulla base delle stagioni precedentemente condotte, offre molteplici

Dettagli

Offerta Partner. partendo dalla storia un altro passo verso il futuro

Offerta Partner. partendo dalla storia un altro passo verso il futuro Offerta Partner partendo dalla storia un altro passo verso il futuro Chi siamo UNA STORIA NATA OLTRE 50 ANNI FA Annuario Cattolico d Italia 1960 Settimana della Vita Collettiva 1963 Itinerari 1999 Sevicol.it

Dettagli

ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO

ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO Aggiornato il 18 febbraio 2009 ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA tra

PROTOCOLLO D'INTESA tra PROTOCOLLO D'INTESA tra VAS Onlus Global Diving Agency NADD Europe Federazione Nazionale A.C.T.Italia RISORSA MARE FONTE DI BIODIVERSITÀ DA TUTELARE E PRESERVARE Eudi Show Bologna, 13 febbraio 2010 Premesso

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola COMUNE DI ROMA MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola Protocollo D Intesa 2002-2005 1 Visto l art.21 della Legge 15 Marzo 1997

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

Ritorno alla base con modernità: nuova valorizzazione del territorio..

Ritorno alla base con modernità: nuova valorizzazione del territorio.. PRESENTAZIONE Nel costruire un nuovo progetto non potevamo che partire dai principi informatori contenuti nel programma del Presidente Malagò. Ritorno alla base con modernità: nuova valorizzazione del

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO DELLA SALUTE E IL MINISTRO PER LE POLITICHE GIOVANILI E LE ATTIVITÀ SPORTIVE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 29 marzo 2003, n. 129, e successive modificazioni

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Pallacanestro F.I.P.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Pallacanestro F.I.P. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Pallacanestro F.I.P. Il Comitato Italiano Paraolimpico (CIP) alla luce della sua nuova organizzazione in Dipartimenti

Dettagli

ATTIVITA 2010 E PROGRAMMA 2011 DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO

ATTIVITA 2010 E PROGRAMMA 2011 DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO ATTIVITA 2010 E PROGRAMMA 2011 DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE E MARKETING DELLA FISO Roma, 15 gennaio 2011 SOMMARIO 1. Introduzione 2. Attività 2010-2011 3. Allegati 2 1. INTRODUZIONE Il presente documento

Dettagli

IL COORDINATORE DELL UFFICIO EDUCAZIONE FISICA Valter Peroni

IL COORDINATORE DELL UFFICIO EDUCAZIONE FISICA Valter Peroni \Ufficio Educazione Fisica e Sportiva di Torino Via Coazze, 18-10138 Torino tel. 011 4404311 - fax 011 4330465 e-mail:uef.to@usrpiemonte.it PROT.N. 8897/C32 CIRC. N. 499 TORINO 09/09/2011 AI DIRIGENTI

Dettagli

HOTEL INTERNATIONAL MARKETING

HOTEL INTERNATIONAL MARKETING HOTEL INTERNATIONAL MARKETING Marketing non è solo pubblicità. Marketing è un processo finalizzato a creare, distribuire, prezzare e promuovere con strategia il proprio prodotto. Scegliere Hotel International

Dettagli

INTERVENTO 8 -ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE NEI

INTERVENTO 8 -ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE NEI INTERVENTO 8 -ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE NEI VILLAGGI In questa azione il concetto di accesso a un bene patrimoniale viene esteso ad una più ampia valorizzazione della vita

Dettagli

CONVENZIONE. in tema di. Accordi per l'attuazione dei Licei scientifici con sezione ad indirizzo sportivo

CONVENZIONE. in tema di. Accordi per l'attuazione dei Licei scientifici con sezione ad indirizzo sportivo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Direzione Generale CONVENZIONE in tema di Accordi per l'attuazione dei Licei scientifici con sezione

Dettagli

LIBERTAS. REGOLAMENTO AREA FORMATIVA UNI EN ISO 9001: 2008 Req. 7.3. File: SPEC 01 Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013

LIBERTAS. REGOLAMENTO AREA FORMATIVA UNI EN ISO 9001: 2008 Req. 7.3. File: SPEC 01 Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013 0 LIBERTAS AREA FORMATIVA Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013 Pagina 1 di 31 2013/2016 Revisione n. 4 approvata dalla Giunta Nazionale del 12 dicembre 2013 Pagina 2 di 31 STRUTTURA DIPARTIMENTO FORMAZIONE

Dettagli

PROGETTO SALTO OSTACOLI SENIORES

PROGETTO SALTO OSTACOLI SENIORES PROGETTO SALTO OSTACOLI SENIORES Analisi della realtà attuale 1) Carenza di binomi competitivi nella fascia sportiva più alta 2) Difficoltà dell ambiente del salto ostacoli senior a programmare un attività

Dettagli

Un nuovo indirizzo dei Licei per offrire ai giovani studenti l opportunità di lavorare professionalmente nello sport

Un nuovo indirizzo dei Licei per offrire ai giovani studenti l opportunità di lavorare professionalmente nello sport Un nuovo indirizzo dei Licei per offrire ai giovani studenti l opportunità di lavorare professionalmente nello sport Attività e insegnamenti 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Lingue e letteratura italiana 4 4 4 4 4 Lingua

Dettagli

I MONDIALI DELLA PALLAVOLO. 27 Giugno 2013

I MONDIALI DELLA PALLAVOLO. 27 Giugno 2013 I MONDIALI DELLA PALLAVOLO 27 Giugno 2013 La pallavolo in Italia 5.000 Società di pallavolo 11,5 milioni affiliate alla FIPAV 340.000000 Appassionati di pallavolo di Atleti Tesserati cui il 28% tra 25

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, IL MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE E L ENTE NAZIONALE ITALIANO PER IL TURISMO

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, IL MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE E L ENTE NAZIONALE ITALIANO PER IL TURISMO PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, IL MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE E L ENTE NAZIONALE ITALIANO PER IL TURISMO Considerato che: - Il Ministero degli Affari Esteri ed il Ministero

Dettagli

L Istituto Professionale Nicola Garrone

L Istituto Professionale Nicola Garrone L Istituto Professionale Nicola Garrone In seguito alla pubblicazione del D.P.R. 15 marzo 2010 n. 87 "Regolamento recante norme per il riordino degli Istituti Professionali [...]" e delle Linee guida per

Dettagli

L intervento della FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO nel mondo della SCUOLA PRIMARIA

L intervento della FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO nel mondo della SCUOLA PRIMARIA L intervento della FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO nel mondo della SCUOLA PRIMARIA La fascia di età della Scuola Primaria rappresenta un periodo fondamentale nella costruzione del patrimonio motorio nei

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S.

REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S. REGOLAMENTO SANITARIO DELLA F.I.S. REGOLAMENTO SANITARIO Premessa Il presente regolamento disciplina le funzioni specifiche del Settore Sanitario Federale, nel rispetto della normativa nazionale e regionale,

Dettagli

E una società italiana che si occupa di: SERVIZI DI CONSULENZA GESTIONALE, LEGALE E COMMERCIALE.

E una società italiana che si occupa di: SERVIZI DI CONSULENZA GESTIONALE, LEGALE E COMMERCIALE. T O R N E O N A Z I O N A L E D I C A L C I O E una società italiana che si occupa di: ORGANIZZAZIONE EVENTI SPORTIVI Lavora con società calcistiche professionistiche e dilettantistiche e aziende leader

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA La scuola si impegna a: PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA organizzare l orario su 5 giorni in settimana per favorire le attività di allenamento e la partecipazione alle competizioni sportive degli studenti;

Dettagli

Progetti Circolo allegato 8

Progetti Circolo allegato 8 PROGETTO SCUOLA - SPORT Progetto di attività motoria e sportiva per le Scuole Primarie di Modena Premessa Questo progetto, da molti anni in vigore in tutte le scuole primaria del Comune di Modena, è promosso

Dettagli

Presentazione attività 2014

Presentazione attività 2014 Presentazione attività 2014 1 Footvolleyitalia Nata dalla volontà e dalla passione di Francesco Montanari e Domenico Poggiali che hanno creduto nella potenzialità e nel fascino di questa disciplina, in

Dettagli

REGOLAMENTO. Introduzione. Finalità

REGOLAMENTO. Introduzione. Finalità REGOLAMENTO Introduzione I Giochi della Gioventù (GdG) sono promossi dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (MIUR) e sono organizzati dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni)

Dettagli

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ;

IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È UN GIOCO PER TUTTI; IL CALCIO DEVE POTER ESSERE PRATICATO DOVUNQUE; IL CALCIO È CREATIVITÀ; IL CALCIO È DINAMICITÀ; IL CALCIO È ONESTÀ; IL CALCIO È SEMPLICITÀ; IL CALCIO DEVE ESSERE SVOLTO

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE (LES)

LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE (LES) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE FABIO BESTA LICEO DELLE SCIENZE UMANE (Economico-Sociale) ISTITUTO TECNICO ECONOMICO (Amministrazione, Finanza e Marketing - Turismo) Via Don G. Calabria, 16-20132

Dettagli

Salone del campeggio, delle vacanze e del tempo libero

Salone del campeggio, delle vacanze e del tempo libero Salone del campeggio, delle vacanze e del tempo libero Fiera Vicenza, 25 28 marzo 2010 Premessa Nel 2009 Fiera di Vicenza ha lanciato due nuove manifestazioni incluse nella fiera Gitando: Gitando.mystery

Dettagli

EYCP2012: l iniziativa l

EYCP2012: l iniziativa l European Youth, Let s Take Care of the Planet EYCP2012: l iniziativa l italiana Francesca Alvisi Consiglio Nazionale delle Ricerche Bologna f.alvisi@ismar.cnr.it Per ripartire PER RILANCIARE IL PROCESSO

Dettagli

presenta L Albergatore Day 2015

presenta L Albergatore Day 2015 presenta L Albergatore Day 2015 Cos è L unico evento dell anno dedicato al mondo degli Alberghi, curato ed organizzato da oltre 10 anni da Federalberghi Roma, con l obiettivo di favorire occasioni d incontro

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

CON TE POSSO! Abstract del progetto di Servizio Civile. Titolo del progetto: Con te posso!

CON TE POSSO! Abstract del progetto di Servizio Civile. Titolo del progetto: Con te posso! CON TE POSSO! Abstract del progetto di Servizio Civile Titolo del progetto: Con te posso! Settore di intervento del progetto: Area di intervento generale. Settore educazione e promozione culturale. Il

Dettagli

PRESENTAZIONE. Federazione Italiana Canottaggio

PRESENTAZIONE. Federazione Italiana Canottaggio PRESENTAZIONE Federazione Italiana Canottaggio PRESENTAZIONE La Federazione Italiana Canottaggio (FIC) vanta una consolidata tradizione di successi agonistici confermata nel tempo da numerose medaglie

Dettagli

PROGETTO SCOLASTICO FISI & MIUR 2014-2015. Vivere la neve. Milano, 9 ottobre 2014

PROGETTO SCOLASTICO FISI & MIUR 2014-2015. Vivere la neve. Milano, 9 ottobre 2014 PROGETTO SCOLASTICO FISI & MIUR 2014-2015 Vivere la neve Milano, 9 ottobre 2014 IL PROGETTO La Federazione Italiana Sport Invernali FISI - vuole porsi in prima linea nell intraprendere iniziative volte

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA

ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO. Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA ACCORDO QUADRO PER LA DIFFUSIONE E L IMPLEMENTAZIONE DI BUONE PRATICHE DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Tra UFFICIO SCOLASTICO TERRITORIALE DI NOVARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Dettagli

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi Primo Anno SCIENZE MOTORIE a) Rielaborazione degli schemi motori propri di varie discipline a carattere sportivo e/o espressivo; b) Sviluppo della consapevolezza di sé; c) Sviluppo delle capacità coordinative

Dettagli

Fiuggi Golf Centro estivo..

Fiuggi Golf Centro estivo.. Vacanze Golf Campus estivi per giovani golfisti Estate 2013 (giugno, luglio, agosto, settembre) GOLF CLUB FIUGGI Comitato Regionale Federazione Italiana Golf Lazio Progetto by Consigliere : Barbara Zicchieri

Dettagli