La carta intelligente: l ambiente layout

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La carta intelligente: l ambiente layout"

Transcript

1 La carta intelligente: l ambiente layout Un layout di AutoCAD è paragonabile a un foglio di carta e vi consente di impostare alcune opzioni tra cui quelle di stampa. In un disegno avete la possibilità di inserire più layout così da visualizzare diverse viste, ciascuna delle quali può avere fattori di scala di stampa e dimensioni del foglio differenti. In ciascun layout il disegno viene visualizzato come se fosse impaginato su un foglio di carta. Per realizzare un disegno si lavora nello spazio modello, successivamente si passa allo spazio carta per configurarlo per la stampa. Nella parte bassa della schermata di AutoCAD, quella relativa alla barra di stato, sono presenti i pulsanti per il passaggio e la gestione dell ambiente layout (figura 22.1). Figura 22.1 Disposizione dei pulsanti per lo spazio modello e l ambiente layout Quando create un disegno nuovo, AutoCAD vi propone una sola finestra che occupa tutta l area di disegno: la scheda Modello: questa è la scheda maggiormente usata durante la realizzazione e l editing del disegno. L impaginazione sulla carta e alcune altre attività di annotazione più specifiche sono invece gestite nell ambiente layout. In questo ambiente avete la possibilità di aprire più finestre di visualizzazione (Viewports, in inglese), affiancate o disposte in posizioni libere, nelle quali sono inquadrate porzioni diverse dello stesso modello o della stessa planimetria. Di come suddividere sia lo spazio Modello sia lo spazio layout in diverse finestre affiancate l una all altra ne parleremo più avanti. Ora invece trattiamo di queste operazioni di creazione delle finestre di visualizzazione che sono gestite attraverso i comandi presenti nel pannello Finestre (figura 22.2). Quando disegnate in spazio modello, le modifiche vengono propagate anche nelle altre finestre e potete passare da una finestra a un altra semplicemente facendo clic al suo interno. Si tratta, in sostanza, di accendere un certo numero di telecamere e di puntarle in aree differenti del disegno. Nel caso abbiate già creato il layout d impaginazione del disegno, anche le viste presenti in questo ambiente verranno automaticamente aggiornate al variare della geometria nello spazio modello. Questa pratica di suddividere l area grafica in più finestre è molto utile quando affrontate dei progetti molto vasti, che si sviluppano tutti in orizzontale (come una macchina auto- 1

2 c a p i t o l o w e b o2 matica) o tutti in verticale (come una torre per la telefonia cellulare). Le finestre nel layout sono leggermente diverse da quelle dello spazio modello, esse vengono denominate finestre mobili e possono essere sovrapposte e/o stampate contemporaneamente. Figura 22.2 Pannello dei comandi Finestre La configurazione delle finestre nel modello e nel layout Le finestre possono essere visualizzate in diverso numero e configurazione. In generale il numero delle finestre di visualizzazione dipende dalla complessità del progetto da impaginare e dal numero di viste che si vogliono rappresentare (pianta, prospetto, lato, ecc.). Per creare e gestire le finestre di visualizzazione, dal pannello dei comandi Finestre di layout (figura 22.3), fate clic sull icona Nuova finestra e vi apparirà la finestra di dialogo Finestre (figura 22.4). Figura 22.3 Pannello dei comandi Finestre di layout Figura 22.4 Finestra di dialogo per la creazione di una o più Finestre di visualizzazione 2

3 La carta intelligente: l ambiente layout Nella finestra di dialogo sono presenti due schede: Nuove finestre e Finestre con nome. Scegliete la scheda Nuove Finestre. A questo punto è possibile selezionare il tipo di configurazione che volete utilizzare (tra quelli già previsti). Le finestre occuperanno tutto l area grafica se in spazio modello o la porzione di foglio identificato da un rettangolo, se in ambiente layout. Nella sezione Imposta scegliete 2D se avete un disegno in due dimensioni, se avete un modello in tre dimensioni, selezionate: 3D dall elenco e quindi selezionate una vista in Anteprima. Un ultimo dettaglio riguarda lo stile di visualizzazione all interno della finestra, potete scegliere tra: Wireframe 2D Concettuale Nascosto Realistico Ombreggiato Ombreggiato con spigoli Tonalità di grigio Schizzo Wireframe Raggi X Al termine della scelta delle impostazioni fare clic sul pulsante OK. Un esempio di configurazione per l ambiente Modello è visibile nella figura Nel nostro caso abbiamo scelto una configurazione con quattro finestre standard uguali per dimensione. Figura 22.5 Risultato della suddivisione dello spazio Modello in finestre di visualizzazione 3

4 c a p i t o l o w e b o2 Introduzione all ambiente layout È possibile suddividere in finestre anche l ambiente layout, ma prima qualche doverosa premessa. Ogni scheda di Layout contiene uno spazio dove specificare le impostazioni di pagina per la stampa. È un po come se partendo dallo stesso disegno preparaste due o più tavole con rappresentazioni diverse. Il caso tipico è quello di un ufficio tecnico che deve preparare la documentazione per: l officina, e quindi inserirà molte viste, molti ingrandimenti, molte sezioni, la distinta componenti, ecc. l ufficio preventivi, e allora metterà una vista assonometrica e la tabella riepilogativa della distinta componenti l ufficio documentazione, e quindi impaginerà il solo disegno esploso con la numerazione di riferimento Potete salvare le impostazioni di pagina assegnando un nome e successivamente utilizzarle magari per altri layout. Una volta definito un layout e deciso quali sono le finestre mobili, potrete continuare a lavorare al disegno dalla scheda Modello o da una scheda di layout: in questo caso è sufficiente fare doppio clic sul bordo o all interno della finestra stessa. Le attività di creazione e posizionamento di finestre e la creazione di note ed etichette, vengono eseguite nell ambiente layout. La quotatura viene in genere eseguita nella scheda Modello, ma - con l introduzione delle quote associative di layout - può essere eseguita anche nella scheda Layout. Lo spazio layout vi permette di posizionare correttamente il disegno prima della stampa. Potete creare e modificare uno o più fogli in ambiente layout mediante l icona Layout vista rapida (figura 22.6). Figura 22.6 Attivazione o creazione di un nuovo layout (layout vista rapida) Dopo che avete creato un nuovo layout o attivato uno esistente, è possibile riempirlo di contenuti attraverso la definizione di finestre mobili, utili per la visualizzazione del modello da stampare. Potete decidere dei fattori di scala diversi per ogni vista contenuta in ciascuna finestra e/o specificare delle visibilità differenti in funzione dei layer di appartenenza della geometria. Se desiderate utilizzare gli stili di stampa potete combinare una tabella stili di stampa a un layout o a una finestra. Nelle tabelle degli stili di stampa sono contenuti tutti gli stili di stampa che si desidera applicare agli oggetti 4

5 La carta intelligente: l ambiente layout del disegno durante la stampa. Quando viene scelta una scheda di layout, viene automaticamente aperto l ambiente analogo. Sul foglio bianco è visibile un contorno rettangolare tratteggiato che identifica le dimensioni del foglio del dispositivo di stampa correntemente configurato. Il layout presenta già una finestra di visualizzazione, una sola, rappresentata da un rettangolo che mostrerà il disegno con la stessa vista che avete lasciato nell ambiente modello (figura 22.7). Per cambiare il colore di sfondo del foglio in modalità layout, vi ricordo, occorre accedere alla scheda Visualizzazione della finestra di dialogo Opzioni, che trovate facendo clic sul menu dell applicazione e scegliendo Opzioni. Nella stessa scheda, spuntando la voce Mostra Gestione impostazioni pagina per nuovi layout (figura 22.8), si attiva visualizzazione automatica della finestra di dialogo Gestione impostazioni pagina ogni volta che si seleziona una scheda di layout per la prima volta. Figura 22.7 Finestra grafica in ambiente layout con contorno tratteggiato e una finestra di visualizzazione Figura 22.8 Opzioni di visualizzazione per l ambiente layout 5

6 c a p i t o l o w e b o2 Per creare una nuova scheda di layout, fate clic col pulsante destro del mouse sull etichetta di una scheda di layout. In questo modo visualizzate il menu di scelta rapida (figura 22.9). Dal menu scegliete rispettivamente: Nuovo layout se volete creare un layout senza nessuna impostazione. Dal modello per creare un layout con le caratteristiche contenute in un modello *.DWT da voi scelto. Elimina se volete eliminare il layout corrente. Rinomina se volete rinominare il layout corrente. Sposta o copia vi permette di copiare, attivando il comando, un layout presente oppure nella finestra di dialogo, oppure vi permette di spostare il layout corrente prima di un qualsiasi layout presente nel file (figura 22.10). Attiva layout precedente vi sposta sull ultimo layout che avete aperto in precedenza a quello corrente. Attiva scheda Modello vi sposta nello spazio Modello. Figura 22.9 Menu scelta rapida Layout Uso di un modello nel layout Con modello intendiamo un layout importato da un file DWG o DWT. A ciascun layout è possibile applicare le informazioni associate a un modello esistente tra quelli disponibili in AutoCAD oppure tra quelli definiti dall utente. Se create un nuovo layout basato su un modello esistente, gli oggetti dello spazio carta e le impostazioni di pagina contenute nel modello esistente vengono utilizzate anche nel nuovo layout. Nello spazio carta sono visualizzati gli oggetti del layout con tutti gli oggetti della finestra. In AutoCAD sono disponibili modelli di layout identificati con estensione.dwt, la stessa dei modelli di disegno. Nel disegno corrente è possibile impostare qualsiasi modello di layout da qualsiasi disegno. Quando si inserisce un file modello, oppure un file di disegno in un nuovo layout, tutte le informazioni relative alle tabelle dei simboli e alle definizioni di blocco che sono salvate con il disegno o con il modello originale vengono inserite nel layout corrente. Se salvate il modello di origine usando l opzione Salvacome del comando layout (disponibile digitando layout nella riga di comando), tutte le informazioni relative alle tabelle dei simboli e alle definizioni di blocco non 6

7 La carta intelligente: l ambiente layout utilizzate non vengono salvate con il modello di layout. Quando inserite un modello di Layout proveniente da un altro disegno tutte le informazioni relative alle tabelle dei simboli presenti nel modello di origine vengono salvate nel nuovo layout. A questo punto potete utilizzare il comando Elimina per eliminare dal nuovo layout le informazioni relative alle tabelle simboli e alle definizioni di blocco che non vi interessano; ovviamente, le definizioni che sono presenti nel disegno (Layer, tipo di linea, ecc.) non possono essere eliminate. Inserimento di un layout tramite DesignCenter Se avete speso un sacco di fatica e di tempo per realizzare un layout con delle finestre molto ricercate e con delle impostazioni di layer molto articolate, potete riutilizzare buona parte di questo sforzo anche in un layout successivo. Potete infatti utilizzare DesignCenter per trascinare un layout con i relativi oggetti all interno del disegno corrente. Utilizzando DesignCenter potete: Selezionare un layout dall elenco di DesignCenter, quindi trascinarlo e rilasciarlo in un nuovo layout. Selezionare un layout dell elenco di DesignCenter, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Copia dal menu di scelta rapida e quindi Incolla. Fare doppio clic su un layout dall elenco di DesignCenter. Quando utilizzate questi procedimenti per inserire un layout, viene creata una nuova scheda di layout contenente tutti gli oggetti, le tabelle e le definizioni dei blocchi del layout originale. Impostazioni del layout Le impostazioni di layout come impostazioni di pagina consentono di controllare come avverrà la stampa finale. Le informazioni relative alle impostazioni di layout riguardano il dispositivo di stampa, le dimensioni del foglio, la scala di stampa, l area di stampa, l origine di stampa e l orientamento del disegno. Per determinare le impostazioni attivate il comando facendo clic sull icona del comando Gestione impostazioni pagina presente nella scheda Output, gruppo Stampa, oppure, più semplicemente, fate clic con il tasto destro sull etichetta del layout e scegliete Gestione impostazioni pagina La finestra di dialogo che vi apparirà sarà la seguente (figura 22.10). 7

8 c a p i t o l o w e b o2 Figura Gestione impostazioni pagina Attivato il comando potete o creare un nuova finestra di layout, oppure modificarne una esistente. Facendo clic su Modifica la finestra di dialogo sarà come in figura Andremo ora a definire le impostazioni più importanti per un layout. Le dimensioni del foglio La corretta definizione delle dimensioni del foglio è importantissima per ottenere un rapporto corretto tra scala di visualizzazione (e plottaggio) e disposizione delle viste sul foglio. Potete selezionare le dimensioni del foglio da un elenco standard e specificare come unità i millimetri o i pollici (figura 22.12). Figura Imposta pagina layout 1 8

9 La carta intelligente: l ambiente layout Figura Imposta pagina layout 1 Dimensioni Foglio Le dimensioni disponibili nell elenco sono determinate dal dispositivo di stampa attualmente configurato. Se la stampante è di sistema, le dimensioni del foglio vengono determinate dalle impostazioni di default del documento specificate nel pannello di controllo di Microsoft Windows. Le dimensioni di default del foglio vengono visualizzate nella finestra di dialogo Imposta pagina nel momento in cui viene creato un nuovo layout per il dispositivo di stampa configurato. Dall elenco contenente tutte le dimensioni disponibili per il dispositivo di stampa configurato, selezionare le dimensioni desiderate. L orientamento del foglio È possibile specificare l orientamento del disegno sul foglio mediante le impostazioni Orizzontale e Verticale (figura 22.13). La prima orienta il disegno sul foglio in modo che il lato lungo del foglio risulti orizzontale, mentre la seconda lo orienta in modo che sia il lato corto a risultare orizzontale. Modificando l orientamento, il foglio viene automaticamente ruotato al di sotto del disegno. Figura Scelta dell orientamento del disegno 9

10 c a p i t o l o w e b o2 Adattamento dell origine di stampa L origine di stampa, in genere impostata su 0,0, corrisponde all angolo inferiore sinistro dell area di stampa (figura 22.14). Se desiderate centrare la stampa sul foglio, nella finestra di dialogo Gestione impostazioni pagina selezionate Stampa centrata. Se volete spostare il disegno rispetto all angolo inferiore sinistro del foglio, inserite valori positivi o negativi per lo sfalsamento di stampa. Per sfalsare la stampa al di sotto dell angolo inferiore sinistro, digitate valori negativi. Probabilmente, comunque, eseguendo questa operazione la stampa risulterà tagliata. Figura Offset di stampa Impostazione dell area di stampa Quando preparate la scheda Modello o la scheda Layout, potete specificare l area di stampa per determinare gli oggetti da includere nella stampa (figura 22.15). Quando create un layout, l opzione predefinita è layout. Se questa opzione è attivata, vengono stampati tutti gli oggetti all interno dei margini del foglio specificati. L origine di stampa viene calcolata a partire dal punto delle coordinate 0, 0, ovvero dall angolo inferiore sinistro dei margini. In Area di stampa potete selezionare una delle seguenti opzioni: Layout stampa tutti gli oggetti all interno dei margini del foglio, utilizzabile solo nell ambiente layout. Limiti stampa i limiti del disegno corrente, l opzione è presente solo nella scheda Modello. Estensioni stampa tutti gli oggetti del disegno. Schermo stampa tutti gli oggetti visualizzati nell area di disegno. Vista stampa una vista salvata. Finestra stampa gli oggetti di un area definita dall utente. Per definire un area, scegliete il pulsante Finestra e rispondete ai messaggi di richiesta relativi alla definizione dell area. Figura Area di stampa 10

11 Impostazione della scala di stampa La carta intelligente: l ambiente layout Nello spazio modello gli oggetti vengono disegnati in base alle loro dimensioni reali (figura 22.16). Quando stampate un disegno potete specificare una scala precisa o adattare l immagine alla carta. Per specificare una scala digitate il rapporto tra unità di stampa e unità di disegno oppure digitare una scala di stampa standard o personalizzata. In un layout è possibile scalare gli spessori di linea in modo proporzionale alla scala di stampa. Gli spessori di linea indicano la larghezza delle linee degli oggetti da stampare e vengono generalmente stampati con la larghezza originaria, indipendente dalla scala di stampa. Quando stampate un layout, nella maggior parte dei casi si usa la scala di stampa 1:1: in questo modo il foglio viene stampato in cala reale (un A4 viene stampato con le dimensioni 21 cm per 29,4 cm) mentre il disegno viene scalato nel foglio di layout. Figura Scala di stampa Uso dell autocomposizione per creare un layout In ogni scheda di layout vengono memorizzate diverse impostazioni relative alla stampa, come dimensione del foglio, orientamento dell immagine, la scala, lo sfalsamento. Prima di creare un layout con l autocomposizione, assicuratevi di aver collegato un dispositivo di stampa (una stampante, un plotter, Acrobat Distiller, ecc.). Per accedere all autocomposizione digitare AUTOCOMLAYOUT. Utilizzando Crea layout potete specificare un dispositivo di stampa, determinare le dimensioni del foglio in base al dispositivo specificato, indicare l orientamento del disegno sul foglio, selezionare un blocco oppure un xrif del cartiglio da utilizzare per il layout e determinare le impostazioni della finestra (figura 22.17). Per prima cosa inserite il nome del layout per il nuovo foglio. Di default AutoCAD vi propone la scritta LayoutN, dove N sta per un numero progressivo, successivo all ultimo layout presente nel disegno. Fare clic su Avanti, comparirà la finestra Stampante (figura 22.18). 11

12 c a p i t o l o w e b o2 Figura Crea layout Inizia Finestra Crea layout Stampante A questo punto scegliete il dispositivo di stampa che utilizzerete per stampare. Una volta scelto, fare clic sul tasto Avanti per passare alla schermata successiva (figura 22.19). A questo punto la scelta è il tipo di foglio: la grandezza del foglio dipende dal dispositivo di stampa selezionato precedentemente. Nel menu a discesa avete a disposizione un certo numero di formati di disegno, conformi alle normative internazionali. Scegliete le unità del disegno (millimetri, pollici o pixel) e quindi fate clic sul pulsante Avanti. La schermata successiva è relativa all Orientamento del foglio (figura 22.20). Figura Crea layout Dimensioni foglio 12

13 La carta intelligente: l ambiente layout Figura Crea layout Orientamento L opzione di scelta riguarda l orientamento Verticale o Orizzontale del foglio. Dopo la scelta fare clic su Avanti. Di seguito giungete alla schermata intitolata Crea layout Cartiglio. La finestra riguarda l inserimento di eventuali cartigli presenti in Auto- CAD, oppure di cartigli personalizzati (figura 22.21). Per selezionare un cartiglio, sceglietene uno dall elenco dei cartigli predefiniti ISO, DIN o ANSI. Il cartiglio viene automaticamente visualizzato nell immagine di anteprima ed è possibile specificare se inserirlo o collegarlo come riferimento esterno xrif. Quando selezionate un cartiglio è consigliabile sceglierne uno le cui caratteristiche corrispondano alle unità specificate per il foglio, in modo che il blocco venga adattato al foglio specificato. Le unità dei cartigli ANSI sono in pollici, mentre per i cartigli ISO, DIN e JIS sono in millimetri. Se un cartiglio viene inserito in un layout di un disegno di formato A4 con le unità impostate in millimetri, le dimensioni del foglio saranno pari a 297 x 210 unità e il cartiglio risulterà quindi di dimensioni piccole. Attenzione: poiché l area di stampa di alcuni dispositivi di stampa potrebbe essere troppo piccola, è possibile che un cartiglio standard non sia interamente contenuto in un foglio il cui formato corrisponde a quello del blocco. Scelto il tipo di cartiglio fate clic sul pulsante Avanti. Il passo successivo riguarda il tipo di Finestre da visualizzare (figura 22.22). Figura Crea layout Cartiglio 13

14 c a p i t o l o w e b o2 Figura Crea layout Definisci finestre Per definire le finestre di un layout corrente è possibile selezionare una finestra singola, un gruppo standard di viste o una serie di finestre mobili. Un gruppo standard 3D di viste è composto da una serie di finestre 2 x 2 in cui sono contenute la vista superiore, anteriore, laterale e isometrica. Se decidete di utilizzare una serie di finestre è necessario specificare il numero di righe e di colonne. L impostazione di default è 2x2 e lo spazio tra le righe e le colonne è di 0.1. La scala di default della finestra è adatta dimensioni che aumenta al massimo la dimensione del modello all interno della finestra. Se specificate un determinato fattore di scala, la vista viene automaticamente centrata in base alle estensioni della geometria dello spazio modello. La scala di stampa di default di un layout è di 1:1. Dopo aver creato un layout, è possibile modificarlo creando una nuova finestra, modificando la finestra esistente, aggiungendo oggetti al layout o modificando l impostazione di pagina. Fate clic su Avanti per passare alla schermata successiva. La finestra seguente fa riferimento al posizionamento del layout di stampa (figura 22.23). Vi permetterà di specificare nel layout la posizione del foglio. Scelta anche questa opzione, fare clic su Avanti per arrivare all ultima schermata (figura 22.24). Figura Crea layout Scegli posizione 14

15 La carta intelligente: l ambiente layout Figura Crea layout Fine L ultima finestra vi comunica che il nuovo layout è stato creato e vi consiglia come modificare, se fosse necessario, le impostazioni del layout. Fate clic su Fine e vedrete apparire in basso a sinistra il nuovo layout, posizionato dopo i layout già esistenti (figura 22.25). Come già detto, se in una sessione di disegno si sceglie una scheda di layout per la prima volta, viene automaticamente visualizzata una finestra singola e un foglio con margini che indica le dimensioni del dispositivo di stampa attualmente configurato e l area stampabile. Sarà inoltre visualizzata la finestra di dialogo Imposta pagina, nella quale è possibile specificare le impostazioni relative al layout e al dispositivo di stampa. Figura Nuovo layout 15

16 c a p i t o l o w e b o2 Creazione di finestre mobili Nel pannello Finestra di layout della scheda Vista abbiamo a disposizione alcuni comandi per creare le viste che andrete a stampare nei layout. Mentre create un layout potete considerare le Finestre come oggetti che hanno una vista nello spazio modello, potete quindi spostarle o ridimensionarle. Le finestre mobili possono essere separate o sovrapposte (parzialmente sovrapposte). Quando vi trovate nell ambiente layout per modificare eventualmente il modello, dovete passare allo spazio modello usando uno dei seguenti metodi: optare per la scheda Modello, oppure fare doppio clic sulla finestra mobile, oppure fare clic sull icona della barra di stato Ingrandisci finestra: in questo caso la finestra viene ingrandita e presenta un bordo rosso tratteggiato, per tornare al layout fare clic sull icona Riduci a icona finestra. Le operazioni che fate in questa finestra vengono eseguite nello spazio modello. Le modifiche che apportate agli oggetti nello spazio modello vengono automaticamente estese alle finestre dove sono visibili gli oggetti modificati. La creazione di oggetti nello spazio carta, se non state lavorando all interno della finestra mobile, non modifica invece il modello o gli altri layout. Come abbiamo visto in precedenza per lo spazio modello, anche lo spazio layout può essere diviso in diverse finestre. Il comando è attivabile facendo clic sull icona Nuova dal pannello Finestre di Layout. Il comando successivo è Finestra poligonale, attivabile facendo clic sull icona corrispondente. Questo comando è utile se dovete dare alla finestra di Layout una forma che non sia rettangolare (figura 22.26). Per creare la finestra è sufficiente descriverne il contorno nell area di layout, eventualmente attivando gli snap ad oggetto. Figura Esempio di Finestre poligonali 16

17 La carta intelligente: l ambiente layout Espandendo il comando Finestra Poligonale viene visualizzata l icona Crea da oggetto. Questo comando mostra la sua utilità, per esempio, quando volete mostrare un particolare di un oggetto. Infatti, disegnando un semplice cerchio e convertendolo poi in Finestra, otterrete un particolare ingrandito di ciò che volete evidenziare (figura 22.27). Il comando Ritaglia consente infine di modificare a vostro piacimento la forma di una finestra, facendo in modo, per esempio, che si veda solo l oggetto che vi interessa (figura 22.28). Per attivarlo dovete avere già disposto una finestra da tagliare nell area di layout e avere disegnato il profilo da utilizzare come maschera di ritaglio. A questo punto è sufficiente fare clic sull icona Ritaglia, selezionare la finestra da ritagliare e selezionare il nuovo contorno. Figura Esempio di oggetto convertito in finestra Figura Esempio di finestra sagomata 17

18 c a p i t o l o w e b o2 Le finestre di AutoCAD sono oggetti e come tali è possibile associarvi delle Proprietà come colore, layer, tipo di linea, scala, ecc. Le proprietà possono essere cambiate nella finestra di dialogo proprietà. La caratteristica (Proprietà) forse più significativa delle finestre è la Scala. Il metodo più immediato per cambiare la scala consiste nell utilizzare l apposita tendina nella barra di stato, visibile quando è selezionata una finestra di layout (fig ). È possibile selezionare una scala preimpostata dall elenco proposto, oppure selezionare Personalizzato: in questo caso si aprirà la finestra di dialogo Modifica scale disegno (figura 22.30). Facendo clic su Aggiungi si aprirà la finestra Aggiungi scala. Qui potete dare un nome alla scala personalizzata e impostare il rapporto tra le unità di misura del foglio e quelle del disegno (figura 22.31). Una volta create le finestre potete specificare scale diverse per ciascuna di esse, per visualizzare diversi livelli di dettaglio. Dopo aver impostato i fattori di scala, se all interno della finestra si esegue il comando zoom, la scala cambia di conseguenza. Per evitare di cambiare scala senza volerlo, è possibile bloccare la finestra facendo clic sul piccolo lucchetto giallo nella barra di stato: l icona Blocca/sblocca finestra. Figura Menu a tendina scala finestra Figura Finestra Modifica scale disegno Figura Finestra Aggiungi scala 18

19 La retinatura degli oggetti La carta intelligente: l ambiente layout In AutoCAD sono disponibili diversi metodi per controllare la visibilità degli oggetti visualizzati nelle finestre mobili. Questi metodi risultano particolarmente utili per evidenziare o nascondere diversi elementi del disegno. Potete retinare gli oggetti, rimuovere le linee nascoste durante la stampa, attivare e disattivare le finestre per ottimizzare le prestazioni. La Retinatura consiste nello stendere una certa quantità di colore a un oggetto durante la stampa. Questa operazione è utile per differenziare gli oggetti in un disegno senza modificare le proprietà. La retinatura è legata allo stile di stampa. Il valore può essere compreso tra 0 e 100. Se il valore di default è 100, l oggetto è visualizzato senza colore, mentre se è uguale a zero l oggetto risulta invisibile. Conclusioni Ecco qua! Soddisfatti? Sappiate che non può dirsi concluso un argomento così vasto che ha delle implicazioni metodologiche estremamente vaste: ci sono progettisti che usano tutte le potenzialità dell ambiente layout, altri che le usano solo in parte ed altri ancora che non lo usano affatto. In ogni caso spero che in conclusione di questo abbondante capitolo le idee sull ambiente layout siano un po più chiare. Abbiamo visto i comandi di gestione, le modalità operative, le proprietà. Sono consapevole che non si tratta di un argomento così immediato. Sperimentatelo utilizzando vostri disegni e anche gli esercizi proposti da questa guida. Non sentitevi obbligati ad utilizzare l ambiente layout. Dopo averlo sperimentato, fatelo solo se i vantaggi prospettati dal nuovo ambiente saranno tali anche per voi. 19

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

PROCEDURA PER L UTILIZZO DELLO SPAZIO CARTA. Preparazione dello SPAZIO CARTA nel file dove inserire la mascherina.

PROCEDURA PER L UTILIZZO DELLO SPAZIO CARTA. Preparazione dello SPAZIO CARTA nel file dove inserire la mascherina. PROCEDURA PER L UTILIZZO DELLO SPAZIO CARTA. ing. g. mongiello Versione aggiornata AA 2012-2013 SI CONSIGLIA DI STAMPARE QUESTE ISTRUZIONI. ATTENZIONE: NON USARE IL FILE DEL LAYOUT PER CREARE IL NUOVO

Dettagli

Comando STAMPA. Attiva la finestra di dialogo nella quale vengono impostati i parametri per ottenere tavole stampate:

Comando STAMPA. Attiva la finestra di dialogo nella quale vengono impostati i parametri per ottenere tavole stampate: Stampare disegni Comando STAMPA Attiva la finestra di dialogo nella quale vengono impostati i parametri per ottenere tavole stampate: Su plotter Su stampante In formato elettronico Corso 2D: Stampa Disegni

Dettagli

Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini)

Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini) Aggiunta di simboli e tratteggi (Retini) Introduzione ai blocchi............................................1 Inserimento di blocchi.............................................2 Introduzione ai tratteggi...........................................4

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra:

Capitolo 9. Figura 104. Tabella grafico. Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico. Si apre la seguente finestra: Capitolo 9 I GRAFICI Si apra il Foglio3 e lo si rinomini Grafici. Si crei la tabella seguente: Figura 104. Tabella grafico Si evidenzia l intera tabella A1-D4 e dal menù Inserisci si seleziona Grafico.

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Dalla barra degli strumenti Da menu Da tastiera/alias Layout Inserisci Layout LO (premi INVIO)

Dalla barra degli strumenti Da menu Da tastiera/alias Layout Inserisci Layout LO (premi INVIO) Appendice C LA STAMPA DA LAYOUT Layout Dalla barra degli strumenti Da menu Da tastiera/alias Layout Inserisci Layout LO (premi INVIO) Lo spazio Carta (Layout) è lo spazio utilizzato per la messa in tavola

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Impostare e gestire correttamente i Layout per stampare da PLOTTER

Impostare e gestire correttamente i Layout per stampare da PLOTTER Le guide di Dr Plot Impostare e gestire correttamente i Layout per stampare da PLOTTER 1 V 1.0 Cosa troverai in questa guida Padroneggiare la finestra di stampa di Autocad 2009 Come gestire le dimensioni

Dettagli

Uso dei modelli/template

Uso dei modelli/template Uso dei modelli/template Il modello (o template, in inglese) non è altro che un normale file di disegno, generalmente vuoto, cioè senza alcuna geometria disegnata al suo interno, salvato con l estensione.dwt.

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi

FONDAMENTI DI INFORMATICA. 3 Elaborazione testi FONDAMENTI DI INFORMATICA 3 Elaborazione testi Microsoft office word Concetti generali Operazioni principali Formattazione Oggetti Stampa unione Preparazione della stampa Schermata iniziale di Word Come

Dettagli

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Credo sia utile impostare fin da subito le unità di misura. InDesign > Unità e incrementi Iniziamo poi creando un nuovo documento. File

Dettagli

Concetti Fondamentali

Concetti Fondamentali EXCEL Modulo 1 Concetti Fondamentali Excel è un applicazione che si può utilizzare per: Creare un foglio elettronico; costruire database; Disegnare grafici; Cos è un Foglio Elettronico? Un enorme foglio

Dettagli

Microsoft Word 2007 Avanzato Lezione 16. Dimensione delle immagini

Microsoft Word 2007 Avanzato Lezione 16. Dimensione delle immagini Dimensione delle immagini e Scorrimento del testo Dimensione delle immagini Anche oggi parliamo di immagini. Cominciamo proponendo qualche considerazione circa le dimensioni e il ritaglio dell immagine

Dettagli

Le tavole di progetto

Le tavole di progetto Le tavole di progetto Una volta completato il modello ed organizzate le viste di progetto, predisporre le tavole esecutive per la costruzione è un gioco da ragazzi! La possibilità di estrarre le viste

Dettagli

Manuale elettronico Selection CAD

Manuale elettronico Selection CAD Manuale elettronico Selection CAD Versione: 1.0 Nome: IT_AutoCAD_V1.PDF Argomenti: 1 Nozioni generali su Selection CAD (AutoCAD)...2 2 Interfaccia AutoCAD...2 2.1 Funzioni di menu...2 2.2 Funzioni delle

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Guida OpenOffice.org Writer

Guida OpenOffice.org Writer Guida OpenOffice.org Writer Le visualizzazioni di Writer Writer permette di visualizzare un documento in diverse maniere tramite: Visualizza->Schermo intero: permette di visualizzare il documento Writer

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Formattazione e Stampa

Formattazione e Stampa Formattazione e Stampa Formattazione Formattazione dei numeri Formattazione del testo Veste grafica delle celle Formattazione automatica & Stili Formattazione dei numeri Selezionare le celle, poi menu:

Dettagli

Gestire immagini e grafica con Word 2010

Gestire immagini e grafica con Word 2010 Gestire immagini e grafica con Word 2010 Con Word 2010 è possibile impaginare documenti in modo semi-professionale ottenendo risultati graficamente gradevoli. Inserire un immagine e gestire il testo Prima

Dettagli

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra 4.5 Stampa 4.5.1 Stampare semplici fogli elettronici 4.5.1.1 Usare le opzioni di base della stampa Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando Stampa dal menu File o si utilizza

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Microsoft Word. Nozioni di base

Microsoft Word. Nozioni di base Microsoft Word Nozioni di base FORMATTARE UN DOCUMENTO Gli stili Determinano l aspetto dei vari elementi di testo di un documento Consistono in una serie di opzioni (predefinite o personalizzate) salvate

Dettagli

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1

Word_2000 Capitolo 1 Word_2000. lo 1 Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea 1-1 Introduzione Microsoft Word 2000 è un programma di trattamento testi, in inglese Word Processor, che può essere installato nel proprio computer o come singolo

Dettagli

POSTA ELETTRONICA Per ricevere ed inviare posta occorrono:

POSTA ELETTRONICA Per ricevere ed inviare posta occorrono: Outlook parte 1 POSTA ELETTRONICA La posta elettronica è un innovazione utilissima offerta da Internet. E possibile infatti al costo di una telefonata urbana (cioè del collegamento telefonico al nostro

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Scopo: Windows, creare cartelle, creare e modificare file di testo, usare il cestino, spostare e copiare file, creare collegamenti. A

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Computare i locali. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati.

Computare i locali. Materiale di proprietà di 4m group www.4mgroup.it Tutti i diritti riservati. Computare i locali Il nostro sistema BIM è stato proprio pensato per ridurre tutte le attività noiose del progettista: pensate solo a quanto sia antipatico aggiornare il calcolo della metratura delle stanze

Dettagli

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente

EasyPrint v4.7. Impaginatore Album. Manuale Utente EasyPrint v4.7 Impaginatore Album Manuale Utente Lo strumento di impaginazione album consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di organizzare le immagini in maniera

Dettagli

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica

Microsoft Excel. Sommario. Cosa è un foglio elettronico. L interfaccia Utente. La cartella di Lavoro. Corso di introduzione all informatica Corso di introduzione all informatica Microsoft Excel Gaetano D Aquila Sommario Cosa è un foglio elettronico Caratteristiche di Microsoft Excel Inserimento e manipolazione dei dati Il formato dei dati

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento.

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. Uso del computer e gestione dei file 57 2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. All interno

Dettagli

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Alibre Design Lezione n 6 Messa in tavola www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Abbiamo già visto nelle lezioni precedenti come avviare Alibre in modalità Pezzo (per disegnare una parte) o in modalità

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Agro-alimentari

Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Agro-alimentari RIFERIMENTI Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Agro-alimentari Esame di Laboratorio di informatica e statistica Parte 3 (versione 1.0) Il riferimento permette di identificare univocamente

Dettagli

autocad sommario 12-10-2006 23:50 Pagina V Indice Introduzione

autocad sommario 12-10-2006 23:50 Pagina V Indice Introduzione autocad sommario 12-10-2006 23:50 Pagina V Indice Introduzione XV Capitolo 1 Introduzione ad AutoCAD 1 1.1 Comprensione della finestra di AutoCAD 1 Componenti della finestra 5 Area di disegno 9 Barra dei

Dettagli

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Uso delle tabelle e dei grafici Pivot Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Una tabella Pivot usa dati a due dimensioni per creare una tabella a tre dimensioni, cioè una tabella

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

La creazione e l apertura dei disegni

La creazione e l apertura dei disegni Capitolo 3 La creazione e l apertura dei disegni Per lavorare con efficienza è importante memorizzare i documenti in modo da poterli ritrovare facilmente. È indispensabile, inoltre, disporre di modelli

Dettagli

Office 2007 Lezione 08

Office 2007 Lezione 08 Word: gli stili veloci e i temi Da questa lezione, iniziamo ad occuparci delle innovazioni che riguardano specificamente Word. Cominceremo parlando di stili e temi. Nella filosofia di questo nuovo Word,

Dettagli

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI 5.6 STAMPA In alcune circostanze può essere necessario riprodurre su carta i dati di tabelle o il risultato di ricerche; altre volte, invece, occorre esportare il risultato di una ricerca, o i dati memorizzati

Dettagli

FONDAMENTI DI AUTOCAD

FONDAMENTI DI AUTOCAD Indice Introduzione XIII PARTE PRIMA FONDAMENTI DI AUTOCAD 1 Capitolo 1 Iniziare a disegnare 3 1.1 Conoscere AutoCAD 3 1.2 Avviare AutoCAD 4 1.3 Creare un nuovo disegno 5 1.4 Utilizzare l interfaccia di

Dettagli

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010

DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 DISPENSA PER MICROSOFT WORD 2010 Esistono molte versioni di Microsoft Word, dalle più vecchie ( Word 97, Word 2000, Word 2003 e infine Word 2010 ). Creazione di documenti Avvio di Word 1. Fare clic sul

Dettagli

Capitolo 27: Quotatura di un disegno

Capitolo 27: Quotatura di un disegno Capitolo 27: Quotatura di un disegno Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Sono uno strumento di composizione efficace per combinare più foto in una sola immagine e per effettuare correzioni locali di colori e toni.

Sono uno strumento di composizione efficace per combinare più foto in una sola immagine e per effettuare correzioni locali di colori e toni. Maschere di Livello Maschere di livello Le maschere di livello sono utili per nascondere porzioni del livello a cui vengono applicate e rivelare i livelli sottostanti. Sono uno strumento di composizione

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

1. Le macro in Access 2000/2003

1. Le macro in Access 2000/2003 LIBRERIA WEB 1. Le macro in Access 2000/2003 Per creare una macro, si deve aprire l elenco delle macro dalla finestra principale del database: facendo clic su Nuovo, si presenta la griglia che permette

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

DOCUMENTO ESERCITAZIONE ONENOTE. Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida

DOCUMENTO ESERCITAZIONE ONENOTE. Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida Utilizzare Microsoft Offi ce OneNote 2003: esercitazione rapida MICROSOFT OFFICE ONENOTE 2003 AUMENTA LA PRODUTTIVITÀ CONSENTENDO AGLI UTENTI L ACQUISIZIONE COMPLETA, L ORGANIZZAZIONE EFFICIENTE E IL RIUTILIZZO

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica.

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. Il lavoro si presenta piuttosto lungo, ma per brevità noi indicheremo come creare la pagina iniziale,

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Ipsia Monza via Monte Grappa 1 20052 Monza (MI) tel. 039-2003476 fax 039-2003475. Corsi CAD 2D Base. Struttura modulare

Ipsia Monza via Monte Grappa 1 20052 Monza (MI) tel. 039-2003476 fax 039-2003475. Corsi CAD 2D Base. Struttura modulare Corsi CAD 2D Base Struttura modulare Struttura della Parte I Concetti di base 1.a introduzione al Cad 2 1.b definizione delle viste 2 1.c interscambio dei disegni 2 1.d visualizzazione dei disegni 2 Tot.

Dettagli

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini Le immagini Gestione delle immagini Office 2007 presenta molte interessanti novità anche nella gestione delle immagini. Le immagini si gestiscono in modo identico in Word, Excel e PowerPoint. Naturalmente

Dettagli

4. Fondamenti per la produttività informatica

4. Fondamenti per la produttività informatica Pagina 36 di 47 4. Fondamenti per la produttività informatica In questo modulo saranno compiuti i primi passi con i software applicativi più diffusi (elaboratore testi, elaboratore presentazioni ed elaboratore

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera

WORD per WINDOWS95. Un word processor e` come una macchina da scrivere ma. con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera WORD per WINDOWS95 1.Introduzione Un word processor e` come una macchina da scrivere ma con molte più funzioni. Il testo viene battuto sulla tastiera ed appare sullo schermo. Per scrivere delle maiuscole

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Stampa e salvataggio in vari formati. Utilizzare il prodotto per inserirlo in relazioni, come base di disegni In questa lezione vedremo come creare una mappa

Dettagli

per immagini guida avanzata Stampare i fogli di lavoro di Excel Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Stampare i fogli di lavoro di Excel Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Stampare i fogli di lavoro di Excel Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Stampare un foglio di lavoro per immagini guida avanzata utilizzare la finestra di dialogo Stampa per scegliere

Dettagli

Come costruire una presentazione. PowerPoint 1. ! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video ipertestuali, animate e multimediali

Come costruire una presentazione. PowerPoint 1. ! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video ipertestuali, animate e multimediali PowerPoint Come costruire una presentazione PowerPoint 1 Introduzione! PowerPoint è uno degli strumenti presenti nella suite Office di Microsoft! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video

Dettagli

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03

Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Tracciare percorsi con OCAD8 Checo 11.1.03 Panoramica generale Avvìo di un progetto di tracciamento percorsi Per avviare un progetto di tracciamento occorre creare un file progetto. Quindi vi si carica

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

Excel Foglio elettronico: esempio

Excel Foglio elettronico: esempio Excel Sist.Elaborazione Inf. excel 1 Foglio elettronico: esempio Sist.Elaborazione Inf. excel 2 Foglio elettronico o spreadsheet griglia o tabella di celle o caselle in cui è possibile inserire: diversi

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Office 2007 Lezione 09. Contenuto riutilizzabile

Office 2007 Lezione 09. Contenuto riutilizzabile Word: Contenuto riutilizzabile Contenuto riutilizzabile Già nelle versioni precedenti di Word era possibile salvare dei contenuti pronti per riutilizzarli successivamente, in questa nuova versione questa

Dettagli

Messa in tavola di un modello tridimensionale

Messa in tavola di un modello tridimensionale 18 Messa in tavola di un modello tridimensionale Creare viste d insieme e di dettaglio, con sezioni e particolari di un modello tridimensionale. Introduzione In questo capitolo vedremo come documentare

Dettagli

Personalizza. Page 1 of 33

Personalizza. Page 1 of 33 Personalizza Aprendo la scheda Personalizza, puoi aggiungere, riposizionare e regolare la grandezza del testo, inserire immagini e forme, creare una stampa unione e molto altro. Page 1 of 33 Clicca su

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Microsoft Windows Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei dispositivi di ingresso/uscita Comandi per l attivazione e la gestione di programmi

Dettagli

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1 Introduzione Strumenti di Presentazione Power Point Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Con il termine STRUMENTI DI PRESENTAZIONE, si indicano programmi in grado di preparare presentazioni

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Programma MyHatch. Manuale d'uso

Programma MyHatch. Manuale d'uso Programma MyHatch Manuale d'uso PREMESSE... 2 SCOPO DEL PROGRAMMA... 2 I TRATTEGGI DI AUTOCAD... 2 IL PROGRAMMA MYHATCH... 2 LA DEFINIZIONE DEI MOTIVI... 3 USO DEL PROGRAMMA... 5 INSTALLAZIONE... 5 BARRA

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL)

MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) MODULO 4: FOGLIO ELETTRONICO (EXCEL) 1. Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei Personal computer. Essi

Dettagli