ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948"

Transcript

1 il progetto

2 ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, 1948 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando, di fatto, la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del paese.

3 lo scenario La pubblicità è sommersa dai premi. Dal più famoso International Festival of Creativity di Cannes, al più antico e prestigioso D&AD inglese, all ambìto New York Festivals, fino al Clio Award o al Chicago Film Festivals. Anche in Italia sono innumerevoli i premi dedicati alla pubblicità. I costi d iscrizione sono elevati e ogni grande agenzia partecipa con diverse campagne, perchè le aziende e agenzie di pubblicità che vincono un premio importante ne ricavano uno straordinario ritorno d immagine. Nella maggior parte dei casi i premi vengono assegnati alle campagne più creative, selezionate fra i vari media (tv, cinema, affissione, stampa, radio, new media). Molti prevedono un vincitore per ogni categoria merceologica nei diversi media. Solo alcuni includono un premio per la miglior campagna sociale.

4 la scelta alternativa Quali sono i premi dedicati alla pubblicità che prendono in considerazione i valori etici e sociali contenuti nei messaggi pubblicitari? In Italia solamente il Child Guardian Award (Fondazione Terre des hommes Italia ONLUS), la cui finalità è valorizzare le campagne pubblicitarie che comunicano l immagine corretta delle/dei minori, coniugando il rispetto dei diritti dell infanzia con un linguaggio efficace, e il Premio Immagini Amiche dell Associazione UDI, destinato unicamente alle donne. Con l obiettivo di divulgare i principi delle pari opportunità e contrastare le discriminazioni nella comunicazione di massa, nasce articolo tre, il primo Festival della pubblicità corretta, interamente dedicato alla comunicazione di prodotti o servizi di qualsiasi settore merceologico priva di linguaggi e contesti che offendano la dignità delle persone e di stereotipi sociali di discriminazione e soprattutto in grado di veicolare un messaggio che, pur esaltando i valori del prodotto o dell azienda, riesca a essere positiva e corretta. Il Festival non intende condannare le campagne scorrette, al contrario nasce per premiare quelle che, evitando l uso di pregiudizi culturali e stereotipi sociali, costituiscano uno stimolo allo sviluppo di una coscienza condivisa fra i creativi e le creative che le realizzano, i/le responsabili di marketing delle aziende che le producono e il pubblico cui sono destinate.

5 il festival Il Festival articolotre rappresenta un occasione per individuare linguaggi diversi e in contrasto con quelli utilizzati dalla comunicazione scorretta e dannosa, con l obiettivo di sviluppare una coscienza della responsabilità connessa al mestiere di comunicatori/trici. I partecipanti avranno l opportunità di individuare i principi di discriminazione contenuti nella comunicazione, primo passo per sviluppare una maggiore attenzione al tema; la valutazione e la scelta delle campagne per l iscrizione al Festival costituisce una lezione di pari opportunità. Un premio dedicato alla pubblicità priva di discriminazione e ricca di valori pone delle domande e sviluppa una capacità di giudizio critico nei confronti della comunicazione di massa. Il progetto è stato approvato e finanziato dal Fondo Sociale Europeo FSE, in attuazione del Bando della Regione Piemonte: Per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro, approvato con D.D. 348 del 25/06/2012. E gestito dell ATS- Associazione Temporanea di Scopo, costituita fra le due Associazioni LOFFICINA e piùconzero di Torino.

6 le campagne in concorso per l iscrizione delle campagne in concorso non sono previste categorie merceologiche di appartenenza dei prodotti/servizi, ma esclusivamente categorie sociali derivanti dall ottica antidiscriminatoria e dalle aree di tutela. ottica antidiscriminatoria: genere, etnia, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali, età, disabilità, orientamento sessuale aree della tutela: salute, ambiente, lavoro, welfare (differenze di trattamento e di retribuzione)

7 le categorie del Festival - pari opportunità: messaggi che comunichino idee di pari accesso alle opportunità di esistenza e di realizzazione delle aspirazioni e dei desideri; messaggi che non contengano DISCRIMINAZIONI nei confronti di alcuna categoria della popolazione (ad esempio bambine/i, adolescenti, anziani/e) e che difendano l integrità psichica e morale delle persone. - stereotipi di genere (differenza femminile e differenza maschile): messaggi che non utilizzino stereotipi di genere sessuale nel rappresentare le donne come donna oggetto, casalinga perfetta, mamma felice, nel rappresentare gli uomini come uomo oggetto, bullo, macho. - orientamento sessuale: messaggi che nel rappresentare donne o uomini siano privi di discriminazioni circa le scelte dell orientamento sessuale delle persone e che decostruiscano gli stereotipi che avvalorano l omofobia. - disabili: messaggi che rispettino dignità, valore, esigenze, bisogni delle differenze fisiche o psichiche delle persone.

8 - contro la violenza: messaggi che promuovano comportamenti rispettosi della libera soggettività e siano estranei a ogni forma di prevaricazione, aggressione, violenza, bullismo. - differenze sociali: messaggi che non suggeriscano che il mancato possesso del prodotto, oggetto della comunicazione, significhi inferiorità da un punto di vista culturale e sociale. - provenienza geografica: messaggi che costruiscano contesti funzionali all integrazione fra le diverse popolazioni presenti sul territorio e siano privi di ogni forma di razzismo e di pregiudizio etnico. - religione, etica e morale: messaggi che promuovano il rispetto delle diverse fedi religiose e non siano lesivi della sensibilità soggettiva nell ambito delle scelte di coscienza. - salute e ambiente: messaggi che mettano in risalto la tutela della salute e che contribuiscano alla tutela dell ambiente. - lavoro: messaggi che sappiano valorizzare attività lavorative in ogni ambito economico e contrastino le disparità di trattamento e di retribuzione. - welfare: messaggi che promuovano servizi e attività in termini di sviluppo armonioso e condivisione di ruoli familiari e sociali.

9 le due sezioni Il Festival si articola in due sezioni: PROFESSIONISTI/E, destinata alle agenzie, case di produzione, post-produzione audiovisiva e mutimediale, aziende inserzioniste ed enti che abbiano commissionato una campagna trasmessa sui media nazionali e ai singoli professionisti che abbiano collaborato alla sua realizzazione. YOUNGVERTISERS, destinata agli studenti delle Scuole superiori e Università che hanno aderito all iniziativa ed iscritto le loro opere.

10 youngvertisers Il Festival avrà una sezione dedicata interamente ai futuri comunicatori: studenti di una selezione di Scuole superiori, Licei artistici, Istituti grafico pubblicitari e Università della Regione Piemonte. Attraverso l ideazione e la produzione di campagne pubblicitarie create dalle/dai giovani, la sezione Youngvertisers si pone i seguenti obiettivi: promuovere azioni di sensibilizzazione, diffondere la cultura di parità e di superamento degli stereotipi, combattere la disuguaglianza sociale. Si tratta sostanzialmente degli stessi obiettivi perseguiti dalla Fondazione Pubblicità Progresso: Ponendo la comunicazione di massa al servizio della collettivita' e perseguendo l'intento di dimostrare l'utilita' di un intervento pubblicitario professionale per promuovere una corretta comunicazione sociale e stimolare la coscienza civile ad agire per il bene comune."

11 Per guidarli nella realizzazione delle loro campagne, sono programmati Corsi di formazione e un Workshop finale.a scopo orientativo, il regolamento di partecipazione sggerisce tre tematiche, fra cui gli studenti potranno scegliere liberamente: CONTRASTO AGLI STEREOTIPI LOTTA ALLE DISCRIMINAZIONI PROMOZIONE DELLE PARI OPPORTUNITA Le opere realizzate saranno presentate in concorso. Le Giurie del Festival stabiliranno i/le vincitori/trici, e le opere selezionate per la short list. A conclusione del Festival, gli atti del Workshop saranno messi a disposizione della Regione Piemonte, come materiale divulgativo. Alle/agli studenti vincitrici/tori della sezione Youngvertisers sarà offerta l opportunità di uno stage presso un agenzia di pubblicità o un azienda del settore.

12 il sito Il progetto prevede l apertura di un sito ufficiale del Festival che avrà il compito di diffondere: le finalità e gli obiettivi del Premio il Regolamento di Partecipazione per le Scuole la Call for entries per le agenzie di pubblicità notizie relative al Workshop e agli Eventi collaterali la raccolta delle campagne pubblicitarie l aggiornamento e le informazioni relative al Festival la diffusione dei risultati la pubblicazione delle opere vincitrici Gli obiettivi del sito sono: dare notorietà al Festival diffondere i principi su cui è fondato incentivare la partecipazione attiva dei/delle giovani creare una comunità di futuri comunicatori Il sito potrà inoltre raccogliere le testimonianze dei/delle partecipanti e simpatizzanti, attraverso un blog direttamente collegato a YouTube, alle maggiori testate internet e ai social networks.

13 gli eventi CONFERENZE STAMPA WORKSHOP DESTINATO AI FUTURI COMUNICATORI CICLO DI CONFERENZE APERTE AL PUBBLICO PROIEZIONE DELLE CAMPAGNE ISCRITTE AL FESTIVAL CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLE CAMPAGNE VINCITRICI DELLE DUE SEZIONI

14 le giurie Oltre ad una giuria di preselezione dei lavori, verranno istituite due diverse giurie per la scelta dei vincitori delle due sezioni (professionisti/e e youngvertisers). Le giurie sono composte da rappresentanti delle politiche di Pari Opportunità, esponenti del mondo della comunicazione e del marketing, responsabili delle associazioni operanti sul territorio e delle organizzazioni delegate alla realizzazione del Festival. Annamaria Testa, la più nota comunicatrice italiana, sensibile ai temi delle pari opportunità di genere, sarà la Presidente della giuria Professionisti. Ne faranno parte: Marta Levi Vicepresidente del Consiglio Comunale della Città di Torino, consulente nelle politiche di pari opportunità, Massimo Guastini Presidente dell ADCI Art Directors Club Italiano, Vincenzo Guggino Direttore dello IAP Istituto dell Autodisciplina Pubblicitaria, Carmen Belloni Presidente del CIRSDe Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne dell Università di Torino, Maria Grazia Girotto del Museo Nazionale del Cinema, un/a delogato/a della Fondazione Pubblicità Progresso. Paola Manfroni, Vicepresidente dell ADCI Art Directors Club Italiano, sarà la presidente della giuria Youngvertisers. Il coinvolgimento di partner e sostenitori del mondo delle istituzioni, della comunicazione, delle aziende, dell advertising, del marketing e della scuola, consolida l autorevolezza, la credibilità e il prestigio del Festival.

15 La realizzazione del Festival è a cura dell ATS Associazione Temporanea di Scopo, costituita fra le due Associazioni LOFFICINA e piùconzero di Torino. Bando sociale europeo della Regione Piemonte: Per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro, approvato con D.D. 348 del 25/06/2012.

regolamento per la partecipazione di Scuole e Universita

regolamento per la partecipazione di Scuole e Universita il regolamento regolamento per la partecipazione di Scuole e Universita In attuazione del Bando regionale per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo

Dettagli

articolotr3 le discriminazioni ciclo di conferenze comunicare la parità 1 Festival della pubblicità corretta venerdì 2 - sabato 10 maggio 2014

articolotr3 le discriminazioni ciclo di conferenze comunicare la parità 1 Festival della pubblicità corretta venerdì 2 - sabato 10 maggio 2014 articolotr3 comunicare la parità 1 Festival della pubblicità corretta le discriminazioni ciclo di conferenze venerdì 2 - sabato 10 maggio 2014 Via Bogino, 9 Torino premiazione dei vincitori martedì 13

Dettagli

Azioni e progetti sulla pubblicità sessista

Azioni e progetti sulla pubblicità sessista lo stato dell arte Azioni e progetti sulla pubblicità sessista La pubblicità sessista condiziona stili di vita e comportamenti? Nonostante la polemica sia aperta da tempo, i cartelloni delle città, le

Dettagli

COMUNE DI ISTRANA AREA AMMINISTRATIVA

COMUNE DI ISTRANA AREA AMMINISTRATIVA COMUNE DI ISTRANA AREA AMMINISTRATIVA TEL: 0422/831825 Via S. Pio X n. 15/17 31036 ISTRANA (TV) C.F. 80008050264 FAX 0422/831890 P.I. 00389970260 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------www.comune.istrana..tv.it

Dettagli

L UFFICIO PARI OPPORTUNITA LA CONSIGLIERA DI PARITA PROVINCIALE IL CUG DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PRESENTANO IL

L UFFICIO PARI OPPORTUNITA LA CONSIGLIERA DI PARITA PROVINCIALE IL CUG DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PRESENTANO IL L UFFICIO PARI OPPORTUNITA LA CONSIGLIERA DI PARITA PROVINCIALE IL CUG DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PRESENTANO IL PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE 2015-2017 DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

Dettagli

LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado

LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado LE PARI OPPORTUNITA VANNO A SCUOLA : laboratori per educare alla relazione di genere nelle Scuole Secondarie di II grado IL NOSTRO TEAM Il nostro team è composto da avvocati, una psicologa, una educatrice,

Dettagli

BANDO. Se riconosci le differenze, riconosci anche te stesso ART. 1. Finalità del concorso

BANDO. Se riconosci le differenze, riconosci anche te stesso ART. 1. Finalità del concorso BANDO CONCORSO Differente ma uguale, la scuola in parità Se riconosci le differenze, riconosci anche te stesso ART. 1 Finalità del concorso La della Basilicata, con l intento di diffondere il tema delle

Dettagli

La Dichiarazione di Pechino

La Dichiarazione di Pechino La Dichiarazione di Pechino CAPITOLO I OBIETTIVI 1. Noi, Governi partecipanti alla quarta Conferenza mondiale sulle donne, 2. Riuniti qui a Pechino nel settembre del 1995, nel cinquantesimo anniversario

Dettagli

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE

MOVIMENTO CULTURALE IDEELIBERE All attenzione del Dirigente Scolastico del Liceo Classico Adolfo Pansini, prof. Salvatore Pace Oggetto: Progetto Scriviamo... CAMBIAMO Introduzione Il sottoscritto, Salvatore Salzano, Presidente Nazionale

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana. Diritti e doveri dei cittadini

Costituzione della Repubblica Italiana. Diritti e doveri dei cittadini Costituzione della Repubblica Italiana Diritti e doveri dei cittadini Art. 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE

PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia PROGETTO DI FORMAZIONE CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE 0. Premessa La violenza sulle donne è un fenomeno sempre più drammaticamente presente nel nostro

Dettagli

La violenza sulle donne nei luoghi di lavoro. Proposta di Intesa

La violenza sulle donne nei luoghi di lavoro. Proposta di Intesa La violenza sulle donne nei luoghi di lavoro Proposta di Intesa 27 novembre 2012 LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI CGIL, CISL, UIL PREMESSO - che l espressione violenza nei confronti delle donne designa ogni

Dettagli

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA

CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA CONVENZIONE DEL CONSIGLIO D'EUROPA SULLA PREVENZIONE E LA LOTTA CONTRO LA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E LA VIOLENZA DOMESTICA Preambolo Istanbul, 11 maggio 2011 Gli Stati membri del Consiglio d

Dettagli

Comune di Roma Assessorato alle Politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità

Comune di Roma Assessorato alle Politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità Comune di Roma Assessorato alle Politiche per la semplificazione, la comunicazione e le pari opportunità Dipartimento XVII Comunicazione e Semplificazione U.O. Comunicazione Tavolo permanente di coordinamento

Dettagli

CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE

CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE 1 CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE Percorsi educativi per l affermazione di una cultura di genere Contro ogni forma di violenza e discriminazione Piena cittadinanza delle differenze A cura dell Associazione

Dettagli

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna

non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna non siamo bambole Gruppo Assembleare Regione Emilia-Romagna siamo non bambole Cercasi donne appassionate che vogliono cambiare la politica e migliorare il Paese Vorrei che la conferenza delle donne dell

Dettagli

PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale.

PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale. 1 PUBBLICITÁ PROGRESSO Il sinonimo di pubblicità sociale. 4 1 CHI È PUBBLICITÁ PROGRESSO La Fondazione Pubblicità Progresso è un organismo istituzionale senza fini di lucro. Il suo scopo è di contribuire

Dettagli

Coordiniamoci insieme:

Coordiniamoci insieme: COORDINAMENTO PAVESE PER I PROBLEMI DELL'HANDICAP -onlus- -iscriz. al Registro Regionale n 261- Coordiniamoci insieme: avvio di una Rete tra le Associazioni esistenti sul territorio della provincia di

Dettagli

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000)

«DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) «DIRITTI, UGUAGLIANZA E CITTADINANZA 2014-2020 ( 439.473.000) COME NASCE? Il programma subentra a tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e

Dettagli

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che:

ADOZIONE DELLA CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA. PREMESSO che: Sindaco Paolo Mascaro paolo.mascaro@comune.lamezia-terme.cz.it Presidente del consiglio comunale Francesco De Sarro francesco.desarro@comune.lamezia-terme.cz.it Oggetto: mozione ex art. 18 regolamento

Dettagli

1 PREMIO CINEMATOGRAFICO FAUSTO ROSSANO PER IL PIENO DIRITTO ALLA SALUTE BANDO DI CONCORSO 2015

1 PREMIO CINEMATOGRAFICO FAUSTO ROSSANO PER IL PIENO DIRITTO ALLA SALUTE BANDO DI CONCORSO 2015 1 PREMIO CINEMATOGRAFICO FAUSTO ROSSANO PER IL PIENO DIRITTO ALLA SALUTE BANDO DI CONCORSO 2015 Art. 1 Premessa La Prima edizione del Premio Cinematografico Fausto Rossano per il Pieno Diritto alla Salute

Dettagli

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO

Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Bando Oscar della Salute 2014 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Titolo del Ente proponente Referente del IDENTITA E ADOLESCENZA genere, ruolo, orientamento tra eterosessualità

Dettagli

le ragioni del progetto

le ragioni del progetto 1 2 le ragioni del progetto Il progetto mira a mettere in luce la complessità del mondo della cooperazione allo sviluppo, spesso confusa dall opinione pubblica con più superficiali atteggiamenti solidaristici

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca d intesa con Il Forum delle Associazioni Nazionali dei Genitori VISTO l articolo 3 della Costituzione della Repubblica Italiana, al cui primo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO Direzione Regionale del Lazio PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, GIOVANI E PARI OPPORTUNITA E AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E GUARDIA

Dettagli

CONCORSO GIORNALISTICO PER LE SCUOLE GIUSEPPE FAVA

CONCORSO GIORNALISTICO PER LE SCUOLE GIUSEPPE FAVA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca CONCORSO GIORNALISTICO PER LE SCUOLE GIUSEPPE FAVA NEWS CONTRO LE MAFIE "Apri la finestra sulla tua città e raccontaci dove vedi la mafia, l'illegalità

Dettagli

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa

Giunta Regionale del a Campania - Ufficio Stampa Promozione dei percorsi inerenti l educazione alla legalità, alla democrazia, alla cittadinanza responsabile, al contrasto della criminalità organizzata per il triennio 2013-2015 PREMESSO CHE: La Regione

Dettagli

Come è cambiata la comunicazione pubblica di genere: alcuni passaggi fondamentali. Anna Catasta. Centro di Iniziativa Europea 20 aprile 2010

Come è cambiata la comunicazione pubblica di genere: alcuni passaggi fondamentali. Anna Catasta. Centro di Iniziativa Europea 20 aprile 2010 MICOMUNICO COMUNICAZIONE DI GENERE NELLA PROVINCIA DI MILANO Come è cambiata la comunicazione pubblica di genere: alcuni passaggi fondamentali Anna Catasta Centro di Iniziativa Europea 20 aprile 2010 1

Dettagli

LE PARI OPPORTUNITÁ IN EUROPA

LE PARI OPPORTUNITÁ IN EUROPA LE PARI OPPORTUNITÁ IN EUROPA Il principio della parità fra donne e uomini è sempre stato uno dei cardini della costruzione dell Europa unita. I suoi aspetti essenziali sono infatti espressi già nel Trattato

Dettagli

PIANO DI AZIONI POSITIVE per il triennio 2015-2017

PIANO DI AZIONI POSITIVE per il triennio 2015-2017 Comune di Cinisello Balsamo Allegato A) alla Deliberazione di Giunta comunale n. 112 del 28/05/2015 PIANO DI AZIONI POSITIVE per il triennio 2015-2017 COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Piano di Azioni Positive

Dettagli

Economia del Lavoro 2010

Economia del Lavoro 2010 Economia del Lavoro 2010 Capitolo 9-1 La discriminazione del mercato del lavoro -Introduzione -Il coefficiente di discriminazione 1 Introduzione Nei capitoli precedenti abbiamo studiato come le differenze

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Concorso Murales Arte Urbana : Diritti per Strada Coordinamento Comuni per la Pace BANDO DI CONCORSO PREMESSA

Concorso Murales Arte Urbana : Diritti per Strada Coordinamento Comuni per la Pace BANDO DI CONCORSO PREMESSA 1 Concorso Murales Arte Urbana : Diritti per Strada Coordinamento Comuni per la Pace BANDO DI CONCORSO PREMESSA In occasione del 60 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e della Costituzione

Dettagli

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità;

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità; PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA l Amministrazione Provinciale di Vercelli,

Dettagli

Progetto: NGG - NEW GREEN GENERATION

Progetto: NGG - NEW GREEN GENERATION Progetto: NGG - NEW GREEN GENERATION CONTESTO E GIUSTIFICAZIONE In Basilicata, la questione ambientale, di sicurezza e di sviluppo eco-sostenibile rivestono ruoli cruciali e urgenti, da cui non si può

Dettagli

Bando di Concorso Letterario

Bando di Concorso Letterario Bando di Concorso Letterario Raccontare le Pari Opportunità in tutte le forme del Diversity Art. 1 Finalità 1 Raccontare le Pari Opportunità in tutte le forme del Diversity nasce come progettualità di

Dettagli

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE

PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE PROFILO DELL'ASSOCIAZIONE L associazione di Promozione Sociale i Ken ONLUS tutela e promuove i diritti di cittadinanza delle persone in situazione di disagio e non, attraverso una partecipazione attiva

Dettagli

INTERNATIONAL VIDEO COMPETITION THIRD EDITION OPPORTUNITÀ SPONSORSHIP

INTERNATIONAL VIDEO COMPETITION THIRD EDITION OPPORTUNITÀ SPONSORSHIP INTERNATIONAL VIDEO COMPETITION THIRD EDITION OPPORTUNITÀ SPONSORSHIP La luce è un patrimonio di tutti e l utilizzo, lo studio e la produzione di questa vitale risorsa, nei secoli, hanno superato i confini

Dettagli

una svolta importante nel panorama in divenire delle alte professionalità femminili

una svolta importante nel panorama in divenire delle alte professionalità femminili Protocollo di intesa Tavolo di lavoro Più donne per i CDA e le posizioni apicali una svolta importante nel panorama in divenire delle alte professionalità femminili l. Premessa Al termine del 2012 il gruppo

Dettagli

Piano di azioni positive per il triennio 2013/2015

Piano di azioni positive per il triennio 2013/2015 COMUNE DI VANZAGHELLO PROVINCIA DI MILANO Piano di azioni positive per il triennio 2013/2015 Il Decreto Legislativo 11 aprile 2006 n. 198 Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell art.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI, con sede in Via dei Prefetti n. 46, a Roma, C.F. 80118510587, rappresentata nel presente Protocollo dal Presidente f.f. Alessandro

Dettagli

COMMISSIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE

COMMISSIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE Durante la legislatura, gli studenti eletti al parlamento regione degli studenti nominati alla prima commissione Istruzione e Formazione hanno affrontato un duplice lavoro. In un primo momento si sono

Dettagli

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S.

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Pagina 1 di 6 CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Sede Legale in Torino (TO), Corso Lombardia n. 115 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Allegato 1 Codice Etico ai sensi

Dettagli

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia

Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM. di CANELLA Cecilia Libera Università di Lingue e Comunicazione di CANELLA Cecilia La missione dell Università IULM Creare professionisti per l Europa attraverso una preparazione fondata su l approfondita conoscenza della

Dettagli

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor 19 settembre 4 ottobre Patrocinato da L associazione Les Cultures Il progetto Immagimondo I numeri del

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

PIANO DI AZIONI POSITIVE (PAP)

PIANO DI AZIONI POSITIVE (PAP) COMUNE DI ARNAD Frazione Closé, 1 11020 ARNAD (AO) C.FISCALE e P.IVA 00125720078 COMMUNE D ARNAD 1, hameau de Closé 11020 ARNAD (Vallée d Aoste) TEL. 0125966121-089 FAX 0125966306 e-mail: info@comune.arnad.ao.it

Dettagli

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Il Sodalitas Social Award acquista respiro europeo Promuovere

Dettagli

concorso per idee creative degli studenti su un disagio sociale

concorso per idee creative degli studenti su un disagio sociale concorso per idee creative degli studenti su un disagio sociale rileggere il disagio sociale con linguaggio artistico attraverso un cortometraggio termine per la presentazione dei progetti 31 gennaio 2014

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DELLA PARTECIPAZIONE

TERMINI E CONDIZIONI DELLA PARTECIPAZIONE TERMINI E CONDIZIONI DELLA PARTECIPAZIONE Art. 1 Obiettivi del concorso Il concorso fotografico Scatta contro la discriminazione ha come scopo quello di contribuire a cambiare gli atteggiamenti e i pregiudizi

Dettagli

Valorizzare il sistema scolastico. Investire sulla conoscenza

Valorizzare il sistema scolastico. Investire sulla conoscenza Valorizzare il sistema scolastico Investire sulla conoscenza MANUTENZIONE AUTONOMIA CULTURA MEMORIA AUTONOMIA: BANDO ON DEMAND 2,1 MILIONI DI EURO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI NELLE SCUOLE DEL LAZIO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

Mai più violenza sulle donne

Mai più violenza sulle donne Mai più violenza sulle donne L iniziativa, alla prima edizione, intende sollecitare, nell ambito delle attività didattiche e di ricerca, un approfondita analisi, da parte dei docenti e degli studenti della

Dettagli

ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO

ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO ASSOCIAZIONE ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE CODICE ETICO PREMESSA L Associazione "ANTICRISI NETWORK PROFESSIONALE o più brevemente ANTICRISI.NET, ha scelto di dotarsi di un Codice Etico. Adottare un Codice

Dettagli

Comunità della Val di Non Assessorato distretto famiglia -

Comunità della Val di Non Assessorato distretto famiglia - 611 FAX: 0463/424353 Cod. Fisc. 92019340220 Part. IVA 02170450221 E Mail info@comunitavaldinon.tn.it Sito Web www.comunitavaldinon.tn.it In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l eliminazione

Dettagli

DOCUMENTO. 25 Novembre 2014

DOCUMENTO. 25 Novembre 2014 DOCUMENTO Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: insieme contro la violenza sul lavoro Consigliere di parità dalla parte delle donne e del lavoro 25 Novembre 2014 Promuovere il lavoro

Dettagli

Carta di Buone Prassi di Genere nel Terzo settore

Carta di Buone Prassi di Genere nel Terzo settore Comune di Lastra a Signa Comune di Signa Progetto Donne e impegno civile progetti realizzati con il finanziamento della Regione Toscana (L.R.T. 16/2009) Carta di Buone Prassi di Genere nel Terzo settore

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) PROTOCOLLO D INTESA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) Associazione Volontari Italiani del Sangue (di seguito denominato AVIS) VISTI gli articoli 2-3-13-19-32

Dettagli

Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni Comitato Unico di Garanzia (CUG) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni Che cos è Il Comitato Unico di Garanzia, istituito ai sensi dell art.

Dettagli

ART. 1 COSTITUZIONE ART. 2 FINALITA

ART. 1 COSTITUZIONE ART. 2 FINALITA REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI ART. 1 COSTITUZIONE 1.1 Con deliberazione

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO DELL ON

DICHIARAZIONE DI VOTO DELL ON a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 148 DICHIARAZIONE DI VOTO DELL ON. CENTEMERO IN MERITO ALLA DISCUSSIONE DELLE MOZIONI CONCERNENTI

Dettagli

CITTADINANZA e COSTITUZIONE

CITTADINANZA e COSTITUZIONE CITTADINANZA e COSTITUZIONE I Classe UdA interdisciplinare : (Ed. all Affettività ed Ed. alla Cittadinanza) Stiamo insieme -La famiglia e la scuola: norme, regole/ Freschi e puliti : regole per una corretta

Dettagli

Accordo di programma tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Coni

Accordo di programma tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Coni Accordo di programma tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Coni In materia di integrazione sociale dei migranti attraverso lo sport e contrasto alle discriminazioni Conferenza Stampa Roma

Dettagli

CENTRO ANTIVIOLENZA IN VALDARNO

CENTRO ANTIVIOLENZA IN VALDARNO CENTRO ANTIVIOLENZA IN VALDARNO Il progetto relativo alla creazione di un Centro antiviolenza nasce dalla sensibilità verso la violenza sulle donne da parte della Commissione Pari Opportunità di Montevarchi

Dettagli

PIANO DELLE AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITA PER IL TRIENNIO 2015/2017

PIANO DELLE AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITA PER IL TRIENNIO 2015/2017 PIANO DELLE AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITA PER IL TRIENNIO 2015/2017 Il presente Piano ha durata triennale e si sviluppa in obiettivi suddivisi a loro volta in azioni positive. PREMESSE Il Decreto

Dettagli

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale

PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE 2014. di cui al punto 4.3.4 lett. a) e b) Obiettivo generale 5 Asse 3 Educazione alla cittadinanza globale ALLEGATO B Regione Toscana Direzione generale della Presidenza - Settore Attività Internazionali D.C.R. n. 26 del 04/04/2012 Piano Integrato delle attività internazionali PROGETTI DI INTERESSE REGIONALE

Dettagli

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013)

PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO. (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013) PROGETTO New Green Generation BANDO DI CONCORSO (approvato con determina dirigenziale n.87 del 16/01/2013) CONCORSO NGG 1. Premessa Il progetto New Green Generation è stato finanziato dal Programma Azione

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra

PROTOCOLLO D INTESA. Tra PROTOCOLLO D INTESA Tra UNAR Ufficio Nazionale per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull origine etnica PROVINCIA DI MANTOVA E COMUNE

Dettagli

Edu-Tech EDUTECH Milano 25/09/2009

Edu-Tech EDUTECH Milano 25/09/2009 Edu-Tech EDUTECH Milano 25/09/2009 Milano 25/09/2009 Carlo Nati e Linda Giannini Carta dei diritti fondamentali dell Unione europea (Nizza, 2000) (stralcio) Articolo 21 Non discriminazione 1. È vietata

Dettagli

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene:

Nelle regioni meno sviluppate che si iscrivono nell obiettivo di convergenza, il Fondo Sociale Europeo sostiene: FONDO SOCIALE EUROPEO IN ROMANIA Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è lo strumento principale tramite il quale l Unione Europea finanzia gli obiettivi strategici delle politiche di occupazione. Da 50 anni,

Dettagli

Il sistema integrato di interventi e servizi sociali ed il piano di zona. www.ulss.tv.it

Il sistema integrato di interventi e servizi sociali ed il piano di zona. www.ulss.tv.it Il sistema integrato di interventi e servizi sociali ed il piano di zona www.ulss.tv.it Principi costituzionali Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo

Dettagli

La violenza sulle donne è una violazione dei Diritti Umani come stabilito, per la prima volta nel 1992 dalla Raccomandazione n.

La violenza sulle donne è una violazione dei Diritti Umani come stabilito, per la prima volta nel 1992 dalla Raccomandazione n. Piano d azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere Sala Polifunzionale Presidenza del Consiglio dei Ministri Roma, 7 maggio 2015 Il Piano attua la Convenzione sulla prevenzione e la lotta

Dettagli

Piano triennale 2013-2015 di azioni positive per la realizzazione di pari opportunità di lavoro e nel lavoro tra donne e uomini

Piano triennale 2013-2015 di azioni positive per la realizzazione di pari opportunità di lavoro e nel lavoro tra donne e uomini Piano triennale 2013-2015 di azioni positive per la realizzazione di pari opportunità di lavoro e nel lavoro tra donne e uomini PREMESSA Il presente Piano di Azione Positive per il triennio 2013/2015,

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 24 DEL 16 GIUGNO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 24 DEL 16 GIUGNO 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 11 aprile 2008 - Deliberazione N. 661 - Area Generale di Coordinamento N. 18 - Assistenza Sociale, Attività Sociali, Sport, Tempo Libero, Spettacolo N.

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

IL DIVERSITY MANAGEMENT COME GESTIONE INTEGRATA DELLE DIFFERENZE

IL DIVERSITY MANAGEMENT COME GESTIONE INTEGRATA DELLE DIFFERENZE Gestire le differenze generazionali in Azienda IL DIVERSITY MANAGEMENT COME GESTIONE INTEGRATA DELLE DIFFERENZE Attila Bruni Research Unit on Communication, Organizational Learning and Aesthetics (www.unitn.it/rucola)

Dettagli

ACCORDO DI COOPERAZIONE

ACCORDO DI COOPERAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA ACCORDO DI COOPERAZIONE tra COMITATO UNICO DI GARANZIA e CONSIGLIERA DI PARITÀ REGIONALE ACCORDO DI COOPERAZIONE tra Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità,

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA Provincia di Chieti

COMUNE DI PAGLIETA Provincia di Chieti COMUNE DI PAGLIETA Provincia di Chieti PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE per la realizzazione delle pari opportunità tra uomo e donna 2010/2012 PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE 2010 2012 Fonti normative:

Dettagli

Calendario. Vorrei salire sul trenino dei colori nel mondo dove siamo tutti migliori, e molti diritti hanno i bambini, sia i grandi che i piccini.

Calendario. Vorrei salire sul trenino dei colori nel mondo dove siamo tutti migliori, e molti diritti hanno i bambini, sia i grandi che i piccini. Vorrei salire sul trenino dei colori nel mondo dove siamo tutti migliori, e molti diritti hanno i bambini, sia i grandi che i piccini. Un mondo per giocare, correre e cantare, dove ho il sorriso di chi

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 23.04.2015 PIANO DELLE AZIONI POSITIVE. triennio 2015/2017

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 23.04.2015 PIANO DELLE AZIONI POSITIVE. triennio 2015/2017 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 23.04.2015 Comune di Pompiano PIANO DELLE AZIONI POSITIVE triennio 2015/2017 -Approvato dal Comitato unico di garanzia per le pari opportunità,

Dettagli

MANIFESTO GIORNATA MONDIALE sul SERVIZIO SOCIALE Action Day 2007

MANIFESTO GIORNATA MONDIALE sul SERVIZIO SOCIALE Action Day 2007 Ass.N.A.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE ASSISTENTI SOCIALI MANIFESTO GIORNATA MONDIALE sul SERVIZIO SOCIALE Action Day 2007 L Ass.N.A.S.- Associazione Nazionale Assistenti Sociali intende dare, con questo documento,

Dettagli

Soroptimist International d'italia

Soroptimist International d'italia PROTOCOLLO D'INTESA TRA Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca (di seguito denominato MIUR) E Soroptimist International d'italia (di seguito denominato Soroptimist) "Promuovere l'avanzamento

Dettagli

L uso dell immagine femminile in pubblicità

L uso dell immagine femminile in pubblicità Ist it ut o dell Aut odisciplina Pubblicit aria LA TUTELA DELLA PERSONA L uso dell immagine femminile in pubblicità Vincenzo Guggino Segretario Generale Istituto dell Autodisciplina Pubblicitaria Ist it

Dettagli

PERCHÉ INSERIRE GLI ABILITANDI ISCRITTI A SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO?

PERCHÉ INSERIRE GLI ABILITANDI ISCRITTI A SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO? PERCHÉ INSERIRE GLI ABILITANDI ISCRITTI A SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA NELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO? Coordinamento Precari Scienze Della Formazione Primaria L Aquila Dott.a Clara Calvacchi Gli

Dettagli

La prima edizione di MEETmeTONIGHT si è svolta nel 2012.

La prima edizione di MEETmeTONIGHT si è svolta nel 2012. COS E MEETmeTONIGHT >< MEETmeTONIGHT è la Notte dei Ricercatori in Lombardia, nasce all interno dell iniziativa Researchers Night promossa dalla Commissione Europea, che coinvolge ogni anno ricercatori

Dettagli

TUTTI I COLORI DEL CALCIO

TUTTI I COLORI DEL CALCIO S e t t o r e G i o v a n i l e e S c o l a s t i c o TUTTI I COLORI DEL CALCIO P r o g r a m m a d i s e n s i b i l i z z a z i o n e 2 0 1 5 / 2 0 1 6 p e r l i n t e g r a z i o n e e l a l o t t a

Dettagli

SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA

SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA SOSTIENI IL GRANDE CINEMA DIVENTA SOSTENITORE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA LA FONDAZIONE CINEMA PER ROMA La Fondazione Cinema per Roma è nata nel 2007 nella convinzione che la cultura costituisca

Dettagli

Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Convenzione del Consiglio d Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Premessa Il Dipartimento per le pari opportunità ha tra le sue competenze

Dettagli

PROGETTO MEDICINA PER STARE

PROGETTO MEDICINA PER STARE ASSOCIAZIONE GERMOGLIO PROGETTO MEDICINA PER STARE UNA MEDICINA MEGLIO INSIEME Le diversità di cultura, di abilità, di genere: limite o ricchezza? promosso dalle Associazioni PerLeDonne - Germoglio - La

Dettagli

LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE

LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE CURRICOLO PER L ORA ALTERNATIVA ALLA RELIGIONE CATTOLICA Presentazione LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI PER UNA SOCIETÀ POSSIBILE Secondo la delibera del Collegio dei Docenti tenutosi in data 3 ottobre 2013

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

comunicare la differenza progetto a favore del rispetto delle differenze di genere nel linguaggio

comunicare la differenza progetto a favore del rispetto delle differenze di genere nel linguaggio POTERE ALLA PAROLA IV edizione 2015-2016 comunicare la differenza progetto a favore del rispetto delle differenze di genere nel linguaggio Comitato SeNonOraQuando? Torino in collaborazione con il Salone

Dettagli

Codice Etico Associazione Micaela Onlus

Codice Etico Associazione Micaela Onlus Codice Etico Indice 3 Premessa 3 Struttura giuridica 3 Filosofia dell associazione 4 Finalità dell associazione 4 Principi che regolano l agire educativo ed istituzionale 4 Rapporti all interno dell associzione

Dettagli

Piano di Azioni Positive per il biennio 2008-2009

Piano di Azioni Positive per il biennio 2008-2009 Piano di Azioni Positive per il biennio 2008-2009 PREMESSA La presente relazione si riferisce alla pianificazione delle azioni positive relative al 2008-2009, in quanto scadendo nel 2009 il mandato dell

Dettagli

Donne e mercato del lavoro in Italia: tra la grande crisi e ritardi strutturali

Donne e mercato del lavoro in Italia: tra la grande crisi e ritardi strutturali Donne e mercato del lavoro in Italia: tra la grande crisi e ritardi strutturali GIUSEPPE GAROFALO Prof. di Economia Dipartimento di Economia e Impresa Università della Tuscia Occupati in Italia 9,2 milioni

Dettagli

Le competenze del Mipaaf

Le competenze del Mipaaf SANIT 25 GIUGNO 2008 IL PROGRAMMA GUADAGNARE SALUTE E IL CCM PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CRONICHE Gli accordi interistituzionali: obiettivi e sviluppo Le competenze del Mipaaf Il Mipaaf ha tra le

Dettagli

FIORI CHE RINASCONO Etiopia

FIORI CHE RINASCONO Etiopia FIORI CHE RINASCONO Etiopia Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli