IL 10/06/15 (ORE 09,30) VASCA RACCOLTA PERCOLATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL 10/06/15 (ORE 09,30) VASCA RACCOLTA PERCOLATO"

Transcript

1 RAPPORTO DI PROVA N 0617/EXEA1 DEL 17/06/2015 CAMPIONE D ACQUA PRELEVATO DAL DR LINO BRUNDU IL 10/06/15 (ORE 09,30) PUNTO DI PRELIEVO : VASCA RACCOLTA PERCOLATO IN LOCALITÀ CORONAS VENTOSA AGRO DI BOLOTANA MODALITA DI PRELIEVO: ISTANTANEO CODICE : CER ( percolato di discarica, diverso da quello di cui alla voce ) DELLA DITTA EXE SPA -UDINE LIMITI - RISULTATI limite incertezza METODO ANALITICI rivelabilità (+/-) ph XX 7,5 0,1 0,3 APAT -IRSA-CNR2060 TEMPERATURA C XX 16,3 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2100 CONDUC. ELET. a 20 C µs/cm XX APAT -IRSA-CNR2030 AZOTO AMM. come NH4 mg/l XX 18,8 0,1 2 APAT -IRSA-CNR4030 COD come O 2 mg/l XX APAT -IRSA-CNR5130 BOD5 come O 2 mg/l XX APAT -IRSA-CNR5120 CLORURI come Cl mg/l XX APAT -IRSA-CNR4020 TORBIDITÀ in NTU XX 100 0,5 10 ISS.BLA.030.rev00 MAT. IN SOSPENS. TOTALI mg/l XX APAT -IRSA-CNR2090 ALCALINITA TOT. come meq/l XX APAT -IRSA-CNR2010 ALLUMINIO come Al mg/l XX 0,068 0,002 0,007 EPA 6010C:2000 ARSENICO come As mg/l XX 0,004 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 CADMIO come Cd mg/l XX 0,004 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 COBALTO come Co mg/l XX 0,012 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 CROMO III come Cr mg/l XX < 0,002 0, APAT -IRSA-CNR3150 CROMO IV come Cr mg/l XX < 0,002 0, APAT -IRSA-CNR3150 CROMO TOTALE come Cr mg/l XX 0,02 0,002 0,002 APAT -IRSA-CNR3150 RAME TOTALE come Cu mg/l XX 0,028 0,002 0,003 EPA 6010C:2000 FERRO come Fe mg/l XX 0,340 0,002 0,03 EPA 6010C:2000 MERCURIO come Hg mg/l XX < 0,001 0, STRIPPIN ANODICO MANGANESE come Mn mg/l XX 0,65 0,002 0,06 EPA 6010C:2000 NICHEL come Ni mg/l XX 0,018 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 PIOMBO come Pb mg/l XX 0,006 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 SELENIO come Se mg/l XX 0,004 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 TALLIO come Tl mg/l XX 0,004 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 TELLURIO come Te mg/l XX 0,004 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 VANADIO come V mg/l XX 0,025 0,002 0,002 EPA 6010C:2000 ZINCO come Zn mg/l XX 0,033 0,002 0,003 EPA 6010C:2000 AZOTO NITROSO come N mg/l XX 0,70 0,01 0,07 APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITRICO come N mg/l XX 9 0,01 1 APAT -IRSA-CNR4020 SOLFATI come SO4 mg/l XX 354 0,01 35 APAT -IRSA-CNR4020 FOSFORO TOTALE come P mg/l XX 6,7 0,1 0,7 APAT -IRSA-CNR4020 SOLV. ORGANICI AROMAT. mg/l XX < 0,001 0, APAT -IRSA-CNR5140 SOLV. ORGAN. CLORURATI mg/l XX < 0,001 0, APAT -IRSA-CNR5150 IDRO. POLICIC. AROMATICI µg/l XX < 0,001 0, APAT -IRSA-CNR5080 FENOLI mg/l XX < 0,001 0, EPA-8270C

2 GIUDIZIO: ai fini della classificazione del rifiuto, i parametri sono stati selezionati in base al ciclo produttivo. La valutazione si riferisce al campione in esame ed esclusivamente ai parametri analizzati. La valutazione è stata fatta in riferimento al processo che ha originato il rifiuto, ai parametri presi in esame ed in base a quanto riportato nelle disposizioni di legge in riferimento ai codici da HP1 a HP8 e da HP10 a HP15, prendendo in considerazione la DEC. 2014/955/UE, REG. 1357/2014 e REG. 1342/2014 (UE) CLASSIFICAZIONE RIFIUTO: Secondo quanto sopra riportato, il rifiuto è classificabile come speciale non pericoloso. Il codice CER attribuito dal produttore in base alla provenienza del rifiuto è CARATTERISTICHE DI PERICOLO: nessuna. VALUTAZIONE AI FINI DELLO SMALTIMENTO: il rifiuto può essere smaltito in idoneo impianto di trattamento autorizzato. DR. LINO BRUNDU

3 RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA2 DEL 29/06/2015 RILEVAZIONI SU QUALITA DELL ARIA EFFETTUATE DAL DR. LINO BRUNDU IL 24/06/15 IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA. INIZIO PRELIEVI ORE 09, FINE PRELIEVI 26/06/14 ORE 09,00 TEMPO DI RILEVAMENTO : 48 ORE UNITA DI MISURA RISULTATI ANALITICI PUNTO 0 PUNTO 120 PUNTO 240 METODO POLVERI TOTALI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 UNICHIM 317 O2 % 20,95 ± 1 20,95 ± 1 20,95 ± 1 STRUMENTALE CO2 % METANO come CH4 mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA IDROGENO SOLFORATO mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA come H2S AMMONIACA come NH3 mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 M.U COMPOSTI ORGANICI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA SOLFORATI IDROCARBURI NON mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA METANICI MERCAPTANI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA COMPOSTI ORGANICI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 UNI VOLATILI (COV) < 0,01 < 0,01 < 0,01 STRUMENTALE I valori rilevati sono tutti entro i limiti di legge imposti dal D.L. 152/2006 DR LINO BRUNDU

4 RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA3 DEL 29/06/2015 RILEVAZIONI SU QUALITA DELL ARIA EFFETTUATE DAL DR. LINO BRUNDU IL 24/06/15 IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA INIZIO PRELIEVI ORE 09, FINE PRELIEVI ORE 10,30 TEMPO DI RILEVAMENTO : 60 MINUTI UNITA DI MISURA RISULTATI ANALITICI PARETE 1 PARETE 2 PARETE 3 METODO POLVERI TOTALI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 UNICHIM 317 O2 % 20,95 ± 1 20,95 ± 1 20,95 ± 1 STRUMENTALE CO2 % METANO come CH4 mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA IDROGENO SOLFORATO mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA come H2S AMMONIACA come NH3 mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 M.U COMPOSTI ORGANICI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA SOLFORATI IDROCARBURI NON mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA METANICI MERCAPTANI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 HPHA COMPOSTI ORGANICI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 < 0,1 UNI VOLATILI (COV) < 0,01 < 0,01 < 0,01 STRUMENTALE I valori rilevati sono tutti entro i limiti di legge imposti dal D.L. 152/2006 DR LINO BRUNDU

5 RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA4 DEL 29/06/2015 RILEVAZIONI SU QUALITA DELL ARIA EFFETTUATE DAL DR. LINO BRUNDU IL 24/06/15 IN LOCALITÀ CORONAS VENTOSA AGRO DI BOLOTANA SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA INIZIO PRELIEVI ORE 11, FINE PRELIEVI ORE 12,00 TEMPO DI RILEVAMENTO : 60 MINUTI RISULTATI ANALITICI UNITA DI MISURA POZZO DEL PERCOLATO PIANO POSA RIFIUTI METODO POLVERI TOTALI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 UNICHIM 317 O2 % 20,95 ± 1 20,95 ± 1 STRUMENTALE CO2 % < 0,01 < 0,01 STRUMENTALE METANO come CH4 mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 HPHA IDROGENO SOLFORATO mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 HPHA come H2S AMMONIACA come NH3 mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 M.U COMPOSTI ORGANICI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 HPHA SOLFORATI IDROCARBURI NON mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 HPHA METANICI MERCAPTANI mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 HPHA COMPOSTI ORGANICI VOLATILI (COV) mg/nm 3 < 0,1 < 0,1 UNI I valori rilevati sono tutti entro i limiti di legge imposti dal D.L. 152/2006 DR LINO BRUNDU

6 RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA5 DEL 29/06/2015 RILEVAZIONI SU QUALITA DELL ARIA ( BIOGAS ) EFFETTUATE DAL DR LINO BRUNDU IL 25/06/14 IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA. INIZIO PRELIEVI ORE 08, FINE PRELIEVI ORE 09,00 TEMPO DI RILEVAMENTO : 60 MINUTI RISULTATI ANALITICI UNITA DI MISURA PIANO POSA RIFIUTI METODO N 2 % 78,1 ± 4 HPHA H 2 mg/nm 3 < 0,5 HPHA O 2 % 20,95 ± 1 STRUMENTALE CO 2 % < 0,01 STRUMENTALE CO mg/nm 3 < 0,1 STRUMENTALE METANO come CH 4 mg/nm 3 < 0,1 HPHA IDROGENO mg/nm 3 < 0,1 HPHA SOLFORATO come H 2 S AMMONIACA come mg/nm 3 < 0,1 M.U NH 3 MERCAPTANI mg/nm 3 < 0,1 HPHA I valori rilevati sono tutti entro i limiti di legge imposti dal D.L. 152/2006 DR LINO BRUNDU

7 RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA6 DEL 29/06/2015 RILEVAZIONI SU QUALITA DELL ARIA EFFETTUATE DAL DR. LINO BRUNDU IL 25/06/15 IN LOCALITÀ CORONAS VENTOSA AGRO DI BOLOTANA SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA. INIZIO PRELIEVI ORE 09, FINE PRELIEVI ORE 10,10 TEMPO DI RILEVAMENTO : 60 MINUTI RISULTATI ANALITICI UNITA DI MISURA ZONA DI SCARICO MONTE DISCARICA VALLE DISCARICA ESTERNO DISCARICA METODO FIBRE D AMIANTO fibre/ml < 1 < 1 < 1 < 1 M.O.CONTRASTO DI FASE FIBRE D AMIANTO mg/ml < 0,01 < 0,01 < 0,01 < 0,01 CALCOLO LIMITE RIVELABILITÁ: 1 fibre/ml I valori rilevati sono tutti entro i limiti di legge imposti dal D.L. 152/2006 STRUMENTAZIONE USATA: MICROSCOPIO OTTICO - MARCA NIKON - MODELLO ECLIPSE 50 i - EQUPAGGIATO CON CONTRASTO DI FASE - RETICOLO DI WALTON - BECKETT - VETRINO TEST HSE - DR LINO BRUNDU

8 RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA7 DEL 29/06/2015 CAMPIONE D ACQUA PRELEVATO DAL DR. LINO BRUNDU IL 25/06/15 (ORE 10,30) PUNTO DI PRELIEVO: POZZO PIEZOMET. N 1 - PRELIEVO ISTANTANEO DOPO SPURGO SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA. METODO TAB 2 TIT. V D.ls 152/2006 RISULTATI ANALITICI limite rivelabilità incertezza (+/-) ph --- 8,4 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2060 CONDUC. ELET. a 20 C µs/cm APAT -IRSA-CNR2030 OSSIDABILITA come O2 mg/l ,1 0,5 0,5 ISS.BEB.027. rev.00 TEMPERATURA C ,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2100 BOD5 come O2 mg/l < APAT -IRSA-CNR5120 TOC in C µg/l APAT -IRSA-CNR5040 CIANURI TOTALI come CN µg/l 50 < APAT -IRSA-CNR4070 FLUORURI in F µg/l APAT -IRSA-CNR4020 CLORURI come Cl mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITROSO come N µg/l 500 < APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITRICO come N mg/l APAT -IRSA-CNR4020 FOSFORO TOTALE come P mg/l < 0,1 0,1 -- APAT -IRSA-CNR4020 SOLFATI come SO4 mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO AMM. come NH4 mg/l ,26 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4030 ARSENICO come As µg/l EPA 6010c:2007 CALCIO come Ca mg/l ,1 5 EPA 6010c:2007 CADMIO come Cd µg/l 5 < EPA 6010c:2007 CROMO TOTALE come Cr µg/l 50 < EPA 6010c:2007 CROMO VI come Cr µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 RAME come Cu µg/l < EPA 6010c:2007 FERRO come Fe µg/l EPA 6010c:2007 MERCURIO come Hg µg/l 1 < 0,1 0,1 --- EPA 6010c:2007 POTASSIO in K mg/l ,1 3 EPA 6010c:2007 MAGNESIO in Mg mg/l ,1 2 EPA 6010c:2007 MANGANESE come Mn µg/l EPA 6010c:2007 SODIO in Na mg/l ,1 63 EPA 6010c:2007 NICHEL come Ni µg/l EPA 6010c:2007 PIOMBO come Pb µg/l EPA 6010c:2007 ZINCO come Zn µg/l EPA 6010c:2007 IDROC. POLICI. AROMATICI µg/l 0,1 < 0,01 0, UNI 10899:2001 COMPOSTI ORG. ALOGENATI µg/l 10 < UNI 10899:2001 FENOLI µg/l --- < 0,01 0, UNI 10899:2001

9 PESTICIDI FOSFORATI µg/l ---- < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 PESTICIDI TOTALI µg/l 0,5 < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 SOLVENTI ORGAN. AROMAT. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI ORGAN. AZOTATI. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI CLORURATI µg/l 10 < 0,01 0, UNI 10899:2001 GIUDIZIO : I DETERMINATI SONO TUTTI ENTRO I LIMITI DELLA CONCENTRAZIONE SOGLIA DI CONTAMINAZIONE PREVISTI DALLA TAB 2 TITOLO V DEL D.Lgs 152 /2006 DR. LINO BRUNDU RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA8 DEL 29/06/2015 CAMPIONE D ACQUA PRELEVATO DAL DR. LINO BRUNDU IL 25/06/15 (ORE 11,15) PUNTO DI PRELIEVO: POZZO PIEZOMET. N 2 - PRELIEVO ISTANTANEO DOPO SPURGO SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA. TAB 2 TIT. V RISULTATI limite incertezza METODO D.ls 152/2006 ANALITICI rivelabilità (+/-) ph --- 9,2 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2060 CONDUC. ELET. a 20 C µs/cm APAT -IRSA-CNR2030 OSSIDABILITA come O2 mg/l ,1 0,5 0,5 ISS.BEB.027. rev.00 TEMPERATURA C ,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2100 BOD5 come O2 mg/l < APAT -IRSA-CNR5120 TOC in C µg/l APAT -IRSA-CNR5040 CIANURI TOTALI come CN µg/l 50 < APAT -IRSA-CNR4070 FLUORURI in F µg/l APAT -IRSA-CNR4020 CLORURI come Cl mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITROSO come N µg/l 500 < APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITRICO come N mg/l APAT -IRSA-CNR4020 FOSFORO TOTALE come P mg/l ,29 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4020 SOLFATI come SO4 mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO AMM. come NH4 mg/l ,13 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4030 ARSENICO come As µg/l EPA 6010c:2007 CALCIO come Ca mg/l ,1 3 EPA 6010c:2007 CADMIO come Cd µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 CROMO TOTALE come Cr µg/l 50 < EPA 6010c:2007 CROMO VI come Cr µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 RAME come Cu µg/l < EPA 6010c:2007 FERRO come Fe µg/l EPA 6010c:2007 MERCURIO come Hg µg/l 1 < 0,1 0,1 --- EPA 6010c:2007 POTASSIO in K mg/l ,1 1 EPA 6010c:2007 MAGNESIO in Mg mg/l ,1 2 EPA 6010c:2007 MANGANESE come Mn µg/l EPA 6010c:2007 SODIO in Na mg/l ,1 41 EPA 6010c:2007 NICHEL come Ni µg/l 20 < EPA 6010c:2007 PIOMBO come Pb µg/l 10 < EPA 6010c:2007 ZINCO come Zn µg/l EPA 6010c:2007 IDROC. POLICI. AROMATICI µg/l 0,1 < 0,01 0, UNI 10899:2001

10 COMPOSTI ORG. ALOGENATI µg/l 10 < UNI 10899:2001 FENOLI µg/l --- < 0,01 0, UNI 10899:2001 PESTICIDI FOSFORATI µg/l ---- < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 PESTICIDI TOTALI µg/l 0,5 < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 SOLVENTI ORGAN. AROMAT. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI ORGAN. AZOTATI. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI CLORURATI µg/l 10 < 0,01 0, UNI 10899:2001 GIUDIZIO : I DETERMINATI SONO TUTTI ENTRO I LIMITI DELLA CONCENTRAZIONE SOGLIA DI CONTAMINAZIONE PREVISTI DALLA TAB 2 TITOLO V DEL D.Lgs 152 /2006 DR. LINO BRUNDU RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA9 DEL 29/06/2015 CAMPIONE D ACQUA PRELEVATO DAL DR. LINO BRUNDU IL 25/06/15 (ORE 11,50) PUNTO DI PRELIEVO: POZZO PIEZOMET. N 3 - PRELIEVO ISTANTANEO DOPO SPURGO SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA. TAB 2 TIT. V RISULTATI limite incertezza METODO D.ls 152/2006 ANALITICI rivelabilità (+/-) ph --- 8,6 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2060 CONDUC. ELET. a 20 C µs/cm APAT -IRSA-CNR2030 OSSIDABILITA come O2 mg/l ,2 0,5 0,5 ISS.BEB.027. rev.00 TEMPERATURA C ,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2100 BOD5 come O2 mg/l < APAT -IRSA-CNR5120 TOC in C µg/l APAT -IRSA-CNR5040 CIANURI TOTALI come CN µg/l 50 < APAT -IRSA-CNR4070 FLUORURI in F µg/l APAT -IRSA-CNR4020 CLORURI come Cl mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITROSO come N µg/l 500 < APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITRICO come N mg/l APAT -IRSA-CNR4020 FOSFORO TOTALE come P mg/l ,2 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4020 SOLFATI come SO4 mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO AMM. come NH4 mg/l ,13 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4030 ARSENICO come As µg/l EPA 6010c:2007 CALCIO come Ca mg/l EPA 6010c:2007 CADMIO come Cd µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 CROMO TOTALE come Cr µg/l 50 < EPA 6010c:2007 CROMO VI come Cr µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 RAME come Cu µg/l < EPA 6010c:2007 FERRO come Fe µg/l EPA 6010c:2007 MERCURIO come Hg µg/l 1 < 0,1 0,1 --- EPA 6010c:2007 POTASSIO in K mg/l EPA 6010c:2007 MAGNESIO in Mg mg/l EPA 6010c:2007 MANGANESE come Mn µg/l EPA 6010c:2007 SODIO in Na mg/l EPA 6010c:2007 NICHEL come Ni µg/l EPA 6010c:2007 PIOMBO come Pb µg/l EPA 6010c:2007 ZINCO come Zn µg/l EPA 6010c:2007

11 IDROC. POLICI. AROMATICI µg/l 0,1 < 0,01 0, UNI 10899:2001 COMPOSTI ORG. ALOGENATI µg/l 10 < UNI 10899:2001 FENOLI µg/l --- < 0,01 0, UNI 10899:2001 PESTICIDI FOSFORATI µg/l ---- < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 PESTICIDI TOTALI µg/l 0,5 < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 SOLVENTI ORGAN. AROMAT. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI ORGAN. AZOTATI. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI CLORURATI µg/l 10 < 0,01 0, UNI 10899:2001 GIUDIZIO : I DETERMINATI SONO TUTTI ENTRO I LIMITI DELLA CONCENTRAZIONE SOGLIA DI CONTAMINAZIONE PREVISTI DALLA TAB 2 TITOLO V DEL D.Lgs 152 /2006 DR. LINO BRUNDU RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA10 DEL 29/06/2015 CAMPIONE D ACQUA PRELEVATO DAL DR. LINO BRUNDU IL 25/06/15 (ORE 14,15) PUNTO DI PRELIEVO: POZZO PIEZOMET. N 4 - PRELIEVO ISTANTANEO DOPO SPURGO SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA. TAB 2 TIT. V RISULTATI limite incertezza METODO D.ls 152/2006 ANALITICI rivelabilità (+/-) ph --- 8,7 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2060 CONDUC. ELET. a 20 C µs/cm APAT -IRSA-CNR2030 OSSIDABILITA come O2 mg/l ,0 0,5 0,5 ISS.BEB.027. rev.00 TEMPERATURA C ,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2100 BOD5 come O2 mg/l < APAT -IRSA-CNR5120 TOC in C µg/l APAT -IRSA-CNR5040 CIANURI TOTALI come CN µg/l 50 < APAT -IRSA-CNR4070 FLUORURI in F µg/l APAT -IRSA-CNR4020 CLORURI come Cl mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITROSO come N µg/l 500 < APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITRICO come N mg/l APAT -IRSA-CNR4020 FOSFORO TOTALE come P mg/l ,3 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4020 SOLFATI come SO4 mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO AMM. come NH4 mg/l ,25 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4030 ARSENICO come As µg/l EPA 6010c:2007 CALCIO come Ca mg/l ,1 5 EPA 6010c:2007 CADMIO come Cd µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 CROMO TOTALE come Cr µg/l EPA 6010c:2007 CROMO VI come Cr µg/l 5 < 0, EPA 6010c:2007 RAME come Cu µg/l EPA 6010c:2007 FERRO come Fe µg/l 200 < EPA 6010c:2007 MERCURIO come Hg µg/l 1 < 0,1 0,1 --- EPA 6010c:2007 POTASSIO in K mg/l ,1 2 EPA 6010c:2007 MAGNESIO in Mg mg/l ,1 3 EPA 6010c:2007 MANGANESE come Mn µg/l EPA 6010c:2007 SODIO in Na mg/l ,1 77 EPA 6010c:2007 NICHEL come Ni µg/l 20 < EPA 6010c:2007 PIOMBO come Pb µg/l EPA 6010c:2007

12 ZINCO come Zn µg/l EPA 6010c:2007 IDROC. POLICI. AROMATICI µg/l 0,1 < 0,01 0, UNI 10899:2001 COMPOSTI ORG. ALOGENATI µg/l 10 < UNI 10899:2001 FENOLI µg/l --- < 0,01 0, UNI 10899:2001 PESTICIDI FOSFORATI µg/l ---- < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 PESTICIDI TOTALI µg/l 0,5 < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 SOLVENTI ORGAN. AROMAT. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI ORGAN. AZOTATI. µg/l ---- < 0,01 0, UNI 10899:2001 SOLVENTI CLORURATI µg/l 10 < 0,01 0, UNI 10899:2001 GIUDIZIO : I DETERMINATI SONO TUTTI ENTRO I LIMITI DELLA CONCENTRAZIONE SOGLIA DI CONTAMINAZIONE PREVISTI DALLA TAB 2 TITOLO V DEL D.Lgs 152 /2006 DR. LINO BRUNDU RAPPORTO DI PROVA N 0629/EXEA11 DEL 29/06/2015 CAMPIONE D ACQUA PRELEVATO DAL DR. LINO BRUNDU IL 25/06/15 (ORE 15,00) IN LOCALITÀ CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA SU INCARICO DELLA DITTA EXE SPA PUNTO DI PRELIEVO: ACQUE METEORICHE - POZZETTO DI RACCOLTA SU PIAZZALE. MODALITA DI PRELIEVO: ISTANTANEO PARTE III AL.5 TAB.3 D.Lgs 152/2006 RISULTATI ANALITICI limite rivelabilità incertezza (+/-) METODO ph 5,5 9,5 7,2 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2060 TEMPERATURA C VAR. NON > 3 C 29,0 0,1 0,5 APAT -IRSA-CNR2100 CONDUC. ELET. a 20 C µs/cm APAT -IRSA-CNR2030 OSSIDABILITA come O2 mg/l ,0 0,5 0,5 ISS.BEB.027. rev.00 BOD5 come O2 mg/l < APAT -IRSA-CNR5120 TOC come C µg/l ISS.BIA.029.rev00 CIANURI TOT. come CN µg/l < ISS.BHC.010.rev00 FLUORURI come F µg/l APAT -IRSA-CNR4020 CLORURI come Cl mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITROSO come N mg/l 0,6 < 0,010 < 0, APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO NITRICO come N mg/l APAT -IRSA-CNR4020 SOLFATI come SO4 mg/l APAT -IRSA-CNR4020 AZOTO AMM. come NH4 mg/l 15 0,17 0,1 0,1 APAT -IRSA-CNR4030 ARSENICO come As µg/l 500 < EPA 6010c:2007 CALCIO come Ca mg/l EPA 6010c:2007 CADMIO come Cd µg/l 20 < EPA 6010c:2007 CROMO TOTALE come Cr µg/l APAT -IRSA-CNR3150 CROMO VI come Cr µg/l 200 < APAT -IRSA-CNR3150 RAME TOTALE come Cu µg/l 100 < EPA 6010c:2007 FERRO come Fe µg/l EPA 6010c:2007 MERCURIO come Hg µg/l 5 < 0,1 0,1 --- EPA 6010c:2007 POTASSIO come K mg/l ---- < EPA 6010c:2007 MAGNESIO come Mg mg/l EPA 6010c:2007 MANGANESE come Mn µg/l EPA 6010c:2007 SODIO come Na mg/l EPA 6010c:2007

13 NICHEL come Ni µg/l < EPA 6010c:2007 PIOMBO come Pb µg/l EPA 6010c:2007 ZINCO come Zn µg/l 500 < EPA 6010c:2007 IDRO. POLICIC. AROMATI. µg/l < 0,01 0,01 -- APAT -IRSA-CNR5080 COMP. ORGANO ALOG. µg/l < ISS.CAA.036.rev00 FENOLI mg/l 0,5 < 0,01 0, EPA-8270C PESTICIDI FOSFORATI µg/l 100 < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 PESTICIDI TOTALI µg/l 50 < 0,01 0, ISS.CAC.015.rev00 SOLV. ORGANICI AROMAT. µg/l 200 < 0,01 0,01 -- APAT -IRSA-CNR5140 SOLV. ORGANICI AZOTATI µg/l 100 < 0,01 0, APAT -IRSA-CNR5140 SOLVENTI CLORURATI µg/l < 0,01 0,01 -- APAT -IRSA-CNR5150 GIUDIZIO : I DETERMINATI SONO TUTTI ENTRO I LIMITI DELLA CONCENTRAZIONE SOGLIA DI CONTAMINAZIONE PREVISTI DALLA PARTE III ALL. 5 TAB 3 DEL D.Lgs 152 /2006 DR. LINO BRUNDU RILEVAZIONI FONOMETRICHE ESPOSIZIONE AL RUMORE SECONDO: DEL. REG. N 62/9 del 14/11/2008 Il sottoscritto Dott Lino Brundu nato a Buddusò il 20/04/1951, iscritto all albo dei Dottori in Chimica della provincia di Cagliari con Nuoro ed Oristano n 141 dal 1982, tecnico competente in acustica ambientale, iscritto prot. n 591 del 13/02/2004, dichiara quanto segue: l indagine è stata condotta il giorno 25/06/2014 presso la discarica controllata per rifiuti non pericolosi CORONAS BENTOSAS AGRO DI BOLOTANA, al fine di verificare lo stato di esposizione al rumore nell ambiente esterno ed interno prodotto dai mezzi utilizzati nell azienda Nr. Strumentazione utilizzata per il rilievo Modello Classe Matricola 01 Fonometro + CESVA MODEL 1 T microfono SC Calibratore DELTA OHM HD La strumentazione è stata tarata presso un centro LAT, i riferimenti sono: - CENTRO DI TARATURA ACERT LAT N 224 (ACCREDIA) - CERTIFICATO DI TARATURA N LAT del per fonometro e microfono - CERTIFICATO DI TARATURA N LAT del per calibratore

14 La calibrazione dello strumento è stata effettuata prima della prima misurazione e verificata in tutti i successivi cicli di determinazioni, le rilevazioni sono state effettuate in prossimità dei punti indicati in pianta, con il fonometro posizionato a mt. 1,55 dal suolo e microfono orientato verso la sorgente sonora. SORGENTE SONORA Rumore prodotto da macchinari presenti all interno della discarica CONDIZIONI METEOROLOGICHE DURANTE IL RILEVAMENTO Calma di vento TEMPO DI RIFERIMENTO DIURNO ,00 14,30-18,00 TEMPO DI OSSERVAZIONE Dalle ore 15,00 alle ore 17,00 pag 1 di 3 RILIEVO PUNTO R4 (zona di scarico IMPIANTO CONDIZIONAMENTO FANGHI NON IN FUNZIONE ) Macchinari in funzione al momento delle misurazioni: nessuno misura Tm = 15 min con sorgente sonora attiva - 63,6 db (A) RILIEVO PUNTO R5 (zona di scarico) Macchinari in funzione al momento delle misurazioni: escavatore misura Tm = 15 min con sorgente sonora attiva - 68,0 db (A) RILIEVO PUNTO R6 (esterno alla discarica ) misura Tm = 15 min

15 con sorgente sonora attiva - 65,6 db (A) RILEVAMENTO COMPLESSIVO DEL RUMORE CRITERIO DIFFERENZIALE PUNTO RILIEVO N 01 ( PLANIMETRIA) 1 Misura Tm = 15 min 2 misura Tm = 15 min DIFFERENZIALE RILEVATO con sorgente sonora inattiva con sorgente sonora attiva 62,3 db (A) 65,9 db (A) 3,6 db (A) pag 2 di 3 CRITERIO DIFFERENZIALE PUNTO RILIEVO N 02 ( PLANIMETRIA) 1 Misura Tm = 15 min 2 misura Tm = 15 min DIFFERENZIALE RILEVATO con sorgente sonora inattiva con sorgente sonora attiva 62,8 db (A) 65,3 db (A) 2,5 db (A) CRITERIO DIFFERENZIALE PUNTO RILIEVO N 03 ( PLANIMETRIA) 1 Misura Tm = 15 min 2 misura Tm = 15 min DIFFERENZIALE RILEVATO con sorgente sonora inattiva con sorgente sonora attiva 63,0 db (A) 65,9 db (A) 2,9 db (A) CRITERIO DIFFERENZIALE PUNTO RILIEVO N 04 ( PLANIMETRIA) 1 Misura Tm = 15 min 2 misura Tm = 15 min DIFFERENZIALE RILEVATO con sorgente sonora inattiva con sorgente sonora attiva 62,5 db (A) 65,7 db (A) 3,2 db (A) IL LIMITE MASSIMO DEL DIFFERENZIALE APPLICABILE, COME PREVISTO DALLA NORMATIVA VIGENTE E DI 5 db(a).

16 IL LIMITE PREVISTO PER LA ZONA INDUSTRIALE NELLA QUALE E SITUATA L ATTIVITÀ PRODUTTIVA RISULTA ESSERE DI db (A) 70 OVVERO CORRISPONDENTE ALLA CLASSE VI DELLA TABELLA 2 ( AREE DI TIPO ESCLUSIVAMENTE INDUSTRIALI ) D.P.C.M. 01/03/1991. LE MISURAZIONI SONO STATE EFFETTUATE IN ASSENZA DI PIOGGIA ED IN CONDIZIONI METEOROLOGICHE NORMALI. ESITO DELLA VERIFICA. IN BASE ALLE VERIFICHE EFFETTUATE, RISULTA CHE IL DIFFERENZIALE RILEVATO RISPONDE A QUANTO PREVISTO DAL D.P.C.M. 01/03/1991 IN TUTTI I PUNTI DI MISURAZIONE RILEVATI ED INDICATI NELL ALLEGATA PIANTA. LE RILEVAZIONI FONOMETRICHE SONO STATE EFFETTUATE NEI PUNTI A LIVELLO STRADALE RITENUTI PIU RISPONDENTI ALLA REALE SITUAZIONE. I LIMITI PREVISTI DAL D.P.C.M. 01/02/1991 IN RELAZIONE ALLA TABELLA 2-CLASSE VI, (ARRE ESCLUSIVAMENTE INDUSTRIALI) SI DICHIARANO RISPETTATI. NUORO LI 29/06/2015 pag 3 di 3 IL TECNICO COMPETENTE DR LINO BRUNDU

Consorzio Industriale Provinciale Via Michele Coppino, Sassari (SS) Discarica Barrabò - Porto Torres (SS)

Consorzio Industriale Provinciale Via Michele Coppino, Sassari (SS) Discarica Barrabò - Porto Torres (SS) 200/sca Campione: Acqua piezometro n.1 ph 7,28 - APAT 2060/2003 Conducibilità elettrica us/cm a 20 C 3610 - APAT 2030/2003 Ossidabilità mg/l O 2 2,88 - UNI EN ISO 8467:1997 Azoto ammoniacale mg/l NH 4

Dettagli

Metodi e apparecchiature

Metodi e apparecchiature Metodi e apparecchiature Matrici gassose Temperatura media Velocità media Tenore volumetrico di ossigeno Umidità Monossido di carbonio Ammoniaca Ossidi di azoto Ossidi di zolfo Protossido d azoto Ammine

Dettagli

Servizio CheckVeloce Qualitycheck. Richiesta di Preventivo Personalizzato

Servizio CheckVeloce Qualitycheck. Richiesta di Preventivo Personalizzato Servizio CheckVeloce Qualitycheck Richiesta di Preventivo Personalizzato. Sei libero di personalizzare il tuo Servizio CheckVeloce, scegliendo: i misurandi da valutare le matrici di tuo interesse. Istruzioni

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N DEL 29/11/2012

RAPPORTO DI PROVA N DEL 29/11/2012 Rimini, lì 29/11/2012 RAPPORTO DI PROVA N 1211603001 DEL 29/11/2012 Studio: 1211603 Data di ricevimento: 15/11/2012 Commessa/lotto: 46318451 Committente: URS Italia S.p.A. Campionamento effettuato da:

Dettagli

Piano di Monitoraggio e Controllo delle acque sotterranee

Piano di Monitoraggio e Controllo delle acque sotterranee REGIONE LAZIO PROVINCIA DI LATINA COMUNE DI LATINA COMPLESSO IMPIANTISTICO INTEGRATO PER IL TRATTAMENTO, RECUPERO E VALORIZZAZIONE DI RIFIUTI NON PERICOLOSI - DISCARICA PER RIFIUTI NON PERICOLOSI Località

Dettagli

PIANO DI MONITORAGGIO ESTERNO

PIANO DI MONITORAGGIO ESTERNO PIANO DI MONITORAGGIO ESTERNO REV. 01 Emiss in atmosfera-lab esterno emissione E1-Camino vasca 1 Pretrattamento Metodo di Campionamento Taratura Tecniche Analitiche Taratura Strumentazioni per Tecniche

Dettagli

MODULO MOD 01.6 LISTA METODI DI PROVA

MODULO MOD 01.6 LISTA METODI DI PROVA Pag. 1 di 11 Matrice acque di scarico parametro Metodo UM #*aldeidi APAT CNR IRSA 5010 A Man 29 2003 Anioni preparativa *azoto ammoniacale APAT CNR IRSA 4030 A2 Man 29 2003 *azoto ammoniacale MtdI 1 Rev.

Dettagli

SCHEDA OFFERTA 1. Prelievi e preparazione dei campioni:

SCHEDA OFFERTA 1. Prelievi e preparazione dei campioni: SCHEDA OFFERTA 1 PREZZI UNITARI PER OGNI PRELIEVO, PREPARAZIONE DEL CAMPIONE ED OGNI SINGOLA ANALISI (riferiti alle prestazioni richieste nella Scheda offerta 2) 1. A - Prelievi e preparazione dei campioni/metriali

Dettagli

LISTA METODI DI PROVA

LISTA METODI DI PROVA Pagina 1 di 7 Aldeidi mg/l acque APAT CNR IRSA 5010 A Man. 29 2003 Alluminio mg/l acque EPA 3015 A 2007 + EPA 6010 C 2007 Ammine aromatiche mg/l acque EPA 3535 A 2007 + EPA 8270 D 2007 Antimonio mg/l acque

Dettagli

* * * *

* * * * Campione di: Prelevatore: Dati Anagrafici Richiesta/Verbale n : Data Prelievo: Campione Formale: Punto Prelievo: Ditta/Struttura prelievo Comune di Prelievo: Cliente: Indirizzo cliente: Quesito: Modalità

Dettagli

REGIONE CAMPANIA COMUNE DI BASELICE. Provincia di Benevento LAVORI DI BONIFICA E MESSA IN SICUREZZA DELLA DISCARICA COMUNALE IN CONTRADA SERRE

REGIONE CAMPANIA COMUNE DI BASELICE. Provincia di Benevento LAVORI DI BONIFICA E MESSA IN SICUREZZA DELLA DISCARICA COMUNALE IN CONTRADA SERRE REGIONE CAMPANIA COMUNE DI BASELICE Provincia di Benevento LAVORI DI BONIFICA E MESSA IN SICUREZZA DELLA DISCARICA COMUNALE IN CONTRADA SERRE PROGETTO ESECUTIVO (Art. 33 D.P.R. 207/2010) PIANO DI MONITORAGGIO

Dettagli

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A.

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. ALLEGATO E al capitolato d'oneri ELENCO PREZZI LOTTO 1 Matrice Parametro

Dettagli

* * *TESTPC* * *

* * *TESTPC* * * Pagina 1 di 5 Dati Anagrafici Campione di: Prelevatore: Richiesta/Verbale n : Data Prelievo: Campione Formale: Punto Prelievo: Ditta/Struttura prelievo Comune di Prelievo: Cliente: Indirizzo cliente: Quesito:

Dettagli

ALLEGATO A LIMITI DI ACCETTABILITA. scarichi di acque reflue industriali in collettore CORDAR VALSESIA per autorizzazioni rilasciate ante DPR 59/2013

ALLEGATO A LIMITI DI ACCETTABILITA. scarichi di acque reflue industriali in collettore CORDAR VALSESIA per autorizzazioni rilasciate ante DPR 59/2013 ALLEGATO A LIMITI DI ACCETTABILITA 1 ph 5,5 9,5 4,5 10,5 5,5 9,5 5,5 9,5 4,5 10,5 4,5 10,5 2 Temperatura C 30 40 40 40 40 40 non perc. non perc. non perc. con non perc. con non perc. con non perc. con

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 7 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 Acque destinate al consumo umano Escherichia coli water and wastewater ed 21st 2005, 9223 A + 9223 B (2004) 2 Acque destinate al consumo umano, sotterranee

Dettagli

ambientale acque ACQUE POTABILI, REFLUE, PER USO INDUSTRIALE, PER USO IRRIGUO Area V Certificazione di Prodotto - Laboratorio Chimico Merceologico

ambientale acque ACQUE POTABILI, REFLUE, PER USO INDUSTRIALE, PER USO IRRIGUO Area V Certificazione di Prodotto - Laboratorio Chimico Merceologico QU01 Acque Alcalinità APAT CNR IRSA 2010 QU02 Acque Aldeidi QU03 Acque Anidride carbonica libera QU04 Acque Azoto ammoniacale APAT CNR IRSA 4030 A2 QU05 Acque Azoto nitrico APAT CNR IRSA 4040 A1 QU06 Acque

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAMENTO DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE ASSIMILABILI ALLE DOMESTICHE IN PUBBLICA FOGNATURA 1.

SCHEDA DI RILEVAMENTO DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE ASSIMILABILI ALLE DOMESTICHE IN PUBBLICA FOGNATURA 1. SCHEDA DI RILEVAMENTO DATI TECNICI SULLO SCARICO DI ACQUE REFLUE ASMILABILI ALLE DOMESTICHE IN PUBBLICA FOGNATURA 1. TIZIE GENERALI Ditta Sede legale ( ) via n Titolare / legale rappresentante 2. DATI

Dettagli

ANALISI ACQUE DI SCARICO 2011 USCITA FINALE SF1

ANALISI ACQUE DI SCARICO 2011 USCITA FINALE SF1 ANALISI ACQUE DI SCARICO USCITA FINALE SF1 Det. Dirig. 8353/2009 Provincia di Roma ph 5,5-9,5 8,17 Temperatura C 35 20,0 COD mg/l 15 160 25,60 SO 3 = mg/l * 0,1 1 =< 0,1 (=) SO 4 = mg/l 0,15 1000 83,70

Dettagli

PROGETTO LIFE 13 ENV/IT/ RINASCE Attività di monitoraggio chimico-fisico delle acque superficiali

PROGETTO LIFE 13 ENV/IT/ RINASCE Attività di monitoraggio chimico-fisico delle acque superficiali Consorzio di Bonifica dell'emilia Centrale PROGETTO LIFE 13 ENV/IT/000169 RINASCE Attività di monitoraggio chimico-fisico delle acque superficiali CAMPAGNA MONITORAGGIO ANTE OPERAM Dati GENNAIO-OTTOBRE

Dettagli

SCHEDE TECNICHE DI AZIONE

SCHEDE TECNICHE DI AZIONE Allegato 3 SCHEDE TECNICHE DI AZIONE SEZIONE A): AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO 1 1. RIDUZIONE e/o TRATTAMENTO EMISSIONI IN ATMOSFERA INVESTIMENTI AMMISSIBILI Riduzione e/o trattamento emissioni in atmosfera

Dettagli

AZOTO AMMONIACALE AZOTO NITRICO. Pag. 1 di 8

AZOTO AMMONIACALE AZOTO NITRICO. Pag. 1 di 8 Pag. 1 di 8 ELENCO PROVE E METODI MATRICE: ACQUE PARAMETRO METODO MATRICE ALCALINITA' TOTALE APAT CNR IRSA 2010B MAN 29 03 Acque naturali e di ALDEIDI (COMPOSTI CARBONILICI) TOTALI APAT CNR IRSA 5010A

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 7 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 Acque destinate al consumo umano Escherichia coli water and wastewater ed 21st 2005 9223 A + 9223 2 Acque destinate al consumo umano, sotterranee atteri

Dettagli

MICRO-B srl Via Cremona, 25/b 46041 Asola (MN) C.F. : 02140460201_ P. Iva: 02140460201 Tel. : 0376 712079 Fax : 0376 719207 Web: www.micro-bsrl.it e-mail: info@micro-bsrl. Reg. Imp. : MN 02140460201 R.E.A.

Dettagli

Relazione Conclusiva

Relazione Conclusiva AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione generale PIANO DI MONITORAGGIO AMBIENTALE DEGLI STAGNI DI S. GIOVANNI E DI MARCEDDI E DELLA ANTISTANTE FASCIA MARINO COSTIERA

Dettagli

TRAFORO AUTOSTRADALE DEL FREJUS - GALLERIA DI SICUREZZA - LOTTO 2 OPERE CIVILI LATO ITALIA

TRAFORO AUTOSTRADALE DEL FREJUS - GALLERIA DI SICUREZZA - LOTTO 2 OPERE CIVILI LATO ITALIA TRAFORO AUTOSTRADALE DEL FREJUS - GALLERIA DI SICUREZZA - LOTTO 2 OPERE CIVILI LATO ITALIA MONITORAGGIO AMBIENTALE - FASE ANTE OPERAM Componente acque sotterranee Obiettivi specifici Descrizione dell area

Dettagli

Ordine Professionale dei Chimici della Provincia di Brescia 6 Ottobre Dr. Paolo Pedersini

Ordine Professionale dei Chimici della Provincia di Brescia 6 Ottobre Dr. Paolo Pedersini Ordine Professionale dei Chimici della Provincia di Brescia 6 Ottobre 2010 LA CARATTERIZZAZIONE DEI RIFIUTI: NORMATIVA RECENTE E ALCUNI CASI DI DIFFICILE APPLICAZIONE APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI 10802

Dettagli

Discariche di RSU Formazione del percolato Formazione ed evoluzione del biogas. Aldo Garofolo

Discariche di RSU Formazione del percolato Formazione ed evoluzione del biogas. Aldo Garofolo Discariche di RSU Formazione del percolato Formazione ed evoluzione del biogas. Aldo Garofolo Percolato liquido e biogas sono i prodotti della demolizione biochimica di sostanze organiche e inorganiche

Dettagli

Rapporto di prova N 3998 del 10/10/2016

Rapporto di prova N 3998 del 10/10/2016 Via F.lli Bandiera, 24 2831 Seregno lab.brianzacque@legalmail.it tel. 362 23 23 14 Codice di accettazione campione: Rapporto di prova N 3998 del 1/1/216 POT16_21153LIMBIATE Oggetto sottoposto a prova:

Dettagli

Laboratorio e servizi GENESI SRL MATRICE: ACQUE

Laboratorio e servizi GENESI SRL MATRICE: ACQUE Laboratorio e servizi GENESI SRL data 12.02.10 rev.04 mod.23.04 Firma RGQ Nota= * analisi subappaltate ad altri laboratori ** analisi accreditate SINAL # in fase di accreditamento MATRICE: ACQUE PARAMETRO

Dettagli

Fiume Lete (Campania)

Fiume Lete (Campania) Fiume Lete (Campania) Fiume appenninico della Campania, affluente di sinistra del Volturno; 20 km. Nasce nel massiccio calcareo del Matese e al termine del suo corso superiore, presso il centro di Letino

Dettagli

RAMOGNINA AMBIENTE S.R.L.

RAMOGNINA AMBIENTE S.R.L. ALLEGATO E RAMOGNINA AMBIENTE S.R.L. Piano di monitoraggio Pagina 1 di 15 Indice 1 FINALITÀ DEL MONITORAGGIO...3 2 TIPOLOGIA DEL MONITORAGGIO...3 3 CONSUMO IDRICO...3 4 CONSUMO COMBUSTIBILI...4 5 BILANCIO

Dettagli

A B C D E F G Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di cloro

A B C D E F G Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di cloro Rev. 05 del 08/04/2014 Pag. 1 di 5 D.L. 31/01 D.G.R. 28/05/03 Controlli sistematici Indicativamente mensili A B C D E F G Cloro /biossido di cloro Cloro /biossido di Cloro /biossido di cloro Cloro /biossido

Dettagli

PROVINCIA DI NUORO Direzione Generale - Ufficio di Piano

PROVINCIA DI NUORO Direzione Generale - Ufficio di Piano Allegato III Determinazione n.634 del 05/03/2010 PROVINCIA DI NUORO Direzione Generale - Ufficio di Piano ALLEGATO AIA : III Alla Determinazione N. 634 DEL 05/03/2010 Autorizzazione Integrata Ambientale

Dettagli

Umidità UNI ISO 1442:2010. Carne e prodotti a base di carne conservati N. di iodio LC/MP/N Rev.11 UNI EN ISO :2004

Umidità UNI ISO 1442:2010. Carne e prodotti a base di carne conservati N. di iodio LC/MP/N Rev.11 UNI EN ISO :2004 DENOMINAZIONE DELLA PROVA METODO DI PROVA MATRICE Umidità UNI ISO 1442:2010 Carne e prodotti della carne Cloruri (come NaCl) LC/MP/N.6 2012 Rev.10 Carne e prodotti a base di carne conservati Attività dell

Dettagli

ALLEGATO 2. non percettibile dopo diluizione 1:40 su spessore di 10 cm

ALLEGATO 2. non percettibile dopo diluizione 1:40 su spessore di 10 cm Tabella 1 - Assimilabilità degli scarichi a quelli degli insediamenti esclusivamente abitativi - Art. 16 Materiali sedimentabili ml/ l 5 Materiali in sospensione totali ml/ l 700 BOD5 mg/ l 400 COD mg/

Dettagli

OUTLET FACTORY STORE Monitoraggio Ambientale

OUTLET FACTORY STORE Monitoraggio Ambientale PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE OUTLET FACTORY STORE Monitoraggio Ambientale MONITORAGGIO POST OPERA 8^ CAMPAGNA GENNAIO 206 Componente Acque Superficiali Committente BMG Noventa Srl Via

Dettagli

PROVINCIA DI COMO PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE

PROVINCIA DI COMO PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE Fasc. n. 16.05/2006-43 N 19155 di protocollo N 175/A/ECO del 19 maggio 2016 PROVINCIA DI COMO PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE Ditta: SO.GE.IM.E. Srl con sede legale in Comune di

Dettagli

LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013

LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013 LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013 All.MQ_4.4_02 rev.00 del 30.03.2013 Pagina 1 di 23 MATRICE: ACQUE PARAMETRO METODO PREZZO ph APAT CNR IRSA 2060 Man 5,00 Conducibilità elettrolitica

Dettagli

Total P Total S Ammonio NH 4

Total P Total S Ammonio NH 4 2- - - LIMS Code Conductivity Calcio Magnesio Mg Sodio Na Potassio K Ione cloruro Cl- Solfati SO 4 Nitrati NO 3 Cation Total Anion Total Bromo Br Nitriti NO 2 µs cm -1 mg l -1 mg l -1 mg l -1 mg l -1 mg

Dettagli

METODI ANALISI TERRENO

METODI ANALISI TERRENO Data aggiornamento 0/0/202 Accreditato ACCREDIA Residui residuo a 600 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 residuo secco a 05 C DM 3/09/999 SO n 85 GU n 248 2/0/999 Met II.2 umidità DM 3/09/999

Dettagli

LABORATORI CHIMICI STANTE srl

LABORATORI CHIMICI STANTE srl RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI Etichettatura e sigilli: Numero del Rapporto di Prova: 403 Committente: Produttore del campione: MPS - Terra vagliata ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/2 40124

Dettagli

Rapporto di Prova N. 1772/16

Rapporto di Prova N. 1772/16 Comune di Campo Calabro (3430-09 (#00 Piazza Martiri 89052 Campo Calabro (RC Numero campione: 1.772 Data inizio prove: 12/05/2016 Data ricevimento: 12/05/2016 Data termine prove: 15/05/2016 Temperatura

Dettagli

ALLEGATO 2. Piano di Monitoraggio e Controllo

ALLEGATO 2. Piano di Monitoraggio e Controllo PROVINCIA DI CAGLIARI-PROVINCIA DE CASTEDDU ASSESSORATO ALLE POLITICHE ERGETICHE - POLITICHE AMBITALI ECONOMIA VERDE Settore Ecologia e Protezione Civile Via diego Cadello, 9b 09121 CA ALLEGATO 2 Piano

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI Etichettatura e sigilli: MPS - terra vagliata Numero del Rapporto di Prova: 895 Committente: ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti 1/2 40124 Bologna(BO) Produttore

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua naturale Durezza Totale APAT CNR IRSA 2040 B Man 29 2003 Acqua potabile e acqua naturale Ossidabilità Rapporti ISTISAN 2007/31 pag 97 met. ISS

Dettagli

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l.

SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI. ECOFELSINEA S.r.l. via Dei Poeti, 1/ Bologna(BO) ECOFELSINEA S.r.l. SUPPLEMENTO N. 1 AL RAPPORTO DI PROVA SU CAMPIONE DI MATERIALI Etichettatura e sigilli: Numero del Rapporto di Prova: 4176 Committente: Produttore del campione: MPS - Frantumato da demolizione ECOFELSINEA

Dettagli

Identificazione del Rapporto di prova Codice numerico 0168/16 Revisione 000 Emissione Data 15/03/2016 AMM.NE C.LE VALPRATO SOANA

Identificazione del Rapporto di prova Codice numerico 0168/16 Revisione 000 Emissione Data 15/03/2016 AMM.NE C.LE VALPRATO SOANA CHIONO DEL VELIERO S.A.S. L A B O R A T O R I O R I C O N O S C I U T O D A L L A R E G I O N E P I E M O N T E. N. 60 LABORATORIO DI ANALISI CHIMICHE INDUSTRIALI E MERCEOLOGICHE LABORATORIO PETROLCHIMICO

Dettagli

"$ & "$!% %!" ' ( ) ' * ' +, # + + $-&.+!/0120

$ & $!% %! ' ( ) ' * ' +, # + + $-&.+!/0120 !"!#"$!"# $! "$ "$ & "$!% %!" ' ( ) ' * ' +, # + + $-&.+!/0120 "+!%3&3220./0 * ) ) 45 "%"& #' &%"&() #' *&%"& & + %"&,&,-./ &&) #' +"" " 6%6 &%,,"",0) ' &%-%,1"&%-"&%""&+-%&2()34()! 56 ""% -,,%,--"&( #78/.#

Dettagli

Tariffa relativa alla esecuzione di prelievi ed analisi TARIFFARIO PRELIEVI ED ANALISI ARIA

Tariffa relativa alla esecuzione di prelievi ed analisi TARIFFARIO PRELIEVI ED ANALISI ARIA A LLEGATO V (articolo 3, comma 2)5 Tariffa relativa alla esecuzione di prelievi ed analisi La tariffa T A per le attività indicate al comma 2 dell articolo 3, è pari alla somma degli importi di cui alle

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 4 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque civili, industriali, reflue, sotterranee e superficiali Fluoruri, bromuri, cloruri, nitrati, nitriti, fosfati, solfati Metalli disciolti: Argento,

Dettagli

Caratteristiche del progetto

Caratteristiche del progetto Caratteristiche del progetto Localizzazione e inquadramento generale Il presente progetto riguarda la richiesta di rinnovo di autorizzazione allo scarico ai sensi della L.R. n.60/2001 e s.m.i. di un impianto

Dettagli

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO FOGNARIO DI DEPURAZIONE E DEGLI SCARICHI MAGGIO 2001. TITOLO I...4 FINALITA DEL REGOLAMENTO...4 ART.1 Oggetto del regolamento...4 ART. 2 Ambito

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA SCHEDA A - ANAGRAFICA IMPIANTO A / 1 1 - INFORMAZIONI GENERALI GESTORE RESPONSABILE LEGALE DELL'INSEDIAMENTO

PROVINCIA DI FOGGIA SCHEDA A - ANAGRAFICA IMPIANTO A / 1 1 - INFORMAZIONI GENERALI GESTORE RESPONSABILE LEGALE DELL'INSEDIAMENTO CATASTO DEGLI SCARICHI - AGGLOMERATI PROVINCIA DI FOGGIA SCHEDA A - ANAGRAFICA IMPIANTO A / 1 PROVINCIA (Cod. ISTAT) 071 COMUNE (Cod. ISTAT) COMUNE (Cod. catastale) COD. RILEVATORE 1 - INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 5 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 2 3 Acque potabili, naturali, industriali, di scarico Alluminio, Antimonio, Arsenico, Bario, Berillio, Boro, Cadmio, Calcio, Cobalto, Cromo, Ferro, Magnesio,

Dettagli

23/03/2016. Signature Not Verified. Firma Digitale. a cura del servizio prelevatore. Dati Anagrafici. Accettazione a cura dello Sportello di: BOLOGNA

23/03/2016. Signature Not Verified. Firma Digitale. a cura del servizio prelevatore. Dati Anagrafici. Accettazione a cura dello Sportello di: BOLOGNA Sezione Provinciale di Bologna Laboratorio Integrato Resp.: Dott.ssa Maria Antonietta Bucci Sabattini via F.Rocchi,19 40138 Bologna tel. 051.396211 fax. 051.342642 e-mail aoobo@cert.arpa.emr.it Signature

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14 Data emissione: 23 settembre 2014 Committente: RUGGERI SERVICE SpA - Strada Statale 275 Maglie Leuca, Muro Leccese(LE) Sito di provenienza: Stabilimento di Muro Leccese Matrice dichiarata: Emissioni in

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua naturale Durezza Totale APAT CNR IRSA 2040 B Man 29 2003 Acqua potabile e acqua naturale Ossidabilità Rapporti ISTISAN 2007/31 pag 97 met. ISS

Dettagli

Fiume Tappino (Molise)

Fiume Tappino (Molise) Fiume Tappino (Molise) Nasce dal monte La Rocca (m 1000), presso Vinchiaturo. Affluente di sinistra del fiume Fortore di fronte a Poggio Valva. Alle sue sorgenti riceve molti rivi e torrenti, specialmente

Dettagli

1. SISTEMA DI MONITORAGGIO DELLE EMISSIONI (SME)

1. SISTEMA DI MONITORAGGIO DELLE EMISSIONI (SME) 1. SISTEMA DI MONITORAGGIO DELLE EMISSIONI (SME) 1.1. CHI REALIZZA IL PIANO TAB B1 RUOLI DEI SOGGETTI CHE HANNO COMPETENZA NELL ESECUZIONE DELLO SME SOGGETTI Gestore dell impianto Autorità Competente Autorità

Dettagli

Bene Vagienna. Periodo di riferimento: gennaio giugno Parametro. unità di misura

Bene Vagienna. Periodo di riferimento: gennaio giugno Parametro. unità di misura Bene Vagienna Nitrati mg/l NO 3 13,9 50 Cloruri mg/l Cl 15,3 250 Solfati mg/l SO 4 97,7 250 Bicarbonato mg/l HCO 3 122 non previsto Calcio mg/l Ca 78,4 non previsto Magnesio mg/l Mg 8,2 non previsto Sodio

Dettagli

IMPIANTO DI VIA CARUSO (Via Caruso 150 Comune di Modena)

IMPIANTO DI VIA CARUSO (Via Caruso 150 Comune di Modena) IMPIANTO DI VIA CARUSO (Via Caruso 150 Comune di Modena) Discarica per rifiuti speciali non pericolosi con capacità superiore a 10 ton/giorno Impianto soggetto ad Autorizzazione Integrata Ambientale :

Dettagli

CAMPIONAMENTO PER ANALISI ACQUE

CAMPIONAMENTO PER ANALISI ACQUE 1 RIFERIMENTI NORMATIVI ISTRUZIONE OPERATIVA 7.5-02 IO 04 rev. 8 del 20/05/2015 APAT CNR IRSA 1030 Man 29 2003 D.Lgs. 152/06 e s.m.i. UNI EN ISO 19458:2006 D.Lgs. 2 febbraio 2001 n.31 2 PREMESSA Copia

Dettagli

La scelta del metodo di campionamento ed analisi nelle emissioni convogliate. Il ruolo di Arpav

La scelta del metodo di campionamento ed analisi nelle emissioni convogliate. Il ruolo di Arpav La scelta del metodo di campionamento ed analisi nelle emissioni convogliate. Il ruolo di Arpav Antonio Uguaglianza Arpav Dap PADOVA auguaglianza@arpa.veneto.it I Il ruolo di Arpav: Consulenza tecnica

Dettagli

PRESCRIZIONI E VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ACQUA IN ATTUAZIONE DELLA PRESCRIZIONE N. UA11 (SCARICHI PARZIALI INDUSTRIALI)

PRESCRIZIONI E VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ACQUA IN ATTUAZIONE DELLA PRESCRIZIONE N. UA11 (SCARICHI PARZIALI INDUSTRIALI) PRESCRIZIONI E VALORI LIMITE DI EMISSIONE IN ACQUA IN ATTUAZIONE DELLA PRESCRIZIONE N. UA11 (SCARICHI PARZIALI INDUSTRIALI) A LLEGATO II 1.1 IDENTIFICAZIONE DEGLI SCARICHI FINALI L intero complesso dell

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 5 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano, di piscina Conta di Legionella spp (compresa Legionella pneumophila) UNI EN ISO 11731-2: 2008 Acque destinate al

Dettagli

Denno e Campodenno. Servizio Geologico 1

Denno e Campodenno. Servizio Geologico 1 Denno e Campodenno Figura 1 : mappa con l ubicazione delle sorgenti selezionate ed analizzate (in rosso) con il codice che le caratterizza univocamente; per le sole sorgenti utilizzate a scopo potabile

Dettagli

I parametri di qualità chimica e microbiologica per la caratterizzazione delle acque

I parametri di qualità chimica e microbiologica per la caratterizzazione delle acque Parte 3. I parametri di qualità chimica e microbiologica per la caratterizzazione delle acque Corso di Competitività e Sostenibilità A.A. 2014/2015 Massimo Raboni. PhD mraboni@liuc.it Parametri chimici

Dettagli

SCHEDA DESCRITTIVA DEL RIFIUTO

SCHEDA DESCRITTIVA DEL RIFIUTO 1) PRODUTTORE (Detentore) SCHEDA DESCRITTIVA DEL RIFIUTO Nome o ragione sociale: Legale rappresentante o suo formale delegato per la gestione rifiuti: Sede legale: Tel: Fax: Codice fiscale: Partita IVA

Dettagli

SCHEDA E MODALITA DI GESTIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI E PIANO DI MONITORAGGIO

SCHEDA E MODALITA DI GESTIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI E PIANO DI MONITORAGGIO SCHEDA E MODALITA DI GESTIONE DEGLI ASPETTI AMBIENTALI E PIANO DI MONITORAGGIO E.1 Quadro di sintesi delle variazioni delle modalità di gestione ambientale 2 E.2 Piano di monitoraggio 3 E.2.1 Aria 4 E.2.2

Dettagli

Capitolo 7 MONITORAGGI

Capitolo 7 MONITORAGGI 426 Capitolo 7 MONITORAGGI 427 7.1 IL MONITORAGGIO Nel presente capitolo vengono definiti i piani di monitoraggio ambientale relativi al dissociatore molecolare e alla relativa discarica. 7.1.1 Monitoraggio

Dettagli

Rapporto di attività

Rapporto di attività Centro Ricerche Casaccia Rapporto di attività Esecuzione di analisi chimico-fisiche volte alla caratterizzazione delle acque e dell'aria dell'impianto di smaltimento rifiuti urbani di Cupinoro - Bracciano

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA 12/

RAPPORTO DI PROVA 12/ LAB N 0051 RAPPORTO DI PROVA 12/000129134 data di emissione 20/04/2012 Spett.le Codice intestatario 0001818/010 NESTLE' ITALIANA SPA VIA E. MATTEI, 12 30020 SUMMAGA (VE) IT Dati campione Numero di accettazione

Dettagli

Gli impatti ambientali della discarica per rifiuti non pericolosi di Rio Riazzone

Gli impatti ambientali della discarica per rifiuti non pericolosi di Rio Riazzone Provincia di Reggio Emilia Comune di Castellarano Gli impatti ambientali della discarica per rifiuti non pericolosi di Rio Riazzone Anno di gestione 2006 PIANO DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO 1 Agenzia Regionale

Dettagli

10. IPPC pag Ispezioni ambientali

10. IPPC pag Ispezioni ambientali Agenzia Regionale per la Protezione e Prevenzione Ambientale del Veneto 47 10. IPPC pag. 47 10.1 Ispezioni ambientali 10.1.00.01 10.1.00.02 Controllo impianto di allevamento intensivo di pollame o di suini,

Dettagli

PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO

PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO Dati identificativi dell impianto Impianto Localizzazione Gestore Malagrotta 2 - Impianto di preselezione e riduzione volumetrica dei rifiuti solidi urbani collegato alla

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI: NORMATIVA ED ASPETTI DI IMPATTO AMBIENTALE --RECUPERO DA RIFIUTI

LA GESTIONE DEI RIFIUTI: NORMATIVA ED ASPETTI DI IMPATTO AMBIENTALE --RECUPERO DA RIFIUTI Seminario di aggiornamento Brindisi, settembre 2009 LA GESTIONE DEI RIFIUTI: NORMATIVA ED ASPETTI DI IMPATTO AMBIENTALE -- a cura di Mauro Dotti ENEA-ACS 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 NORMATIVA DM 5 FEBBRAIO

Dettagli

industria fibre tessili, filati, tessuti e confezioni

industria fibre tessili, filati, tessuti e confezioni industria fibre tessili, filati, tessuti e confezioni TE01 Allungamento a rottura (trama-ordito) UNI EN ISO 13934-1:2013 TE02 Altezza UNI EN 1773:1998 TE06 Armatura UNI 8099:1980 TE09 Filati e tessuti

Dettagli

Discarica per rifiuti non pericolosi (cella 8) sita in località Fornace Nigra nel comune di Torrazza Piemonte (TO)

Discarica per rifiuti non pericolosi (cella 8) sita in località Fornace Nigra nel comune di Torrazza Piemonte (TO) Discarica per rifiuti non pericolosi (cella 8) sita in località Fornace Nigra nel comune di Torrazza Piemonte (TO) A.I.A. n.198-41792/2013 Relazione Annuale ELENCO DELLE REVISIONI REV. N Descrizione Revisioni

Dettagli

Multiservizi S.p.A. Laboratorio Analisi

Multiservizi S.p.A. Laboratorio Analisi Pagina 1 di 8 Via Artigianato 9 Ancona 71/2893445 Punto di Prelievo : MMSR 1 Foce di Committente: C.I.I.P. Verifica A Richiesto da : CIIP Geom. Belardinelli Parametri Indicatori Colore (s.pt/co) mg/l Torbidita'

Dettagli

ALLEGATO B. Piano analitico impianti

ALLEGATO B. Piano analitico impianti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE TECNICA, AMMINISTRATIVA ED OPERATIVA DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE E DELLE STAZIONI DI SOLLEVAMENTO FOGNARIO. PERIODO 2015 2017. ALLEGATO B Piano

Dettagli

Fiume Vara (Liguria) Confluenza nel fiume Magra Ligure. Sorgente del fiume Vara. Comando Carabinieri per la Tutela dell Ambiente 99

Fiume Vara (Liguria) Confluenza nel fiume Magra Ligure. Sorgente del fiume Vara. Comando Carabinieri per la Tutela dell Ambiente 99 Fiume Vara (Liguria) Il Vara nasce dal Monte Zatta e scorre interamente in provincia di La Spezia, per 64 Km, fino alla confluenza con il fiume Magra, sotto Vezzano Ligure. In epoche più antiche, prima

Dettagli

Lago Sauris (Friuli Venezia Giula)

Lago Sauris (Friuli Venezia Giula) Lago Sauris (Friuli Venezia Giula) LAGO DI SAURIS FOTO N. 24: Cartina recante ubicazione geografica del Lago di Sauris. 77 FOTO N. 25 e 26: Immagini del Lago Sauris. Sauris è situato nella valle del Lumiei,

Dettagli

Rumore Vibrazioni Elettrosmog

Rumore Vibrazioni Elettrosmog FE Ù VALUTAZIONE DEL CLIMA ACUSTICO PER UN PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AMBITO NOC R7 NEL COMUNE DI NOCETO (PR) REALIZZAZIONE DI N 10 LOTTI A DESTINAZIONE RESIDENZIALE Committente: Parrocchia di San Martino

Dettagli

Gruppo di progettazione PIANO DI SORVEGLIANZA MONITORAGGIO E CONTROLLO

Gruppo di progettazione PIANO DI SORVEGLIANZA MONITORAGGIO E CONTROLLO AREA FUNZIONALE DEL TERRITORIO Settore Tutela Ambiente C.so Nizza, 21 12100 Cuneo S.P.E.M.E S.r.l Sede legale: Reg. Pilone Rocche n. 35 12020 Venasca (CN) P.IVA: 00170090047 Sede operativa: Regione Pilone

Dettagli

Trattamento e trasformazione del latte Via Nettunense km Anzio Nuove Cartiere di Tivoli S.r.l. (Società)

Trattamento e trasformazione del latte Via Nettunense km Anzio Nuove Cartiere di Tivoli S.r.l. (Società) Provincia di Roma Dipartimento IV Servizio 3 Ufficio Autorizzazione Integrata Ambientale Impianto Localizzazione Gestore Trattamento e trasformazione del latte Via Nettunense km 33.00 - Anzio Nuove Cartiere

Dettagli

Catalogo prove-listino_prezzi_sige_rev04_ xls Rifiuti Pag. 1 di 5

Catalogo prove-listino_prezzi_sige_rev04_ xls Rifiuti Pag. 1 di 5 Rifiuto Campionamento UNI 10802: 2013 Pacchetto classificazione terre e rocce Rifiuto Residuo secco, sostanza secca UNI EN 14346 2007 Met A Rifiuto Cromo totale UNI EN ISO 13657 2004+ EPA 6010D 2014 Rifiuto

Dettagli

DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT)

DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT) DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT) A.I.A. n.124 del 09.12.2008 Relazione Annuale Gennaio Dicembre Data 28/01/14 Rev: 0 Pagina

Dettagli

DICHIARA DI OFFRIRE PER LA FORNITURA DI REAGENTI - LOTTO 8 (INORGANICI)

DICHIARA DI OFFRIRE PER LA FORNITURA DI REAGENTI - LOTTO 8 (INORGANICI) ALLEGATO 7 - MODULO OFFERTA - LOTTO 8 AFFIDAMENTO FORNITURA TRIENNALE REAGENTI PER LABORATORI ARPAS l sottoscritt, titolare/legale rappresentante della con sede in, via partita IVA DICHIARA DI OFFRIRE

Dettagli

Sezione di Bologna Discarica di rifiuti non pericolosi HERAMBIENTE S.p.A. sita in Comune di Baricella, via Bocche n. 20

Sezione di Bologna Discarica di rifiuti non pericolosi HERAMBIENTE S.p.A. sita in Comune di Baricella, via Bocche n. 20 Sezione di Bologna Discarica di rifiuti non pericolosi HERAMBIENTE S.p.A. sita in Comune di Baricella, via Bocche n. 20 Esiti delle attività di controllo e monitoraggio Anno di gestione 2015 Bologna, ottobre

Dettagli

1. INTRODUZIONE IL PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO FINALITÀ RUOLI E RESPONSABILITÀ REGISTRAZIONE DEI DATI...

1. INTRODUZIONE IL PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO FINALITÀ RUOLI E RESPONSABILITÀ REGISTRAZIONE DEI DATI... INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 1 2. IL PIANO DI MONITORAGGIO E CONTROLLO... 2 2.1 FINALITÀ... 2 2.2 RUOLI E RESPONSABILITÀ... 2 3. REGISTRAZIONE DEI DATI... 3 4. GESTIONE DELLE ANOMALIE... 4 5. STRUTTURA

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 3717/15

RAPPORTO DI PROVA N. 3717/15 Spett.le P3 SRL VIA SALVO D'ACQUISTO, 5 35010 RONCHI DI VILLAFRANCA (PD) Sigla del campione SFRIDI E SCARTI DI LAVORAZIONE PANNELLI POLIURETANICI COMPOSTI Numero accettazione 3717 Campione ricevuto 08/07/2015

Dettagli

orientale della Val Giudicarie Inferiore, dove affiorano litologie prevalentemente dolomitiche.

orientale della Val Giudicarie Inferiore, dove affiorano litologie prevalentemente dolomitiche. Borgo Chiese Figura 1 : mappa con l ubicazione delle sorgenti selezionate ed analizzate (in rosso) con il codice che le caratterizza univocamente; per le sole sorgenti utilizzate a scopo potabile sono

Dettagli

Esiti delle attività di controllo e monitoraggio Anno di gestione 2015

Esiti delle attività di controllo e monitoraggio Anno di gestione 2015 Sezione di Bologna Discarica di rifiuti non pericolosi HERAMBIENTE Spa sita in Comune di Galliera, Via San Francesco, 1 Esiti delle attività di controllo e monitoraggio Anno di gestione 2015 Bologna, Ottobre

Dettagli

Controlli e normativa

Controlli e normativa Controlli e normativa CONTROLLI INTERNI ESTERNI I controlli interni sono i controlli che il gestore è tenuto ad effettuare per la verifica della qualità dell'acqua destinata al consumo umano mediante laboratori

Dettagli

Piano di Monitoraggio e Controllo

Piano di Monitoraggio e Controllo Comune di Arienzo Provincia di Caserta AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE AIA-IPPC - (D. Lgs. n 59/2005 e ss.mm.ii.) - Allevamenti Falco S.r.l. Sede Legale: Via Fontanavecchia, 15 81021 ARIENZO (CE) Stabilimento:

Dettagli

Riva del Garda. Servizio Geologico 1

Riva del Garda. Servizio Geologico 1 Figura 1 : mappa con l ubicazione delle sorgenti selezionate ed analizzate (in rosso) con il codice che le caratterizza univocamente; per le sole sorgenti utilizzate a scopo potabile sono riportate con

Dettagli

Palù del Fersina e Sant Orsola terme

Palù del Fersina e Sant Orsola terme e Sant Orsola terme In Val dei Mocheni si hanno dati analitici solo dei comuni di e di Sant Orsola, oltre che del comune di Pergine Valsugana, trattato a parte. Dal punto di vista geologico l area è molto

Dettagli

Ufficio Aria Dipartimento Provinciale

Ufficio Aria Dipartimento Provinciale CAMPAGNA DI MONITORAGGIO E METALLI P.zza VITTORIO EMANUELE - POTENZA - ANNO 15 1 Gestione, Manutenzione ed Elaborazione a cura di: Ufficio Aria, Dip. prov. Potenza P.I. Giuseppe Taddonio P.I. Rocco Marino

Dettagli

NORMATIVA ACQUE 2008

NORMATIVA ACQUE 2008 NORMATIVA ACQUE 2008 ACQUE POTABILI 1. CLASSIFICAZIONE La normativa vigente definisce le acque destinate al consumo umano come le acque trattate o non trattate, destinate ad uso potabile, per la preparazione

Dettagli