CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti"

Transcript

1 Circolare n. 36 del 29 maggio 2012 Oggetto: Finanziamenti ai Dipendenti Serie: PERSONALE Argomento: CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE DEL PERSONALE Finanziamenti Società interessate: Ambito: Tutti Decorrenza: Immediata Scadenza: Impatto PROCESSO STRUTTURE STRUMENTI MODULI TASSI/ CONDIZIONI/ VALORI % PRODOTTI/ CAMPAGNE COMUNICAZIONI CLIENTELA Con l obiettivo di riprendere ed aggiornare la normativa inerente alle agevolazioni creditizie previste per il personale dipendente, riepiloghiamo di seguito i criteri e le modalità di concessione degli stessi. Nel ricordare che ai dipendenti non è consentito sconfinare nell utilizzo del proprio rapporto di c/c senza preventiva esplicita richiesta e conseguente autorizzazione concessa, tramite il Servizio Risorse Umane, dal Direttore Generale, precisiamo che le agevolazioni, concesse dall Azienda ai propri dipendenti nei limiti e con le modalità di seguito indicate fatte salve in ogni caso le autonome valutazioni di rischio e di merito creditizio possono avere le seguenti forme tecniche: Apertura di credito per utilizzoin conto corrente; Prestito Prontacassa; Mutuo ipotecario agevolato prima casa; Mutuo/prestito discrezionale (in forma ipotecaria o chirografaria). I beneficiari dell apertura di credito in conto corrente e del prestito Prontacassa sono tutti i dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato che hanno superato il periodo di prova. I beneficiari del mutuo ipotecario agevolato prima casa e del mutuo/prestito discrezionale sono tutti i dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato con un anzianità riconosciuta di almeno tre anni. Gli affidamenti sono concessi esclusivamente per motivi di necessità personali o familiari del dipendente, con esclusione di ogni altra pertinenza attinente, in particolare, ad attività commerciali o professionali. La destinazione dell affidamento deve essere espressamente dichiarata dal dipendente in sede di richiesta. In caso di richiesta di Mutuo/prestito discrezionale, il dipendente deve altresì dettagliare, motivare e documentare le proprie specifiche esigenze. Precisiamo che tutte le facilitazioni sono accordabili dalla Banca previa positiva valutazione sotto il profilo del merito creditizio. In allegato riportiamo il dettaglio delle condizioni applicate. Cordiali saluti. Allegati: 1 - Dettaglio condizioni applicate 2 Modulo dichiarazione del Dipendente pag 1 di 1

2 APERTURA DI CREDITO PER UTILIZZO IN CONTO CORRENTE L affidamento per APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE è concesso esclusivamente per motivi di necessità personale o familiare del dipendente, con esclusione di ogni altra destinazione attinente ad attività commerciali o professionali. La destinazione dell affidamento deve essere espressamente esplicitata dal dipendente in sede di compilazione del modulo di richiesta e riportata nella pratica di fido elettronica: ciò al fine di fornire, a supporto della domanda, adeguata motivazione per la successiva istruttoria. L istruttoria della pratica, una PEF ordinaria, deve essere predisposta dalla Filiale presso cui è radicato il conto corrente di accredito dello stipendio (categoria 231 o 232), previa richiesta del Dipendente, da formalizzarsi sul modulo di richiesta di concessione del fido (UBI/10017), completato in ogni sua parte e sottoscritto, oltre che dallo stesso dipendente, anche dagli eventuali cointestatari del conto. Il suddetto modulo in originale, completato con tutte le firme previste, deve essere trasmesso a mezzo posta interna al Servizio Risorse Umane della Direzione Centrale della Banca, in Torino, Via Santa Teresa, n. 11: al riguardo, precisiamo che, solo al ricevimento dello stesso, la pratica può essere esaminata ed evasa. Nell iter di valutazione, può essere sempre richiesta, ove lo si ritenga necessario, l acquisizione della garanzia fideiussoria del coniuge. I blocchi informativi da richiedere, in aggiunta a quelli obbligatori, sono: 1. Collegati 2. Centrale Rischi 3. Foglio andamento relazione La scadenza da inserire è di tipo interno, con validità a revoca, durata 12 mesi, da inserire direttamente in Filiale in fase di istruttoria. IMPORTI AMMESSI Gli importi massimi erogabili ad ogni dipendente in pianta stabile ovvero confermato a tempo indeterminato secondo le presenti disposizioni sono fissati come segue: per il personale con anzianità di servizio sino a 3 anni: fino all importo di 7.000,00 per il personale con anzianità di servizio da 3 a 5 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio da 5 a 10 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio da 10 a 15 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio da 15 a 20 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio oltre 20 anni: fino all importo di ,00 L importo dell apercredito richiesta viene così ripartito: fino ad Euro 7.000,00 codice fido L021 (c/c cat. 231 e 232) da Euro 7.000,00 e fino ad Euro ,00 codice fido L020 (c/c cat. 231 e 232) da Euro ,00 e fino ad Euro ,00 codice fido L022 (c/c cat. 231 e 232). Il tasso è attualmente così stabilito: fino ad Euro 7.000,00: tasso creditore + spread 1% da Euro 7.000,00 e fino ad Euro ,00: tasso creditore + spread 1,25% da Euro ,00 e fino ad Euro ,00: tasso creditore + spread 1,50%. L Autonomia di delibera da indicare è : Direttore Generale. pag. 1 di 5

3 Lo sportello interno di ricezione della PEF che viene valorizzato automaticamente assume il codice 0012 (Servizio Risorse Umane). Le fasi successive all istruttoria ed alla proposta della pratica riguardanti la necessaria valutazione del rischio e del merito creditizio, la verifica del possesso dei requisiti di anzianità, la corrispondenza delle coordinate bancarie del conto stipendi, l esistenza delle necessarie motivazioni e la corrispondenza delle stesse con la forma prescelta, il controllo dell utilizzo contestuale con eventuali prestiti Prontacassa e/o con concessioni discrezionali e la delibera della pratica stessa vengono evase dalle Strutture della Direzione Centrale della Banca, per quanto di rispettiva competenza. PRESTITO PRONTACASSA Il prestito PRONTACASSA è concesso esclusivamente per motivi di necessità personale o familiare del dipendente, con esclusione di ogni altra destinazione attinente ad attività commerciali o professionali. La destinazione del prestito deve essere espressamente esplicitata dal dipendente in sede di compilazione del modulo di richiesta e riportata nella pratica di fido elettronica: ciò al fine di fornire, a supporto della domanda, adeguata motivazione per la successiva istruttoria. L istruttoria della pratica, una PEF ordinaria, deve essere predisposta dalla Filiale presso cui è radicato il conto corrente di accredito dello stipendio (categoria 231 o 232), previa richiesta del Dipendente, da formalizzarsi sul modulo di Richiesta di Prestito Personale (UBI/10017), completato in ogni sua parte e sottoscritto, oltre che dallo stesso dipendente, anche dagli eventuali cointestatari del conto. Il suddetto modulo in originale, completato con tutte le firme previste, deve essere trasmesso a mezzo posta interna al Servizio Risorse Umane della Direzione Centrale della Banca, in Torino, Via Santa Teresa, n. 11: al riguardo, precisiamo che, solo al ricevimento dello stesso, la pratica può essere esaminata ed evasa. Nell iter di valutazione, può essere sempre richiesta, ove lo si ritenga necessario, l acquisizione della garanzia fideiussoria del coniuge. I blocchi informativi da richiedere, in aggiunta a quelli obbligatori, sono: 1. Collegati 2. Centrale Rischi 3. Foglio andamento relazione La scadenza da inserire è di tipo Ammortizzabile, con durate predeterminate in 12, 18, 24, 36, 48 mesi e massima 60 mesi, con rimborso mediante rate mensili scadenti il 28 di ogni mese. IMPORTI AMMESSI Gli importi massimi concedibili ad ogni dipendente in pianta stabile ovvero confermato a tempo indeterminato secondo le presenti disposizioni sono fissati come segue: per il personale con anzianità di servizio sino a 3 anni: fino all importo di 7.000,00 per il personale con anzianità di servizio da 3 a 5 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio da 5 a 10 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio da 10 a 15 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio da 15 a 20 anni: fino all importo di ,00 per il personale con anzianità di servizio oltre 20 anni: fino all importo di ,00 Il tasso è attualmente così stabilito: fino ad Euro 7.000,00: tasso creditore + spread 1% da Euro 7.000,00 e fino ad Euro ,00: tasso creditore + spread 1,25% da Euro ,00 e fino ad Euro ,00: tasso creditore + spread 1,50%. pag. 2 di 5

4 La richiesta di prestito Prontacassa comporta l accensione di uno o più rapporti in procedura ELISE Finanziamenti, da individuare fra i seguenti prodotti: DIPCHIVARBRE11566 per prestito Prontacassa regolato al tasso creditore + spread 1,00% - fino ad Euro 7.000,00; DIPCHIVARBRE11567 per prestito Prontacassa regolato al tasso creditore + spread 1,25% - da Euro 7.001,00 fino ad Euro ,00; DIPCHIVARBRE11568 per prestito Prontacassa regolato al tasso creditore + spread 1,50% - da Euro ,00 fino ad Euro ,00. L Autonomia di delibera da indicare è: Direttore Generale. Lo sportello interno di ricezione della PEF che viene valorizzato automaticamente assume il codice 0012 (Servizio Risorse Umane). Le fasi successive all istruttoria ed alla proposta della pratica riguardanti la necessaria valutazione del rischio e del merito creditizio, la verifica del possesso dei requisiti di anzianità, la corrispondenza delle coordinate bancarie del conto stipendi, l esistenza delle necessarie motivazioni e la corrispondenza delle stesse con la forma prescelta, il controllo dell utilizzo contestuale con eventuali aperture di credito per scoperto in conto corrente e altri prestiti Prontacassa e/o con concessioni discrezionali e la delibera della pratica stessa vengono evase dalle Strutture della Direzione Centrale della Banca, per quanto di rispettiva competenza. RICHIESTE PROMISCUE Fermo restando che gli importi massimi di concessione, stabiliti in base all anzianità maturata e regolati con agevolazioni secondo convenzioni, sono quelli indicati ai punti precedenti e sono fra di loro cumulabili, sempre nel rispetto del limite massimo univocamente previsto, si precisa che, in caso di utilizzo promiscuo di un apertura di credito e di un finanziamento Prontacassa, a quest ultimo viene data la priorità di utilizzo degli scaglioni a tassi inferiori. Ad esempio, la richiesta di un aperture di credito di Euro ,00 e di un Prontacassa di Euro ,00 viene così strutturata: Euro 7.000,00 di Prontacassa, con tasso pari al tasso creditore + spread 1% Euro 8.000,00 di Prontacassa, con tasso pari al tasso creditore + spread 1,25% Euro ,00 di apercredito, codice fido L020 Euro 8.000,00 di apercredito, codice fido L022 In ogni caso, come detto, il predetto limite non può essere superiore all importo complessivo di Euro ,00. MUTUO PRIMA CASA AGEVOLATO DIPENDENTI Il Mutuo Casa Primaria o Prima Casa è riservato ai dipendenti della Banca assunti a tempo indeterminato con un anzianità riconosciuta di almeno 3 anni (nel caso di coniugi entrambi dipendenti l agevolazione non si duplica, mentre è sufficiente che l anzianità prevista sia stata raggiunta da almeno uno dei due coniugi). L importo massimo concedibile è attualmente fissato in Euro ,00 (non cumulabile con gli altri finanziamenti), rimborsabili in 10 o 15 o 20 anni. Il Mutuo Casa Primaria o Prima Casa è concesso una sola volta con le seguenti eccezioni: - sopravvenuta inidoneità dell abitazione dovuta ad un aumento del nucleo familiare; - trasferimento del dipendente disposto dall Azienda a cui consegua un effettivo cambio di residenza. La concessione di un secondo mutuo Prima Casa è in ogni caso sempre subordinata alla vendita dell immobile oggetto del precedente mutuo ad eccezione dei casi di ristrutturazione del proprio immobile per ampliamento. pag. 3 di 5

5 L importo richiedibile è quindi pari al debito residuo del mutuo che viene estinto maggiorato della differenza tra l importo massimo concedibile, fissato in Euro ,00, e l importo del prestito originariamente concesso. Il finanziamento deve riferirsi esclusivamente ad immobili: intestati al dipendente o cointestati allo stesso con il coniuge, figli, genitori; da destinare a propria abitazione abituale; da acquistare o già acquistati nei 12 mesi anteriori alla domanda; acquistati con accollo di mutuo di altra Banca a condizioni più onerose negli ultimi 12 mesi della richiesta di mutuo (è finanziabile l estinzione dello stesso); da ristrutturare, sempre che le spese siano in corso o siano state sostenute nei 12 mesi anteriori alla data della domanda; da costruire, sempre che la costruzione non sia stata ultimata alla data di presentazione della domanda. L immobile a cui il finanziamento si riferisce non può essere dato in garanzia per più di un operazione di mutuo agevolato. In caso di pensionamento, il mutuo può essere mantenuto alle condizioni agevolate fino alla naturale estinzione, a condizione che il pensionato disponga per l accredito automatico della pensione sul conto corrente presso la Banca stessa. L importo del mutuo non può superare l 80% del valore dell immobile già esistente da ipotecare, del costo delle opere da eseguire sull immobile da ipotecare, ivi compreso il costo dell area o dell immobile da ristrutturare; l erogazione della somma può essere consentita anche su stati di avanzamento dei lavori. Il tasso è attualmente pari al 2,60%. E prevista altresì la possibilità di mutuo con durata sino a 25 anni: in tal caso viene però applicato un tasso superiore di 0,20 punti percentuali rispetto a quanti stabilito per durate sino a 20 anni. Il rimborso avviene mediante pagamento di rate semestrali posticipate scadenti il 10 dei mesi di gennaio e di luglio di ogni anno e l addebito delle rate deve avvenire tassativamente sul c/c di accredito dello stipendio. Il mutuo è esente da ogni spesa e commissione, comprese le spese di istruttoria e di perizia. E a carico del mutuatario il solo rimborso delle spese vive, degli oneri fiscali, delle spese notarili e di quant altro previsto dal contratto di mutuo. Nella Filiale ove è radicato il c/c di accredito dello stipendio, deve essere istruita una PEF ordinaria, Autonomia di delibera Direttore Generale, con necessaria apertura del rapporto nella specifica procedura ELISE: DIPIPOVARBRE11564 per mutuo PRIMA CASA ORDINARIO; DIPIPOVARBRE11565 per mutuo PRIMA CASA SINO A 25 ANNI. Gli aspetti tecnico legali e di valutazione del rischio sono di competenza della Struttura Crediti della Direzione Centrale, che provvede anche a presentare la pratica al Direttore Generale per la inerente delibera, mentre il Servizio Risorse Umane interviene a supporto per la verifica dell esistenza dei previsti requisiti. Al Servizio Risorse Umane, ai fini della suddetta verifica, devono pervenire in originale a mezzo posta interna i suddetti moduli: 1. Domanda di Mutuo Anticipazione ), completo di tutta la documentazione tecnico-legale relativa alla garanzia ipotecaria; 2. modulo Richiesta di concessione fido (UBI/10017) pag. 4 di 5

6 3. una propria dichiarazione predisposta sul Modulo dichiarazione allegato alla presente circolare, attestante il possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti per poter usufruire delle agevolazioni; tutti i suddetti documenti, dopo verifica per quanto di competenza delle Risorse Umane, vengono trasmessi alla predetta Struttura Crediti. ALTRI FINANZIAMENTI DISCREZIONALI Il Personale dipendente, fatte salve le forme agevolate previste ai punti precedenti, può inoltre accedere, fermi restando i generali requisiti di affidabilità e di valutazione del merito creditizio e secondo l iter operativo previsto per la clientela ordinaria, ad ulteriori finanziamenti sotto forma di: apertura di credito in conto corrente; prestito Prontacassa discrezionale; mutuo discrezionale ipotecario ordinario a dipendenti. I relativi tassi di interesse vengono determinati dall Azienda: attualmente tasso creditore + spread 1,75%. L importo dei suddetti finanziamenti è variabile, in funzione ed in presenza dei generali requisiti di affidabilità che regolano ordinariamente le concessioni di credito. Tali requisiti vengono valutati caso per caso dall Azienda, sulla base delle motivazioni e documentazioni che il dipendente deve produrre. Il relativo ammortamento è semestrale per il solo mutuo discrezionale ipotecario ordinario a Dipendenti, mentre per gli altri finanziamenti discrezionali avviene in forma costante mensile, con possibilità di trattenuta della relativa rata, in caso di prestito chirografario, anche sul foglio retribuzioni. Il tasso minimo per il mutuo ipotecario discrezionale è fissato in misura pari al tasso creditore di conto corrente applicato ai dipendenti aumentato di 1,75 punti percentuali e, comunque, non inferiore al tasso tempo per tempo applicato al Mutuo Casa Primaria : attualmente, pertanto, al Mutuo discrezionale con ammortamento a 10 o 15 o 20 anni viene applicato il tasso pari al 2,75%. Analogamente al Mutuo Casa Primaria, anche al Mutuo discrezionale con ammortamento con durata superiore a 20 anni e sino a 25 anni viene applicato un tasso superiore di 0,20 punti percentuali a quello normalmente stabilito: al momento, quindi, lo stesso è pari al 2,95%. I rapporti interessati per tali finanziamenti devono essere contrassegnati con il codice di convenzione previsto per la tipologia secondo conto dipendenti : detti finanziamenti quindi insistono e/o fanno riferimento a questo secondo conto e non debbono riferirsi al conto per l accredito delle stipendio. In Filiale deve essere istruita una PEF Ordinaria, con Autonomia di delibera Direttore Generale. Riportiamo di seguito i riferimenti in ELISE da inserire DIPCHIVARBRE11569 per prestito DISCREZIONALE; DIPIPOVARBRE11596 per mutuo DISCREZIONALE DURATA MAX 20 ANNI; DIPIPOVARBRE11569 per mutuo DISCREZIONALE DURATA MAX 25 ANNI. Qualora la richiesta di affidamento riguardasse sia prestiti in convenzione, sia prestiti discrezionali, deve comunque essere sempre istruita una PEF Ordinaria, con Autonomia di delibera Direttore Generale. Come già ricordato, tutte le facilitazioni sono accordabili dalla Banca previa positiva valutazione sotto il profilo del merito creditizio. pag. 5 di 5

7 Spettabile Direzione Generale Il sottoscritto nato a il, residente a CHIEDE Ai sensi del nuovo Regolamento per la concessione di finanziamenti agevolati ai Dipendenti, un mutuo ipotecario agevolato al Personale Prima Casa Dell importo di Euro della durata di anni Per l acquisto / costruzione / ristrutturazione / di (descrizione del bene offerto in garanzia): DICHIARA - di essere dipendente in servizio, in pianta stabile presso dal / / ; - di non essere proprietario di altri beni immobili; - di non aver mai usufruito del mutuo ipotecario a favore del Personale; oppure - di aver già usufruito di precedente mutuo agevolato al personale dipendente di Euro : l importo richiesto di Euro è quindi pari al debito residuo del mutuo, se è da estinguersi, maggiorato della differenza tra l importo massimo concedibile e l importo del prestito originariamente concesso. Il finanziamento viene richiesto per: - di intestare l immobile in capo al sottoscritto (e al coniuge / figli / ); - di impegnarsi a destinare l immobile a propria residenza abituale per tutta la durata del finanziamento; - di non aver richiesto per la stessa finalità l anticipazione sul trattamento di fine rapporto, il cui ammontare, sommato all importo da mutuarsi, superi il valore di acquisto; - di aver acquistato l immobile in data / /, per l importo d Euro (come da allegato compromesso di acquisto) e/o di avere in corso lavori di costruzione / ristrutturazione per un importo di Euro (come da allegato computo metrico / fatture / quietanze di spesa); - di concedere ipoteca di primo grado, o di grado successivo al primo, a garanzia del mutuo; - che lo stipendio è accreditato su C/C n. presso la Filiale di ; - che il proprio reddito mensile netto ammonta a Euro ; - che il reddito complessivo famigliare mensile netto ammonta a Euro ; Distinti saluti, DATA FIRMA

Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007)

Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007) CONTO CORRENTE PERSONALE BANCA Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007) Tasso creditore BCE 0,50 Norme generali: - è intestato al dipendente o al pensionato; - può essere cointestato

Dettagli

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA!

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! Nel sottolineare l importanza dell impegno svolto dalle commissioni tecniche costituite dalle Organizzazioni Sindacali, che, in seguito al lavoro svolto ha permesso di individuare

Dettagli

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Il giorno 8 luglio 2011, in Brescia Tra Il Banco di Brescia SPA

Il giorno 8 luglio 2011, in Brescia Tra Il Banco di Brescia SPA Il giorno 8 luglio 2011, in Brescia Tra Il Banco di Brescia SPA La Delegazione Sindacale Aziendale composta da: DIRCREDITO/FD FABI FIBA/CISL FISAC/CGIL SINFUB UILCA e Premesso che: con lettera del 16 marzo

Dettagli

per essere sempre 1informato e tutelato, porta sempre la bussola con te.

per essere sempre 1informato e tutelato, porta sempre la bussola con te. PERIODICO DI INFORMAZIONE SINDACALE EDIZIONE SPECIALE per essere sempre 1informato e tutelato, porta sempre la bussola con te. 1 PRESENTAZIONE Questo numero de LA BUSSOLA e interamente dedicato alle nuova

Dettagli

Finanziamenti e Condizioni agevolate

Finanziamenti e Condizioni agevolate Finanziamenti e Condizioni agevolate Edizione gennaio 2011 Pagina 1 Sommario 1 NUOVO PACCHETTO DI CONDIZIONI AGEVOLATE... 3 2 CONDIZIONI C/C E DEPOSITI AMINISTRATI... 3 3 APERTURA DI CREDITO FIDUCIARIA...

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO Art. 1 - Premessa Il Comune di Fusignano, pone in essere azioni finalizzate a favorire l incremento

Dettagli

MUTUI E PRESTITI PERSONALI A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO E DELLA FEDERAZIONE DELLE BCC DELL ABRUZZO E DEL

MUTUI E PRESTITI PERSONALI A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO E DELLA FEDERAZIONE DELLE BCC DELL ABRUZZO E DEL MUTUI E PRESTITI PERSONALI A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO E DELLA FEDERAZIONE DELLE BCC DELL ABRUZZO E DEL MOLISE Articolo 1 IMPORTI MASSIMI CONCEDIBILI ACQUISTO

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti agevolati per l abitazione

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti agevolati per l abitazione Allegato alla delibera n. del Comune di Solarolo Provincia di Ravenna Regolamento per l assegnazione di finanziamenti agevolati per l abitazione Art. 1 OGGETTO Al fine di agevolare i nuclei familiari ed

Dettagli

MUTUI PRIMA CASA E PRESTITI PERSONALI

MUTUI PRIMA CASA E PRESTITI PERSONALI MUTUI PRIMA CASA E PRESTITI PERSONALI A FAVORE DEL PERSONALE DIPENDENTE DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO E DELLA FEDERAZIONE DELLE BCC DELL ABRUZZO E DEL MOLISE Articolo 1 IMPORTI MASSIMI CONCEDIBILI

Dettagli

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Emittente: Direzione Centrale Risorse Umane Destinatari: Gruppo Intesa Sanpaolo Società Italia Percorso: ARCO Regole Gestione

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA INFORMAZIONI GENERALI SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (ai sensi del D.L. n. 185/2008)

Dettagli

ART. 1 ART. 2. Le operazioni di finanziamento verranno perfezionate alle seguenti condizioni:

ART. 1 ART. 2. Le operazioni di finanziamento verranno perfezionate alle seguenti condizioni: CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PONZANO VENETO E GLI ISTITUTI DI CREDITO RIGUARDANTE LE MODALITA RELATIVE ALLA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI PER L ACQUISTO, LA COSTRUZIONE

Dettagli

Sì, i familiari superstiti sono equiparati in tutto e per tutto agli iscritti.

Sì, i familiari superstiti sono equiparati in tutto e per tutto agli iscritti. I MUTUI ENPAM DOMANDE E RISPOSTE 1. A chi può essere concesso il mutuo? A tutti gli iscritti che hanno almeno 3 anni consecutivi di anzianità d iscrizione e di contribuzione effettiva e sono in regola

Dettagli

MUTUI IPOTECARI. Regolamento dei mutui

MUTUI IPOTECARI. Regolamento dei mutui MUTUI IPOTECARI Regolamento dei mutui Avviso a decorrere dalla rata con scadenza 30 giugno 2005 i tassi d'interesse (3,20% fisso - 2,90% variabile) previsti dal nuovo Regolamento in vigore dal 1/01/2005

Dettagli

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente RISOLUZIONE N. 46/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 maggio 2010 Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente Con

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E......

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE. - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA - ENPAPI (di seguito anche Ente) E...... (di seguito Istituto bancario) PER IL FINANZIAMENTO DELL AVVIO

Dettagli

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE ANTICIPAZIONE DEL T.F.R. E DELLO ZAINETTO In questi giorni sono state pubblicate su Intranet le circolari aziendali sui finanziamenti agevolati e sulle nuove regole

Dettagli

A cura della Segreteria Provinciale S.A.P.P.e di Novara

A cura della Segreteria Provinciale S.A.P.P.e di Novara A cura della Segreteria Provinciale S.A.P.P.e di Novara 1 COS E IL MUTUO INPDAP Il mutuo inpdap è un mutuo ipotecario per l'acquisto della prima casa erogato dall' Istituto Nazionale per i Dipendenti dell'

Dettagli

AVVERTENZA I dati relativi alle prestazioni sono soggetti ad aggiornamenti periodici

AVVERTENZA I dati relativi alle prestazioni sono soggetti ad aggiornamenti periodici Edizione 2012 AVVERTENZA I dati relativi alle prestazioni sono soggetti ad aggiornamenti periodici Prima di presentare domanda verificare le condizioni vigenti su www.inpdap.gov.it o presso gli Urp di

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso. Multiopzione. Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso. Multiopzione. Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE La trattativa sull armonizzazione di fine anno ha riguardato anche le condizioni agevolate e i finanziamenti per il personale, ottenendo significativi miglioramenti

Dettagli

Circolare n. 1250 Siena, 21 luglio 2015

Circolare n. 1250 Siena, 21 luglio 2015 Circolare n. 1250 Siena, 21 luglio 2015 A TUTTI I SOCI SERVIZIO SANITÀ: INTERVENTO PER CURE DENTARIE Il Consiglio di Amministrazione della Cassa, nell intento di rispondere sempre più alle aspettative

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

MUTUI IPOTECARI E FONDIARI DESTINATI ALL ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI DA PARTE DI SOGGETTI CONSUMATORI (INFORMAZIONI GENERALI)

MUTUI IPOTECARI E FONDIARI DESTINATI ALL ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI DA PARTE DI SOGGETTI CONSUMATORI (INFORMAZIONI GENERALI) MUTUI IPOTECARI E FONDIARI DESTINATI ALL ACQUISTO/RISTRUTTURAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI DA PARTE DI SOGGETTI CONSUMATORI (INFORMAZIONI GENERALI) A) Istituto erogante il mutuo 1. Nome e indirizzo dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI

FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale: Viale Europa, 65,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUI PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE 1^ CASA

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUI PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE 1^ CASA FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUI PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE 1^ CASA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca

Dettagli

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona

IL MUTUO. Che cos è. Come funziona IL MUTUO Che cos è Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine, erogato da una banca o da altro intermediario finanziario autorizzato, rimborsabile attraverso pagamenti rateali secondo il piano di

Dettagli

FALCRI INTESA-SANPAOLO ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI DIPENDENTI IN SERVIZIO ATTIVO ED IN QUIESCENZA DI INTESA SANPAOLO E GRUPPO INTESA SANPAOLO

FALCRI INTESA-SANPAOLO ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI DIPENDENTI IN SERVIZIO ATTIVO ED IN QUIESCENZA DI INTESA SANPAOLO E GRUPPO INTESA SANPAOLO FALCRI INTESA-SANPAOLO ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI DIPENDENTI IN SERVIZIO ATTIVO ED IN QUIESCENZA DI INTESA SANPAOLO E GRUPPO INTESA SANPAOLO Via Mercato, 5 20121 Milano Tel. 02-860437 Fax 02-89011448 www.falcri-is.org

Dettagli

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE

FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE FINANZIAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE La trattativa sull armonizzazione di fine anno ha riguardato anche le condizioni agevolate e i finanziamenti per il personale, ottenendo significativi miglioramenti

Dettagli

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE Il presente Foglio Informativo è rivolto ai clienti non Consumatori e ai clienti Consumatori che intendono richiedere

Dettagli

MODALITÁ OPERATIVE IN MATERIA DI ANTICIPAZIONI

MODALITÁ OPERATIVE IN MATERIA DI ANTICIPAZIONI Alico Italia S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale Viale Castro Pretorio, 124 00185 Roma Tel.: +39 06 492161 Fax: +39 06 49216300 Unionfondo Fondo Pensione Aperto Iscritto all Albo dei Fondi Pensione

Dettagli

AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI. Premessa

AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI. Premessa ALLEGATO A ALLA D.G.R DEL 2013 AVVISO 2013 PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI Premessa L iniziativa s inserisce nell ambito della collaborazione attivata

Dettagli

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI 1. Definizioni Prima casa ammessa a contributo. Si intende l abitazione che usufruisce delle agevolazioni

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO DESTINATO A CLIENTELA PRIVATA

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO DESTINATO A CLIENTELA PRIVATA (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO DESTINATO A CLIENTELA PRIVATA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società

Dettagli

COMUNE DI RIOLUNATO. (Provincia di Modena)

COMUNE DI RIOLUNATO. (Provincia di Modena) COMUNE DI RIOLUNATO (Provincia di Modena) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI A TASSO AGEVOLATO PER INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO, URBANISTICO ED AMBIENTALE NEL TERRITORIO COMUNALE Approvato con

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53

MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53 FOGLIO INFORMATIVO _Riserve} MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53 {N_Aggiornamento} Data aggiornamento: 02/02/2011

Dettagli

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30%

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30% Si riporta, di seguito, l offerta commerciale dedicata alle aziende associate ad Ipe Coop Confidi a valere sull operatività con la CCIAA di Roma. Le condizioni riportate nel presente documento sono valide

Dettagli

Piano Base. Multiopzione Piano Bilanciato. Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare alla Clientela.

Piano Base. Multiopzione Piano Bilanciato. Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare alla Clientela. Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

Schede prodotto Mutui Ipotecari Casa

Schede prodotto Mutui Ipotecari Casa SEZIONE SCHEDE PRODOTTO Schede prodotto Mutui Ipotecari Casa Mutuo Kevios a tasso variabile e rata costante (indicizzato al tasso Euribor) Descrizione del prodotto: Questo prodotto prevede lo sviluppo

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Affari Generali

SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Affari Generali COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA Piazza Vittorio Emanuele II n.31-48010 Cotignola (RA) Telefono: 0545/908811 - Telefax: 0545/41282 P.IVA 00148580392 e-mail: comunecotignola@racine.ra.it SETTORE

Dettagli

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA Si avvisa la gentile clientela che questa Banca ha aderito all Accordo tra ABI e associazioni dei consumatori per la sospensione (per 12 mesi) dei

Dettagli

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Compagnia delle Opere Bergamo Confindustria Bergamo ANCE Bergamo Fiaip Bergamo Confcooperative Bergamo Legacoop

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO INFORMAZIONI PERSONALIZZATE

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO INFORMAZIONI PERSONALIZZATE PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO INFORMAZIONI PERSONALIZZATE 08 luglio 2015 Questo prospetto informativo è parte integrante del Codice volontario di condotta in materia di informativa precontrattuale

Dettagli

CONDIZIONI RISERVATE AL PERSONALE IN SERVIZIO ED IN QUIESCENZA

CONDIZIONI RISERVATE AL PERSONALE IN SERVIZIO ED IN QUIESCENZA CONDIZIONI RISERVATE AL PERSONALE IN SERVIZIO ED IN QUIESCENZA INDICE 1. CONTO CORRENTE CATEGORIA 05 pag. 2 2. SERVIZIO DB INTERACTIVE pag. 3 3. CAMBIO ASSEGNI pag. 3 4. OPERAZIONI VARIE pag. 3 5. BANCOMAT

Dettagli

Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sicilia Direzione Gestione Tributi Ufficio Servizi al Contribuente

Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sicilia Direzione Gestione Tributi Ufficio Servizi al Contribuente Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sicilia Direzione Gestione Tributi Ufficio Servizi al Contribuente DETRAZIONI DEGLI INTERESSI PASSIVI DERIVANTI DA MUTUI IPOTECARI PER L ACQUISTO E LA COSTRUZIONE

Dettagli

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino-Firenze)

Dettagli

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Giugno 2009 PREMESSA Con decorrenza 11 giugno 2009, al Personale destinatario delle normative in materia di condizioni

Dettagli

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze)

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI Si riportano di seguito le schede prodotto con le relative condizioni economiche dedicate a tutte le Aziende associate a Confesercenti con fatturato

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUO CASA PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI AD USO ABITATIVO

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUO CASA PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI AD USO ABITATIVO FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUO CASA PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI AD USO ABITATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE. Destinati al cliente Consumatore

MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE. Destinati al cliente Consumatore INFORMAZIONI SULLA BANCA MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE Destinati al cliente Consumatore Banca Federico Del Vecchio s.p.a. Sede legale: Via dei Banchi n.5 50123 Firenze Sede amministrativa:, Viale

Dettagli

PRESTITI ACQUISIZIONE ALLOGGIO

PRESTITI ACQUISIZIONE ALLOGGIO Sportello ARCA SE/04 (indicare Sportello e regione di appartenenza) PRESTITI ACQUISIZIONE ALLOGGIO DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL PRESTITO Il/La sottoscritto/a Codice fiscale (Cognome) (Nome) residente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL MUTUO IPOTECARIO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL MUTUO IPOTECARIO MUTUO IPOTECARIO FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Piazza S. M. Soprarno 1, 50125 Firenze Tel.: 055 24631 Fax: 055 2463231 E-mail: info@bancaifigest.it Sito internet: http://www.bancaifigest.com

Dettagli

Condizioni riservate al Personale in servizio ed in quiescenza

Condizioni riservate al Personale in servizio ed in quiescenza Condizioni riservate al Personale in servizio ed in quiescenza Edizione Agosto 2011 INDICE 1. CONTO CORRENTE CATEGORIA 05 pag. 3 2. SERVIZIO DB INTERACTIVE pag. 4 3. CAMBIO ASSEGNI pag. 4 4. OPERAZIONI

Dettagli

MODALITA PER LA RICHIESTA DI ANTICIPAZIONI

MODALITA PER LA RICHIESTA DI ANTICIPAZIONI MODALITA PER LA RICHIESTA DI ANTICIPAZIONI L iscritto può conseguire anticipazioni sulla posizione individuale maturata, che il Fondo provvederà ad erogare ai sensi della normativa vigente e a quanto di

Dettagli

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE _l _ sottoscritt Cod. Fisc. Nat_ a: il / / Residente a prov. in Via: n. C.A.P. tel. cell. e-mail Data 1^ iscrizione a previdenza complementare

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI EDILIZI AGEVOLATI P R E M E S S A

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI EDILIZI AGEVOLATI P R E M E S S A Automobile Club d Italia DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI EDILIZI AGEVOLATI P R E M E S S A La finalità del presente regolamento è quella di disciplinare la concessione di mutui edilizi agevolati

Dettagli

Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0407) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino-Firenze)

Dettagli

Fondo Pensione Dipendenti Gruppo ENEL

Fondo Pensione Dipendenti Gruppo ENEL REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DELLE ANTICIPAZIONI DI CUI ALL ART. 27 DELLO STATUTO DEL FOPEN 1. BENEFICIARI Come previsto dal D.Lgs 124/93 e successive modifiche hanno titolo a richiedere l anticipazione

Dettagli

Foglio Informativo MUTUO RATA PROTETTA aggiornato al 20 giugno 2014. Foglio Informativo MUTUO RATA PROTETTA. Informazioni sulla banca

Foglio Informativo MUTUO RATA PROTETTA aggiornato al 20 giugno 2014. Foglio Informativo MUTUO RATA PROTETTA. Informazioni sulla banca Foglio Informativo MUTUO RATA PROTETTA Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci - Società Cooperativa per Azioni Sede legale: Via Vittorio Emanuele, 44 57022 Castagneto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO

FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via Siemens,

Dettagli

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE

REGIONE LIGURIA 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA DI AGEVOLAZIONE REGIONE LIGURIA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE CON ALMENO UN FIGLIO MINORE PER LA RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE 1. OBIETTIVI E TIPOLOGIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

FOGLIO COMPARATIVO SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO COMPARATIVO SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO di San Marco dei Cavoti e del Sannio-Calvi Società Cooperativa Partita IVA 00064400625 Sede legale e amministrativa in San Marco dei Cavoti, Piazza Risorgimento, n. 16 - tel.

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI EDILIZI AGEVOLATI P R E M E S S A

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI EDILIZI AGEVOLATI P R E M E S S A Automobile Club d Italia DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI EDILIZI AGEVOLATI P R E M E S S A La finalità del presente regolamento è quella di disciplinare la concessione di mutui edilizi agevolati

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI PRESTITO PER ACQUISIZIONE ALLOGGIO Disciplina straordinaria

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI PRESTITO PER ACQUISIZIONE ALLOGGIO Disciplina straordinaria ARCA REGIONALE ABRUZZO DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI PRESTITO PER ACQUISIZIONE ALLOGGIO Disciplina straordinaria Il sottoscritto (cognome e nome del lavoratore) C.F. residente* a Prov. CAP in Via/Piazza

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO ORDINARIO A DURATA VARIABILE

MUTUO IPOTECARIO ORDINARIO A DURATA VARIABILE Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari IL PRESENTE FOGLIO INFORMATIVO NON EDIZIONE N. 12 COSTITUISCE OFFERTA

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011 Allegato A Prot. n. 1645 Pratica n. 16761/2010 Tit. 08 Cat. 07 Cl. 01 BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI ARTIGIANALI TURISTICHE E DEI SERVIZI ANNO 2011 IL DIRIGENTE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per

Dettagli

A T U T T I I S O C I

A T U T T I I S O C I Siena, 18 Agosto 2006 Circolare n.1032 A T U T T I I S O C I Oggetto: Sovvenzioni ai Soci Informiamo i nostri Soci che il Consiglio di Amministrazione di questa Cassa Mutua ha deciso di articolare le sovvenzioni

Dettagli

CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE VOLONTARIO DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA SEZIONE I relativa alle INFORMAZIONI GENERALI a proposito dei MUTUI offerti (da consegnare al consumatore nella fase precontrattuale) Pagina 1 di

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti OPERATIVITA A BREVE TERMINE I finanziamenti a breve termine sono regolati a tasso variabile, pari all Euribor maggiorato dei seguenti spread: Spread

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/9 CREDITI SPECIALI

FOGLIO INFORMATIVO C/9 CREDITI SPECIALI FOGLIO INFORMATIVO C/9 CREDITI SPECIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale: Viale Europa,

Dettagli

Foglio Informativo Mutui Fondiari

Foglio Informativo Mutui Fondiari Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

Foglio Informativo Mutuo Chirografario a Imprese

Foglio Informativo Mutuo Chirografario a Imprese Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO PER I MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA TRASFORMAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI ( MUTUI CASA ) Questo documento costituisce un

Dettagli

Banca, UniCredit Banca di Roma, Bipop Carire, Banco di Sicilia e UniCredit Corporate Banking.

Banca, UniCredit Banca di Roma, Bipop Carire, Banco di Sicilia e UniCredit Corporate Banking. CONVENZIONE ABI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE PER LA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI A TASSO E A RATA VARIABILE, IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DL N.93/2008 (CONVERTITO IN LEGGE 126/2008) INTRODUZIONE

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani Oggetto: convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI CHIROGRAFARI ALLE PMI DEL MEZZOGIORNO

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI CHIROGRAFARI ALLE PMI DEL MEZZOGIORNO FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare di Puglia e Basilicata S.c.p.a. Via Ottavio Serena, n. 13-70022 - Altamura (BA) Tel.: 080/8710268 -Fax: 080/8710745 [trasparenza@bppb.it / www.bppb.it]

Dettagli

Circolare N.145 del 27 Settembre 2013

Circolare N.145 del 27 Settembre 2013 Circolare N.145 del 27 Settembre 2013 Fondo per l'accesso al credito per l'acquisto della prima casa. Nuove regole dal 21 settembre 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il decreto

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.37/2007 Repertorio CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE E LE ASSOCIAZIONI ASCOM E CONFESERCENTI PER L

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI LA BCC DEL CROTONESE - CREDITO COOPERATIVO S.C. - Sede in Isola di Capo Rizzuto, via Tesoro n. 19 - Registro Imprese di Crotone - C.F P.IVA n. 03382760795 - Cod. ABI 08595 - Iscritta all albo delle banche

Dettagli

DEL CONTRATTO DI MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE

DEL CONTRATTO DI MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE Copia per la Banca DOCUMENTO DI SINTESI DEL CONTRATTO DI MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE REDATTO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 1 SETTEMBRE 1993, N. 385 DELIBERA CICR DEL 4 MARZO 2003 E DEL PROVVEDIMENTO

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. Pagina 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE CON GARANZIA IPOTECARIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: CASSA LOMBARDA SPA Sede legale:

Dettagli

Foglio Informativo n. 61. Mutuo Ipotecario

Foglio Informativo n. 61. Mutuo Ipotecario INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Roma Società Cooperativa fondata nel 1954 Sede Legale, Presidenza e Direzione Generale in Via Sardegna, 129-00187 Roma Tel. 06 5286.1 - Fax 06 5286.3305

Dettagli

I PRODOTTI DI MUTUO OFFERTI

I PRODOTTI DI MUTUO OFFERTI Mutui garantiti da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale Informativa di trasparenza ai sensi del D.L. n. 185/2008 convertito nella Legge n. 2/2009 Gentile Cliente, questo documento ha lo scopo

Dettagli

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA Si avvisa la gentile clientela che questa Banca ha aderito all Accordo tra ABI e associazioni dei consumatori per la sospensione (per 12 mesi) dei

Dettagli

PRESTITO SOCI BPC TASSO MISTO

PRESTITO SOCI BPC TASSO MISTO scheda prodotto PRESTITO SOCI BPC rilascio del 02.05.2014 FOGLIO INFORMATIVO PRESTITO SOCI BPC TASSO MISTO INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica BANCA POPOLARE DEL CASSINATE Società

Dettagli

MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE Il presente documento ha lo scopo di fornire un informativa, ai sensi delle Disposizioni di Trasparenza emanate da Banca d Italia, sulle

Dettagli