UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA SEZIONE DI STORIA DELLA MEDICINA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA SEZIONE DI STORIA DELLA MEDICINA"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI MEDICINA SPERIMENTALE E PATOLOGIA SEZIONE DI STORIA DELLA MEDICINA GLI ARCHIVI DI STORIA DELLA MEDICINA INVENTARIO Roma 1998

2 Presso l Istituto sono stati esaminati, riordinati ed inventariati archivi appartenuti ad importanti personalità scientifiche che, nei secoli XIX e XX, hanno segnato profondamente con i loro studi la storia della medicina e in particolare della malaria, distinguendosi tanto per il rigore scientifico delle loro analisi quanto per l impegno politico e sociale. Nell inventario Gli archivi di Storia della Medicina, risultato degli interventi di riordinamento curato da RomArchivi, trovano posto importanti fondi documentari. Innanzitutto l archivio di Angelo Celli ( ), pervenuto ala Sezione di Storia della Medicina probabilmente attraverso l Istituto di Igiene di Roma; igienista e infettivologo, iniziatore e animatore della lotta antimalarica in Italia, direttore dell Istituto d Igiene dell Università di Roma, al Celli si devono i più importanti studi sulla malaria (ricerche sul ciclo biologico del parassita malarico) e autorevoli interventi nell elaborazione della legislazione antimalarica (promotore dell utilizzazione profilattica del chinino, deputato, nel 1900, insieme a Giustino Fortunato e a Leopoldo Fianchetti, presentò in Parlamento la prima legge sul chinino di Stato), e inoltre fondamentali contributi sull eziologia della meningite cerebro-spinale e delle dissenterie. Poi gli archivi di Amico Bignami ( ) e Francesco Bignami ( ), il primo noto per il contributo dato alla malariologia grazie allo studio dell anatomia patologica dell infezione malarica, dei rapporti tra malaria e agenti vettori, della clinica delle infezioni estivo-autunnali (a lui si devono la risoluzione del problema eziologico e patogenetico della malaria, la classificazione dei vari tipi di febbre dovuti al Plasmodium praecox, la descrizione del ciclo di sviluppo del parassita negli organi interni, la dimostrazione sperimentale della inoculazione della malaria ad opera delle zanzare), ma anche per gli studi sulle malattie del sistema nervoso; il secondo per gli studi e la cura dei tumori le carte dei Bignami sono state donate dalla famiglia alla Sezione di Storia della Medicina nel Infine, l archivio di Giuseppe Sanarelli ( ), fondatore e direttore dell Istituto d igiene sperimentale dell Università di Montevideo, noto per gli studi sulla febbre gialla e sul carbonchio, per gli

3 esperimenti sulla febbre tifoidea e sulla vaccinazione antitifica, per le ricerche sul colera e la scoperta del virus mixomatoso (sfruttando la semipermeabilità delle membrane di collodio, ha introdotto nella ricerca microbiologica la tecnica dell ultrafiltrazione, fornendo così un nuovo e valido strumento d indagine che gli ha permesso di dimostrare l esistenza di malattie da virus anche nel mondo animale; ha condotto ricerche sulla mixomatosi dei conigli e su altre malattie infettive, tra le quali il tifo e il colera). Questi archivi costituiscono i nuclei più omogenei e significativi e costituiscono, all interno dell inventario, fondi documentari distinti. Accanto ad essi, è stato riordinato l archivio di Gennaro Di Macco (1895- ). Infine, sono stati rinvenuti e inventariati i carteggi di altri eminenti studiosi: Alessandro Solvetti ( ), Francesco Todaro ( ), Giorgio Roster ( ), Giulio Bizzozzero ( ), Angelo Maffucci ( ), Ettore Marchiafava ( ), Giovanni Battista Grassi ( ), Giovanni Mingazzini ( ), Giuseppe Bastianelli ( ), Vittorio Ascoli ( ), Raffaele Bastianelli ( ), Giuseppe Ovio ( ), Vittorio Puntoni ( ), Pietro Di Mattei (1896). Data la frammentarietà di questi nuclei documentari, risultato evidente di smembramenti e manomissioni, le carte sono state riordinate complessivamente in un unico fondo documentario denominato Archivi vari, all interno del quale è stata mantenuta la distinzione tra le diverse provenienze. Per quanto riguarda nell insieme tutti gli archivi fin qui menzionati, si può dire che, in linea generale, la documentazione copre buona parte dell arco della vita professionale degli scienziati, mettendo in luce la loro variegata e multiforme attività (dagli studi e i lavori scientifici nel settore delle malattie infettive all impegno di carattere politico e sociale), nel corso della quale hanno dato stimoli all indagine scientifica e sperimentale e hanno indicato nuovi orizzonti metodologici nei diversi settori. Le esperienze di ciascuno sono ampiamente

4 documentate dalle corrispondenze intrattenute con studiosi a livello anche internazionale e con personalità di rilievo politico nel panorama italiano; oltre ai contatti epistolari, ricorrono negli archivi numerose testimonianze di osservazione di casi clinici, quaderni di esperienze, appunti, manoscritti, bozze di lavori, disegni, dispense di corsi e lezioni, materiali a stampa.

5 Archivio Angelo Celli Cagli, 25 marzo Monza, 2 novembre 1914 Consegue la laurea in medicina e chirurgia presso l'università di Roma; si reca a Monaco a perfezionarsi presso l'istituto di M. J. Von Pettenkofer; nel 1883 è assistente dell'istituto di Igiene diretto da Tommasi - Crudeli; nel 1886 consegue la libera docenza e viene nominato professore straordinario presso l'università di Palermo dove fonda un Istituto antirabbico; nel 1889 è trasferito a Roma come professore straordinario e fonda la rivista Annali d'igiene; nel 1890 succede a Tommasi Crudeli alla cattedra d'igiene; dal 1892 al 1913 rappresenta in Parlamento il collegio di Cagli; dal 1908 al 1911 è presidente della Società d'igiene e di medicina coloniale da lui stesso fondata. A Celli si devono importanti studi per la lotta contro la malaria; sull'epidemia di colera in Roma; su una malattia contagiosa delle pecore e delle capre. L archivio, si presentava ammassato senza alcun ordine in scatole o affastellato casualmente in buste, ed aveva subito numerose manomissioni nel corso degli anni. Le carte, appartenenti allo studioso non erano dunque individuate ma erano frammiste a svariati carteggi di altre mani. E stato dunque necessario un primo censimento identificativo della documentazione per individuare i diversi nuclei di carte conservati presso l Istituto e procedere ad una sia pur loro provvisoria sistemazione fisica all interno di cartelline. Per dare leggibilità all archivio le carte sono state ordinate per settori di attività dello studioso e cronologicamente. MALARIA Fascicolo 001 Malaria Sottofascicolo Miscellanea. cc Sottofascicolo Parassiti; anopheles. cc Sottofascicolo Statistiche delle febbri malariche.. cc. 4 Sottofascicolo Carteggio con Bertarelli.. cc Sottofascicolo Distribuzione del chinino di Stato. con la Croce Rossa., con ritaglio di stampa.

6 cc Sottofascicolo Notizie sulla diminuzione della malaria in Grecia.. cc Sottofascicolo Progetto di legge sulla malaria. di G. Bizzozero. cc Sottofascicolo Ministero delle Finanze. Direzione Generale delle Privative. Chinino di Stato - Servizio di Vigilanza Circolare ministeriale cc Sottofascicolo Informazioni sulla vendita di medicinali. cc Fascicolo 002 Malaria. Eziologia: ricerche ed esperimenti. da Stolac Herzegovina. cc Fascicolo 003 Malaria. Profilassi e trattamento con la chinina. cc Sottofascicolo Terapia. Uso delle iniezioni ipodermiche di chinino cc. 8 Sottofascicolo Iniezioni di chinina. cc Sottofascicolo Trattamento della malaria con le tavolette di Euchinina cc Sottofascicolo Cioccolatini di tannato di chinina. cc Sottofascicolo Richiesta di tavolette di tannato di chinina per la profilassi antimalarica. cc

7 Fascicolo 004 Osservazioni di casi malarici raccolte nelle località di Salone e Cervelletta. Registro. cc Fincature del registro: Data; Infezione malarica (primitiva o recidiva), Dati anamnestici, Condizioni metereologiche (psicrometro, pluviometro, vento, acqua del sottosuolo, osservazioni), Vita delle zanzare (fossi, grotte stalle, capanne, case, orto, risaia A, risaia B, canneto, granturco), Osservazioni. Fascicolo 005 Osservazioni di casi malarici raccolte nelle località di Salone, Casal Bruciato, Casal Ranucci, Boccaleone, Cervelletta, Gottifredi. cc Fascicolo 006 Campagne antimalariche.. Richieste di sussidio per la malaria; vendita di preparati chinacei; distribuzione del chinino; sussidi ai comuni antimalarici; apertura di laboratori antimalarici; propaganda antimalarica; formazione di comitati antimalarici; notizie sulle campagne antimalariche Con documenti del 1896 e del Commissione per l'assegnazione dei sussidi ai comuni che hanno attivato la lotta antimalarica. Sottofascicolo Campagna antimalarica.. cc. 8 Sottofascicolo Vendita di preparati chinacei.. cc Sottofascicolo Campagna antimalarica cc Sottofascicolo Campagna antimalarica Sussidio a favore di un laboratorio. cc Sottofascicolo Campagna antimalarica Distribuzione del chinino. cc Sottofascicolo Campagna antimalarica cc

8 Sottofascicolo Campagna antimalarica cc Con un documento del 18/01/1906 Sottofascicolo Campagna antimalarica cc Con un documento del 10 dicembre Sottofascicolo Campagna antimalarica Domande di sussidio; sussidi ai comuni malarici; chinino di stato. cc Gazzettino dei sanitari, a. II, n. 1, 15 gennaio Sottofascicolo Campagna antimalarica Richiesta di sussidi per la malaria; apertura di laboratori antimalarici; invio di notizie sulle campagne antimalariche. cc Sottofascicolo Campagna antimalarica cc Sottofascicolo Notizie sulla malaria nel comune di Argenta cc Sottofascicolo Questioni sul chinino.. cc Bonifica della palude di Comacchio. Fascicolo 007 cc Fascicolo 008 Bonifica dell'agro Romano Sottofascicolo Segretario di Stato per i Lavori Pubblici. Decreto istitutivo di una Commissione incaricata di preparare lo schema di regolamento per l'esecuzione della legge 7 luglio 1902 relativa a: Assegnazione e riparto fondi per le opere di bonifica. cc Sottofascicolo

9 Relazione sull'attività svolta dal 1880 al 1910 di Camillo Borghese. cc Sottofascicolo Osservazioni sull'andamento dell'epidemia malarica nelle tenute dell'agro Romano. Relazioni e corrispondenza. Con grafici e tabelle. cc Fascicolo 009 Sussidi per la lotta antimalarica: proposte, elenchi delle domande. cc Fascicolo 010 Commissione di vigilanza sul servizio del chinino di Stato: verbali delle sedute. cc Fascicolo Commissione di vigilanza sul servizio del chinino di Stato. 011 di Angelo Celli in qualità di membro della commissione. cc Fascicolo 012 Chinino di Stato. Preparazione e gestione. Relazioni, appunti, prospetti, bilancio tecnico. Con corrispondenza e ritagli di stampa. cc L'Italia del Popolo, a. XIII, n. 1224, 1894 (2 copie); Il farmacista italiano e il medico pratico, a. XIX, v. XIX, fasc. 12, dicembre 1895; A.P., Comera dei Deputati, Legisl. XXII, sess , n. 799-A, Relazione della Giunta generale del bilancio sul disegno di legge "Istituzione di uffici tecnici centrali pei monopoli dei sali e dei tabacchi..."; Fascicolo 013 Ministero delle finanze - Direzione generale delle privative - Commissione di vigilanza sul chinino di Stato: convocazioni e ordini del giorno. cc Fascicolo 014 Ministero delle finanze - Direzione generale delle privative: bollettini delle levate del chinino. cc Dal 1 marzo 1905 al 5 luglio 1909 i bollettini sembrano completi, poi sono saltati. Fascicolo 015 Comitato antimalarico di Eboli. Stazione agricola antimalarica annessa al Gabinetto di batteriologia della R. Scuola Superiore di Agricoltura in Portici., in prevalenza con G[iacomo?] Rossi. cc Società per gli studi della malaria. Fascicolo 016.

10 cc Fascicolo 017 Società per gli studi della malaria; legislazione antimalarica; bonifica dell'agro romano; Sottocommissione per lo studio delle disposizioni sull'agro romano; sottoscrizioni a favore della Società da parte degli italiani residenti nello Yunnan. cc Fascicolo 018 Ministero delle finanze. Direzione generale delle privative.. Chinino di Stato; vendita di prodotti chinacei; diffusione dei bollettini della Società per gl studi della malaria. cc Con un documento del 22/1 e dell'11/03/1905 e uno del 26/07/1907. Fascicolo 019 Lega Nazionale contro la Malaria. e ritagli di stampa. cc Vita Sanitaria, a. 1, n. 34, 6-7 ottobre 1909; Rivista medica, a. 17, ottobre La Lega viene istituita il 6 ottobre Fascicolo 020 Endemia malarica nella popolazione ferroviaria. Profilassi malarica e indennità di malaria per il personale impiegato nella Società per le Strade Ferrate Meridionali e nella Società Italiana per le Strade Ferrate Secondarie della Sardegna. e bozza di stampa. cc Fascicolo 021 Notizie sulla malaria e sulle epidemie di malaria tratte dai volumi di Ludwig, Hirsch, etc. cc. 24 Febbri malariche. Fascicolo 022 cc. 25 Infezioni malariche. Fascicolo 023 cc. 19 Plasmodi. Fascicolo 024 cc. 18

11 Fascicolo 025 "Ulteriore contributo alla morfologia dei plasmodi della malaria. Nota preventiva di A. Celli." Manoscritto cc. 5 Fascicolo 026 "Per la lotta contro la malaria. Replica del prof. Celli. Per la lotta contro la malaria. Controreplica del prof. Celli". Manoscritti cc Casi malarici. Fascicolo 027 Quaderno di appunti. cc. [10] Les maladies malariennes. Leur extension géographique Fascicolo 028 Manoscritto forse di Celli. cc. 34 Malaria. Miscellanea Fascicolo 029, con un blocchetto cc. 53 "Malaria e colonizzazione". Manoscritto. Fascicolo 030 Manoscritto, appunti. cc. 139 Fascicolo 031 Stazione meteorologica per lo studio della malaria, presso la Colonia penale alle Tre Fontane cc CORRISPONDENZA Fascicolo 032 Collegio elettorale di Cagli e di Acqualagna. Sottofascicolo Collegio di Acqualagna

12 cc Sottofascicolo con Lorenzo Romiti (Cagli). cc Sottofascicolo Comizio elettorale nel collegio di Cagli: testo del discorso pronunciato da Angelo Celli. Manoscritto. cc Fascicolo 033 con Corrado Tommasi Crudeli. cc Fascicolo 034 Conferimento di benemerenze, nomine e diplomi; costituzione di associazioni; attività accademica: votazioni, istituzione di Istituti scientifici; questioni sanitarie (diplococco); questioni alimentari., biglietti da visita. Con ritagli di stampa. cc Fascicolo 035 privata. Telegrammi di auguri, congratulazioni e inviti; ringraziamenti e saluti; richieste di pareri; richieste di raccomandazioni; lettere di presentazione; cartoline postali.. cc E. Fazio; G. Fortunato; Zeri; T. Eroli. Fascicolo 036 Riforma dell'insegnamento universitario dell'igiene e dell'ingegneria sanitaria.. cc Attività parlamentare del Celli in merito alla legge sanitaria del Fascicolo 037 Colera: profilassi; epidemia del con l'ist. Vaccinico Napoletano e il comune di Resina. cc Celli fu inviato dal governo a Resina per organizzare la profilasse del colera durante l'epidemia scoppiata fra il giugno e il novembre Il 26 settembre 1887 il comune di Resina proclama Angelo Celli cittadino onorario. Fascicolo 038 Questioni sanitarie relative alla città di Roma.

13 Sottofascicolo Convocazione di riunioni e commissioni; sussidi per edifici scolastici; riordinamento di istituti; questioni varie. e appunti. cc Sottofascicolo Commissione per il risanamento della città di Roma: istituzione. cc Celli fa parte della commissione. Fascicolo 039 Fognature della città di Roma, Torino e Napoli. Derivazione di acqua dall'aniene presso Tivoli per irrigazione.. cc Fascicolo 040 Congressi, mostre, comitati, inaugurazioni. Corripondenza, programmi di convegni. Con ritagli di stampa cc Congresso dell'associazione Medica Marchigiana, maggio-giugno Internationaler Medicinischer Congress, Berlin Tropical Diseases School, 22 aprile Universal Exposition, Saint Louis, Congresso Internazionale di Igiene e Demografia, University of Aberdeen, celebrazioni per il 4. centenario, Congresso Internazionale di Igiene, Berlino Comitato internazionale di Studi Medici di Studi Medici, Conferenza, Grosseto Internationale Hygiene Austellung, Dresda Congresso Internazionale per la Tubercolosi, Esposizione Internazionale di Igiene Sociale, post Fascicolo 041 Pubblicazioni: richieste e scambi. Invio di colture batteriche e preparati. Ringraziamenti.. cc Fascicolo 042 Tubercolosi. cc Fascicolo 043 "La donna e l'igiene sociale". Conferenza., con appunti. cc Fascicolo 044 Legge per l'insegnamento dell'educazione fisica

14 Sottofascicolo Insegnamento dell'educazione fisica della gioventù: disegno di legge e proposte sul tema.. cc Sottofascicolo Insegnamento dell'educazione fisica della gioventù: commissione per la riforma dell'educazione fisica. con il Ministero della Istruzione Pubblica. cc A. Celli fu membro della commissione. Sottofascicolo Insegnamento dell'educazione fisica della gioventù. cc Fascicolo 045 Questioni politiche. Sottofascicolo Attività parlamentare: legislatura cc Sottofascicolo con Coletti, Franchetti, Veronese. cc Sottofascicolo Questioni varie di argomento politico. cc Sottofascicolo Provvista di mezzi per la vigilanza igienica e l'assistenza sanitaria. Bozza di legge con note autografe del Celli. cc. 5 Ai sensi degli art. 126, 127, 132, 133, 134 del T.U. Sanitario approvato con R.D Celli è presidente della Commissione parlamentare sull'assistenza sanitaria. Fascicolo 046 Riforma dell'insegnamento universitario dell'igiene. Decreto 30 dicembre 1894 n. 598.

15 Sottofascicolo Riforma dell'insegnamento universitario dell'igiene. cc. 9 Sottofascicolo Riforma dell'insegnamento universitario dell'igiene.. Con elenco degli scritti al corso di Polizia Sanitaria del Celli; avvisi del Rettore; prospetti dei corsi della Facoltà di Medicina e Chirurgia. cc Con documento del 21 ottobre Sottofascicolo Ricorso di A. Celli alla sezione IV del Consiglio di Stato contro il decreto 30 dicembre 1894 n Con ricevuta di accettazione. cc. 8 Ricevuta datata 9/04/1895 Sottofascicolo Curriculum vitae di Luigi Pagliani e documenti comprovanti l'insegnamento dell'ingegneria Sanitaria presso l'università di Napoli dal 1880 al cc. 11 Fascicolo 047 Paste alimentari. Disposizioni relative alla fabbricazione delle paste di mais. con i pastifici; il Ministero dell'agricoltura, l'industria e il Commercio; le Commissioni provinciali per la cura della pellagra; i Comuni; i giornali. cc Il Popolo Romano, a. 25, n. 320, 19 novembre Celli propone i migliori modi per la macinazione del granturco, assicurando migliore digeribilità e quindi più abbondante nutrizione. Fascicolo 048 Dissenteria e sieri dissenterici. Sottofascicolo Casi clinici di dissenterici e terapia con i sieri. con Guido Berginz di Udine. cc

16 Sottofascicolo Dissenteria e sieri antidissenterici: istruzioni per l'uso dei sieri. Ritagli di stampa e appunti. cc Sottofascicolo Dissenteria. cc Fascicolo 049 Medicina esotica e tropicale. con Istituti italiani ed esteri. cc Soc. Tropicale, Londra; Soc. Italiana di Medicina e Igiene Tropicale; Asmara; Cairo; Alessandria, Egitto; Congo; Turchia Fascicolo Riso. Mondatura e mietitura nel Vercellese e nel Novarese. 050 cc Fascicolo 051 Regie Terme di Montecatini. Convocazione della commissione incaricata di esaminare il riordinamento delle Regie Terme. cc Fascicolo 052 Intervento di A. Celli al 14. Congresso Internazionale di Igiene e Demografia. Berlino. Seduta del 27 settembre Riassunto ed appunti. cc. 20 Minute di lettere inviate da Celli. Fascicolo 053 Minute cc. 3 Fascicolo 054 privata. Trascrizioni degli anni Cinquanta.. APPUNTI E MANOSCRITTI Fascicolo 055 Sunti di lezioni cliniche (Palermo). Diari di Cesare Federici.

17 Quaderno e appunti. cc Cesare Federici, , internista all'università di Palermo. Sono di mano di Federici anche i sunti delle lezioni. Busta 4 Fascicolo 056 Patologia dei tessuti; tubercolosi; tumori. di lezioni universitarie cc Busta 4 Fascicolo 057 Amebe: esperimenti e ricerche.. Con corrispondenza. cc. 920 [1894] ca Busta 4 Fascicolo 058 Lezioni tenute all'università Popolare di Venezia. 1902, cc Busta 4 Fascicolo 059 Ambiente. Lezioni (1906) e appunti di igiene dell'ambiente balneare. cc. 17 [1906] Busta 4 Fascicolo 060 "L'esposizione internazionale di igiene a Dresda e i suoi ammaestramenti : prolusione al corso di Igiene nell'università di Roma, anno ". Manoscritto. cc Busta 4 Fascicolo 061 Sistemazioni idraulico-forestali dei bacini montani. Norme per la preparazione dei progetti, ordine del giorno della Commissione tecnica centrale per le bonificazioni e per le sistemazioni idraulico-forestali. Concorso a guardia forestale. Zootecnica Dattiloscritto, corriispondenza. Con ritagli di stampa. cc Legge 13 luglio 1911, n. 774, recante provvedimenti per la sistemazione idraulico-forestale dei bacini montani, per le altre opere idrauliche e per le bonificazioni, 29 p. (Estr. da : Bollettino del Ministero dei lavori pubblici. Bollettino quindicinale della Società degli agricoltori italiani, a. 17, n. 18, 30 settembre 1912); Collezione celerifera delle leggi e decreti, a. 91, n. 21, 10 luglio Legge 13 luglio 1911, n. 774, "Criteri per la determinazione delle opere di sistemazione montana" (Estr. da : Boll. ufficiale del Ministero dei Lavori Pubblici. 2 copie); Ministero dei Lavori Pubblici, Testo unico delle disposizione di legge per la sistemazione idraulico-forestale dei bacini montani, Roma 1912; A.P. Camera dei Deputati, n. 1279, seduta 17 dicembre 1912 (2 copie); Maganzini, I., Valentini, C., Le sistemazioni montane ed il regime delle acque, Roma 1912 (Estr. da : Annali della Soc. degli Ingegneri e Architetti Italiani, n. 1, 1 gennaio 1912); Petizione dell'ing. Francesco Ruffolo all'on. Camera dei Deputati presentata il 15 maggio 1913 : oggetto, disegno di legge n sui bacini Silano e sul Tirso, Napoli [1913]; A.P., Camera dei Deputati, n A, seduta 6 giugno 1913.

18 Busta 4 Trattato di Medicina Sociale. Fascicolo 062 Bozze manoscritte e appunti. cc. 20 Busta 4 Prostituzione. Fascicolo 063. cc. 5 Busta 4 Alimentazione. Fascicolo 064. Con ritagli di stampa. cc. 27 A. Celli, Sulla alimentazione del proletario in Italia, Roma 1894 (Estr. da : Rivista popolare, a. 2, fasc. 2-3). Busta 4 Fascicolo 065 "La donna e la medicina sociale". Stralci dell'articolo apparso su "La Tribuna" relativo ad una conferenza di A. Celli. cc. 2 Busta 4 Ingegneria Sanitaria: corso universitario. Fascicolo 066 cc. 3 Busta 4 Statistica medica. Fascicolo 067 cc. 67 Busta Colera. 4 Fascicolo 068 cc. 1 Busta 4 Igiene: insegnamento e corsi universitari. Fascicolo 069 cc. 11 Busta 4 Virus rabbico. Fascicolo 070 cc. 2 Busta 4 Fascicolo 071

19 Sieri antidissenterici. cc. 4 Busta 4 Architettura sanitaria: corsi e diplomi. Fascicolo 072 cc. 2 Busta 4 Fascicolo 073 Discorso a nome della federazione degli ordini e delle associazioni sanitarie. cc. 2 Busta Febbri. 4 Fascicolo 074 cc. 21 Busta 4 Sanità pubblica. Discorso in parlamento. Fascicolo 075 cc. 24 Busta 4 Osservazione di casi clinici. Fascicolo 076. Con un quaderno. cc. 16 Busta 5 Analisi batteriologiche. Fascicolo 077. cc. 5 Busta 5 Esperimenti su animali. Fascicolo 078. cc. 104 Busta 5 Parassiti endocellulari: lezioni. Fascicolo 079. Con due tavole di disegni. cc. 21 Busta Civetta 5 Fascicolo 080 Disegni cc. 8

20 Busta 5 Amministrazione sanitaria; assicurazioni per gli operai. Fascicolo 081. Con ritagli di stampa. cc. 23 L'adunanza del 31 maggio 1908 al "Sodalizio dei Piceni" a favore degli operai invalidi e vecchi (Estr. da : Nuova antologia, 1 giugno 1908); Loriga, G., L'assicurazione contro le malattie professionali degli operai, Genova 1909 (Estr. da : Igiene moderna, a. 2, n. 6/6/1909). Busta 5 Acque del Tevere, studi. Fascicolo 082, manoscritto. cc. 35 ca Busta 5 Esperimento sulla vitrificazione. Fascicolo 083 Manoscritto cc. 19 Non è certa l'attribuzione a Celli. Busta 5 Sommari delle lezioni di Igiene. Fascicolo 084 cc. 12 Attribuzione incerta. Busta 5 Disinfezione; [febbri] intermittenti. Fascicolo 085, con un quadernetto. cc. 34 Busta 5 Fascicolo 086 Rabbia. "Sul trovato della filtrabilità del virus della rabbia. Nota del prof. A. Divestea" con note di A. Celli. Manoscritto, bozza, corrispondenza, appunti. cc. 32 ca Busta 5 Fascicolo 087 Rabbia. "Sur la transmission du virus rabique de chièn a chièn. Notes éxpérimentales par A. Celli et S. Marino-Zuco". Manoscritto cc. 46 Busta 5 Bozze di articoli e pubblicazioni di vario genere. Fascicolo 088 Bozze, appunti e tabelle. cc. 122

21 Busta 5 Miscellanea. Fascicolo 089, con un quadernetto. cc. 101 MATERIALI A STAMPA Busta 6 Fascicolo 090 Atti Parlamentari, Gazzette ufficiali. cc Busta 6 Fascicolo 091 Giornali e ritagli di stampa. cc Busta 6 Fascicolo 092 Miscellanea. cc Busta 6 Fascicolo 093 Estratti Ministero dell'interno e dell'istruzione Pubblica, Regolamento interno della Scuola di Perfezionamento nell'igiene Pubblica, Roma 1888; Sulla scuola di perfezionamento nell'igiene Pubblica : discorso pronunciato dal deputato Panizza, Roma 1889; Luigi, S., La scuola di Perfezionamento nell'igiene Pubblica, Torino 1889; Celli, A., In memoria del professore Aroldo Baffi Scoppa di Pergola, Pesaro 1893; Programmi di Educazione fisica, Roma 1894; Celli, A., L'insegnamento universitario dell'igiene in Italia negli ultimi 18 anni, Milano 1903; Leitfaden zur Arbeiterversicherung des deutschen Reichs, Berlino 1907; Testo unico delle leggi sullo stato degli impiegati civili, Roma (Estr. da : Collezione celerifera); Celli, A., La vigilanza igienica alla Camera : discorso. (Estr. da : L'Italia sanitaria, a. 5., n. 11, giugno 1909); Regolamento generale universitario, Roma 1910 (Estr. da : Collezione celerifera); Marro, M., I fittajuoli ed i miglioramenti agrari : stima delle indennità, Roma 1910; Rossi, G., Necessità dello studio storico dei rapporti fra malaria ed agricoltura, Roma (Estr. da : Atti delle Soc. Italiana per il Progresso delle Scienze, 4. riunione, Napoli, dicembre 1910); Mariani, M., L'esperienza francese nella concessione delle terre demaniali in Algeria e in Tunisia, Roma 1913).

22 Archivio Amico Bignami. Primo versamento Bologna, 25 aprile Roma, 8 settembre 1929 Consegue la laurea in medicina e chirurgia nell'università di Roma nel 1887; primo aiuto nell'istituto di anatomia patologica diretto da E. Marchiafava dal 1892, è incaricato dell'insegnamento di patologia generale all'università di Roma nel 1900, divenendo professore ordinario nel Medico aggiunto nell'ospedale di S. Spirito nel 1886, assistente nel 1888, nel 1896 diviene primario. Dal 1923 è eletto socio corrispondente dell'accademia dei Lincei. Amico Bignami ha dato un contributo fondamentale allo studio della infezione malarica e in particolare agli studi sulla anatomia patologica della malaria, sulle febbri malariche estivoautunnali, sulla trasmissione dell'infezione malarica per inoculazione dalle zanzare. Il materiale era originariamente conservato in buste sulle quali era riportato per mano dello scienziato l oggetto del contenuto e alcune annotazioni; le buste sono state ordinate per grandi soggetti al momento del versamento all Istituto dal nipote Giorgio Bignami, che ne ha anche stilato un elenco. Nel corso dell inventariazione tale ordinamento è stato fondamentalmente rispettato; l indicazione della vecchia segnatura attribuita da Giorgio Bignami evidenzia i piccoli spostamenti. PATOLOGIA GENERALE Fascicolo 001 "Predisposizione eredità". Eredità e infezioni; eredità dei caratteri acquisiti, psichica; eredità e tbc.. cc. 61 Si trovano annotazioni con date 1895 e Altri appunti sono sul retro di un documento con data Fascicolo 002 "Cause chimiche. Intossicazioni endogene". Tossicosi da riduzione. Uremia.. cc. 10 Busta 1 Fascicolo 003 "Cause esterne. Posizione personale / propensione. Clima, stagioni, etc.". Influenza del clima e delle stagioni sugli stati d'animo. Lezioni.. cc. 31 In testa alla prima carta: "Lezioni di giovedi 22 marzo". Fascicolo 004 "Cause meccaniche: commozioni, shock". Traumi e infezioni.. cc. 35

23 Fascicolo 005 "Agenti meccanici. Compressioni abnormi. Agenti meccanici nelle malattie nervose, nelle infezioni, etc." cc. 10 "Melanina. Pigmentazioni biliari. Melanemia". Fascicolo 006 cc. 23 "Pigmentazioni albuminaque. False pigmentazioni" Fascicolo 007 cc. 26 Date riscontrate: 1888 Fascicolo 008 "Degenerazioni albuminose. 1) Rigonfiamento torbido; 2) degenerazione mucosa; 3) degenerazione colloidi". Classificazione di processi regressivi. cc. 18 "Degenerazioni grasse". Fascicolo 009 cc. 49 "Degenerazioni amiloidi". Fascicolo 010 cc. 28 "Cause topiche". Fascicolo 011 cc. 43 "Degenerazione ialina". Fascicolo 012 cc. 12 Fascicolo 013 "Cause predisponenti. Razza -sesso - età - costituzione - temperamento". cc. 27 Fascicolo 014

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl.

Archivio storico comunale di Putignano (1950-1970). Inventario 4. SANITA E IGIENE. 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 4. SANITA E IGIENE Busta 6 (1960 1961), fascc. 2 4.1 1960, s.fascc. 5 4.1.1 Ufficio sanitario, personale, sindacati (cl. 1) 1. Comunicazioni del sindaco relative alle prescrizioni di medicinali e cure

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna

Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna Corso di formazione Servizio sanitario regionale Regione Emilia romagna AGGIORNAMENTI SUL CONTROLLO IGIENICO-SANITARIO DELL APICOLTURA Brisighella (RA) 13 settembre 2013 Evoluzione del controllo dell apicoltura

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Igiene Generale ed applicata. Indice. 1 Epidemiologia generale delle malattie infettive ---------------------------------------------------- 3

Igiene Generale ed applicata. Indice. 1 Epidemiologia generale delle malattie infettive ---------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI IGIENE GENERALE ED APPLICATA LEZIONE II EPIDEMIOLOGIA GENERALE DELLE MALATTIE INFETTIVE PROF.SSA DANIELA ANASTASI Indice 1 Epidemiologia generale delle malattie infettive ----------------------------------------------------

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

COMUNICAZIONE E IMMAGINE

COMUNICAZIONE E IMMAGINE COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE La Neurofisiologia Elettromiografia Elettroencefalogramma Potenziali Evocati m IRCCS MultiMedica m1 1 2 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile Le cause più frequenti nelle diverse fasce d età Le indicazioni sulle singole cause citate nel capitolo precedente si riferivano a tutte le persone affette da epilessia, senza tener conto dell età delle

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA Fonte: Ministero della Salute Circolare n 4 del 13 marzo 1998 del MINISTERO DELLA SALUTE Provvedimenti da adottare nei confronti di

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Approccio razionale dal territorio al PS Dr. Giorgio Bonari 118 LIVORNO LA RESPIRAZIONE CO2 O2 LA RESPIRAZIONE 1) Pervietà delle vie aeree 2) Ventilazione 3) Scambio Alveolare

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Roberto CARUSO Corso Mazzini, 11-87100 Cosenza, Italia Telefono(i) Tel. + 39 0984681824 Fax+ 39 0984681322 E-mail Cittadinanza

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

La scheda deve essere compilata dal medico Riabilitatore Respons abile del caso (e/o Borsista) Denominazione Struttura. Ospedale. UO 1.

La scheda deve essere compilata dal medico Riabilitatore Respons abile del caso (e/o Borsista) Denominazione Struttura. Ospedale. UO 1. Allegato 4: scheda di rilevazione dat i della persona con lesione midollare La scheda deve essere compilata nei casi in cui la persona venga ricoverata in Unità Spinale o Centro di Riabilitazione in occasione

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Fonti alimentari di Inositolo

Fonti alimentari di Inositolo Fonti alimentari di Inositolo Agrumi Cereali integrali Frutta secca(arachidi) Semi(germe di grano) Legumi(fagioli) Lievito di birra Gli alimenti freschi contengono molto più Inositolo rispetto ai prodotti

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche -

Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche - UNIVERSITÀ DI ROMA LA SAPIENZA I FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA I SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN NEUROLOGIA Anatomia della Memoria - Struttura delle funzioni mnesiche - TESINA DI ANATOMIA DOCENTE Prof.

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli