Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 Dipartimento di Prevenzione Medica Ambulatorio di prevenzione delle malattie legate ai viaggi Viaggiare in sicurezza

2

3 presentazione Negli ultimi anni si assiste ad un costante aumento dei viaggi internazionali, sia per motivi di lavoro, sia per turismo o volontariato. Le autorita' sanitarie di tutto il mondo sottolineano l'importanza di essere consapevoli che ogni viaggio ci espone di per se' a situazioni nuove, che richiedono un adattamento del nostro organismo e possono esporlo al rischio di contrarre malattie infettive e parassitarie. Proteggere se' stessi da queste malattie definite "malattie di importazione" significa anche proteggere altre persone dal rischio di contagio, perche' molte di queste malattie sono trasmissibili e possono diventare un problema di sanita' pubblica. Fortunatamente, il rischio di ammalarsi durante un viaggio all'estero puo' essere in buona parte prevenuto adottando opportune misure comportamentali e ricorrendo alle vaccinazioni e alla profilassi prima della partenza, come descritto in questo opuscolo che vi invitiamo a leggere con attenzione. della vostra salute. Il Responsabile del Servizio Igiene Sanità Pubblica Dr. Antonio Gattinoni Il Direttore Generale dell ASL di Lecco Ing. Mauro Borelli 3

4 Indice Presentazione... Cosa fare prima di partire... Farmacia da viaggio... Vaccinazioni... Chemioprofilassi... Il viaggio... Il viaggio in situazioni particolari... Il soggiorno... Clima e ambiente... Acque... Animali... Cibi e bevande... Rapporti sessuali... Incidenti... Cosa fare al rientro Viaggiare in sicurezza

5 Cosa fare prima di partire Per una preparazione adeguata al viaggio, rivolgetevi con un anticipo di 6-8 settimane al Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell'asl prenotando l'accesso all'ambulatorio di profilassi delle malattie legate ai viaggi, ai seguenti recapiti: BELLANO mercoledì e LECCO lunedì mercoledì giovedì venerdì MERATE martedì e giovedì Il medico presente in ambulatorio vi dara' indicazioni sulle norme igieniche e comportamentali da adottare per la prevenzione di malattie infettive e parassitarie e prescrivera', ove possibile, farmaci per la profilassi antimalarica e vaccinazioni. Per poter usufruire dell assistenza sanitaria nei Paesi della Comunità Europea e in altri Paesi convenzionati è necessario portare con sé la nuova Carta Regionale dei Servizi. 5

6 Prima di partire Qualunque sia la destinazione del viaggio, è bene portare con sé con presidi sanitari e farmaci di uso corrente, quali: - termometro e antipiretici - antidolorifici - collirio per occhi - gocce per dolore alle orecchie - antispastici (per coliche intestinali) - soluzioni per la reidratazione orale - pomate reazioni allergiche - creme solari - materiale per disinfezione e piccole medicazionì - eventualmente antibiotico ad ampio spettro prescritto dal proprio curante Inoltre: - Farmaci per la profilassi antimalarica eventualmente prescritti - Per chi assume quotidianamente farmaci: calcolare la quantità esatta dei farmaci necessari in relazione alla durata del viaggio - Per chi è allergico alle punture di vespa o altro: richiedere al curante la prescrizione di farmaci specifici - Per chi soffre di mal d'aereo o mal di mare: richiedere al curante la prescrizione di farmaci specifici - In base al tipo di soggiorno: disinfettanti a base di cloro per acqua e verdure - In base al tipo di soggiorno: repellenti, zanzariere e pomate per punture di insetti 6 Farmacia da viaggio

7 Alcune tra le principali malattie infettive possono essere prevenute efficacemente con la vaccinazione; nel corso della visita in ambulatorio, il medico valuterà il vostro stato vaccinale, consigliando l eventuale somministrazione di altre vaccinazioni utili per il viaggio che intendete intraprendere. vaccinazione Antifebbre gialla (o antimarillica) La febbre gialla è una malattia causata da un virus trasmesso all uomo dalla zanzara del genere Aedes, che punge durante il giorno. L infezione è presente nell Africa sub-sahariana e in sud America. La vaccinazione è l unico mezzo efficace per prevenire questa malattia e si somministra in unica dose con un iniezione sottocutanea. La vaccinazione è efficace a partire da 10 giorni dopo la somministrazione e protegge per i successivi 10 anni. Per l ingresso in alcuni Paesi, soprattutto dell Africa sub-sahariana, la vaccinazione è richiesta obbligatoriamente ai soggetti oltre l anno di età; altri Paesi richiedono invece la vaccinazione ai soli viaggiatori provenienti da zone definite a rischio. La vaccinazione è fortemente consigliata per chi viaggia nei paesi in cui la malattia è presente, indipendentemente dalla durata e dalle caratteristiche del viaggio. La vaccinazione può essere effettuata solo nei centri autorizzati dal Ministero della Salute, che vi rilasceranno un Certificato Internazionale di Vaccinazione. 7

8 Prima di partire vaccinazione Antitifica Il tifo addominale è una grave infezione causata da un batterio, la Salmonella Typhi, che si trasmette attraverso l ingestione di cibo o acqua contaminata. Questa malattia è presente soprattutto nei paesi in cui è ancora carente il controllo delle acque potabili (in particolare America Latina, Africa e sub-continente indiano). Attualmente sono disponibili due tipi di vaccino contro il tifo. Il vaccino iniettabile si effettua in un unica dose, per via intramuscolare, protegge dalla malattia dopo 2/3 settimane e fino a 3 anni dopo la somministrazione. Il vaccino orale prevede l assunzione di 3 capsule a giorni alterni, la sua protezione inizia dopo circa 2-3 settimane e dura per 3 anni. vaccinazione Antidfterica - tetanica La vaccinazione è consigliata a tutti i viaggiatori che si recano nei Paesi tropicali, e in generale a tutti quelli che scelgono itinerari alternativi alle usuali mete turistiche. Il richiamo di questa vaccinazione viene effettuato gratuitamente ogni 10 anni dopo il ciclo base somministrato in età pediatrica 8

9 vaccinazione Antiepatite A L epatite A è una malattia acuta del fegato causata da un virus (HAV), che si contrae con l ingestione di acqua o cibi contaminati da materiale fecale di persone infette. La malattia è prevenibile con la vaccinazione, somministrata per via intramuscolare ed efficace dopo 4 settimane; una seconda dose di vaccino effettuata dopo 6-12 mesi dalla prima garantisce una protezione per almeno10 anni. La vaccinazione antiepatite A è consigliata a tutti i viaggiatori, soprattutto quelli che si recano nei Paesi tropicali. vaccinazione Antiepatite B L epatite B è una malattia acuta del fegato causata da un virus (HBV), che si trasmette attraverso i rapporti sessuali o il sangue (trasfusione, scambio di siringhe, tatuaggi, agopuntura ); è una malattia diffusa in tutto il mondo, ma soprattutto in estremo oriente, Africa e Sud America. La vaccinazione viene somministrata per via intramuscolare in 3 dosi e può essere associata a quella contro l epatite A. La vaccinazione è consigliata per chi soggiorna per lunghi periodi nei paesi a rischio, ed in generale per chi prevede di svolgere attività assistenziali. 9

10 vaccinazione Antipoliomielite La poliomielite è una malattia grave causata da un virus che si contrae con l ingestione di acqua o cibi contaminati. La vaccinazione è consigliata ai soggetti che si recano in paesi dove questa malattia è ancora diffusa, nel caso in cui non siano stati vaccinati nell infanzia o in situazioni particolari. vaccinazione Anticolera Il colera è una malattia infettiva acuta causata dalla tossina di un battere, il Vibrio Cholerae, che si contrae attraverso cibi o acqua contaminata. E' attualmente disponibile un vaccino orale, consigliato ai viaggiatori che si recano nelle zone a rischio Altre vaccinazioni Altre vaccinazioni consigliate per i viaggi in zone specifiche sono le seguenti: - Vaccinazione antirabbia - Vaccinazione antimeningococco ACWY - Vaccinazione antiencefalite da zecca 10

11 Malaria Chemioprofilassi Questo termine indica l assunzione di farmaci per prevenire l insorgenza di una malattia infettiva. Nel viaggiatore, la chemioprofilassi è consigliata per la prevenzione della malaria. La malaria è una malattia trasmessa da 4 specie diverse di un parassita, il Plasmodio, attraverso la zanzare Anopheles, che punge preferibilmente di notte, al crepuscolo o all alba. Questa malattia, presente in gran parte dei territori della fascia tropicale e sub-tropicale, si manifesta con forme cliniche gravi, in alcuni casi mortali. La chemioprofilassi è necessaria per prevenire la malattia, ma deve sempre essere associata all osservanza di norme comportamentali adeguate per evitare le punture delle zanzare (vedi il capitolo sugli insetti). Zone dove è alto il rischio malaria Zone dove il rischio malaria è limitato Zone dove non esiste rischio malaria 11

12 Il viaggio Viaggio in aereo La permanenza specie prolungata nell abitacolo degli aerei può influire negativamente sulla salute e sul benessere dei viaggiatori. Barotraumi Sono disturbi avvertiti durante il viaggio e legati alle brusche variazioni di pressione tipiche soprattutto delle fasi del decollo e dell atterraggio. Causano una sensazione di orecchio otturato e possono essere accentuati in caso di raffreddore. Nei soggetti predisposti, un prolungato disturbo di questo tipo può dare origine ad otiti. Per prevenire gli effetti della pressione è in genere sufficiente deglutire, masticare o succhiare una caramella; espirando forte a naso e bocca chiusi si può compensare la pressione esterna ed interna dell orecchio. Sindrome del fuso orario Questo termine indica un insieme di disturbi dovuti al superamento di diversi fusi orari in breve tempo, soprattutto quando la destinazione del viaggio è verso Est, perché l organismo risente dell accorciamento della giornata. In genere si tratta di una sensazione di malessere generalizzato, sonnolenza diurna, difficoltà ad addormentarsi alla sera, risvegli precoci durante le ore notturne, difficoltà di concentrazione e di attenzione, mancanza di appetito, senso di nausea. Sono possibili anche l alterazione del ciclo mestruale e la stitichezza ostinata. 12

13 Per ridurre questi disturbi è utile seguire alcune regole: - nei due giorni che precedono la partenza, osservare due notti di sonno regolare, coricandosi possibilmente più tardi del solito se si viaggerà verso Ovest e più presto se verso Est; - mangiare con moderazione, evitando il consumo di alcool prima e durante il volo; - sia nei giorni prima della partenza che durante i primi giorni del soggiorno, consumare colazioni e pranzi ricchi di proteine e cene ricche di carboidrati, facendo moderato uso di alcolici; - riposare il più possibile durante il volo; - abituarsi da subito ai nuovi orari, cercando di sincronizzarsi con i ritmi del sonno e della veglia del posto, evitando di fare brevi riposi appena arrivati; - evitare di effettuare escursioni stancanti già il primo giorno, dedicando le prime 24 ore al relax più completo; - fare un bagno caldo all arrivo; - nei viaggi brevi non è necessario regolare i ritmi sull orario locale. Chinetosi Con questo termine si indicano il mal di mare, il mal d aereo e il mal d auto, che provocano in genere una sensazione di sonnolenza, o più raramente malessere generale, vertigini, pallore e nausea, spesso seguita da vomito. Il rimedio più semplice per questi disturbi è quello di stare il più possibile rilassati, con la testa adagiata sul sedile, ad occhi chiusi o con lo sguardo fisso in avanti; si possono anche assumere prodotti specifici, facilmente reperibili in farmacia. I viaggiatori in aereo che soffrono di questo disturbo dovrebbero richiedere un posto sopra l ala o comunque vicino all oblò. 13

14 E utile anche osservare alcune regole alimentari: evitare di mettersi in viaggio a stomaco vuoto o, al contrario, dopo un pasto troppo abbondante; fare un piccolo spuntino a base di alimenti secchi (crackers, fette biscottate,etc..), almeno un ora prima della partenza, cercando di bere il meno possibile; durante il viaggio, se il malore è in corso, è utile succhiare qualche caramella, una fetta di limone, o bere piccoli sorsi di acqua. Immobilità e problemi di circolazione sanguigna La prolungata immobilità, soprattutto in posizione seduta, ostacola la circolazione del sangue nelle gambe e nei piedi, con conseguente gonfiore, durezza e dolorabilità. E importante quindi: alzarsi almeno ogni ora e camminare; indossare vestiti confortevoli, non aderenti; compiere semplici esercizi fisici restando al proprio posto (premere i piedi sul pavimento con forza, alternare contrazioni e rilasciamento dei polpacci e delle cosce); per le persone che hanno un aumentato rischio di trombosi delle vene profonde è consigliato l utilizzo di calze a compressione graduata, appositamente pensate per il viaggio. 14

15 Il viaggio in situazioni particolari Gravidanza La gravidanza non è di per sé una controindicazione ai viaggi. Si ricorda comunque che: - per ragioni di sicurezza le compagnie aeree limitano i voli internazionali per gravide oltre la 36a settimana di gravidanza (32a se gravidanza multipla); - è sconsigliato il viaggio in aree in cui è presente la malaria, perchè la malattia è molto severa in gravidanza e alcuni dei farmaci necessari per la profilassi sono controindicati; - è controindicato il viaggio aereo in presenza di anemia severa, storia di tromboflebiti o problemi placentari; - la gravidanza favorisce la comparsa di eritemi solari. Contraccezione In caso di assunzione di contraccettivi orali è opportuno sapere che: - l intervallo tra le somministrazioni non deve superare le 28 ore; - in caso di soggiorno breve è preferibile continuare ad assumere la pillola alla stessa ora del paese di provenienza; in caso di soggiorno lungo è possibile anticipare l assunzione di un ora al giorno evitando gli orari della notte; - se compaiano disturbi gastrointestinali (vomito, diarrea profusa) o se durante il viaggio si assume un antibiotico che può compromettere l efficacia della pillola, è bene ricorrere ad un contraccettivo di barriera (preservativo o diaframma). 15

16 Bambini I bambini si adattano bene al cambiamento di orario e di clima, ma è bene ricordare che: - soprattutto per viaggi in zone tropicali è necessario che i bambini abbiano effettuato tutte le vaccinazioni obbligatorie e facoltative previste per l età; - nel caso di viaggio in zone malariche è necessario dare massima importanza all utilizzo dei mezzi per evitare le punture di zanzare; - la disidratazione in caso di diarrea può essere rapida e grave nei bambini e va affrontata tempestivamente; - i bambini sono particolarmente sensibili alle variazioni di pressione e devono quindi succhiare il biberon o una tettarella o masticare il chewinggum durante i viaggi in aereo. Malattie già presenti al momento del viaggio Le malattie croniche non sono una controindicazione ai viaggi, tranne in casi particolari; comunque prima della partenza è bene consultare il proprio medico curante. Alcune avvertenze: - i portatori di pace-maker devono segnalare la propria situazione al personale addetto ai controlli e al personale di bordo; - i viaggi in aereo possono peggiorare la sintomatologia nei soggetti affetti da reumatismi, artrite/artrosi, varici o edemi agli arti, a causa della prolungata immobilità; - il clima caldo è negativo per le affezioni cardio-vascolari; - i diabetici in trattamento con ipoglicemizzanti orali devono seguire l assunzione in base all ora locale di destinazione; i diabetici in trattamento con insulina devono modificare la schedula di assunzione se si superano i 5 fusi orari. E importante che i viaggiatori che soffrono di una malattia cronica si informino dei servizi medici disponibili nei Paesi di destinazione. 16

17 Il soggiorno Sole, caldo e umidità Coloro che raggiungono aree tropicali provenendo da aree a clima temperato presentano molto di frequente e soprattutto all inizio del soggiorno difficoltà ad acclimatarsi. Non é solo l aumento della temperatura a provocare i disturbi, ma anche l umidità atmosferica, tipica dei climi tropicali e subtropicali, che impedisce al corpo una regolare sudorazione. I più comuni disturbi legati al caldo sono: - eritemi, eruzioni cutanee (vescicole) o ustioni, dovute all esposizione non protetta ai raggi ultravioletti, che penetrano anche attraverso le nubi o con il riverbero della neve e degli specchi d acqua; - edemi da calore: gonfiore a gambe e piedi; - disidratazione: senso di sete, secchezza della bocca, pelle asciutta; - crampi da calore dovuti alla disidratazione, che insorgono quando si esercita un eccessiva attività fisica in un ambiente caldo, alla quale segue un abbondante sudorazione; - colpo di sole: è causato da un esposizione troppo prolungata al sole e si manifesta con pelle fredda, pallida e umida, pressione bassa e senso di svenimento. Necessario in questi casi il riposo in ambiente fresco e ventilato e l applicazione di impacchi freddi sul capo e sul corpo; - colpo di calore: raro ma grave, é caratterizzato da un totale arresto della sudorazione, pelle arrossata, secca e calda, mal di testa, vertigini, disturbi visivi, febbre elevata, affanno respiratorio e convulsioni. E necessario il ricovero immediato del paziente in una struttura sanitaria, adottando nel frattempo tutte le misure per abbassare la temperatura corporea. 17

18 Clima e ambiente In generale, per prevenire l insorgenza degli inconvenienti appena descritti, è bene seguire alcune regole comportamentali: - esporsi al sole in maniera graduale; - usare cappello, occhiali da sole e creme protettive di fattore elevato, mantenere pulita la pelle; - portare abiti leggeri, in fibra naturale (ad es. lino o cotone), soggiornare in ambienti ventilati; - moderare l attività fisica, specie nelle ore più calde; - consumare cibi leggeri, bere almeno 1 litro e ½ di liquidi al giorno, evitare gli alcolici, se necessario ricorrere ad integratori salini. Freddo Anche l esposizione a basse temperature può essere pericolosa. Congelamento e assideramento possono essere evitati con questi accorgimenti: - preferire tessuti termoisolanti che favoriscono la traspirazione; - alimentazione calorica ricca di zuccheri, riduzione degli alcolici; - adeguato movimento o esercizio fisico. Alta quota Per le persone non allenate, salire in quota oltre i 2000 metri può costituire un problema, in quanto l aria è più rarefatta e povera di ossigeno. I disturbi più frequentemente avvertiti oltre i 2100 metri sono mal di testa, inappetenza, nausea e vomito, affaticamento eccessivo, tosse secca. Per prevenire questi disturbi prevedere un adeguata acclimatazione alla salita, astenendosi dal bere alcolici e dal fumare e seguendo una dieta leggera senza eccessiva assunzione di liquidi In caso di insonnia, vertigini, cefalea, nausea, osservare il riposo e scendere a quote inferiori. Superati i 45 anni d età è bene sottoporsi ad una visita cardiologia ed effettuare l elettrocardiogramma prima della partenza. 18

19 Acque dolci e salate Nelle acque dolci o salmastre di molti Paesi tropicali sono presenti microrganismi invisibili, ma capaci di dare malattia nell uomo anche a distanza di tempo dal soggiorno. Nelle acque di mare sono invece comuni meduse e spugne che possono causare reazioni cutanee. Alcune indicazioni importanti: - evitare i bagni in acque dolci; - in mare, bagnarsi solo nei luoghi autorizzati, usare calzature protettive sulla spiaggia e non sdraiarsi direttamente sulla sabbia senza una stuoia o un asciugamano; - se le persone del luogo indicano la presenza in mare di coralli, ricci o pesci velenosi, utilizzare sandali di plastica con suole resistenti anche per il bagno; - bagnarsi solo in piscine con acqua clorata; - in caso di contatti con meduse o spugne, applicare alcool o acqua salata calda (non acqua dolce!) e rimuovere senza sfregare le spicole o i tentacoli rimasti attaccati alla ferita; - rivolgersi a un medico in caso di reazioni estese. 19

20 Insetti Le punture di insetto possono essere causa di molte malattie, a volte solo fastidiose, altre volte gravi. Per questo motivo, sebbene alcune malattie siano prevenibili mediante vaccinazioni o assunzione preventiva di farmaci (chemioprofilassi), è comunque necessario adottare norme comportamentali adeguate per evitare il contatto con gli insetti. In particolare per quanto riguarda le zanzare, è bene ricordare che: - le zanzare non volano negli ambienti con aria condizionata; - la zanzara Anopheles, portatrice della malaria, punge generalmente dal tramonto all alba; il rischio di contrarre la malaria è molto basso sopra i metri di altitudine, mentre le zone più a rischio sono quelle lungo le coste marine; - le zanzare sono più numerose durante e subito dopo la stagione delle piogge. Alcuni accorgimenti per ridurre il rischio di punture: - portare con sé del tulle (utile per schermare finestre, letto, ecc.); - indossare abiti con trama fitta, di colore chiaro, a maniche lunghe e che coprano le gambe; - usare repellenti cutanei per le parti scoperte, da applicare ogni 2/3 ore, evitando le escoriazioni cutanee; nei bambini, non applicare sulle mani per evitare l ingestione involontaria del prodotto; - spruzzare un insetticida o un repellente anche sugli abiti, poiché le zanzare possono pungere anche attraverso i tessuti leggeri; - nelle camere da letto senza aria condizionata, utilizzare fornellini elettrici con pastiglie a base di insetticida o spirali di piretro (zampironi); proteggere le aperture con reticelle a maglia fitta; proteggere il letto con zanzariere impregnate di repellente, controllando che siano integre e ben fissate sotto il materasso. Mammiferi, serpenti e altri animali velenosi - Non camminare a piedi nudi e utilizzare scarpe alte o stivali soprattutto se ci si sposta a piedi di notte; - evitare di sostare in zone ricoperte da fogliame, arbusti, etc ; - esaminare scarpe e vestiti prima di indossarli, dato che serpenti e scorpioni hanno la tendenza ad annidarvisi; - evitare il contatto con animali sconosciuti o randagi e in ogni caso lavare le mani dopo aver toccato qualunque animale. 20

21 Cibi e bevande I cibi e le bevande rappresentano spesso un pericolo per la salute durante il viaggio in zone tropicali, per la possibile contaminazione con germi o tossine. Il disturbo più frequente è la così detta diarrea del viaggiatore, che si manifesta con la comparsa di scariche diarroiche (da 5 fino a 40 al giorno), dolori addominali e talvolta febbre. Per prevenire queste forme è utile osservare semplici regole: bere solo acqua imbottigliata o bollita per almeno 20 minuti; anche per lavare i denti usare solo acqua imbottigliata o bollita; bere caffè o tè solo se appena preparati; non fare uso di cubetti di ghiaccio; non consumare gelati di preparazione artigianale; non mangiare verdura cruda o frutta non sbucciata personalmente; consumare pesce e carne ben cotti e ancora caldi; bere solo latte pastorizzato o bollito; consumare formaggi solo di produzione industriale; Nella maggior parte dei casi gli attacchi diarroici si esauriscono in 2 o 3 giorni, senza bisogno di terapia. Appena inizia la diarrea, è opportuno assumere liquidi: acqua imbottigliata, bollita o trattata, tè leggero o succhi di frutta diluiti. Se la diarrea è abbondante è utile ricorrere a soluzioni saline reperibili in commercio e continuare a mangiare normalmente. Se la diarrea si protrae per più di 3 giorni e/o se vi è sangue e/o muco nelle feci, vomito ripetuto o febbre elevata è opportuno consultare un medico. 21

22 Rapporti sessuali Sono molti i viaggiatori che ancora oggi compromettono in modo anche grave la propria salute esponendosi al rischio di contrarre malattie per via sessuale come l AIDS, l epatite virale B o C, la sifilide. In caso di rapporti con partners occasionali, per contenere il rischio di contagio è necessario usare sempre il preservativo (qualunque sia il tipo di rapporto sessuale), praticando un adeguata pulizia dei genitali prima e dopo. Incidenti stradali Gli incidenti stradali rappresentano la principale causa di morte nei viaggiatori. Soprattutto nei paesi in via di sviluppo la situazione del traffico è spesso caotica, le condizioni delle strade sono carenti e la condotta degli automobilisti non impeccabile. Nel caso in cui durante il soggiorno si prevedano spostamenti con mezzi a noleggio è consigliabile: prima della partenza: sottoscrivere un assicurazione, informarsi sulle norme stradali e munirsi di patente internazionale; al momento del noleggio controllare lo stato della vettura (pneumatici, dispositivi di sicurezza, ). 22

23 E ancora... I traumi e gli atti di violenza costituiscono rischi importanti per i viaggiatori in particolare nei paesi in via di sviluppo dove le strutture sanitarie sono carenti e il personale sanitario qualificato non sempre disponibile; Nei Paesi in cui la situazione è più compromessa da un punto di vista socio-sanitario è importante fare attenzione a tutte quelle procedure invasive, mediche e non, che attraverso il sangue possono essere causa di esposizioni a virus, come quelli dell epatite e dell AIDS. In particolare, per contenere il rischio di contagio, ricordarsi di evitare l uso in comune di forbicine per unghie, spazzolini, evitare di farsi praticare tatuaggi o peercing, disinfettare gli orecchini acquistati prima dell uso, diffidare degli strumenti per agopuntura, evitare di ricorrere a cure dentarie, utilizzare solo siringhe monouso o sterilizzate con metodo adeguato e verificabile. Cosa fare al rientro E opportuno rivolgersi immediatamente al proprio medico curante, se durante il viaggio o nei primi giorni del rientro sono insorti disturbi quali febbre, diarrea, vomito, malattie della pelle e affezioni genitali. 23

24 Aggiornamento giugno 2009

Salute. 1 di 1 22/07/11 16:15. (22 luglio 2011) RIPRODUZIONE RISERVATA

Salute. 1 di 1 22/07/11 16:15. (22 luglio 2011) RIPRODUZIONE RISERVATA Dieci consigli per viaggiare in salute - Repubblica.it http://www.repubblica.it/salute/interattivi/2011/07/22/news/di... Salute INTERATTIVO Dieci consigli per viaggiare in salute Vacanze in vista? Per

Dettagli

Presentazione dell opuscolo Viaggiare in Salute per i Viaggiatori Internazionali. Chiara Liera. S. Bonifacio, 11 novembre 2006

Presentazione dell opuscolo Viaggiare in Salute per i Viaggiatori Internazionali. Chiara Liera. S. Bonifacio, 11 novembre 2006 Presentazione dell opuscolo Viaggiare in Salute per i Viaggiatori Internazionali Chiara Liera Centro di Riferimento Regionale per i Viaggiatori Internazionali S. Bonifacio, 11 novembre 2006 Caratteristiche

Dettagli

CIBI ACQUA NORME IGIENICHE E GENERALI:

CIBI ACQUA NORME IGIENICHE E GENERALI: NORME IGIENICHE E GENERALI: CIBI Non mangiare verdura, frutta, legumi crudi o che non possano essere sbucciati o cotti. Evitare uova crude o poco cotte, pesce crudo o allevato in zone paludose o in prossimità

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) Sezione Provinciale di Cosenza e COMUNE DI PAOLA PROVINCIA DI COSENZA presentano ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio

Dettagli

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO I.P. UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO QUESTO OPUSCOLO È STATO REALIZZATO PER FORNIRE UTILI CONSIGLI A SOSTEGNO DEGLI ANZIANI. FAVORISCI LA SUA DIFFUSIONE TRA LE FASCE DI POPOLAZIONE IN ETÀ PIÙ AVANZATA. GRAZIE.

Dettagli

Patologie da caldo. Collasso da calore o sincope da caldo. Colpo di calore. Ustione. Colpo di sole

Patologie da caldo. Collasso da calore o sincope da caldo. Colpo di calore. Ustione. Colpo di sole Patologie da caldo Patologie da caldo Collasso da calore o sincope da caldo Colpo di calore Ustione Colpo di sole permanenza prolungata e attività fisica in ambiente caldo, perdita elevata di acqua e sali

Dettagli

3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH

3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH 3URYLQFLDGL%ULQGLVL 6HWWRUH3URWH]LRQH&LYLOH Il termine ondata di calore indica un periodo prolungato di condizioni meteorologiche estreme caratterizzate da elevate temperature ed in alcuni casi da alti

Dettagli

Malattie più diffuse a cui può essere esposto il viaggiatore

Malattie più diffuse a cui può essere esposto il viaggiatore Contenuto di una farmacia da viaggio Nella farmacia da viaggio occorre inserire: Farmaci di uso abituale (se si soffre di malattie croniche, antidolorifici normalmente utilizzati ecc.) Farmaci antivirali

Dettagli

Eritemi solari e herpes labiale

Eritemi solari e herpes labiale Eritemi solari e herpes labiale ERITEMI SOLARI E HERPES LABIALE L eritema solare è un ustione di primo grado che si manifesta a seguito di una prolungata esposizione ai raggi UV; solitamente, la comparsa

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Contro. Speciale viaggi. facciamoci in in. Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare

Contro. Speciale viaggi. facciamoci in in. Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare Contro la la zanzara tigre tigre Speciale viaggi 4 facciamoci in in 4 Tutto quello che i viaggiatori devono sapere per difendersi meglio dalle malattie trasmesse dalle zanzare conosciamo meglio le malattie

Dettagli

COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE.

COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE. COLPO DI SOLE IL DISTURBO CHE SI MANIFESTA PER UNA PROTRATTA ESPOSIZIONE AL SOLE. COLPO DI SOLE CAUSE LA CAUSA DETERMINANTE E L ECCESSIVA ESPOSIZIONE A L AZIONE DEI RAGGI SOLARI, RADIAZIONE INFRAROSSE

Dettagli

VACCINAZIONI INTERNAZIONALI

VACCINAZIONI INTERNAZIONALI VACCINAZIONI INTERNAZIONALI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Igiene e Sanità Pubblica I viaggi internazionali possono rappresentare un rischio per la salute, a seconda delle caratteristiche del viaggiatore

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

MORSI DI ANIMALI MORSI DI ANIMALI

MORSI DI ANIMALI MORSI DI ANIMALI MORSI DI ANIMALI Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI MORSI DI ANIMALI OBIETTIVI SAPERE: - i pericoli legati ai morsi di animali - principali animali con cui abbiamo a che fare SAPER FARE: - riconoscere

Dettagli

PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE OPUSCOLO INFORMATIVO

PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE OPUSCOLO INFORMATIVO PREVENZIONE DELLA SALUTE DALLE ONDATE DI CALORE ESTATE 2006 OPUSCOLO INFORMATIVO A cura del Dipartimento Regionale della Protezione Civile SERVIZIO RISCHI AMBIENTALI ED INDUSTRIALI serviziorischiambientali@protezionecivilesicilia.it

Dettagli

Zika virus: domande a risposte

Zika virus: domande a risposte Zika virus: domande a risposte 1. LA MALATTIA Che cos è la malattia da Zika virus? Zika è una malattia causata dal virus Zika che appartiene alla famiglia dei Flaviviridae. Non è un nuovo virus. E stato

Dettagli

A cura del monitore di primo soccorso BAGAGLI VALERIO Comitato Locale C.R.I. di CASCIANA TERME gruppo PIONIERI

A cura del monitore di primo soccorso BAGAGLI VALERIO Comitato Locale C.R.I. di CASCIANA TERME gruppo PIONIERI A cura del monitore di primo soccorso BAGAGLI VALERIO Comitato Locale C.R.I. di CASCIANA TERME gruppo PIONIERI ARGOMENTI Morsi di vipera Morsi di animali rabbiosi Punture di insetti Punture di animali

Dettagli

INSURANCE TEAM di Farina & C. S.a.s.

INSURANCE TEAM di Farina & C. S.a.s. CONGELAMENTO E una lesione locale da freddo che interessa una o più parti del corpo, generalmente le estremità: mani, piedi, naso, orecchie. - Diminuito apporto di sangue nei tessuti interessati (colore

Dettagli

La valutazione dei rischi nei viaggi internazionali

La valutazione dei rischi nei viaggi internazionali Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale Triennio 2008-2011 VIAGGI E SALUTE Reggio Emilia 16/12/2010 La valutazione dei rischi nei viaggi internazionali nei viaggi internazionali Il Viaggio Trasferimento

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

PUNTURE DI INSETTI ( zanzare, tafani, cimici)

PUNTURE DI INSETTI ( zanzare, tafani, cimici) Giovedì 11 Agosto 2011 10:36 Ultimo aggiornamento Giovedì 11 Agosto 2011 11:00 PUNTURE DI INSETTI ( zanzare, tafani, cimici) 1 / 6 Giovedì 11 Agosto 2011 10:36 Ultimo aggiornamento Giovedì 11 Agosto 2011

Dettagli

Diabete e situazioni particolari

Diabete e situazioni particolari Diabete e situazioni particolari MALATTIE, VIAGGI E FESTE Lilly Che succede se mi ammalo? Quando si è ammalati è necessario curarsi con attenzione per evitare complicanze o un aumento della glicemia. QUALUNQUE

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito all esposizione a microorganismi: BATTERI VIRUS PARASSITI .Le malattie infettive Il rapporto che l agente infettivo

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

7.- MALARIA. Cos'è. Cosa la provoca. Come si trasmette. Periodo di incubazione

7.- MALARIA. Cos'è. Cosa la provoca. Come si trasmette. Periodo di incubazione 7.- MALARIA (Questo materiale è stato elaborato a scopo informativo/didattico e non è sostitutivo delle consulenze mediche. Per necessità specifiche fare riferimento al proprio medico o al sistema sanitario

Dettagli

Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti.

Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti. Vaccinazioni Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti. Difterite Tetano Polio Encefalite da zecche Febbre gialla Febbre tifoide Epatite

Dettagli

Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione

Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione Le radiazioni ultraviolette e la fotoprotezione DURANTE La più importante sorgente di raggi ultravioletti è il sole. Mentre i raggi UVC vengono quasi completamente assorbiti dallo strato di ozono dell

Dettagli

Lezione 07. Traumi dell Apparato Tegumentario

Lezione 07. Traumi dell Apparato Tegumentario Lezione 07 Traumi dell Apparato Tegumentario La Cute Ferite Cosa è? Interruzione della continuità della cute Classificazione Taglio Punta Lacero Contusa Avulsione cutanea Complicanze: Gravità: Lesioni

Dettagli

Influenza suina: l influenza A (H1N1)

Influenza suina: l influenza A (H1N1) . Influenza suina: l influenza A (H1N1) Il virus: lui chi è Ad aprile si sono registrati in Messico casi di infezione nell uomo da nuovo virus influenzale di tipo A (H1N1), precedentemente identificato

Dettagli

MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA

MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA METABOLISMO = TEMPERATURA CORPOREA ETEROTERMI: (RETTILI ED ANFIBI) VARIANO LA LORO TEMPERATURA IN RELAZIONE ALLA TEMPERATURA AMBIENTALE.

Dettagli

state in salute per vivere bene nel caldo estivo Conferenza dei Sindaci Azienda USL 1 Imperiese

state in salute per vivere bene nel caldo estivo Conferenza dei Sindaci Azienda USL 1 Imperiese e Regione Liguria Prefettura di Imperia Provincia di Imperia Un progetto per gli anziani, della provincia di Imperia Azienda USL 1 Imperiese Conferenza dei Sindaci con il patrocinio dell Amministrazione

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE (MTS)

MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE (MTS) MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE (MTS) COSA SONO? Sono malattie provocate da virus, batteri, parassiti o funghi; l infezione viene trasmessa attraverso i rapporti sessuali con persone malate o portatrici

Dettagli

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C!

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! L Epatite C può essere trasmessa attraverso: L uso comune di aghi e siringhe L uso comune di filtri, cucchiai e acqua al momento del consumo di droghe

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Malattie a trasmissione sessuale

Malattie a trasmissione sessuale Malattie a trasmissione sessuale 1 Definizione Sono infezioni che colpiscono sia gli organi genitali che altre parti del corpo e che si trasmettono mediante i rapporti sessuali con persone infette. 2 Inquadramento

Dettagli

sintomi,decorso coinfezioni

sintomi,decorso coinfezioni 2007 L epatite è un infiammazione del fegato; se è causata da un virus l epatite può essere trasmessa da una persona all altra.invece l epatite non è contagiosa se ha origine da abuso di alcool o medicamenti,

Dettagli

L INFERMIERE INFORMA...

L INFERMIERE INFORMA... L INFERMIERE INFORMA... IPASVI...e ti insegna i comportamenti più adeguati per ottimizzare il tuo stato di salute Il Morso di vipera Usare calzature alte, pantaloni lunghi e aderenti. Camminare con passo

Dettagli

COVER-VACANZE.qxd 3-06-2004 16:44 Pagina 1 BIMBI. e vacanze.

COVER-VACANZE.qxd 3-06-2004 16:44 Pagina 1 BIMBI. e vacanze. COVER-VACANZE.qxd 3-06-2004 16:44 Pagina 1 BIMBI e vacanze. BIMBI&VAC.qxd 3-06-2004 16:42 Pagina 1 BIMBI e vacanze. CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI SOMMARIO In viaggio con i bimbi: due parole per trascorrere

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Comunicato stampa n. 303 23 giugno 2009 Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA Prevenzione dei rischi per la salute derivanti dalle ondate di calore Attivo numero verde

Dettagli

FARMACI PER PROFILASSI MALARIA: Lariam, Malarone o altro?

FARMACI PER PROFILASSI MALARIA: Lariam, Malarone o altro? FARMACI PER PROFILASSI MALARIA: Lariam, Malarone o altro? Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione quando si sceglie un farmaco come profilassi per la malaria: I farmaci consigliati per la prevenzione

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

se la conosci, la previeni!

se la conosci, la previeni! EPATITE se la conosci, la previeni! HEALTHY FOUNDATION HEALTHY FOUNDATION Epatiti, cosa sono? 2 L epatite, o meglio le epatiti sono tra le malattie infettive più comuni e gravi del mondo. Si tratta di

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

Rischi infettivi del lavoratore all estero

Rischi infettivi del lavoratore all estero IL MEDICO COMPETENTE TRA VECCHIE E NUOVE MALATTIE INFETTIVE AGGIORNAMENTI INDICAZIONI OPERATIVE LAVORO IN RETE BAGGIOVARA 17/11/2014 Rischi infettivi del lavoratore all estero AUSL MODENA Dr. Domenico

Dettagli

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: COSA È NECESSARIO CONOSCERE. Martino. Giancarla. Milena. Ivano Clementina, 82 anni VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: Martino COSA È NECESSARIO Giancarla CONOSCERE Milena Ivano Vaccinazione antinfluenzale cosa è necessario conoscere. 2 La vaccinazione antinfluenzale è il

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

PRIMO SOCCORSO EMERGENZE MEDICHE PATOLOGIA DA CALORE CRAMPI DA CALORE ESAURIMENTO DA CALORE COLPO DI CALORE. deplezione IDRICA.

PRIMO SOCCORSO EMERGENZE MEDICHE PATOLOGIA DA CALORE CRAMPI DA CALORE ESAURIMENTO DA CALORE COLPO DI CALORE. deplezione IDRICA. PRIMO SOCCORSO EMERGENZE MEDICHE PATOLOGIA DA CALORE CRAMPI DA CALORE ESAURIMENTO DA CALORE deplezione SALINA deplezione IDRICA COLPO DI CALORE CRAMPI DA CALORE Insorgono in seguito ad una giornata di

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché

Dettagli

IL LINFEDEMA CONSIGLI PRATICI

IL LINFEDEMA CONSIGLI PRATICI IL LINFEDEMA CONSIGLI PRATICI 1 I N D I C E pag. 1. Precauzioni nella vita di tutti i giorni 5 2. Sovrappeso.... 7 3. Lavoro... 7 4. Dal medico.... 8 5. Massaggi... 8 6. Sport... 9 7. Vacanze..... 9 8.

Dettagli

Bollettino Epidemiologico n. 83 ATTENTI AL CALDO! Ciò che bisogna sapere per difendersi dai rischi delle ondate di calore

Bollettino Epidemiologico n. 83 ATTENTI AL CALDO! Ciò che bisogna sapere per difendersi dai rischi delle ondate di calore Dipartimento di Prevenzione E & P ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 83 Servizio Epidemiologia e Prevenzione - Tel. 0824-308 284-5-6-9 - Fax 0824-308302 - e-mail sep@aslbenevento1.it ATTENTI

Dettagli

PICCOLA FARMACIA PER LA VACANZA

PICCOLA FARMACIA PER LA VACANZA La vacanza è un periodo di relax e divertimento. Qualunque sia la destinazione scelta, esotica o tradizionale, il viaggio deve essere programmato bene anche dal punto di vista sanitario. Prima di partire,

Dettagli

Malattia da Virus Ebola Informazioni Generali

Malattia da Virus Ebola Informazioni Generali Malattia da Virus Ebola Informazioni Generali Malattia da Virus Ebola (Ebola Virus Disease = EVD) Origini Il virus Ebola prende il nome dal fiume Ebola, nello stato dello Zaire (ora Repubblica Democratica

Dettagli

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

un'estate sicura perchè il mare sia divertimento Realizzato da: S.C. Promozione della salute dell'asl 5 "Spezzino"

un'estate sicura perchè il mare sia divertimento Realizzato da: S.C. Promozione della salute dell'asl 5 Spezzino buone vacanze un'estate sicura perchè il mare sia divertimento Realizzato da: S.C. Promozione della salute dell'asl 5 "Spezzino" Testi e progetto di: Flavio Cavallini CONSIGLI E REGOLE DA RISPETTARE L'acqua

Dettagli

VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario

VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario VIVERE AL MEGLIO con l angioedema ereditario con il contributo educazionale di indice Indice 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 Cos è l angioedema ereditario (AEE)? 4 Come si manifesta? 6 Come viene diagnosticato?

Dettagli

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Rischi del soccorritore

Rischi del soccorritore Rischi del soccorritore Presidi di autoprotezione Istruttore PSTI e Monitore VDS Rita Damignani Istruttore PSTI e Monitore VDS Carlo Fagioli Obiettivi Informare il volontario dei rischi inerenti all attività

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA. Il tuo Pediatra AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MANTOVA Il tuo Pediatra Il tuo Pediatra Gentili Genitori, abbiamo realizzato questa guida Il tuo Pediatra per presentare in modo semplice e comprensibile l

Dettagli

Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura

Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura Sopralluoghi igienico - nutrizionali ed alimentazione sicura Intervento a cura di: Dario Signorelli -Dipartimento di Prevenzione Medica SC Alimenti e Nutrizione ASL Milano Milano, 3 maggio 2012 1 servizio

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

Patologia da incendio

Patologia da incendio USTIONI FUMI TOSSICI TRAUMI Patologia da incendio la vittima di un incendio può essere intossicata senza essere ustionata, al contrario ustioni gravi sono sempre concomitanti con una intossicazione da

Dettagli

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso 6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso In qualità di assistente è possibile trovarsi nelle condizioni in cui è necessario avere alcune nozioni di pronto soccorso. Un modo per apprendere queste competenze

Dettagli

Dr. Vincenzo Nicosia QHSE/SAIPEM MED. Verona, 8 Giugno 2007. Saipem Group page 1

Dr. Vincenzo Nicosia QHSE/SAIPEM MED. Verona, 8 Giugno 2007. Saipem Group page 1 LA TUTELA DELLA SALUTE DEI LAVORATORI ALL ESTERO Dr. Vincenzo Nicosia QHSE/SAIPEM MED Verona, 8 Giugno 2007 Saipem Group page 1 QHSE/H Survey Sanitaria Valutazione dei rischi Rapporto Documento di valutazione

Dettagli

MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA. Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano

MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA. Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano MENOPAUSA E D INTORNI A CURA DEL COORDINAM ENTO DONNE S LP CISL CATANIA Con la collaborazione della Dottoressa Palmisano MENOPAUSA E D INTORNI COSA SI PUO E COSA SI DEVE FARE? CHE COS E? La menopausa non

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

Che cosa è la infezione da HIV?

Che cosa è la infezione da HIV? Che cosa è l HIV? L HIV - human immunodeficiency virus è un virus che progressivamente distrugge le difese del nostro corpo contro le infezioni e alcuni tumori Che cosa è la infezione da HIV? L infezione

Dettagli

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia scuola morbillo vaccino parotite rosolia Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2004 Il morbillo è

Dettagli

Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo.

Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo. Le 10 regole per una corretta alimentazione nel periodo estivo. Dott.ssa Stefania Marzona Tecnologa Alimentare Incontro pubblico gratuito Come affrontare le vacanze senza problemi promossa dal Distretto

Dettagli

Sommario. La zecca 05. La borreliosi 06. La meningoencefalite da zecche 07

Sommario. La zecca 05. La borreliosi 06. La meningoencefalite da zecche 07 Attenzione, zecche! Sommario La zecca 05 La borreliosi 06 La meningoencefalite da zecche 07 Misure profilattiche 08/09 Prevenire le punture di zecche Evitare la trasmissione degli agenti patogeni Vaccinazione

Dettagli

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione Lucerna, 01.06.2006 Factsheet calore 1. Introduzione Il lavoro nei giorni di canicola provoca un aumento della temperatura corporea, dovuto a fattori come il caldo, il lavoro fisico e, in alcuni casi,

Dettagli

BLEFAROPLASTICA LA CHIRURGIA DELLE PALPEBRE

BLEFAROPLASTICA LA CHIRURGIA DELLE PALPEBRE BLEFAROPLASTICA LA CHIRURGIA DELLE PALPEBRE dottor Alessandro Gennai CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ed ESTETICA dottor Luigi Izzo CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ed ESTETICA Gentilissima/o Paziente,

Dettagli

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE CONSIGLI SULLA PREVENZIONE DI ALCUNE MALATTIE INFETTIVE

MINISTERO DELLA SALUTE CONSIGLI SULLA PREVENZIONE DI ALCUNE MALATTIE INFETTIVE Le epatiti virali MINISTERO DELLA SALUTE DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE UFFICIO III - MALATTIE INFETTIVE E PROFILASSI INTERNAZIONALE CONSIGLI SULLA PREVENZIONE DI ALCUNE MALATTIE INFETTIVE una raccolta

Dettagli

Presentazione I viaggiatori, prima del viaggio, possono prendersi cura della propria salute conoscendo i

Presentazione I viaggiatori, prima del viaggio, possono prendersi cura della propria salute conoscendo i Presentazione I viaggi offrono l'occasione di esperienze affascinanti e indimenticabili. Troppo spesso un viaggio è affrontato senza la necessaria preparazione, senza conoscere i rischi legati a soggiorni,

Dettagli

COPIA. Neuropatia diabetica. «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!»

COPIA. Neuropatia diabetica. «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!» Neuropatia diabetica «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!» www.associazionedeldiabete.ch Per donazioni: PC 80-9730-7 Associazione Svizzera per il Diabete Association Suisse du Diabète Schweizerische

Dettagli

TESTO DIGITALE SUL TEMA NOZIONI ELEMENTARI DI PRONTO SOCCORSO. Prof. TOMMASO FIORE. Ordinario di Anestesia e Rianimazione Università di Bari

TESTO DIGITALE SUL TEMA NOZIONI ELEMENTARI DI PRONTO SOCCORSO. Prof. TOMMASO FIORE. Ordinario di Anestesia e Rianimazione Università di Bari TESTO DIGITALE SUL TEMA NOZIONI ELEMENTARI DI PRONTO SOCCORSO Prof. TOMMASO FIORE Ordinario di Anestesia e Rianimazione Università di Bari Dr.ssa EMANUELLA DE FEO Dirigente Medico Centrale Operativa 118

Dettagli

COSA È E COME SI USA Lingua Italiana

COSA È E COME SI USA Lingua Italiana L ABC dell insulina COSA È E COME SI USA Lilly Perché devo fare l insulina? Nella maggior parte dei casi il Diabete tipo 2 si cura con i farmaci antidiabetici orali, oltre che con la dieta e l esercizio

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate CISTITE A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è la CISTITE? La cistite è la più comune e frequente malattia delle vie urinarie e può colpire

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ

MINISTERO DELLA SANITÀ Le epatiti virali MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE MALATTIE INFETTIVE E PROFILASSI INTERNAZIONALE CONSIGLI SULLA PREVENZIONE DI ALCUNE MALATTIE INFETTIVE una raccolta di schede informative

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Allegato 2 ISTRUZIONI DI PRIMO SOCCORSO PER LE SCUOLE

Allegato 2 ISTRUZIONI DI PRIMO SOCCORSO PER LE SCUOLE Allegato 2 SERVIZIO MEDICINA PREVENTIVA NELLE COMUNITA E DELLO SPORT ISTRUZIONI DI PRIMO SOCCORSO PER LE SCUOLE IN CASO DI COSA FARE COSA NON FARE Indossare i guanti monouso Lavare la ferita con acqua

Dettagli

Colpo di calore: come affrontarlo

Colpo di calore: come affrontarlo Colpo di calore: come affrontarlo Con le ondate di calore aumenta il rischio di subire il colpo di calore, il collasso o il colpo di sole. Di cosa si tratta, come si prevengono? Perché anziani e bambini

Dettagli

L influenza. stagionale

L influenza. stagionale Questo opuscolo vuole fornire alcune informazioni pratiche per avere una visione corretta ed equilibrata di un fenomeno, quello dell influenza aviaria, che al momento attuale sta determinando un inutile

Dettagli

Presentazione I viaggiatori, prima del viaggio, possono prendersi cura della propria salute conoscendo i

Presentazione I viaggiatori, prima del viaggio, possono prendersi cura della propria salute conoscendo i Presentazione I viaggi offrono l'occasione di esperienze affascinanti e indimenticabili. Troppo spesso un viaggio è affrontato senza la necessaria preparazione, senza conoscere i rischi legati a soggiorni,

Dettagli

FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM

FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM FEBBRE DEL LABBRO MAI PIÙ HERPOTHERM Alta tecnologia Made in Germany per una nuova terapia di Herpes Labialis - senza sostanze chimiche! Che cosa è HERPOTHERM? HERPOTHERM è un nuovo, ma soprattutto innovativo,

Dettagli

Pronti e via: come viaggiare sicuri

Pronti e via: come viaggiare sicuri ASL Città di Milano Dipartimento di Prevenzione Pronti e via: come viaggiare sicuri Giugno 2002 Azienda Ospedaliera L. Sacco Istituto Malattie Infettive e Tropicali Università di Milano Presentazione Questo

Dettagli

LO SCOMPENSO CARDIACO

LO SCOMPENSO CARDIACO Area Medica P.O. Pistoia LO SCOMPENSO CARDIACO Opuscolo informativo di educazione terapeutica U.O. Cardiologia U.O. Medicina Interna I COS E LO SCOMPENSO CARDIACO Lo scompenso cardiaco è una malattia molto

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PER VISITATORI TEMPORANEI Aggiornata al 10 agosto 2007

SCHEDA INFORMATIVA PER VISITATORI TEMPORANEI Aggiornata al 10 agosto 2007 Paese: TOGO SCHEDA INFORMATIVA PER VISITATORI TEMPORANEI Aggiornata al 10 agosto 2007 Capitale: LOME' Popolazione: 5.300.000 Superficie: 56.000 km2 Fuso orario: -1h rispetto all'italia; -2h quando in Italia

Dettagli

Questa scheda informativa è realizzata per scopi educativi soltanto. Consultate il medico di famiglia o altri operatori

Questa scheda informativa è realizzata per scopi educativi soltanto. Consultate il medico di famiglia o altri operatori Cos è la febbre? La temperatura corporea dei bambini varia tra i 36,5 e i 37,5 o C. Si ha la febbre quando, misurando la temperatura del bambino con un termometro posto sotto l ascella, si nota che la

Dettagli

Aspetti clinici e terapeutici. Carla Padovan

Aspetti clinici e terapeutici. Carla Padovan Aspetti clinici e terapeutici Carla Padovan ASS6 Diabete giovanile (insulino dipendente) Allergia/Anafilassi Crisi convulsive Malattia metabolica dovuta alla mancata produzione di insulina da parte del

Dettagli