In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge"

Transcript

1 In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge

2 Come nasce una legge: Dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al Senato o alla Camera, di un progetto di legge; tale potere è attribuito dalla Costituzione a ogni singolo parlamentare, al governo, al popolo (con la firma di almeno cinquantamila elettori), a ciascuna regione e, su determinate materie, al Consiglio nazionale dell economia e del lavoro (CNEL). I progetti di legge, che al Senato si chiamano disegni di legge, devono avere un titolo e contenere una relazione e una parte normativa redatta in articoli. Assegnazione I disegni di legge vengono quindi assegnati a una delle 14 commissioni permanenti, ciascuna competente in una diversa materia. Commissioni speciali possono inoltre essere costituite, su decisione dell Assemblea, per l esame di particolari disegni di legge. All atto dell assegnazione, il Presidente stabilisce anche i modi in cui la commissione può esaminare il disegno di legge, vale a dire: in sede referente; in sede redigente; in sede deliberante. Un disegno di legge può anche essere affidato a una commissione perché esprima su di esso un parere; in questo caso la commissione opera in sede consultiva. Discussione e approvazione Se il disegno di legge è esaminato dalla commissione in sede referente, viene discusso, eventualmente modificato e approvato, per essere poi sottoposto in tutte le sue parti al dibattito e all approvazione dell Assemblea. Se la commissione opera invece in sede redigente, oltre a esaminare il disegno di legge, ne delibera anche i singoli articoli. In questo caso in assemblea si svolgeranno unicamente le dichiarazioni di voto e il voto finale. Se poi la commissione opera in sede deliberante, dopo l approvazione dei singoli articoli vota anche il disegno di legge nel suo complesso. In questo caso, dunque, non sarà necessario l esame del provvedimento in Assemblea. Se invece la commissione opera in sede consultiva, si limita a esprimere un parere sul disegno di legge, destinato alla commissione che esamina quel provvedimento nel merito. 2 Il percorso di una legge

3 Approvazione definitiva e pubblicazione Per diventare definitivo, il disegno di legge deve essere approvato dall altra Camera nello stesso testo: se l altro ramo del Parlamento introduce anche una sola piccola modifica, il progetto deve essere riesaminato dalla Camera che l ha approvata per prima. Questa è una di quelle conseguenze di quel bicameralismo perfetto, che caratterizza il nostro sistema parlamentare. La legge viene infine promulgata dal Presidente della Repubblica e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale. Governo Parlamento un parlamentare o un gruppo di parlamentari Popolo 50 mila elettori Consigli regionali CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Ritorna all altro ramo del Parlamento Se è modificato Disegno di legge È presentato a una delle due camere è assegnato alla commissione parlamentare competente è esaminato, eventualmente modificato È trasmesso all aula è esaminato, eventualmente modificato È trasmesso all altra camera è assegnato alla commissione parlamentare competente è esaminato, eventualmente modificato È trasmesso all aula è esaminato La legge è promulgata dal Presidente della Repubblica ed è pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Se è approvato nel testo già approvato dalla camera che lo ha esaminato per prima Il percorso di una legge 3

4 Il disegno di legge: La conversione in legge dei decreti-legge L articolo 77 della Costituzione stabilisce che il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Tuttavia il Governo ha la facoltà di adottare, in casi straordinari di necessità e di urgenza e sotto la propria responsabilità, dei decreti provvisori aventi forza di legge, ma è tenuto a presentarli il giorno stesso alle Camere per la conversione. Le Camere poi, anche se sciolte, sono appositamente convocate per esaminare i disegni di legge di conversione di decreti-legge e devono riunirsi entro cinque giorni. L ultimo comma dell articolo 77, infine, prevede che i decreti-legge perdano efficacia sin dall inizio se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione, ma concede al contempo alle Camere il potere di regolare, con legge, i rapporti giuridici sorti sulla base di decreti non convertiti. Il disegno di legge discusso nelle sedute dell Assemblea del Senato n. 643, n. 645 e n. 647 rispettivamente dei giorni 22, 26 e 27 luglio 2004 è appunto un disegno di legge di conversione di un decerto-legge. Si tratta in particolare del decreto-legge n. 160 del 24 giugno 2004 recante proroga della partecipazione italiana a missioni internazionali. 4 La scheda sul DDL di conversione

5 In Senato per un giorno: Simulazione di una seduta del Senato Discussione su un disegno di legge È qui riportato, a scopo di dimostrazione didattica, un adattamento - estremamente sintetico - dei resoconti delle sedute dell Assemblea del Senato n. 643, n.645 e n.647 rispettivamente dei giorni 22, 26 e 27 luglio Questo documento viene utilizzato nelle simulazioni di seduta, ideate per conoscere ai ragazzi, in modo semplice e partecipato, le modalità di approvazione delle leggi. Sigle dei gruppi parlamentari Alleanza Nazionale: AN Democratici di Sinistra-l Ulivo: DS-U Forza Italia: FI Lega Padana: LP Margherita-DL-l Ulivo: Mar-DL-U Per le Autonomie: Aut Unione Democristiana e di Centro: UDC Verdi-l Ulivo: Verdi-U Misto: Misto Misto-Comunisti italiani: Misto-Com Misto-Indipendente della Casa delle Libertà: Misto-Ind-CdL Misto-Lega per l Autonomia lombarda: Misto-LAL Misto-Libertà e giustizia per l Ulivo: Misto-LGU Misto-Movimento territorio lombardo: Misto-MTL Misto-MSI-Fiamma Tricolore: Misto-MSI-Fiamma Misto-Nuovo PSI: Misto-NPSI Misto-Partito repubblicano italiano: Misto-PRI Misto-Rifondazione Comunista: Misto-RC Misto-Socialisti democratici italiani-sdi: Misto-SDI Misto-Alleanza popolare-udeur: Misto-AP-Udeur 5

6 Discussione sul disegno di legge: (3040) CONVERSIONE IN LEGGE, CON MODIFICAZIONI, DEL DECRETO-LEGGE 24 GIUGNO 2004, N. 160, recante proroga della partecipazione italiana a missioni internazionali (Approvato dalla Camera dei deputati). PRESIDENTE: L ordine del giorno reca la discussione sul disegno di legge n. 3040, già approvato dalla Camera dei deputati. Ha facoltà di parlare il Presidente delle Commissioni riunite 3 a e 4 a, senatore Contestabile. CONTESTABILE (FI): Signor Presidente, sul merito, la questione è nota ed è già stata dibattuta in questa autorevolissima Aula. Non siamo una nazione belligerante, siamo in Iraq per una missione di pace. In tempi assai più brevi del previsto all Iraq verrà restituita piena sovranità. Di ciò siamo assai lieti. Invito, perciò, all espressione di un voto favorevole. Presentazione della questione pregiudiziale di costituzionalità ZANCAN (VERDI-U): Domando di parlare. ZANCAN (VERDI-U): Signor Presidente, onorevoli colleghi, con la proroga della partecipazione italiana in Iraq siamo in presenza di una violazione manifesta e palese dei principi costituzionali. Per queste ragioni sollevo eccezione di costituzionalità del decreto-legge 24 giugno 2004, n. 160, per violazione parziale, sostanziale e integrale della Carta costituzionale. PRESIDENTE: Ricordo che sulla questione pregiudiziale può prendere la parola non più di un rappresentante per Gruppo per non più di dieci minuti. PELLICINI (AN): Domando di parlare. PELLICINI (AN): Signor Presidente, signori senatori, i nostri soldati sono là per fare case, ospedali, scuole, portare viveri alla popolazione, medicinali, assistere la Croce Rossa in questi compiti difficilissimi. Questa è una missione di pace, non di guerra, pertanto, non si pone il problema della costituzionalità. Conseguentemente, chiedo che la richiesta del senatore Zancan venga respinta. MARINO (Misto-Com): Domando di parlare. MARINO (Misto-Com): Signor Presidente, questa guerra era e resta illegittima e immorale. Perché ci sia un Mediterraneo di pace occorre che venga posta fine alla disastrosa tragedia dell Iraq, con un ruolo dell ONU che sia riconosciuto 6

7 e credibile da parte delle popolazioni interessate, che soffrono da tanti decenni. Noi non difendiamo certamente il regime dispotico di Saddam, ma se si dovessero scatenare guerre solamente per eliminare un dittatore, ce ne sarebbero da scatenare ancora un centinaio. Noi voteremo a favore della pregiudiziale di costituzionalità. PERUZZOTTI (LP): Domando di parlare. PERUZZOTTI (LP): Signor Presidente, anche la NATO ha deciso di elevare il profilo della propria presenza in Iraq e a questo coinvolgimento hanno dato il proprio consenso anche la Germania e la Francia. Ritengo, per questo, che le presunte questioni di costituzionalità, eccepite per impedire che il provvedimento sia approvato dal Parlamento, rappresentino soltanto un modo per creare marasma politico. Votazione della questione pregiudiziale di costituzionalità PRESIDENTE: Passiamo alla votazione della questione pregiudiziale di costituzionalità. Non è approvata. Discussione generale del disegno di legge n PRESIDENTE: Dichiaro aperta la discussione generale. È iscritto a parlare il senatore Nieddu. Ne ha facoltà. NIEDDU (DS-U): Signor Presidente, la nostra posizione potrà essere rivista solo a condizione di un impegno diverso in Iraq, di un rilancio della dimensione umanitaria e di un ruolo determinante delle Nazioni Unite, per garantire una sicurezza delle quali un nostro impegno sarebbe doveroso. Invece, al di là della continuità dell impegno militare, nell attuale situazione non esistono ancora le condizioni minime di agibilità per una presenza dell ONU in Iraq. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Danieli. Ne ha facoltà. DANIELI (Mar-DL-U): Signor Presidente, oggi il contesto è sicuramente diverso, ma gli interrogativi sul ruolo del nostro Paese sono ancora molti. Per questo motivo, pur nello sforzo di individuare strumenti di superamento della situazione attuale, non mutiamo il nostro orientamento. Esprimiamo in modo netto il nostro no alla permanenza delle truppe italiane in Iraq. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Cossiga. Ne ha facoltà. COSSIGA (Aut): Signor Presidente, in quest Aula, nella seduta del 25 settembre 2002, presi la parola e votai contro l invio di unità militari italiane in Iraq, esclusivamente perché non riscontravo nella situazione reale e concreta i presupposti di urgenza e di autodifesa. Oggi, invece, a motivo della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, io credo 7

8 che occorre, nell interesse anche della pace e della sicurezza internazionale, che l Italia prosegua la sua presenza militare. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Pascarella. Ne ha facoltà. PASCARELLA (DS-U): Signor Presidente, colleghi e senatori, questa guerra ha liberato l Iraq da un dittatore ma non ha raggiunto gli obiettivi desiderati. L Italia si trova così a condividere un conflitto che non ha eliminato il terrorismo e ha causato una rottura politica ed istituzionale. Continuo per questo a ritenere che la scelta di prorogare la presenza italiana in Iraq sia del tutto sbagliata. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Collino. Ne ha facoltà. COLLINO (AN): Signor Presidente, credo sarebbe necessario sostenere convintamente e con calore la difficile azione dei nostri militari in Iraq. Il successo nella stabilizzazione e nella ricostruzione dell Iraq depotenzierebbe in modo probabilmente decisivo l integralismo islamico che alimenta il terrorismo ovunque. Il contributo che dà l Italia è pertanto importante e rientra negli interessi nazionali. PRESIDENTE: È iscritta a parlare la senatrice De Petris. Ne ha facoltà. DE PETRIS (Verdi-U): Signor Presidente, onorevoli colleghi, l Italia ha deciso di partecipare a questa missione colorandola con la dicitura di "umanitaria", ma sappiamo benissimo che così non è. Noi diciamo no a questa deriva irresponsabile e pericolosa e continuiamo a ritenere che l unica strada per la pace sia la fine di questa missione e il ritorno immediato delle truppe. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Forcieri. Ne ha facoltà. FORCIERI (DS-U): Signor Presidente, signor rappresentante del governo, onorevoli colleghi, credo che non ci si debba meravigliare se su questo argomento permangono posizioni e sensibilità diverse. Oggi siamo di fronte ad una situazione che non ci fa dire che il mondo è più sicuro e che il terrorismo ha subito un colpo forte; anzi, l Iraq, che non era teatro di azioni terroristiche internazionali, dopo l intervento lo è diventato. Noi diciamo no alla proroga di questa missione. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Sodano. Ne ha facoltà. SODANO (UDC): Signor Presidente, non possiamo abbandonare oggi un Paese che ha bisogno del sostegno della comunità internazionale, dell Europa, della NATO, dell ONU. Ha bisogno, oserei dire, della civiltà occidentale. La presenza umanitaria italiana nel mondo è importante non soltanto sul piano umano ma anche sul piano politico. PRESIDENTE: È iscritto a parlare il senatore Manfredi. Ne ha facoltà. MANFREDI (FI): Signor Presidente, la missione è ben lungi dall essere conclusa e rappresenta un contributo importante per la pacificazione, la democratizzazione e la ricostruzione dell Iraq. Noi voteremo con convinzione a favore della sua proroga. 8

9 Intervento del rappresentante del Governo PRESIDENTE: Dichiaro chiusa la discussione generale. Ha facoltà di parlare il rappresentante del Governo. BERSELLI, sottosegretario di Stato per la difesa: Signor Presidente, alla luce e sulla scorta di quel che abbiamo fatto altrove, siamo in Iraq per aiutare, non contro la loro volontà, le popolazioni locali. Se non mantenessimo fede agli impegni assunti nei confronti dei nostri alleati ci daremmo da soli la patente di inaffidabilità, a discapito di quel ruolo che faticosamente abbiamo costruito. Il Senato approva gli articoli 1 e 2 Dichiarazione di voto prima della votazione del disegno di legge nel suo complesso PRESIDENTE: Passiamo alla votazione del disegno di legge nel suo complesso. DE PAOLI (Misto-LAL): Domando di parlare per dichiarazione di voto. DE PAOLI (Misto-LAL): Signor Presidente, è sempre più chiaro che la guerra aveva il solo scopo di derubare il popolo iracheno del suo potenziale energetico ed economico. È inammissibile che i militari italiani partecipino a questa rapina. Eravamo e siamo convinti che la missione italiana non abbia ragione di esistere, per questo ribadiamo la necessità che i nostri militari lascino immediatamente il territorio iracheno. MALABARBA (Misto-RC): Domando di parlare per dichiarazione di voto. MALABARBA (Misto-RC): Signor Presidente, la guerra continua, anzi siamo di fronte ad un avanzata militare che ci coinvolge sempre più e ci espone a ritorsione. Rifondazione Comunista è contraria alla missione militare in Iraq e chiede l immediato ritiro delle truppe. DE ZULUETA (Misto): Domando di parlare per dichiarazione di voto. DE ZULUETA (Misto): Signor Presidente, è passato un anno da quando l Italia mandò il proprio contingente in Iraq, ma la guerriglia e il terrore continuano a devastare il Paese. In questo contesto, è in nome dello spirito e della lettera della nostra Costituzione che noi voteremo contro il rinnovo della missione militare in Iraq. FABRIS (Misto-AP-Udeur): Domando di parlare per dichiarazione di voto. 9

10 FABRIS (Misto-AP-Udeur): Signor Presidente, riteniamo che sia sbagliato sostenere che nulla è cambiato in Iraq. La risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha già prodotto alcuni fatti concreti e non è possibile negarlo. Si possono comunque condividere tutte le critiche e le perplessità su questo decreto, per questo annuncio che noi senatori di Alleanza Popolare-Udeur non parteciperemo alla votazione. MELELEO (UDC): Domando di parlare per dichiarazione di voto. MELELEO (UDC): Signor Presidente, penso che all inizio della discussa campagna in Iraq potevano avere anche una ragione le varie opinioni e posizioni, ma oggi non è più così: non si può interrompere l intervento. Per questo, esprimiamo il voto convinto e favorevole dell UDC. PALOMBO (AN): Domando di parlare per dichiarazione di voto. PALOMBO (AN): Signor Presidente, Alleanza Nazionale dichiara il suo voto favorevole alla prosecuzione della missione in Iraq e sottolinea a tutti gli italiani il ruolo eccezionalmente rilevante che le nostre Forze armate stanno svolgendo. Votazione del disegno di legge nel suo complesso PRESIDENTE: Metto ai voti il disegno di legge nel suo complesso. È approvato. La pubblicazione è stata curata dal Servizio dei resoconti e della comunicazione istituzionale 2005 Senato della Repubblica - Edi. Srl Realizzazione editoriale: Società Editrice Edi.V. Srl via dgli Astri, Roma tel Stampato in Italia, aprile

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Un giorno in SENATO Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al Senato o alla Camera, di un progetto di legge;

Dettagli

7ª COMMISSIONE PERMANENTE

7ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 18º Resoconto stenografico

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

13ª COMMISSIONE PERMANENTE

13ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 13ª COMMISSIONE PERMANENTE (Territorio, ambiente, beni ambientali) INDAGINE CONOSCITIVA SULL EMERGENZA IDRICA NEI CENTRI URBANI DEL MEZZOGIORNO E DELLE ISOLE 9º

Dettagli

8ª COMMISSIONE PERMANENTE

8ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 8ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 5º Resoconto stenografico SEDUTA DI MERCOLEDÌ 20 MARZO 2002 Presidenza

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

2ª COMMISSIONE PERMANENTE

2ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (Giustizia) Seduta n. 548 DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 90º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 17 GENNAIO 2006 (Notturna)

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d'iniziativa dei senatori Chiti, Albano, Amati, Broglia, Capacchione, Casson, Corsini, Cucca, D'Adda, Dirindin, Gatti, Giacobbe, Lo Giudice, Micheloni, Mineo, Mucchetti,

Dettagli

4ª COMMISSIONE PERMANENTE

4ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 4ª COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) Seduta n. 201 DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 104º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 17 GENNAIO 2006 Presidenza del

Dettagli

IV COMMISSIONE PERMANENTE

IV COMMISSIONE PERMANENTE Martedì 16 dicembre 2001 33 Commissione IV IV COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) S O M M A R I O COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE: Comunicazioni del Presidente sul calendario dei lavori della Commissione... 33

Dettagli

Legge 30 luglio 2004, n.207

Legge 30 luglio 2004, n.207 Legge 30 luglio 2004, n.207 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 giugno 2004, n. 160, recante proroga della partecipazione italiana a missioni internazionali" pubblicata nella

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1739

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1739 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1739 Sostituzione dell'articolo 3 del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, in materia di

Dettagli

OSSERVATORIO N. 04 1. PROGETTI DI LEGGE ANNUNCIATI E/O ASSEGNATI

OSSERVATORIO N. 04 1. PROGETTI DI LEGGE ANNUNCIATI E/O ASSEGNATI FITA OSSERVATORIO N. 04 1. PROGETTI DI LEGGE ANNUNCIATI E/O ASSEGNATI 1.1. C A M E R A 1.1. 17.01. La proposta di legge 5449 ( Disposizioni per la realizzazione e il finanziamento della produzione di carte

Dettagli

3ª COMMISSIONE PERMANENTE

3ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 3ª COMMISSIONE PERMANENTE (Affari esteri, emigrazione) INTERROGAZIONI 29º Resoconto stenografico SEDUTA DI MERCOLEDÌ 5 MAGGIO 2004 Presidenza del presidente PROVERA

Dettagli

XIV COMMISSIONE PERMANENTE

XIV COMMISSIONE PERMANENTE Mercoledì 26 luglio 2000 127 Commissione XIV XIV COMMISSIONE PERMANENTE (Politiche dell Unione europea) S O M M A R I O ATTI COMUNITARI: Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio per

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 456ª SEDUTA PUBBLICA RESOCONTO SOMMARIO E STENOGRAFICO GIOVEDÌ 31 LUGLIO 2003 (Antimeridiana) Presidenza del vice presidente FISICHELLA, indi del vice presidente

Dettagli

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE

IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE IL DISEGNO DI LEGGE DI RIFORMA DELLA PARTE SECONDA DELLA COSTITUZIONE APPROVATO IN SEDE REFERENTE DALLA 1 a COMMISSIONE DEL SENATO NELLA SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2014 WWW.RIFORMECOSTITUZIONALI.GOV.IT ELEMENTI

Dettagli

La Regione non può legiferare in materia di donazione degli organi e tessuti

La Regione non può legiferare in materia di donazione degli organi e tessuti La Regione non può legiferare in materia di donazione degli organi e tessuti Corte Cost., sentenza 9 ottobre 2015, n. 195 (Pres. Criscuolo, est. Cartabia) Sanità pubblica Legge della Regione Calabria Norme

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

10ª COMMISSIONE PERMANENTE

10ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 10ª COMMISSIONE PERMANENTE (Industria, commercio, turismo) INDAGINE CONOSCITIVA SULL INDUSTRIA DELL AUTOMOBILE 2º Resoconto stenografico SEDUTA DI MERCOLEDÌ 24 LUGLIO

Dettagli

7ª COMMISSIONE PERMANENTE

7ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) INTERROGAZIONI 63º Resoconto stenografico SEDUTA DI GIOVEDÌ

Dettagli

8ª COMMISSIONE PERMANENTE

8ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 8ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 29º Resoconto stenografico SEDUTA DI MERCOLEDÌ 29 GENNAIO 2003 (Pomeridiana)

Dettagli

8ª COMMISSIONE PERMANENTE

8ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 8ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavori pubblici, comunicazioni) INDAGINE CONOSCITIVA SULLA SICUREZZA DEL TRASPORTO AEREO 3º Resoconto stenografico (Facente seguito alle

Dettagli

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI CAMERA DEI DEPUTATI 41 MARTEDÌ 20 GENNAIO 2015 XVII LEGISLATURA BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI INDICE DELEGAZIONE PRESSO L ASSEMBLEA PARLAMENTARE DEL CONSIGLIO

Dettagli

SENTENZA N. 195 ANNO 2015

SENTENZA N. 195 ANNO 2015 Sentenza 195/2015 Giudizio Presidente CRISCUOLO - Redattore CARTABIA Udienza Pubblica del 22/09/2015 Decisione del 22/09/2015 Deposito del 09/10/2015 Pubblicazione in G. U. Norme impugnate: Legge della

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 47

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 47 XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 47 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) INTERROGAZIONI 100ª seduta: martedì

Dettagli

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 Il giorno 19 maggio 2015, alle ore 14,30, nei locali dell Aula Magna dell Istituto Roncalli, su convocazione scritta, si riunisce il Collegio

Dettagli

(ISTRUZIONE PUBBLICA, BENI CULTURALI, RICERCA SCIENTIFICA, SPETTACOLO E SPORT)

(ISTRUZIONE PUBBLICA, BENI CULTURALI, RICERCA SCIENTIFICA, SPETTACOLO E SPORT) Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 2146-A RELAZIONE DELLA 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (ISTRUZIONE PUBBLICA, BENI CULTURALI, RICERCA SCIENTIFICA, SPETTACOLO E SPORT) (Relatore BEVILACQUA) Comunicata

Dettagli

ITER LEGISLATIVO DEL PARLAMENTO PROVVISORIO DELLA REPUBBLICA VENETA

ITER LEGISLATIVO DEL PARLAMENTO PROVVISORIO DELLA REPUBBLICA VENETA Legge n. 3/2015 della Repubblica Veneta ITER LEGISLATIVO DEL PARLAMENTO PROVVISORIO DELLA REPUBBLICA VENETA Il Parlamento Provvisorio della Repubblica Veneta, eletto il 15-20 marzo 2015 ai sensi della

Dettagli

nome classe data la repubblica, la costituzione Quanti voti ha ricevuto la monarchia? Quanti la repubblica?...

nome classe data la repubblica, la costituzione Quanti voti ha ricevuto la monarchia? Quanti la repubblica?... Giugno 946, nasce la Repubblica Leggi il testo poi osserva la tabella con i dati del referendum e rispondi alle domande. Dopo la guerra era necessario creare uno Stato nuovo in cui venissero riconosciuti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3385 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato LAURICELLA Disposizioni in materia

Dettagli

Statuto della E.MAlumni Association

Statuto della E.MAlumni Association STATUTO DELLA E.MALUMNI ASSOCIATION ASSOCIAZIONE DEGLI ALUNNI DEL MASTER EUROPEO IN DIRITTI UMANI E DEMOCRATIZZAZIONE Preambolo Noi, Alunni del Master Europeo in Diritti Umani e Democratizzazione, Aspirando

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 2139

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 2139 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 2139 Disposizioni in materia di procedure di riparto delle somme relative al cinque per mille 26/01/2016-18:18 Indice 1. DDL S. 2139 - XVII Leg. 1 1.1. Dati

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL SENATO ACCADEMICO - Emanato con DR n. 1347. Art. 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL SENATO ACCADEMICO - Emanato con DR n. 1347. Art. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL SENATO ACCADEMICO - Emanato con DR n. 1347 del 23 luglio 2015, pubblicato in data 27 luglio 2015 sull Albo on line ed entrato in vigore il 28 luglio 2015 Art. 1 Oggetto

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1346

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1346 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1346 Norme per l'apertura di una casa da gioco rispettivamente nei comuni di Taormina e di Palermo 24/08/2015-13:57 Indice 1. DDL S. 1346 - XVII Leg. 1 1.1.

Dettagli

12ª COMMISSIONE PERMANENTE

12ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 12ª COMMISSIONE PERMANENTE (Igiene e sanità) DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 8º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 29 LUGLIO 2003 Presidenza del presidente

Dettagli

Indice. 1. DDL S. 1747 - XVII Leg. 1 1.1. Dati generali 2 1.2. Testi 3 1.2.1. Testo DDL 1747 4

Indice. 1. DDL S. 1747 - XVII Leg. 1 1.1. Dati generali 2 1.2. Testi 3 1.2.1. Testo DDL 1747 4 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1747 Disposizioni relative all'obbligo per i soggetti che effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di

Dettagli

VII LEGISLATURA. SEDUTA CONSILIARE PUBBLICA del 15 gennaio 2002 PRESIEDE SINTESI PROVVISORIA DEI LAVORI. IL PRESIDENTE Mitidieri

VII LEGISLATURA. SEDUTA CONSILIARE PUBBLICA del 15 gennaio 2002 PRESIEDE SINTESI PROVVISORIA DEI LAVORI. IL PRESIDENTE Mitidieri VII LEGISLATURA SEDUTA CONSILIARE PUBBLICA del 15 gennaio 2002 PRESIEDE IL PRESIDENTE Mitidieri SINTESI PROVVISORIA DEI LAVORI INDICE 1 D.D.L.: MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA L.R. 7.12.2000, N. 60, COME

Dettagli

7ª COMMISSIONE PERMANENTE

7ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) Seduta n. 461 INTERROGAZIONI 91º Resoconto stenografico

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI PARTE PRIMA - FUNZIONAMENTO - Articolo 1 Finalità 1) Il Consiglio comunale dei Giovani di San Polo dei Cavalieri è un organo democratico di rappresentanza

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 198ª SEDUTA PUBBLICA RESOCONTO SOMMARIO E STENOGRAFICO MERCOLEDÌ 26 GIUGNO 2002 (Pomeridiana) Presidenza del vice presidente FISICHELLA, indi del vice presidente

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 527

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 527 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 527 Disposizioni per semplificare la sottoscrizione delle liste elettorali, delle candidature e delle richieste di referendum mediante l'impiego della posta

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 28

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 28 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 28 6ª COMMISSIONE PERMANENTE (Finanze e tesoro) INTERROGAZIONI 385ª seduta: mercoledì 24 ottobre 2012 Presidenza del presidente BALDASSARRI

Dettagli

7ª COMMISSIONE PERMANENTE

7ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 7ª COMMISSIONE PERMANENTE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) INDAGINE CONOSCITIVA SUI NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI PER

Dettagli

Comune di Montagnareale Provincia di Messina

Comune di Montagnareale Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA NOMINA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER L ESAME DELLE NORME REGOLAMENTARI DELL ENTE INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento- definizioni. Art. 2 - Composizione,

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

Senato della Repubblica. n. 120. RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati. Giunte e Commissioni GIUNTE E COMMISSIONI XVII LEGISLATURA

Senato della Repubblica. n. 120. RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati. Giunte e Commissioni GIUNTE E COMMISSIONI XVII LEGISLATURA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO SOMMARIO Resoconti Allegati n. 120 GIUNTE E COMMISSIONI Sedute di domenica 24 novembre 2013 24 novembre 2013 Indice 2 INDICE Commissioni

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE AMBITO TERRITORIALE N 18 COMUNI DI CASORIA ARZANO CASAVATORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE Articolo 1 Finalità e forma degli atti di competenza 1. Il

Dettagli

BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria

BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria BIOERA S.P.A. Assemblea Ordinaria Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulle proposte concernenti le materie poste all ordine del giorno ai sensi dell articolo 125-ter del Decreto Legislativo

Dettagli

REGOLAMENTO COLLEGIO APPROVATO CON DELIBERA NELLA SEDUTA DEL 12/11/2014

REGOLAMENTO COLLEGIO APPROVATO CON DELIBERA NELLA SEDUTA DEL 12/11/2014 REGOLAMENTO COLLEGIO APPROVATO CON DELIBERA NELLA SEDUTA DEL 12/11/2014 PARTE 1 ART. 1 Composizione e attribuzioni Il collegio docenti è composto dal personale docente a tempo indeterminato e determinato

Dettagli

Senato della Repubblica XV LEGISLATURA RESOCONTO SOMMARIO RESOCONTO STENOGRAFICO ALLEGATI. 206ª seduta pubblica martedì 31 luglio 2007.

Senato della Repubblica XV LEGISLATURA RESOCONTO SOMMARIO RESOCONTO STENOGRAFICO ALLEGATI. 206ª seduta pubblica martedì 31 luglio 2007. Assemblea RESOCONTO SOMMARIO RESOCONTO STENOGRAFICO ALLEGATI ASSEMBLEA 206ª seduta pubblica martedì 31 luglio 2007 Presidenza del presidente Marini ii 206ª Seduta Assemblea - Indice 31 luglio 2007 INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA UNICO DEI PROGRAMMI OPERATIVI REGIONALI (POR) FESR E FSE PROGRAMMAZIONE 2014/2020

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA UNICO DEI PROGRAMMI OPERATIVI REGIONALI (POR) FESR E FSE PROGRAMMAZIONE 2014/2020 REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA UNICO DEI PROGRAMMI OPERATIVI REGIONALI (POR) FESR E FSE PROGRAMMAZIONE 2014/2020 1 Il Comitato di Sorveglianza dei Programmi Operativi Regionali (POR)

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI

CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI COMUNE DI ALAIA rovincia di isa C O I A N. 58 CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI Adunanza del dì 12/11/2003 OGGETTO : COMUNICAZIONI DEL SINDACO. L anno duemilatre, il dì dodici, del mese di

Dettagli

COSTITUZIONE DEL 4 OTTOBRE 1958

COSTITUZIONE DEL 4 OTTOBRE 1958 COSTITUZIONE DEL 4 OTTOBRE 1958 (Testo che risulta, in ultima analisi, dalle leggi costituzionali del 4 febbraio 2008) La presente traduzione in lingua italiana è stata eseguita sotto la responsabilità

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Regolamento della Consulta provinciale delle professioni

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Regolamento della Consulta provinciale delle professioni CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Regolamento della Consulta provinciale delle professioni Regolamento approvato dal Consiglio camerale con deliberazione n.47 del 20.12.2012 INDICE ARTICOLO 1 (Oggetto del

Dettagli

nella seduta del 30 marzo 2015

nella seduta del 30 marzo 2015 Lombardia 167/2015/CSE REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Collegio di controllo sulle spese elettorali composto dai magistrati: dott. Donato Centrone

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1740

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1740 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1740 Detrazioni per spese di ristrutturazione edilizia effettuate da contribuenti di età superiore a settantacinque e a ottanta anni 24/11/2015-10:34 Indice

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA IX LEGISLATURA (N. 582-A) RELAZIONE DELLA 10 COMMISSIONE (INDUSTRIA, COMMERCIO, TURISMO) PERMANENTE (RELATORE VETTORI) Comunicata alla Presidenza il 21 marzo 1984 SUL DISEGNO DI

Dettagli

Regolamento gruppo giovani

Regolamento gruppo giovani Regolamento gruppo giovani Art.1 Costituzione E costituito presso l Associazione Costruttori Salernitani, con sede presso la stessa, il Gruppo Giovani Imprenditori Edili della Provincia di Salerno. Art.2

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 2714 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro delle attività produttive (MARZANO) di concerto col Ministro

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE VIP VIVIAMO IN POSITIVO ONLUS VICENZA

STATUTO ASSOCIAZIONE VIP VIVIAMO IN POSITIVO ONLUS VICENZA STATUTO ASSOCIAZIONE VIP VIVIAMO IN POSITIVO ONLUS VICENZA ART. 1 Denominazione e sede L organizzazione di volontariato, denominata: VIVIAMO IN POSITIVO VIP VICENZA ONLUS assume la forma giuridica di associazione

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1240

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1240 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1240 Modifica al comma 2 dell'articolo 9 della legge 9 gennaio 1989, n. 13 (Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche

Dettagli

AUTORITÀ DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME TRONTO IL COMITATO ISTITUZIONALE

AUTORITÀ DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME TRONTO IL COMITATO ISTITUZIONALE DELIBERAZIONE DEL COMITATO ISTITUZIONALE N. 03 DEL 07/06/2007 L anno duemilasette (2007) il giorno sette (7) del mese di giugno alle ore 10,30, presso la sede dell Autorità di Bacino Interregionale del

Dettagli

PROTOCOLLO (n. 2) SULL'APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DI SUSSIDIARIETÀ E DI PROPORZIONALITÀ

PROTOCOLLO (n. 2) SULL'APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DI SUSSIDIARIETÀ E DI PROPORZIONALITÀ PROTOCOLLO (n. 2) SULL'APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DI SUSSIDIARIETÀ E DI PROPORZIONALITÀ LE ALTE PARTI CONTRAENTI, DESIDEROSE di garantire che le decisioni siano prese il più possibile vicino ai cittadini

Dettagli

FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO

FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO FEDERAZIONE TRA LE ASSOCIAZIONI NAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA STATUTO E REGOLAMENTO Avvertenze: Il presente testo contiene alternativamente gli articoli dello Statuto della Federazione e del Regolamento.

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 525

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 525 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 525 Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sui rapporti esistenti tra enti e fondazioni di diritto privato e l'arma dei carabinieri 21/12/2015-02:32

Dettagli

dichiarazione anticipata di trattamento Testamento biologico Contesto giuridico in Italia

dichiarazione anticipata di trattamento Testamento biologico Contesto giuridico in Italia La dichiarazione anticipata di trattamento (alias Testamento biologico, o più variamente testamento di vita, direttive anticipate, volontà previe di trattamento) è l espressione della volontà da parte

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 529

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 529 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 529 Concessione di un contributo all'associazione nazionale fra mutilati ed invalidi del lavoro per la riqualificazione dei lavoratori che hanno subìto infortuni

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo)

Audizione dell IVASS. Commissioni Riunite 10 a Commissione permanente (Industria, commercio, turismo) Conversione in legge del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91, recante disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l'efficientamento energetico dell'edilizia scolastica e universitaria,

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE

DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2115 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d iniziativa del senatore QUAGLIARIELLO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 27 OTTOBRE 2015 Modifiche all articolo 83 della Costituzione

Dettagli

Le funzioni dell ONU

Le funzioni dell ONU Le funzioni dell ONU Allo scopo di tutelare la pace nel mondo, nel 1945 venne istituita l ONU (Organizzazione delle nazioni unite). Oltre che della tutela della pace, l ONU si occupa della salvaguardia

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

Regolamento del sistema di garanzia

Regolamento del sistema di garanzia REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO NATURALE DOLOMITI FRIULANE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI NEI CONFRONTI DEI DEPUTATI. NOLA, RAMPELLI e SALTAMARTINI

CAMERA DEI DEPUTATI NEI CONFRONTI DEI DEPUTATI. NOLA, RAMPELLI e SALTAMARTINI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI Doc. IV-ter N. 25 RICHIESTA DI DELIBERAZIONE IN MATERIA DI INSINDACABI- LITÀ, AI SENSI DELL ARTICOLO 68, PRIMO COMMA, DELLA COSTITUZIONE, NELL

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato SGOBIO. Modifiche al codice civile in materia di condominio negli edifici

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato SGOBIO. Modifiche al codice civile in materia di condominio negli edifici Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1199 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato SGOBIO Modifiche al codice civile in materia di condominio negli edifici Presentata il 26

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1634

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1634 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1634 Norme in materia di autorizzazione per mostre ed esposizioni 17/11/2015-08:14 Indice 1. DDL S. 1634 - XVII Leg. 1 1.1. Dati generali 2 1.2. Testi 3 1.2.1.

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 448 DISEGNO DI LEGGE COSTITUZIONALE d'iniziativa del senatore DANIELI Paolo COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L'11 LUGLIO 2001 Modifica dell'articolo 116 della Costituzione

Dettagli

Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana.

Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana. Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana. Premessa Con il presente documento, le Organizzazioni aderenti al CINI Coordinamento Italiano Network Internazionali - desiderano

Dettagli

Smantellata con la II guerra mondiale

Smantellata con la II guerra mondiale Europa dopoguerra I organismo di cooperazione Devastata, sminuito il ruolo centrale del potere economico e politico Nasce a Ginevra, 10/01/1920 Inizialmente scarsi risultati politici Società delle Nazioni

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1742

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 1742 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 1742 Trattamenti pensionistici di guerra 09/02/2016-09:06 Indice 1. DDL S. 1742 - XVII Leg. 1 1.1. Dati generali 2 1.2. Testi 3 1.2.1. Testo DDL 1742 4 1.

Dettagli

a) di CORSIE PREFERENZIALI PER LE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE (anziché e all opposto delle corsie preferenziali per i Decreti del governo),

a) di CORSIE PREFERENZIALI PER LE LEGGI DI INIZIATIVA POPOLARE (anziché e all opposto delle corsie preferenziali per i Decreti del governo), DEVIANZA&EMARGINAZIONE n. 6 anno IV 14 giugno 1985, Editiemme Trimestrale del Centro studi e ricerche sulla devianza e l emarginazione Direzione e redazione Corso Plebisciti 6 Milano Direttore Giuseppe

Dettagli

CENTRO ANZIANI DI PORCIA

CENTRO ANZIANI DI PORCIA Centro anziani di Porcia Associazione di volontariato O.N.L.U.S Iscritto al n 930 del Registro del Volontariato F.V.G Decreto iscrizione n. 1574 del 23.04.2015 Via delle Risorgive, 3-33080 Porcia (PN)

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A 4 a COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) 17 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997 Presidenza del

Dettagli

Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli

Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli Approvata dal Consiglio d Europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 e ratificata dall Italia con la legge 20 marzo 2003 n. 77 Preambolo Gli Stati

Dettagli

TITOLO K ORGANI COLLEGIALI. Art. K 1. Competenze e composizione. Art. K 2. Calendario delle riunioni

TITOLO K ORGANI COLLEGIALI. Art. K 1. Competenze e composizione. Art. K 2. Calendario delle riunioni TITOLO K ORGANI COLLEGIALI I - COLLEGIO DOCENTI Art. K 1. Competenze e composizione Il Collegio docenti ha le competenze ad esso attribuite dalla legge (D.l.vo n. 297/1994 e successive modificazioni).

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 61 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori EUFEMI, CUTRUFO, CICCANTI, MELELEO, RONCONI, GABURRO e ZANOLETTI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 1º GIUGNO 2001 (*)

Dettagli

Prot. 9540/6.11 Firenze, 2 Novembre 2015

Prot. 9540/6.11 Firenze, 2 Novembre 2015 Prot. 90/6.11 Firenze, 2 Novembre 201 Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado della Regione Toscana LORO SEDI Oggetto: Elezioni di secondo livello dei rappresentanti

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA IX LEGISLATURA (N. 2123) DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministri (CRAXI) dal Ministro del Tesoro (GORIA) e dal Ministro dell'interno (SCALFARO) di

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU)

Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) Marcello Flores Il 10 dicembre 1948 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Dichiarazione Universale dei Diritti

Dettagli

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79.

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. di Cristina Gazzetta Il libro che qui si segnala al lettore è il risultato

Dettagli

Parte Prima Le fonti del diritto internazionale

Parte Prima Le fonti del diritto internazionale Parte Prima Le fonti del diritto internazionale 1. Statuto della Corte Internazionale di Giustizia (Articolo estratto)... Pag. 9 2. Convenzione sul diritto dei trattati...» 9 3. Convenzione sulla successione

Dettagli

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie

Disciplinare per il Marchio di Qualità del Parco delle Prealpi Giulie REGOLAMENTO DI GARANZIA DEL MARCHIO DI QUALITÀ DEL PARCO DELLE PREALPI GIULIE Il presente documento ha lo scopo di individuare gli strumenti necessari per la definizione e l attuazione del Marchio di Qualità

Dettagli