PIANO DI PRIMO SOCCORSO A.S. 2014/15 Scuola Primaria RICCI CURBASTRO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DI PRIMO SOCCORSO A.S. 2014/15 Scuola Primaria RICCI CURBASTRO"

Transcript

1 IX ISTITUTO COMPRENSIVO DI PADOVA G. RICCI CURBASTRO Via Tassoni, PADOVA - 049/ fax 049/ PIANO DI PRIMO SOCCORSO A.S. 2014/15 Scuola Primaria RICCI CURBASTRO Responsabili PS: FACCIA CHIARA GALLO BEATRICE PASQUALINI LUCIA PREMESSA Per primo soccorso si intende l insieme di semplici manovre, orientate a mantenere in vita l'infortunato e a prevenire complicazioni, eseguite da personale non sanitario in attesa di intervento specialistico. Il primo soccorso è rivolto a qualsiasi persona presente nella scuola che incorra in infortunio o malore: personale dipendente, allievi, genitori,corsisti e visitatori. Il piano è stato definito dal Dirigente Scolastico in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione (RSPP) e con gli addetti incaricati di primo soccorso. Tali referenti sono delegati ad illustrare il piano ai lavoratori (docenti e ATA) del proprio plesso e all eventuale personale supplente. Il presente piano sarà inoltre reso pubblico in occasione del Collegio docenti/ Interclasse e comunicato dai docenti alle classi in concomitanza con il piano di evacuazione; sarà portato a conoscenza dei genitori tramite i loro rappresentanti di classe, sarà affisso all albo e inserito nel sito web della scuola. PIANO DI PRIMO SOCCORSO Misure organizzative 1

2 Nell'Istituto è presente durante tutta l'attività lavorativa un addetto al PS debitamente formato. Gli insegnanti incaricati sono Gallo, Pasqualini e Faccia. Compiti degli addetti Tutti gli addetti condividono e conoscono il piano. Mantengono un comportamento coerente con il proprio ruolo, essendo d'esempio per i colleghi e lavorando sempre nel rispetto delle norme di sicurezza Decidono senza condizionamenti se allertare il 118 Impediscono che i colleghi creino confusione Faccia: Controllo e aggiornamento dell elenco delle attrezzature e del materiale di medicazione, dell effettiva disponibilità, efficienza e scadenza; Gallo: Controlla che venga compilato dall insegnante di classe e aggiornato, il registro degli infortuni e dei malori che accadono a scuola Pasqualini (docente) Bortolami, Ruggero (collaboratori scolastici): Avvertono i genitori dell'allievo Predispongono eventuali mezzi per il trasporto dell'infortunato Un collaboratore scolastico presente in portineria individua e segnala all'ambulanza il miglior percorso per l'accesso al luogo, mantenendo sgombri i passaggi. Gite Scolastiche In occasione delle gite gli insegnanti incaricati al PS forniranno agli accompagnatori: Pacchetto per medicazione Piano di PS Indicazione per la tenuta di eventuali farmaci in dotazione agli allievi. Somministrazione dei farmaci Il farmaco salvavita di un alunno viene custodito nell armadio dei registri della biblioteca, in posizione chiusa e protetta dagli alunni. Gli altri farmaci sono custoditi in 2

3 genere nelle cartelle degli alunni, previa richiesta della famiglia al Dirigente Scolastico e relativa autorizzazione dello stesso comunicata ai docenti e al coordinatore del plesso. PROCEDURA DA SEGUIRE 1. La persona che assiste all infortunio attiva l addetto PS (un Collaboratore Scolastico si occuperà della sorveglianza della classe, se il PS è un docente che sta facendo lezione; se necessario gli alunni potranno anche essere suddivisi all interno delle altre classi); 2. L addetto PS prende la valigetta, il telefono o il cellulare personale si reca sul posto, valuta le condizioni dell infortunato e attiva la relativa procedura A, B o C. CASO A (grave e urgente) Pasqualini Gallo - Faccia attivano il 118 tramite telefono e incaricano un collaboratore scolastico ad aprire il cancello per permettere all ambulanza di portarsi il più vicino possibile all infortunato attivano un 2 soccorritore (se necessario e se presente a scuola) assicurano eventuali misure di PS accompagnano l infortunato in ospedale (in ambulanza se autorizzato dal perso nale sanitario tramite auto personale o altra disponibile), se non c è la certezza che i familiari siano presenti in ospedale all arrivi dell infortunato Bortolami - Ruggero su indicazioni date dall addetto PS avvertono i familiari dell alunno/persona che si è infortunato ch everrà, (o è già stato) portato in ospedale avvertono la segreteria relativamente all infortunio occorso CASO B ( non urgente, che richiede comunque ricorso a struttura ospedaliera) Pasqualini Gallo - Faccia incarica un collaboratore scolastico di avvertire i genitori/familiari che l alunno/ 3

4 persona si è infortunato e che è necessaria la loro presenza a scuola per il trasporto in ospedale attiva eventuali misure di PS accompagna l infortunato in ospedale con auto prppria (od altra disponibile o taxi) in caso di indisponibilità dei genitori/familiari caso di indisponibilità dei genitori/familiari; se lo ritiene, chiede ad un collaboratore scolastico (che pertanto è autorizzato ad uscire dalla scuola) di seguirlo in ospedale Collaboratore scolastico su indicazioni date dall addetto PS avverte i genitori/familiari informandoli dell infortunio e chiede la loro presenza a scuola avverte la segreteria relativamente all infortunio occorso collabora ad organizzare il trasporto in ospedale seguendo anche l infortunato s e richiesto dal PS CASO C ( lieve, che non richiede il ricorso a personale sanitario) Pasqualini Gallo - Faccia assicura le misure di primo intervento nel locale dove è presente la cassetta di pronto soccorso incarica un collaboratore scolastico di avvertire i genitori/familiari dell infortunio occorso al proprio figlio/familiare Collaboratore scolastico su indicazioni date dall addetto PS avverte i genitori/familiari dell infortunio occorso al proprio figlio/familiare Nel caso di chiamata del 118, l addetto dovrà comunicare: 1. Indirizzo della scuola, nome e cognome di chi sta chiamando e numero di telefono per 4

5 eventuali contatti successivi da parte dei Cosa è successo: Tipologia dell infortunio (ad esempio, caduta da., urto contro., etc.). La tipologia dell infortunio potrà essere ricostruita: - chiedendo all infortunato, se in stato di coscienza vigile; - chiedendo a coloro che hanno assistito all infortunio; - valutando rapidamente le caratteristiche del luogo dell infortunio e la situazione ivi presente. 3. Quante persone risultano coinvolte 4. Qual è il loro stato di gravità 5. L esistenza di condizioni particolari di accesso o logistiche della scuola che rendono difficile il soccorso. Ricordarsi di: trascrivere il numero dell operatore del 118 che risponde e l ora esatta della chiamata; non riattaccare prima che l operatore del soccorso sanitario abbia dato conferma del messaggio ricevuto; avvertire il personale incaricato dell apertura degli accessi dell arrivo dei mezzi di soccorso perché ne faciliti l ingresso. CONTENUTO DELLA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO 5

6 Il contenuto della cassetta di pronto soccorso è conforme a quanto stabilito dal D.M. n 388/2003, per i luoghi di lavoro del Gruppo B. Si riporta I elenco del materiale contenuto nella cassetta di Pronto Soccorso in dotazione alla scuola. 5 paia di guanti sterili monouso visiera paraschizzi 1 litro di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% in iodio 3 flaconi da 500 ml di soluzione fisiologica (sodio cloruro al 9%) 10 buste singole di compresse di garza sterile 10x10 2 buste singole di compresse di garza sterile 18x40 2 teli sterili monouso 2 pinzette di medicazione sterili monouso 1 confezione di rete elastica di misura media 1 confezione di cotone idrofilo 2 confezioni di cerotti di varie misure 2 rotoli di cerotto alto 2,5 cm 1 paio di forbici 3 lacci emostatici 2 confezioni di ghiaccio pronto uso 2 sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari 1 termometro 1 apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa cassetta di pronto soccorso acqua ossigenata buste per terapia caldo/freddo coperta termica Richiesta reintegro cassetta pronto soccorso con materiale sanitario Il sottoscritto referente del Primo Soccorso della Scuola Primaria Ricci Curbastro, del IX IC di 6

7 Padova, in ottemperanza a quanto disposto dal D.M. 388/2003, art.2, comma 1,a), ( a) cassetta di pronto soccorso, tenuta presso ciascun luogo di lavoro adeguatamente custodita in luogo facilmente accessibile ed individuabile con segnaletica appropriata, contenente la dotazione minima indicata nell allegato 1, -.e della quale sia costantamente assicurata la completezza ed il corretto stato d uso dei presidi ivi contenuti ), sentito il Responsabile di Sede, chiede alla S.V l integrazione del seguente materiale sanitario: QUANTITÀ DA INTEGRARE paia di guanti sterili monouso visiera paraschizzi litro di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% in iodio flaconi da 500 ml di soluzione fisiologica (sodio cloruro al 9%) buste singole di compresse di garza sterile 10x10 buste singole di compresse di garza sterile 18x40 teli sterili monouso pinzette di medicazione sterili monouso confezione di rete elastica di misura media confezione di cotone idrofilo confezioni di cerotti di varie misure rotoli di cerotto alto 2,5 cm paio di forbici lacci emostatici confezioni di ghiaccio pronto uso sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari termometro apparecchio per la misurazione della pressione arteriosa cassetta di pronto soccorso acqua ossigenata buste per terapia caldo/freddo coperta termica TABELLA PER LE CHIAMATE DI SOCCORSO APPENDERE VICINO ALL APPARECCHIO TELEFONICO 7

8 CHIAMATE DI SOCCORSO AI SERVIZI ESTERNI TELEFONO altro numero VIGILI DEL FUOCO CARABINIERI POLIZIA 113 PRONTO SOCCORSO Indirizzo del Presidio Ospedaliero più vicino) Presidio Ospedaliero S. Antonio Via Jacopo Facciolati, 71 - Centralino INFORMAZIONI DA FORNIRE AI SERVIZI ESTERNI Sono Telefono dalla Scuola ubicata in Via Tassoni, 17 - PADOVA nella Scuola si è verificato (descrizione sintetica dell evento) sono coinvolte (indicazione delle eventuali persone coinvolte) 8

SOCCORSO. E. Cornaro A.S. 2014/15

SOCCORSO. E. Cornaro A.S. 2014/15 PIANO DI SOCCORSO PRIMO SCUOLA E. Cornaro PRIMARIA A.S. 2014/15 R.S.P.P. Ing. Davide Riccardi 5 PIANO DI PRIMO SOCCORSO Premessa Il piano ha la finalità di definire le responsabilità e i compiti per una

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO A.S. 2014/15

PIANO DI PRIMO SOCCORSO A.S. 2014/15 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Marsilio da Padova PIANO DI PRIMO SOCCORSO A.S. 2014/15 PIANO DI PRIMO SOCCORSO Premessa Il piano ha la finalità di definire le responsabilità e i compiti per una corretta

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI COSTABISSARA Titolo documento Piano primo soccorso Normativa di riferimento D..Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni PIANO DI PRIMO SOCCORSO REDATTO APPROVATO ED EMESSO

Dettagli

Piano di primo soccorso

Piano di primo soccorso Rev. 01 del 10/03/2015 Pag. 1 di 7 Rev. 01 del 10.03.2015 RSPP Redatto ing. Giuseppe SARDO EMISSIONE/REVISIONE CORRENTE Motivo della Emissione/ Cambiamento della Dirigenza dell Istituto rispetto al precedente

Dettagli

FORMAZIONE DELL ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO. 3 GIORNATA: Organizzazione del piano di Primo Soccorso e normativa di riferimento

FORMAZIONE DELL ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO. 3 GIORNATA: Organizzazione del piano di Primo Soccorso e normativa di riferimento FORMAZIONE DELL ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO 3 GIORNATA: Organizzazione del piano di Primo Soccorso e normativa di riferimento NORMATIVA DI RIFERIMENTO DLgs n. 81 del 9 aprile 2008 (detto Testo Unico) Articolo

Dettagli

(Organizzazione di pronto soccorso) 1. Nelle aziende o unità produttive di gruppo A e di gruppo B, il datore di lavoro deve garantire le seguenti

(Organizzazione di pronto soccorso) 1. Nelle aziende o unità produttive di gruppo A e di gruppo B, il datore di lavoro deve garantire le seguenti D.M. 15 luglio 2003, n.388. Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.(gazzetta

Dettagli

D.Lgs. 9 aprile 2008, n. n. 81

D.Lgs. 9 aprile 2008, n. n. 81 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. n. 81 81 Il primo soccorso Resta inalterato, rispetto al D.Lgs. 626/94, il primo soccorso Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle dimensioni dell

Dettagli

Allegato 1 al D.Lgs n.388 del 15/07/2003

Allegato 1 al D.Lgs n.388 del 15/07/2003 ESTRATTO DAL DECRETO MINISTERIALE 15 luglio 2003, N.388 DISPOSIZIONI SUL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE (G.U. 03-02-2004, n. 27) Allegato 1 al D.Lgs n.388 del 15/07/2003 Il contenuto minimo della cassetta di

Dettagli

Resta inalterato, rispetto al D.Lgs. 626/94, il primo soccorso. Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle

Resta inalterato, rispetto al D.Lgs. 626/94, il primo soccorso. Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle Il primo soccorso e la prevenzione incendi Resta inalterato, rispetto al D.Lgs. 626/94, il primo soccorso. Il datore di lavoro, tenendo conto della natura della attività e delle dimensioni dell azienda

Dettagli

ELENCO PRESIDI SANITARI PER LA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO E SEGNALETICA

ELENCO PRESIDI SANITARI PER LA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO E SEGNALETICA ELENCO PRESIDI SANITARI PER LA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO E SEGNALETICA L elenco dei presidi è quello previsto dall allegato 1 del D.Lgs. 388/2003, "REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUL PRONTO SOCCORSO

Dettagli

SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 2. RIFERIMENTI NORMATIVI 3. SEDI DI APPLICAZIONE 4. DESTINATARI DELLA PROCEDURA 5.RESPONSABILI CASSETTE DI SICUREZZA

SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 2. RIFERIMENTI NORMATIVI 3. SEDI DI APPLICAZIONE 4. DESTINATARI DELLA PROCEDURA 5.RESPONSABILI CASSETTE DI SICUREZZA 1 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 2. RIFERIMENTI NORMATIVI 3. SEDI DI APPLICAZIONE 4. DESTINATARI DELLA PROCEDURA 5.RESPONSABILI CASSETTE DI SICUREZZA 6.GESTIONE DELLE CASSETTE DI PROMO SOCCORSO 7. ALLEGATI 2

Dettagli

Ai Presidi di Facoltà. Ai Direttori di Dipartimento. Ai Direttori di Istituto. Al Direttore del CTU. Al Direttore del COSP. Al Direttore del CIMA

Ai Presidi di Facoltà. Ai Direttori di Dipartimento. Ai Direttori di Istituto. Al Direttore del CTU. Al Direttore del COSP. Al Direttore del CIMA Milano, USM prot. 60360 del 17.12.2004 Ai Presidi di Facoltà Ai Direttori di Dipartimento Ai Direttori di Istituto CIRCOLARE Al Coordinatore del LITA di Segrate Chiar.mo Prof. Sandro Sonnino Al Coordinatore

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI Art. 17, comma 1, lettera a) - D. Lgs. 81/2008 e s.m.i.

VALUTAZIONE DEI RISCHI Art. 17, comma 1, lettera a) - D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. VALUTAZIONE DEI RISCHI Art. 17, comma 1, lettera a) - D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. - ALLEGATO 1 - ALLEGATO 2 - ALLEGATO 3 - ALLEGATO 4 - ALLEGATO 5 Liceo Statale N. Forteguerri A. Vannucci Corso Gramsci, 148

Dettagli

PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DÌ LAVORO

PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DÌ LAVORO Corso di PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DÌ LAVORO secondo il programma previsto dal D.M. 388/2003 1 ORGANIZZAZIONE DELL EMERGENZA SANITARIA IN AZIENDA Il buon esito di un intervento di primo soccorso è legato

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO SCUOLA DELL'INFANZIA L'AQUILONE 9 Istituto Comprensivo - PADOVA PIANO DI PRIMO SOCCORSO IL PRIMO SOCCORSO È RIVOLTO A QUALSIASI PERSONA PRESENTE NELLA SCUOLA CHE INCORRA IN INFORTUNIO O MALORE. Insegnanti

Dettagli

DECRETO 15 LUGLIO 2003, N.388

DECRETO 15 LUGLIO 2003, N.388 DECRETO 15 LUGLIO 2003, N.388 Decreto del Ministero dell Interno pubblicato in G.U. n.27 del 3 febbraio 2004 Testo pubblicato al solo scopo divulgativo Sommario Art. 1. Classificazione delle aziende...

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n.388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994,

Dettagli

PROCEDURE DI PRIMO SOCCORSO

PROCEDURE DI PRIMO SOCCORSO P.S. - Pag. 1 di 8 PROCEDURE DI PRIMO SOCCORSO P.S. - Pag. 2 di 8 PREMESSA Le procedure di primo soccorso sono emanate dal Datore di Lavoro Dirigente Scolastico - dell Istituto Comprensivo di PONSO (PD),

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LEONARDO DA VINCI PLESSO INFANZIA H. C. ANDERSEN PIANO DI PRIMO SOCCORSO xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx INDICE. GENERALITÀ 2 2. ADDETTI

Dettagli

PIANO DI PRONTO SOCCORSO ANNO SCOLASTICO

PIANO DI PRONTO SOCCORSO ANNO SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SIZIANO PIANO DI PRONTO SOCCORSO ANNO SCOLASTICO 2010 2011 INDICE 1. GENERALITÀ 2. ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO 3. PROCEDURE IMPARTITE AGLI ADDETTI INCARICATI DEL PRONTO SOCCORSO

Dettagli

Biblioteca Legislativa Seiduesei

Biblioteca Legislativa Seiduesei Consulenze e formazione di Sicurezza via Marconi, 17 27043 Broni (PV) tel 0385\569017 fax 0385\259483 sito web www.seiduesei.biz e-mail Info@seiduesei.biz SEIDUESEI MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio

Dettagli

PIANO DI PRONTO SOCCORSO

PIANO DI PRONTO SOCCORSO DIREZIONE DIDATTICA DI STATALE II CIRCOLO DI BOLLATE PIANO DI PRONTO SOCCORSO II CIRCOLO DIDATTICO DI BOLLATE - Scuola dell infanzia V. BACHELET - Scuola dell infanzia B. MUNARI - Scuola primaria M. MONTESSORI

Dettagli

relatore Dott. Marco Migliorini Dipartimento Sanità Pubblica AUSL Bologna

relatore Dott. Marco Migliorini Dipartimento Sanità Pubblica AUSL Bologna ASSOCIAZIONE TAVOLO 494 IMOLA www.tavolo494imola.org info@ tavolo494imola.org Atti del convegno LA GESTIONE DELLE EMERGENZE E DEL PRIMO SOCCORSO Imola 11 novembre 2005 relatore Dott. Marco Migliorini Dipartimento

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI Sede legale: VIA PAPA GIOVANNI XXIII,14 OPERA (MI) PIANO DI PRIMO SOCCORSO xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx INDICE 1. GENERALITÀ

Dettagli

Mezzo di comunicazione idoneo ad allertare rapidamente il

Mezzo di comunicazione idoneo ad allertare rapidamente il Dotazioni Pronto Soccorso Breve guida all uso 1 Il Primo Soccorso I presidi in azienda DM 15 luglio 2003, n. 388, Art. 2 Aziende di GRUPPO A e B: Il Datore di lavoro deve garantire le seguenti attrezzature:

Dettagli

Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A

Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A PRIMO SOCCORSO AZIENDALE Classificazione delle aziende 1. Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e

Dettagli

IL NUOVO DECRETO PRONTO SOCCORSO. Lucidi Dr. Giuseppe Caselle

IL NUOVO DECRETO PRONTO SOCCORSO. Lucidi Dr. Giuseppe Caselle Settore Territorio Area Ambiente Infrastrutture e Sicurezza LA SORVEGLIANZA Salute e Sicurezza SANITARIA sul lavoro: ATTRAVERSO primi spunti LE di riflessione ESPERIENZE sulla DEI applicazione MEDICI COMPETENTI.

Dettagli

Istituto Comprensivo Trevignano PIANO DI PRIMO SOCCORSO

Istituto Comprensivo Trevignano PIANO DI PRIMO SOCCORSO Istituto Comprensivo Trevignano PIANO DI PRIMO SOCCORSO Plesso di Scuola Primaria di Musano Via Carducci, loc. Musano di Trevignano (TV) xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

D.M. 388/2003 GRUPPO B GRUPPO C

D.M. 388/2003 GRUPPO B GRUPPO C La cassetta di pronto soccorso D.M. 388/2003 Ai sensi di questo D.M. le aziende sono distinte a seconda dell attività svolta, del numero dei lavoratori e e dei fattori di rischio in tre gruppi: GRUPPO

Dettagli

Prot. n Monteforte Irpino 25/09/2015

Prot. n Monteforte Irpino 25/09/2015 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Istituto Comprensivo Statale ad indirizzo musicale S. Aurigemma Via Nazionale, 13 83024- Monteforte

Dettagli

PRIMO SOCCORSO in azienda

PRIMO SOCCORSO in azienda Pag. 1/8 PRIMO SOCCORSO in azienda File: Elaborazione: Dott. Stefania Bertoldo - SPP Data applicazione: 07/09/2011 Verifica: Dr Antonio Bressan - RSPP Copia: CONTROLLATA Approvazione: Avv. Daniela Carraro

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO Scuola Secondaria di 1 grado Michele Lessona L.go Garibaldi, 2 Venaria (TO) PIANO DI PRIMO SOCCORSO INDICE Premessa pag. 2 Addetti al Primo Soccorso pag. 3 Procedure per gli addetti al Primo Soccorso pag.

Dettagli

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, ed in particolare l'articolo 17, commi 3 e 4;

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, ed in particolare l'articolo 17, commi 3 e 4; Ministero della Salute Decreto ministeriale 15.07.2003, n. 388 (G.U. n. 27 del 03 febbraio 2004) Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3,

Dettagli

PIANO DI PRONTO SOCCORSO

PIANO DI PRONTO SOCCORSO Albo n. 29 del 06/03/2012 doc 18 A PIANO DI PRONTO SOCCORSO ISTITUTO COMPRENSIVO SANDRO PERTINI VIA ROSSINI 115 BUSTO ARSIZIO - VA xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO Albo n. 6 del 19/10/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO SANDRO PERTINI BUSTO A. PIANO DI PRIMO SOCCORSO xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx INDICE 1. GENERALITÀ 2 2. ADDETTI AL

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDO MORO SOLBIATE OLONA PIANO DI PRIMO SOCCORSO xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx INDICE 1. GENERALITÀ 2 2. ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO Albo n. 6 del 19/10/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO SANDRO PERTINI BUSTO A. PIANO DI PRIMO SOCCORSO xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx INDICE 1. GENERALITÀ 2 2. ADDETTI AL

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Decreto del Ministero della salute 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell art. 15, comma 3, del D.Lgs. 19/09/1994, n. 626, e successive

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO Pagine: 1 di 18 PIANO DI PRIMO SOCCORSO Pagine: 2 di 18 I N D I C E FIGURE PROFESSIONALI... 3 PREMESSA... 3 ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO... 4 PROCEDURE IMPARTITE AGLI ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO... 5 LESIONI

Dettagli

DECRETO 15 luglio 2003 n. 388 Art. 1. Il datore di lavoro

DECRETO 15 luglio 2003 n. 388 Art. 1. Il datore di lavoro DECRETO 15 luglio 2003 n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

ha regolamentato il pronto soccorso aziendale, dando attuazione all'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. n. 626/1994.

ha regolamentato il pronto soccorso aziendale, dando attuazione all'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. n. 626/1994. Pronto soccorso aziendale - Regolamento Con il D.M. 15 luglio 2003, n. 388 (in G.U. 3 febbraio 2004, n. 27) il Ministero della salute ha regolamentato il pronto soccorso aziendale, dando attuazione all'articolo

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO PIANO DI PRIMO SOCCORSO xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx xxx INDICE 1. GENERALITÀ 2. ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 3. PROCEDURE IMPARTITE AGLI ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO 4.

Dettagli

REGIONE SICILIANA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, MOBILITA E TRASPORTI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI RAGUSA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

REGIONE SICILIANA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, MOBILITA E TRASPORTI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI RAGUSA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE REGIONE SICILIANA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, MOBILITA E TRASPORTI UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI RAGUSA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE 1 MISURE DI PRIMO SOCCORSO 1. Le dotazioni di pronto soccorso

Dettagli

ASSIMPRESA CALABRIA CLAAI COSENZA

ASSIMPRESA CALABRIA CLAAI COSENZA ORGANIZZAZIONE Responsabile Progetto Formativo: CORSO di FORMAZIONE per ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO 1 ADDETTO PRONTO SOCCORSO AZIENDALE E GESTIONE DELLE EMERGENZE Artt. 43 e 46 del D. Lgs. n. 81/08 e S.M.I.

Dettagli

Documento Valutazione Rischi

Documento Valutazione Rischi ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE E PER GEOMETRI In Memoria dei Morti per la Patria CHIAVARI Sede: Viale E. Millo 1 Documento Valutazione Rischi (art.28 Decreto Legislativo n 81/2008) ISTITUTO TECNICO

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE D.M. 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni IL

Dettagli

Come gestire il pronto soccorso in azienda e i rapporti con gli enti di soccorso esterni

Come gestire il pronto soccorso in azienda e i rapporti con gli enti di soccorso esterni 3 marzo 2005 Come gestire il pronto soccorso in azienda e i rapporti con gli enti di soccorso esterni Enrico Farabegoli Medico 118 Cesena LEGGE 626/94 Articolo 15 (commi 1 e 2): Il datore di lavoro, considerando

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I s t i t u t o C o m p r e n s i v o E z i o C r e s p i - V A I C 8 6 6 0 0 X Via Comerio 10 Busto

Dettagli

PIANO DI PRONTO SOCCORSO

PIANO DI PRONTO SOCCORSO Ministero Istruzione Università Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MANZONI Via dei Platani, 5-21053 Castellanza Tel. 0331/504233 Fax 0331/502688 email segreteria@istitutocomprensivocastellanza.it UNI

Dettagli

COME SI SVILUPPA UN INCENDIO?

COME SI SVILUPPA UN INCENDIO? COME SI SVILUPPA UN INCENDIO? Il fuoco è una reazione di ossidazione che può avvenire ad una velocità bassa, media o altissima e che produce: gas, luce, calore, braci e cenere. Per far si che un incendio

Dettagli

Corso DIRIGENTI Gen Maurizio Cappai

Corso DIRIGENTI Gen Maurizio Cappai Corso DIRIGENTI Gen 2013 Maurizio Cappai SORVEGLIANZA SANITARIA E PRIMO SOCCORSO Con l approvazione del nuovo decreto legislativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro sono state abrogate tutte le

Dettagli

Piano di Primo Soccorso

Piano di Primo Soccorso Piazza Sant Eframo Vecchio, 130 80137 NAPOLI Prot. n. 6858/A23 Napoli 13/10/14 ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130 80137 NAPOLI Tel. 0817519375 FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00N

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO D.M. 388/2003

PIANO DI PRIMO SOCCORSO D.M. 388/2003 Dott. Giulio Angelo Boario Medico Chirurgo, Specialista in Medicina del Lavoro Str. Ronchi Cunioli Alti 63/12-10024 Moncalieri (TO) tel. 0116612547 - cell.3397233693 e-mail giulioangelo.boario@fastwebnet.it

Dettagli

PROCEDURA PRIMO SOCCORSO E PRONTO INTERVENTO

PROCEDURA PRIMO SOCCORSO E PRONTO INTERVENTO PROCEDURA PRIMO SOCCORSO E PRONTO INTERVENTO INDICE Premessa pag. 2 Addetti al Primo Soccorso pag. 3 Procedure impartite agli addetti al Primo Soccorso pag. 3 Attivazione del soccorso: procedura pag. 4

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO PIANO DI PRIMO SOCCORSO Squadra di sicurezza In Istituto sono presenti n.18 persone addestrate e formate al Primo Soccorso L addetto di primo soccorso (PS) è una persona formata ed opportunamente addestrata

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE 15 luglio 2003, n. 388 IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO MINISTERIALE 15 luglio 2003, n. 388 IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO MINISTERIALE 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'art. 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE Visti gli artt. 12, comma 1, lett. b) e c) e l'art.

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. CORSO Modulo 1

CROCE ROSSA ITALIANA Ispettorato Regionale VV.d.S. CORSO Modulo 1 CORSO Modulo 1 Argomenti: D.M. 388/03-Allegato 1: Contenuto minimo della cassetta di primo soccorso Concetti di emergenza e urgenza Concetti generali di igiene e e prevenzione dalle contaminazioni Tecniche

Dettagli

PROCEDURA SICUREZZA 14/0/13 OGGETTO:ORGANIZZAZIONE DEL PRIMO SOCCORSO

PROCEDURA SICUREZZA 14/0/13 OGGETTO:ORGANIZZAZIONE DEL PRIMO SOCCORSO DIREZIONE DIDATTICA V CIRCOLO C.so XXV Aprile,151 14100 Asti Tel. 0141/214133 Fax. 0141/211487 C.F. 80006580056 - C.M. ATEE00500R Email: atee00500r@istruzione.it PEC: atee00500r@pec.istruzione.it Sito

Dettagli

Allegato 1 (da spedire a mezzo raccomandata A/R, conservare una copia allegando la cedolina di risposta)

Allegato 1 (da spedire a mezzo raccomandata A/R, conservare una copia allegando la cedolina di risposta) Allegato 1 (da spedire a mezzo raccomandata A/R, conservare una copia allegando la cedolina di risposta) Spett. ASL, Ufficio PISLL.. Spett. Ispettorato del Lavoro. OGGETTO : Svolgimento diretto da parte

Dettagli

DECRETO 15 LUGLIO 2003, N. 388 MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 15 LUGLIO 2003, N. 388 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 LUGLIO 2003, N. 388 MINISTERO DELLA SALUTE Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale,in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994,

Dettagli

D.M n. 388

D.M n. 388 D.M. 15-7-2003 n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. Pubblicato

Dettagli

Pronto soccorso aziendale - Regolamento

Pronto soccorso aziendale - Regolamento AGGIORNAMENTO NORMATIVO Pronto soccorso aziendale - Regolamento Con il D.M. 15 luglio 2003, n. 388 (in G.U. 3 febbraio 2004, n. 27) il Ministero della salute ha regolamentato il pronto soccorso aziendale,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON Via Paleologi, CHIVASSO Tel 011/ fax 011/

LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON Via Paleologi, CHIVASSO Tel 011/ fax 011/ LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON Via Paleologi, 22-10034 CHIVASSO Tel 011/9109663 fax 011/9102732 e-mail: liceo@liceonewton.it PIANO DI PRIMO SOCCORSO Il Piano di Primo soccorso è emanato

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA E. CORNARO

SCUOLA PRIMARIA E. CORNARO IX ISTITUTO COMPRENSIVO RICCI CURBASTRO Via TASSONI 17 35127 PADOVA P A D O V A DETTAGLI E PIANO DI EVACUAZIONE ANNO SCOLASTICO 2014/15 SCUOLA PRIMARIA E. CORNARO Dirigente Dott.ssa Luisa Imbriani R.S.P.P.

Dettagli

CORSO B.L.S. Pronto Soccorso Aziendale. edizione Art. 34, 36, 37 D.Lgs. 81/2008 (ex Art. 22 D.Lgs. 626/97 Modificato con D.Lgs.

CORSO B.L.S. Pronto Soccorso Aziendale. edizione Art. 34, 36, 37 D.Lgs. 81/2008 (ex Art. 22 D.Lgs. 626/97 Modificato con D.Lgs. Corso di Formazione per Addetti al Servizio di edizione Art. 34, 36, 37 D.Lgs. 81/2008 (ex Art. 22 D.Lgs. 626/97 Modificato con D.Lgs. 388/03) Codice S.F.S. 1 SIC. PRONTO SOCCORSO CARRARA Responsabile

Dettagli

D.M n. 388

D.M n. 388 D.M. 15-7-2003 n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. Pubblicato

Dettagli

INTRODUZIONE AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE

INTRODUZIONE AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE PRONTO SOCCORSO AZIENDALE INTRODUZIONE AL PRONTO SOCCORSO AZIENDALE NORMATIVA IN ITALIA: DECRETO LEGISLATIVO 81-2008 In data 30 Aprile 2008 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n 101 il Decreto

Dettagli

DOCUMENTO ORGANIZZAZIONE PRIMO SOCCORSO E REGISTRO DEI CONTROLLI

DOCUMENTO ORGANIZZAZIONE PRIMO SOCCORSO E REGISTRO DEI CONTROLLI Anno Scolastico 2013 / 2014 ALLEGATO O Comune COMUNE DI VERONA Provincia Verona Istituto Scolastico I.P.S.E.O.A. A BERTI Servizio Prevenzione e Protezione A. Berti Istituto Professionale Servizi per l

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n.388

MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n.388 1 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n.388 Regolamento recante disposizioni sul pronto aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626,

Dettagli

te.sa. antincendio C ata logo Pr o n t o So c c orso Your safety in our hands

te.sa. antincendio C ata logo Pr o n t o So c c orso Your safety in our hands C ata logo Pr o n t o So c c orso te.sa. Your safety in our hands Catalogo Pr onto Soccor so Tesa Antincendio Impianti & attrezzature Antincendio Via San Diego, 50-70022 Altamura (Ba) Tel. +39.0803160607

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE N. 388 DEL 15 LUGLIO 2003

DECRETO MINISTERIALE N. 388 DEL 15 LUGLIO 2003 DECRETO MINISTERIALE N. 388 DEL 15 LUGLIO 2003 MINISTERO DELLA SALUTE Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale,in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE D.M. 15 luglio 2003, n. 388. Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del D.Lgs. 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. IL

Dettagli

DETTAGLI E PIANO DI EVACUAZIONE PLESSO RICCI CURBASTRO A. SC. 2014-15

DETTAGLI E PIANO DI EVACUAZIONE PLESSO RICCI CURBASTRO A. SC. 2014-15 IX ISTITUTO COMPRENSIVO DI PADOVA G. RICCI CURBASTRO Via Tassoni, 17-35125 PADOVA - 049/684729 - fax 049/684397 C.F. 92200370283 Home-page : www.nonoicpadova.it e-mail Min.: pdic88600d@istruzione.it e-mail:

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO PIANO DI PRIMO SOCCORSO INDICE PREMESSA Addetti al Primo Soccorso Procedure impartite agli addetti al Primo Soccorso Attivazione del soccorso: procedura Procedure impartite al personale Cassetta di Pronto

Dettagli

Istituto d'istruzione Superiore Giuseppe Peano CORSO VENEZIA, TORINO. PIANO DI PRIMO SOCCORSO ( D.M. 388/2003, D.

Istituto d'istruzione Superiore Giuseppe Peano CORSO VENEZIA, TORINO. PIANO DI PRIMO SOCCORSO ( D.M. 388/2003, D. Istituto d'istruzione Superiore Giuseppe Peano CORSO VENEZIA, 29 047 TORINO PIANO DI PRIMO SOCCORSO ( D.M. 388/2003, D.Lgs 8/08 e smi) OGGETTO: PIANO PRIMO SOCCORSO DATA: 7/0/206 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE

IL MINISTRO DELLA SALUTE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO PER LA FUNZIONE PUBBLICA IL MINISTRO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE DECRETO MINISTERIALE 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e

Dettagli

Adottano il seguente regolamento: Articolo 1. Classificazione delle aziende

Adottano il seguente regolamento: Articolo 1. Classificazione delle aziende MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 Luglio 2003, n. 388 (GU del 3-febbraio 2004) Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo

Dettagli

GLI ATTORI DELLA SICUREZZA (PARTE SECONDA)

GLI ATTORI DELLA SICUREZZA (PARTE SECONDA) GLI ATTORI DELLA SICUREZZA (PARTE SECONDA) RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI D. Lgs. 81/2008 dall art. 2 Definizioni i) «Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza»: persona eletta o designata per rappresentare

Dettagli

CIRCOLARE A.S. 2014/2015 N.168. Oggetto: Indicazioni operative in materia di pronto soccorso a scuola PIANO DI PRIMO SOCCORSO.

CIRCOLARE A.S. 2014/2015 N.168. Oggetto: Indicazioni operative in materia di pronto soccorso a scuola PIANO DI PRIMO SOCCORSO. ISTITUTO COMPRENSIVO - CENTRO E.D.A. Gian Giacomo Ciaccio Montalto Via Tunisi, 37-91100 TRAPANI Tel 0923 20398 Telefax 0923 20106 CF: 80004160810 - C.M.: TPIC836004 e-mail tpic836004@istruzione.it PEC

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE AZIENDE SANITARIE Gestione Emergenze Definisce le modalità per gestire organicamente le problematiche delle emergenze, individuando correttamente le emergenze

Dettagli

riguardante: SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO - Igiene del lavoro - Pronto soccorso e servizi sanitari

riguardante: SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO - Igiene del lavoro - Pronto soccorso e servizi sanitari Decreto Ministeriale n 388 del 15/07/2003 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive

Dettagli

riguardante: SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO - Igiene del lavoro - Pronto soccorso e servizi sanitari

riguardante: SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO - Igiene del lavoro - Pronto soccorso e servizi sanitari Decreto Ministeriale n 388 del 15/07/2003 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive

Dettagli

Art. 1. Classificazione delle aziende

Art. 1. Classificazione delle aziende MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994,

Dettagli

Art. 1. Classificazione delle aziende

Art. 1. Classificazione delle aziende MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994,

Dettagli

D.U.V.R.I. (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze)

D.U.V.R.I. (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) D.U.V.R.I. (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) (D. Lgs. 81/08 art. 26) Appaltatore: Amministrazione Comunale di Coseano Affidamento dell'incarico di : SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

Dettagli

Testo in vigore dal 3 agosto MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388

Testo in vigore dal 3 agosto MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Testo in vigore dal 3 agosto 2004 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto

Dettagli

Adottano il seguente regolamento:

Adottano il seguente regolamento: Decreto Ministeriale 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale,in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e

Dettagli

DECRETO 15 luglio 2003, n.388

DECRETO 15 luglio 2003, n.388 DECRETO 15 luglio 2003, n.388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale,in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

DECRETO 15 luglio 2003, n.388

DECRETO 15 luglio 2003, n.388 DECRETO 15 luglio 2003, n.388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale,in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

Dettagli

Impiego: Per aziende del gruppo A e B e comunque con tre o più lavoratori.

Impiego: Per aziende del gruppo A e B e comunque con tre o più lavoratori. 405/M - Allegato 1 Decreto Min 388 del 15/07/2003 Nuovo armadietto in metallo verniciato ad un anta dotata di serratura con chiave, apertura con antina doppia: parte superiore apertura classica e parte

Dettagli

A7.1c. PRIMO SOCCORSO: Aspetti organizzativi. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO A Unità didattica

A7.1c. PRIMO SOCCORSO: Aspetti organizzativi. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO A Unità didattica Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole PRIMO SOCCORSO: Aspetti organizzativi Primo soccorso Aspetti organizzativi MODULO A Unità didattica A7.1c CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO I.Comprensivo " Villa Verrocchio " Montesilvano PIANO DI PRIMO SOCCORSO D.M. n. 388/2003 e D.Lgs 81/08 DATA: IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.Leo Di Fabio DSGA Giuseppe Barrara IL MEDICO COMPETENTE dott. IL

Dettagli

PIANO DI PRONTO SOCCORSO

PIANO DI PRONTO SOCCORSO ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI PORTO S. STEFANO PIANO DI PRONTO SOCCORSO ( D.M. 15 luglio 2003, n.388 ) 1 INDICE PAG. 1. GENERALITA 3 2. PRESIDI SANITARI 4 3. ADDETTI AL PRONTO SOCCORSO 5 4. IL MEDICO

Dettagli

La gestione delle emergenze: il Piano di Primo Soccorso CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 3.

La gestione delle emergenze: il Piano di Primo Soccorso CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA. Unità didattica 3. La gestione delle emergenze: il Piano di Primo Soccorso Unità didattica CORSO DI FORMAZIONE REFERENTI DI PLESSO PER LA SICUREZZA 3.1 COMPITI ADDETTO PS valutare l adeguatezza delle proprie conoscenze e

Dettagli

DECRETO 15 luglio 2003, n. 388

DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Università degli Studi di Siena CUPreL Servizio Prevenzione e Protezione 1 DECRETO 15 luglio 2003, n. 388 Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15,

Dettagli

testo in vigore dal: IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO DELLA SALUTE

testo in vigore dal: IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI IL MINISTRO DELLA SALUTE MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 24 gennaio 2011, n. 19 Regolamento sulle modalita' di applicazione in ambito ferroviario, del decreto 15 luglio 2003, n. 388, ai sensi dell'articolo

Dettagli

PROVINCIA DI. NOMINATIVO AZIENDA SEDE: DOCUMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL PIANO AZIENDALE DI PRONTO SOCCORSO (D.Lgs. 626/94 DM 15 Luglio 2003 n.

PROVINCIA DI. NOMINATIVO AZIENDA SEDE: DOCUMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL PIANO AZIENDALE DI PRONTO SOCCORSO (D.Lgs. 626/94 DM 15 Luglio 2003 n. COMUNE DI PROVINCIA DI. NOMINATIVO AZIENDA SEDE: DOCUMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL PIANO AZIENDALE DI PRONTO SOCCORSO (D.Lgs. 626/94 DM 15 Luglio 2003 n.388) Data di emissione: Aggiornamento: IL DATORE DI

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Via Famiglia Riccardi 2 24027 Nembro (Bg) Tel: 035 520709-035 4127675 / Fax: 035 520709 C.F. 95118440163 C.M.

Dettagli

Pronto soccorso. Pronto soccorso

Pronto soccorso. Pronto soccorso Pronto soccorso Pronto soccorso ARMADIETTI E VALIGETTE ALLEGATO 2 PAG. 134 ARMADIETTI E VALIGETTE ALLEGATO 1 PAG. 135 PACCHI REINTEGRO PAG. 136 VALIGETTE E ARMADIETTI PAG. 136 KIT SPECIALI PAG. 137 BORSA

Dettagli