7 per gli uomini 4 per le donne PISTOLA AUTOMATICA specialità olimpica Renzo Morigi Domenico Matteucci Los Angeles Roberto Ferraris Montreal

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "7 per gli uomini 4 per le donne PISTOLA AUTOMATICA specialità olimpica Renzo Morigi Domenico Matteucci Los Angeles Roberto Ferraris Montreal"

Transcript

1 Per ogni specialità di tiro ( le specialità olimpiche sono 11 di cui 7 per gli uomini e 4 per le donne ) le modalità di svolgimento delle gare sono differenti. PISTOLA AUTOMATICA Si tratta di una specialità olimpica che si pratica presso un poligono con doppio impianto a 25 metri. Sono stati campioni olimpici della specialità Renzo Morigi (oro) e Domenico Matteucci (bronzo) a Los Angeles nel Più tardi Roberto Ferraris ha conquistato il bronzo a Montreal nel Viene utilizzata una pistola semiautomatica calibro 22 sh. con caricatore da 5 colpi. I bersagli, cinque sagome scomparenti, sono posti alla distanza di 25 metri. Il bersaglio è indicato da cerchi concentrici numerici del valore da 5 a 10, il cui diametro complessivo è di 500 mm. Il diametro del 10 è di 100 mm. Il tiratore, durante una gara sparerà 5 colpi alla volta, in riprese da 30, per un totale di 60 colpi. I tempi di comparsa delle sagome avranno tempi decrescenti ; Si inizia con due serie da 5 colpi da sparare in 8 secondi, seguite da due serie in 6 secondi e si conclude con due serie di 5 colpi in 4 secondi. Il tiratore può alzare l'arma nel momento in cui le sagome si presentano di fronte per il numero di secondi determinato. L'arma può presentare un impugnatura anatomica avvolgente, il peso è inferiore ai 1260 grammi, la pressione da esercitare per far partire i colpi è libera. Il tiratore spara a braccio teso senza appoggio PISTOLA LIBERA Specialità olimpica praticata presso le linee a 50 metri L'arma utilizzata è una pistola a colpo singolo in calibro 22 lr. Roberto Di Donna (bronzo) nell olimpiade di Atlanta del 1996 Il bersaglio è circolare e presenta dei cerchi concentrici con un diametro massimo di 500 mm., il cerchio centrale rappresenta il 10 e presenta un diametro di 50 mm. Si sparano 60 colpi in 2 ore compreso i colpi di prova. Si spara con il braccio teso, senza appoggio. Ad eccezione del calibro e del colpo singolo, in questa specialità non esistono limitazioni per quanto riguarda dimensioni e pesi dell'arma. Le impugnature di queste armi sono anatomiche ed avvolgono perfettamente la mano del tiratore 1

2 PISTOLA STANDARD Specialità olimpica per la categoria Donne, non lo è per la categoria Uomini. Sono specialità che si praticano presso i poligonetti a 25 metri. L'arma è una pistola semiautomatica con caricatore da 5 colpi Il bersaglio è lo stesso usato in Pistola Libera. Sono a scomparsa e la gara vera e propria consiste nel sparare 60 colpi così suddivisi : 20 colpi in 4 serie di 5 colpi in 150 secondi; 20 colpi in 4 serie da 5 colpi in 20 secondi ; 20 colpi in 4 serie da 5 colpi in 10 secondi, ossia nel tempo in cui i bersagli rimangono in vista. L'arma utilizzata può avere il calcio anatomico ma non avvolgente. Il peso è inferiore ai 1400 grammi. Il peso dello scatto non può essere inferiore ai 1000 grammi. Si spara con il braccio teso e senza appoggio. PISTOLA DI GROSSO CALIBRO Non è specialità olimpica ma presenta regolari campionati europei e mondiali, si pratica presso i poligonetti a 25 metri. Si utilizzano pistole semiautomatiche e revolver con i calibri compresi tra il 7,62 ed il 9,65. La gara si svolge sparando una ripresa di 30 colpi di precisione con serie di 5 colpi in 6 minuti sul bersaglio delle dimensioni uguali a quello utilizzato nella specialità di pistola libera. Gli altri 30 colpi si sparano in serie di 5 colpi sul bersaglio delle stesse dimensioni di quello utilizzato nella specialità di pistola Automatica ; in questo caso il bersaglio singolo appare per tre secondi necessari per far partire il colpo e scompare per sette. Il peso dell'arma non può essere superiore ai 1400 grammi ed il peso di pressione del grilletto allo sparo deve essere minimo di 1360 grammi 2

3 PISTOLA AD ARIA COMPRESSA E' specialità olimpica e si pratica presso l'impianto a 10 metri. La specialità di Pistola ad aria si può considerare come l'attività propedeutica per i giovani che già dall'età di 10 anni si avvicinano al nostro sport. Il campione olimpionico Roberto Di Donna (oro), del Gruppo Tiratori Fiamme Gialle, ha conquistato il relativo titolo alle olimpiadi di Atlanta nel Poi Luca Tesconi (argento) nelle recenti olimpiadi di Londra I bersagli che si trovano ad una distanza di 10 metri, presentano dei centri concentrici del diametro massimo di 155,5 mm. Il cerchi del 10 ha un diametro di 11,5 mm. Si sparano, a braccio teso, 60 colpi in 1 ora e 45 minuti. Si utilizza degli attrezzi sportivi che presentano un peso complessivo non superiore ai 1500 grammi ed un peso di scatto superiore ai 500 grammi. CARABINA AD ARIA COMPRESSA E' specialità olimpica e si pratica, anch'essa, presso l'impianto a 10 metri. I campioni olimpionici Edith Gufler (argento) a Los Angeles nel 1984 e Nicolò Campriani (argento) a Londra nel I bersagli hanno un diametro di 45,5mm con il 10 che è largo soltanto 0,5 mm. Le gare di questa specialità consistono nel tirare 40/60 colpi nel tempo di 75/105 minuti stando nella posizione in piedi. L'arma ha un peso non superiore ai 5,5 kg e lo scatto con un peso libero. Si utilizzano attrezzature speciali quali giacca e pantaloni e scarpe da tiro Anche questa specialità è propedeutica per quanto riguarda i primi approcci al tiro di carabina ; si può praticare dall'età di 10 anni. 3

4 CARABINA LIBERA A TERRA e TRE POSIZIONI Sono entrambi specialità olimpica e si può praticare presso le linee con il bersaglio posto alla distanza di 50 metri. Sono riservate agli uomini e junior uomini. La specialità di Carabina Libera a Terra è quella più praticata fra gli appassionati del tiro con le armi lunghe. Il tiro avviene completamente sdraiati utilizzando una cinghia applicata al braccio per facilitare la tenuta dell'arma. Il bersaglio prevede un diametro massimo di 154,4 mm., il 10 ha un diametro di 10,4 mm. Si utilizzano armi di calibro 22 Lr a colpo singolo con un peso non superiore agli 8 kg, giacca e pantaloni da tiro, un cannocchiale per controllare la rosata dei colpi sparati. La gara prevede il tiro di 60 colpi sparati nel tempo massimo di 75 minuti. Nella specialità denominata Carabina Libera Tre Posizioni si utilizzano le stesse armi, attrezzature e bersagli; cambia lo svolgimento della gara per quanto riguarda le posizioni ed i tempi. Il campione olimpionico Nicolò Campriani (oro) a Londra nel 2012 ha stabilito anche il record olimpico della specialità. Si sparano un totale di 120 colpi (nel tempo di 3h e 30'') : 40 a terra (in 45''), 40 in piedi (in 1h e 15'') e 40 in ginocchio (in 1h) con un intervallo di 10 minuti tra una posizione e l'altra. 4

5 CARABINA SPORTIVA A TERRA e TRE POSIZIONI Sono entrambe specialità riservate alle donne e junior donne. La specialità di Cs tre posizioni è olimpica. Campionessa olimpionica Valentina Turisini ad Atene nel 2004 con la CS3p. Si utilizzano carabine in calibro 22Lr a colpo singolo con un peso non superiore ai 6,5 kg. Il bersaglio usato è lo stesso della spec. di carabina a 50 metri. Si sparano un totale di 60 colpi (20 a terra, 20 in piedi e 20 in ginocchio) nel tempo massimo di 2h e 15''. La specialità di Cs a terra prevede 60 colpi da sparare in un tempo di 1h e 15''. BERSAGLIO MOBILE 10mt e BERSAGLIO MOBILE CORSE MISTE La specialità del Bersaglio Mobile a 10 metri è una specialità olimpica. Si pratica utilizzando una carabina ad aria compressa sulla quale viene montato un congegno di mira ottico, il peso totale non deve superare i 5,5 kg. Il bersaglio è rappresentato da un cartoncino contenente due visuali, una da colpire mentre il bersaglio, posto alla distanza di dieci metri, si sposta da destra verso sinistra e la seconda da colpire mentre si sposta da sinistra verso destra. Il diametro di ogni singolo bersaglio va dai 5,5 mm del 10 ai 50,5 mm dell'1. Nella specialità di bersaglio mobile a 10 metri si sparano 30 colpi nella corsa lenta ( il bersaglio, ogni volta, impiega 5 secondi a percorrere 2 metri) e 30 colpi nella corsa veloce ( in 2,5 secondi percorre 2 metri ). La bravura del tiratore starà quindi nel conciliare la precisione con il movimento dell'arma e del bersaglio da colpire. La specialità di B.M. corse miste prevede 40 colpi totali da sparare in due serie, senza sapere a quale velocità verrà lanciato il bersaglio. 5

IL TIRO A SEGNO PARALIMPICO

IL TIRO A SEGNO PARALIMPICO IL TIRO A SEGNO PARALIMPICO Primo orientamento CONCENTRAZIONE POSIZIONE EQUILIBRIO RESPIRAZIONE MIRA SCATTO Giuseppe Ugherani Responsabile Tecnico Nazionale Lo sport del tiro a segno può essere praticato

Dettagli

PROGRAMMA E REGOLAMENTO

PROGRAMMA E REGOLAMENTO UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO Ente Pubblico e Federazione Sportiva del CONI TIRO A SEGNO NAZIONALE POLIGONO UMBERTO I Via Tukory, 1 Sezione di Milazzo Fondata nel 1882 8 Campionato Prof. Ennio Magistri

Dettagli

Piano Marketing 2013-2016

Piano Marketing 2013-2016 Piano Marketing 2013-2016 L Unione Italiana Tiro a Segno ha una duplice anima. E Federazione sportiva nazionale, riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) con l obiettivo di promuovere

Dettagli

UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO P R O G R A M M A S P O R T I V O F E D E R A L E

UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO P R O G R A M M A S P O R T I V O F E D E R A L E UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO P R O G R A M M A S P O R T I V O F E D E R A L E 2 0 11 0 Titolo 2 GARE FEDERALI DISPOSIZIONI PARTICOLARI Le Gare Federali sono articolate secondo quanto previsto dal seguente

Dettagli

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master Unione Italiana di Tiro a Segno FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master BOLOGNA 04-05-06-07-08-09 OTTOBRE 2016 R E G O L A M E N T O FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Senior Master

Dettagli

BOLOGNA dal 4 al 9 ottobre 2016

BOLOGNA dal 4 al 9 ottobre 2016 TIRO A SEGNO - FINALE CAMPIONATI ITALIANI SENIORES E MASTER BOLOGNA dal 4 al 9 ottobre 2016 Domenica 9 ottobre si sono conclusi, presso il Poligono di tiro a segno di Bologna, i Campionati Italiani assoluti

Dettagli

REGOLAMENTAZIONI GENERALI

REGOLAMENTAZIONI GENERALI U.I.T.S. UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO REGOLAMENTAZIONI GENERALI SOMMARIO 3.1.0 Premesse 3.2.0 ISSF Supervisione dei Campionati 3.3.0 Specialità di tiro 3.8.0 Reclami e appelli - 8 - 3 ISSF 3.1.1 Premesse

Dettagli

TROFEO CONI 2017 REGOLAMENTO

TROFEO CONI 2017 REGOLAMENTO UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO Ente Pubblico e Federazione Sportiva riconosciuta da TROFEO CONI 2017 REGOLAMENTO Art. 1 Partecipanti Sono ammessi a partecipare al Trofeo CONI

Dettagli

TORINO Ottobre 2016

TORINO Ottobre 2016 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Torino Valevole per il campionato sezionale 2016 per tutte le specialità. TORINO 29 30 Ottobre 2016 Riservata ai tesserati della sezione di Torino Specialità ISSF Sabato

Dettagli

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA NORME GENERALI Armi Antecedenti il 1945. Posizione di tiro Seduta ed è consentito solo l appoggio anteriore su rest o cuscini forniti dalla Sezione organizzatrice.

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO U.N.V.S. di TIRO A SEGNO

CAMPIONATO ITALIANO U.N.V.S. di TIRO A SEGNO VETERANI DELLO SPORT Sezione G.Degan Pordenone TIRO A SEGNO NAZIONALE Sezione di Pordenone VETERANI DELLO SPORT Sezione Dino Doni Udine 1. GENERALITA Le Sezioni Gaetano Degan di Pordenone e Dino Doni di

Dettagli

TORINO MARZO 2016

TORINO MARZO 2016 Tiro a Segno Nazionale Sezione di Torino Valevole per il campionato sezionale 2016 per tutte le specialità. TORINO 05 06 12 13 MARZO 2016 Riservata ai tesserati della sezione di Torino Specialità ISSF

Dettagli

Guida Tecnica. Pistola ad aria compressa Pistola libera Pistola sportiva. Materiali e attrezzature

Guida Tecnica. Pistola ad aria compressa Pistola libera Pistola sportiva. Materiali e attrezzature Guida Tecnica Pistola ad aria compressa Pistola libera Pistola sportiva ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

6^ GARA NAZIONALE DI TIRO RAPIDO SPORTIVO 2012 Tiro a Segno VERONA 08 09 settembre 2012

6^ GARA NAZIONALE DI TIRO RAPIDO SPORTIVO 2012 Tiro a Segno VERONA 08 09 settembre 2012 6^ GARA NAZIONALE DI TIRO RAPIDO SPORTIVO Tiro a Segno VERONA 0 09 settembre Gara Nazionale di TIRO RAPIDO SPORTIVO per tesserati UITS regolamento UITS (disponibile su www.uits.it) Riservata agli iscritti

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO BANCARI

CAMPIONATO ITALIANO BANCARI TIRO A SEGNO NAZIONALE SEZIONE DI PISTOIA GARA AD ESTENSIONE NAZIONALE APERTA ATUTTI I DIPENDENTI DEGLI ISTITUTI DI CREDITO IN SERVIZIO O IN QUIESCENZA, IN REGOLA CON IL TESSERAMENTO U.I.T.S. PER L ANNO

Dettagli

Regolamento Tiro di Precisione BENCH-REST BR50

Regolamento Tiro di Precisione BENCH-REST BR50 Regolamento Tiro di Precisione BENCH-REST BR50 Arte: 1 - Il tiro di Bench-Rest BR50 ha per obbiettivo : Permettere ai tiratori della discipline carabina ad aria compressa, 22 LR e percussione centrale

Dettagli

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI juniores ragazzi allievi

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI juniores ragazzi allievi Unione Italiana Tiro a Segno FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI juniores ragazzi allievi ROMA 14-15-16-17 luglio 2016 REGOLAMENTO FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI 2016 REGOLAMENTO L'Unione indice

Dettagli

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Rovereto. Regolamento d uso degli stand

Tiro a Segno Nazionale Sezione di Rovereto. Regolamento d uso degli stand Tiro a Segno Nazionale Sezione di Rovereto Regolamento d uso degli stand Approvato dal Consiglio Direttivo in data 24 luglio 2002 Regolamento generale In Segreteria il Socio deve formulare CHIARAMENTE

Dettagli

Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia

Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia Regolamento Tiro Ticinese di Caccia versione 2009 1 Regolamento tiro cantonale ticinese di caccia versione: 3.0.2 2010 il presente regolamento sostituisce tutte le versioni precedenti. Regolamento Tiro

Dettagli

Esempio di allenamento

Esempio di allenamento Esempio di allenamento Questo che segue è un possibile allenamento settimanale per i tiratori di carabina. Ringrazio Liliana Ferrari che me lo ha fornito e che mi ha permesso di metterlo in rete. Lunedì

Dettagli

Posizione. Tecnica specifica del tiro di Pistola a 10m. Stage Allenatori Regionali. Testa. Braccio. Corpo. Piedi/Gambe.

Posizione. Tecnica specifica del tiro di Pistola a 10m. Stage Allenatori Regionali. Testa. Braccio. Corpo. Piedi/Gambe. Stage Allenatori Regionali Tecnica specifica del tiro di Pistola a 10m Civitavecchia 3-5 aprile 2009 Marco Masetti - Allenatore 1 Posizione Testa Braccio Corpo Piedi/Gambe 2 Piedi e Gambe I piedi sono

Dettagli

Le Basi del Field Target

Le Basi del Field Target Le Basi del Field Target Un corso per tutti, da appassionato ad appassionato A cura dei Marchi Salmistraro e Piccardo Introduzione CHI & PERCHÉ? Per le giovani promesse del LFT Per dare una buona base

Dettagli

TECNOLOGIA UNICA, ERGONOMIA PERFETTA, DESIGN ELEGANTE. IL NUOVO SAUER 303.

TECNOLOGIA UNICA, ERGONOMIA PERFETTA, DESIGN ELEGANTE. IL NUOVO SAUER 303. TECNOLOGIA UNICA, ERGONOMIA PERFETTA, DESIGN ELEGANTE. IL NUOVO SAUER 303. PER LA CACCIA VAGANTE, IN BAT TUTA O D APPOSTAMENTO. SAUER 303 LA RISPOSTA PER TUTTI. Novità S 303 Classic XT S 303 Classic Azione

Dettagli

TIRO A SEGNO NAZIONALE MESSINA. T.S.N. - Messina. Tiro Rapido Sportivo Campionato Italiano 2016 Quinta Prova

TIRO A SEGNO NAZIONALE MESSINA. T.S.N. - Messina. Tiro Rapido Sportivo Campionato Italiano 2016 Quinta Prova TIRO A SEGNO NAZIONALE MESSINA T.S.N. - Messina Tiro Rapido Sportivo Campionato Italiano 2016 Quinta Prova La Sezione TSN di Messina organizza per i giorni 27, 28 e 29 Maggio 2016 la Quinta Gara del Campionato

Dettagli

27. Tiro della Vendemmia 2013

27. Tiro della Vendemmia 2013 CIVICI CARABINIERI LUGANO 27. Tiro della Vendemmia 2013 Stand di tiro di Lugano-Trevano Fucile 300m Pistola 25/50m Venerdì 4 ottobre 2013 14:00 18:00 Sabato 5 ottobre 2013 9.00 12.00 14.00 18.00 Domenica

Dettagli

INTRODUZIONE. Qual è il compito motorio del tiro? Colpire il centro del bersaglio per un numero prestabilito di volte. Come si fa?

INTRODUZIONE. Qual è il compito motorio del tiro? Colpire il centro del bersaglio per un numero prestabilito di volte. Come si fa? INTRODUZIONE Qual è il compito motorio del tiro? Colpire il centro del bersaglio per un numero prestabilito di volte Come si fa? Adottando un sistema strutturato di postura e movimento 1 Informazioni sensoriali

Dettagli

TIRO A SEGNO NAZIONALE DI SIENA

TIRO A SEGNO NAZIONALE DI SIENA GARA AD ESTENSIONE NAZIONALE APERTA A TUTTI I DIPENDENTI DEGLI ISTITUTI DI CREDITO IN SERVIZIO O IN QUIESCENZA, IN REGOLA CON IL TESSERAMENTO U.I.T.S. PER L'ANNO 2016 CAMPIONATO ITALIANO BANCARI REGOLAMENTO

Dettagli

ARMI E MUNIZIONI DA CACCIA E LORO USO QUESTIONARIO

ARMI E MUNIZIONI DA CACCIA E LORO USO QUESTIONARIO ARMI E MUNIZIONI DA CACCIA E LORO USO QUESTIONARIO 1) PER L ABBATTIMENTO DI QUALI ANIMALI VENGONO PREFERIBILMENTE IMPIEGATI I FUCILI A CANNA RIGATA? a) Ungulati b) Indifferentemente uccelli e mammiferi

Dettagli

POLIGONO DI TIRO VADO LA MOLA BASSIANO (LT) GARE CARABINA CAL. 22

POLIGONO DI TIRO VADO LA MOLA BASSIANO (LT) GARE CARABINA CAL. 22 POLIGONO DI TIRO VADO LA MOLA BASSIANO (LT) GARE CARABINA CAL. 22 REGOLAMENTO (TRATTO DAL REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO PRODUCTION E SUPER PRODUCTION 2014 U.I.T.S./AIBR SEMPLIFICATO) TIRO SU BANCONE

Dettagli

Gran Premio OPEN TIRO con CARABINA da CACCIA Individuale a 50 mt. su bersaglio mobile

Gran Premio OPEN TIRO con CARABINA da CACCIA Individuale a 50 mt. su bersaglio mobile Gran Premio OPEN TIRO con CARABINA da CACCIA Individuale a 50 mt. su bersaglio mobile 2013 REGOLAMENTO Art. 1 SCOPI 1.1 La F.I.D.A.S.C., nell ambito dei propri fini istituzionali (art. 2 Statuto), organizza

Dettagli

Smith & Wesson 586 / 686 (UMAREX)

Smith & Wesson 586 / 686 (UMAREX) Smith & Wesson 586 / 686 (UMAREX) Produttore: UMAREX GmbH & Co. KG modello: S&W 586 (brunito) / S&W 686 (niclato) con marking originali su licenza Smith & Wesson Originale: modelli Smith & Wesson 586 /

Dettagli

GIOCHI DELLA GIOVENTÙ 2013 / 2014 PROGETTO TECNICO

GIOCHI DELLA GIOVENTÙ 2013 / 2014 PROGETTO TECNICO GIOCHI DELLA GIOVENTÙ 2013 / 2014 PROGETTO TECNICO Abilità atletiche: Corri, salta, lancia ( le diverse prove saranno svolte da ogni componente della classe ) Corsa veloce a staffetta con ostacoli e birilli

Dettagli

1^ CAMPIONATO EUROPEO

1^ CAMPIONATO EUROPEO 1^ CAMPIONATO EUROPEO Tiro di campagna con ARMI a CANNA RIGATA COMPLETO (*) OPEN Specialità e distanze: 50 mt su sagoma mobile 100 mt su 4 sagome fisse 200 mt su sagoma fissa di camoscio SCOPI La FIDASC,

Dettagli

L ASSOCIAZIONE SPORTIVA POLIZIE MUNICIPALI D ITALIA IN COLLABORAZIONE CON L UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO SEZIONE DI RAVENNA ORGANIZZANO IL

L ASSOCIAZIONE SPORTIVA POLIZIE MUNICIPALI D ITALIA IN COLLABORAZIONE CON L UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO SEZIONE DI RAVENNA ORGANIZZANO IL L ASSOCIAZIONE SPORTIVA POLIZIE MUNICIPALI D ITALIA IN COLLABORAZIONE CON L UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO SEZIONE DI RAVENNA ORGANIZZANO IL 49 CAMPIONATO NAZIONALE TIRO A SEGNO RISERVATO ALLE POLIZIE LOCALI

Dettagli

b) Carabina cal, 4,5 ad Aria compressa con caricatori a 5 colpi a caricamento manuale.

b) Carabina cal, 4,5 ad Aria compressa con caricatori a 5 colpi a caricamento manuale. BIATHLON 6.1 Norme Generali Tutte le gare si svolgono seguendo il regolamento Biathlon federale e il regolamento internazionale IBU vigenti, se non diversamente specificato in Agenda Nazionale. Tutte le

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO INTERNAZIONALE ISSF 2013-2016

NUOVO REGOLAMENTO INTERNAZIONALE ISSF 2013-2016 NUOVO REGOLAMENTO INTERNAZIONALE ISSF 2013-2016 in occasione dell entrata in vigore alla data del 1 Gennaio 2013 del nuovo regolamento internazionale approvato dalla Consiglio di Amministrazione ISSF ad

Dettagli

XXXVII FINALE NAZIONALE TIRO A VOLO ANLC

XXXVII FINALE NAZIONALE TIRO A VOLO ANLC CONI FITAV SETTORE TIRO A VOLO Via Cavour 183/B - 00184 Roma - Tel.06 4881542 Fax 06 4824759 TIRO A VOLO FOLIGNO A.S.D. LOCALITA CASEVECCHIE - 06034 FOLIGNO (PG) Tel. 0742354003 OSPITANO XXXVII FINALE

Dettagli

NORME GENERALI SUL TIRO STORICO Revisione 07 in vigore da Gennaio 2017 REVISIONE MARCATA IN GIALLO IN GRASSETTO E SOTTOLINEATA ARMI ORIGINALI

NORME GENERALI SUL TIRO STORICO Revisione 07 in vigore da Gennaio 2017 REVISIONE MARCATA IN GIALLO IN GRASSETTO E SOTTOLINEATA ARMI ORIGINALI NORME GENERALI SUL TIRO STORICO ARMI ORIGINALI Qualsiasi intervento o alterazione apportato ad un'arma originale che la spogli nel suo valore storico o che modifichi il suo valore di testimonianza di tecniche

Dettagli

16-17 marzo 2013 Gara di tiro con M4 22 lr

16-17 marzo 2013 Gara di tiro con M4 22 lr 16-17 marzo 2013 Gara di tiro con M4 22 lr Luogo gara: Tiro a Segno di Padova, via Goito 54, Padova Turni: sabato 16 marzo ore 8.30 e 13.30, domenica 17 marzo ore 8.30 e 13.30 Iscrizioni: direttamente

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE ATTIVITA SETTORE PROMOZIONALE 2014 Comitato FIDAL di Treviso (approvato 04/04/2014)

REGOLAMENTO PROVINCIALE ATTIVITA SETTORE PROMOZIONALE 2014 Comitato FIDAL di Treviso (approvato 04/04/2014) FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO PROVINCIALE DI TREVISO Viale della Repubblica, 22 31020 Villorba TV Tel. e Fax 0422-412313 P.I. 01384571004- REGOLAMENTO PROVINCIALE ATTIVITA SETTORE PROMOZIONALE

Dettagli

Arco longbow LA STORIA Arco ricurvo tradizionale TICARLO Arco ricurvo ound COME PRA Arco FITARCO FIARC Arco longbow ico dizion A Arco compound oli

Arco longbow LA STORIA Arco ricurvo tradizionale TICARLO Arco ricurvo ound COME PRA Arco FITARCO FIARC Arco longbow ico dizion A Arco compound oli Il mondo della BALESTRA LA STORIA La balestra, molto più recente rispetto all arco, è stata inventata solo 2.400 anni fa, ha seguito uno sviluppo parallelo rispetto a quello dell arco, ricavando un suo

Dettagli

CALENDARIO INDOOR 2009 Palaindoor di Aosta - Corso Lancieri 41

CALENDARIO INDOOR 2009 Palaindoor di Aosta - Corso Lancieri 41 DOMENICA 11 GENNAIO MEETING INDOOR Iscrizioni entro il 9 gennaio a ASD Atletica Pont Donnas email atletica@pont-donnas.it Ritrovo ore 14,30 Chiusura conferma iscrizioni ore 15,00 Inizio gare ore 15,15

Dettagli

POLIGONO DI TIRO VADO LA MOLA BASSIANO (LT)

POLIGONO DI TIRO VADO LA MOLA BASSIANO (LT) POLIGONO DI TIRO VADO LA MOLA BASSIANO (LT) GARE CARABINA CAL. 22 REGOLAMENTO DI CLUB (TRATTO DAL REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO PRODUCTION E SUPER PRODUCTION U.I.T.S./AIBR SEMPLIFICATO) TIRO SU BANCONE

Dettagli

Ad ogni gara in calendario verranno assegnati dei punti ai tiratori di ogni categoria sulla base del loro piazzamento in classifica.

Ad ogni gara in calendario verranno assegnati dei punti ai tiratori di ogni categoria sulla base del loro piazzamento in classifica. CAMPIONATO ITALIANO L.R.I. 2015 REGOLAMENTO SPORTIVO Articolo 1 PUNTEGGIO Ad ogni gara in calendario verranno assegnati dei punti ai tiratori di ogni categoria sulla base del loro piazzamento in classifica.

Dettagli

Fly Casting competition rules

Fly Casting competition rules Darfo B.T. Domenica 30 giugno 2013 Fly Casting competition rules Regole Generali Di seguito per tutti gli eventi si applica: 1. Assistenza: I concorrenti possono ricevere assistenza da una persona (il

Dettagli

NORME GENERALI SUL TIRO STORICO Revisione 06 in vigore da Gennaio 2016 REVISIONE MARCATA IN GIALLO IN GRASSETTO E SOTTOLINEATA ARMI ORIGINALI

NORME GENERALI SUL TIRO STORICO Revisione 06 in vigore da Gennaio 2016 REVISIONE MARCATA IN GIALLO IN GRASSETTO E SOTTOLINEATA ARMI ORIGINALI NORME GENERALI SUL TIRO STORICO ARMI ORIGINALI Qualsiasi intervento o alterazione apportato ad un'arma originale che la spogli nel suo valore storico o che modifichi il suo valore di testimonianza di tecniche

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE

REGOLAMENTO PROVINCIALE REGOLAMENTO PROVINCIALE ATTIVITA SETTORE PROMOZIONALE 2016 Comitato FIDAL di Treviso Categoria ESORDIENTI M/F C e B - Esordienti C nati negli anni 2010 2009 - Esordienti B nati negli anni 2008 2007 (*)

Dettagli

REGOLAMENTO PROSSIME GARE

REGOLAMENTO PROSSIME GARE REGOLAMENTO PROSSIME GARE - REGOLAMENTO 500 metri 2016 > Leggi il PDF del regolamento 500mt. - REGOLAMENTO CNE 2016 > Leggi il PDF del regolamento 2016 CNE. REGOLAMENTO GENERALE 2016 LE CATEGORIE PARTECIPANTI

Dettagli

Regole per il Tiro sportivo

Regole per il Tiro sportivo Federazione sportiva svizzera di tiro Regole per il Tiro sportivo Parte B. Regole tecniche Pistola 10/25/50m Edizione 2013 - pagina 1 Doc.-Nr. 2.10.04 i Articolo 1 I. Regole per la Sicurezza Maneggio e

Dettagli

Campionato Italiano Tiro Sportivo ASI REGOLAMENTO SPORTIVO

Campionato Italiano Tiro Sportivo ASI REGOLAMENTO SPORTIVO Campionato Italiano Tiro Sportivo ASI REGOLAMENTO SPORTIVO Lo scopo finale è quello di raggiungere il mix perfetto tra punteggio e tempo. Tutti i tiratori eseguono gli esercizi con le stesse modalità.

Dettagli

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI AI CAMPIONATI SONO AMMESSI I SOCI TESSERATI UITS ED ISCRITTI AD UNA SEZIONE T.S.N. Armi Modelli di armi adottate fino al 1955

Dettagli

FITNESS ABILITY CONTEST CSAIN Padova

FITNESS ABILITY CONTEST CSAIN Padova Padova FITNESS ABILITY CONTEST CSAIN Padova Data: SABATO 10 MAGGIO 2014 L ente di promozione sportiva CSAIN Padova e l associazione sportiva dilettantistica SALVAGENTE sono lieti di presentare il contest

Dettagli

Regole per il Tiro sportivo

Regole per il Tiro sportivo Federazione sportiva svizzera di tiro Regole per il Tiro sportivo Parte B. Regole tecniche Carabina 10/50m Edizione 2012 - pagina 1 Articolo 1 I. Regole di sicurezza Regole speciali per carabine 10m Le

Dettagli

La gara è organizzata dalla A.P.D. Sporting Club Tav Piancardato su delega FIDASC.

La gara è organizzata dalla A.P.D. Sporting Club Tav Piancardato su delega FIDASC. 1 Campionato Italiano Completo di tiro con armi a canna rigata alle distanze di 50 100 200 metri Individuale OPEN 12 13 Luglio 2014 ORGANIZZAZIONE La gara è organizzata dalla A.P.D. Sporting Club Tav Piancardato

Dettagli

«Championnat d Europe des douanes alpines» Direction Générale des Douanes et des Droits Indirects

«Championnat d Europe des douanes alpines» Direction Générale des Douanes et des Droits Indirects «Championnat d Europe des douanes alpines» Regolamente del campionato Direction Générale des Douanes et des Droits Indirects http://www.douane.gouv.fr/ TAVOLA DEI CONTENUTI Articolo 1 Delegazioni sportive

Dettagli

Tiro con la fionda. Le categorie - SENIOR 1) Fionda Nuda e - SENIOR 2) Fionda Integrale - sono suddivise a loro volta in numero 3 Classi di Merito :

Tiro con la fionda. Le categorie - SENIOR 1) Fionda Nuda e - SENIOR 2) Fionda Integrale - sono suddivise a loro volta in numero 3 Classi di Merito : Tiro con la fionda Regole di gioco Il presente regola la disciplina del Tiro con la Fionda a carattere sportivo Art. 1- Categorie di Tiro e modalità di assegnazione alle stesse; Uomini : Categoria JUNIOR

Dettagli

5-21 agosto A Rio de Janeiro (Brasile) si disputeranno le Olimpiadi 2016

5-21 agosto A Rio de Janeiro (Brasile) si disputeranno le Olimpiadi 2016 5-21 agosto 2016. Sono queste le date cerchiate in rosso sui calendari degli appassionati di sport. A Rio de Janeiro (Brasile) si disputeranno le Olimpiadi 2016, l appuntamento più importante del quadriennio,

Dettagli

Articolo con contenuti digitali aggiuntivi, scarica l App gratuita per visualizzarli sul tuo smartphone

Articolo con contenuti digitali aggiuntivi, scarica l App gratuita per visualizzarli sul tuo smartphone ARIA COMPRESSA di Paolo Tagini paolo.tagini@armiebalistica.com Tù is megl OTTICHE che uàn! Come si può aumentare l autonomia di una carabina ad aria compressa a elevata potenza, nota divoratrice di questo

Dettagli

GUIDA ALLE GARE SHOTGUN

GUIDA ALLE GARE SHOTGUN FEDERAZIONE ITALIANA INTERNATIONAL DEFENSIVE SHOOTING Associazione Sportiva Dilettantistica AFFILIATA A.I.T.S. Via Cadella 16-25076 Odolo (BS) www.fiids.it info@fiids.it FEDERAZIONE ITALIANA INTERNATIONAL

Dettagli

ATLETICA LEGGERA didattica

ATLETICA LEGGERA didattica ATLETICA LEGGERA didattica Salto in lungo Salto in alto Salto con l asta Velocità Staffetta Corsa ad ostacoli Maratona Lancio del disco Lancio del peso Lancio del martello Lancio del giavellotto Il salto

Dettagli

LA CROCIERA Runner & Walker on Cruise ogni Città una Corsa

LA CROCIERA Runner & Walker on Cruise ogni Città una Corsa ZIGGURATAgenzia Viaggi, Associazione Chicchi di Riso Onlus, GDN Event in collaborazione con COSTA CROCIERE organizzano LA CROCIERA Runner & Walker on Cruise ogni Città una Corsa DATA Sabato 04 Novembre

Dettagli

Dodgeball: Piano di allenamento in 4 fasi

Dodgeball: Piano di allenamento in 4 fasi CSI DodgeBall Ravenna Dodgeball: Piano di allenamento in 4 fasi Questo piano di allenamento in 4 fasi è stato pensato per guidare le persone attraverso le peculiarità basilari del gioco del Dodgeball,

Dettagli

A.s.d. SMERALDA SHOOTING CLUB

A.s.d. SMERALDA SHOOTING CLUB A.s.d. SMERALDA SHOOTING CLUB ORGANIZZA 5^ Prova di Campionato Federale di Fascia B 1 Trofeo SMERALDA SHOOTING CLUB Dorgali, 25-26 luglio 2015 ORGANIZZAZIONE : A.s.d. Smeralda Shooting Club LUOGO : campo

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE ITALIANO Il presente regola la disciplina del Tiro con la Fionda a carattere sportivo

REGOLAMENTO NAZIONALE ITALIANO Il presente regola la disciplina del Tiro con la Fionda a carattere sportivo REGOLAMENTO NAZIONALE ITALIANO Il presente regola la disciplina del Tiro con la Fionda a carattere sportivo Art. 1 - Categorie di Tiro e modalità di assegnazione Art. 2 Norme Tecniche Art. 3 Bersagli Art.

Dettagli

I Prova Campionato Nazionale 2017 Fascia B Macroarea 5 I Trofeo Centro Calabria Marzo 2017

I Prova Campionato Nazionale 2017 Fascia B Macroarea 5 I Trofeo Centro Calabria Marzo 2017 I Prova Campionato Nazionale 2017 Fascia B Macroarea 5 I Trofeo Centro Calabria 04-05 Marzo 2017 Poligono sito nel comune di Pianopoli Località Carratello Come raggiugerci: (Lat.: 38 54 16 Long.: 16 23

Dettagli

2 Trofeo Spagnoletti Shooting Team

2 Trofeo Spagnoletti Shooting Team 3^ PROVA VALIDA PER IL CAMPIONATO ITALIANO INTERREGIONALE 2012/2013 AREA 4-15/16 Dicembre 2012 2 Trofeo Spagnoletti Shooting Team Testa di Lepre - Fiumicino (Roma) - 6 ESERCIZI 148 COLPI MINIMI - 740 PUNTI

Dettagli

Tiro Amichevole 2014

Tiro Amichevole 2014 Società Tiratori S.Salvatore-Paradiso (www.tiratoriparadiso.ch info@tiratoriparadiso.ch) Tiro Amichevole 2014 Stand di tiro di Grancia Fucile 300m Pistola 50m Venerdì (solo 300m!!) 25 aprile 2014 14 18.30

Dettagli

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2013

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2013 UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2013 NORME GENERALI 1. Tiratori ammessi. Al campionato italiano ex ordinanza a metri 100 sono ammessi i soci agonisti tesserati UITS, regolarmente

Dettagli

REGOLAMENTI E PROGRAMMA DI GARA

REGOLAMENTI E PROGRAMMA DI GARA Unione Italiana Tiro a Segno FINALI CAMPIONATO D INVERNO INDIVIDUALI e SQUADRE MILANO 10-11 dicembre 2016 REGOLAMENTI E PROGRAMMA DI GARA CAMPIONATO D INVERNO 2016 REGOLAMENTO FINALI INDIVIDUALI L'Unione

Dettagli

Questo articolo, prende spunto dalla richiesta di un

Questo articolo, prende spunto dalla richiesta di un La taratura di un'ottica Di: Mario F. Questo articolo, prende spunto dalla richiesta di un lettore il quale mi ha chiesto delucidazioni sul come tarare una carabina, senza per questo svenarsi nel consumo

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER BERSAGLIO MOBILE 50m e10m

REGOLAMENTO TECNICO PER BERSAGLIO MOBILE 50m e10m calciol o U.I.T.S. UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO REGOLAMENTO TECNICO PER BERSAGLIO MOBILE 50m e10m SOMMARIO 10.1.0 Norme generali 10.2.0 Sicurezza 10.3.0 Caratteristiche dei poligoni e dei bersagli (vedi

Dettagli

C I N CINOCROSS O W O R k 1

C I N CINOCROSS O W O R k 1 C I N CINOCROSS O W O R k 1 Regolamento CINOWORK Cinocross Il Cinocross del Cinowork è di fatto una corsa di resistenza disputata in ambienti naturali ed effettuata dall atleta con un il cane che mediante

Dettagli

PROGRAMMI TECNICI Anno sportivo

PROGRAMMI TECNICI Anno sportivo PROGRAMMI TECNICI Anno sportivo 2015-16 TORNEO PICCOLI OSCAR 1 gennario 2016 Una ginnasta può partecipare: al programma d insieme al programma individuale ad entrambi i programmi (individuale + insieme)

Dettagli

Giochi Sportivi Studenteschi 2008/2009 Scuole Secondarie di I Grado Regolamento Tecnico Alunni Disabili NORME GENERALI

Giochi Sportivi Studenteschi 2008/2009 Scuole Secondarie di I Grado Regolamento Tecnico Alunni Disabili NORME GENERALI Giochi Sportivi Studenteschi 2008/2009 Regolamento Tecnico Alunni Disabili NORME GENERALI A) Categorie di Disabilità Considerata l eterogeneità delle disabilità degli alunni, le classifiche verranno stilate

Dettagli

Cronophon. Cronometro Balistico ad elaborazione fonetica di: Paolo Brisi

Cronophon. Cronometro Balistico ad elaborazione fonetica di: Paolo Brisi Cronophon Cronometro Balistico ad elaborazione fonetica di: Paolo Brisi Ogni sistema per l esame di un calcolo balistico è basato sui valori dati da spazio/tempo, la migliore soluzione tecnica da i migliori

Dettagli

2 Campionato Italiano Invernale TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA COMPLETO individuale OPEN Distanze metri REGOLAMENTO TECNICO

2 Campionato Italiano Invernale TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA COMPLETO individuale OPEN Distanze metri REGOLAMENTO TECNICO 2 Campionato Italiano Invernale TIRO DI CAMPAGNA CON ARMI A CANNA RIGATA COMPLETO individuale OPEN Distanze 50 100 200 metri REGOLAMENTO TECNICO ART. 1 REALIZZAZIONE DEL CAMPIONATO ART.1 SCOPI 1.1 La FIDASC,

Dettagli

Iscrizioni: telematicamente sul sito sez. MA.RE. Costo iscrizione 53,50

Iscrizioni: telematicamente sul sito  sez. MA.RE. Costo iscrizione 53,50 Organizazione: A.S.D. TIRO DINAMICO VERSILIA Info: samuelericci02@gmail.com cell. 3341850165 Iscrizioni: telematicamente sul sito www.fitds.it sez. MA.RE. Costo iscrizione 53,50 Data e luogo: domenica

Dettagli

ISCRIZIONE e PAGAMENTO : via mail a inserendo nominativo partecipanti e division, il costo dell iscrizione sarà di 30.

ISCRIZIONE e PAGAMENTO : via mail a inserendo nominativo partecipanti e division, il costo dell iscrizione sarà di 30. PARTECIPAZIONE: aperto a tutti i soci e amici purché in regola con i documenti per l uso delle armi DIVISIONS: Open, Classic, Standard, Production, Revolver, shotgun e rifle PREMIAZIONI: non ci saranno

Dettagli

REGOLAMENTI ATTIVITA ESTIVA 2015

REGOLAMENTI ATTIVITA ESTIVA 2015 FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO REGIONALE MOLISE REGOLAMENTI ATTIVITA ESTIVA 2015 Alle manifestazioni potranno partecipare le società regolarmente affiliate per l anno 2015. Ogni società

Dettagli

PROGRAMMI TECNICI Anno sportivo

PROGRAMMI TECNICI Anno sportivo PROGRAMMI TECNICI Anno sportivo 2014-15 Una ginnasta può partecipare ad un solo programma: o al programma individuale o al programma d insieme Squadra categoria COLLETTIVO Programma tecnico Età delle ginnaste

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI BERSAGLIO MOBILE (Traduzione Integrale Inglese-Italiano)

REGOLAMENTO TECNICO DI BERSAGLIO MOBILE (Traduzione Integrale Inglese-Italiano) calciolo U.I.T.S. UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO REGOLAMENTO TECNICO DI BERSAGLIO MOBILE (Traduzione Integrale Inglese-Italiano) - 177 - C A P I T O L I 10.1 GENERALE 179 10.2 SICUREZZA 179 10.3 POLIGONI

Dettagli

UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO VIALE TIZIANO, 70 00196 ROMA. COMUNICATO FEDERALE NR. 2 Stagione Sportiva 2015

UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO VIALE TIZIANO, 70 00196 ROMA. COMUNICATO FEDERALE NR. 2 Stagione Sportiva 2015 UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO VIALE TIZIANO, 70 00196 ROMA COMUNICATO FEDERALE NR. 2 Stagione Sportiva 2015 DECISIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO ROMA 27/3/2015 Sommario PUNTO 1 COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE...

Dettagli

GIMCANA Classe 3a, 4a, 5a.

GIMCANA Classe 3a, 4a, 5a. PROPOSTA GIOCHI secondo ciclo GIMCANA Classe 3a, 4a, 5a. La Gimcana consiste in un percorso con varie difficoltà situate lungo una corsia. E una corsa: vince quindi chi arriva primo. Ogni classe partecipa

Dettagli

Stage Nr. 1 Posizione di partenza: T1-T2 T3 o T4 Conteggio Cambio caricatore: tattico o con ritenzione Penalità Distanze

Stage Nr. 1 Posizione di partenza: T1-T2 T3 o T4 Conteggio Cambio caricatore: tattico o con ritenzione Penalità Distanze Stage Nr. 1 Posizione di partenza: Arma in condizione 1 posizione di attesa e spalle al riparo basso Al segnale acustico voltarsi, estrarre e ingaggiare - con 2 colpi minimi (sequenza). Spostarsi su uno

Dettagli

Regolamento Fun Gun 101

Regolamento Fun Gun 101 Regolamento Fun Gun 101 Questa disciplina di tiro è nata dall idea di 2 amici, Luca e Marco,ed è improntata per avere uno sport sicuro che include il meglio di tutte le altre discipline di tiro ;la stessa

Dettagli

II Prova Campionato Interregionale Invernale 2016 Macroarea 5

II Prova Campionato Interregionale Invernale 2016 Macroarea 5 II Prova Campionato Interregionale Invernale 2016 Macroarea 5 Domenica 30-31 Gennaio 2016 Poligono sito nel comune di Pianopoli Località Carratello Come raggiugerci: (Lat.: 38 54 16 Long.:16 23 34 ) Dall

Dettagli

LONG RANGE ITALIA ASD

LONG RANGE ITALIA ASD REGOLAMENTO DELLE GARE DI TIRO A LUNGA DISTANZA ORGANIZZATE DALLA LONG RANGE ITALIA A.S.D. ARTICOLO 1 FINALITA DEGLI EVENTI La L.R.I. a.s.d. si propone di organizzare manifestazioni sportive di tiro con

Dettagli

REGOLAMENTO GARE AL CHIUSO

REGOLAMENTO GARE AL CHIUSO REGOLAMENTO GARE AL CHIUSO 1 ALLESTIMENTO CAMPO GARE AL CHIUSO CHIUSO 18-25 METRI FITARCO TIRO CON L'ARCO ILLUMINAZIONE UNIFORME ILLUMINAZIOE ESTERNA FAI COME NOI - TIRA CON L'ARCO ARCIERI CILIENSI - 06/010

Dettagli

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master

FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master Unione Italiana di Tiro a Segno FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Seniores e Master BOLOGNA 09-10-11-12 LUGLIO 2015 R E G O L A M E N T O FINALI CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI Senior Master 2015

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE D INVERNO 2016

CAMPIONATO REGIONALE D INVERNO 2016 CAMPIONATO REGIONALE D INVERNO 2016 Fossa Olimpica - Skeet - Double Trap INDIVIDUALE E PER SOCIETA RISERVATO AI TIRATORI E ALLE A.S. DELLA REGIONE BASILICATA IN REGOLA CON IL TESSERAMENTO E L AFFILIAZIONE

Dettagli

Modifiche e completamenti lezione Test di valutazione

Modifiche e completamenti lezione Test di valutazione Modifiche e completamenti lezione Test di Test 300 metri La prova viene eseguita facendo correre alla massima velocità possibile la distanza di 300 m, si rileva il impiegato. TABELLA TEST 300 M Tempo Ottimo

Dettagli

SPECIALITÀ TIRO ALL ELICA O ELECTROCIBLES

SPECIALITÀ TIRO ALL ELICA O ELECTROCIBLES 1 Parte seconda REGOLAMENTI TECNICI SPECIALITÀ TIRO ALL ELICA O ELECTROCIBLES Disciplina patrocinata dalla FITASC (Federazione Internazionale di Tiro con Armi Sportive da Caccia) Premessa: le Norme Generali

Dettagli

Campionato Italiano - Gara di Eccellenza fascia A luglio 2012 MONTE SANT ANGELO MARMORE TERNI

Campionato Italiano - Gara di Eccellenza fascia A luglio 2012 MONTE SANT ANGELO MARMORE TERNI IL CENTRO TIRO SPORTIVO - TERNI in collaborazione con SPORT CENTER ARMERIA MASSARINI Campionato Italiano - Gara di Eccellenza fascia A 14-15 luglio 2012 MONTE SANT ANGELO MARMORE TERNI Organizzazione:

Dettagli

TIRO A SEGNO NAZIONALE Sezione di STRIGNO

TIRO A SEGNO NAZIONALE Sezione di STRIGNO 2 CIRCUITO TRIVENETO INVERNALE DI TIRO RAPIDO SPORTIVO 3^ GARA TSN SEZIONE DI STRIGNO 28-29 gennaio 2017 CATEGORIE DI TIRO: Semiauto - gruppi di merito A+SuperA, B+C ed esordienti Revolver - gruppi di

Dettagli

COME SI ARRIVA AL POLIGONO

COME SI ARRIVA AL POLIGONO SABATO 16 E DOMENICA 17 MARZO 2013 Il CLUB T.D.S. INTERFORZE LIVORNO Il TIRO A SEGNO NAZIONALE SEZIONE DI CECINA sono lieti di invitarvi al: 5 TROFEO COSTA ETRUSCA GARA VALIDA PER IL CAMPIONATO ITALIANO

Dettagli

GIOCHI DELLA GIOVENTU Programma Tecnico classi PRIME

GIOCHI DELLA GIOVENTU Programma Tecnico classi PRIME GIOCHI DELLA GIOVENTU 2011 Programma Tecnico classi PRIME Staffetta ad ostacoli Rilevazione del tempo totale (record) unica serie per 20 partecipanti Caratteristiche della prova: - due corsie di 30 mt

Dettagli

ORARIO GARE ritrovo giurie e concorrenti e conferma iscrizioni 9.20 Prom/Sen M = 10 km Jun M + Prom/Sen F = 8 km 11.

ORARIO GARE ritrovo giurie e concorrenti e conferma iscrizioni 9.20 Prom/Sen M = 10 km Jun M + Prom/Sen F = 8 km 11. Regolamenti Attività Invernale 2016 CAMPIONATI REGIONALI DI SOCIETA DI CORSA CAMPESTRE Regolamento Il Comitato Regionale Pugliese FIDAL indice il Campionato di Società di Cross 2016, riservato agli atleti

Dettagli

La posizion e in ginocch io

La posizion e in ginocch io La posizion e in ginocch io Il centro di gravità del sistema sulla superficie di appoggio, il grado di stabilità e il numero di centri ottenibili, si trovano circa a metà strada tra la posizione a terra

Dettagli

NOTE PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI DI IDONEITÀ AL MANEGGIO DELLE ARMI

NOTE PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI DI IDONEITÀ AL MANEGGIO DELLE ARMI NOTE PER IL RILASCIO DEI CERTIFICATI DI IDONEITÀ AL MANEGGIO DELLE ARMI UNIONE ITALIANATIRO A SEGNO INDICE Premessa 5 Disposizioni di legge 5 Disposizioni amministrative 5 Corsi di tiro 6 Contenuto dei

Dettagli

MASTER DI I LIVELLO IN PODOLOGIA DELLO SPORT A.A. 2008/2009. Mirko Gigli

MASTER DI I LIVELLO IN PODOLOGIA DELLO SPORT A.A. 2008/2009. Mirko Gigli UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE SEDE DI ROMA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA MASTER DI I LIVELLO IN PODOLOGIA DELLO SPORT A.A. 2008/2009 Elaborato finale: PENTATHLON MODERNO Storia, traumatologia,

Dettagli