*d i riprod urre, d istrib uire, com unicare alpub b l. *d i cre are ope re d e rivate. e se gue nti cond izioni:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "*d i riprod urre, d istrib uire, com unicare alpub b l. *d i cre are ope re d e rivate. e se gue nti cond izioni:"

Transcript

1

2 Tu s b ro: *d rprod urr, d strb ur, com uncr pub b co, sporr n pub b co, rppr s ntr, s gur o r ctr 'op r *d cr r op r d rvt A s gu nt cond zon: *Attrb uzon. D v rconosc r contrb uto d 'utor orgnro. *Non com m rc. Non puo usr q u st op r p r scop com m rc. *Cond vd o st sso m od o. S t r, trsform o sv upp q u st op r, puo dstrb ur op r rsu tnt so o p r m zzo d un c nz d ntc q u st.

3 PAULLAFAR GUE IL D IR ITTO ALLA PIGR IZ IA Confu tzon d d rtto voro d 1848

4 Tto o orgn d 'op r: L drot à pr ss Réfutton du d rot u trvd 1848 Cur trduzon dfrnc s d Rff B rdn m ozos.org Edtng: Scrbus, O p n Sourc D sk top Pub sh ng w w w.scrbus.n t Qu st'op r è stt r sct sotto c nz Cr tv Com m ons Attrbuzon Non com m rc -Condvd o st sso m odo 2.5 It. P r gg r un cop d c nz vst sto w b h ttp://cr tv com m ons.org/ c ns s/by-nc-s/2.5/t/ o sp dsc un tt r Cr tv Com m ons, 171 S cond Str t, Sut 300, Sn Frncsco, C forn, , USA.

5 Pr fzon Th rs 1 n s no Com m sson su 'struzon prm r d 1849 dch rv: "Vog o r nd r onnpot nt 'nf u nz d c ro, p rch é conto su d sso p r propgr q u st buon f osof ch ns gn 'uom o ch è q uggù p r soffrr non ' tr f osof ch dc contrro 'uom o: God". Th rs form u v così m or d c ss borgh s ch ncrn ' gosm o f roc 'nt g nz rstr tt. L borgh s q undo ottv contro nob tà, sost nut d c ro, f c propr v ss d b ro rbtro d 't sm o: m ott nut supr m z, cm bò tono com portm nto. O gg ss nt nd punt r con r gon su supr m z conom c po tc. D urnt XV XVI s co o ss v v grm nt rpr so trdzon pgn g orfcv crn su psson rg ttt d crstn sm o; ogg rm pnzt d b n d pc r dsconosc g ns gnm nt d suo p nstor, d Rb s, d D d rot pr dc 'stn nz s rt. L m or cpt st, p tos prod d m or crstn, co psc d'nt m crn d vortor, h com d rduzon m nm o d n c sstà d produttor, m n su go su psson o condnn ruo o d m cch n ch produc voro s nz tr gu né p tà. 1 Lous Ado ph Th rs ( ). Uom o po tco storco frnc s, prm o Pr sd nt d T rz R pubb c frnc s. [font : w k p d, n.d.t.]

6 6 PAUL LAFAR GUE I soc st rvo uzonr d vono rpr nd r bttg ch h nno com bttuto f osof pm ph ttst d borgh s, d vono prtr 'ttcco d m or d t or soc d cpt sm o, d vono d m o r n t st d c ss ch m t 'zon pr gudz propgt d c ss dom nnt, d vono proc m r fcc d bgott d tutt m or ch t rr c ss rà d ss r v d crm d vortor. N soc tà com unst d futuro ch fond r m o "n m odo pcfco s possb, trm nt con vo nz" psson d g uom n vrnno brg sco t. Poch é "tutt sono buon p r oro ntur, non dobbm o ch vtr oro cttvo m p go d oro cc ss"2, ch srnno vtt so tnto con oro controb ncm nto r cproco, m dnt o sv uppo rm onco d 'orgnsm o um no. Poch é com dc dottor B ddo, "so tnto q undo un rzz rggung suo m ssm o sv uppo fsco ch rggung suo punto pù to d n rg d vgor m or ". T r nch 'opnon d grnd ntur st, Ch r s D rw n 3. L confutzon d D rtto voro, ch rpubb co con q u ch not gguntv, com prv n L'Ég té h b dom dr d 1880, s cond s r. 2 Crt so, L Psson d 'nm. 3 D r. Joh n B ddo, M m ors of Anth ropo ogcsoc ty of Lond on; Ch r s D rw n, L'orgn d 'uom o.

7 I Un dogm dsstroso O zm o n tutt cos, cc tto q undo m m o q undo b vm o, cc tto q undo ozm o. L ssng 4 Un strn fo poss d c ss op r d nzon dov r gn cv tà cpt st. Qu st fo trscn suo s guto m s r ndvdu soc ch d s co torturno trst um ntà. Qu st fo è 'm or p r voro, psson nocv d voro, spnt fno ' surm nto d forz vt d 'ndvduo d su prog n. Inv c d r gr contro q u st b rrzon m nt pr t, g conom st, m or st, h nno scro-sntfcto voro. Uom n c ch ottus, h nno vo uto ss r pù sgg d oro D o, uom n d bo spr g vo h nno vo uto rb tr cò ch oro D o v v m d tto. Io ch non m proc m o crstno, conom o m or, rm tto oro gudzo q u o d oro D o, pr dch d oro m or r gos, conom c, d b r p nstor, rm tto cons gu nz spv ntos d voro n soc tà cpt st. N soc tà cpt st voro è cus d tutt d g n rzon nt ttu, d tutt d form zon orgnc. Prgont cv o purosngu d scud r d Roth sch d 4 Gotth o d Eph rm L ssng ( ). Po t, drm m turgo sggst t d sco, rt nuto m ssm o spon nt d 'I um nsm o tt rro t d sco. [font : w k p d, n.d.t.]

8 8 PAUL LAFAR GUE s rvto d uno stuo o d bm n, con p snt bruto d fttor norm nn ch r t rr, trsport tm, m m ucch rcco to. O ss rvt nob s vggo ch m ssonr d com m rco d com m rcnt d r gon non h nno ncor corrotto con crstn sm o, sf d d dogm d voro d oss rvt succ ssvm nt nostr m s rb s rv d m cch n 5. Qundo n nostr Europ cv zzt vog m o rtrovr un trcc d b zz ntv d 'uom o, bsogn ndr c rcr n nzon dov pr gudz conom c non h nno ncor strpto 'odo d voro. L Spgn, ch h m è st 5 G sp ortor urop s f rm vno stupt dnnz b zz fsc d 'ndtur f r d g uom n d popo zon prm tv, non m cch t d cò ch P ppg ch m v "soffo vv nto d cv zzzon ". Pr ndo d g borg n d so oc nch, ord G org Cm pb scrv : "Non c'è popo o m ondo ch co psc d pù prm o pprocco. L oro p sc d un co or gg rm nt rm to, oro cp dort rcc, oro b d gr fgur, n poch pro tutt oro p rson form un nuovo sp nddo cm pon d g nus h om o. I oro sp tto fsco dv 'm pr sson d un rzz sup ror nostr."i cv zzt d 'ntc Rom, C sr, Tcto, cont m p vno con st ss m m rzon G rm n d trbù com unst ch nvd vno 'Im p ro rom no. - Cos com Tcto, S vno, pr t d V s co o soprnnom nto "m stro d v scov", dv d brbr un s m po cv zzt d crstn: "Sm o m pudch n m zzo Brbr, pù cst d no. D pù, Brbr sono f rt d nostr m pudcz : Got non to rno ch c sno d d bosct d oro nzon fr oro;so o Rom n tr d ss, p r trst prv go d oro nzon tà d oro nom, h nno drtto d ss r m pur [ p d rst r or d grn m od fr pgn d crstn ]. G oppr ss s n vnno pr sso brbr c rcr um ntà d un rfugo"[d D Gub rnton D ]. L v cch cv tà, crstn sm o ntq uto m od rn cv tà cpt st corrom pono s vgg d nuovo m ondo. F. L P y d cu s d v rconosc r t nto d'oss rvzon, nch s s r spngono su conc uson soco ogch contm nt dproudh onsm o f ntropco crstno, dc n suo bro G op r urop (1885): "L prop nson d Bsch r p r pgrz [ Bsch r sono pstor s m nom d d v rsnt stco d g Ur ], g svgh d vt nom d, 'btudn m dtzon ch fnno nsc r n g ndvdu m g o dott, trsm ttono sp sso q u st un dstnzon d m od, un fn zz d'nt g nz d gudzo ch s oss rvno d rdo o st sso v o soc n un cv tà pù sv uppt... Cò ch pù rpugn oro sono vor grco, fnno d tutto puttosto ch cc ttr m st r d grco tor." L'grco tur è n ff tt prm m nf stzon d voro s rv n 'um ntà. S condo trdzon bb c, prm o crm n, Cno, è un grco tor.

9 U N D O GM A D ISASTRO SO 9 d g n rndo, può ncor vntrs d poss d r m no fbbrch ch no d prgon d cs rm. M 'rtst s r gr m m rndo f ro And uso bruno com cstgn, drtto f ssb com un'st d'cco. Icuor d 'uom o sussu t s nt ndo m ndcnt, sup rbm nt vvo to n su cp buct, dr d 'm go duch d O ssun. P r o Spgno o pr sso q u 'nm prm tvo non è trofzzto, voro è p ggor d sch vtù 6. I Gr c d ' poc d'oro non v vno ch dspr zzo n confront d voro: g sch v so m nt r p rm sso d vorr, 'uom o b ro conosc v so tnto g s rcz fsc d goch d'nt g nz. Er nch t m po n cu s cm m nv r sprv n m zzo g Arstot, Fd, g Arstofn ; r t m po n cu un pugno d corggos sch ccv M rton ord d 'As ch A ssndro vr bb pr sto conq ustto. I f osof d 'ntch tà ns gnvno dspr zzo d voro, form d d grdzon d 'uom o b ro; po t cntvno 'ozo, dono d g D : O M b œ, D us nob s h æ c ot f ct7. Crsto n suo dscorso d m ontgn, pr dcò pgrz: "Cont m p t cr sct d gg n cm p, non vorno né f no tuttv, o v dco, S om on n tutt su g or, 8 non è stto pù sp nddm nt v stto". G ov, do brbuto rcgno, d tt suo s guc supr m o s m po d pgrz d : dopo s gorn d voro s rposò p r ' t rntà. Inv c q u sono rzz p r q u voro è un n c sstà orgnc? G v rnt 9 ; g scozz s q u st v rnt d so brtnnch ; g zn q u st v rnt 6 Iprov rbo spgno o dc : D scnsr s s ud (Rposr è s ut ) 7 "O M b o, un D o c h donto q u st'ozo", Vrg o, Buco ch. 8 Vng o s condo M tt o, cp. VI. 9 Abtnt d 'A v rn, r gon d Frnc c ntro-m rdon, n zon d M sscco C ntr. [font : w k p d, n.d.t.]

10 10 PAUL LAFAR GUE d Spgn; pom rn, q u st v rnt d G rm n, cn s q u st v rnt d 'As. N nostr soc tà q u sono c ss ch m no voro p r voro? I contdn propr tr pcco borgh s; prm ch n su t rr, g tr rntnt n oro bott gh, s m uovono com t p n su g r sott rrn m zno cpo p r cont m p r propro pcm nto ntur. E tuttv pro trto, grnd c ss ch bbrcc tutt produttor d nzon cv zzt, c ss ch m ncpndos m ncp rà 'um ntà d voro s rv frà d 'nm um no un ss r b ro, pro trto trd ndo suo stnt m sconosc ndo su m sson storc, s è scto p rv rtr ddogm d voro. D ur t rrb è stt su punzon. Tutt m s r ndvdu soc sono sort d su psson p r voro.

11 II B n dzon d voro N 1770 com prv Londr uno scrtto nonm o ntto to: An Essy on Trd nd Com m rc, ch ' poc f c un c rto rum or. Isuo utor, grnd f ntropo, s'ndgnv d ftto ch " p b m nfttur r d'ingh t rr s r m ss n t st 'd fss ch, n q unto ng s, tutt g ndvdu ch com pongono h nno p r drtto d nsct prv go d ss r pù b r pù ndp nd nt d g op r d q u ss tro p s d 'Europ. Qu st'd può v r su ut tà p r so dt d cu stm o corggo, m m no g op r d m nfttur n sono m b vut, m g o è p r oro st ss p r o Stto. G op r non dovr bb ro m rt n rs ndp nd nt d oro sup ror. È str m m nt p rco oso ncorggr sm ntussm n uno Stto com m rc com nostro, dov fors s tt ottv d popo zon h nno poc o n ssun propr tà. L cur non srà com p t fnch é nostr pov r d 'ndustr non s rss gn rnno vorr s gorn p r st ss som m ch gudgnno or n q uttro". Così q us un s co o prm d Guzot10, s pr dcv p rtm nt Londr voro com un fr no nob psson d 'uom o. 10 Frnços P rr Gu um Guzot ( ). Storco uom o po tco frnc s. [font : fr.w k p d, n.d.t.]

12 12 PAUL LAFAR GUE "Pù m popo vor rnno m no c srnno vz", scrv v d O st rod 5 m ggo 1807 Npo on. "Io sono 'utortà [...] sr dsposto d ordnr ch dom nc, psst 'or d funzon, bott gh sno p rt g op r r sttut oro voro". P r strpr pgrz p gr s ntm nt d'orgog o d'ndp nd nz ch ss g n r, 'utor d Essy on Trd propon v d m prgonr pov r n cs d d voro (d w ork h ous s), ch sr bb ro dv ntt "cs d t rror dov s fr bb ro vorr q uttordc or gorno, n m odo ch to to t m po d pst, rm rr bb ro dodc or d voro p n d nt r ". D odc or d voro gorno: cco 'd d f ntrop m or st d XVIII s co o. E com bbm o sup rto q u sto n c p us u tr! L offcn m od rn sono dv ntt d cs d d corr zon dov s ncrc rno m ss op r, dov s condnnno voro forzt p r dodc o q uttordc or non so o g uom n, m nch donn bm bn 11! E dr ch fg d g ro d T rror s sono sct d grdr d r gon d voro, punto t d cc ttr dopo 1848, com un conq ust rvo uzonr, gg ch m tv dodc or voro n fbbrch, proc m ndo com prncpo rvo uzonro drtto voro. 11 Aprm o congr sso d b n fc nz t nuto Brux s, n 1857, uno d pù rcch m nfttur r d M rq u tt n pr ss d L, Scrv dch rv tr g pp us d m m br d congr sso, con soddsfzon pù nob d un dov r com puto: "Abbm o ntrodotto cun m nt d dstrzon p r bm bn. Ins gnm o oro cntr durnt voro, contr s m pr vorndo: cò dstr f oro cc ttr con corggo q u st dodc or d voro ch sono n c ssr p r procurrs m zz d sost ntm nto."d odc or d voro ch voro! Im posto bm bn ch non h nno n m m no dodc nn! I m t r st s rm m rch rnno s m pr ch non c s un nf rno n cu nch odr q u st crstn, q u st f ntrop, crn fc d 'nfnz.

13 BENED IZ IO NE D EL LAVO RO 13 V rgogn pro trto frnc s! G sch v so m nt sr bb ro stt cpc d t bss zz. O ccorr r bb ro v nt nn d cv zzzon cpt st d un Gr co d t m p roc p r conc pr t vv m nto. E s soff r nz d voro forzto, s tortur d fm s sono bbttut supro trto pù num ros d cv tt d Bbb, è pro trto ch h ch m t. Qu sto voro ch n gugno d 1848 g op r r c m vno rm m no, o h nno m posto oro fm g : h nno cons gnto bron d 'ndustr oro donn oro fg. Con oro propr m n h nno d m o to foco r dom stco, con oro propr m n h nno proscugto tt d oro donn ; nf c ncnt d ttndo oro bm bn, sono dovut ndr n m n r n m nfttur p grs sch n spossr oro n rv. Con oro propr m n h nno sp zzto vt vgor d oro fg. V rgogn pro tr! D ov sono com r d cu pr vno nostr fb ux 12 nostr v cch rccont, udc n propost, sch tt n pr r, m nt d dvn bottg?d ov sono q u st buont m pon : s m pr trottr, s m pr cucnr, s m pr cntr, s m pr s m nr vt g n rr go, prtor ndo s nz do or d pcco sn vgoros? O gg bbm o rgzz donn d fbbrc, grc for d co or p d, dsngu s nz vvo sp ndor, d o stom co rovnto, d m m br ngud! Ess non h nno m conoscuto pc r nt nso non possono rccontrc grm nt com rupp ro oro gusco! - E bm bn?d odc or d voro bm bn. O h m s r! - Tutt Ju s Sm on 13 d 'Accd m d Sc nz M or Po tch, 12 Fb u: br v com ponm nto strco n v rs d XII-XIII s c. [font : D zonro Grznt on n, n.d.t.] 13 Frnços-Ju s Suss dt Ju s Sm on ( ). F osofo uom o d Stto frnc s. [font : fr.w k p d, n.d.t.]

14 14 PAUL LAFAR GUE tutt G rm nys d g sut r non vr bb ro potuto nv ntr un vzo pù vv nt p r 'nt g nz d bm bn, pù corruttor d oro stnt, pù dstruttor d oro orgnsm o ch voro n 'tm osf r vzt d 'offcn cpt st. L nostr poc, s dc, è s co o d voro, n r tà è s co o d do or, d m s r d corruzon. Tuttv f osof, g conom st borgh s dp nosm nt confuso August Com pt fno rdco m nt ch ro L royb u u, g uom n d tt r borgh s dcr tn scm nt rom ntco Vctor H ugo fno 'ng num nt grott sco Pud Kock, tutt h nno ntonto cnt nus bond n onor d do Progr sso, fg o prm og nto d Lvoro. A s ntr oro b n ss r vr bb r gnto su t rr: gà n 'r s n s ntv 'rrvo. Andvno nd tro n s co psst scovr po v r m s r f ud p r confrontr q u g oscur orror d z d t m po pr s nt. C h nno stncto q u st pscut soddsftt, fno r m m br d s rvtù d grnd sgnor, ogg s rv d p nn d borgh s, m nt nut 'ngrsso. C h nno stncto con contdno d r torco L Bruyèr?Ebb n, cco br nt q udro d pc r pro tr n 'nno d progr sso cpt st 1840, dpnto d uno d oro dottor V rm é 14 m m bro d 'Isttuto 15, o st sso ch n 1848 f c prt d q u st soc tà d sc nzt (Th rs, Cousn, Pssy, B nq u 'ccd m co) ch propgò n m ss scocch zz d ' conom d m or borgh s. E' d 'A sz m nfttur r ch c pr D r. V rm é, d 'A sz d K stn r, d D o fus, q u st for d 14 Lous R né V rm é ( ). M dco soco ogo frnc s, è consd rto un pon r d m dcn d voro. [font : fr.w k p d, n.d.t.] 15 Accd m d Sc nz M or Po tch, fondt n soppr ss n 1803 rprstnt d F. Guzot n E' pù ntc sttuzon frnc s ch copr cm po d sc nz um n soc. [font : fr.w k p d, n.d.t.]

15 BENED IZ IO NE D EL LAVO RO 15 f ntrop d r pubb cn sm o ndustr. M prm ch dottor c r dg q udro d m s r d pro trto, sco tm o un fbbrcnt szno, Th M g d dtt D o fus, M g C, ch d scrv stuzon d 'rtgno d v cch ndustr: "A M u h ous, cnq unt nn f (n 1813, q undo nsc v m od rn ndustr m ccnc), g op r rno tutt fg d t rr, btvno cttà v gg crcostnt, poss d ndo q us tutt un cs sp sso un pcco o cm po"16. Er ' tà d 'oro d vortor. A or, 'ndustr szn non nondv m ondo con suo t ssut d coton non rrcch v suo D o fus suo Ko ch n. M v ntcnq u nn dopo q undo V rm é vstò 'A sz, m od rno m noturo, 'offcn cpt st v v conq ustto p s. N su bu m d voro um no v v strppto g op r d oro foco r p r torch r m g o p r m g o spr m r oro voro d ss cont nuto. Erno m g g op r ch ccorr vno fsch o d m cch n. "Un grn num ro", dc V rm é, "n cnq u m su dcss tt m rno costr tt, p r g vt cost d g fftt, d oggr n v gg vcn. A cun btvno du gh un q urto d m nfttur dov vorvno. A M u h ous, D ornch voro nzv cnq u d m ttno fnv cnq u d s r, stt com nv rno... Bsogn v d r rrvr ogn m ttn n cttà rprtr ogn s r. In m zzo oro un m o ttudn d donn p d, m gr, cm m nno p d nud n m zzo fngo, s nz om br o, portndo cpovo t su t st, q undo pov o n vc, oro gr m bu o sottn p r prot gg r corpo co o. E un num ro ncor pù consd r vo d bm bn pcco non m no sporch, non 16 D scorso pronuncto Soc tà nt rnzon d stud prtc d conom soc Prg n m ggo 1863, pubb cto n L'Econom st frnçs n o st sso p rodo.

16 16 PAUL LAFAR GUE m no sm unt, cop rt d strcc, unt dgrsso d 'o o d m cch n ch g cd ddosso q undo vorno. Qu st'u tm, m g o prot tt d pogg p r 'm p rm b tà d oro bt, non portno brcco, com donn d cu pr vm o, pn r con provvst d gornt;m portno m no, o nscondono sotto v stto, o com possono, p zzo d pn ch d v nutrr fno 'or d oro rtorno cs. Così ftc d un gornt sm surtm nt ung, p rch é s pr m no q undc or d voro, s ggung p r q u st nf c q u d vgg d ndt rtorno così fr q u nt, così p nos. N rsu t ch rrvno cs oro soprfftt dbsogno d dorm r m ttn s gu nt scono prm d ss r com p tm nt rpost p r trovrs 'offcn 'or d p rtur". Ecco tugur dov s m m ssvno q u ch oggvno n cttà: "H o vsto M u h ous, D ornch n cs vcn q u st m s rb ogg dov du fm g dorm vno cscun n un ngo o, su pg g ttt supvm nto o t nut d du tvo... Qu st m s r n cu vvono g op r d 'ndustr d coton n dprtm nto d 'A to R no è così profond d produrr un trst rsu tto: m ntr n fm g d fbbrcnt, com m rcnt, n goznt d t ssut, dr ttor d fbbrc m tà d bm bn rggung v ntun sm o nno d tà, n fm g d t sstor d op r d f tur d coton st ss cfr d bm bn c ss d sst r prm d v r com puto du nn". Pr ndo d voro d offcn, V rm é ggung : "Non s trtt d un voro, d un m nson, è un tortur s nf gg bm bn d s g otto nn... E' q u sto supp zo gorn ro ch m n prncp m nt g op r n f tur d coton ". E, proposto d durt d voro, V rm é oss rvv ch forzt d g r non vorvno ch d c or, g

17 BENED IZ IO NE D EL LAVO RO 17 sch v d Ant nov or n m d, m ntr n Frnc ch v v ftto Rvo uzon d 1789, ch v v proc m to pom pos D rtt d 'uom o, sst vno d m nfttur dov gornt vortv r d s dc or d cu r conc ss g op r un'or m zz p r pst 17. O h m s rb borto d prncp rvo uzonr d borgh s! O h ugubr r g o d suo do Progr sso! I f ntrop cc m no b n fttor d 'um ntà co oro ch, p r rrcch rs s nz ftc, dnno voro pov r. Sr bb m g o dffond r p st, vv nr font puttosto ch rg r un fbbrc n m zzo d un popo zon rur. Introduc t voro d fbbrc ddo go, s ut, b rtà: ddo tutto cò ch r nd vt b d gn d ss r vssut 18. E g conom st s n vnno rp t ndo g op r: vort p r um ntr rcch zz soc! Tuttv un conom st, D stut d Trcy, g rspond : "E' n nzon pov r ch popo o è suo go, è n nzon rcch, ch d so to è pov ro." 17 L. R. V rm é, Tb u d 'étt ph ysq u t m ord s ouvr rs dns s fb rq u s d coton, d n t d so, Non r p rch é D o fus, Ko ch n d tr fbbrcnt szn rno r pubb cn, ptrot f ntrop prot stnt ch trttvno n t m odo oro op r;poch é B nq u, 'ccd m co R ybud, prototpo d Jérôm Pturot, Ju s Sm on, m stro Jcq u s d po tc, h nno consttto st ss m ntà p r c ss op r pr sso fbbrcnt m o to ctto c m o to m onrch c d L d Lon. Sono vrtù cpt st ch s rm onzzno m rvg con tutt convnzon po tch r gos. 18 G ndn d trbù b cos d Brs uccdono oro nf rm d oro v cch ; t stm onno così oro m cz m tt ndo fn d un vt ch non è pù r grt d com bttm nt, f st dnz. Tutt popo prm tv h nno dto oro cr q u st prov d'ff tto: M ssg t d m r Cspo [Erodoto], così com W ns d G rm n d C t d G. N ch s d Sv z, ncor r c nt m nt, s cons rvvno d m zz d tt m zz fm r, ch s rvvno b rr pr nt d trst zz d v cch. Qunto d g n rt sono pro tr m od rn p r cc ttr n pz nz spv ntos m s r d voro d fbbrc!

18 18 PAUL LAFAR GUE E suo dsc po o Ch rbu z contnu: "I vortor st ss, coop rndo 'ccum u o d cpt produttv, contrbuscono ftto ch pr sto o trd v rrnno prvrt d'un prt d oro s r". M r s sord rm b c t d oro st ss ur, g conom st rspondono: vort, vort s m pr p r cr r vostro b n ss r! E n nom d m nsu tudn crstn un pr t d Ch s ng cn, r v r ndo Tow nsh nd, s m od: vort, vort nott gorno; vorndo vo ft cr sc r vostr m s r vostr m s r c dsp ns d 'm porv voro p r forz d gg. L'm poszon g d voro "dà tropp p n, sg tropp vo nz f troppo rum or ; fm, contrro, non è so m nt un pr sson dscr t, s nzos, nc ssnt, m com m ccnsm o ntur d voro d 'ndustr, è n grdo d provocr sforz pù pot nt". Lvort, vort pro tr p r ccr sc r rcch zz soc vostr m s r ndvdu. Lvort, vort, p rch é dv ntndo pù pov r vr t pù rgon p r vorr p r ss r m s rb. Qu st è gg n sorb d produzon cpt st. P rch é, pr stndo or cch o f c pro d g conom st, pro tr s sono cons gnt corpo nm vzo d voro, fc ndo pr cptr soc tà nt r n crs ndustr d sovrpproduzon ch sconvo gono 'orgnsm o soc. A or vsto ch c'è sovrbbondnz d m rc p nur d cq ur nt, offcn s f rm no fm sf rz popo zon op r con su frust d m cc. I pro tr, bbrutt ddogm d voro, non cpscono ch sup r voro ch s sono nf tt durnt p rodo d pr t s prosp rtà è cus d oro m s r ttu nv c d corr r grn grdr : "No bbm o fm vog m o m ngr!... V ro, non bbm o 'om br d un q uttrno, m p r q unto m ndcnt, sm o no ch tuttv bbm o

19 BENED IZ IO NE D EL LAVO RO 19 m tuto grno v nd m m to 'uv...". Inv c d'ss dr m gzzn d Bonn t, d Jujur ux, 'nv ntor d conv nt ndustr grdr : "Sgnor Bonn t, cco vostr op r, torctrc, f trc, t sstrc, ss tr m no sotto oro v st rm m ndt rttrstr 'occh o d'un br o tuttv, sono oro ch h nno f to t ssuto v stt d s t d cocott s 19 d tutt crstntà. L m s rb, vorndo tr dc or gorno, non v vno t m po d p nsr to tt, d sso ss sono dsoccupt possono fr d fru-fru con s t ch h nno vorto. D q undo h nno p rso d nt d tt ss s sono conscrt vostr fortun h nno vssuto n 'stn nz. Ad sso h nno m o to t m po b ro vog ono gor un po' d frutt d oro voro. Andm o Bonn t, cons gnt vostr s t, H rm fornrà suo ch ffon, Pouy rqu rt r suo c cò, Pn t suo stv tt p r oro cr pcco p d fr dd um d... V stt d t st p d pm pnt, ss srnno un go p r vostr occh. Andm o, s nz t rgv rsr, vo s t m co d 'um ntà, non è v ro?e crstno prm ch uom o d'ffr. M tt t dsposzon d vostr op r fortun ch ss h nno costruto con crn d oro crn. S t m co d com m rco? Fc tt crco zon d m rc! Ecco d consum tor b n zz cct, prt oro cr dt m tt. S t b n obb gt fr cr dt com m rcnt ch non conosc t fftto, ch non v h nno dto n nt, n m m no un bcch r d'cq u. L vostr op r s d rnno com potrnno. S gorno d scd nz s drnno gm b sc rnno prot str oro frm, vo m tt r t n m or s oro non vrnno n ssun b n d pgnorr, vo sg r t d ss r pgt n pr gh r : v sp drnno n prdso, pù v oc m nt d vostr tonch n r dnso nzuppto d tbcco". 19 Cocott : ntq. fm. donnn gr. [font : D zonro Grznt on n, n.d.t.]

20 20 PAUL LAFAR GUE Inv c d pprofttr d m om nt d crs p r un rdstrbuzon g n r d prodott b n ss r unv rs, g op r m or ndo d fm, s n vnno sbtt r t st su port d offcn. Con fgur sm unt, corp sm grt, dscors p tos, ss ss no fbbrcnt: "Buon sgnor Ch got, do c sgnor Sch n d r, dt c d voro, non è fm, m psson d voro ch c torm nt!" E q u st m s rb, ch h nno m p n forz d t n rs n p d, v ndono dodc o q uttordc or d voro du vo t m no cr d q undo v vno pn su tvo. Ed f ntrop d 'ndustr pprofttno d dsoccupzon p r fbbrcr m g or m rcto. S crs ndustr s guono p rod d sup r voro così ft m nt com nott gorno, trscnndos d tro dsoccupzon forzt m s r s nz v d'usct, portno nch bncrott n sorb. Fnch é produttor h d cr dto nt brg furor d voro, s nd bt s nd bt p r fornr m t r prm g op r. F produrr, s nz rf tt r ch m rcto v ncontro sturzon ch, s su m rc non rrvno v ndt, su cm b rrv rnno scd nz. Costr tto v d m p orr ' br o, s g tt suo p d, g offr suo sngu, suo onor : "Un poco d'oro fr bb m g o m o ffr ". Rspond Roth sch d: "Vo v t p d c z n m gzzno, v gono v nt so d, o pr ndo q uttro so d". O tt nut c z, ' br o v nd s, otto so d d ntsc guzznt p zz d c nto so d ch non d vono n nt n ssuno: m produttor h so o ftto un psso nd tro p r spccr m g o s to. Infn rrv trco o m gzzn strboccno: s g ttno or tnt d q u m rc d fn str ch non s s com sno ntrt d port. Am m ont c ntn d

21 BENED IZ IO NE D EL LAVO RO 21 m on v or d m rc dstrutt : n s co o scorso v nvno bruct o g ttt n cq u 20. M prm d rrvr q u st conc uson, fbbrcnt p rcorrono m ondo n rc rc d sbocch p r m rc ch s ccum u no, forzno oro gov rno d ccprrrs Congo, d m pdronrs d Tonch no, d m o r co p d cnnon m urg d Cn, p r sm trv oro t ssut d coton. N s co scors c'è stto un du o m ort tr Frnc 'Ingh t rr, p r ch vr bb vuto prv go sc usvo d v nd r n Am rc n Ind. M g d uom n govn vgoros h nno tnto d rosso co oro sngu m r durnt gu rr co on d s co XI, XVI XVIII. I cpt bbondno com m rc. I fnnz r non snno pù dov pzzr, vnno or pr sso nzon f c dov g nt oz so fum ndos sgr tt, posr f rrov, rg r fbbrch d m portr m dzon d voro. E q u st sportzon d cpt frnc s s conc ud un b m ttno cus d com p czon dp om tch : n Egtto, Frnc, Ingh t rr G rm n rno supunto d pr nd rs p r cp p r sp r q u usur sr bb ro stt pgt p r prm ;n gu rr d M ssco, dov s nvno so dt frnc s fr m st r d uffc gudzro p r r cup rr d bt nso vb ACongr sso ndustr t nuto B r no 21 g nno 1879 s stm v n 568 m on d frnch p rdt d 'ndustr d f rro n G rm n durnt 'u tm crs. 21 L Gustz d C m nc u, n su prt fnnzr, 6 pr 1880 dc v: "Abbm o vo uto sost n r 'opnon ch, nch s nz Pruss, m rd d gu rr d 1870 sr bb ro ndt ugu m nt p rs d Frnc, nch sotto form d pr stt p rodcm nt m ss p r ' q u bro d b nc st r. T è nch nostr opnon." S stm cnq u m rd p rdt d cpt ng s n pr stt d R pubb ch d 'Am rc d Sud. I vortor frnc s h nno non so o prodotto cnq u m rd pgt Bsm rck, m contnuno s rvr g nt r ss d 'nd nntà d gu rr g O v r, Grrdn, Bzn d tr poss ssor d tto d r ndt ch h nno portto gu rr rovn. Tuttv r st oro un pr m o d conso zon : q u st m rd non cus rnno gu rr p r r cup rr.

22 22 PAUL LAFAR GUE Qu st m s r ndvdu soc, p r grnd nnum r vo ch sno, p r t rn ch s m brno, s d gu rnno com n g scc 'vvcnrs d on, q undo pro trto drà: " o vog o". M ffnch é pr nd cosc nz d su forz, bsogn ch pro trto c p st sotto suo p d pr gudz d m or crstn, conom c, b r p nstrc. Bsogn ch rtorn suo stnt ntur, ch proc m D rtt pgrz, m m vo t pù nob pù scr d tsc D rtt d 'uom o, bort dg vvoct m tfsc d rvo uzon borgh s. Ch s costrng non vorr pù d tr or gorno d ozr bsboccr r sto d gorno d nott. Fnor, m o com pto è stto fc, h o so tnto dovuto d scrv r m r b n not no tutt, h m é! M convnc r pro trto ch pro ch g è stt ncu ct è p rv rs, ch voro sfr nto q u s è cons gnto fn d 'nzo d s co o è pù t rrb f g o ch bb m co pto 'um ntà, ch voro dv nt rà un condm nto d pc r d pgrz, un s rczo s utr 'orgnsm o um no, un psson ut 'orgnsm o soc so o q undo srà sggm nt r go m ntto m tto d un m ssm o d tr or gorno, è un com pto rduo sopr m forz. So o d fso og, d g g nst, d g conom st com unst potr bb ro ntrpr nd r o. N pgn ch s guono, m m t rò dm ostrr ch nonostnt m zz d produzon m od rn oro pot nz produttv m tt, occorr dom r psson strvgnt d g op r p r voro obb gr consum r m rc ch producono.

23 III Cò ch s gu sovrpproduzon Un po t gr co d t m p d Cc ron, Antptro 22, cntv così 'nv nzon d m u no d cq u p r m cntur d grno: vr bb m ncpto donn sch v rportto ' tà d 'oro: "Rsprm t brcc ch fnno grr m o, o m ugn, dorm t p cdm nt! Ch g o v vvs nvno ch s'è ftto gorno! L D h m posto nnf voro d sch v d cco ch s t no grm nt su ruot, cco ch 'ss vbrndo ruot con suo rgg f grr p snt m cn. Vvm o d vt d nostr pdr, ozos r grm oc d r g ch D c conc d ". Ah m è! G svgh ch po t pgno nnuncv non sono v nut. L psson c c, p rv rs om cd d voro trsform m cch n b rtrc n strum nto d ss rvm nto d g uom n b r: su produttvtà m pov rsc. Un buon op r f con fuso so tnto cnq u m g m nuto, cun t n fnno tr ntm n o st sso t m po. O gn m nuto d voro d m cch n q uv dunq u c nto or d voro d 'op r. O m g o, ogn m nuto d voro d m cch n sc 'op r d c gorn d rposo. Cò ch v p r 'ndustr d m g r è pù o m no v do p r 22 Luco C o Antìptro fu un r tor, un gurst d uno storco tno d II s co o.c. [font : w k p d, n.d.t.]

24 24 PAUL LAFAR GUE tutt ndustr rnnovt d m ccnc m od rn. M ch v dm o?m n m no ch m cch n s p rf zon d bbtt voro d 'uom o, con un rpdtà d un pr cson nc ssnt m nt cr sc nt, 'op ro, nzch é pro ungr d tr ttnto suo rposo rddopp d'rdor, com s vo ss rv ggr con m cch n. O h concorr nz ssurd m ort! P rch é concorr nz d 'uom o d m cch n pr nd ss b ro corso, pro tr h nno bo to sgg gg ch m tvno voro d g rtgn d ntch corporzon, sopprm ndo gorn f stv 23. P rch é produttor d or non vorvno ch cnq u gorn su s tt, cr dono dunq u, com dcono g conom st bugrd, ch vv ss ro so tnto d'r d'cq u fr sc? Suvv! Av vno svgh p r gustr go d t rr, p r fr 'm or rd r, p r bnch ttr goosm nt n onor d ' gro do d Fnnu ggn. L t tr Ingh t rr, ngbbt n prot stnt sm o, s ch m v or "goos Ingh t rr" [M rry Eng nd]. Rb s, Qu v do, C rvnt s, g utor sconoscut d rom nz pcr sch, c fnno v nr 'cq uo n 23 Sotto 'Anc n Régm gg d ch s grntvno vortor 9 0 gorn d rposo (52 dom nch 38 gorn f stv), durnt q u r str ttm nt vtto vorr. Er grnd crm n d ctto c sm o, cus prncp d 'rr gon d borgh s ndustr com m rc. Sotto Rvo uzon, pp n fu pdron, ss bo ì gorn f stv sosttuì s ttm n d s tt gorn con q u d d c. Affrncò g op r dgogo d Ch s p r sottom tt r m g o gogo d voro. L'odo contro gorn f stv ppr so tnto q undo borgh s m od rn ndustr com m rc pr nd corpo, tr XV XVI s co o. Enrco IVch s oro rduzon pp, q u st rfutò p rch é "un d r s ch corrono gorno d'ogg è q u d toccr f st "[ tt r d crdn d O sst]. M n 1666, Péréfx, rcv scovo d Prg, n soppr ss 17 n su doc s. Iprot stnt sm o, ch r r gon crstn dttt nuov n c sstà ndustr com m rc d borgh s, fu ncor m no nt r ssto rposo popo r : d tronzzò dc o snt p r bo r su t rr oro f st. L rform r gos d b ro p ns ro f osofco rno so tnto pr t st ch p rm s ro borgh s g sut rpc d fr sprr gorn d f st popo r.

25 CIÒ CH E SEGUE LA SO VR APPRO D UZ IO NE 25 n bocc con oro d scrzon d q u m onum nt bsbocc 24 ch or s conc d vno tr un bttg un d vstzon n q u tutto "fnv n gross bbufft ". Jord ns scuo fm m ng h nno d scrtt su oro gr t. Sub m stom c grgntu sch, ch s t dv nut?sub m c rv ch bbrccno tutto p ns ro um no, ch s t dv nut? Sm o propro sm nut d g n rt. L vcc nf tt, ptt, vno du t rto 'cq uvt prussn, sp nt m nt com bnt con voro forzto h nno d b tto nostr corp rm pcco to nostr sprt. E q undo 'uom o r strng suo stom co m cch n um nt su produttvtà, è or ch g conom st c pr dcno t or m th usn, r gon d 'stn nz d dogm d voro?bsogn r bb strppr oro ngu g ttr cn. Poch é c ss op r con su s m p cstc buon f d s è sct ndottrnr, con suo m p to nnto s è dt c c voro 'stn nz, c ss cpt st s è trovt condnnt pgrz go forzt, 'm produttvtà sovrconsum o. M s sup r voro d 'op ro strz su crn ttng suo n rv, è nch cus d do or p r borgh s. L'stn nz q u s condnn c ss produttv obb g borgh s conscrrs sovrconsum o d b n ch ss fbbrc sr go tm nt. A 'nzo d produzon 24 Qu st f st pntgru ch durvno s ttm n. D on Rodrgo d Lr conq ust su fdnzt scccndo M or d C trv v cch, Rom nc ro nrr ch : Ls bods fu ron n Burgos,/ Ls tornbods n S s:/ En bods y tornbods/ Psron s t s m ns/ Tnts v n n d s g nt s,/ Qu no cb n por s p zs... (L nozz s svo s ro Burgos,/ rtorno d nozz S s:/ tr nozz rtorno d nozz / pssrono s tt s ttm n / ccors così tnt g nt / ch pzz non pot vno cont n r...) G uom n d q u st nozz d s tt s ttm n rno g roc so dt d gu rr d'ndp nd nz.

26 26 PAUL LAFAR GUE cpt st, uno o du s co f, borgh s r un uom o p r b n, d m od rgon vo trnq u, s ccont ntv d propr donn o poco pù, b v v q undo v v s t m ngv q undo v v fm. Lscv cortgn cortgn nob vrtù d vt dsso ut. O gg non c'è fg o d nuov rcch ch non s cr d t nuto nc ntvr prosttuzon m rcu rzzr propro corpo, p r dr un s nso ftc ch s m pon g op r d m n r d m rcuro. Non c'è borgh s ch non s rm pnz d cppon frcto d vno nv cch to, p r ncorggr g vtor d F èch d vtco tor d Bordo s. In q u sto m odo 'orgnsm o s rovn rpdm nt, cp cdono, d nt s sc zno, busto s d form, v ntr s'ntrpp, r sprzon s sovrccrc, m ovm nt s pp sntscono, rtco zon s nch osno, f ng s gno. A tr, troppo grc p r sopportr ftch d vzo, m dott d b rnocco o d proudh onsm o, nrdscono oro c rv o com Grn r d ' conom po tc, g Aco s d f osof gurdc, ucubrr gross br soporf r p r occupr t m po b ro d com postor d tpogrf. L donn m ondn vvono un vt d m rtro. P r provr fr v r m gch to tt s ch srt s uccdono costrur, d s r m ttn fnno spo d un bto un tro;p r or cons gnno oro t st cv prrucch r rtst ch q u ss pr zzo vog ono ppgr oro psson p r 'm p ctur d f s ch gnons. Ingbbt n oro cors tt, str tt n oro stv tt, sco t d fr rrossr un pom p r, vo t ggno nott nt r n oro b d crtà p r rccog r q u ch so do p r pov r g nt. Snt nm! P r sso v r su dopp funzon soc d non produttor d sovrconsum tor, borgh s d v non so tnto vo ntr suo gust m od st, p rd r su btudn boros ch durno d du s co cons gnrs

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede 1 I.C. Slvo Pllco Portoplo Cpo Pssro 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE S. PELLICO V Crnnà 4 c..p. 96018 - PACHINO (SR) Tl. 0931/801226-0931597094 ml :src853002q@struzon.t www.pllcopchno.t Coc Fscl 83001430897.

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012

Monitoraggio quantitativo della risorsa idrica superficiale Anno 2012 Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale Politiche mbientali, nergia e Cambiamenti Climatici Settore Servizio Idrologico Regionale Centro Funzionale della Regione Toscana M Monitoraggio quantitativo

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo 68 Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo 0) ircocentro 0) Incentro 03) Baricentro 04) Ortocentro Pagina 68 di 73 Unità Didattica N 8 Punti

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI CODICE ARTICOLO DESCRIZIONE U.M. 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ASTA PER SCOVOLI IN PPL MM.1400 SIT PEZZO 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ATTACCO FLESSIBILE IN ACCIAIO PER SCOVOLI M.12 SIT

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara Esercizi di Algebra Lineare Claretta Carrara Indice Capitolo 1. Operazioni tra matrici e n-uple 1 1. Soluzioni 3 Capitolo. Rette e piani 15 1. Suggerimenti 19. Soluzioni 1 Capitolo 3. Gruppi, spazi e

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito

Voto attribuito COME SI VOTA Voto non attribuito Voto attribuito O S VOT Voto non attribuito OO PU O RTURO TOS PPPO USPP VR PURO OO ROSS OR PTRO S PO TOO VV SPROO RO O Si può mettere un segno sul candidato alla presidenza e un altro sul simbolo del candidato

Dettagli

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni.

a Crediamo nel concetto di cucina a chilometro zero e nei prodotti di stagione, crediamo nel rispetto dell ambiente e delle tradizioni. Credimo nel concetto di cucin chilometro zero e nei prodotti di stgione, credimo nel rispetto dell mbiente e delle trdizioni. L nostr propost enogstronomic è bst sull riscopert delle ricette più semplici

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice

Appendice I. Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice . Principali procedure ed istruzioni per la gestione di files, l'analisi statistica di tipo descrittivo e la correlazione semplice Ordinamento di osservazioni: PROC SORT PROC SORT DATA=fa il sort è numerico

Dettagli

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO 1 (Ridis. con modifiche da M. De Stefano, 2009) 2 3 Concetto di duttilità 4 5 6 7 E necessario avere i valori di q dallo strutturista ( ma anche qo). Per

Dettagli

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T.

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T. PRUSST "CALDONE" Programma di Riqualificazione Urbana e Sviluppo So sren i bi le del Terr it o r i o Collegio d i Vigilanza Via Traianc.tc- 821 ne-benevento. Tel.:0824/21549 Fax:0824/25432 Email: collegiodivigilanza@virgilio.it

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

Progetto di un sistema di controllo di sospensioni attive in ambiente Matlab

Progetto di un sistema di controllo di sospensioni attive in ambiente Matlab Università di Padova FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ing. dell' Informazione Progetto di un sistema di controllo di sospensioni attive in ambiente Matlab Relatore: Prof. Alessandro Beghi Presentata

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici

Armonizzazione della documentazione. Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici ACCREDIA L ente italiano di accreditamento Armonizzazione della documentazione dei Dipartimenti ACCREDIA Stato transizione dei documenti SIT ACCREDIA Ruolo dei documenti tecnici Adelina Leka - Funzionario

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 ESERCIZIO 1 (DE,DTE) Un transistore bipolare n + pn con N Abase = N Dcollettore = 10 16 cm 3, µ n = 0.09 m 2 /Vs, µ p = 0.035 m 2 /Vs, τ n = τ p = 10 6 s, S=1

Dettagli

Sistemi e modelli matematici

Sistemi e modelli matematici 0.0.. Sistemi e modelli matematici L automazione è un complesso di tecniche volte a sostituire l intervento umano, o a migliorarne l efficienza, nell esercizio di dispositivi e impianti. Un importante

Dettagli

Allegato 'l. (denominazione sede d6lla scuola)

Allegato 'l. (denominazione sede d6lla scuola) Allegato 'l (denominazione sede d6lla scuola) 1ll veabale deve essere redatlo in UNICO originale, che dovra ess rc depos ato paesso la segreteria dell'istituzbne scolastica. Una copia detto stesso, tramite

Dettagli

100 metri. 200 metri SERIE - RISULTATI Serie Unica Clas. 1. 800 metri

100 metri. 200 metri SERIE - RISULTATI Serie Unica Clas. 1. 800 metri 00 metri RISULTTI Serie Unica 6 TROFEO DELLOMODRME MEETING DI TLETI LEGGER - appr. 0/pista/0 Organizzazione: NO00 - MTORI MSTER NOVR - NOVR RISULT MPO DI ors. Pett. tleta nno at. Società Prestazione Punti

Dettagli

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto

PREFAZIONE. di Giuseppe Berto , PREFAZIONE d Guseppe Berto RICORDO DEL TERRAGLIO Quand'ero govane, e la vogla d grare l mondo m spngeva n terre lontane, a ch m chedeva notze del mo paese, rspondevo: l mo paese è una strada. In effett,

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO CONCESSIONI ==============REGISTRO DELLE CONCESSIONI============= ANNO 2014

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO CONCESSIONI ==============REGISTRO DELLE CONCESSIONI============= ANNO 2014 1 1 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO CONCESSIONI ==============REGISTRO DELLE CONCESSIONI============= ANNO 2014 N PROVV. DATA TITOLARE OGGETTO PROVV. (1) 1414 08.01.2014 TELECOM S.P.A. Autorizzazione

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*)

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*) Prot. AOOUSPNO 5969/U Novara, 22/08/2013 IL DIRIGENTE la CM n. 8004 del 02/08/2013 e il relativo contingente assegnato a questa provincia per l attribuzione di contratto a tempo indeterminato per il PERSONALE

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie C o rs o d i L a u re a in In fe rm ie ris tic a Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina e Chirurgia PROG E T T O DI AP P RE N DIME N T O IN AMB

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO.

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO. COVEA FLEET S.A. del Gruppo COVEA CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO VALUE NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO Il presente Fascicolo Informativo, contenente: 1) Nota Informativa

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie Il trattamento della frazione organica dei rifiuti urbani: sfide locali e globali - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - La Regione Piemonte e la politica europea:

Dettagli

Valvole di sicurezza a molla qualificate ad alzata totale Leser modello 441 e 442 (DN 20-200)

Valvole di sicurezza a molla qualificate ad alzata totale Leser modello 441 e 442 (DN 20-200) Pagina 1 di 9 6A.050 Ed. 6 IT - 2009 Leser modello 441 e 442 ( 20-200) Impiego Le valvole di sicurezza modello 441 e 442 sono utilizzabili con vapore, gas e liquidi. Versioni Mod. 4411 - Costruzione in

Dettagli

Decomposizioni di uno schema, Decomposizioni che preservano i dati (loss-less joins) Prof.ssa Rosalba Giugno

Decomposizioni di uno schema, Decomposizioni che preservano i dati (loss-less joins) Prof.ssa Rosalba Giugno Decomposizioni di uno schema, Decomposizioni che preservano i dati (loss-less joins) Prof.ssa Rosalba Giugno Decomposizione di uno schema Dato uno schema relazionale R={A1,A2, An} una sua decomposizione

Dettagli

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni

VBA. Il Visual Basic for Application. Funz ioni VBA Il Visual Basic for Application Le funz ioni Le procedure Funz ioni µ E pos s ibile (e cons igliato) s comporre un problema i n sotto- problemi e combinar e poi assieme le s oluz i oni per ottenere

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

ITALIA REPUBBLICA POSTA ORDINARIA. 2-1-1-2 S.S. 2 C.E.I. Luog. 500. 60 c. 50 c 5-1-1-5 S.S. 5 C.E.I. 503. 9-1-1-9 S.S. 9 C.E.I. Luog. 507.

ITALIA REPUBBLICA POSTA ORDINARIA. 2-1-1-2 S.S. 2 C.E.I. Luog. 500. 60 c. 50 c 5-1-1-5 S.S. 5 C.E.I. 503. 9-1-1-9 S.S. 9 C.E.I. Luog. 507. 10 c 20 c 25 c 1-1-1-1 S.S. 1 C.E.I. Luog. 499 2-1-1-2 S.S. 2 C.E.I. Luog. 500 3-1-1-3 S.S. 3 C.E.I. 501 40 c 50 c 60 c 80 c 4-1-1-4 S.S. 4 C.E.I. Luog. 502 5-1-1-5 S.S. 5 C.E.I. 503 6-1-1-6 S.S. 6 C.E.I.

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

Interruttori di pressione Honeywell. Dati tecnici

Interruttori di pressione Honeywell. Dati tecnici Interruttori di pressione oneywell Alta pressione: Series, E Series Impostazione in fabbrica da 150 psi a 4500 psi [da 10,34 bar a 310,26 bar] Bassa pressione: L Series, LE Series Impostazione in fabbrica

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella "Carta di Sintesi" 25 27 B LOCALITA'

F N dell'area edificata in settori a pericolosità geologica elevata individuata nella Carta di Sintesi 25 27 B LOCALITA' LOALITA' Aa NTRO STORIO I b γ Ab NTRO STORIO I Ac NTRO STORIO I a LASS I IONITA' URANISTIA IR. 7/LAP ascia fluviale ex PS PRSRIZIONI INTGRATIV RISPTTO Presenza di tratti stradali, convoglianti le acque

Dettagli

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. "-ì"* f &" '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0

-r#s*ts*^ fk **rr?r--w. -ì* f & '& Fr\COLTA' DI ECONOMIA. Cotrltre.ro rlerrorale. no 321.-,-,..''':...: rfo 4, -_- rjle'.' 0 -r#s*ts*^ "-ì"* f &" '& fk **rr?r--w UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FALERMO Fr\COLTA' DI ECONOMIA Cotrltre.ro rlerrorale Sulla base dei verbali redatti dalla (lornmissione del Seggio elettorale presieduta dalla

Dettagli

A S S O C I A Z I O N E - A S S O C I AT I O N - ONLUS. P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia. Consiglio di Amministrazione

A S S O C I A Z I O N E - A S S O C I AT I O N - ONLUS. P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia. Consiglio di Amministrazione P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia Consiglio di Amministrazione D i re t t o re Generale SEZIONE DI RICERCA ISTITUTO SCIENTIFICO E. MEDEA RESEARCH SECTION E.MEDEA Comitato Etico P residente

Dettagli

Canzoni popolari. Melissa Jacobacci. 3 scuola elementare. Chiara Caverzasio e Renata Verzaroli. 4 a scuola elementare

Canzoni popolari. Melissa Jacobacci. 3 scuola elementare. Chiara Caverzasio e Renata Verzaroli. 4 a scuola elementare Canzoni popolari Melissa Jacobacci Chiara Caverzasio e Renata Verzaroli 3 scuola elementare 4 a scuola elementare ALLA MATTINA C È IL CAFFE Alla mattina c è il caffè, ma senza zucchero, ma senza zucchero;

Dettagli

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 Emil Banca Credito Cooperativo Società Cooperativa Iscritta all'albo delle Banche - Aderente al F.do Gar. dei Depos. del Cr.Coop. Sede legale: 40138 BOLOGNA (Bo) - via G. Mazzini n. 152 tel. 051.396911

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I.

6 fl. . di non aver subito condanne penali;. di assicurare la propria presènza a tutti gli incontri collegati alla realizzazione del P.I. FOn,l Éù.TTBUTTURQLI \àd, ia) EUROPEI 2047-2015.ÙMPETENZÉ PER LO SVILUPP (r e, - r{btenll P B L' APPNEN IMENTO {FC ) l-c.'sawétvlllll" ISTITUTO COMPRENSIVO "G. SAIVEMIM" 74122 TARANTO. VIA GREGORIO VII,

Dettagli

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Scheda n. 7 AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE A 2 A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Residenziale a blocco Superficie

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1 Aferru un etiquet identifictiv v999999999 de codi de brres Itlià (més grns de 25 nys) Model 1 Not 1ª Not 2ª Aferru l cpçler d exmen un cop cbt l exercici Puntució: preguntes vertder/fls: 1 punt; preguntes

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

19. Inclusioni tra spazi L p.

19. Inclusioni tra spazi L p. 19. Inclusioni tra spazi L p. Nel n. 15.1 abbiamo provato (Teorema 15.1.1) che, se la misura µ è finita, allora tra i corispondenti spazi L p (µ) si hanno le seguenti inclusioni: ( ) p, r ]0, + [ : p

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA -

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - STAMPA: PRIMAPRINT (VITERBO) SVILUPPO SOSTENIBILE S V I

Dettagli

agevolazioni 2.09.2014

agevolazioni 2.09.2014 Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO ELETTRICO, LE RINNOVABILI E L'EFFICIENZA ENERGETICA, IL NUCLEARE EX DIVISIONE IX ATTUAZIONE E GESTIONE DI PROGRAMMI DI INCENTIVAZIONE

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011)

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011) 1) Codice di identificazione unico: 0/4-GF 85 2) Numero di tipo: SABBIA ASTICO 3) Uso previsto di prodotto: UNI EN 12620- Aggregati per calcestruzzo; rilasciato il Certificato di conformità del controllo

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE

STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE STATISTICA INFERENZIALE PER VARIABILI QUALITATIVE La presentazione dei dati per molte ricerche mediche fa comunemente riferimento a frequenze, assolute o percentuali. Osservazioni cliniche conducono sovente

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli