Regolamento Approvato con delibera C.C. n. 35/91/190 del 29/03/2004

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regolamento Approvato con delibera C.C. n. 35/91/190 del 29/03/2004"

Transcript

1 Regolamento Comunale per l installazione e l esercizio degli impianti radiobase per telefonia mobile e per teleradiocomunicazioni per la diffusione di segnali radio e televisivi. Regolamento Approvato con delibera C.C. n. 35/91/190 del 29/03/2004 Testo redatto a seguito di determina n.2486 del 09/09/2004

2 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità... 2 Art. 2 Ambito di applicazione... 2 Art. 3 Prescrizioni generali... 3 Art. 4 Piano Comunale di distribuzione degli impianti... 3 Art. 5 Piano annuale di localizzazione dei siti... 4 Art. 6 Approvazione del Piano annuale di localizzazione dei siti e localizzazioni... 4 Art. 7 Installazioni in coutenza e stazioni radiobase mobili... 5 Art. 8 Progettazione e documentazione richiesta... 5 Art. 9 Pubblicità dell'impianto... 5 Art. 10 Vigilanza e controlli... 5 Art. 11 Responsabilità e inadempienze... 5 Art. 12 Esecutività e norme transitorie... 6 Art. 13 Base dati delle sorgenti di emissioni elettromagnetiche... 6 Art. 14 Deroghe... 6 Art. 1 Oggetto e finalità Il presente Regolamento disciplina l installazione e/o la modifica degli impianti di telecomunicazioni per telefonia cellulare e degli impianti per la diffusione dei segnali radiotelevisivi nel rispetto dei limiti di esposizione fissati dalla normativa statale. Le finalità del Regolamento sono quelle di dettare le linee di riferimento, le prescrizioni atte a garantire la razionalizzazione, la localizzazione più idonea sul territorio comunale al fine di rendere compatibile il servizio con le esigenze di tipo urbanistico, edilizio, estetiche, storico - artistiche, ambientali e della collettività in generale. Tali impianti, la loro progettazione, realizzazione, manutenzione ed esercizio sono soggetti al rispetto, oltre che delle disposizioni generali e specifiche in materia ambientale e di sicurezza, anche alle prescrizioni del presente regolamento. L installazione e la modifica di infrastrutture per impianti radioelettrici deve essere autorizzata dagli enti locali ai sensi della normativa vigente, fatto salvo quanto stabilito all art. 87 co. III del D.Lgs. 01/08/03 n 259 Art. 2 - Ambito di applicazione Le norme e le prescrizioni di cui al presente regolamento si applicano all intero territorio comunale. Ai fini dell applicazione del presente Regolamento, sono individuate tre zone:

3 Zona A: zone densamente popolate o di particolare pregio ambientale; Zona B: zone caratterizzate da media densità di popolazione; Zona C: restante territorio Tale indicazione è individuata nella cartografia allegata che fa parte integrante del presente Regolamento. Art. 3 - Prescrizioni generali Tutti gli impianti di telecomunicazioni per telefonia cellulare e per diffusione di segnali radiotelevisivi, da realizzarsi o esistenti entro il territorio comunale, come sopra definito devono essere progettati o adeguati alla normativa tecnica vigente e rispettare i limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità previsti dalla disciplina nazionale nonché le prescrizioni del presente Regolamento. Nelle zone A di cui all art. 2, del presente Regolamento, ai fini della salvaguardia ambientale e/o paesaggistica, non è, in via generale, consentita l installazione di impianti per telefonia cellulare e per la diffusione di segnali radiotelevisivi. Nelle zone B può autorizzarsi l installazione di impianti a condizione che gli stessi utilizzino tecnologia UMTS. In ogni caso il numero e l ubicazione degli impianti saranno definiti dal Piano Comunale di distribuzione degli impianti o dal Piano annuale di localizzazione dei siti presentati ai sensi dei successivi articoli. Nelle restanti zone C è consentito, in via generale, l installazione di tutti gli impianti. La base delle antenne poste sui tralicci di supporto autonomi, insistenti sul territorio edificato o destinato all edificazione, appoggiati anche su terreno devono superare di almeno tre metri l altezza delle case o delle strutture circostanti presenti in un raggio di almeno 100 metri e comunque avere un altezza non inferiore alle altezze massime di edificazione previste dal Piano Regolatore Generale Comunale per la zona, aumentate di tre metri. La base delle antenne poste sui tralicci di supporto posti su edifici, devono superare di almeno tre metri il punto più alto dell edificio e comunque non inferiore a quanto previsto dal capoverso precedente. Art. 4 - Piano Comunale di distribuzione degli impianti. Il Comune provvederà, successivamente all approvazione del presente Regolamento, alla redazione del Piano Comunale di distribuzione degli impianti. Tale piano, da considerarsi parte integrante del presente Regolamento, dovrà individuare il numero e l ubicazione degli apparati tenendo conto della conformazione del territorio e delle specifiche destinazioni ad esso impresse.

4 Art. 5 - Piano annuale di localizzazione dei siti I gestori degli impianti devono presentare al Comune entro il 31 gennaio di ogni anno, il piano programma per la rete riferito all intero territorio comunale, contenente la mappa completa e le caratteristiche tecniche degli impianti esistenti e da realizzare. Il Comune, entro 120 giorni dalla presentazione del piano, provvede all esame, alla valutazione congiunta ed all eventuale approvazione di detti piani. Ai fini di minimizzare l esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, verranno positivamente valutati quelli che produrranno intensità di campo minore. Il termine di 120 giorni di cui al comma 2, è interrotto in caso di richiesta di integrazioni che si rendessero necessarie. I gestori devono tenere conto, nell elaborazione del Piano annuale di localizzazione dei siti, dell eventuale presenza, nell area di interesse, di siti di proprietà pubblica ai fini delle installazioni, ove tecnicamente possibile. I gestori devono sostenere, previo concerto, le Amministrazioni comunali nella realizzazione delle attività, compreso il finanziamento di mezzi e collaborazioni che si rendessero necessarie, finalizzate all attuazione di campagne di informazione sui rischi eventuali connessi all esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici emessi dagli impianti di stazione radio base e simili, e sugli accorgimenti adottati per garantire la salute dei cittadini e la costante informazione alle popolazioni interessate attraverso il monitoraggio in continuo dei suddetti campi. Art. 6 - Approvazione del Piano annuale di localizzazione dei siti e localizzazioni In fase di valutazione congiunta del Piano annuale di localizzazione dei siti, può essere definita con l Amministrazione Comunale, mediante specifico atto convenzionale, l installazione di impianti in deroga a quanto stabilito dagli artt. 2 e 3, allorquando la scelta del sito risponda a requisiti di interesse pubblico. Il Comune mette a disposizione, ove possibile, aree ed immobili pubblici per l installazione degli impianti di telefonia cellulare, al fine di favorirne la migliore collocazione sul territorio comunale, con particolare riferimento alla minimizzazione dell esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, nel rispetto dei valori stabiliti dalla normativa statale. Il Comune verifica congiuntamente ai gestori, qualora emerga l oggettiva impossibilità di utilizzo dei siti indicati dal Piano di localizzazione dei siti (per ragioni di carattere tecnico, urbanisticoedilizio, etc.), le alternative di localizzazione, nel rispetto dei vincoli dimensionali tecnici della rete. Il Comune altresì valuta con i gestori, nel caso di impianti esistenti da riqualificare, l onere derivante dalle delocalizzazioni richieste, anche attraverso la diversificazione dei canoni di locazione degli immobili di proprietà comunale.

5 Art. 7 - Installazioni in coutenza e stazioni radiobase mobili In caso di richiesta di installazione in aree in cui sia già stato raggiunto il numero massimo di impianti assentibili dovranno essere adottate misure di condivisione delle infrastrutture impiantistiche esistenti, nel rispetto dei limiti di esposizione ai campi elettromagnetici previsti dalla normativa vigente. Al fine di garantire una ordinata distribuzione degli impianti, l Amministrazione Comunale promuove la coutenza degli stessi. Le stazioni radiobase trasportabili (installazioni non fisse) possono essere realizzate solo temporaneamente e ai sensi della normativa vigente. Art. 8 - Progettazione e documentazione richiesta L istanza di autorizzazione all installazione o la modifica di infrastrutture per impianti radioelettrici da presentarsi all ente locale deve essere conforme al modello A dell allegato 13 del D.lgs. 259/2003. La denuncia di inizio attività di cui all art. 87 comma III del D.lgs. 259/2003 deve essere conforme al modello B allegato al presente Regolamento. Art. 9 Pubblicità dell impianto In posizione visibile in area pubblica dovrà essere installato un cartello in materiale resistente, di dimensioni A3 riportante l indicazione dei seguenti dati relativi all impianto: 1. Stazione per (tipo di impianto) 2. Società: (Nome della Società e sede legale attuale) 3. Potenza del trasmettitore Watt, per un totale di Watt Potenza Effettiva irradiante (Effective Radiated Power - ERP) Altezza dal suolo del centro dell antenna in metri, ecc. Art Vigilanza e controlli Ai fini dell attuazione del presente regolamento, le funzioni di controllo e vigilanza saranno svolte, oltre che dal Dipartimento Provinciale dell Agenzia Regionale Protezione Ambientale competente per la tematica radiazioni non ionizzanti, anche dalle strutture tecniche comunali competenti. Art Responsabilità e inadempienze Le responsabilità dell applicazione del presente regolamento sono a carico dei responsabili tecnici dei singoli impianti e/o dei proprietari degli stessi.

6 Il Sindaco procederà alla disattivazione degli impianti nei casi e secondo le modalità fissate dalla normativa vigente. Fatte salve le sanzioni penali ed amministrative previste dalla normativa nazionale e regionale in materia, in caso di inosservanza delle prescrizioni del presente Regolamento, è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da 50,00 a 500,00. Le somme derivanti dalle sanzioni comminate verranno utilizzate per la realizzazione di interventi in campo ambientale. Art. 12 Esecutività e norme transitorie Le disposizioni di cui al presente regolamento entrano in vigore secondo quanto stabilito dallo Statuto Comunale. I titolari o Legali Rappresentanti degli apparati per telefonia cellulare e per la diffusione di segnali radiotelevisivi esistenti devono, entro 1 anno dalla data di entrata in vigore del presente Regolamento, presentare un piano di adeguamento alle prescrizioni ivi previste nonché alla normativa generale in vigore, il quale preveda oltre agli accorgimenti tecnici, i tempi necessari alla sua attuazione. Con l entrata in vigore del presente Regolamento, sono abrogate tutte le norme regolamentari con esso incompatibili. Art. 13 Base dati delle sorgenti di emissioni elettromagnetiche L Amministrazione Comunale provvederà alla misurazione del fondo elettromagnetico su tutto il territorio comunale nonché al rilievo strumentale di tutti gli impianti di emissione elettromagnetica esistenti, entro un anno dall approvazione del presente regolamento. Tali rilievi, unitamente alla documentazione elettronica dei singoli impianti, costituiranno una base dati delle Emissioni Elettromagnetiche della Città di Alessandria. Art Deroghe Il Sindaco con specifico provvedimento può autorizzare la deroga alle presenti disposizioni.

PROTOCOLLO D INTESA ANCI E MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

PROTOCOLLO D INTESA ANCI E MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI PROTOCOLLO D INTESA TRA ANCI E MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI Per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti di stazioni radio base Vista la legge del 22 febbraio

Dettagli

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190

COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190 Allegato sub A alla delibera di C.C. n 64 del 23/12/2008 COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO Ufficio Tecnico c.a.p. 31010 Piazza Municipio, 13 tel. 0438/498834 c.f.: 82006050262 fax 0438/492190

Dettagli

Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843

Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843 COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L'INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843 INDICE CAPO I -

Dettagli

Settore Tecnico (Servizio Pianificazione, Urbanistica ed Edilizia) REGOLAMENTO COMUNALE

Settore Tecnico (Servizio Pianificazione, Urbanistica ed Edilizia) REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE A TECNOLOGIA CELLULARE QUALI STAZIONI RADIO-BASE PER SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE, DIGITALI MOBILI E SIMILARI Approvato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Il Ministero delle Comunicazioni, l ANCI ed i soggetti Gestori del servizio di telefonia cellulare

PROTOCOLLO D INTESA. Tra. Il Ministero delle Comunicazioni, l ANCI ed i soggetti Gestori del servizio di telefonia cellulare PRTLL D ITS Tra Il inistero delle omunicazioni, l I ed i soggetti Gestori del servizio di telefonia cellulare PR L ISTLLZI, IL ITRGGI, IL TRLL L RZILIZZZI DGLI IPITI PR L TLFI BIL Premesso che su proposta

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNE DI CANDIANA PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI FISSI E MOBILI PER LE RADIO TELECOMUNICAZIONI CELLULARI

REGOLAMENTO COMUNE DI CANDIANA PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI FISSI E MOBILI PER LE RADIO TELECOMUNICAZIONI CELLULARI COMUNE DI CANDIANA Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI FISSI E MOBILI PER LE RADIO TELECOMUNICAZIONI CELLULARI in applicazione dell art. 8, comma

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE. Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE. Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002 REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Approvato con delibera C.C. n. 47 dell 11.6.2002 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO. 1. Con il presente regolamento, con riferimento

Dettagli

COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE URBANISTICA

COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE URBANISTICA COMUNE DI VEDELAGO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE URBANISTICA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N 24 in data

Dettagli

C O M U N E DI T I R I O L O Provincia di Catanzaro

C O M U N E DI T I R I O L O Provincia di Catanzaro C O M U N E DI T I R I O L O Provincia di Catanzaro Regolamento per l installazione, la modifica e l adeguamento delle stazioni radio base per la telefonia cellulare e servizi similari. Antenne emittenti

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. n. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA E VIDEOFONIA MOBILE

ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. n. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA E VIDEOFONIA MOBILE ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. n. DEL REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA E VIDEOFONIA MOBILE INDICE CAPO I - FINALITÀ E CAMPO APPLICATIVO... 3 ART. 01.

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Premessa Il presente schema di Regolamento verrà sottoposto all approvazione del Consiglio Comunale,

Dettagli

N. del APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013.

N. del APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013. N. del OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI LOCALIZZAZIONE DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DELLE STAZIONI RADIOTELEVISIVE - ANNO 2013. PROPOSTA DI DELIBERA Premesso: - che la Legge 28

Dettagli

COMUNE DI MONZA SETTORE AMBIENTE E QUALITÀ URBANA Ufficio Ecologia

COMUNE DI MONZA SETTORE AMBIENTE E QUALITÀ URBANA Ufficio Ecologia COMUNE DI MONZA SETTORE AMBIENTE E QUALITÀ URBANA Ufficio Ecologia REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE A TECNOLOGIA CELLULARE E PER LA RADIODIFFUSIONE

Dettagli

ART.1- - OGGETTO. Sono oggetto delle presenti norme le stazioni radio-base per telefonia mobile.

ART.1- - OGGETTO. Sono oggetto delle presenti norme le stazioni radio-base per telefonia mobile. Regolamento per l installazione e il controllo delle stazioni radio-base per telefonia mobile (Approvato con deliberazione n.47/cc del 8.05.2002 Adeguamento alla deliberazione del Consiglio Regionale n.12

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI INFRASTRUTTURE E IMPIANTI RADIOELETTRICI PER LA TELEFONIA MOBILE, PER LA RADIOTELEDIFFUSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI INFRASTRUTTURE E IMPIANTI RADIOELETTRICI PER LA TELEFONIA MOBILE, PER LA RADIOTELEDIFFUSIONE Comune di Como REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI INFRASTRUTTURE E IMPIANTI RADIOELETTRICI PER LA TELEFONIA MOBILE, PER LA RADIOTELEDIFFUSIONE E PER LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE AI

Dettagli

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare CAPO 1 PREMESSA Art. 1 Oggetto 1) Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE DI SANTA MARIA NUOVA PROVINCIA DI ANCONA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL CORRETTO INSEDIAMENTO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E PIANO DI LOCALIZZAZIONE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n.59 del 05/10/2012 Il Segretario Comunale Il

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE COMUNE DI PORDENONE SETTORE 7 PIANIFICAZIONE EDILIZIA PRIVATA ATTIVITÀ ECONOMICHE DIREZIONE EDILIZIA PRIVATA REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI INFRASTRUTTURE PER IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE. Indice :

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI INFRASTRUTTURE PER IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE. Indice : REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI INFRASTRUTTURE PER IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE Indice : titolo I Art. 1 Art. 2 titolo II Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 titolo III Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11

Dettagli

COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI MONTECCHIO MAGGIORE PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE, IL MONITORAGGIO E LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE CELLULARE E PER LA TUTELA DAI CAMPI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI (Dal sito del Comune)

REGOLAMENTO PER L'INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI (Dal sito del Comune) REGOLAMENTO PER L'INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI (Dal sito del Comune) Approvato con deliberazione del C.C. n. 53 del 12.4.2000 ultimo aggiornamento

Dettagli

C O M U N E DI V I G O N O V O

C O M U N E DI V I G O N O V O C O M U N E DI V I G O N O V O Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI INFRASTRUTTURE PER IMPIANTI RADIOELETTRICI E PER LA MODIFICA DELLE LORO CARATTERISTICHE LEGENDA: normale : testo del

Dettagli

Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici

Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici CITTA DI GIAVENO Presentazione Regolamento Comunale per l installazione di impianti di telefonia cellulare e radioelettrici Anno 2006 1 CAPPELLO La Città di Giaveno ha partecipato ad un protocollo d intesa

Dettagli

COMUNE DI TORTORETO REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA RADIOMOBILE

COMUNE DI TORTORETO REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA RADIOMOBILE REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA RADIOMOBILE APPROVATO con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 23 marzo 2007 Pagina 1 di 13 INDICE PREMESSA pag. 2 TITOLO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE,

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE, REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE, IL MONITORAGGIO E LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LA TUTELA DAI CAMPI ELETTROMAGNETICI. Approvato con deliberazione consiliare n.

Dettagli

APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 19.03.2002

APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 19.03.2002 REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA, L ADEGUAMENTO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER LA TELEFONIA CELLULARE E DEGLI IMPIANTI DI RADIOTRASMISSIONE IN GENERE. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H Testo approvato con delibera C.C. n. 109 del 30.07.2007 (in vigore

Dettagli

COMUNE DI MIRABELLO SANNITICO. Provincia di Campobasso. Regolamento comunale. mobile e impianti di. radiodiffusione

COMUNE DI MIRABELLO SANNITICO. Provincia di Campobasso. Regolamento comunale. mobile e impianti di. radiodiffusione COMUNE DI MIRABELLO SANNITICO Provincia di Campobasso Regolamento comunale Per l installazione e l esercizio degli impianti di telefonia mobile e impianti di radiodiffusione REGOLAMENTO COMUNALE PER L

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Comune di Padova e soggetti gestori del servizio di telefonia cellulare "TIM S.p.A." Telecom Italia Mobile, Vodafone Omnitel N.V., H3G S.p.A., Wind Telecomunicazioni S.p.A. Per

Dettagli

DELIBERA DI G.C. N. 122 DEL 13.10.2005 2 LA GIUNTA COMUNALE. Letta la seguente relazione del Servizio Qualità Ambiente del 10.10.

DELIBERA DI G.C. N. 122 DEL 13.10.2005 2 LA GIUNTA COMUNALE. Letta la seguente relazione del Servizio Qualità Ambiente del 10.10. DELIBERA DI G.C. N. 122 DEL 13.10.2005 2 In continuazione di seduta. LA GIUNTA COMUNALE Letta la seguente relazione del Servizio Qualità Ambiente del 10.10.2005: Oggetto: Piano Generale e programma delle

Dettagli

ALLEGATO 1. variante adottata con delibera Consiglio Comunale n. 6 del 25.02.2005

ALLEGATO 1. variante adottata con delibera Consiglio Comunale n. 6 del 25.02.2005 ALLEGATO 1 variante adottata con delibera Consiglio Comunale n. 6 del 25.02.2005 DATA : 10.06.2005 COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI

Dettagli

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE. XIII^ Direzione Ecologia Ambiente Nettezza Urbana

ASSESSORATO ALL'AMBIENTE. XIII^ Direzione Ecologia Ambiente Nettezza Urbana ASSESSORATO ALL'AMBIENTE XIII^ Direzione Ecologia Ambiente Nettezza Urbana REGOLAMENTO RECANTE NORME PER IL CONTROLLO DELLE ATTIVITA CHE PRODUCONO INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO come modificato con delibera

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE NORME SULL INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE PER TELEFONIA

REGOLAMENTO RECANTE NORME SULL INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE PER TELEFONIA REGOLAMENTO RECANTE NORME SULL INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE PER TELEFONIA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 27 del 31/03/2003. 50058 SIGNA (FI) - Piazza della Repubblica,

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO 66 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA URBANISTICO/TERRITORIALE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNETICI NELLA LOCALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE E IMPIANTI RADIOELETTRICI,

Dettagli

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare

Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare Regolamento comunale per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile cellulare CAPO 1 PREMESSA Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI POLIGNANO A MARE 70044 PROVINCIA Di BARI ****************************************

COMUNE DI POLIGNANO A MARE 70044 PROVINCIA Di BARI **************************************** COMUNE DI POLIGNANO A MARE 70044 PROVINCIA Di BARI ASSESSORATO ALL URBANISTICA ASSESSORATO ALL AMBIENTE ******** **************************************** ********************************************************************************

Dettagli

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE TELEFONIA MOBILE

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE TELEFONIA MOBILE COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE Sportello Unico Attività Produttive Polo di Rosignano Marittimo

Dettagli

- 1 - PROTOCOLLODI INTESA TRA IL COMUNEDI CATANIA ED I GESTORI DEL SERVIZIO DI TELEFONIA CELLULARE TIM -VODAFONEOMNITEL - WIND - H3G

- 1 - PROTOCOLLODI INTESA TRA IL COMUNEDI CATANIA ED I GESTORI DEL SERVIZIO DI TELEFONIA CELLULARE TIM -VODAFONEOMNITEL - WIND - H3G ' < - 1 - PROTOCOLLODI INTESA TRA IL COMUNEDI CATANIA ED I GESTORI DEL SERVIZIO DI TELEFONIA CELLULARE TIM -VODAFONEOMNITEL - WIND - H3G Per l'istaliazione il monitoraggio il controllo e la razionalizzazionedegli

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE NR. 35 IL 14 OTTOBRE

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE NR. 35 IL 14 OTTOBRE COMUNE DI CORI REGOLAMENTO COMUNALE PER L AUTORIZZAZIONE ALL INSTALLAZIONE E ALL ESERCIZIO DI IMPIANTI PER RADIOTELECOMUNICAZIONE CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLE ANTENNE E APPARATI ANNESSI PER TELEFONIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE, MODIFICA ED ADEGUAMENTO STAZIONI RADIOBASE TELEFONIA CELLULARE E RADIOTELEVISIVE 7-150 WATT.

REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE, MODIFICA ED ADEGUAMENTO STAZIONI RADIOBASE TELEFONIA CELLULARE E RADIOTELEVISIVE 7-150 WATT. COMUNE DI SPRESIANO (Provincia di Treviso) REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE, MODIFICA ED ADEGUAMENTO STAZIONI RADIOBASE TELEFONIA CELLULARE E RADIOTELEVISIVE 7-150 WATT. - Delibera C.C. n 2 del 08.03.2001:

Dettagli

Scheda 5.3 - Elettrodotti, impianti radioelettrici, impianti per telefonia mobile, radar, stazioni radio-base e impianti di tele-radiocomunicazioni

Scheda 5.3 - Elettrodotti, impianti radioelettrici, impianti per telefonia mobile, radar, stazioni radio-base e impianti di tele-radiocomunicazioni Scheda 5.3 - Elettrodotti, impianti radioelettrici, impianti per telefonia mobile, radar, stazioni radio-base e impianti di tele-radiocomunicazioni AMBITO DI APPLICAZIONE La L. 36/01 1 ha per oggetto gli

Dettagli

COMUNE DI ANDRIA --o0o--

COMUNE DI ANDRIA --o0o-- COMUNE DI ANDRIA --o0o-- Regolamento per l installazione la modifica e l adeguamento delle stazioni radio base per la telefonia cellulare e servizi similari. Antenne emittenti radiotelevisive Art. 1 Applicazione

Dettagli

NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL'INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI

NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL'INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI LEGGE REGIONALE N. 30 DEL 05-04-2000 REGIONE BASILICATA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL'INQUINAMENTO DA CAMPI ELETTROMAGNETICI Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N.

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AUTORIZZAZIONE ALL INSTALLAZIONE E ALL ESERCIZIO DI IMPIANTI PER RADIOTELECOMUNICAZIONE CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLE ANTENNE E APPARATI ANNESSI PER TELEFONIA

Dettagli

COMUNE DI PUTIGNANO - Provincia di Bari - www.comune.putignano.ba.it

COMUNE DI PUTIGNANO - Provincia di Bari - www.comune.putignano.ba.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA LOCALIZZAZIONE E INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER L EMITTENZA RADIO TELEVISIVA E MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNETICI

Dettagli

Comune di Costa Masnaga Provincia di Lecco

Comune di Costa Masnaga Provincia di Lecco REGOLAMENTO COMUNALE PER L AUTORIZZAZIONE ALL INSTALLAZIONE E ALL ESERCIZIO DI IMPIANTI PER RADIOTELECOMUNICAZIONE 2011 Comune di Costa Masnaga Provincia di Lecco Dicembre 2011 INDICE Art.1 Finalità del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE. La Responsabile per il Servizio Urbanistica arch. Maria Grazia La Porta Il Responsabile per lo Sportello Unico

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA LOCALIZAZZIONE PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E DI TELECOMUNICAZIONI RADIO TELEVISIVE, NONCHE

REGOLAMENTO RELATIVO ALLA LOCALIZAZZIONE PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E DI TELECOMUNICAZIONI RADIO TELEVISIVE, NONCHE REGOLAMENTO RELATIVO ALLA LOCALIZAZZIONE PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E DI TELECOMUNICAZIONI RADIO TELEVISIVE, NONCHE INSTALLAZIONE ED ADEGUAMENTO DELLE STAZIONI RADIO BASE Pag. 1 di 10 Approvato

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO (Prov. di Sondrio) Via S. Pietro, 22-23017 MORBEGNO (SO)

CITTÀ DI MORBEGNO (Prov. di Sondrio) Via S. Pietro, 22-23017 MORBEGNO (SO) CITTÀ DI MORBEGNO (Prov. di Sondrio) Via S. Pietro, 22-23017 MORBEGNO (SO) REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNETICI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis

REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 73 DEL 03.09.2009) I N D I C E

Dettagli

ART.1-OGGETTO Sono oggetto del presente Regolamento gli impianti per telefonia mobile.

ART.1-OGGETTO Sono oggetto del presente Regolamento gli impianti per telefonia mobile. REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNATICI SUL TERRITORIO COMUNALE ART.1-OGGETTO Sono oggetto del presente Regolamento

Dettagli

CITTÀ DI SIRACUSA SETTORE PIANIFICAZIONE ED EDILIZIA PRIVATA Servizio Decoro Urbano

CITTÀ DI SIRACUSA SETTORE PIANIFICAZIONE ED EDILIZIA PRIVATA Servizio Decoro Urbano S. P. CITTÀ DI SIRACUSA SETTORE PIANIFICAZIONE ED EDILIZIA PRIVATA Servizio Decoro Urbano Q. S. AGGIORNAMENTO DEL PIANO ATTUATIVO PER LA LOCALIZZAZIONE DELLE SRB PER LA TELEFONIA MOBILE E DEGLI IMPIANTI

Dettagli

CRITERI di LOCALIZZAZIONE degli IMPIANTI

CRITERI di LOCALIZZAZIONE degli IMPIANTI COMUNE DI VIAREGGIO Area Assetto e Gestione del Territorio Ufficio Urbanistica - Ambiente Programma Comunale degli impianti (art. 9 della L.R. 49/11) CRITERI di LOCALIZZAZIONE degli IMPIANTI Viareggio,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H Comune di Padova REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Regolamento Comunale per l installazione e l esercizio degli Impianti di Telecomunicazione per Telefonia Mobile

Regolamento Comunale per l installazione e l esercizio degli Impianti di Telecomunicazione per Telefonia Mobile Regolamento Comunale per l installazione e l esercizio degli Impianti di Telecomunicazione per Telefonia Mobile (Art. 8, comma 6, legge quadro n. 36/2001) Ferrara, 8 ottobre 2013 1 Capo I Disposizioni

Dettagli

COMUNE DI NOVARA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE.

COMUNE DI NOVARA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE. COMUNE DI NOVARA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE. PREMESSA...2 Capo I...3 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE...3 ART. 2 - FINALITÀ E OBIETTIVI DEL REGOLAMENTO...3 Capo II...4

Dettagli

Subject: REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO

Subject: REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE, LA MODIFICA E L ADEGUAMENTO COMITATO TUTELA AMBIENTE C/o Casulli - Via V. De Gama,109/3-24045 Fara Gera D Adda Telefono: 0363 399968 Fax: 035 4542646 Indirizzo e-mail : comitato_ambiente@inwind.it - Sito web: www.ambientefara.it

Dettagli

DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Seconda sessione: DATI E INFORMAZIONI INERENTI I FATTORI DI PRESSIONI SULL AMBIENTE La banca dati impianti radio-telecomunicazioni ARPA Piemonte

Dettagli

P ROPOSTA DI LEGGE d ìnìzìativa del Consìglìere SEBASTIANI

P ROPOSTA DI LEGGE d ìnìzìativa del Consìglìere SEBASTIANI .REGIUNE DEL~ t&fwia Consiglio Regionale VII LEGISLATURA ATTO N. 520 P ROPOSTA DI LEGGE d ìnìzìativa del Consìglìere SEBASTIANI Norme per la prevenzione e la tutela sanìtarìa dall%@namento elettromagnetico

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi Provincia di Novara Schema di regolamento comunale per gli impianti di telefonia mobile e telecomunicazioni: i criteri e i possibili contenuti Marzo 2006 INDICE Riferimenti normativi... 3 Articolo 1 -

Dettagli

COMUNE DI FORIO. Provincia di Napoli

COMUNE DI FORIO. Provincia di Napoli COMUNE DI FORIO Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSEDIAMENTO URBANISTICO E TERRITORIALE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE E TELECOMUNICAZIONI RADIOTELEVISIVE E PER LA MINIMIZZAZIONE DELL

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SERDIANA REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SERDIANA - Provincia di Cagliari REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSEDIAMENTO URBANISTICO E TERRITORIALE DEGLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE PER TELECOMUNICAZIONI RADIOTELEVISIVE E MINIMIZZAZIONE DELL

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE

REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE COMUNE DI CAIVANO REGOLAMENTO COMUNALE INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE 1 I N D I C E CAPO I Art. 1 Ambito di applicazione Art. 2 Finalità e obiettivi del regolamento

Dettagli

COMUNE DI GONARS. Disciplina in materia di impianti per la telefonia mobile REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE

COMUNE DI GONARS. Disciplina in materia di impianti per la telefonia mobile REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TELEFONIA MOBILE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI GONARS Disciplina in materia di impianti per la telefonia mobile (L.R. n. 3 del 18 marzo 2011- Capo III) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI ROMA LE SOCIETA CONCESSIONARIE DI TELEFONIA MOBILE

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI ROMA LE SOCIETA CONCESSIONARIE DI TELEFONIA MOBILE PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI ROMA E LE SOCIETA CONCESSIONARIE DI TELEFONIA MOBILE Per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti di stazioni radio base

Dettagli

DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI DISCIPLINARE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione di G.M. n. 122 dell 1/6/2012 INDICE GENERALE CAPO I DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Definizioni Art. 2 Ambito

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE N. 30/2000 SULL INQUINAMENTO ELETROMAGNETICO. SOMMARIO

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE N. 30/2000 SULL INQUINAMENTO ELETROMAGNETICO. SOMMARIO 2 RUE ALLEGATO 6 REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE N. 30/2000 SULL INQUINAMENTO ELETROMAGNETICO. SOMMARIO Parte I - FINALITA... 4 Art. 1 - Obiettivi 4 Parte II MODALITA DI RILASCIO DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Allegato 1 alla deliberazione di C.C. n. 38 del 21 maggio 2008 CITTA DI LONIGO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI RADIOCOMUNICAZIONE Maggio 2008 1 Capo I ART. 1 AMBITO

Dettagli

PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE

PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MALBORGHETTO VALBRUNA PIANO COMUNALE DI SETTORE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE (L.R. 28 del 6 dicembre 2004) ELABORATO

Dettagli

Comune di Trevignano Romano

Comune di Trevignano Romano Comune di Trevignano Romano (Prov. di Roma) REGOLAMENTO IN MATERIA DI FUNZIONAMENTO E RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER SALE GIOCHI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 51 del 13.10.2009 INDICE

Dettagli

ALLEGATO 1. FINALITÀ E CAMPO DI APPLICAZIONE.

ALLEGATO 1. FINALITÀ E CAMPO DI APPLICAZIONE. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 5 settembre 2005, n.16-757 Legge regionale n. 19 del 3 agosto 2004 Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici.

Dettagli

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi

Art. 2 - Condizioni di alienabilità degli alloggi e destinazione dei relativi proventi ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di edilizia residenziale pubblica finalizzata alla razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica (ERP) Sommario

Dettagli

Programma annuale delle installazioni fisse di telefonia mobile in Emilia Romagna ai sensi della L.R. 30/2000

Programma annuale delle installazioni fisse di telefonia mobile in Emilia Romagna ai sensi della L.R. 30/2000 Programma annuale delle installazioni fisse di telefonia mobile in Emilia Romagna ai sensi della L.R. 30/2000 Bozzoni, F., Chiovaro, S., Piro, L., Violanti, S. Arpa Emilia Romagna Sezione di Piacenza,

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) C.A.P. 92028 Tel. 0922-953011 Fax 0922-957324 Regolamento per la pianificazione e la gestione degli impianti di telefonia mobile, telecomunicazione

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE C O M U N E D I E M P O L I SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE S E R V I Z I O U R B A N I S T I C A SETTORE AMBIENTE, SICUREZZA E ATTIVITA PRODUTTIVE S E R V I Z I O A M B I E N T E, S I C U R E Z Z

Dettagli

ALLEGATO B. Art. 1 - Impianti a fonti rinnovabili, pannelli solari termici e fotovoltaici, generatori eolici

ALLEGATO B. Art. 1 - Impianti a fonti rinnovabili, pannelli solari termici e fotovoltaici, generatori eolici ALLEGATO B Norme regolamentari relative all installazione di impianti tecnologici e di altri manufatti comportanti modifiche dell aspetto esteriore degli edifici Art. 1 - Impianti a fonti rinnovabili,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA Per l installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile TRA Comune di Genova, Soggetti titolari di concessione del servizio

Dettagli

L esperienza del Friuli Venezia Giulia

L esperienza del Friuli Venezia Giulia L esperienza del Friuli Venezia Giulia Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente CATASTO REGIONALE DELLE SORGENTI FISSE DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI E RADIOTELEVISIVI, CON

Dettagli

COMUNE DI REANO (Provincia di Torino)

COMUNE DI REANO (Provincia di Torino) COMUNE DI REANO (Provincia di Torino) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI PER LE RETI DI TELEFONIA MOBILE E TELECOMUNICAZIONE E DI RADIODIFFUSIONE SONORA E TELEVISIVA Approvato con

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELERADIOCOMUNICAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELERADIOCOMUNICAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI TELERADIOCOMUNICAZIONE Art. 1 Oggetto 1. Sono oggetto del presente Regolamento, redatto secondo le finalità esposte nella Legge

Dettagli

Via Ildebrando Vivanti 148-00144 Roma Tel:0657302234 Fax: 0657289271 Cell:3471207819 E-mail : info@aeroambiente.com Sito: www.aeroambiente.

Via Ildebrando Vivanti 148-00144 Roma Tel:0657302234 Fax: 0657289271 Cell:3471207819 E-mail : info@aeroambiente.com Sito: www.aeroambiente. Via Ildebrando Vivanti 148-00144 Roma Tel:0657302234 Fax: 0657289271 Cell:3471207819 E-mail : info@aeroambiente.com Sito: www.aeroambiente.com Data relazione: 13/11/2007 AUTORE: Ing. Valerio Briotti Firma

Dettagli

COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO

COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO SETTEMBRE 2011 Sommario SOMMARIO...ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. TITOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1. Oggetto del regolamento...

Dettagli

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore

Dipartimento Provinciale di Ancona Servizio Radiazioni/Rumore RETE DI MONITORAGGIO DEI LIVELLI DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO DEL COMUNE DI JESI RAPPORTO ANNO 2011 Servizio Radiazioni/Rumore Dipartimento Provinciale ARPAM di Ancona La rete di monitoraggio Il Comune

Dettagli

Regolamento comunale per la telefonia mobile

Regolamento comunale per la telefonia mobile COMUNE DI UDINE Regolamento comunale per la telefonia mobile Approvato con Delibera consiliare n. 74 d ord. del 4 novembre 2013 Capo I Capo I...3 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE...3 ART. 2 FINALITÀ E OBIETTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE Elettrosmog INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE

REGOLAMENTO COMUNALE Elettrosmog INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE REGOLAMENTO COMUNALE Elettrosmog INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DELLE STAZIONI RADIO BASE PER TELEFONIA MOBILE I I N D I C E CAPO I Art. 1 Ambito di applicazione Art. 2 Finalità e obiettivi del regolamento

Dettagli

Patrimonio Ambiente e Verde Urbano Attività Produttive e Commerciali

Patrimonio Ambiente e Verde Urbano Attività Produttive e Commerciali Patrimonio Ambiente e Verde Urbano Attività Produttive e Commerciali P.G. N.: 4978/2008 Prog. n.: 1/2008 Data Seduta Giunta : 15/01/2008 Data Pubblicazione : 19/01/2008 Data Esecutivit à: 29/01/2008 Esecutivo

Dettagli

CITTÀ DI SIRACUSA SETTORE PIANIFICAZIONE ED EDILIZIA PRIVATA Servizio Decoro Urbano

CITTÀ DI SIRACUSA SETTORE PIANIFICAZIONE ED EDILIZIA PRIVATA Servizio Decoro Urbano S. P. CITTÀ DI SIRACUSA SETTORE PIANIFICAZIONE ED EDILIZIA PRIVATA Servizio Decoro Urbano Q. S. REGOLAMENTO COMUNALE DEGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE Redatto da: Giuseppe PRESTIFILIPPO in collaborazione

Dettagli

Art. 1 - Definizioni Art. 2 Ambito di applicazione Art. 3 Principi generali

Art. 1 - Definizioni Art. 2 Ambito di applicazione Art. 3 Principi generali Regolamento Regolamento comunale per l apertura e la gestione di sale giochi (Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 17 dell 11/06/2007) (Modificato con delibera del Consiglio Comunale n. 25

Dettagli

GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE MONTEGRANARO

GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE MONTEGRANARO GRUPPO CONSILIARE MOVIMENTO 5 STELLE MONTEGRANARO All Ill.mo Sig. Sindaco della Città di Montegranaro All Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Montegranaro e, p.c. Ai Capigruppo Consiliari

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI CASIER (Provincia di Treviso) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di

Dettagli

2002 - Aggiornamento CT0601ur12 VOCE T 6.1 LRG/XII,1. INQUINAMENTI L.R. 11 maggio 2001, n. 11

2002 - Aggiornamento CT0601ur12 VOCE T 6.1 LRG/XII,1. INQUINAMENTI L.R. 11 maggio 2001, n. 11 LEGGE REGIONALE 11 maggio 2001, n. 11 «Norme sulla protezione ambientale dall esposizione a campi elettromagnetici indotti da impianti fissi per le telecomunicazioni e per la radiotelevisione». (B.U. 15

Dettagli

PIANO DI LOCALIZZAZIONE DEI SITI PER IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE REGOLAMENTO

PIANO DI LOCALIZZAZIONE DEI SITI PER IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE REGOLAMENTO COMUNE DI CADONEGHE (Provincia di Padova) PIANO DI LOCALIZZAZIONE DEI SITI PER IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE REGOLAMENTO ADOTTATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 39 DEL 20.10.2003 APPROVATO CON

Dettagli

Normativa di riferimento per installazioni di reti di trasporto Wireless e Access Point Wi-Fi

Normativa di riferimento per installazioni di reti di trasporto Wireless e Access Point Wi-Fi Normativa di riferimento per installazioni di reti di trasporto Wireless e Access Point Wi-Fi In collaborazione con: ARPA PIEMONTE Dipartimento Tematico Radiazioni, Radiazioni Non Ionizzanti DIREZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con Deliberazione C.C. n. 38 del 18.06.2007 1 INDICE GENERALE Art. 1 - Definizioni Art. 2 Ambito di applicazione Art. 3 - Principi

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Provincia di Rimini

COMUNE DI RIMINI Provincia di Rimini COMUNE DI RIMINI Provincia di Rimini REGOLAMENTO COMUNALE PER IL CORRETTO INSEDIAMENTO URBANISTICO E TERRITORIALE DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E LA MINIMIZZAZIONE DELL ESPOSIZIONE AI CAMPI ELETTROMAGNETICI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE N. 82 REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE N. 82 REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI COMUNE DI CASTEL DEL PIANO Provincia di Grosseto Via G. Marconi, 9 Tel. 0564 973511 Fax 0564 957155 SERVIZIO 1 - AMMINISTRATIVO http: www.comune.casteldelpiano.gr.it REGOLAMENTO COMUNALE N. 82 REGOLAMENTO

Dettagli

Premesso che. Viste. Il Decreto Legislativo 1 agosto 2003, n. 259 Codice delle comunicazioni elettroniche ;

Premesso che. Viste. Il Decreto Legislativo 1 agosto 2003, n. 259 Codice delle comunicazioni elettroniche ; Protocollo d intesa metodologico-operativo tra i comuni di Noventa Padovana, Ponte San Nicolò, Sant Angelo di Piove di Sacco, Saonara, Vigonovo, Università di Padova, Gestori di telefonia mobile e o telecomunicazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO

PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO . COMUNE DI BOLOGNA PROGRAMMAZIONE DELLA RETE DI TELEFONIA MOBILE LINEE GUIDA TESTO IN BOZZA PRESENTATO AL TAVOLO DI PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA Pagina 1 Capo 1 : lineamenti generali Art. 1. - Obiettivi

Dettagli

Maria Logorelli - ISPRA

Maria Logorelli - ISPRA Catasto nazionale delle sorgenti fisse e mobili dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici: sviluppi normativi in attuazione dell art.4, comma 1, lettera c della Legge Quadro n. 36/2001 Maria Logorelli

Dettagli

COMUNE DI BRIENNO Provincia di Como

COMUNE DI BRIENNO Provincia di Como COMUNE DI BRIENNO Provincia di Como REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E LA POSA DI IMPIANTI SOLARI E FOTOVOLTAICI (da 1 a 5 Kwp) (approvato con deliberazione c.c. numero 21 del 30.06.2011) Pagina 1 di 5

Dettagli