CONSORZIO PER L AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSORZIO PER L AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE"

Transcript

1 CONSORZIO PER L AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI, FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Ai sensi dell art. 2, commi 594 e 595, della L. 244/2007 Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione di data 29 ottobre 2014, n. 87 1

2 INDICE PREMESSA... 3 A) RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI A1) SISTEMI INFORMATICI... 4 A1.1) Postazioni di lavoro... 4 A1.2) Telefonia fissa... 5 A1.3) Software installato... 5 A1.4) Gestione della rete... 5 A1.5) Sala Server... 5 A1.6) Misure di razionalizzazione dei sistemi informatici... 6 A2) ALTRE DOTAZIONI STRUMENTALI E SERVIZI CONNESSI... 7 A2.1) Macchine di stampa e fotoriproduzione... 7 A2.1.1) Misure di razionalizzazione... 8 A2.2) Telefonia mobile... 8 A2.2.1) Misure di razionalizzazione A2.3) Servizi postali A2.3.1) Misure di razionalizzazione B) RAZIONALIZZAZIONE DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO B.1) Automezzi B.1.1) Automezzi - Misure di razionalizzazione B.2) Trasporto cumulativo B.2.1) Trasporto cumulativo - Misure di razionalizzazione

3 PREMESSA Il Piano Triennale per l individuazione delle misure di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni, finalizzato al contenimento delle spese di funzionamento del Consorzio per l AREA di ricerca scientifica e tecnologica di Trieste (di seguito il Piano di Razionalizzazione ), redatto in attuazione delle previsioni dell art. 2, c.i 594 e 595 della L. 24 dicembre 20007, n. 244 (L. Finanziaria 2008), rappresenta, a termini di legge, le misure da intraprendere per giungere alla razionalizzazione: A) delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell'automazione d'ufficio (ivi compreso l utilizzo delle apparecchiature di telefonia fissa e mobile) ; B) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi di trasporto anche cumulativi. Il Piano di Razionalizzazione disciplinato della normativa precitata prevede anche misure di razionalizzazione di beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali. Presso il Consorzio non sono presenti beni appartenenti a queste categorie, in quanto il Consorzio non ha destinato nessun immobile ad uso abitativo o di servizio. Tutti gli immobili situati nei comprensori del Parco scientifico e tecnologico, a parte un unico immobile che ospita gli uffici dell Ente, sono utilizzati da enti, società e centri di ricerca, in conformità con le finalità istituzionali del Consorzio. Pertanto nel presente Piano di Razionalizzazione questa sezione non risulta sviluppata. Le sezioni A e B, corrispondenti alle materie precitate, comprendono una descrizione dei settori di attività e, a seguire, una descrizione delle misure di razionalizzazione in atto e/o di prossima applicazione in cui si sostanzia la politica di riduzione della spesa. Per una corretta comprensione dell organizzazione cui il presente Piano di razionalizzazione si riferisce si invita a consultare la documentazione organizzativa presente sul sito del Consorzio (www.area.trieste.it), nella sezione Amministrazione trasparente, al seguente indirizzo: Il presente Piano di Razionalizzazione è pubblicato dopo la sua approvazione sul medesimo sito del Consorzio. 3

4 A) RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. A1) SISTEMI INFORMATICI A1.1) Postazioni di lavoro La gestione dei servizi ICT all amministrazione del Consorzio è assicurata dall Ufficio Sistemi Informatici e Sviluppo Amministrazione Digitale (di seguito Settore Reti ) presso il Servizio Bilancio, Insediamenti e Sistemi Informativi. Il Settore Reti mette a disposizione del Personale del Consorzio un totale di 130 stazioni di lavoro e 2 postazioni dedicate al personale delle reception situate nei comprensori di Padriciano e Basovizza. Ciascuna postazione si compone di un personal computer dotato di unità principale, monitor LCD, tastiera e mouse, telefono fisso. Questa dotazione minima può venire integrata, qualora se ne riscontri la necessità, con dotazioni accessorie quali: lettori di smart-card (da utilizzare, per esempio, per la firma digitale), webcam e set microfono-cuffie (per esigenze di videoconferenza), etc. Per particolari necessità, come nel caso in cui il personale debba operare frequenti trasferte o, per l espletamento dei suoi compiti, debba assicurare una particolare mobilità, il Consorzio assegna, in luogo della postazione fissa, un PC portatile che, in alcuni casi, viene corredato di secondo monitor esterno per consentirne un miglior utilizzo quando l utente si trova presso gli uffici del Consorzio. Ognuno dei cinque Servizi nei quali è articolata l organizzazione del Consorzio, nonché la Direzione Generale e Presidenza, dispongono di un PC portatile messo a disposizione del personale del servizio, che viene utilizzato in occasione di trasferte, riunioni di staff, concorsi, gare pubbliche, e, in generale, in tutti i casi in cui la postazione di lavoro deve essere collocata in spazi non attrezzati con apposite stazioni di lavoro. Il Settore Reti, inoltre, dispone di un set di computer portatili che vengono assegnati a rotazione e temporaneamente al personale che ne faccia formale richiesta per brevi periodi di tempo, in occasione di trasferte, missioni, uscite per servizio e similari. Il costo medio delle postazioni base (pc, tastiera, mouse, monitor) acquistate nell ultimo triennio è il seguente: Anno Configurazione tipica Costo medio 2011 CPU P4, 2Gb RAM, 80Gb HDD, LCD CPU Core 2, 2 Gb RAM, 160Gb HDD, LCD

5 2013 CPU i5, 4Gb RAM, 320Gb HDD, LCD Il Consorzio si pone l obiettivo di conseguire un ulteriore abbassamento dei costi nel triennio , non inferiore al 5%, attraverso la razionalizzazione degli acquisti e la riduzione dei relativi prezzi. A1.2) Telefonia fissa Il Settore Reti gestisce autonomamente sia il parco apparecchi che la centrale telefonica, provvedendo anche all assegnazione della numerazione interna. Attualmente il sistema è articolato su infrastruttura ibrida analogico/digitale, in parte VoIP. L assegnazione di nuove numerazioni avviene su richiesta del Direttore del Servizio di appartenenza dell unità di personale interessata. A1.3) Software installato Ogni postazione di lavoro viene configurata con il corredo software minimo per la produttività d ufficio comprendente la suite Office, la posta elettronica, eventuali software di utilità (lettura e scrittura di file.pdf, software per la firma digitale, strumenti di compressione e decompressione, ect.) e, per particolari figure, software specifico (predisposizione buste paga, gestione progetti, programmi di grafica, etc.). L acquisizione nel tempo e la tendenza allo sviluppo di applicazioni web consente, fra l altro, di non ricorrere ad installazioni specifiche sui client, limitandosi alla sola abilitazione degli utenti. A1.4) Gestione della rete Il traffico effettuato dai client viene costantemente monitorato da sistemi automatici che, da un lato, mantengono integra la necessaria riservatezza dei dati personali, dall altro consentono il rilevamento tempestivo di anomalie o di traffico irregolare. Sono stati attivati blocchi specifici sulla navigazione web verso siti di chiaro contenuto non pertinente all attività lavorativa ed è stata definita una web policy che inibisce la frequentazione di altre categorie di siti (es. social media web site) salvo autorizzazione esplicita del Direttore del Servizio di appartenenza dell unità di personale interessata, condizionatamente al riconoscimento della conformità dell esigenza all attività dell ufficio. A1.5) Sala Server Il Settore Reti gestisce la sala CED del Consorzio che si compone di un insieme di server fisici, strumentazione di rete attiva e passiva, centralino telefonico e altri dispositivi di sistema. Su questa infrastruttura fisica insiste una farm virtuale composta da svariati server virtualizzati, 5

6 sempre in gestione al Settore Reti, su cui sono in esecuzione sia i software di gestione dei sistemi (dominio, database server, strumenti di monitoraggio) sia gli applicativi in uso presso il Consorzio quali: gestione documentale, posta elettronica, protocollo, timesheet, strumento di contabilità finanziaria e vari gestionali utilizzati dagli uffici. A1.6) Misure di razionalizzazione dei sistemi informatici Per conseguire l obiettivo di riduzione della spesa sui capitoli dell ICT, è stata avviata un azione, che proseguirà nei prossimi anni, che si articola su più fronti: - acquisizione ed impiego di client mid-range: l acquisto di computer con caratteristiche tecniche di buon livello garantisce, a fronte di un lieve costo aggiuntivo in fase di acquisizione, una maggior longevità ed una frequenza di guasti inferiore garantendo, nel medio e lungo periodo, un costo effettivo inferiore a macchine inizialmente più economiche ma soggette ad una obsolescenza più marcata. Il Consorzio si pone l obiettivo di conseguire un ulteriore abbassamento dei costi nel triennio , non inferiore al 5%, attraverso la razionalizzazione degli acquisti e la riduzione dei relativi prezzi; - consolidamento server su tecnologia virtuale: la tecnologia oramai consolidata della virtualizzazione, consente il consolidamento di più server fisici in un unico ambiente virtualizzato, con evidente abbattimento di costi sull acquisto di nuovi server fisici, e comporta una riduzione del consumo energetico della sala server; - consolidamento storage: la ristrutturazione dell ambito storage consiste nel consolidamento in un unica infrastruttura delle diverse componenti che attualmente costituiscono la storage-area del CED; la realizzazione dell area di storage virtualizzata in programma nei prossimi anni garantirà l integrazione fra sistemi oggi disgiunti, una riduzione dei dispositivi necessari, una riduzione dei consumi di energia elettrica; - razionalizzazione portatili e computer: la razionalizzazione dell assegnazione dei portatili permette una riduzione del numero dei dispositivi e quindi un risparmio a livello di Ente; - policy spegnimento computer notturno: per ridurre l impatto del consumo elettrico da parte delle stazioni di lavoro si stanno definendo specifiche policy di dominio per spegnere remotamente le postazioni lasciate, erroneamente, attive una volta concluse le attività a fine giornata lavorativa; - acquisizione hardware basso impatto energetico: la scelta di specifici modelli nella fase di acquisto di nuovi dispositivi permette di abbassare il costo del consumo dell energia elettrica, garantendo, al contempo, un bisogno di raffrescamento inferiore nella sala CED; - conversione della telefonia analogico-digitale in tecnologia VoIP che permetta una maggior flessibilità di connessione e gestione dell infrastruttura del trasporto della voce. In 6

7 quest ottica la centrale telefonica con tecnologia solamente ISDN verrà dismessa in favore dell uso di PABX con tecnologia VoIP integrabili sulla piattaforma di virtualizzazione riducendo i costi per l energia elettrica e smaltimento del calore. Questo passaggio permetterà inoltre di riutilizzare la rete dati anche per il traffico telefonico verso le sedi remote senza noleggiare dal carrier una linea espressamente dedicata alla telefonia tradizionale, abbattendo nettamente i costi delle telefonate. A2) ALTRE DOTAZIONI STRUMENTALI E SERVIZI CONNESSI A2.1) Macchine di stampa e fotoriproduzione Il Consorzio dispone di un parco macchine di stampa (fotocopiatrici, stampanti, multifunzione) in buona parte di recente acquisizione con un età media di 3-4 anni, di cui una parte di proprietà del Consorzio, ed altra parte detenuta previa stipulazione di contratti di noleggio e manutenzione nell ambito delle Convenzioni Consip. Il Consorzio ha finalizzato la propria azione in questo settore con la finalità di disporre di apparecchiature di medio/alto livello di produzione e di qualità, collegate in rete e concentrate in alcuni punti comuni dell edificio sede del Consorzio. Questa soluzione consente di ottenere diversi vantaggi: - economia di scala sul tipo e numero di macchine; - qualità del lavoro prodotto; - miglioramento del benessere del personale, in quanto le macchine sono installate al di fuori degli uffici dove sono collocate le stazioni di lavoro del personale, con conseguente riduzione della rumorosità; - ottimizzazione della gestione del parco macchine, che possono essere monitorate da remoto dal personale preposto e che, essendo concentrate in alcuni specifici ambienti anziché sparse presso singole stazioni di lavoro, sono più facilmente raggiungibili e controllabili. La gestione e la manutenzione ordinaria e/o la richiesta di intervento sulle macchine a noleggio, il cui prezzo include anche l assistenza, fa capo ad un unico Ufficio (Servizi Generali) che, nell ambito delle competenze complessive, provvede mediante il proprio personale agli interventi di minor impegno. Il ricorso ai servizi manutentivi esterni è ridotto al minimo e limitato alle riparazioni di guasti. 7

8 A2.1.1) Misure di razionalizzazione In linea con la politica di gestione del parco macchine in atto l Ufficio Servizi generali provvederà alla sostituzione delle macchine obsolete, caratterizzate da rendimento ridotto e guasti più frequenti, privilegiando il ricorso al contratto di noleggio nell ambito delle Convenzioni Consip, che consente risparmi consistenti. La pianificazione sarà sempre indirizzata alla riduzione quantitativa del parco macchine esistente, eliminando le residue stampati non di rete, e passando gradualmente all utilizzo in via esclusiva di macchine in rete a noleggio nell ambito delle Convenzioni Consip e/o, nel caso, mediante acquisto sul MePA. A2.2) Telefonia mobile Le esigenze di servizio prevedono la necessità di dotare il personale di apparecchi cellulari di fonia e/o dati. Già da tempo, in ossequio alle previsioni della Legge Finanziaria n. 244/2007 (L. finanziaria 2008) il Consorzio ha provveduto a regolamentare l assegnazione e l utilizzo degli apparati di telefonia mobile per assicurarne un uso corretto corrispondente alle effettive necessità di servizio. Il numero totale di utenze per gli apparati cellulari (traffico fonia e/o dati) è di 66 SIM a cui vanno aggiunte altre 13 SIM assegnate a personale che svolge l attività lavorativa esclusivamente nell ambito di progetti con finanziamento esterno, i cui costi sono a carico dei progetti stessi. LEGENDA codici Tipo utilizzo N. UTENZE (codice) 5 F/D 1 59 F/D 2 13 F/D 3 2 F 4 F: SIM abilitata al traffico fonia con relativo apparecchio telefonico. D: SIM abilitata al traffico dati da utilizzare come chiavetta USB su pc portatile per il personale che lavora fuori sede e/o in missione, secondo la seguente ripartizione: D1: SIM gestite in comune ed assegnate temporaneamente al personale che, tramite il proprio Dirigente, ne faccia richiesta per motivi di servizio. D2: SIM assegnata ad personam, su richiesta del Dirigente responsabile, a personale che svolge normalmente attività fuori sede, o incarichi di responsabilità che richiedono una pronta risposta, oppure svolge mansioni che richiedono reperibilità. D3: SIM assegnate a personale che svolge l attività lavorativa esclusivamente nell ambito di progetti con finanziamento esterno, i cui costi sono a carico dei progetti stessi. 8

9 D4: SIM installate su impianti di allarme e/o sicurezza che svolgono la funzione di inviare un messaggio al personale reperibile in caso di attivazione. L andamento delle spese per il contratto di telefonia mobile nel corso del triennio , riportato nella tabella seguente, evidenzia una progressiva riduzione, dovuta a diverse iniziative assunte dal Consorzio per assicurare il contenimento della spesa. CAPITOLO ANNO SPESA , , ,10 Il Consorzio si pone l obiettivo di conseguire un ulteriore abbassamento dei costi nel triennio , non inferiore al 10%, attraverso la riduzione degli apparati in uso e/o la riduzione dei prezzi contrattuali. Il contratto per la telefonia mobile è attualmente stipulato nell ambito delle Convenzioni Consip nel tempo attivate dalla società omonima, che prevede tariffe molto convenienti rispetto al mercato ordinario. Al fine di conciliare il servizio con le esigenze personali dei dipendenti e, nello stesso tempo, per evitare abusi nell utilizzo degli apparecchi di servizio, nell ambito della citata convenzione Consip il Consorzio ha attivato la specifica opzione che consente di effettuare chiamate telefoniche o inviare SMS di carattere privato a fronte dell addebito diretto da parte del gestore sul conto privato del dipendente. Questo meccanismo automatico, gestito direttamente dal provider, semplifica il lavoro dell Ufficio preposto al controllo dei tabulati e alla ripartizione delle relative spese. L Ufficio Servizi Generali, nel rispetto della normativa sulla privacy, effettua verifiche circa il corretto utilizzo delle utenze trasmettendo periodicamente, a mezzo posta elettronica, a tutti gli assegnatari di telefono cellulare aziendale un report di dettaglio del traffico effettuato, per consentire al personale di segnalare la natura personale di chiamate anche nel caso in cui non sia stato fatto uso di codici personali. L assegnatario del dispositivo di comunicazione mobile è responsabile del suo corretto utilizzo dal momento della presa in consegna fino alla restituzione e dovrà porre ogni cura nella sua conservazione, per evitare danni, smarrimenti o sottrazioni. 9

10 A2.2.1) Misure di razionalizzazione Per quanto riguarda le politiche di riduzione della spesa, l Ufficio Servizi Generali farà ricorso, come già in passato, all assegnazione in uso temporaneo di apparecchi cellulari (telefoni mobili e/o chiavette dati da utilizzare su pc portatile) al fine di ridurre il numero di utenze assegnate in via esclusiva e di rispondere in modo più efficace alle esigenze di servizio aventi carattere temporaneo (es. missioni fuori sede e/o eventi particolari che necessitano dell utilizzo di questo strumento). Una volta l anno Ufficio Servizi Generali, in collaborazione con i Direttori di ciascun Servizio, effettuerà una verifica circa la persistenza di effettive esigenze di assegnazione e utilizzo delle apparecchiature di telefonia mobile al personale assegnato ai Servizi e procederà alle necessarie revisioni. A2.3) Servizi postali. Il servizio postale viene svolto da personale del Consorzio che provvede a ricevere la posta in arrivo, a protocollarla ed a consegnarla ai Servizi destinatari; lo stesso personale raccoglie la corrispondenza in partenza dai diversi Servizi, la affranca mediante un sistema computerizzato, gestendo anche la rendicontazione mensile delle spese postali. L andamento delle spese postali nel corso del triennio , riportato nella seguente tabella, mette in evidenza una progressiva riduzione della spesa, dovuta a iniziative assunte per assicurarne il contenimento: CAPITOLO ANNO SPESA , , ,83 Il servizio postale è affiancato da un servizio di pick up esterno, assicurato dal Gestore del servizio postale, che prevede la consegna ed il ritiro presso la sede dell Ente di tutta la corrispondenza, ivi compresa la corrispondenza raccomandata o assicurata e i colli. Il servizio di pick up è destinato, oltre che al Consorzio, anche a tutti i centri, società e laboratori insediati all interno dei due comprensori di Trieste del Parco scientifico e tecnologico. Considerando che la sede del Consorzio è collocata nell ambito del Parco scientifico e tecnologico di Padriciano, in zona isolata e lontana dall abitato, assicurare prelievo e consegna di corrispondenza e colli costituisce un servizio istituzionale di particolare utilità non solo per il Consorzio. Il ricorso al sevizio di pick up costituisce una soluzione efficiente ed economica, poiché evita di destinare personale dipendente e mezzi di trasporto di proprietà del Consorzio a questa attività, evitando, inoltre, il ricorso a forme di outsourcing più complesse e onerose. 10

11 A2.3.1) Misure di razionalizzazione La gestione del servizio postale in forma tradizionale ha subito un forte ridimensionamento in ragione della progressiva introduzione delle tecnologie informatiche. Negli anni recenti si è, quindi, assistito ad una diminuzione del traffico postale cartaceo in favore dell utilizzo della corrispondenza in formato elettronico. A seguito dell introduzione della posta elettronica certificata- PEC, attiva presso il Consorzio a partire dall anno 2005, si è provveduto all aggiornamento del programma di protocollo e la relativa attività è integralmente informatizzata. Il protocollo attualmente registra in arrivo tutte le PEC, che vengono smistate al Servizio/i di destinazione con un processo completamente elettronico; nel contempo gli uffici del Consorzio provvedono autonomamente a produrre documenti, a protocollarli e ad inviarli tramite PEC in modo automatico ed efficiente, senza utilizzo di carta e semplificando le pratiche di archiviazione. Incrementando ulteriormente il flusso documentale in formato elettronico sono attesi ulteriori risparmi in termini di impiego di risorse umane, di spese postali, di gestione degli archivi. B) RAZIONALIZZAZIONE DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO B.1) Automezzi La dotazione di automezzi del Consorzio è quantitativamente limitata ed è rivolta a soddisfare esclusivamente le necessità di servizio. Non vi sono veicoli di rappresentanza. L attuale dotazione di automezzi del Consorzio è la seguente: Categoria Numero auto blu-blu (di rappresentanza con autista) 0 auto blu (di rappresentanza senza autista) 0 auto grigie (di servizio guidate dal personale) 1 autocarri funzionali alle attività istituzionali 3 macchine operatrici 1 Tutti i veicoli (autoveicoli ed autocarri) sono di cilindrata inferiore a 1600 cc. L utilizzo dei mezzi aziendali è soggetto alla supervisione di un unico ufficio ed è consentito previa rappresentazione analitica delle esigenze di servizio. I mezzi vengono assegnati e utilizzati per il tempo strettamente necessario allo svolgimento dei compiti di servizio e, salvo casi particolari, riconsegnati alla sede dell Ente in giornata. Ai consumi di carburante si provvede nell ambito delle Convenzioni Consip nel tempo attivate. 11

12 B.1.1) Automezzi - Misure di razionalizzazione Si premette che il Consorzio ha provveduto nel tempo ad adottare le misure di riduzione e contenimento previste dalle specifiche leggi finanziarie. Il capitolo di bilancio dedicato alle e spese per manutenzione, noleggio ed esercizio di autovetture ha subito una riduzione del 76% a partire dal 2010, in attuazione delle norme nel tempo intervenute: 1) D.L. 78/2010 c.14 Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica (a decorrere dal 2011 la spesa non può superare 80% di quella del 2009); 2) D.L. 95/2012 art. 5 Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini -Spending review- (a decorrere dal 2013 le spese non possono superare il 50% della spesa riferita al 2011); 3) D.L. 66/2014 art. 15 Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale (a decorrere dal 1/5/2014 le spese non possono essere superiori al 30 % della spesa riferita al 2011). Nel triennio il Consorzio, oltre a garantire l osservanza delle citate disposizioni di legge, proseguirà la politica di contenimento della spesa attualmente in atto. Per l acquisto di materiale vario di consumo (pneumatici e altri ricambi) e per l effettuazione delle manutenzioni ordinarie il Consorzio continuerà a rivolgersi a imprese specializzate e concessionari locali, previo svolgimento di indagini di mercato o di procedure negoziate da aggiudicarsi al prezzo più basso, privilegiando gli acquisti nel MePA nelle categorie merceologiche presenti. I controlli di routine e le piccole manutenzioni verranno effettuate dal personale del Consorzio assegnato all Ufficio Impianti e Logistica, che è inoltre incaricato di provvedere al rifornimento di carburante presso le stazioni della compagnia selezionata dalla Consip nell ambito delle convenzioni attive per il territorio del Friuli Venezia Giulia. B.2) Trasporto cumulativo Al fine di soddisfare le esigenze del personale che si reca in missione utilizzando il trasporto aereo, con l obiettivo di evitare l utilizzo della vettura aziendale e le spese di parcheggio presso gli aeroporti, è stata attivata una convenzione per un servizio cumulativo di trasporto con una società esterna. Questo servizio, svolto in ambito provinciale in favore delle diverse realtà scientifiche residenti e aderenti all iniziativa, ha consentito un risparmio di spesa per il Consorzio ed evitato l utilizzo straordinario del veicolo personale da parte dei dipendenti. 12

13 B.2.1) Trasporto cumulativo - Misure di razionalizzazione Il ricorso al trasporto collettivo convenzionato proseguirà anche nel triennio in corso. Anche l utilizzo dei veicoli aziendali verrà razionalizzato in modo da ottimizzare l utilizzo da parte di più dipendenti contemporaneamente. 13

Ai sensi dell art. 2, commi 594 e 595, della L. 244/2007

Ai sensi dell art. 2, commi 594 e 595, della L. 244/2007 PIANO TRIENNALE 2015 2017 PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI, FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Ai sensi dell art. 2, commi 594

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

AGGIORNAMENTO anno 2010

AGGIORNAMENTO anno 2010 Allegato alla delibera di G.C. n. 117 del 21/12/2010 PIANO TRIENNALE 2009-2011 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 La Legge Finanziaria 2008 (L. 244/2007) prevede all'art. 2, commi 594 e successivi che, ai fini

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici COMUNE DI MOMBELLO MONFERRATO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici PREMESSA La legge finanziaria

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Art. 2, commi 594/598 della legge 24/12/2007 n. 244) PIANO TRIENNALE 2011 2013 Vista la Legge 244/2007 (Finanziaria 2008)

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014

PIANO TRIENNALE 2012/2014 COMUNE DI SIRONE PROVINCIA DI LECCO PIANO TRIENNALE 2012/2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO,

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano L. 244/2007 ART. 2 C. 594/598 PIANO TRIENNALE 2011 2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RIDUZIONE DELLE VOCI DI SPESA Approvato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE

COMUNE DI LIMONE PIEMONTE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Protocollo/Segreteria: 0171.925240 fax 0171.925249 Via Roma, 32 CAP 12015 Provincia di Cuneo P.IVA 00461550048 C.F.80003770049 http://www.limonepiemonte.it Comune Certificato

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

COMUNE DI CERESETO. REGOLAMENTO per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi cellulari

COMUNE DI CERESETO. REGOLAMENTO per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi cellulari COMUNE DI CERESETO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi cellulari (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 in data 21/11/2008) Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008)

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008) COMUNE DI CASTELLEONE Provincia di Cremona Allegato alla deliberazione G.C. n. 143 del 11/12/2009 Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE PER IL PERIODO 2014/2016

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE PER IL PERIODO 2014/2016 Allegato A PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE PER IL PERIODO 2014/2016 PREMESSA PARTE PRIMA ( dotazioni strumentali delle postazioni di lavoro art. 2 comma 594 L. n.244/2007)

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2014 2016 Art.

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2016-2018 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. Parte I PREMESSA Nel più ampio ambito della legislazione ispirata al contenimento della spesa pubblica, le disposizioni contenute nei commi 594, 595, 596, 597, 598, 599 dell articolo 2 della legge 24.12.2007

Dettagli

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART.2 COMMI DA 594 A 599 LEGGE 24/12/2007 N.244 /LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

COMUNE di MEZZANINO PROVINCIA di PAVIA

COMUNE di MEZZANINO PROVINCIA di PAVIA COMUNE di MEZZANINO PROVINCIA di PAVIA REGIONE LOMBARDIA Piazza Grignani n.2-27040 Mezzanino (PV) - P.IVA 00471410183 tel.0385.71.013 - fax.0385.71.525 - Email: segreteria@comune.mezzanino.pv.it Piano

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2009/2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2009/2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2009/2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

C O M U N E D I L E I N I

C O M U N E D I L E I N I Regolamento per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi di telefonia mobile dell Ente Indice Titolo 1 Definizioni...2 Articolo 1 Finalità...2 Articolo 2 Definizioni...2 Articolo 3 Suddivisione degli

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015

COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO. Triennio 2013/2015 COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione (art. 2 comma 594 L. 244/07) Triennio 2013/2015 Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori,

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI SALZA DI PINEROLO Provincia di Torino Borgata Didiero n. 24 10060 SALZA DI PINEROLO Tel e fax 0121/808836 e-mail: comune.salza@dag.it www.comune.salzadipinerolo.to.it PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle

Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle autovetture di servizio, dei beni immobili previsto dalla legge

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

PIANO TRIENNALE 2012/2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI COMUNE DI SALBERTRAND Provincia di Torino P.ZZA MARTIRI DELLA LIBERTÀ, N.1 C.A.P.10050 partita IVA-C.F. 00881010011 Tel 0122/854595 Fax 0122/854733 e-mail info@comune.salbertrand.to.it PIANO TRIENNALE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008)all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. ricordato che la finanziaria 2009 e relativi allegati non hanno apportato modifiche alle disposizioni sopra richiamate;

LA GIUNTA COMUNALE. ricordato che la finanziaria 2009 e relativi allegati non hanno apportato modifiche alle disposizioni sopra richiamate; OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2 COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA 2008 TRIENNIO 2009-2011 Premesso: LA GIUNTA COMUNALE che la legge n.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNITA MONTANA ALTAVALMARECCHIA ZONA A Piazza Bramante n. 11 61015 NOVAFELTRIA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Dotazioni strumentali anche informatiche

Dettagli

REGOLAMENTO per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi cellulari (approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 122 del 29/09/2008)

REGOLAMENTO per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi cellulari (approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 122 del 29/09/2008) COMUNE DI BORGOSATOLLO Provincia di Brescia REGOLAMENTO per la disciplina dell utilizzo degli apparecchi cellulari (approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 122 del 29/09/2008) Art. 1 Oggetto

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI NUORO PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PREMESSA In un apparato amministrativo ispirato

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Prot. n. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione sulle misure per il contenimento delle

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

Programma degli interventi Relazione consuntiva 2013

Programma degli interventi Relazione consuntiva 2013 Piano triennale per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali e degli immobili Triennio Programma degli interventi Relazione consuntiva Sezione A Comma

Dettagli

Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017

Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017 Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017 La Legge Finanziaria 2008 ha stabilito per le Amministrazioni Pubbliche

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART 2 COMMI 594-598 L. 244/2007 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNI 2010 2011-2012. 1 PARTE GENERALE dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

COMUNE di MALBORGHETTO-VALBRUNA Provincia di Udine

COMUNE di MALBORGHETTO-VALBRUNA Provincia di Udine COMUNE di MALBORGHETTO-VALBRUNA Provincia di Udine RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2011 AL PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2011/13 (L. 244/2007 commi 594 e ss. Legge Finanziaria

Dettagli

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità;

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità; LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: -la Legge 24.12.2007, n.244 (Legge Finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) In esecuzione dell adempimento previsto dall art. 2 commi

Dettagli

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DEI BENI E DELLE STRUTTURE COMUNALI 2010 2012 Art. 2 commi 594 e seguenti della Legge 244/2007 ( Legge Finanziaria 2008

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PREMESSA La Legge finanziaria 2008 detta numerose ed importanti

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2014/2016 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia

CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia COPIA CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia Deliberazione della Giunta Comunale Seduta n.37 del 21.06.2012 n 167 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2012-2014 PER IL CONTENIMENTO DI SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). Al fine del contenimento

Dettagli

COMUNE DI PIEVE PORTO MORONE Provincia di Pavia Viale Caduti n. 9 27017 Pieve Porto Morone (PV) Tel. 0382 718034 - Fax 0382 728046

COMUNE DI PIEVE PORTO MORONE Provincia di Pavia Viale Caduti n. 9 27017 Pieve Porto Morone (PV) Tel. 0382 718034 - Fax 0382 728046 COMUNE DI PIEVE PORTO MORONE Provincia di Pavia Viale Caduti n. 9 27017 Pieve Porto Morone (PV) Tel. 0382 718034 - Fax 0382 728046 Piano triennale di dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA PIANO TRIENNALE - DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Adottato ai sensi della Legge 244/2007 e del D.L. 98/2011 convertito nella L. 111/2011 25/10/ INDICE PREMESSA pag. 2 1. SPESE DI FUNZIONAMENTO pag. 3

Dettagli

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COPIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 87 Reg. del 09.09.2014 Oggetto: N. Prot. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2014 Piano triennale di razionalizzazione

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE. CONSUNTIVO 2012/2014 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO 87040 Prov. di Cosenza

COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO 87040 Prov. di Cosenza COMUNE DI CASTIGLIONE COSENTINO 87040 Prov. di Cosenza Codice fiscale 00391420783 Telef. 0984-442007 fax 0984-442185 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE SPESE DI FUNZIONAMENTO RELAZIONE CONSUNTIVO ANNO

Dettagli

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA Piano triennale di razionalizzazione delle spese di funzionamento di cui all art. 2, commi dal 594 al 599 della legge finanziaria 2008 (L. 244/2007) per il triennio 2011-2013. Premessa In un apparato amministrativo

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

Allegato alla D.C. n. 78/08 Piano triennale 2008-2010 di razionalizzazione e contenimento delle spese di funzionamento

Allegato alla D.C. n. 78/08 Piano triennale 2008-2010 di razionalizzazione e contenimento delle spese di funzionamento Allegato alla D.C. n. 78/08 Piano triennale 2008-2010 di razionalizzazione e contenimento delle spese di funzionamento Nel rispetto della normativa statale in oggetto e di quanto previsto dal Patto Interistituzionale

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA SETTORE PROGRAMMAZIONE E FINANZA Spinea, lì OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO - TRIENNIO 2013/2015 Allegato 1: DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE

Dettagli

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI Premessa Ai sensi dell art. 2 comma 594 e 598 della Legge n.244/2007 (Legge Finanziaria 2008),

Dettagli

Allegato alla deliberazione n. 139 del 20 dicembre 2013 PIANO TRIENNALE 2014 2016

Allegato alla deliberazione n. 139 del 20 dicembre 2013 PIANO TRIENNALE 2014 2016 Allegato alla deliberazione n. 139 del 20 dicembre 2013 PIANO TRIENNALE 2014 2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI DOTAZIONI STRUMENTALI, AUTOVETTURE DI SERVIZIO E BENI IMMOBILI 1. Premessa AI SENSI

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Approvato con delibera G.C. n. 101 del 26/10/2009 PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Premessa La legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

a) dotazioni strumentali apparecchiature di telefonia mobile

a) dotazioni strumentali apparecchiature di telefonia mobile 1 Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) a) dotazioni strumentali apparecchiature di telefonia mobile La flotta aziendale di

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria Piazza Municipio, 89064 Montebello Jonico; tel. 0965 779005-06; fax 0965 786040 partita I.v.a. 00710360801 PIANO CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 178 DEL 01/06/2010 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2009/2011 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 127 DEL 11/11/2009 A) DOTAZIONI

Dettagli

Comune di Chiusaforte

Comune di Chiusaforte Comune di Chiusaforte Provincia di Udine PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO Art. 2 commi 594 e seguenti Legge 244/2007 Al

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA

COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DEI CONSUMI ART. 2 commi 594 e seguenti finanziaria 2008 PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE AUTOVETTURE DI SERVIZIO Dotazione: TIPO Fiat Punto 55 3P Fiat Punto 60 Sole Fiat Panda 4x4

Dettagli

A.S.P. DEL RUBICONE RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

A.S.P. DEL RUBICONE RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI A.S.P. DEL RUBICONE Azienda pubblica di Servizi alla Persona Sede legale e amministrativa: Via Manzoni, 19 47030 San Mauro Pascoli (FC) RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2013-2015

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 SERVIZIO COMUNALI SERVICE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n... del././ 1 SERVIZIO COMUNALI SERVICE INDICE

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

DOTAZIONI STRUMENTALI

DOTAZIONI STRUMENTALI allegato determinazione n. 5 del 15 gennaio 2015 PIANO TRIENNALE 2015/2017 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE

Dettagli

(LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U. 28.12.2007)

(LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U. 28.12.2007) ALLEGATO 11 PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO, DEI BENI IMMOBILI AD USO DI SERVIZIO (LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U.

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE (Provincia di Parma) Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, 1 Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, 2 Telefono 0521/669611, fax 0521/669669 partita iva 02192670343 PIANO

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

DELIBERA N. 27 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 5 del 12/04/2010

DELIBERA N. 27 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 5 del 12/04/2010 DELIBERA N. 27 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 5 del 12/04/2010 Oggetto: Relazione sullo stato di attuazione al 31.12.2009 del Piano Triennale sulle misure finalizzate alla razionalizzazione dei beni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI

REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI AREA INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE SISTEMI INFORMATIVI REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

Comune di Trasaghis. Provincia di Udine

Comune di Trasaghis. Provincia di Udine Comune di Trasaghis Provincia di Udine PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, commi 594 e seguenti Legge 244/2007 (finanziaria

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L.

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) Comma 594 lettera A) Sono garantiti gli strumenti

Dettagli

N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE

N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE Premesso: - che l art. 2, comma 594, della Legge n.

Dettagli

AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO

AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO AREA SERVIZI INTERNI SERVIZIO PROVVEDITORATO Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) RELAZIONE Premesso che: - con delibera di

Dettagli

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca

Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Comune di Bagni di Lucca Provincia di Lucca Relazione a consuntivo anno 2014 del piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento. Deliberazione G.C. n. 109 del 29/09/2015 1 RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa PIANO TRIENNALE 2014 2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa PIANO TRIENNALE 2014 2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa PIANO TRIENNALE 2014 2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA 28 marzo 2014 INDICE PREMESSA pag. 3 1. SPESE POSTALI pag. 3 2. FOTOCOPIATRICI A NOLEGGIO pag. 4 3. TELEFONIA

Dettagli

COMUNE DI OLBIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLA TELEFONIA CELLULARE

COMUNE DI OLBIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLA TELEFONIA CELLULARE COMUNE DI OLBIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLA TELEFONIA CELLULARE ~ 2 ~ Sommario Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Suddivisione dei cellulari... 3 Articolo 3 Cellulari ad uso esclusivo...

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2016 2018

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2016 2018 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n. 44 del 15.03.2016 COMUNE DI FOLLINA Provincia di Treviso PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2016 2018 PREMESSA Il piano triennale 2016-2018

Dettagli

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 COPIA Comune di Jelsi Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 OGGETTO: RELAZIONE AL CONSUNTIVO - ANNO 2011 - PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L USO DELLE APPARECCHIATURE DI TELEFONIA MOBILE (Approvato con Deliberazione C.P. n 74 del 10/11/2011)

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L USO DELLE APPARECCHIATURE DI TELEFONIA MOBILE (Approvato con Deliberazione C.P. n 74 del 10/11/2011) COMUNE DI PALMI Provincia di Reggio Calabria REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L USO DELLE APPARECCHIATURE DI TELEFONIA MOBILE (Approvato con Deliberazione C.P. n 74 del 10/11/2011) Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

COMUNE DI REVINE LAGO Provincia di Treviso PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2012 2014

COMUNE DI REVINE LAGO Provincia di Treviso PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2012 2014 Allegato A alla delibera di Giunta Comunale n. 125 del 30.11.2011 COMUNE DI REVINE LAGO Provincia di Treviso PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 2012 2014 (art. 2, comma

Dettagli

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A)

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A) ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2008-2010 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) approvato con Delibera di Giunta n. 313 del 30/12/2008

Dettagli

1) Ricognizione delle dotazioni strumentali informatiche

1) Ricognizione delle dotazioni strumentali informatiche PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, CHE CORREDANO LE POSTAZIONI DI LAVORO DEGLI UFFICI Premessa La Legge n.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO STRUMENTALI L'Ente è attualmente dotato di n. 8 postazioni di lavoro a fronte

Dettagli