REGOLAMENTO COMUNALE

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO COMUNALE"

Transcript

1 Bashkia e Fermës Provinça e Kozencës Comune di Firmo Provincia di Cosenza REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

2 Indice Pag. Art. 1 Oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Ambito di applicazione... 3 Art. 3 Divieti e prescrizioni... 3 Art. 4 Orario di svolgimento dell attività... 4 Art. 5 Rilascio delle autorizzazioni... 4 Art. 6 Modifica, subingresso, sospensione, cessazione e revoca... 5 Art. 7 Affissione del documento identificativo... 5 Art. 8 Utilizzazione delle aree... 6 Art. 9 Controllo igienico-sanitario... 6 Art. 10 Pubblicità dei prezzi... 7 Art. 11 Divieto di pubblicità... 7 Art. 12 Sanzioni... 7 Art. 13 Commercio di animali vivi... 8 Art. 14 Ordine... 8 Art. 15 Pubblicità del regolamento... 8 Art. 16 Entrata in vigore

3 Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi del D. L.vo n. 114/1998 e della L. R. n. 18/1999, l esercizio dell attività di vendita su aree pubbliche in forma itinerante effettuato con mezzo mobile, senza occupazione di suolo pubblico e nei limiti temporali di sosta, nei giorni ed orari stabiliti dal Comune, nonché le procedure per il rilascio delle autorizzazioni per lo svolgimento dell attività di vendita su aree pubbliche. Art. 2 Ambito di applicazione Per il commercio al dettaglio in forma itinerante s intende l attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende in forma itinerante, nonché dagli imprenditori agricoli, singoli o associati, iscritti nel registro delle imprese di cui all art. 8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, così come previsto dal 1 comma dell art. 4 del D. L.vo 18 ma ggio 2001, n L autorizzazione per il commercio al dettaglio in forma itinerante abilita la partecipazione alle fiere che si svolgono sull intero territorio nazionale ed alla vendita a domicilio del consumatore, nonché nei locali dove questo si trovi per motivi di lavoro, di studio, di cura, di intrattenimento e di svago. Il commercio su aree pubbliche in forma itinerante può essere svolto su qualsiasi area pubblica. Art. 3 Divieti e prescrizioni Il commercio al dettaglio in forma itinerante deve essere svolto con mezzi mobili e con soste limitate, di norma, al tempo strettamente necessario per effettuare le operazioni di vendita. La sosta per il commercio itinerante non è consentita in prossimità di incroci, segnali stradali, fermate bus ove è necessario lasciare uno standard di sicurezza e visibilità atto ad evitare pericoli per la circolazione veicolare e pedonale. Gli operatori non possono sostare nella stessa via o piazza od altra area pubblica per più di un ora. 3

4 Gli operatori possono porre in vendita solo gli articoli relativi al settore commerciale per i quali sono autorizzati. Il commercio itinerante non può essere svolto nelle aree espressamente vietate, in forza di apposito provvedimento comunale, per comprovati motivi di viabilità, igiene, sanità o pubblico interesse. Art. 4 Orario di svolgimento dell attività In ossequio a quanto disposto dall art. 16 della L. R. n. 18/1999, l attività di vendita al dettaglio sua area pubblica in forma itinerante, potrà essere esercitata nel rispetto delle seguenti fasce orarie: Orario invernale: dalle ore 08,00 alle ore 19,00; Orario estivo: alle ore 08,00 alle ore 20,00. di essa. L orario estivo entra in vigore in concomitanza dell ora legale e cessa con la fine Con provvedimento sindacale potranno essere stabilite delle fasce orarie e giorni prestabiliti per i medesimi motivi di cui all art. 3 del presente regolamento. Art. 5 Rilascio delle autorizzazioni Chiunque intenda iniziare un attività di commercio al dettaglio in forma itinerante, deve presentare al Comune specifica richiesta in bollo, per il rilascio della relativa autorizzazione, mediante consegna della stessa direttamente agli uffici comunali o invio con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno. In tal caso, a tutti gli effetti del presente regolamento, la data di riferimento, è quella di arrivo al protocollo. L autorizzazione può essere richiesta solo da persona fisica o da società di persone regolarmente costituita secondo le norme vigenti. Al medesimo soggetto, sia esso persona fisica o società di persone, non può essere rilasciata (anche da più Comuni) più di una autorizzazione. La richiesta di autorizzazione deve essere presentata al Comune ove il 4

5 soggetto ha la residenza ovvero (se trattasi di società) la sede legale. Nella richiesta il soggetto interessato, o il legale rappresentante, nel caso di società, deve dichiarare, sotto la propria responsabilità: a. di essere residente o di avere la sede legale nel comune; b. di essere in possesso dei requisiti morali previsti dall art. 5, comma 2, del D. L.vo n. 114/1998; c. di essere in possesso dei requisiti professionali di cui all art. 5, comma 5, del D. L.vo n. 114/1998 (solo per la vendita di prodotti appartenenti al settore alimentare); d. di non possedere altra autorizzazione per il commercio al dettaglio in forma itinerante da altro Comune. Il Comune accerta la rispondenza dei contenuti della richiesta alle disposizioni di legge ed ai regolamenti comunali vigenti e provvede al rilascio delle autorizzazioni. La domanda s intende comunque accolta qualora il Comune non comunichi all interessato il provvedimento di diniego entro 90 (novanta) giorni dalla data di ricevimento. Decorso tale data, il soggetto interessato può iniziare l attività previa notifica al Comune dell avvenuta acquisizione della titolarità dell autorizzazione al seguito di silenzio-assenso. Art. 6 Modifica, subingresso, sospensione, cessazione e revoca Per i casi di modifica, subingresso, sospensione, cessazione e revoca dell attività del commercio al dettaglio su aree pubbliche in forma itinerante, si applicano le norme previste dalla legge n. 114/1998 e dalla L. R. n. 18/1999. Art. 7 Affissione del documento identificativo Per tutta la durata della sosta è fatto obbligo agli operatori di esporre bene in vista l apposito documento contenente i dati identificativi del concessionario e gli estremi dell autorizzazione per l esercizio dell attività di vendita al dettaglio su aree pubbliche. 5

6 Art. 8 Utilizzazione delle aree Agli operatori è consentita l utilizzazione delle attrezzature più idonee per la presentazione e vendita dei prodotti, compreso il proprio automezzo. pubblico. Le attrezzature di vendita non devono deturpare o manomettere il suolo E fatto obbligo agli operatori di lasciare, al termine della sosta, l area pulita e di raccogliere eventuali rifiuti. Art. 9 Controllo igienico-sanitario L esercizio di vendita al dettaglio in forma itinerante su aree pubbliche è soggetto alle norme che tutelano le esigenze igienico-sanitarie in materia, sia di vendita al dettaglio di prodotti alimentari e non alimentari, sia di somministrazione di alimenti e bevande. La vendita svolta in forma itinerante su aree pubbliche di prodotti alimentari deve essere esercitata con le modalità e le attrezzature necessarie atte a prevenire contaminazioni esterne e per la conservazione degli stessi in maniera adeguata in rapporto alla loro natura ed alle loro caratteristiche come prescritto dalle norme comunitarie e nazionali. I veicoli adibiti alla vendita al dettaglio in forma itinerante su aree pubbliche di prodotti alimentari devono avere le caratteristiche stabilite con apposita ordinanza del Ministero della Salute. La vendita al dettaglio itinerante su aree pubbliche di prodotti alimentari deperibili, da mantenere in regime di temperatura controllata (quali prodotti surgelati, congelati e refrigerati), è consentita solo se è garantito il funzionamento autonomo delle attrezzature di conservazione dei prodotti o se l attività è esercitata mediante l uso di veicoli aventi le caratteristiche di cui al precedente comma. La vendita al dettaglio itinerante su aree pubbliche di carni fresche di ogni specie animale, ittiche comprese, è vietato salvo che sia effettuata con veicoli aventi le caratteristiche sopra indicate. E vietata la vendita su aree pubbliche di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, ad eccezione di quelle poste in vendita in recipienti chiusi, per come 6

7 previsto dall art. 176, comma 1, del regolamento p er l esecuzione del T.U. delle leggi di pubblica sicurezza, approvato con R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e successive modificazioni, nonché la vendita e l esposizione di armi, esplosivi ed oggetti preziosi. Art. 10 Pubblicità dei prezzi Gli operatori sono obbligati ad indicare il prezzi di vendita sui prodotti esposti, nonché ogni altra etichettatura prevista dalle vigenti normative in vigore. Art. 11 Divieto di pubblicità Al fine di garantire il miglior svolgimento dell attività è fatto divieto di effettuare la vendita mediante l uso di apparecchiature per l amplificazione e la diffusione dei suoni, di disturbare con grida e schiamazzi e di importunare il pubblico con insistenti offerte di merci. Art. 12 Sanzioni Chiunque eserciti la vendita al dettaglio in forma itinerante su aree pubbliche senza la prescritta autorizzazione o in luoghi in cui è vietata tale vendita, nonché senza l autorizzazione o il permesso di cui all art. 28 del D. L.vo n. 114/1998, commi 9 e 10, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 2.600,00 a ,00 e con la confisca delle attrezzature e della merce. Le violazioni dei limiti e dei divieti imposti dal presente regolamento sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 520,00 a 3.120,00, ai sensi dell art. 29, comma 2 del D. L.vo n. 114/1998. In caso di particolare gravità o di recidiva, può essere disposta la sospensione dell attività di vendita per un periodo non superiore e venti giorni. La recidiva si verifica qualora sia stata commessa la stessa violazione per due volte in un anno, anche se si è proceduto al pagamento della sanzione mediante oblazione. Per le violazioni, l autorità competente a ricevere il rapporto è il Sindaco del Comune di Firmo. 7

8 Art. 13 Commercio di animali vivi La vendita itinerante su aree pubbliche di animali vivi deve essere, oltre che nel rispetto delle norme previste dal presente regolamento, anche nel rispetto delle norme di polizia veterinaria e di tutela del benessere degli animali e non può essere esercitata contemporaneamente sullo stesso luogo in cui sono posti in vendita o somministrati prodotti alimentari. Art. 14 Ordine L ordine e la disciplina delle vendite sono assicurati dagli agenti del comando di polizia municipale e dalle forze dell ordine. Art. 15 Pubblicità del regolamento Copia del presente regolamento, a norma dell art. 22 della legge 7 agosto 1990, n. 241, sarà tenuta a disposizione del pubblico perchè ne possa prendere visione in qualsiasi momento. Art. 16 Entrata in vigore Il presente regolamento entrerà in vigore decorsi quindici giorni dalla data di pubblicazione all Albo Pretorio del Comune. 8

9 Il presente regolamento è stato approvato con delibera del Consiglio comunale n. 10 del 21 aprile

COMUNE DI NAVE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

COMUNE DI NAVE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE COMUNE DI NAVE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITA' DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE Approvato con Delibera C.C. n.3 del 15/1/2001 Modificato con Delibera

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE Comune di Borgosatollo Provincia di Brescia COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO AUTORIZZATIVO approvato con Delibera di C.C. n.33 del 03/10/2000 Art. 1 AMBITO

Dettagli

COMUNE DI PINETO PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO DEL COMMERCIO IN FORMA ITINERANTE

COMUNE DI PINETO PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO DEL COMMERCIO IN FORMA ITINERANTE COMUNE DI PINETO PROVINCIA DI TERAMO AREA TECNICA URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO ATTIVITA PRODUTTIVE REGOLAMENTO DEL COMMERCIO IN FORMA ITINERANTE Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMUNE DI LAUREANA CILENTO Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE INDICE TITOLO I NORME GENERALI E REGIME AUTORIZZATORIO Articolo 1 Inquadramento normativo Articolo 2 Definizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

REGOLAMENTO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME PROVINCIA DI BOLOGNA AREA SERVIZI PER LA COLLETTIVITA E IL TERRITORIO REGOLAMENTO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL C.C.

Dettagli

COMUNE SAN MARTINO DI VENEZZE

COMUNE SAN MARTINO DI VENEZZE COMUNE SAN MARTINO DI VENEZZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE INDICE Art. 1 (Fonti normative)... 3 Art. 2 (Esercizio dell'attività)... 3 Art. 3 (Autorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE CITTA DI MIGNANO MONTE LUNGO PROVINCIA DI CASERTA Medaglia d'oro al Valor Militare Medaglia d'oro al Merito Civile REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE TIPOLOGIA C

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE TIPOLOGIA C COMUNE DI FURCI SICULO (PROVINCIA DI MESSINA) C.A.P. 98023 P.IVA 00361970833 Tel./Fax 0942 794122 GEMELLATO CON OCTEVILLE SUR MER REGOLAMENTO COMUNALE PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

Dettagli

Commercio su Aree pubbliche svolto nel territorio comunale in forma Itinerante

Commercio su Aree pubbliche svolto nel territorio comunale in forma Itinerante Comune di MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO per la Disciplina dell esercizio del Commercio su Aree pubbliche svolto nel territorio comunale in forma Itinerante L.R. Marche n.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

REGOLAMENTO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE C I T T A D I L A G O N E G R O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL C.C. N... DEL IN VIGORE DAL... INDICE DEGLI ARTICOLI

Dettagli

Albo. Pu bi REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE. Approvato con Deliberazione di C.C. n. ~Q~~ i ~, c IND I CE

Albo. Pu bi REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE. Approvato con Deliberazione di C.C. n. ~Q~~ i ~, c IND I CE Albo Pu bi Città di Piedimonte Matese " Provincia di Caserta Piazza Francesco De Benedictis- 81016 Pied imonte Matese (Ce) Tel. 0823n 86433 - Fax 0823n 84430 SETTORE BILANCIO SVILUPPO RISORSE Tel. 0823n86468

Dettagli

COMUNE DI POSITANO. REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE (approvato con delibera si C.C. n. 30 del 17/07/00)

COMUNE DI POSITANO. REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE (approvato con delibera si C.C. n. 30 del 17/07/00) COMUNE DI POSITANO REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE (approvato con delibera si C.C. n. 30 del 17/07/00) ART.1 (Definizione di commercio su aree pubbliche) Per commercio su aree pubbliche

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE ED IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI VARIE

REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE ED IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI VARIE REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE ED IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI VARIE Approvato con Deliberazione di C.C. n. 19 del 9 aprile 2003 I N D I C E TITOLO I... 1 COMMERCIO

Dettagli

COMUNE DI ERACLEA Provincia di Venezia

COMUNE DI ERACLEA Provincia di Venezia COMUNE DI ERACLEA Provincia di Venezia REGOLAMENTO DISCIPLINA DEL COMMERCIO ITINERANTE SU AREE PUBBLICHE RIENTRANTI NEL DEMANIO MARITTIMO APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 21 DEL 23.05.2002, ESECUTIVA

Dettagli

COMUNE DI VICENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

COMUNE DI VICENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE COMUNE DI VICENZA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE Regolamento approvato con delibera di Consiglio Comunale pgn 80681/53 del 30/10/2012 1 INDICE TITOLO

Dettagli

TITOLO I COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE CAPO I FONTI NORMATIVE

TITOLO I COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE CAPO I FONTI NORMATIVE TITOLO I COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE CAPO I FONTI NORMATIVE Art. 1 (Fonti normative) 1. Decreto legislativo 31 marzo 1998 nr. 114; 2. Legge regionale 6 aprile 2001 nr. 10; 3. Criteri

Dettagli

IL DURC NEL SETTORE COMMERCIO SCHEDA COMPARATIVA DEI TESTI

IL DURC NEL SETTORE COMMERCIO SCHEDA COMPARATIVA DEI TESTI IL DURC NEL SETTORE COMMERCIO SCHEDA COMPARATIVA DEI TESTI D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 114: Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo

Dettagli

Attività di vendita Commercio in forma itinerante

Attività di vendita Commercio in forma itinerante Attività di vendita Commercio in forma itinerante Descrizione In questa tipologia sono comprese tutte le attività di vendita al dettaglio e di somministrazione di alimenti e bevande effettuate in forma

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE NORME SUL PROCEDIMENTO PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE AMMINISTRATIVA E MODALITA DI SVOLGIMENTO DEL COMMERCIO IN FORMA

Dettagli

Art. 1 Commercio itinerante: soggetti abilitati e relativi titoli

Art. 1 Commercio itinerante: soggetti abilitati e relativi titoli REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE (approvato con delibera del consiglio Comunale n. 133 del 28.07.2008, in vigore dal 13.08.2008) Sono state barrate le parti

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATO CIMITERO

REGOLAMENTO MERCATO CIMITERO REGOLAMENTO MERCATO CIMITERO Art. 1 Svolgimento 1. Il Mercato del Cimitero è un mercato attrezzato, specializzato nella vendita di fiori che si svolge nei piazzali di ingresso al Cimitero dal venerdì alla

Dettagli

COMUNE DI BORGO VAL DI TARO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI BORGO VAL DI TARO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI BORGO VAL DI TARO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE REGOLAMENTO PER LE ATTIVITA DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE APPROVATO DALLA GIUNTA COMUNALE CON DELIBERA N. 21 DEL 30 aprile 15 Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI CUI ALL ART

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI CUI ALL ART REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI CUI ALL ART.68 DEL CODICE DELLA NAVIGAZIONE E DEL COMMERCIO ITINERANTE ESERCITATE SU AREE PUBBLICHE DEL DEMANIO MARITTIMO NELLA COMPETENZA TERRITORIALE DEL

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI (approvato con delibera di consiglio comunale n 11 del 30 marzo 2009 e modificato con delibera

Dettagli

COMUNE DI EDOLO (Provincia di Brescia) UFFICIO COMMERCIO COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO AUTORIZZATIVO

COMUNE DI EDOLO (Provincia di Brescia) UFFICIO COMMERCIO COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO AUTORIZZATIVO Allegato alla deliberazione Commissariale n. 40 del 23.9.2008 COMUNE DI EDOLO (Provincia di Brescia) UFFICIO COMMERCIO COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO AUTORIZZATIVO

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: Codice Fiscale: Data di nascita / / Cittadinanza Sesso M F Luogo di nascita:

Dettagli

PIANO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

PIANO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE C O M U N E D I U R B I N O PIANO PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE DISCIPLINA ATTIVITA DI TIPO B : REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO ITINERANTE A P P R O V A T O Con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

Allegato 1 DISCIPLINA GENERALE DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

Allegato 1 DISCIPLINA GENERALE DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Allegato alla deliberazione consiliare n. 5 dd. 09/03/2010 IL SEGRETARIO GENERALE dott. Diego Viviani Allegato 1 DISCIPLINA GENERALE DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Articoli: Art. 1 Fonti normative e definizioni

Dettagli

COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE

COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE Approvato con delibera C.C. n. 61 del 30.09.2002 Modificato con delibera C.C. n. 11 del 27.03.2009 Modificato con delibera

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine REGOLAMENTO MERCATO SETTIMANALE E DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine REGOLAMENTO MERCATO SETTIMANALE E DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMUNE DI SAN GIORGIO DI NOGARO Provincia di Udine REGOLAMENTO MERCATO SETTIMANALE E DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Deliberaz. n. 32 del 26.5.2000 e modifiche con delib. 17/2011 CAPO I PRINCIPI Art 1

Dettagli

AL COMUNE DI. (da presentare in triplice copia) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1.

AL COMUNE DI. (da presentare in triplice copia) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. AL COMUNE DI (da presentare in triplice copia) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: Codice Fiscale: Data di nascita

Dettagli

R E G O L A M E N T O I S T I T U Z I O N E E U B I C A Z I O N E M E R C A T O S U A R E E P U B B L I C H E

R E G O L A M E N T O I S T I T U Z I O N E E U B I C A Z I O N E M E R C A T O S U A R E E P U B B L I C H E R E G O L A M E N T O I S T I T U Z I O N E E U B I C A Z I O N E M E R C A T O S U A R E E P U B B L I C H E A R T. 1 ISTITUZIONE DEL MERCATO SU AREE PUBBLICHE E istituito nel Comune il mercato su aree

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO IN FORMA ITINERANTE - MERCATI GIORNALIERI COPERTI E PLATEATICI ATTREZZATI - MERCATI SALTUARI - MERCATI GIORNALIERI SU SEDE IMPROPRIA - POSTEGGI ISOLATI

Dettagli

Attività Produttive. Attività di vendita Commercio in forma itinerante. Descrizione

Attività Produttive. Attività di vendita Commercio in forma itinerante. Descrizione Attività Produttive Attività di vendita Commercio in forma itinerante Descrizione Per commercio in forma itinerante si intende la vendita su aree pubbliche di prodotti alimentari e non alimentari. Codice

Dettagli

COMUNE DI GANDINO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE PROVINCIA DI BERGAMO Approvato con delibera C.C. n. 43 del

COMUNE DI GANDINO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE PROVINCIA DI BERGAMO Approvato con delibera C.C. n. 43 del COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE DEL SABATO Approvato con delibera C.C. n. 43 del 24.10.2016-1 - INDICE Art. 1 Giorno di mercato Pag. 3 Art. 2 Superficie

Dettagli

Art. 1 Svolgimento. Art. 2 Circolazione pedonale e veicolare

Art. 1 Svolgimento. Art. 2 Circolazione pedonale e veicolare REGOLAMENTO MERCATO CIMITERO Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 9 febbraio 2010 Esecutiva il 26 febbraio 2010 Modificato con deliberazione consiliare n. 72 del 8 maggio 2012 Art. 1 Svolgimento

Dettagli

COMUNE DI ROVATO (provincia di Brescia)

COMUNE DI ROVATO (provincia di Brescia) COMUNE DI ROVATO (provincia di Brescia) NORME E CRITERI PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI DI MEDIE STRUTTURE DI VENDITA - articolo 8 - Dlgs 31.3.1998 n. 114 - - d.g.r. 5.12.2007 n. 8/6024 - Approvato

Dettagli

ALL AMMINISTRAZIONE COM.LE DI MONTESE

ALL AMMINISTRAZIONE COM.LE DI MONTESE marca ALL AMMINISTRAZIONE COM.LE DI MONTESE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AMMINISTRATIVA PER L ESERCIZIO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE DI TIPO B (in forma itinerante) Il sottoscritto nato a il, residente

Dettagli

Provincia di Bologna Via Mazzini n Imola Tel Fax

Provincia di Bologna Via Mazzini n Imola Tel Fax Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DI ATTIVITA COMMERCIALI NELL AMBITO DEL MERCATINO ANNUALE DEL QUARTIERE PEDAGNA

Dettagli

C O M U N E D I P A U L A R O

C O M U N E D I P A U L A R O C O M U N E D I P A U L A R O P R O V I N C I A D I U D I N E Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 9 del 22/02/2006 Modificato con Delibera di Consiglio Comunale n. 39 del 30/09/2006 REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Codice Fiscale e Partita IVA 00242970366 Tel.(059) 75.99.11 - Fax (059) 73.01.60 E-mail: info@comune.savignano-sul-panaro.mo.it Regolamento comunale per

Dettagli

Comune di BORGO D ALE

Comune di BORGO D ALE Regione Comune di BORGO D ALE PIEMONTE DGR n 32-2642 2 APRILE 2001 Delibera C.C n 03 del 18 Gennaio 2007 divenuta esecutiva il Titolo dell elaborato: Regolamentazione delle vendite su area pubblica dei

Dettagli

COMUNE DI MONTEODORISIO Provincia di Chieti. Regolamento svolgimento fiera in occasione Festa Madonna delle Grazie

COMUNE DI MONTEODORISIO Provincia di Chieti. Regolamento svolgimento fiera in occasione Festa Madonna delle Grazie COMUNE DI MONTEODORISIO Provincia di Chieti Regolamento svolgimento fiera in occasione Festa Madonna delle Grazie Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 20 del 1.7.2002 IL SINDACO IL SEGRETARIO

Dettagli

PIANO COMUNALE DI LOCALIZZAZIONE DEI PUNTI DI VENDITA DELLA STAMPA QUOTIDIANA E PERIODICA

PIANO COMUNALE DI LOCALIZZAZIONE DEI PUNTI DI VENDITA DELLA STAMPA QUOTIDIANA E PERIODICA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 18.04.2012 PIANO COMUNALE DI LOCALIZZAZIONE DEI PUNTI DI VENDITA DELLA STAMPA QUOTIDIANA E PERIODICA ***** Decreto Legislativo 24 aprile 2001.

Dettagli

REGOLAMENTO FIERA DI SAN GIULIANO

REGOLAMENTO FIERA DI SAN GIULIANO REGOLAMENTO FIERA DI SAN GIULIANO Art. 1 Svolgimento 1. La Fiera di San Giuliano è una fiera di merci varie del settore alimentare e non alimentare che si svolge nei giorni 30 e 31 agosto nel Centro Storico

Dettagli

Regolamento per la disciplina del Mercato settimanale

Regolamento per la disciplina del Mercato settimanale Regolamento per la disciplina del Mercato settimanale art.1 Oggetto del regolamento art.2 PeriodicitÄ e orari del Mercato settimanale art.3 Dimensioni dei posteggi e caratteristiche dei banchi di vendita

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA PROVINCIA DI LATINA Medaglia D argento al Valor Civile

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA PROVINCIA DI LATINA Medaglia D argento al Valor Civile COMUNE DI CISTERNA DI LATINA PROVINCIA DI LATINA Medaglia D argento al Valor Civile REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO CONTADINO FARMER MARKET REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO FIERA DI NATALE

REGOLAMENTO FIERA DI NATALE REGOLAMENTO FIERA DI NATALE Art. 1 Svolgimento 1. La Fiera di Natale è una fiera di merci varie del settore non alimentare e si svolge nelle tre domeniche che precedono il Natale dalle ore 9.30 alle 22.00

Dettagli

Art. 1 Svolgimento. Art. 3 Circolazione pedonale e veicolare

Art. 1 Svolgimento. Art. 3 Circolazione pedonale e veicolare REGOLAMENTO FIERA DI SFORZACOSTA Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 9 febbraio 2010 Esecutiva il 26 febbraio 2010 Art. 1 Svolgimento 1. La Fiera di Sforzacosta è una fiera di merci varie

Dettagli

PIANO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI ai sensi art. 29 bis della Legge Regionale 6 del 02/02/2010

PIANO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI ai sensi art. 29 bis della Legge Regionale 6 del 02/02/2010 PIANO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI ai sensi art. 29 bis della Legge Regionale 6 del 02/02/2010 APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE NR. 48 DEL 29/11/2016 ART. 1 - FINALITA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA DELL AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, TRASFERIMENTO ED AMPLIAMENTO

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA DELL AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, TRASFERIMENTO ED AMPLIAMENTO CITTÀ DI OZIERI PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA, TRASFERIMENTO ED AMPLIAMENTO DELLE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa U AL COMUNE DI TERRACINA Sportello Unico per le Attività Produttive SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa 1 Il sottoscritto: Cognome: Nome: Codice

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO LOCALE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO LOCALE COMUNE DI ALTOFONTE PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO Paese dell Acqua e dell Olio REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO LOCALE 1 Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento ha per oggetto e per scopo

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE CON POSTEGGIO (Tipo A) E RELATIVA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO

DOMANDA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE CON POSTEGGIO (Tipo A) E RELATIVA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO spazio per marca da bollo Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio I - 40129 Bologna - Piazza Liber Paradisus, 10, torre A www.comune.bologna.it/impresa -

Dettagli

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI PER I COMMERCIANTI NELL AMBITO DEL MERCATINO DELLA SAGRA DEL FUNGO PORCINO

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI PER I COMMERCIANTI NELL AMBITO DEL MERCATINO DELLA SAGRA DEL FUNGO PORCINO Provincia di Viterbo COMUNE DI ORIOLO ROMANO REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI PER I COMMERCIANTI NELL AMBITO DEL MERCATINO DELLA SAGRA DEL FUNGO PORCINO Comune di Oriolo Romano (VT) Regolamento della

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria CRITERI COMUNALI PER LE AUTORIZZAZIONI DELLE RIVENDITE NON ESCLUSIVE DI QUOTIDIANI E PERIODICI

Città di Tortona Provincia di Alessandria CRITERI COMUNALI PER LE AUTORIZZAZIONI DELLE RIVENDITE NON ESCLUSIVE DI QUOTIDIANI E PERIODICI Città di Tortona Provincia di Alessandria CRITERI COMUNALI PER LE AUTORIZZAZIONI DELLE RIVENDITE NON ESCLUSIVE DI QUOTIDIANI E PERIODICI Sommario PARTE I - DEFINIZIONI... 3 Art. 1 - Richiami normativi

Dettagli

REGOLAMENTO DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ISTITUZIONE DEI POSTEGGI ISOLATI PER L ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUPPLICHE IN FASE SPERIMENTALE

REGOLAMENTO DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ISTITUZIONE DEI POSTEGGI ISOLATI PER L ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUPPLICHE IN FASE SPERIMENTALE COMUNE DI ATRANI Prov. Di Salerno REGOLAMENTO DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ISTITUZIONE DEI POSTEGGI ISOLATI PER L ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUPPLICHE IN FASE SPERIMENTALE Approvato con Delibera di Consiglio

Dettagli

6) Quale è l autorità competente a ricevere la contestazione di un verbale di accertata

6) Quale è l autorità competente a ricevere la contestazione di un verbale di accertata 1) La polizia municipale a chi è istituzionalmente subordinata? A al Sindaco B al Prefetto C al Procuratore della Repubblica 2) Il titolare di patente italiana, categoria A limitata, conseguita da meno

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO

REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del 20/04/2009 Redatto dal Servizio Sportello Unico Attività Produttive REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

PIANO COMUNALE DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI

PIANO COMUNALE DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI PIANO COMUNALE DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI (ai sensi dell articolo 29 bis e 29 ter, della l.r. 6/2010 e della delibera di Giunta Regionale n. X/5061 del 18 aprile 2016 e l allegato A Linee guida

Dettagli

Prot. n Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 IL SINDACO O R D I N A

Prot. n Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 IL SINDACO O R D I N A Prot. n. 5192 Lì, 11 aprile 2008 ORDINANZA N. 7 OGGETTO: Determinazione degli orari degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Legge Regionale 21.09.2007, n. 29. IL SINDACO VISTO che in

Dettagli

VENDITA DI LIQUIDAZIONE

VENDITA DI LIQUIDAZIONE Al Comune di Spilimbergo Ufficio Comune del Commercio dell Associazione Intercomunale Dal Meduna al Tagliamento Piazzetta Tiepolo n. 1 33097 SPILIMBERGO Il/La sottoscritto/a Cognome Nome C.F. Cittadinanza

Dettagli

COMUNE DI MARTIGNACCO

COMUNE DI MARTIGNACCO COMUNE DI MARTIGNACCO REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO SETTIMANALE ART. 1 Disposizioni Generali L istituzione, il funzionamento, la soppressione e/o lo spostamento del mercato ambulante

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFRANCO Provincia di Caltanissetta

COMUNE DI CAMPOFRANCO Provincia di Caltanissetta COMUNE DI CAMPOFRANCO Provincia di Caltanissetta UFFICIO P. M. COMMERCIO ED ANNONA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO SETTIMANALE Allegato alla delibera C. C. n. 56 del 26/11/2008 1

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento del Mercato contadino. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del

Regolamento per lo svolgimento del Mercato contadino. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 2016 Regolamento per lo svolgimento del Mercato contadino Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 27.04.2016 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Ammissibilità dei soggetti Art.

Dettagli

COMUNE DI BRIVIO Provincia di Lecco

COMUNE DI BRIVIO Provincia di Lecco Censimento dei procedimenti Amministrativi comunali COMANDO POLIZIA LOCALE AIRUNO/BRIVIO/IMBERSAGO UFFICIO: - POLIZIA LOCALE RESPONSABILE UNICO DEL SERVIZIO: Comm. Agg. Della Corte Antonio mail: comandante@comune.brivio.lc.it

Dettagli

COMUNE DI PORTO AZZURRO (PROVINCIA DI LIVORNO)

COMUNE DI PORTO AZZURRO (PROVINCIA DI LIVORNO) COMUNE DI PORTO AZZURRO (PROVINCIA DI LIVORNO) Regolamento per la disciplina degli artisti di strada Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 54 del 10.07.2013 Pubblicato sull Albo Pretorio

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL MERCATO SETTIMANALE E PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

REGOLAMENTO PER IL MERCATO SETTIMANALE E PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER IL MERCATO SETTIMANALE E PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMUNE DI CAMERANO PROVINCIA DI ANCONA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Approvato con deliberazione di C.C. n. 20 del 16.04.2007 ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Per commercio

Dettagli

B Norme procedurali per il rilascio delle autorizzazioni di vendita su area pubblica

B Norme procedurali per il rilascio delle autorizzazioni di vendita su area pubblica Regione PIEMONTE Comune di PINEROLO DGR n. 32-2642 2 aprile 2001 Riordino del settore del commercio su aree pubbliche ai sensi del D.L.vo 114/98 e della L.R. 28/99 Revisione n. 1 del 18/10/2018 B Norme

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FRUIZIONE DEL PARCO COMUNALE ASUSA E AREE VERDI

REGOLAMENTO PER LA FRUIZIONE DEL PARCO COMUNALE ASUSA E AREE VERDI COMUNE DI ISILI PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER LA FRUIZIONE DEL PARCO COMUNALE ASUSA E AREE VERDI ADOTTATO CON DELIBERA DEL C.C. N. 13 DEL 20 luglio 2007 PUBBLICATO ALL ALBO PRETORIO DAL 3 agosto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE E LA GESTIONE DEI POSTEGGI RELATIVO AL MERCATO SETTIMANALE. del MARTEDI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE E LA GESTIONE DEI POSTEGGI RELATIVO AL MERCATO SETTIMANALE. del MARTEDI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE E LA GESTIONE DEI POSTEGGI RELATIVO AL MERCATO SETTIMANALE del MARTEDI CAPITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1) Il presente regolamento

Dettagli

DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE

DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE DOMANDA DI RILASCIO AUTORIZZAZIONE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE MARCA DA BOLLO Euro 16:00 Al Comune di SAN MAURO PASCOLI - Ufficio Attività Economiche- Ai sensi del D. Lgs. 114/1998

Dettagli

RIPARTIZIONE POLIZIA MUNICIPALE E AMMINISTRATIVA

RIPARTIZIONE POLIZIA MUNICIPALE E AMMINISTRATIVA Agenzia d affari spettacoli viaggianti Art. 115, Tulps. R.d. 773/1931 L. 337/1968, D.P.R. 394/1994 Inizio Eventuali fasi o (anche con altre Unità organizzat.) Provvedimento finale Denuncia di inizio Tombola

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATINO DELL IMMACOLATA

REGOLAMENTO MERCATINO DELL IMMACOLATA REGOLAMENTO MERCATINO DELL IMMACOLATA Art. 1 Svolgimento 1. Il Mercatino dell Immacolata è una fiera che si svolge l 8 dicembre dalle ore 09.00 alle 20.00 nella frazione di Sforzacosta in Via Borgo Sforzacosta

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI CESSIONE DI SERVIZI TELEFONICI E TELEMATICI

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI CESSIONE DI SERVIZI TELEFONICI E TELEMATICI Comune di Reggio Emilia Servizio di Sportello alle Imprese, Commercio e Tutela Ambientale REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI CESSIONE DI SERVIZI TELEFONICI E TELEMATICI (Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ORARI DEI PUBBLICI ESERCIZI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 16 del 02.02.2000 Approvato dal Co.Re.Co. in data 06.03.2000 prot.n. 21606

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO COPERTO DELLA FRAZIONE MARCONIA (Art. 28 D.Lgs. n. 114/98 ed art.

Dettagli

Scheda informativa del modulo B2

Scheda informativa del modulo B2 IN QUALI CASI PUOI UTILIZZARE QUESTO MODULO? Per l esercizio delle attività di commercio su aree pubbliche, disciplinato dal Capo II della L.R. 18.05.2006 n.5 e dal D. Lgs 114/98 (come modificato dal D.

Dettagli

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE TITOLO I COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE IN SEDE FISSA CAPO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEI MERCATINI RISERVATI ALLE ATTIVITÀ DI VENDITA SPORADICHE E OCCASIONALI

REGOLAMENTO COMUNALE DEI MERCATINI RISERVATI ALLE ATTIVITÀ DI VENDITA SPORADICHE E OCCASIONALI COMUNE DI SANT ANTONINO DI SUSA PROVINCIA DI TORINO CAP. 10050 - Tel. 011 96 39 929-011 96 39 930 - FAX 011 96 40 406 E-mail: comune.santantonino@tin.it C o d i c e f i s c a l e e P a r t i t a I V A

Dettagli

Allegato 2 D.C.C. n. 33 del esecutiva il REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO MINORE

Allegato 2 D.C.C. n. 33 del esecutiva il REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO MINORE Allegato 2 D.C.C. n. 33 del 28.04.2003 - esecutiva il 15.05.2003 REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO MINORE 1 Articolo 1 Ente organizzatore Il Comune di Novara organizza il mercatino

Dettagli

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO MERCATO SETTIMANALE

Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO MERCATO SETTIMANALE Comune di Morlupo Provincia di Roma REGOLAMENTO MERCATO SETTIMANALE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 41 del 30.09.2008 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - atti formali di conferma

Dettagli

COMUNE DI SIENA DIREZIONE TERRITORIO

COMUNE DI SIENA DIREZIONE TERRITORIO COMUNE DI SIENA DIREZIONE TERRITORIO REGOLAMENTO PER IL CONTRASTO DEL FENOMENO DELL'ABUSO DI SOSTANZE ALCOLICHE NEL CENTRO STORICO PATRIMONIO MONDIALE UNESCO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI SAINT-VINCENT Marca da bollo

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI SAINT-VINCENT Marca da bollo AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI 11027 SAINT-VINCENT Marca da bollo OGGETTO: Domanda per il rilascio di autorizzazione all esercizio dell attività di vendita al dettaglio su area pubblica IN FORMA ITINERANTE

Dettagli

COMUNE DI PONNA. Provincia di Como (telefono fax P. IVA ) REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE DELLE MOTOSLITTE

COMUNE DI PONNA. Provincia di Como (telefono fax P. IVA ) REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE DELLE MOTOSLITTE COMUNE DI PONNA Provincia di Como (telefono 031-844937 fax 031-844700 P. IVA 00527720130) REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE DELLE MOTOSLITTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 28.11.2009

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a il e residente a C.A.P. in Via in qualità di con sede a CAP in via Codice Fiscale NR REA telefono cellulare

Il/la sottoscritto/a nato/a il e residente a C.A.P. in Via in qualità di con sede a CAP in via Codice Fiscale NR REA telefono cellulare Marca da bollo da 14,62 Modello standard Al Comune di Padova Settore Commercio ed Attività Economiche Ufficio Commercio su Aree Pubbliche PADOVA DOMANDA di AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA all esercizio della

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati. Al comma 1, capoverso ART. 68-bis, dopo il comma 3, aggiungere il seguente:

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati. Al comma 1, capoverso ART. 68-bis, dopo il comma 3, aggiungere il seguente: Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati comma 3, aggiungere infine il seguente periodo: Non si applica, altresì, alcuna limitazione alle attività promosse da circoli e associazioni che abbiano come finalità

Dettagli

CITTA DI COLOGNO MONZESE

CITTA DI COLOGNO MONZESE CITTA DI COLOGNO MONZESE Provincia di Milano PIANO COMUNALE DELLE CESSIONI A FINI SOLIDARISTICI (ai sensi dell articolo 29 bis e 29 ter, della l.r. 6/2010 e della delibera di Giunta Regionale n. X/5061

Dettagli

AUTORIZZAZIONE/COMUNICAZIONE PER IL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA IN FORMA ITINERANTE [art.28 comma 1 lettera b) del D.Lgs. 114/98 art. 24 L.R.

AUTORIZZAZIONE/COMUNICAZIONE PER IL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA IN FORMA ITINERANTE [art.28 comma 1 lettera b) del D.Lgs. 114/98 art. 24 L.R. Comune di Sant Angelo Lomellina Provincia di Pavia SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Via Roma, 35 27030 SANT ANGELO LOMELLINA Tel. 0384-55012 (int. 3 polizia locale), Fax 0384-55313 sito internet

Dettagli

REGOLAMENTO PER I MERCATI ULTRAMENSILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 DEL

REGOLAMENTO PER I MERCATI ULTRAMENSILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 DEL REGOLAMENTO PER I MERCATI ULTRAMENSILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 DEL 28.5.2004 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 DEL 7.6.2012 Art. 1 TIPOLOGIA DEL

Dettagli

segnala quanto contenuto nella rispettiva sezione:

segnala quanto contenuto nella rispettiva sezione: Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA AVVIO ATTIVITÀ NON SOGGETTE A PROGRAMMAZIONE Al Comune di Ai sensi del d.lgs. n.59/2010

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ALLEGATO Oggetto: Criteri di attuazione - commercio su aree pubbliche Art. 1 Definizioni Con il presente provvedimento vengono definiti le direttive ed i criteri di attuazione relativi al commercio su

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PRIVATE

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PRIVATE CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PRIVATE NORME SUL PROCEDIMENTO PER IL RILASCIO AUTORIZZAZIONI PER APERTURA, AMPLIAMENTO, CONCENTRAZIONE E ACCORPAMENTO MEDIE STRUTTURE

Dettagli

COMUNE DI BOFFALORA SOPRA TICINO. Regolamento COMUNALE del COMMERCIO su AREE PUBBLICHE

COMUNE DI BOFFALORA SOPRA TICINO. Regolamento COMUNALE del COMMERCIO su AREE PUBBLICHE COMUNE DI BOFFALORA SOPRA TICINO Regolamento COMUNALE del COMMERCIO su AREE PUBBLICHE Allegato Delibera Consiglio Comunale n. 20 del 28 06 2006 1 S O M M A R I O Titolo I NORMATIVA GENERALE Art. 1 Oggetto

Dettagli

In relazione all'art. 27 comma 2^ lettera b) della Legge Regionale 6/2010 mod. dalla L.R. 3/2011. Sequestro delle merce e delle attrezzature

In relazione all'art. 27 comma 2^ lettera b) della Legge Regionale 6/2010 mod. dalla L.R. 3/2011. Sequestro delle merce e delle attrezzature Art. 25/5 c Legge Regionale 2/2/2010 n 6 Omessa comunicazione all'ente che ha rilasciato l'autorizzazione per subentro di operatore su area pubblica P.M.R.: 3.000,00 Minimo: 1.500,00 Massimo: 10.000,00

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DEI PUBBLICI ESERCIZI. ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DEI PUBBLICI ESERCIZI. ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DEI PUBBLICI ESERCIZI. ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE 1 Le norme del presente Regolamento si applicano ai pubblici esercizi classificati alle lettere a), b) e d),

Dettagli