CORSO DI FORMAZIONE per gli animatori e il personale del GAL, nonché gli stakeholder dell Alto Bellunese:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI FORMAZIONE per gli animatori e il personale del GAL, nonché gli stakeholder dell Alto Bellunese:"

Transcript

1 CORSO DI FORMAZIONE per gli animatori e il personale del GAL, nonché gli stakeholder dell Alto Bellunese: «LE POLITICHE DI SVILUPPO LOCALE NELLA PROGRAMMAZIONE DELL UNIONE EUROPEA : PROGRAMMI, RISORSE, STRUMENTI»

2 La programmazione dell Unione europea : programmi, risorse, strumenti Longarone (BL), giovedì 21 gennaio 2016 Relatore: dott. Mauro Varotto

3 Programma ore Il quadro strategico Il quadro finanziario Il quadro programmatorio ore I Fondi strutturali e di investimento europei Guida alla lettura dei programmi operativi regionale FESR e FSE ore Domande e discussione

4 PER UN APPROCCIO CORRETTO ALL UNIONE EUROPEA

5 «L integrazione europea non è un essere, ma un divenire; non è una situazione acquisita, ma un processo; non è un risultato, ma l azione mirata al raggiungimento di quel risultato.» Leontin-Jean Constantinesco ( )

6 «l Unione agisce esclusivamente nei limiti delle competenze che le sono attribuite dagli Stati membri nei trattati per realizzare gli obiettivi da questi stabiliti.» (art. 5 TUE)

7 28 8

8

9

10

11 TITOLO II DISPOSIZIONI FINANZIARIE CAPO 1 RISORSE PROPRIE DELL'UNIONE L Unione si dota dei mezzi necessari per conseguire i suoi obiettivi e per portare a compimento le sue politiche. CAPO 2 QUADRO FINANZIARIO PLURIENNALE Il quadro finanziario pluriennale mira ad assicurare l ordinato andamento delle spese dell Unione entro i limiti delle sue risorse proprie. È stabilito per un periodo di almeno cinque anni. Il bilancio annuale dell'unione è stabilito nel rispetto del quadro finanziario pluriennale. CAPO 3 BILANCIO ANNUALE DELL'UNIONE L esercizio finanziario ha inizio il 1 gennaio e si chiude al 31 dicembre. CAPO 4 ESECUZIONE DEL BILANCIO E SCARICO La Commissione dà esecuzione al bilancio in cooperazione con gli Stati membri ( )

12 Obiettivi comuni dell Unione europea

13 Attività dell Unione europea Competenze esclusive dell UE Quando i trattati attribuiscono all'unione una competenza esclusiva in un determinato settore, solo l'unione può legiferare e adottare atti giuridicamente vincolanti. 1. Unione doganale 2. Regole di concorrenza per il funzionamento del mercato interno 3. Politica monetaria degli Stati della zona euro 4. Conservazione delle risorse biologiche del mare, nel quadro della politica comune della pesca 5. Politica commerciale comune 6. Accordi internazionali per attuare le politiche interne Competenze concorrenti/ condivise tra UE e Stati: principi di sussidiarietà e proporzionalità Quando i trattati attribuiscono all'unione una competenza concorrente con quella degli Stati membri in un determinato settore, l'unione e gli Stati membri possono legiferare e adottare atti giuridicamente vincolanti in tale settore. Gli Stati membri esercitano la loro competenza nella misura in cui l'unione non ha esercitato la propria. 7. Mercato interno e quattro libertà 8. Politica sociale, nei limiti Trattato 9. Coesione economica, sociale e territoriale 10. Agricoltura e pesca 11. Ambiente 12. Protezione dei consumatori 13. Trasporti 14. Reti transeuropee 15. Energia 16. Libertà, sicurezza e giustizia 17. Problemi comuni di sicurezza in materia di sanità pubblica 18. Ricerca e sviluppo, spazio 19. Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario Competenze complementari dell UE In taluni settori e alle condizioni previste dai trattati, l'unione ha competenza per svolgere azioni intese a sostenere, coordinare o completare l'azione degli Stati membri, senza tuttavia sostituirsi alla loro competenza in tali settori. 20. Tutela e miglioramento della salute umana 21. Industria 22. Cultura 23. Turismo 24. Istruzione, formazione professionale, gioventù e sport 25. Protezione civile 26. Cooperazione amministrativa Coordinamento politiche economiche Coordinamento politiche occupazionali Coordinamento politiche sociali Politica estera e di sicurezza comune e politica di difesa comune

14

15 Livelli diversi di integrazione

16 PARLIAMO DI POLITICA

17 Viviamo in un mondo sempre più interconnesso con nuove sfide globali Interconnected global challenges Source: International Geosphere-Biosphere Programme, adapted from World Economic Forum, Global Risks Report (2011)

18 Che cosa può fare in concreto l Unione europea?

19 Sfide Obiettivi MEZZI Come affrontare la concorrenza mondiale, le nuove fonti di competitività e di innovazione nell'era della globalizzazione? Come affrontare i cambiamenti climatici e gestire in modo efficace la disponibilità limitata di risorse? Come assicurare la stabilità economica e finanziaria dei Paesi che aderiscono all UE e all euro? Come affrontare i cambiamenti demografici e le tendenze sociali emergenti, quali disoccupazione, esclusione sociale, immigrazione? Come promuovere i valori europei e tutelare i diritti dei cittadini? Come favorire la stabilità mondiale? Nuova governance economica europea e unione bancaria, fiscale, economica e politica Sviluppare una economia basata sulla conoscenza e sull innovazione Promuovere una economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva Promuovere un economia con un alto tasso d occupazione, che favorisca la coesione economica, sociale e territoriale Creare uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia, senza frontiere interne Sviluppare relazioni internazionali, basate sui principi fondamentali della democrazia, dello Stato di diritto, dei diritti umani e delle libertà fondamentali, della dignità dell'uomo, dell'uguaglianza e della solidarietà Coordinamento delle politiche economiche nazionali nel Semestre Europeo Agenda strategica per lo sviluppo: Crescita intelligente Crescita sostenibile Crescita inclusiva Agenda europea sulla sicurezza Agenda europea sulla migrazione Azione esterna Politica estera e di sicurezza comune Politica di difesa e sicurezza comune

20 Risorse finanziarie dell Unione europea Sfide Obiettivi RISORSE 1 Stabilità economica e finanziaria Paesi UE Governance economica e unione bancaria, fiscale, economica e politica Istituzione finanziaria internazionale: Meccanismo europeo di stabilità capitale Paesi Euro: 700 miliardi 2 Concorrenza mondiale e globalizzazione 3 Cambiamenti climatici e uso efficiente delle risorse 4 Cambiamenti demografici e tendenze sociali 5 6 Valori europei e diritti dei cittadini Stabilità mondiale Economia della conoscenza Economia verde Economia solidale Spazio interno di libertà, sicurezza e giustizia Relazioni internazionali basate su pace e solidarietà Quadro finanziario pluriennale Rubrica 1.a. Competitività 142 miliardi Quadro finanziario pluriennale Rubrica 2. Risorse naturali 420 miliardi Quadro finanziario pluriennale Rubrica 1.b. Coesione 367 miliardi Quadro finanziario pluriennale Rubrica 3.Sicurezza e cittadinanza 18 miliardi Quadro finanziario pluriennale Rubrica 4. Ruolo mondiale dell UE 66 miliardi 11 Fondo Europeo di Sviluppo 30,5 miliardi QFP a prezzi correnti, adeguamento tecnico al 2016

21 Priorità politiche

22 Programmi di spesa e fondi di investimento dell UE Sfide Obiettivi PROGRAMMI E FONDI DI INVESTIMENTO 1 2 Concorrenza mondiale e globalizzazione 3 Cambiamenti climatici e uso efficiente delle risorse 4 Cambiamenti demografici e tendenze sociali 5 6 Stabilità economica e finanziaria Paesi UE Valori europei e diritti dei cittadini Stabilità mondiale Governance economica Economia della conoscenza Economia verde Economia solidale Spazio interno di libertà, sicurezza e giustizia Relazioni internazionali basate su pace e solidarietà 700 md 142 md 420 md 367 md 18 md 66 md Sostegno economico sulla base di programmi nazionali di aggiustamento macroeconomico Fondo europeo investimenti strategici (FEIS) Programma Orizzonte 2020 Programma COSME Programma EaSI Programma Erasmus+ Meccanismo per collegare l Europa e Grandi progetti Dogana Fiscalis Pericle Hercule III Agricoltura e Sviluppo rurale: Fondi FEAGA e FEASR Pesca e acquacoltura: Fondo FEAMP Programma LIFE Fondo europeo di sviluppo regionale- FESR Fondo sociale europeo - FESR Fondo di coesione - FC Fondo «Asilo e migrazione» e Fondo «Sicurezza interna» Programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza Programma Giustizia - Programma Europa creativa Programma: Europa per i cittadini Protezione civile Programmi: Salute per la crescita - Consumatori Pre-adesione: IPA II Partenariato: PI Aiuto umanitario Vicinato: ENI Stabilità: IFS Protezione civile esterna: CPFI PESC Assist. macrof. Sviluppo: DCI Nucleare: INSC Diritti umani: EIDHR 30,5 md 11 Fondo europeo di sviluppo (Stati ACP-PTOM Fondo garanzia

23 REGOLAMENTO (UE, EURATOM) N. 1311/2013 DEL CONSIGLIO del 2 dicembre 2013 che stabilisce il quadro finanziario pluriennale per il periodo STRUMENTI SPECIALI NON PREVISTI DAL QFP Riserva per gli aiuti d urgenza Fondo di solidarietà dell Unione europea Strumento di flessibilità Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione Margine per imprevisti importo annuo di 280 milioni (a prezzi 2011) per una risposta rapida alle esigenze di aiuto specifiche dei paesi terzi, a seguito di eventi imprevisti al momento della formazione del bilancio, in primo luogo per interventi umanitari ma anche a fini di gestione civile delle crisi e protezione civile e in situazioni particolarmente difficili dovute alla pressione dei flussi migratori alle frontiere esterne dell Unione massimale annuo di 500 milioni (a prezzi 2011) per assistenza finanziaria in caso di catastrofi gravi sul territorio di uno Stato membro o di un paese candidato massimale annuo di 471 milioni (a prezzi 2011) per permettere il finanziamento, per un dato esercizio ed entro il limite degli importi indicati, di spese chiaramente identificate che non potrebbero essere finanziate all'interno di altre Rubriche massimale annuo di 150 milioni (a prezzi 2011) per concedere contributi pari al 60% dei costi sostenuti dagli Stati membri per attuare «pacchetti coordinati di servizi personalizzati», a favore di lavoratori risultati in esubero e/o di lavoratori autonomi che hanno cessato l attività, a causa delle dinamiche della globalizzazione o della crisi 0,03 % del reddito nazionale lordo dell'unione è costituito al di fuori dei massimali del QFP, come strumento di ultima istanza per reagire a circostanze impreviste

24 L 86% delle risorse dell UE per il periodo sostiene gli obiettivi della strategia «Europa 2020»

25 Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva: la strategia «Europa 2020» Allegato I delle Conclusioni adottate dal Consiglio europeo del 17 giugno 2010 Una visione economica di medio termine: 3 priorità 5 obiettivi concreti per il programmi di riforme (Iniziative faro) per centrare gli obiettivi Crescita intelligente 1. il 3% del PIL deve essere investito in ricerca e sviluppo 2. il tasso di abbandono scolastico deve essere inferiore al 10% e almeno il 40% delle persone tra i 30 e i 34 anni deve essere laureato L Unione dell Innovazione Agenda digitale europea Gioventù in movimento Crescita sostenibile Crescita inclusiva 3. devono essere raggiunti i seguenti traguardi in materia di clima/energia: riduzione del 20% rispetto al 1990 delle emissioni di gas a effetto serra produzione del 20% del totale di energia da fonti rinnovabili riduzione di almeno 20% del consumo di energia rispetto alle proiezioni per il il 75% delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni deve avere un lavoro, in particolare giovani, anziani, immigrati 5. almeno 20 milioni di persone devono essere liberate dal rischio di povertà Un Europa efficiente sotto il profilo delle risorse Una politica industriale integrata per l era della globalizzazione Piattaforma europea contro la povertà Agenda per nuove competenze e nuovi posti di lavoro

26 Gli obiettivi del «Programma nazionale di riforma (PNR)» dell Italia PRIORITA UE: obiettivi 2020 PNR Italia: obiettivi 2020 Crescita intelligente Crescita sostenibile Crescita inclusiva 1. il 3% del PIL deve essere investito in ricerca e sviluppo 2. il tasso di abbandono scolastico deve essere inferiore al 10% e almeno il 40% dei giovani deve essere laureato 3. devono essere raggiunti i seguenti traguardi in materia di clima/energia: riduzione del 20% rispetto al 1990 delle emissioni di gas a effetto serra produzione del 20% del totale di energia da fonti rinnovabili riduzione di almeno 20% del consumo di energia rispetto alle proiezioni per il il 75% delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni deve avere un lavoro 5. almeno 20 milioni di persone devono essere liberate dal rischio di povertà 1. l 1,53% del PIL deve essere investito in ricerca e sviluppo 2. il tasso di abbandono scolastico deve essere inferiore al 15-16% e almeno il 26-27% dei giovani deve essere laureato 3. devono essere raggiunti i seguenti traguardi in materia di clima/energia: riduzione del 13% rispetto al 1990 delle emissioni di gas a effetto serra produzione del 17% del totale di energia da fonti rinnovabili riduzione di almeno 27,9% del consumo di energia rispetto alle proiezioni per il il 67-69% delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni deve avere un lavoro 5. almeno 2,2 milioni di persone devono essere liberate dal rischio di povertà

27 DALLE POLITICHE AI PROGRAMMI

28 Europa 2020: programmi per la crescita intelligente Quadro finanziario pluriennale a. Competitività per la crescita e l occupazione Sfide Obiettivi RISORSE Come affrontare la concorrenza mondiale, le nuove fonti di competitività e di innovazione nell'era della globalizzazione? CRESCITA INTELLIGENTE: sviluppare una economia basata sulla conoscenza e sull innovazione Quadro finanziario pluriennale Rubrica 1.a. Competitività 142 miliardi PROGRAMMI DI SPESA Programma «Orizzonte 2020» Programma «COSME» Programma «EaSI» 75 miliardi 2,3 miliardi 1 miliardo Programma «Erasmus +» 14,8 miliardi Meccanismo per collegare l Europa 30,4 miliardi Fondo europeo per gli investimenti strategici 16 miliardi Programmi: Dogana Fiscalis Pericle Hercule III 1 miliardo Sicurezza nucleare in Europa 2,8 miliardi Grandi progetti : Galileo, EGNOS, ITER e Copernicus 14,2 miliardi

29 Europa 2020: programmi per la crescita inclusiva Quadro finanziario pluriennale b. Coesione economica, sociale e territoriale Sfide Obiettivi RISORSE Come affrontare i cambiamenti demografici e le tendenze sociali emergenti (disoccupazione, esclusione sociale, immigrazione)? CRESCITA INCLUSIVA: Promuovere una economia con un alto tasso di occupazione, che favorisca la coesione sociale e territoriale Quadro finanziario pluriennale Rubrica 1.b. Coesione 367 miliardi FONDI DI INVESTIMENTO Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR): infrastrutture, imprese, reti Fondo sociale europeo (FSE): sostegno alle persone Fondo di coesione (FC): grandi infrastrutture

30 Europa 2020: programmi per la crescita sostenibile Quadro finanziario pluriennale Crescita sostenibile: risorse naturali Sfide Obiettivi RISORSE Come affrontare i cambiamenti climatici e gestire in modo efficace la disponibilità limitata di risorse? CRESCITA SOSTENIBILE: Promuovere una economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva Quadro finanziario pluriennale Rubrica 2. Risorse naturali 420 miliardi PROGRAMMI E FONDI DI INVESTIMENTO Fondo europeo agricolo di garanzia - FEAGA 313 miliardi Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca - FEAMP 7,5 miliardi Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - FEASR 96 miliardi Programma per l ambiente e azione per il clima - LIFE 3,5 miliardi

31 Quadro finanziario pluriennale Sicurezza e cittadinanza Sfide Obiettivi RISORSE Come promuovere i valori europei e tutelare i diritti dei cittadini? Creare uno spazio di libertà, sicurezza e giustizia senza frontiere interne PROGRAMMI E FONDI DI INVESTIMENTO Quadro finanziario pluriennale Rubrica 3.Sicurezza e cittadinanza 18 miliardi Fondo «Asilo e migrazione» Fondo «Sicurezza interna» Sistemi IT «Giustizia» 3,1 miliardi 3,8 miliardi 139 milioni 378 milioni «Diritti, uguaglianza e cittadinanza» 439 milioni «Europa per i cittadini» 185 milioni Sicurezza alimentare 1,9 miliardi Meccanismo unionale di «Protezione civile» 224 milioni «Tutela dei consumatori» 188 milioni «Salute per la crescita» 449,3 milioni «Europa creativa» 1,5 miliardi

32 Quadro finanziario pluriennale Ruolo mondiale dell Europa Sfide Obiettivi RISORSE Come favorire la stabilità mondiale? Sviluppare relazioni internazionali, basate sui principi fondamentali della democrazia, dello Stato di diritto, dei diritti umani e delle libertà fondamentali, della dignità dell'uomo, dell'uguaglianza e della solidarietà Quadro finanziario pluriennale Rubrica 4. Ruolo mondiale dell UE 66 miliardi PROGRAMMI E FONDI DI INVESTIMENTO Pre-adesione: IPA II 11,7 miliardi Vicinato: ENI 15,4 miliardi Sviluppo: DCI 19,6 miliardi Partenariato: PI 1 miliardo Stabilità: IFS 2,3 miliardi Nucleare: INSC 225 milioni Fondo garanzia 1,2 miliardi Diritti umani: EIDHR 1,3 miliardi Aiuti umanitari 6,6 miliardi Assistenza macrofinanziaria 565 milioni Protezione civile 145 milioni PESC 2,3 miliardi 11 Fondo europeo di sviluppo per Stati ACP e PTOM 30,5 miliardi

33 Tel Via Guido Rossa, Ponte San Nicolò (PD)

Un Europa che punta a innovare: la strategia e il quadro dell Unione europea in materia di innovazione. Mauro Varotto, EURIS srl

Un Europa che punta a innovare: la strategia e il quadro dell Unione europea in materia di innovazione. Mauro Varotto, EURIS srl Un Europa che punta a innovare: la strategia e il quadro 2014-2020 dell Unione europea in materia di innovazione. Mauro Varotto, EURIS srl In un mondo sempre più interconnesso, ci sono nuove sfide globali

Dettagli

PILASTRI DELLA POLITICA

PILASTRI DELLA POLITICA PILASTRI DELLA POLITICA DI SOSTEGNO EUROPEA STRATEGIA DI LISBONA 13.12.2007 firma del Trattato di Lisbona 1.12.2009 entrata in vigore del Trattato che modifica il Trattato sull UE e del Trattato che istituisce

Dettagli

I fondi europei 2014-2020

I fondi europei 2014-2020 Giuliano Bartolomei - Alessandra Marcozzi I fondi europei 2014-2020 Guida operativa per conoscere ed utilizzare i fondi europei 2 a edizione ampliata ed aggiornata dopo l approvazione dei Programmi Operativi

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. I programmi comunitari 2014-2020

UNIONE EUROPEA Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. I programmi comunitari 2014-2020 I programmi comunitari 2014-2020 Ambiente SETTORE Life 2014-2020 2007-2013 Life + Protezione e sicurezza dei cittadini Ambiente Ricerca Innovazione e imprese Ambiente Energia Sicurezza e protezione dei

Dettagli

Europa 2020: priorità e obiettivi della programmazione

Europa 2020: priorità e obiettivi della programmazione EUROPA 2020 ED ENTI LOCALI Seminario tematico Valorizzare la cultura e i beni culturali di un territorio Europa 2020: priorità e obiettivi della programmazione 2014-2020 Paolo Rosso Venerdì 17.10.2014

Dettagli

Opportunità di finanziamento dell Unione Europea

Opportunità di finanziamento dell Unione Europea Opportunità di finanziamento dell Unione Europea Convegno Nazionale La Blue Economy - opportunità e prospettive per l Italia 3 aprile 2014 Senato della Repubblica Fondi Strutturali e di investimento Fondo

Dettagli

Programmazione 2014-2020

Programmazione 2014-2020 Centro di Iniziativa per l Europa del Piemonte, Via G. B. La Salle 17, Torino. Programmazione 2014-2020 1 Possibilità di finanziamento Autofinanziamento Fund raising Crowd funding Fondazioni bancarie,

Dettagli

UNPLI Corso di formazione regionale

UNPLI Corso di formazione regionale UNPLI Corso di formazione regionale Ottobre 2016 Come accedere ai Fondi Europei Temi, Metodi, Strategie 1 L Unione Europea Metodo Aperto di Coordinamento delle Politiche Strategie comuni 1990 2000 2010

Dettagli

Le opportunità offerte nel settore salute dai Fondi Europei : un quadro di insieme

Le opportunità offerte nel settore salute dai Fondi Europei : un quadro di insieme Progetto Operativo di Assistenza Tecnica - P.O.A.T. Salute Linea 7 Regione Siciliana Supporto operativo alla diffusione delle competenze in materia di programmazione, adesione a programmi e progetti di

Dettagli

Le competenze dell'ue

Le competenze dell'ue Le competenze dell'ue 1951 CECA sei paesi fondatori pace, integrazione europea, incremento occupazione 1957 CEE EURATOM creazione di un mercato comune, un'unione doganale ed estensione dell'integrazione

Dettagli

Strategia Europa 2020, PON e POR

Strategia Europa 2020, PON e POR Strategia Europa 2020, PON e POR Corso sulla Città metropolitana docente: arch. Andrea Pasetti Gli obiettivi della strategia Europa 2020: una crescita intelligente, sostenibile e solidale (Politica di

Dettagli

PROGETTO DI BILANCIO RETTIFICATIVO N. 2 AL BILANCIO GENERALE 2015

PROGETTO DI BILANCIO RETTIFICATIVO N. 2 AL BILANCIO GENERALE 2015 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 20.1.2015 COM(2015) 16 final PROGETTO DI BILANCIO RETTIFICATIVO N. 2 AL BILANCIO GENERALE 2015 CHE ACCOMPAGNA LA PROPOSTA DI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO RECANTE MODIFICA DEL

Dettagli

La pianificazione delle politiche e della progettazione europea

La pianificazione delle politiche e della progettazione europea La pianificazione delle politiche e della progettazione europea Il contesto organizzativo Modello basato su: un ufficio di coordinamento centrale della Direzione Pianificazione e Sviluppo Organizzativo

Dettagli

EUROPA 2020 ed enti locali: i programmi della Cooperazione Territoriale e il programma INTERREG ITALIA-CROAZIA

EUROPA 2020 ed enti locali: i programmi della Cooperazione Territoriale e il programma INTERREG ITALIA-CROAZIA CANTIERI EUROPA 2020 EUROPA 2020 ED ENTI LOCALI EUROPA 2020 ed enti locali: i programmi della Cooperazione Territoriale e il programma INTERREG ITALIA-CROAZIA Giovedì 1 dicembre 2016 Marco MARINUZZI Sede

Dettagli

2) CULTURA - AUDIOVISIVO

2) CULTURA - AUDIOVISIVO Fondi UE a gestione diretta: una panoramica dei nuovi programmi 2014-2020 La futura generazione di programmi sarà caratterizzata da alcuni elementi di fondo: nel settennio 2014-2020 sarà prioritario concentrarsi

Dettagli

I finanziamenti a gestione diretta della Commissione europea

I finanziamenti a gestione diretta della Commissione europea I finanziamenti a gestione diretta della Commissione europea Questo materiale didattico rientra nell ambito dei Pecorsi e-learning di alta formazione specialistica del Progetto Esperi@ - Rafforzamento

Dettagli

INDICE SOMMARIO I. TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA

INDICE SOMMARIO I. TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA INDICE SOMMARIO Prefazioni... Notizie sugli autori... Guida alla consultazione... Cronologia essenziale... XI XVII XXIII XXXI I. TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA Preambolo... 3 TITOLO I. Disposizioni comuni

Dettagli

I fondi europei breve introduzione. Barbara Chiavarino

I fondi europei breve introduzione. Barbara Chiavarino I fondi europei breve introduzione 1 Dove cercheremo di capire perché progettare in modo partecipato e orientato ai risultati è sempre più una necessità A che serve? 2 I Fondi europei si suddividono in:

Dettagli

Politica di Coesione dell UE Francesca Michielin Commissione Europea, Direzione Politiche Regionali

Politica di Coesione dell UE Francesca Michielin Commissione Europea, Direzione Politiche Regionali di Coesione dell UE 2014 2020 Francesca Michielin Commissione Europea, Direzione Politiche Regionali 1 PIL/procapite* < 75% media UE 75-90% > 90% *index EU27=100 Canarias Guyane Réunion Guadeloupe/ Martinique

Dettagli

Strategia Europa 2020

Strategia Europa 2020 PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Linea 3 - Ambito 1 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in rete.

Dettagli

GUIDA AI FONDI EUROPEI 2014-2020

GUIDA AI FONDI EUROPEI 2014-2020 GUIDA AI FONDI EUROPEI 2014-2020 Metafora srl 1 Premessa Metafora srl 2 Europa 2020 rappresenta la nuova strategia di sviluppo dell UE che sostituisce la Strategia di Lisbona. Nel marzo 2010, la Commissione

Dettagli

Francesco Riganti Guida rapida ai fondi europei 2007 2013

Francesco Riganti Guida rapida ai fondi europei 2007 2013 Francesco Riganti Guida rapida ai fondi europei 2007 2013 La programmazione 2007-2013 concorre al conseguimento delle priorità politiche dell'unione Europea, in risposta alle numerose sfide del XXI secolo

Dettagli

Accordo di Partenariato per il ciclo di programmazione dei Fondi strutturali

Accordo di Partenariato per il ciclo di programmazione dei Fondi strutturali Accordo di Partenariato per il ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014-2020 Presentazione alla stampa della Bozza di Accordo 10 dicembre 2013 Fondi comunitari disponibili per il 2014-2020 (risorse

Dettagli

Proposta di REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO

Proposta di REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 20.1.2015 COM(2015) 15 final 2015/0010 (APP) Proposta di REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO recante modifica del regolamento (UE, Euratom) n. 1311/2013 che stabilisce il quadro finanziario

Dettagli

L utilizzo del Fondi Europei per le PMI e per lo sport

L utilizzo del Fondi Europei per le PMI e per lo sport L utilizzo del Fondi Europei per le PMI e per lo sport Fondi UE e Strutture Sportive Dr. Nicola Zerboni Verona, 21 marzo 2017 1 PROGRAMMI EUROPEI QUADRO DI RIFERIMENTO 2 STRATEGIA EUROPA 2020 IN PILLOLE

Dettagli

STRATEGIA EUROPA 2020

STRATEGIA EUROPA 2020 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Strategia EUROPA 2020 Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. REGOLAMENTO (UE) n. 1303/2013 Stabilisce le norme comuni applicabili al Fondo europeo

Dettagli

Obiettivo della strategia EUROPA 2020:

Obiettivo della strategia EUROPA 2020: Obiettivo della strategia EUROPA 2020: L Europa fissa tre priorità: una crescita intelligente: sviluppare un economia basata sulla conoscenza e sull innovazione, una crescita sostenibile: promuovere un'economia

Dettagli

Fondi strutturali europei I FONDI STRUTTURALI EUROPEI E LA DISPERSIONE SCOLASTICA

Fondi strutturali europei I FONDI STRUTTURALI EUROPEI E LA DISPERSIONE SCOLASTICA 1 Fondi strutturali europei I FONDI STRUTTURALI EUROPEI E LA DISPERSIONE SCOLASTICA L UNIONE EUROPEA: STATI MEMBRI 2 L UNIONE EUROPEA: STATI MEMBRI Austria Romania Belgio Bulgaria Cipro Danimarca Estonia

Dettagli

I FONDI EUROPEI : la mappa delle opportunità corso online

I FONDI EUROPEI : la mappa delle opportunità corso online I FONDI EUROPEI 2014-2020: la mappa delle opportunità corso online Mini-corso online, per comprendere le opportunità di finanziamento offerte dall'europa e quali sono le condizioni di base per partecipare

Dettagli

LA NUOVA STAGIONE DEL FONDO SOCIALE 2014-2020. Lea Battistoni Napoli,16 novembre 2011

LA NUOVA STAGIONE DEL FONDO SOCIALE 2014-2020. Lea Battistoni Napoli,16 novembre 2011 LA NUOVA STAGIONE DEL FONDO SOCIALE 2014-2020 Lea Battistoni Napoli,16 novembre 2011 Dalla Strategia di Lisbona alla crisi perfetta Strategia di Lisbona dopo crisi 94, sviluppo di una Europa dell euro

Dettagli

L UE: Prospettive e possibilità 2015/2020

L UE: Prospettive e possibilità 2015/2020 L UE: Prospettive e possibilità 2015/2020 Prof. Piercarlo Valtorta CENTRO EUROPEO RISORSE UMANE L Unione Europea 503 milioni di abitanti, 28 paesi OBIETTIVI DELL UNIONE EUROPEA La pace e il rispetto dei

Dettagli

Strategie e strumenti a favore della crescita e occupazione: nuovi trends e strumenti UE. CAMPUS EUROPE Campobasso, 30 gennaio 2015

Strategie e strumenti a favore della crescita e occupazione: nuovi trends e strumenti UE. CAMPUS EUROPE Campobasso, 30 gennaio 2015 Strategie e strumenti a favore della crescita e occupazione: nuovi trends e strumenti UE CAMPUS EUROPE Campobasso, 30 gennaio 2015 Ginevra Del Vecchio DCPE- Unit 1-Comitato delle Regioni e delle città

Dettagli

La programmazione UE 2014-2020

La programmazione UE 2014-2020 La programmazione UE 2014-2020 Gianpaolo Varchetta - Dottore Commercialista Revisore dei Conti Via Colonna 14, 80121 Napoli, tel & fax +39/ 081405655 081 4207876, g.varchetta@primazienda.it Europa 2020

Dettagli

FEAMP. Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca presentazione di sintesi

FEAMP. Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca presentazione di sintesi Progetto finanziato dalla Regione Autonoma Sardegna Assessorato dell Agricoltura FEAMP Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca 2014-2020 presentazione di sintesi COSA SONO I CAP I CAP sono i Centri Assistenza

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 25.11.2015 C(2015) 8452 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 25.11.2015 recante approvazione del programma operativo "Programma operativo FEAMP ITALIA 2014-2020"

Dettagli

Politica di coesione dell'ue Politica di coesione dell'unione europea

Politica di coesione dell'ue Politica di coesione dell'unione europea dell'ue 2014 2020 Struttura della presentazione 1. Qual è l'impatto della politica di coesione dell'ue? 2. Qual è la ragione delle proposte della Commissione per il periodo 2014-2020? 3. Quali sono le

Dettagli

BILANCIO GENERALE DELL UNIONE EUROPEA PER L ESERCIZIO 2004

BILANCIO GENERALE DELL UNIONE EUROPEA PER L ESERCIZIO 2004 COMMISSIONE EUROPEA BILANCIO GENERALE DELL UNIONE EUROPEA PER L ESERCIZIO 2004 Sintesi in cifre BRUXELLES LUSSEMBURGO, GENNAIO 2004 Numerose altre informazioni sull Unione europea sono disponibili su Internet

Dettagli

LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA

LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA POLITICHE INTERNE DELL UE: PESCA, TRASPORTI E RETI TRANSEUROPEE PROF.SSA MARIATERESA STILE Indice 1 LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA ------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 9.12.2015 C(2015) 9108 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 9.12.2015 che approva determinati elementi del programma di cooperazione "(Interreg V-A) Italia-Svizzera"

Dettagli

La Commissione europea e i parlamenti nazionali. di Emilio Dalmonte Vicedirettore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

La Commissione europea e i parlamenti nazionali. di Emilio Dalmonte Vicedirettore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea La Commissione europea e i parlamenti nazionali di Emilio Dalmonte Vicedirettore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea 1. La Commissione europea 2. I principi fondamentali 3. Le competenze

Dettagli

ALLEGATO TABELLA DI CORRISPONDENZA DI CUI ALL'ARTICOLO 5 DEL TRATTATO DI LISBONA. A. Trattato sull'unione europea. Articolo 1bis Articolo 2

ALLEGATO TABELLA DI CORRISPONDENZA DI CUI ALL'ARTICOLO 5 DEL TRATTATO DI LISBONA. A. Trattato sull'unione europea. Articolo 1bis Articolo 2 C 306/202 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 17.12.2007 ALLEGATO TABELLA DI CORRISPONDENZA DI CUI ALL'ARTICOLO 5 DEL TRATTATO DI LISBONA A. Trattato sull'unione europea Vecchia numerazione del trattato

Dettagli

Corso di Europrogettazione

Corso di Europrogettazione Corso di Europrogettazione Finanziamento Progetto CulturAbilità LA STRUTTURA DEL BILANCIO DELL UNIONE EUROPEA: COSA SONO I PROGETTI E DA DOVE VENGONO? 14 Luglio 2015 Docente: Marco Maggiolo Responsabile

Dettagli

Trattato di Lisbona 2009: Nasce il Metodo Comunitario

Trattato di Lisbona 2009: Nasce il Metodo Comunitario Trattato di Lisbona 2009: Nasce il Metodo Comunitario Dà per la prima volta la caratteristica di organizzazione sovranazionale ( e non più solo internazionale) all Europa Si fonda sull'interazione fra

Dettagli

Regione Siciliana Ufficio di Bruxelles. Il turismo nell Unione Europea

Regione Siciliana Ufficio di Bruxelles. Il turismo nell Unione Europea Regione Siciliana Ufficio di Bruxelles Il turismo nell Unione Europea Le politiche europee in materia di turismo Comunicazione della Commissione Il turismo è settore chiave dell economia europea Il turismo

Dettagli

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 1. Il quadro normativo di riferimento Il Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, istituisce il Fondo

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 12.2.2015 C(2015) 922 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 12.2.2015 che approva determinati elementi del programma operativo "POR Piemonte FESR" per il sostegno

Dettagli

STRATEGIA EUROPA 2020: LA POLITICA INDUSTRIALE DELL UNIONE EUROPEA E L INIZIATIVA INNOVATION UNION

STRATEGIA EUROPA 2020: LA POLITICA INDUSTRIALE DELL UNIONE EUROPEA E L INIZIATIVA INNOVATION UNION STRATEGIA EUROPA 2020: LA POLITICA INDUSTRIALE DELL UNIONE EUROPEA E L INIZIATIVA INNOVATION UNION Che cos è la Strategia Europa 2020? Europa 2020 è la nuova strategia dell Unione europea per la crescita

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 17.8.2015 C(2015) 5903 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 17.8.2015 che approva determinati elementi del programma operativo "POR Veneto FESR 2014-2020"

Dettagli

«Eusalp, una sfida per il futuro dell Europa: il ruolo del Veneto» Federico Caner

«Eusalp, una sfida per il futuro dell Europa: il ruolo del Veneto» Federico Caner PER GLI STATI MEMBRI LA STRATEGIA E LE REGIONI MACROREGIONALE ALPINA EUSALP: UNA SFIDA COMUNE «Eusalp, una sfida per il futuro dell Europa: il ruolo del Veneto» Federico Caner Assessore al Turismo, Economia

Dettagli

I Fondi Strutturali per la competitività territoriale e l attuazione della strategia Europa 2020

I Fondi Strutturali per la competitività territoriale e l attuazione della strategia Europa 2020 I Fondi Strutturali per la competitività territoriale e l attuazione della strategia Europa 2020 Morena Diazzi AdG POR FESR Emilia-Romagna Bologna, 6 dicembre 2011 I Fondi Strutturali per la competitività

Dettagli

Il contributo dell agricoltura e dello sviluppo rurale agli obiettivi di Europa 2020

Il contributo dell agricoltura e dello sviluppo rurale agli obiettivi di Europa 2020 Il contributo dell agricoltura e dello sviluppo rurale agli obiettivi di Europa 2020 Andrea Comacchio Regione Veneto - Dipartimento Agricoltura e Sviluppo Rurale Venezia 3 aprile 2014 PAC Politica Agricola

Dettagli

L Unione europea: 497 milioni di abitanti, 27 paesi

L Unione europea: 497 milioni di abitanti, 27 paesi L Unione europea: 497 milioni di abitanti, 27 paesi Stati membri dell Unione europea Paesi candidati I padri fondatori Idee nuove per un lungo periodo di pace e prosperità Konrad Adenauer Alcide De Gasperi

Dettagli

FONDI EUROPEI

FONDI EUROPEI FONDI EUROPEI 2014-2020 UNGHERIA Redatto da ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Desk Fondi Strutturali Budapest, settembre 2014

Dettagli

I fondi europei diretti nell ambito della salute e del sociale. Silvia Obkircher 21 aprile 2016

I fondi europei diretti nell ambito della salute e del sociale. Silvia Obkircher 21 aprile 2016 I fondi europei diretti nell ambito della salute e del sociale Silvia Obkircher 21 aprile 2016 Lo sportello per i finanziamenti europei diretti in Alto Adige primo orientamento e prima consulenza newsletter

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 3.8.205 C(205) 5854 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 3.8.205 che approva determinati elementi del programma operativo "POR Puglia FESR-FSE" per il sostegno

Dettagli

POLITICHE E STRATEGIE PER IL CLIMA. Mauro Bigi, Indica srl. Ferrara 21 Marzo 2013

POLITICHE E STRATEGIE PER IL CLIMA. Mauro Bigi, Indica srl. Ferrara 21 Marzo 2013 POLITICHE E STRATEGIE PER IL CLIMA Mauro Bigi, Indica srl Ferrara 21 Marzo 2013 Ferrara 21 marzo 2013 Cosasuccedenell UE? Politiche UE sucambiamentoclimatico StrategiaEuropa2020 Direttiva UE sull EfficienzaEnergetica

Dettagli

IL QUADRO FINANZIARIO DELL UE 2014-2020 PER LA CRESCITA E LA COESIONE

IL QUADRO FINANZIARIO DELL UE 2014-2020 PER LA CRESCITA E LA COESIONE Workshop: «Le opportunità dell UE per le PMI e le imprese 2014-2020: i finanziamenti europei per la ricerca e innovazione e i programmi Horizon 2020 e COSME» IL QUADRO FINANZIARIO DELL UE 2014-2020 PER

Dettagli

Risultati Attesi, Azioni, Indicatori di risultato

Risultati Attesi, Azioni, Indicatori di risultato Il processo di valutazione ex ante dei PO 2014-2020: confronto su questioni metodologiche comuni e interazione tra valutazione e programmazione Risultati Attesi, Azioni, Indicatori di risultato Anna Ceci,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione Laboratorio di specializzazione professionale in Scienze dell'educazione permanente e della formazione continua I progetti

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO

LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE INTEGRATO di Francesco Mantino Rete Rurale Nazionale (INEA) Obiettivi e metodi per la costruzione del PSR 2014-2020 Campobasso, 24 giugno 2013 Gli elementi

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 14.7.2015 C(2015) 4814 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 14.7.2015 che approva determinati elementi del programma operativo "POR Friuli Venezia Giulia FESR

Dettagli

A cura di Paolo Carotenuto

A cura di Paolo Carotenuto A cura di Paolo Carotenuto www.europalab.org EUROPA 2020 LE 3 PRIORITÀ CRESCITA INTELLIGENTE CRESCITA SOSTENIBILE CRESCITA INTELLIGENTE CRESCITA INCLUSIVA EUROPA 2020 5 aree di intervento / OBIETTIVI OCCUPAZIONE

Dettagli

Il Quadro strategico della programmazione regionale 2007-2013

Il Quadro strategico della programmazione regionale 2007-2013 Il Quadro strategico della programmazione regionale 2007-2013 Relatore: Gianluca Cadeddu Centro Regionale di Programmazione La strategia della Regione si inserisce in un quadro nazionale che si basa Maggiore

Dettagli

Cooperazione allo Sviluppo e Sistema Italia : potenzialità ed ipotesi di collaborazione

Cooperazione allo Sviluppo e Sistema Italia : potenzialità ed ipotesi di collaborazione Cooperazione allo Sviluppo e Sistema Italia : potenzialità ed ipotesi di collaborazione ROADSHOW COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO DELL UE: NUOVI TREND ED OPPORTUNITA PER LE IMPRESE ITALIANE FOCUS ETIOPIA Unindustria

Dettagli

La nuova programmazione europea 2014-2020. Paolo Casalino Dirigente Ufficio Bruxelles Regione Puglia San Pietro Vernotico 13 maggio 2016

La nuova programmazione europea 2014-2020. Paolo Casalino Dirigente Ufficio Bruxelles Regione Puglia San Pietro Vernotico 13 maggio 2016 La nuova programmazione europea 2014-2020 Paolo Casalino Dirigente Ufficio Bruxelles Regione Puglia San Pietro Vernotico 13 maggio 2016 Indice L Ufficio della Regione Puglia a Bruxelles e le sinergie con

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 14.7.2015 C(2015) 4998 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 14.7.2015 che approva determinati elementi del programma operativo "PON Città metropolitane" per

Dettagli

La nuova PAC

La nuova PAC QUANDO L'UOMO È DIVENTATO LIBERO? Neolitico Homo Sapiens All'incirca 11.400 anni fa Scoperta dell'agricoltura Un po' di Storia... 18 aprile 1951: Comunità Europea del Carbone e dell'acciaio 25 marzo 1957:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione Laboratorio di specializzazione professionale in Scienze dell'educazione permanente e della formazione continua I progetti

Dettagli

Programma di cooperazione Italia - Francia Alcotra

Programma di cooperazione Italia - Francia Alcotra Programma di cooperazione Italia - Francia Alcotra Il programma Alcotra nel quadro della Cooperazione Territoriale Europea e del DSU regionale 2014-2020 Silvia Riva Settore Cooperazione transfrontaliera

Dettagli

Raccomandazioni della Commissione U.E. Condizionalità ex-ante. lunedì 28 aprile 2014 Sala Belli

Raccomandazioni della Commissione U.E. Condizionalità ex-ante. lunedì 28 aprile 2014 Sala Belli Raccomandazioni della Commissione U.E. Condizionalità ex-ante lunedì 28 aprile 2014 Sala Belli Roberto Pettenello, 28 aprile 2014 1 Le Raccomandazioni U.E. all Italia 1. Tenere il disavanzo al di sotto

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 12.2.2015 C(2015) 928 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 12.2.2015 che approva determinati elementi del programma operativo "POR Emilia Romagna FESR" per

Dettagli

L agricoltura sociale nelle nuove politiche di sviluppo rurale: le ipotesi di intervento

L agricoltura sociale nelle nuove politiche di sviluppo rurale: le ipotesi di intervento L agricoltura sociale nelle nuove politiche di sviluppo rurale: le ipotesi di intervento Roberto Pagni Regione Toscana Seminario su Agricoltura sociale in Toscana. Sostenibilità e Innovazione Sociale Firenze,

Dettagli

Distretto di pesca Nord Adriatico: proposte di sviluppo sostenibile

Distretto di pesca Nord Adriatico: proposte di sviluppo sostenibile Distretto di pesca Nord Adriatico: proposte di sviluppo sostenibile Strategie nazionali per lo sviluppo locale dell acquacoltura in Alto Adriatico Prioli Giuseppe M.A.R.E. Soc. Coop. a r.l. Expo Milano

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE. del COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 17.12.2014 C(2014) 10145 final DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE del 17.12.2014 che approva determinati elementi del programma di cooperazione "Area alpina" ai fini

Dettagli

La politica di coesione UE

La politica di coesione UE La politica di coesione UE 2014-2020 La politica di coesione UE 2014/2020 continuerà ad essere la principale fonte di finanziamento pubblico europeo a favore delle PMI attraverso i vari programmi tematici

Dettagli

LA POLITICA DI COESIONE E LA COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA

LA POLITICA DI COESIONE E LA COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA LA POLITICA DI COESIONE E LA COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA Prof.ssa Maria Caterina Baruffi Reti europee tra territori e condivisione di strategie,, Verona 2 dicembre 2009 convegno organizzato da Eurodesk

Dettagli

NORMATIVA EUROPEA DISABILITA

NORMATIVA EUROPEA DISABILITA In Cammino con lo PSIR Welfare di seconda generazione Focus sulla filiera Disabili NORMATIVA EUROPEA DISABILITA 7 MAGGIO 2015 Paola Cermelli Presidente dell Ordine Assistenti Sociali Regione Liguria NORMATIVA

Dettagli

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia

AZIONE Sintesi Piano di Sviluppo Locale Gal GardaValsabbia AZIONE 2020 Sintesi Piano di Sviluppo Locale 2014 2020 Gal GardaValsabbia Il Programma di Sviluppo Rurale 2014 2020 di Regione Lombardia è il principale strumento di programmazione e finanziamento degli

Dettagli

FSE E FESR: INTEGRAZIONE TRA FONDI E COOPERAZIONE INTERREGIONALE. Politiche integrate per la transnazionalità e il Meditarraneo

FSE E FESR: INTEGRAZIONE TRA FONDI E COOPERAZIONE INTERREGIONALE. Politiche integrate per la transnazionalità e il Meditarraneo FSE E FESR: INTEGRAZIONE TRA FONDI E COOPERAZIONE INTERREGIONALE Roma, 10 marzo 2010 h 11.00 16.00 Hotel Globus Viale Ippocrate, 119 Politiche integrate per la transnazionalità e il Meditarraneo Dr. Massimo

Dettagli

Bollettino Informativo novembre 2016 Bandi europei e regionali

Bollettino Informativo novembre 2016 Bandi europei e regionali Bollettino Informativo novembre 2016 Bandi europei e regionali Regione Lazio POR FESR Lazio (2014-2020), Asse I e Asse 3: Bando Mobilità sostenibile e intelligente nel settore automotive, logistica e trasporti

Dettagli

L uso strategico degli appalti pubblici

L uso strategico degli appalti pubblici L uso strategico degli appalti pubblici Gli appalti pubblici: uno strumento importante per la PA - le condizioni necessarie per la sua efficacia. Cons. Anna Maria Villa responsabile Ufficio Cittadinanza

Dettagli

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 14 settembre 2016 (OR. en)

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 14 settembre 2016 (OR. en) Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 14 settembre 2016 (OR. en) Fascicolo interistituzionale: 2016/0283 (APP) 12184/16 CADREFIN 59 POLGEN 101 FIN 553 PROPOSTA Origine: Data: 14 settembre 2016 Destinatario:

Dettagli

Le opportunità nel nuovo scenario di programmazione : il Quadro Finanziario Pluriennale

Le opportunità nel nuovo scenario di programmazione : il Quadro Finanziario Pluriennale 1 Le opportunità nel nuovo scenario di programmazione 2014-2020: il Quadro Finanziario Pluriennale nell'ambito dell'evento Fondi Europei: 7 miliardi di opportunità Tecnopolo di Reggio Emilia, 8 maggio

Dettagli

Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020

Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020 Complementarietà e sviluppo di sinergie con il programma per l ambiente e l azione per il clima LIFE a supporto dei PSR 2014/2020 1. Istituzione proponente Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi

Dettagli

Le politiche europee per lo sviluppo territoriale 2014-2020: nuove opportunità per la montagna

Le politiche europee per lo sviluppo territoriale 2014-2020: nuove opportunità per la montagna Le politiche europee per lo sviluppo territoriale 2014-2020: nuove opportunità per la montagna di Patrizia Messina patrizia.messina@unipd.it Belluno, 1 Febbraio 2013 L orientamento prevalente nelle politiche

Dettagli

FORMAZIONE EUROPEA E INTERNAZIONALE. La cooperazione amministrativa in Europa

FORMAZIONE EUROPEA E INTERNAZIONALE. La cooperazione amministrativa in Europa FORMAZIONE EUROPEA E INTERNAZIONALE La cooperazione amministrativa in Europa Indice 1. Scenario di riferimento 2. Obiettivi didattici 3. I destinatari 4. Coordinamento scientifico 5. Programma di dettaglio

Dettagli

Europa 2020 Impegni e Sfide dei Governi

Europa 2020 Impegni e Sfide dei Governi Europa 2020 Impegni e Sfide dei Governi Santiago LORANCA GARCIA Capo Unità Strategia Europa per l Occupazione DG Occupazione, Affari Sociali e Inclusione Commissione Europea A che punto è l Europa? (I)

Dettagli

Fondi Europei. Una panoramica delle regole finanziarie e delle opportunità di finanziamento per il periodo

Fondi Europei. Una panoramica delle regole finanziarie e delle opportunità di finanziamento per il periodo FORUM P.A. Fondi Europei Una panoramica delle regole finanziarie e delle opportunità di finanziamento per il periodo 2014-2020 Arch. Romano Albertini Dipartimento per le Politiche Europee Presidenza del

Dettagli

L IMPORTANZA DI ESSERE EUROPA 28 STATI, UNA REALTÀ

L IMPORTANZA DI ESSERE EUROPA 28 STATI, UNA REALTÀ L IMPORTANZA DI ESSERE EUROPA 28 STATI, UNA REALTÀ POLITICA DI COESIONE STORIA L Unione europea (UE) comprende 28 Stati membri che costituiscono una comunità e un mercato unico di 503 milioni di cittadini.

Dettagli

Carta delle Isole del Mediterraneo

Carta delle Isole del Mediterraneo Carta delle Isole del Mediterraneo per un Europa dei Cittadini più coesa e solidale 1 Premesso che Le Isole rappresentano un momento di fermento particolare e costituiscono una esperienza unica come innovazione

Dettagli

GLOSSARIO DELLE POLITICHE DI COESIONE PER LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI

GLOSSARIO DELLE POLITICHE DI COESIONE PER LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI GLOSSARIO DELLE POLITICHE DI COESIONE PER LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI COMUNITARI A cura di Luigi VELTRO - Coordinatore piani operativi nazionali UIL ACCORDO DI PARTENARIATO L'Accordo di partenariato è

Dettagli

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale

Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Interventi a sostegno del comparto turistico: le novità del sistema agevolativo regionale Antonello Piras Coordinatore Gruppo di lavoro Politiche per le imprese e la competitività Centro Regionale di Programmazione

Dettagli

FONDI EUROPEI IN POLONIA,

FONDI EUROPEI IN POLONIA, FONDI EUROPEI IN POLONIA, 2007-2013 ICE: attività del Desk Fondi UE Milano, 1 luglio 2008 1 Polonia: indicatori macro PIL pro capite 2007 Zloty ( ) 30.602 (8.090) livello PIL 2007 mld Zloty (mld ) 1.167

Dettagli

LA POLITICA EUROPEA DI VICINATO. 12 dicembre 2008 Carlo Corazza Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea

LA POLITICA EUROPEA DI VICINATO. 12 dicembre 2008 Carlo Corazza Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea LA POLITICA EUROPEA DI VICINATO 12 dicembre 2008 Carlo Corazza Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea Promuovere l integrazione economica e le riforme La politica di vicinato

Dettagli

EUSALP. Strategia dell Unione Europea per la Macroregione Alpina. Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni

EUSALP. Strategia dell Unione Europea per la Macroregione Alpina. Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni EUSALP Strategia dell Unione Europea per la Macroregione Alpina Presidente Regione Lombardia On. Roberto Maroni Parlamento Europeo Bruxelles, 14 Ottobre 2015 EUSALP = Macroregione Alpina Area = 450.000

Dettagli

COSTRUZIONI MOTORE D EUROPA

COSTRUZIONI MOTORE D EUROPA SCHEDA STAMPA COSTRUZIONI MOTORE D EUROPA I 10 PUNTI PER TORNARE A CRESCERE a cura dell ufficio Comunicazione e stampa Il rilancio dell economia, in Italia e in Europa, passa attraverso due motori: il

Dettagli

Un patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva delle zone montane del Veneto

Un patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva delle zone montane del Veneto Un patto per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva delle zone montane del Veneto Dai programmi ai progetti: un agenda operativa per la montagna bellunese per preparare il territorio alla partecipazione

Dettagli

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO DETERMINAZIONE. Estensore POLINARI ANTONELLA. Responsabile del procedimento POLINARI ANTONELLA

FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO DETERMINAZIONE. Estensore POLINARI ANTONELLA. Responsabile del procedimento POLINARI ANTONELLA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: FORM., RICE. E INNOV., SCUOLA UNIVER., DIR. STUDIO Area: DETERMINAZIONE N. G07317 del 15/06/2015 Proposta n. 9317 del 12/06/2015 Oggetto: Individuazione della Direzione

Dettagli

ASSESSORADU DE S'AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE

ASSESSORADU DE S'AGRICOLTURA E REFORMA AGRO-PASTORALE ASSESSORATO DELL'AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE DETERMINAZIONE N. 7388/Det/131 DEL 04.04.2017 Oggetto: Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020. Approvazione Avvisi pubblici relativi alle misure: misura 1.31, misura 1.32,

Dettagli

IL PIANO JUNCKER A DUE ANNI DALLA NASCITA

IL PIANO JUNCKER A DUE ANNI DALLA NASCITA IL PIANO JUNCKER A DUE ANNI DALLA NASCITA Antonia CARPARELLI, Consigliere Economico, 1 Rappresentanza #InvestEU della Commissione Europea in Italia #InvestEU Struttura della presentazione: 1. Cos'è il

Dettagli