Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente"

Transcript

1 Catalogo attività formative Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva Fondimpresa Avviso 1/2013 Ambito B Ambiente AREA TEMATICA: Gestione e certificazione ambientale di sistema e di prodotto Sistemi di gestione integrata: ISO Formare il personale tecnico e gestionale delle imprese per consentire la conoscenza della realizzazione dei sistemi di gestione ambientale, con l applicazione della norma ISO14001:2004 e del Regolamento EMAS, nonché un confronto operativo e procedurale, per l attuazione di adeguati comportamenti nell ambito di una corretta e sistematica gestione ambientale. Il Corso presenta un quadro approfondito ed aggiornato dell applicazione della norma ISO14001:2004 e del Regolamento EMAS; obiettivo del Corso è fornire gli strumenti di base per la corretta applicazione di un Sistema di Gestione Ambientale in Aziende e Organizzazioni, pubbliche e private. Vengono illustrati i requisiti richiesti dalla norma ISO e gli adempimenti legati alla registrazione EMAS, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Requisiti della norma ISO14001:2004 e del Regolamento EMAS - Politiche, pianificazione ed analisi ambientale iniziale - Gestione della documentazione - Implementazione, misurazione, verifica e controllo - Riesame della direzione - Pianificare la valutazione del sistema di gestione e definire gli obiettivi pianificati - Tecniche di audit e di sorveglianza - Analisi ambientale aziendale e dichiarazione ambientale - Controllo e monitoraggio della conformità a norme e leggi - Gestire l audit di certificazione e di sorveglianza periodica - Benefici e vantaggi con l applicazione della norma ISO14001:2004 e la certificazione Combinazione di integrata di presentazioni teoriche, di esempi pratici e di discussioni con i partecipanti. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 1

2 Sistemi di gestione integrata: OHSAS Formare il personale tecnico e gestionale delle imprese per consentire la conoscenza della realizzazione dei sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro, con l applicazione della norma OHSAS 18001:2007, nonché un confronto operativo e procedurale, per l attuazione di adeguati comportamenti nell ambito di una corretta e sistematica gestione della sicurezza sul lavoro. Il corso fornisce gli elementi per realizzare in azienda un sistema di gestione della sicurezza sul lavoro, conforme ai requisiti dello standard OHSAS 18001:2007, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per la sicurezza sul lavoro. - Il quadro normativo propedeutico ai sistemi gestione della sicurezza sul lavoro - La norma OHSAS 18001: finalità, requisiti e metodologie - Politiche, pianificazione ed analisi della conformità legislativa - Gestione della documentazione e dei dati - Implementazione, misurazione, verifica e controllo - Riesame della direzione - Pianificare la valutazione del sistema di gestione e definire gli obiettivi pianificati - Tecniche di audit e di sorveglianza - La valutazione dei rischi sul lavoro, sugli impianti e sui macchinari - Analisi degli infortuni - Controllo e monitoraggio della conformità a norme e leggi - Gestire l audit di certificazione e di sorveglianza periodica - Benefici e vantaggi con l applicazione della norma OHSAS 18001:2007e la certificazione Combinazione di integrata di presentazioni teoriche, di esempi pratici e di discussioni con i partecipanti. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 2

3 AREA TEMATICA: Bilanci ambientali e miglioramento continuo delle prestazioni ambientali Analisi ambientale: individuare i propri impatti ambientali allo scopo del loro controllo e miglioramento L analisi dello stato dell Organizzazione rispetto alla problematica ambientale permette di rispettare la normativa, migliorare le proprie prestazioni ambientali, contenere i costi ambientali e rafforzare la propria competitività sul mercato globale. Gli obiettivi da raggiungere per individuare gli impatti ambientali e definire le azioni di miglioramento sono: 1. Identificazione e valutazione degli aspetti ambientali (diretti e indiretti). 2. Quantificazione dei fattori d impatto e degli impatti ambientali correlati. 3. Rilevazione di eventuali carenze rispetto agli adempimenti in materia di legislazione ambientale. 4. Identificazione delle aree critiche e di vulnerabilità del territorio. 5. Valutazione dell efficienza ambientale delle tecniche in uso nell Organizzazione. 6. Valutazione dell adeguatezza della struttura e della gestione della problematica ambientale. 7. Valutazione del livello di formazione specifica del personale e del relativo coinvolgimento. 8. Identificazione di carenze nel sistema delle istruzioni operative e nella gestione delle eventuali emergenze ambientali. Individuazione aspetti ed impatti ambientali correlati all attività: - emissioni in atmosfera; - prelievi idrici e scarichi di acque reflue; - produzione e gestione dei rifiuti; - impatto acustico verso l esterno; - bilancio energetico; - gestione sostanze e preparati pericolosi Lezioni frontali Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 3

4 Il monitoraggio degli aspetti ambientali: controllo e quantificazione; analisi della possibilità di riduzione Attestare la conformità del piano di monitoraggio e controllo ai requisiti di legge. Verifica parametri sottoposti a controllo e parametri ambientali caratteristici sulla base del processo che produce gli impatti ambientali. Controllo conformità parametri ambientali monitorati, metodiche analitiche utilizzate in relazione a prescrizioni contenute nelle autorizzazioni ambientali o nella legislazione nazionale e/o regionale. Emissioni in atmosfera; Acque di scarico; Rumore provocato verso l esterno; Inquinamento del suolo e/o sottosuolo. Classificazione analitica dei rifiuti/ controllo ammissibilità in discarica Lezioni frontali Individuazione e scelta degli indicatori ambientali per la progettazione del miglioramento del processo produttivo dal punto di vista dell impatto sull ambiente Accompagnare le imprese nei percorsi di re-design dei propri processi produttivi alla luce dell impatto ambientale e delle esternalità negative generate dai materiali e dai cicli di lavorazione, per migliorare le performance generali e preparare il nuovo posizionamento competitivo nella green economy. Formare il personale aziendale alla raccolta dei dati grezzi e l individuazione e il monitoraggio di indicatori di performance ambientale in grado fornire un quadro sintetico complessiva, confrontabile nel tempo e con altre realtà simili. Sviluppare le competenze interne necessarie a ridurre il numero di misurazioni e di parametri che normalmente sono richiesti per fornire un quadro esatto della situazione, favorire processi di benchmarking sia gestionale che tecnologico tra aziende dello stesso distretto produttivo, semplificare il processo di comunicazione attraverso il quale i risultati delle indagini vengono forniti alla direzione e al pubblico. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 4

5 L analisi delle attività aziendali alla luce dell impatto ambientale e delle esternalità generate e l individuazione delle variabili chiave da misurare, quantificare e monitorare La struttura degli indicatori ambientali: descrizione, unità di misura, metodo di calcolo, osservazioni generali per la comparabilità temporale e il benchmarking. La definizione degli indicatori di impatto: indicatori diretti fisici, indicatori economici, indicatori di efficienza degli investimenti per il miglioramento della performance, indicatori di relazione con il territorio. Utilità e obiettivi di un sistema di monitoraggio delle performance ambientali dell azienda: valutazione delle prestazioni, individuazione delle priorità di intervento, verifica dei miglioramenti ottenuti e dello stato di avanzamento delle attività, controllo di processo e qualità, la comunicazione delle prestazioni raggiunte. Il bilancio ambientale dell azienda. La progettazione dei processi produttivi per la diminuzione dell impatto ambientale: best practices e analisi dei casi reali. Lezioni frontali Miglioramento dell efficienza ambientale ed energetica e reingegnerizzazione dei processi aziendali Formare il personale tecnico delle imprese per consentire una migliore conoscenza delle materie, un confronto tecnologico e procedurale. Conseguire consapevolezza e competenza per il miglioramento dell efficienza ambientale ed energetica dei processi e degli impianti di produzione, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Studio ed analisi dei processi di produzione aziendale - Valutazione delle opportunità di miglioramento tecnico - Confronto con indicatori di prestazioni dei settori omogenei e con le eventuali migliori tecnologie disponibili (BAT) - Analisi dei cicli produttivi e prestazioni ambientali ed energetiche, emissioni inquinanti, emissioni in atmosfera, emissioni di reflui idrici, produzione di rifiuti, consumo energetico per la realizzazione dei prodotti - Bilancio ambientale ed energetico dei processi produttivi - Modificare gli impianti e i processi produttivi ottenendo una migliore efficienza - Acquistare nuovi impianti e macchinari e documentazione cogente correlata - Reingegnerizzazione dei processi aziendali con minori impatti ambientali ed energetici Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 5

6 40 ore - Riduzione dei costi di gestione e ammortamento degli investimenti Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 6

7 AREA TEMATICA: Efficienza e risparmio energetico, uso di fonti integrative e rinnovabili, certificazione energetica Emission trading Sostenere e diffondere tra le aziende l adozione di comportamenti corretti e virtuosi dal punto di vista ambientale, sfruttando i meccanismi di mercato per ridurre il volume di emissioni di CO2. Sviluppare le competenze del personale nel trattare e rispettare le disposizioni normative nazionali ed internazionali; presentare le metodologie per la gestione del sistema di monitoraggio delle emissioni di gas a effetto serra; sviluppare il sistema di accreditamento proposto dal Ministero dell Ambiente e spiegare le modalità per la verifica dei dati e la convalida delle comunicazioni. L evoluzione del quadro normativo internazionale e il Sistema di Scambio previsto dalla Direttiva Emission Trading - Direttiva Europea 2003/87/CE (EU ETS) I campi di applicazione della Direttiva e la ricaduta sulle aziende Il ruolo delle Autorità Nazionali nel processo di monitoraggio e di progressiva applicazione della policy comunitaria Il regime di autorizzazione e i Certificati Le metodologie per la gestione del sistema di monitoraggio delle emissioni di gas a effetto serra Lo sviluppo del sistema di accreditamento proposto dal Ministero dell Ambiente, la verifica dei dati, la convalida delle comunicazioni Il vantaggio economico e ambientale per l azienda: casi pratici ed esempi. Lezioni frontali Riorganizzazione degli impieghi di energia Aiutare le imprese a gestire meglio i consumi energetici per ridurre i costi di produzione e migliorare l immagine aziendale sul mercato sostenendone un migliore posizionamento dal punto di vista dell ambiente e della sua conservazione. Definire i sistemi e i processi necessari per migliorare l efficienza energetica nelle aziende per ridurre costi, consumi e contenere in maniera duratura le emissioni di gas serra. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 7

8 Gestire sistemi e processi secondo il livello organizzativo del reale conteso operativo, fissando e condividendo con il personale obiettivi di risparmio rapidi e tangibili. Individuare il contributo reale delle fonti energetiche alternative da utilizzare nel contesto aziendale. Progettare e gestire l Energy Saving: l importanza dell efficienza energetica, la ricerca e la riduzione degli sprechi, il risparmio energetico e miglioramento dell efficienza. La contabilità industriale ed energetica: costruire una contabilità energetica, costi energetici diretti ed indiretti, i costi ed i benefici di investimenti alternativi. Il processo di risparmio energetico: le carenze impiantistiche, gli impatti della scorretta gestione impiantistica, la misurazione dell efficienza energetica di un processo. L efficienza energetica come strategia manutentiva: l impatto della manutenzione sul risparmio energetico, il miglioramento continuo dell efficienza impiantistica. Le fonti energetiche alternative: il solare-fotovoltaico, l eolico, la geotermia, la cogenerazione. Lezioni frontali Riduzione dei costi energetici: analisi energetica dei processi aziendali e nuova gestione dell energia Formare il personale tecnico delle imprese per consentire una migliore conoscenza delle materie, un confronto tecnologico e procedurale. Conseguire consapevolezza e competenza per la riduzione dei costi energetici ed per una gestione razionale ed efficace dell energia, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Analisi dei processi di produzione e dei consumi energetici aziendali - Misurazioni degli assorbimenti energetici e processi e impianti di produzione - Valutazione dei consumi energetici dei macchinari, degli impianti e dei processi produttivi - Analisi e valutazione dei contratti di fornitura di energia elettrica e termica - Pianificazione di azioni gestionali e tecniche di contenimento dei consumi energetici e delle dissipazioni energetiche - Riduzione e prevenzione dei consumi di energia termica, di combustibili e di energia elettrica - Utilizzo e produzione di energie rinnovabili (impianti solari, biomasse, recupero interno) - Produzione combinata di energia da combustibili tradizionali e da fonti rinnovabili - Controllo di gestione finanziario dei costi energetici complessivi Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 8

9 - Piani di miglioramento tecnologi e contrattuali ed obiettivi di riduzione consumi e costi - Certificazione dei sistemi di gestione razionale dell energia 40 ore Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive Zero CO2: che cosa fare per l ambiente in ufficio e azienda Formare il personale tecnico delle imprese per consentire una migliore conoscenza della materia, un confronto tecnologico e procedurale, nonché sviluppare la consapevolezza relativa alle emissioni di CO2 delle attività lavorative e produttive. Sviluppare le competenze del personale per promuovere un comportamento razionale in merito al consumo di energia e delle materie prime e per garantire la responsabilità tecnica relativa alla gestione operativa della produzione di CO2 delle attività lavorative e produttive, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Il Piano Clima e gli impegni comunitari della Direttiva ; utilizzo delle risorse e conseguenze climatiche. - La corretta gestione dei rifiuti prodotti negli uffici: la raccolta differenziata e le soluzioni pratiche da applicare in azienda. - L'utilizzo corretto dell'energia in ufficio e in azienda: pratiche e buone prassi per abbattere i consumi energetici. - Acquisti verdi: la selezione e la gestione dei fornitori in ottica green. - Mobilità sostenibile: analisi dei flussi e ottimizzazione dell'impatto ambientale dei lavoratori. - Cicli produttivi ed emissioni di CO2. - La produzione e la gestione dell energia e le emissioni di CO2: costi e razionalizzazione - Nuove metodologie di calcolo delle emissioni di CO2 nei processi produttivi e nei prodotti Lezioni frontali, action learning, verifiche e simulazioni interattive. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 9

10 AREA TEMATICA: Aspetti tecnici e normativi della gestione ambientale e del rapporto tra aziende, territorio, produttori e consumatori (Igiene. Gestione rifiuti e tracciabilità. Reflui ed emissioni. Gestione risorse idriche. Gestione sostanze chimiche. Tecnologie e metodologie per il miglioramento ambientale. Tecnologie in materia di efficienza energetica ed energie rinnovabili. Tecniche e metodologie in materia di carichi e impatti ambientali ed energetici) I reati ambientali e le responsabilità delle organizzazioni ai sensi del D.Lgs. 231/011 Individuare le fattispecie di reato ambientale sulla base degli specifici articoli di legge sulla base dell attività svolta dall azienda. Verificare lo stato dell azienda confrontando la conformità ambientale con particolare riguardo ai reati ambientali per i quali sono previste specifiche sanzioni amministrative, amministrative pecuniarie, amministrative interdittive a carico dell Organizzazione. Siti protetti habitat; Uccisione, cattura di esemplari di specie animali o vegetali protette..; Scarico acque reflue; Attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento di rifiuti..; Gestione di discarica non autorizzata.; Inquinamento del suolo, sottosuolo, acque superficiali, acque sotterranee..; Traffico illecito di rifiuti..; Altri temi specifici contemplati dalla normativa 24 ore Lezioni frontali La corretta gestione dei rifiuti dal punto di vista operativo e amministrativo; possibilità di limitarne la produzione; Individuare eventuali misure tecnico organizzative per permettere all azienda di ottimizzare la gestione dei rifiuti e limitarne la produzione. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 10

11 Studio del processo produttivo che origina i rifiuti con individuazione delle materie prime in ingresso, intermedi di produzione, eventuali sottoprodotti. Valutazione della possibilità di recupero dei rifiuti e/o riutilizzo nel ciclo produttivo. Analisi delle caratteristiche chimiche dei rifiuti pericolosi per l individuazione delle materie prime o delle fasi lavorative che lo rendono pericoloso; studio sulla possibilità di declassificare i rifiuti da pericolosi a non pericolosi. Rifiuti speciali industriali. Origine, classificazione, destinazione Modalità di registrazione in azienda dei movimenti 24 ore Lezioni frontali Tecnologie e applicazione normativa per la corretta gestione delle emissioni in atmosfera Formare il personale tecnico delle imprese per consentire una migliore conoscenza delle materie, un confronto tecnologico e procedurale. Conseguire consapevolezza e competenza per la corretta gestione delle emissioni in atmosfera, con la comprensione e la conoscenza specifica delle tecnologie e della specifica applicazione normativa, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Studio ed analisi dei cicli produttivi e delle relative emissioni in atmosfera - Il quadro normativo europeo, nazionale e regionale, le principali norme tecniche di riferimento e il Testo Unico Ambientale - Realizzazione, dimensionamento e corretta installazione di impianti per il trattamento delle emissioni in atmosfera - Produzioni e processi industriali ed emissioni in atmosfera - Manutenzioni e monitoraggi degli impianti per il trattamento delle emissioni in atmosfera - Convogliamento e raccolta delle emissioni e impianti accessori per i prelievi di controllo - Monitoraggi interni di controllo delle emissioni in atmosfera - Analisi chimiche interne/esterne di qualificazione delle emissioni in atmosfera e relativi referti - Relazioni con le autorità di controllo e di emissione delle autorizzazioni - Modelli organizzativi gestionali e riduzione dei rischi di reato ambientale Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 11

12 40 ore Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive Tecnologie e applicazione normativa per la corretta gestione dei reflui idrici Formare il personale tecnico delle imprese per consentire una migliore conoscenza delle materie, un confronto tecnologico e procedurale. Conseguire consapevolezza e competenza per la corretta gestione dei reflui idrici, con la comprensione e la conoscenza specifica delle tecnologie e della specifica applicazione normativa, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Studio ed analisi dei cicli produttivi e dei relativi reflui idrici - Il quadro normativo europeo, nazionale e regionale, le principali norme tecniche di riferimento e il Testo Unico Ambientale - Raccolta, gestione e trattamento delle acque da piazzali - Realizzazione, dimensionamento e corretta installazione di impianti per il pre-trattamento e il trattamento dei reflui idrici - Produzioni e processi industriali e reflui idrici - Manutenzioni e monitoraggi degli impianti per il pre-trattamento e il trattamento dei reflui idrici - Convogliamento e raccolta dei reflui e impianti accessori per i prelievi di controllo - Monitoraggi interni di controllo dei reflui idrici - Analisi chimiche interne/esterne di qualificazione dei reflui idrici e relativi referti - Relazioni con le autorità di controllo e di emissione delle autorizzazioni - Modelli organizzativi gestionali e riduzione dei rischi di reato ambientale 40 ore Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive Gestione integrata della filiera dei rifiuti: tracciabilità, riutilizzo, riduzione costi Formare il personale tecnico ed amministrativo delle imprese per consentire una migliore conoscenza delle materie, un confronto tecnologico e procedurale. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 12

13 Conseguire consapevolezza e competenza per la corretta gestione integrata dei rifiuti, con la comprensione e la conoscenza specifica delle tecnologie e della specifica applicazione normativa, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Studio ed analisi del ciclo dei rifiuti - Il quadro normativo europeo, nazionale e regionale, le principali norme tecniche di riferimento e il testo unico ambientale - Individuazione delle correnti pratiche di raccolta interna dei rifiuti - Classificazione analitica dei rifiuti e i codici di classificazione - Il rifiuto: produzione, stoccaggio e deposito temporaneo, trasporto, riuso e riciclo, smaltimento - Destinazione intermedia e finale dei rifiuti (discarica, incenerimento, riutilizzo, riciclo) - Selezione e controllo degli smaltitori e trasportatori dei rifiuti - Verifica delle autorizzazioni necessarie per gestione interna e trasporto - Controlli gestionali sugli smaltitori e sui trasportatori - Utilizzo e riutilizzo delle materie prime secondarie, derivate dai rifiuti - Certificazione del ciclo della tracciabilità dei rifiuti - Analisi di processo per la produzione di nuove materie prime e prodotti tramite il riutilizzo dei rifiuti e di materiali obsoleti - Riutilizzo dei rifiuti come nuove materie o come risorse energetiche - Obblighi relativi alle aziende trasportatrici, intermediarie e smaltitori dei rifiuti - Discariche e gli obblighi del produttore, restrizioni, sanzioni, esenzioni - Modelli organizzativi gestionali e riduzione dei rischi di reato ambientale - Riduzione dei costi di gestione dei rifiuti e rifiuti a chilometri zero 40 ore Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive Ispezioni e verifiche delle autorità di controllo: procedimenti, tecnologie e documentazioni Formare il personale tecnico ed amministrativo delle imprese per consentire una migliore conoscenza delle materie e un confronto procedurale, con accrescimento delle esperienze. Conseguire consapevolezza e competenza per gestire correttamente ispezioni e verifiche delle autorità di controllo, con la comprensione e la conoscenza della specifica applicazione normativa, Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 13

14 dei procedimenti amministrativi e delle tecnologie impiegate, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Piani di controllo e di verifica delle autorità di controllo - Analisi e monitoraggi ambientali delle emissioni e dei rifiuti - Requisiti autorizzativi, metodologie e frequenze di controllo - Adeguamento degli impianti e dei macchinari alle prescrizioni autorizzative e trasferimento tecnologico in azienda - Controlli e verifiche periodiche interne agli impianti accessori alla produzione - Analisi chimico-fisiche su emissioni/reflui aziendali/rifiuti - Analisi interne ed analisi di terzi (laboratori accreditati) - Controlli e sorveglianza dei dispositivi antincendio - Parametri qualificanti i rifiuti, le emissioni e i reflui aziendali - Campionamenti, misurazioni, incertezza di misura, tolleranze sui valori - Criteri, requisiti di redazione e completezza dei referti analitici - Validità legale e completezza dei certificati analitici - Campionamenti rappresentativi e conservazione dei campioni di emissioni e di reflui - Metodologie internazionali di analisi e tempistiche di esecuzione delle analisi - Procedimenti amministrativi e normativa di riferimento 40 ore Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive SISTRI Formare il personale tecnico ed amministrativo delle imprese per consentire una migliore conoscenza del sistema di tracciabilità dei rifiuti e del sistema SISTRI e un confronto procedurale, con accrescimento delle esperienze. Conseguire consapevolezza e competenza per gestire correttamente il sistema di tracciabilità dei rifiuti e il sistema SISTRI con la comprensione e la conoscenza della specifica applicazione normativa, dei procedimenti amministrativi e delle tecnologie impiegate, con gli obiettivi di conseguire uno sviluppo integrato delle competenze gestionali, di processo e comportamentali per l ambiente. - Classificazione dei rifiuti per comprendere se sono pericoloso o se sono comunque sottoposti ad un regime di gestione particolare. Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 14

15 - Responsabilità del produttore o del detentore dei rifiuti e quali sono gli obblighi che ne derivano - Limiti temporali e quantitativi per lo stoccaggio dei rifiuti nel luogo in cui sono stati prodotti - Le autorizzazioni necessarie per trasportare i propri rifiuti al centro di raccolta comunale o all'impianto di trattamento - Verificare le autorizzazioni dei trasportatori di rifiuti e dei gestori degli impianti di recupero e trattamento - Che cosa sono e come devono essere compilati i formulari di trasporto, i registri di carico e scarico e la comunicazione SISTRI - Chi sarà obbligato a utilizzare il sistema telematico per la tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) e come dovranno essere inseriti i dati - Quali sono le sanzioni amministrative e penali e come sono state recentemente modificate - Dimostrare la tracciabilità di un intero ciclo del rifiuto, al fine di rappresentare concretamente una simulazione aziendale in tutte le sue variabili - Esaminare le responsabilità del delegato e le sanzioni alla luce della nuova normativa - Analizzare i risvolti aziendali e i problemi applicativi dell introduzione del SISTRI. 24 ore Lezioni frontali, workshop, verifiche e simulazioni interattive Catalogo formativo Piano ARES: Ambiente, Rifiuti, Energia per la Sostenibilità produttiva 15

CATALOGO FORMAZIONE GRATUITA PER I DIRIGENTI 2009-2010. Fondazione Politecnico di Milano

CATALOGO FORMAZIONE GRATUITA PER I DIRIGENTI 2009-2010. Fondazione Politecnico di Milano CATALOGO FORMAZIONE GRATUITA PER I DIRIGENTI 2009-2010 Fondazione Politecnico di Milano 1 Testo unico ambientale, conformità legislativa e analisi ambientale dei processi produttivi Contenuti: - Conformità

Dettagli

Il corso intede fornire le informazioni di base per la corretta. Aula 8 Base performance ambientali.

Il corso intede fornire le informazioni di base per la corretta. Aula 8 Base performance ambientali. MODALITA' AREA TEMATICA COD TITOLO CONTENUTI DURATA ORE TIPOLOGIA FORMATIVA N. LAVORATORI IN FORMAZIONE Il corso intede fornire le informazioni di base per la corretta 1 applicazione di un Sistema di Gestione

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE PER UN COMUNE Relatore: LIFE 04 ENV/IT/494 AGEMAS Obiettivi del sistema di gestione ambientale Prevenzione, riduzione dell inquinamento Eco-efficienza nella gestione delle

Dettagli

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA)

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ATTIVITA FORMATIVE GRUPPO 0 FORMAZIONE PROPEDEUTICA DI BASE Generale Elementi di analisi matematica e geometria analitica Elementi di fisica Elementi

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company AMBIENTE Il nostro sguardo sul territorio Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

La Norma UNI CEI EN 16001 e il risparmio energetico in azienda WORKSHOP ECOREALITY Università degli Studi di Bari

La Norma UNI CEI EN 16001 e il risparmio energetico in azienda WORKSHOP ECOREALITY Università degli Studi di Bari La Norma UNI CEI EN 16001 e il risparmio energetico in azienda WORKSHOP ECOREALITY Università degli Studi di Bari I Sistemi di Gestione della Energia conformi a UNI CEI EN 16001:2009 Coordinatore Tecnico-Scientifico

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici. secondo l European Qualification Framework - EQF

Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici. secondo l European Qualification Framework - EQF Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici secondo l European Qualification Framework - EQF matrice EQF del Percorso in Legislazione Europea, Nazionale

Dettagli

CONSULENTE AMBIENTALE

CONSULENTE AMBIENTALE CON IL PATROCINIO DI: ENTE DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTE AMBIENTALE PERCORSO FORMATIVO SASSARI, via Prunizzedda 49/g 16 luglio 2014 13 dicembre 2014 Il corso ha una durata

Dettagli

INGEGNERIA PER L AMBIENTE

INGEGNERIA PER L AMBIENTE Studio associato di ingegneria per l ambiente INGEGNERIA PER L AMBIENTE E PER IL RISPARMIO ENERGETICO professionisti per l impresa e per i suoi obiettivi sostenibilità ambientale risparmio ed efficienza

Dettagli

Studio Mastracci. P. Le De Matthaeis, 27-03100 Frosinone (FR) Tel. 0775-1880146 - Fax 0775-1880147 info@studiomastracci.it www.studiomastracci.

Studio Mastracci. P. Le De Matthaeis, 27-03100 Frosinone (FR) Tel. 0775-1880146 - Fax 0775-1880147 info@studiomastracci.it www.studiomastracci. Studio Mastracci P. Le De Matthaeis, 27-03100 Frosinone (FR) Tel. 0775-1880146 - Fax 0775-1880147 info@studiomastracci.it www.studiomastracci.it indice RIFIUTI BONIFICHE INQUINAMENTO DA AGENTI FISICI

Dettagli

Impianti fotovoltaici e solari termici Livello specialistico

Impianti fotovoltaici e solari termici Livello specialistico Impianti fotovoltaici e solari termici Livello specialistico Il corso si prefigge di far acquisire ai partecipanti le seguenti competenze: La conoscenza delle proprietà e le tipologie degli impianti fotovoltaici

Dettagli

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ

3 DECALOGO DELLA QUALITÀ GENERALITÀ 1 / 10 Sommario Generalità 1 Politica della Qualità 3 DECALOGO DELLA QUALITÀ 4 Politica Ambientale PREVENZIONE 7 FORMAZIONE CULTURA ED ATTEGGIAMENTO 8 COMUNICAZIONE 8 COLLABORAZIONE CON FORNITORI

Dettagli

EA 03 Prospetto economico degli oneri complessivi 1

EA 03 Prospetto economico degli oneri complessivi 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA Fase 1: Analisi iniziale L analisi iniziale prevede uno studio dello stato attuale della gestione interna dell Ente. Metodo: si prevede l individuazione dei referenti

Dettagli

Codice 09/001. Oggetto

Codice 09/001. Oggetto Oggetto Codice 09/001 POR FESR ABRUZZO 2007 2013. Attività I.2.1. Sostegno a programmi di investimento delle Micro e PMI per progetti di innovazione tecnologica, di processo e della organizzazione dei

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO

GUIDA DI APPROFONDIMENTO WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO I SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COSA È UN SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE... 3 OBIETTIVI DI UN SISTEMA

Dettagli

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi:

Servizi Integrati. Per realizzare una ef cace AAI devono essere svolti i seguenti passi: Analisi di Prodotto Scheda 1/10 Analisi i inizialei i dei processi Aziendali ambientale secondo operativa 15033 Introduzione: L Analisi (AAI) è una dettagliata e metodica indagine dello stato dell Organizzazione

Dettagli

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE Brugherio, 20 gennaio 2015 piomboleghe srl via eratostene, 1-20861 brugherio (mb) tel. 039289561, fax. 039880244 info@piomboleghe.it www.piomboleghe.it cap. soc. 1.300.000,00

Dettagli

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 Percorsi di ampliamento dei campi di applicazione gestiti in modo

Dettagli

ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica

ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica Per una migliore qualità della vita ISO 50001 come strumento per l efficienza energetica Alessandro Ficarazzo Certiquality QUALITY ENVIRONMENT SAFETY ENERGY PRODUCT INSPECTION TRAINING 27 maggio 2015 Assolombarda

Dettagli

rispetta il presente per avere un

rispetta il presente per avere un rispetta il presente per avere un domani STUDIO MASTER ECOLOGY CONSULTING crede che una qualsiasi organizzazione, pubblica e privata, possa trarre proficui vantaggi dalla impostazione interna di risorse,

Dettagli

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario di introduzione alla norma ISO 50001 ed ai Sistemi di Gestione per l Energia Integrazione con la legislazione Roma, 16/03/2016 Introduzione alla

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 - Comune Saint Denis. Life Cycle Engineering: www.studiolce.it

Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 - Comune Saint Denis. Life Cycle Engineering: www.studiolce.it Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 - Comune Saint Denis Life Cycle Engineering: www.studiolce.it 0 Introduzione: Certificazione ambientale Il Sistema di Gestione Ambientale L'obiettivo del Sistema

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

Parte 1: VERIFICA PROGETTO

Parte 1: VERIFICA PROGETTO Parte 1: VERIFICA PROGETTO Parte 1a: analisi aspetti ambientali Aspetto ambientale Impatto Rientra nel progetto Utilizzo di risorse idriche nelle proprietà Impoverimento risorse idriche dell ente Perdite

Dettagli

una squadra di esperti, un solo interlocutore

una squadra di esperti, un solo interlocutore una squadra di esperti, un solo interlocutore Il vantaggio di avere una squadra di esperti e la comodità di parlare con un solo interlocutore CHI SIAMO Il Gruppo E.S.G. EURO SERVICE GROUP - SYNTESY - A.IN.COM.

Dettagli

SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO

SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO SICUREZZA QUALITÀ AMBIENTE MEDICINA DEL LAVORO Economie_corretto_14mar2011.indd 1 27-03-2011 17:07:00 2 Un azienda in regola è un azienda tranquilla. Un azienda tranquilla si dedica al proprio sviluppo.

Dettagli

LA REGISTRAZIONE EMAS APPLICATA AD UN IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI INERTI: BILANCIO DI 12 ANNI DI ATTIVITÀ Dott. Roberto Marsicola RIME 1 srl

LA REGISTRAZIONE EMAS APPLICATA AD UN IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI INERTI: BILANCIO DI 12 ANNI DI ATTIVITÀ Dott. Roberto Marsicola RIME 1 srl LA REGISTRAZIONE EMAS APPLICATA AD UN IMPIANTO DI RECUPERO DI RIFIUTI INERTI: BILANCIO DI 12 ANNI DI ATTIVITÀ Dott. Roberto Marsicola RIME 1 srl IL SITO E LE ATTIVITÀ La RIME 1 è una società che svolge

Dettagli

Iniziative e progetti pilota per la promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale in Lombardia

Iniziative e progetti pilota per la promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale in Lombardia Iniziative e progetti pilota per la promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale in Lombardia Regione Lombardia U.O. Riduzione Emissioni in atmosfera e Sostenibilità Ambientale Arch. Anelisa Ricci 1 La

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 4 5 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

Servizi a valore aggiunto per l efficienza energetica

Servizi a valore aggiunto per l efficienza energetica Servizi a valore aggiunto per l efficienza energetica Aumenta la tua consapevolezza energetica e riduci i consumi www.siemens.it/efficienzaenergetica Identificare Consulenza energetica Conforme alla ISO

Dettagli

Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001

Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001 Linee guida per l attuazione di un Sistema di Gestione Ambientale in un Comune secondo le norme ISO 14001 A- Elaborazione della documentazione: Le fasi principali sono le seguenti: a - b - Elaborazione

Dettagli

Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica

Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica In collaborazione con Audit energetico, Certificazione 50001:2011, UNI EN ISO 14001 modalità di integrazione obblighi e opportunità di efficacia ed efficienza energetica Relatore: ing. M. Capuana Taomina,

Dettagli

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Martedi, 9 Giugno - 2015 Emanuele Cosenza SOGESCA Srl e.cosenza@sogesca.it ARGOMENTI Progetto 50000and1SEAPs

Dettagli

Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici. secondo l European Qualification Framework - EQF

Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici. secondo l European Qualification Framework - EQF Percorso didattico del Tecnico Superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici secondo l European Qualification Framework - EQF matrice EQF del Percorso in Risparmio energetico nel settore

Dettagli

dalla natura l energia per la vita

dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita È racchiusa in questa frase l identità di Ciesse Energia. Poche parole per definire un azienda convinta che progresso e sviluppo, in

Dettagli

Programma di risparmio energetico

Programma di risparmio energetico Programma di risparmio energetico Ridurre gli sprechi per ottenere risparmi CO2save per UNI CEI EN ISO 50001 Premessa La norma ISO 50001 definisce gli standard internazionali per la gestione dell'energia

Dettagli

INDAGINI E BONIFICHE AMBIENTALI dalla progettazione all esecuzione: VIOLAZIONI E SANZIONI

INDAGINI E BONIFICHE AMBIENTALI dalla progettazione all esecuzione: VIOLAZIONI E SANZIONI INDAGINI E BONIFICHE AMBIENTALI dalla progettazione all esecuzione: VIOLAZIONI E SANZIONI Dott. Alessandro Lucchesini, Responsabile Tecnico CECAM srl, Firenze Direttiva europea 2004/35/CE sulla responsabilità

Dettagli

Qualificazione di esperto in gestione dell energia (Energy Manager) nel settore industriale: Livello 6

Qualificazione di esperto in gestione dell energia (Energy Manager) nel settore industriale: Livello 6 Qualificazione di esperto in gestione dell energia (Energy Manager) nel settore industriale: Livello 6 REQUISITI MINIMI PER ACCEDERE AL PROCESSO DI QUALIFICAZIONE E PROPOSTE DI E LEARNING CONOSCENZE DI

Dettagli

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali PREMESSO CHE Il Documento di

Dettagli

GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto

GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto Mantova, 25 novembre 2015 Consumatore e mercato globale: ogni giorno più esigenti - Sicurezza (conditio

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

Piattaforma Informatica di Knowledge Risk

Piattaforma Informatica di Knowledge Risk Piattaforma Informatica di Knowledge Risk La guida sicura per la certificazione e la conformità 2012 1 IL CONCETTO INNOVATIVO PI-KR E UNA SOLUZIONE INTEGRATA PER I SISTEMI DI GESTIONE E DI GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

QUIZ DI AUTOVALUTAZIONE TEMI DI DIRITTO AMBIENTALE (RIFIUTI ACQUE)

QUIZ DI AUTOVALUTAZIONE TEMI DI DIRITTO AMBIENTALE (RIFIUTI ACQUE) QUIZ DI AUTOVALUTAZIONE TEMI DI DIRITTO AMBIENTALE (RIFIUTI ACQUE) Le risposte esatte sono riportate in file a parte pubblicato nella stessa pagina del nostro sito --------------------------------------------

Dettagli

La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE

La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE CERTIQUALITY Via. G. Giardino, 4 - MILANO 02.806917.1 SANDRO COSSU VALUTATORE SISTEMI DI GESTIONE CERTIQUALITY Oristano 27 Maggio 2008 GLI STRUMENTI

Dettagli

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Risparmi OBBLIGO NORMATIVO Il Decreto Legislativo 102/2014 obbliga le Grandi Imprese e le Imprese Energivore a svolgere una Energetica a norma entro il 5

Dettagli

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Trento, 5 dicembre 2010 L offerta formativa proposta nel presente catalogo è rivolta allo sviluppo delle competenze

Dettagli

Company profile. MOVITEK S.r.l P. IVA 02725780346 Tel +39 0522 861787 Fax +39 0522 861735 www.movitek.eu info@movitek.eu

Company profile. MOVITEK S.r.l P. IVA 02725780346 Tel +39 0522 861787 Fax +39 0522 861735 www.movitek.eu info@movitek.eu Company profile MOVITEK S.r.l P. IVA 02725780346 Tel +39 0522 861787 Fax +39 0522 861735 www.movitek.eu info@movitek.eu Sede Legale Strada della Repubblica, 66 43121 Parma Sede amministrativa Via Rampognana,

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 4 della Legge Costituzionale n.185/2005 e l articolo 6 della Legge Qualificata n.186/2005; Promulghiamo

Dettagli

Guida ai Sistemi di Gestione della Salute e della Sicurezza nei Luoghi di Lavoro

Guida ai Sistemi di Gestione della Salute e della Sicurezza nei Luoghi di Lavoro Alberto Alberto ANDREANI ANDREANI Via Mameli, 72 int. 201/C Via Mameli, 72 int. 201/C 61100 PESARO Tel. 0721.403718 61100 PESARO Tel. 0721.403718 e.mail andreani@pesaro.com e.mail andreani@pesaro.com Guida

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

Via Tirone, n. 11 00146 Roma Tel. 06/45213469 Fax 06/45213301 e-mail: info@medisrl.net - web site: www.medisrl.net

Via Tirone, n. 11 00146 Roma Tel. 06/45213469 Fax 06/45213301 e-mail: info@medisrl.net - web site: www.medisrl.net Via Tirone, n. 11 00146 Roma Tel. 06/45213469 Fax 06/45213301 e-mail: info@medisrl.net - web site: www.medisrl.net LA POLITICA E LA MISSION La MEDI srl opera nel settore della Progettazione, Smontaggi,

Dettagli

Il contributo delle tematiche HSEQ. Ing. Piero Luigi Caribotti. snamretegas.it

Il contributo delle tematiche HSEQ. Ing. Piero Luigi Caribotti. snamretegas.it Suppliers Day for Sustainability Il contributo delle tematiche HSEQ Direzione Salute, Sicurezza, Ambiente e Qualità Ing. Piero Luigi Caribotti snamretegas.it Agenda 1 - La salute sicurezza ed ambiente

Dettagli

Ingegneria Qualità e Servizi. Engineering Process Owner

Ingegneria Qualità e Servizi. Engineering Process Owner Ingegneria Qualità e Servizi Engineering Process Owner Gestione Aziendale Sostenibilità Ambientale Efficienza Energetica Infrastrutture e Costruzioni Chi è è una società di consulenza, che opera dal 1995

Dettagli

Fornitori d Eccellenza

Fornitori d Eccellenza Fornitori d Eccellenza Dal 1994 Consulenza e Formazione Aziendale www.gestaonline.it Sistemi gestionali Sicurezza sul lavoro Ambiente Modelli 231 Direzione aziendale La nostra missione è quella di aiutare

Dettagli

Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie

Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie 2 Un esempio di manuale operativo: la gestione della norma ISO 14001 nel settore delle tipografie L esempio di manuale operativo che qui si propone analizza il caso dell azienda tipografica (attività di

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO EMAS

PROGRAMMA FORMATIVO EMAS PROGRAMMA FORMATIVO EMAS Tipo di FORMAZIONE PROPEDEUTICA DI BASE ATTIVITA FORMATIVE GRUPPO 0 (16 h) Generale Elementi di Diritto civile e Diritto amministrativo Ecologia Risparmio energetico e di materie

Dettagli

Il Percorso verso la registrazione EMAS del Comune di Ravenna. 9 gennaio 2009

Il Percorso verso la registrazione EMAS del Comune di Ravenna. 9 gennaio 2009 Il Percorso verso la registrazione EMAS del Comune di Ravenna 9 gennaio 2009 1 COS È EMAS Acronimo inglese per : Eco Management and Audit Scheme Significa: Sistema di Gestione Ambientale basato sulla Ecogestione

Dettagli

Cenni normativi e ottimizzazione ciclo di gestione reflui e scarti industriali

Cenni normativi e ottimizzazione ciclo di gestione reflui e scarti industriali Cenni normativi e ottimizzazione ciclo di gestione reflui e scarti industriali 24 gennaio 2013 Definizioni Cosa sono gli scarti di produzione o residui industriali (NON acque reflue industriali o rifiuti)

Dettagli

SUPPORTO ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI e alla redazione del documento programmatico di competenza dei datori di lavoro

SUPPORTO ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI e alla redazione del documento programmatico di competenza dei datori di lavoro SUPPORTO ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI e alla redazione del documento programmatico di competenza dei datori di lavoro Finalità Destinatari Adeguare la struttura e gli impianti aziendali alla normativa sulla

Dettagli

Via Fiorentina, 54 Pescia - 51017 PT - Italy Tel/fax +39 0572 74 912 info@tuscanyengineering.it - www.tuscanyengineering.it

Via Fiorentina, 54 Pescia - 51017 PT - Italy Tel/fax +39 0572 74 912 info@tuscanyengineering.it - www.tuscanyengineering.it Via Fiorentina, 54 Pescia - 51017 PT - Italy Tel/fax +39 0572 74 912 info@tuscanyengineering.it - www.tuscanyengineering.it Riferimento: Profilo.docx Revisione: A/10.03.2014 pag. 1 di 5 Profilo Aziendale

Dettagli

Efficienza energetica: guida normativa su ESCo, Esperti, contratti, diagnosi energetiche e TEE

Efficienza energetica: guida normativa su ESCo, Esperti, contratti, diagnosi energetiche e TEE Febbraio 2014 Efficienza energetica: guida normativa su ESCo, Esperti, contratti, diagnosi energetiche e TEE Nell era del risparmio energetico, le politiche e le più svariate forme di incentivo per l utilizzo

Dettagli

EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni

EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni Workshop Chi Siamo EQO S.r.l. da oltre 10 anni riunisce professionisti provenenti da diversi settori e con differenti esperienze professionali,

Dettagli

SVILUPPO, CERTIFICAZIONE E MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA SECONDO LA NORMA BS OHSAS 18001:2007

SVILUPPO, CERTIFICAZIONE E MIGLIORAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SICUREZZA SECONDO LA NORMA BS OHSAS 18001:2007 Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza e formazione M&IT Consulting s.r.l. Via Longhi 14/a 40128 Bologna tel. 051 6313773 - fax. 051 4154298 www.mitconsulting.it info@mitconsulting.it SVILUPPO,

Dettagli

Studio legale: sicurezza e salute sul lavoro

Studio legale: sicurezza e salute sul lavoro Studio legale: sicurezza e salute sul lavoro Le politiche adottate a livello istituzionale, produttivo e dei servizi in tema di Sicurezza e salute del lavoro sono da tempo orientate verso l implementazione

Dettagli

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO INTEGRATO ENERGIA 3 - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa Oggetto dell iniziativa è l affidamento del Servizio Integrato Energia, ovvero di tutte le attività di gestione, conduzione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Sintesi del decreto legislativo sulla promozione della cogenerazione ad alto rendimento PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto

Dettagli

Politica di tutela ambientale, salute e sicurezza sul lavoro

Politica di tutela ambientale, salute e sicurezza sul lavoro Per l ambiente Politica di tutela ambientale, salute e sicurezza sul lavoro Tenaris si impegna a realizzare le proprie attività salvaguardando l ambiente, la salute e la sicurezza dei propri dipendenti,

Dettagli

WWW.STUDIOGREENLINE.IT

WWW.STUDIOGREENLINE.IT WWW.STUDIOGREENLINE.IT STUDIO GREENLINE Greenline nasce nel 1996 con la riunione al suo interno di professionisti multidisciplinari per le diverse esperienze professionali espletate. Obiettivo: la creazione

Dettagli

COPYRIGHT ALAVIE SRL RIPRODUZIONE VIETATA. Vito Ziccardi Amministratore Delegato

COPYRIGHT ALAVIE SRL RIPRODUZIONE VIETATA. Vito Ziccardi Amministratore Delegato COPYRIGHT ALAVIE SRL RIPRODUZIONE VIETATA Vito Ziccardi Amministratore Delegato 1 CHI SIAMO LA RETTA VIA UN AZIENDA CHE LAVORA PER LE AZIENDE UN ORGANIZZAZIONE NAZIONALE LA RETTA VIA CHI SIAMO In termini

Dettagli

Adria Energy. risparmiare, naturalmente

Adria Energy. risparmiare, naturalmente Adria Energy risparmiare, naturalmente Le soluzioni ottimali per ottenere energia: cogenerazione, fotovoltaico, solare termico, biomasse, geotermico, idroelettrico, eolico. Adria Energy risparmiare, naturalmente

Dettagli

Questionario sul Manuale per la sostenibilità

Questionario sul Manuale per la sostenibilità Questionario sul Manuale per la sostenibilità Deliverable 4.1 Deliverable Progetto I.M.A.G.I.N.E. MAde Green IN Europe Il progetto IMAGINE Il progetto IMAGINE è finalizzato alla sperimentazione e diffusione

Dettagli

I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11

I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 25 settembre 2012, Treviso Matteo Locati Direzione Certificazione Sistemi di Gestione QHSE e compliance Product Manager Sustainability a.ficarazzo@certiquality.it

Dettagli

IL CONI PER L AMBIENTE

IL CONI PER L AMBIENTE 6 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE L IMPATTO AMBIENTALE DEL CONI 116 CONI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE Il CONI pone una particolare attenzione

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA. Convegno sul tema

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA. Convegno sul tema ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VENEZIA Convegno sul tema SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO Prospettive e sinergie con i sistemi di gestione ambiente e qualità

Dettagli

L Energy Manager e le nuove professioni dell Efficienza Energetica

L Energy Manager e le nuove professioni dell Efficienza Energetica L Energy Manager e le nuove professioni dell Efficienza Energetica Nino Di Franco nino.difranco@enea.it ENEA, Unità Tecnica per l Efficienza Energetica Giornata di formazione continua in collaborazione

Dettagli

IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE

IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE Dott. Ing. Andrea Papageorgiou, Direttore Generale Bryo S.p.A Giovedì 2 Ottobre 2014 AEPI Industrie Srl Imola In collaborazione

Dettagli

LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI PROCESI INDUSTRIALI

LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI PROCESI INDUSTRIALI UN AZIENDA CON MENO INFORTUNI, MENO INQUINAMENTO, PIU RISPARMIO ENERGETICO SOSTENIBILITA' E BUSINESS LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI PROCESI INDUSTRIALI Prof. Ing. Cesare Saccani DIEM - Università degli

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

1. AUDIT ENERGETICO DEI 250 EDIFICI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA E REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA INFORMATICA Audit GIS

1. AUDIT ENERGETICO DEI 250 EDIFICI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DELLA SPEZIA E REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA INFORMATICA Audit GIS Titolo: Dal Censimento dei consumi energetici degli edifici pubblici all attuazione dei PAES della Provincia della Spezia Arch. Paola Giannarelli 18 marzo 2011 ISOLA DI SAN SERVOLO - VENEZIA DAL CENSIMENTO

Dettagli

Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia"

Sistema Edificio Seminario CAM - Edilizia Sistema Edificio Seminario CAM - "Edilizia" Ing. Roberto Garbuglio Coordinatore Operativo ICMQ Spa Roma 21 settembre 2012 presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Chi

Dettagli

Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria

Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Nadia Geranio, Leonardo Merlini, Olga Moretti Il primo obiettivo di

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

Università degli studi di Perugia ing. Andrea Nicolini RISORSE ENERGETICHE ED ENERGIE ALTERNATIVE. AUDIT e Diagnosi Energetica

Università degli studi di Perugia ing. Andrea Nicolini RISORSE ENERGETICHE ED ENERGIE ALTERNATIVE. AUDIT e Diagnosi Energetica Università degli studi di Perugia ing. Andrea Nicolini RISORSE ENERGETICHE ED ENERGIE ALTERNATIVE AUDIT e Diagnosi Energetica 1 AUDIT ENERGETICO DEFINIZIONE NELLA DIRETTIVA 2012/27/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE Aggiornato il 12 Marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

Strumenti di miglioramento: la certificazione ambientale

Strumenti di miglioramento: la certificazione ambientale Strumenti di miglioramento: la certificazione ambientale La spirale perversa LEGGI SOCIALI ED AMBIENTALI PIÙ RESTRITTIVE POLITICI INDUSTRIA PERCEZIONE NEGATIVA DEGLI STAKEHOLDER PRESSIONE PER UNA MIGLIORE

Dettagli

I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+

I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+ 3 Workshop di R&S Opportunità finanziarie per la ricerca delle Imprese Chimiche nei settori energetici e ambientali I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+ Stefano Toffanin Milano,

Dettagli

Le logiche di azione delle Esco nel settore

Le logiche di azione delle Esco nel settore Seminario Il risparmio energetico per il trasporto ADR: l opportunità dei certificati bianchi Le logiche di azione delle Esco nel settore Claudio G. Ferrari Presidente Roma, 29 ottobre 2015 1 (1) FEDERESCO

Dettagli

La 20121 come strumento e guida per l organizzazione dell evento sostenibile.

La 20121 come strumento e guida per l organizzazione dell evento sostenibile. La 20121 come strumento e guida per l organizzazione dell evento sostenibile. Federico Pasqui Milano, 17 luglio 2014 Che cosa significa applicare la sostenibilità ad un evento? Ogni evento (fiera, congresso,

Dettagli

Indice. Prefazione 13

Indice. Prefazione 13 Indice Prefazione 13 1 Energia e sostenibilità: il ruolo chiave dell Energy 15 management 1.1 Sviluppo sostenibile e sistemi energetici 16 1.2 Il contesto delle politiche energetiche: competitività, energia

Dettagli

Codice Ambientale. Scopo e campo di applicazione. Definizioni

Codice Ambientale. Scopo e campo di applicazione. Definizioni Codice Ambientale Scopo e campo di applicazione Il presente documento, regola le norme che il personale della Società Nava deve rispettare nell esecuzione dei servizi di pulizia in merito alle modalità

Dettagli

PARTE SPECIALE - 3 - Illeciti ambientali

PARTE SPECIALE - 3 - Illeciti ambientali PARTE SPECIALE - 3 - Illeciti ambientali 51 1. Funzione della Parte Speciale - 3 - Per effetto del D.Lgs. n. 121/2011, dal 16 agosto 2011 è in vigore l'art.25 - undecies, D.Lgs. n. 231/2001, che prevede

Dettagli

Il Sistema integrato qualità, ambiente e sicurezza

Il Sistema integrato qualità, ambiente e sicurezza Il Sistema integrato qualità, ambiente e sicurezza Riferimenti normativi Qualità UNI EN ISO 9001 Ambiente UNI EN ISO 14001 Sicurezza OHSAS 18001 Tutte e tre le normative sono compatibili ed in alcuni casi

Dettagli

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Allegato C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto legislativo approvato il 7 febbraio 2007 in via definitiva dal Consiglio dei ministri in attuazione della

Dettagli

Rev. 00. AUDIT N DEL c/o. Auditor Osservatori DOCUMENTI DI RIFERIMENTO. Legenda: C = Conforme NC = Non conforme Oss = Osservazione.

Rev. 00. AUDIT N DEL c/o. Auditor Osservatori DOCUMENTI DI RIFERIMENTO. Legenda: C = Conforme NC = Non conforme Oss = Osservazione. AUDIT N DEL c/o AREE DA VERIFICARE GRUPPO DI AUDIT Lead Auditor Auditor DOCUMENTI DI RIFERIMENTO Auditor Osservatori Legenda: C = Conforme NC = Non conforme Oss = Osservazione Pagina 1 di 19 Rif. 14001

Dettagli

RICERCA, CONSULENZA E PROGETTAZIONE PER LA SOSTENIBILITÀ SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE LAVANDERIE INDUSTRIALI

RICERCA, CONSULENZA E PROGETTAZIONE PER LA SOSTENIBILITÀ SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE LAVANDERIE INDUSTRIALI RICERCA, CONSULENZA E PROGETTAZIONE PER LA SOSTENIBILITÀ SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE LAVANDERIE INDUSTRIALI AMBIENTE ITALIA IN SINTESI Ambiente Italia è un azienda

Dettagli

La sostenibilità ambientale nelle infrastrutture ferroviarie Arch. Martino

La sostenibilità ambientale nelle infrastrutture ferroviarie Arch. Martino La sostenibilità ambientale nelle infrastrutture ferroviarie Arch. Martino L impegno ambientale di Italferr Italferr è da anni impegnata nella gestione delle tematiche ambientali ed attribuisce alla tutela

Dettagli

La Nuova Norma EN 16001:08 e l Auditl Energetico: un opportunit. opportunità di risparmio per Aziende e Pubbliche Amministrazioni

La Nuova Norma EN 16001:08 e l Auditl Energetico: un opportunit. opportunità di risparmio per Aziende e Pubbliche Amministrazioni La Nuova Norma EN 16001:08 e l Auditl Energetico: un opportunit opportunità di risparmio per Aziende e Pubbliche Amministrazioni M. Locati Area Ambiente e Sicurezza Certiquality m.locati@certiquality.it

Dettagli

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014

IL NUOVO CONTRATTO DI GLOBAL SERVICE 2008-2014 Patrocinio Università degli Studi di Genova Facoltà di Architettura - Dipartimento di Scienze per l'architettura Dottorato di Ricerca in "Recupero Edilizio ed Ambientale" Provincia di Genova CONVEGNO FACILITY

Dettagli