di Marco Piacenti Risorse umane >> Fondi pensione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "di Marco Piacenti Risorse umane >> Fondi pensione www.intesasanpaoloimprese.com"

Transcript

1 PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI di Marco Piacenti Risorse umane >> Fondi pensione

2 Sommario Premessa...3 Iscritti dall'anno Soggetti già iscritti alla data della riforma: regime transitorio...7 Reintegro delle anticipazioni...8 Glossario Pagina 2 di 10

3 PREMESSA La riforma delineata nel D.Lgs. n. 252/2005, entrata in vigore il 1 gennaio 2007, sembra idonea a fornire, ricorrendo alla leva fiscale, un rinnovato impulso allo sviluppo dei fondi pensione e all adesione agli stessi da parte di tutti i soggetti interessati. Le nuove opportunità contenute nel decreto di riforma si rivolgono principalmente ai giovani che entreranno nel mondo del lavoro e a coloro che hanno pochi anni di previdenza obbligatoria alle spalle, cioè a quei soggetti ai quali il sistema pensionistico obbligatorio non è più in grado di garantire prestazioni previdenziali comparabili con quelle fino ad oggi erogate. La fiscalità della previdenza complementare viene usualmente descritta avendo riguardo alle tre fasi che caratterizzano la gestione dell accumulo dei contributi versati. Sotto questo profilo è facile distinguere: una prima fase in cui i contributi o i premi confluiscono presso il fondo pensione. È in questa fase che il legislatore fiscale riconosce una deduzione dal reddito complessivo, ancorché con dei limiti, dei contributi e premi versati; una seconda fase in cui le somme gestite dal fondo pensione producono rendimenti. Tali frutti degli investimenti operati dal fondo pensione subiscono una tassazione agevolata con apposita imposta sostitutiva; una terza fase in cui gli iscritti, raggiunti i requisiti minimi stabiliti per l ottenimento di prestazioni da parte del fondo pensione, richiedono in forma di rendita e/o di capitale il montante accumulato nel corso degli anni di adesione. Dal punto di vista fiscale entra in gioco in questa fase la modalità di tassazione delle prestazioni percepite, tenendo presente che qualunque prestazione erogata da un fondo pensione, sia essa in forma di rendita che in forma di capitale, si inquadra nell ambito dei redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Nella disamina che segue, distintamente per ciascuna delle tre fasi descritte, si intendono mettere in risalto le implicazioni fiscali avendo riguardo, separatamente, a un soggetto che si iscrive per la prima volta alla previdenza complementare dal 2007 e a un soggetto che alla data del 31 dicembre 2006 risultava già iscritto a una forma pensionistica integrativa. Pagina 3 di 10

4 ISCRITTI DALL ANNO 2007 Le tematiche fiscali del D.Lgs. n. 252/2005, concernente la disciplina delle forme pensionistiche complementari, come modificato dalla legge n. 296/2006 (legge finanziaria per l anno 2007), sono contenute: nell art. 8 per quanto riguarda la deduzione dei contributi e premi versati al fondo pensione; nell art. 10 relativamente alla percentuale di deduzione dal reddito d impresa del Tfr annualmente destinato a forme pensionistiche complementari; nell art. 11 con riferimento alla tassazione delle prestazioni definitive erogate in forma di capitale e di rendita nonché delle anticipazioni del montante individuale maturato; nell art. 14 per quanto riguarda la tassazione dei riscatti, parziali o totali, del montante individuale maturato; nell art. 17 in merito al regime tributario delle forme pensionistiche complementari; nell art. 20 relativamente alla deduzione dei contributi versati a fondi in squilibrio finanziario; nell art. 21 con riferimento alle modifiche apportate al D.P.R. n. 917/1986 (Tuir) e al D.P.R. n. 600/1973. Al riguardo, è di rilievo evidenziare che per effetto di tali modifiche la fiscalità della previdenza complementare è ora contenuta direttamente nell ambito del D.Lgs. n. 252/2005 ed è a tale decreto che occorre fare riferimento per conoscere la disciplina fiscale applicabile dal Tuttavia, si segnala che nell ambito del Tuir e del D.P.R. n. 600/1973 rimangono alcune disposizioni utili a fornire, ad esempio, l inquadramento fiscale delle prestazioni pensionistiche integrative (cfr. art. 50, c. 1, lett. h-bis), e art. 52, c. 1, lett. d) del Tuir), l indicazione della spettanza della deduzione dal reddito complessivo dei contributi e dei premi versati al fondo pensione (cfr. art. 10, c. 1, lett. e-bis) del Tuir), l indicazione della spettanza della deducibilità della percentuale del Tfr annualmente destinato al fondo pensione (cfr. art. 105, c. 3 del Tuir), nonché a porre in capo al fondo pensione l obbligo di procedere alla tassazione delle prestazioni corrisposte (cfr. art. 24, c. 1-quater del D.P.R. n. 600/1973). Deduzione dei premi e dei contributi A partire dai contributi e premi versati dall anno 2007, il Tuir stabilisce, alla lett. e-bis) del c. 1 dell art. 10, che la deducibilità dei premi e dei contributi versati alle forme pensionistiche complementari spetta nei limiti previsti dall art. 8 del D.Lgs. n. 252/2005. Pertanto, il nuovo limite di deducibilità è ora fissato in un importo non superiore a 5.164,57, prescindendo da qualsivoglia percentuale del reddito complessivo e dal Tfr destinato al fondo pensione. In tale importo risultano comprese anche le quote accantonate dal datore di lavoro ai fondi di previdenza di cui all art. 105, c. 1 del Tuir. Nel rispetto del nuovo limite previsto, resta fermo che per i contributi versati nell interesse delle persone fiscalmente a carico la deduzione compete, in prima battuta, al soggetto fiscalmente a carico e, per l ammontare non dedotto nella dichiarazione dei redditi di quest ultimo, al contribuente cui il familiare risulti a carico. Una disposizione particolare è prevista per i lavoratori di prima occupazione che hanno cominciato a lavorare a decorrere dal 1 gennaio Tali soggetti, infatti, oltre alla deduzione ordinaria nel limite di 5.164,57, possono dedurre, dal sesto anno e fino al venticinquesimo anno di partecipazione alla forma pensionistica complementare - ancorché nel limite annuale aggiuntivo di 2.582,29 l importo costituito dalla differenza tra ,85 e i contributi versati nel primo quinquennio di partecipazione al fondo. Pagina 4 di 10

5 Nell art. 20, c. 7 del decreto di riforma, è prevista un altra deroga al limite assoluto di deducibilità dei contributi e premi consistente nella possibilità, per i soggetti iscritti a fondi in squilibrio finanziario che hanno ottenuto l autorizzazione del Ministero del lavoro al risanamento finanziario, di dedurre integralmente l ammontare dei contributi versati. Le novità relative ai limiti di deducibilità dei premi e dei contributi versati non sembrano porre particolari problematiche interpretative. Come già previsto dalla disciplina vigente fino al 31 dicembre 2006, anche nell ambito della nuova disciplina è stabilito che: l importo del Tfr destinato al fondo pensione è neutrale dal punto di vista fiscale e, pertanto, non entra a far parte dell ammontare dei premi e dei contributi deducibile dal reddito complessivo dell iscritto; ai fini della deduzione dei premi e dei contributi versati, occorre continuare a fare riferimento al criterio di cassa. Relativamente ai redditi di lavoro dipendente, si ritiene che possa essere applicato il criterio di cassa allargato secondo cui rientrano nel reddito prodotto in un periodo d imposta le retribuzioni corrisposte entro il 12 gennaio dell anno successivo se riferite all anno precedente; l iscritto comunichi al fondo pensione, ancorché nel nuovo termine del 31 dicembre dell anno successivo a quello in cui è stato effettuato il versamento, l ammontare dei premi e contributi che non sono stati dedotti dal reddito complessivo (per volontà o per superamento del limite consentito ovvero per incapienza del reddito complessivo). Rendimenti prodotti Riguardo alla tassazione dei frutti degli investimenti del fondo pensione, la riforma non ha modificato la misura del prelievo fiscale che rimane, in linea di principio, confermato all 11% a titolo d imposta sostitutiva delle imposte sui redditi. Prestazioni erogate a titolo definitivo Nell art. 11, c. 6 del D.Lgs. n. 252/2005, è stabilito, come in precedenza, che: le prestazioni complementari definitive erogate in forma di capitale sono imponibili per il loro ammontare complessivo al netto della parte corrispondente ai redditi già assoggettati a imposta. Pertanto, l ammontare della prestazione erogata deve essere diminuita dei rendimenti già assoggettati a imposta sostitutiva anno per anno e dei contributi e premi non dedotti dall iscritto anno per anno, desumibili dalle apposite comunicazioni; le prestazioni complementari in forma di rendita sono imponibili per il loro ammontare complessivo al netto della parte corrispondente ai redditi già assoggettati a imposta (rendimenti tassati e contributi non dedotti) e a quelli di cui alla lett. g-quinquies) del c. 1 dell art. 44 del Tuir. La novità di rilievo è rappresentata dalla tassazione dei predetti imponibili. Infatti, entrambi subiranno una ritenuta a titolo d imposta con l aliquota del 15%, ridotta di 0,3 punti percentuali per ogni anno eccedente il quindicesimo anno di partecipazione al fondo pensione e con un limite di riduzione massimo non superiore a 6 punti percentuali. È questa la leva fiscale utilizzata dal legislatore per incentivare l adesione alla previdenza complementare. Fra l altro, la previsione di una ritenuta a titolo d imposta anche sulle rendite comporta che sulle stesse non sono più dovute le addizionali all Irpef. Un altro elemento di novità rispetto al passato si rinviene nell individuazione del soggetto che assume la veste di sostituto d imposta. Pagina 5 di 10

6 Al riguardo, nel confermare il fondo pensione quale sostituto d imposta nell ambito dell erogazione delle prestazioni in forma di capitale, è stabilito che, relativamente alle prestazioni erogate in forma di rendita, la qualifica di sostituto d imposta sia assunta dal soggetto erogante (normalmente l impresa di assicurazione). Anticipazioni Il c. 7 dell art. 11 del D.Lgs. n. 252/2005 contiene il nuovo assetto civilistico e fiscale delle anticipazioni del montante maturato da ciascun iscritto. E previsto che gli aderenti possano richiedere l anticipazione della posizione individuale accumulata: 1) in qualsiasi momento, nel limite del 75%, per il sostenimento di spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni relative all iscritto, al coniuge e ai figli; 2) decorsi otto anni di iscrizione, nel limite del 75%, per l acquisto della prima casa dell iscritto e dei suoi figli; 3) decorsi otto anni di iscrizione al fondo, nel limite del 30%, per altre esigenze degli iscritti. In ogni caso, l ammontare delle anticipazioni percepite non deve eccedere il 75% della posizione individuale maturata. Così, in presenza, ad esempio, di un anticipazione richiesta nella misura del 75% del montante accumulato per sostenere spese sanitarie viene preclusa sul medesimo montante la possibilità di ottenere ulteriori anticipazioni. Relativamente agli aspetti fiscali, è di rilievo evidenziare che muta sia la base imponibile che l aliquota di tassazione. Infatti: l imponibile dell anticipazione percepita è calcolato riducendo la somma percepita sia dei contributi non dedotti che dei rendimenti già tassati alla fonte con l imposta sostitutiva dell 11%. Nella precedente disciplina l imponibile si otteneva riducendo la somma percepita a titolo di anticipazione dei soli contributi non dedotti; sull imponibile così determinato è operata una ritenuta a titolo d imposta con l aliquota del 15% (e con la riduzione già prevista per le prestazioni a titolo definitivo) se l anticipazione è richiesta per il sostenimento di spese sanitarie e con l aliquota del 23% (senza riduzioni) se l anticipazione è richiesta per l acquisto della prima casa o per altre esigenze. Tassazione dei riscatti L art. 14 del D.Lgs. n. 252/2005 dispone che al venir meno dei requisiti di partecipazione alla forma pensionistica complementare, gli statuti e i regolamenti dei fondi, oltre a prevedere il trasferimento della posizione accumulata ad altra forma complementare alla quale accede il lavoratore in relazione alla nuova attività lavorativa, stabiliscano: il riscatto parziale (50% della posizione accumulata) nei casi di mobilità e cassa integrazione guadagni (ordinaria e straordinaria) nonché di cessazione dell attività lavorativa che comporti inoccupazione per un periodo di tempo pari ad almeno 12 mesi ma non superiore a 48 mesi; il riscatto totale della posizione accumulata nei casi di invalidità permanente con riduzione della capacità lavorativa per almeno i due terzi e qualora l inoccupazione derivante dalla cessazione dell attività lavorativa perduri oltre i 48 mesi. Il riscatto totale è comunque previsto per gli eredi (o per altri beneficiari indicati dall iscritto) in caso di decesso dell aderente prima che abbia maturato i requisiti per accedere alla prestazione. Pagina 6 di 10

7 Così come per le altre prestazioni, anche la tassazione dei riscatti risulta più appetibile rispetto alla precedente normativa. Infatti viene stabilito che sull imponibile dell importo riscattato riscatto parziale, riscatto totale e riscatto esercitato dagli eredi - determinato riducendo la somma percepita dei rendimenti già tassati e dei contributi non dedotti, sia operata la medesima ritenuta a titolo d imposta prevista per le prestazioni definitive in forma di capitale, per le prestazioni in forma di rendita e per le anticipazioni richieste per il sostenimento di spese sanitarie. L unica eccezione è rappresentata dal riscatto richiesto per cause diverse da quelle già elencate. In tal caso, la ritenuta a titolo d imposta deve essere operata con l aliquota del 23% e senza riduzioni dipendenti dal protrarsi degli anni di partecipazione alla forma pensionistica. SOGGETTI GIÀ ISCRITTI ALLA DATA DELLA RIFORMA: REGIME TRANSITORIO L art. 23, c. 5 del D.Lgs. n. 252/2005 introduce una serie di norme transitorie al fine di gestire la posizione di quei soggetti che risultano già iscritti alla previdenza complementare entro il 2006 e che continuano ad accumulare il proprio montante in vigenza della normativa prevista a partire dal Tali disposizioni non pongono problematiche di rilievo relativamente alla deduzione dei contributi e premi versati atteso che a questi fini vige, come già detto, un rigido criterio di cassa. Così, è ovvio che i soggetti già iscritti alla previdenza complementare alla data della riforma (siano essi vecchi iscritti o nuovi iscritti ) deducono, dal 2007, i contributi e i premi versati nel limite assoluto di 5.164,57. Per le prestazioni (in forma di rendita e di capitale) il regime transitorio, come modificato dalla legge finanziaria per l anno 2007, prevede, in linea di principio, che: le nuove modalità di tassazione si rendono applicabili ai montanti accumulati dal 2007; per i montanti già accumulati entro il 31 dicembre 2006, continuano ad applicarsi le precedenti modalità di tassazione (contenute nell art. 20 del Tuir per le prestazioni in forma di capitale e nella lett. d) del c. 1 dell art. 52, del medesimo Tuir vigente fino al 31 dicembre 2006 per le prestazioni in forma di rendita) tranne la disposizione del citato art. 20 del Tuir che stabiliva la riliquidazione con il criterio del quinquennio precedente - da parte dell Amministrazione finanziaria. Ciò lascia intendere che, sia per le prestazioni in forma di capitale che per quelle in forma di rendita, il sostituto d imposta dovrà gestire tre distinti imponibili (e tre distinte modalità di tassazione) e più precisamente: 1) quello relativo al montante maturato fino all anno 2000, secondo le disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 124/1993 e le precisazioni fornite dall Amministrazione finanziaria nell ambito della circolare n. 235/1998; 2) quello relativo al montante maturato dal 1 gennaio 2001 fino al 31 dicembre 2006, secondo le disposizioni contenute nei D.Lgs. n. 47/2000 e n. 168/ 2001 e le precisazioni fornite dall Amministrazione finanziaria nell ambito delle circolari nn. 29 e 78 del 2001; 3) quello relativo al montante maturato dal 1 gennaio 2007, secondo le disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 252/2005 e le precisazioni che saranno fornite dall Amministrazione finanziaria nell ambito della circolare di prossima emanazione. Tali modalità di determinazione degli imponibili e di tassazione delle prestazioni erogate dal fondo pensione non sembrano creare grosse difficoltà interpretative. Pagina 7 di 10

8 Ciò è presumibilmente vero per quanto riguarda la tassazione delle prestazioni definitive in forma di capitale, delle prestazioni in forma di rendita nonché quella delle anticipazioni. Più complessa appare, invece, la situazione relativa alla tassazione dei riscatti nell ambito del regime transitorio. Al riguardo, infatti, non risulta un immediata corrispondenza fra le motivazioni che dal 2007 consentono di chiedere il riscatto parziale o totale delle prestazioni accumulate e quelle previste, invece, fino all anno Sul punto l Agenzia delle entrate dovrà compiere un notevole sforzo interpretativo. Disposizioni particolari per i vecchi iscritti L art. 23, c. 7 del D.Lgs. n. 252/2005, contiene specifiche disposizioni per i cosiddetti vecchi iscritti. In particolare, è stabilito il principio secondo cui sulla prestazione accumulata a partire dal 1 gennaio 2007 il regime fiscale applicabile continua a essere quello previsto fino al 31 dicembre In linea di principio, pertanto, ai vecchi iscritti non si renderà automaticamente applicabile la nuova disciplina della tassazione delle prestazioni prevista dal decreto di riforma. In tale circostanza è evidente il mantenimento della possibilità per il vecchio iscritto di chiedere l intera prestazione accumulata (compresa quella maturata dal 2007) in forma di capitale. Il medesimo c. 7, tuttavia, contempla anche una possibilità alternativa. Il vecchio iscritto, in sostanza, può chiedere, sulla parte della prestazione che matura dal 2007, l applicazione delle disposizioni introdotte dal decreto di riforma usufruendo della tassazione con imposta sostitutiva delle imposte sui redditi. Tale possibilità è subordinata all esercizio di un opzione le cui modalità operative dovranno essere individuate dall Agenzia delle entrate. Ovviamente l esercizio dell opzione comporterà la possibilità per il vecchio iscritto di chiedere in forma di capitale al massimo il 50% della prestazione maturata dal REINTEGRO DELLE ANTICIPAZIONI L art. 11, c. 8 del D.Lgs. n. 252/2005, nello stabilire, come già detto, che le somme percepite a titolo di anticipazione non possono eccedere complessivamente il 75% del montante accumulato, ha previsto che le anticipazioni percepite possono essere reintegrate (riversate al fondo pensione). Il reintegro era già disciplinato nel sistema vigente fino al 31 dicembre 2006 ancorché le somme reintegrate partecipassero al plafond dei contributi e premi deducibili secondo i limiti allora stabiliti. Con la riforma, invece, è previsto che laddove la somma versata al fondo sia di importo superiore a 5.164,57 euro, sull ammontare eccedente tale importo è riconosciuto all iscritto un credito d imposta la cui entità è pari all imposta pagata al momento della fruizione dell anticipazione, proporzionalmente riferibile all importo reintegrato. Esempio Si pensi ad un anticipazione per assoggettata a tassazione per Successivamente l iscritto versa - in una determinata annualità - contributi per ,57. In tale ipotesi il credito d imposta spetta nella misura di Infatti, occorre prima sottrarre dai contributi versati l importo ordinariamente deducibile ( , ,57 = 5.000) per poi sviluppare la seguente proporzione: : = : X, dove: = importo dell anticipazione percepita = tassazione che ha subito l anticipazione = anticipazione che si considera reintegrata X = credito d imposta spettante X = x = Pagina 8 di 10

9 Anche sull argomento in commento si attendono precisazioni ufficiali da parte dell Agenzia delle entrate volte a chiarire, fra l altro, talune problematiche come quella, ad esempio, concernente le modalità di fruizione del credito d imposta (in sede di dichiarazione dei redditi o esposizione nell ambito della delega di versamento mod. F24). Sembra, invece, scontato che la nuova gestione del reintegro delle anticipazioni riguardi esclusivamente le somme maturate dall anno Pagina 9 di 10

10 GLOSSARIO Squilibrio finanziario Si ha squilibrio finanziario quando il flusso delle entrate non è in grado di fronteggiare il flusso delle uscite. Per assicurare il raggiungimento ed il mantenimento dell equilibrio finanziario è necessario che le caratteristiche degli investimenti e dei finanziamenti siano tra loro omogenee. Rendita Il termine rendita è usato con diverse accezioni. In ambito giuridico, con la rendita è definita come qualsiasi prestazione periodica avente per oggetto denaro o una certa quantità di cose fungibili. In economia, il termine rendita indica qualsiasi remunerazione in eccesso rispetto al costo opportunità o al costo di produzione. In particolare, una rendita finanziaria è una successione di importi, chiamate rate, da riscuotere o da pagare ad intervalli di tempo determinati.. Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza di WKI - Ipsoa Editore Fonte: Guida alle Paghe Mensile di consulenza per le paghe e le procedure del personale, Ipsoa Editore Copyright: WKI - Ipsoa Editore Pagina 10 di 10

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al fondo pensione aperto a contribuzione definita

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (A) Regime fiscale applicabile agli iscritti a partire dal 1 gennaio 2007ed ai contributi versati dal 1 gennaio 2007dai lavoratori già iscritti 1. I Contributi 1.1 Il regime

Dettagli

Allegato alla nota informativa. La fiscalità della previdenza complementare. Bergamo, 24 Novembre 2008

Allegato alla nota informativa. La fiscalità della previdenza complementare. Bergamo, 24 Novembre 2008 Allegato alla nota informativa. La fiscalità della previdenza complementare " La fiscalità della nuova previdenza complementare" INTRODUZIONE La legge di riforma della previdenza complementare (D.Lgs.252/2005

Dettagli

Le novità della previdenza complementare sul mod. Cud 2008 di Marco Piacenti

Le novità della previdenza complementare sul mod. Cud 2008 di Marco Piacenti Le novità della previdenza complementare sul mod. Cud 2008 di Marco Piacenti Iniziamo la pubblicazione di una serie di interventi di approfondimento sulle novità del modello Cud 2008. Si parte con l analisi

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fondo Pensione Complementare per i Geometri Liberi Professionisti FONDO PENSIONE FUTURA Iscritto al n. 166 all Albo COVIP DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali assicurati

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDAV Fondo Pensione Complementare Personale Navigante di Cabina Sede Legale: Viale A. Marchetti, 111 00148 Roma Uffici: Piazza Fernando de Lucia, 37 00139 Roma Telefono: 06/88291308 Telefax: 06/8803298

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Iscritto all Albo dei Fondi Pensione 1^ Sez. Speciale - Fondi Pensione Preesistenti - numero 1146 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - Documento approvato dal Consiglio di amministrazione del 1 aprile 2015 -

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2015 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi versati

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fondo Pensione complementare a capitalizzazione per gli operai agricoli e florovivaisti a DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Regime fiscale dei contributi (applicabile anche ai soggetti iscritti alla data del

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Aggiornato al 23 febbraio 2015)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Aggiornato al 23 febbraio 2015) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Aggiornato al 23 febbraio 2015) Il presente documento integra il contenuto della Nota informativa per l adesione al fondo pensione aperto a contribuzione definita PENSPLAN

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE Chiarimenti sulla disciplina fiscale del d. lgs. n. 252/2005 (c.d. Testo Unico della previdenza complementare) Circolare dell

Dettagli

Documento sul regime fiscale

Documento sul regime fiscale Fondo Scuola Espero FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 145 Documento sul regime fiscale (depositato presso la Covip

Dettagli

Previgest Fund Mediolanum

Previgest Fund Mediolanum Fondo Pensione aperto Previgest Fund Mediolanum Documento sul Regime Fiscale Società di Gestione Collocatore Unico Retro di copertina 2/7 Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa

Dettagli

aggiornato al 31 luglio 2014

aggiornato al 31 luglio 2014 aggiornato al 31 luglio 2014 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi versati, a partire dal 1 gennaio 2007, dai

Dettagli

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi.

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi. FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA D.M. LAVORO 5.6.2001 - ISCRIZIONE ALBO FONDI PENSIONE N 116 DOCUMENTO FISCALE

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 1 Deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 22 luglio 2014 Sommario REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI... 3 Contributi versati fino al 31 dicembre 2006... 3 Contributi

Dettagli

FONDINPS - Fondo pensione complementare INPS Iscritto n. 500 all Albo Covip

FONDINPS - Fondo pensione complementare INPS Iscritto n. 500 all Albo Covip DOCUMENTO SUL REGIIME FIISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali

Dettagli

Documento sul regime fiscale. Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2015

Documento sul regime fiscale. Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2015 Documento sul regime fiscale Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2015 aggiornato il 24 settembre 2015 Sommario 1 Regime fiscale dei contributi... 3 2 Regime fiscale della

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIIME FIISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali

Dettagli

Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini

Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 136 Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione allegato

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti

Dettagli

Documento Sul Regime Fiscale

Documento Sul Regime Fiscale 2015 Documento Sul Regime Fiscale Il presente documento illustra sinteticamente il regime fiscale in vigore a decorrere dall 1 gennaio 2007, alla luce delle disposizioni dell Agenzia delle Entrate (Circolare

Dettagli

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 A decorrere dal 1 gennaio 2007 il lavoratore dipendente è tenuto ad operare una scelta circa la destinazione del proprio tfr maturando: se destinarlo a una previdenza

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Aggiornamento del 2 febbraio 2015 1. REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI I contributi versati a FONDENEL dal 1^ gennaio 2007 sono deducibili dal reddito complessivo dell aderente

Dettagli

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI)

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo

Dettagli

Documento sul Regime Fiscale

Documento sul Regime Fiscale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT- PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-PACKARD Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1538 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato

Dettagli

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa all offerta pubblica di adesione a L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER PREVICOOPER FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NAZIONALE A CAPITALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI DELLE IMPRESE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER Approvato

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO DI PREVIDENZA MARIO NEGRI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI DI AZIENDE DEL TERZIARIO, DI SPEDIZIONE E TRASPORTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della

Dettagli

Obiettivo Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo pensione

Obiettivo Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo pensione Obiettivo Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo pensione 4 - Documento sul Regime fiscale Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5017 Numeri utili Pronto Allianz

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Aggiornato alla legge n. 190 del 23 dicembre 2014 ( legge di

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa ed è aggiornato al

Dettagli

GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14)

GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14) GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime

Dettagli

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale Unipol Previdenza Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA Documento sul regime fiscale Il presente documento costituisce parte integrante della nota informativa

Dettagli

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE BYBLOS FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLE AZIENDE ESERCENTI L INDUSTRIA DELLA CARTA E DEL CARTONE, DELLE AZIENDE GRAFICHE

Dettagli

UNIPOL FUTURO PRESENTE

UNIPOL FUTURO PRESENTE Unipol Futuro Presente Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5050 UNIPOL FUTURO PRESENTE Documento sul regime fiscale Il presente

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 Il presente documento integra il contenuto della Nota informativa Il Regime Fiscale di un Fondo Pensione è caratterizzato da tre momenti: 1. Contribuzione 2. Gestione Finanziaria

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - FONDO PENSIONE DIRIGENTI COOPERATIVE DI CONSUMATORI. 1. FASE DEI VERSAMENTI: Regime fiscale dei contributi

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - FONDO PENSIONE DIRIGENTI COOPERATIVE DI CONSUMATORI. 1. FASE DEI VERSAMENTI: Regime fiscale dei contributi DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - FONDO PENSIONE DIRIGENTI COOPERATIVE DI CONSUMATORI 1. FASE DEI VERSAMENTI: Regime fiscale dei contributi Contributi versati dal 1 gennaio 2007 I contributi versati a fondi

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ED ARTIGIANE EDILI ED AFFINI. Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ED ARTIGIANE EDILI ED AFFINI. Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ED ARTIGIANE EDILI ED AFFINI Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 136 Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione (allegato

Dettagli

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale Unipol Previdenza Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA Documento sul regime fiscale Il presente documento costituisce parte integrante della nota informativa

Dettagli

Tassazione delle prestazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Tassazione delle prestazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Tassazione delle prestazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna Il diritto alla prestazione pensionistica si acquisisce

Dettagli

FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare

Dettagli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli LA GUIDA DEL CONTRIBUENTE è una pubblicazione del Ministero delle Finanze Segretariato generale Ufficio per l informazione del contribuente Per ulteriori informazioni: www.finanze.it La Guida è distribuita

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE FONDO PENSIONE (iscritto al n. 1137 della Sezione Speciale I dei Fondi Preesistenti dell Albo Covip) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

Dettagli

IntegrazionePensionisticaAurora

IntegrazionePensionisticaAurora IntegrazionePensionisticaAurora Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5034 IntegrazionePensionisticaAurora Documento sul regime

Dettagli

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) ARCO FONDO NAZIONALE PENSIONE FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DEL LEGNO, SUGHERO, MOBILE ARREDAMENTO, BOSCHIVI/FORESTALI, LATERIZI E MANUFATTI IN CEMENTO, LAPIDEI, MANIGLIE

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Aggiornamento del 30 gennaio 2015 1. REGIME FISCALE DEI CONTRIBUTI I contributi versati al FOPEN dal 1^ gennaio 2007 sono deducibili dal reddito complessivo dell aderente per

Dettagli

Libero Domani. Documento sul regime fiscale

Libero Domani. Documento sul regime fiscale Società del Gruppo Sara Libero Domani Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5092 (art. 13 del decreto legislativo n. 252 del

Dettagli

UNIPOL FUTURO PRESENTE

UNIPOL FUTURO PRESENTE Unipol Futuro Presente Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5050 UNIPOL FUTURO PRESENTE Documento sul regime fiscale Il presente

Dettagli

FONDO PENSIONE PER I DIRIGENTI IBM

FONDO PENSIONE PER I DIRIGENTI IBM FONDO PENSIONE PER I DIRIGENTI IBM Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 1070 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Giugno 2015) - 1 - Le note che seguono sono una libera e parziale sintesi NON SOSTITUTIVA

Dettagli

FATA Futuro Attivo. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione

FATA Futuro Attivo. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale - Allegato alla Nota informativa - Documento sul regime fiscale Allegato alla Nota informativa Pagina 1

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in regime di contribuzione definita, sono

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE fondo pensione aperto aviva Fondo Pensione Istituito in Forma di Patrimonio Separato da AVIVA S.p.A. (Art. 12 del Decreto Legislativo 5 Dicembre 2005, n. 252) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE

Dettagli

Aviva Top Pension. Documento sul regime fiscale. Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione

Aviva Top Pension. Documento sul regime fiscale. Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Aviva Top Pension Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita (art. 13 del

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE APERTO Helvetia Domani Fondo pensione Aperto è iscritto all Albo tenuto dalla COVIP

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE APERTO Helvetia Domani Fondo pensione Aperto è iscritto all Albo tenuto dalla COVIP DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI HELVETIA DOMANI - FONDO PENSIONE APERTO Helvetia Domani Fondo pensione Aperto è iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 91 Il presente documento integra il contenuto

Dettagli

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337 mod. C/P01 (Rev. Nov 2010) FONDO PENSIONE MEDICI C/P01 - PENSIONAMENTO RICHIESTA DI PRESTAZIONE PENSIONISTICA Da compilarsi e sottoscrivere a cura dell'aderente Il Sottoscritto.. nato a.. (prov....) il...

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AVIVA

FONDO PENSIONE APERTO AVIVA FONDO PENSIONE APERTO AVIVA FONDO PENSIONE ISTITUITO IN FORMA DI PATRIMONIO SEPARATO DA AVIVA S.P.A. (ART. 12 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il Fondo Pensione Aperto Soluzione Previdente è iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 155. Helvetia Vita S.p.A. Compagnia

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

PREVIMODA. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 117. Sezioni

PREVIMODA. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 117. Sezioni Previmoda Fondo Pensione a capitalizzazione per i lavoratori dell industria tessile-abbigliamento, delle calzature e degli altri settori industriali del sistema moda. Documento PREVIMODA FONDO PENSIONE

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA

FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA FONDO PENSIONE ISTITUITO IN FORMA DI PATRIMONIO SEPARATO DA AVIVA ASSICURAZIONI VITA S.P.A. (ART. 12 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252) DOCUMENTO SUL

Dettagli

di Patrizia Della Serra

di Patrizia Della Serra TFR E FONDI PENSIONE COSA CAMBIA PER LE AZIENDE di Patrizia Della Serra Risorse Umane >> Fondi pensione Sommario Premessa...3 Il Tfr fino al 31 dicembre 2006...4 Il Tfr dall'1 gennaio 2007...4 Agevolazioni

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento sulle anticipazioni pagina 1 di 3 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE La presente Nota informativa, redatta da PENSPLAN INVEST SGR S.p.A. in conformità allo schema predisposto dalla Covip, non è soggetta

Dettagli

HELVETIA AEQUA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

HELVETIA AEQUA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE HELVETIA AEQUA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Helvetia Aequa è iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5079. Helvetia Vita S.p.A.,

Dettagli

FAQ FONDO PENSIONE AZIMUT PREVIDENZA

FAQ FONDO PENSIONE AZIMUT PREVIDENZA FAQ FONDO PENSIONE AZIMUT PREVIDENZA MI MANCANO POCHI ANNI DI LAVORO AL PENSIONAMENTO. MI CONVIENE ISCRIVERMI AD UNA FORMA PENSIONSITICA COMPLEMENTARE? Non esistono reali controindicazioni all'adesione

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico

Piano Individuale Pensionistico Piano Individuale Pensionistico Indice 2 Piano Individuale Pensionistico Cos è? Come funziona? 3 e documenti per le liquidazioni 7 Fiscalità 9 Domande 1 Cos è? Come funziona? Cos è? Il Piano Individuale

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DC S RG FSC l presente documento integra il contenuto della ota nformativa relativa al Fondo ensione per il ersonale delle Società arabancarie e nterbancarie del Gruppo. l Fondo ensione per il ersonale

Dettagli

AXA progetto pensione più

AXA progetto pensione più AXA progetto pensione più PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE allegato alla nota informativa edizione 2015 AXA Assicurazioni S.p.A. AXA progetto

Dettagli

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva UniCredit Futuro P.I.P. Aviva Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita

Dettagli

DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO

DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO FONTEDIR Fondo Pensione Complementare Dirigenti Gruppo Telecom Italia FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DIRIGENTI GRUPPO TELECOM ITALIA in forma abbreviata FONTEDIR DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO REGIME FISCALE

Dettagli

Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1

Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1 Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1 Il regime fiscale della previdenza integrativa risente del sistema in base al quale è strutturato. Al compimento dell età pensionabile il sottoscrittore percepirà

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DC S RG FSC l presente documento integra il contenuto della ota nformativa relativa al Fondo ensione Gruppo Cariparma Crédit gricole. l Fondo ensione Gruppo Cariparma Crédit gricole si assume la responsabilità

Dettagli

FONDO PENSIONE INTEGRATIVO (FIP)

FONDO PENSIONE INTEGRATIVO (FIP) FONDO PENSIONE INTEGRATIVO (FIP) LO SCOPO Il FIP qui descritto è una forma pensionistica complementare individuale di tipo assicurativo, ché ha lo scopo di consentire all aderente di attivare un piano

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

La nuova previdenza complementare

La nuova previdenza complementare Concreto Fondo Pensione Complementare Nazionale La nuova previdenza complementare La nuova previdenza complementare 1 Agenda Adesione esplicita e tacita Fonti di finanziamento e regole per la deducibilità

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione LABORFONDS nella seduta del 26/03/2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione LABORFONDS nella seduta del 26/03/2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione LABORFONDS nella seduta del 26/03/2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento espone il regime fiscale

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

Premessa. by Gestione Processi Formativi 2

Premessa. by Gestione Processi Formativi 2 Premessa Una presentazione in cui si affronta il tema della fiscalità delle polizze vita e delle forme di previdenza complementare. Viene ripreso il vecchio regime fiscale (valido per tutte le polizze

Dettagli

Docente: Alessandro Bugli

Docente: Alessandro Bugli Docente: Alessandro Bugli Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012 Fonte: OECD Global Pension Statistics - 2012 Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento è aggiornato alla data del 31 marzo 2012 Premessa La partecipazione a forme di previdenza complementare può idealmente scindersi, da un punto di vista

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW. Documento sul Regime Fiscale

Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW. Documento sul Regime Fiscale Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW Documento sul Regime Fiscale è un prodotto di Distribuito da Retro di copertina 2/5 Il presente documento integra il contenuto

Dettagli

FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI

FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI PREMESSA: SUCCESSIONE DEI REGIMI 1. DISCIPLINA VIGENTE PER I CONTRATTI STIPULATI ENTRO IL 31/12/20000

Dettagli

Previgest Fund Mediolanum

Previgest Fund Mediolanum Fondo Pensione aperto Previgest Fund Mediolanum Documento sul Regime Fiscale Società di Gestione Retro di copertina 2/7 Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativo all offerta

Dettagli

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare Stampa Aspetti fiscali sulla previdenza complementare admin in LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI Come è noto, la riforma, attuata con il Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, in vigore

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

FONDO PENSIONE PRIAMO

FONDO PENSIONE PRIAMO I VANTAGGI DELL ADESIONE AL FONDO PENSIONE PRIAMO INTEGRAZIONE E PROTEZIONE FALITÀ REDDITIVITÀ FLESSIBILITÀ ECONOMICITÀ DIVERSIFICAZIONE L adesione a Priamo comporta, per l aderente, una serie di VANTAGGI

Dettagli

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione 1 L ADESIONE L adesione alle forme pensionistiche complementari è libera e volontaria 2 L ADESIONE SI PUO ADERIRE A FONTEMP: IN MANIERA

Dettagli

CIRCOLARE N. OGGETTO: Modifiche alla disciplina tributaria della previdenza complementare Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252.

CIRCOLARE N. OGGETTO: Modifiche alla disciplina tributaria della previdenza complementare Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252. CIRCOLARE N. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Circolare n. 70/E Roma, 18 dicembre 2007 OGGETTO: Modifiche alla disciplina tributaria della previdenza complementare Decreto legislativo 5 dicembre

Dettagli