SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE SARDEGNA SENTENZA. nel giudizio di responsabilità, iscritto al n del registro di Segreteria, proposto

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE SARDEGNA SENTENZA. nel giudizio di responsabilità, iscritto al n del registro di Segreteria, proposto"

Transcript

1 Page 1 of 8 sl Sent. n. 563/2010 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE SARDEGNA composta dei seguenti magistrati: Luigi MAZZILLO Enrico BASSAREO Maria Elisabetta LOCCI Presidente Consigliere relatore Consigliere ha pronunciato la seguente SENTENZA nel giudizio di responsabilità, iscritto al n del registro di Segreteria, proposto ad istanza del Procuratore regionale nei confronti della signora Loredana PISCEDDA. Uditi, nella pubblica udienza del 5 ottobre 2010, il relatore Consigliere Enrico Bassareo ed il Pubblico Ministero nella persona del Vice Procuratore generale Antonietta Bussi. Esaminati gli atti e i documenti tutti della causa. Ritenuto in FATTO Con atto di citazione depositato il 14 gennaio 2010, il Procuratore regionale h convenuto in giudizio, dinanzi a questa Sezione, la signora Loredana PISCEDDA pe sentirla condannare al pagamento a favore dell Erario, e segnatamente della R.A.S. A.R.G.E.A., della somma di euro ,99 maggiorata della rivalutazione monetaria degli interessi legali e delle spese processuali. Detta somma costituisce danno erariale, secondo l assunto accusatorio, in

2 Page 2 of 8 quanto corrisponderebbe al pregiudizio patrimoniale provocato alla Regione Autonom della Sardegna dalla convenuta che, con il suo comportamento doloso, avrebb percepito indebitamente finanziamenti pubblici per la realizzazione di un impianto d mungitura comprensivo di locali e macchinari, mai entrato in funzione. L attore ha ricostruito come segue la vicenda che ha causato il danno erariale: In data 31 dicembre 2001 (data di protocollo dell istanza) Loredan PISCEDDA, in qualità di titolare della omonima ditta individuale, ha presentato all Regione Sardegna la domanda di concessione di un contributo in conto capitale ( valere sul P.O.R. Sardegna , misura 4.9 Investimenti nelle Aziend agricole Intervento ovicaprino ) per la realizzazione di un impianto di mungitur presso il Comune di Capoterra. Con determinazione n 1449/2002 del , del Direttore del Servizio Territoriale del Basso Campidano e del Sarrabus dell'ersat, ente incaricato dall Regione, a seguito di istruttoria svolta dai propri uffici, è stato approvato il progetto proposto dalla ditta, riconoscendo un contributo in conto capitale di euro ,52 pari al 55% della spesa ammessa di euro ,31 (poi rideterminata in sede d collaudo in ,89 curo). La prima quota del contributo è stata erogata in data , per un importo di euro ,52 a titolo di parziale anticipazione, a seguito di dichiarazione da part del Direttore dei lavori, nominato dall'interessata, dell inizio dei lavori in dat In data , la PISCEDDA ha presentato istanza di proroga del termin per la realizzazione del programma, fissato in 12 mesi dal provvedimento d concessione, che è stata accordata dall'ente, con nuova scadenza all (risultano successivamente intervenute ulteriori brevi proroghe).

3 Page 3 of 8 Sulla base della documentazione di spesa, prodotta dall'interessata a corredo della richiesta di collaudo finale dei lavori, è stato redatto verbale di accertamento d spesa da parte del Servizio territoriale competente, in data Conseguentemente, è stato disposto il pagamento della seconda quota a saldo pari euro ,47. Dall'attività di verifica condotta dalla Guardia di finanza, nel corso della qual sono stati eseguiti sia accertamenti e acquisizioni documentali sia ispezioni, è emerso che la Piscedda Loredana ha conseguito le predette somme di denaro in violazione dell norme e delle prescrizioni che disciplinano i vincoli di destinazione delle contribuzion pubbliche, avendo ottenuto le erogazioni sulla base di dichiarazioni e di documenti non rispondenti alla realtà riscontrata e avendo utilizzato i fondi pubblici con modalità e pe scopi diversi da quelli previsti dalle disposizioni che regolano il settore agevolativo. In particolare, è stato accertato che a dimostrazione delle spese sostenute l Piscedda, ai fini dell'erogazione del finanziamento, ha prodotto la fattura n. 704 de emessa dalla Sarroch Granulati Srl per l'importo di euro ,00. Presso gli Uffici dell Ersat è stata acquisita copia del documento, per il quale stato riscontrato che, in data successiva all emanazione, il relativo importo è stato stornato dal fornitore per mancato pagamento della prestazione e conseguente revoc dell appalto, come risulta dalle dichiarazioni rese dal signor Sergio Meloni (delegato nell attività di verifica dal rappresentante legale della Sarroch granulati, Sergio Piscedda, fratello della Piscedda Loredana). Contabilmente la Sarroch granulati ha annullato la fattura n. 704 con nota d credito n. 802 del e di ciò la Piscedda non ha mai provveduto a dar comunicazione all ente erogatore, mentre sono stati prodotti dalla stessa atti attestant il pagamento e l'esecuzione dei lavori riferiti alla medesima fattura.

4 Page 4 of 8 Ciò ha consentito all'interessata di incrementare la spesa complessiva ammess a contributo e di percepire, così, l'intero finanziamento. Ulteriori irregolarità hanno riguardato la fattura n. 01/05, per un importo di ,00 (IVA inclusa), emessa dall'impresa ICAP, del Geom. Pili Angelo, relativa a lavori di costruzione del fabbricato destinato a sala mungitura. Per tale documento, i militari hanno riscontrato che la somma indicata in fattur non era stata totalmente pagata. Infatti, l'esemplare esibito dal titolare dell'icap, Pil Angelo, assunto a sommarie informazioni ex art. 351 c.p.p., reca un'annotazion dattiloscritta, firmata dalla Piscedda, con la quale si precisa che la fattura dovrà esser saldata con due cambiali di 3.000,00 euro cadauna, per un totale di 6.000,00 euro. Ai fini della liquidazione dello stato finale, all'ersat è stata esibita una fattur diversa da quella rinvenuta dalla Guardia di Finanza presso la ditta ICAP; il documento prodotto all'ente risulta emesso in data 16 marzo 2004, anziché in data 16 marzo 2005 I due esemplari recano, però, la stessa numerazione (01) e gli stessi importi riguardano le medesime prestazioni. Infatti, il titolare dell'impresa ha dichiarato a militari della Guardia di Finanza che i lavori per conto di Piscedda Loredana sono stat eseguiti sulla base del computo metrico riguardante l'intervento 4.9 del POR Sardegna sono quelli cui si riferisce la fattura n. 01 del A parte le anomalie connesse alla difformità di alcuni dati rilevabile dalle du copie della stessa fattura, avente a oggetto la medesima prestazione, deve ulteriormente, evidenziarsi che il documento recante la data del 16 marzo 2005 acquisito dalla G. di F., sarebbe successivo alla stessa data di richiesta di accertamento finale della spesa (risalente al ), con cui la Piscedda ha chiesto l'erogazion del saldo del contributo; peraltro, nell'elenco allegato alla contabilità finale dei lavori sottoscritta dall'interessata e datata , la fattura viene indicata con la data de

5 Page 5 of 8 16 marzo Resta fermo, comunque, che il titolo di spesa, all'atto del collaudo, non era stato completamente saldato, nonostante la liberatoria prodotta dall'interessata. Infine, dai sopralluoghi effettuati dalla Tenenza di Sarroch, sia nel corso de controlli avviati in data , sia con la visita ispettiva del , è stato accertato che l'impianto, oggetto del contributo, non è mai entrato in funzione. Sull base delle predette ricostruzioni documentali, il Procuratore ha ritenuto che dei dann cagionati all'amministrazione dovesse essere chiamata a rispondere Loredana Piscedd alla quale ha provveduto a notificare l'invito a dedurre ai sensi dell'art. 5 comma 1 dell legge 14 gennaio 1994 n. 19 (nel testo sostituito dall'art. 1 comma 3 bis della leggo n 639/1996. Decorso il termine assegnato non sono pervenute controdeduzioni da part dell interessata. Nel corso dell odierna udienza, il P.M. ha ribadito puntualmente l assunto accusatorio ed ha insistito per la condanna della convenuta. Considerato in DIRITTO Rileva il Collegio che dall esame degli atti contenuti nel fascicolo processuale emerge con chiarezza la sussistenza, in capo alla convenuta, della responsabilità amministrativo contabile, a titolo di dolo, per aver percepito con artifici contabili e false dichiarazioni finanziamenti pubblici per la realizzazione di una iniziativa produttiva mai entrata in funzione. Detto comportamento doloso ha procurato alla Regione Autonoma della Sardegna un pregiudizio patrimoniale di euro ,99. È ormai recepito dalla giurisprudenza della Corte di cassazione il principio secondo cui, in caso di erogazione di contributi pubblici a soggetti privati, nell ambito di un programma imposto dalla Pubblica Amministrazione, alla cui realizzazione il privato è chiamato a partecipare con l atto di concessione del contributo, si sia in

6 Page 6 of 8 presenza di un danno erariale, con conseguente giurisdizione del giudice contabile, ogni qual volta il privato incida negativamente sul programma medesimo determinando, con le proprie azioni, uno sviamento dalle finalità perseguite. Tanto perché, in siffatta ipotesi, il destinatario del contributo assume la veste di soggetto che, pur non organicamente inserito nella PA, collabora con essa nella realizzazione di finalità di pubblico interesse (in tal senso, Corte di cassazione, ord. n del 1 marzo 2006). Nel caso di specie, la signora Loredana PISCEDDA, titolare dell omonima ditta individuale, ha beneficiato di risorse finanziarie dirette all attuazione di investimenti nelle aziende agricole per migliorarne l efficienza e introdurre innovazioni tecnologiche (misura 4.9 P.O.R. Sardegna ). Il comportamento illecito, tenuto dalla PISCEDDA nella vicenda causativa di danno erariale, viene evidenziato dalle seguenti anomalie accertate dai militari della Guardia di Finanza: a) l irregolarità della documentazione di spesa, esibita all ente regionale ai fini dell erogazione, sia con riguardo al pagamento del prezzo, come nel caso della fattura n. 1/05 (di data incerta) della ICAP, sia con riguardo alla mancata acquisizione dei beni indicati nella fattura n. 704 del , emessa dalla Sarroch Granulati S.r.l. e successivamente annullata, per mancata esecuzione della prestazione; b) la mancata utilizzazione dell impianto, rilevata sia nel corso delle verifiche dei militari, sia, più recentemente, a seguito di ispezione delegata dal Procuratore di questa Corte. Come esposto in narrativa, la realtà di fatto è stata volutamente travisata nelle diverse certificazioni e nei documenti utilizzati dalla PISCEDDA per ottenere il

7 Page 7 of 8 contributo pubblico, rendicontando spese non sostenute alla data della richiesta o sostenute solo in parte. Quanto sopra al fine di trarre in errore l Ente erogatore e ottenere i finanziamenti a fronte di investimenti non effettuati o effettuati in violazione delle modalità e dei limiti imposti dalla normativa di settore. La manifesta illiceità di tali atti e comportamenti evidenzia l intento di trarre profitto dalle agevolazioni previste dai programmi di investimento che, nel caso specifico, sono state distolte dalle finalità di rilancio e/o di potenziamento dell economia regionale perseguite. In ogni caso, il danno erariale è dimostrato anche sotto diverso profilo, idoneo ad assorbire ogni altra valutazione. Le attività finanziate non sono mai state avviate, così come prescritto dal provvedimento di concessione, nonostante gli impegni assunti dalla interessata. Dopo l erogazione del contributo, la ditta non ha raggiunto nessuno degli obiettivi fissati; anzi, in vigenza del vincolo di destinazione e dopo gli accertamenti disposti dall ente regionale, lo stabilimento non è mai entrato in funzione. Siffatte circostanze sono tutte in grado di dimostrare l imputazione del danno erariale di euro ,99 alla responsabilità, a titolo di dolo, della convenuta. La Sezione, pertanto, in sintonia con l assunto accusatorio, afferma che del danno di cui è causa deve essere chiamata a rispondere la signora Loredana PISCEDDA che, quindi, va condannata al pagamento, a favore dell Erario della Regione Autonoma della Sardegna, della somma di euro ,99. Su detto importo è dovuta la rivalutazione monetaria da calcolarsi secondo gli indici ISTAT a decorrere dalla data dell evento dannoso e fino alla pubblicazione della presente sentenza. Dalla data di detta pubblicazione e sino al soddisfacimento del

8 Page 8 of 8 credito sono altresì dovuti, sulla somma come sopra rivalutata, gli interessi nella misura del saggio legale fino all effettivo pagamento. La condanna al rimborso delle spese processuali segue la soccombenza nel giudizio ai sensi dell art. 91 C.p.c. PER QUESTI MOTIVI la Corte dei conti, Sezione giurisdizionale per la Regione Sardegna, definitivamente pronunciando, condanna la convenuta Loredana PISCEDDA al pagamento in favore dell Erario e segnatamente della Regione Autonoma della Sardegna, della somma di euro ,99 (diconsi cinquantaquattromilacentotrentasei/99). Detto importo va incrementato della rivalutazione monetaria e degli interessi legali da calcolarsi secondo quanto indicato nella parte motiva. Condanna, inoltre, la medesima convenuta al pagamento delle spese processuali che, fino all originale della presente sentenza, vengono liquidate in euro 331,29 (diconsi euro trecentotrentuno/29). Così deciso in Cagliari, nella camera di consiglio del 5ottobre L'ESTENSORE IL PRESIDENTE f.to Enrico Bassareo f.to Luigi Mazzillo Depositata in Segreteria il 5 ottobre 2010 IL DIRIGENTE f.to Paolo Carrus

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 5 N. 00235/2012 REG.PROV.COLL. N. 01866/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Terza) ha

Dettagli

Allegato parte integrante

Allegato parte integrante Allegato parte integrante Allegato d) - Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità per gli aiuti alla nuova imprenditorialità femminile e giovanile Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità

Dettagli

art. 1 oggetto e finalità

art. 1 oggetto e finalità Regolamento per la concessione di finanziamenti in conto capitale di cui all articolo 10, commi da 44 a 50 della legge regionale 30 dicembre 2008, n. 17 (Legge finanziaria 2009), per la realizzazione di

Dettagli

Co m u n e d i S a n V i t o Provincia di Cagliari

Co m u n e d i S a n V i t o Provincia di Cagliari Co m u n e d i S a n V i t o Provincia di Cagliari SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COPIA DI DETERMINAZIONE Registro del Servizio N. 356 del 14.10.2013 OGGETTO: Fornitura di G.P.L. presso gli impianti termici

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI Provincia di Catania

COMUNE DI NICOLOSI Provincia di Catania COMUNE DI NICOLOSI Provincia di Catania DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE AREA 4 N. 482 REGISTRO GENERALE DEL 16/06/2015 N.58 Registro dell Area del 16/06/2015 Oggetto: Lavori di restauro conservativo e ristrutturazione

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità /033 Servizio Suolo e Parcheggi Valandro/33099 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità /033 Servizio Suolo e Parcheggi Valandro/33099 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01025/033 Servizio Suolo e Parcheggi Valandro/33099 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 171 approvata il 13 marzo 2015 DETERMINAZIONE: INTERVENTI

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 09036/2013 REG.PROV.COLL. N. 06925/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza) ha pronunciato la

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico VISTO il decreto del Ministro dello sviluppo economico 10 marzo 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 23 aprile 2015, n. 94, recante

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 10/12/2014. in data

COMUNE DI SESTU. Politiche Sociali SETTORE : Locci Lucia. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 10/12/2014. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Politiche Sociali Locci Lucia DETERMINAZIONE N. in data 2334 10/12/2014 OGGETTO: Accertamento e impegno di spesa per la prosecuzione del favore di un beneficiario

Dettagli

COMUNE DI TARQUINIA Provincia di Viterbo D e l i b e r a z i o n e d e l l a G i u n t a

COMUNE DI TARQUINIA Provincia di Viterbo D e l i b e r a z i o n e d e l l a G i u n t a Copia COMUNE DI TARQUINIA Provincia di Viterbo - - - - - - D e l i b e r a z i o n e d e l l a G i u n t a n 62 del 16-03-2010 Oggetto: Lavori di Abbattimento barriere architettoniche presso la Scuola

Dettagli

SECONDA SEZIONE GIURISDIZIONALE CENTRALE D APPELLO

SECONDA SEZIONE GIURISDIZIONALE CENTRALE D APPELLO Corte Conti, Sez. II Giur. Centr. Appello, 16.01.2015 n. 10; Materia: indennità integrativa speciale REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SECONDA SEZIONE GIURISDIZIONALE CENTRALE

Dettagli

Circolare per la sospensione dei termini per le imprese vittime di usura ex art. 20 l. 23 febbraio 1999, n. 44

Circolare per la sospensione dei termini per le imprese vittime di usura ex art. 20 l. 23 febbraio 1999, n. 44 Circolare per la sospensione dei termini per le imprese vittime di usura ex art. 20 l. 23 febbraio 1999, n. 44 protocollo n. 3/2013 data di approvazione 02/01/2013 curato da servizio studi e analisi attuariali

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE n 291 del 02.07.2009 OGGETTO: Lavori di realizzazione Poliambulatorio ed Uffici ASL di Lanusei Stipula atto notarile di cessione volontaria e pagamento indennità di esproprio condivisa. IL

Dettagli

Il Commissario Delegato

Il Commissario Delegato 24 DECRETO DEL COMMISSARIO DELEGATO 19 settembre 2016, n. 110. (DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO MINISTRI 23 MARZO 2013) Eventi alluvionali dell 11, 12 e 13 novembre 2012. D.P.C.M. 23 marzo 2013 - Decreto

Dettagli

COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia

COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Mira, lì, 06/10/2016 Prot. n. 45070 BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA PROMOZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DELL AMIANTO DA MANUFATTI, FABBRICATI ED EDIFICI

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Settore 2 Area P.O. N. 10 DEL 13/01/2016 LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE SCUOLA MATERNA DI VIA I. BANDIERA - COMPLETAMENTO

Dettagli

COMUNE DI RIMA SAN GIUSEPPE Provincia di Vercelli

COMUNE DI RIMA SAN GIUSEPPE Provincia di Vercelli COMUNE DI RIMA SAN GIUSEPPE Provincia di Vercelli Copia ATTO DI DETERMINAZIONE N. 38 IN DATA 07/08/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE ATTI DI CONTABILITA' FINALE E C.R.E. LAVORI DI REALIZZAZIONE NUOVA AREA ECOLOGICA

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive DIREZIONE GENERALE PER IL COORDINAMENTO DEGLI INCENTIVI ALLE IMPRESE PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA A tutti i Soggetti Responsabili dei Patti Territoriali e Responsabili Unici

Dettagli

POR FESR 2007/2013. Asse II Inclusione, Servizi Sociali, Istruzione e Legalità, Linea f. Avviso pubblico nella vita e nella casa

POR FESR 2007/2013. Asse II Inclusione, Servizi Sociali, Istruzione e Legalità, Linea f. Avviso pubblico nella vita e nella casa UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA POR FESR 2007/2013 Asse II Inclusione, Servizi Sociali, Istruzione e Legalità, Linea 2.2.2 f Avviso pubblico nella vita e nella casa Cagliari,

Dettagli

GESTIONE ASSOCIATA RIVIERA DEL CERESIO CORRIDO PORLEZZA VAL REZZO VALSOLDA Via M. Bellotti, 21 22010 VALSOLDA (Como)

GESTIONE ASSOCIATA RIVIERA DEL CERESIO CORRIDO PORLEZZA VAL REZZO VALSOLDA Via M. Bellotti, 21 22010 VALSOLDA (Como) GESTIONE ASSOCIATA RIVIERA DEL CERESIO CORRIDO PORLEZZA VAL REZZO VALSOLDA Via M. Bellotti, 21 22010 VALSOLDA (Como) C O P I A Registro Generale Nr. 291 2013 09-12-2013 Registro Sezionale Nr. 134 2013

Dettagli

LEGGE DI STABILITA' 2016 LE PRINCIPALI NOVITA' IN MATERIA DI GIUSTIZIA

LEGGE DI STABILITA' 2016 LE PRINCIPALI NOVITA' IN MATERIA DI GIUSTIZIA LEGGE DI STABILITA' 2016 LE PRINCIPALI NOVITA' IN MATERIA DI GIUSTIZIA Dalla liquidazione del danno al pagamento effettivo della somma liquidata FIRENZE 19 GENNAIO 2016 I PRESUPPOSTI L'art. 55/1 lett.

Dettagli

REGOLAMENTO. Approvato con delib. CC n. 51/

REGOLAMENTO. Approvato con delib. CC n. 51/ REGOLAMENTO Criteri di utilizzazione delle somme relative a oneri di urbanizzazione secondaria da destinare a: -«Chiese ed altri edifici per servizi religiosi»; -«Centri civici e sociali, attrezzature

Dettagli

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano SETTORE : Responsabile: UFFICIO TECNICO COMUNALE Dott. Ing. Massimo Dessanai COPIA DETERMINAZIONE N. 138 DEL 17/03/2014 PROPOSTA DETERMINAZIONE N. 146 DEL 17/03/2014

Dettagli

PROVINCIA DI PISA AREA ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO PRODUZIONI AGRICOLE PISA - Via P. Nenni n 24 Tel Fax

PROVINCIA DI PISA AREA ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO PRODUZIONI AGRICOLE PISA - Via P. Nenni n 24 Tel Fax PROVINCIA DI PISA AREA ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO PRODUZIONI AGRICOLE 50124 - PISA - Via P. Nenni n 24 Tel. 050929644-Fax 050929639 REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE RELATIVE AI CONTROLLI SUL CONTENUTO DELLE

Dettagli

Il Direttore Generale

Il Direttore Generale Oggetto: L.R. 21/2000, art. 3 lett. A), b), c), d) ed i); L. 388/2000, art. 129, comma 1. Aiuti per interventi strutturali di prevenzione dell infezione della Lingua Blu negli allevamenti ovini. Rigetto

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale

Regione Siciliana Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale Il Dirigente Generale Servizio I Programmazione per gli interventi in materia di formazione professionale Oggetto: impegno della somma di euro 3.217.009,61 per l erogazione del saldo, sul capitolo di spesa

Dettagli

PARTE SECONDA. le procedure di gestione del Programma;

PARTE SECONDA. le procedure di gestione del Programma; Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 104 del 21 07 2015 31267 PARTE SECONDA Deliberazioni del Consiglio e della Giunta DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 giugno 2015, n. 1393 Restituzione

Dettagli

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di ANCONA

COMUNE DI CASTELFIDARDO Provincia di ANCONA SETTORE 01: SEGRETERIA COMUNE DI CASTELFIDARDO RACC. UFFICIALE N. 000478/2016 G n. 01/113 del 04/05/2016 OGGETTO: DIRITTI DI ROGITO AL VICE SEGRETARIO COMUNALE - IMPEGNO DI SPESA E LIQUIDAZIONE COMPETENZE

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE

COMUNE DI CASTELLANA GROTTE COMUNE DI CASTELLANA GROTTE P r o v i nc i a d i B a r i I SERVIZIO SEGRETERIA GENERALE - RISORSE UMANE DETERMINAZIONE N. 49 del 22/03/2013 Raccolta Ufficiale N. 259 del 02/05/2013 OGGETTO: Indennità di

Dettagli

approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del entrato in vigore il

approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del entrato in vigore il REGOLAMENTO per i criteri di utilizzazione delle somme relative a oneri di urbanizzazione secondaria da destinare a: - «Chiese ed altri edifici per servizi religiosi»; - «Centri civici e sociali, attrezzature

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri N. 345/2016 IL CAPO DEL DIPARTIMENTO VISTA la legge 23 agosto 1988 n. 400, recante Disciplina dell attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e successive modificazioni;

Dettagli

COMUNE DI PAVIA DI UDINE

COMUNE DI PAVIA DI UDINE DETERMINAZIONE DI LIQUIDAZIONE N. 280 del 04/12/2014 POSIZIONE ORGANIZZATIVA AREA TECNICA E GESTIONE DEL TERRITORIO mediante impianti con geoscambio e pompa di calore. Lavori di Manutenzione straordinaria

Dettagli

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i)

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE 2013 (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) Entità del finanziamento A livello nazionale: 307 milioni di euro circa Per

Dettagli

REGIONE TOSCANA LUCIANI ANGELITA. Il Dirigente Responsabile:

REGIONE TOSCANA LUCIANI ANGELITA. Il Dirigente Responsabile: REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO INDUSTRIA, ARTIGIANATO, INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE RICERCA INDUSTRIALE, INNOVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA Provincia di Vicenza. Determinazione del Responsabile di Area

COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA Provincia di Vicenza. Determinazione del Responsabile di Area COPIA Determinazione num. 1070 Data adozione 22/12/2014 COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA Provincia di Vicenza Determinazione del Responsabile di Area Oggetto: DESTINAZIONE PROVENTI SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Tributi - Contenzioso SETTORE : Caboni Ignazio. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 07/07/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Tributi - Contenzioso SETTORE : Caboni Ignazio. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 07/07/2015. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Tributi - Contenzioso Caboni Ignazio DETERMINAZIONE N. in data 1016 07/07/2015 OGGETTO: Impegno di spesa a favore di Agenzia Entrate - Ufficio Territoriale Cagliari

Dettagli

Segretario comunale DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO RESPONSABILE. N.152 di data

Segretario comunale DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO RESPONSABILE. N.152 di data COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Segretario comunale DETERMINAZIONE DEL FUNZIONARIO RESPONSABILE N.152 di data 27.10.2015 OGGETTO: Approvazione della contabilità finale inerente i lavori di ripristino

Dettagli

COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO

COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO COMUNE DI INCISA IN VAL D ARNO (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO per l utilizzazione e l assegnazione delle somme relative a oneri di urbanizzazione secondaria da destinare a Chiese ed altri edifici per

Dettagli

MODALITÀ DI RICHIESTA DEI RIMBORSI PER LE SPESE DI CUI ALL ART. 1 COMMA 5 DELL OCDPC N. 122/2013 E RELATIVA MODULISTICA

MODALITÀ DI RICHIESTA DEI RIMBORSI PER LE SPESE DI CUI ALL ART. 1 COMMA 5 DELL OCDPC N. 122/2013 E RELATIVA MODULISTICA ALLEGATO B ALL ORDINANZA COMMISSARIALE N. 23 DEL 23/01/2014 MODALITÀ DI RICHIESTA DEI RIMBORSI PER LE SPESE DI CUI ALL ART. 1 COMMA 5 DELL OCDPC N. 122/2013 E RELATIVA MODULISTICA 1. PREMESSA Il presente

Dettagli

ALL. A GENERALITA DOTAZIONE E RIPARTIZIONE FINANZIARIA

ALL. A GENERALITA DOTAZIONE E RIPARTIZIONE FINANZIARIA ALL. A CRITERI PER LA CONCESSIONE DEI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E SERVIZI SOCIALI NEI COMUNI OVE LE ESIGENZE MILITARI INCIDONO MAGGIORMANTE SULL USO DEL TERRITORIO E

Dettagli

MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI AI SENSI DELLA L.R N. 15. ART. 15

MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI AI SENSI DELLA L.R N. 15. ART. 15 MODALITÀ DI RENDICONTAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSI AI SENSI DELLA L.R. 20.09.2006 N. 15. ART. 15 I criteri di attuazione della L.R. 20 settembre 2006 n. 15, approvati con deliberazioni n. 68/21 del 3/12/2008

Dettagli

PIANO DI ZONA. Il Responsabile REGISTRO GENERALE. N 748 Del 03/06/2016 REGISTRO SETTORE N 65 DEL 30/05/2016

PIANO DI ZONA. Il Responsabile REGISTRO GENERALE. N 748 Del 03/06/2016 REGISTRO SETTORE N 65 DEL 30/05/2016 REGISTRO GENERALE N 748 Del 03/06/2016 PIANO DI ZONA REGISTRO SETTORE N 65 DEL 30/05/2016 PROGRAMMA NAZIONALE SERVIZI DI CURA ALL INFANZIA E AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI I RIPARTO. AFFIDAMENTO DI SERVIZI

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO N. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO Sezione Seconda Bis ha pronunciato la seguente Reg. Sent. Anno N. 10225 Reg. Gen. Anno

Dettagli

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza della Giunta Comunale

COMUNE DI VENEZIA. Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza della Giunta Comunale COMUNE DI VENEZIA Estratto dal registro delle deliberazioni del COMMISSARIO STRAORDINARIO nella competenza della Giunta Comunale N. 448 del 17 OTTOBRE 2014 E presente il COMMISSARIO STRAORDINARIO: VITTORIO

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Registro di Servizio: 32 del 22/04/2014

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Registro di Servizio: 32 del 22/04/2014 COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA DIREZIONE 05 0500 - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE Registro di Servizio: 32 del 22/04/2014 OGGETTO: Impegno e liquidazione di spesa - Causa civile n. 449/12 R. G. - Sentenza nr.

Dettagli

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO. Via Carlo Felice n telefono 070/ telefax 070/ SERVIZIO AA.GG.

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO. Via Carlo Felice n telefono 070/ telefax 070/ SERVIZIO AA.GG. COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO Via Carlo Felice n.201 - telefono 070/93831 - telefax 070/9383226 SERVIZIO AA.GG. Ufficio Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo Registro Generale Determinazioni

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e PMI AGEVOLAZIONI

Dettagli

DECRETO N Del 22/05/2017

DECRETO N Del 22/05/2017 DECRETO N. 5936 Del 22/05/2017 Identificativo Atto n. 169 DIREZIONE GENERALE WELFARE Oggetto RETTIFICA DELL IMPEGNO DI SPESA ASSUNTO PER L'INTERVENTO DI ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA ANTINCENDIO DEL P.O.

Dettagli

03 SETTORE - TECNICO E MANUTENTIVO UFFICIO OO.PP. PROTEZIONE CIVILE

03 SETTORE - TECNICO E MANUTENTIVO UFFICIO OO.PP. PROTEZIONE CIVILE Comune di Troina Provincia di Enna 03 SETTORE - TECNICO E MANUTENTIVO UFFICIO OO.PP. PROTEZIONE CIVILE ORIGINALE DETERMINAZIONE N. Settoriale: 17 Data di registrazione 23/02/2017 OGGETTO: Codice C.U.P.:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) N. 00026/2016 REG.PROV.COLL. N. 10892/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Quater) ha pronunciato la presente

Dettagli

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI MARACALAGONIS PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO GIURIDICO E SERVIZI AL CITTADINO C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 864 del 03/12/2014 del registro generale OGGETTO: EPIDEMIA

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.1449 DEL 06/12/2016 SERVIZIO PROVVEDITORATO E AMMINISTRAZIONE PATRIMONIALE AVV ROBERTO DI GENNARO (firma

Dettagli

vista la L. 25 febbraio 1992, n. 215 Azioni positive per l imprenditoria femminile ;

vista la L. 25 febbraio 1992, n. 215 Azioni positive per l imprenditoria femminile ; REGIONE PIEMONTE BU9S1 02/03/2017 Codice A1502A D.D. 3 novembre 2016, n. 765 D.lgs. n. 198/2006. Legge n. 215/92-VI bando. D.P.R. n. 314/2000. Revoca dei benefici di legge concessi, del contributo a fondo

Dettagli

COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI Settore Servizi alle imprese e turismo Proposta DT1SIT-70-2013 del 19/07/2013 DETERMINAZIONE N. 626 DEL 29/07/2013 OGGETTO: Mostra temporanea di Archeologia subacquea

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO VERBALE DI COPIA DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 7 del 29/11/2010 (CON I POTERI SPETTANTI AL CONSIGLIO COMUNALE) ======================================================================

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 30.2016/00126 del 20/07/2016 OGGETTO LAVORI DI MANUTENZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI POTENZA Sezione Civile Giudice del Lavoro

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI POTENZA Sezione Civile Giudice del Lavoro REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI POTENZA Sezione Civile Giudice del Lavoro Il Tribunale di Potenza, in composizione monocratica, in persona del Giudice, dott.ssa Rosalba De

Dettagli

C.F. e P.I SERVIZI FINANZIARI

C.F. e P.I SERVIZI FINANZIARI COMUNE di MAROPATI Provincia di Reggio Calabria C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI DETERMINAZIONE n 47 del 12.06.2015 Oggetto LIQUIDAZIONE FATTURE N V2/535386 DEL 13.05.2015 V2/531268 DEL 30.04.2015

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI

ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE E ALIMENTARI RIDUZIONI ED ESCLUSIONI NELL AMBITO DEL SOSTEGNO PER LE MISURE A INVESTIMENTO ALLEGATO A AL D.D.G. N. 199 DEL 20/9/2013 GRIGLIE ELABORAZIONE RELATIVE

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia - Tempio

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia - Tempio COPIA COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia - Tempio VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 139 Del 24-08-11 Oggetto: POR SARDEGNA FESR 2007/2013 - ASSE II "INCLUSIONE SERVIZI SOCIALI

Dettagli

IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER LA SARDEGNA SEZIONE PRIMA SENTENZA. sul ricorso n. 2303/1995 proposto dai signori Pierluigi Erriu, Eligio Carrus,

IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER LA SARDEGNA SEZIONE PRIMA SENTENZA. sul ricorso n. 2303/1995 proposto dai signori Pierluigi Erriu, Eligio Carrus, REPUBBLICA ITALIANA Sent. n. 1000/2007 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Ric. n. 2303/1995 IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER LA SARDEGNA SEZIONE PRIMA ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n. 2303/1995

Dettagli

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 162 del 18/12/2015

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 162 del 18/12/2015 Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 162 del 18/12/2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 novembre 2015, n. 2139 Regolarizzazione Contabile e Variazione amministrativa al Bilancio di previsione

Dettagli

Determina degli adempimenti per l assoggettamento al controllo di Studiare Sviluppo s.r.l.

Determina degli adempimenti per l assoggettamento al controllo di Studiare Sviluppo s.r.l. SEZIONE DEL CONTROLLO SUGLI ENTI Determina degli adempimenti per l assoggettamento al controllo di Studiare Sviluppo s.r.l. 2016 Determinazione del 19 luglio 2016, n. 94 1 Determinazione n. 94/2016 nell'adunanza

Dettagli

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce)

COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) COMUNE DI VEGLIE (Provincia di Lecce) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE COPIA DEL SEGRETARIO SERVIZIO SEGRETARIO Numero 2 del 22/01/2014 Numero 18 Reg. Generale del 22/01/2014 OGGETTO: COMUNE C/CARICATO-SELLERI.

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale DELIBERAZIONE N 2 DEL 12/01/2016 Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: RICHIESTA ANTICIPAZIONE DI CASSA ALLA BANCA REGIONALE EUROPEA ESERCIZIO 2016. L'anno duemilasedici addì dodici del

Dettagli

La legge sul processo lungo

La legge sul processo lungo La legge sul processo lungo Gli articoli del codice di procedura penale e della L. 354/1975 nel testo attualmente vigente e con le modifiche previste dal disegno di legge 2567 (Modifiche agli articoli

Dettagli

COMUNE DI SANT'OMERO

COMUNE DI SANT'OMERO COMUNE DI SANT'OMERO PROVINCIA DI TERAMO C.A.P. 64027 Codice fiscale 82002660676 - Partita IVA 00523850675 Telefono (0861) 88098 AREA LAVORI PUBBLICI UFFICIO TECNICO COPIA DETERMINA Determinazione 41 REGISTRO

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 26/2012/DE10 del

DETERMINAZIONE N. 26/2012/DE10 del DETERMINAZIONE N. 26/2012/DE10 del 2.4.2012 DIREZIONE SERVIZIO UFFICIO OGGETTO: Trasporti, Infrastrutture, Mobilità e Logistica. Trasporto Pubblico Locale su Gomma e Ferro. Ufficio Contratti di Servizio,

Dettagli

L.R. 4/2014, art. 18, c. 6 B.U.R. 13/8/2014, n. 33. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 30 luglio 2014, n. 0161/Pres.

L.R. 4/2014, art. 18, c. 6 B.U.R. 13/8/2014, n. 33. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 30 luglio 2014, n. 0161/Pres. L.R. 4/2014, art. 18, c. 6 B.U.R. 13/8/2014, n. 33 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 30 luglio 2014, n. 0161/Pres. Regolamento per la concessione dei contributi di cui all articolo 18 della legge regionale

Dettagli

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 309 del 15/12/2016

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 309 del 15/12/2016 Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 309 del 15/12/2016 Regolamento per la gestione del fondo per i Consiglieri Comunali e per i Gruppi Consiliari. Art. 1 Oggetto del Regolamento Il

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari Servizio Patrimonio e Impianti Tecnologici DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 179 del 30/03/2015 registro generale N. 54 del 14/04/2015 registro del

Dettagli

COMUNE DI BRICHERASIO

COMUNE DI BRICHERASIO Copia COMUNE DI BRICHERASIO PROVINCIA DI TO C.A.P. 10060 - TEL. (0121) 59.105 - FAX (0121) 59.80.42 Reg. generale n. 86 DATA 22/03/2016 DETERMINAZIONE N 14 DEL 10/03/2016 IMPEGNO DI SPESA SI ( X ) NO (

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO, SEZIONE LAVORO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO, SEZIONE LAVORO N. R. G. 2754 / 2012 All esito della camera di consiglio il Giudice pronuncia la seguente sentenza contestuale, ai sensi dell art. 429 c.p.c., contenente il dispositivo e l esposizione delle ragioni di

Dettagli

PROVINCIA DI PALERMO TEL FAX AREA AMMINISTRATIVA REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI N. 299 DEL

PROVINCIA DI PALERMO TEL FAX AREA AMMINISTRATIVA REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI N. 299 DEL Comune di Scillato PROVINCIA DI PALERMO CAP.90020 TEL.0921.663025 FAX.0921.663196 AREA AMMINISTRATIVA ORIGINALE REGISTRO GENERALE DELLE DETERMINAZIONI N. 299 DEL 23.12.2015 OGGETTO: IMPEGNO SPESA PER ESECUZIONE

Dettagli

INTERVENTI CONSEGUENTI AL CROLLO DELLE MURA DELLA CITTA DI VOLTERRA (Allegato A5 dell Ordinanza Commissariale n. 12 del 14 aprile 2014 e ss.mm.

INTERVENTI CONSEGUENTI AL CROLLO DELLE MURA DELLA CITTA DI VOLTERRA (Allegato A5 dell Ordinanza Commissariale n. 12 del 14 aprile 2014 e ss.mm. Allegato A ordinanza Commissario delegato ex OCDPC 157/2014 INTERVENTI CONSEGUENTI AL CROLLO DELLE MURA DELLA CITTA DI VOLTERRA (Allegato A5 dell Ordinanza Commissariale n. 12 del 14 aprile 2014 e ss.mm.ii)

Dettagli

contro e con l'intervento di per l'annullamento

contro e con l'intervento di per l'annullamento N. 00010/2016 REG.PROV.COLL. N. 05923/2015 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Prima) ha pronunciato la

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della seconda sezione civile del Tribunale di Udine, dott. Francesco Venier, ha pronunciato, ai sensi dell art. 281 sexies c.p.c., la seguente

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. - la legge 24 febbraio 1992 n 225 Istituzione del servizio nazionale della Protezione Civile ;

LA GIUNTA REGIONALE. - la legge 24 febbraio 1992 n 225 Istituzione del servizio nazionale della Protezione Civile ; O GG E TTO : Eventi emergenziali che hanno colpito il territorio ligure da Ottobre 2008 ad Aprile 2009, Quadro Generale del Danno Occorso. Stanziamento di Euro 4.500.000,00 per le Amministrazioni Provinciali.

Dettagli

CITTA' DI GIULIANOVA

CITTA' DI GIULIANOVA Mand. N. Del Reg. Gen. Segr. N. 762 Del 09/07/2015 Visto Segreteria CITTA' DI GIULIANOVA Provincia di Teramo SERVIZI ALLA CITTA' ED AL TERRITORIO UFFICIO SERVIZI ALLA CITTA' ED AL TERRITORIO ATTO N. 83

Dettagli

CITTA' DI GIULIANOVA

CITTA' DI GIULIANOVA Mand. N. Del Reg. Gen. Segr. N. 617 Del 23/06/2016 Visto Segreteria CITTA' DI GIULIANOVA Provincia di Teramo SERVIZI ALLA CITTA' ED AL TERRITORIO UFFICIO SERVIZI ALLA CITTA' ED AL TERRITORIO ATTO N. 271

Dettagli

Relazione sul sistema dei controlli dei progetti finanziati con il POR FESR 2007/2013

Relazione sul sistema dei controlli dei progetti finanziati con il POR FESR 2007/2013 Relazione sul sistema dei controlli dei progetti finanziati con il POR FESR 2007/2013 Riferimenti Normativi UE Regolamento (CE) del Consiglio n. 1083/2006, art. 58 e s.m.i. Regolamento (CE) della Commissione

Dettagli

C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI

C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI DETERMINAZIONE n 24 del 24.03.2015 Oggetto LIQUIDAZIONE FATTURA N 850 DEL 04.03.2015 SERVIZIO SUPPORTO RISCOSSIONE CANONE IDRICO (SOLLECITI) 2012. CAPITOLO DI

Dettagli

TRIBUNALE DI UDINE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

TRIBUNALE DI UDINE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Sent. N N RACC Cron. n R E P U B B L I C A I T A L I A N A Rep. n TRIBUNALE DI UDINE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice Unico del Tribunale di Udine, nella persona della dott.ssa Annamaria Antonini

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) COPIA DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO (Nominato con decreto del Presidente della Repubblica del 21.10.2013) N. 60 del 13.12.2013 (adottata

Dettagli

Deliberazione n. 4/2010/CCR. Repubblica italiana. Corte dei Conti. La Sezione del controllo per la Regione Sardegna

Deliberazione n. 4/2010/CCR. Repubblica italiana. Corte dei Conti. La Sezione del controllo per la Regione Sardegna Deliberazione n. 4/2010/CCR Repubblica italiana Corte dei Conti La Sezione del controllo per la Regione Sardegna composta dai magistrati: Dott. Mario Scano Dott. Nicola Leone Dott. ssa Maria Paola Marcia

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari

COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari COMUNE DI SAN VITO Provincia di Cagliari SERVIZIO TECNICO COPIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 450 del 17.06.2014 registro generale N. 56 del 17.06.2014 registro del servizio OGGETTO:

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 8 aprile 2016 Disciplina del credito d'imposta di cui all'articolo 1, comma 145 della legge n. 107 del 2015, per le erogazioni liberali

Dettagli

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi

COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi Copia Reg. Gen. n. 298 del 27/07/2015 Reg. n.72 del 13/07/2015 COMUNE DI SAN MICHELE SALENTINO Provincia di Brindisi DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE SETTORE POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo. Servizio Aree Protette

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo. Servizio Aree Protette Registro generale n. 2166 del 2012 Determina di liquidazione di spesa DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Pianificazione Territoriale e Difesa del Suolo Servizio Aree Protette Oggetto SERVIZIO

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 608 DEL 16/09/2016

DETERMINAZIONE N. 608 DEL 16/09/2016 COMUNE DI ASSAGO Provincia di Milano DETERMINAZIONE N. 608 DEL 16/09/2016 REGISTRO DI AREA N. 112 DEL 16/09/2016 AREA ECONOMICO FINANZIARIA - ACQUISTI Firmato digitalmente il Responsabile di Area: GIUSEPPE

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA Tribunale di Verona Sentenza 11.7.2012 (Composizione monocratica Giudice LANNI) TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI VERONA SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Civile e Penale

Dettagli

DELLA GIUNTA COMUNALE

DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI FAUGLIA Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.91 22.06.2013 OGGETTO: SENTENZE DELLA CORTE DEI CONTI - SEZIONE GIURISDIZIONALE DELLA TOSCANA. RECUPERO SOMME

Dettagli

C O N S I G L I O R E G I O N A L E

C O N S I G L I O R E G I O N A L E C O N S I G L I O R E G I O N A L E D E L L A B R U Z Z O V I A M I C H E L E I A C O B U C C I, 4 6 7 1 0 0 L A Q U I L A - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n.59/aa/og del 10.11.2014 DIREZIONE ATTIVITA AMMINISTRATIVA

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU SETTORE : Settore Tecnico Responsabile: responsabile settore tecnico Tocco Giovanni DETERMINAZIONE N. 1237 in data 04/12/2013 OGGETTO: LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO

Dettagli

DISPOSIZIONE DIRIGENZIALE DI LIQUIDAZIONE DI SPESA

DISPOSIZIONE DIRIGENZIALE DI LIQUIDAZIONE DI SPESA DISPOSIZIONE DIRIGENZIALE DI LIQUIDAZIONE DI SPESA AUTORITA DI BACINO DELLA BASILICATA UFFICIO AFFARI GENERALI ED ORGANIZZATIVI 80D STRUTTURA PROPONENTE N 80D/ 2015 /L.010 DEL 29/06/2015 COD. OGGETTO:

Dettagli

Deliberazione n. 179/2008

Deliberazione n. 179/2008 Deliberazione n. 179/2008 REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua dott. Giancarlo Penco dott. Giuliano

Dettagli

Allegato A - Modulistica per la relazione finale dei Comuni singoli o associati. Schema di lettera di trasmissione della relazione

Allegato A - Modulistica per la relazione finale dei Comuni singoli o associati. Schema di lettera di trasmissione della relazione Allegato A - Modulistica per la relazione finale dei Comuni singoli o associati modello 1 modello 2 modello 3 modello 4 Schema di lettera di trasmissione della relazione Schema di relazione finale Attestazione

Dettagli

COMUNE DI MOLITERNO Provincia di Potenza SERVIZIO TECNICO

COMUNE DI MOLITERNO Provincia di Potenza SERVIZIO TECNICO COMUNE DI MOLITERNO Provincia di Potenza SERVIZIO TECNICO Reg. Gen. n. 225 del 16/05/2016 Determinazione n. 039 del 16/05/2016 OGGETTO: OPCM 4007/2012- Ditta GIOVINAZZO Maria - CF GVN MRA 57C43 I426Q Liquidazione

Dettagli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli

COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli COMUNE DI CASALNUOVO DI NAPOLI Provincia di Napoli COPIA CONFORME ALL ORIGINALE Registro Generale n. 773 DETERMINAZIONE ll SETTORE - POLITICHE SOCIALI N. 122 DEL 19-04-2016 Oggetto: FONDO PER IL SOSTEGNO

Dettagli

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 128 di data 24 marzo 2014

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 128 di data 24 marzo 2014 COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 128 di data 24 marzo 2014 OGGETTO: Lavori di ristrutturazione ed ampliamento del cimitero di Enguiso

Dettagli