Operare con l estero: strumenti di riduzione dei rischi e opportunità commerciali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Operare con l estero: strumenti di riduzione dei rischi e opportunità commerciali"

Transcript

1 Operare con l estero: strumenti di riduzione dei rischi e opportunità commerciali Dott. Mario De Luca 27 aprile 2011

2 COMMERCIO INTERNAZIONALE E RISCHI CONNESSI

3 RISCHI CONNESSI AL COMMERCIO INTERNAZIONALE RISCHIO DI CONOSCENZA RISCHIO PAESE RISCHIO COMMERCIALE RISCHIO DI CAMBIO RISCHIO DI TASSO

4 RISCHI CONNESSI AL COMMERCIO INTERNAZIONALE RISCHIO DI CONOSCENZA CONTROPARTE USI E CONSUETUDINI NORMATIVA (ITALIANA ED ESTERA) COME FATTURARE COME INCASSARE COME PAGARE COME FINANZIARSI

5 RISCHI CONNESSI AL COMMERCIO INTERNAZIONALE COS E? possibilità che, per un cambiamento nella struttura politico-istituzionale o economico-finanziaria, il Paese modifichi le modalità di pagamento dei propri debiti o che limiti il rimpatrio di capitali stranieri RISCHIO PAESE CHI LO SUBISCE? QUAL E L IMPATTO le aziende che esportano beni/servizi o che detengono attività all estero e privati che hanno investimenti all estero contrazione degli incassi con conseguente riduzione degli utili SOLUZIONE? conferme di Crediti documentari assicurazione crediti e altre garanzie RISCHIO COMMERCIALE COS E? CHI LO SUBISCE? QUAL E L IMPATTO possibilità che l acquirente / compratore non onori l impegno assunto le aziende che esportano beni e servizi contrazione degli incassi con conseguente riduzione degli utili SOLUZIONE? factor pro-soluto crediti documentari assicurazione crediti

6 RISCHI CONNESSI AL COMMERCIO INTERNAZIONALE COS E? possibilità che i tassi di cambio subiscano una variazione indesiderata RISCHIO DI CAMBIO CHI LO SUBISCE? le aziende che presentano posizioni import/export in valute non Euro QUAL E L IMPATTO contrazione degli utili per la presenza di minusvalenze su cambi SOLUZIONE? strumenti derivati su cambi RISCHIO DI TASSO COS E? CHI LO SUBISCE? QUAL E L IMPATTO possibilità che i tassi di interesse subiscano una variazione non favorevole le aziende che hanno un indebitamento a tasso variabile o fisso livello non ottimale degli oneri finanziari e conseguente contrazione degli utili SOLUZIONE? strumenti derivati sui tassi di interesse

7 SISTEMI DI REGOLAMENTO

8 SISTEMI DI REGOLAMENTO DEFINIZIONE Insieme di procedure, infrastrutture e strumenti atti a trasferire attività monetarie per il regolamento delle operazioni di import/export, finanziarie e di investimento CARATTERISTICHE Efficienza: tempi e costi di trasferimento ridotti Sicurezza: rischi di sistema minimi STRUTTURE DI SUPPORTO Servizi di compensazione Rapporti interbancari di corrispondenza

9 SISTEMI DI REGOLAMENTO BONIFICI - Sono la forma meno costosa di regolamento tramite Banca - Il ruolo delle banche è solo strumentale - L iniziativa è sempre del debitore a titolo definitivo ASSEGNI - Prevedono la consegna materiale del mezzo di pagamento al creditore - Possono essere emessi direttamente dal debitore oppure da una Banca - I più utilizzati: bancario, piazzato, International money order INCASSI Trattamento da parte della Banca di documenti e/o effetti allo scopo di ottenerne il pagamento e/o l accettazione CREDITI DOCUMENTARI Una Banca (Banca emittente) su istruzioni di un suo CLIENTE (compratore ordinante) si impegna direttamente o tramite una sua CORRISPONDENTE (Banca avvisante) a pagare ad un TERZO (venditore beneficiario) o ad accettare tratte o a rilasciare un impegno di pagamento contro presentazione di documenti conformi al credito

10 Trattamento da parte dalla Banca di documenti e/o effetti allo scopo di ottenerne il pagamento e/o l accettazione INCASSI

11 SOGGETTI CHE INTERVENGONO ESPORTATORE (Ordinante) MERCE IMPORTATORE (Trassato) DOCUMENTI BANCA TRASMITTENTE BANCA PRESENTATRICE BANCA INCARICATA DELL INCASSO

12 FORME DI INCASSO DOCUMENTI Termini di consegna CONTRO PAGAMENTO (D/P) CONTRO ACCETTAZIONE CONTRO RICEVUTA FIDUCIARIA CONTRO GARANZIA BANCARIA FRANCO PAGAMENTO Adempimenti per il ritiro Pagamento importo dell incasso Rilascio impegno di natura cambiaria (tratta/pagherò) Rilascio impegno di pagamento Rilascio garanzia di firma bancaria (accettazione, avallo, fidejussione) Rilascio ricevuta di avvenuta consegna

13 GLI INCASSI ELETTRONICI VELOCIZZARE GLI INCASSI: Le reti bancarie internazionali hanno messo a disposizione una serie di prodotti atti a: - velocizzare i pagamenti - ridurre le spese di incasso - diminuire i giorni per la comunicazione insoluto Rientrano tra gli incassi elettronici la RI.BA italiana, la L.C.R. francese, il Recibo spagnolo, la Lastschriften tedesca ecc. EVOLUZIONE Il SEPA DIRECT DEBIT della PSD (Payment Services Directive).

14 CREDITO DOCUMENTARIO Il CREDITO DOCUMENTARIO realizza una sorta di compromesso tra Esigenze/interessi del compratore Esigenze/interessi del venditore 1. Vedersi regolarmente fornita la merce nei modi e nei termini stabiliti 2. Pagare in regime di sicurezza mediante l intervento della Banca intermediaria di sua fiducia Certezza di ottenere il pagamento nel modo più sicuro, più veloce e più comodo presso la propria Banca o tramite una primaria Banca del proprio Paese

15 DEFINIZIONE Si ha un CREDITO DOCUMENTARIO quando Una BANCA (Banca emittente) su istruzioni di un suo CLIENTE (compratore ordinante) si impegna direttamente o tramite una sua CORRISPONDENTE (Banca avvisante) a pagare ad un TERZO (venditore beneficiario) o ad accettare tratte o a rilasciare un impegno di pagamento contro presentazione di documenti conformi al credito per il regolamento dell importo della fornitura. All atto della presentazione dei documenti conformi, la Banca non può quindi esonerarsi dall onorare l impegno assunto, anche nel caso in cui l ordinante sia venuto a trovarsi, nel frattempo, in stato d insolvenza. L impegno della Banca emittente non può essere modificato o annullato senza l accordo di tutte le parti interessate.

16 SOGGETTI CHE INTERVENGONO CONTRATTO COMPRAVENDITA Compratore/ importatore ordinante MERCE Venditore/ esportatore beneficiario Rapporto autonomo MANDATO Rapporto autonomo Rapporto autonomo Banca emittente Rapporto autonomo MANDATO Banca avvisante designata Banca rimborsante

17 CREDITI DOCUMENTARI EXPORT Nel credito documentario export la Banca può operare principalmente come: BANCA AVVISANTE La Banca avvisante non è obbligata ad avvisare un credito; in caso di rifiuto deve darne tempestivo avviso. Se avvisa automaticamente autentica il messaggio/lettera ricevuta. In caso di avviso al beneficiario senza autentica la Banca avvisante informa semplicemente il beneficiario senza alcun impegno. BANCA CONFERMANT E Su istruzioni dell ordinante, la Banca emittente può richiedere alla Banca designata di notificare il credito con l aggiunta della propria conferma: Confermando il credito, la Banca designata assume nei confronti del beneficiario un impegno inderogabile che si aggiunge a quello della Banca emittente L eventuale stato d insolvenza della Banca emittente al momento dell utilizzo non pregiudica i diritti del beneficiario al pagamento L aggiunta della conferma rappresenta una possibilità di aumentare i ricavi della Banca confermante a fronte dell impegno che le viene richiesto di assumere.

18 PRINCIPALI FORME DI PAGAMENTO DEL CREDITO DOCUMENTARIO A VISTA La Banca incaricata (Banca designata o confermante) di ritirare i documenti dal beneficiario: Verifica la rispondenza formale degli stessi ai termini del credito Invia i documenti alla Banca emittente Effettua il pagamento in forma liberatoria DIFFERITO Come per il pagamento a vista: in questo caso, però, il pagamento al beneficiario non è contestuale al ritiro dei documenti, ma avviene ad una scadenza determinata in base alle condizioni del credito. Il venditore trova la sua garanzia nell impegno inderogabile della Banca emittente e dell eventuale Banca confermante. Inoltre la Banca può proporre al venditore lo smobilizzo pro soluto degli impegni assunti dalla Banca Estera o propri, se Banca confermante.

19 GARANZIE

20 GARANZIE CONTRATTUALI Si tratta di garanzie autonome emesse: In sostituzione di depositi cauzionali (Bid Bond) FINANZIAMENTI INDIRETTI Per ottenere pagamenti anticipati (Advance Payment Bond) Per garantire la buona esecuzione di lavori/forniture (Performance Bond) Per garantire il buon funzionamento di macchinari/impianti (Retention Money Bond) ALTRE GARANZIE A presidio di pagamenti a vista o posticipati Per ottenere linee di credito all estero Accettazioni (*) Avalli (*) CREDITI DI FIRMA (*) Strumenti attualmente non emessi dalla Banca

21 SOGGETTI CHE INTERVENGONO MANDANTE ORDINANTE NELLE GARANZIE CONTRATTO COMMITTENTE BENEFICIARIO MANDATO GARANZIA GARANZIA BANCA EMITTENTE GARANTE/ CONTROGARANTE BANCA CORRISPONDENTE AVVISANTE/GARANTE

22 ESTINZIONE DELLE GARANZIE Richiesta di pagamento ESCUSSIONE avanzata dal beneficiario al garante RESTITUZIONE Con idonea LIBERAZIONE scrittura

23 STAND BY LETTER OF CREDIT Impegno della Banca emittente nei confronti del beneficiario ad onorare richieste di pagamenti nel caso in cui l ordinante non abbia provveduto a saldare il suo debito La Stand-by letter of credit è uno strumento alternativo all emissione di una garanzia e di attiva solo in presenza di insolvenza dell ordinante. Il pagamento è a vista dietro presentazione da parte del beneficiario dei documenti elencati nel testo del credito. Anche per questa tipologia di credito documentario è prevista l eventuale conferma di terza Banca.

24 LINEE DI CREDITO A SUPPORTO DELL ATTIVITA ESTERO

25 OPERAZIONI CASSA OPERAZIONI FIRMA Anticipi /Valuta a fronte di operazioni generanti introiti (EXPORT) ANT2 - AVE Anticipi /Valuta a fronte di operazioni generanti esborsi (IMPORT) ANT1 - AVI Crediti documentari (IMPORT): linee di credito AP1 Fidejussioni e Garanzie estere: linee di credito in /Valuta FDF Finanziamenti /Valuta a fronte di flussi esportativi ANT1 - FV Finanziamenti in valuta senza vincolo di destinazione ANT1 - FVF Scoperto di c/c in valuta per elasticità di cassa CCV Sconto /Valuta pro-solvendo/soluto OSP - PTV

26 OPERAZIONI CASSA PER L IMPORTATORE Anticipi /Valuta a fronte di operazioni generanti esborsi Scoperto di c/c in valuta per elasticità di cassa Beni e Servizi Finanziamento Pagamento

27 OPERAZIONI CASSA PER L ESPORTATORE Beni e Servizi Pagamento PRODUZIONE VENDITA FATTURAZIONE DILAZIONE Anticipi /Valuta su ordini Finanziamenti /Valuta a fronte di flussi esportativi di merci/servizi Anticipi /Valuta su fatture Sconto /Valuta pro-soluto e pro-solvendo

28 FINANZIAMENTI VALUTA VS. FINANZIAMENTI IN EURO F I N A N Z I A M E N T I IN VALUTA IN EURO Tasso d interesse Tasso d interesse + Utili su cambi e differenziale positivo su tasso - Perdite su cambi o costo copertura del rischio e differenziale negativo su tasso? COSTO FINANZIAMENTO IN VALUTA COSTO FINANZIAMENTO IN EURO Non applicabile ai finanziamenti export (AVE) se i relativi incassi sono espressi nella stessa divisa del finanziamento.

29 FINANZIAMENTI IN VALUTA: OPPORTUNITA Attività fondamentale di erogazione di credito BANCA Acquisto flusso valutario cliente Possibilità di raccolta in valuta Rischio differenziato Spread su tassi e cambi CLIENTE Finanziamento vero e proprio Forma di risoluzione problemi di tesoreria Relazioni con il rischio di cambio

30 SCONTO SCONTO CESSIONE di un credito con scadenza futura. PRO SOLVENDO Se la Banca ha diritto di rivalsa sul cedente, che garantisce sia l esistenza del credito che l adempimento del debitore ceduto PRO SOLUTO Se la Banca non ha diritto di rivalsa sul cedente, che garantisce solo l esistenza del credito

31 SCONTO PRO-SOLUTO ACQUISTO A TITOLO DEFINITIVO DI CREDITI RIVENIENTI DALLA CONCESSIONE DI DILAZIONI DEL PAGAMENTO DI MERCI E SERVIZI CREDITI DOCUMENTARI DOCUMENTI ACCETTATI IMPEGNO AL PAGAMENTO DIFFERITO REGOLARMENTE EMESSO DA BANCA ESTERA PROMISSORY NOTES BILLS OF EXCHANGE EFFETTI REGOLARI (FIRME, BOLLATURA, DOMICILIAZIONE, ECC.) EFFETTI ESPRESSI IN VALUTA FORTE DILAZIONE FINO A 7 ANNI

32 SCONTO PRO-SOLUTO SPREAD APPLICABILE SI BASA SU DIVERSI ELEMENTI, QUALI: validità tecnica del titolo e delle garanzie merito del debitore e dell eventuale garante rischio Paese durata e negoziabilità del titolo merito e capacità economico-tecnica del cedente, atte al buon fine della sottostante transazione commerciale ALTRI COSTI commitment fee commissioni di intervento giorni banca

33 SCONTO PRO-SOLUTO VANTAGGI PER IL CEDENTE nessun impegno delle proprie linee di credito bancario disponibilità immediata del valore attuale del credito al netto delle commissioni migliorando i flussi aziendali evitare la rappresentazione a bilancio dei crediti eliminazione del rischio di cambio, insolvenza e Paese eliminazione dei costi di gestione amministrativa del credito eliminazione dei costi legali di recupero in caso di insolvenza VANTAGGI PER LA BANCA incremento proventi fidelizzazione del cliente canalizzazione estero del cliente dell operatività possibilità di cedere a terze parti pro-soluto il credito

34 STRUMENTI PER LA COPERTURA DEI RISCHI

35 IL RUOLO DELLA BANCA NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE ATTIVITA DI CONSULENZA COPERTURA RISCHI : Commerciale e Paese Cambio Tasso

36 RISCHI COMMERCIALE E PAESE STRUMENTI PER LA COPERTURA TIPOLOGIA STRUMENTO RISCHIO COMMERCIALE RISCHIO PAESE Credito documentario Garanzie Se confermato Non sempre Assicurazione crediti Non sempre Sconto pro soluto Factor pro soluto

37 STRUMENTI PER LA GESTIONE DEL RISCHIO DI CAMBIO CONTRATTI A TERMINE È un contratto con il quale le parti (cliente e Banca) si obbligano a scambiarsi, alla scadenza stabilita, il controvalore in euro/divisa dell importo contrattuale al cambio predeterminato nel contratto stesso. DOMESTIC CURRENCY SWAP (DCS) Contratto derivato con il quale le parti si impegnano a versare o a riscuotere, a una data prestabilita, un importo determinato in base al differenziale tra il tasso di cambio contrattuale e quello corrente alla data di scadenza dell operazione OPZIONI SU CAMBI È l acquisto, attraverso il pagamento di un premio, il diritto, ma non l obbligo, a comprare (call option) o a vendere (put option) un determinato quantitativo di divisa contro altra divisa, o contro euro, a una data futura e ad un cambio prefissato (strike).

38 OPZIONI SU CAMBI ACQUISTO VANTAGGI SVANTAGGI FLESSIBILITA LIBERTA DI MANOVRA COPERTURA DEL RISCHIO CON POSSIBILITA DI GUADAGNO ILLIMITATO AMPIO MERCATO INTERNAZIONALE ALTO COSTO MERCATO RELATIVAMENTE LIMITATO PER TALUNE DIVISE AMPIO MERCATO GESTITO DA POCHE CONTROPARTI RISCHIO LIMITATO AL PREMIO

39 OPZIONI SU CAMBI La difficoltà di collocamento delle opzioni dipende principalmente dal PREZZO molto elevato, dipendente dalla volatilità delle divise. Per ovviare a tale problema, vengono proposte strutture di opzioni a COSTO ZERO per i clienti i quali, oltre ad acquistare una opzione, ne vendono una alla banca dello stesso valore (per collocare queste strutture è necessario un fido apposito in quanto il cliente è anche venditore). Le strutture più semplici in collocamento sono: TERMINE SINTETICO: è una struttura di due opzioni con la stessa scadenza e lo stesso STRIKE (cambio contrattuale) CILINDRICA: è una struttura di due opzioni con la stessa scadenza ma con STRIKE diversi, in modo da ottenere un margine di oscillazione del cambio (cilindro) che può portare dei vantaggi per il cliente.

40 OPZIONI SU CAMBI La difficoltà di collocamento delle opzioni dipende principalmente dal PREZZO molto elevato, dipendente dalla volatilità delle divise. Per ovviare a tale problema, vengono proposte strutture di opzioni a COSTO ZERO per i clienti i quali, oltre ad acquistare una opzione, ne vendono una alla banca dello stesso valore (per collocare queste strutture è necessario un fido apposito in quanto il cliente è anche venditore). Le strutture più semplici in collocamento sono: TERMINE SINTETICO è una struttura di due opzioni con la stessa scadenza e lo stesso STRIKE (cambio contrattuale) CILINDRICA è una struttura di due opzioni con la stessa scadenza ma con STRIKE diversi, in modo da ottenere un margine di oscillazione del cambio (cilindro) che può portare dei vantaggi per il cliente.

41 RISCHIO DI TASSO STRUMENTI PER LA COPERTURA Principali strumenti di copertura: INTEREST RATE SWAPS FORWARD RATE AGREEMENT INTEREST RATE SWAPS MULTIFASE OPZIONI SU TASSI (CAP, FLOOR, COLLAR)

42 INTEREST RATE SWAP Contratto, di durata solitamente compresa tra due e dieci anni, che prevede lo scambio tra due controparti dei flussi relativi a una coppia di prestiti, tasso fisso contro tasso variabile, con pagamento periodico degli interessi e rimborso del capitale. L'importo delle prestazioni in linea interessi è calcolato su un capitale di riferimento, (notional) di eguale importo su entrambi i lati Il contraente che paga il tasso fisso e riceve il variabile è l'acquirente (long) dello swap e si protegge dal rialzo dei tassi Il contraente che riceve il tasso fisso e paga il variabile è il venditore (short) dello swap e si protegge dalla riduzione dei tassi

43 OPZIONI SU TASSI OPZIONI SU TASSI CAP È l acquisto di un diritto che determina il costo massimo di un tasso di finanziamento FLOOR È l acquisto di un diritto che determina il rendimento minimo di un deposito COLLAR È una struttura che prevede l acquisto di un CAP e la vendita di un FLOOR e determina quindi un corridoio di oscillazione dei tassi.

44 COMMODITIES COMMODITIES COMMODITY SWAP Accensione di un contratto nel quel il sottostante di riferimento è costituito da una materia prima (oggetto del contratto) che prevede lo scambio di un prezzo fisso (concordato tra le parti) contro un prezzo variabile (determinato sulla base di parametri o formule concordate tra le parti collegati al costo futuro della materia prima). CTV SU COMMODITY Acquisto e vendita contemporanea di opzioni call e put con pari strike su uno specifico sottostante. Permette al cliente di fissare un prezzo predeterminato di acquisto o vendita del sottostante prescelto.

45 CREDITO AGEVOLATO ALL ESPORTAZIONE E INTERNAZIONALIZZAZIONE

46 LE AGEVOLAZIONI ALL EXPORT ASSICURAZIONE E COPERTURA DEL RISCHIO PAESE E DEL RISCHIO COMMERCIALE SACE BERS / IFC / ADB Gruppo MPS OPERATIVITA AD HOC ACCORDO QUADRO CONTRIBUTO AGLI INTERESSI SU TASSO FISSO SIMEST OPERATIVITA AD HOC

47 I SOGGETTI SACE È una società per azioni il cui capitale sociale è interamente detenuto dal Ministero dell Economia e delle Finanze e i cui impegni sono garantiti dallo Stato italiano. SACE assume in assicurazione, riassicurazione e garanzia i rischi politici e commerciali cui sono esposte le imprese italiane nell attività di esportazione o d investimento all estero e sostiene le imprese italiane nelle loro strategie d internazionalizzazione in collaborazione con il sistema bancario. SIMEST SIMEST, finanziaria di sviluppo e promozione delle imprese italiane all'estero, è una società per azioni controllata dal Governo italiano (che ne detiene il 76% del capitale) e partecipata da banche, associazioni imprenditoriali e di categoria. La SIMEST è stata creata per promuovere il processo di internazionalizzazione delle imprese italiane ed assisterle nelle loro attività con l estero. Per quanto riguarda gli scambi commerciali, SIMEST agevola il credito all esportazione con un contributo in conto interessi nei finanziamenti all export (credito acquirente e credito fornitore).

48 CREDITO FORNITORE Concessione di dilazione di pagamento da parte dell esportatore all importatore per il regolamento a scadenza di esportazioni di merci e forniture di servizi STRUMENTI TECNICI INTERVENTO BANCA CREDITI DOCUMENTARI (pagamento differito) CONFERMA SCONTO PRO-SOLUTO EFFETTI CON O SENZA AVALLO BANCARIO (promissory notes, bills of exchange) INCASSO SCONTO PRO-SOLVENDO SCONTO PRO-SOLUTO DILAZIONI DIRETTE (assistite da garanzie a prima richiesta) ANTICIPAZIONI SCONTO PRO-SOLUTO

49 CREDITO FORNITORE POLIZZA SACE CON VOLTURA FORMA TECNICA DURATA IMPORTO COPERTURA MASSIMA DESTINATARI VANTAGGI ESPORTATORE OLTRE AI VANTAGGI DELLO SCONTO PRO-SOLUTO: - maggiore dilazione - non richiede garanzie bancarie all acquirente CREDITO DILAZIONATO RAPPRESENTATO DA EFFETTI INTERNAZIONALI: PROMISSORY NOTES BILLS OF EXCHANGE MASSIMO 5 ANNI A BT MAX 100% DELLA FORNITURA A MT MAX 85% DELLA FORNITURA 95% DEL RISCHIO POLITICO E COMMERCIALE IMPRESE ITALIANE CHE EFFETTUANO FORNITURE E LAVORI ALL ESTERO VANTAGGI BANCA OLTRE AI VANTAGGI DELLO SCONTO PRO-SOLUTO: - mitigazione del rischio - ampliare la gamma di offerta dei prodotti per la clientela esportatrice

50 CREDITO ACQUIRENTE Concessione di finanziamento della Banca dell esportatore all acquirente e/o banca estera da utilizzare per il regolamento a vista di esportazioni di merci e forniture di servizi DURATA COPERTURA MASSIMA SACE DESTINATARI VANTAGGI ESPORTATORE - MAGGIORE COMPETITIVITA IN FASE DI TRATTATIVA COMMERCIALE CONCEDENDO DILAZIONI - CONCEDE UNA DILAZIONE INCASSANDO DALLA PROPRIA BANCA A VISTA CONTRO PRESENTAZIONE DOCUMENTI - MINIMO COINVOLGIMENTO (POCA BUROCRAZIA) DI NORMA MASSIMO 5 ANNI, IN ALCUNI CASI MASSIMO 10 ANNI 100% DEL RISCHIO POLITICO E COMMERCIALE IMPRESE ITALIANE CHE EFFETTUANO FORNITURE E LAVORI ALL ESTERO VANTAGGI BANCA - FIDELIZZAZIONE DELLA CLIENTELA - IMPIEGHI A BASSO RISCHIO IN QUANTO GARANTITI - ALTA REDDITIVITA DEGLI IMPIEGHI GARANTITI - OPPORTUNITA DI AMPLIAMENTO OPERATIVITA CON CONTROPARTI BANCARIE ESTERE

51 GARANZIE ESTERE POLIZZA FIDEJUSSIONI La polizza SACE consente alla Banca di assicurare il mancato rimborso da parte di un esportatore a seguito di escussione di garanzia contrattuale prestata nell interesse dell esportatore stesso. FORME TECNICHE COSTO SACE COPERTURA MASSIMA DESTINATARI VANTAGGI GARANZIE SULL ESTERO (es: bid bonds, performance bonds, ecc) RETROCESSIONE DI QUOTA DELLE COMMISSIONI PERCEPITE 70% DELLA GARANZIA IMPRESE CHE EFFETTUANO FORNITURE E LAVORI ALL ESTERO CON AFFIDAMENTI NON CAPIENTI PER L OPERATIVITA RICHIESTA - AMPLIARE I FIDI CONCESSI - POSSIBILITA DI GESTIRE PIU FIDEJUSSIONI PER SINGOLA COMMESSA - CANALIZZARE UN MAGGIOR NUMERO DI OPERAZIONI

52 FINANZIAMENTO SACE CREDIT ENHANCEMENT A MEDIO TERMINE È un finanziamento a medio termine concesso ad imprese per progetti volti ad incentivare l internazionalizzazione di impresa quali immobilizzazioni immateriali e materiali effettuate in Italia e all estero. IMPORTO Min Eur Max Eur FORME TECNICHE MUTUI CHIROGRAFARI A MEDIO TERMINE CON RIMBORSI IN RATE TRIMESTRALI IN 3, 5 E 6 ANNI TASSO COPERTURA SACE DESTINATARI VANTAGGI VARIABILE EURIBOR 3 MESI + SPREAD DIFFERENZIATO SULLA BASE DEL RATING TRA IL 50 E IL 70% DEL FINANZIAMENTO PMI ITALIANE, CON FATTURATO EXPORT MINIMO DEL 10%, CON AFFIDAMENTI NON CAPIENTI PER RICHIEDERE FINANZIAMENTI BANCARI FINALIZZATI A INVESTIMENTI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE E AVENTI RATING INTERNO NON INFERIORE A C1 - AMPLIARE I FIDI CONCESSI - ATTENUAZIONE DEL RISCHIO DI MANCATO RIMBORSO DEI MUTUI EROGATI - FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE Linea di fido di II limite FSG2

53 FINANZIAMENTO SACE - CREDIT ENHANCEMENT A BREVE TERMINE È un finanziamento a breve termine concesso ad esportatori a fronte dell 85% massimo del valore dei costi sostenuti dall impresa relativi ad acquisti di beni strumentali, materie prime o semilavorati, necessari all approntamento di beni e/o servizi destinati all esportazione o all esecuzione di lavori all estero. IMPORTO Min Eur Max Eur FORME TECNICHE TASSO COPERTURA SACE DESTINATARI VANTAGGI FINANZIAMENTI (SOV) A BREVE TERMINE CON RIMBORSI BULLET O IN RATE TRIMESTRALI PER LE DURATE 6 E 12 MESI; IN RATE TRIMESTRALI PER LA DURATA 18 MESI VARIABILE EURIBOR 3 MESI + SPREAD DIFFERENZIATO SULLA BASE DEL RATING TRA IL 50 E IL 70% DEL FINANZIAMENTO PMI ITALIANE, AVENTI RATING INTERNO NON INFERIORE A C1 CHE NECESSITANO DI CAPITALE CIRCOLANTE PER APPRONTAMENTO DI FORNITURE EXPORT - AMPLIARE I FIDI CONCESSI - ATTENUAZIONE DEL RISCHIO DI MANCATO RIMBORSO DEI FINANZIAMENTIEROGATI - FIDELIZZAZIONE DEL CLIENTE

54 SIMEST. Come esposto in precedenza, la SIMEST è stata creata anche per promuovere il processo di internazionalizzazione delle imprese italiane. In questo caso, SIMEST, per agevolare le esportazioni e gli investimenti all estero delle imprese italiane in Paesi non UE: sottoscrive fino al 25% del capitale delle società estere partecipate da imprese italiane agevola il finanziamento di quote sottoscritte dal partner italiano in società o imprese all estero gestisce fondi di Venture Capital finanzia studi di prefattibilità/fattibilità e programmi di assistenza tecnica finanzia programmi di penetrazione commerciale finanzia spese di partecipazione a gare internazionali

55 EXPORT KEY È il prodotto che permette all esportatore di ottenere l impegno della Banca a effettuare, in epoca futura e, se lo desidera, a condizioni prestabile: La conferma di crediti documentari export Lo smobilizzo pro-soluto di impegni derivanti da crediti documentari export (confermati e non confermati) e tratte avallate da banche estere La concessione di dilazioni di pagamento, mediante finanziamento diretto alla Banca dell importatore estero di durata massima di 5 anni, a fronte di crediti export confermati con pagamento a vista 55

56 VANTAGGI PER LE PMI VANTAGGI PER LA BANCA DI CARATTERE COMMERCIALE Possibilità di ampliare la dilazione di pagamento fino al massimo coperto con EK Predeterminazione dei costi finanziari a carico dell acquirente Commitment ottenibile in tempi brevi Possibilità di fissare le condizioni di pagamento già in fase di trattativa commerciale DI CARATTERE FINANZIARIO Nessun rischio di insolvenza della controparte estera FIDELIZZAZIONE Approccio concreto ed efficace verso nuova clientela ed alta fidelizzazione Maggiore canalizzazione di crediti documentari e flussi export in genere Agevola la Banca a raggiungere gli obiettivi FUNZIONE VOLANO Gestione dinamica degli affidamenti estero Nessun utilizzo di linee di credito interne Determinazione dell esatto ricavo futuro (in caso di utilizzo del pre-setting)

57 Grazie

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni

PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO. Reggio Emilia, 25 marzo 2015. Relatore: Rodolfo Baroni PROTEGGERE ED INCASSARE I CREDITI VERSO L ESTERO Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Relatore: Rodolfo Baroni Export In un contesto domestico con prospettive incerte vendere sui mercati esteri continua ad essere

Dettagli

SCHEDE PRODOTTI SACE S.p.A. 2012

SCHEDE PRODOTTI SACE S.p.A. 2012 SACE Point RISPOSTA IN TEMPO REALE VIA E-MAIL / TELEFONO O SU APPUNTAMENTO INOLTRO RICHIESTE DI INFORMAZIONI E SERVIZI ORGANIZZAZIONE CONGIUNTA DI EVENTI PROMOZIONALI SVILUPPO SINERGIE E NETWORKING CON

Dettagli

Regolamenti e Finanziamenti nel commercio internazionale. Prof. Michele Rutigliano

Regolamenti e Finanziamenti nel commercio internazionale. Prof. Michele Rutigliano Regolamenti e Finanziamenti nel commercio internazionale Prof. Michele Rutigliano 1 ESTERO MERCI RISCHI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE INCASSO DOCUMENTARIO CREDITO DOCUMENTARIO 2 RISCHIO CONTRAENTE PER L

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE

STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE A SUPPORTO DELLE IMPRESE Dr. GIANCARLO BIANCHI Trade & Export Finance BANCA POPOLARE DI VICENZA Vicenza, 23 febbraio 2015 Un recente sondaggio ha evidenziato

Dettagli

Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE

Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE Smobilizzo pro soluto con voltura di polizza SACE definizione Lo smobilizzo pro-soluto con voltura di polizza SACE consiste nello sconto pro soluto di effetti cambiari con dilazioni di pagamento dai 2

Dettagli

OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA

OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA OGGETTO: SIMEST PARTNER D IMPRESA PER PROGETTI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON CONFIMI INDUSTRIA COS E Finanziaria che sostiene lo sviluppo delle imprese italiane impegnate a realizzare

Dettagli

Investimenti necessari all acquisto di impianti, macchinari, arredi, beni e servizi necessari all attività corrente dell impresa.

Investimenti necessari all acquisto di impianti, macchinari, arredi, beni e servizi necessari all attività corrente dell impresa. -Idea Credito- FORMA TECNICA - Apertura di credito in c/c, con piano di rimborso programmato: o Per durate fino a 18 mesi: tipo rapporto CC261 IDEA CREDITO BT o Per durate oltre 18 mesi: tipo rapporto

Dettagli

IL PASSAPORTO PER IL TUO BUSINESS. CiviInternational. Prodotti e servizi per il commercio internazionale. www.civibank.it

IL PASSAPORTO PER IL TUO BUSINESS. CiviInternational. Prodotti e servizi per il commercio internazionale. www.civibank.it IL PASSAPORTO PER IL TUO BUSINESS CiviInternational Prodotti e servizi per il commercio internazionale www.civibank.it PRODOTTI E SERVIZI PER IL COMMERCIO INTERNAZIONALE I mercati esteri rappresentano,

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE

Capitale di credito PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE PRESENTAZIONE DI EFFETTI SALVO BUON FINE Definizione È una forma di finanziamento basata sulla presentazione all incasso, da parte dell impresa, di crediti in scadenza aventi o meno natura cambiaria e

Dettagli

La gestione e la ristrutturazione del debito. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

La gestione e la ristrutturazione del debito. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano La gestione e la ristrutturazione del debito 1 Evoluzione nella gestione del debito: Dalla semplice amministrazione del rimborso del debito, stabilendo piano ammortamento, quote capitale, interessi passivi,

Dettagli

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Impegni commerciali Penali Condizioni Banca dalle norme regolamentari del Fondo Centrale di Garanzia Finanziamento a BT, con piano di ammortamento e covenant commerciali

Dettagli

SOLUZIONI PER OPERARE CON L ESTERO

SOLUZIONI PER OPERARE CON L ESTERO SOLUZIONI PER OPERARE CON L ESTERO ORIENTARSI NEL BUSINESS INTERNAZIONALE L attività con l estero rappresenta un area di business di estrema importanza per molte imprese italiane. Operare nei mercati internazionali,

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

IMPRESA ITALIA CATALOGO PRODOTTI - ASSOCIAZIONI

IMPRESA ITALIA CATALOGO PRODOTTI - ASSOCIAZIONI Prodotti a Medio Lungo Termine Prodotto Destinazioni Caratteristiche Prestito Partecipativo (Mutuo Ricapitalizzazione Aziendale) Ricapitalizzazione aziendale con delibera di capitale già sottoscritta dai

Dettagli

CrevalEstero. La tua impresa, senza con ni.

CrevalEstero. La tua impresa, senza con ni. CrevalEstero La tua impresa, senza con ni. 2 CrevalEstero Soluzioni per le imprese globalizzate Indice Il Servizio 4 Le Soluzioni 8 Gli Specialisti 10 3 Il Servizio La globalizzazione delle Piccole e Medie

Dettagli

CHE SONO I CREDITI DOCUMENTARI, LETTERE DI CREDITO (SBLC), LETTERE DI GARANZIA, FINANZIAMENTI IMPORT-EXPORT, ANTICIPI FATTURE EXPORT

CHE SONO I CREDITI DOCUMENTARI, LETTERE DI CREDITO (SBLC), LETTERE DI GARANZIA, FINANZIAMENTI IMPORT-EXPORT, ANTICIPI FATTURE EXPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 - Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Segmento Corporate : condizioni indicativamente praticabili per il mese di Novembre 2011 Segmento Retail : condizioni valide dal 01.04.2012 sino al 30.06.2012 SEGMENTO CORPORATE

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014

I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS. Federica Miglietta Bari, luglio 2014 I DERIVATI: QUALCHE NOTA CORSO PAS Federica Miglietta Bari, luglio 2014 GLI STRUMENTI DERIVATI Gli strumenti derivati sono così denominati perché il loro valore deriva dal prezzo di una attività sottostante,

Dettagli

Flavio CARICASOLE Responsabile Servizio Estero Commerciale UBI Banca

Flavio CARICASOLE Responsabile Servizio Estero Commerciale UBI Banca L Internazionalizzazione virtuosa: difendere il fatturato estero dell impresa utilizzare efficacemente la liquidità ricorrere al credito per accelerare lo sviluppo Flavio CARICASOLE Responsabile Servizio

Dettagli

Carlo de Simone Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi

Carlo de Simone Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi Il ruolo di SIMEST nelle operazioni di export credit Carlo de Simone Responsabile Relazioni Istituzionali e Studi Milano, 23 gennaio 2014 SIMEST Partner d impresa per la competizione globale Finanziaria

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant

Dettagli

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI Si riportano di seguito le schede prodotto con le relative condizioni economiche dedicate a tutte le Aziende associate a Confesercenti con fatturato

Dettagli

Pianificazione & Marketing. Padova, 20 ottobre 2009

Pianificazione & Marketing. Padova, 20 ottobre 2009 Padova, 20 ottobre 2009 Padova, 20 ottobre 2009 La crisi in sintesi Intervento delle autorità di politica economica per cercare di ridurne la portata ampia liquidità al sistema finanziario e tassi ai minimi

Dettagli

I Rischi insiti nel commercio internazionale

I Rischi insiti nel commercio internazionale I Rischi insiti nel commercio internazionale Nel commercio internazionale esistono varie tipologie di rischio: occorre conoscerle per valutare quali coprire, quali cedere e quali accollarsi consapevolmente

Dettagli

Libera Università Maria SS. Assunta

Libera Università Maria SS. Assunta Libera Università Maria SS. Assunta Corso di Economia e Gestione delle Imprese La gestione finanziaria 1 Definizione Alla funzione finanziaria è affidato il complesso di decisioni ed operazioni volte a

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DOCUMENTARI & LETTERE DI CREDITO STAND-BY INCASSI DOCUMENTARI

FOGLIO INFORMATIVO CREDITI DOCUMENTARI & LETTERE DI CREDITO STAND-BY INCASSI DOCUMENTARI Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia 29/7/2009) FOGLIO INFORMATIVO CREDITI

Dettagli

finnova Prodotti e Servizi

finnova Prodotti e Servizi finnova Prodotti e Servizi INDICE 1 Finnova Mission 2. Portafoglio Prodotti & Servizi Portafoglio Prodotti & Servizi 3. Scenario di Riferimento Ritardo di pagamento delle PA Le cause Ritardo di pagamento

Dettagli

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30%

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30% Si riporta, di seguito, l offerta commerciale dedicata alle aziende associate ad Ipe Coop Confidi a valere sull operatività con la CCIAA di Roma. Le condizioni riportate nel presente documento sono valide

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa Struttura Cilindrica

Dettagli

BANCA MPS PER CONFINDUSTRIA LOMBARDIA

BANCA MPS PER CONFINDUSTRIA LOMBARDIA BANCA MPS PER CONFINDUSTRIA LOMBARDIA ASSISTENZA E STRUMENTI PER LA CRESCITA DELL ECONOMIA DEL TERRITORIO Buyer s Credit (Credito Acquirente) Caratteristiche Finanziamento concesso dalla Banca all importatore

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI PER IL MERCATO DOMESTICO

GLI STRUMENTI FINANZIARI PER IL MERCATO DOMESTICO GLI STRUMENTI FINANZIARI PER IL MERCATO DOMESTICO Pag. 2 Mutuo Impresa MULTIFASCE Pag. 3 Definizione e Beneficiari MULTIFASCE è la nuova linea di credito destinata alle aziende Corporate e Small business

Dettagli

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007

Il prodotto maturity. Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity Factoring around Europe: Italia Espana Brescia, 20-21 settembre 2007 Il prodotto maturity: le origini Nella seconda metà degli anni 80, Ifitalia lancia sul mercato italiano il prodotto

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani Introduzione al Corporate Financial Risk Management Lorenzo Faccincani 1 Il Corporate Financial Risk Management Il Corporate Financial Risk Management può essere definito come il complesso delle attività

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

CREDITO DOCUMENTARIO ESTERO

CREDITO DOCUMENTARIO ESTERO Data release 5/11/2013 N release 0016 Pagina 1 di 7 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. Sede legale: P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT Il Forward Rate Agreement (F.R.A.) è un contratto su tassi di interesse in base al quale due controparti si impegnano a scambiare ad una data futura prestabilita un certo ammontare

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Limiti di importo Impegni commerciali esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine,

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CILINDRICA TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa struttura

Dettagli

Cos'è. Questi servizi riguardano:

Cos'è. Questi servizi riguardano: UBI FACTOR Cos'è Il factoring è una combinazione di servizi finanziari e di gestione del credito che consentono ad una società di rafforzare sotto il profilo qualitativo e di valorizzare sotto quello finanziario

Dettagli

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof.

L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) Università degli Studi di Teramo - Prof. L attività di intermediazione creditizia: LE OPERAZIONI DI IMPIEGO (Operazioni Attive) 1 I contratti bancari fanno parte della più ampia categoria dei CONTRATTI FINANZIARI ossia quei contratti che si caratterizzano

Dettagli

SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI

SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI SCONTO PRO-SOLUTO DI IMPEGNI DI PAGAMENTO SU CREDITI DOCUMENTARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare FriulAdria S.p.A. Sede legale: Piazza XX Settembre 2, 33170 Pordenone Iscritta all Albo delle Banche

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

CREDITI DOCUMENTARI E LETTERA DI CREDITO STAND-BY: CARATTERISTICHE E RISCHI

CREDITI DOCUMENTARI E LETTERA DI CREDITO STAND-BY: CARATTERISTICHE E RISCHI FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI CREDITO STAND-BY INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA EMILVENETA S.P.A. Viale Reiter, 34 41121 - Modena Tel.: 059/235785 Fax: 059/4900498 [email:

Dettagli

Il factoring internazionale

Il factoring internazionale Il factoring internazionale Internazionale prefazione Le operazioni di factoring sono in misura crescente effettuate con controparti cedenti e debitrici estere per effetto della crescente internazionalizzazione

Dettagli

Country Presentation Russia Strumenti assicurativi e finanziari SACE Pietro Petrucci Verona, 18/05/2012

Country Presentation Russia Strumenti assicurativi e finanziari SACE Pietro Petrucci Verona, 18/05/2012 Country Presentation Russia Strumenti assicurativi e finanziari SACE Pietro Petrucci Verona, 18/05/2012 IL MADE IN ITALY NON SI FERMA MAI Gruppo SACE: tante soluzioni, un solo gruppo 2 Siamo vicini alle

Dettagli

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito

Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento Corso di Intermediari Finanziari e Microcredito I servizi di finanziamento e di hedging I prestiti sono concessi nell ambito di un predefinito rapporto di fido o di affidamento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING Le condizioni di seguito pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico. SI CONSIGLIA UNA LETTURA ATTENTA PRIMA DI FIRMARE IL CONTRATTO. La F.I.S. Factoring

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo TUTELE DAL RISCHIO DI INSOLVENZA DEI CREDITI EXPORT

Università degli Studi di Bergamo TUTELE DAL RISCHIO DI INSOLVENZA DEI CREDITI EXPORT Università degli Studi di Bergamo lezione 15 TUTELE DAL RISCHIO DI INSOLVENZA DEI CREDITI EXPORT LE GARANZIE BANCARIE 1 L E G A R A N Z I E B A N C A R I E lettere di garanzia (v. lettere di credito):

Dettagli

FINANZIAMENTI EURO E DIVISA

FINANZIAMENTI EURO E DIVISA FINANZIAMENTI EURO E DIVISA Norme sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari (D.lgs 1/9/93 n. 385 Delibera CICR 4/3/03 Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia 29/7/2009)

Dettagli

7. CONTABILITA GENERALE

7. CONTABILITA GENERALE 7. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 1 Definizione Per poter acquisire i fattori produttivi da impiegare nel processo produttivo l impresa necessita del fattore

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo

unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS SDA Bocconi School of Management Danilo Danilo unità didattica n. 7 LE OPZIONI SU TASSI DI INTERESSE: CAPS E FLOORS Definizione Modalità di utilizzo Elementi di valutazione: valore minimo e valore temporale Relazione di parità Copyright SDA

Dettagli

Gli strumenti di SACE a supporto dell internazionalizzazione. Biella, Gennaio 2014 Raoul Ascari, Chief Operating Officer

Gli strumenti di SACE a supporto dell internazionalizzazione. Biella, Gennaio 2014 Raoul Ascari, Chief Operating Officer Gli strumenti di SACE a supporto dell internazionalizzazione Biella, Gennaio 2014 Raoul Ascari, Chief Operating Officer Cosa serve per stare sui mercati globali? 1 Strategia internazionale 2 Solida patrimonializzazione

Dettagli

1. Modalità di pagamento. 1.1 Regolamento con bonifico. 1.2 Regolamento con rimessa documentaria. 1.3 Regolamento con apertura di credito documentario

1. Modalità di pagamento. 1.1 Regolamento con bonifico. 1.2 Regolamento con rimessa documentaria. 1.3 Regolamento con apertura di credito documentario 1. Modalità di pagamento Per il regolamento degli ordini l esportatore può richiedere diverse forme di pagamento che presentano vari profili di rischio. Nell ottica del cliente tali modalità hanno diversi

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

FLOOR - INTEREST RATE FLOOR. Opzione su tassi d interesse

FLOOR - INTEREST RATE FLOOR. Opzione su tassi d interesse Scheda Prodotto FLOOR IMPORTANTE: Le caratteristiche del prodotto sotto riportato hanno pura finalità informativa e non riportano né approfondiscono tutti gli elementi di rischiosità connessi al prodotto

Dettagli

Credemfactor spa. Luciano Braglia Amministratore Delegato. Reggio Emilia 29 aprile 2016

Credemfactor spa. Luciano Braglia Amministratore Delegato. Reggio Emilia 29 aprile 2016 Credemfactor spa Luciano Braglia Amministratore Delegato Reggio Emilia 29 aprile 2016 Nuovo servizio on line che permette alle imprese di cedere i propri crediti in modo comodo, veloce, sicuro Il processo

Dettagli

PACCHETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE

PACCHETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE AGGIORNATO AL 21 DICMEBRE 2010 PACCHETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE Pag. 1. Internazionalizzazione Credit enhancement Finanziamento con garanzia Sace per spese connesse a progetti di espansione sui mercati

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale. Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale. Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran Marco Rosati Responsabile Funzione Desk Italia CONFINDUSTRIA - Roma, 8 ottobre 2015

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Attività e passività finanziarie I prestiti bancari e altre operazioni di finanziamento I prestiti bancari - aspetti generali I prestiti bancari: sono eterogenei

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 7 II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 20 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 F. Scritture relative all

Dettagli

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo)

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo) CREDITO EMILIANO SPA Capogruppo del Gruppo bancario Credito Emiliano - Credem - Capitale versato euro 332.392.107 - Codice Fiscale e Registro Imprese di Reggio Emilia 01806740153 - P. IVA 00766790356 -

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

La Centrale dei Rischi. Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione http://www.arcadiafinance.

La Centrale dei Rischi. Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione http://www.arcadiafinance. La Centrale dei Rischi Dott. Claudio Orsini Arcadia Consulting Srl Bologna Finanza d impresa e Consulenza di direzione http://www.arcadiafinance.eu Obiettivi della Centrale dei Rischi La Centrale dei Rischi

Dettagli

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni

Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni Mercati e strumenti derivati (2): Swap e Opzioni A.A. 2008-2009 20 maggio 2009 Agenda I contratti Swap Definizione Gli Interest Rate Swap Il mercato degli Swap Convenienza economica e finalità Le opzioni

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE VENDITA DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK-IN TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU DIVISE OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi Opzione Vendita Divisa

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana n. 41/47-00178

Dettagli

Foglio informativo n. 302/014. Operatività con l estero. Garanzie Internazionali.

Foglio informativo n. 302/014. Operatività con l estero. Garanzie Internazionali. Foglio informativo n. 302/014. Operatività con l estero. Garanzie Internazionali. Informazioni sulla banca. Banca Prossima S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Piazza Paolo Ferrari, 10-20121 Milano. Tel.:

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 7 II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI G) OPERAZIONI STRAORDINARIE 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

Gli strumenti di finanza derivata a copertura dei rischi finanziari di impresa

Gli strumenti di finanza derivata a copertura dei rischi finanziari di impresa Gli strumenti di finanza derivata a copertura dei rischi finanziari di impresa Francesca Querci Università di Genova Strumenti derivati e copertura dei rischi finanziari d impresa nel nuovo contesto di

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC

Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC Introduzione al Corporate Financial Risk Management gli strumenti derivati OTC Strumenti OTC per la gestione del rischio di tasso e di cambio Copyright SDA Bocconi 2007 Prof. Michele Rutigliano 1 Strumenti

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI G) OPERAZIONI STRAORDINARIE

II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI G) OPERAZIONI STRAORDINARIE CONTABILITA GENERALE 20 II) SCRITTURE DI GESTIONE F) OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI G) OPERAZIONI STRAORDINARIE 1 dicembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA 3 Novembre2015 Gli strumenti finanziari Eleonora Isaia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA Le esigenze finanziarie

Dettagli

Finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento tramite apertura di strutture all estero in paesi extra UE

Finanziamento agevolato per la realizzazione di programmi di investimento tramite apertura di strutture all estero in paesi extra UE Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Dott.ssa Monica Pazzini

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato e uno strumento finanziario il cui rendimento e legato al rendimento di un altro strumento finanziario emesso in precedenza e separatamente negoziato. Un esempio

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN

SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN BANCA CARIGE SpA SCHEDA PRODOTTO: CAMBI - OPZIONE ACQUISTO DIVISA STRUTTURA CON BARRIERA KNOCK IN TIPOLOGIA DI STRUMENTO: DERIVATI SU CAMBI OBIETTIVO Il prodotto denominato Cambi opzione acquisto divisa

Dettagli

Fascia di merito creditizio FASCIA A ( RT 1-3) FASCIA B ( RT 4-5) FASCIA C ( RT 6-7) Spread 3,10% 3,75% 4,40%

Fascia di merito creditizio FASCIA A ( RT 1-3) FASCIA B ( RT 4-5) FASCIA C ( RT 6-7) Spread 3,10% 3,75% 4,40% milioni di Euro Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant commerciali contrattualizzati Necessità finanziarie dell'azienda connesse al ciclo produttivo, senza vincoli specifici

Dettagli

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND Introduzione ai MINI BOND AGENDA Mini bond: una nuova opportunità per le imprese Mini bond: inquadramento normativo, definizione, caratteristiche e beneficiari Motivazioni all emissione Vantaggi e svantaggi

Dettagli

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci.

Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Periodo contabile Un periodo di tempo costante, come ad esempio un trimestre o un anno, utilizzato come riferimento per la redazione dei bilanci. Debiti verso fornitori Importi dovuti ai fornitori. Crediti

Dettagli

LA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO DEGLI ENTI PUBBLICI

LA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO DEGLI ENTI PUBBLICI LA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO DEGLI ENTI PUBBLICI A cura di Gian Nereo Mazzocco Verona, 11 febbraio 2006 La ristrutturazione del debito In base al D.M. 1.12.2003 n. 389 sono consentite le seguenti operazioni:

Dettagli

Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente

Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente Le opportunità dell export credit Le caratteristiche tipiche del credito fornitore e del credito acquirente Milano 23 gennaio 2014 2 Credito Fornitore e Credito Acquirente Un credito all esportazione può

Dettagli

La pianificazione dell equilibrio finanziario

La pianificazione dell equilibrio finanziario La pianificazione dell equilibrio finanziario Sebastiano Di Diego - Fabrizio Micozzi 1 L ottimizzazione della gestione delle fonti di finanziamento richiede l analisi di una metodologia di calcolo del

Dettagli

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI

Bongini,Di Battista, Nieri, Patarnello, Il sistema finanziario, Il Mulino 2004 Capitolo 2. I contratti finanziari. Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI Capitolo 2 I CONTRATTI FINANZIARI 1 Indice Definizione di contratto finanziario Contratti finanziari bilaterali e multilaterali Contratto di debito Contratto di partecipazione Contratto assicurativo Contratto

Dettagli

OPERATIVITA CON L ESTERO Crediti Documentari e Lettere di Credito stand-by

OPERATIVITA CON L ESTERO Crediti Documentari e Lettere di Credito stand-by scheda prodotto OPERATIVITA CON L ESTERO CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI rilascio del 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO OPERATIVITA CON L ESTERO Crediti Documentari e Lettere di Credito stand-by INFORMAZIONI

Dettagli

01/10/2015 Foglio Informativo n. 10 1

01/10/2015 Foglio Informativo n. 10 1 Conto corrente CREDITI DOCUMENTARI E LETTERE DI CREDITO STAND-BY SU ALTRA BANCA FIDEJUSSIONI CON L ESTERO Redatto ai sensi del decreto n. 385 del 01/09/1993 e del provvedimento recante le disposizioni

Dettagli

Capitolo XV. La gestione della finanza: investimenti e finanziamenti

Capitolo XV. La gestione della finanza: investimenti e finanziamenti Capitolo XV La gestione della finanza: investimenti e finanziamenti La funzione finanziaria Nella funzione finanziaria si comprende il complesso di decisioni e di operazioni volte a reperire e ad impiegare

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Alcuni strumenti finanziari particolari Alcuni strumenti proposti nel panorama internazionale Gli strumenti ai quali faremo riferimento sono: i financial

Dettagli

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante

Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante Factoring Flessibilità per la gestione ottimale del capitale circolante GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: GE Capital è leader europeo nel settore del factoring: oltre 8.000 clienti;

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi S.B.F. (Salvo Buon Fine) e D.I. (Dopo Incasso)

FOGLIO INFORMATIVO. Gestione Incassi S.B.F. (Salvo Buon Fine) e D.I. (Dopo Incasso) FOGLIO INFORMATIVO Gestione Incassi S.B.F. (Salvo Buon Fine) e D.I. (Dopo Incasso) INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-4138 San Felice sul Panaro

Dettagli

4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT

4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT 4 TRADE & FINANCE I-EFFICIENT La suite di prodotti 4 Trade & Finance I-Efficient copre tutta l operatività relativa all importazione ed all esportazione di merci ed alle relative forme di pagamenti. I-Efficient

Dettagli

Smobilizzo pro soluto di lettere di credito export

Smobilizzo pro soluto di lettere di credito export Smobilizzo pro soluto di lettere di credito export , definizione L operazione prevede la ricezione di una lettera di credito EXPORT in favore del cliente esportatore italiano, con termine di pagamento

Dettagli

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE Si richiede lo svolgimento della parte A e di uno dei punti a scelta della parte B E consentito l uso del Codice Civile non commentato e della calcolatrice

Dettagli