In caso di lutto in famiglia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In caso di lutto in famiglia"

Transcript

1 Ingresso Cimitero Monumentale di Lecco In caso di lutto in famiglia Norme e indicazioni utili Servizi di Stato civile - Servizi cimiteriali

2 Quando accade un evento luttuoso, ci troviamo spesso impreparati. La morte, soprattutto nel mondo contemporaneo, è sempre un po taciuta, allontanata invece essa fa parte del ciclo della vita, e come tale va affrontata. Per questo motivo, abbiamo ritenuto utile fornire ai cittadini delle informazioni sulle pratiche da svolgere per le onoranze funebri, in modo da permettere loro di dedicare più tempo agli affetti e alla riflessione che questo evento richiede. L Assessore ai Servizi Istituzionali Elisa Corti Lecco, 6 giugno

3 INFORMAZIONI PRELIMINARI Se il decesso avviene in casa occorre: chiamare il medico curante o la guardia medica, per l accertamento delle cause di decesso e la redazione del modulo ISTAT; contattare una ditta di Onoranze Funebri (O.F.) di propria fiducia, per l esecuzione del funerale e, volendo, anche per il disbrigo di tutte le pratiche inerenti l evento luttuoso. È inoltre necessario, direttamente o attraverso l agenzia di O. F.: avvisare il medico necroscopo, il quale procede all'accertamento di morte e redige il certificato necroscopico entro 24 ore dal decesso; presentare la denuncia di morte all'ufficiale di Stato Civile del Comune ove è avvenuto il decesso, con i dati anagrafici del defunto, entro le 24 ore, consegnando i certificati rilasciati sia dal medico curante o dalla guardia medica - (modulo Istat) che dal medico necroscopo. La denuncia di morte può essere presentata da un parente, da persona a conoscenza del decesso o da incaricato delle O.F. Se il decesso avviene in ospedale o in casa di cura, alle certificazioni provvede il Direttore dell'amministrazione Ospedaliera o della Casa di Cura. In caso di morte violenta, di morte improvvisa in strada o in luoghi pubblici, è necessario avvertire l'autorità Giudiziaria la quale, dopo gli accertamenti di legge, dà disposizioni per la rimozione della salma e la successiva sepoltura o cremazione. In ogni caso, è possibile delegare le pratiche necessarie al personale delle O.F, fornendo i dati anagrafici del defunto. 3

4 ESEQUIE Per poter svolgere le esequie del defunto occorre, personalmente o tramite la ditta di O.F.: avvisare il Parroco, se si vuole il rito religioso; fissare l orario di svolgimento del servizio funebre con l Ufficio Servizi Cimiteriali, il quale nel limite del possibile autorizzerà il percorso da effettuare (è necessario presentare n. 2 marche da bollo da 16,00 per la domanda del trasporto e la relativa autorizzazione); comunicare, sempre all Ufficio Servizi Cimiteriali, il tipo di sepoltura scelto; nel rispetto del Regolamento comunale di Polizia mortuaria, l incaricato assegnerà il cimitero di pertinenza per la sepoltura e il posto richiesto e, contestualmente, fornirà il modulo di pagamento da effettuarsi entro tre giorni dalla data del servizio svolto. È possibile pagare in contanti o tramite assegno circolare intestato alla Tesoreria comunale di Lecco oppure mediante assegno c/o Banca Popolare di Sondrio. 4

5 FORME DI SEPOLTURA Il coniuge o, in assenza, i famigliari prossimi del defunto scelgono il luogo e il tipo di sepoltura. 1) Inumazione in campo comune L'inumazione è il tipo di sepoltura nella nuda terra, in campi a rotazione con durata decennale, non rinnovabile. L'inumazione avviene in fosse distinte, in cui è obbligatorio il collocamento di un cippo di tipo marmoreo, fornito gratuitamente dal Comune, contenente il numero progressivo del campo o, a scelta del famigliare, la posa di un monumento (in questo caso, è necessaria l autorizzazione dell Ufficio Edilizia privata del Comune). Questi i costi del campo comune: - 368,00 per sola inumazione in terra; - 683,00 per inumazione ed esumazione alla scadenza; - 158,00 per diritto di posa monumento. 5

6 2) Tumulazione in colombaro comunale Per la tumulazione in colombaro comunale la concessione d'uso ha la durata di 40 anni e viene assegnata dall Ufficio Servizi Cimiteriali seguendo una numerazione cronologica. Potrà essere tumulata in un loculo di numerazione più bassa, diversa da quella cronologica, la salma di cui un parente di primo grado è portatore di handicap, certificato dall ASL, con invalidità superiore all 80%, permanente e totale. Nello stesso loculo potrà essere tumulata, a richiesta, anche la cassetta contenente i resti o le ceneri di parente di primo grado. I costi dei colombari sono: 2.415,00 per la durata di 40 anni 158,00 per la deposizione di resti o urna cineraria 210,00 per la chiusura del loculo 74,00 per i diritti di posa della lastra con i dati del defunto n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per la stipula del contratto di concessione cimiteriale 4,13 per diritti di segreteria. Nell importo del colombaro è anche compresa la sola fornitura della lastra di marmo; l'iscrizione e la sistemazione degli accessori devono essere eseguite da un marmista incaricato dalla famiglia, con spese a carico del concessionario). È possibile l avvicinamento in loculi adiacenti per le salme di parenti di 1 grado del defunto da tumulare, con oneri a carico del richiedente. Nei primi 5 anni dalla data di tumulazione, se la salma viene trasferita in altro posto, la famiglia ha diritto al rimborso parziale della concessione cimiteriale versata, con la detrazione del 20% all anno o frazione di anno per l avvenuta occupazione. 6

7 3) Tumulazione in colombaro comunale aerato Per la tumulazione in colombaro comunale aerato la concessione d'uso ha la durata di 10 anni e viene assegnata dall Ufficio Servizi Cimiteriali seguendo una numerazione cronologica. La tumulazione in loculo aerato viene parificata all inumazione in campo comune. La cassa non dovrà contenere lo zinco internamente e dovrà essere tumulata nel loculo senza piedini, all interno di apposita vaschetta e filtro a carboni, forniti dal Comune, Potrà essere tumulata in un loculo di numerazione più bassa, diversa da quella cronologica, la salma di cui un parente di primo grado è portatore di handicap, certificato dall ASL, con invalidità superiore all 80%, permanente e totale. I costi dei colombari sono: 893,00 per la durata di 10 anni 210,00 per la chiusura del loculo 74,00 per i diritti di posa della lastra con i dati del defunto n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per stipula del contratto di concessione cimiteriale 4,13 per diritti di segreteria. Nell importo del colombaro è anche compresa la sola fornitura della lastra di marmo; l'iscrizione e la sistemazione degli accessori devono essere eseguite da un marmista incaricato dalla famiglia, con spese a carico del concessionario. 7

8 4) Tumulazione in tomba Il Comune può concedere a privati l area per la costruzione di una tomba a sistema di tumulazione individuale a più posti, massimo due nelle vecchie tombe da riutilizzare e quattro in quelle nuove, così come stabilito dal Regolamento regionale della Lombardia n. 22/03. La concessione ha la durata di 40 anni e non viene rinnovata; l unico rinnovo possibile è concesso con la tumulazione di un congiunto poco prima della scadenza stessa (con oneri a carico del concessionario). La tumulazione vene effettuata in fosse distinte; è obbligatoria la posa di un monumento - dopo aver presentato al Comune il relativo progetto - entro sei mesi dalla data di costruzione della tomba. I diritti e le obbligazioni previsti nelle concessioni per sepolture famigliari sono trasmissibili agli eredi in linea retta. I costi per la sola concessione cimiteriale per le tombe, per la durata di 40 anni, sono così specificati: ,00 per la prima salma; ,00 per ogni salma sovrapposta (per un massimo di 3 nelle nuove tombe); ,00 per la tumulazione di ogni salma; ,00 per i diritti di posa monumento; ,00, dalla data di inizio concessione, per cassetta ossario o urna cineraria come diritto di concessione; 6. n. 3 marche da bollo da 16,00 per la stipula del relativo contratto; 7. 4,13 per diritti di segreteria. 8

9 I costi per la costruzione muraria di una tomba (o per la apertura se già esistente) sono: 927,00 per costruzione di tomba semplice (un posto); 1.321,00 per costruzione di tomba doppia (due posti); 1.750,00 per le nuove tombe a due posti, già costruite nella parte nuova del cimitero di Castello; 3.500,00 per le nuove tombe a quattro posti, già costruite nella parte nuova del cimitero di Castello 386,00 per apertura semplice di tomba già esistente; 527,00 per apertura di tomba doppia già esistente; 632,00 per apertura di tomba tripla già esistente; 814,00 per apertura di tomba quadrupla già esistente; 142,00 per demolizione di monumento; 127,00 per demolizione di basamento; 28,00 per la posa di cassetta resti in tomba. 9

10 5) Cremazione Chi intende far cremare la salma del proprio caro, farsi affidare le ceneri o provvedere alla loro dispersione, deve produrre la seguente documentazione: a) cremazione cadavere disposizione testamentaria, pubblicata dal Notaio, rilasciata dalla persona quando era ancora in vita, nella quale sia espressa chiaramente la volontà di essere cremata; testamento olografo, che dovrà essere pubblicato da un notaio al momento del decesso; dichiarazione della volontà del coniuge o, in assenza, del parente prossimo, secondo il Codice Civile (articoli 74, 75, 76 e 77); iscrizione alla Socrem o altra associazione legalmente riconosciuta. b) affidamento ceneri in abitazione quanto previsto al punto a); dichiarazione dell avente diritto, o da persona autorizzata, che indichi il luogo in cui conserverà le ceneri del proprio congiunto (di norma nella sede delle propria residenza anagrafica), ai sensi dell allegato 6 del regolamento di Regione Lombardia. c) dispersione delle ceneri disposizione testamentaria, rilasciata dalla persona quando era ancora in vita, nella quale sia espressa chiaramente la sua volontà di essere cremata e successivamente di far disperdere le proprie ceneri, con indicazione del luogo; in mancanza di indicazione, il luogo sarà deciso dalla persona avente titolo; testamento olografo, che dovrà essere pubblicato da un notaio al momento del decesso; iscrizione alla Socrem o associazione riconosciuta avente per scopo la cremazione e la dispersione delle ceneri; dichiarazione dell avente diritto che indichi il luogo di dispersione delle ceneri del proprio congiunto. Nota: Per la cremazione di cadavere si segue la normativa vigente - art. 79 del D.P.R. 285/90. Inoltre le Leggi n. 26 del 28/02/2001, n. 130 del 30/03/2001 e la Legge Regionale 22/2003 hanno introdotto importanti novità riguardanti l affidamento o la dispersione delle ceneri. 10

11 La cremazione, il cui costo in precedenza era a carico del Comune di residenza del defunto, è diventata un servizio a pagamento per i richiedenti, tranne per i casi di persone indigenti per le quali il costo è a carico del Comune, ai sensi dell art. 7 bis della Legge 28 febbraio 2001, n. 26. Il Comune di Lecco contribuisce alla cremazione con agevolazioni sulle tariffe cimiteriali, con uno sconto che equivale circa alla metà del costo della cremazione della salma. Nel cimitero sono predisposti appositi manufatti per la conservazione delle urne cinerarie; in alternativa possono essere tumulate nei loculi o in tombe già occupate o assegnate a altri defunti. Attualmente le cremazioni dei residenti a Lecco vengono effettuate normalmente, su indicazione dei dolenti, nei crematori di Como, Albosaggia, Brescia, Cinisello Balsamo, Trecate e, comunque, dove vuole il richiedente. I costi per la tumulazione delle ceneri sono: 105,00 per la formazione degli atti necessari per la cremazione; 74,00 per i diritti di ricevimento ceneri; 263,00 per la concessione trentennale di ossario a muro; 158,00 per la concessione della tumulazione in loculo o tomba già esistente - con scadenza parificata alla concessione in essere - dove vengono deposte le ceneri; 74,00 per diritti di posa della lapide; 210,00 per la tumulazione in loculo o tomba già esistente; 368,00 per l apertura e successiva tumulazione in tomba; n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per la concessione cimiteriale; n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per i documenti alla cremazione; n. 4 marche da bollo da 16,00 ciascuna per i documenti di cremazione, affidamento o dispersione delle ceneri. 11

12 6) Cappelle di famiglia Il Comune può concedere a privati (famiglie o collettività) l area per la costruzione di una cappella di famiglia a sistema di tumulazione individuale a più posti. La concessione ha la durata di 99 anni rinnovabili e non conferisce proprietà né sul terreno né sulla costruzione in esso edificata. I diritti e le obbligazioni previsti nelle concessioni per sepolture famigliari sono trasmissibili, in linea retta, per successione jure sanguinis e, in mancanza di tale titolo, jure hereditatis. Il subentro nell intestazione di una concessione di cappella deve essere richiesto dagli eredi alla morte del titolare, presentando all Ufficio Servizi cimiteriali un autocertificazione o il testamento del titolare in copia autentica. Per il cambio d intestazione occorre versare al Comune la tariffa vigente per la concessione. È vietato il subentro nel diritto d uso delle sepolture. I costi di concessione per le cappelle (per la durata di 99 anni), sono: ,00 per la concessione cimiteriale della cappella; - diritti e bolli per atto di concessione. 12

13 ILLUMINAZIONE VOTIVA L illuminazione e la gestione delle lampade votive dei cimiteri di Lecco sono state affidate in appalto. Attualmente la Ditta che gestisce questo servizio è la ZANETTI s.r.l. di Borgo S. Siro (Pv), viale Artigianato n. 2 tel Fax Per il ottenere l allaccio della lampada occorre presentare apposita domanda, con modulo disponibile nei cimiteri Monumentale e di Castello o fornito dal personale della Ditta Zanetti che è sempre presente il sabato mattina, dalle ore 9 alle 12.30, presso il cimitero di Castello. Nella domanda bisogna indicare: nome, cognome e indirizzo del richiedente, per l invio del bollettino di pagamento; nome, cognome e data di decesso del defunto; ubicazione del cimitero e del posto in cui collegare la lampada. Il costo una tantum per l allacciamento delle lampade votive è di 23,00 oltre IVA, per tombe, loculi e ossari; per le cappelle di famiglia, poiché sono diverse le esigenze di allaccio, conviene richiedere un preventivo specifico. Il costo annuale per il funzionamento delle lampade votive è di 13,50 oltre IVA. La sostituzione delle lampade votive bruciate o mal funzionanti è gratuita e deve essere eseguita entro due giorni dalla comunicazione del guasto alla ditta Zanetti. 13

14 Nel Comune di Lecco, per il momento, non è consentito il rinnovo di alcuna concessione cimiteriale. Alla naturale scadenza, si effettuerà l'esumazione o l estumulazione delle salme, con oneri a carico dei concessionari o eredi, e i resti verranno collocati, a seguito di comunicazione scritta degli aventi diritto: in ossario comune dopo il pagamento di tutte le spese occorrenti per tale servizio; in ossario a muro trentennale, dopo il pagamento di nuova concessione cimiteriale e di tutte le spese occorrenti per tale servizio; in ossario in tomba o colombaro, ove siano già tumulati altri congiunti con adeguamento della concessione cimiteriale esistente dopo il pagamento di nuova concessione cimiteriale e di tutte le spese occorrenti per tale servizio. A richiesta, è anche possibile la cremazione dei resti. Nel caso che nessun avente titolo si presenti a richiedere e successivamente pagare tali servizi, il Comune - ai sensi della Legge n. 26 del 28 febbraio può rivalersi sul coniuge, sui parenti di 1 grado o i concessionari della sepoltura, mediante iscrizione a ruolo delle somme oggetto delle operazioni suddette, cioè con la procedura della riscossione coattiva delle proprie entrate patrimoniali. 14

15 ESUMAZIONE ED ESTUMULAZIONE A) Esumazione di salma da campo comune I costi dell esumazione da campo comune sono: 326,00 per l esumazione della salma e lo smaltimento del materiale; 142,00 per la demolizione, trasporto e smaltimento del monumento; 121,00 per la demolizione, trasporto e smaltimento del basamento; 201,00 per diritti di deposizione dei resti in ossario a muro, tomba o loculo; per la concessione trentennale di ossario a muro; 150,00 per la concessione per la deposizione in tomba o loculo già in uso, con scadenza allacciata alla principale; 386,00 per l eventuale apertura di tomba; 74,00 per i diritti di posa della lapide; n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per stipula del contratto; 4,13 per diritti di segreteria per la stipula della concessione. 15

16 B) Estumulazione da colombaro per concessione scaduta o per spostamento di salma in altro luogo I costi delle operazioni di estumulazione da colombaro sono: 326,00 per l estumulazione della salma per essere raccolta in ossario; 326,00 per estumulazione salma, prima della naturale scadenza e trasporto in altro posto; 210,00 per la deposizione dei resti in ossario a muro; per la concessione trentennale di ossario a muro; 210,00 per la deposizione in altra tomba o loculo, con scadenza allacciata alla principale; 386,00 per l eventuale apertura della tomba 74,00 per i diritti di posa della lastra; n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per stipula del contratto; 4,13 per diritti di segreteria. 16

17 C) Estumulazione da tomba per concessione scaduta o per spostamento di salma in altro luogo I costi delle operazioni di estumulazione da tomba sono: 326,00 per l estumulazione della salma per essere raccolta in ossario; 326,00 per estumulazione salma, prima della naturale scadenza e trasporto in altro posto; 210,00 per la deposizione dei resti in ossario a muro; per la concessione trentennale di ossario a muro; 210,00 per la deposizione in altra tomba o loculo, con scadenza allacciata alla principale; 386,00 per l eventuale apertura della tomba semplice; 527,00 per l eventuale apertura della tomba a duplice profondità; 269,00 per la demolizione e smaltimento del basamento e del monumento; 74,00 per i diritti di posa della lastra; n. 3 marche da bollo da 16,00 ciascuna per stipula del contratto; 4,13 per diritti di segreteria. 17

18 Costi presunti per tipo di servizio funebre, comprensivo di tutti i diritti accessori, concessioni e operazioni cimiteriali tipo servizio costo inumazione in campo comune adulti 952,13 inumazione in campo comune bambini 374,13 tumulazione di salma in: tomba semplice 40 anni 2.246,13 tomba doppia 40 anni 3.165,13 tomba doppia 40 anni - parte nuova 3.597,13 tomba quadrupla 40 anni parte nuova 6.485,13 colombaro 40 anni 2.810,13 colombaro doppio (con un posto assegnato al coniuge o parente di primo grado) 5.225,13 cremazione salma tumulazione di ceneri in: tomba 40 anni 1.118,13 colombaro 40 anni 732,13 ossario a muro per ceneri 30 anni 837,13 affidamento in abitazione 391,00 dispersione ceneri 317,00 18

19 Costi presunti per tipo di servizio richiesto per spostamento di salma o resti in altra concessione o per concessioni scadute, comprensivo di tutti i diritti accessori tipo servizio richiesto costo esumazione da campo comune resti in: ossario a muro 30 anni 1.373,13 ossario in tomba già in concessione 1.469,13 ossario in colombaro già in concessione 1.083,13 ossario comune 597,00 estumulazione da tomba resti in: ossario a muro 30 anni 1.657,13 ossario in tomba già in concessione 1.781,13 ossario in colombaro già in concessione 1.395,13 ossario comune 983,00 estumulazione da colombaro resti in: ossario a muro 30 anni 1.076,13 ossario in tomba già in concessione 1.126,13 ossario in colombaro già in concessione 740,13 ossario comune 328,00 estumulazione da ossario a muro resti in: ossario in tomba già in concessione 760,13 ossario in colombaro già in concessione 374,13 ossario comune 00,00 Le tariffe riportate sono entrate in vigore il 1 maggio 2014, in base alla deliberazione di Giunta comunale n. 67 del 30 aprile

20 Per agevolare i cittadini (e più in generale i fruitori dei cimiteri), negli ufficio comunale dei Servizi cimiteriali e nel cimitero di Castello è attivo un programma informatico per la ricerca dati sui defunti: - luogo di sepoltura - tipo di sepoltura - durata della concessione - composizione della tomba, del loculo ecc. Per segnalazioni, reclami, suggerimenti su questioni concrete i cittadini possono anche usare il programma web Lecco Partecipa click, accessibile dal sito Il Comune di Lecco risponde entro cinque giorni. 20

21 RIFERIMENTI UTILI COMUNE DI LECCO, piazza Diaz LECCO Centralino Polizia Locale Ufficio Servizi Cimiteriali Fax Polizia di Stato 113 Carabinieri 112 Guardia di Finanza 117 Vigili del Fuoco 115 Pronto Soccorso 118 Ospedale di Lecco Camera mortuaria Cimitero Monumentale Cimitero Castello Sito web: Orari di apertura al pubblico dei Servizi demografici - Lunedì, martedì, giovedì e venerdì: dalle 8.30 alle Mercoledì: dalle 8.30 alle Sabato: dalle 8.30 alle

22 Alcune statue del Cimitero Monumentale di Lecco Cimiteri della città di Lecco Monumentale, Castello, Acquate, Laorca, Maggianico, Chiuso, Rancio Cimitero di Castello - Via Solferino - tel Cimitero Monumentale - Via Parini 29 - tel Orario invernale: da lunedì a domenica: dalle ore 8 alle Orario estivo: da lunedì a domenica: dalle ore 8 alle 18 22

23 INDICE Informazioni preliminari... 3 Esequie... 4 Forme di sepoltura... 5 Inumazione in campo comune... 5 Tumulazione in colombaro comunale... 6 Tumulazione in colombaro aerato... 7 Tumulazione in tomba... 8 Cremazione Cappelle di famiglia Illuminazione votiva Esumazione ed estumulazione Riferimenti utili A cura dell Ufficio Servizi Cimiteriali Stampato in proprio - giugno

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA

i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA i servizi Cimiteriali IL FUnERARE E LA SEPOLTURA AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti

IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti IL SISTEMA CIMITERIALE DI CREMONA Informazioni sui servizi offerti I CIMITERI Il Comune di Cremona gestisce i seguenti cimiteri: il Civico Cimitero di Cremona (foto 1) via Cimitero 1 - Cremona 1 il Cimitero

Dettagli

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA

GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Comune di Budrio Settore Affari Generali Servizio Comunicazione e Certificazione GUIDA INFORMATIVA PER LE PRATICHE DI POLIZIA MORTUARIA Abbiamo predisposto questa guida nell intento di facilitare i contatti

Dettagli

Comune di Arezzo. Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

Comune di Arezzo. Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti Comune di Arezzo Regolamento relativo alla cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti (deliberazione CC n. del in vigore dal) NORME GENERALI

Dettagli

Domanda redatta su apposito modulo, ricevuta di versamento del canone di concessione, 3 marche da bollo Procedimenti collegati Ultimo aggiornamento

Domanda redatta su apposito modulo, ricevuta di versamento del canone di concessione, 3 marche da bollo Procedimenti collegati Ultimo aggiornamento RILASCIO CONCESSIONI CIMITERIALI Descrizione sommaria del procedimento Procedimento diretto al rilascio della concessione trentennale per i loculi ed ossari del cimitero Normativa di riferimento Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE. Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE. Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE Oggetto e finalità Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 133 del 15.12.2005 1 REGOLAMENTO PER

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7

LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 LEGGE PROVINCIALE 20 giugno 2008, n. 7 Disciplina della cremazione e altre disposizioni in materia cimiteriale (b.u. 1 luglio 2008, n. 27, suppl. n. 1) Art. 1 Oggetto e finalità 1. Questa legge, nel rispetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052

C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 C O M U N E D I B A R D O N E C C H I A Provincia di Torino CAP. 10052 REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto

COMUNE DI MANCIANO Provincia di Grosseto APPENDICE AL REGOLAMENTO PER L USO, L ACCESSO E LA VISITABILITÀ DEI CIMITERI COMUNALI ------------------------------- NORME RELATIVE ALL AFFIDAMENTO, ALLA CONSERVAZIONE ED ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI

Dettagli

funerali ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE funerali Cosa fare in caso di decesso Municipi appartenenza cimiteri Destinazione salma

funerali ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE funerali Cosa fare in caso di decesso Municipi appartenenza cimiteri Destinazione salma ZAZIONE ORGANIZZAZIONE FUNEBRE Cosa fare in caso di decesso Destinazione salma Municipi appartenenza cimiteri Prospetto servizio riservato al personale militare e civile del Ministero della Difesa CATTOLICA

Dettagli

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI

COMUNE DI AIRASCA. Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI COMUNE DI AIRASCA Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE, CONSERVAZIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 28/11/2008

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA

GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Libretto Servizi Funebri 21-03-2007 11:26 Pagina 1 1955 UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE LOMBARDO E PROVINCIALE DI MILANO GUIDA AI SERVIZI FUNERARI IN LOMBARDIA Programma generale di intervento

Dettagli

I SERVIZI CIMITERIALI

I SERVIZI CIMITERIALI I SERVIZI CIMITERIALI Agec cura i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza. Tutti i servizi cimiteriali Agec sono certifi

Dettagli

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per la concessione dei sepolcri del Cimitero Comunale. Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 28 giugno 2005

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per la concessione dei sepolcri del Cimitero Comunale. Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 28 giugno 2005 Comune di Follonica per la concessione dei sepolcri del Cimitero Comunale Delibera del Consiglio Comunale n. 52 del 28 giugno 2005 REGOLAMENTO SOMMARIO SOMMARIO Articolo 1 Oggetto dell attività 1 Articolo

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALLA CREMAZIONE, DISPERSIONE E AFFIDAMENTO DELLE CENERI Adottato con atto deliberativo di Consiglio

Dettagli

INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri.

INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri. INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Regolamento comunale sulla cremazione, affidamento e dispersione delle ceneri. APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.43 DEL 28.12.2009 TITOLO 1

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI CDR 17 SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA, IMPIANTISTICA SPORTIVA, SERVIZI CIMITERIALI Il settore gestisce le attività

Dettagli

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni

i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni i servizi cimiteriali i Servizi cimiteriali PoStuMi e le AutorizzAzioni AGEC gestisce i servizi Cimiteriali dal 1999, impegnandosi a garantire un servizio di qualità, nel rispetto del decoro e della riservatezza.

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE

COMUNE DI VALFLORIANA REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE COMUNE DI VALFLORIANA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERIALE Approvato con deliberazione consiliare nr. 20 dd. 22.09.2005, integrato con la deliberazione consiliare nr. 3 dd. 08.02.2010 e

Dettagli

Trasporto della salma (prima dell accertamento di morte) in altro Comune nell ambito del territorio della Regione Lombardia.

Trasporto della salma (prima dell accertamento di morte) in altro Comune nell ambito del territorio della Regione Lombardia. Trasferimento salme e ceneri fuori dal Comune di Ceresara Trasporto della salma (prima dell accertamento di morte) in altro Comune nell ambito del territorio della Regione Lombardia. E possibile trasportare

Dettagli

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI

NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI Allegato E alla DGC n del CITTÀ DI GRUGLIASCO PROVINCIA DI TORINO NUOVE TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI CONCESSIONI LOCULI 40 anni 30 anni 20 anni LOCULI NUOVI 1ª fila dal basso 3.370,00 2.737,00 2.448,00

Dettagli

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011

COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 COMUNE DI TRICASE TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI 2011 Seppellimento in terra di una salma e di un'urna cineraria Esumazione ordinaria e straordinaria Tumulazione in loculo Tumulazione di resti o ceneri

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DELLE STRUTTURE CIMITERIALI CIMITERI Gli uffici amministrativi si trovano presso il Cimitero S. Michele, in Piazza dei Castellani. Orari di apertura al pubblico uffici amministrativi: Mattino: dal lunedì al venerdì: 08:00-11:30 Pomeriggio:

Dettagli

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

COMUNE DI PAESE. Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI COMUNE DI PAESE Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 6 del 14 marzo 2011 In vigore dal 19

Dettagli

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone)

COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) COMUNE DI SPILIMBERGO (Provincia di Pordenone) * * * * * REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI * * * * * ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO Allegato A) alla delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 24/04/2013. COMUNE DI MANSUE PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE E DI DESTINAZIONE DELLE CENERI. ART. 1 Oggetto

Dettagli

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi

9^ - 10^ - 11^ - 12^ fila 88,00 8 Concessione ventennale ossari/cinerari doppi ALLEGATO A TARIFFE CONCESSIONI CIMITERIALI 2012 1 Concessione quarantennale di loculo di 1.610,00 punta. Dal corrispettivo della concessione sono escluse le operazioni di apertura loculo, l inserimento

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI via Lincoln 144 0917403469 - FAX 0917403425 e-mail: impianticimiteriali@comune.palermo.it MANUALE DELLE PROCEDURE U.O.

Dettagli

COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI COMUNE DI STAZZANO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47

Dettagli

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI:

TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Si riporta il prospetto delle nuove tariffe approvate con Delibera di Giunta n 2010/G/00012 del 4 febbraio 2010 e Delibera di Consiglio 2010/C/00011 del 4 aprile 2010.: TARIFFE SERVIZI CIMITERIALI: Contributo

Dettagli

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI

OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI OGGETTO: AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI ELENCO PREZZI UNITARI \\cluster\settore4\p_paoli\cimitero38\garaservizicimiteriali\2011 nuova gara\determina approvazione disciplinare\elenco

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO. Approvata con deliberazione di G.C. n. del CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO Approvata con deliberazione di G.C. n. del 1 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. PRINCIPI FONDAMENTALI... 3 3. GLI STANDARD DI QUALITÀ DEI SERVIZI... 4 4. IMPEGNI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr. 36 del

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n, 19 del 27 aprile 2001 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali SERVIZI CIMITERIALI - CONCESSIONE CIMITERIALE DI SEPOLTURA INDIVIDUALE I servizi cimiteriali si occupano di tutti gli

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI CITTA' di CANALE Provincia di CUNEO REGIONE PIEMONTE (Legge Regionale 31 ottobre 2007, n. 20) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago, Vigo-Vangadizza, San Vito e Canove) ALLEGATO A) OPERAZIONI

Dettagli

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFARIO DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA IN EURO Inumazioni meccaniche di salme non residenti 104,00 Inumazioni manuali di salme

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI CITTA DI BORDIGHERA Provincia di Imperia R E G O L A M E N T O PER LA CREMAZIONE, L AFFIDAMENTO, LA CONSERVAZIONE E LA DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI Approvato con deliberazione

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a,

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a, Marca da bollo 16,00 Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti ALLEGATO A AL CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI DESCRIZIONE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITÀ A SERVIZIO SEPOLTURE ED ATTIVITA CONNESSE A1 -

Dettagli

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO

DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO DEFINIZIONI PIANO REGOLATORE CIMITERIALE COMUNE DI CASTANO PRIMO ALLEGATO O PROGETTO Piano Regolatore Cimiteriale Settembre 2012 COMMITTENTE: Comune di Castano Primo presso Villa Rusconi Corso Roma 20022

Dettagli

Regolamento del cimitero comunale

Regolamento del cimitero comunale Comune di Mendrisio Quartiere di Rancate Regolamento del cimitero comunale I. DISPOSIZIONI GENERALI Ubicazione, definizione Art. 1 Il cimitero di Rancate, di proprietà comunale, è situato sul mappale 414

Dettagli

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013.

COMUNE DI TARZO (TV) Approvato con deliberazione consiliare n. /2013. All. A del. C.C. n. /2013 COMUNE DI TARZO (TV) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DI DEFUNTI E/O RESTI MORTALI Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di Spilamberto (Provincia di Modena)

Comune di Spilamberto (Provincia di Modena) Comune di Spilamberto (Provincia di Modena) Regolamento comunale relativo a cremazione, affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti Approvato con Deliberazione

Dettagli

SERVIZI CIMITERIALI. RETTE E TARIFFE Servizi Pubblici Locali affidati a Solaris s.r.l. Anno 2015 TARIFFE CONCESSIONI

SERVIZI CIMITERIALI. RETTE E TARIFFE Servizi Pubblici Locali affidati a Solaris s.r.l. Anno 2015 TARIFFE CONCESSIONI RETTE E TARIFFE Servizi Pubblici Locali affidati a Solaris s.r.l. Anno 2015 SERVIZI CIMITERIALI TARIFFE CONCESSIONI LOCULI TRENTENNALI (IVA 10% esclusa) 1 fila 1.435,45 2 fila 2.467,27 3 fila 2.180,91

Dettagli

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA TESTO EMENDATO CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA (Lìbero Consorzio di Trapani) REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12=_ del MM/ZO^Ì^ Art. 1 DEFINIZIONE

Dettagli

Regolamento comunale relativo a: cremazione, affidamento,conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

Regolamento comunale relativo a: cremazione, affidamento,conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti COMUNE DI CAMPOSANTO PROVINCIA DI MODENA via F. Baracca 11 41031 Camposanto (MO) tel.: 0535 80905 fax: 0535 80917 (Cod. Fisc.: 82000370369 P. IVA: 00697150365) e mail: attività.produttive@comune.camposanto.mo.it

Dettagli

Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo

Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo Testo integrato con delibere del

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. altro titolo:, della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / /

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. altro titolo:, della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Marca da bollo 16,00 Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

TARIFFARIO CIMITERIALE

TARIFFARIO CIMITERIALE TARIFFARIO CIMITERIALE SERVIZI CIMITERIALI a decorrere dall 1.10.2011 SERVIZI CIMITERIALI Tumulazione di feretro in loculo di testa (80 x 80) cm, ubicato in qualsiasi fila dalla 1^ alla 6^ TARIFFA (IVA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI Caratteristiche generali La gestione e la manutenzione dei cimiteri del territorio comunale è affidata a Enìa dal 1996. Complessivamente l'azienda opera in 11 strutture 1

Dettagli

Guida informativa alle operazioni di esumazione e di estumulazione.

Guida informativa alle operazioni di esumazione e di estumulazione. - COMUNE DI BRESCIA SETTORE LOGISTICA TECNICA Servizio Cimiteri Guida informativa alle operazioni di esumazione e di estumulazione. ANNO 2012 1 Operazioni di esumazione e di estumulazione Il presente fascicolo

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI In vigore dal 01.01.2013 atto CC 45/2012

REGOLAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI In vigore dal 01.01.2013 atto CC 45/2012 CF e PI 00259290518 http://wwwcivichianait REGOLAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI In vigore dal 01012013 atto CC 45/2012 TITOLO I POLIZIA MORTUARIA - PRESCRIZIONI D'IGIENE SEPOLTURE E LAPIDI Art 1 Art 2 Art

Dettagli

Il Presidente ASF Mario Medda

Il Presidente ASF Mario Medda 1 Da quando ASF - Azienda speciale Servizi farmaceutici e socio-sanitari del Comune di San Giuliano Milanese si è inserita nell ambito dei servizi appartenenti al ciclo sociosanitario integrato, tra i

Dettagli

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere

Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere Allegato 2 Schema di regolamento comunale in materia di cremazione Art. 1 (Autorizzazione alla cremazione) 1. La cremazione di cadavere deve essere autorizzata dal Comune (2) ove è avvenuto il decesso,

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA PER LA CREMAZIONE, L'AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA PER LA CREMAZIONE, L'AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA PER LA CREMAZIONE, L'AFFIDAMENTO E LA DISPERSIONE DELLE CENERI ART. 1 AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE La cremazione, l'affidamento, la conservazione e la dispersione delle

Dettagli

Ente proprietario. Gestione Tecnico-Operativa. AZIMUT S.p.A.

Ente proprietario. Gestione Tecnico-Operativa. AZIMUT S.p.A. Ente proprietario Comune di BAGNACAVALLO Gestore HERA S.p.A. Gestione Tecnico-Operativa AZIMUT S.p.A. TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI del Comune di Bagnacavallo. Dal 01/01/2015 Note al tariffario Per

Dettagli

Comune di Castaneda REGOLAMENTO SUL CIMITERO

Comune di Castaneda REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Castaneda Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 11 Indice I GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale... 4 Art. 2 Autorità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI. Art. 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E DISPERSIONE DELLE CENERI Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina la cremazione, l affidamento, la conservazione

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO

COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA. Provincia della Spezia IL SINDACO COMUNE DI SANTO STEFANO DI MAGRA Provincia della Spezia ORDINANZA N. 17 Data 17-02-2014 IL SINDACO VISTI gli artt. 82 e 85 del D.P.R. 285/1990 che attribuiscono al Sindaco i compiti di regolazione, in

Dettagli

TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI. del Comune di Ravenna anno 2015

TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI. del Comune di Ravenna anno 2015 Comune di Ravenna AZIMUT SpA TARIFFARIO DEI SERVIZI CIMITERIALI del Comune di Ravenna anno 2015 2 3- ATTIVITA' CIMITERIALI Attività - inumazione salme indigenti _ - inumazione salme e/o resti mortali 227,02

Dettagli

Carta dei Servizi cimiteriali Anno 2014

Carta dei Servizi cimiteriali Anno 2014 Allegato alla deliberazione GC n 29 del 05032014 Carta dei Servizi cimiteriali Anno 2014 Premessa Principi fondamentali Gli standard di qualità dei servizi Impegni e programmi I servizi erogati Lampade

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI. APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N. 49 DEL 30.10.2008 Art: 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento

Dettagli

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi

A voi tutti, cittadine e cittadini carissimi, i nostri saluti più cordiali e rispettosi Sono lieto di presentare ai cittadini di Udine la Carta della Qualità dei Servizi offerti dal Comune di Udine. Per ogni servizio specifico, la Carta della Qualità dei Servizi fissa le caratteristiche e

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI CIMITERIALI

GUIDA AI SERVIZI CIMITERIALI GUIDA AI SERVIZI CIMITERIALI COSA FARE IN CASO DI DECESSO IN CASA Se in decesso avviene in una casa, occorre chiamare il medico curante ed un impresa funebre di vostra fiducia. Il medico deve espletare

Dettagli

Regolamento comunale in materia di cremazione

Regolamento comunale in materia di cremazione COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Codice Fiscale e Partita IVA 00242970366 Tel.(059) 75.99.11 - Fax (059) 73.01.60 E-mail: info@comune.savignano-sul-panaro.mo.it Regolamento comunale in

Dettagli

TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015

TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015 TABELLA TARIFFE AREA DI SEGRETERIA E SERVIZI GENERALI ANNO 2015 TARIFFE DI CONCESSIONE AREE CIMITERIALI PER 99 ANNI 20.000 per i lotti doppi aventi dimensioni planimetriche pari a CIRCA mt. 3,70 x 4,40

Dettagli

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. CAPO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto e finalità. 1. Il presente

Dettagli

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015 COPERTINA TARIFFE OPERAZIONI CIMITERIALI + IVA 22% OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA 2014 TARIFFA 2015 Tumulazione di feretro in loculo comunale o in tomba di famiglia,

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione del

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI

REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 28/11/2008)

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI

REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI REGOLAMENTO COMUNALE n. 64 REGOLAMENTO SULLA CREMAZIONE E DESTINAZIONE DELLE CENERI Allegato B alla deliberazione di Giunta Comunale n. 45 del 30/06/2005 CAPO I CREMAZIONE Art. 1 Disposizione generale

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali

COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali COMUNE DI LEGNAGO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE (Cimiteri di Legnago e Vigo-Vangadizza) ALLEGATO A) OPERAZIONI CIMITERIALI Cap.

Dettagli

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa

Come fare la denuncia di morte decesso a casa decesso in ospedale o istituto privato Dove fare la denuncia di morte Morte avvenuta in casa Come fare la denuncia di morte La denuncia di morte deve essere fatta da un familiare o da una persona incaricata, entro 24 ore, all'ufficio di Stato Civile. Le pubbliche assistenze e le agenzie di pompe

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CIMITERO DI OSNAGO INDICE 1. Premessa 2. Principi fondamentali 3. Gli standard di qualità dei servizi 4. Impegni e programmi 5. I servizi erogati 6. Lampade Votive 7. Reclami

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Regolamento recante disciplina sulla conservazione, l affidamento e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI

DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI DISCIPLINARE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL AFFIDAMENTO E ALLA DISPERSIONE DELLE CENERI TITOLO I : AFFIDO PERSONALE DELLE CENERI 1. Condizioni L autorizzazione all affidamento personale delle

Dettagli

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI SANREMO Ufficio Servizi Cimiteriali AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI DEL TERRITORIO COMUNALE Cimitero Comunale di Valle Armea,Cimitero Monumentale della Foce, Cimiteri frazionali

Dettagli

COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA

COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA COMUNE DI COSIO D ARROSCIA PROVINCIA DI IMPERIA Regolamento relativo alla dispersione ed alla conservazione personale delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto e finalità Il presente

Dettagli

1.TARIFFE E MODALITA CONCESSIONI CIMITERIALI (Approvate con deliberazione G.C. n. 182 del 20/11/2014) COLOMBARI DURATA DELLA CONCESSIONE : ANNI 30

1.TARIFFE E MODALITA CONCESSIONI CIMITERIALI (Approvate con deliberazione G.C. n. 182 del 20/11/2014) COLOMBARI DURATA DELLA CONCESSIONE : ANNI 30 CITTA DI CASSANO D ADDA Provincia di Milano 1.TARIFFE E MODALITA CONCESSIONI CIMITERIALI (Approvate con deliberazione G.C. n. 182 del 20/11/2014) COLOMBARI DURATA DELLA CONCESSIONE : ANNI 30 TIPOLOGIA

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 521 Data: 30-07-2014

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 521 Data: 30-07-2014 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 521-2014 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 521 Data: 30-07-2014 SETTORE : AFFARI GENERALI E

Dettagli

Comune di Castelnovo ne Monti

Comune di Castelnovo ne Monti Comune di Castelnovo ne Monti REGOLAMENTO IN MATERIA DI CREMAZIONE, DISPERSIONE E CONSERVAZIONE DELLE CENERI (Delib. C.C. n. 91 del 30/11/2007) ART. 1 - AUTORIZZAZIONE ALLA CREMAZIONE DI CADAVERI, DI RESTI

Dettagli

COMUNE DI GIORNICO REGOLAMENTO DEL CIMITERO. Giornico, ottobre 1996/ dicembre 1998

COMUNE DI GIORNICO REGOLAMENTO DEL CIMITERO. Giornico, ottobre 1996/ dicembre 1998 1 COMUNE DI GIORNICO REGOLAMENTO DEL CIMITERO Giornico, ottobre 1996/ dicembre 1998 2 INDICE A. Norme generali Art. 1 Basi legali pag. 3 Art. 2 Competenze pag. 3 B. Inumazioni Art. 3 Diritto all inumazione

Dettagli

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA COMUNE DI CUASSO AL MONTE Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con delibera del Consiglio comunale n. in data 1 TITOLO I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Art. 1 Oggetto

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INCARICO. Il sottoscritto. nato a il residente. a in via n.

DICHIARAZIONE DI INCARICO. Il sottoscritto. nato a il residente. a in via n. Mod. 1 DICHIARAZIONE DI INCARICO Il sottoscritto nato a il residente a in via n. consapevole delle sanzioni penali richiamate dall art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 in caso di dichiarazioni mendaci,

Dettagli

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino)

Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) Comune di Piobesi Torinese (Provincia di Torino) DOCUMENTO SPECIFICAZIONE DEL SERVIZIO E DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO CREMATORIO Contratto di concessione per la progettazione, realizzazione e gestione

Dettagli

Carta dei Servizi cimiteriali

Carta dei Servizi cimiteriali Carta dei Servizi cimiteriali INDICE 1. Premessa 2. Principi fondamentali 3. Gli standard di qualità dei servizi 4. Impegni e programmi 5. I servizi erogati 6. Lampade votive 7. Reclami e suggerimenti

Dettagli

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18)

COMUNE DI RAGUSA. REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) COMUNE DI RAGUSA REGIONE SICILIA (Legge Regionale 17 agosto 2010, n. 18) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CREMAZIONE, CONSERVAZIONE, AFFIDAMENTO E/O DISPERSIONE DELLE CENERI Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Selma Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice I. GENERALITÀ...4 II. SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE...4 Art. 1 Base legale...4 Art. 2 Autorità

Dettagli

Comune di Teglio. Provincia di Sondrio

Comune di Teglio. Provincia di Sondrio Allegato A Comune di Teglio Provincia di Sondrio Disciplinare per l affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri - procedure individuazione luoghi destinati alla dispersione delle ceneri derivanti

Dettagli

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE

C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE C.C. n.15 del 9.06.2008: REGOLAMENTO COMUNALE DI ILLUMINAZIONE VOTIVA APPROVAZIONE. IL CONSIGLIO COMUNALE Attesa la necessità di approvare un nuovo testo del Regolamento Comunale di Illuminazione Votiva,

Dettagli