Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori"

Transcript

1 Prefazione: la marcatura CE di un apparecchio a LED prevede diversi requisiti, tra cui sicurezza, compatibilità elettromagnetica (EMC), RoHS ed Ecodesign (progettazione ecocompatibile). Sicurezza, EMC e RoHS sono stati ampiamente discussi negli anni precedenti. Recentemente la progettazione ecocompatibile è obbligatoria per i prodotti immessi sul mercato, ovunque essi siano installati. I prodotti che rientrano nel campo di applicazione della progettazione ecocompatibile devono riportare la marcatura CE ed il costruttore deve menzionare un riferimento alla direttiva quadro 2009/125/CE nella dichiarazione CE. L alimentatore è un componente essenziale all'interno di ogni apparecchio a LED e determina i principali requisiti indicati sopra. Pertanto la selezione dell alimentatore ha una grande influenza sulle prestazioni complessive dell apparato di illuminazione a LED ed anche nel processo di certificazione del prodotto finito. Il produttore del corpo illuminante può essere favorito nella scelta di un driver adatto dalla fornitura dei certificati e dei test report completi. La Figura 1 mostra la composizione della marcatura CE per gli alimentatori per LED. Questo articolo tratterà i temi essenziali ed i fattori chiave necessari per acquisire il marchio CE su apparecchiature per illuminazione per il mercato Europeo, basate su driver per LED o alimentatori. Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori

2 LVD come requisito di sicurezza: La direttiva LVD attuale è basata sulla normativa 2006/95/CE e sarà sostituita dalla 2014/35/UE a partire dal 20 Aprile La nuova direttiva specifica esplicitamente la funzione e la responsabilità di ogni soggetto che concorre ad immettere il materiale elettrico sul mercato. Il driver per LED utilizzato in una apparecchiatura illuminotecnica deve soddisfare sia la EN , come requisito generale, che la EN per i requisiti di sicurezza. L'attuale versione valida del requisito generale è EN :2008+A1:2011, e rimarrà tale fino al 1 Gennaio Da allora la EN :2008+A1:2011+A2:2013 sarà applicata a tutti i prodotti esistenti e nuovi. La normativa corrente per la sicurezza degli alimentatori per LED, la EN :2006, rimarrà valida fino al 8 Ottobre Come conseguenza, si consiglia di avere driver LED conformi alla LVD nelle edizioni EN :2008+A1: 2011+A2:2013 e EN :2006. Requisito EMC: La direttiva EMC attuale si basa sulla normativa 2004/108/CE e sarà sostituita dalla 2014/30/EU a partire dal 20 Aprile La nuova direttiva specifica esplicitamente la funzione e la responsabilità di ogni soggetto che concorre ad immettere il materiale elettrico sul mercato. I driver per LED coperti della direttiva EMC 2004/108/CE includono una lista di norme armonizzate per apparecchi di illuminazione a LED riportati nella Tabella 1. Le normative EMC possono avere requisiti diversi per ambienti domestici e industriali. Come conseguenza si deve fare attenzione nella scelta della corretta normativa, in funzione dei requisiti della lampada a LED. Le norme più importanti, soprattutto per alimentatori per LED, sono la EN55015 per le emissioni EMI e la EN per le correnti armoniche. Se entrambi le normative sono soddisfatte, il passo successivo è quello di verificare se il driver per LED è conforme ad EN (sfarfallio della tensione) ed EMS EN61547 che riguarda altri test. Tabella 1: elenco di norme armonizzate con la direttiva EMC per apparecchi di illuminazione. Corrente armonica: EN descrive le emissioni di correnti armoniche consentite per i dispositivi con corrente di ingresso fino a 16A per fase. Gli alimentatori per LED con potenza nominale inferiore a 25Watt non hanno valori limite per le correnti armoniche. La tabella 2 mostra

3 i limiti delle correnti armoniche per alimentatori che abbiano una potenza di ingresso effettiva maggiore di 25 W. Tabella 2: limiti delle correnti armoniche per LED driver > 25W La relazione tra la corrente armonica ed il fattore di potenza può essere esplicata nella seguente equazione. Sebbene la corrente armonica dei LED driver con potenza inferiore a 25Watt non è regolamentata dalla EN61347, è stata disciplinata dalla direttiva sulla progettazione Ecocompatibile per mezzo del fattore di potenza. Dove: - THDi è la distorsione armonica totale - I1 è la corrente fondamentale - I2 è la corrente dell armonica di 2 ordine - I-ennesima è la corrente dell armonica di ennesimo ordine. Requisito Ecodesign: la direttiva 2009/125/CE che descrive i requisiti per la progettazione ecocompatibile per lampade direzionali, lampade a LED e attrezzature connesse, è entrata in vigore dal dicembre Questa non solo riguarda i prodotti specifici, come le lampade a LED, ma anche le apparecchiature tra la rete elettrica e le lampade come ad esempio l alimentatore. Parametri importanti relativi al driver per LED sono il tempo di accensione, il consumo in standby ed il fattore di potenza. Tempo di accensione: il tempo di accensione richiesto per lampade a LED, direzionali e non, è inferiore a 0,5 secondi. Per la verifica di questo requisito, il tempo medio di accensione del lotto delle lampade in prova non deve essere superiore al tempo di avviamento richiesto più il 10% e nessuna lampada del lotto sotto test deve avere un tempo di avviamento che sia più di due volte il tempo di avviamento richiesto.

4 Consumo energetico in standby: La potenza in standby è il più basso consumo medio di un alimentatore per LED collegato alla tensione di rete quando la lampada connessa non emette luce. Il limite è mostrato nella Tabella 3. Tabella 3: limiti del consumo di energia in standby per Ecodesign I requisiti circa la potenza consumata in standby si applicano agli alimentatori controllabili e regolabili. In caso il LED driver dispone di funzioni aggiuntive, per esempio la possibilità di collegarlo ad un sensore oppure ad una rete, l assorbimento ad esse correlato non è incluso nei requisiti della Tabella 3. Figura 2: (a) Interruttore posto a monte del LED driver: Nessuna necessità di soddisfare i requisiti per il consumo in standby (b) Interruttore posto a valle del LED driver: è necessario soddisfare i requisiti per il consumo in standby (c) Connessione a sensori oppure a rete: Nessuna necessità di soddisfare i requisiti per il consumo in standby PS: Nella direttiva Ecodesign 2009/125/EC sono anche definiti i requisiti per il consumo in assenza di carico. Questi si applicano solo alle installazioni dove l interruttore per l accensione/spegnimento della lampada è posto sul circuito di uscita dell alimentatore. Fattore di potenza: I requisiti del fattore di potenza per lampade a LED, direzionale e non, con alimentatore integrato è specificato nella Tabella 4. Tabella 4: Requisiti per Fattore di Potenza nella progettazione ecocompatibile

5 Sebbene la norma EN circa le corrente armonica della direttiva EMC non regolarizzi i LED driver con potenza inferiore a 25Watt, questi sono comunque disciplinati dalla direttiva sulla progettazione ecocompatibile. Requisito RoHS: La direttiva 2011/65/UE, inerente la restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, è stata implementata dal 2 gennaio È necessario che gli alimentatori per LED la soddisfino. Argomento di studio: Questo articolo ha elencato le normative e direttive essenziali dovrebbero essere soddisfatte per la certificazione CE. L utente o il produttore dell apparecchiatura illuminante può fare riferimento alla tabella 5 per selezionare l'alimentatore per LED adatto, che sia compatibile con le approvazioni attuali. Tabella 5: Tabella di controllo per verificare se l alimentatore soddisfa la marcatura CE per lampade LED o apparecchi illuminati. Di seguito riportiamo alcuni esempi di selezione del driver per LED. Caso 1: Il driver LED o alimentatore ha le omologazioni riportate nella tabella sottostante. Confrontandole con i requisiti della colonna First check di tabella 5 risulta che non è un driver adatto per l'uso in Europea in quanto la LVD e la EMC soddisfano ITE EN Tabella 6: Caso 1

6 Caso 2: L alimentatore è conforme ad EN6137 ed EN55015 per le illuminazioni a LED. È completo. Purtroppo non è un driver adatto a causa della non adempienza dei requisiti per le correnti armoniche EN e del il fattore di potenza della direttiva sulla progettazione ecocompatibile. Tabella 7: Caso 2 Caso 3: Il driver per LED preso in considerazione di seguito, non solo soddisfa le EN61347 ed EN55015, ma anche i requisiti per le correnti armoniche ed il fattore di potenza. Inoltre la potenza consumata in standby è inferiore a 0.5 Watt (per l'utilizzo con interruttore posto sul lato uscita dell alimentatore). Facendo riferimento alla tabella 5, questo driver soddisfa anche tutti i parametri della "seconda colonna di controllo". Pertanto, questo LED driver è perfetto per l'uso in abbinamento ad apparecchiature a LED o lampada nell'ue. Tabella 8: Caso 3 Sommario: Il driver per LED, o alimentatore, svolge un ruolo importante nell acquisizione del marchio CE per apparecchiature illuminanti a LED. Questo articolo ha elencato gli standard essenziali e le direttive che dovrebbero essere soddisfatte per ottenere il marchio CE. L utente, o il produttore dell apparecchio, possono scegliere il driver per LED adatto e conforme alle normative aggiornate, usando come guida la tabella 5.

7 Alimentatori che soddisfano i requisiti del mercato Europeo del lighting: Le serie di alimentatori Mean Well NPF-90(D) e PWM-90 (90W) sono state ampiamente impiegate nel settore dell'illuminazione a LED da quando sono stati rilasciati sul mercato. Al fine di soddisfare la vasta domanda e le aspettative per gli stessi prodotti della famiglia, Mean Well risponde a breve con l'introduzione dei modelli NPF-40(D)/60(D) e PWM-40/60. Seguendo quanto fatto per i modelli da 90W, la progettazione dei modelli da 40 e 60W è conforme alla direttiva sulla progettazione ecocompatibile UE peri sistemi di illuminazione a LED cioè: - valore del PF> tempo di accensione <500ms - consumo energetico in standby <0.5W Oltre a queste caratteristiche superiori, le serie NPF-40(D)/60(D) e PWM-40/60 sono dotate di elevato grado di protezione IP67. Ciò consente l'uso di queste serie in ambienti altamente polverosi o con elevato grado di umidità. Le serie NPF-40(D)/60(D) hanno una normale uscita DC, del tipo a tensione costante, sono adatte ad essere utilizzate per le illuminazioni a LED d'interno, le illuminazioni decorative e le illuminazioni architettoniche. D'altra parte, l uscita di tipo PWM delle serie PWM-40/60 permette a questi prodotti di funzionare perfettamente con strisce LED e lampade a LED che utilizzano resistenze per la limitazione della corrente. È altamente prevedibile che queste sei serie saranno gli alimentatori prevalentemente impiegati nel mercato degli alimentatori per LED. Autore: Dr. Wen Wu, Product Manager, Meanwell Europa. La Meanwell Enterprises, una della maggiori produttrici di alimentatori a Taiwan, è stata fondata nel 1982 ed ha ottenuto la certificazione ISO-9001 nel Nel 2006 è stata aperta la divisione Europea in Olanda come centro per la vendita e il supporto dei clienti in modo da raggiungere la loro massima soddisfazione. La gamma dei driver per led è molto ampia ed include alimentatori per LED AC-DC, DC-DC e controlli per i LED. Copre la maggior parte delle applicazioni indoor, outdoor e ambienti ostili.

Scheda tecnica n. 23 - Sostituzione di lampade semaforiche a incandescenza con lampade semaforiche a LED

Scheda tecnica n. 23 - Sostituzione di lampade semaforiche a incandescenza con lampade semaforiche a LED Scheda tecnica n. 23 - Sostituzione di lampade semaforiche a incandescenza con lampade semaforiche a LED 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Tipologia di intervento: sistemi per l illuminazione

Dettagli

Le nuove tecnologie: Opportunità tra innovazione e sicurezza. BOLOGNA : 28 OTTOBRE 2014 Roberto Cavenaghi: - Certificazione prodotto IMQ

Le nuove tecnologie: Opportunità tra innovazione e sicurezza. BOLOGNA : 28 OTTOBRE 2014 Roberto Cavenaghi: - Certificazione prodotto IMQ Le nuove tecnologie: Opportunità tra innovazione e sicurezza BOLOGNA : 28 OTTOBRE 2014 Roberto Cavenaghi: - Certificazione prodotto IMQ Viaggio nella sicurezza e qualità in 3 tappe 1.Sicurezza e prestazioni

Dettagli

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MASER

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MASER REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MASER IMPIANTO FOTOVOLTAICO SU COPERTURA SCUOLA E PALESTRA COMUNALE, VIA MOTTE N 43 PROGETTO PRELIMINARE DEFINITIVO 9) CALCOLO PRELIMINARE DELLE STRUTTURE

Dettagli

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI FOLLINA IMPIANTO FOTOVOLTAICO SU COPERTURA EX SCUOLA DI VALMARENO PROGETTO PRELIMINARE DEFINITIVO 10) CALCOLO PRELIMINARE DELLE STRUTTURE E DEGLI IMPIANTI

Dettagli

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee

Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia Commissione Industriale Organizza un: Ciclo di 8 corsi su: Direttive di prodotto europee presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della Provincia di

Dettagli

Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4

Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4 Relazione di calcolo illuminotecnico Sommario PREMESSA... 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 1 CALCOLO ILLUMINOTECNICO... 4 PREMESSA Oggetto del seguente lavoro è il calcolo illuminotecnico da effettuarsi nel

Dettagli

Vediamo di seguito a grandi linee il procedimento per giungere alla marcatura CE.

Vediamo di seguito a grandi linee il procedimento per giungere alla marcatura CE. Marcatura CE: sei passi per i fabbricanti di macchine La Commissione Europea ha lanciato una campagna informativa per spiegare il ruolo ed il significato della marcatura CE per consumatori e professionisti.

Dettagli

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti Norma CEI 64-8 e aggiornamenti Arcavacata Rende, 8 ottobre 2010 La luce come requisito di legge negli ambienti di lavoro Come riconoscere un apparecchio di illuminazione Direttiva ECOdesign e possibili

Dettagli

Direttiva EU MEPS Per motori elettrici in bassa tensione

Direttiva EU MEPS Per motori elettrici in bassa tensione Direttiva EU MEPS Per motori elettrici in bassa tensione La Direttiva EU MEPS in breve EU MEPS è l acronimo di European Union Minimum Energy Performance Standards. È una direttiva europea che introduce

Dettagli

LA SICUREZZA DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE

LA SICUREZZA DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE LA SICUREZZA DELLE APPARECCHIATURE ELETTRICHE Torino 21-23 marzo 2006 ABAG SRL http:// www.abag.it 1 CONSIDERAZIONI GENERALI E DEFINIZIONI cos'è la marcatura ce chi ne va soggetto e quali direttive occorre

Dettagli

Perchè usare un parzializzatore di potenza residenziale?

Perchè usare un parzializzatore di potenza residenziale? Perchè usare un parzializzatore di potenza residenziale? Perchè posso accumulare l energia in eccesso prodotta dal mio impianto fotovoltaico come acqua calda nel boiler! Scenario con un interruttore meccanico

Dettagli

EVML Armatura a LED Low bay

EVML Armatura a LED Low bay Staffa di fissaggio EVML - Zona 1, 2, 21, 22 - Eccellente dissipazione del calore - Bassi consumi ed alta efficienza - Adatta a basse temperaure - Facile installazione - Ingombro ridotto Alette di raffreddamento

Dettagli

Sistema UPS trifase indipendente dal rack. DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate

Sistema UPS trifase indipendente dal rack. DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate Sistema UPS trifase indipendente dal rack DPA UPScale RI 10 80 kw L UPS modulare per soluzioni personalizzate DPA UPScale RI l UPS individuale DPA UPScale RI (rack-independent) indipendente dal rack, è

Dettagli

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE

1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE 1) QUALI BENI MOBILI SONO INTERESSATI DALLA MESSA A NORMA? 2) QUALI SONO LE NORMATIVE DI RIFERIMENTO TECNICO CHE RIGUARDANO LA VENDITA DEI MACCHINARI? Pagina 1 di 18 Convegno fallimentare - 9 novembre

Dettagli

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali FEM-IT-T/N863 FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Carrelli industriali FEM Breve guida all identificazione dei carrelli industriali non conformi 05.2012 (I) - marcatura macchina,

Dettagli

Domande seminario Sicurezza dei prodotti e marcatura CE

Domande seminario Sicurezza dei prodotti e marcatura CE Domande seminario Sicurezza dei prodotti e marcatura CE Domande di carattere generale 3,5 1. Iter da seguire ai fini della conformità CE: è prevista l autocertificazione, sono 1,9 necessari ulteriori documenti

Dettagli

CERTIFICAZIONE PRODOTTO Regolamento particolare per il rilascio di certificazione ai sensi della Direttiva 2004/108/CE

CERTIFICAZIONE PRODOTTO Regolamento particolare per il rilascio di certificazione ai sensi della Direttiva 2004/108/CE Regolamento particolare per il rilascio di certificazione ai REG_PART_2004_108 Edizione 1.0 10/12/2014 Redazione/Funzione Approvazione/Funzione F. Barbieri / Resp. Area Certificazione V. La Fragola / Direttore

Dettagli

3) Non sono certificato ISO 9000 e non voglio impiegare migliaia di euro per farlo, posso ugualmente marcare CE i miei serramenti?

3) Non sono certificato ISO 9000 e non voglio impiegare migliaia di euro per farlo, posso ugualmente marcare CE i miei serramenti? 1) La marcatura CE è soggetta alla ISO 9000? No. La certificazione ISO 9000 può semplificare il processo per una corretta marcatura CE, ma non è strettamente correlata. 2) Con la certificazione ISO 9000

Dettagli

Driver LED EcoSystemR Serie 5 (220-240 V~, CE)

Driver LED EcoSystemR Serie 5 (220-240 V~, CE) Driver LED EcoSystemR Serie 5 (220-240 V~, CE) 369753a 1 10.22.13 I driver LED EcoSystemR Serie 5 rappresentano una soluzione ad alte prestazioni per qualsiasi ambiente in qualsiasi applicazione e forniscono

Dettagli

SENZA UNA CORRETTA VALUTAZIONE DEI RISCHI LE MACCHINE NON POSSONO ESSERE INTEGRATE IN MANIERA SICURA NEI POSTI DI LAVORO

SENZA UNA CORRETTA VALUTAZIONE DEI RISCHI LE MACCHINE NON POSSONO ESSERE INTEGRATE IN MANIERA SICURA NEI POSTI DI LAVORO SENZA UNA CORRETTA VALUTAZIONE DEI RISCHI LE MACCHINE NON POSSONO ESSERE INTEGRATE IN MANIERA SICURA NEI POSTI DI LAVORO Gustaaf VANDEGAER Esperto di sicurezza delle macchine 27 gennaio 2009 La valutazione

Dettagli

Inlon Engineering Srl Via Zara, 2 19123 La Spezia Italia Tel: +39 334 9104615 Fax: +39 0187 753322. Luci a led: per risparmiare e illuminare meglio

Inlon Engineering Srl Via Zara, 2 19123 La Spezia Italia Tel: +39 334 9104615 Fax: +39 0187 753322. Luci a led: per risparmiare e illuminare meglio Luci a led: per risparmiare e illuminare meglio La tecnologia LED La tecnologia LED può essere applicata ovunque o sostituita a qualsiasi altra sorgente luminosa: è il futuro dell illuminazione. Il loro

Dettagli

Sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con corpi illuminanti Led

Sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con corpi illuminanti Led EX FACOLTA DI INGEGNERIA Sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con corpi illuminanti Led L impianto di illuminazione interna del complesso della ex Facoltà di Ingegneria è oggi tecnicamente obsoleto,

Dettagli

TESTALETTO DECOR PLATE TLH

TESTALETTO DECOR PLATE TLH TESTALETTO DECOR PLATE TLH Premessa E un sistema che modifica il concetto di testaletto standard perché permette la massima flessibilità delle parti e dei componenti, assumendo varie configurazioni degli

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

Le direttive nuovo approccio applicabili alle macchine in riferimento alla direttiva 2006/42/CE

Le direttive nuovo approccio applicabili alle macchine in riferimento alla direttiva 2006/42/CE Le direttive nuovo approccio applicabili alle macchine in riferimento alla direttiva 2006/42/CE Cuneo, 8 Ottobre 2013 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Sviluppo della legislazione di prodotto

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO ai sensi del decreto 22 gennaio 2008 n. 37, art. 7

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO ai sensi del decreto 22 gennaio 2008 n. 37, art. 7 DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO ai sensi del decreto 22 gennaio 2008 n. 37, art. 7 Il sottoscritto Roberto Marchini che ricopre da almeno cinque anni il ruolo di responsabile tecnico di una

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO IPIA C.A. DALLA CHIESA OMEGNA PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO classi 4 e 5 TIEL TIM a.s. 2011/2012 PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI RISPARMIO ENERGETICO prof. Massimo M. Bonini COMPONENTI ELETTRICI

Dettagli

2. REGOLAMENTO (CE) N. 244/2009 DELLA COMMISSIONE Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico (Domestic Lighting Part 1)

2. REGOLAMENTO (CE) N. 244/2009 DELLA COMMISSIONE Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico (Domestic Lighting Part 1) Versione aggiornata a Marzo 2011 INDICE 1. CHE COS È LA DIRETTIVA ECO-DESIGN? 2. REGOLAMENTO (CE) N. 244/2009 DELLA COMMISSIONE Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico

Dettagli

COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA COMUNE DI VARAPODIO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Intervento di riqualificazione energetica ed illuminotecnica della rete di illuminazione pubblica del Comune di Varapodio Progetto Definitivo/Esecutivo

Dettagli

DIRETTIVA 97/23/CE PED PER LE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE SEMINARIO INFORMATIVO DICEMBRE 2003

DIRETTIVA 97/23/CE PED PER LE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE SEMINARIO INFORMATIVO DICEMBRE 2003 DIRETTIVA 97/23/CE PED PER LE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE SEMINARIO INFORMATIVO DICEMBRE 2003 IL D.LGS 93 DEL 25.02.2000 E LA DIRETTIVA PED PER LE APPARECCHIATURE E GLI IMPIANTI A PRESSIONE LA

Dettagli

Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi

Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi La marcatura CE delle apparecchiature (quadri, quadri comando, macchine, dispositivi, ecc) è regolamentata per mezzo delle direttive

Dettagli

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Milano, 21 Ottobre 2014 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Nuovo quadro legislativo Pubblicazione L96 GUCE (Gazzetta Ufficiale Comunità Europea)

Dettagli

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W

18.01. 1 NO 10 A Installazione da interno Particolarmente indicato per il fissaggio a parete 230/230 230/230 2300 2300 350 350 CFL W Serie 18 - Rilevatore di movimento 10 A SERIE 18 Caratteristiche Rilevatore di movimento a infrarossi Dimensioni ridotte Dotato di sensore crepuscolare e tempo di ritardo Utilizzabile in qualsiasi posizione

Dettagli

Per quanto sopra definiamo che un apparato sottoposto alle prove di Compatibilità Elettromagnetica deve superare:

Per quanto sopra definiamo che un apparato sottoposto alle prove di Compatibilità Elettromagnetica deve superare: UNI EN ISO 9001-2000 LA COMPATIBILITA ELETTROMAGNETICA Dal 1 Gennaio 1996 è obbligatoria nei Paesi della Comunità Europea la Direttiva 89/336/CEE relativa alla Compatibilità Elettromagnetica ovvero le

Dettagli

Influenza del Sunny Central sulla ricezione radio e TV

Influenza del Sunny Central sulla ricezione radio e TV Influenza del Sunny Central sulla ricezione radio e TV per tutti gli impianti solari dotati di SUNNY CENTRAL Contenuto Ogni apparecchio elettrico genera un campo elettromagnetico. Pertanto, gli inverter

Dettagli

Integrazione di LAMPADE a LED in SISTEMI di CONTROLLO ESISTENTI

Integrazione di LAMPADE a LED in SISTEMI di CONTROLLO ESISTENTI Integrazione di LAMPADE a LED in SISTEMI di CONTROLLO ESISTENTI Beniamino Durini Padova, 11 OTTOBRE 2013 Punti trattati CHI E SITE SPA LA DIVISIONE LED LIGHTING INTERVENTI di RETROFIT e BUILDING INTEGRATION

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

Tubi fluorescenti. Le ESCO e le opportunità dei D.M. 20 luglio 2004 sull efficienza energetica

Tubi fluorescenti. Le ESCO e le opportunità dei D.M. 20 luglio 2004 sull efficienza energetica Tubi fluorescenti I tubi T12 furono i primi tubi introdotti sul mercato negli anni 30. Sono ormai praticamente fuori commercio. I tubi T8 furono introdotti sul mercato nel 1982. Hanno le stesse caratteristiche

Dettagli

TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453

TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453 TAU S.r.l. Linee guida per le automazioni, secondo le nuove norme europee EN 13241-1, EN 12445 ed EN 12453 Dal 31 maggio 2001, gli impianti per cancelli automatici ad uso promiscuo (carrabile-pedonale)

Dettagli

Normativa ErP ed Etichettatura Energetica

Normativa ErP ed Etichettatura Energetica 4 5 6 Che cosa succede? Quali sono i prodotti coinvolti nelle normative? Cosa prescrivono le normative? Quali sono gli obblighi e per chi? Cosa cambia concretamente? Cosa farà SIME? Normativa ErP ed Etichettatura

Dettagli

Lampade Compatte integrate Forma Compact Globo 10000 15. per luci soffuse e ombre meno marcate E27 2700 K 4000 K 6500 K

Lampade Compatte integrate Forma Compact Globo 10000 15. per luci soffuse e ombre meno marcate E27 2700 K 4000 K 6500 K Lampade Compatte integrate Forma Compact Globo 10000 15 Forma Compact Globo 10000 Lampade fluorescenti compatte ad amalgama con alimentatore Integrato. Compact Globo 10000 è disponibile nelle potenze 25

Dettagli

PC DESKTOP 13 - Criteri di sostenibilità

PC DESKTOP 13 - Criteri di sostenibilità C DESKTO 13 - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa Fornitura in acquisto di C Desktop Compatti e C Desktop Fascia alta, delle componenti opzionali e dei servizi connessi. Tra i dispositivi

Dettagli

Gamma BRUSHLESS CROUZET

Gamma BRUSHLESS CROUZET Gamma BRUSHLESS CROUZET - Presentazione La ITE Industrialtecnoelettrica Srl di Bologna (tel.5.386.6) presenta la nuova gamma Crouzet di micromotori brushless di elevata qualità con coppie da 6 e 85 mnm

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche

LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche LG -Lampade compatte a led Nozioni generali e principali caratteristiche STRUTTURA della LAMPADA LG Possiamo individuare 3 componenti principali che formano la lampada compatta a led (1) Led e diffusore

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEAGATO A1 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di

Dettagli

ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p

ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p ALLEGATO B SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI EOLICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 100 kw p SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire

Dettagli

Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione

Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione Product note Migrazione da Emax ad Emax 2 mantenendo la certificazione in base alle norme serie IEC 61439 per i quadri di bassa tensione Generalità SACE Emax 2 è il nuovo interruttore aperto di ABB SACE

Dettagli

dal 1954 elettronica applicata al traffico treelight luce naturale

dal 1954 elettronica applicata al traffico treelight luce naturale dal 1954 elettronica applicata al traffico treelight luce naturale La fine delle lampade a incandescenza La legislazione Comunitaria prevede la graduale dismissione delle lampade a incandescenza, da attuarsi

Dettagli

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 Per_Ind_Valeri_Vanni - PL.doc PAG. 1 DI 8 REV. 00 SAVE DATA: 09/10/12 PRINT DATA: 10/10/12 SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 LA EN 954-1 VA IN PENSIONE A fine 2011,

Dettagli

QUICKTRONIC ECONOMIC: competitivi nei costi e nelle prestazioni

QUICKTRONIC ECONOMIC: competitivi nei costi e nelle prestazioni QUICKTRONIC ECONOMIC: competitivi nei costi e nelle prestazioni QUICKTRONIC ECONOMIC: economia, efficienza, durata, comfort e sicurezza viaggiano insieme Efficienti e con dimensioni simili a quelle di

Dettagli

u b i a I nduzione a R i s p a r mio E ne rge tico DEPURAZIONE ARIA

u b i a I nduzione a R i s p a r mio E ne rge tico DEPURAZIONE ARIA Tu T u b i a I nduzione a R i s p a r mio E ne rge tico R i s p a r m io fii n o a l 6 0 % Am tamento vel e il nuovo sistema di M or durata con 24000 ore di luce ergonomica illuminazione per illuminare

Dettagli

Nuova armatura illuminante con tecnologia LED a fosfori remoti serie EV...-50...L

Nuova armatura illuminante con tecnologia LED a fosfori remoti serie EV...-50...L SCHEDA TECNICA NUOVO PRODOTTO Rev. 0 11/2012 Nuova armatura illuminante con tecnologia LED a fosfori remoti serie EV...-50...L 1 - Scheda Tecnica Nuovo Prodotto - Armatura illuminante serie EV...-50...L

Dettagli

FASCICOLO TECNICO COSTRUTTIVO

FASCICOLO TECNICO COSTRUTTIVO ... Società:... 1324... vostroindirizzo vostronome FASCICOLO TECNICO COSTRUTTIVO Documento n. : 1324... Revisione : 0 Emesso il : data Prodotto : descrizione prodotto Modello capostipite : modello Altri

Dettagli

Disciplinare descrittivo e prestazionale

Disciplinare descrittivo e prestazionale Disciplinare descrittivo e prestazionale Sommario PREMESSA... 1 OGGETTO DELL APPALTO... 1 REQUISITI DI RISPONDENZA A NORME, LEGGI E REGOLAMENTI... 1 ILLUMINAZIONE PUBBLICA, QUADRI E LINEE ELETTRICHE...

Dettagli

Unità LED. Diagramma di selezione 3/65 COLORE LED CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO. 2 3 4 6 8 LED bianco LED rosso LED verde LED blu LED arancio

Unità LED. Diagramma di selezione 3/65 COLORE LED CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO. 2 3 4 6 8 LED bianco LED rosso LED verde LED blu LED arancio Diagramma di selezione COLORE LED 2 3 4 6 8 LED LED LED LED LED CONNESSIONI TIPO DI AGGANCIO V viti serrafilo S saldare su circuito stampato P a pannello F a fondo scatola 3/65 Struttura codice unità LED

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Prot. n. 5930.. Pos. n. Allegati n.... Risposta Modena, addì 16 mar 2001.. MODENA, 41100 via Università, 4 tel. 059 2056461 telefax 059 P.I. 00427620364

Dettagli

GUIDA TECNICA PER LE CONNESSIONI DI QUALUNQUE TIPOLOGIA DI CLIENTI ALLE RETI ENEL DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE 2

GUIDA TECNICA PER LE CONNESSIONI DI QUALUNQUE TIPOLOGIA DI CLIENTI ALLE RETI ENEL DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE 2 Ed. 5.0 - F1/8 SEZIONE F GUIDA TECNICA PER LE CONNESSIONI DI QUALUNQUE TIPOLOGIA DI CLIENTI ALLE RETI ENEL DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE 2 F.1 GENERALITA 2 F.2 REQUISITI GENERALI DELL IMPIANTO 2 F.3

Dettagli

Linea industriale a LED. Quando la luce diventa arte! When light becomes art! Nuova Luce. al tuo risparmio

Linea industriale a LED. Quando la luce diventa arte! When light becomes art! Nuova Luce. al tuo risparmio Linea industriale a LED Quando la luce diventa arte! When light becomes art! Nuova Luce al tuo risparmio Massima illuminazione minimo consumo! RISPARMI FINO AL Tanti buoni motivi per scegliere la LINEA

Dettagli

EL-sc Reattori elettronici controllabili. l i g h t i n g t h e w a y forward

EL-sc Reattori elettronici controllabili. l i g h t i n g t h e w a y forward EL-sc Reattori elettronici controllabili l i g h t i n g t h e w a y forward Gamma EL-sc - Reattori per corpi illuminanti di qualità Per montaggio standard o laterale in involucro di soli 21 I sistemi

Dettagli

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili Sìstema UPS trifase indipendente PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili PowerWave 33: un concentrato di potenza Da sempre ABB rappresenta lo standard globale per le soluzioni di continuità di alimentazione.

Dettagli

ACCUPACK 2.3. Page 1/55 - stand of 10/2015

ACCUPACK 2.3. Page 1/55 - stand of 10/2015 ACCUPACK 2.3 Page 1/55 - stand of 10/2015 Batteria ricaricabile a sezione piatta con circuito di carica automatico, protezione dai sovraccarichi e indicatore acustico carica batteria. Comoda ricarica mediante

Dettagli

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV)

COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) AREA POLITICHE DELLE INFRASTRUTTURE IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN ZONA INDUSTRIALE A SAN GIACOMO DI VEGLIA IN COMUNE DI VITTORIO VENETO (TV) 2. RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

Dettagli

ARMATURA A 32 LED. per sbraccio tra -5 e + 5. per cima palo tra 0 e + 10

ARMATURA A 32 LED. per sbraccio tra -5 e + 5. per cima palo tra 0 e + 10 ARMATURA A 32 LED Armatura stradale compatta dalla linea innovativa e aerodinamica. Il Corpo portante è in pressofusione di lega di alluminio UNI 5076, verniciato con polveri poliesteri di colore RAL 7035.

Dettagli

ENEL Listing Certificazione Dispositivi di Interfaccia con la rete

ENEL Listing Certificazione Dispositivi di Interfaccia con la rete ENEL Listing Certificazione Dispositivi di Interfaccia con la rete I dispositivi di interfaccia con la rete ENEL di distribuzione in bassa tensione devono essere sottoposti ad una procedura di approvazione.

Dettagli

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Comune di PISOGNE - BS. Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004

PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE. Comune di PISOGNE - BS. Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004 PIANO REGOLATORE ILLUMINAZIONE COMUNALE Comune di PISOGNE - BS Adeguamento alle norme contro l inquinamento luminoso 17/2000-38/2004 RISPARMIO ENERGETICO ANALISI DELLA SITUAZIONE F - IN ALLEGATO AI FASCIOLI

Dettagli

Le caratteristiche Tecniche principali che caratterizzano tali lampade e le rendono elitarie nel proprio settore sono:

Le caratteristiche Tecniche principali che caratterizzano tali lampade e le rendono elitarie nel proprio settore sono: Lampade Votive a LED DESCRIZIONE Le nuove lampade a led (Votive a LED) funzionano in un range di tensioni che va da 10Vac fino ad un max consigliabile di 48Vac (anche se può essere alimentata per un breve

Dettagli

Le direttive ATEX e la direttiva macchine

Le direttive ATEX e la direttiva macchine Seminario tecnico - 25 novembre 2011 - MILANO Le direttive ATEX e la direttiva macchine ing. Matteo Pettenuzzo UNICO riferimento, TANTE specializzazioni Un team di oltre 100 tecnici 5 sedi operative Friuli,

Dettagli

Green Switch SCS da incasso PIR 574046 574096 L/N/NT4659N HD/HC/HS4659 067225 AM5659

Green Switch SCS da incasso PIR 574046 574096 L/N/NT4659N HD/HC/HS4659 067225 AM5659 Descrizione Dispositivo di controllo e comando dotato di sensore di movimento PIR e sensore di luminosità per l attivazione automatica di carichi di differente natura a seguito della rilevazione di movimento

Dettagli

ALLEGATO 5. Ai fini di una migliore lettura del presente Capitolato Speciale POI, si rinvia, tra l altro, al predetto Avviso.

ALLEGATO 5. Ai fini di una migliore lettura del presente Capitolato Speciale POI, si rinvia, tra l altro, al predetto Avviso. ALLEGATO 5 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: BENI PER L EFFICIENZA ENERGETICA PRODOTTO: POI ENERGIA - INTERVENTI DI RELAMPING PREMESSA Per quanto non espressamente quivi previsto, in relazione al prodotto

Dettagli

Dichiarazione di conformità

Dichiarazione di conformità Bureau Veritas Consumer Products Services Germany GmbH NOME ORGANISMO CERTIFICATORE: OGGETTO: Dichiarazione di conformità Bureau Veritas Consumer Products Services Germany GmbH ACCREDITAMENTO n ZLS II6/G3933-1/8/09

Dettagli

LINEE GUIDA IN MERITO ALL ACQUISTO E ALL USO DI MACCHINE E/O APPARECCHI ELETTRICI SOMMARIO

LINEE GUIDA IN MERITO ALL ACQUISTO E ALL USO DI MACCHINE E/O APPARECCHI ELETTRICI SOMMARIO Pag. 1 / 6 1 MODIFICHE 2 PREMESSA 3 DEFINIZIONI SOMMARIO 4 PRINCPALI NORMATIVE DI RIFERIMENTO 5 MESSA IN SERVIZIO E UTILIZZO 6 INDICAZIONI PER UN CORRETTO ACQUISTO 7 SICUREZZA E MARCATURA CE 8 PROTOTIPI

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N.245/2009 NOTA ALLA PRIMA EDIZIONE DELLA GUIDA

REGOLAMENTO (CE) N.245/2009 NOTA ALLA PRIMA EDIZIONE DELLA GUIDA Guida al Regolamento (CE) n. 245/2009 sui prodotti per l illuminazione del settore terziario Requisiti di Ecodesign per prodotti di illuminazione per lampade fluorescenti o a scarica ad alta intensità

Dettagli

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A

1 NO 1 NO 1 NO Corrente nominale/max corrente istantanea A Serie - Rilevatore di movimento e di presenza 10 A SERIE Caratteristiche.41.51.61 Rilevatore di movimento e di presenza Ampia area di copertura fino a 120m 2 Due aree di rilevamento (tipo.51): zona presenza

Dettagli

ErP e nuove etichette energetiche

ErP e nuove etichette energetiche ErP e nuove etichette energetiche Tutto quello che devi sapere sull'efficienza energetica dei sistemi di riscaldamento. L energia che accende il futuro ErP e nuove etichette energetiche: il futuro dei

Dettagli

APPLICAZIONE CONGIUNTA DELLE DIRETTIVE 97/23/CE (PED), 2006/42/CE (MD) E 94/9/CE (ATEX) AGLI IMPIANTI DI PROCESSO. ing.

APPLICAZIONE CONGIUNTA DELLE DIRETTIVE 97/23/CE (PED), 2006/42/CE (MD) E 94/9/CE (ATEX) AGLI IMPIANTI DI PROCESSO. ing. Seminario tecnico - 25 novembre 2011 - MILANO APPLICAZIONE CONGIUNTA DELLE DIRETTIVE 97/23/CE (PED), 2006/42/CE (MD) E 94/9/CE (ATEX) AGLI IMPIANTI DI PROCESSO ing. Matteo Pettenuzzo UNICO riferimento,

Dettagli

News letter Novembre 2011

News letter Novembre 2011 In questo numero Switch eco-switch in risposta alle nuove normative EU per lo spegnimento automatico nuovo switch a pedale in protezione IP65/IP67 micro switch serie 1045 ad azione positiva, IP67 nuova

Dettagli

Sala Biagi CNA Bologna, 4 aprile 2012 Rossella Ricciardelli Product Manager

Sala Biagi CNA Bologna, 4 aprile 2012 Rossella Ricciardelli Product Manager LA SICUREZZA DELLE MACCHINE Sala Biagi CNA Bologna, 4 aprile 2012 Rossella Ricciardelli Product Manager Le origini della Società CERMET è stato fondato nel 1985 per valorizzare l'immagine dell'azienda

Dettagli

ROCK 680T Diffusore mimetico con trasformatore

ROCK 680T Diffusore mimetico con trasformatore www.karmaitaliana.it ROCK 680T Diffusore mimetico con trasformatore Manuale di istruzioni I Complimenti per la sua ottima scelta. Ci complimentiamo vivamente per la Sua scelta, il prodotto Karma da Lei

Dettagli

Associazione settoriale Svizzera per gli Apparecchi elettrici per la Casa e l Industria. La nuova etichetta energetica 2011

Associazione settoriale Svizzera per gli Apparecchi elettrici per la Casa e l Industria. La nuova etichetta energetica 2011 Associazione settoriale Svizzera per gli Apparecchi elettrici per la Casa e l Industria La nuova etichetta energetica 2011 INTRODUZIONE L etichetta energetica una storia di successo Criteri fondamentali

Dettagli

ILLUMINAZIONE A LED green makes bright future

ILLUMINAZIONE A LED green makes bright future ILLUMINAZIONE A LED green makes bright future 1 L illuminazione a led sfrutta la capacità di alcuni diodi (i led) in grado di emettere luce al passaggio della corrente elettrica. I led si accendono immediatamente

Dettagli

Illuminare lo spazio promuovendo l efficienza energetica: il ruolo del Fornitore di Servizi

Illuminare lo spazio promuovendo l efficienza energetica: il ruolo del Fornitore di Servizi Uso: Riservato Aziendale Illuminare lo spazio promuovendo l efficienza energetica: il ruolo del Fornitore di Servizi 30 Novembre 2011 Giovanni Maria Pisani Responsabile AdB Illuminazione Pubblica Responsabile

Dettagli

Dichiarazione di conformità

Dichiarazione di conformità Bureau Veritas Consumer Products Services Germany GmbH Businesspark A96 86842 Türkheim Germania + 49 (0) 8245 96810-0 cps-tuerkheim@de.bureauveritas.com NOME ORGANISMO CERTIFICATORE: OGGETTO: Dichiarazione

Dettagli

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Il sistema di carica dei veicoli elettrici è attualmente oggetto di acceso dibattito internazionale per la definizione o meglio

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2000 Certificato CSQ n.9122 ASLB Servizio Impiantistica e Sicurezza Lavoro Responsabile: Ing. Basilio A. Sertori 24125 Bergamo Via

Dettagli

gru a torre Questa rispetta le norme europee? Una breve guida per l identificazione di macchinari da costruzione non conformi

gru a torre Questa rispetta le norme europee? Una breve guida per l identificazione di macchinari da costruzione non conformi THE EUROPEAN MATERIALS HANDLING INDUSTRY Una breve guida per l identificazione di macchinari da costruzione non conformi Questa gru a torre rispetta le norme europee? premessa Le apparecchiature per l

Dettagli

TREVIGLIO FUTURA S.p.a. RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SETTI A DUE PIANI INTERRATI

TREVIGLIO FUTURA S.p.a. RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SETTI A DUE PIANI INTERRATI Committente: TREVIGLIO FUTURA S.p.a. Societa' Trasformazione Urbana Piazza Manara, 1-24047 Treviglio (BG) Progetto: RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SETTI A DUE PIANI INTERRATI 00 REVISIONE Emissione disegno

Dettagli

Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione

Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione Delibera n. 88/07 Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione dell 11 aprile 2007 Visti: il

Dettagli

REGOLAMENTO MACCHINE I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE PER LE MACCHINE IN ACCORDO ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE

REGOLAMENTO MACCHINE I & F BUREAU VERITAS ITALIA REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE PER LE MACCHINE IN ACCORDO ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE REGOLAMENTO PARTICOLARE CERTIFICAZIONE PER LE MACCHINE IN ACCORDO ALLA DIRETTIVA 2006/42/CE INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. RIFERIMENTI SPECIFICI... 2 3. ITER DI EMISSIONE ESAME CE DI TIPO...

Dettagli

Normativa tecnica e marcatura CE. Sommario. Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni

Normativa tecnica e marcatura CE. Sommario. Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni Normativa tecnica e marcatura CE Sommario Documenti Normativi Industria e Marcatura CE Conclusioni 1 Documenti Normativi Finalità ed Uso Finalità Definire lo Stato dell Arte nei rispettivi settori di competenza

Dettagli

www.samsung.com/it/business/business-products/led-lamp Dai nuova luce alla tua azienda e fai splendere il risparmio

www.samsung.com/it/business/business-products/led-lamp Dai nuova luce alla tua azienda e fai splendere il risparmio www.samsung.com/it/business/business-products/led-lamp Dai nuova luce alla tua azienda e fai splendere il risparmio Samsung è la più grande compagnia tecnologica al mondo LED: LA TECNOLOGIA CHE REGALA

Dettagli

Risparmia fino al 30% di consumi di elettricità. Facile e veloce installazione nel proprio circuito elettrico. Non necessitano di alcuna munutenzione.

Risparmia fino al 30% di consumi di elettricità. Facile e veloce installazione nel proprio circuito elettrico. Non necessitano di alcuna munutenzione. Pagina1 I dispositivi progettati e costruiti dalla società Sun Power Energy D&R Institute Co. Ltd. sono in grado di aumentare il rendimento della distribuzione di energia in un impianto elettrico. Risparmia

Dettagli

Biomasse: dal bosco il riscaldamento sempre più ecologico e sostenibile. Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico

Biomasse: dal bosco il riscaldamento sempre più ecologico e sostenibile. Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico Biomasse: dal bosco il riscaldamento sempre più ecologico e sostenibile Termocucine e termostufe sempre più efficienti per l utilizzo domestico a cura dell ing. Roberto Degiampietro Rizzoli S.r.l. Incontro

Dettagli

Redazionale tecnico. La prova di sicurezza intrinseca per i trasmettitori di pressione

Redazionale tecnico. La prova di sicurezza intrinseca per i trasmettitori di pressione La prova di sicurezza intrinseca per i trasmettitori di pressione Nell industria dei costruttori di macchine, oltre alle macchine stesse, i produttori esportano verso i mercati globali anche gli standard

Dettagli

Autore: Flavio Banfi Organizzazione: ITALCERT S.r.l. Intervento: Valutatori per la Certificazione CE di prodotto 2

Autore: Flavio Banfi Organizzazione: ITALCERT S.r.l. Intervento: Valutatori per la Certificazione CE di prodotto 2 Convegno: SEMINARIO AICQ SICEV SICEP 20 maggio 2011 Intervento: Valutatori per la Certificazione CE di prodotto Autore: Flavio Banfi Direttore Tecnico ITALCERT S.r.l. ITALCERT : Certificazione sistemi

Dettagli

ARGO LAB MIX Mixer per provette. Manuale d uso

ARGO LAB MIX Mixer per provette. Manuale d uso ARGO LAB MIX Mixer per provette Manuale d uso 1 Indice dei contenuti 1 Garanzia... 2 1. Istruzioni di sicurezza... 3 2 Uso corretto... 4 3 Controllo dello strumento... 4 4 Test di prova... 4 5 Comandi...

Dettagli

NUOVA LEGISLAZIONE IN TEMATICA DI ETICHETTATURA DEI CLIMATIZZATORI DOMESTICI

NUOVA LEGISLAZIONE IN TEMATICA DI ETICHETTATURA DEI CLIMATIZZATORI DOMESTICI NUOVA LEGISLAZIONE IN TEMATICA DI ETICHETTATURA DEI CLIMATIZZATORI DOMESTICI Ing. Luca A. Piterà, Segretario tecnico AiCarr Da oltre 10 anni siamo abituati a scegliere e valutare i condizionatori ad aria

Dettagli

ANCORAGGI E SISTEMI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE NEI LAVORI SU COPERTURA

ANCORAGGI E SISTEMI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE NEI LAVORI SU COPERTURA ANCORAGGI E SISTEMI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE NEI LAVORI SU COPERTURA STEFANO GALIMBERTI Settore Certificazione Dispositivi di Protezione Individuale ITALCERT S.r.l. Organismo notificato n. 0426 Viale

Dettagli

LAMPIONE FOTOVOLTAICO STRADALE CON UN PANNELLO SENZA INSEGUITORE

LAMPIONE FOTOVOLTAICO STRADALE CON UN PANNELLO SENZA INSEGUITORE LAMPIONE FOTOVOLTAICO STRADALE CON UN PANNELLO SENZA INSEGUITORE SEI srl Via Majorana, 14-42049 Sant'Ilario d'enza (RE) Tel. +39 0522 679448 - Fax +39 0522 474400 e-mail: a.fantini@seielettrotecnica.com

Dettagli