MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO"

Transcript

1 ALLEGATO 2 (art. 3, comma 3) MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO Sommario 1. DISPOSIZIONI GENERALI MODALITA DI TRASMISSIONE DEI DATI IL SISTEMA ON-LINE IL SISTEMA WE-SERVICE CODICI OPERAZIONE Codici operazioni AGRAFICA FORNITORI/DESTINATARI Anagrafica fornitori/destinatari REGISTRO DELLE OPERAZIONI Registro delle operazioni Campi obbligatori e facoltativi per operazione... 8 Pagina 1 di 9

2 1. DISPOSIZIONI GENERALI Il registro dematerializzato non è soggetto ad alcuna vidimazione preventiva né ad una stampa periodica obbligatoria. Le registrazioni sono distinte per ogni stabilimento o deposito dell operatore, identificato da un codice alfanumerico attribuito dagli Uffici territoriali dell Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (codice ICQRF). Non sono oggetto di registrazione le operazioni relative ai depositi di soli prodotti finiti e confezionati. Nel registro di carico e scarico sono annotate le operazioni relative: - alle materie prime con requisiti diversi da quelli prescritti dalle norme del DPR n. 187/2001 ed - alle sostanze delle quali non è autorizzato l impiego per la produzione degli sfarinati e delle paste alimentari destinate al consumo nazionale, che si intendono utilizzare per la fabbricazione degli sfarinati e delle paste alimentari di cui all articolo 12, comma 1, del DPR n. 187/2001; - ai prodotti finiti ottenuti ai sensi dell articolo 12, comma 1, del DPR 187/01. Le denominazioni merceologiche delle materie prime, delle sostanze e dei prodotti finiti sono le stesse utilizzate per la descrizione nella Comunicazione telematica effettuata in ambito SI ai sensi dell art. 1 e allegato 2 del Decreto 17 dicembre Per operazioni si intendono le entrate, le uscite e le lavorazioni. Per entrate e uscite si intendono i carichi e gli scarichi di materie prime/sostanze/prodotti finiti (giacenze iniziali, trasferimenti da o ad altro deposito/stabilimento, acquisti, vendite, perdite); Per lavorazioni si intende l impiego delle materie prime/sostanze per la produzione di sfarinati e paste (prodotti finiti), effettuate in un determinato stabilimento. Nel caso di operazioni effettuate per conto terzi, il registro è tenuto da chi procede materialmente alla lavorazione. Le operazioni sono registrate entro il giorno lavorativo 1 successivo alla data di effettivo svolgimento delle relative operazioni secondo un ordine cronologico coerente. L unità di misura utilizzata per la compilazione del registro è il chilogrammo. Eventuali ritardi o qualsiasi altra anomalia nella registrazione riconducibile ad un malfunzionamento del sistema telematico, opportunamente verificato e attestato dal SI, esclude la responsabilità dell operatore per eventuali violazioni delle disposizioni in materia di tenuta del registro dematerializzato. 1 Ai fini del presente Decreto per giorno lavorativo si intendono i giorni dal lunedì al venerdì, festivi esclusi. Pagina 2 di 9

3 2. MODALITA DI TRASMISSIONE DEI DATI Per la trasmissione delle operazioni di carico e scarico (e dei fornitori/destinatari interessati dalle movimentazioni) è possibile utilizzare una duplice modalità : 1. il sistema on-line per la registrazione diretta delle operazioni. 2. il sistema di interscambio di dati in modalità web-service; Nel primo caso l operatore si autentica al portale internet del Ministero ( con le proprie credenziali personali e procede direttamente on-line alla registrazione delle diverse operazioni di carico e scarico mentre nel secondo caso la modalità di trasmissione non prevede un intervento diretto dell operatore in quanto il colloquio avviene in automatico tra il sistema informatico gestionale dell operatore ed il SI IL SISTEMA ON-LINE Il sistema on-line dedicato al registro di carico e scarico degli sfarinati e delle paste alimentari è accessibile dal portale dei servizi del Ministero all indirizzo previa autenticazione con credenziali personali e rende disponibile un insieme di funzionalità per la registrazione delle operazioni di carico e scarico, la consultazione e stampa del registro generale contenente tutte le operazioni effettuate, nonché la gestione dell albo fornitori. Le funzionalità sono corredate di apposita documentazione che descrive la modalità di funzionamento e le norme operative di utilizzo IL SISTEMA WE-SERVICE Il sistema di interscambio tramite web-service è un applicazione informatica (sistema software) che consente a due o più sistemi informativi di scambiarsi delle informazioni e attivare processi di cooperazione. Per poter realizzare questa modalità di interscambio è necessario che il sistema informatico che coopera con il SI realizzi le componenti software dedicate alla trasmissione delle informazioni previste dal registro in aderenza alle specifiche tecniche. A tal fine sul portale del Ministero ( è pubblicata la documentazione tecnica inerente le modalità di colloquio, le informazioni da inviare, i campi obbligatori e facoltativi, i controlli applicati dal sistema informativo nonché i codici di errore. Nei paragrafi che seguono sono elencati i codici operazione da utilizzare ed una descrizione delle informazioni che devono essere trasmesse al SI in modalità web-service che riguardano : l anagrafica fornitori/destinatari la registrazione delle operazioni di entrata, uscita e lavorazione materie prime, sostanze e prodotti finiti Pagina 3 di 9

4 CODICI OPERAZIONE Nel registro sono annotate tutte le operazioni relative alle entrate, alle uscite e alle lavorazioni di materie prime, sostanze e prodotti finiti, ad ogni operazione è assegnato un codice per ognuno dei quali si prevede la compilazione di specifici campi obbligatori e facoltativi. Il Decreto 17 dicembre 2013 distingue le modalità di tenuta del registro di carico e scarico in base alla tipologia di materie prime/sostanze impiegate nel ciclo produttivo, così come riportate nelle tabelle : A - Sfarinati e Paste alimentari aventi caratteristiche non conformi a quelle previste per il mercato nazionale, ottenuti esclusivamente dalla lavorazione di materie prime conformi e/o sostanze di cui è autorizzato l impiego - Sfarinati e Paste alimentari aventi caratteristiche non conformi a quelle previste per il mercato nazionale, nella lavorazione dei quali sono usate anche materie prime non conformi e/o sostanze di cui è non autorizzato l impiego I codici operazione, suddivisi per, sono indicati nella 1 1 Codici operazioni A GIMP CAMP SVMP CIMP SLMP PCMP Tipo operazione Carico materie prime/sostanze per giacenza iniziale Carico materie prime/sostanze per acquisto o per trasferimento da altro deposito/stabilimento Scarico materie prime/sostanze per vendita o per trasferimento ad altro deposito/stabilimento Carico materie prime/sostanze da magazzino (movimentazione interna) Scarico materie prime/sostanze per lavorazione Scarico materie prime/sostanze per perdite o cali GIPF GIPF Carico prodotti finiti per giacenza iniziale LAVO Scarico materie prime e sostanze e carico prodotti finiti per lavorazione (codice unico per la lavorazione) CLPF CLPF Carico prodotto finito da lavorazione CSPF CSPF Carico prodotto finito da altro stabilimento STPF STPF Scarico prodotto finito per trasferimento SPPF SPPF Scarico prodotto finito per spedizione Paese UE o verso gli altri Paesi altri Paesi contraenti l accordo sullo spazio economico europeo SEPF SEPF Scarico prodotto finito per esportazione Paese terzo PCPF PCPF Scarico prodotti finiti per perdite o cali OPGE OPGE Operazione generica Pagina 4 di 9

5 1. Registrazioni tabella A Include i casi in cui nel processo produttivo siano utilizzate esclusivamente materie prime conformi e/o sostanze di cui è autorizzato l impiego, ottenendo, tuttavia, prodotti non conformi. In tal caso non è necessario registrare l introduzione e lo scarico delle materie prime/sostanze, ma deve essere annotata in carico la quantità di prodotto finito ottenuta dalla lavorazione, e in scarico le quantità di prodotto finito che esce dallo stabilimento (trasferimento/esportazione/spedizione). Soltanto il prodotto finito deve essere identificato all interno dei magazzini ai sensi dell articolo 4 del Decreto 17 dicembre 2013, ma non anche le materie prime e le sostanze che sono state utilizzate nella lavorazione. 2. La tabella Include le modalità di tenuta del registro nel caso in cui processo produttivo siano utilizzate anche materie prime non conformi e/o sostanze di cui non è autorizzato l impiego. In tal caso oltre alle annotazioni descritte nella tabella A relative al carico ed allo scarico del prodotto finito, devono essere registrati anche: le introduzioni nello stabilimento/magazzino delle materie prime non conformi e/o delle sostanze di cui non è autorizzato l impiego (in carico), nonché il loro utilizzo nella lavorazione (in scarico). Tali materie prime/sostanze/prodotti finiti devono essere identificati all interno dei magazzini, ai sensi dell art. 4 del decreto 17 dicembre 2013; l avvio alla lavorazione delle materie prime conformi e/o delle sostanze di cui è autorizzato l impiego (in carico), nonché il loro utilizzo nella lavorazione (in scarico). Sono esentati dagli obblighi di registrazione previsti dalla tabella, l acqua, il sale, le spezie, gli aromi, gli ingredienti utilizzati per i ripieni (nel caso di paste alimentari con ripieno) e gli ingredienti aggiunti nelle paste speciali di cui all art. 7 del DPR. L insieme di detti ingredienti deve essere indicato in termini percentuali rispetto all impasto, tramite apposita annotazione da riportare con modalità libere all interno del registro di carico e scarico. L obbligo di riportare tale indicazione percentuale riguarda esclusivamente le lavorazioni dei prodotti di cui alla tabella AGRAFICA FORNITORI/DESTINATARI L anagrafica fornitori/destinatari consente di comunicare al SI l albo dei fornitori/clienti, committenti ecc. interessati da una o più operazioni di registro. La singola anagrafica è caratterizzata dall identificativo fiscale e denominazione del soggetto, dal suo indirizzo, nazionalità ecc.. Per uno stesso soggetto identificato da un codice fiscale possono sussistere più codici soggetto se il soggetto è in possesso di più depositi o stabilimenti da cui proviene o è destinata la merce. Per il committente, se non in possesso di deposito/ stabilimento, può essere indicata la sede legale. 2 Anagrafica fornitori/destinatari Prog Nome del campo Tipo Note integrative 1 CUAA operatore Identificativo fiscale dell operatore 2 Stato ditta Valori ammessi: "IT" = soggetto italiano; "UE" = soggetto dell Unione Europea; "EX" = soggetto non appartenente Unione Europea Pagina 5 di 9

6 2 Anagrafica fornitori/destinatari Prog Nome del campo Tipo Note integrative 3 Identificativo Fiscale soggetto 4 Codice soggetto N 5 Denominazione soggetto 6 Indirizzo soggetto Codice ISO nazione (riferito all indirizzo soggetto) Codice ISTAT provincia (riferito all indirizzo soggetto) Codice ISTAT comune (riferito all indirizzo soggetto) N Codice fiscale o partita Iva del fornitore, cliente o committente. Obbligatorio se "Stato ditta" (campo progressivo 2) = "IT", altrimenti NON RICHIESTO Individua il codice soggetto assegnato al fornitore/cliente Deve assumere un valore maggiore di 0 e deve essere univoco nell ambito dell Anagrafica Fornitori/destinatari dell operatore Nominativo in caso di persona fisica oppure Ragione sociale in caso di persona giuridica Indirizzo del fornitore, cliente o committente (Via, Piazza, Frazione ecc, numero civico). L indirizzo è quello del luogo da cui proviene o a cui è destinata la merce. Per il committente l indirizzo può essere individuato nella sede legale. Obbligatorio se "Stato ditta" (campo progressivo 2) = "UE" o = "EX", altrimenti NON RICHIESTO. Utilizzare il codice numerico ISO Obbligatorio se "Stato ditta" (campo progressivo 2) = "IT", altrimenti NON RICHIESTO. Utilizzare il codice ISTAT disponibile sul sito Obbligatorio se "Stato ditta" (campo progressivo 2) = "IT", altrimenti NON RICHIESTO. Utilizzare il codice ISTAT disponibile sul sito REGISTRO DELLE OPERAZIONI Nel seguito si riportano tutte le informazioni previste dalle diverse operazioni di carico e scarico tenuto conto che i singoli dati da trasmettere per la specifica registrazione dipendono dal codice operazione utilizzato come meglio specificato nella tabella 4 dove sono riportati i campi obbligatori e facoltativi e quelli da non specificare per ciascun codice operazione. 3 Registro delle operazioni Nome del campo Tipo Note integrative CUAA operatore Codice fiscale dell operatore Codice ICQRF dello Codice assegnato allo stabilimento ICQRF stabilimento/deposito operatore Data dell operazione D Formato GGMMAAAA Numero progressivo dell operazione N Progressivo univoco nell ambito della data dell operazione Codice operazione Per il codice operazione da indicare vedi 1 Codici operazione Numero documento giustificativo Pagina 6 di 9

7 3 Registro delle operazioni Data documento giustificativo D Formato GGMMAAAA Codice soggetto fornitore/destinatario Individua il codice soggetto assegnato dall'operatore e disponibile nell Anagrafica Fornitori/Destinatari Codice soggetto Committente Individua il codice soggetto assegnato dall'operatore e disponibile nell Anagrafica Fornitori/Destinatari Lavorazione per conto terzi Vale S oppure N Tipologia lavorazione (tabella A- Assume il valore A o ) Denominazione merceologica materie prime/sostanze (da 1 a n) Materie prime/sostanze come descritte nella comunicazione di cui all'art. 1 del DM 17 dicembre 2013 Il numero delle cifre decimali è pari a tre Carico (Kg) Materie N prime/sostanze (da 1 a n) Scarico (Kg) Materie N Il numero delle cifre decimali è pari a tre prime/sostanze (da 1 a n) Altri Ingredienti (sale, acqua, N Espresso come numero intero ( ) ripieno) % Materie prime/sostanze Denominazione merceologica dei Denominazione del prodotto finito come descritte nella prodotti finiti comunicazione di cui all'art. 1 del DM 17/12/2013 Numero posizione N Numero di posizione della comunicazione, di cui all'art. comunicazione Mipaaf 1 del DM 17/12/2013 assegnato dal SI Carico (Kg) prodotti finiti N Il numero delle cifre decimali è pari a tre Scarico (Kg) prodotti finiti N Il numero delle cifre decimali è pari a tre Lotto confezione prodotti finiti Descrizione note Pagina 7 di 9

8 Prog Nome del campo CAM P 4 Campi obbligatori e facoltativi per operazione SVM P SLM P PCMP GIPF LAVO CLPF CSPF STPF SPPF SEPF PCPF OPGE GIMP CIMP CUAA (Codice fiscale) operatore O O O O O O O O O O O O O O O Codice ICQRF dello stabilimento/deposito operatore O O O O O O O O O O O O O O O Numero progressivo dell operazione O O O O O O O O O O O O O O O 4 Data dell operazione O O O O O O O O O O O O O O O 5 Codice operazione O O O O O O O O O O O O O O O 6 Numero documento giustificativo NO O O NO NO NO NO NO NO O O O O NO FA 7 Data documento giustificativo NO O O NO NO NO NO NO NO O O O O NO FA 8 Codice soggetto fornitore/destinatario NO O O NO NO NO NO NO NO O O O O NO FA 9 Codice soggetto Committente C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 C1 10 Lavorazione per conto terzi C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 C2 11 Tipologia lavorazione (tabella A- ) O O O O O O O O O O O O O O FA Denominazione merceologica 12 materie prime/sostanze (da 1 a n) O O O O O O NO O NO NO NO NO NO NO C3 13 Carico (Kg) Materie prime/sostanze (da 1 a n) O O NO O NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO C4 14 Scarico (Kg) Materie prime/sostanze (da 1 a n) NO NO O NO O O NO O NO NO NO NO NO NO C4 altri Ingredienti (sale, acqua, 15 ripieno) % Materie prime/sostanze NO NO NO NO FA NO NO FA NO NO NO NO NO NO FA 16 Denominazione merceologica dei prodotti finiti NO NO NO NO NO NO O O O O O O O O C3 Pagina 8 di 9

9 Prog 17 Nome del campo CAM P 4 Campi obbligatori e facoltativi per operazione SVM P SLM P PCMP GIPF LAVO CLPF CSPF STPF SPPF SEPF PCPF OPGE GIMP CIMP Numero posizione comunicazione Mipaaf NO NO NO NO O NO O O O O O O O O C5 18 Carico (Kg) prodotti finiti NO NO NO NO NO NO O O O O NO NO NO NO C6 19 Scarico (Kg) prodotti finiti NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO O O O O C6 Lotto confezione prodotti 20 finiti NO NO NO NO NO NO FA FA FA FA FA FA FA FA FA 21 Descrizione note FA FA FA FA FA FA FA FA FA FA FA FA FA FA FA O NO FA C1 C2 Il campo deve essere sempre compilato (obbligatorio) Il campo non deve essere compilato (deve essere vuoto) Il campo è facoltativo Obbligatorio qualora valorizzato il campo 10 (flag conto terzi) Obbligatorio nelle operazioni per Conto Terzi LEGENDA: C3 C4 La compilazione del campo della Denominazione merceologica materie prime/sostanze oppure quello della Denominazione merceologica prodotti finiti è obbligatoria. I due campi sono alternativi Obbligatoria la compilazione del campo relativo al carico o allo scarico delle materie prime/sostanze (sono alternativi) qualora compilato il campo della denominazione merceologica delle materie prime/sostanze (campo 12) C5 Obbligatorio qualora compilato il campo della la denominazione merceologica dei prodotti finiti (campo 16) C6 Obbligatorio la compilazione del campo relativo al carico o allo scarico (sono alternativi) dei prodotti finiti qualora compilato il campo della denominazoione merceologica prodotti finiti (campo 16) Pagina 9 di 9

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO ALLEGATO 2 (art. 3, comma 3) MODALITÀ DI TEUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO Sommario 1. DISPOSIZIOI GEERALI... 2 1.1. Operazioni e prodotti oggetto di registrazione... 2 1.2. Soggetti obbligati alla tenuta

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO ALLEGATO 2 (art. 3, comma 3) MODALITÀ DI TEUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO Sommario 1. DISPOSIZIOI GEERALI... 2 1.1. Operazioni e prodotti oggetto di registrazione... 2 1.2. Soggetti obbligati alla tenuta

Dettagli

Forspedg.NET MIPAAF.NET Forspedg.NET MIPAAF.NET

Forspedg.NET MIPAAF.NET Forspedg.NET MIPAAF.NET Forspedg.NET pag. 1 di 9 1. Introduzione Il MIPAAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) ha emanato in data 08/01/2015, con Protocollo n. 11, le disposizioni relative alla dematerializzazione

Dettagli

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF Interfaccia standard di acquisizione dati per i registri MIPAAF Sfarinati e paste alimentari Maggio 2015

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Allegato 1 Sezione I - Modalità di tenuta del registro di cui all art. 7. Vidimazione 1. Il registro è tenuto: a) manualmente ed è costituito da non oltre 200 fogli fissi o da schede contabili mobili da

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO

MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO ALLEGATO 2 (art. 3, comma 3) MODALITÀ DI TENUTA DEL REGISTRO DEMATERIALIZZATO Sommario 1. DISPOSIZIONI GENERALI... 2 1.1. Operazioni e prodotti oggetto di registrazione... 2 1.2. Soggetti obbligati alla

Dettagli

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015)

MANUALE UTENTE. (Aggiornamento 08 ottobre 2015) MANUALE UTENTE contenente le specifiche tecniche necessarie per la trasmissione delle negoziazioni dei cambiavalute art. 5, comma 1, della circolare n. 24/15 (Aggiornamento 08 ottobre 2015) OAM Organismo

Dettagli

COMMERCIALIZZAZIONE DEL PRODOTTO OLIO DI OLIVA

COMMERCIALIZZAZIONE DEL PRODOTTO OLIO DI OLIVA COMMERCIALIZZAZIONE DEL PRODOTTO OLIO DI OLIVA SERVIZI DI INTERSCAMBIO DATI DESCRIZIONE DEI SERVIZI UPLOAD PER L ACQUISIZIONE DATI DEL REGISTRO DI CARICO E SCARICO DEGLI OLI SPECIFICHE TECNICHE (Operatori

Dettagli

COMMERCIALIZZAZIONE DELL OLIO DI OLIVA - PROCEDURA DI SUPPORTO ALLA TENUTA DEL REGISTRO DI CARICO E SCARICO (DM 8077 DEL 10/11/2009)

COMMERCIALIZZAZIONE DELL OLIO DI OLIVA - PROCEDURA DI SUPPORTO ALLA TENUTA DEL REGISTRO DI CARICO E SCARICO (DM 8077 DEL 10/11/2009) COMMERCIALIZZAZIONE DELL OLIO DI OLIVA - PROCEDURA DI SUPPORTO ALLA TENUTA DEL REGISTRO DI CARICO E SCARICO (DM 8077 DEL 10/11/2009) GUIDA ALLA PREDISPOSIZIONE DEI FILE DI UPLOAD PER L AGGIORNAMENTO DEL

Dettagli

Manuale tecnico. Indice. Versione 1.0 del 08/04/2015. Pagina 2 di 46

Manuale tecnico. Indice. Versione 1.0 del 08/04/2015. Pagina 2 di 46 S-MIP-MRGE-K3-15001 Regole tecniche per l accesso al servizio in cooperazione applicativa tramite tecnologia webservice per la tenuta del registro di carico e scarico produzione burro Indice 1 Introduzione...

Dettagli

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF

TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF TAWEB Sistema per la Telematizzazione delle accise e della Dematerializzazione dei registri MIPAAF Interfaccia standard di acquisizione dati per i registri MIPAAF Sostanze zuccherine Maggio 2015 Versione

Dettagli

Guida alla compilazione e all invio della domanda

Guida alla compilazione e all invio della domanda Guida alla compilazione e all invio della domanda Avviso per la Selezione di Progetti da Ammettere al Finanziamento del Fondo Rotativo per lo Sviluppo delle PMI Campane Misura Start up P.O. FESR Campania

Dettagli

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 003 UTENTE PA OPERAZIONI SU FATTURE PRECARICATE ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.5 del 13/08/2014

Dettagli

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 002 UTENTE PA RICEZIONE FATTURE

REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 002 UTENTE PA RICEZIONE FATTURE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI REGOLE PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO 002 UTENTE PA RICEZIONE FATTURE ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.5 del 25/08/2014 Sommario Cronologia

Dettagli

Guida rapida alla tenuta del registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine

Guida rapida alla tenuta del registro di carico e scarico delle sostanze zuccherine S-MIP-MRGC-K3-15001 Dematerializzazione dei registri di carico e scarico ai sensi dell articolo 1-bis, Guida rapida alla tenuta del registro di carico e scarico delle sostanze 1 di 63 Indice 1 INTRODUZIONE...

Dettagli

Guida alla compilazione e all invio della domanda

Guida alla compilazione e all invio della domanda Guida alla compilazione e all invio della domanda AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Artigianato P.O. FESR Campania

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative -

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - I Dossier fiscali La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - Aprile 2014 pag. 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 Decorrenza del nuovo regime... 3 La procedura di fatturazione elettronica...

Dettagli

NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA

NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA I produttori contraenti devono compilare il modulo in ogni parte, in stampatello, allegando la relativa

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Individuazione degli elementi informativi e definizione delle modalità tecniche e dei termini relativi alla trasmissione degli elenchi di cui all articolo 37, commi 8 e 9, del decreto legge 4 luglio 2006,

Dettagli

Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014

Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014 Tavolo Tecnici Digitalizzazione Accise Roma, 16-17 settembre 2014 Teresa Alvaro Progetto RE.TE. Il progetto RE.TE. - Condivisione con operatori ed uffici 2 agosto 2012: l Agenzia si è impegnata ad avviare

Dettagli

La Fatturazione Elettronica

La Fatturazione Elettronica Informazioni Generali : La trasmissione di una fattura elettronica in formato Xml alla PA, obbligatoria a partire dal prossimo giugno (a scaglioni) avviene attraverso il Sistema di Interscambio (SdI),

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Fatturazione elettronica. Dott.ssa Anna Petti Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana

Fatturazione elettronica. Dott.ssa Anna Petti Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana Fatturazione elettronica Dott.ssa Anna Petti Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana Obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della pubblica amministrazione Legge 24 dicembre

Dettagli

RICHIESTA DI ABILITAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI INFORMATICI. Software applicativo: Oliamm Approvvigionamenti. Data:

RICHIESTA DI ABILITAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI INFORMATICI. Software applicativo: Oliamm Approvvigionamenti. Data: RICHIESTA DI ABILITAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI INFORMATICI Software applicativo: Oliamm Approvvigionamenti Data: Per richiedere l accesso è necessario: - compilare questo modulo di richiesta a firma

Dettagli

Software Servizi Web UOGA

Software Servizi Web UOGA Manuale Operativo Utente Software Servizi Web UOGA S.p.A. Informatica e Servizi Interbancari Sammarinesi Strada Caiese, 3 47891 Dogana Tel. 0549 979611 Fax 0549 979699 e-mail: info@isis.sm Identificatore

Dettagli

Disposizioni di attuazione dell articolo 23, comma 41, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98. IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Disposizioni di attuazione dell articolo 23, comma 41, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98. IL DIRETTORE DELL AGENZIA N. 2011/185905 Disposizioni di attuazione dell articolo 23, comma 41, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98. IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel

Dettagli

Manuale tecnico. Indice. Versione 1.0 del 24/02/2015. Pagina 2 di 41

Manuale tecnico. Indice. Versione 1.0 del 24/02/2015. Pagina 2 di 41 S-MIP-MRGC-K3-15001 Regole tecniche per l accesso al servizio in cooperazione applicativa tramite tecnologia webservice per la tenuta del registro di carico e scarico sostanze zuccherine Indice 1 Introduzione...

Dettagli

ALLEGATO C. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello INTRA 13

ALLEGATO C. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello INTRA 13 ALLEGATO C Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello INTRA 13 INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI...3 2. CONTENUTO DELLA FORNITURA...3 2.1 GENERALITÀ... 3 2.2 LA SEQUENZA DEI RECORD... 3 2.3

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

Con la presente vengono fornite indicazioni ai fini dell autorizzazione all esercizio di detta modalità di gioco.

Con la presente vengono fornite indicazioni ai fini dell autorizzazione all esercizio di detta modalità di gioco. Ministero dell Economia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE Direzione per i giochi Ufficio 11 - Bingo Roma, 17 giugno 2011 AI CONCESSIONARI DEL GIOCO A DISTANZA

Dettagli

LINEA GUIDA SISTEMA TRACCIABILITA MARCHI D AREA

LINEA GUIDA SISTEMA TRACCIABILITA MARCHI D AREA LINEA GUIDA SISTEMA TRACCIABILITA MARCHI D AREA 1 SOMMARIO 1 PREMESSA...3 2 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...4 3 DEFINIZIONI...5 4 NORMATIVE DI RIFERIMENTO...7 5 PRINCIPI BASE DEL SISTEMA DI TRACCIABILITÀ

Dettagli

Legge n 40 del 2 Aprile 2007 art. 9. DLG 7/2007 decreto Bersani Convertito in legge 2/04/2007

Legge n 40 del 2 Aprile 2007 art. 9. DLG 7/2007 decreto Bersani Convertito in legge 2/04/2007 COMUNICAZIONE UNICA Legge n 40 del 2 Aprile 2007 art. 9 DLG 7/2007 decreto Bersani Convertito in legge 2/04/2007 Legge n. 40 del 2 Aprile 2007 art. 9 Per via telematica Vale per R.I, Inps, Inail e A.E.

Dettagli

Parte A. Allegato 2 Parte A

Parte A. Allegato 2 Parte A Parte A Specifiche tecniche per la trasmissione delle Comunicazioni previste dall art. 11 comma 2 del decreto legge 6 dicembre 2011 n.201 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. AVVERTENZE GENERALI... 3 3. CONTENUTO

Dettagli

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. esportabilità dati macellazione

sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 3. tracciabilità e rintracciabilità 4. esportabilità dati macellazione tracciabilità rintracciabilità e carni bovine sommario 1. introduzione al sistema 2. moduli base 2.1. anagrafiche base 2.2. anagrafe bestiame 2.3. entrata capi 2.4. magazzino 2.5. prenotazione macellazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI REGISTRAZIONE DI PRIMO DEPOSITO O DI RINNOVAZIONE PER MARCHIO MODULO C l. Istruzioni di carattere generale. La domanda e gli eventuali

Dettagli

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Bollettino 5.00-335 9 VERTICALI 9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Con l attuale release è ora possibile rilevare in modo più dettagliato i costi a carico della commessa

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 03-04-2012. Messaggio n. 5880

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 03-04-2012. Messaggio n. 5880 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 03-04-2012 Messaggio n. 5880 Allegati n.3 OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247. Art. 1, c. 67. Sgravio contributivo

Dettagli

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica.

La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. La nuova disciplina in materia di fatturazione elettronica. di Leda Rita Corrado (*) Riferimenti: Direttiva 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010, recante modifica della direttiva 2006/112/CE relativa

Dettagli

Servizio Telematico Paghe

Servizio Telematico Paghe Servizio Telematico Paghe GUIDA ALL USO DELLE PAGINE DI AMMINISTRAZIONE DEL SERVIZIO PAGHE.NET Software prodotto da Nuova Informatica srl 1 SOMMARIO SOMMARIO...2 INTRODUZIONE...3 FLUSSO DELLE INFORMAZIONI...3

Dettagli

IMPRESA IN UN GIORNO INIZIO DELL ATTIVITÀ 7

IMPRESA IN UN GIORNO INIZIO DELL ATTIVITÀ 7 Impresa in un giorno - 13 IMPRESA IN UN GIORNO INIZIO DELL ATTIVITÀ 7 Le imprese che iniziano l attività di agente o rappresentante di commercio devono presentare la segnalazione certificata di inizio

Dettagli

MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO. Pagina 1 di 48

MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO. Pagina 1 di 48 MANUALE UTENTE FACILE CONSUMO Pagina 1 di 48 1 DESCRIZIONE DELL APPLICAZIONE...4 1.1 INTRODUZIONE...4 1.2 ACCESSO AL SISTEMA...4 1.3 MENU...5 2 FUNZIONI DELL'APPLICAZIONE...6 2.1 GESTIONE...6 2.1.1 Sottogruppo...6

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 004_2012 DI LINEA AZIENDA... 3 GESTIONE E-COMMERCE...

Dettagli

Sostituto abilitato Entratel con più sedi: ricezione diretta e incarico ad intermediario abilitato

Sostituto abilitato Entratel con più sedi: ricezione diretta e incarico ad intermediario abilitato FAQ Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi ai mod.

Dettagli

GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI

GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALL IMMISSIONE MANUALE DEI DATI ART. 7-BIS DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 Versione 1.1 del 01/07/2014 Sommario Premessa... 3 1. Istruzioni operative

Dettagli

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono:

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono: Fattura elettronica: caratteristiche e vantaggi La legge per tutti.it Stefano Veltri Il recente decreto sviluppo ha modificato la disciplina sulla fattura elettronica, allo scopo di favorirne la diffusione.

Dettagli

I dati da trasmettere sono organizzati in sezioni di informazioni omogenee riepilogate nella tabella che segue: Sezione obbligatoria.

I dati da trasmettere sono organizzati in sezioni di informazioni omogenee riepilogate nella tabella che segue: Sezione obbligatoria. 4.ASSICURAZIONI: le informazioni da comunicare I dati da trasmettere sono organizzati in sezioni di informazioni omogenee riepilogate nella tabella che segue: Sezione di dati IDENTIFICATIVO RECORD DATI

Dettagli

STUDIO BELLANDI Commercialisti Associati

STUDIO BELLANDI Commercialisti Associati st Commercialisti Associati Fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione - Estensione dal 31.3.2015 1 1 PREMESSA Dal 31.3.2015 diviene generalizzato l obbligo di fatturazione elettronica

Dettagli

Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI

Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI DM MINPOLAF 10_11_09 Pag: 1 DECRETO MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI 10 novembre 2009. Disposizioni nazionali relative alle norme di commercializzazione dell olio di oliva. (10A00315).

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO...2 AVVERTENZE...2 Introduzione normativa...2 Contenuti del rilascio...3 ADEGUAMENTO ARCHIVI (00006z)...3 ANTIRICICLAGGIO D.M. 141...3 Tabella Natura

Dettagli

Guida Gestione Incentivi per la Formazione in ambito. Versione 01

Guida Gestione Incentivi per la Formazione in ambito. Versione 01 Gestione Incentivi per la Formazione in ambito Versione 01 Indice Introduzione... 3 Descrizione del servizio/prodotto... 3 Sezione 1/C - Da compilare in caso di istanza presentata da Consorzio/Cooperativa...

Dettagli

1. AVVERTENZE GENERALI

1. AVVERTENZE GENERALI ALLEGATO B Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della Comunicazione per i Regimi di Tonnage Tax, Consolidato e Trasparenza e per l opzione IRAP Allegato B CONTENUTO E CARATTERISTICHE TECNICHE

Dettagli

Piano Straordinario per l Occupazione. Misura II.4 PIÙ EXPORT. Guida alla compilazione on-line e all invio telematico per i beneficiari

Piano Straordinario per l Occupazione. Misura II.4 PIÙ EXPORT. Guida alla compilazione on-line e all invio telematico per i beneficiari Piano Straordinario per l Occupazione Misura II.4 PIÙ EXPORT Guida alla compilazione on-line e all invio telematico per i beneficiari BANDO PER L ACCESSO AI VOUCHER PER LE SPESE DI PROMOZIONE ALL ESTERO

Dettagli

Manuale Utente EDIZIONE MARZO 2014

Manuale Utente EDIZIONE MARZO 2014 Allegato 1 Manuale Utente EDIZIONE MARZO 2014 Introduzione Il Portale Capacità STOGIT presenta una sezione, denominata Conferimento aste, dedicata alle procedure di assegnazione di capacità di stoccaggio

Dettagli

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA Art. 1, commi 324-335, Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (recepimento direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010) a cura di Franco Ricca 1 Nazionalità della fattura

Dettagli

Manuale tecnico. Indice. Versione 1.0 del 09/03/2015. Pagina 2 di 42

Manuale tecnico. Indice. Versione 1.0 del 09/03/2015. Pagina 2 di 42 S-MIP-MRGD-K3-15001 Regole tecniche per l accesso al servizio in cooperazione applicativa tramite tecnologia webservice per la tenuta del registro di carico e scarico latte conservato Indice 1 Introduzione...

Dettagli

Scheda Informatica della Ditta

Scheda Informatica della Ditta Scheda Informatica della Ditta DATI GENERALI 1.SEDE LEGALE (vedi nota 1 ) Ragione Sociale Indirizzo (via,piazza ecc.+ numero civico) CAP Città Provincia Telefono Fax Indirizzo email Partita IVA Codice

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 28/10/2014 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Art. 1, commi da 209 a 214,

Dettagli

VERIFICA DELLA CONGRUITA dalla parte delle imprese

VERIFICA DELLA CONGRUITA dalla parte delle imprese EdilConnect Scheda operativa VERIFICA DELLA CONGRUITA dalla parte delle imprese GUIDA RAPIDA IMPRESE NON ASSISTITE DA UN CONSULENTE Guida per le imprese iscritte a una o più Casse Edili lombarde, che gestiscono

Dettagli

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO Stefano Battaglia Stefano Carpaneto Umberto Terzuolo Torino, martedì 29 aprile 2014 Triangolazioni intracomunitarie Operazioni

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/2 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

SIAN Sistema Informativo Agricolo nazionale

SIAN Sistema Informativo Agricolo nazionale SIAN Sistema Informativo Agricolo nazionale Dematerializzazione e Firma elettronica Istruzioni operative Presentazione atti amministrativi Sviluppo Rurale Programmazione 2014-2020 2020 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000

SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000 SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000 Premessa La procedura va lanciata nell anno contabile al quale si riferisce lo Spesometro. Per l anno 2010 il termine di scadenza per la presentazione della comunicazione

Dettagli

Guida Gestione Incentivi per la Formazione in ambito Autotrasporto. Versione 02

Guida Gestione Incentivi per la Formazione in ambito Autotrasporto. Versione 02 Gestione Incentivi per la Formazione in ambito Versione 02 Indice Introduzione... 3 Descrizione del servizio/prodotto... 3 Sezione 1/C - Da compilare in caso di istanza presentata da Consorzio/Cooperativa...

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI L art. 21, DL n. 78/2010, al fine di contrastare l evasione fiscale e le frodi in materia di IVA, ha introdotto un nuovo adempimento, quello di comunicare telematicamente

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Decreto n. 7407 del 4 agosto 2010 Modifiche all articolo 5 del decreto ministeriale 27 novembre 2008, n. 5396, concernente Disposizioni di attuazione dei regolamenti (CE) n. 479/2008 del Consiglio e n.

Dettagli

L ANAGRAFE ZOOTECNICA E L IDENTIFICAZIONE DEGLI OVI-CAPRINI ASL LEZIONE LAORE

L ANAGRAFE ZOOTECNICA E L IDENTIFICAZIONE DEGLI OVI-CAPRINI ASL LEZIONE LAORE L ANAGRAFE ZOOTECNICA E L IDENTIFICAZIONE DEGLI OVI-CAPRINI ASL LEZIONE LAORE L ANAGRAFE ZOOTECNICA E L IDENTIFICAZIONE DEGLI OVI-CAPRINI ASL LEZIONE LAORE TUTTO QUELLO CHE GLI ALLEVATORI DEVONO FARE PER

Dettagli

Sistema di interscambio della Fatturazione Elettronica PA

Sistema di interscambio della Fatturazione Elettronica PA Riepilogo del funzionamento del SdI nel periodo Il report relativo ai dati statistici sintetici è realizzato per fornire una visione d insieme del funzionamento del Sistema di interscambio (SdI). I dati

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/3 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

ICSO snc di Bordigato Massimo & C.

ICSO snc di Bordigato Massimo & C. G E S T 2 - IL SOFTWARE GESTIONALE Il software gestionale GEST2, con le sue caratteristiche di semplicità e flessibilità è lo strumento ideale per le piccole e medie aziende: è un software sviluppato a

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - PADOVA UFFICIO BREVETTI TELEFONO: 0498208236 / 143 / 235 e-mail : brevetti@pd.camcom.it ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE DI REGISTRAZIONE

Dettagli

C O M U N E D I A R I Z Z A N O

C O M U N E D I A R I Z Z A N O C O M U N E D I A R I Z Z A N O Provincia di Verbania D E T E R M I N A N. 68 DEL 19.5.2014 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER SERVIZIO DI CONSERVAZIONE DIGITALE DEI CONTRATTI E MESSAGGI P.E.C. L anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE Bergamo, marzo 2015 CIRCOLARE N. 15/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) per l anno 2014 dovrà essere presentata entro

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Tuttocamere - Manuale Fedra Plus

Tuttocamere - Manuale Fedra Plus 11. Modello I2 1. Soggetti utilizzatori Il modello I2 va utilizzato per: 1. richiedere l'iscrizione nel Registro delle imprese (sezione ordinaria o sezione speciale) delle modificazioni relative ai dati

Dettagli

Accreditamento al SID

Accreditamento al SID Accreditamento al SID v. 3 del 22 ottobre 2013 Guida rapida 1 Sommario Accreditamento al SID... 3 1. Accesso all applicazione... 4 2. Richieste di accreditamento al SID... 6 2.1. Inserimento nuove richieste...

Dettagli

OGGETTO: Nuove disposizioni relative alla certificazione e controllo dei vini DOC/DOCG ed IGT, in vigore dal 1 agosto 2012 (D.M.

OGGETTO: Nuove disposizioni relative alla certificazione e controllo dei vini DOC/DOCG ed IGT, in vigore dal 1 agosto 2012 (D.M. Alle Aziende interessate Loro Sedi OGGETTO: Nuove disposizioni relative alla certificazione e controllo dei vini /G ed IGT, in vigore dal 1 agosto 2012 (D.M. 14 giugno 2012) G.le Aziende, in riferimento

Dettagli

In particolare, occorre soffermarsi su due nuovi aspetti legati all introduzione della Comunicazione Unica relativamente alle ditte individuali :

In particolare, occorre soffermarsi su due nuovi aspetti legati all introduzione della Comunicazione Unica relativamente alle ditte individuali : N U O V E I N D I C A Z I O N I O P E R A T I V E per la compilazione della modulistica e la trasmissione delle pratiche al Registro delle Imprese con la Comunicazione Unica Come noto, la Comunicazione

Dettagli

Riproduzione animale

Riproduzione animale Riproduzione animale Manuale Utente Indice 1 Introduzione al servizio Riproduzione Animale... 3 1.1 Tipologie di Utenza... 3 2 Home page del servizio... 4 3 Autorizzazione... 6 3.1 Dettaglio... 7 3.2 Istruttoria...

Dettagli

Roma, 28 febbraio 2014

Roma, 28 febbraio 2014 Roma, 28 febbraio 2014 Protocollo: 22965/RU ALL AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE protocollo@pec.agid.gov.it Rif.: Allegati : 1 ALL A.I.C.I.G. ASSOCIAZIONE ITALIANA CONSORZI INDICAZIONI GEOGRAFICHE info@aicig.it

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP InfoCamere Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE MANUALE OPERATIVO FUNZIONI DI SCRIVANIA PER GLI UFFICI SUAP versione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ASSESSORATO DELL INDUSTRIA Servizio per le Politiche dello Sviluppo industriale VOUCHER PER LA PROMOZIONE DELLE PMI NEI MERCATI ESTERI PO FESR SARDEGNA 2007-2013 Linea di attività 6.3.1.a Azioni di sistema

Dettagli

Modalità operative per l attivazione del registro di carico e scarico vitivinicolo

Modalità operative per l attivazione del registro di carico e scarico vitivinicolo S-MIP-MRGA-K3-15002 Dematerializzazione dei registri di carico e scarico ai sensi dell articolo 1-bis, comma 6 del DL 91/2014 Modalità operative per l attivazione del registro di carico e scarico 1 di

Dettagli

Agenzia delle Dogane Roma, 20 novembre 2013 e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane Roma, 20 novembre 2013 e dei Monopoli Agenzia delle Dogane Roma, 20 novembre 2013 e dei Monopoli Direzione centrale gestione accise e monopolio tabacchi Ufficio circolazione tabacchi Prot. n. DAC/CTL/ 8443 /2013 All. Risposta al foglio n.

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

FATTURA PA: Fatturazione elettronica obbligatoria verso PP.AA.

FATTURA PA: Fatturazione elettronica obbligatoria verso PP.AA. FATTURA PA: Fatturazione elettronica obbligatoria verso PP.AA. FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 1.1.2013 RECEPIMENTO DIRETTIVA 2010/45/UE ENTRO 12 MESI DA ENTRATA IN VIGORE D.M. 3.4.2013, n. 55 (in vigore

Dettagli

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners

MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. n. 2010/184182 In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE 1. Soggetti obbligati alla comunicazione 1.1 Sono obbligati alla comunicazione

Dettagli

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Il Presidente del Consiglio dei Ministri Visto l articolo 1, comma 337, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, che prevede per l anno finanziario 2006, a titolo sperimentale, la destinazione in base alla

Dettagli

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati...

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati... Allegato A) al Decreto del Direttore n. 32 del 31/03/2015 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITÀ INTERNET POINT PHONE CENTER ALTRE ATTIVITA SIMILARI Il sottoscritto, Cognome: Nome: 1. Dati azienda e rappresentate

Dettagli

semp mp ilf i i f cat ca a

semp mp ilf i i f cat ca a È il documento fondamentale per la certificazione delle operazioni commerciali e generalmente deve essere emessa dal soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione di servizio. Ha lo scopo

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ SEMPLIFICATA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 UN REGIME NATURALE... 3 GLI ADEMPIMENTI

Dettagli

Sistema di Tracciabilità del Farmaco

Sistema di Tracciabilità del Farmaco SPECIFICHE TECNICHE DEI TRACCIATI XML TRACCIATO PER LE VALORIZZAZIONI DELLA FORNITURA A SSN Sistema di Tracciabilità del Farmaco Fase 1 Fase di prima attuazione 1 gennaio 2006 Versione 1.1 Pag. 1 di 16

Dettagli

Servizi online per le Aziende e i Consulenti. Avvio sperimentazione della procedura di Iscrizione Azienda con dipendenti su web INTERNET

Servizi online per le Aziende e i Consulenti. Avvio sperimentazione della procedura di Iscrizione Azienda con dipendenti su web INTERNET Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Servizi online per le Aziende

Dettagli

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA PREMESSO CHE: 1. Nell ambito della propria attività di impresa, SKY Italia S.r.l. e la sua controllata Telecare S.r.l.

Dettagli

DD. MM. n. 8, 9,10 e 11 dell 8 gennaio 2015 La dematerializzazione dei registri di carico e scarico. Roberta Capecci ICQRF DGPREF 10 novembre 2015

DD. MM. n. 8, 9,10 e 11 dell 8 gennaio 2015 La dematerializzazione dei registri di carico e scarico. Roberta Capecci ICQRF DGPREF 10 novembre 2015 DD. MM. n. 8, 9,10 e 11 dell 8 gennaio 2015 La dematerializzazione dei registri di carico e scarico Roberta Capecci ICQRF DGPREF 10 novembre 2015 L ICQRF CHI E COSA FA È incaricato di prevenire e reprimere

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo L.68/99 Modelli e regole Versione 3.0 Sommario NOTE GENERALI... 3 IL SERVIZIO INFORMATICO PER LA GESTIONE DEL PROSPETTO INFORMATIVO...

Dettagli