Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata"

Transcript

1 Gli acciai inssidabili resistenti all'urt alle basse temperature, impiegati nella cstruzine di caldareria saldata dr. ing- Gabriele DI CAPRIO dirìgente del servizi tecnic del Centr Inx O Le applicazini dierne degli acciai inssidabili nel dmini delle basse e bassissime temperature si diffndn sempre più. Tra tutti i diversi tipi di acciai inssidabili, la pratica ha dimstrat che slamente quelli cn struttura essenzialmente stabile sn impiegabili cn success nelle applicazini alle basse temperature, quali ad esempi quelle cnnesse cn la prduzine e cn l'impieg dell'ssigen (*C) e dell'idrgen (-54 C) liquidi. Tra gli acciai inssidabili, pertant, sin dalle prime applicazini, ci si è indirizzati, e cn success, vers quelli a struttura austenìtica. In questi acciai, infatti, tale struttura è stabile anche a bassissime temperature. In altre parle gli acciai inssidabili austenitici nn presentan quell'intervall di caduta di resilienza tipic di tutti gli altri acciai alle temperature inferiri all zer. Se pi si cnsidera che nrmalmente questi acciai risultan pure facilmente saldabili e che la lr saldatura ha bune pssibilità di resistere agli urti, si cmprende facilmente il diffndersi dell'impieg degli stessi in quest camp dì applicazine. INFLUENZA DELLE BASSE TEMPE- RATURE SUGLI ACCIAI INOSSIDA- BILI AUSTENITICI Secnd esperienze cndtte da parecchi autri ed i cui risultati sn stati radunati nella tabella II [, 7, 5], tali acciai (v. tab. I) nn risentn, per quant riguarda l snervament e la resistenza a trazine, alcuna variazine negativa; al cntrari tali caratteristiche vengn decisamente esaltate. Q Tab. I - Analisi indicativa degli acciai inssidabili austenitici citati nel test secnd l'unificazine dell'american Irn Steel Institute {) e lr crrispndenza apprssimata cli'unificazine nazinale secnd la tabella UNI Design L C 0,5 0,5 0,5 Cr Ni Afra Si,5 P 0, S 0,5 min. Altri Ti=5xC min Nb^lOxC min Designazine UNI X 5 CN 808 X 5 CNF 808 X8CN90 X3CN9 X5CN50 X8CNT80 X8CNNbl8 rivista di meccanica - 3/7

2 Tab. II Caratteristiche meccaniche alle basse temperature di alcuni acciai inssidabili all stat rictt. Acciai 30 L 36 3 Temperatura c Caric di snervament all 0, {kgf/mm ) Caric di rttura {kgf/mm ) <*) Ricavat Su lunghezza utile dalla prvetta di 50 mm ( ine). Allungament (*) (H) Strizine () La duttilità, nnstante subisca delle diminuzini (vedasi ad esempi il cmprtament dell'allungament a rttura), permane sempre ad un valre elevat. Per quant riguarda pi altre caratteristiche fisiche, quali il mdul di elasticità e, ad esempi, il cefficiente di dilatazine lineare [7], cme appare chiaramente nella tabella III tali parametri si può dire rimangan quasi cmpletamente inalterati nnstante la diminuzine della temperatura d'impieg. Per quant riguarda pi l'influenza Tab. Ili - alri del cefficiente di dilatazine lineare e nel mdul di elasticità alle basse temperature per alcuni acciai inssidabili all stat rictt.! Acciai 30 Temperatura CC) * Cefficiente di dilatazine (Xl0-*. 8 C) 4,8 3, , ,6 33 Mdul di elasticità (kgf/mm ) E 9^000 3/7 - rivista di meccanica 0

3 Tab. I - Resistenza all'urt alle busse temperai in e. degli acciai niussidu'mh an->'.'- nitici all stat rictt. Le prve sn stale eseguite su prvette tip Charpy.hia cn intagli di tip «keyhle» sia a, ricavate da piastre aventi diverse dimensini e cn rientament secnd la direzine di laminazine trasversalmente alla stessa. Acciai L L L L Spessre della piastra (mm) Orientament della prvetta Tip d'intagli dl ( P J* a m.ibf> , ,5-54 ' delle basse temperature d'impieg sulla resistenza all'urt [8], dbbiam cnsiderare che sebbene essa sia risentita, cme mstra chiaramente la tabella I('). cinnstante rimane sempre elevata, e si mantiene per questi materiali, sperimentati all stat rictt, dell stess rdine di grandezza di quella a temperatura ambiente. D'altra parte la permanenza prlungata a temperature mlt basse nn influenza la resistenza all'urt di questi materiali, cme mstran i dati riprtati nella tabella. Infatti per permanenza a basse temperature (sin a ann) nell'ssìgen (') Si fa ntare che i dati presentali nella tabella I e seguenti, sn stati ricavati da diversi sperimentatri che hann impiegat prvette di resilienza tip Charpy cn intagli differenti. Più precisamente sn stati impiegati tipi di intagli: quell a e quell a buc di chiave, secnd la denminazine anglsassne * keyhle», che nel test viene indicat a vlte per semplicità cn la lettera. Dat che i risultati di tali misure di resilienza eran riginariamente espressi in unita anglsassni (fi. Ibf) si è pensat di nn prcedere alla trasfrmazine in unità metriche (kgy m Jcm ; ) dat che tale Ira sfrmai ine nn avrebbe avut sens, in cnseguenza del fatt che il tip dì prvetta nrmalmente impiegat in Italia per tali determinazini è divers dai due spra menzinali. Si e pertant preferit lasciare indicati i valri nell unità riginarie, tenut presente anche il carattere eminentemente qualitativ e nn quantitativ della prva di resilienza. liquid, l'acciai tip nn presenta sensibili variazini di resilienza. A quest prpsit, d'altrnde, vale la pena di ricrdare l'esperienza cndtta [4] sull stel di una valvla di un impiant di prduzine di ssigen liquid, che vi era rimast immers per 5 anni cnsecutivi. Tale stel era stat cstruit cn acciai tip 303 e aveva denunciat, dp la permanenza spra menzinata, una resilienza, misurata cn prvetta Charpy e intagli «keyhle», pari a 33 ft Ibf a temperatura ambiente e pari a 5 ft Ibf alla temperatura di -8 C. Tab. - Effetti di espsizine prlungala alle basse teniperatitre sull'acciai tip. La resistenza all'urt è stata misurata su prvette tip Charpy cn intagli «keyhle». Temp di espsizine^ 0 30 min. 6 mesi mesi Temperatura (*C) Resilienza (ft Ibf) 85 7, rivista di meccanic 379

4 Per quant riguarda la resistenza all'urt alle basse temperature, l'espe-.rìenza ha sin ad ggi dimstrat che i fattri che influenzan tale parametr sn essenzialmente tre e precìsamente: il cntenut di carbni all'acciai; rincrudiment per lavrazine a fredd; la presenza di ferrite. Il cntenut di carbni agisce nel sens di diminuire, specialmente a temperature mlt basse (temperature dell'ssigen liquid ed inferiri), la resistenza agli urti, data la frmazine di carburi nell'intern della matrice austenitica. Alcuni autri [5] ritengn addirittura che la resistenza agli urti vari in sens inversamente prprzinale alla percentuale di carbni nell'acciai, né, pare, che l'aggiunta di elementi stabilizzanti, quali Ti e Nb, tenda a mdificare tale fenmen di infragiliment [0]. La defrmazine a fredd prvca un incrudiment del materiale, incrudiment che, per csì dire, diminuisce la pssibilità di defrmarsi ulterirmente del materiale stess. ^ Cnsegu'entemente la resistenza all'urt viene a diminuire, e ciò in prprzine diretta cn il grad di incrudiment [3]. La presenza di nuclei sufficientemente numersi di ferrite ed eventualmente di fase sigma può inltre favrire la diminuzine della resistenza agli urti. Ne cnsegue quindi che la via ideale da battere per ttenere la miglire resistenza agli urti a basse temperature sarebbe quella di indirizzarsi su acciai inssidabili cn bass cntenut di car- bni cn una cmpsizine tale da ttenere una struttura austenitica perfettamente stabile ed inltre di evitare, per quant pssibile, l'incrudiment del materiale per lavrazine a fredd. Queste cndizini vviamente sn asslutamente ideali e quindi nn sempre realizzabili in strutture reali. Buna nrma è però quella di attenersi per quant pssibile ad acciai cn bass tenre di carbni. Ciò d'altrnde spiega il larg impieg in quest settre degli acciai del tip. EFFETTI DELLE SALDATURE E LO- RO COMPORTAMENTO ALLE BASSE TEMPERATURE Un prim effett della saldatura è vviamente quell di prvcare un riscaldament della zna circstante la saldatura stessa, cn pericl di sensibilizzare il materiale. A quest prpsit [8] sn state cndtte esperienze su acciai tip 30,, L, le quali hann pst in luce l'influenza negativa di tale riscaldament ed inltre cme ess risulti tant più pernicis, cme del rest già spra accennat, quant maggire è il cntenut di carbni nell'acciai (vedasi figura ). i * sta realizzata cme segue 30 : re a 648 C - :00 re «549 C- L. sensibilizzal -Rictti 9 lavrati d fredd 30 sensibili zat Biclli, lavrali ' a Fredd e ti n -n Temperatura ai prva( c) Fig. - Influenza della ricttura e della sensibilizzazine sulla resistenza all'urt devii acciai inssidabili L. La resilienza è stata misurata su prvette di tip Charpy cn intagli «keyhle». J IO li IO JS JO JJ Riduzine d fredd. Y Fig. - Riduzine della resistenza all'urt dvuta ad incrudiment per lavrazine a fredd ed alla sensibilizzazine per acciai inssidabili tip 30 e. La resilienza è stala misurata su prvette di tip Charpy cn intagli «keyhle» alta temperatura di 84 C. 379 rivista di meccanica

5 Tab. I - Cmprtament di saldature, eseguile su acciai inssidabili, a temperatura di 96"C. La resistenza all'urt è stata misurata su prvette tip Charpy cn intagli «keyhle». Acciai Elettrd 308 Stat a temperatura ambiente (ft lbf) Resilienza a C {ft lbf) A quest prpsit è significativ rilevare cme l'alsi L (a bass carbni: C < ) presenti caratteristiche di resistenza all'urt immutate, sia all stat rictt che sensibilizzat, mentre al cntrari il 30 (C < 0,5 ) accusi un nett decadiment ed il (C : ) pssa essere cnsiderat in cndizini intermedie, pur denunciand un cmprtament senza dubbi miglire del 30. Le cndizini di sensibilizzazine sn state: 30: permanenza di re a 648 C; : permanenza di 00 re a 549 C; L: permanenza di re a 648 C. L'effett dell'incrudiment per lavrazine a fredd e la svrappsizine della sensìbilizzazine all'incrudiment, cme in pratica può avvenire, nelle zne delle strutture saldate vicin aj crdni di saldatura, è rappresentat nel diagramma di fig. [3], in funzine delle riduzini di sezine effettuate cn lavrazine a fredd, per gli acciai 30 e per una temperatura di prva di 84"C. Cme già si era anticipat, il sl incrudiment prvca di per sé un danneggiament della resistenza agli urti dei due acciai, rispett all stat rictt. Tale decadiment è però ancra più marcat se si cnsidera l'effett ingenerat svrappnend all'incrudiment anche la sensibilizzazine (che già di per sé a queste temperature da lug ad un danneggiament mlt sever). Il cmprtament dell'acciai 30 è in quest cas sintmatic: l'effett della sensibilizzazine si svrappne a quell dell'incrudiment in md csi cmplet che praticamente la resistenza all'urt viene grandemente ridtta (scende ali'incirca a 0 ft - lbf) e l'influenza del grad di incrudiment nn è quasi- più sentita. Analg danneggiament, ma in misura decisamente minre, subisce l'acciai, il quale cnserva infatti, anche nella cndizine peggire, un livell di resistenza all'urt apprezzabile {circa ft lbf). Sn state pure effettuate prve di resilienza su lamiere saldate di diversi acciai inssidabili a struttura austenitica, prelevand le prvette nella zna di saldatura [6]. Gli acciai sperimentati sn stati del tip, e, perand cn diversi elettrdi cme illustrat nella tabella I. Le prve sn state cndtte sia a temperatura di "C (ssigen liquid), sia a temperatura ambiente tant sul materiale tal quale quant sull stess pi rictt [6]. E' interessante ntare cme l'acciai (stabilizzat al Nb) nn mstri di sentire l'effett della ricttura, sia a temperatura ambiente, sia a C. L'acciai del pari nn mstra di avere benefici da quest trattament, mentre al cntrari l' accusa un sensibile miglirament della resilienza. Altre prve, cndtte sul sl acciai, hann permess di sperimentare diversi elettrdi e diverse tecnlgie di saldatura. Le prve sn state cndtte a temperatura di 54 "C e i 3 rivista di meccanica - 3/7

6 Tab. II - Resistenza all'urt di prvette saldate di acciai alla temperatura di S4"C. La resilienza è stata misurata su prvette tip Charpy cn intagli * keyhle» e ciascun valre indicat è la media di 4 risultati. Tip di elettrd "E (0,07 C) E -5 (0, ò O E 308 L-5 (0^ ferrite) E 308 L-5 (4 ferrite) E 308 L-6 (4 ferrite) E308L Rivestiment dell'elettrd ssid di titani nessun Prcess dì saldatura. cn elettrd cnsumabile in gas inerte (*) Resilienza (ft lbf) 7 (*) II gas inerte di prtezine era cstituit da una miscela frnata da due flussi, un dì argn cn prtata di 3 m'/h e l'altr di azt cn prtala dì 0. mh risultati sn riprtati nella tabella II. ESEMPIO DI REALIZZAZIONE DI CONTENITORI SALDATI IN ACCIAIO PER IDROGENO LIQUIDO Cme esempi applicativ di quant spra espst varrà citare la realizzazine di cntenitri sferici in acciai [9], cntenitri che dvevan lavrare ad una temperatura di -54 C. Le dimensini di tali sfere eran: diametr intern 575 mm; spessre 48 mm. La pressine di esercizi era di 6,5 kgf/cnr e il limite minim di resilienza richiesta era di 5 ft lbf secnd le nrme ASME. Era inltre prescritt che il cntenut di carbni nel crdne di saldatura dvesse essere nn superire a 0,05 e che la percentuale di ferrite dvesse essere del 5-^9. Era prescritt inltre una assluta pulizia interna, dat che la cavità della sfera nn risultava accessibile dp saldatura. Si dvette quindi eseguire la saldatura cmpletamente dall'estern. All scp di evitare l'intrduzine di spruzzi di saldatura nell'intern della sfera, si prvvide a saldare lung l'equatre di una delle due emisfere cstituenti la sfera (sui brdi delle quali si era già prvvedut a ricavare di macchina il bisell per la saldatura) un insert a frma di T rvesciata (vedasi fig. 3). AccuiO Diametr intern 575 mm 3* FASE - saldatura dd «"c STWW ecn Chrmenar e t Arc*ile : s*ld*lur* tà «re cnchrmentì Fig. 3 - Tre iasi delle perazini di saldatura dall'estern di sfere in acciai tip. Psizinate quindi l'una rispett all'altra le due semisfere e cllegatele mediante rbuste sbarre, si prvvedeva, sstenend il cmpless cn appsita attrezzatura, ad effettuare una prima passata di fnd. In un secnd temp, sempre usand una attrezzatura di saldatura in atmsfera di argn e cn elettrd di tungsten, si prvvedeva ad effettuare altre 4 passate ttenend un crdne piatt ed unifrme. Il materiale d'apprt usat in questa fase era del Chrmend 3/7 - rivista di meccanica U

7 (cn cmpsizine indicativa 0,07 C, 9 Cr, 9 / Ni e fé). La saldatura cmpleta del giunt venne ultimata cn parecchie passate eseguite cn un elettrd di tip 308 di diametr /8" (= 3,75 mm) usand una nrmale attrezzatura di saldatura ad arc smmers. Le prve, cndtte su prvette saldate in tali cndizini garantirn eccellenti caratteristiche tra cui una resilienza di - ft Ibf alla temperatura di prva di -54 *C (prvette tip Charpy cn intagli «keyhle»). Del pari i cntenitri superarn agevlmente la prva di pressine dì 90 kgf/cm*. Altri cntenitri sferici analghi di dimensini minri (diametr intern pari a 737 mm e spessre 9 mm) sn stati cstruiti impiegand la stessa tecnica realizzata. BIBLIOGRAFIA [] McCONNELL, J.H. & BRADY, R.R.: «Austenitic stainless steels thusands f tns in -300 t -45 F service» in: «Chemical Engineering», lugli 9. [] RUSSEL, F..: Cmunicazine della Unin Carbicie Metals C. [3] SCHMIDT, E. H.: «Lw temperature impact f annealed and sensitized 8/8» in: «Metal Prgress», nvembre 948. [4] BINDER, W.O.: «Effect f cld wrk at lw temperature n austenitic 8/8» in: «Metal Prgress», agst 9. [5] RAMER, A. & BALDWIN, W. Jr.: «Carbide precipitatin and brittleness in austenitic stainless steel» in: ASM Trans, i. 50, 958. [6] RIOBO,.M. & THOMAS, R.D. Jr.: «Impact tests f welded austenitic stainless steels» in: «Welding Research Supplement», settembre 950. [7] FURMAN, D.E.: «Thermal expansin characteristìcs f stainless steels between -300 and.000 F» in: * Jurnai f Metals», aprile [8] RIOBO,.M.: «Prperties f austenitic stainless steels at lw temperatures», NBC, circlare 50. [9] ***: «Precise welding simplifies fabricatin f spheres fr crygenic testing» in: «Welding Jurnal», p , lugli 96. [IO] FAUEL: «Cntributin à l'étude de la fragilité des aciers inxidables austénitiques 8/8 aux très basses températures» in: «Revue du Nickel», gennai-febbrai 963. [] COLOMBIER, L. & HOCHMANN, J.: «Aciers inxydables, aciers refractaires», 955. [] ***: «La Metallurgie», vi. 83, n.. gennai 95. [3] BASTIEN, P. & DEDIEU, J.; «Metaux et crrsin», nv. 95, p. 43. [4] BASTIEN, P. & DEDIEU, J.: «CR. Académies des sciences», 3, p , 950. [5] PLATEAU, J. et alii: «Revue universelle des mines», ttbre 956, n [6] BERNARD, J.. & MOREAU, J.: «Jurnal de l'iristitut Mét.», p , 954. [7] GUESSIER, A. & CASTRO, R.: «Revue de Metallurgie», n., p , febbrai 958. [8] PARER, E.R.: «Sympsium n effect f -temperature n thè brittle behaviur f metals with particular reference t lw temperature», ASTM Pubbli., n. 58. [9] EICHELMANN, G. & HULL, F.C.: «Trans. ASTM», i. 95, p. 77, 953. [0] RIOBO,. N.: «Bulletin n. de la sciété ryale belge des ìngénìeurs et des industriels», 95. [] ***: «What Electrde t use fr welding type Stainless» in: «Metal Prgress», gennai.96. [] TEMPLE, R.W. et alii: «Ecnmie analysis f materiate in crygenic cntaìners» in: «Structures and materia] s cnference, American Rcket Sciety», aprile memria riprtata in «Materials in design eng.», giugn 963, p. 6-=-64. [3] CAMPBELL, J.C. & RICE, L.P.: «Prperties f thè precipitatin hardening stainless steel and lw-ally high-strength steels at very lw temperature», Cnvegn annuale ASTM, Atlantic City, giugn 9, memria riprtata in: «Metal Prgress», settembre 96, p [4] ESPEY, G. B. et alii: «Sme factrs influencing thè fracture tughness f sheet allys fr use in lightweight crygenic tankage», Cnvegn annuale ASTM, Atlantic City, giugn 96, memria riprtata in: «Metal Prgress», maggi 96, p [5] ALLEGHENY & LUDLUM: «Check thè crygenic prperties f allegheny stainless and special steels» in: «Materials in design eng.», aprile 963, p [6] INCO: «Bibligraphy n lw temperature characteristics f steel», aprile 9. [7] HUNTER, J. R.: «The lw temperature prperties f thè stainless steels», Allegheny - Ludlum Steel Crp. f Pittsburg, I9. 5 rivista di meccanica 397

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8

SAFAP 2012, Napoli 14-15 giugno ISBN 978-88-7484-230-8 Valutazione della Minimum Pressurizing Temperature (MPT) per reattori di elevato spessore realizzati in acciai bassolegati al Cr-Mo, in esercizio in condizioni di hydrogen charging Sommario G. L. Cosso*,

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Cos è l acciaio inossidabile? Fe Cr > 10,5% C < 1,2%

Cos è l acciaio inossidabile? Fe Cr > 10,5% C < 1,2% Cr > 10,5% C < 1,2% Cos è l acciaio inossidabile? Lega ferrosa con contenuti di cromo 10,5% e di carbonio 1,2% necessari per costituire, a contatto dell ossigeno dell aria o dell acqua, uno strato superficiale

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Procedimenti di saldatura elettrica

Procedimenti di saldatura elettrica Procedimenti di saldatura elettrica SALDATURA AD ELETTRODO Raddrizzatori a regolazione meccanica Sono le macchine più semplici ed economiche per saldare. Ricevono in ingresso un voltaggio in corrente alternata

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici.

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici. IL FERRO Fe 1 Il ferro è un metallo di colore bianco grigiastro lucente che fonde a 1530 C. E uno dei metalli più diffusi e abbondanti sulla terra e certamente il più importante ed usato: navi, automobili,

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE DEGLI ACCIAI

CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE DEGLI ACCIAI CLASSIFICAZIONE E DESIGNAZIONE DEGLI ACCIAI La classificazione e la designazione degli acciai sono regolamentate da norme europee valide in tutte le nazioni aderenti al Comitato Europeo di Normazione (CEN).

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

Gli acciai inox e la resistenza alla corrosione

Gli acciai inox e la resistenza alla corrosione materiali Gli inossidabili sono leghe ferrose che riescono a unire le proprietà meccaniche, tipiche degli acciai, alle caratteristiche intrinseche dei materiali nobili quali, tipicamente, le notevoli doti

Dettagli

per impieghi ingegneristici ad alto snervamento Tubi in acciaio senza saldatura

per impieghi ingegneristici ad alto snervamento Tubi in acciaio senza saldatura Tubi in acciaio senza saldatura ad alto snervamento per impieghi ingegneristici Tenaris produce un estesa gamma dimensionale di tubi senza saldatura, in acciaio ad alto snervamento, che trovano la loro

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

Rapporto CESI. Cliente: Oggetto: Ordine: Contratto CESI n. 71/00056. Note: N. pagine: 13 N. pagine fuori testo: Data: 30.05.2000.

Rapporto CESI. Cliente: Oggetto: Ordine: Contratto CESI n. 71/00056. Note: N. pagine: 13 N. pagine fuori testo: Data: 30.05.2000. A0/010226 Pag.1/13 Cliente: Ricerca di Sistema Oggetto: Determinazione della tenacità di acciai eserciti - Correlazioni per stime di FATT da prove Small Punch Ordine: Contratto CESI n. 71/00056 Note: DEGRADO/GEN04/003

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Acciai inossidabili austenitici al cromomanganese

Acciai inossidabili austenitici al cromomanganese Acciai inossidabili austenitici al cromomanganese Un approccio europeo Serie Materiali e Applicazioni, Volume 12 Euro Inox Euro Inox è l associazione europea per lo sviluppo del mercato dell acciaio inossidabile.

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Modelli di dimensionamento

Modelli di dimensionamento Introduzione alla Norma SIA 266 Modelli di dimensionamento Franco Prada Studio d ing. Giani e Prada Lugano Testo di: Joseph Schwartz HTA Luzern Documentazione a pagina 19 Norma SIA 266 - Costruzioni di

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

1. Scopo dell esperienza.

1. Scopo dell esperienza. 1. Scopo dell esperienza. Lo scopo di questa esperienza è ricavare la misura di tre resistenze il 4 cui ordine di grandezza varia tra i 10 e 10 Ohm utilizzando il metodo olt- Amperometrico. Tale misura

Dettagli

IL TRASFORMATORE Prof. S. Giannitto Il trasformatore è una macchina in grado di operare solo in corrente alternata, perché sfrutta i principi dell'elettromagnetismo legati ai flussi variabili. Il trasformatore

Dettagli

Teoria del campo cristallino (CFT)

Teoria del campo cristallino (CFT) Teoria del campo cristallino (CFT) Interazione elettrostatica (non covalente) tra: - leganti anionici cariche elettriche puntiformi - leganti neutri dipoli elettrici con la parte negativa verso il centro

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

Essi possono contenere, oltre al cromo (12% 30%) e al nichel (0% 35%), anche altri componenti chimici a seconda delle specifiche esigenze.

Essi possono contenere, oltre al cromo (12% 30%) e al nichel (0% 35%), anche altri componenti chimici a seconda delle specifiche esigenze. Gli acciai inossidabili sono leghe FERRO-CROMO o FERRO-CROMO-NICHEL, di varia composizione, la cui principale caratteristica è la resistenza alla corrosione. Essi possono contenere, oltre al cromo (12%

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

Valvole KSB a flusso avviato

Valvole KSB a flusso avviato Valvole Valvole KSB a flusso avviato Valvole KSB di ritegno Valvole Idrocentro Valvole a farfalla Valvole a sfera Valvoleintercettazionesaracinesca Valvole di ritegno Giunti elastici in gomma Compensatori

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

LAVORAZIONE DI UTENSILI

LAVORAZIONE DI UTENSILI Creating Tool Performance A member of the UNITED GRINDING Group LAVORAZIONE DI UTENSILI Grinding Eroding Laser Measuring Software Customer Care WALTER ed EWAG sono aziende leader a livello mondiale per

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

Saldatura ad arco Generalità

Saldatura ad arco Generalità Saldatura ad arco Saldatura ad arco Generalità Marchio CE: il passaporto qualità, conformità, sicurezza degli utenti 2 direttive europee Direttiva 89/336/CEE del 03 maggio 1989 applicabile dall 01/01/96.

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo.

Forze Conservative. Il lavoro eseguito da una forza conservativa lungo un qualunque percorso chiuso e nullo. Lavoro ed energia 1. Forze conservative 2. Energia potenziale 3. Conservazione dell energia meccanica 4. Conservazione dell energia nel moto del pendolo 5. Esempio: energia potenziale gravitazionale 6.

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA

LA CORRENTE ELETTRICA L CORRENTE ELETTRIC H P h Prima che si raggiunga l equilibrio c è un intervallo di tempo dove il livello del fluido non è uguale. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore () verso

Dettagli

Manuale di progettazione per strutture in acciaio inossidabile. (Terza Edizione)

Manuale di progettazione per strutture in acciaio inossidabile. (Terza Edizione) Manuale di progettazione per strutture in acciaio inossidabile (Terza Edizione) 006 Euro Inox e The Steel Construction Institute -87997-06-X -87997-039-3 (Prima Edizione) Euro Inox e The Steel Construction

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli