COMUNE DI LIMONE SUL GARDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI LIMONE SUL GARDA"

Transcript

1 COMUNE DI LIMONE SUL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA C A R T A D E I S E R V I Z I

2 CARTA DEI SERVIZI Il Comune di Limone sul Garda si impegna con i cittadini e le imprese ad ascoltare le loro esigenze ed aspettative; a dichiarare i livelli di qualità dei diversi servizi offerti, a misurare la qualità ed il gradimento dei servizi, nonché a migliorarli costantemente avendo come obiettivo finale la piena soddisfazione dell utenza. Impegnandosi a rispettare la Carta dei Servizi, il Comune di Limone sul Garda vuole accrescere il rapporto di fiducia con i cittadini, in un ottica di trasparenza e di rispetto dei reciproci diritti e doveri, impegnandosi a rispettare quanto di seguito esposto. La Carta dei Servizi sarà aggiornata quando interverranno significative variazioni. ORGANI DI INDIRIZZO POLITICO-AMMNISTRATIVO Sono Organi di indirizzo politico-amministrativo del Comune di Limone sul Garda: il Consiglio Comunale; la Giunta Comunale; il Sindaco. Il Consiglio Comunale ed il Sindaco vengono eletti direttamente dai cittadini; i componenti della Giunta Comunale sono nominati dal Sindaco.

3 IL SINDACO Sindaco: Franceschino Risatti Carica: Sindaco Competenza: Lavori Pubblici, Turismo, Risorse Umane, Urbanistica ed Edilizia Privata Orario Ricevimento: Martedì e il Venerdì dalle ore alle ore LA GIUNTA Franceschino Risatti Carica: Sindaco Competenza: Lavori Pubblici, Turismo, Risorse Umane, Urbanistica ed Edilizia Privata Orario Ricevimento: Martedì e il Venerdì dalle ore alle ore (Segreteria Comunale) Italia Franca Gasparinetti Carica: Vice Sindaco Competenza: Servizi Sociali, Sanità, Casa Albergo Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale) Angelo Colle Carica: Assessore Competenza: Viabilità, Trasporti, Gardauno Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale) Rodolfo Risatti Carica: Assessore Competenza: Sport e Tempo Libero, Ecologia, Verde Pubblico, Parchi Urbani, Istruzione Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale) Renato Segala Carica: Assessore esterno Competenza: Ambiente, Ecologia, Innovazione Tecnologica Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale)

4 CONSIGLIERI COMUNALI AMMINISTRATORI DEL COMUNE DI LIMONE SUL GARDA ELETTI L' Franceschino Risatti Sindaco Italia Franca Gasparinetti Vice Sindaco Rodolfo Risatti Consigliere di Maggioranza Rudi Montagnoli delega al Demanio, Porti, Aeroporti, Pubbliche Relazioni Consigliere di Maggioranza Antonio Martinelli delega alla Cultura, Biblioteca, Protezione Civile, Coordinamento Associazioni Consigliere di Maggioranza Giovanni Fedrici delega al Bilancio, Tributi, Informagiovani, Manifestazioni Capogruppo Consigliere di Maggioranza Dario Dagnoli delega al Commercio, Attività Produttive Consigliere di Maggioranza Gabriele Girardi delega al Progetto Giovani, Politiche Energetiche Consigliere di Maggioranza Angelo Colle Consigliere di Maggioranza Giovanni Battista Martinelli Consigliere di Minoranza Marco Girardi Consigliere di Minoranza Oscar Fort Consigliere di Minoranza Bernardo Tosi Consigliere di Minoranza

5 ORGANIGRAMMA DEL COMUNE DI LIMONE SUL GARDA La struttura organizzativa di questa Amministrazione è sintetizzata attraverso il seguente organigramma: SEGRETARIO COMUNALE SETTORE AMMINISTRATIVO Servizio Segreteria Servizio Protocollo Servizio Commercio/SUAP Servizio Turismo Servizio Informatica Servizio Demografico SETTORE SOCIO ASSISTENZIALE Servizi Sociali e Culturali SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio di Polizia Locale SETTORE CONTABILE Servizio economico-finanziario Servizio Tributi SETTORE TECNICO Servizio Urbanistica e Edilizia Privata Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni

6 Il Segretario Comunale Segretario Comunale: Dott.ssa Marilena Però Il Segretario Comunale è nominato dal Sindaco ed è scelto tra gli iscritti nell'albo nazionale dei segretari comunali. Svolge compiti di collaborazione e funzione di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi dell' Ente in ordine alla conformità dell' azione amministrativa alle leggi, allo Statuto ed ai Regolamenti. Partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni del Consiglio e della Giunta e ne cura la verbalizzazione, presiede l'ufficio comunale per le elezioni in occasione delle consultazioni popolari e referendarie, definisce la corretta competenza del Consiglio Comunale e della Giunta a deliberare su determinati atti. Cura, su richiesta del Sindaco, singoli atti e procedimenti che richiedano particolare attenzione giuridicoamministrativa. Segnala le novità legislative e le decisioni della giurisprudenza. GLI UFFICI L'Uffico Tecnico si divide in: Settore Urbanistica ed Edilizia privata: Responsabile del Servizio: Risatti Francescino - Sindaco Personale amministrativo: Geom. Luciano Boschi Maria Teresa Ferrari Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Il settore Urbanistica ed Edilizia privata sovrintende alle generali attività di gestione del territorio (urbanistica ed edilizia). Settore Lavori pubblici: Responsabile del Servizio: Ing. Silvano Flessati Personale amministrativo: Geom. Luisa Girardi Geom Francesco Moschini Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Il settore Lavori pubblici sovrintende qualsiasi intervento condotto dalla Pubblica Amministrazione o finalizzato al pubblico uso. Sono pertanto compresi tutti gli interventi necessari per realizzare nuove opere o per mantenere in efficienza quelle esistenti. Ufficio Ragioneria e Tributi Funzionario incaricato: Rag. Patrizia Pelizzari Personale amministrativo: Rag. Cecilia Fava Dott.ssa Pia Beretta

7 Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Attività: Predisporre i bilanci annuali e pluriennali, il conto consuntivo e la relativa documentazione prevista dalla vigente normativa. Garantire un'attività di vigilanza sul servizio di tesoreria. Realizzare statistiche finanziarie, economiche e verifiche di cassa. Effettuare la tenuta dell'inventario dei beni mobili ed immobili in collaborazione con i Servizi interessati e gli adempimenti amministrativi e contabili di competenza nel rispetto della vigente normativa. Effettuare la gestione contabile delle entrate di natura patrimoniale e dei proventi delle rette dei servizi pubblici comunali, dei beni patrimoniali, per oneri di urbanizzazione, ecc. Qui di seguito si possono reperire informazioni relativa ai principali settori di intervento ed attività dell'ufficio L'Ufficio Anagrafe - Stato Civile Funzionario responsabile: Risattti Franceschino - Sindaco Personale amministrativo: Vanny Vadalà Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) L'Anagrafe comunale è un servizio di grande importanza che il Comune esercita per conto dello Stato, in quanto, essendo più vicino alla popolazione interessata, può svolgerlo meglio e più tempestivamente. L'Anagrafe ha lo scopo di costituire, in ogni momento, la "fotografia" della realtà della popolazione che ha la sua dimora abituale nel territorio del comune ed adeguarla costantemente alle situazioni di fatto esistenti. L'Ufficio svolge i seguenti servizi: - Stato Civile - Anagrafe - Elettorale - Leva - Cimiteriali Per i Servizi Demografici rilascia i seguenti certificati: - dichiarazioni sostitutive atti di notorietà; - autentica copie documenti; - autentica firme e foto; - stato di famiglia; - esistenza in vita; - cittadinanza; - matrimonio; - morte; - nascita; - residenza; - stato libero; - estratti morte, etc. - certificati comulativi; - godimento diritti politici. Predispone domande e documentazione necessaria per: - rilascio e rinnovo passaporto (1); - richiesta certificato penale (2); - richiesta certificato penale generale (3); - domande licenza di pesca (4); - domande rilascio carte di identit (5); - Domande per l'espatrio di minorenni (6); - Domande per trasferimenti di residenza (7); - Domande per trasferimenti dì abitazione (8); - Domande aggiornamento patente e libretto circolazione (9); - Pubblicazioni di matrimonio (10); - Cremazioni (11); - dichiarazioni per domande di pensione (12);

8 - autocertificazioni (13); - domande di dispensa leva militare (14); - rilascio libretti di lavoro (15); - rilascio libretti sanitari (16); - domande licenza di caccia (17); - formazione atti di nascita (18); - preparazione documentazione per rilascio tessera sanitaria (19) - domande loculi cimiteriali (20); - domande posa lapidi cimiteriali (21) Autocertificazione Con l'entrata in vigore del D.P.R. 28 dicembre 2000 n 445, è in atto nel nostro Paese, un importante processo di "sburocratizzazione" e semplificazione amministrativa per riformare la Pubblica Amministrazione e farla funzionare in maniera più efficace e trasparente. Grazie all' Autocertificazione, il cittadino può infatti evitare di richiedere preventivamente i certificati necessari ad avviare una pratica presso un ufficio pubblico: Ufficio Segreteria, Commercio e Turismo Responsabile del Servizio: Risatti Franceschino - Sindaco Personale amministrativo: Delaini Antonella Tosi Francesca Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Il Servizio Commercio si occupa del rilascio di licenze ed autorizzazioni per nuove aperture, subingressi e variazioni relative alle attività ricettive, commerciali e dei pubblici esercizi. Il Servizio Turismo organizza le manifestazioni turistiche programmate nel calendario degli eventi. Il Servizio Segreteria si occupa di predisporre le deliberazioni di Giunta, Consiglio e di tutti gli atti e provvedimenti che riguardano la vita amministrativa dell'ente. Ufficio Polizia Locale AREA VIGILANZA Servizi di Polizia locale POLIZIA LOCALE Il Comune di Limone sul Garda garantisce sul proprio territorio, per tutto l anno, un servizio di vigilanza per tutte le 24 ore. La polizia locale è coadiuvata per tale servizio da Guardie Giurate. Dipendenti Responsabile: Attilio Bettanini Agente Grillo Maurizio Agente Vela Saverio Agente Mark Boscaini Agente Stefania Mannarino Autista scuolabus: Salvatore Capizzi Telefono: Fax: polizia SERVIZI SOCIALI Responsabile: Vice Sindaco Italia Gasparinetti Franca

9 Personale Amministrativo: Gianfranco Zanelli Assistente sociale: Marina Poinelli servizi Orario Apertura: Tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore Il Comune garantisce alla cittadinanza il servizio infermieristico per 6 giorni alla settimana con 2 infermiere professionali. Garantisce altresì il servizio pediatrico con visite settimanali, secondo un protocollo d intesa stipulato con l ASL di Salò. Altro importante servizio è quello di Assistenza domiciliare agli anziani e disabili. BIBLIOTECA Personale amministrativo: Gianfranco Zanelli Telefono: Orario Apertura: Tutti i pomeriggi dalle ore alle ore Si informano gli utenti che presso la biblioteca, durante l'orario di Orario Apertura, è attivo il servizio di consultazione Internet.

10 IL COMUNE DI LIMONE SUL GARDA E LA CERTIFICAZIONE EMAS Che cosa è? EMAS è l acronimo di Eco Management Audit Scheme ovvero sistema di controllo e gestione ambientale. Il sistema è attualmente disciplinato dal Regolamento UE 1221/2009. EMAS è un sistema volontario: cui possono aderire tutte le organizzazioni (imprese e/o enti) interessate a migliorare le proprie prestazioni ambientali. L organismo competente, in Italia, per il rilascio della certificazione EMAS è il Comitato Ecolabel Ecoaudit del Ministero dell Ambiente, che si avvale del supporto tecnico dell ANPA. A cosa serve? Gli obiettivi della registrazione EMAS sono: promuovere un miglioramento continuo delle prestazioni ambientali degli enti e/o delle imprese fornire al pubblico ed agli altri soggetti interessati del territorio informazioni sull impatto e sulle performance ambientali di enti e/o di imprese, nonché sul continuo miglioramento delle loro prestazioni ambientali. Per conoscere di più su EMAS visita anche: il sito istituzionale dell'agenzia Per la Protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici: Oppure l'arpa Lombardia: Il Progetto del Comune di Limone sul Garda Il Progetto di certificazione ambientale del Comune di Limone sul Garda rientra all'interno di un'azione strategica Regione Lombardia per incentivare la diffusione di pratiche di gestione ambientale certificate presso gli enti istituzionali che possono avere, direttamente o indirettamente degli impatti sul territorio. Obiettivi Obiettivo principale del progetto è quello di creare un sistema gestionale che permetta di tenere sotto controllo tutti gli aspetti ambientali generati dalle attività svolte direttamente o indirettamente dal Comune al fine di minimizzare l'impatto ambientale. I Comuni, inoltre, attraverso l'attività di pianificazione, di rilascio di autorizzazioni e di comunicazione, hanno l'obiettivo di incentivare comportamenti eco-compatibili anche presso coloro che vivono ed operano sul territorio. A titolo di esempio si elencano di seguito, alcuni aspetti ambientali di un Comune Aspetti ambientali diretti Consumo energetico. Consumo idrico. Acquisti. Mantenimento strutture (presi in considerazione anche alcuni elementi di sicurezza sul lavoro). Emissioni nell'aria nella gestione degli edifici e dei trasporti. Scarichi idrici nella gestione degli edifici comunali. Limitazione, riciclaggio, riutilizzo, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi e di altro tipo, specialmente dei rifiuti pericolosi provenienti da strutture comunali. Uso e contaminazione del terreno. Questioni locali (rumore, vibrazioni, odore, polvere, impatto visivo, ecc.). Questioni di trasporto (per le merci, i servizi erogati e i dipendenti). Gestione delle aree verdi. Aspetti ambientali indiretti

11 Appalti e gare per fornitori e appaltatori e subappaltatori - Chi gestisce i Cantieri dovrà applicare anche tutte le norme di sicurezza oltre a quelle ambientali). Effetti delle politiche e di decisioni amministrative e di programmazione. Pianificazione delle decisioni. Finanziamenti e prestiti. Investimenti. Scelta e composizione dei servizi (ad esempio, trasporti o ristorazione). Qualità dell'acqua e gestione degli scarichi di abitazioni e aziende (particolare attenzione alle acque bianche). Promozione della cultura ambientale sul territorio. Eco-incentivazioni alle imprese. Documento di gestione ambientale E POSSIBILE CONSULTARE SUL SITO DEL COMUNE DI LIMONE IL DOCUMENTO DI GESTIONE AMBIENTALE OBIETTIVI Gli obiettivi più generali per cui l'amministrazione ha deciso di intraprendere il percorso verso l'eccellenza ambientale e impegnarsi a migliorare continuamente le proprie prestazioni ambientali sono i seguenti: gestione ambientale di qualità; garanzia e conformità alla normativa ambientale; informazioni ambientali convalidate in modo indipendente; gestione dei rischi ambientali; maggiori opportunità sui mercati sensibili ad un turismo rispettosa dell'ambiente; migliori rapporti con le comunità locali, le autorità di controllo e con gli ospiti; impiego del logo EMAS come strumento di marketing. Poiché la Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano ha intrapreso diverse azioni per delineare lo sviluppo socio - economico in un quadro di sostenibilità ambientale e valorizzazione del territorio il Comune di Limone sul Garda, collaborerà fattivamente per la riuscita dei progetti proposti; il più significativo è il "Progetto Qualità del Parco". RISULTATI ATTESI Ci si aspetta che grazie alla sistematizzazione del modo di operare sull'ambiente, contenuta in questo progetto, si possano ottenere risultati in termini di (elenco non esaustivo): a. Risparmio delle risorse (territorio, acqua, energia, ecc.). b. SSensibilizzazione della popolazione ai temi ambientali e riavvicinamento al proprio territorio. c. Stimolo alla replicabilità da parte degli operatori turistici. d. Un turismo più consapevole e di qualità. e. Riduzione della produzione dei rifiuti f. Miglior ambiente di lavoro e maggiore soddisfazione dei dipendenti; SOGGETTI COINVOLTI: Modalità di Gruppo Categorie coinvolte coinvolgimento di lavoro integrazione Amministratori Assessori e Consiglieri Comunali Decisioni in materia di politica ambientale Dipendenti comunali Operatori economici Tutti ed in particolare quelli del Servizio Tecnico, dell'ufficio Polizia Municipale e Commercio, dell'ufficio Attività Culturali e Sport Cooperativa Agricola Possidenti Oliveti (produzione olio) Sensibilizzazione a tutti e formazione su procedure specifiche per quelli dei servizi direttamente coinvolti Tramite promoter Comportamenti ambientalmente sostenibili

12 Popolazione Turisti Scuole Associazioni Istituzioni Operatori turistici / culturali (alberghi, campeggi, residence) Consorzio Turistico Limonese Commercianti e Ristoratori Consorzio Turistico Limonese Fornitori del Comune (verde pubblico, rifiuti, impianti termici, pulizie, edilizia, idraulica?) Consorzio Lago di Garda Banche e Istituti di credito Tutti la Cittadinanza Turisti italiani, turisti Europeri, turisti stranieri Dirigenti scolastici, insegnanti (materna ed elementare) Associazioni di volontari, (Gruppo Alpini Limone, croce bianca, Società sportiva Limonese) Regione Lombardia Provincia di Brescia e ATO Comunità Montana Alto Garda Bresciano GAL Garda Valsabbia ARPA Lombardia GARDA UNO (ente gestore ciclo rifiuti) Vigili del Fuoco e Protezione civile BIM Sarca e Mincio Tramite promoter Integrazione dei Sistemi di Gestione Ambientale ( SGA ) o adozione del Marchio Ecolabel Tramite promoter Comportamenti ambientalmente sostenibili, e integrazione dei Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) Introduzione di protocolli per gli "Acquisti verdi" (http://www.compraverde.it/ ) Riunione iniziale, integrazione dei SGA con quello comunale Finanziamento di progetti Pubblici o Privati per il risparmio di risorse ( idriche e energetiche ) - Sensibilizzazione e coinvolgimento. - Questionario sulla percezione delle criticità ambientali / reclami. - Incontri pubblici - Sportello informativo virtuale - Forum su tematiche ambientali - Pubblicazioni dedicate (Giornalino, "INFO" ecc.) Informazione sulla registrazione EMAS del comune e sui marchi ECOLABEL Incontri nelle scuole, Educazione Ambientale - mostre itineranti su Acqua, Energia e Clima Coordinamento per l'organizzazione di iniziative ed eventi. riunioni gruppo di lavoro ogni 2 mesi Organizzazione di "ECOFESTE" in occasione della "Festa dei Sapori", Festa del Pescatore, Festa Alpina in loc. Fortini", "festa degli alberi" Alpini: educazione ambientale con i ragazzi delle scuole elementari e medie. Finanziamento del progetto - resoconto periodico dello stato di avanzamento - aggiornamento normativo - Comunicazione e condivisione degli obiettivi - passaggio delle reti idriche Collaborazione nella diffusione delle buone pratiche in tema energetico e di certificazione ambientale Collaborazione nella diffusione delle buone pratiche in tema energetico e di certificazione ambientale - Piano di Sviluppo Locale dati per analisi ambientale - affiancamento su progetti specifici, verifica normativa Campagne di informazione comuni sulla raccolta differenziata, stretta collaborazione nella definizione del metodo di raccolta - incontri con Sindaco e Assessori Analisi Ambientale e alcuni incontri con la popolazione per spiegare gli impatti ambientali di incendi e incidenti industriali. Finanziamenti su interventi migliorativi del patrimonio edilizio

13 Riviera dei Limoni Comunità del Garda Diffusione del progetto di registrazione EMAS ai turisti e diffusione di buone pratiche legate ai consumi dei turisti. Diffusione di informazione sul progetto in corso Personale coinvolto nel progetto Vengono elencate le persone che a vario titolo entreranno a far parte del gruppo di lavoro che nel corso del progetto e poi in modo definitivo si occuperanno del sistema di gestione ambientale. Contatti utili per richiesta di informazioni e suggerimenti Sindaco: Franceschino Risatti Segretario Comunale: Dott.ssa Marilena Pero' Servizio Tecnico: Geom. Luisa Girardi Sigeambiente P.Iva Tel./Fax Skype (Brescia): sigeambientebs Via A. Lamarmora, 169 Informazioni Utili Sportello informativo virtuale Gli effetti positivi sullo stato dell'ambiente (a livello locale e globale) dipendono fortemente dal comportamento di tutti: Qui di seguito puoi trovare indicazioni utili per: risparmio di risorse in generale Impatto Zero - il primo progetto italiano che concretizza il Protocollo di Kyoto Consigli per ridurre il consumo di acqua - guida all'uso della principale risorsa della nostra vita Risparmio energetico e relativi finanziamenti Casarinnovabile.it - Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio Autorità per l'energia Elettrica e il Gas Punto Energia - Regione Lombardia - Certificazione energetica degli edifici in Lombardia ENI - Ente Nazionale Idrocarburi - Consumare meno guadagnandoci tutti Raccolta differenziata dei rifiuti Garda Uno - Azienda di Servizi per la Tutela Ecologica del Lago di Garda Provincia di Brescia - Rifiuti ed Energi; trattamento e smaltimento dei rifiuti Educazione ambientale

14 Portale delle Acque - è un servizio on line del Ministero della Salute realizzato in collaborazione con l'istituto superiore di sanità, le Regioni e Province autonome e le Agenzie regionali per l'ambiente (ARPA), per fornire alla popolazione informazioni corrette e tempestive sullo stato qualitativo delle acque di balneazione e la loro sicurezza). Partner tecnologico è l'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Comunità del Garda - ente territoriale interregionale - L'ambiente del Lago di Garda in tutti i suoi aspetti, dalla balneabilità, alle principali specie ittiche che vivono nel lago di Garda Inquinamento luminoso e ottico La luce è un elemento naturalmente presente, anche in fase notturna. Quando i naturali livelli di luce vengono alterati artificialmente, si parla di inquinamento luminoso. La regione Lombardia, al fine di: ridurre l'inquinamento luminoso ed ottico sul territorio regionale; razionalizzare i consumi energetici degli apparecchi di illuminazione esterni; ottimizzare i costi di esercizio e manutenzione di questi ultimi; tutelare l'attività di ricerca scientifica degli osservatori astronomici ed astrofisici; tutelare gli equilibri ecologici sia all'interno che all'esterno delle aree naturali, ha approvato la Legge Regionale (LR) n. 17 del 27 marzo 2000 ("Misure urgenti in tema di risparmio energetico ad uso di illuminazione esterna e di lotta all'inquinamento luminoso"), definendo: inquinamento luminoso dell'atmosfera: ogni forma di irradiazione di luce artificiale che si disperda al di fuori delle aree a cui essa è funzionalmente dedicata e,in particolar modo, oltre il piano dell'orizzonte; inquinamento ottico o luce intrusiva: ogni forma di irradiazione di luce artificiale diretta su superfici o cose cui non è funzionalmente dedicata o per la quale non è richiesta alcuna illuminazione. Per Legge le Pubbliche Amministrazione dovranno quindi elaborare un piano di illuminazione che si andrà a integrare con lo strumento urbanistico generale e che conterrà il censimento e lo stato di manutenzione degli impianti inquinanti, la disciplina delle nuove istallazioni, nonché i tempi, le modalità di adeguamento, manutenzione o sostituzione di quelle esistenti. I Comuni dovranno inoltre rilasciare un'apposita autorizzazione per tutti gli impianti di illuminazione esterna, comprese ad esempio le insegne pubblicitarie; di modo da attestare la conformità degli impianti alla legge. In particolar modo, infine, la LR tutela gli osservatori astronomici della regione che svolgono ricerca o divulgazione scientifica, stabilendo delle fasce di rispetto e consentendo a dette strutture di collaborare con gli enti locali che si trovano all'interno delle fasce, per una migliore applicazione della legge e per segnalare eventuali abusi. IL PAES IL Piano di Azione per L'Energia Sostenibile è consultabile sul sito del Comune di Limone sul Garda

15 AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Nella homepage del sito istituzionale del Comune, nel menù a sinistra, si può selezionare un apposita sezione denominata Amministrazione Trasparente al cui interno sono contenuti documenti, informazioni e dati concernenti l organizzazione, l attività della Pubblica Amministrazione e le modalità di realizzazione. Lo scopo è quello di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull utilizzo delle risorse pubbliche. Il Comune di Limone sul Garda garantisce la qualità delle informazioni nel rispetto degli obblighi di pubblicazione previsti dalla legge assicurandone l integrità, il costante aggiornamento, la completezza, la tempestività, la semplicità di consultazione, la comprensibilità, la facile accessibilità e la conformità ai documenti originali in possesso dell Amministrazione. La sezione Amministrazione Trasparente contiene principalmente le seguenti informazioni: Atti generali di organizzazione interna (Statuto e regolamenti) Organigramma Articolazione degli Uffici Organi di indirizzo politico amministrativo Dotazione organica Bandi di concorso Performance Enti controllati (enti pubblici vigilati, società partecipate, enti di diritto privato controllati) Attività e procedimenti amministrativi Provvedimenti (Delibere di Giunta Comunale e di Consiglio Comunale, determinazioni dei Responsabili di Servizio) Bandi di gara e contratti Sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici Bilancio preventivo e consuntivo Patrimonio immobiliare Servizi erogati Pagamenti dell amministrazione Informazioni territoriali e ambientali

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2007 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 007 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 9 0 3 5.00 7.00.00 Servizio

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2012 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 38.83,47.000,00 75.86,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2014 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 04 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0,00 980,00 9.007,00

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 6.40,57.44,00 38.640,43

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6

Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 Comune di OZIERI BILANCIO PREVISIONE PLURIENNALE USCITE ANNO 2013 Pag. 1/6 1010203 240/21 SPESE MANUTENZIONE IMMOBILI ED 17.424,61 17.424,61 17.424,61 IMPIANTI UFFICI COMUNALI 1010203 400/10 SPESE PER

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE

Tassi di Assenza e di Maggior presenza del personale in servizio presso COMUNE DI SALERNO dal 01 03 2015 al 31 03 2015 GG. LAVORATIVI TOTALE PERSONALE GRECO GIUSEPPE Dirigente DIREZIONE/SEGRETERIA (INGGRECO), EDILIZIA SCOLASTICA, MAN.PATRIMONIO ABITATIVO, MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI, PUBBLICA ILLUMINAZIONE UOPI ASSENZA ASSENZA/ PRESENZA PRESENZA/

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi

ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di ARIENZO Regolamento per l'ordinamento degli Uffici e dei servizi Comune di Arienzo - Regolamento per l'ordinamento degli uffici e dei servizi Pagina 1 INDICE Art. 1-Oggetto del regolamento Art.

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 A cura del Direttore Responsabile della Trasparenza Erminia Zoppè PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015-2017 Indice

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli