COMUNE DI LIMONE SUL GARDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI LIMONE SUL GARDA"

Transcript

1 COMUNE DI LIMONE SUL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA C A R T A D E I S E R V I Z I

2 CARTA DEI SERVIZI Il Comune di Limone sul Garda si impegna con i cittadini e le imprese ad ascoltare le loro esigenze ed aspettative; a dichiarare i livelli di qualità dei diversi servizi offerti, a misurare la qualità ed il gradimento dei servizi, nonché a migliorarli costantemente avendo come obiettivo finale la piena soddisfazione dell utenza. Impegnandosi a rispettare la Carta dei Servizi, il Comune di Limone sul Garda vuole accrescere il rapporto di fiducia con i cittadini, in un ottica di trasparenza e di rispetto dei reciproci diritti e doveri, impegnandosi a rispettare quanto di seguito esposto. La Carta dei Servizi sarà aggiornata quando interverranno significative variazioni. ORGANI DI INDIRIZZO POLITICO-AMMNISTRATIVO Sono Organi di indirizzo politico-amministrativo del Comune di Limone sul Garda: il Consiglio Comunale; la Giunta Comunale; il Sindaco. Il Consiglio Comunale ed il Sindaco vengono eletti direttamente dai cittadini; i componenti della Giunta Comunale sono nominati dal Sindaco.

3 IL SINDACO Sindaco: Franceschino Risatti Carica: Sindaco Competenza: Lavori Pubblici, Turismo, Risorse Umane, Urbanistica ed Edilizia Privata Orario Ricevimento: Martedì e il Venerdì dalle ore alle ore LA GIUNTA Franceschino Risatti Carica: Sindaco Competenza: Lavori Pubblici, Turismo, Risorse Umane, Urbanistica ed Edilizia Privata Orario Ricevimento: Martedì e il Venerdì dalle ore alle ore (Segreteria Comunale) Italia Franca Gasparinetti Carica: Vice Sindaco Competenza: Servizi Sociali, Sanità, Casa Albergo Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale) Angelo Colle Carica: Assessore Competenza: Viabilità, Trasporti, Gardauno Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale) Rodolfo Risatti Carica: Assessore Competenza: Sport e Tempo Libero, Ecologia, Verde Pubblico, Parchi Urbani, Istruzione Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale) Renato Segala Carica: Assessore esterno Competenza: Ambiente, Ecologia, Innovazione Tecnologica Orario Ricevimento: su appuntamento al n (Segreteria Comunale)

4 CONSIGLIERI COMUNALI AMMINISTRATORI DEL COMUNE DI LIMONE SUL GARDA ELETTI L' Franceschino Risatti Sindaco Italia Franca Gasparinetti Vice Sindaco Rodolfo Risatti Consigliere di Maggioranza Rudi Montagnoli delega al Demanio, Porti, Aeroporti, Pubbliche Relazioni Consigliere di Maggioranza Antonio Martinelli delega alla Cultura, Biblioteca, Protezione Civile, Coordinamento Associazioni Consigliere di Maggioranza Giovanni Fedrici delega al Bilancio, Tributi, Informagiovani, Manifestazioni Capogruppo Consigliere di Maggioranza Dario Dagnoli delega al Commercio, Attività Produttive Consigliere di Maggioranza Gabriele Girardi delega al Progetto Giovani, Politiche Energetiche Consigliere di Maggioranza Angelo Colle Consigliere di Maggioranza Giovanni Battista Martinelli Consigliere di Minoranza Marco Girardi Consigliere di Minoranza Oscar Fort Consigliere di Minoranza Bernardo Tosi Consigliere di Minoranza

5 ORGANIGRAMMA DEL COMUNE DI LIMONE SUL GARDA La struttura organizzativa di questa Amministrazione è sintetizzata attraverso il seguente organigramma: SEGRETARIO COMUNALE SETTORE AMMINISTRATIVO Servizio Segreteria Servizio Protocollo Servizio Commercio/SUAP Servizio Turismo Servizio Informatica Servizio Demografico SETTORE SOCIO ASSISTENZIALE Servizi Sociali e Culturali SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio di Polizia Locale SETTORE CONTABILE Servizio economico-finanziario Servizio Tributi SETTORE TECNICO Servizio Urbanistica e Edilizia Privata Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni

6 Il Segretario Comunale Segretario Comunale: Dott.ssa Marilena Però Il Segretario Comunale è nominato dal Sindaco ed è scelto tra gli iscritti nell'albo nazionale dei segretari comunali. Svolge compiti di collaborazione e funzione di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi dell' Ente in ordine alla conformità dell' azione amministrativa alle leggi, allo Statuto ed ai Regolamenti. Partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni del Consiglio e della Giunta e ne cura la verbalizzazione, presiede l'ufficio comunale per le elezioni in occasione delle consultazioni popolari e referendarie, definisce la corretta competenza del Consiglio Comunale e della Giunta a deliberare su determinati atti. Cura, su richiesta del Sindaco, singoli atti e procedimenti che richiedano particolare attenzione giuridicoamministrativa. Segnala le novità legislative e le decisioni della giurisprudenza. GLI UFFICI L'Uffico Tecnico si divide in: Settore Urbanistica ed Edilizia privata: Responsabile del Servizio: Risatti Francescino - Sindaco Personale amministrativo: Geom. Luciano Boschi Maria Teresa Ferrari Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Il settore Urbanistica ed Edilizia privata sovrintende alle generali attività di gestione del territorio (urbanistica ed edilizia). Settore Lavori pubblici: Responsabile del Servizio: Ing. Silvano Flessati Personale amministrativo: Geom. Luisa Girardi Geom Francesco Moschini Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Il settore Lavori pubblici sovrintende qualsiasi intervento condotto dalla Pubblica Amministrazione o finalizzato al pubblico uso. Sono pertanto compresi tutti gli interventi necessari per realizzare nuove opere o per mantenere in efficienza quelle esistenti. Ufficio Ragioneria e Tributi Funzionario incaricato: Rag. Patrizia Pelizzari Personale amministrativo: Rag. Cecilia Fava Dott.ssa Pia Beretta

7 Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Attività: Predisporre i bilanci annuali e pluriennali, il conto consuntivo e la relativa documentazione prevista dalla vigente normativa. Garantire un'attività di vigilanza sul servizio di tesoreria. Realizzare statistiche finanziarie, economiche e verifiche di cassa. Effettuare la tenuta dell'inventario dei beni mobili ed immobili in collaborazione con i Servizi interessati e gli adempimenti amministrativi e contabili di competenza nel rispetto della vigente normativa. Effettuare la gestione contabile delle entrate di natura patrimoniale e dei proventi delle rette dei servizi pubblici comunali, dei beni patrimoniali, per oneri di urbanizzazione, ecc. Qui di seguito si possono reperire informazioni relativa ai principali settori di intervento ed attività dell'ufficio L'Ufficio Anagrafe - Stato Civile Funzionario responsabile: Risattti Franceschino - Sindaco Personale amministrativo: Vanny Vadalà Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) L'Anagrafe comunale è un servizio di grande importanza che il Comune esercita per conto dello Stato, in quanto, essendo più vicino alla popolazione interessata, può svolgerlo meglio e più tempestivamente. L'Anagrafe ha lo scopo di costituire, in ogni momento, la "fotografia" della realtà della popolazione che ha la sua dimora abituale nel territorio del comune ed adeguarla costantemente alle situazioni di fatto esistenti. L'Ufficio svolge i seguenti servizi: - Stato Civile - Anagrafe - Elettorale - Leva - Cimiteriali Per i Servizi Demografici rilascia i seguenti certificati: - dichiarazioni sostitutive atti di notorietà; - autentica copie documenti; - autentica firme e foto; - stato di famiglia; - esistenza in vita; - cittadinanza; - matrimonio; - morte; - nascita; - residenza; - stato libero; - estratti morte, etc. - certificati comulativi; - godimento diritti politici. Predispone domande e documentazione necessaria per: - rilascio e rinnovo passaporto (1); - richiesta certificato penale (2); - richiesta certificato penale generale (3); - domande licenza di pesca (4); - domande rilascio carte di identit (5); - Domande per l'espatrio di minorenni (6); - Domande per trasferimenti di residenza (7); - Domande per trasferimenti dì abitazione (8); - Domande aggiornamento patente e libretto circolazione (9); - Pubblicazioni di matrimonio (10); - Cremazioni (11); - dichiarazioni per domande di pensione (12);

8 - autocertificazioni (13); - domande di dispensa leva militare (14); - rilascio libretti di lavoro (15); - rilascio libretti sanitari (16); - domande licenza di caccia (17); - formazione atti di nascita (18); - preparazione documentazione per rilascio tessera sanitaria (19) - domande loculi cimiteriali (20); - domande posa lapidi cimiteriali (21) Autocertificazione Con l'entrata in vigore del D.P.R. 28 dicembre 2000 n 445, è in atto nel nostro Paese, un importante processo di "sburocratizzazione" e semplificazione amministrativa per riformare la Pubblica Amministrazione e farla funzionare in maniera più efficace e trasparente. Grazie all' Autocertificazione, il cittadino può infatti evitare di richiedere preventivamente i certificati necessari ad avviare una pratica presso un ufficio pubblico: Ufficio Segreteria, Commercio e Turismo Responsabile del Servizio: Risatti Franceschino - Sindaco Personale amministrativo: Delaini Antonella Tosi Francesca Orari di apertura al Pubblico: dal lunedì al venerdì: Telefono : (+39) Fax: (+39) Il Servizio Commercio si occupa del rilascio di licenze ed autorizzazioni per nuove aperture, subingressi e variazioni relative alle attività ricettive, commerciali e dei pubblici esercizi. Il Servizio Turismo organizza le manifestazioni turistiche programmate nel calendario degli eventi. Il Servizio Segreteria si occupa di predisporre le deliberazioni di Giunta, Consiglio e di tutti gli atti e provvedimenti che riguardano la vita amministrativa dell'ente. Ufficio Polizia Locale AREA VIGILANZA Servizi di Polizia locale POLIZIA LOCALE Il Comune di Limone sul Garda garantisce sul proprio territorio, per tutto l anno, un servizio di vigilanza per tutte le 24 ore. La polizia locale è coadiuvata per tale servizio da Guardie Giurate. Dipendenti Responsabile: Attilio Bettanini Agente Grillo Maurizio Agente Vela Saverio Agente Mark Boscaini Agente Stefania Mannarino Autista scuolabus: Salvatore Capizzi Telefono: Fax: polizia SERVIZI SOCIALI Responsabile: Vice Sindaco Italia Gasparinetti Franca

9 Personale Amministrativo: Gianfranco Zanelli Assistente sociale: Marina Poinelli servizi Orario Apertura: Tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore Il Comune garantisce alla cittadinanza il servizio infermieristico per 6 giorni alla settimana con 2 infermiere professionali. Garantisce altresì il servizio pediatrico con visite settimanali, secondo un protocollo d intesa stipulato con l ASL di Salò. Altro importante servizio è quello di Assistenza domiciliare agli anziani e disabili. BIBLIOTECA Personale amministrativo: Gianfranco Zanelli Telefono: Orario Apertura: Tutti i pomeriggi dalle ore alle ore Si informano gli utenti che presso la biblioteca, durante l'orario di Orario Apertura, è attivo il servizio di consultazione Internet.

10 IL COMUNE DI LIMONE SUL GARDA E LA CERTIFICAZIONE EMAS Che cosa è? EMAS è l acronimo di Eco Management Audit Scheme ovvero sistema di controllo e gestione ambientale. Il sistema è attualmente disciplinato dal Regolamento UE 1221/2009. EMAS è un sistema volontario: cui possono aderire tutte le organizzazioni (imprese e/o enti) interessate a migliorare le proprie prestazioni ambientali. L organismo competente, in Italia, per il rilascio della certificazione EMAS è il Comitato Ecolabel Ecoaudit del Ministero dell Ambiente, che si avvale del supporto tecnico dell ANPA. A cosa serve? Gli obiettivi della registrazione EMAS sono: promuovere un miglioramento continuo delle prestazioni ambientali degli enti e/o delle imprese fornire al pubblico ed agli altri soggetti interessati del territorio informazioni sull impatto e sulle performance ambientali di enti e/o di imprese, nonché sul continuo miglioramento delle loro prestazioni ambientali. Per conoscere di più su EMAS visita anche: il sito istituzionale dell'agenzia Per la Protezione dell'ambiente e per i servizi tecnici: Oppure l'arpa Lombardia: Il Progetto del Comune di Limone sul Garda Il Progetto di certificazione ambientale del Comune di Limone sul Garda rientra all'interno di un'azione strategica Regione Lombardia per incentivare la diffusione di pratiche di gestione ambientale certificate presso gli enti istituzionali che possono avere, direttamente o indirettamente degli impatti sul territorio. Obiettivi Obiettivo principale del progetto è quello di creare un sistema gestionale che permetta di tenere sotto controllo tutti gli aspetti ambientali generati dalle attività svolte direttamente o indirettamente dal Comune al fine di minimizzare l'impatto ambientale. I Comuni, inoltre, attraverso l'attività di pianificazione, di rilascio di autorizzazioni e di comunicazione, hanno l'obiettivo di incentivare comportamenti eco-compatibili anche presso coloro che vivono ed operano sul territorio. A titolo di esempio si elencano di seguito, alcuni aspetti ambientali di un Comune Aspetti ambientali diretti Consumo energetico. Consumo idrico. Acquisti. Mantenimento strutture (presi in considerazione anche alcuni elementi di sicurezza sul lavoro). Emissioni nell'aria nella gestione degli edifici e dei trasporti. Scarichi idrici nella gestione degli edifici comunali. Limitazione, riciclaggio, riutilizzo, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi e di altro tipo, specialmente dei rifiuti pericolosi provenienti da strutture comunali. Uso e contaminazione del terreno. Questioni locali (rumore, vibrazioni, odore, polvere, impatto visivo, ecc.). Questioni di trasporto (per le merci, i servizi erogati e i dipendenti). Gestione delle aree verdi. Aspetti ambientali indiretti

11 Appalti e gare per fornitori e appaltatori e subappaltatori - Chi gestisce i Cantieri dovrà applicare anche tutte le norme di sicurezza oltre a quelle ambientali). Effetti delle politiche e di decisioni amministrative e di programmazione. Pianificazione delle decisioni. Finanziamenti e prestiti. Investimenti. Scelta e composizione dei servizi (ad esempio, trasporti o ristorazione). Qualità dell'acqua e gestione degli scarichi di abitazioni e aziende (particolare attenzione alle acque bianche). Promozione della cultura ambientale sul territorio. Eco-incentivazioni alle imprese. Documento di gestione ambientale E POSSIBILE CONSULTARE SUL SITO DEL COMUNE DI LIMONE IL DOCUMENTO DI GESTIONE AMBIENTALE OBIETTIVI Gli obiettivi più generali per cui l'amministrazione ha deciso di intraprendere il percorso verso l'eccellenza ambientale e impegnarsi a migliorare continuamente le proprie prestazioni ambientali sono i seguenti: gestione ambientale di qualità; garanzia e conformità alla normativa ambientale; informazioni ambientali convalidate in modo indipendente; gestione dei rischi ambientali; maggiori opportunità sui mercati sensibili ad un turismo rispettosa dell'ambiente; migliori rapporti con le comunità locali, le autorità di controllo e con gli ospiti; impiego del logo EMAS come strumento di marketing. Poiché la Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano ha intrapreso diverse azioni per delineare lo sviluppo socio - economico in un quadro di sostenibilità ambientale e valorizzazione del territorio il Comune di Limone sul Garda, collaborerà fattivamente per la riuscita dei progetti proposti; il più significativo è il "Progetto Qualità del Parco". RISULTATI ATTESI Ci si aspetta che grazie alla sistematizzazione del modo di operare sull'ambiente, contenuta in questo progetto, si possano ottenere risultati in termini di (elenco non esaustivo): a. Risparmio delle risorse (territorio, acqua, energia, ecc.). b. SSensibilizzazione della popolazione ai temi ambientali e riavvicinamento al proprio territorio. c. Stimolo alla replicabilità da parte degli operatori turistici. d. Un turismo più consapevole e di qualità. e. Riduzione della produzione dei rifiuti f. Miglior ambiente di lavoro e maggiore soddisfazione dei dipendenti; SOGGETTI COINVOLTI: Modalità di Gruppo Categorie coinvolte coinvolgimento di lavoro integrazione Amministratori Assessori e Consiglieri Comunali Decisioni in materia di politica ambientale Dipendenti comunali Operatori economici Tutti ed in particolare quelli del Servizio Tecnico, dell'ufficio Polizia Municipale e Commercio, dell'ufficio Attività Culturali e Sport Cooperativa Agricola Possidenti Oliveti (produzione olio) Sensibilizzazione a tutti e formazione su procedure specifiche per quelli dei servizi direttamente coinvolti Tramite promoter Comportamenti ambientalmente sostenibili

12 Popolazione Turisti Scuole Associazioni Istituzioni Operatori turistici / culturali (alberghi, campeggi, residence) Consorzio Turistico Limonese Commercianti e Ristoratori Consorzio Turistico Limonese Fornitori del Comune (verde pubblico, rifiuti, impianti termici, pulizie, edilizia, idraulica?) Consorzio Lago di Garda Banche e Istituti di credito Tutti la Cittadinanza Turisti italiani, turisti Europeri, turisti stranieri Dirigenti scolastici, insegnanti (materna ed elementare) Associazioni di volontari, (Gruppo Alpini Limone, croce bianca, Società sportiva Limonese) Regione Lombardia Provincia di Brescia e ATO Comunità Montana Alto Garda Bresciano GAL Garda Valsabbia ARPA Lombardia GARDA UNO (ente gestore ciclo rifiuti) Vigili del Fuoco e Protezione civile BIM Sarca e Mincio Tramite promoter Integrazione dei Sistemi di Gestione Ambientale ( SGA ) o adozione del Marchio Ecolabel Tramite promoter Comportamenti ambientalmente sostenibili, e integrazione dei Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) Introduzione di protocolli per gli "Acquisti verdi" (http://www.compraverde.it/ ) Riunione iniziale, integrazione dei SGA con quello comunale Finanziamento di progetti Pubblici o Privati per il risparmio di risorse ( idriche e energetiche ) - Sensibilizzazione e coinvolgimento. - Questionario sulla percezione delle criticità ambientali / reclami. - Incontri pubblici - Sportello informativo virtuale - Forum su tematiche ambientali - Pubblicazioni dedicate (Giornalino, "INFO" ecc.) Informazione sulla registrazione EMAS del comune e sui marchi ECOLABEL Incontri nelle scuole, Educazione Ambientale - mostre itineranti su Acqua, Energia e Clima Coordinamento per l'organizzazione di iniziative ed eventi. riunioni gruppo di lavoro ogni 2 mesi Organizzazione di "ECOFESTE" in occasione della "Festa dei Sapori", Festa del Pescatore, Festa Alpina in loc. Fortini", "festa degli alberi" Alpini: educazione ambientale con i ragazzi delle scuole elementari e medie. Finanziamento del progetto - resoconto periodico dello stato di avanzamento - aggiornamento normativo - Comunicazione e condivisione degli obiettivi - passaggio delle reti idriche Collaborazione nella diffusione delle buone pratiche in tema energetico e di certificazione ambientale Collaborazione nella diffusione delle buone pratiche in tema energetico e di certificazione ambientale - Piano di Sviluppo Locale dati per analisi ambientale - affiancamento su progetti specifici, verifica normativa Campagne di informazione comuni sulla raccolta differenziata, stretta collaborazione nella definizione del metodo di raccolta - incontri con Sindaco e Assessori Analisi Ambientale e alcuni incontri con la popolazione per spiegare gli impatti ambientali di incendi e incidenti industriali. Finanziamenti su interventi migliorativi del patrimonio edilizio

13 Riviera dei Limoni Comunità del Garda Diffusione del progetto di registrazione EMAS ai turisti e diffusione di buone pratiche legate ai consumi dei turisti. Diffusione di informazione sul progetto in corso Personale coinvolto nel progetto Vengono elencate le persone che a vario titolo entreranno a far parte del gruppo di lavoro che nel corso del progetto e poi in modo definitivo si occuperanno del sistema di gestione ambientale. Contatti utili per richiesta di informazioni e suggerimenti Sindaco: Franceschino Risatti Segretario Comunale: Dott.ssa Marilena Pero' Servizio Tecnico: Geom. Luisa Girardi Sigeambiente P.Iva Tel./Fax Skype (Brescia): sigeambientebs Via A. Lamarmora, 169 Informazioni Utili Sportello informativo virtuale Gli effetti positivi sullo stato dell'ambiente (a livello locale e globale) dipendono fortemente dal comportamento di tutti: Qui di seguito puoi trovare indicazioni utili per: risparmio di risorse in generale Impatto Zero - il primo progetto italiano che concretizza il Protocollo di Kyoto Consigli per ridurre il consumo di acqua - guida all'uso della principale risorsa della nostra vita Risparmio energetico e relativi finanziamenti Casarinnovabile.it - Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio Autorità per l'energia Elettrica e il Gas Punto Energia - Regione Lombardia - Certificazione energetica degli edifici in Lombardia ENI - Ente Nazionale Idrocarburi - Consumare meno guadagnandoci tutti Raccolta differenziata dei rifiuti Garda Uno - Azienda di Servizi per la Tutela Ecologica del Lago di Garda Provincia di Brescia - Rifiuti ed Energi; trattamento e smaltimento dei rifiuti Educazione ambientale

14 Portale delle Acque - è un servizio on line del Ministero della Salute realizzato in collaborazione con l'istituto superiore di sanità, le Regioni e Province autonome e le Agenzie regionali per l'ambiente (ARPA), per fornire alla popolazione informazioni corrette e tempestive sullo stato qualitativo delle acque di balneazione e la loro sicurezza). Partner tecnologico è l'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Comunità del Garda - ente territoriale interregionale - L'ambiente del Lago di Garda in tutti i suoi aspetti, dalla balneabilità, alle principali specie ittiche che vivono nel lago di Garda Inquinamento luminoso e ottico La luce è un elemento naturalmente presente, anche in fase notturna. Quando i naturali livelli di luce vengono alterati artificialmente, si parla di inquinamento luminoso. La regione Lombardia, al fine di: ridurre l'inquinamento luminoso ed ottico sul territorio regionale; razionalizzare i consumi energetici degli apparecchi di illuminazione esterni; ottimizzare i costi di esercizio e manutenzione di questi ultimi; tutelare l'attività di ricerca scientifica degli osservatori astronomici ed astrofisici; tutelare gli equilibri ecologici sia all'interno che all'esterno delle aree naturali, ha approvato la Legge Regionale (LR) n. 17 del 27 marzo 2000 ("Misure urgenti in tema di risparmio energetico ad uso di illuminazione esterna e di lotta all'inquinamento luminoso"), definendo: inquinamento luminoso dell'atmosfera: ogni forma di irradiazione di luce artificiale che si disperda al di fuori delle aree a cui essa è funzionalmente dedicata e,in particolar modo, oltre il piano dell'orizzonte; inquinamento ottico o luce intrusiva: ogni forma di irradiazione di luce artificiale diretta su superfici o cose cui non è funzionalmente dedicata o per la quale non è richiesta alcuna illuminazione. Per Legge le Pubbliche Amministrazione dovranno quindi elaborare un piano di illuminazione che si andrà a integrare con lo strumento urbanistico generale e che conterrà il censimento e lo stato di manutenzione degli impianti inquinanti, la disciplina delle nuove istallazioni, nonché i tempi, le modalità di adeguamento, manutenzione o sostituzione di quelle esistenti. I Comuni dovranno inoltre rilasciare un'apposita autorizzazione per tutti gli impianti di illuminazione esterna, comprese ad esempio le insegne pubblicitarie; di modo da attestare la conformità degli impianti alla legge. In particolar modo, infine, la LR tutela gli osservatori astronomici della regione che svolgono ricerca o divulgazione scientifica, stabilendo delle fasce di rispetto e consentendo a dette strutture di collaborare con gli enti locali che si trovano all'interno delle fasce, per una migliore applicazione della legge e per segnalare eventuali abusi. IL PAES IL Piano di Azione per L'Energia Sostenibile è consultabile sul sito del Comune di Limone sul Garda

15 AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE Nella homepage del sito istituzionale del Comune, nel menù a sinistra, si può selezionare un apposita sezione denominata Amministrazione Trasparente al cui interno sono contenuti documenti, informazioni e dati concernenti l organizzazione, l attività della Pubblica Amministrazione e le modalità di realizzazione. Lo scopo è quello di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull utilizzo delle risorse pubbliche. Il Comune di Limone sul Garda garantisce la qualità delle informazioni nel rispetto degli obblighi di pubblicazione previsti dalla legge assicurandone l integrità, il costante aggiornamento, la completezza, la tempestività, la semplicità di consultazione, la comprensibilità, la facile accessibilità e la conformità ai documenti originali in possesso dell Amministrazione. La sezione Amministrazione Trasparente contiene principalmente le seguenti informazioni: Atti generali di organizzazione interna (Statuto e regolamenti) Organigramma Articolazione degli Uffici Organi di indirizzo politico amministrativo Dotazione organica Bandi di concorso Performance Enti controllati (enti pubblici vigilati, società partecipate, enti di diritto privato controllati) Attività e procedimenti amministrativi Provvedimenti (Delibere di Giunta Comunale e di Consiglio Comunale, determinazioni dei Responsabili di Servizio) Bandi di gara e contratti Sovvenzioni, contributi, sussidi e vantaggi economici Bilancio preventivo e consuntivo Patrimonio immobiliare Servizi erogati Pagamenti dell amministrazione Informazioni territoriali e ambientali

Comune di Azzate. Provincia di Varese. - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2

Comune di Azzate. Provincia di Varese. - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2 Comune di Azzate Provincia di Varese INDICE: - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2 - Le principali aree di erogazione del servizio URP------------------------p.

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE CONSULENTE TECNICO E POLITICO AMMINISTRATIVO DEL SINDACO AVVOCATURA COMUNICAZIONE SEGRETERIA GENERALE

Dettagli

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE In base all art. 19 del TUEL approvato con D. Lgs. 267 del 18 agosto 2000 spettano alla provincia le funzioni amministrative di interesse provinciale

Dettagli

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AFFARI GENERALI Protocollo - Notifiche Centralino telefonico - Vice Segreteria Generale Deliberazioni e Determine - URP Informazione Albo Online Presidenza del

Dettagli

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2001 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE)

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2001 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) COMUNE DI GREVE IN CHIANTI Provincia di Firenze Servizio nr. 6 Ambiente e Patrimonio GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2001 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) 1.

Dettagli

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI Determinazione N. del 15 2 104 2013 OGGETTO: Ridefinizione assetto

Dettagli

ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Comune di Deruta, Piazza dei Consoli, n. 15, fax 075/9728639 ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Sono di seguito indicati, in riferimento alle quattro aree funzionali

Dettagli

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR.

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR. AGLI UTENTI ANNO 0 * POLIZIA LOCALE 9.,00.0,00 attivita' di informazione e rilascio documenti per autorizzazioni pubblicita' fonica giorni attivita' di rilascio atti conseguenti ad incidenti stradali 0

Dettagli

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI Rag. Roberta Cesana Segreteria-affari istituzionali Organi istituzionali Ufficio di supporto agli organi di direzione politica Archivio messi

Dettagli

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici Settore Segreteria Generale Segretario Generale: Giulio Nardi e-mail: giulio.nardi@provincia.siena.it Telefono: 0577 241360 Fax: 0577 241321 Orario di ricevimento: su appuntamento Settore Servizi Amministrativi

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA Segreteria Generale Controlli integrati (Ufficio di Staff) Iter deliberazioni del Consiglio e della Giunta Iter decisioni di

Dettagli

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni

ITALIA: suddivisione amministrativa. 20 regioni di cui 5 a statuto speciale. oltre 100 province. oltre 8000 comuni ITALIA: suddivisione amministrativa 20 regioni di cui 5 a statuto speciale oltre 100 province oltre 8000 comuni informazioni turistiche musei, geografia, hotel ristoranti su tutte le province italiane

Dettagli

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2004 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE)

GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2004 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) GLI STRUMENTI VOLONTARI DI GESTIONE AMBIENTALE La norma ISO 14001:2004 E IL REGOLAMENTO EMAS (Reg. n. 761/2001 CE) 1. Cosa significa gestione ambientale? La gestione ambientale è l individuazione ed il

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore V Affarii Generallii e Istiituziionallii Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali Servizio URP e Ufficio Stranieri Ufficio

Dettagli

LA COMUNICAZIONE AI CITTADINI : UN NUOVO FORMATO DI BILANCIO PER MILANO

LA COMUNICAZIONE AI CITTADINI : UN NUOVO FORMATO DI BILANCIO PER MILANO 1 Sintesi del progetto LA COMUNICAZIONE AI CITTADINI : UN NUOVO FORMATO DI BILANCIO PER MILANO 2 Cosa accomuna le best practice? Rendono conto in modo chiaro e semplice 3 1.Chiariscono politiche perseguite

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2012

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2012 PARTE ENTRATA E 00160 000 2012 IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA' 7.603,02 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 53.301,95 E 00191 000 2009 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI

Dettagli

COMUNE DI MARSICOVETERE. (Provincia di Potenza)

COMUNE DI MARSICOVETERE. (Provincia di Potenza) COMUNE DI MARSICOVETERE (Provincia di Potenza) PIANO DEGLI OBIETTIVI ANNO 2015 INDICE Introduzione Il Sindaco e la Giunta Il contesto organizzativo gestionale La dotazione organica e il personale assegnato

Dettagli

Programma Assessori di riferimento Dirigenti di riferimento Motivazione delle scelte e finalità da conseguire

Programma Assessori di riferimento Dirigenti di riferimento Motivazione delle scelte e finalità da conseguire Programma 3 - Politiche per la sostenibilità Assessori di riferimento Guerrieri Guido, Cameliani Massimo Dirigenti di riferimento Vistoli Angela Motivazione delle scelte e finalità da conseguire Da tempo

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013

BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013 Pagina 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 825.833,33 282.28 282.28 di cui: AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO 288.951,87 80.28 80.28 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: FINANZIAMENTO INVESTIMENTI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE:F.AMMORTAMENTO

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA)

ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ALLEGATO 1: PROGRAMMI FORMATIVI EMAS (CORSO SE-RA) ATTIVITA FORMATIVE GRUPPO 0 FORMAZIONE PROPEDEUTICA DI BASE Generale Elementi di analisi matematica e geometria analitica Elementi di fisica Elementi

Dettagli

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Allegato A C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Settore PROGRAMMAZIONE E FINANZA SUPPORTO ALLA DIREZIONE GENERALE - Programmazione

Dettagli

a) curricula dei titolari di posizioni Pubblicato Aggiornamento

a) curricula dei titolari di posizioni Pubblicato Aggiornamento COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (P.T.T.I.) 2014/2016 1. INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DELL ENTE Il Comune di Terno d Isola è

Dettagli

Articolazione degli uffici

Articolazione degli uffici Articolazione degli uffici Sezione relativa all'articolazione degli uffici, come indicato all'art. 13, c. 1, lett. b) e c) del d.lgs. 33/2013 Sede Comunale: Via G. Tasso, 37 - cap. 45025 Fratta Polesine

Dettagli

PROVVEDIMENTO DEL SINDACO N. ORD-2014-345 DATA 09/12/2014

PROVVEDIMENTO DEL SINDACO N. ORD-2014-345 DATA 09/12/2014 101 0 0 - DIREZIONE GABINETTO DEL SINDACO PROVVEDIMENTO DEL SINDACO N. ORD-2014-345 DATA 09/12/2014 OGGETTO: NOMINA DELL ASSESSORE EMANUELE PIAZZA E RIDEFINIZIONE DELLE DELEGHE ASSESSORILI 09/12/2014 Il

Dettagli

Economia dell ambiente

Economia dell ambiente Economia dell ambiente Impresa e ambiente Elisa Montresor 2008-2009 1 Ambito aziendale L integrazione dell ambiente con gli obiettivi dell impresa Strategie d acquisto e produzione Bilancio ambientale

Dettagli

MODIFICA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DELL'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DEGLI UFFICI COMUNALI IL SINDACO

MODIFICA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DELL'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO DEGLI UFFICI COMUNALI IL SINDACO COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara C.A.P. 28066 Piazza Martiri della Libertà, 28 Tel. 0321/800700 Fax. 0321/800725 Decreto n. 6/2015 MODIFICA DELL'ORARIO DI SERVIZIO E DELL'ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO

Dettagli

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO B SCHEDA RELATIVA AI DEI

CITTA DI SANTENA TERMINE PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO B SCHEDA RELATIVA AI DEI ALLEGATO B SCHEDA RELATIVA AI PER LA CONCLUSIONE DEI PROCEDIMENTI DEI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE IMPRESE URP E TUTTE LE ALTRE UNITA ORGANIZZATIVE DEL COMUNE Visione atti e rilascio di copie atti e provvedimenti:

Dettagli

Comune di LONATO DEL GARDA (Provincia di Brescia)

Comune di LONATO DEL GARDA (Provincia di Brescia) Comune di LONATO DEL GARDA (Provincia di Brescia) Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 - 1. Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (PTTI) e Accesso civico. Con la

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013)

COMUNE DI BERTINORO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' (D.LGS. 33/2013) 1 Disposizioni generali 1A Programma per la Trasparenza e l'integrità 1A.1 Programma per la Trasparenza e l'integrità Annuale Segretario Generale D.Lgs. 33/2013 - Art. 10, c. 8, lett. A 1A.2 Piano anticorruzione

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. (Provincia di Bari) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI BITONTO 2013-2014-2015

COMUNE DI BITONTO. (Provincia di Bari) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI BITONTO 2013-2014-2015 ALL/A COMUNE DI BITONTO (Provincia di Bari) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI BITONTO 2013-2014-2015 Elaborato il 10.06.2013 dal Funzionario Amministrativo 1 Settore-Servizi

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010

COMUNE DI CRESPELLANO PROVINCIA DI BOLOGNA CONTO DEL BILANCIO - ELENCO RESIDUI ATTIVI E PASSIVI PER L'ANNO 2010 PARTE ENTRATA E 00190 000 2010 IMPOSTA COMUNALE IMMOBILI 1.336.000,00 E 00191 000 2007 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI 37.420,44 E 00191 000 2008 IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ANNI PRECEDENTI

Dettagli

BROCHURE INFORMATIVA SU EMAS E I SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE

BROCHURE INFORMATIVA SU EMAS E I SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE L INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA CONOSCENZA E DELLA PREVENZIONE Dai sistemi di monitoraggio alla diffusione della cultura ambientale Milano, 24 25 26 Novembre 2003 Teatro Dal Verme - Palazzo delle Stelline

Dettagli

I vantaggi di una impresa eco - efficiente

I vantaggi di una impresa eco - efficiente I vantaggi di una impresa eco - efficiente Diminuiscono Impatti ambientali Incidenti Rischi di contenziosi Costi assicurativi Costi di smaltimento Aumentano Coinvolgimento operatori Immagine per le parti

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016. Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014 2016 Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura Alessandria PREMESSA Il presente Programma Triennale 2014/2016 rappresenta il terzo

Dettagli

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia

Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Allegato 4 Tabella di raccordo tra dimensioni del BES, funzioni e obiettivi della provincia Dimensione/dominio Funzioni Piano strategico Tema Descrizione Standard materiali di vita (reddito,consumi,ricchezz

Dettagli

COMUNE BORGO SAN LORENZO FUNZIONIGRAMMA GESTIONALE

COMUNE BORGO SAN LORENZO FUNZIONIGRAMMA GESTIONALE COMUNE BORGO SAN LORENZO FUNZIONIGRAMMA GESTIONALE Allegato 2) Staff Segreteria ed Organi governo MACRO FUNZIONI 1. Segreteria Sindaco-Assessori 2. Comunicazione istituzionale 3. Ufficio relazioni con

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

BILANCIO DI PREVISIONE 2010 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2010 Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 55-315 del 28 aprile 2010 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno

Dettagli

Settore 3 Amministrativo e Servizi al Cittadino. U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE

Settore 3 Amministrativo e Servizi al Cittadino. U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE Settore Amministrativo e Servizi al Cittadino U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE segreteria approvazione o modifica statuto e regolamenti segreteria

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1

COMUNE DI FRANCAVILLA IN SINNI CONTO DEL BILANCIO - Esercizio 2014 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 GESTIONE DELLE ENTRATE 22/04/2015 11:13 Pag. 1 Residui conservati N. di Conto del tesoriere Determinazione dei Maggiori o e stanziamenti riferimento residui minori CODICE DESCRIZIONE definitivi allo Riscossioni

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013. COMUNE DI VERNANTE CUMÜNA DAL VERNANT APPARTENENTE ALLA MINORANZA LINGUISTICA STORICA OCCITANA PROVINCIA DI CUNEO VIA UMBERTO I N 87 CAP. 12019 Tel. 0171/920104 -Fax 0171/920698 P.IVA C.F. 00457660041

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità 2013-2015 INDICE 1. Introduzione: organizzazione e funzione dell Agenzia Regionale per la Tecnologica e l Innovazione - ARTI... 2 2. I dati... 4 2.1

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 1 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' 2013-2015 PREMESSA 2 COMUNE DI MONIGA DEL GARDA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n.33 ha riordinato la disciplina

Dettagli

SETTORE SOCIO CULTURALE

SETTORE SOCIO CULTURALE SETTORE SOCIO CULTURALE Attività a carattere sociale Rapporti con i soggetti gestori dei servizi socio-assistenziali, coordinati a livello sovraterritoriale e gestiti dalla Fondazione Territori Sociali

Dettagli

FC10U QUESTIONARIO UNICO

FC10U QUESTIONARIO UNICO FC10U QUESTIONARIO UNICO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO PER I COMUNI, LE UNIONI DI COMUNI E LE COMUNITÀ MONTANE MODULO 1 DATI STRUTTURALI Quadro A - Elementi specifici dell'ente locale

Dettagli

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro Standard materiali di vita/ Benessere economico Salute/ Salute attivita' in collaborazione con i Comuni nel settore economico, produttivo, commerciale e turistico Servizi sanitari, di igiene e profilassi

Dettagli

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO La Cooperativa sociale ITALCAPPA è consapevole dell importanza e della necessità di avvalersi di un Sistema di Gestione integrato per la qualità, l ambiente,

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO

GUIDA DI APPROFONDIMENTO WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO I SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COSA È UN SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE... 3 OBIETTIVI DI UN SISTEMA

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 473.546,34 473.546,34 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti 90.000,00 90.000,00 Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 383.546,34

Dettagli

Comune di Ragalna ( Prov. di Catania )

Comune di Ragalna ( Prov. di Catania ) Comune di Ragalna ( Prov. di Catania ) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (Ai sensi dell art.11 comma 2 del D.Lgs.vo 27/10/2009 n.150) Il presente documento si pone l obiettivo di fornire

Dettagli

Comune di Arluno. 21 Progetti

Comune di Arluno. 21 Progetti Comune di Arluno 21 Progetti Scheda di progetto 1/21 Tecnico settori urbanistica ed ecologia Piano regolatore generale con supervisione del PTCP e della VAS Tempi del progetto L intera comunità Il nuovo

Dettagli

2. Esercizi di contabilità finanziaria

2. Esercizi di contabilità finanziaria 2. Esercizi di contabilità finanziaria di Carmela Barbera e Silvia Rota La lettura del bilancio preventivo 1. Il caso del Comune di Avalonia Viene fornito un estratto semplificato del bilancio di previsione

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 06/02/2015 e pubblicato sul sito internet nella sezione Amministrazione trasparente Introduzione: organizzazione e funzioni di

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017

COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 7 del 29.01.2015 1 SOMMARIO 1. Introduzione:

Dettagli

XIII Comunità Montana dei Monti Lepini Ausoni

XIII Comunità Montana dei Monti Lepini Ausoni XIII Comunità Montana dei Monti Lepini Ausoni C.F. PIVA 80004930592 Piazza L.Tacconi, snc - 04015 PRIVERNO (Latina) Tel. 0773-91 13 58 / 90 20 73 Fax 0773-90 35 83 e-mail: presid_com_montana@libero.it

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 136 del Registro Delibere OGGETTO: Recupero dei titoli di efficienza energetica

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2008 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 1.326.30 376.60

Dettagli

COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Adottato dalla Giunta Municipale con deliberazione n. 6 del 30.01.2014, dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2009 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 376.60 875.00

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

Comune di Roccavione

Comune di Roccavione Tipo: ENTRATA RISORSA ACCERTAMENTO Avanzo di Amministrazione 152.989,91 148.585,09 di cui Fondi Vincolati Finanziamento Investimenti Fondo Ammortamento Fondi Non Vincolati 152.989,91 148.585,09 Entrate

Dettagli

Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 - Comune Saint Denis. Life Cycle Engineering: www.studiolce.it

Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 - Comune Saint Denis. Life Cycle Engineering: www.studiolce.it Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 - Comune Saint Denis Life Cycle Engineering: www.studiolce.it 0 Introduzione: Certificazione ambientale Il Sistema di Gestione Ambientale L'obiettivo del Sistema

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ D.Lgs. 33/2013 art.10 1 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ D.Lgs. 33/2013, art. 10 Il D.Lgs. n. 33/2013, nel modificare, in parte,

Dettagli

BILANCIO ARMONIZZATO 2015/2017. Approvato con deliberazione consiliare n.24/127 del 30/03/2015

BILANCIO ARMONIZZATO 2015/2017. Approvato con deliberazione consiliare n.24/127 del 30/03/2015 BILANCIO ARMONIZZATO 2015/2017 Approvato con deliberazione consiliare n.24/127 del 30/03/2015 1 2 Bilancio di Previsione armonizzato Indice Pagina 1 Il Bilancio armonizzato - Entrate 5 2 Il Bilancio armonizzato

Dettagli

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO

COMUNE DI VALLE MOSSO Provincia di Biella REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (L.R. 14/4/2003, N. 7 D.P.G.R. 18/10/2004, nn. 7R e 8R) ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina, nel rispetto dei principi fondamentali

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE Approvato con deliberazione commissariale n. 335/05 pubblicata all albo pretorio dal 10/4/05 al 26/4/05 Ripubblicato dal 4/5/05 al 19/5/05 CAPO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Abstract: La costituzione dell Unione dei Comuni per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei comuni è

Dettagli

PERSONALE E FUNZIONI ASSEGNATE NELL AREA TECNICA

PERSONALE E FUNZIONI ASSEGNATE NELL AREA TECNICA PERSONALE E FUNZIONI ASSEGNATE NELL AREA TECNICA RENDICONTO ATTIVITA SVOLTA Con riferimento all attività svolta nell anno 2012, nell Area Tecnica, si relaziona quanto appresso: PREMESSO CHE con determinazione

Dettagli

Il Bilancio Comunale. Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta

Il Bilancio Comunale. Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta Il Bilancio Comunale Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta Cos è il bilancio comunale? Il Bilancio Comunale è un documento

Dettagli

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser.

COMUNE DI CRESPINO PROVINCIA DI ROVIGO BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013. Stampa per Codice di Bilancio. Accertamenti ult. eser. BILANCIO DI PREVISIONE - PARTE ENTRATA ANNO 2013 Stampa per Codice di Bilancio R I S O R S A Accertamenti ult. eser. chiuso 1 1 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE VINCOLATO 0,00 33.001,17 0,00-33.001,17 0,00 0.00.0000

Dettagli

Le gestioni associate: da obbligo di legge a opportunità di sviluppo

Le gestioni associate: da obbligo di legge a opportunità di sviluppo Le gestioni associate: da obbligo di legge a opportunità di sviluppo Alberto Di Bella Unione Reno Galliera (BO) 14 novembre 2012 Il quadro normativo dopo il D.L. 95/2012 - Ridefinizione delle funzioni

Dettagli

COMUNE DI TEGLIO. Provincia di Sondrio ALLEGATO

COMUNE DI TEGLIO. Provincia di Sondrio ALLEGATO Approvato con deliberazione di G.C. N. 186 del 27.12.2010 COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio ALLEGATO AL REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI, IN ADEGUAMENTO AL D. LGS. N. 150/2009

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE. protocollo@pec.comune.ghilarza.or.it. Rag.Rita Cogotzi 0785 561034. Gianfranca Deriu

SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE. protocollo@pec.comune.ghilarza.or.it. Rag.Rita Cogotzi 0785 561034. Gianfranca Deriu SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE protocollo@pec.comune.ghilarza.or.it responsabile del settore e Rag.Rita Cogotzi 0785 561034 responsabile del provvedimento finale Ufficio segreteria: Ufficio dei servizi

Dettagli

Articolazione degli uffici

Articolazione degli uffici Articolazione degli uffici Sezione relativa all'articolazione degli uffici, come indicato all'art. 13, c. 1, lett. b) e c) del d.lgs. 33/2013 Sede Comunale: Via G. Tasso, 37 - cap. 45025 Fratta Polesine

Dettagli

Parte II Il programma per la trasparenza e l integrità

Parte II Il programma per la trasparenza e l integrità Allegato B Parte II Il programma per la trasparenza e l integrità 1. Introduzione: organizzazione e funzioni dell amministrazione La struttura organizzativa dell ente è stata recentemente ridefinita con

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO CERTIFICAZIONE QUALITA

RELAZIONE PROGETTO CERTIFICAZIONE QUALITA RELAZIONE PROGETTO CERTIFICAZIONE QUALITA L amministrazione comunale di Fabriano insediatasi nel mese di maggio 2012 ha intenzione di dare attuazione al programma un amministrazione moderna per i cittadini

Dettagli

BOZZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015/2017

BOZZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015/2017 Comune di Villasor Allegato alla deliberazione GC n. 3 del 13/01/2015 BOZZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015/2017 IL SINDACO Walter Marongiu IL SEGRETARIO COMUNALE Dott.ssa Areddu

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo TEZZA MARINA Ufficio Edilizia Residenziale Pubblica Piazza Trento e Trieste - Monza Telefono 0392372206 Fax 0392372204 E-mail

Dettagli

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011

Comune di LEVERANO Provincia di LECCE. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 Provincia di LECCE BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2011 PARTE I - ENTRATA 22/06/2011 9:15 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 314.100,35 34.790,99

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015

IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015 IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015 SPES Consulting srl Ing. Adriano PESSINA LITOS Progetti srl Ing. Piero Lo Duca SPES Consulting

Dettagli

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Urbanistica Piano Strutturale Varianti. Edilizia privata- Edilizia Sociale Lavori pubblici Progettazione, Direzione Lavori Espropriazioni

Dettagli

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 COMUNE DI BORGETTO PROVINCIA DI PALERMO ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 SINDACO SEGRETARIO COMUNALE GIUNTA MUNICIPALE AREA 1^ AREA 2^ AREA 3^ AREA 4^

Dettagli

Allegato 3 - Raccordo vecchi-nuovi progetti per missione e programma di bilancio

Allegato 3 - Raccordo vecchi-nuovi progetti per missione e programma di bilancio Etichette di riga nuovo progetto vecchio progetto ESPROVV FPV Totale Missione-programma 101 1172 Spese per il personale del programma Organi istituzionali 1172 121.330,02 121.330,02 1372 Spese per il personale

Dettagli

COMUNE DI UMBERTIDE ORGANIGRAMMA Allegato D G.C. N. 250 DEL 23/11/2012 S I N D A C O SEGRETARIO GENERALE 5^ SETTORE 4^ SETTORE

COMUNE DI UMBERTIDE ORGANIGRAMMA Allegato D G.C. N. 250 DEL 23/11/2012 S I N D A C O SEGRETARIO GENERALE 5^ SETTORE 4^ SETTORE S I N D A C O SERVIZIO Polizia Municipale SEGRETARIO GENERALE VICE SEGRETARIO GENERALE 1^ SETTORE 2^ SETTORE 3^ SETTORE 4^ SETTORE 5^ SETTORE 6^ SETTORE 7^ SETTORE 8^ SETTORE SEGRETERIA, AFFARI GENERALI

Dettagli

ELENCO CAPITOLI USCITA

ELENCO CAPITOLI USCITA ELENCO CAPITOLI USCITA DESCRIZIONE 2010 2011 Indennità a Sindaco, Assessori e Consiglieri Indennità missione e rimborso spese per amministratori Rimborso datori di lavoro permessi amm.ri 18.400,00 18.400,00

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

DIREZIONE GENERALE. SICUREZZA 626 Datore di lavoro SEGRETERIA DIRETTORE GENERALE. Coordinamento dirigenze. Formazione dirigenti

DIREZIONE GENERALE. SICUREZZA 626 Datore di lavoro SEGRETERIA DIRETTORE GENERALE. Coordinamento dirigenze. Formazione dirigenti DIREZIONE GENERALE SICUREZZA 626 Datore di lavoro DIRETTORE GENERALE SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI, MONITORAGGIO, VALUTAZIONE E QUALITA TOTALE COORDINAMENTO DEI DIRIGENTI FORMAZIONE E CONTRATTI COLLETTIVI

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE ARMONIZZATO

BILANCIO DI PREVISIONE ARMONIZZATO Comune di Modena 2015-2017 BILANCIO DI PREVISIONE ARMONIZZATO Ex D.Lgs 118/2011 Approvato con Delibera di Consiglio n. 17 del 05/03/2015 Pag. 1 Allegato n. 9 al D.Lgs. 118/2011 Bilancio di Previsione

Dettagli