- PATTINAGGIO - Art. 20 Attività Art. 21 Atleti ammessi Art. 22 Posizione irregolare di atleta Art. 23 Attività locale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- PATTINAGGIO - Art. 20 Attività Art. 21 Atleti ammessi Art. 22 Posizione irregolare di atleta Art. 23 Attività locale"

Transcript

1

2 - PATTINAGGIO - Art. 20 Attività L'attività di pattinaggio artistico svolta in ambito PGS comprende: pattinaggio individuale (singolo), pattinaggio di coppia (artistico e danza), solo dance, pattinaggio spettacolo (gruppi e quartetti). Le norme che seguono, ancorché riferite al pattinaggio individuale, devono intendersi valide per tutte le specialità sopra indicate, salvo che per taluna di esse non risultino palesemente inapplicabili. Art. 21 Atleti ammessi Sono ammessi all attività tutti gli atleti regolarmente tesserati PGS per la stagione in corso, anche se tesserati FIHP e/o per altri enti di promozione. Ciascun atleta può gareggiare, nel corso dell anno sportivo, per una sola società. Il trasferimento in ambito federale al altra società, anche se affiliata PGS che abbia luogo durante l anno sportivo impedisce all atleta di partecipare all attività a decorrere dalla data di trasferimento, anche se precedentemente non ha partecipato, con la società di provenienza, ad alcuna gara. Art. 22 Posizione irregolare di atleta Qualora venga accertata l irregolare posizione di un atleta prima dell inizio della gara (inserimento in categoria o in gruppo diverso da quello cui l atleta ha titolo ad essere iscritto), si procede immediatamente alla regolarizzazione, con l inserimento dell atleta nella categoria o gruppo di effettiva appartenenza. Qualora prima dell inizio della gara sorgano contestazioni circa la posizione o la regolarità del tesseramento di un atleta e non sia possibile accertare con immediatezza la fondatezza delle stesse, l atleta dev essere sempre ammesso alla partecipazione sub judice. Qualora successivamente venga accertata l effettiva irregolarità della posizione o del tesseramento dell atleta, il medesimo sarà escluso dalla classifica. Analogamente si procederà nel caso in cui la posizione o il tesseramento irregolari conseguano a reclamo o ad accertamento d ufficio dell organo disciplinare competente. La categoria di appartenenza è mantenuta per tutta la stagione sportiva, ovvero, dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, non è consentito, se non dove espressamente specificato, modificare la categoria. Art. 23 Attività locale Per attività locale si intende quella svolta a livello provinciale e regionale, per iniziativa dei Comitati provinciali e regionali, e non compresa nell'ambito della Don Bosco Cup. Essa è facoltativa e non selettiva; possono essere adottate formule di partecipazione e regole specifiche finalizzate soprattutto ad ampliare la partecipazione al maggior numero di atleti possibile. Gli atleti possono essere suddivisi per fasce d età non coincidenti con le categorie ufficiali. Possono essere organizzate gare valevoli per l'assegnazione dei titoli provinciali e regionali, individuali e di società. Di tutta l'attività svolta a livello locale dev'essere data adeguata informazione (ad es. con invio delle lettere di invito e dei risultati ufficiali) al Direttore tecnico nazionale e al Responsabile nazionale di settore. DON BOSCO CUP Art. 24 Livello provinciale A livello provinciale non è obbligatorio lo svolgimento di alcuna fase valevole per la Don Bosco Cup. Tuttavia, ove il numero delle società presenti (almeno cinque) lo consenta, può essere indetta una manifestazione valevole per l'assegnazione della Don Bosco Cup provinciale (mediante apposita classifica per società) La partecipazione a tale fase non è in alcuna misura selettiva, né vincolante ai fini della partecipazione alla fase regionale. Art. 25 Livello regionale A livello regionale dev'essere indetta e organizzata apposita fase, moderatamente selettiva articolata su più manifestazioni (almeno due) e una finale regionale. Formula di svolgimento e altri dettagli organizzativi sono rimessi alla discrezionalità della Direzione tecnica regionale, in relazione alle specificità locali. Più regioni contermini, impossibilitate per numero esiguo di società e di tesserati ad organizzare una propria fase, possono concordare lo svolgimento di una fase interregionale, possibilmente con almeno una manifestazione in ciascuna regione e una finale in una di esse; in ogni caso tutte le fasi regionali possono essere aperte alla partecipazione di società e atleti di altre regioni. La fase regionale dev'essere ultimata entro l'ultima domenica di marzo; entro il giorno 31 dello stesso mese dev'essere inviata al Direttore tecnico nazionale e al responsabile nazionale di settore tutta la documentazione (lettere di invito alle singole manifestazioni, risultati delle gare disputate) attestante l'effettivo svolgimento della fase regionale. Art. 26 Livello interregionale Al di fuori dell'ipotesi di cui all'articolo precedente, due o più regioni contermini una volta esaurita la fase regionale di ciascuna e prima dell'effettuazione della finale nazionale possono concordare lo svolgimento di una ulteriore fase - interregionale comprendente almeno una manifestazione (ma preferibilmente tante manifestazioni quante sono le regioni interessate), non selettiva e dedicata particolarmente, ma non esclusivamente, alle specialità (coppie, gruppi e quartetti, solo dance) che presumibilmente nelle fasi regionali possono non aver trovato adeguato spazio. Art. 27 Ammissione alla fase nazionale Acquisiscono il diritto a partecipare alla finale nazionale tutte le società che abbiano preso parte ad una finale regionale, della propria o di altra regione, acquisisce altresì il diritto la società che abbia partecipato alla fase interregionale di cui all'articolo precedente, anche se sia stata assente alla finale della propria regione. Potranno altresì essere invitate, su richiesta, alla finale

3 nazionale singole società che non hanno potuto avere accesso ad alcuna fase regionale o interregionale in quanto svantaggiate da particolari situazioni locali. Art. 28 Finale nazionale La finale nazionale della Don Bosco Cup si svolge di norma in unica manifestazione; tuttavia, in relazione al presumibile numero di partecipati ed eventualmente anche al fine di valorizzare particolarmente taluna delle specialità previste, la Direzione Tecnica Nazionale si riserva di suddividere il programma in più manifestazioni. Sono esclusi dalla partecipazione gli atleti (coppie e quartetti/gruppi) che, in riferimento alla specialità praticata e nell'ambito della categoria di appartenenza, siano saliti sul podio in un Campionato italiano di Federazione (e, a maggior ragione, in un campionato internazionale). L'età minima per la partecipazione è fissata in otto anni compiuti o da compiersi nell'anno solare. Art. 29 CATEGORIE SINGOLO PROMO ANNI MINI A ANNI MINI B ANNI ROLLER A ANNI ROLLER B ANNI PROMO 1 ANNI PROMO 1 2 ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO ANNI PROMO 4 5 ANNI PROMO 4 5 Promo 1 Gr. A Gr. B Gr. C Gr.D Promo 2 Gr. A Gr. B Gr. C Gr. D Promo 3 Gr. A Gr. B Gr. C Gr. D Promo 4 Gr. A Gr. B Gr. C Gr. D Promo 5 Gr. A Gr. B Gr. C Gr. D Art. 30 PROGRAMMA TECNICO DI GARA PROMO Possono accedervi atleti anche tesserati FIHP ma non svolgono alcuna attività Federale, non sono ammessi atleti delle categorie professionisti FIHP. Esegue solo il programma lungo, con elementi tecnici OBBLIGATORI, della durata in base alla categoria scelta per età e/o preparazione tecnica. La valutazione è guidata da apposita scheda. In tutte le categorie è consentita la musica cantata.

4 CATEGORIA ELEMENTI TECNICI OBBLIGATORI TEMPO ESECUZIONE MINI A MINI B ROLLER A ROLLER B PROMO 1 PROMO 2 PROMO 3 PROMO 4 1-Possono eseguire tutte le figure su tue piedi o un piede 2-Salti a piedi pari anche da mezza rotazione 3-Trottola su due piedi (almeno 2 giri) 4-Passoincrociato avanti (almeno 4 consecutivi) 5-Bilanciati avanti 1-possono eseguire tutte le figure su due piedi o un piede 2-Salti a piedi pari da mezza rotazione 3-Semplice (eseguito max 3 volte) 4-trottola su 2 piedi (almeno 2 giri) 5-Passo incrociato avanti (almeno 4 consecutivi) 1-salto semplice 2-trottola verticale eseguita su due piedi 3-salti da mezza rotazione (anche figurati) 4-bilanciato avanti su qualsiasi piede (no angelo) 5-sequenza di due o più salti semplici (anche figurati) 6-sequenza di passi liberi (per almeno ½ della diagonale) 7-combinazione di figure in avanti (angelo e carrello) 1-combinazione di salti da una rotazione (toeloop toeloop) 2-trottola verticale int. Ind. (almeno di due giri) 3-bilanciato avanti su qualsiasi piede (no angelo) 4-sequenza e combinazione di salti toeloop-semplice-semplice-toeloop 5-passi in curva (almeno ¾ di un cerchio) 6-salto semplice e toeloop (eseguiti singolarmente) 7-combinazione di figure in avanti (angelo e carrello) 1-sequenza di salti da una rotazione: salchow semplice salchow 2-bilanciato indietro su qualsiasi filo e piede 3-trottola verticale int. Ind. (preparazione libera) 4-combinazione di salti: slachow toeloop - toeloop 5-passi in curva (almeno ¾ di un cerchio) 6-salti da una rotazione: flip lutz salchow(eseguiti una sola volta) 7-combinazione di figure ad angelo su qualsiasi piede avanti e indietro per ¾ della diagonale con almeno due lobi 1-sequenza di salti da una rotazione: salchow flip salchow 2-passi in curva (almeno ¾ di un cerchio) 3-salti da una rotazione: toeloop flip salchow lutz 4-trottola verticale int. Ind. (preparazione libera) 5-comb. di angeli su qualsiasi piede avanti e ind. per ¾ della diagonale con almeno due lobi 6-combinazione di salti: flip toeloop - toeloop 7-bilanciato indietro su qualsiasi filo e piede 1-trottola est. Ind.(preparazione libera) 2-combinazione di salti: rit toeloop touren flip rit 3-passi in linea retta eseguiti per ¾ della diagonale 4-salti da una rotazione: salchow rit - lutz 5-figura ad angelo eseguita indietro per almeno 2/4 di una curva 6-sequenza di salti: salchow flip - salchow 7-trottola int. Ind. (preparazione libera) 1-axel (eseguito singolarmente 2 volte) 2-trottola ind. Int. Abbassata (preparazione libera) 3-combinazione libera di salti da una rotazione (no rit rit rit) 4-passi in curva (almeno ¾ di un cerchio) 5-trottola ad angelo est. indietro 6-salto da 2 rotazioni (doppio toeloop o doppio salchow) Da 1,30 a 2,00 min. Da 1,30 a 2,00 min. Di 2,00 min. Da 2,00 a 2,30 min. Da 2,00 a 2,30 min. Da 2,30 a 3,00 min.

5 PROMO 5 7-trottola est. Ind. preparata con la sequenza di tre 8-figura ad angelo eseguita indietro con almeno un cambio di piede e di filo 1-combinazione di salti: axel rit touren - flip 2-trottola ind. Int. abbassata figurata 3-passi in linea retta eseguiti per ¾ della diagonale 4-trottola ad angelo est. indietro 5-sequenza di salti: axel flip - salchow 6-trottola est. Ind. preparata con la sequenza di tre 7- combinazione di salti: da 3 a 5 (libera) 8-un salto doppio scelto tra il doppio toeloop e doppio salchow 9-combinazione di trottole (libera) 10-figura libera Da 3,00 a 3,30 min. ATTENZIONE: Tutti gli elementi richiesti devono essere eseguiti in base all ordine descritto; solamente i passi di piede possono essere eseguiti qualsiasi momento del programma NON SONO AMMESSE RIPETIZIONI, nel caso si verificassero, verrà applicata una penalizzazione di 0,3 di punto sul punteggio totale. La tolleranza del tempo musicale è sempre di 10 secondi in più o in meno. In tutte le manifestazioni ufficiali comprese le finali regionali e la finale nazionale PGS al fine di garantire l'effettiva competizione tra atleti a parità di programma le singole annate possono essere accorpate sino ad un massimo di tre, purchè consecutive, in modo che si realizzino gare con almeno tre concorrenti. Possono gareggiare nelle categorie del gruppo promo anche atleti tesserati FIHP (esclusi esordienti e allievi A e B, cadetti, jeunesse, juniores e seniores), purchè non svolgano (o non abbiano svolto negli ultimi due anni solari) attività federale (con ciò intendendosi gare di campionato di solo libero). Denominazione punteggi: 1 contenuto tecnico 2 contenuto coreografico Art. 31 CATEGORIE DI SINGOLO EFFETTIVE PGS Gareggiano nelle categorie PGS gli atleti tesserati soltanto PGS o comunque non tesserati FIHP; tuttavia i tesserati FIHP sono ammessi a gareggiare qualora nella corrispondente categoria federale non abbiano preso parte ad alcuna gara di campionato (ne consegue che, al primo anno di categoria, il tesserato FIHP può gareggiare nelle categorie PGS sino a quando non disputa il primo campionato federale). E' fatta sempre salva la possibilità per l'atleta avente diritto a gareggiare nelle categorie PGS di optare per la partecipazione nelle corrispondente categoria FIHP (tale regola è applicabile prima del primo evento sportivo ufficiale per il Don Bosco Cup). Categorie PGS Categorie FIHP ANNI 8/9 2005/2004 GIOVANI Giovanissimi (FIHP) ANNI 10/ /2002 PICCOLI AZZURRI Esordienti Regionali (FIHP) ANNI 12/ /2000 RAGAZZI Allievi Regionali (FIHP) ANNI 14/ /1998 UNDER 14 Divisione Nazionale A (FIHP) ANNI 16/ /1996 UNDER 16 Divisione Nazionale B (FIHP) ANNI 18/ /1994 UNDER 18 Divisione Nazionale C (FIHP) ANNI e prec. LIBERA Divisione Nazionale D (FIHP) In tutte le competizioni UFFICIALI PGS per l assegnazione di qualsiasi titolo DON BOSCO CUP non è ammessa la divisione della categoria per anno di nascita. Gli atleti che si sono saliti sul podio al Trofeo delle Regioni FIHP non sono ammessi. In tutte le competizioni viene eseguito il programma lungo (libero) e gli esercizi obbligatori facoltativi in tutte le competizioni e a tutti i livelli di attività sono eseguiti in numero di due (vedi tabella seguente):

6 Giovani Piccoli Azzurri Ragazzi Under 14 Under 16 Under 18 Libera Curva avanti esterna dx Curva avanti interna sx Curva avanti esterna dx Curva avanti interna sx Tre avanti esterno dx Tre avanti interno sx Contro tre avanti esterno dx Doppio tre avanti interno xs Doppio tre avanti esterno dx Contro tre avanti interno sx Esse tre avanti esterno dx Esse boccola avanti esterna dx Boccola avanti interna sx Doppio tre avanti interno sx ******* CATEGORIA ELEMENTI TECNICI OBBLIGATORI TEMPO ESECUZIONE Giovani Piccoli Azzurri Ragazzi Under 14 Under 16 1-Possono eseguire salti non superiore ad una rotazione 2-Possono eseguire max 2 combinazioni di 3 salti 3-Possono eseguire max 3 trottole verticali (non in combinazione) 4-Serie di passi (libera) 5-Serie di bilanciati av. e/o indietro 6-Una sequenza di 3 salti diversi 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione 2-Axel eseguito singolarmente (max 2 volte) 3-Sequenza di 3 salti diversi (no axel) 4-Possono eseguire max 2 combinazioni da 3 a 5 salti (no axel in combinazione) 5-Possono eseguire max 2 trottole verticali, abbassate, in combinazione (cambio piede o saltata) 6-Trottola ad angelo esterna indietro max 2 eseguita singolarmente 7-Serie di passi (libera) 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione 2-Axel eseguito singolarmente e in combinazione 3-Sequenza di 2 axel (eseguita solo una volta) 4-Possono eseguire max 2 combinazioni da 3 a 5 salti 5-Possono eseguire max 2 trottole verticali, abbassate, in combinazione (cambio piede o saltata) 6-Trottola ad angelo esterna indietro max 2 eseguita singolarmente 7-Serie di passi (libera) 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione e axel 2-salti da due rotazioni doppio toeloop o doppio salchow 3-Due combinazione da 3 a 5 salti (in una delle due combinazioni inserire un salto doppio diverso da quello eseguito singolarmente) 4-Una sequenza di tre salti diversi (no salti doppi) 5-Trottole ad angelo, trottole verticali, anche abbassate in combinazione (max 3) 6-Serie di passi (libera) 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione e axel 2-salti da due rotazioni doppio Toeloop e doppio salchow 3-Due combinazione da 3 a 5 salti (in una delle due combinazioni inserire un salto doppio) 4-Una sequenza di tre salti diversi (no salti doppi) 5-Trottole ad angelo, trottole verticali, anche abbassate e in combinazione (max 3)(no di alto livello) 6-Serie di passi (libera) Da 2,00 a 2,30 min. Di 2,30 min. Under 18 1-Tutti gli elementi sono liberi (no doppio rit e doppio axel) Da 3,00

7 Libera 2-Max 3 combinazioni di salti (con almeno due salti doppi) in una delle 3 combinazioni previste 3-Una sequenza di tre axel 4-Trottole libere max 3 anche in combinazione (no tacco no broken no angelo rovescio) 5-Serie di passi eseguiti per ¾ della diagonale - serpentina 1-Tutti gli elementi sono liberi (no doppio rit e doppio axel) 2-Max 3 combinazioni di salti (con almeno due salti doppi) in una delle 3 combinazioni previste 3-Una sequenza di tre axel 4-Trottole libere max 3 anche in combinazione (no tacco no broken no angelo rovescio) 5-Serie di passi (libera) a 3,30 min. 10 sec.+/- Da 3,00 a 3,30 min. 10 sec.+/- ATTENZIONE: Nelle categorie GIOVANI PICCOLI AZZURRI RAGAZZI in caso di straordinaria partecipazione (40 unità per categoria) verrà applicato un sorteggio (nominativo) per la suddivisione di due gruppi distinti (20 unità per ogni gruppo es. cat. RAGAZZI A e B dando vita ad una semifinale), i primi 13 classificati per ogni gruppo formeranno il gruppo per la gara finale. La classifica della combinata (esercizi obbligatori + esercizio libero) viene predisposta ove il programma di gara lo preveda (sempre nella finale nazionale della Don Bosco Cup); ove non sia prevista, vengono redatte due distinte classifiche (esercizi obbligatori ed esercizio libero). Denominazione punteggi: 1 difficoltà 2 stile Art. 32 Norme specifiche per le categorie FIHP Gareggiano nelle categorie FIHP gli atleti tesserati anche FIHP, i quali svolgano la normale attività federale (gare di campionato)e di ogni specialità; è fatta sempre salva la possibilità per l'atleta avente diritto a gareggiare nelle categorie PGS di optare per la partecipazione nelle corrispondente categoria FIHP (comprese esordienti allievi A e B, cadetti, jeunesse, juniores e seniores) ( non viceversa) (si può optare dalle categorie PGS a FIHP prima della prima gara UFFICIALE valida per il Don Bosco Cup e non dopo). Gli atleti delle categorie FIHP eseguono integralmente il programma tecnico federale: NEL SINGOLO: - esercizi obbligatori sono eseguiti sempre e soltanto in numero di due; qualora il programma federale ne preveda più di due, gli esercizi da eseguire sono scelti per sorteggio tra quelli di cui al programma federale (il sorteggio deve avvenire almeno 10 giorni prima dell evento e comunicato alle Associazioni e agli organizzatori); - gli atleti delle categorie esordienti/allievi A e B non sono tenuti ad eseguire necessariamente gli esercizi obbligatorio; - in tutte le categorie viene eseguito sempre e soltanto un solo esercizi libero; pertanto non viene mai eseguito il programma breve (short program); Ciascun atleta può gareggiare nel solo esercizio libero, nei soli esercizi obbligatori oppure in entrambi (in tale ultimo caso la classifica combinata viene redatta se prevista dal regolamento di gara; è sempre esclusa nella finale nazionale della Don Bosco Cup); se la combinata non è prevista, sono redatte due distinte classifiche (esercizi obbligatori ed esercizio libero). NELLA COPPIA ARTISTICO solo programma lungo; NELLA COPPIA DANZA solo il programma libero; NELLA SOLO DANCE solo la danza libera. NUOVA REGOLA: Tutti gli atleti che desiderano partecipare alla gara di obbligatori e di libero possono optare: - Es. obbligatori eseguiti nelle categorie FIHP o PGS ed es. libero nelle categorie PROMO (ma non concorrono alla classifica di combinata) Tale regola è applicabile solo nelle gare Don Bosco Cup reginali e/o interregionali. Art. 33 CATEGORIE DI COPPIA ARTISTICO COPPIA DANZA e SOLO DANCE PGS In tutte le manifestazioni, comprese le varie fasi della Don Bosco Cup, può essere svolta attività di coppie artistico, coppie danza e solo dance. La determinazione della categoria della COPPIA ARTISTICO è data dall età dell atleta di sesso maschile, mentre per la COPPIA DANZA è data dall età dell atleta più anziano. Programmi gara Categorie Coppia Artistico PGS possono tesserarsi in questo gruppo: atleti tesserati anche con la FIHP che non abbiano svolto attività Federale (anche di singolo-non sono ammessi atleti delle categorie: cadetti jeunesse juniores e seniores).

8 Programma Corto: non richiesto Programma Lungo: della durata richiesta in base alla categoria di appartenenza con norme PGS. ANNI 8/9 2005/2004 GIOVANI ANNI 10/ /2002 PICCOLI AZZURRI ANNI 12/ /2000 RAGAZZI ANNI 14/ /1998 UNDER 14 ANNI 16/ /1996 UNDER 16 ANNI 18/ /1994 UNDER 18 ANNI LIBERA In tutte le competizioni UFFICIALI PGS per l assegnazione di qualsiasi titolo DON BOSCO CUP non è ammessa la divisione della categoria per anno di nascita. CATEGORIA ELEMENTI TECNICI COPPIA ARTISTICO TEMPO ESECUZIONE Giovani Piccoli Azzurri Ragazzi Under 14 Under 16 VIETATI SOLLEVAMENTI DELLA DAMA 1-Possono eseguire singolarmente i salti: semplice toeloop - salchow 2-Una combinazione di 3 salti tra quelli citati 3-Max 2 trottole individuali verticali 4-Max 2 figure di coppia in cui la dama non viene sollevata da terra 5-Salto lanciato del valzer 6-Serie di passi (libera) 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione 2-Una combinazioni di 3 salti da una rotazione 3-Una sequenza di 2 salti da una rotazione 4-Una trottola individuali verticale 5-Una combinazione di trottole verticali 6-Trottole d incontro verticali (non in combinazione) 7-Max 2 figure di coppia la dama non deve essere sollevata da terra 8-Salto lanciato salchow 9-Serie di passi (libera) 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione e axel 2-Salto da due rotazioni doppio toeloop 3-Una combinazioni da 3 salti (inserire come primo salto l axel) 4-Una combinazione di trottole verticali (non abbassate) 5-Trottole d incontro verticali, (non in combinazione) 6-Un sollevamento axel dritto 7-Spirale ad angelo esterna indietro 8-Salto lanciato salchow 9-Serie di passi (libera) 1-Possono eseguire tutti i salti da una rotazione e axel 2-Possono eseguire salti da due rotazioni doppio toeloop o doppio salchow 3-Max 2 combinazioni da 3 salti (in una delle combinazioni eseguire come primo salto axel) 4-Max 2 trottole individuali libere (no broken ancle) Una eseguita con la successione di tre 5-Una combinazioni di trottole individuali (no broken ancle) 6-Trottole d incontro verticali, (non in combinazione) 7-salto lanciato axel 8-Max 2 sollevamenti (non in comb.) per ogni sollevamento max 8 rot. 9-Spirale ad angelo esterna indietro 10-Serie di passi (libera) 1-Tutti salti da una rotazione e axel 2-salti da due rotazioni doppio toeloop e doppio salchow individuali 3-Max 2 combinazioni da 3 salti (nelle combinazioni deve essere inserito un salto doppio tra quelli citati) 4-Trottole individuali libere 5-Salto lanciato axel 6-Max 2 sollevamenti (uno in combinazione) per ogni sollevamento max 8 rotazioni 7-Trottole d incontro (libera) 8-Spirale della morte Da 2,00 a 2,30 min. (*) Da 2,30 a 3,00 (*)

9 Under 18 Libera 9-Max 2 trottole individuali libere (no broken ancle) Una eseguita con la successione di tre 10-Serie di passi (libera) 1-Tutti salti da una rotazione e doppio toeloop doppio salchow doppio flip individuali 2-Max 2 combinazioni da 3 salti (nelle combinazioni deve essere inserito un salto doppio) 3-Trottole individuali libere 4-Salto lanciato doppio salchow 5-Max 2 sollevamenti (uno in comb.) per ogni sollevamento max 8 rot. 6-Trottole d incontro (libera) 7-Spirale (libera) 8-Serie di passi (libera) 1-Tutti salti sono ammessi ad esclusione dei salti tripli 2-Max 2 combinazioni da 3 salti (nelle combinazioni deve essere inserito un salto doppio) (no doppio rit) 3-Trottole individuali libere 4-Salto lanciato doppio salchow 5-Max 3 sollevamenti (uno in comb.) per ogni sollevamento max 8 rotazioni 6-Trottole d incontro (libera) 7-Spirale (libera) 8-Serie di passi (libera Di 3,30 min. Di 3,30 min. (*) Possono utilizzare musica con canto. Denominazione punteggi: 1 difficoltà 2 stile Programmi gara Categorie Coppia Danza PGS possono tesserarsi in questo gruppo: atleti tesserati anche con la FIHP che non abbiano svolto attività Federale (anche di singolo-non sono ammessi atleti delle categorie: cadetti jeunesse juniores e seniores). Programma Danza Obbligatoria: nessuna danza da eseguire Programma Danza Libera: della durata richiesta in base alla categoria di appartenenza con norme PGS. ANNI 8/9 2005/2004 GIOVANI ANNI 10/ /2002 PICCOLI AZZURRI ANNI 12/ /2000 RAGAZZI ANNI 14/ /1998 UNDER 14 ANNI 16/ /1996 UNDER 16 ANNI 18/ /1994 UNDER 18 ANNI LIBERA CATEGORIA ELEMENTI TECNICI COPPIA DANZA TEMPO ESEC. Giovani Un sollevamento senza rotazione Di 2,30 min. Piccoli Azzurri Max 2 sollevamenti con max 1 rotazione e mezza Di 2,30 min. Ragazzi Max 3 sollevamenti con max 1 rotazione e mezza Under 14 Max 4 sollevamenti con max 1 rotazione e mezza Under 16 Max 4 sollevamenti con max 1 rotazione e mezza Under 18 Max 5 sollevamenti con max 1 rotazione e mezza Di 3,30 min. Libera Max 5 sollevamenti con max 1 rotazione e mezza Di 3,30 min. In tutte le competizioni UFFICIALI PGS per l assegnazione di qualsiasi titolo DON BOSCO CUP non è ammessa la divisione della categoria per anno di nascita.

10 Denominazione punteggi: 1 contenuto tecnico 2 contenuto coreografico Programmi gara Categorie Solo Dance PGS possono tesserarsi in questo gruppo: atleti tesserati anche con la FIHP che non abbiano svolto attività Federale (non sono ammessi atleti delle categorie: cadetti jeunesse juniores e seniores). Programma Danza Obbligatoria: quella sorteggiata annualmente (programma tecnico libero tema musicale obbligatorio) Programma Danza Libera: della durata richiesta in base alla categoria di appartenenza con norme PGS. ANNI 8/9 2005/2004 GIOVANI ANNI 10/ /2002 PICCOLI AZZURRI ANNI 12/ /2000 RAGAZZI ANNI 14/ /1998 UNDER 14 ANNI 16/ /1996 UNDER 16 ANNI 18/ /1994 UNDER 18 ANNI LIBERA CATEGORIE TEMA OBBLIGATORIO DANZA LIBERA TEMPO Giovani Walzer TMO 7 Programma libero Min. 2,00 Piccoli Azzurri Marcia TMO 1 Programma libero Min. 2,00 Ragazzi Quickstep TMO 2 Programma libero Min. 2,00 Under 14 Tango Classico TMO 5 Programma libero Min. 2,30 Under 16 Flamenco TMO 6 Programma libero Min. 2,30 Under 18 Danza Greca TMO 12 Programma libero Min. 2,30 Libera Tango Nuevo - TMO 9 Programma libero Min. 2,30 Sia nella Danza con tema musicale obbligatorio e nella danza libera, le norme tecniche sono quelle previste dal regolamento FIHP: - Dalla cat. Giovani alla cat. Ragazzi è permesso di: 1. Una trottola con max tre rotazioni; 2. Un salto max una rotazione 3. Un salto max una rotazione e mezza 4. Una sequenza di passi in diagonale più estesa possibile Il programma dovrà essere semplice, è permesso: salti, passi, tutti i movimenti del pattinaggio singolo in sintonia al tema musicale e ritmo. E consentito inginocchiarsi o sdraiarsi, soltanto all inizio o alla fine del programma per un massimo di 5 sec. - Dalla cat. Under 14 alla cat. Libera: 1. Max due trottole di max 3 rotazioni; 2. Max tre salti da una rotazione; 3. Una sequenza di passi in diagonale più estesa possibile Il programma dovrà essere semplice, è permesso: salti, passi (originalità e difficoltà), tutti i movimenti del pattinaggio singolo in sintonia al tema musicale e ritmo. E consentito inginocchiarsi o sdraiarsi, soltanto all inizio o alla fine del programma per un massimo di 5 sec. Nella danza libera è consentita la musica con canto. Le musiche devono essere richieste al Responsabile Nazionale di settore via In tutte le competizioni UFFICIALI PGS per l assegnazione di qualsiasi titolo DON BOSCO CUP non è ammessa la divisione della categoria per anno di nascita. Denominazione punteggi: 1 contenuto tecnico 2 contenuto coreografico

11 Art. 34 NORME PER IL PATTINAGGIO SPETTACOLO QUARTETTI PGS Quartetti PGS non partecipano ad alcuna attività federale ufficiale (campionati); In linea di massima possono fare parte dei quartetti PGS atleti che, a livello di pattinaggio individuale, appartengono alle categorie PROMO e PGS; possono tuttavia essere inclusi nei gruppi anche atleti appartenenti a categorie FIHP, alla tassativa condizione che nell'anno di riferimento e/o in quello precedente non abbiano preso parte ad alcuna gara federale di campionato di pattinaggio spettacolo. Ogni associazione può partecipare con massimo 3 Quartetti in categorie diverse. QUARTETTI CATEGORIE COMPOSIZIONE QUARTETTO TEMPO Mini Atleti nati negli anni: Di 3,00 Giovani Atleti nati negli anni: Di 3,00 Piccoli Azzurri Atleti nati negli anni: Di 3,00 Ragazzi Atleti nati negli anni: Di 3,00 Libera Atleti nati negli anni: 1993 e precedenti Di 3,00 Gold Atleti di qualsiasi età Di 3,00 GRUPPI CATEGORIE COMPOSIZIONE GRUPPO TEMPO Mini Giovani Piccoli Azzurri Ragazzi Libera Gold Open Juvenilia A Open Juvenilia B Formato da 6 a 12 atleti nati negli anni: Formato da 6 a 12 atleti nati negli anni: Formato da 8 a 16 atleti nati negli anni: Formato da 8 a 16 atleti nati negli anni: Formato da 8 a 16 atleti nati negli anni: 1990 e precedenti Formato da 8 a 30 atleti di qualsiasi età (esclusi i nati dal 2005 al 2007) Formato da 8 a 16 atleti nati negli anni: Formato da 8 a 16 atleti nati negli anni: e prec. Da 3,30 a 4 min. Da 3,30 a 4 min. Da 4,00 a 4,30 min. Da 4,00 a 4,30 Da 4,00 a 4,30 min Da 4,30 a 5,00 min Da 4,30 a 5,00 min. Da 4,30 a 5,00 min.

12 ATTENZIONE: Sono ammessi atleti fuori quota, cioè nati in anni diversi da quelli previsti per ciascuna categoria, nella misura di ¼ del totale dei componenti per i gruppi e di 1 atleta (di età inferiore o maggiore da quella prevista) norma valida anche per i quartetti (esclusa la categoria MINI) Sono ammessi a partecipare all'attività gruppi e quartetti composti da atleti tesserati per diverse società, purché della stessa regione. Nelle finali regionali (ed eventualmente interregionali) e in quella nazionale della festa Don Bosco Cup le società che presentano un proprio gruppo/quartetto non possono concorrere alla formazione di gruppi/quartetti misti tra più società. A tutti i livelli di attività le società possono presentare più gruppi/quartetti, anche nella medesima categoria; tale facoltà non è esercitabile nella finale nazionale della Don Bosco Cup, nella quale ciascuna società può essere presente con un solo gruppo/quartetto per categoria. Ciascuna società può gareggiare anche con programmi di gara già presentati nella stagione in corso o in quella precedente; nella festa nazionale della Don Bosco Cup non sono però ammessi programmi già presentati dalla medesima società nella festa Nazionale dell'anno precedente (ovviamente, nel solo caso in cui la società vi abbia partecipato). Art. 35 Gruppi e quartetti FIHP Le categorie di gruppi e quartetti FIHP sono pertanto quelli che prendono parte alla normale attività di Federazione, in particolare partecipando ai campionati italiani, nonché ad eventuali campionati di livello superiore. L'attività dei gruppi/quartetti FIHP si attengono strettamente ed esclusivamente alle norme di attività federali; tra l'altro il loro programma dev'essere obbligatoriamente nuovo, cioè mai presentato in gare ufficiali FIHP nell'anno in corso o in quello precedente. Nelle competizioni di gruppi/quartetti FIHP non sono ammesse formazioni composte da atleti di più società. Art. 36 Norme generali relative al pattinaggio spettacolo Non sono ammessi atleti senza pattini; non è consentito l uso del pattino in linea. QUARTETTI FIHP CATEGORIE COMPOSIZIONE QUARTETTO TEMPO Quartetti Formato da atleti che abbiano compiuto 14 anni Quartetti Divisione Nazionale Formato da atleti che abbiano compiuto 14 anni Quartetti Cadetti Formato da atleti delle cat. FIHP: Allievi e Cadetti GRUPPI FIHP CATEGORIE COMPOSIZIONE QUARTETTO TEMPO Piccoli Gruppi Divisione Nazionale Formato da atleti che abbiano compiuto 14 anni Da 3,30 a 4,00 min. Jeunesse Formato da atleti delle cat. FIHP: allevi cadetti - jeunesse Di 4,00 min. Piccoli Gruppi Formato da atleti che abbiano compiuto 14 anni Da 4,30 a 5.00 min. Grandi Gruppi Formato da atleti che abbiano compiuto 14 anni Da 4,30 a 5,00 min. ATTENZIONE: L atleta che nell anno inizia a gareggiare per un gruppo in una determinata categoria, per l attività nazionale, deve continuare a gareggiare nell anno per quel gruppo in quella categoria. Denominazione punteggi: 1 contenuto del programma 2 presentazione

13 MUSICA La scelta della musica o delle musiche è libera; il programma dovrà essere attinente al tema musicale prescelto e ti tale attinenza dovranno rendersi conto i Giudici e il pubblico. Sono ammesse la musica cantata e la musica da show. Nel modulo di adesione alle competizioni P.G.S. indicare nome del gruppo e titolo dell esecuzione. DECORAZIONI TEATRALI E ACCESSORI Non sono ammessi fondali teatrali e scenografie fisse, se non quelle eventualmente allestite dall organizzazione in favore delle generalità dei gruppi. Analogamente non sono consentiti fari, faretti o macchine per fare nebbia, salvo quelli installati dall organizzazione in favore di tutti i gruppi. Sono ammessi accessori quali ad es. nacchere, tamburelli, ventagli, foulard, ecc. attinenti al programma eseguito; gli stessi, per esigenze del programma, potranno essere appoggiati sulla pista, in modo tale però da non costituire fonte di pericolo per gli atleti, né risultare di ostacolo per l esecuzione del programma. E inoltre consentito l uso di non più di un oggetto, di piccole dimensioni, da collocare in pista, che non dovrà costituire fonte di pericolo per gli atleti, né ostacolo per lo svolgimento del programma. Non sono ammessi oggetti self standing, oggetti che hanno la proprietà di rimanere verticali autonomamente come sedie, attaccapanni, ecc. COSTUMI E TRUCCO Sono ammessi costumi i qualsiasi tipo, purché decenti e tali da non costituire motivo di imbarazzo per gli atleti. In particolare i costumi femminili devono essere fatti in maniera tale che il body copra interamente i fianchi e i glutei non sono ammessi body eccessivamente sgambati, sopra la linea dei fianchi si all uso di lycra color nudo ma non trasparente sono tassativamente VIETATI costumi a perizoma. PROVA PISTA E RISCALDAMENTO A ciascun gruppo e/o quartetto sarà consentito di provare la pista, nella giornata precedente la gara o nella stessa giornata, con congruo anticipo rispetto all ora stabilita per la gara stessa per un periodo di tempo rigorosamente uguale per tutti i gruppi e quartetti (non meno di 10 minuti e non più di 15 minuti). L ordine di entrata in pista per il periodo di prova e quello di gara sarà stabilito mediante sorteggio. Nella festa nazionale il sorteggio del prova pista verrà comunicato almeno cinque giorni prima della manifestazione da parte del Responsabile Nazionale di settore. Immediatamente prima dell esecuzione non sarà consentito alcun periodo di riscaldamento, salvo il tempo strettamente necessario al posizionamento in pista di ciascun atleta, nel limite di tempo indicato nel prossimo articolo. DURATA DEL PROGRAMMA Ciascun gruppo e/o quartetto deve presentare un programma in base alla categoria di appartenenza del gruppo e/o quartetto specificato nell apposita tabella. Per durata effettiva si intende l intervallo di tempo compreso tra il primo movimento di pattini anche da parte di un solo pattinatore e la cessazione della musica. Il programma deve avere inizio entro 10 secondi dall inizio della musica. Se il programma risulta di durata superiore a quella prevista, i giudici valuteranno esclusivamente la parte eseguita nel tempo stabilito; in caso di programma con durata inferiore, invece, il gruppo e/o quartetto sarà soggetto alla penalizzazione di 0,5 di punto sul totale nel secondo punteggio. L entrata e il posizionamento in pista del gruppo e/o quartetto non può eccedere la durata di 30 sec.. Deve essere annunciato (se previsto) la denominazione del gruppo e/o quartetto (società di appartenenza o nome di fantasia) e titolo del programma. CONTENUTI DEL PROGRAMMA Trovano integrale applicazione le Norme del regolamento federale per il pattinaggio spettacolo, al quale si fa pertanto rimando. Art. 37 Attività per adulti Può essere svolta esclusivamente a livello locale, in apposite manifestazioni oppure nell'ambito di altre manifestazioni (escluse quelle valevoli per la Don Bosco Cup). Tale attività viene svolta, in linea di massima, secondo le norme previste nel regolamento del Juvenilia Skate. Art. 38 Soul art & Dance Trattasi di attività di carattere non agonistico rivolta a ragazzi avviati alla pratica del pattinaggio in età non verdissima, nonché a ex pattinatori, allenatori e in genere adulti che già hanno avuto esperienze anche agonistiche di pattinaggio e che intendono rimettersi in gioco. Tale attività si svolge seconde le norme specifiche contenute nel Regolamento Juvenilia Skate. Art. 39 Classifiche Le classifiche sono redatte, in linea di principio, con il sistema white; ove ciò non sia possibile, per mancanza di strumenti idonei e/o di persone competenti, la classifiche devono essere redatte con il sistema dei piazzamenti, con l'applicazione nell'ordine dei seguenti criteri: criterio di maggioranza, minor somma di piazzamenti, maggior punteggio totale, maggior punteggio del secondo punteggio (stile) (persistendo la parità, gli atleti sono classificati a pari merito). Le classifiche non possono mai essere redatte mediante semplice somma dei punteggi attribuiti. In ogni manifestazione può essere redatta una classifica per società; a livello locale i criteri sono stabiliti dal competente organo tecnico, alla luce del numero di partecipanti ad ogni singola gara.

14 Nella Festa Nazionale Don Bosco Cup la classifica per società viene redatta secondo la seguente tabella: 1^ Tabella Combinata (obbligatori + libero) solo dance PGS Classifica Punteggio Dal 10 al 19 classificato 2 punti oltre 1 punto 2^ Tabella singolo (obbligatori e libero classifiche separate) coppia art. e danza solo dance FIHP Classifica Punteggio Dal 10^ coppia classificata 0,5 di punto 3^ Tabella Quartetti e Gruppi Classifica Punteggio Dal 10^ quartetto o gruppo classificato 0,5 di punto Nelle categorie di singolo in cui il numero dei concorrenti sia inferiore a 11 il punteggio è dimezzato. Nelle categorie di coppia danza in cui il numero delle coppie sia inferiore di 6 il punteggio è dimezzato. Nelle categorie di quartetto e gruppi in cui il numero sia inferiore di 5 il punteggio è dimezzato. Art. 40 Esposizione, proclamazione ed omologazione dei risultati I risultati esposti nella sede di svolgimento della competizione e proclamati nel corso dell apposita cerimonia hanno sempre carattere ufficioso. Gli stessi assumono carattere di ufficialità dopo l omologazione, sulla base della documentazione della di gara, da parte del responsabile provinciale, regionale o nazionale di specialità (a seconda che si tratti di competizione provinciale, regionale o nazionale). I risultati ufficiali delle competizioni provinciali e regionali devono essere inviati a tutte le società interessate. I risultati delle competizioni nazionali sono trasmessi ai Comitati Regionali, che ne curano la diffusione alle società interessate. Art. 41 Giuria e norme organizzative Le giurie possono essere composte da: _ giudici ufficiali P.G.S. designati dall organo tecnico provinciale, regionale o nazionale - Competente; _da giudici designati e inviati dalla Federazione, previa tempestiva richiesta all organo federale competente (C.T.A. provinciale, regionale o nazionale); _da tesserati P.G.S. che diano garanzie di competenza e imparzialità e abbiamo almeno 16 anni compiuti (18 anni per le funzioni di presidente) designati dall organo competente, solo per competizioni provinciali e regionali; _da giudici designati e inviati da altro ente di promozione sportiva, previa richiesta al medesimo preceduta da formale autorizzazione del Responsabile Nazionale di Settore. E inoltre consentito, previo accordo con l organo federale competente, che la giuria sia composta da tesserati P.G.S. coordinati da un presidente di designazione federale. Sono pure ammesse giurie miste composte da tesserati P.G.S. e tesserati di altri enti di promozione sportiva. La giurie sono formate da quattro o tre componenti (un presidente + tre giudici, oppure tre giudici di cui uno anche con funzioni di presidente). Per ogni competizione devono essere garantiti: _le funzioni di cronometrista (che possono essere esercitate anche dal presidente di giuria che non sia anche giudice) o da tesserato PGS ; _il servizio di segreteria (almeno una persona addetta alla trascrizione dei risultati e obbligatoriamente una persona in grado di redigere le classifiche con il sistema dei piazzamenti); agli addetti di segreteria dovranno essere messi a disposizione, ove possibile, adeguati strumenti operativi (computer con stampante); _l impianto di riproduzione delle musicassette e CD e di diffusione sonora (con relativi addetti, compreso uno speaker) possibilmente un pc collegato all impianto audio; _il servizio di speaker, da affidare a persona competente, capace di condurre nel miglior modo il corretto svolgimento della competizione e di collaborare con l addetto fonico e il Presidente di giuria ; _il servizio sanitario (medico oppure ambulanza attrezzata con personale paramedico) Un tesserato del soggetto organizzatore deve ricoprire l'incarico di responsabile dell'organizzazione e dello svolgimento della competizione, il nominativo del Responsabile deve essere riportato nel Verbale di Gara (trattasi di manifestazione Nazionale) e dopo averlo compilato lo invierà, al termine della competizione al Responsabile Nazionale di Settore; lo stesso si avvale di altre persone preferibilmente tesserati per garantire il servizio d'ordine. La pista, ancorché di dimensioni non regolamentari, deve presentare condizioni di sufficiente sicurezza per gli atleti; devono essere adottate tutte le misure idonee a garantire alla giuria di operare in sicurezza e senza interferenza alcuna. La modulistica per la rilevazione dei punteggi e la predisposizione delle classifiche dev essere fornita dal competente organo tecnico PGS, al quale compete anche di mettere a disposizione dei giudici non federali quanto necessario per poter esercitare le proprie funzioni.

15 Art. 42 Qualificazioni degli allenatori E precluso l accesso in pista, durante l effettuazione da parte degli atleti dei periodi di prova pista non ufficiale o ufficiale, agli allenatori non in regola con il disposto dell articolo 13. Art. 43 Reclami Avverso i risultati acquisiti sulla pista, può essere proposto reclamo esclusivamente per errore di fatto (errata trascrizione a referto dei punteggi attribuiti dai giudici) o per irregolare posizione di atleta. Non è possibile proporre reclamo avverso i punteggi attribuiti. Le modalità di proposizione dei reclami sono stabilite dal regolamento di disciplina e giustizia. Qualora, per una qualsiasi ragione, non possa essere osservata la procedura ivi prevista, il reclamo va presentato non più tardi di 48 ore dallo svolgimento della competizione al Giudice Sportivo competente per la stessa (provinciale o regionale) e in ogni caso nello stesso termine va notificato alle società eventualmente cointeressate. Avverso i risultati della finale nazionale, eventuali reclami devono essere proposti entro la chiusura della manifestazione direttamente nelle mani del Responsabile Nazionale di settore (o di chi lo sostituisce) che, istruito reclamo e formulate al riguardo le proprie valutazioni, lo inoltrerà alla Commissione Nazionale di settore assieme ai risultati ufficiali della manifestazione. Art. 44 Norme di comportamento per allenatori e dirigenti I rapporti tra allenatori, dirigenti e in genere rappresentanti di società da una parte e componenti la giuria (comunque formata) dall altra devono essere improntati alla massima correttezza. E consentito al solo allenatore (o comunque ad un solo tesserato) di una società di chiedere esclusivamente al presidente di giuria chiarimenti su uno o più punteggi attribuiti ad atleti della medesima società. Tali richieste potranno essere formulate soltanto al termine della competizione cui si riferiscono; non è ammesso in alcun caso che a richiedere i chiarimenti siano degli atleti né l interessato né altri né che i chiarimenti possono concernere atleti di altre società. Art. 45 Norme finali Per quanto non previsto nel presente regolamento si applicano, in quanto compatibili, i regolamenti federali (Regolamento tecnico, Regolamento Gare e Campionati, Norme annuali per l attività e successive variazioni e/o integrazioni), nel testo della loro ultima edizione. Eventuali modifiche che dovessero essere introdotte nella normativa federale nel corso dell anno sportivo saranno valutate dalla Direzione Tecnica Nazionale PGS che, d'intesa la Commissione Nazionale di settore e/o il Responsabile Nazionale di Settore, deciderà in merito alla loro applicazione e per le quali sarà data pubblicità tramite il Comunicato Ufficiale nazionale. Le presenti norme attività hanno validità per tutta l'anno sportivo (1 settembre agosto 2013); tuttavia sino al 31 dicembre 2012 hanno validità i limiti di età di ciascuna categoria previsti per l'anno sportivo Sino alla stessa data, inoltre, a livello locale (provinciale e regionale) possono continuare a trovare applicazione i programmi tecnici di gara previsti per l'anno sportivo

- PATTINAGGIO - DON BOSCO CUP

- PATTINAGGIO - DON BOSCO CUP - PATTINAGGIO - Art. 20 Attività L'attività di pattinaggio artistico svolta in ambito PGS comprende: pattinaggio individuale (singolo), pattinaggio di coppia (artistico e danza), solo dance, pattinaggio

Dettagli

TeamCup Veneto 2014 TROFEO REGIONALE di PATTINAGGIO ARTISTICO CATEGORIE SINGOLO QUARTETTI e GRUPPI

TeamCup Veneto 2014 TROFEO REGIONALE di PATTINAGGIO ARTISTICO CATEGORIE SINGOLO QUARTETTI e GRUPPI TeamCup Veneto 2014 TROFEO REGIONALE di PATTINAGGIO ARTISTICO CATEGORIE SINGOLO QUARTETTI e GRUPPI Il Trofeo è rivolto a varie tipologie di atleta, possono partecipare atleti che pattinano da poco ma in

Dettagli

A S S O C I A Z I O N E S P O R T I V A D I L E T T A N T I S T I C A. REGOLAMENTO 18 TROFEO DELL AMICIZIA e 11 MEMORIAL LEONARDO SPECOGNA

A S S O C I A Z I O N E S P O R T I V A D I L E T T A N T I S T I C A. REGOLAMENTO 18 TROFEO DELL AMICIZIA e 11 MEMORIAL LEONARDO SPECOGNA REGOLAMENTO 18 TROFEO DELL AMICIZIA e 11 MEMORIAL LEONARDO SPECOGNA Esercizi Liberi * Gli atleti dovranno indossare la divisa sociale o un vestito di gara. * Gli atleti (maschi e femmine gareggiano separati)

Dettagli

CORNO PATTINAGGIO. Corno di Rosazzo, 22 Aprile 2014 XV TROFEO DELL AMICIZIA VIII TROFEO MEMORIAL LEONARDO SPECOGNA

CORNO PATTINAGGIO. Corno di Rosazzo, 22 Aprile 2014 XV TROFEO DELL AMICIZIA VIII TROFEO MEMORIAL LEONARDO SPECOGNA Corno di Rosazzo, 22 Aprile 2014 XV TROFEO DELL AMICIZIA VIII TROFEO MEMORIAL LEONARDO SPECOGNA La Società A.S.D. Corno Pattinaggio organizza nelle giornate di Domenica 01 e Lunedì 02 Giugno 2014 il 15

Dettagli

Libero e Pattinaggio Spettacolo

Libero e Pattinaggio Spettacolo DIREZIONE TECNICA PROVINCIALE Via dei Salesiani,2-95128 CATANIA Tel. 095437541 - fax 095.437541 web www.pgscatania.it info@pgscatania.it Stagione Sportiva 2012/2013 COMUNICATO UFFICIALE N 18 Del 03 Gennaio

Dettagli

Siamo lieti di invitarvi alla

Siamo lieti di invitarvi alla Siamo lieti di invitarvi alla 5^ TeamCup Veneto di Pattinaggio Artistico Trofeo Regionale di Quartetti e Gruppi Spettacolo sabato 7 e domenica 8 maggio 2016 Casalserugo PD Palasport Parquet vernice skating

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA Milano, 5 Ottobre 2016 CIRCUITO LOMBARDIA Trofeo Giovanile Amerigo Soccornini ANNO 2016 REGOLAMENTO Alle Società P.A. della Lombardia Al Presidente CUG Lombardia Al Giudice Sportivo Regionale Ai Delegati

Dettagli

GIOCHI GIOVANILI. Il Consiglio Federale nella consapevolezza della necessità di promuovere

GIOCHI GIOVANILI. Il Consiglio Federale nella consapevolezza della necessità di promuovere VI ALE TI ZI ANO, 74-00196 - ROM A T. +39 06 91684011 F. +39 0691684029 artistico@fisr.it www.fisr.it n. 049 del 05/06/2017 GIOCHI GIOVANILI Il Consiglio Federale nella consapevolezza della necessità di

Dettagli

REGOLAMENTI ATTIVITA PROMOZIONALE F.I.H.P. FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO 2017

REGOLAMENTI ATTIVITA PROMOZIONALE F.I.H.P. FRIULI VENEZIA GIULIA ANNO 2017 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO COMUNICATO N. 41/A/16 Trieste, 11/09/2016 REGOLAMENTI ATTIVITA PROMOZIONALE F.I.H.P. FRIULI VENEZIA

Dettagli

Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi al 15 Trofeo Internazionale Gioni Memorial Claudio Tirreni 2012

Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi al 15 Trofeo Internazionale Gioni Memorial Claudio Tirreni 2012 Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi al F. I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Singoli maschili e Femminili. Trieste, 16-17 giugno 2012. La gara sarà divisa in DUE CLASSIFICHE,

Dettagli

A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI

A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI Piazzale Lancieri d Aosta - 33052 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) Oggetto: regolamento 4 Trofeo Internazionale Pattino d Oro La Roller School Pattino

Dettagli

17 Trofeo Internazionale Gioni III Memorial Claudio Tirreni Trieste, Settembre 2014

17 Trofeo Internazionale Gioni III Memorial Claudio Tirreni Trieste, Settembre 2014 REGOLAMENTO ISCRIZIONI: Per ogni specialità saranno ammesse le Società che presenteranno per prime le iscrizioni (farà fede la data di spedizione / invio). Qualora una Società iscritta declinasse l invito

Dettagli

REGOLAMENTO PATTINAGGIO ARTISTICO. Stagione Sportiva 2016

REGOLAMENTO PATTINAGGIO ARTISTICO. Stagione Sportiva 2016 REGOLAMENTO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione Sportiva 2016 Categorie: ETA' ANNO DI NASCITA CAT. FIHP CAT PGS PROMO Anni 5 2011 - Micro Anni 6 2010 - Mini A Anni 7 2009 - Mini B Anni 8 2008 Giovanissimi A

Dettagli

- PATTINAGGIO ARTISTICO -

- PATTINAGGIO ARTISTICO - POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 - PATTINAGGIO ARTISTICO - Art. 20 Attività L'attività

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE LOMBARDIA Milano, 20 dicembre 2015 Alle Società P.A. della Lombardia Al Presidente CUG Lombardia Al Giudice Sportivo Regionale Ai Delegati Prov.li FIHP Lombardia Al Settore Tecnico Artistico FIHP CIRCUITO LOMBARDIA

Dettagli

Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi al

Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi al Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi al 14 TROFEO INTERNAZIONALE GIONI 2011 F. I. H. P A. C. S. I. - C. E. P. A. PATTINAGGIO ARTISTICO Singoli maschili e Femminili. Trieste, 04-05

Dettagli

A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI Piazzale Lancieri d Aosta CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)

A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI Piazzale Lancieri d Aosta CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI Piazzale Lancieri d Aosta - 33052 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) Oggetto: regolamento 7 Trofeo Internazionale Pattino d Oro La Roller School Pattino

Dettagli

- PATTINAGGIO ARTISTICO -

- PATTINAGGIO ARTISTICO - POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 - PATTINAGGIO ARTISTICO - Art. 20 Attività L'attività

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA SETTORE ARTISTICO COMUNICATO N. 14/A/15 Trieste, 26/03/2015 Alle Società di Artistico F.V.G. Al Presidente Reg. F.I.H.P. / F.V.G. AI Delegati Territoriali F.I.H.P. Al C.U.G. - Regionale F.V.G. Al G.U.R. - F.V.G. Oggetto:

Dettagli

ARTISTICO Regolamento Giochi Giovanili Primi Passi

ARTISTICO Regolamento Giochi Giovanili Primi Passi ARTISTICO Regolamento Giochi Giovanili Primi Passi Delibera del Consiglio Federale N.215 del 16 dicembre 2017 Sommario Art.1 - Partecipazione... 3 Art.2 - Svolgimento... 3 Art.3 - Categorie... 3 Art.4

Dettagli

Norme Tecniche Gara a Livelli Settore Pattinaggio Artistico

Norme Tecniche Gara a Livelli Settore Pattinaggio Artistico Norme Tecniche Gara a Livelli 2017 Settore Pattinaggio Artistico GARE ACSI A LIVELLI DI DIFFICOLTA' Par. 1 - NORME GENERALI Questo tipo di gara è caratterizzata da una suddivisione degli atleti in cinque

Dettagli

PATTINAGGIO SPETTACOLO

PATTINAGGIO SPETTACOLO CAPITOLO VIII PATTINAGGIO SPETTACOLO ART 56 - NORME GENERALI Il Pattinaggio Spettacolo consiste in un insieme di 4 o più pattinatori e/o pattinatrici che eseguono in coordinazione passi, figure e difficoltà

Dettagli

- PATTINAGGIO ARTISTICO -

- PATTINAGGIO ARTISTICO - POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 - PATTINAGGIO ARTISTICO - Art. 20 Attività L'attività

Dettagli

Sezione Sport Rotellistici

Sezione Sport Rotellistici rev. 1 Pattinaggio Artistico a rotelle REGOLAMENTO GARE MSP ITALIA Stagione 2018 1 1. ATTIVITA : L attività di MSP ITALIA prevede: Attività promozionale (regolamento MSP Italia) Attività agonistica (norme

Dettagli

PATTINAGGIO ARTISTICO

PATTINAGGIO ARTISTICO PATTINAGGIO ARTISTICO Art. 20 Attività L'attività di pattinaggio artistico in ambito PGS comprende: pattinaggio individuale (singolo), pattinaggio di coppia (artistico e danza), solo dance, artistico inline,

Dettagli

A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO

A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO A.S.D. ROLLER SCHOOL PATTINO D ORO CERVIGNANO DEL FRIULI Piazzale Lancieri d Aosta - 33052 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD) Invito al 6 Trofeo Internazionale Pattino D Oro La Società ha il piacere di invitarvi

Dettagli

A.S.D. ROLLER TIME ROMANS D ISONZO. I Trofeo. internazionale A.I.C.S Città di Romans

A.S.D. ROLLER TIME ROMANS D ISONZO. I Trofeo. internazionale A.I.C.S Città di Romans I Trofeo. internazionale A.I.C.S Città di Romans La società ASD Roller Time Romans d'isonzo organizza nei giorni 27/28 giugno 2015 il 1 Trofeo internazionale A.I.C.S. CITTA' DI ROMANS. La gara prevede

Dettagli

Settore Figura artistico

Settore Figura artistico COMITATO REGIONE LOMBARDIA REGOLAMENTI GARE PROMOZIONALI E AMATORIALI STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 Settore Figura artistico!1 CATEGORIA PROPAGANDA Categoria Propaganda: è una categoria NON agonistica dove

Dettagli

DIREZIONE TECNICA REGIONALE

DIREZIONE TECNICA REGIONALE DIREZIONE TECNICA REGIONALE Via dei Salesiani, 2-95128 CATANIA Tel. 095 500592 - fax 095 443591 Web: www.pgsicilia.it E Mail:pgs@pgsicilia.it COMUNICATO UFFICIALE N 5 Stagione Sportiva 201/2014 del 23

Dettagli

22 TROFEO SMILE UISP REGIONALE 27 e 28 MAGGIO 2017

22 TROFEO SMILE UISP REGIONALE 27 e 28 MAGGIO 2017 22 TROFEO SMILE UISP REGIONALE 27 e 28 MAGGIO 2017 REGOLAMENTO 2017 CATEGORIE NEW SKATERS 1) PARTECIPAZIONE Possono iscriversi alle Categorie NEW SKATERS: Tutti gli Atleti non agonisti che non sono iscritti

Dettagli

PATTINAGGIO ARTISTICO PRECISAZIONE E INTEGRAZIONE NORME ATTIVITA 2015

PATTINAGGIO ARTISTICO PRECISAZIONE E INTEGRAZIONE NORME ATTIVITA 2015 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMMISSIONE DI SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE N. 80/2014

Dettagli

30 APRILE Il Presidente S.C. GIONI Luisa Gioni Tirreni

30 APRILE Il Presidente S.C. GIONI Luisa Gioni Tirreni Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi Al F. I. H. P C. E. R. S. - A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Liberi maschili e femminili e Solo Dance. Le gare di Libero maschile e femminile

Dettagli

30 APRILE Il Presidente S.C. GIONI Luisa Gioni Tirreni

30 APRILE Il Presidente S.C. GIONI Luisa Gioni Tirreni Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi Al F. I. H. P C. E. R. S. - A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Liberi maschili e femminili e Solo Dance. Le gare di Libero maschile e femminile

Dettagli

PATTINAGGIO ARTISTICO VARIAZIONE NORME ATTIVITA 2013

PATTINAGGIO ARTISTICO VARIAZIONE NORME ATTIVITA 2013 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMMISSIONE DI SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-36858300 Fax- 36858211 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

TROFEO ILVA Le iscrizioni dovranno pervenire entro domenica 9 aprile. Per informazioni relative all organizzazione :

TROFEO ILVA Le iscrizioni dovranno pervenire entro domenica 9 aprile. Per informazioni relative all organizzazione : TROFEO ILVA 2017 La A.P.D. Circolo Ilva Bagnoli è lieta di invitarvi al Trofeo Ilva di pattinaggio artistico a rotelle per la specialità del libero rivolta a singoli maschili e femminili e quartetti /

Dettagli

VII Trofeo Lazio Regolamento di partecipazione

VII Trofeo Lazio Regolamento di partecipazione - FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE LAZIO VII Trofeo Lazio 2014 Il Comitato Regionale Lazio organizza per l anno 2014 un Trofeo di pattinaggio artistico aperto a tutte le associazioni

Dettagli

COMUNICATO n. 26/2017 del 23/10/2017 Pattinaggio artistico

COMUNICATO n. 26/2017 del 23/10/2017 Pattinaggio artistico COMUNICATO n. 26/2017 del 23/10/2017 Pattinaggio artistico Alle Società di Artistico Piemonte Ai Consiglieri regionali Al Presidente del Com. Territoriale di To Ai Delegati Territoriali di: AL AT BI CN

Dettagli

COMITATO di REGGIO EMILIA PATTINAGGIO ARTISTICO FESTA REGIONALE C.S.I. 6 RASSEGNA

COMITATO di REGGIO EMILIA PATTINAGGIO ARTISTICO FESTA REGIONALE C.S.I. 6 RASSEGNA COMITATO di REGGIO EMILIA PATTINAGGIO ARTISTICO FESTA REGIONALE C.S.I. 6 RASSEGNA EDIZIONE 2017 Domenica 21 maggio 2017 Palazzetto dello Sport VIA F.LLI CERVI, 1 MONTECCHIO EMILIA (RE) FESTA REGIONALE

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N 11

COMUNICATO UFFICIALE N 11 C o m i t a t o P r o v i n c i a l e M e s s i n a Via Rossini, 4-98076 Sant'Agata Militello (Me) Tel. / Fax 0941-721948 e-mail: info@pgsmessina.it - www.pgsmessina.it COMUNICATO UFFICIALE N 11 Stagione

Dettagli

Norme Tecniche Pattinaggio Spettacolo e Gruppi Collettivi Settore Pattinaggio Artistico

Norme Tecniche Pattinaggio Spettacolo e Gruppi Collettivi Settore Pattinaggio Artistico Norme Tecniche Pattinaggio Spettacolo e Gruppi Collettivi 2017 Settore Pattinaggio Artistico PATTINAGGIO SPETTACOLO E GRUPPI COLLETTIVI Par. 1 - NORME GENERALI Il pattinaggio spettacolo è caratterizzato

Dettagli

PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA AICS

PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA AICS PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA AICS 2018-2020 Versione 1.2 - Ultimo aggiornamento 11/12/2017 RIASSUNTO CATEGORIE AICS Livello Riferimento Tipo di gare Suddivisioni Classifiche Livello A Gold FGI Individuale

Dettagli

VI Trofeo Lazio 2013

VI Trofeo Lazio 2013 - FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMITATO REGIONALE LAZIO VI Trofeo Lazio 2013 Il Comitato Regionale Lazio organizza per l anno 2013 un Trofeo di pattinaggio artistico aperto a tutte le associazioni

Dettagli

DANZA SU GHIACCIO NORMATIVE DANZA CATEGORIE NON ISU. Stagione sportiva

DANZA SU GHIACCIO NORMATIVE DANZA CATEGORIE NON ISU. Stagione sportiva DANZA SU GHIACCIO NORMATIVE DANZA CATEGORIE NON ISU Stagione sportiva 2010-2011 Categorie federali: definizione e limiti d età Coppie esordienti Coppie principianti Coppie cadetti Coppie novice Coppie

Dettagli

GRAND PRIX LIBERTAS PATTINAGGIO ARTISTICO 2016/2017

GRAND PRIX LIBERTAS PATTINAGGIO ARTISTICO 2016/2017 GRAND PRIX LIBERTAS PATTINAGGIO ARTISTICO 2016/2017 Alle Società di Pattinaggio Artistico Loro sedi IL COMITATO REGIONALE LIBERTAS CAMPANIA, in collaborazione con Il Comitato Provinciale Libertas Salerno,

Dettagli

La Direzione Tecnica sarà a cura della Commissione Nazionale Pattinaggio referente Gruppi Spettacolo, Sig.ra Cinzia Roversi, cell

La Direzione Tecnica sarà a cura della Commissione Nazionale Pattinaggio referente Gruppi Spettacolo, Sig.ra Cinzia Roversi, cell Roma, 18.09.2014 Prot. n. 686 Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Pattinaggio Artistico Loro Sedi Oggetto: Rassegna Nazionale di Pattinaggio Artistico Gruppi Spettacolo

Dettagli

NON SONO AMMESSE ISCRIZIONI DI ATLETI CON TESSERAMENTO LIBERTAS E FIHP PER DUE DIFFERENTI SOCIETA in ogni caso farà fede il tesseramento federale.

NON SONO AMMESSE ISCRIZIONI DI ATLETI CON TESSERAMENTO LIBERTAS E FIHP PER DUE DIFFERENTI SOCIETA in ogni caso farà fede il tesseramento federale. CAPITOLO I REGOLAMENTO GENERALE Par.1 -ATTIVITA LIBERTAS Il Centro Nazionale Sportivo Libertas si occupa di attività Agonistiche e Promozionali. L Attività Agonistica comprende le Competizioni (Campionati

Dettagli

VARIAZIONI NORME ATTIVITA 2011

VARIAZIONI NORME ATTIVITA 2011 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMMISSIONE DI SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-36858300 Fax- 36858211 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

Trofeo Superpromo Regolamento. Edizione XVIII (26/01/2016)

Trofeo Superpromo Regolamento. Edizione XVIII (26/01/2016) Trofeo Superpromo 2016 Regolamento Edizione XVIII (26/01/2016) SUPERPROMO Art.1 - Il Trofeo Il Trofeo SuperPromo è organizzato da un Comitato composto dalla Lega Provinciale Pattinaggio UISP e dal Comitato

Dettagli

CAMPIONATO INTERPROVINCIALE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA BOZZA REGOLAMENTO TECNICO

CAMPIONATO INTERPROVINCIALE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA BOZZA REGOLAMENTO TECNICO CMPIONTO INTERPROVINCILE PTTINGGIO RTISTICO STGIONE SPORTIV 2016-2017 OZZ REGOLMENTO TECNICO Gli atleti, suddivisi in categorie sulla base dell anno di nascita, partecipano al campionato con un programma

Dettagli

Centro Nazionale Sportivo Libertas Via Po ROMA tel fax internet:

Centro Nazionale Sportivo Libertas Via Po ROMA tel fax internet: Centro Nazionale Sportivo Libertas Via Po 22 00198 ROMA tel. 06-8840527 fax 06-8840696 internet: www.libertasnazionale.it Alle società di Pattinaggio Artistico Oggetto: Campionato Nazionale Libertas 2016

Dettagli

XXXVIII TROFEO DOZZA REGOLAMENTO

XXXVIII TROFEO DOZZA REGOLAMENTO XXXVIII TROFEO DOZZA REGOLAMENTO 2016 Art. 1 - PARTECIPAZIONE Il Trofeo è riservato: specialità SINGOLO: ad atleti di ambo i sessi che negli anni precedenti non abbiano mai fatto gare di campionato a qualsiasi

Dettagli

REGOLAMENTO GARE AICS PATTINAGGIO SPETTACOLO NORME GENERALI

REGOLAMENTO GARE AICS PATTINAGGIO SPETTACOLO NORME GENERALI Roma, 28.08.2017 Port. n. 1087 Ai Comitati Regionali AICS Ai Comitati Provinciali AICS Alle Società di Pattinaggio Artistico Loro Sedi Oggetto: Rassegna Nazionale di Pattinaggio Artistico Gruppi Spettacolo

Dettagli

A.S.D. Pattinatori Estensi- FERRARA

A.S.D. Pattinatori Estensi- FERRARA Via E. Curiel, 16-44012 BONDENO (FE) tel 0532/89.46.41 P.IVA 01132650381 e-mail:pattinaggio.bondeno@alice.it Spett. le A.S.D. Pattinatori Estensi- FERRARA info@pattinatoriestensi.it A.S.D. Quadrifoglio-

Dettagli

- GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE

- GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 - GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE Art. 20 Categorie

Dettagli

CAMPIONATO INTERPROVINCIALE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA REGOLAMENTO TECNICO

CAMPIONATO INTERPROVINCIALE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA REGOLAMENTO TECNICO CMPIONTO INTERPROVINCILE PTTINGGIO RTISTICO STGIONE SPORTIV 2015-2016 REGOLMENTO TECNICO Gli atleti, suddivisi in categorie sulla base dell anno di nascita, partecipano al campionato con un programma di

Dettagli

22 CAMPIONATO PROVINCIALE di TENNIS TAVOLO

22 CAMPIONATO PROVINCIALE di TENNIS TAVOLO 22 CAMPIONATO PROVINCIALE di TENNIS TAVOLO ATTENZIONE: Tutte le Società ospitanti la manifestazione dovranno mettere a disposizione il defibrillatore con il personale addetto. Riservato alle seguenti categorie:

Dettagli

ARTISTICO REGOLAMENTO CATEGORIE E FASCE DI MERITO DELLE COMPETIZIONI FEDERALI

ARTISTICO REGOLAMENTO CATEGORIE E FASCE DI MERITO DELLE COMPETIZIONI FEDERALI 1) CATEGORIE FEDERALI Tutti gli atleti che svolgono attività agonistica in ambito federale sono collocati, secondo i criteri di età e di merito specificati in seguito, in una delle seguenti categorie:

Dettagli

Winter Cup 2014/15 - Regolamento

Winter Cup 2014/15 - Regolamento Winter Cup 2014/15 - Regolamento G.S. Mercury e U.S. Audace Academy In collaborazione con A.I.C.S. Presentano il Torneo Giovanile di Calcio a 7 WINTER CUP S.S. 2014 2015 Parma (PR) Strada Cavagnari Campo

Dettagli

13 TROFEO INTERNAZIONALE DI PATTINAGGIO ARTISTICO,IN LINE E DANZA A.I.C.S. C.E.P.A. MEMORIAL GIUSEPPE FILIPPINI Misano Adriatico 07/12 giugno 2010

13 TROFEO INTERNAZIONALE DI PATTINAGGIO ARTISTICO,IN LINE E DANZA A.I.C.S. C.E.P.A. MEMORIAL GIUSEPPE FILIPPINI Misano Adriatico 07/12 giugno 2010 P. IVA 02306060407 13 TROFEO INTERNAZIONALE DI PATTINAGGIO ARTISTICO,IN LINE E DANZA A.I.C.S. C.E.P.A. MEMORIAL GIUSEPPE FILIPPINI Misano Adriatico 07/12 giugno 2010 La A.S.D. PIETAS JULIA MISANO ADRIATICO,

Dettagli

CAMPIONATI REGIONALI VASCA CORTA (BOZZA)

CAMPIONATI REGIONALI VASCA CORTA (BOZZA) CAMPIONATI REGIONALI VASCA CORTA (BOZZA) Il Comitato Regionale Emilia-Romagna indice ed organizza la manifestazione denominata CAMPIONATI REGIONALI VASCA CORTA 2017-2018. Alla manifestazione possono partecipare

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N 1 CENTRO SPORTIVO ITALIANO. COMITATO di ACIREALE TENNIS TAVOLO 03/03/2012

COMUNICATO UFFICIALE N 1 CENTRO SPORTIVO ITALIANO. COMITATO di ACIREALE TENNIS TAVOLO 03/03/2012 COMUNICATO UFFICIALE CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO di ACIREALE N 1 TENNIS TAVOLO 03/03/2012 C.S.I. ACIREALE via SS. Crocefisso n. 33 95024 Acireale Tel. 0957635729 Fax 0957632100 e-mail acireale@csi-net.it

Dettagli

Trofeo Vicentino. Tredicesima edizione a.s

Trofeo Vicentino. Tredicesima edizione a.s Trofeo Vicentino INSIEME PER LA RITMICA Tredicesima edizione a.s.2015-2016 Norme generali Il Trofeo Vicentino Insieme per la ritmica è una competizione amichevole che rispetta lo spirito PGS e prevede

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione sportiva 2012 / 2013

REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione sportiva 2012 / 2013 REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione sportiva 2012 / 2013 (SOGGETTO A MODIFICHE) Limiti di età Tutti gli atleti devono aver compiuto 8 anni per praticare attività agonistica in qualsiasi

Dettagli

REGOLAMENTO CATEGORIE PROMOZIONALI UISP 2013 REGIONE LOMBARDIA

REGOLAMENTO CATEGORIE PROMOZIONALI UISP 2013 REGIONE LOMBARDIA REGOLAMENTO CATEGORIE PROMOZIONALI UISP 2013 REGIONE LOMBARDIA DURATA DEL PROGRAMMA 2'00 +/- 10 secondi MUSICHE ANCHE CANTATE CLASSIFICHE SEPARATE MASCHILE / FEMMINILE COSTUMI DI GARA VEDI REGOLAMENTO

Dettagli

(2004 e prec.) Per atleti diversamente abili libero

(2004 e prec.) Per atleti diversamente abili libero Ai Comitati Provinciali A.I.C.S. Alle società di Pattinaggio A.I.C.S. Regione Friuli V.G. Loro sedi Oggetto: Regolamento Trofeo Promozionale Pattinaggio A.I.C.S. 2018 Il Comitato Regionale indice e organizza

Dettagli

ARTISTICO NUOVO REGOLAMENTO CATEGORIE E FASCE DI MERITO DELLE COMPETIZIONI FEDERALI

ARTISTICO NUOVO REGOLAMENTO CATEGORIE E FASCE DI MERITO DELLE COMPETIZIONI FEDERALI NUOVO REGOLAMENTO CATEGORIE E FASCE DI MERITO DELLE COMPETIZIONI FEDERALI 1) CATEGORIE FEDERALI Tutti gli atleti che svolgono attività agonistica in ambito federale sono collocati, secondo i criteri di

Dettagli

Pattinaggio Artistico. Variazioni Norme Attività 2016

Pattinaggio Artistico. Variazioni Norme Attività 2016 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO SETTORE TECNICO ARTISTICO Comunicato Ufficiale CU 074 Roma, 20/10/2015 Pattinaggio Artistico Variazioni Norme Attività 2016 A seguito delle deliberazioni del Consiglio

Dettagli

4 Trofeo Provinciale di Tennis Tavolo CSI VARESE 2012/2013

4 Trofeo Provinciale di Tennis Tavolo CSI VARESE 2012/2013 COMITATO PROVINCIALE DI VARESE via San Francesco, 15-21100 Varese tel.: 0332/239126 fax: 0332/240538 email: postmaster@csivarese.it sito internet: www.csivarese.it TENNISTAVOLO 4 Trofeo Provinciale di

Dettagli

Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2017 Dispensa Formula DISPENSA FORMULA. Edizione 2017.

Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2017 Dispensa Formula DISPENSA FORMULA. Edizione 2017. DISPENSA FORMULA Edizione 2017 Introduzione La FORMULA è stata ufficialmente istituita dalla Lega nell anno 2005, al fine di agevolare quelle fasce di atleti che all interno della Categoria e dei Livelli

Dettagli

19 Campionato Regionale Individuale e di Società su Pista 2016

19 Campionato Regionale Individuale e di Società su Pista 2016 19 Campionato Regionale Individuale e di Società su Pista 2016 Norme di partecipazione 1 Prova Regionale 22/05/2016 Tezze Sul Brenta (VI) Valida come Campionato Individuale Femminile (Stadio Comunale via

Dettagli

LEGA NAZIONALE PATTINAGGIO

LEGA NAZIONALE PATTINAGGIO 28 TROFEO INTERNAZIONALE SPORT E TURISMO Periodo: 11/14 settembre 2014 Sede: Gare: Rence Slovenia (dimensioni 22 x 41 parquet) Singolo Maschile e Femminile: esercizi Obbligatori esercizi Liberi (solo programma

Dettagli

Fase Nazionale Circuito Nuoto 2016

Fase Nazionale Circuito Nuoto 2016 Settore Nuoto Fase Nazionale Circuito Nuoto 2016 ROMA 19 giugno 2016 REGOLAMENTO PARTICOLARE aggiornamento al 24 marzo 2016 A tutte le società sportive interessate Roma lì 19 febbraio 2016 Lo scrivente

Dettagli

GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B

GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B GUIDA CAMPIONATI 2016 2017 A.S.D. CASSINA CALCIO, GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI E GIOVANISSIMI 2016/2017-1 Questa guida è stata preparata a solo scopo

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione sportiva 2011 / 2012

REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione sportiva 2011 / 2012 REGOLAMENTO TECNICO PATTINAGGIO ARTISTICO Stagione sportiva 2011 / 2012 (SOGGETTO A MODIFICHE) Limiti di età Tutti gli atleti devono aver compiuto 8 anni per praticare attività agonistica in qualsiasi

Dettagli

CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI

CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI Il Comitato Regionale Emilia-Romagna indice ed organizza la manifestazione denominata CAMPIONATI REGIONALI DI CATEGORIA ESTIVI 2017 (CRCE). PARTECIPAZIONE Alla

Dettagli

Comitato Olimpico Nazionale Italiano Ufficio Documentazione e Informazione. Categorie di tesseramento Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio 8.

Comitato Olimpico Nazionale Italiano Ufficio Documentazione e Informazione. Categorie di tesseramento Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio 8. Comitato Olimpico Nazionale Italiano Ufficio Documentazione e Informazione Censis Servizi I NUMERI 2001 DELLO SPORT Categorie di tesseramento Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio 8.1 Roma, 2003 Categoria:

Dettagli

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO DI LECCO VIII TROFEO CENTRO COMMERCIALE MERIDIANA CAMPIONATO PROVINCIALE DI CORSA CAMPESTRE

CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO DI LECCO VIII TROFEO CENTRO COMMERCIALE MERIDIANA CAMPIONATO PROVINCIALE DI CORSA CAMPESTRE CENTRO SPORTIVO ITALIANO COMITATO DI LECCO VIII TROFEO CENTRO COMMERCIALE MERIDIANA CAMPIONATO PROVINCIALE DI CORSA CAMPESTRE II TROFEO SPORT SPECIALIST GRAN COMBINATA 2018 REGOLAMENTO Centro Meridiana

Dettagli

Regolamento tecnico di Nuoto Sincronizzato

Regolamento tecnico di Nuoto Sincronizzato Regolamento tecnico di Nuoto Sincronizzato (edizione novembre 2014) Premessa Il presente regolamento tecnico è basato sulle regole adottate dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed adattate alle esigenze

Dettagli

PROGRAMMI TECNICI

PROGRAMMI TECNICI PROGRAMMI TECNICI 2012-2013 In convenzione con A.S.I. Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI Coppa delle Regioni La Coppa delle Regioni è riservata a tutte le atlete tesserate alla Confsport

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2016 Dispensa Formula DISPENSA FORMULA. Edizione 2016.

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2016 Dispensa Formula DISPENSA FORMULA. Edizione 2016. DISPENSA FORMULA Edizione 2016 Introduzione La FORMULA è stata ufficialmente istituita dalla Lega nell anno 2005, al fine di agevolare quelle fasce di atleti che all interno della Categoria e dei Livelli

Dettagli

7 Trofeo delle Città di Pattinaggio Artistico

7 Trofeo delle Città di Pattinaggio Artistico 7 Trofeo delle Città di Pattinaggio Artistico Palapilastro - Bologna 15/16 Ottobre 2016 REGOLAMENTO EDIZIONE 2016 INDICE Art. 1 Definizione pag. 3 Art. 2 Rappresentative pag. 3 Art. 3 Categorie pag. 3

Dettagli

CONFSPORT ITALIA A.S.D.R. 1 Trofeo Interregionale Confsport Italia 6/7 maggio

CONFSPORT ITALIA A.S.D.R. 1 Trofeo Interregionale Confsport Italia 6/7 maggio CONFSPORT ITALIA A.S.D.R. 1 Trofeo Interregionale Confsport Italia 6/7 maggio 2017 1 REGOLAMENTO GENERALE Settore Pattinaggio Artistico 1) Possono partecipare ai campionati ed alle manifestazioni indette

Dettagli

GARA GIOVANILE INTERNAZIONALE DI PATTINAGGIO ARTISTICO ARGE ALP 2009 TICINO-BELLINZONA aprile 2009 REGOLAMENTO

GARA GIOVANILE INTERNAZIONALE DI PATTINAGGIO ARTISTICO ARGE ALP 2009 TICINO-BELLINZONA aprile 2009 REGOLAMENTO REGOLAMENTO CONDIZIONI GENERALI La gara, aperta a ragazze e ragazzi, si svolge in base alle disposizioni tecniche ISU attualmente in vigore (ISU Communication 1494, 1504, 1505) salvo se non altro specificato

Dettagli

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Dispensa Formula DISPENSA FORMULA

Lega Pattinaggio a Rotelle UISP Norme di Attività di Pattinaggio Artistico 2013 Dispensa Formula DISPENSA FORMULA Lega Pattinaggio a Rotelle UISP DISPENSA FORMULA Edizione 2013 1 Introduzione Il FORMULA è stato ufficialmente istituito dalla Lega nell anno 2005, al fine di agevolare quelle fasce di atleti che all interno

Dettagli

PETANQUE SPORT PER TUTTI

PETANQUE SPORT PER TUTTI PETANQUE SPORT PER TUTTI NORMATIVE 2016 Petanque Sport per Tutti 2016 1 SPORT PER TUTTI Campionato di Società Promozione. Campionato di Società Giovanile. Trofeo Italia Lui e Lei. Campionato Nazionale

Dettagli

1 Trofeo Trentino Syncro Primipassi 2015

1 Trofeo Trentino Syncro Primipassi 2015 COMITATO F.I.N. PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO REGOLAMENTO TECNICO PROPAGANDA NUOTO SINCRONIZZATO 1 Trofeo Trentino Syncro Primipassi 2015 Federazione Italiana Nuoto Piazza di Fiera, 13 38122 TRENTO - Tel.

Dettagli

NORME ATTIVITA PROVINCIALE PROMOZIONALE 2014 Approvato Consiglio Provinciale del 24/03/2014

NORME ATTIVITA PROVINCIALE PROMOZIONALE 2014 Approvato Consiglio Provinciale del 24/03/2014 NORME ATTIVITA PROVINCIALE PROMOZIONALE 2014 Approvato Consiglio Provinciale del 24/03/2014 Attività Esordienti (6-11 anni) Gli Esordienti sono suddivisi in tre fasce d età secondo il seguente schema:

Dettagli

PALLACANESTRO Campionati Provinciali 2008/2009

PALLACANESTRO Campionati Provinciali 2008/2009 PALLACANESTRO Campionati Provinciali 2008/2009 Il Consiglio Provinciale CSI di Reggio Emilia indice e la Commissione Tecnica CSI Pallacanestro organizza le Fasi Provinciali del Campionato C.S.I. di Pallacanestro

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETA' ASSOLUTO SU PISTA

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETA' ASSOLUTO SU PISTA CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETA' ASSOLUTO SU PISTA 2018 1. La FIDAL indice il Campionato Italiano di Società Assoluto su Pista valido per l aggiudicazione del titolo di "Campione Italiano di Società Assoluto

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO

FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMUNICATO UFFICIALE N. 08/2010 Roma 08 febbraio 2010 Pattinaggio Artistico I STAGE SPECIALITA SINGOLO 2010 1-3 aprile 2010 - NOVARA - Dal 1 al 3 aprile 2010,

Dettagli

CONFSPORT ITALIA A.S.D.R. - Regolamento Pattinaggio Artistico

CONFSPORT ITALIA A.S.D.R. - Regolamento Pattinaggio Artistico 1 REGOLAMENTO GENERALE Settore Pattinaggio Artistico 1) Possono partecipare ai campionati ed alle manifestazioni indette dal Settore Pattinaggio Artistico della Confsport Italia A.S.D.R., tutte le Scuole,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CAMPIONATI INDIVIDUALI

REGOLAMENTO DEI CAMPIONATI INDIVIDUALI (edizione 2007 agg. 2010 Atti ufficiali 11-12/2010 agg. 2011 Atti ufficiali n. 1/2011 agg. 2011 Atti ufficiali n. 12/2011) TITOLO I DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Definizione 1. La denominazione di Campionato

Dettagli

20 Campionato Regionale Individuale e di Società Su Pista 2016/2017 1ª Prova Regionale

20 Campionato Regionale Individuale e di Società Su Pista 2016/2017 1ª Prova Regionale 20 Campionato Regionale Individuale e di Società Su Pista 2016/2017 1ª Prova Regionale DOMENICA 21 Maggio 2017 Tezze sul Brenta Vicenza Località di svolgimento : Tezze sul Brenta (VI) (Stadio Comunale

Dettagli

Regolamento Campionati Libertas

Regolamento Campionati Libertas Regolamento Campionati Libertas di pattinaggio su ghiaccio Stagione 2017/2018 Campionato Nazionale Libertas + Campionati Regionali Linee guida Il regolamento tecnico è stato collaudato nel circuito regionale

Dettagli

- PATTINAGGIO ARTISTICO -

- PATTINAGGIO ARTISTICO - POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 - PATTINAGGIO ARTISTICO - Art. 20 Attività L'attività

Dettagli

NORME ATTUATIVE BMX 2010 CATEGORIE GIOVANISSIMI. (Approvate dal Consiglio Federale del 25 novembre 2009)

NORME ATTUATIVE BMX 2010 CATEGORIE GIOVANISSIMI. (Approvate dal Consiglio Federale del 25 novembre 2009) NORME ATTUATIVE BMX 2010 CATEGORIE GIOVANISSIMI (Approvate dal Consiglio Federale del 25 novembre 2009) PREMESSA Gli articoli sotto riportati integrano le Norme Attuative relative all attività fuoristrada

Dettagli

GRAND PRIX LIBERTAS DANZA SPORTIVA 2016/2017 C.R.S. LIBERTAS CAMPANIA

GRAND PRIX LIBERTAS DANZA SPORTIVA 2016/2017 C.R.S. LIBERTAS CAMPANIA GRAND PRIX LIBERTAS DANZA SPORTIVA 2016/2017 Alle Società di DANZA SPORTIVA Loro sedi GRAND PRIX DI DANZA SPORTIVA ANNO SPORTIVO 2016/17 Il Comitato Provinciale Libertas Salerno, con la collaborazione

Dettagli

6 Trofeo Provinciale di Tennis Tavolo CSI VARESE 2014/2015

6 Trofeo Provinciale di Tennis Tavolo CSI VARESE 2014/2015 COMITATO PROVINCIALE DI VARESE via San Francesco, 15-21100 Varese tel.: 0332/239126 fax: 0332/240538 email: postmaster@csivarese.it sito internet: www.csivarese.it TENNISTAVOLO 6 Trofeo Provinciale di

Dettagli

SETTORE PROMOZIONE E PROPAGANDA STAGIONE SPORTIVA 2017 / 2018 NOME FUNZIONE DATA SETTORE PROPAGANDA

SETTORE PROMOZIONE E PROPAGANDA STAGIONE SPORTIVA 2017 / 2018 NOME FUNZIONE DATA SETTORE PROPAGANDA SETTORE PROMOZIONE E PROPAGANDA Rev. 0 Ed.1 Pag. 1 di 6 STAGIONE SPORTIVA 2017 / 2018 REGOLAMENTO TECNICO: ATTIVITÀ PROPAGANDA TUFFI NOME FUNZIONE DATA REDAZIONE SETTORE PROPAGANDA 19-09 2017 APPROVAZIONE

Dettagli

Campionato Nazionale Juniores

Campionato Nazionale Juniores Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: http://www.lnd.it/ Stagione

Dettagli