Corso di aggiornamento Per Medici Competenti, RSPP / ASPP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di aggiornamento Per Medici Competenti, RSPP / ASPP"

Transcript

1 La normativa tecnica ISO Verifica di efficacia delle misure di tutela : Movimentazione Manuale Carichi, Movimenti e traumi ripetitivi,, posture incongrue. Esperienze concrete in comparti a rischio - P.I. Paolo Galli Corso di aggiornamento Per Medici Competenti, RSPP / ASPP Ergonomia: prevenzione delle patologie muscoloscheletriche Modena 11 Novembre Novembre 2011 Tecnico della prevenzione Az. Usl Modena spsal Vignola ( MO )

2 Principali Misure di Tutela Considerazioni F o r m a z i o n e Fattore di Rischio conclusioni FORZA POSTURA Rachide Mano, Polso, Gomito, Spalla MANCANZA DI RECUPERO RITMO / FREQUENZA ISO Misure MMC 14 8 Niosh Riduzione del Peso Utilizzo di utensili appropriati Altezza inizio sollevamento Dislocazione verticale Distanza dal corpo Dislocazione angolare Presa Ridurre a limiti accettabili Trasporto/ traino/ spinta Misure organizzative: Misure CTD OCRA Altezz. piano di lavoro in piedi e in postazione seduta Regolazione della sedia Aree di lavoro art. Superiori Posizioni viziate Tempi di recupero per MMC Tempi di recupero per CTD 7 Ridurre a limiti accettabili

3 ISO MOVIMENTAZIONE MANUALE CARICHI ISO Movimentazione Manuale e Trasporto ISO Traino e Spinta ISO Movimentazione Manuale con alta frequenza (>10 mov al minuto) e bassi carichi (1Kg> carico carico ( 3Kg >

4 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto Massa >= 3 Kg Velocità di cammino moderata 0,5>=m/s<= 1,0

5 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto Premessa Definizioni Postura ideale = P.eretta e simmetrica, dist.or.<25cm,.<25cm, presa compresa in 25 cm sopra nocche Condizioni Ideali = P.I.+presa.+presa ferma, postura neutra polso, microclima fav. Movimentazione 25 cm ripetitiva = più di una volta ogni 5 minuti (0,2 min.) 25 cm 1 2 > 25 cm 3

6 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto La valutazione del rischio Fase 1 Att. Occasionale Fase 2 Att. Continuativa Fase 3 Niosh Fase 4 trasporto < 1 metro Fase 5 trasporto > 1 metro

7 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto La valutazione del rischio 1 Fase Att. Non continuativa (occasionale) in condizioni ideali Definizione Attività non continuativa ( occasionale ) Frequenza inferiore 1 movimento ogni 5 minuti

8 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto La valutazione del rischio 1 Fase

9 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto 2 Fase La valutazione del rischio Att. Continuativa (più di 1 ogni 5 ) in condizioni ideali Massa in Kg 0-23 Lavori a breve durata < 1 ora Lavori a media durata 1 < ore < 2 Frequenza pz. minuto Per durate maggiori occorre usare la fase 3

10 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto La valutazione del rischio 3 Fase In questa fase si propone il calcolo del NIOSH Dopo aver riprogettato: il superamento valori limite Eliminato movimenti bruschi/sollev. con 2 mani Appoggio dei piedi sul pavimento (presa e pos.) Presa: ampiezza oggetto inferiore ai 75 cm Condizioni ambientali favorevoli Sono introdotte le formule di conversione Limite raccomandato Valori inferiori a 1

11 ISO Movimentazione Manuale e Trasporto La valutazione del rischio 4 Fase e min/h/8h

12 3 es ISO Movimentazione Manuale e Trasporto La valutazione del rischio 5 Fase tabella precedente Condizioni ambientali ed aree movim. sfavorevoli Riduzione 1/3 massa cumulativa 4 es 5 es Distanza di trasporto Freq. Max Rif. a 15 Kg Massa cumulativa mxf 15 Kg fr. 1 5 Kg fr 3 15 kg fr. 8 5 kg fr.24 15

13 Distanza di trasporto fino a 15 metri Trasporto in piano (Tabella di Snook e ( Ciriello Frequenza di trasporto Azione ogni: Sesso ed altezza delle mani Peso massimo di trasporto ( raccomandato )

14 Principali Misure di Tutela Fattore di Rischio FORZA Trasporto ( fino 15 ( metri 20 Spinta Traino (fino a 60 ( metri Riduzione del Peso trasportato e della Forza Iniziale e di Mantenimento POSTURA Rachide Spalla MANCANZA DI RECUPERO RITMO / FREQUENZA Altezza delle mani da terra: Trasporto D (100 70) U (110 ( 80 Spinta Traino U ( ) D ( ( 65 Il tempo è da aggiungere al tempo di movimentazione dei carichi Ridurre a limiti accettabili < 1

15 Indicatore di Rischio Altro criterio equivalente ISO Peso trasportato in KG Indice di trasporto= » Peso raccomandato in KG Forza I/M misurata in KG Indice di traino e = =»spinta Forza I/M raccomandata in KG Classi di rischio

16 ISISO Movimentazione Traino e Spinta ISO Traino e Spinta Valutazione del rischio

17 ISO Movimentazione Traino e Spinta ISO Traino e Spinta Valutazione del rischio

18 ISO Movimentazione Traino e Spinta Valutazione del rischio Identificazione del pericolo (8 variabili)

19 ISO Movimentazione Traino e Spinta Stima del Rischio e sua valutazione 1)metodo stima rischio generale prevede con 4 prospetti di individuare: -presenza del pericolo - posizioni lavoro - Potenziali fattori di rischio: caratt.ruote, ambiente, personali dell op op. - ricerca delle forze iniziali e di mantenimento x calcolo dell'indice Ciriello e Snook Spinta Traino la novità vera è che dàd indicazioni di come migliorare il rischio 2) metodo stima rischio specifico (da applicare solo in casi di uno studio specifico di una popolazione)

20 Distanza di spinta fino a 60 metri Spinta in piano (Tabella di Snook e ( Ciriello Frequenza di azione Azione ogni Sesso ed altezza delle mani Forza iniziale e mantenimento MAX ( raccomandata )

21 Distanza di traino fino a 60 metri Traino in piano (Tabella di Snook e ( Ciriello Frequenza di azione Azione ogni Sesso ed altezza delle mani Forza iniziale e mantenimento MAX ( raccomandata )

22 Principali Misure di Tutela Fattore di Rischio FORZA Trasporto ( fino 15 ( metri 20 Spinta Traino (fino a 60 ( metri Riduzione del Peso trasportato e della Forza Iniziale e di Mantenimento POSTURA Rachide Spalla MANCANZA DI RECUPERO RITMO / FREQUENZA Altezza delle mani da terra: Trasporto D (100 70) U (110 ( 80 Spinta Traino U ( ) D ( ( 65 Il tempo è da aggiungere al tempo di movimentazione dei carichi Ridurre a limiti accettabili < 1

23 Rit. Traino spinta

24 Indicatore di Rischio Altro criterio equivalente ISO Peso trasportato in KG Indice di trasporto= » Peso raccomandato in KG Forza I/M misurata in KG Indice di traino e = =»spinta Forza I/M raccomandata in KG Classi di rischio

25 formule Traino e spinta Classi si rischio (per analogia con la ISO e con il metodo 2 della ISO ) : Rischio Indice di traino/spinta <=0,85 Rischio Accettabile 0,85-1,00 >= 1,00 Accettabile sotto condizione Non accettabile

26 ISO Movimentazione Manuale con alta frequenza (>10 mov al minuto) e bassi carichi (1Kg> carico <3Kg)

27 ISO Movimentazione Manuale con alta frequenza (>10 mov al minuto) e bassi carichi (1Kg> carico carico ( 3Kg > n. AZIONI EFFETTIVE OCRA = n. AZIONI RIFERIMENTO OCRA RISCHIO AZIONI <= 2,2 NESSUNO NESSUNA 2,3 3,5 MOLTO BASSO MIGLIORARE FATT. DI RISCHIO >3,5 CERTO RIPROGETTARE

ISO MOVIMENTAZIONE MANUALE CARICHI

ISO MOVIMENTAZIONE MANUALE CARICHI Corso di aggiornamento RSPP Ergonomia: Prevenzione patologie Muscolo Scheletriche Reggio - 20 ottobre 2010-09 novembre 2010 La normativa tecnica ISO 11228 Cenni sui fattori di rischio (niosh concetto di

Dettagli

Percezione e valutazione del rischio da sollevamento, trasporto, traino e spinta

Percezione e valutazione del rischio da sollevamento, trasporto, traino e spinta Trieste, 28 settembre 2011 Percezione e valutazione del rischio da sollevamento, trasporto, traino e spinta INAIL F.V.G. CONTARP Maria Angela Gogliettino D. Lgs.. 81/2008 (mod. 106/2009) Art. 15, c. 1

Dettagli

Progettare le postazioni di lavoro. Lean Production e ottimizzazione ergonomica

Progettare le postazioni di lavoro. Lean Production e ottimizzazione ergonomica Progettare le postazioni di lavoro. Lean Production e ottimizzazione ergonomica La gestione del rischio ergonomico e l ottimizzazione dei tempi di produzione. Bilanciare produttività ed ergonomia Bologna

Dettagli

PRINCIPI DI ERGONOMIA E MOVIMENTAZIONE DI CARICHI. Copyright Diritti riservati

PRINCIPI DI ERGONOMIA E MOVIMENTAZIONE DI CARICHI. Copyright Diritti riservati PRINCIPI DI ERGONOMIA E MOVIMENTAZIONE DI CARICHI Copyright Diritti riservati Le Origini dell Ergonomia Nasce con la medicina del lavoro Ramazzini (1770) Descrizione dei processi lavorativi Trattato sulle

Dettagli

operazioni di trasporto o di sostegno di un carico ad opera di uno art. 167, D.Lgs. 81/2008 Movimentazione manuale dei carichi

operazioni di trasporto o di sostegno di un carico ad opera di uno art. 167, D.Lgs. 81/2008 Movimentazione manuale dei carichi Pagina 1 di 9 LA MMC Il Titolo VI del D.Lgs. 81/2008 è dedicato alla movimentazione manuale dei carichi (MMC) e si compone di 5 articoli (dall art. 167 all art. 171). La valutazione dei rischi connessi

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 81/08 TITOLO VI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI ROBERTO SANDRINI

DECRETO LEGISLATIVO 81/08 TITOLO VI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI ROBERTO SANDRINI DECRETO LEGISLATIVO 81/08 TITOLO VI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI ROBERTO SANDRINI SOVRACCARICO BIOMECCANICO E PATOLOGIE CORRELABILI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DORSO-LOMBARE DAL PUNTO DI VISTA BIOMECCANICO

Dettagli

Lista di controllo Allegato 03 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI/MMC

Lista di controllo Allegato 03 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI/MMC CO.RE.CO VENETO Indicazioni per stesura DVR STD Versione 2012 Lista di controllo Allegato 03 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI/MMC SE RISPONDE Sì: CONTINUARE CON LA VALUTAZIONE CARATTERISTICHE DELL ATTIVITÀ

Dettagli

Lista di controllo Allegato 03 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI/MMC

Lista di controllo Allegato 03 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI/MMC CO.RE.CO VENETO Indicazioni per stesura DVR STD Versione 2012 Lista di controllo Allegato 03 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI/MMC SE RISPONDE Sì: CONTINUARE CON LA VALUTAZIONE CARATTERISTICHE DELL ATTIVITÀ

Dettagli

Verifica della corretta valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico dell apparato muscoloscheletrico

Verifica della corretta valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico dell apparato muscoloscheletrico Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Dipartimento Sanità Pubblica AUSL Reggio Emilia MODULO Pagina 1di 9 LISTA DI CONTROLLO VERIFICA QUALITA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO

Dettagli

Valutazione dei rischi: strumento di lavoro per il medico competente

Valutazione dei rischi: strumento di lavoro per il medico competente Valutazione dei rischi: strumento di lavoro per il medico competente Milano, 2 ottobre 2012 Intervento a cura di: Nora Vitelli SOVRACCARICO BIOMECCANICO ARTI SUPERIORI 1. ANALISI ORGANIZZATIVA DI: AZIENDA

Dettagli

Progettazione e sicurezza dei luoghi di lavoro MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

Progettazione e sicurezza dei luoghi di lavoro MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Progettazione e sicurezza dei luoghi di lavoro MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Le alterazioni pi frequenti sono: - artrosi

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino - Direzione Territoriale del Lavoro

Dettagli

I Rischi da Movimentazione Manuale dei Carichi. Laura De Filippo INAIL F.V.G. - CONTARP (Consulenza Tecnica Accert. Rischi e Prevenzione)

I Rischi da Movimentazione Manuale dei Carichi. Laura De Filippo INAIL F.V.G. - CONTARP (Consulenza Tecnica Accert. Rischi e Prevenzione) I Rischi da Movimentazione Manuale dei Carichi Laura De Filippo INAIL F.V.G. - CONTARP (Consulenza Tecnica Accert. Rischi e Prevenzione) Le patologie osteo-articolari e muscolo-tendinee: sonoincostantecrescitaineuropa,initaliaeinfvg

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SPINTA E TRAINO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SPINTA E TRAINO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SPINTA E TRAINO Azienda Sede BLUCAR COMUNE DI SALERNO Indirizzo: Via Diaz 18 Datore di lavoro Rossi Paolo Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione De Santis Francesca

Dettagli

Bologna 19 Aprile 2012

Bologna 19 Aprile 2012 DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA Area Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Bologna 19 Aprile 2012 A cura di Flavia Franceschini Leopoldo Magelli 1 Condizione che si verifica quando le sollecitazioni

Dettagli

A TUTTI I PARTECIPANTI VERRÀ FORNITO IN OMAGGIO IL SOFTWARE OSTOOLS MMC + OCRA AL MOMENTO DELL ISCRIZIONE.

A TUTTI I PARTECIPANTI VERRÀ FORNITO IN OMAGGIO IL SOFTWARE OSTOOLS MMC + OCRA AL MOMENTO DELL ISCRIZIONE. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SOC PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO Direttore Dott. Francesco Lembo Sede Centrale: Via IV Novembre 294 28882 Omegna Tel 0323 868040-43-23 Fax 0323 868022 e-mail dipprev@aslvco.it

Dettagli

WORKSHOP - 9 febbraio Varese

WORKSHOP - 9 febbraio Varese WORKSHOP - 9 febbraio 2015 - Varese Il D.Lgs.n.81/2008 e s.m.i. Il rischio da movimentazione manuale di carichi Il rischio da movimenti ripetitivi degli arti superiori ASL della Provincia di Varese U.O.

Dettagli

TITOLO VI Movimentazione manuale dei carichi. TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Attuazione art. 1 L.

TITOLO VI Movimentazione manuale dei carichi. TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO Attuazione art. 1 L. Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Dipartimento di Sanità Pubblica SERVIZI PREVENZIONE SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO D. Lgs. 81 del 9.4.2008 (S.O. n. 108 - G.U. n. 101 del 30-4-2008) TITOLO

Dettagli

CONCETTI DI ERGONOMIA

CONCETTI DI ERGONOMIA CONCETTI DI ERGONOMIA www.uilm-piemonte.it SIGNIFICATO Il termine ERGONOMIA deriva dal greco ERGON = opera, lavoro + NOMOS = norma, legge. Possiamo affermare quindi che il significato del termine ERGONOMIA

Dettagli

Allegato al Documento Valutazione Rischi

Allegato al Documento Valutazione Rischi P AG. 1 D I 16 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. CRITERI ADOTTATI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO... 2 3. INDVIDUAZIONE DEL PESO MASSIMO SOLLEVATO... 7 4. CALCOLO PESO MASSIMO SOLLEVATO: PERSONALE AMMINISTRATIVO...

Dettagli

Di seguito vengono brevemente illustrati i sei fattori che concorrono alla determinazione dello Strain Index.

Di seguito vengono brevemente illustrati i sei fattori che concorrono alla determinazione dello Strain Index. STRAIN INDEX Questo metodo, proposto da Moore e Garg nel 1995, consente una valutazione semiquantitativa del rischio da sovraccarico biomeccanico nello svolgimento di attività lavorative comportanti movimenti

Dettagli

Standard dello Stato di Washington

Standard dello Stato di Washington Standard dello Stato di Washington LAVORI POTENZIALMENTE A RISCHIO Fattore di Criteri di valutazione Posture incongrue Lavorare con le mani sopra la testa o con i gomiti sopra le spalle, per più di due

Dettagli

Le posture incongrue e faticose, le posture mantenute a lungo, il lavoro ripetitivo, movimentare carichi pesanti rappresentano un sovraccarico per il

Le posture incongrue e faticose, le posture mantenute a lungo, il lavoro ripetitivo, movimentare carichi pesanti rappresentano un sovraccarico per il Le posture incongrue e faticose, le posture mantenute a lungo, il lavoro ripetitivo, movimentare carichi pesanti rappresentano un sovraccarico per il sistema muscolo scheletrico, ne provocano l affaticamento,

Dettagli

File dello strumento o degli strumenti utilizzati per la verifica dell'apprendimento da parte dei partecipanti.

File dello strumento o degli strumenti utilizzati per la verifica dell'apprendimento da parte dei partecipanti. ALLEGATO 3 - PROGRAMMA PROGETTO -La Prevenzione del rischio da sovraccarico biomeccanico e delle patologie muscolo-scheletriche: normativa, criteri e metodi per la valutazione del rischio, l organizzazione

Dettagli

Identificazione di misure di prevenzione in relazione ai rischi da sovraccarico Biomeccanico in Edilizia

Identificazione di misure di prevenzione in relazione ai rischi da sovraccarico Biomeccanico in Edilizia Identificazione di misure di prevenzione in relazione ai rischi da sovraccarico Biomeccanico in Edilizia Premessa Le malattie professionali riconosciute, in Europa, hanno subito nell ultimo decennio delle

Dettagli

La movimentazione manuale dei carichi

La movimentazione manuale dei carichi La movimentazione manuale dei carichi 1 La movimentazione manuale dei carichi NIOSH (metodo di valutazione del rischio) 2 DEFINIZIONI 3 Obblighi del Datore di Lavoro Individuazione dei compiti che comportano

Dettagli

PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO ANDREA MONTEVERDI DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE USL5 PISA

PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO ANDREA MONTEVERDI DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE USL5 PISA PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO ANDREA MONTEVERDI DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE USL5 PISA PATOLOGIE DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO FONDAZIONE EUROPEA DI DUBLINO 21% 30% M AL DI SCHIENA STRESS DOLORI

Dettagli

LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA CANTIERI E MAGAZZINI

LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA CANTIERI E MAGAZZINI CORSI DI FORMAZIONE COSTRUIRE SICURAMENTE LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA CANTIERI E MAGAZZINI Giorgio Zecchi SPSAL Reggio Emilia OBIETTIVO DEL CORSO Ottenere che le varie figure siano

Dettagli

Focus su Malattie professionali LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA Il rapporto Eurostat 2004 ha evidenziato come nel biennio 98-99, a livello europeo, circa l

Focus su Malattie professionali LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA Il rapporto Eurostat 2004 ha evidenziato come nel biennio 98-99, a livello europeo, circa l A cura di : ssa Angela RUSCHIONI ASUR AREA VASTA N.2 Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro 1 Focus su Malattie professionali LA DIMENSIONE DEL PROBLEMA Il rapporto Eurostat 2004 ha

Dettagli

GRUPPO REGIONALE ERGONOMIA - PREVENZIONE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE CORRELATE COL LAVORO

GRUPPO REGIONALE ERGONOMIA - PREVENZIONE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE CORRELATE COL LAVORO GRUPPO REGIONALE Servizi Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Dipartimento Sanità Pubblica ERGONOMIA - PREVENZIONE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE CORRELATE COL LAVORO LO 01 Rev 1 del 09/05/2013 ALLEGATO

Dettagli

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA LA VALUTAZIONE DEI RISCHI L art. 168 definisce per il DDL una sequenza di azioni PARTENDO DAL POSTO DI LAVORO: 1) Individuazione e valutazione ATTIVA ai

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. BERTACCHI

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. BERTACCHI VALUTAZIONE DEI RISCHI CONNESSI CON LA DEI CARICHI D.Lgs. 19 settembre 1994, n 626 D.Lgs. 19 marzo 1996, n 242 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. BERTACCHI VIA XI FEBBRAIO 6 LECCO (LC) 00 14/05/2007

Dettagli

MODULO D.LGS. N 81/2008 RODCEDURE OPERATIVE MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI PROCEDURE OPERATIVE. Movimentazione manuale dei carichi

MODULO D.LGS. N 81/2008 RODCEDURE OPERATIVE MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI PROCEDURE OPERATIVE. Movimentazione manuale dei carichi PROCEDURE OPERATIVE Movimentazione manuale dei carichi 1. Obiettivo Regolamentare il comportamento dei lavoratori per quanto attiene la movimentazione manuale dei carichi in ottemperanza alle disposizioni

Dettagli

Il rischio da movimentazione manuale dei carichi e da movimenti ripetitivi in agricoltura

Il rischio da movimentazione manuale dei carichi e da movimenti ripetitivi in agricoltura Palmanova, 15 ottobre 2013 Il rischio da movimentazione manuale dei carichi e da movimenti ripetitivi in agricoltura Maria Angela Gogliettino INAIL F.V.G. - CONTARP (Consulenza Tecnica Accert. Rischi e

Dettagli

METODICHE VALUTATIVE LANCIANO 18 APRILE 2015

METODICHE VALUTATIVE LANCIANO 18 APRILE 2015 LANCIANO 18 APRILE 2015 IL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO. LE POSTURE INCONGRUE, IL RACHIDE E I LAVORI RIPETITIVI DEGLI ARTI SUPERIORI La movimentazione manuale dei carichi. Decreto Lgs81/08: Titolo

Dettagli

I rischi riferibili all Organizzazione del Lavoro MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E MOVIMENTI RIPETITIVI

I rischi riferibili all Organizzazione del Lavoro MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E MOVIMENTI RIPETITIVI I rischi riferibili all Organizzazione del Lavoro MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI E MOVIMENTI RIPETITIVI Normativa antecedente il D.Lgs. 81/08 L 635/34: L 977/67: L 1204/71: peso massimo sollevabile

Dettagli

Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico

Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico Azienda Sanitaria Firenze Nuove possibilità per la valutazione del rischio biomeccanico Andrea Belli, Tecnico della Prevenzione San Casciano in Val di Pesa, 20 novembre 2013 Movimentazione manuale carichi

Dettagli

GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA ESEMPI APPLICATIVI

GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA ESEMPI APPLICATIVI GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA ESEMPI APPLICATIVI ESEMPI - Casse contrapposte con alimentazione bidirezionale ESEMPI posto cassa corretto con ingresso merce bidirezionale ESEMPI spazio adeguato per il

Dettagli

Potenziamento della cultura della prevenzione. degli infortuni e della normativa vigente rispetto a stage, tirocini e alternanza nel mondo del lavoro.

Potenziamento della cultura della prevenzione. degli infortuni e della normativa vigente rispetto a stage, tirocini e alternanza nel mondo del lavoro. Potenziamento della cultura della prevenzione degli infortuni e della normativa vigente rispetto a stage, tirocini e alternanza nel mondo del lavoro. MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Movimentazione manuale

Dettagli

Decreto legislativo n 81 del 9/04/2008

Decreto legislativo n 81 del 9/04/2008 Decreto legislativo n 81 del 9/04/2008. TITOLO VI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (artt. 167 168 169 170-171) Patologia dell apparato MUSCOLO-SCHELETRICO Per disturbi muscolo-scheletrici (DMS) si intendono,

Dettagli

LA PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO: LA PAROLA ALLE IMPRESE E NON SOLO

LA PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO: LA PAROLA ALLE IMPRESE E NON SOLO LA PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO: LA PAROLA ALLE IMPRESE E NON SOLO 14-15 giugno 2012 Sergio Nicoletti: valutazione del rischio da Movimentazione Manuale dei carichi nell

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SOLLEVAMENTO E TRASPORTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SOLLEVAMENTO E TRASPORTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO SOLLEVAMENTO E TRASPORTO Azienda Sede BLUCAR COMUNE DI SALERNO Indirizzo: Via Diaz 18 Datore di lavoro Rossi Paolo HO Origine HD Destinazione Responsabile Servizio

Dettagli

IL MAL DI SCHIENA (disturbo muscolo scheletrico) 12/05/2016. Titolo modulo. MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (Titolo VIcapo I)

IL MAL DI SCHIENA (disturbo muscolo scheletrico) 12/05/2016. Titolo modulo. MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (Titolo VIcapo I) Corso di formazione SALUTE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DILAVORO Titolo modulo MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI 1 Il presente documento è di proprietà intellettuale dell Ing. Livio Della Seta. Ne è vietato

Dettagli

Numero 1 /2013 Il rischio da sovraccarico biomeccanico nelle attività di barbiere e parrucchiere

Numero 1 /2013 Il rischio da sovraccarico biomeccanico nelle attività di barbiere e parrucchiere Numero 1 /2013 Il rischio da sovraccarico biomeccanico nelle attività di barbiere e parrucchiere Da una recente pubblicazione della CONTARP Inail dal titolo Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico

Dettagli

RISCHIO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

RISCHIO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI RISCHIO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 167 - D.Lgs. 81/08 Campo di applicazione Una non corretta Movimentazione Manuale può provocare distorsioni, lombalgie (il comune mal

Dettagli

ISTRUZIONI DI SICUREZZA

ISTRUZIONI DI SICUREZZA ISTRUZIONI DI SICUREZZA Prima di iniziare l allenamento consulta un Dottore per il benestare sanitario. Alcuni tipi di esercizio potrebbero non essere adatti a tutte le persone, specialmente persone anziane

Dettagli

10 giugno Marco Cerbai EPM-IES. Le attività di traino e spinta nella raccolta rifiuti

10 giugno Marco Cerbai EPM-IES. Le attività di traino e spinta nella raccolta rifiuti 10 giugno 2016 STUDIO DI UNA BANCA DATI PER LA PREVALUTAZIONE DELLE ATTIVITA DI TRAINO E SPINTA DI CASSONETTI CARRELLATI NEL SETTORE DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI PORTA A PORTA Marco Cerbai EPM-IES

Dettagli

ESPERIENZE DI INTEGRAZIONE TRA ERGONOMIA E PRODUTTIVITA': IL DOPPIO VANTAGGIO NEL RE-DISEGNO DI UN BANCO DI LAVORO IN UN'INDUSTRIA METALMECCANICA

ESPERIENZE DI INTEGRAZIONE TRA ERGONOMIA E PRODUTTIVITA': IL DOPPIO VANTAGGIO NEL RE-DISEGNO DI UN BANCO DI LAVORO IN UN'INDUSTRIA METALMECCANICA ESPERIENZE DI INTEGRAZIONE TRA ERGONOMIA E PRODUTTIVITA': IL DOPPIO VANTAGGIO NEL RE-DISEGNO DI UN BANCO DI LAVORO IN UN'INDUSTRIA METALMECCANICA Bologna, 15 Ottobre 2015 Produzione e fattore umano I modelli

Dettagli

RISCHI DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO

RISCHI DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO Giorgio Zecchi TdP SPSAL AUSL DI RE EPM-IES EMPOLI, 20-21 GIUGNO 2016 RISCHI DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO l argomento Utilizzo del ISO TR 12295 ai fini di vigilanza per il primo controllo delle valutazioni

Dettagli

Come gestire il rischio da movimentazione dei carichi: il ruolo dell RLS

Come gestire il rischio da movimentazione dei carichi: il ruolo dell RLS Come gestire il rischio da movimentazione dei carichi: il ruolo dell RLS Natale Battevi: Battevi.ergonomia@gmail.com NIOSH 1997 National Institute of Occupational Safety and Health ( dati confermati dalla

Dettagli

Numero 3/2017 Coordinamento Interregionale Prevenzione: rischio da movimentazione manuale di carichi

Numero 3/2017 Coordinamento Interregionale Prevenzione: rischio da movimentazione manuale di carichi Numero 3/2017 Coordinamento Interregionale Prevenzione: rischio da movimentazione manuale di carichi Il Piano nazionale della Prevenzione 2014-2018 prevede una attenzione significativa alla prevenzione

Dettagli

ing. Domenico Mannelli movimentazione manuale dei carichi nei cantieri e nelle attività estrattive

ing. Domenico Mannelli movimentazione manuale dei carichi nei cantieri e nelle attività estrattive ing. Domenico Mannelli movimentazione manuale dei carichi nei patologie professionali alla schiena Le condizioni di rischio da prendere in considerazione ai fini del riconoscimento dell origine professionale

Dettagli

Il sovraccarico biomeccanico nelle attività di raccolta dei lavoratori stagionali in agricoltura. Indicazioni per la sorveglianza sanitaria

Il sovraccarico biomeccanico nelle attività di raccolta dei lavoratori stagionali in agricoltura. Indicazioni per la sorveglianza sanitaria http://prevenzione.ulss20.verona.it/ Il sovraccarico biomeccanico nelle attività di raccolta dei lavoratori stagionali in agricoltura. Indicazioni per la sorveglianza sanitaria Milano 15 giugno 2012 Mario

Dettagli

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo

Funzione Commessa Tipo Rev. 00 Numero Progressivo Il sistema informatico prevede la firma elettronica pertanto l'indicazione delle strutture e dei nominativi delle persone associate certifica l'avvenuto controllo. Elaborato del 29/09/2015 Pag. 1 di 11

Dettagli

Rischio ergonomico: : il caso del low back pain

Rischio ergonomico: : il caso del low back pain Università di Modena e Reggio Emilia Cattedra di Medicina del lavoro Rischio ergonomico: : il caso del low back pain Con la collaborazione del dott. Gianluca Corona e dott.ssa Elvira Tuccillo Problema

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA MMC, TRAINO SPINTA, MOVIMENTI RIPETITIVI NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA MMC, TRAINO SPINTA, MOVIMENTI RIPETITIVI NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA MMC, TRAINO SPINTA, MOVIMENTI RIPETITIVI NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE 1 PROBLEMATICHE COMUNI Si tratta di valutazioni strettamente legate all osservazione sul campo e dunque

Dettagli

Numero 8 /2013 I rischi nella lavorazione delle carni e produzione formaggi

Numero 8 /2013 I rischi nella lavorazione delle carni e produzione formaggi Numero 8 /2013 I rischi nella lavorazione delle carni e produzione formaggi Proseguiamo la disamina della pubblicazione della CONTARP Inail dal titolo Schede di rischio da sovraccarico biomeccanico degli

Dettagli

BOLOGNA 14 GIUGNO - 24 LUGLIO

BOLOGNA 14 GIUGNO - 24 LUGLIO BOLOGNA 14 GIUGNO - 24 LUGLIO 2012 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (NIOSH) MOVIMENTI RIPETITIVI (CHECKLIST OCRA) TRAINO E SPINTA STRESS LAVORO CORRELATO MOVIMENTAZIONE PAZIENTI (MAPO) TEMPI E METODI

Dettagli

CHECK-LIST OCRA. 9 (appendice 4) EBER EBAM INAIL Reg. EMILIA ROMAGNA Reg. MARCHE

CHECK-LIST OCRA. 9 (appendice 4) EBER EBAM INAIL Reg. EMILIA ROMAGNA Reg. MARCHE CHECK-LIST OCRA Procedura breve per l identificazione del rischio da sovraccarico degli arti superiori da lavoro ripetitivo. Compilatore/i Data di compilazione Denominazione e breve descrizione del posto

Dettagli

TEATRO STABILE DEL VENETO TEATRO NUOVO. Piazza Viviani, 10 - Verona DA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI

TEATRO STABILE DEL VENETO TEATRO NUOVO. Piazza Viviani, 10 - Verona DA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI San Marco 4650/B, Venezia (sede legale) P.IVA e codice fiscale 02630880272 Pec teatrostabileveneto@pec.it www.teatrostabileveneto.it info@teatrostabileveneto.it Associazione iscritta Registro persone giuridiche

Dettagli

RISCHIO MALATTIA PROFESSIONALE MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

RISCHIO MALATTIA PROFESSIONALE MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Il metodo proposto rappresenta l evoluzione critica di un procedimento di valutazione/intervento che è stato sperimentato negli USA per oltre 10 anni: esso, peraltro, è alla base di norme tecniche e standard

Dettagli

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Le affezioni cronico-degenerative della colonna vertebrale sono di assai frequente riscontro presso collettività lavorative dell industria.

Dettagli

CORRETTA POSTAZIONE DI LAVORO

CORRETTA POSTAZIONE DI LAVORO CORRETTA POSTAZIONE DI LAVORO Nelle pause di lavoro (ufficiali e non) evitare di rimanere seduti e di impegnare la vista (es. leggendo il giornale o navigando su Internet) Art.175 D.Lgs.81 - Pause stabilite

Dettagli

Movimentazione Manuale dei Carichi

Movimentazione Manuale dei Carichi Movimentazione Manuale dei Carichi INQUADRAMENTO NORMATIVO Il Titolo VI, D.lgs. n. 81/2008, è dedicato alla movimentazione manuale dei carichi (MMC) e, rispetto alla normativa previgente e, in particolare,

Dettagli

PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno

PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno PRINCIPALI LAVORAZIONI A RISCHIO DA MOVIMENTI E SFORZI RIPETUTI DEGLI ARTI SUPERIORI attività > 4 ore per turno MONTAGGIO, ASSEMBLAGGIO, CABLAGGIO (materie plastiche, metalli preziosi, bigiotteria, metalmeccanica,

Dettagli

Corso di formazione valido come Aggiornamento Per RSPP/ASPP e DdL-RSPP di tutti i macrosettori ATECO RLS CORSI DI ERGONOMIA:

Corso di formazione valido come Aggiornamento Per RSPP/ASPP e DdL-RSPP di tutti i macrosettori ATECO RLS CORSI DI ERGONOMIA: Corso di formazione valido come Aggiornamento Per RSPP/ASPP e DdL-RSPP di tutti i macrosettori ATECO RLS CORSI DI ERGONOMIA: TRAINO E SPINTA METODO NIOSH METODO OCRA 24 CREDITI (8 crediti ogni modulo)

Dettagli

ESPERTO IN ERGONOMIA

ESPERTO IN ERGONOMIA ESPERTO IN ERGONOMIA CORSI PROFESSIONALIZZANTI IN ERGONOMIA FISICA E PROGETTAZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO Valido per l aggiornamento quinquennale di: ASPP/RSPP ex art. 32 D.Lgs. 81/08 per tutti i settori

Dettagli

Formazione del personale

Formazione del personale Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro TITOLO VI MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Il Rachide: che cos è e come funziona La struttura portante del nostro corpo si chiama RACHIDE

Dettagli

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Definizione: OPERAZIONE DI TRASPORTO O DI SOSTEGNO D UN CARICO AD OPERA D UNO O PIU LAVORATORI, COMPRESE LE AZIONI DI SOLLEVARE, DEPORRE, SPINGERE, TIRARE, PORTARE E SPOSTARE UN CARICO CHE PER LE SUE CARATTERISTICHE

Dettagli

lezione le componenti dimensionale e funzionale riferimenti per il progetto

lezione le componenti dimensionale e funzionale riferimenti per il progetto Corso di Laurea in Disegno Industriale - 2 anno LABORATORIO DI ERGONOMIA corso A a.a. 2016-17 prof.ssa Francesca Tosi Tutor: dott.ssa Alessia Brischetto, dott. Mattia Pistolesi 1 le componenti dimensionale

Dettagli

A6.5 VIBRAZIONI. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO A Unità didattica

A6.5 VIBRAZIONI. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO A Unità didattica Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole VIBRAZIONI MODULO A Unità didattica A6.5 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03 Definizione Le vibrazioni sono oscillazioni

Dettagli

Il sistema ErgoUas e le modalità d utilizzo in Fiat di Francesco Tuccino. fonte

Il sistema ErgoUas e le modalità d utilizzo in Fiat di Francesco Tuccino. fonte Il sistema ErgoUas e le modalità d utilizzo in Fiat di Francesco Tuccino 1 Struttura intervento 1. Esposizione sistema ErgoUas 2. Confronto Eaws ( parte ergo di ErgoUas) con metodo Ocra 3. Modalità d utilizzo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO. Facoltà di Ingegneria. Corso di Sicurezza RISCHIO ERGONOMICO. (Movimentazione carichi) Vincenzo Duraccio

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO. Facoltà di Ingegneria. Corso di Sicurezza RISCHIO ERGONOMICO. (Movimentazione carichi) Vincenzo Duraccio UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO Corso di RISCHIO ERGONOMICO (Movimentazione carichi) Vincenzo Duraccio University of Cassino Department of Industrial Engineering e-mail: duraccio@unicas.it telefono:

Dettagli

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI.

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI. OPUSCOLO N.02 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI. DOTT.ING. STEFANO RODA COME ORGANIZZARE ADEGUATAMENTE IL LAVORO DI MOVIMENTAZIONE MANUALE DURANTE LA GIORNATA - EVITARE DI CONCENTRARE IN BREVI PERIODI

Dettagli

LAVORO AL VIDEOTERMINALE

LAVORO AL VIDEOTERMINALE LAVORO AL VIDEOTERMINALE QUALE PERSONALE È CONDERATO ADDETTO AL VIDEOTERMINALE? il lavoratore che usa il videoterminale per almeno 20 ore settimanali in modo sistematico o abituale (art. 173 comma 1 lettera

Dettagli

CHECKLIST PER L INDIVIDUAZIONE Dl PROBLEMI ERGONOMICI NEI CANTIERI EDILI

CHECKLIST PER L INDIVIDUAZIONE Dl PROBLEMI ERGONOMICI NEI CANTIERI EDILI CHECKLIST PER L INDIVIDUAZIONE Dl PROBLEMI ERGOMICI NEI CANTIERI EDILI Construction Ergonomics Checklist by S. Schneider and M. McCann - The Center to Protect Worker's Rights - USA (Original version on

Dettagli

La movimentazione manuale dei carichi

La movimentazione manuale dei carichi CORSO DI FORMAZIONE La valutazione dei rischi secondo le procedure standardizzate La movimentazione manuale dei carichi (Titolo VI e allegato XXXIII DLgs 81/2008) Rovigo. 19 aprile 2013 Dott.ssa Valeria

Dettagli

la movimentazione manuale dei carichi e i movimenti ripetuti

la movimentazione manuale dei carichi e i movimenti ripetuti la movimentazione manuale dei carichi e i movimenti ripetuti prevalenza ed incidenza delle patologie da movimenti ripetuti in Italia nella popolazione generale uno studio del 2008 ha dimostrato un tasso

Dettagli

LE NORME ISO E LA VDR DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DA MMC. IL QUADRO NORMATIVO IN SINTESI: CENNI SUL D.Lgs 81/08 INPUT PRIMARI

LE NORME ISO E LA VDR DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DA MMC. IL QUADRO NORMATIVO IN SINTESI: CENNI SUL D.Lgs 81/08 INPUT PRIMARI Corso di aggiornamento LE NORME ISO E LA VDR DI SOVRACCARICO BIOMECCANICO DA MMC IL QUADRO NORMATIVO IN SINTESI: CENNI SUL D.Lgs 81/08 Giorgio Zecchi SPSAL Reggio Emilia Thanks to INPUT PRIMARI NECESSITA

Dettagli

Unità di Ricerca Ergonomia della Postura e del Movimento

Unità di Ricerca Ergonomia della Postura e del Movimento Principi di riprogettazione ergonomica e la gestione del rischio da sovraccarico biomeccanico nelle aziende produttive Relatore: Marco PLACCI Unità di Ricerca Ergonomia della Postura e del Movimento EPM

Dettagli

Prevenzione e sicurezza del lavoro nel comparto alberghiero di Milano

Prevenzione e sicurezza del lavoro nel comparto alberghiero di Milano Prevenzione e sicurezza del lavoro nel comparto alberghiero di Milano 2008-2009 Dr. Stefano Fontani A.S. Irene Mercuri Ing. Roberto Salicco U.O. Sicurezza Elettrica INTRODUZIONE Il Progetto Alberghi intrapreso

Dettagli

Principali peculiarità del comparto pesca. Contratto alla parte Orario di lavoro Organizzazione del lavoro

Principali peculiarità del comparto pesca. Contratto alla parte Orario di lavoro Organizzazione del lavoro Principali peculiarità del comparto pesca Contratto alla parte Orario di lavoro Organizzazione del lavoro L ARMATORE (D.Lgs.n 271/99) Art 6 PREDISPONE il PIANO DI SICUREZZA PERMETTE ai lavoratori,mediante

Dettagli

In particolare, l Accordo prevede un percorso formativo composto da diversi moduli, denominati:

In particolare, l Accordo prevede un percorso formativo composto da diversi moduli, denominati: MODULI A, B, SP1, SP2, SP3, SP4 E C: FORMAZIONE RSPP E ASPP L Accordo Stato Regioni del 7/7/16 ha modificato le caratteristiche dei percorsi formativi necessari per assumere il ruolo di Responsabile del

Dettagli

Tecnica di arrampicata

Tecnica di arrampicata ARRAMPICARE un insieme coordinato ed integrato di sequenze gestuali e motorie che derivano dall'intelligenza motoria 1 - capire meglio come fare per salire (tecnica) 2 - integrare tecnica e tattica con

Dettagli

Dott.ssa Angela Fantini Specialista in Medicina del Lavoro Medico Competente INAIL Sede di Bologna

Dott.ssa Angela Fantini Specialista in Medicina del Lavoro Medico Competente INAIL Sede di Bologna Dott.ssa Angela Fantini Specialista in Medicina del Lavoro Medico Competente INAIL Sede di Bologna MALATTIE PROFESSIONALI manifestatesi nel periodo 2006 2010 e denunciate, per gestione e tipo di malattia

Dettagli

Workshop LA PROGETTAZIONE ERGONOMICA DELLE POSTAZIONI DI LAVORO SULLE LINEE PRODUTTIVE E DI ASSEBLAGGIO UNINDUSTRIA REGGIO EMILIA - 04 MAGGIO 2016

Workshop LA PROGETTAZIONE ERGONOMICA DELLE POSTAZIONI DI LAVORO SULLE LINEE PRODUTTIVE E DI ASSEBLAGGIO UNINDUSTRIA REGGIO EMILIA - 04 MAGGIO 2016 Workshop LA PROGETTAZIONE ERGONOMICA DELLE POSTAZIONI DI LAVORO SULLE LINEE PRODUTTIVE E DI ASSEBLAGGIO UNINDUSTRIA REGGIO EMILIA - 04 MAGGIO 2016 Pre Enrico Bertoli La prevenzione dei rischi nelle attività

Dettagli

Il Medico competente e la Valutazione del rischio da Movimentazione carichi

Il Medico competente e la Valutazione del rischio da Movimentazione carichi Il Medico competente e la Valutazione del rischio da Movimentazione carichi Pisa, 5 Novembre 2010 Dott. Giovanni Guglielmi U.O Medicina Preventiva del Lavoro Azienda Ospedaliero - Universitaria Pisana

Dettagli

Gruppo Area Vasta Prevenzione Patologie Muscoloscletriche. Ergonomia: La prevenzione delle patologie muscoloscheletriche

Gruppo Area Vasta Prevenzione Patologie Muscoloscletriche. Ergonomia: La prevenzione delle patologie muscoloscheletriche Gruppo Area Vasta Prevenzione Patologie Muscoloscletriche Ergonomia: La prevenzione delle patologie muscoloscheletriche Applicazione dei principi ergonomici nella progettazione/riprogettazione del lavoro:

Dettagli

Movimentazione manuale

Movimentazione manuale ing. Domenico Mannelli www.mannelli.info info Movimentazione manuale dei carichi nei cantieri MMC Ogni volta che si movimentano manualmente carichi di qualsiasi natura e forma. Tutte le attività ità che

Dettagli

Il sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale nel settore edile: schede di rischio per mansione, per settore produttivo e per singoli compiti

Il sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale nel settore edile: schede di rischio per mansione, per settore produttivo e per singoli compiti Il sovraccarico biomeccanico della colonna vertebrale nel settore edile: schede di rischio per mansione, per settore produttivo e per singoli compiti lavorativi. Proposta di un metodo semplificato per

Dettagli

SPINGERE TIRARE (UNI ISO :2009)

SPINGERE TIRARE (UNI ISO :2009) SPINGERE TIRARE (UNI ISO 11228-2:2009) Cliccando sul quarto pulsante in alto della maschera di avvio, verrà avviato il modulo UNI ISO 11228-2 e verrà visualizzata la seguente maschera: Sono presenti due

Dettagli

INFORMAZIONE AI LAVORATORI/ UTENTI DEL COLLEGIO PROCEDURE DI SICUREZZA: MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

INFORMAZIONE AI LAVORATORI/ UTENTI DEL COLLEGIO PROCEDURE DI SICUREZZA: MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI PROCEDURE DI SICUREZZA: MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Procedure di sicurezza: MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Autore: IEC S.r.l. Revisione: aprile 2014 INDICE 1 Destinatari...1 2 Obiettivo...1

Dettagli

TONIFICAZIONE 2: PETTORALI E BICIPITI

TONIFICAZIONE 2: PETTORALI E BICIPITI TONIFICAZIONE 2: PETTORALI E BICIPITI E importante rafforzare i muscoli delle spalle, braccia, petto e dorso che normalmente sono utilizzati meno delle gambe nella vita quotidiana e che quindi col passare

Dettagli

1. Introduzione: La movimentazione manuale di carichi e il sovraccarico biomeccanico sul rachide

1. Introduzione: La movimentazione manuale di carichi e il sovraccarico biomeccanico sul rachide Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018: linee di indirizzo per l applicazione del titolo VI del D. Lgs. 81/08 e per la valutazione e gestione del rischio connesso alla Movimentazione Manuale di Carichi

Dettagli

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI CORSO DI FORMAZIONE 3 settembre 2015 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Dolci Stefania medico del lavoro SPISAL ULSS 21 OCCUPATIONAL DISEASE FORTE RELAZIONE GENERALMENTE CON UN AGENTE CAUSALE SPECIFICO

Dettagli

movimentazione manuale dei carichi e postura

movimentazione manuale dei carichi e postura Fondazione TeleThon Comitato TeleThon Fondazione Onlus 00154 Roma, via Carlo Spinola, 16 movimentazione manuale dei carichi e postura norme, indicazioni, informazioni, riferimenti per prevenire le patologie

Dettagli

MOVIMENTI RIPETUTI IL D. LGS. N 81/2008

MOVIMENTI RIPETUTI IL D. LGS. N 81/2008 MOVIMENTI RIPETUTI IL D. LGS. N 81/2008 Premessa Le operazioni comportanti movimenti ripetitivi degli arti superiori, sebbene non direttamente menzionate, possono essere ricondotte al Titolo VI del D.

Dettagli

Il problema delle patologie da sovraccarico biomeccanico. Disturbi muscolo-scheletrici correlati al lavoro. Incontro con i RLS 16 gennaio 2015

Il problema delle patologie da sovraccarico biomeccanico. Disturbi muscolo-scheletrici correlati al lavoro. Incontro con i RLS 16 gennaio 2015 Il problema delle patologie da sovraccarico biomeccanico Disturbi muscolo-scheletrici correlati al lavoro Incontro con i RLS 16 gennaio 215 Patologie muscolo-scheletriche correlate al lavoro Le patologie

Dettagli

cittadino dell ASL di Milano

cittadino dell ASL di Milano Rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nella grande distribuzione alimentare: approccio alla valutazione e gestione del rischio prima e dopo il progetto Milano, 14-15 giugno

Dettagli

Programma educativo "Ergonomia a scuola" Schede didattiche

Programma educativo Ergonomia a scuola Schede didattiche Schede didattiche Le schede didattiche in formato digitale possono essere richieste inviando una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: lfepapale@tiscali.it Scheda didattica n. 1 La colonna

Dettagli