Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione al GIS (Geographic Information System)"

Transcript

1 Introduzione al GIS (Geographic Information System)

2 Sommario 1. COS E IL GIS? CARATTERISTICHE DI UN GIS COMPONENTI DI UN GIS CONTENUTI DI UN GIS FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI UN GIS LA STRUTTURA DEL GIS POTENZIALITA E CAMPI DI UTILIZZO DIFFERENZE TRA GIS E ALTRI SISTEMI INFORMATIVI... 11

3 1. COS E IL GIS? Il GIS (Geographic Information System) è uno strumento usato per analizzare le proprietà spaziali e le potenziali relazioni tra oggetti ed eventi. In sostanza, si tratta di un insieme di funzioni per "mappare" e analizzare le cose che accadono nello spazio e nel tempo. L analisi delle informazioni territoriali non è un concetto nuovo. Studiosi con un elevata esperienza in campo matematico, geografico, cartografico e altre discipline simili sono stati in grado di creare carte e analizzare le relazioni spaziali nei secoli passati. Questi tipi di analisi possono essere considerate una forma di GIS analogico come per esempio la base cartografica cartacea e una serie di lucidi tematici sovrapposti. a qualsiasi scala. Con l avvento della tecnologia informatica, il GIS digitale ha sviluppato queste tematiche in modo più rapido e migliore rispetto ai vecchi metodi manuali. Grazie al GIS digitale, ognuno può utilizzare informazioni digitali per prendere decisioni e risolvere problemi complessi. La tecnologia GIS unisce i meccanismi e le operazioni dei comuni database con l analisi geografica e la possibilità di visualizzazione sulla mappa. Quest unico sistema informativo è un valido strumento per analizzare gli eventi, prevedere le finalità e programmare le strategie. I sistemi informativi territoriali sono stati utilizzati in campi diversi. Con l accrescimento del benessere e dei servizi delle diverse nazioni dipendenti le une dalle altre, ci si è trovati di fronte a frequenti problemi dovuti alle superfici geografiche associate alla necessità di gestire l' economia in modo globale. Problemi come il sovrappopolamento, l inquinamento, la deforestazione, i disastri naturali, la povertà, le epidemie e il reperimento di risorse naturali necessitano di analisi geografiche. 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS Lo sviluppo del GIS è strettamente connesso con innovazioni avvenute in diverse discipline. Hanno effettivamente contribuito la geografia, la cartografia, la fotogrammetria, il rilevamento, la geodesia, l ingegneria civile, la statistica, il computer, l IE, e altre branche delle scienze sociali, delle scienze naturali e dell ingegneria. I sistemi GIS sono relazionati alle altre applicazioni database, ma con un importante differenza. Tutte le informazioni immesse in un GIS sono accomunate da riferimenti spaziali. Altri database possono contenere informazioni riferite all ubicazione (come gli indirizzi) ma un database GIS usa la georeferenziazione come principale dato di immagazzinamento e di gestione delle informazioni. Mentre altre tecnologie possono essere utilizzate per analizzare fotografie aeree o immagini da satellite, per creare modelli statistici, o per disegnare mappe, tutte queste capacità possono essere gestite da un unico software GIS, la cui tecnologia integrata garantisce risultati ottimali per ogni progetto semplice o complesso. Il GIS, con il suo insieme di funzioni, può essere visto come una vera e propria metodologia e non solo come un complesso di hardware e software. Il GIS può essere utilizzato per prendere delle decisioni. Con la metodologia di immissione, immagazzinamento e analisi dei dati. Grazie al GIS, questi possono essere utilizzati per una ricerca specifica o per prendere decisioni. Se si considera il GIS come un mero sistema di software e hardware si perdono di vista le potenzialità e le caratteristiche principali che permettono al GIS di rientrare in un processo decisionale.

4 3. COMPONENTI DI UN GIS Un sistema informativo territoriale ben costruito consiste nei componenti chiave: hardware, software, dati, metodi e personale. Hardware L hardware è l'elaboratore sul quale il GIS opera. Può essere solo un PC workstation oppure un sistema distribuito costituito da client e server. Il software GIS è supportato da una grossa varietà di sistemi operativi e piattaforme, e dunque questa componente non genera grossi problemi. Software Il software GIS consiste negli strumenti e nelle estensioni necessarie a immagazzinare, analizzare e visualizzare le informazioni geografiche. Sebbene in commercio esistano numerosi applicazioni che sono in grado di visualizzare dati geografici, le applicazioni GIS devono essenzialmente avere le seguenti features: Strumenti per l immissione e il trattamento dei dati spaziali; Un sistema per il trattamento dei database (DBMS); Strumenti che supportino la visualizzazione, l analisi e l interrogazione geografica. Dati In un sistema informativo territoriale la raccolta e il trattamento dei dati è uno degli aspetti più importanti, essendo inoltre più soggetto a manutenzione ed in generale il componente più costoso. I dati tematici e quelli spaziali sono le due tipologie di dati di base associate al GIS. Il dato spaziale specifica l ubicazione di un particolare oggetto o evento mentre il dato tematico fornisce una dettagliata descrizione del fenomeno. La metodologia di reperimento dei dati geografici ricade in due possibili categorie (primaria o secondaria). La raccolta primaria di dati è rappresentata dalla progettazione e l dall'implementazione di una metodologia ad hoc e il successivo inserimento del risultato in un GIS o in un DBMS (database management system). Il dato secondario consiste nel reperimento di informazioni già elaborate. Il dato secondario può essere acquisito da diverse risorse, incluse le amministrazioni pubbliche, gli istituti universitari e le imprese private. Metodo Le metodologie utilizzate sono specifiche per ogni singolo problema. In altre parole, non esistono due analisi identiche. Lo sviluppo e l implementazione di un GIS di successo è un processo ad hoc. Il sistema informativo territoriale deve essere progettato, sviluppato e gestito in accordo con un piano ben determinato. Personale Ogni sistema informativo territoriale è praticamente inutilizzabile senza le persone che gestiscono il sistema e sviluppano piani per l utilizzo del GIS per risolvere i problemi reali. Utilizzatori GIS Analisti - usano saltuariamente il GIS per creare mappe e presentare rapporti. Tecnici - lavorano sulla struttura e la manutenzione del sistema. Queste persone sono responsabili dell amministrazione del sistema e della manutenzione dei database. Specialisti - sviluppano e personalizzano le applicazioni per i committenti tecnologici. Lavorano a contatto con personale non-gis. Oltre al GIS e all analisi spaziale, gli specialisti hanno elevate conoscenze in altri campi e discipline (ingegneria, biologia, geologia, ecologia, marketing, ecc.).

5 4. CONTENUTI DI UN GIS Un GIS contiene informazioni geografiche (e non, o meglio, georeferenziate) registrate secondo due diversi formati: spaziale e tematico. Il dato spaziale descrive il posizionamento di un oggetto nello spazio preso in considerazione o di un evento. Il posizionamento può essere descritto con coordinate xy, un indirizzo di posta, il nome di un edificio ecc.. Un processo automatizzato chiamato geocoding è utilizzato per creare esplicite referenze geografiche (coordinate x, y) da referenze implicite (indirizzi di posta, numeri civici, etc.).questi riferimenti geografici permettono di posizionare gli oggetti sulla superficie terrestre per analizzarle successivamente. RASTER e VETTORIALE Il sistema informativo territoriale lavora utilizzando essenzialmente due differenti tipologie di modelli geografici (o spaziali): il modello raster e quello vettoriale. Il modello raster è composto da una serie di celle della stessa dimensione, organizzate in righe e colonne (del tutto simili a quelle di un foglio elettronico ad espansione). Questo modello è la migliore scelta per rappresentare le superfici che cambiano continuamente nel tempo e nello spazio. In altre parole, oggetti le cui caratteristiche evolvono costantemente mentre ci si sposta da un punto all altro della mappa. Un buon esempio di questo tipo di dati e l altezza. Quando si cammina lungo un percorso si può facilmente notare che un luogo si trova ad una quota più elevata (o meno) rispetto ad un altro. Occorre sottolineare anche che la differenza di quota cambia gradualmente tra due punti relativi posti a notevole distanza. Improvvise variazioni di quota causano delle discontinuità superficiali (che per esempio rendono una strada pericolosa per il traffico automobilistico). Il modello vettoriale è il miglior modello progettato per rapportare oggetti con limiti distinti e ben definiti visto che utilizza le coordinate vettoriali per creare punti, linee e poligoni. Esempio di elementi reali che hanno distinti confini sono i confini regionali, le isole, le strade e i laghi. Il dato tematico descrive le caratteristiche di un oggetto o di un evento. Ci può dire di che colore è l edificio, la velocità di un automobile, ecc. La combinazione di questi due tipi di dati crea il database conosciuto come tema. Inoltre, numerosi temi possono essere uniti e analizzati anche in modo complesso, grazie alle comuni caratteristiche geografiche.

6 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI UN GIS Ci sono essenzialmente sei processi associati ad un GIS (analogico o digitale). Tutti i software GIS in commercio possono soddisfare tali processi, ma alcuni lo fanno in modo più efficiente di altri. Alcune applicazioni sono in grado di gestire i dati in maniera molto efficiente, mentre altri dispongono di molte più funzioni analitiche per elaborare i dati. Il software scelto per il proprio progetto deve essere in grado di soddisfare le specifiche necessità (sia immediate che a lungo termine). INPUT Prima di essere utilizzabile in un GIS, un dato deve essere convertito in un formato digitale compatibile (raster e vettoriale). Bisognerebbe avere a disposizione una lista di indirizzi o un tabulato relativo ad una mappa che si vuole includere nella propria analisi. Per poter utilizzare le informazioni innanzi tutto bisogna creare un file digitale contenente le informazioni compatibilmente alle esigenze dell hardware. I dati alfanumerici possono essere generati in un foglio elettronico ad espansione (Microsoft Excel) e salvato come testo a tabulazione limitata. La mappa cartacea può essere scandita e salvata in formato TIFF. Il file prodotto sarà pronto per essere integrato in un GIS. ELABORAZIONE Nella maggior parte dei casi, la forma digitale creata nella fase di input non è al 100% compatibile con il progetto GIS. Per esempio una strada o un indirizzo deve essere geocodificato e l immagine georeferenziata rispetto al sistema di coordinate (Gauss-Boaga, UTM, etc.) specifico del progetto. Il software GIS può aiutare ad effettuare tali trasformazioni relativamente ai propri dati e integrare le informazioni nel proprio sistema GIS. TRATTAMENTO Anche se le informazioni geografiche possono essere immagazzinate come una serie di file con una tipica struttura a directory, quando il numero dei dati diventa ingestibile e soprattutto utilizzato da più persone contemporaneamente, la miglior cosa da fare è utilizzare un DBMS (database management system) per immagazzinare, organizzare e trattare i dati. Ci sono diversi tipi concettuali per il trattamento dei dati, ma nel sistema GIS quello più largamente utilizzato è il relazionale. Utilizzando il modello di database relazionale, i dati vengono immagazzinati come una collezione di tabelle con campi comuni alcuni dei quali collegati tra loro. Si può considerare una tabella contenente una lista di insegnanti che lavora in una particolare scuola e un altra tabella contenente una lista di studenti della stessa scuola. Un potenziale filo comune tra le due tabelle può essere il nome della scuola stessa. INTERROGAZIONI Una volta che sono state immagazzinate le informazioni geografiche grazie ad un GIS, questo può essere interrogato per avere risposte a domande del tipo: Chi è il proprietario della terra vicino alla discarica? A che distanza si trova casa mia rispetto al panettiere? Quanta superficie e stata coinvolta nell incendio? ANALISI Oltre a poter effettuare interrogazioni di dati contenuti nel GIS, esiste la possibilità di analizzare le informazioni per scoprire le eventuali relazioni ed evidenziarle visivamente in modo più semplice (a volte è l'unico modo possibile) rispetto a quello che si può ottenere

7 analizzando le sole tabelle o i documenti cartacei. Grazie alla capacità analitica del GIS, si può determinare: Quanti supermercati ci sono nel raggio di 50 Kilometri? Quanto la torbidità influisce sulla crescita delle piante acquatiche in prossimità degli estuari? Quanti possibili clienti vivono nell intorno di 5 minuti dal mio negozio? VISUALIZZAZIONE Mentre i cartografi hanno disegnato mappe per centinaia di anni, il GIS fornisce un modo nuovo e di sicuro impatto ed immediato utilizzo al fine di comunicare le informazioni geografiche utilizzando immagini tridimensionali, immagini fotografiche, filmati video e file audio. In altre parole, mente una mappa cartacea fornisce un numero limitato di informazioni, il GIS digitale può fornire una serie infinita di possibilità. 6. LA STRUTTURA DEL GIS Il GIS mette a disposizione potenti strumenti per la localizzazione geografica e la risoluzione di problemi ambientali. L immagine che appare da un GIS è in grado di aiutarci a analizzare le informazioni su una data regione o una città sotto forma di un gruppo di mappe sovrapposte, ognuna delle quali rappresenta una singolare caratteristica relativa alla stessa area considerata. Nel caso in figura, il gruppo di mappe aiuta per determinare e il piano dei trasporti urbani. Ognuna delle carte tematiche separate è riferita come un layer, livello o copertura. Tutti i livelli sono giustamente sovrapposti agli altri, così che ogni punto combaci con il suo corrispondente su un altro livello. Il livello più basso di un GIS è quello più importante, rappresentato da una griglia sulla quale sono impostate le coordinate geografiche (come per esempio longitudine e latitudine) sul quale tutte le mappe sono georeferenziate.

8 Una volta che le mappe sono state georeferenziate, grazie ad un sistema di coordinate prestabilito (Gauss-Boaga, UTM), le informazioni visualizzate sui differenti livelli possono essere comparate e analizzate. Nel caso in figura le vie di traffico possono essere comparate con l ubicazione dei centri commerciali, la densità demografica con le zone industriali. In più, località puntuali o aree possono essere separate dalle località circostanti, come nel diagramma sottostante, semplicemente tagliando tutti i livelli nella posizione desiderata dal resto della mappa. Inoltre non per tutte le analisi è necessario usare simultaneamente tutti i livelli. In alcuni casi, un ricercatore può utilizzare le informazioni selettivamente considerando le relazioni tra livelli specifici. Così anche informazioni ricavate da due o più livelli possono essere sommate e poi trasformate in un nuovo livello utilizzabile in una successiva analisi. Questo processo che permette di combinare e trasformare informazioni con differenti livelli viene chiamato map algebra dal momento che comporta l addizione e la sottrazione di informazioni. Se, per esempio, si vogliono considerare gli effetti prodotti dall allargamento di una strada, occorre cominciare con il livello delle strade, allargare una strada e con la sua nuova larghezza produrre un nuovo livello, dopo di che questa nuova mappa dovrà essere sovrapposta al livello che rappresenta l uso del suolo.

9 7.POTENZIALITA E CAMPI DI UTILIZZO Il potenziale del GIS è realmente vasto. Il GIS è un sistema nel quale dozzine di migliaia di mappe su livelli diversi sono sovrapposte per visualizzare informazioni di varia natura, quali, ad esempio informazioni sulla rete dei trasporti, idrografia, caratteristiche delle popolazioni, attività economiche, giurisdizione politica e altre caratteristiche dell ambiente sociale e naturale. Un sistema utilizzabile in varie situazioni diverse tra loro: - pianificazione urbanistica, - gestione delle risorse ambientali, - previsione dei trasporti, - pianificazione in situazioni di emergenza e cosi via. La capacità di separare le informazioni su livelli e la possibilità di combinarle con quelle appartenenti ad altri livelli (layer) è la ragione per cui il GIS rivela un enorme potenziale sia nel campo della ricerca che nella programmazione di strategie decisionali. Attualmente il GIS è utilizzato sia in ambiti di commercio che nella ricerca riferita ad un ampio raggio di attività tra le quali l analisi delle risorse ambientali, la pianificazione e l' utilizzo del suolo, la valutazione delle imposte, la progettazione delle infrastrutture, l' analisi demografica e di mercato, gli studi sull ambiente e le analisi archeologiche. Una delle maggiori aree di applicazione è la gestione delle risorse naturali, ivi inclusi: Habitat naturale

10 Fiumi Aree alluvionate Desertificazione Terreni agricoli Acquiferi Foreste Un'altra area importante per le applicazioni GIS è la gestione delle reti tecnologiche, per esempio per: Ubicazione in sotterraneo di tubature e cavi Bilanciamento dei carichi nelle linee elettriche Pianificazione della manutenzione delle attrezzature Tracciati di utilizzo energetico Province, Regioni e Stato hanno trovato il GIS particolarmente utile nella gestione e uso del suolo: Suddivisione catastale Compravendita di terreni Controllo e valutazione impatto ambientale Gestione della qualità delle acque Gestione delle proprietà Un utilizzo più recente e innovativo del GIS è basato sull utilizzo di informazioni sulle rete viaria. Il GIS si è rivelato particolarmente utile per: "Mappare" la rete autostradale Progettare e sviluppare di piani di evacuazione Il range delle applicazioni del GIS continua ad espandersi in relazione al fatto che i sistemi diventano più efficienti, più diffusi e meno costosi.

11 8.DIFFERENZE TRA GIS E ALTRI SISTEMI INFORMATIVI I sistemi informativi territoriali sono strettamente connessi con tecnologie per sistemi informativi come: computer aided design (CAD), global positioning systems (GPS) e database management systems (DBMS). Anche se non esistono regole precise per definire i differenti sistemi informativi, si può effettuare una differenziazione sulla base delle informazioni immagazzinate attraverso i vari sistemi nominati. CAD I sistemi CAD sono stati sviluppati per creare disegni e piattaforme per la costruzione di edifici e oggetti manifatturieri. Sebbene alcuni di questi sistemi siano stati estesi per poter lavorare con mappe e dati geografici di base, gli strumenti CAD non possiedono le capacità analitiche del GIS. Inoltre, hanno capacità molto limitate nell utilizzo di una grossa quantità di dati geografici. I sistemi CAD sono ampliamente utilizzati in diversi campi, soprattutto in architettura, ingegneria civile e edile. La maggior parte dei software GIS permette di importare il disegno CAD come layer. GPS Il sistema di posizionamento globale è un interessante tecnologia per il mondo degli utenti GIS. Prima di poter utilizzare il GPS, i tecnici necessitano di attrezzature particolari per il posizionamento globale in fase di rilevamento. Questa operazione comporta un grosso investimento soprattutto in termini di tempo e di risorse e richiede un alta specializzazione nei metodi di rilevamento di cui la maggior parte dei tecnici non dispone. DBMS I Database Management Systems sono specializzati nell immagazzinamento di qualsiasi tipo di dati (compresi quelli geografici). Anche se non hanno le capacità di analisi e di visualizzazione di un GIS, questi strumenti rappresentano una parte integrante e essenziale di qualsiasi sistema a grande scala ovviamente per la semplicità nel trattamento e nella gestione dei dati.

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE. Pasquale DI DONATO

IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE. Pasquale DI DONATO IL METODO SPEDITIVO NEL SIT PER L EMERGENZA DA RISCHIO CHIMICO- INDUSTRIALE Pasquale DI DONATO Cos è il Metodo Speditivo? Controllo di attività comportanti rischi di incidente rilevante è regolato da:

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

GIS più diffusi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. GIS più diffusi

GIS più diffusi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. GIS più diffusi GIS più diffusi GIS più diffusi Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 19 GIS più diffusi Outline 1 Free Software/Open

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Decreto dirigenziale interministeriale del 6 febbraio 2004 (G.U. n. 52 del 3 marzo 2004), concernente la Verifica dell interesse culturale dei beni immobili di utilità pubblica, così come modificato ed

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Urban Sprawl e Adattamento al Cambiamento Climatico: il caso di Dar es Salaam

Urban Sprawl e Adattamento al Cambiamento Climatico: il caso di Dar es Salaam XVI CONFERENZA NAZIONALE SOCIETÀ ITALIANA DEGLI URBANISTI 9 Maggio 2013 Luca Congedo 1, Silvia Macchi 1, Liana Ricci 1, Giuseppe Faldi 2 1 DICEA - Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

OpenStreetMap a servizio della Pubblica Amministrazione: l'esperienza di B.U.NE.T. (Bicycle Urban NEtwork in Torino)

OpenStreetMap a servizio della Pubblica Amministrazione: l'esperienza di B.U.NE.T. (Bicycle Urban NEtwork in Torino) OpenStreetMap a servizio della Pubblica Amministrazione: l'esperienza di B.U.NE.T. (Bicycle Urban NEtwork in Torino) Mappathon, 9 Aprile 2015 Relatore: Danilo Botta, Project Manager, 5T S.r.l. La genesi

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO

RELAZIONE DI FINE TIROCINIO Dipartimento di Ingegneria Civile Laura Magistrale in Ingegneria Civile per la Protezione dai Rischi Naturali A.A. 2014-2015 RELAZIONE DI FINE TIROCINIO INTRODUZIONE ALL'USO DEL SOFTWARE GIS UDIG Tirocinante:

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo White paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo Pagina 2 Sintesi

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Abbiamo creato questo questionario per aiutarti a prepararti per il workshop e per farti pensare ai diversi aspetti delle collezioni digitali

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Attività 9. La città fangosa Minimal Spanning Trees

Attività 9. La città fangosa Minimal Spanning Trees Attività 9 La città fangosa Minimal Spanning Trees Sommario la nostra società ha molti collegamenti in rete: la rete telefonica, la rete energetica, la rete stradale. Per una rete in particolare, ci sono

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO

PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E RISCHI DI INCIDENTI RILEVANTI IN LOMBARDIA ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE NEL COMUNE DI RHO A.Romano*, C. Gaslini*, L.Fiorentini, S.M. Scalpellini^, Comune di Rho # * T R R S.r.l.,

Dettagli

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Studio Settembre 2014 1 Pag / indice 3 / Premessa 4 / Descrizione della catena modellistica 6 / Lo scenario simulato

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Il sistema di rilevazione dati per il controllo globale delle macchine di produzione

Il sistema di rilevazione dati per il controllo globale delle macchine di produzione 1 Il sistema di rilevazione dati per il controllo globale delle macchine di produzione Per automatizzare Ia raccolta dati di produzione e monitorare in tempo reale il funzionamento delle macchine, Meta

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Nelle immediate vicinanze dell impianto, secondo la simulazione sul dominio 4x4km, i risultati sono quelli di figura 3.36.

Nelle immediate vicinanze dell impianto, secondo la simulazione sul dominio 4x4km, i risultati sono quelli di figura 3.36. Capitolo 3 Caratterizzazione delle sorgenti pag. 75 Nelle immediate vicinanze dell impianto, secondo la simulazione sul dominio 4x4km, i risultati sono quelli di figura 3.36. Figura 3.36. Superamenti di

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

WP5: LiDAR and Forest Accessibility Evaluation LiDAR e valutazione dell accessibilità dei popolamenti forestali

WP5: LiDAR and Forest Accessibility Evaluation LiDAR e valutazione dell accessibilità dei popolamenti forestali WP5: LiDAR and Forest Accessibility Evaluation LiDAR e valutazione dell accessibilità dei popolamenti forestali Marco Pellegrini Dipartimento TESAF Università degli Studi di Padova marco.pellegrini@unipd.it

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

DIRETTIVE DIRETTIVA 2007/2/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 14 marzo 2007

DIRETTIVE DIRETTIVA 2007/2/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 14 marzo 2007 25.4.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 108/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) DIRETTIVE DIRETTIVA 2007/2/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E

Dettagli

General Linear Model. Esercizio

General Linear Model. Esercizio Esercizio General Linear Model Una delle molteplici applicazioni del General Linear Model è la Trend Surface Analysis. Questa tecnica cerca di individuare, in un modello di superficie, quale tendenza segue

Dettagli

Leica ScanStation 2 Un nuovo livello di versatilità e velocità negli scanner laser

Leica ScanStation 2 Un nuovo livello di versatilità e velocità negli scanner laser Leica ScanStation 2 Un nuovo livello di versatilità e velocità negli scanner laser Leica scanstation 2 ha portato la scansione laser a un livello più alto, grazie a un incremento di 10 volte della velocità

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

IGU UGI. Dichiarazione di Lucerna sull Educazione Geografica per lo Sviluppo Sostenibile

IGU UGI. Dichiarazione di Lucerna sull Educazione Geografica per lo Sviluppo Sostenibile Geographical Views On Education For Sustainable Development Simposio regionale dell Unione Geografica Internazionale- Commissione sull Educazione Geografica 29-31 luglio 2007. Lucerna, Svizzera 2007. IGU

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L'INNOVAZIONE IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L'INNOVAZIONE IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRET0 novembre 2011 Regole tecniche per la definizione del contenuto del Repertorio nazionale dei dati territoriali, nonché delle modalità di prima costituzione e di aggiornamento dello stesso. (Gazzetta

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni)

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) 12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) Ogni file è caratterizzato da un proprio nome e da una estensione, in genere tre lettere precedute da un punto; ad esempio:.est Vi sono tuttavia anche

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Francesco Comiti, Daniela Campana Libera Università di Bolzano Sustainable use of biomass in South

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE

REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE Arch. Alverio Camin Progetto Speciale Recupero Ambientale e Urbanistico delle aree Industriali - PAT REALIZZAZIONE DI UNA BANCA DATI AMBIENTALE 1. Esperienza

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

P R E S E N T A ZI ONE

P R E S E N T A ZI ONE Continuing Education Seminars LA PIANIFICAZIONE DI DISTRETTO IDROGRAFICO NEL CONTESTO NAZIONALE ED EUROPEO 15 e 22 Maggio - 12 e 19 Giugno 2015, ore 14.00-18.00 Aula A Ingegneria sede didattica - Campus

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli