piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi"

Transcript

1 AO automazioneoggi Facciamo un po d ordine L approccio ai progetti di implementazione di sistemi ERP è spesso poco strutturato e il processo di implementazione risulta essere frequentemente inefficiente rispetto alle risorse allocate; l utilizzo di una tassonomia può aiutare a capire come prendere le decisioni aziendali DANIELE CATTANEO Gli ERP (Enterprise Resourse Planning) sono sistemi integrati in grado di automatizzare ogni processo aziendale; poiché l implementazione di questi sistemi richiede spesso tempi e risorse finanziare superiori a quanto preventivato si sente l esigenza di analizzare come questi sistemi siano implementati per tentare di definire un approccio strutturato in grado di massimizzare l efficienza della stessa implementazione. Il maggior vantaggio di questi sistemi consiste soprattutto nel realizzare tutti i processi aziendali in un unica piattaforma con due importanti caratteristiche: facilitano il collegamento causale tra il processo aziendale visivo e l implementazione dello stesso processo nel sistema Tecniche Operative Strategiche piattaforma comune miglioramento del processo adeguamento all anno 2000 sistemi legacy obsoleti visibilità dei dati standardizzazione di più sedi riduzione dei costi operativi Le motivazioni tecniche, operative e strategiche spingono una società a scegliere di implementare un sistema ERP per la gestione dei propri processi aziendali 230 NOVEMBRE 2003 AUTOMAZIONE OGGI 263 informativo; assicurano un livello di integrazione, integrità e sicurezza dei dati non facilmente raggiungibili con sistemi multipiattaforma. Un tentativo di classificazione Ogni implementazione di sistemi ERP può essere classificata in tre categorie: comprehensive, middle road e vanilla. Per agevolare il processo di classificazione è necessario definire anche alcune caratteristiche di implementazione degli ERP: fisiche, BPR (Business Process Re-engineering), tecniche, strategie di implementazione dei moduli e allocazione delle risorse. Le categorie e le caratteristiche di implementazione forniscono quindi una tassonomia di classificazione dell implementazione di progetti per sistemi gestionali ERP. Teoricamente esi- sensibilità verso i clienti miglioramento del processo decisionale necessità di efficienza ed integrazione ristrutturazione del business stono numerose combinazioni di queste caratteristiche quindi sono numerosi anche gli approcci alle diverse tipologie di implementazione; tuttavia il tentativo di stabilire un approccio

2 all implementazione attraverso alcuni archetipi è utile per impostare un processo efficiente di progettazione per l implementazione di un sistema ERP. AO automazioneoggi Il tipo di implementazione Le ragioni per cui si implementa un sistema ERP sono allora molto variegate. La classe dirigente, spesso composta da persone esterne al mondo dell IT, si scontra con le difficoltà della pianificazione e la stima dei costi e delle risorse necessarie per l implementazione del sistema ERP. L investimento finanziario, che coinvolge prevalentemente i costi del software e dei relativi servizi (consulenza, formazione e integrazione del sistema), è nell ordine del milione di euro. L implementazione può richiedere tempi che vanno da sei mesi sino a diversi anni e organizzare l infrastruttura aziendale di supporto e pianificazione è determinante - le dimensioni del gruppo di progetto per Caratteristiche Business Process Caratteristiche Strategia di Allocazione fisiche Re-engineering tecniche implementazione delle risorse dei moduli 1. sede singola 1. allineamento al sistema 1. nessuna modifica al Prima decisione: Tempi: 6 mesi 2. più sedi, contesto ERP sistema ERP essenziale o tutte 7 anni nazionale 2. BPR globale 2. modifiche contenute le funzionalità Costi: più sedi, contesto 3. BPR locale 3. modifiche estese 50 mln di euro internazionale integrazione con Numero di utenti: i sistemi legacy 1. basso (<100) modulo per modulo 2. medio (<200) o globale 3. alto ( 200) La tassonomia prevede di classificare i diversi approcci all implementazione dei sistemi ERP facendo riferimento ad alcune caratteristiche chiave Perché un sistema ERP? Le implementazioni di sistemi ERP differiscono significativamente tra loro per le motivazioni di base e, di conseguenza, per scopo, progettazione e approccio all implementazione. In letteratura sono state recentemente identificate sei ragioni che possono spingere un azienda all implementazione di un sistema ERP: la ragione principale è la necessità di disporre di una piattaforma IT comune (IT, Information Technology); le altre ragioni riguardano invece il desiderio di sviluppare il processo aziendale esistente, la visibilità dei dati, la riduzione dei costi di esercizio, l incremento della sensibilità verso i clienti e il miglioramento nell assumere decisioni strategiche. Per molte imprese la necessità di rimpiazzare sistemi informativi obsoleti con sistemi ERP è stato un passo naturale in vista dell anno 2000; ma l anno 2000 è stato semplicemente l occasione per modificare l IT aziendale. Avere in azienda diversi sistemi legacy datati, infatti, aveva portato a elevati costi di supporto così l adozione di un sistema ERP è stato spesso associato alla maggior visibilità dei dati e al miglioramento dei processi aziendali finalizzati alla riduzione dei costi generali di esercizio. In altri casi le aziende adottano un sistema ERP per risolvere problemi tecnologici oppure operativi - per esempio prestazioni di mercato non competitive o processi aziendali inefficaci. In ogni caso è raro che una volta commissionato un sistema ERP l azienda torni sui propri passi perché le risorse iniziali allocate sono generalmente ingenti (personale interno, gruppi di lavoro, hardware, consulenza, ecc.). Il processo di cambiamento è assimilabile a una linea continua; a sinistra si posiziona la società che decide di modificare il meno possibile il proprio processo aziendale (spesso semplicemente per rifinitura); a destra si trova l estremo opposto, il caso in cui la società abbandona il processo aziendale corrente per adottarne uno completamente nuovo l implementazione, ad esempio, variano a seconda dello scopo del progetto. Il management, allora, necessita di un approccio strutturato e sistematico al problema dell implementazione di un sistema ERP: questo è lo scopo della tassonomia. Di fatto la tassonomia categorizza gli approcci di implementazione in archetipi, delinea le caratteristiche chiave di ciascun tipo e per ogni caratteristica evidenzia le scelte dei valori che influenzano il tipo di implementazione. NOVEMBRE 2003 AUTOMAZIONE OGGI

3 AO automazioneoggi Le categorie di implementazione La prima categoria di implementazione è definita comprehensive; è la categoria con l approccio di implementazione più ambizioso. Tipicamente coinvolge una multinazionale che decide di implementare un sistema ERP in più sedi, spesso in un contesto internazionale. Indipendentemente dallo scopo fisico del progetto (è una caratteristica che sarà analizzata più avanti) il sistema ERP è implementato con tutte le proprie funzionalità, occasionalmente solo con i moduli dello specifico settore industriale della multinazionale (estrazione, medicale, costruzioni, automobilistico, ecc.). SAP R/3, per esempio, un sistema ERP tra i più noti, è costituito da circa 12 moduli ognuno dei quali con altri sottomoduli: in questa categoria rientra l implementazione di tutti o della maggior parte dei 12 moduli insieme al modulo specifico del settore in cui opera la multinazionale. In secondo luogo, dal momento che l implementazione coinvolge più sedi, il livello di reingegnerizzazione dei processi aziendali è generalmente elevato. Le implementazioni della categoria comprehensive richiedono mediamente 5-7 anni di tempo con investimenti nell ordine delle decine di milioni di euro. La categoria middle-road, come anticipa il nome, è una via di mezzo tra le categorie comprehensive e vanilla. Generalmente coinvolge più sedi (oppure un unica sede molto estesa) e solo l implementazione dei moduli strategici per l impresa - per esempio, facendo ancora riferimento a SAP R/3, si implementano i moduli finanziario (FI), project system (PS), gestione materiali (MM) e vendite (SD). Il livello di reingegnerizzazione dei processi aziendali è significativo ma non così radicale come nella CARATTERISTICHE Fisiche BPR Tecniche Strategia di Allocazione implementazione risorse dei moduli CATEGORIE Comprehensive Più sedi in un BPR locale o Modifiche Prima decisione: Tempi: > 4 anni contensto internazionale contenute o Funzionalità complete; Costi: > 6 mln di euro nazionale o estese al sistema Moduli specifici del internazionale ERP settore industriale per modulo o globale ai sistemi legacy Middle Road Sede singola Adeguamento Modifiche Prima decisione: Tempi: > 12 mesi Più sedi in un al sistema ERP contenute o estese Implementazione Costi: > 1,5 mln di euro contesto o BPR locale al sistema ERP di un numero internazionale limitato di moduli o solo dei moduli base per modulo o globale ai sistemi legacy Vanilla Sede singola Adeguamento Nessuna modifica Prima decisione: Tempi: 6-12 mesi al sistema ERP al sistema ERP Implementazione di Costi: (al limite sviluppo un numero limitato 1,5 mln di euro di interfaccia utenti e reportistica) di moduli o solo dei moduli base per modulo o globale ai sistemi legacy Le combinazioni di categorie e caratteristiche definiscono la tassonomia con cui è possibile avere un approccio strutturato in grado di massimizzare l efficienza dei progetti di implementazione 232 NOVEMBRE 2003 AUTOMAZIONE OGGI 263

4 AO automazioneoggi categoria comprehensive. Questo tipo di implementazione richiede generalmente 3-5 anni e costi di circa 2-4 milioni di euro. Con la terza categoria, vanilla, l approccio per l implementazione di un sistema ERP è meno rischioso. Tipicamente coinvolge una sola sede aziendale e un numero di utenti limitato (inferiore a 100). Le decisioni sono tali da coinvolgere solo le funzionalità di base del sistema ERP e reingegnerizzare al minimo i propri processi in modo tale da poterli adattare ai modelli del sistema gestionale (i processi aziendali sono allineati sostanzialmente ai processi del sistema ERP quindi il sistema gestionale non è modificato per riflettere unicamente i processi aziendali esistenti). Nella categoria vanilla l implementazione del sistema ha tempi tra 6-12 mesi e costi nell ordine del milione di euro. Le caratteristiche di implementazione La prima caratteristica di implementazione è fisica: l implementazione può coinvolgere un unica sede, più sedi nella medesima regione geografica o più sedi in differenti nazioni; l altro parametro fisico è il numero di utenti del sistema, significativamente variabile. I due esempi che seguono evidenziano che i fattori fisici possono determinare casi estremamente differenti per complessità, costi e tempi di implementazione. Il primo esempio riguarda una compagnia multinazionale farmaceutica che ha deciso di implementare un sistema ERP nell ottobre 1996; le aspettative di progetto erano un impegno di 15 mesi con un costo di circa 3,2 milioni di euro. Le ragioni che spinsero il management ad adottare un ERP furono sostanzialmente tre: la ristrutturazione aziendale, la dimensione globale del sistema e la necessità di sostituire un sistema informativo obsoleto. Nel progetto originale la prima fase dell implementazione prevedeva la copertura delle quattro sedi in Australia e Nuova Zelanda per affrontare nella seconda fase le altre sedi del Pacifico. Dopo i primi quattro mesi della prima fase il Sud-Est asiatico ha subìto una crisi economica che ha costretto la multinazionale a rivedere le proprie strategie di implementazione: il clima di incertezza economica asiatico spinse l azienda a considerare solo l implementazione a livello nazionale ritardando l implementazione delle altre sedi a tempi migliori. La nuova strategia ebbe come prima conseguenza il cambiamento della società di consulenza, da una società con esperienza internazionale a una società con esperienza nazionale e locale. Il cambiamento del gruppo di consulenza e la riprogettazione delle caratteristiche fisiche di implementazione portarono a un significativo ritardo così il progetto fu ripianificato per terminare nel gennaio 1999, 12 mesi oltre i tempi inizialmente stimati e con un costo di 2 milioni di euro superiore al budget. Alla fine il progetto di

5 automazioneoggi AO implementazione richiese in tutto tre anni. Nel secondo esempio consideriamo un industria australiana del settore automobilistico che decise di implementare un sistema ERP per rimpiazzare un mainframe obsoleto, fluidificare i processi aziendali e adeguarsi all anno L obiettivo di fluidificare i processi aziendali includeva anche la necessità di migliorare alcune transazioni (pagamenti, gestione asset, ecc.), aumentare la velocità dei processi e integrare nel sistema gestionale alcune funzioni gestite sino a quel momento esternamente al sistema centrale. Negli ultimi anni la società aveva abbandonato la produzione di automobili per dedicarsi esclusivamente alla distribuzione e alla vendita per cui nel nuovo assetto erano presenti circa dipendenti in esubero. Il sistema gestionale fu implementato su tre server per gestire 80 utenti, l implementazione richiese 8 mesi (due mesi oltre quelli previsti) e il budget originale di 1 milione di euro fu sforato di 294 mila euro perché la data di produzione - quello che in gergo è definito Go Live - fu modificata quando ci si rese conto che sarebbe coincisa con le vacanze di Natale e che era necessario ulteriore tempo per lo sviluppo di reportistica richiesta dagli utenti. Questi esempi dimostrano che il progetto di implementazione di un sistema ERP può differire significativamente per numero di sedi coinvolte, distribuzione geografica delle sedi e dimensione del gruppo di utenti; in più è evidente che le caratteristiche fisiche possono essere soggette a cambiamenti durante il corso del progetto e che influenzano notevolmente la portata del progetto. La seconda caratteristica dei progetti di implementazione è la reingegnerizzazione dei processi aziendali (BPR, business process re-engineering) anche se esistono casi in cui sono le stesse aziende a optare per un intervento minimo: non tutte le società, infatti, hanno la volontà di apportare radicali cambiamenti ai propri processi aziendali. La gestione del processo di cambiamento si basa su due componenti che influenzano l allocazione delle risorse per l implementazione di un sistema ERP. La prima componente è la natura del cambiamento: il cambiamento può semplicemente rifinire i processi aziendali già esistenti oppure, in modo più radicale, può prevedere di abbandonare il processo in uso per sostituirlo con uno nuovo. La seconda dimensione del BPR è la scala con cui avviene il cambiamento: possono essere coinvolte solo poche persone o interi dipartimenti o regioni geografiche. Evidentemente maggiore è l area di business e più sono le persone coinvolte maggiori saranno la complessità del progetto, i tempi di implementazione e l allocazione delle risorse. La terza caratteristica è tecnica: la decisione chiave iniziale da affrontare in un processo di implementazione è se e quanto modificare il software del sistema ERP. E necessaria allora una analisi del sistema ERP per capire quali siano i modelli di processi aziendali predefiniti, quanto sia possibile adattare i processi aziendali a quelli standard del sistema ERP e intervenire con personalizzazioni il meno possibile: non deve sorprendere, infatti, che la complessità del processo di implementazione, i tempi e i costi siano direttamente correlati con la numerosità delle modifiche apportate al software - indipendentemente dalle personalizzazioni può anche accadere che una azienda necessiti di un proprio modulo specifico che deve essere opportunamente sviluppato. La strategia di implementazione dei moduli è la quarta caratteristica di implementazione dei sistemi ERP: il gruppo di progetto deve innanzitutto analizzare i moduli disponibili e selezionare quelli necessari. SAP R/3, per esempio, ha dei moduli centrali come il modulo finanziario, controllo di gestione, gestione asset, risorse umane, gestione materiali, manutenzione impianti, pianificazione della produzione, gestione progetti, vendita e distribuzione, gestione della qualità e diverse soluzioni industriali; il modulo finanziario è composto, a sua volta, da altri sottomoduli come il registro generale, la gestione dei pagamenti, ecc. Non è frequente che una società implementi tutti i moduli. Una volta decisi i moduli da implementare occorre decidere come questi moduli si interfacciano con gli altri sistemi aziendali esistenti. Esistono due approcci standard: modulo per modulo (una volta implementato, il modulo è interfacciato agli altri sistemi) o globale (si implementano tutti i moduli quindi si interfaccia il sistema gestionale con gli altri sistemi). Il primo approccio è meno rischioso ma più oneroso in termini di risorse impiegate; il secondo metodo è più precario ma decisamente più breve per la sua realizzazione. L ultima caratteristica riguarda i tempi (da mesi a diversi anni) e i costi di implementazione (ordini di grandezza dal milione di euro alle decine di milioni di euro). Conclusioni La combinazione delle categorie e delle caratteristiche di implementazione permette di delineare una tassonomia per aiutare chi gestisce questi progetti a capire lo scopo del progetto di implementazione e le caratteristiche che il progetto deve avere. La tassonomia può essere utilizzata anche in sede di discussione per capire le strategie di implementazione, le necessità aziendali e le risorse necessarie (persone, tempi, costi, ecc.); per esempio, se un manager sa che fisicamente l implementazione del sistema ERP coinvolgerà una sola sede, con un impatto minimo sul BPR, apportando solo le modifiche essenziali al sistema e implementando 5 moduli base, allora l implementazione appartiene alla categoria middle-road e già si può orientativamente prevedere un tempo di sviluppo approssimativo di 12 mesi con costi nell ordine dei 2 milioni di euro. Capire i progetti dei sistemi ERP è una nuova area di studio e questa tassonomia riassume studi e trattati recenti basandosi soprattutto sull esperienza di project manager e dirigenti direttamente coinvolti nei progetti; è un tentativo certamente interessante per chi si trova coinvolto quotidianamente con progetti di implementazione di sistemi software gestionali. 234 NOVEMBRE 2003 AUTOMAZIONE OGGI 263

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e le organizzazioni in genere. Gestire

Dettagli

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT

AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT CUSTOMER SUCCESS STORY Ottobre 2013 AT&S Aumenta l Efficienza e l Agilità del Business Tramite il Miglioramento della Gestione IT PROFILO DEL CLIENTE Settore: Manifatturiero Azienda: AT&S Dipendenti: 7500

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

Premessa... 1. Vantaggi di un sistema ERP... 2. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4

Premessa... 1. Vantaggi di un sistema ERP... 2. Fasi del processo... 3. Zone di rischio... 4 Sommario Premessa... 1 Vantaggi di un sistema ERP... 2 Fasi del processo... 3 Zone di rischio... 4 Premessa Le tecnologie informatiche hanno rivoluzionato da tempo il modo in cui lavorano le aziende e

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING)

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) L IMPATTO SULLA GESTIONE LA MISURAZIONE DELL IMPATTO IL SUPPORTO ALLA CREAZIONE DEL VALORE L INTEGRAZIONE ESIGENZE DEL BUSINESS

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi

Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Microsoft Dynamics AX per le aziende di servizi Una crescita sostenibile attraverso il potenziamento dei clienti più redditizi 2012 Microsoft Dynamics AX con il modulo Professional Services offre una soluzione

Dettagli

Le caratteristiche distintive di Quick Budget

Le caratteristiche distintive di Quick Budget scheda prodotto QUICK BUDGET Mercato imprevedibile? Difficoltà ad adeguare le risorse a una domanda instabile e, di conseguenza, a rispettare i budget?tempi e costi troppo elevati per la creazione di budget

Dettagli

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani

Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM. Alice Pavarani Integrazione dei processi aziendali Sistemi ERP e CRM Alice Pavarani Un ERP rappresenta la maggiore espressione dell inseparabilità tra business ed information technology: è un mega-package di applicazioni

Dettagli

Il controllo dell azienda nelle tue mani

Il controllo dell azienda nelle tue mani Il controllo dell azienda nelle tue mani Consulenza direzionale, organizzazione aziendale, information technology per reti in franchising e gestione diretta. PASSEPARTOUT Dal 2011 partner Passepartout,

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE. Definizione, classificazioni

SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE. Definizione, classificazioni SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? Esistono diverse prospettive tecnica, organizzativa, della comunicazione e quindi

Dettagli

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

La tecnologia cloud computing a supporto della gestione delle risorse umane

La tecnologia cloud computing a supporto della gestione delle risorse umane La tecnologia cloud computing a supporto della gestione delle risorse umane L importanza delle risorse umane per il successo delle strategie aziendali Il mondo delle imprese in questi ultimi anni sta rivolgendo

Dettagli

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture

Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture TRASFORMARE LE COMPAGNIE ASSICURATIVE Un approccio in tre passi per l evoluzione di applicazioni e infrastrutture Costruire la compagnia digitale? L approccio DDway alla trasformazione dell IT Un percorso

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CL. 5ATP - A.S. 2006/2007 L azienda e i suoi elementi PERSONE AZIENDA BENI ECONOMICI ORGANIZZAZIONE L azienda è un insieme di beni organizzati e coordinati dall imprenditore

Dettagli

Tecnologie dell informazione e della comunicazione per le aziende

Tecnologie dell informazione e della comunicazione per le aziende ! "#%&"'(&)*++,%#,"'"(&("##&-"! "!#!. /##&('"*#,0"1&,2)*',%3"2&11"1&,2& 4 "3'&"22&5 "3'&"22&6 "3'&"22&7 "0#8"22&9! "0#8"22&9 ",33& : '&&0+"##&)*''";,%,!,00"%&, Obiettivo del presente capitolo è presentare

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano.

Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. Project Portfolio Management e Program Management in ambito ICT: la verifica di fattibilità del Piano. di: Enrico MASTROFINI Ottobre 2004 Nella formulazione iniziale del Piano Ict sono di solito inseriti

Dettagli

Collaboration aziendale in Cloud Computing

Collaboration aziendale in Cloud Computing Collaboration aziendale in Cloud Computing sviluppate con la tecnologia La soluzione che non c era Rel. 2.0 Gennaio 2013 Come Funziona Prima File Server Server di Backup ERP e gestionali Software in azienda

Dettagli

Progetto SAP Gefran Cina e Singapore

Progetto SAP Gefran Cina e Singapore Picture Credit Gefran SAP. Used with permission. Progetto SAP Gefran Cina e Singapore Partner Nome dell azienda Gefran SpA Settore Industria-Elettronica Servizi e/o prodotti forniti Progettazione e produzione

Dettagli

Pietro Antonietti consulente del lavoro

Pietro Antonietti consulente del lavoro Pietro Antonietti consulente del lavoro Firenze 18 maggio 2011 1 La storia Lo studio è nato nel gennaio 1980 a Novara. L'idea di intraprendere questa attività è maturata dalla parziale insoddisfazione,

Dettagli

Lezione 4. Controllo di gestione. Il controllo direzionale

Lezione 4. Controllo di gestione. Il controllo direzionale Lezione 4 Il controllo direzionale Sistema di pianificazione e controllo PIANIFICAZIONE STRATEGICA PIANO 1 2 OBIETTIVI OBIETTIVI ATTIVITA 3 DI LUNGO PERIODO DI BREVE PERIODO OPERATIVA 5 BUDGET FEED-BACK

Dettagli

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA

Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA Stealth è una soluzione per: UNICO E DISTRIBUITO, COME LE AZIENDE DELLA MODA ESPANSIONE INTERNAZIONALE, MAGGIORE INTEGRAZIONE NELLA GESTIONE DEI DATI E MIGLIORAMENTO DELLA STANDARDIZZAZIONE DELLE PROCEDURE,

Dettagli

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda

uadro Business Intelligence Professional Gestione Aziendale Fa quadrato attorno alla tua azienda Fa quadrato attorno alla tua azienda Professional Perché scegliere Cosa permette di fare la businessintelligence: Conoscere meglio i dati aziendali, Individuare velocemente inefficienze o punti di massima

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi Concetti generali sull informatica aziendale Copyright 2011 Pearson Italia Prime definizioni Informatica Scienza che studia i principi di rappresentazione

Dettagli

1. Introduzione agli ERP e a SAP

1. Introduzione agli ERP e a SAP 1. Introduzione agli ERP e a SAP ERP (Enterprise Resource Planning) è un sistema informativo che integra tutti gli aspetti del business, inclusi la pianificazione, la realizzazione del prodotto (manufacturing),

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Brochure DATA CENTER. www.novell.com. Novell Cloud Manager. Costruite e gestite ambienti cloud privati. (Finalmente è arrivato il cloud)

Brochure DATA CENTER. www.novell.com. Novell Cloud Manager. Costruite e gestite ambienti cloud privati. (Finalmente è arrivato il cloud) Brochure DATA CENTER Novell Cloud Manager Costruite e gestite ambienti cloud privati (Finalmente è arrivato il cloud) Novell Cloud Manager: il modo più semplice per creare e gestire ambienti cloud WorkloadIQ

Dettagli

Analisi e catalogazione automatica dei Curriculum Vitae

Analisi e catalogazione automatica dei Curriculum Vitae Analisi e catalogazione automatica dei Curriculum Vitae CV Manager è lo strumento di Text Mining che automatizza l analisi, la catalogazione e la ricerca dei Curriculum Vitae L esigenza Quanto tempo viene

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011

Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011 Modelli matematici avanzati per l azienda a.a. 2010-2011 Docente: Pasquale L. De Angelis deangelis@uniparthenope.it tel. 081 5474557 http://www.economia.uniparthenope.it/siti_docenti P.L.DeAngelis Modelli

Dettagli

LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI 173 7/001.0

LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI 173 7/001.0 LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI 173 7/001.0 LA GESTIONE DELLE INFORMAZIONI IN AZIENDA: LA FUNZIONE SISTEMI INFORMATIVI PIANIFICAZIONE STRATEGICA NELL ELABORAZIONE

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Sistemi di Gestione dei Dati e dei Processi Aziendali. Sistemi ERP e controlli automatici

Sistemi di Gestione dei Dati e dei Processi Aziendali. Sistemi ERP e controlli automatici Sistemi di Gestione dei Dati e dei Processi Aziendali Sistemi ERP e controlli automatici Obiettivi della sessione Al termine di questa sessione sarete in grado di: Descrivere gli obiettivi di un sistema

Dettagli

Te Se M. Temi attuali di gestione della manutenzione a confronto. Osservatorio Tecnologie e Servizi per la Manutenzione

Te Se M. Temi attuali di gestione della manutenzione a confronto. Osservatorio Tecnologie e Servizi per la Manutenzione Temi attuali di gestione della manutenzione a confronto Osservatorio Tecnologie e Servizi per la Manutenzione Te Se M COME CAMBIANO I RAPPORTI FRA END-USER E FORNITORI DI SERVIZI SECONDO LA MATURITÀ DI

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo

Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo CUSTOMER SUCCESS STORY Nordea risparmia 3,5 milioni di euro grazie a una migliore gestione del proprio portafoglio applicativo CUSTOMER PROFILE Settore: servizi finanziari Azienda: Nordea Bank Dipendenti:

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Gestione dei Progetti (2005-2006)

Gestione dei Progetti (2005-2006) Gestione dei Progetti (2005-2006) Alessandro Agnetis DII Università di Siena (Alcune delle illustrazioni contenute nella presentazione sono tratte da PMBOK, a guide to the Project Management Body of Knowledge,

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

Edizione 2010. www.sovedi.it

Edizione 2010. www.sovedi.it Edizione 2010 www.sovedi.it SOVEDI s.r.l. Via Antica, 3-25080 Padenghe sul Garda (BS) email: info@sovedi.it tel: +39 0302076341 CAP.SOC. 51.480,00 - C.F. p.iva 00632180246 SOVEDI nasce nel 1978 a Vicenza.

Dettagli

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain State cercando di migliorare la gestione della supply chain della vostra organizzazione? Mappare i processi rappresenta una modalità

Dettagli

Migrazione delle soluzioni SAP. a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo. Indice dei contenuti

Migrazione delle soluzioni SAP. a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo. Indice dei contenuti Migrazione delle soluzioni SAP a Linux? I tre passaggi per una strategia di successo Indice dei contenuti 1. Comprendere a fondo le opzioni Linux a disposizione.................... 2 2. Creare un business

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività.

tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività. tel soft servizi Vi accompagniamo nell'evoluzione dei Vostri sistemi informativi, creando valore e competitività. tel soft servizi Da oltre un decennio al Vostro fianco Chi siamo Mission Telinsoft Servizi

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ

PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ PROJECT MANAGEMENT SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT DI ELEVATA PROFESSIONALITÀ SERVIZI DI PROJECT MANAGEMENT CENTRATE I VOSTRI OBIETTIVI LA MISSIONE In qualità di clienti Rockwell Automation, potete contare

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

La Guida per l Organizzazione degli Studi professionali

La Guida per l Organizzazione degli Studi professionali La Guida per l Organizzazione degli Studi professionali Gianfranco Barbieri Senior Partner di Barbieri & Associati Dottori Commercialisti Presidente dell Associazione Culturale Economia e Finanza gianfranco.barbieri@barbierieassociati.it

Dettagli

Business Consultant & ICT Strategic Partner. Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI

Business Consultant & ICT Strategic Partner. Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI Consultant & ICT Strategic Partner b e e Un team di consulenti esperti nei processi e nei sistemi AZIENDALI BEE CONSULTING SRL Via Rimassa 70/7 Genova Tel/Fax (+39) 010.582489 Cap.Soc. 20.000,00 i.v. P.Iva

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 ASL Provincia di Varese Servizio Controllo di Gestione e Reporting Pianificare per gestire Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: Pianificare per gestire Amministrazione proponente:

Dettagli

Analizzare e gestire il CLIMA e la MOTIVAZIONE in azienda

Analizzare e gestire il CLIMA e la MOTIVAZIONE in azienda Analizzare e gestire il CLIMA e la MOTIVAZIONE in azienda tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CLIMA E DELLA MOTIVAZIONE La spinta motivazionale delle persone che operano in azienda è

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO PIANIFICAZIONE DEL PERSONALE E STRUTTURE AZIENDALI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 COS È UN OBIETTIVO... 3 IL CONTROLLO DI GESTIONE...

Dettagli

Taminco: incremento della produttività della forza vendite grazie all app Sales Anywhere

Taminco: incremento della produttività della forza vendite grazie all app Sales Anywhere 2013 SAP AG o una sua affiliata. Tutti i diritti riservati.. Taminco: incremento della produttività della forza vendite grazie all app Sales Anywhere Partner Taminco Settore di mercato Industria chimica

Dettagli

SDA Bocconi School of Management Dimensioni di complessità aziendale e valore dei Sistemi Informativi. Severino Meregalli, Gianluca Salviotti

SDA Bocconi School of Management Dimensioni di complessità aziendale e valore dei Sistemi Informativi. Severino Meregalli, Gianluca Salviotti SDA Bocconi School of Management Dimensioni di complessità aziendale e valore dei Sistemi Informativi Severino Meregalli, Gianluca Salviotti SDA Bocconi School SAP of Bozza of Management per la discussione

Dettagli

ETA Management. ETA Management S.r.l. Via Volturno, 47 20124 Milano Tel. 02 36576055 Fax. 02 36576314 info@etamanagement.it. Milano, Gennaio 2009

ETA Management. ETA Management S.r.l. Via Volturno, 47 20124 Milano Tel. 02 36576055 Fax. 02 36576314 info@etamanagement.it. Milano, Gennaio 2009 Milano, Gennaio 2009 ETA Management ETA Management S.r.l. Via Volturno, 47 20124 Milano Tel. 02 36576055 Fax. 02 36576314 info@etamanagement.it Noi crediamo che oggi, NELL' EPOCA DELLA "DIGITAL ECONOMY,

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni

SISTEMI INFORMATIVI. Definizione, classificazioni SISTEMI INFORMATIVI Definizione, classificazioni IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE A cosa serve una definizione? a identificare i confini del SI a identificarne le componenti a chiarire le variabili progettuali

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura

Capitolo 12. La strategia di espansione globale. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo 12 La strategia di espansione globale Caso di apertura 12-3 La Wal-Mart si è rivolta verso altri paesi per tre ragioni - Le opportunità di crescita interna stavano

Dettagli

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Davide Lizzio CISA CRISC Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 Informazioni Aziendali: Il processo di

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento*

Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* Quel che ogni azienda deve sapere sul finanziamento* *ma senza le note scritte in piccolo Allineare gli investimenti tecnologici con le esigenze in evoluzione dell attività Il finanziamento è una strategia

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

11. Evoluzione del Software

11. Evoluzione del Software 11. Evoluzione del Software Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 11. Evoluzione del Software 1 / 21 Evoluzione del Software - generalità Cosa,

Dettagli

Gestire l impresa per progetti: istruzioni per l uso. Carlo Notari, PMP. Assolombarda - Percorso per l innovazione innovativa. Martedì 24 Ottobre 2006

Gestire l impresa per progetti: istruzioni per l uso. Carlo Notari, PMP. Assolombarda - Percorso per l innovazione innovativa. Martedì 24 Ottobre 2006 Gestire l impresa per progetti: istruzioni per l uso Carlo Notari, PMP Martedì 24 Ottobre 2006 Assolombarda - Percorso per l innovazione innovativa L innovazione E la trasformazione di una nuova idea e

Dettagli

Le prestazioni della Supply Chain

Le prestazioni della Supply Chain Le prestazioni della Supply Chain L ottenimento dell adattamento strategico e la sua portata Le prestazioni della Supply Chain 1 Linea guida Le strategie Competitiva e della supply chain L ottenimento

Dettagli

Progetto SAP. Analisi preliminare processi e base dati

Progetto SAP. Analisi preliminare processi e base dati Progetto SAP Analisi preliminare processi e base dati Progetto SAP Agenda Obiettivo dell intervento Condivisione fasi progettuali Analisi base dati sistema legacy Schema dei processi aziendali Descrizione

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi

Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Le effettive esigenze della Direzione del Personale nella gestione delle risorse umane in azienda. Andamento dal 2005 ad oggi Indagine ottenuta grazie alla somministrazione di questionario ad oltre 260

Dettagli

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA

BUSINESS PLAN BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA BUSINESS PLAN DI PER APERTURA PIZZERIA 1 SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE: Tale sintesi dovrebbe dare al lettore una chiara idea del progetto imprenditoriale e dell opportunità di business che questo

Dettagli

NOTE E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI STRATEGIA E FUNZIONALITÀ

NOTE E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI STRATEGIA E FUNZIONALITÀ LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) STRATEGIA E FUNZIONALITÀ L INTEGRAZIONE DELLE ATTIVITÀ LA COMUNICAZIONE TRA LE UNITA AZIENDALI I PROCESSI DECISIONALI RILEVANZA

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco

CORSO DI MARKETING STRATEGICO. Alessandro De Nisco CORSO DI MARKETING STRATEGICO Alessandro De Nisco Il Corso GLI OBIETTIVI Fornire conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del marketing strategico e il suo ruolo nella gestione aziendale; il

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

MATCH4CASH - Mandati. Sistema di ausilio alla acquisizione dei mandati di pagamento

MATCH4CASH - Mandati. Sistema di ausilio alla acquisizione dei mandati di pagamento MATCH4CASH - Mandati Sistema di ausilio alla acquisizione dei mandati di pagamento 1/7 PREMESSA La gestione della cassa e tesoreria ha caratteristiche e impatti molto differenziati, dipendentemente dal

Dettagli

Progetto di Information Security

Progetto di Information Security Progetto di Information Security Pianificare e gestire la sicurezza dei sistemi informativi adottando uno schema di riferimento manageriale che consenta di affrontare le problematiche connesse alla sicurezza

Dettagli

Infor Ming.le Social Business

Infor Ming.le Social Business TM Social Business 1 Nuove modalità per risolvere vecchi problemi Una singola piattaforma per social collaboration e business process management I mezzi che utilizziamo per comunicare non sono perfetti.

Dettagli

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO 1 INDICE 1/2 1. IL GRUPPO BENETTON: COMPANY OVERVIEW 2. LA STRATEGIA D AREA 2.1 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO 2.2 LA CONFIGURAZIONE DELLE ATTIVITA 3.

Dettagli

ILMA PLASTICA sceglie SAP ERP e BMS per la gestione integrata dei processi di business

ILMA PLASTICA sceglie SAP ERP e BMS per la gestione integrata dei processi di business Picture Credit ILMA PLASTICA SAP. Used with permission. SAP Customer Success Story Manufacturing - Automotive ILMA PLASTICA ILMA PLASTICA sceglie SAP ERP e BMS per la gestione integrata dei processi di

Dettagli

Con SAP Business One le informazioni gestionali di MORATO sono buone come il Pane

Con SAP Business One le informazioni gestionali di MORATO sono buone come il Pane MORATO PANE S.p.A.. - Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Food Morato Pane Con SAP Business One le informazioni gestionali di MORATO sono buone come il Pane Partner Nome

Dettagli

Lo Studio di Fattibilità

Lo Studio di Fattibilità Lo Studio di Fattibilità Massimo Mecella Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Roma La Sapienza Definizione Insieme di informazioni considerate necessarie alla decisione sull investimento

Dettagli

ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE

ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE http://www.sinedi.com ARTICOLO 9 FEBBRAIO 2007 ALLINEARE LA GESTIONE OPERATIVA ALLA STRATEGIA AZIENDALE La formulazione della strategia aziendale rappresenta un momento estremamente importante per tutte

Dettagli

Export Development Export Development

Export Development Export Development SERVICE PROFILE 2014 Chi siamo L attuale scenario economico nazionale impone alle imprese la necessità di valutare le opportunità di mercato offerte dai mercati internazionali. Sebbene una strategia commerciale

Dettagli

Bosco&Co. STRATEGIE E SVILUPPO D IMPRESA AGENZIA DI COMUNICAZIONE ROMA - BATTIPAGLIA (SA)

Bosco&Co. STRATEGIE E SVILUPPO D IMPRESA AGENZIA DI COMUNICAZIONE ROMA - BATTIPAGLIA (SA) BoscoCo. STRATEGIE E SVILUPPO D IMPRESA AGENZIA DI COMUNICAZIONE BoscoCo. è il partner professionale che supporta le imprese nel governo e nella gestione del loro business, aiutandole a raggiungere le

Dettagli

L abc del geomarketing: la geografia

L abc del geomarketing: la geografia L abc del geomarketing: la geografia 2013 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata applicata al business Geomarketing, questo sconosciuto. La parola chiave è territorio : il geomarketing

Dettagli

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity GEFRAN S.p.a. Utilizzata con concessione dell autore. GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity Partner Nome dell azienda GEFRAN S.p.a Settore Industria-Elettronica Servizi e/o

Dettagli

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO DIGITAL TRANSFORMATION Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO AL VOSTRO FIANCO NELLA DIGITAL TRANSFORMATION Le nuove tecnologie, tra cui il cloud computing, i social

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing SPIEGARE I FATTORI CHE INFLUENZANO LA DETERMINAZIONE DEL PREZZO

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing SPIEGARE I FATTORI CHE INFLUENZANO LA DETERMINAZIONE DEL PREZZO LEZIONI N. e Le Politiche di Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE SPIEGARE I FATTORI CHE INFLUENZANO LA DETERMINAZIONE DEL PREZZO COMPRENDERE GLI OBIETTIVI

Dettagli

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales

L outsourcing nei processi di Marketing & Sales L outsourcing nei processi di Marketing & Sales Eventi & Congressi Milano 18 novembre 2010 Copyright 2010 CWT CWT nel settore Healthcare Con un esperienza più che trentennale, CWT affianca alle attività

Dettagli