Fiscal News N Emissione nota di credito nelle procedure concorsuali. La circolare di aggiornamento professionale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fiscal News N Emissione nota di credito nelle procedure concorsuali. La circolare di aggiornamento professionale"

Transcript

1 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N Emissione nota di credito nelle procedure concorsuali Categoria: IVA Sottocategoria: Credito L art. 26 del D.P.R. n. 633/1972 in linea di principio prevede che nel corso di una procedura concorsuale il fornitore può emettere la nota di variazione in diminuzione dell imponibile e dell imposta nel momento in cui l ammontare originariamente addebitato in fattura risulta in tutto o in parte non più esigibile, anche se la procedura concorsuale non è ancora terminata. Tuttavia, sulla base di un più rigoroso orientamento ministeriale, avallato da Assonime, nel caso della procedura concorsuale la nota di variazione può essere emessa al momento in cui viene reso esecutivo il piano di riparto dell attivo ovvero, in assenza dello stesso, al momento della chiusura della procedura. Premessa Nell ambito di una procedura concorsuale, il fornitore ha normalmente il diritto di emettere una nota credito ai sensi dell art. 26, comma 2, del D.P.R. 633/1972, nel momento in cui l ammontare originariamente addebitato in fattura si manifesta in tutto o in parte non recuperabile e, quindi, eventualmente anche prima della conclusione della procedura. A tal proposito, l emissione della nota di variazione ai fini IVA può coincidere temporalmente con la rilevazione della perdita ai fini delle imposte dirette, secondo i principi fissati dall articolo 101, comma 5, del D.P.R. 917/1986. Tale orientamento è stato espresso dalla norma di comportamento n. 192 dell Aidc che ha illustrato il momento di emissione delle note di variazione Iva nelle procedure concorsuali. 1

2 La normativa interna L art. 26 comma 2 del D.P.R. 633/72, nella sua originaria formulazione prevedeva che: Se un operazione per la quale sia stata emessa fattura, successivamente alla registrazione di cui agli artt. 23 e 24, viene meno in tutto o in parte, o se ne riduce l ammontare imponibile, in conseguenza di dichiarazione di nullità, annullamento, revoca, risoluzione, rescissione e simili, o in conseguenza dell applicazione di abbuoni o sconti previsti contrattualmente, il cedente del bene o prestatore del servizio ha diritto di portare in detrazione ai sensi dell art. 19 l imposta corrispondente alla variazione, registrandola a norma dell art. 25. Il cessionario o committente che abbia già registrato l operazione ai sensi di quest ultimo articolo, deve in tal caso registrare la variazione a norma dell art. 23 o 24, salvo il suo diritto alla restituzione dell importo pagato al cedente o prestatore a titolo di rivalsa. L articolo 26, nel corso degli anni ha subito numerose modifiche (cfr. art. 1 del D.P.R. 23/12/1974 n. 687, art. 1 del D.P.R. 29/1/1979 n. 24 e art. 12 del D.P.R. 30/12/1981 n. 793). Nell anno 1996, con l art. 2 comma 1 lett. c bis, D.L. 31 dicembre 1996 n. 669 convertito con modificazioni dalla Legge 28 febbraio 1997 n. 30, è stata aggiunta la fattispecie relativa al mancato pagamento in tutto o in parte a causa dell avvio di procedure concorsuali o di procedure esecutive rimaste infruttuose. L attuale versione dell art. 26, comma 2 del Decreto IVA deriva dalla modifica intervenuta ad opera del D.L. n. 79/97, con il quale è stato eliminato il riferimento all avvio della procedura concorsuale quale momento rilevante ai fini dell emissione della nota di credito. Nello specifico, la norma prevede che: - se un'operazione per la quale sia stata emessa fattura, successivamente alla registrazione di cui agli artt. 23 (registrazione delle fatture) e 24 (registrazione dei corrispettivi), viene meno in tutto o in parte, o se ne riduce l'ammontare imponibile, in conseguenza di dichiarazione di nullità, annullamento, revoca, risoluzione, rescissione e simili o per mancato pagamento in tutto o in parte a causa di procedure concorsuali o di procedure esecutive rimaste infruttuose o a seguito di un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato ai sensi dell'articolo 182- bis del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, ovvero di un piano attestato ai sensi dell'articolo 67, terzo comma, lettera d), del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, pubblicato nel registro delle imprese o in conseguenza dell'applicazione di abbuoni o sconti previsti contrattualmente.. (..) 2

3 - (..).. il cedente del bene o prestatore del servizio ha diritto di portare in detrazione ai sensi dell'art. 19 l'imposta corrispondente alla variazione, registrandola a norma dell'art. 25. Il cessionario o committente, che abbia già registrato l'operazione ai sensi di quest'ultimo articolo, deve in tal caso registrare la variazione a norma dell'art. 23 o dell'art. 24, salvo il suo diritto alla restituzione dell'importo pagato al cedente o prestatore a titolo di rivalsa. La disposizione in commento costituisce il recepimento del Legislatore nazionale di precise disposizioni della normativa comunitaria e, in particolare, dell articolo 90 e dell articolo 185 della Direttiva 2006/112/CE. Tavola n. 1: casi di emissione della nota di variazione IVA Riferimento Articolo 26 D.P.R. n. 633/1972 Casistica Facoltà, per il fornitore, di emettere una nota di credito al fine di rettificare in diminuzione l imposta addebitata in relazione a un operazione imponibile che sia venuta meno, in tutto o in parte, al ricorrere delle seguenti situazioni: nullità, annullamento, revoca, risoluzione, rescissione e simili del contratto; mancato pagamento a causa di procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa) o esecutive rimaste infruttuose; abbuoni e sconti previsti contrattualmente. Decreto Semplificazioni Per effetto delle novità introdotte dal Decreto sulle Semplificazioni fiscali (art.31, comma 1, del D.Lgs. n. 175/14), attualmente anche gli accordi di ristrutturazione del debito e i piani attestati di risanamento consentono di emettere la nota di variazione dell imponibile e dell imposta. La normativa domestica limita l emissione della nota di variazione alle sole ipotesi in cui il mancato pagamento derivi da procedure concorsuali o procedure esecutive rimaste infruttuose. Di contro le disposizioni comunitarie ampliano la possibilità di ridurre l imponibile e l imposta, consentendo l emissione della nota di variazione nelle ipotesi di operazioni totalmente o parzialmente non pagate. Disposizioni comunitarie L art. 90 della Direttiva dispone che: In caso di annullamento, recesso, risoluzione, non pagamento totale o parziale o riduzione di prezzo dopo il momento in cui si effettua l'operazione, la base imponibile è debitamente ridotta alle condizioni stabilite dagli Stati membri. 3

4 L art. 185, comma 2, della Direttiva dispone che: In deroga al paragrafo 1, la rettifica non è richiesta in caso di operazioni totalmente o parzialmente non pagate, in caso di distruzione, perdita o furto debitamente provati o giustificati, nonché in caso di prelievi effettuati per dare regali di scarso valore e campioni di cui all'articolo 16. In caso di operazioni totalmente o parzialmente non pagate e in caso di furto gli Stati membri possono tuttavia esigere la rettifica. Quindi, mentre l art. 26 del decreto IVA prevede che l emissione della nota di variazione in diminuzione è facoltativa, le disposizioni comunitarie che dispongono l obbligo di ridurre la base imponibile. Di contro, la rettifica della detrazione IVA operata da parte del cessionario o del committente (cliente) è obbligatoria in base alla normativa domestica, mentre risulta essere facoltativa in base alle disposizioni comunitarie. Tavola n. 2: Normativa interna VS normativa comunitaria. DESCRIZIONE EMISSIONE NOTA VARIAZIONE RETTIFICA DETRAZIONE NORMATIVA INTERNA FACOLTATIVA OBBLIGATORIA NORMATIVA COMUNITARIA OBBLIGATORIA FACOLTATIVA Momento di emissione della nota di variazione Come detto, l attuale versione dell art. 26, comma 2 del Decreto IVA deriva dalla modifica intervenuta ad opera del D.L. n. 79/97, con il quale è stato eliminato il riferimento all avvio della procedura concorsuale quale momento rilevante ai fini dell emissione della nota di credito. Sullo specifico punto nella Circolare Assonime n. 64/97 viene posto in evidenza che rende inequivoco che sia nell ipotesi di procedura esecutiva di tipo individuale che nell ipotesi di procedura di tipo concorsuale l esperibilità della variazione in diminuzione è subordinata alla "infruttuosità" della procedura ; la medesima procedura concorsuale, è verificabile soltanto in seguito alla ripartizione dell attivo e, comunque, con la chiusura della procedura. In senso conforme si è espressa l Amministrazione Finanziaria (cfr. Risoluzione n. 195/E/2008; Risoluzione n. 89/E/2002; Risoluzione n. 155/E/2001; Circolare n. 77/E/2000, evidenziando che la normativa limita la rilevanza del mancato pagamento alle ipotesi di procedure concorsuali o di procedure esecutive rimaste infruttuose, in quanto solo in tali circostanze si ha una ragionevole certezza dell insufficienza del patrimonio del debitore. 4

5 Quindi, sulla base di tale linea di pensiero in caso di mancato pagamento la nota di variazione può essere emessa solo quando il creditore ha esperito tutte le azioni volte al recupero del proprio credito, ma non abbia trovato alcun soddisfacimento. Di seguito schematizziamo il momento di emissione della nota di variazione nelle varie procedure concorsuali. PROCEDURA FALLIMENTO LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA CONCORDATO FALLIMENTARE CONCORDATO PREVENTIVO AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA Termini di emissione della nota di variazione Dall esecutività del piano di riparto, dopo che è decorso il termine per le impugnazioni (art. 110, L.F.) ovvero, in assenza di un piano di riparto, dalla scadenza del termine per il reclamo al decreto di chiusura del fallimento (art. 119 L.F.). Dall approvazione del bilancio finale della liquidazione con il conto della gestione e il piano di riparto ai creditori (art. 213 L.F.). Dalla definitività del decreto di omologazione (artt. 130 e 131 L.F.). Con riferimento ai creditori chirografi con riguardo alla sentenza di omologazione divenuta definitiva (art. 181 L.F.). La procedura concorsuale non consente la possibilità di emettere nota di credito in quanto occorre perseguire la continuazione dell attività ed il risanamento dell impresa. La norma di comportamento 192 Sempre con riferimento al momento di emissione della nota di variazione, gli artt. 90, par. 1, e 185, par. 1, della Direttiva precisano che la rettifica deve essere eseguita in caso di annullamento, recesso, risoluzione, non pagamento totale o parziale o riduzione di prezzo (art. 90, par. 1) e quando, successivamente alla dichiarazione dell'iva, sono mutati gli elementi presi in considerazione per determinare l'importo delle detrazioni (art. 185, par. 1). Quindi, sulla base dell orientamento comunitario la norma di comportamento n. 192 dell Aidc ha precisato che il momento di emissione della nota di variazione è determinato dall insorgenza di un accadimento che estingue totalmente o parzialmente il fatto generatore, ovvero l originaria operazione economica. 5

6 In assenza di specifiche indicazioni nell ambito dell art. 26, comma 2, del D.P.R. 633/1972, il momento nel quale emettere la nota di variazione deve essere individuato in concomitanza temporale all accadimento che genera la variazione, ovvero in un momento temporalmente coincidente con l accertamento della irrecuperabilità del credito. Sul punto, prosegue il documento, non sono condivisibili le indicazioni fornite con la Circolare n. 77/E del 17 aprile 2000, con la quale l Amministrazione Finanziaria ha osservato che, per emettere la nota di variazione, il creditore insoddisfatto deve attendere l'esito del riparto finale del fallimento reso esecutivo dal giudice delegato (ex art. 117 della Legge Fallimentare), dopo il decorso di dieci giorni per le eventuali osservazioni dei creditori, oppure dopo che sia stato emesso il decreto di chiusura del fallimento e sia scaduto il termine per eventuali reclami al decreto stesso (art. 119 della Legge Fallimentare). In buona sostanza, la norma di comportamento ha affermato che l interpretazione dell art. 26, comma 2, del D.P.R. 633/1972 in riferimento ai principi della Direttiva, come interpretati dalla Corte di Giustizia, consente l allineamento del momento di emissione della nota di variazione ai fini IVA con la rilevazione della perdita ai fini delle imposte dirette, determinando la precisa quantificazione della perdita per il solo imponibile, al netto dell IVA addebitata in fattura. In definitiva, sulla base dell interpretazione dell articolo 26 del D.P.R. n. 633/1972 fornita dall Aidc, nel corso di una procedura concorsuale il cedente/prestatore può emettere la nota di variazione in diminuzione dell imponibile e dell imposta nel momento in cui l ammontare originariamente addebitato in fattura risulta in tutto o in parte non più esigibile, anche se la procedura medesima non sia ancora terminata. Tavola n. 3: momento di emissione della nota di variazione nelle procedure concorsuali in base alle diverse interpretazioni fornite dalla prassi. DOCUMENTO Sintesi - Circolare Assonime n. 64/97 - Risoluzione n. 195/E/ Risoluzione n. 89/E/ Risoluzione n. 155/E/ Circolare n. 77/E/2000 Nell ipotesi di procedura di tipo concorsuale emissione della nota di variazione soltanto in seguito alla ripartizione dell attivo e, comunque, con la chiusura della procedura. 6

7 - Norma di comportamento n. 192 Aidc Il cedente/prestatore può emettere la nota di variazione in diminuzione dell imponibile e dell imposta nel momento in cui l ammontare originariamente addebitato in fattura risulta in tutto o in parte non più esigibile, anche se la procedura medesima non sia ancora terminata. - Riproduzione riservata - 7

Le modifiche dell art 26 del DPR 633/1972

Le modifiche dell art 26 del DPR 633/1972 Le modifiche dell art 26 del DPR 633/1972 La formulazione dell art.26 in vigore dal 2/3/1997, come modificato dal D.L. n.669/1996, prevedeva la possibilità di emettere la nota di variazione Iva nel caso

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 91 07.03.2017 Note di credito Iva e procedure concorsuali Evoluzione normativa A cura di Lucia Recchioni Categoria: Iva Sottocategoria: Fattura

Dettagli

NOTE DI VARIAZIONE IVA PER CREDITI INSOLUTI

NOTE DI VARIAZIONE IVA PER CREDITI INSOLUTI SPAZIO CONSULENZA News letter n. 2 del 11/02/2016 NOTE DI VARIAZIONE IVA PER CREDITI INSOLUTI La Legge di Stabilità 2016 L. 208/2015 all articolo 1, commi 126-127, modifica la disciplina delle note di

Dettagli

OGGETTO: Novità in materia di note di variazione in diminuzione ai fini IVA

OGGETTO: Novità in materia di note di variazione in diminuzione ai fini IVA OGGETTO: Novità in materia di note di variazione in diminuzione ai fini IVA Gentile Cliente, la Legge di Stabilità per l anno 2016 (L. n. 208/2015) all articolo 1, commi 126-127, modifica la disciplina

Dettagli

SPECIALE Legge di Stabilità

SPECIALE Legge di Stabilità SPECIALE Legge di Stabilità Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: RISCRITTO L ARTICOLO 26 DEL DECRETO IVA SULLE NOTE DI VARIAZIONE La Legge di Stabilità 2016 L. 208/2015 all articolo 1, commi 126-127,

Dettagli

INFORMATIVA SETTIMANALE NOTE DI VARIAZIONE: NOVITÀ 2016

INFORMATIVA SETTIMANALE NOTE DI VARIAZIONE: NOVITÀ 2016 n.4 19 febbraio 2016 INFORMATIVA SETTIMANALE NOTE DI VARIAZIONE: NOVITÀ 2016 : ADEMPIMENTO La Legge di Stabilità 2016 riscrive la normativa sulle note di variazione Mentre nella precedente formulazione

Dettagli

IVA: NOVITA 2017 SULLE NOTE DI VARIAZIONE E PROCEDURE CONCORSUALI

IVA: NOVITA 2017 SULLE NOTE DI VARIAZIONE E PROCEDURE CONCORSUALI WORKSHOP dedicato a manager e imprenditori IVA: NOVITA 2017 SULLE NOTE DI VARIAZIONE E PROCEDURE CONCORSUALI 21 febbraio 2017 Milano INTRODUZIONE L articolo 1, commi 126 e 127 della Legge 28 dicembre 2015,

Dettagli

IVA VARIAZIONE IN DIMINUZIONE: QUANDO POSSIBILE NEI FALLIMENTI

IVA VARIAZIONE IN DIMINUZIONE: QUANDO POSSIBILE NEI FALLIMENTI IVA VARIAZIONE IN DIMINUZIONE: QUANDO POSSIBILE NEI FALLIMENTI a cura Federico Gavioli Con la risoluzione n. 195/E del 16 maggio 2008 l Agenzia delle Entrate ha risposto ad una serie di quesiti sulla corretta

Dettagli

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO. Serie 2016 n. 20. Modifiche NOTE DI VARIAZIONE ART. 26 D.P.R. 633/72. Studio Mantovani & Associati s.s. Pag.

CIRCOLARI DI AGGIORNAMENTO. Serie 2016 n. 20. Modifiche NOTE DI VARIAZIONE ART. 26 D.P.R. 633/72. Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 5 Studio Mantovani & Associati s.s. Consulenza Aziendale Commerciale e tributaria Partners: Mantovani Dott. Rag. Sergio Scaini Rag. Andrea Mantovani Dott. Rag.

Dettagli

ART. 106 TUIR ART. 101 COMMA 5 TUIR

ART. 106 TUIR ART. 101 COMMA 5 TUIR D.P.R. 917 DEL 22.12.1986 (TESTO UNICO IMPOSTE SUI REDDITI) IL PASSAGGIO A PERDITA DEI CREDITI: MODALITÀ DI DEDUZIONE DEGLI ONERI DERIVANTI DALLA GESTIONE DEI CREDITI ART. 101 COMMA 5 TUIR INDICA I REQUISITI

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 21 01.06.2016 Le note di variazione IVA A cura di Diana Pérez Corradini Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2016 Di seguito saranno analizzate in modo

Dettagli

La Legge di Stabilità ha riformulato l art. 26 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, in materia di note di variazione Iva in diminuzione.

La Legge di Stabilità ha riformulato l art. 26 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, in materia di note di variazione Iva in diminuzione. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE NOTE DI VARIAZIONE IVA La Legge di Stabilità ha riformulato l art. 26 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, in materia di note di variazione Iva in diminuzione. In particolare:

Dettagli

Risoluzione N. 120/E

Risoluzione N. 120/E Risoluzione N. 120/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 05 maggio 2009 OGGETTO: Articolo 26, secondo comma, del dpr 26 ottobre 1972, n. 633 note di variazione. Interpello articolo 11, legge

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO RIFERIMENTI NORMATIVI NOTE DI VARIAZIONE IVA (Variazione dell'imponibile o dell'imposta) CLASSIFICAZIONE DT IVA - NOTE VARIAZIONE 20.020.026 COLLEGAMENTI Art. 26 D.P.R. 26.10.1972 N. 633 -

Dettagli

Perdite su crediti e conseguenze IVA

Perdite su crediti e conseguenze IVA Perdite su crediti e conseguenze IVA Come è noto l disciplina due tipi di note di variazione: In aumento Obbligatorie Note di variazione In diminuzione Facoltative Le variazioni in diminuzione rappresentano

Dettagli

RINVIO PREGIUDIZIALE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA

RINVIO PREGIUDIZIALE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA RINVIO PREGIUDIZIALE ALLA CORTE DI GIUSTIZIA IN MERITO ALL INTERPRETAZIONE DELL ART. 26, II COMMA, DPR n. 633/72. COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA Ordinanza n. 315/5/2016 CTP di Siracusa

Dettagli

«La deducibilità fiscale delle perdite su crediti e il recupero dell IVA»

«La deducibilità fiscale delle perdite su crediti e il recupero dell IVA» «La deducibilità fiscale delle perdite su crediti e il recupero dell IVA» DANIELE VITALI A.D. DI VIVA S.P.A. VERONA 16 NOVEMBRE 2016 1 CHI SIAMO VIVA è una società finanziaria indipendente, operativa da

Dettagli

Novità in tema di note di variazione IVA: linee operative dal 1/1/2017

Novità in tema di note di variazione IVA: linee operative dal 1/1/2017 Novità in tema di note di variazione IVA: linee operative dal 1/1/2017 Linee operative a seguito delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, in vigore dal 1/1/2017. A cura dell avv. Nicola Traverso

Dettagli

Roma, 17 febbraio 2009

Roma, 17 febbraio 2009 RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 17 febbraio 2009 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 variazione dell imponibile o dell imposta-

Dettagli

Studio Rinaldi Consulenza Tributaria Contrattuale Aziendale e Finanziaria Associazione tra Professionisti

Studio Rinaldi Consulenza Tributaria Contrattuale Aziendale e Finanziaria Associazione tra Professionisti Studio Rinaldi Consulenza Tributaria Contrattuale Aziendale e Finanziaria Associazione tra Professionisti Dottori Commercialisti: Giorgio Rinaldi Paolo Rinaldi Luigi Bechelli Gian Luca Lanzotti Alessandra

Dettagli

C I R C O L A R E D I S T U D I O N. 11 / Pagine: 6 Data: 12 marzo 2014 RECUPERO DELL'IVA PER CREDITI MATURATI

C I R C O L A R E D I S T U D I O N. 11 / Pagine: 6 Data: 12 marzo 2014 RECUPERO DELL'IVA PER CREDITI MATURATI C I R C O L A R E D I S T U D I O N. 11 / 2 0 1 4 A: Da: V E Z Z A N I & A S S O C I A T I Pagine: 6 Data: 12 marzo 2014 RECUPERO DELL'IVA PER CREDITI MATURATI VERSO SOGGETTI SOTTOPOSTI A PROCEDURE CONCORSUALI

Dettagli

Un po di zucchero nel caffè da sempre amaro?

Un po di zucchero nel caffè da sempre amaro? Andrea Davide Arnaldi Managing Partner SLACC Studio Legale Un po di zucchero nel caffè da sempre amaro? Legge di Stabilità: Le novità del Recupero IVA da Procedure Concorsuali PRINCIPIO GENERALE LE

Dettagli

GLI INTERVENTI DI RIFORMULAZIONE DELLA NORMA

GLI INTERVENTI DI RIFORMULAZIONE DELLA NORMA GLI INTERVENTI DI RIFORMULAZIONE DELLA NORMA SULL EMISSIONE DELLE NOTE DI ACCREDITO IVA E I (FUTURI) EFFETTI SULLE PROCEDURE CONCORSUALI di Paolo Dal Monico Sommario: I. Premessa; II. Il credito IVA di

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI: FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE

GLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI: FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE 1 GLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI: FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE 2 GLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI: FATTURAZIONE E REGISTRAZIONE NORMATIVA DI RIFERIMENTO DISPOSIZIONI GENERALI contenuti modalità termini NOVITA

Dettagli

IVA Novità sotto il controllo UE. pagina 1 di 20. Prof. Renato Portale dottore commercialista

IVA Novità sotto il controllo UE. pagina 1 di 20. Prof. Renato Portale dottore commercialista IVA 2016 Novità sotto il controllo UE pagina 1 di 20 Novità IVA 2016 Aumento IVA congelato al 2017 Mancati pagamenti e variazioni in diminuzione Inversione contabile: estensione a consorzi in split Proroga

Dettagli

LE NOTE DI VARIAZIONE LETTURA INTERPRETATIVA

LE NOTE DI VARIAZIONE LETTURA INTERPRETATIVA LETTURA INTERPRETATIVA 116 LETTURA INTERPRETATIVA PROCEDURE CONCORSUALI e momento di rilevanza per il diritto alla detrazione ex art. 19 co. 1 del DPR 633/72, vale a dire il termine per la presentazione

Dettagli

Note di variazione IVA: nota debito e nota credito

Note di variazione IVA: nota debito e nota credito Note di variazione IVA: nota debito e nota credito Il decreto IVA (D.P.R. n. 633/1972) prende in considerazione il caso in cui, successivamente all emissione o alla registrazione della fattura, l importo

Dettagli

CREDITER SRL FINALMENTE SI PUO!!! «Novità in tema di recupero dell IVA» Avv. Riccardo Pavanello

CREDITER SRL FINALMENTE SI PUO!!! «Novità in tema di recupero dell IVA» Avv. Riccardo Pavanello CREDITER SRL FINALMENTE SI PUO!!! «Novità in tema di recupero dell IVA» Avv. Riccardo Pavanello FONTI NORMATIVE: Di ordine primario: Leggi n. 30 e n. 140 del 1997 Art. 26 D.P.R. n. 633/72 Di ordine secondario:

Dettagli

La gestione degli acquisti intracomunitari

La gestione degli acquisti intracomunitari Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 267 02.10.2014 La gestione degli acquisti intracomunitari Categoria: IVA Sottocategoria: Operazioni intracomunitarie In caso di acquisto intracomunitario,

Dettagli

AGENDA E NOTIZIE DELLA SETTIMANA

AGENDA E NOTIZIE DELLA SETTIMANA AGGIORNAMENTI FEBBRAIO 2016 PARTE I NOTE DI VARIAZIONE: NOVITÀ 2016 : ADEMPIMENTO E CHECK LIST La Legge di Stabilità 2016 riscrive la normativa sulle note di variazione Mentre nella precedente formulazione

Dettagli

' ( ' ))* + * ' ( ), )- + '. # + $ $ $

' ( ' ))* + * ' ( ), )- + '. # + $ $ $ !!" # "%& '(' ) #!"!" # % & ' ( ' ))* + * ' ( ), )- + '. # + * / «volume d'affari non superiore a 2.000.000,00 di euro 0 0 1 0 0 1 La citata Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 44/2012, al punto 2,

Dettagli

SULLE REGISTRAZIONI CONTABILI

SULLE REGISTRAZIONI CONTABILI IVA PER CASSA: NOVITÀ E CONSIDERAZIONI SULLE REGISTRAZIONI CONTABILI IL NUOVO REGIME DEL CASH ACCOUNTING O DELL IVA PER CASSA Come noto, i soggetti che adottano il regime del cash accounting (c.d. Iva

Dettagli

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli. Gennaio/2/2014 (*) Napoli 9 Gennaio 2014

Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli. Gennaio/2/2014 (*) Napoli 9 Gennaio 2014 Redazione a cura della Commissione Comunicazione del CPO di Napoli Gennaio/2/2014 (*) Napoli 9 Gennaio 2014 E addebitabile in via di rivalsa l IVA corrisposta in presenza di un accertamento divenuto definitivo

Dettagli

LE PERDITE SU CREDITI: VALUTAZIONI CIVILISTICHE E NOVITÀ FISCALI

LE PERDITE SU CREDITI: VALUTAZIONI CIVILISTICHE E NOVITÀ FISCALI Luca Bilancini LE PERDITE SU CREDITI: VALUTAZIONI CIVILISTICHE E NOVITÀ FISCALI 1 OIC 15 Valutazione dei crediti L art. 2426, numero 8, c.c., dispone che i crediti devono essere iscritti secondo il valore

Dettagli

La rivalsa da accertamento - art. 60 comma 7 DPR 633/1972 -

La rivalsa da accertamento - art. 60 comma 7 DPR 633/1972 - 2 Milano, 17 novembre 2016 La rivalsa da accertamento - art. 60 comma 7 DPR 633/1972 - Prof. Avv. Benedetto Santacroce 3 Indice 1. Premessa. Il principio di neutralità come fondamento dell art. 60, comma

Dettagli

NUOVO REGIME DELLE PERDITE SU CREDITI

NUOVO REGIME DELLE PERDITE SU CREDITI NUOVO REGIME DELLE PERDITE SU CREDITI Rag. Fabio Mongiardini 1 CREDITI VERSO CLIENTI DISCIPLINA CIVILISTICA DISCIPLINA FISCALE Articolo 2426 comma 8 C.C. + OIC (Organismo italiano di contabilità - Principio

Dettagli

Roma, 21 novembre 2008

Roma, 21 novembre 2008 RISOLUZIONE N. 449/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 21 novembre 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell art. 11 della legge n. 212 del 2000 - risoluzione del contratto presupposto e termine

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 380 13.12.2016 Operazioni soggette a reverse charge: il regime sanzionatorio A cura di Diana Pérez Corradini Categoria: Iva Sottocategoria: Reverse

Dettagli

IVA PER CASSA PUBBLICATO IL DECRETO ATTUATIVO

IVA PER CASSA PUBBLICATO IL DECRETO ATTUATIVO IVA PER CASSA PUBBLICATO IL DECRETO ATTUATIVO Operativa l IVA per cassa a decorrere dalle operazioni poste in essere, ai sensi dell articolo 6 del DPR 633/72, dalla data del 28 aprile 2009. L articolo

Dettagli

I chiarimenti dell Agenzia sull aumento dell aliquota IVA ordinaria al 22%

I chiarimenti dell Agenzia sull aumento dell aliquota IVA ordinaria al 22% Fiscal Flash La notizia in breve N. 279 06.11.2013 I chiarimenti dell Agenzia sull aumento dell aliquota IVA ordinaria al 22% L Agenzia con Circolare n.32/e del 5 novembre 2013 fornisce dei chiarimenti

Dettagli

26/01/2016 IVA Novità sotto il controllo UE. pagina 1 di 17. Prof. Renato Portale dottore commercialista

26/01/2016 IVA Novità sotto il controllo UE. pagina 1 di 17. Prof. Renato Portale dottore commercialista IVA 2016 Novità sotto il controllo UE pagina 1 di 17 Novità IVA 2016 Aumento IVA congelato al 2017 Mancati pagamenti e variazioni in diminuzione Inversione contabile: estensione a consorzi in split Proroga

Dettagli

a cura di VANESSA PESENTI

a cura di VANESSA PESENTI a cura di VANESSA PESENTI INDICE CAPITOLO I: INTRODUZIONE... 7 CAPITOLO II: I PRESUPPOSTI DEL FALLIMENTO 1. Premessa.... 9 2. Il presupposto soggettivo (art.1 L.F.).... 9 3. Il presupposto oggettivo:

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 9/2014. OGGETTO: Aspetti fiscali e contabili delle perdite su crediti di modesto importo.

NOTA OPERATIVA N. 9/2014. OGGETTO: Aspetti fiscali e contabili delle perdite su crediti di modesto importo. NOTA OPERATIVA N. 9/2014 OGGETTO: Aspetti fiscali e contabili delle perdite su crediti di modesto importo. - Introduzione Per le imprese si profilano importanti novità relativamente ai crediti divenuti

Dettagli

ANCE PADOVA COLLEGIO DEI COSTRUTTORI EDILI DELLA PROVINCIA DI PADOVA Codice Fiscale

ANCE PADOVA COLLEGIO DEI COSTRUTTORI EDILI DELLA PROVINCIA DI PADOVA Codice Fiscale ANCE PADOVA COLLEGIO DEI COSTRUTTORI EDILI DELLA PROVINCIA DI PADOVA Codice Fiscale 80031160288 Prot. n. 522 circ. n. 251 Padova, 25 giugno 2004 Piazza De Gasperi, 45/A tel. 049-666273/299 fax 049-8754369

Dettagli

La nuova disciplina delle note di variazione Iva. (Circolare n. 5 del 14 marzo 2016)

La nuova disciplina delle note di variazione Iva. (Circolare n. 5 del 14 marzo 2016) La nuova disciplina delle note di variazione Iva (Circolare n. 5 del 14 marzo 2016) Indice 1. Premessa 2. Procedure concorsuali 2.1. Entrata in vigore delle novità normative 2.2. Procedure concorsuali

Dettagli

Circolare n. 12 del 16 settembre 2011

Circolare n. 12 del 16 settembre 2011 Bari, venerdì 16 settembre 2011 Circolare n. 12 del 16 settembre 2011 Oggetto: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20% al 21% In sede di conversione in legge del DL 13.8.2011 n. 138 (c.d. "manovra

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MATERIA DI FISCALITA DELLA CRISI D IMPRESA

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MATERIA DI FISCALITA DELLA CRISI D IMPRESA QE-1-PO-16 Programma corso Pag 1 di 7 2 ottobre 200 Ministero dell economia e delle finanze Scuola superiore dell economia e delle finanze Dipartimento delle scienze Tributarie Destinatari: Partecipanti

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 369 02.12.2016 Dichiarazione integrativa: le novità del D.L. 193/2016 A cura di Pirone Pasquale Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti

Dettagli

LE PROCEDURE CONCORSUALI: DOTTRINA E PRASSI A CONFRONTO 26 MAGGIO 2015

LE PROCEDURE CONCORSUALI: DOTTRINA E PRASSI A CONFRONTO 26 MAGGIO 2015 LE PROCEDURE CONCORSUALI: DOTTRINA E PRASSI A CONFRONTO 26 MAGGIO 2015 LA RILEVAZIONE DELLE PARTITE CREDITORIE E DEBITORIE NELL AMBITO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI GIACOMO MAURINI ARGOMENTI DEBITORI: LA

Dettagli

UN INGIUSTIFICATO PASSO INDIETRO DEL

UN INGIUSTIFICATO PASSO INDIETRO DEL DOCUMENTO Roma, 15 marzo 2017 UN INGIUSTIFICATO PASSO INDIETRO DEL LEGISLATORE IN TEMA DI NOTE DI VARIAZIONE IN DIMINUZIONE IVA NEL CASO DI ASSOGGETTAMENTO DEL CESSIONARIO/COMMITTENTE AD UNA PROCEDURA

Dettagli

IVA Le nuove regole per le operazioni intracomunitarie in vigore dal 2013

IVA Le nuove regole per le operazioni intracomunitarie in vigore dal 2013 Ai Gentili Clienti IVA Le nuove regole per le operazioni intracomunitarie in vigore dal 2013 Riferimenti Art. 1, commi da 325 a 330, Legge n. 228/2012 Artt. 39, 46 e 47, DL n. 331/93 In sintesi Con la

Dettagli

Il recupero IVA e la deducibilità del credito: condizioni, termini e monitoraggio.

Il recupero IVA e la deducibilità del credito: condizioni, termini e monitoraggio. I saggi sul mondo del credito Collana a cura di Andrea Davide Arnaldi Area legale di SLACC CR - Synergy Key srl. Dr. Carlo Schiaffino EDIZIONE AGGIORNATA 2014 Il recupero IVA e la deducibilità del credito:

Dettagli

IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE INFORMATIVA N. 047 19 FEBBRAIO 2013 IVA IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA ED I RECENTI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Art. 32-bis, DL n. 83/2012 DM 11.10.2012 Provvedimento Agenzia Entrate 21.11.2012

Dettagli

Iva Liquidazione per Cassa Circolare dell agenzia delle Entrate del 26 Novembre 2012, N. 44

Iva Liquidazione per Cassa Circolare dell agenzia delle Entrate del 26 Novembre 2012, N. 44 Prot. 318/2012 Milano, 29-11-2012 Circolare n. 115/2012 AREA: Circolari, Fiscale Iva Liquidazione per Cassa Circolare dell agenzia delle Entrate del 26 Novembre 2012, N. 44 Con la circolare n. 44 del 26/11/2012

Dettagli

Liquidazione dell'iva secondo la contabilità di cassa

Liquidazione dell'iva secondo la contabilità di cassa ART. 32-BIS 1. per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate da soggetti passivi con volume d'affari non superiore a 2 milioni di euro, nei confronti di cessionari o di committenti

Dettagli

INDICE SOMMARIO COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI

INDICE SOMMARIO COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Principi fondamentali... 3 PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI Titolo I Rapporti civili... 5 Titolo II Rapporti etico-sociali... 8 Titolo III Rapporti economici...

Dettagli

AUMENTO ALIQUOTA IVA DAL 20% AL 21%

AUMENTO ALIQUOTA IVA DAL 20% AL 21% AUMENTO ALIQUOTA IVA DAL 20% AL 21% ENTRATA IN VIGORE DAL 17 SETTEMBRE 2011 DL 13.8.2011 n. 138 convertito nella L. 14.9.2011 n. 148 - Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20% al 21% - Decorrenza dal

Dettagli

Edizione Avv. Andrea Davide Arnaldi Studio legale SLACC Credit Recovery Division

Edizione Avv. Andrea Davide Arnaldi Studio legale SLACC Credit Recovery Division Edizione 2016 I SAGGI DI Collana a cura di Avv. Andrea Davide Arnaldi Studio legale SLACC Credit Recovery Division Nella presente edizione, le note relative alla parte testuale e gli aggiornamenti di legge,

Dettagli

Il meccanismo dell inversione contabile (reverse charge)

Il meccanismo dell inversione contabile (reverse charge) 1 Il meccanismo dell inversione contabile (reverse charge) 2 La procedura di inversione contabile (o «reverse charge) è disciplinata, dall art. 17 del D.P.R. 633/72 con riferimento ad alcune operazioni,

Dettagli

Le Novità Fiscali Del 2013 Rieti, 1 Febbraio 2013

Le Novità Fiscali Del 2013 Rieti, 1 Febbraio 2013 Le Novità Fiscali Del 2013 Rieti, 1 Febbraio 2013 Crowe Horwath Studio Associato Servizi Professionali Integrati Via Barberini 47 00187 Roma Tel: 0669771 6977571 Fax: 06 69775720 convegno-rieti@crowehorwath.it

Dettagli

RISOLUZIONE N. 67/E. Con l interpello specificato in oggetto è stato posto il seguente QUESITO

RISOLUZIONE N. 67/E. Con l interpello specificato in oggetto è stato posto il seguente QUESITO RISOLUZIONE N. 67/E Direzione Centrale Normativa Roma, 23 luglio 2015 OGGETTO: Interpello - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Articolo 10, comma 12-undecies, del D.L. n. 192 del 2014 - applicazione

Dettagli

LA NUOVA IVA PER CASSA

LA NUOVA IVA PER CASSA EVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO Principio generale di esigibilità/detraibilità in base al momento di effettuazione dell operazione (art. 6 DPR 633/72); IVA per cassa ordinaria (art. 6 co. 5 DPR 633/72);

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CENNI GENERALI ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO CONCORSUALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I CENNI GENERALI ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO CONCORSUALE INDICE SOMMARIO Prefazione alla nona edizione............................. Prefazione alla decima edizione............................ V VII CAPITOLO I CENNI GENERALI ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO

Dettagli

RISOLUZIONE N. 80/E. OGGETTO: Istanza di Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212

RISOLUZIONE N. 80/E. OGGETTO: Istanza di Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 RISOLUZIONE N. 80/E Roma, 4 agosto 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Istanza di Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione

Dettagli

INTRASTAT: istruzioni di compilazione (RETTIFICHE E VARIAZIONI)

INTRASTAT: istruzioni di compilazione (RETTIFICHE E VARIAZIONI) INTRASTAT: istruzioni di compilazione (RETTIFICHE E VARIAZIONI) Quando delle operazioni intra UE sono oggetto di: variazioni negli importi intervenuti successivamente alla presentazione degli elenchi;

Dettagli

CIRCOLARE N 415. OGGETTO: Applicazione agli Ordini Regionali delle disposizioni IVA in materia di split payment PREMESSA

CIRCOLARE N 415. OGGETTO: Applicazione agli Ordini Regionali delle disposizioni IVA in materia di split payment PREMESSA A tutti gli Ordini Regionali dei Geologi Roma, 25 luglio 2017 Rif. P/CR.c LORO SEDI Consiglio Nazionale dei Geologi Cod.Ente: cnodg Cod.Registro: OUT UO: Consiglio Nazionale dei Geologi Prot.N. 0002806

Dettagli

Liquidazione dell Iva secondo la contabilità di cassa (cosiddetto Cash accounting ) Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 44/E del 26 novembre 2012.

Liquidazione dell Iva secondo la contabilità di cassa (cosiddetto Cash accounting ) Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 44/E del 26 novembre 2012. Liquidazione dell Iva secondo la contabilità di cassa (cosiddetto Cash accounting ) Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 44/E del 26 novembre 2012. Premessa Come noto, l art. 32-bis del D.L. 22 giugno

Dettagli

CIRCOLARE N. 52/E. Roma, 2 dicembre 2011

CIRCOLARE N. 52/E. Roma, 2 dicembre 2011 CIRCOLARE N. 52/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 2 dicembre 2011 OGGETTO: IVA Violazioni in materia di fatturazione Omessa regolarizzazione da parte del cessionario o committente

Dettagli

BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito

BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito BONUS AI CLIENTI: casi pratici di note di credito I bonus sono incentivi alle vendite che vengono accordati, dal fornitore, alla propria clientela. Essi posso essere di tre tipi: quantitativi, qualitativi

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE SULLE PROCEDURE CONCORSUALI A SEGUITO DELLA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE

ISTRUZIONI OPERATIVE SULLE PROCEDURE CONCORSUALI A SEGUITO DELLA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE CAMERA DI COMMERCIO DI PISTOIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTRUZIONI OPERATIVE SULLE PROCEDURE CONCORSUALI A SEGUITO DELLA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE LUGLIO 2008 Redatte dal Responsabile del procedimento:

Dettagli

C O M U N I C A Z I O N E D I S T U D I O N. 0 2 / Disciplina Iva delle operazioni con l estero. (i) momento di effettuazione dell operazione

C O M U N I C A Z I O N E D I S T U D I O N. 0 2 / Disciplina Iva delle operazioni con l estero. (i) momento di effettuazione dell operazione C O M U N I C A Z I O N E D I S T U D I O N. 0 2 / 2 0 1 3 A: Tutti i Clienti - loro indirizzi Da: V E Z Z A N I & A S S O C I A T I C/a: Pagine: 06 Fax: Data: 23 gennaio 2013 Egregi Signori, Disciplina

Dettagli

INDICE CAPITOLO I CENNI GENERALI ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO CONCORSUALE

INDICE CAPITOLO I CENNI GENERALI ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO CONCORSUALE INDICE Prefazione all ottava edizione............................. Prefazione alla nona edizione............................. V VII CAPITOLO I CENNI GENERALI ED EVOLUZIONE DEL SISTEMA NORMATIVO CONCORSUALE

Dettagli

INDICE SOMMARIO COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI

INDICE SOMMARIO COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Principi fondamentali... 3 PARTE I DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI Titolo I Rapporti civili... 5 Titolo II Rapporti etico-sociali... 8 Titolo III Rapporti economici...

Dettagli

Studio Carbonetti & PARTNERS IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA

Studio Carbonetti & PARTNERS IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA IL NUOVO REGIME IVA PER CASSA L Agenzia delle Entrate a pochi giorni dall operatività della liquidazione dell IVA per cassa fornisce una serie di chiarimenti in merito al nuovo regime. In particolare l

Dettagli

La scelta vincola per un triennio

La scelta vincola per un triennio Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 49 13.02.2014 Iva per cassa e Modello Iva 2014 La scelta vincola per un triennio Categoria: Iva Sottocategoria: Dichiarazione Per l adesione al

Dettagli

Fiscal News N. 78. Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio. La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N. 78. Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio. La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 78 17.03.2014 Dichiarazione Iva autonoma anche dopo il 28 Febbraio Dubbi per chi presenta la Dichiarazione Iva in forma autonoma per scelta, e

Dettagli

Decreto-legge del 29 dicembre 1983 n. 746

Decreto-legge del 29 dicembre 1983 n. 746 Decreto-legge del 29 dicembre 1983 n. 746 Disposizioni urgenti in materia di imposta sul valore aggiunto. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 358 del 31 dicembre 1983 Articolo 1 Applicabilita' delle disposizioni

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 328 28.10.2016 Dichiarazione integrativa: nuovi termini A cura di Pasquale Pirone Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti Con l art.

Dettagli

Risoluzione n. 89/E. Roma,18 marzo 2002

Risoluzione n. 89/E. Roma,18 marzo 2002 Risoluzione n. 89/E Roma,18 marzo 2002 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Termini per l emissione di una nota credito dopo la chiusura del fallimento. Interpello - articolo 11 legge 27

Dettagli

FALLIMENTO. Presupposti ed effetti. Studio legale Ruggeri - Avvocato Carmela Ruggeri

FALLIMENTO. Presupposti ed effetti. Studio legale Ruggeri - Avvocato Carmela Ruggeri Presupposti ed effetti PROCEDURA CONCORSUALE LIQUIDATORIA COINVOLGE L IMPRENDITORE COMMERCIALE CON L INTERO PATRIMONIO E I SUOI CREDITORI LA PROCEDURA FALLIMENTARE E DIRETTA: ALL ACCERTAMENTO DELLO STATO

Dettagli

UNA NUOVA TASSAZIONE DEL PRELIMINARE: LE RAGIONI DI UNA SCELTA DI TRASPARENZA E NEUTRALITÀ

UNA NUOVA TASSAZIONE DEL PRELIMINARE: LE RAGIONI DI UNA SCELTA DI TRASPARENZA E NEUTRALITÀ UNA NUOVA TASSAZIONE DEL PRELIMINARE: LE RAGIONI DI UNA SCELTA DI TRASPARENZA E NEUTRALITÀ di Angelo Busani,, notaio in Milano La prassi della contrattazione immobiliare tra attualità e prospettive FONDAZIONE

Dettagli

INDICE GENERALE CAPITOLO I IL CONCORDATO PREVENTIVO DOPO LA RIFORMA

INDICE GENERALE CAPITOLO I IL CONCORDATO PREVENTIVO DOPO LA RIFORMA INDICE GENERALE PREFAZIONE PRESENTAZIONE (Guida alla lettura) CAPITOLO I IL CONCORDATO PREVENTIVO DOPO LA RIFORMA 1. L evoluzione legislativa fino alla legge fallimentare del 42 2. Il concordato preventivo

Dettagli

CIRCOLARE N. 52/E INDICE

CIRCOLARE N. 52/E INDICE CIRCOLARE N. 52/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 2 dicembre 2011 OGGETTO: IVA Violazioni in materia di fatturazione Omessa regolarizzazione da parte del cessionario o committente

Dettagli

IL RECUPERO IVA. E LA DEDUCIBILITà DEL CREDITO CONDIZIONI, TERMINI E MONITORAGGIO. Dott. Carlo Schiaffino I SAGGI DI

IL RECUPERO IVA. E LA DEDUCIBILITà DEL CREDITO CONDIZIONI, TERMINI E MONITORAGGIO. Dott. Carlo Schiaffino I SAGGI DI Dott. Carlo Schiaffino IL RECUPERO IVA E LA DEDUCIBILITà DEL CREDITO CONDIZIONI, TERMINI E MONITORAGGIO. I SAGGI DI Collana a cura di Avv. Andrea Davide Arnaldi Studio legale SLACC Credit Recovery Division

Dettagli

GUIDA FATTURAZIONE 2017 ALLA

GUIDA FATTURAZIONE 2017 ALLA GUIDA ALLA FATTURAZIONE 2017 3 00216906 Anno X, Marzo, 3 - Direzione e Redazione: Strada 1, Palazzo F6-20090 Milanofiori Assago (Mi) Procedure concorsuali: variazioni IVA Compensi percepiti dopo la cessazione

Dettagli

Fabio Mongiardini. Fabio Mongiardini

Fabio Mongiardini. Fabio Mongiardini NUOVO REGIME DELLE PERDITE SU CREDITI Fabio Mongiardini Fabio Mongiardini 1 Art. 33 DL 83/2012 (DECRETO SVILUPPO) Importanti novità in materia di perdite su crediti sia nell ambito di procedure concorsuali

Dettagli

Fiscal News N. 50. IVA per cassa: modalità dichiarative. La circolare di aggiornamento professionale 13.02.2015

Fiscal News N. 50. IVA per cassa: modalità dichiarative. La circolare di aggiornamento professionale 13.02.2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 50 13.02.2015 IVA per cassa: modalità dichiarative I soggetti che hanno aderito al regime dell IVA per cassa a decorrere dall 1.12.2012 per il

Dettagli

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto una misura per la promozione dell acquisto di abitazioni

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto una misura per la promozione dell acquisto di abitazioni Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 27 04.02.2016 Telefisco e la nuova detrazione Iva delle abitazioni Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2016 La Legge di Stabilità 2016 ha previsto

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 7 24.02.2016 1 Perdite su crediti dopo il Decreto Internazionalizzazione Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie La disciplina fiscale

Dettagli

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI DOTTORI COMMERCIALISTI 20121 MILANO - VIA FOSCOLO, 4 TEL. 02-874163 FAX 02-72023745 email: studio.marcozzi@tin.it Luigi Marcozzi, Revisore Contabile Attilio Marcozzi, Revisore Contabile Milano, 27 maggio

Dettagli

Le variazioni nel sistema dell imposta sul valore aggiunto ABSTRACT

Le variazioni nel sistema dell imposta sul valore aggiunto ABSTRACT Le variazioni nel sistema dell imposta sul valore aggiunto ABSTRACT Le variazioni nell ambito del sistema sul valore aggiunto si collegano agli eventi che possono originare una rettifica dell imposta in

Dettagli

La deducibilità delle perdite su crediti conseguenti a procedure concorsuali

La deducibilità delle perdite su crediti conseguenti a procedure concorsuali La deducibilità delle perdite su crediti conseguenti a procedure concorsuali di Guido e Andrea Vasapolli (*) Nel corso del 2012 è stata modificata la disciplina della deducibilità delle perdite su crediti,

Dettagli

REGOLE DI RIFERIMENTO

REGOLE DI RIFERIMENTO Saluzzo, lì 28 gennaio 2016 Egr. CLIENTE Prot. n. 06/16/FISC REGISTRAZIONE DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI REGOLE DI RIFERIMENTO Ambito oggettivo La Legge finanziaria 2013 (Legge n. 228/2012), nel recepire

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via del Fosso di S. Maura, snc Roma Reverse charge Edilizia L art. 1, comma 44, della legge finanziaria per il 2007, ha sostituito il sesto comma dell art. 17 del D.P.R. n. 633 del 1972, prevedendo che il meccanismo dell inversione contabile

Dettagli

MANUALE OPERATIVO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE

MANUALE OPERATIVO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE CAMERA DI COMMERCIO DI FIRENZE UFFICIO REGISTRO IMPRESE MANUALE OPERATIVO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE Applicabile ex art. 150 D. Lgs 5/2008 alle procedure promosse

Dettagli

Estensione dell ambito applicativo dello split payment - Novità del DL n. 50 conv. L n. 96 e del DM

Estensione dell ambito applicativo dello split payment - Novità del DL n. 50 conv. L n. 96 e del DM Circolare informativa n. 31 Estensione dell ambito applicativo dello split payment - Novità del DL 24.4.2017 n. 50 conv. L. 21.6.2017 n. 96 e del DM 27.6.2017 1 PREMESSA L art. 1 del DL 24.4.2017 n. 50,

Dettagli

Circolare n. 5 del 16 marzo 2016

Circolare n. 5 del 16 marzo 2016 Circolare n. 5 del 16 marzo 2016 La nuova disciplina delle note di variazione Iva Indice 1. Premessa 2. Procedure concorsuali 2.1. Entrata in vigore delle novità normative 2.2. Procedure concorsuali aperte

Dettagli

1 Operativo dal 1 dicembre 2012 il nuovo regime iva per cassa ;

1 Operativo dal 1 dicembre 2012 il nuovo regime iva per cassa ; Pesaro, lì 19 ottobre 2012 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE n. 12/2012 1 Operativo dal 1 dicembre 2012 il nuovo regime iva per cassa ; Con il c.d. Decreto Crescita il Legislatore ha modificato l attuale

Dettagli

CIRCOLARE N.54 /E. Roma, 23 dicembre 2005

CIRCOLARE N.54 /E. Roma, 23 dicembre 2005 CIRCOLARE N.54 /E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 dicembre 2005 OGGETTO: Acconto dell imposta sul valore aggiunto per il periodo d imposta 2005 Metodo di determinazione per i soggetti

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA Settimanale di Aggiornamento Fiscale del 17 gennaio 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla delle novità di maggior rilievo che hanno caratterizzato la settimana appena trascorsa.

Dettagli