IL CONFERIMENTO Relatori: Dott. F.Marzii, Dott. F. Dell Agostino

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL CONFERIMENTO Relatori: Dott. F.Marzii, Dott. F. Dell Agostino"

Transcript

1 IL CONFERIMENTO Relatori: Dott. F.Marzii, Dott. F. Dell Agostino Università degli Studi di Bergamo Corso di Operazioni e Bilanci Straordinari 17 Novembre 2016

2 Indice della presentazione 1. I conferimenti in generale 2. I conferimenti di beni e crediti 3. I conferimenti d azienda 4. I conferimenti in società già esistente e conferimenti in newco 5. La procedura di conferimento 6. La relazione di stima 7. L atto di conferimento 8. La revisione della stima 9. La successione nei rapporti giuridici 10. Allegato: Esercizi svolti Page 2

3 I CONFERIMENTI IN GENERALE Page 3

4 I CONFERIMENTI IN GENERALE Il conferimento è un operazione con cui un soggetto (CONFERENTE) apporta ad una società (CONFERITARIA) denaro, beni o crediti ricevendo in cambio porzioni del capitale sociale della società medesima sotto forma di azioni (nel caso di S.p.A. o S.a.p.a.) ovvero di quote (nel caso di S.r.l.). Successivamente all esecuzione del conferimento, il denaro, i beni od i crediti conferiti divengono di proprietà della società che ha ricevuto il conferimento Il conferimento è disciplinato dal Codice Civile (art e ss. per le S.p.a. e 2464 e ss. per le S.r.l.). Per i conferimenti di beni in natura e di crediti si osservano le disposizioni degli artt e 2255) Page 4

5 I CONFERIMENTI IN GENERALE Conferente Denaro, beni, crediti, etc. Quote o azioni Conferitaria Page 5

6 I CONFERIMENTI IN GENERALE Il conferimento può avvenire: In una società da costituirsi (cd. «primo conferimento») In tale caso, a fronte del conferimento, il capitale sociale della società che riceve il conferimento viene costituito. In una società già esistente e, dunque, successivamente alla sua costituzione In tale caso, a fronte del conferimento, il capitale sociale della società che riceve il conferimento viene aumentato. Page 6

7 I CONFERIMENTI IN GENERALE I conferimenti in fase di costituzione della società Per costituire validamente una società di capitali (S.p.A., S.r.l. o S.a.p.A.) è necessario che l intero capitale sociale sia stato sottoscritto, mentre è sufficiente che solo il 25% dei conferimenti in denaro sia stato versato. Tuttavia, se la società è stata costituita per atto unilaterale (unico socio o azionista), dovrà essere versato l intero conferimento. Page 7

8 I CONFERIMENTI IN GENERALE I conferimenti in società già esistente Nel caso di conferimento in società già esistente il capitale sociale di tale società deve essere aumentato in modo da riflettere l avvenuta esecuzione del conferimento ed il valore dello stesso. L aumento del capitale sociale è deliberato dall assemblea degli azionisti della società che riceve il conferimento. Page 8

9 I CONFERIMENTI IN GENERALE Normalmente i conferimenti devono essere eseguiti in denaro. Solo se lo prevede l atto costitutivo o lo statuto della società conferitaria è possibile conferire beni in natura o crediti. Le azioni che vengono emesse a seguito di conferimenti di beni in natura o crediti devono essere interamente liberate (pagate) al momento della sottoscrizione (art c.c.). Page 9

10 I CONFERIMENTI IN GENERALE Nelle S.p.A. e nelle S.a.p.A non possono essere conferiti servizi e prestazioni di opera. Nelle S.r.l. possono essere conferiti tutti gli elementi suscettibili di valutazione economica ivi incluse le prestazioni d opera ed i servizi. In questo ultimo caso l adempimento del socio deve essere garantito mediante l emissione di una polizza assicurativa o una fideiussione in favore della società Page 10

11 I CONFERIMENTI DI BENI E DI CREDITI Page 11

12 I CONFERIMENTI DI BENI E DI CREDITI Nel caso in cui siano conferiti beni in natura o crediti, il soggetto conferente deve presentare una relazione giurata di un esperto nominato dal Tribunale territorialmente competente in ragione della sede legale della società. Nel caso di S.r.l. l esperto non deve più essere nominato dal Tribunale; la relazione giurata deve essere predisposta da un revisore legale o da una società di revisione iscritti nell apposito registro (art c.c.). Tale relazione deve contenere: 1) descrizione dei beni o dei crediti oggetto di conferimento 2) attestazione che il loro valore è almeno pari a quello ad essi attribuito per la determinazione del capitale sociale e dell eventuale sovrapprezzo 3) indicazione dei criteri di valutazione utilizzati Page 12 12

13 I conferimenti di azienda Riforma 2008 all inquadramento civilistico Art ter c.c. Conferimento di beni in natura o crediti senza relazione di stima Non è richiesta la relazione giurata di un esperto nominato dal Tribunale di cui all art c.c. nei casi in cui: 1) Il conferimento di valori mobiliari ovvero di strumenti del mercato monetario, se il valore ad essi attribuito, ai fini della determinazione del capitale sociale e dell'eventuale sovrapprezzo, sia pari o inferiore al prezzo medio ponderato al quale sono stati negoziati su uno o più mercati regolamentati nei sei mesi precedenti il conferimento; 2) nel caso il valore attribuito ai beni in natura o crediti conferiti, diversi da quelli di cui al punto 1, corrisponda al: a) FAIR VALUE ricavato da un bilancio approvato da non oltre un anno, purchè sottoposto a revisione legale e a condizione che la relazione del revisore non esprima rilievi in ordine alla valutazione dei beni oggetto di conferimento, b) FAIR VALUE risultante dalla valutazione, precedente di non oltre sei mesi il conferimento e conforme ai principi e criteri generalmente riconosciuti per la valutazione dei beni oggetto del conferimento, effettuata da un esperto indipendente e dotato di adeguata e comprovata professionalità. Page 13

14 Il conferimenti di azienda Riforma 2008 all inquadramento civilistico Art quater c.c. Fatti eccezionali o rilevanti che incidono sulla valutazione Gli amministratori verificano, nel termine di trenta giorni dall iscrizione della società, se, nel periodo successivo a quello di cui all articolo 2343-ter, punto 1), sono intervenuti fatti eccezionali che hanno inciso sul prezzo dei valori mobiliari o degli strumenti del mercato monetario conferiti in modo tale da modificare sensibilmente il valore di tali beni alla data effettiva del conferimento [ ] ovvero se si sono verificati fatti nuovi o rilevanti tali da modificare sensibilmente il valore equo dei beni o dei crediti conferiti. Gli amministratori verificano altresì nel medesimo termine i requisiti di professionalità ed indipendenza dell esperto che ha reso la valutazione di cui all articolo 2343-ter c.c. Qualora gli amministratori ritengano che siano intervenuti i fatti di cui al punto 1) oppure ritengano non idonei i requisiti di professionalità e indipendenza dell esperto che ha reso la valutazione di cui all articolo 2343-ter c.c. procedono ad una nuova valutazione. Si applica in tal caso l articolo 2343 c.c. Page 14

15 I CONFERIMENTI DI AZIENDA Page 15

16 I CONFERIMENTI DI AZIENDA L azienda è il complesso di beni organizzati dall imprenditore per l esercizio dell impresa (immobili, mobili, crediti, debiti, contratti, rapporti di lavoro, etc.). Al conferimento di azienda si applicano le norme relative ai conferimenti di beni. Page 16

17 I CONFERIMENTI DI AZIENDA Riferendosi ad un complesso di beni organizzati (AZIENDA) per conferimento si intende l operazione attraverso la quale un azienda o un ramo aziendale dotato di autonoma capacità di reddito, vengono apportati ad un ente giuridicamente diverso dall impresa conferente. La conferitaria può essere un azienda preesistente o di nuova costituzione Come contropartita, l impresa conferente riceve, invece che denaro, azioni o quote della società in cui ha effettuato l apporto. Pertanto nel bilancio della conferente agli attivi e passivi conferiti si sostituisce una partecipazione nella conferitaria La società conferente può continuare ad esistere come società industriale qualora il ramo conferito non rappresenti il suo intero business, oppure come società finanziaria, gestendo la partecipazione nella società industriale conferitaria, senza quindi cessare la propria attività. Società A (Conferente) Ramo Alfa Il ramo Alfa viene conferito a B La società B emette nuove azioni a favore della conferente società A Società B (Conferitaria) Aumento di capitale sociale (con esclusione del diritto di opzione) PN Page 17

18 I CONFERIMENTI DI AZIENDA ASPETTI GENERALI E FINALITA DELL OPERAZIONE Il conferimento è l operazione con cui un complesso aziendale (corrispondente all intera azienda o ad un suo ramo) viene trasferito ad una società della quale il soggetto conferente riceve, a titolo di corrispettivo, quote o azioni. Page 18

19 I CONFERIMENTI DI AZIENDA Con il conferimento si tende ad «estrapolare» (scorporare) da una impresa detta conferente un complesso aziendale che viene conferito (apportato) ad un altra azienda, la conferitaria, gia costituita o nata a seguito del conferimento. Le ragioni alla base dell operazione possono essere di tipo aziendale, organizzativo o fiscale. Page 19

20 I CONFERIMENTI DI AZIENDA Conferente Azienda o ramo Quote o azioni Conferitaria Page 20

21 I CONFERIMENTI DI AZIENDA La società conferitaria può essere di nuova costituzione, ovvero preesistente all operazione. Il conferimento in società di nuova costituzione è chiamato anche «conferimento per scorporo». Il conferimento in società già esistente è chiamato anche «conferimento per apporto o concentrazione». Page 21

22 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) Page 22

23 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) L aumento di capitale della società che riceve il conferimento: Quando il conferimento dell azienda viene fatto ad una società già esistente, quest ultima dovrà aumentare il proprio capitale sociale dell importo necessario a compensare il conferimento dell azienda ricevuto, da assegnare alla società conferente. Un problema da esaminare concerne la possibilità di imputare il valore complessivo del conferimento parte a capitale sociale e parte a sovrapprezzo. Page 23

24 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) Il diritto d opzione (Art c.c.) Normalmente le azioni di nuova emissione devono essere offerte in opzione ai soci in misura proporzionale al numero delle azioni possedute (ciò per rispettare la quota di ognuno) Se avviene un conferimento in natura questo principio non può però essere rispettato in quanto le azioni di nuova emissione sono destinate alla conferente. Page 24

25 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) L Art c.c. al comma 6 richiede agli amministratori di redigere una relazione che illustri le ragioni dell esclusione del diritto d opzione e i criteri adottati nella determinazione del prezzo di emissione. La suddetta relazione deve essere comunicata dagli amministratori al collegio sindacale (o al consiglio di sorveglianza) e al soggetto incaricato della revisione legale dei conti almeno 30 gg. prima dell assemblea. Entro 15 gg il Collegio Sindacale deve esprimere il proprio parere sulla congruità del prezzo di emissione delle azioni. Page 25

26 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) Nel conferimento d azienda spesso i nuovi soci (ovvero la società conferente) si trovano a dover riconoscere l eventuale plusvalore dell azienda conferitaria (ovvero il valore intrinseco dell azienda maturato fino a quel momento e non riflesso nel valore nominale delle quote o azioni). In questi casi l aumento di capitale sociale della conferitaria avviene mediante costituzione di una riserva sovrapprezzo azioni, riserva non distribuibile fino a che la riserva legale non abbia raggiunto il quinto del capitale sociale (Art c.c.) Page 26

27 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) ESEMPIO CAPITALE SOCIALE CONFERITARIA 300 VALORE CAPITALE ECONOMICO CONFERITARIA VALORE EFFETTIVO COMPLESSO CONFERITO effettuare la seguente proporzione: C.S. Conferitaria : Aumento c.s. a favore conferente = Valore Cap. econ. conferitaria : Valore effettivo complesso conferito 300 : X = : x = 600 AUMENTO C.S. SOVRAPREZZO = = (da imputare a riserva sovrapprezzo azioni) Page 27

28 IL CONFERIMENTO IN SOCIETA GIA ESISTENTE (Detto conferimento per apporto o concentrazione) Il sovraprezzo azioni è quindi necessario quando sussistono contemporaneamente tre condizioni: La società conferitaria è preesistente al conferimento; I soci della conferitaria sono diversi dai soci della conferente; La società conferitaria ha, prima del conferimento, un valore intrinseco superiore al suo capitale sociale. La genesi del sovraprezzo risiede quindi nell avviamento intrinseco presente nella conferitaria prima del conferimento, inteso come differenza tra il valore intrinseco di mercato dell intera azienda conferitaria ed il suo capitale contabile. Page 28

29 LA PROCEDURA DI CONFERIMENTO Page 29

30 LA PROCEDURA DI CONFERIMENTO La procedura si articola in tre fasi: 1. FASE PROPEDEUTICA: Inizia con i primi contatti tra le società (conferente e conferitaria), si sviluppa sino al momento in cui la conferente delibera il conferimento di azienda o del ramo; 2. FASE VALUTATIVA: Inizia con la presentazione dell istanza al Tribunale per la nomina dell esperto e termina con l asseverazione della perizia da parte dell esperto. 3. FASE ATTUATIVA: Inizia con la delibera di aumento del capitale sociale o di costituzione della conferitaria e termina con l atto di conferimento. Page 30

31 LA PROCEDURA DI CONFERIMENTO CONFERENTE CONFERITARIA Delibera CdA (indicazione motivazione) se cambia oggetto sociale convocazione assemblea straordinaria Se già costituita è opportuna delibera CdA che esponga preliminari e relazioni intercorse con conferente Delega al presidente o a uno o più amministratori per istanza di nomina dell esperto Decreto di nomina dell esperto da parte del tribunale Relazione di stima dell esperto ex 2343 c.c. Page 31

32 LA PROCEDURA DI CONFERIMENTO CONFERENTE CONFERITARIA continua.. Se già costituita (30 gg prima dell assemblea soci) delibera CdA per aumento capitale sociale Entro 15 gg collegio sindacale esprime parere su congruità prezzo x emissione azioni Parere collegio sindacale e relazione di stima del esperto devono rimanere depositati nella sede della società durante 15 gg precedenti assemblea soci Assemblea straordinaria per delibera aumento c.s. Page 32

33 LA PROCEDURA DI CONFERIMENTO CONFERENTE CONFERITARIA Stipula atto di conferimento davanti al notaio; Entro 30 giorni dalla stipula dell atto di conferimento è necessario effettuare il suo deposito, unitamente alla relazione dell esperto, presso la camera di commercio; Iscrizione atto presso il registro delle imprese; Entro 180 giorni, verifica da parte del CdA della relazione di stima. Page 33

34 LA RELAZIONE DI STIMA EX ART 2343 c.c. Page 34

35 LA RELAZIONE DI STIMA EX ART 2343 c.c. La relazione di Stima E obbligatoria nel caso di conferimento di azienda o di ramo di azienda in una società di capitali La verifica della corrispondenza tra il valore nominale e quello reale del capitale sociale della conferitaria non assolve solo la funzione di tutela dei creditori, ma è diretta a proteggere anche gli interessi dei soci della conferente e dei futuri soci che potranno in futuro acquistare partecipazioni nella conferitaria Deve essere effettuata e asseverata da un esperto nominato dal presidente del tribunale nel cui circondario ha sede la società conferitaria (fatto salvo quanto già esposto per le s.r.l.) Page 35

36 LA RELAZIONE DI STIMA EX ART 2343 c.c. L esperto ha l obbligo di: Descrivere i beni o i crediti conferiti; Indicare il valore dei beni e dei crediti conferiti; Esporre i criteri di valutazione utilizzati; Attestare che il valore attribuito all azienda sia uguale o maggiore del valore nominale del capitale e dell eventuale sovrapprezzo. il contenuto della relazione sarà analizzato nel corso della lezione sugli aspetti valutativi. Page 36

37 ATTO DI CONFERIMENTO Page 37

38 ATTO DI CONFERIMENTO Deve essere redatto per atto pubblico (notaio) e deve contenere: 1. Identificazione società partecipanti; 2. Riferimento alla relazione di stima ex art c.c.; 3. Individuazione beni oggetto di conferimento; 4. Data di efficacia (la stessa dell atto o qualche giorno dopo); 5. Valore netto del conferimento; 6. Numero, valore nominale e il godimento delle azioni che saranno emesse a seguito del conferimento. Page 38

39 LA REVISIONE DELLA STIMA Page 39

40 LA REVISIONE DELLA STIMA Nel caso delle S.r.l. non è prevista la procedura della revisione della stima nel caso di conferimento di beni in natura o crediti Page 40

41 LA REVISIONE DELLA STIMA Gli adempimenti successivi all atto di conferimento, ovvero la revisione della stima per le S.p.A. e le S.a.p.A. Entro 180 gg. dall iscrizione della società nel Registro delle Imprese (o dalla delibera assembleare di aumento del capitale sociale in caso di conferimento in società già esistente) gli amministratori della conferitaria devono: controllare le valutazioni contenute nella relazione di stima; procedere alla revisione della stima contenuta nella relazione se sussistono fondati motivi che le valutazioni effettuate dall esperto non fossero corrette; Sino a quando la revisione della stima non è stata completata le azioni corrispondenti ai conferimenti non possono essere alienate e devono restare depositate presso la società. Page 41

42 LA REVISIONE DELLA STIMA Se dalla revisione della relazione di stima risulta che il valore dei beni o dei crediti conferiti è inferiore di oltre 1/5 a quello per cui era avvenuto il conferimento, la società conferitaria deve ridurre proporzionalmente il capitale sociale annullando le azioni che risultano scoperte. In alternativa il socio conferente può versare la differenza in denaro o recedere dalla società ottenendo in restituzione i beni conferiti Nel caso in cui il conferimento coinvolga una società quotata è la società di revisione che deve effettuare il controllo della relazione di stima. Page 42

43 LA SUCCESSIONE NEI RAPPORTI GIURIDICI Page 43

44 LA SUCCESSIONE NEI RAPPORTI GIURIDICI Il conferimento comporta il trasferimento dell azienda dalla conferente alla conferitaria, che ne assume «ex lege» la titolarità. Con il conferimento si ha quindi la successione nei rapporti contrattuali, il trasferimento dei rapporti obbligatori attivi, l accollo delle passività, il trasferimento del marchio, delle licenze, etc., della responsabilità tributaria ed amministrativa. La conferitaria subentra quindi alla conferente in tutti i rapporti giuridici in essere relativi all azienda ceduta. Page 44

45 ESERCIZI SVOLTI Page 45

46 Page 46

47 Page 47

48 Page 48

49 Page 49

50 Page 50

51 Page 51

52 x 0,314 (0, ,039) = Page 52

53 Page 53

54 Page 54

55 Page 55

56 Page 56

57 Page 57

58 Page 58

59 Page 59

60 Page 60

61 Page 61

62 Page 62

63 Page 63

64 Page 64

65 Page 65

66 Page 66

67 Page 67

68 Page 68

69 Page 69

70 Page 70

71 Page 71

72 Page 72

73 Page 73

74 Page 74

75 Page 75

76 Page 76 GRAZIE PER L ATTEZIONE

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. Il conferimento d azienda

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. Il conferimento d azienda LE OPERAZIONI STRAORDINARIE Il conferimento d azienda Definizione CONFERIMENTO D AZIENDA Operazione mediante la quale un soggetto (conferente): persona fisica imprenditore individuale ente collettivo (societario

Dettagli

Il conferimento. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008

Il conferimento. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008 Il conferimento Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 21 Febbraio 2008 1 Agenda 21 febbraio: Aspetti generali, legali e valutativi 22 febbraio: Aspetti contabili e fiscali 2 Indice

Dettagli

IL CONFERIMENTO D AZIENDA. Università di Ferrara Facoltà di Economia La liquidazione volontaria Dott. Cristian Federici

IL CONFERIMENTO D AZIENDA. Università di Ferrara Facoltà di Economia La liquidazione volontaria Dott. Cristian Federici IL CONFERIMENTO D AZIENDA Università di Ferrara Facoltà di Economia La liquidazione volontaria Dott. Cristian Federici PROGRAMMA DEL MODULO Cercheremo di fare chiarezza su: aspetti economico-aziendali;

Dettagli

04/11/2014. Economia dei gruppi e delle operazioni straordinarie 2014/2015. Michela Piccarozzi

04/11/2014. Economia dei gruppi e delle operazioni straordinarie 2014/2015. Michela Piccarozzi Economia dei gruppi e delle operazioni straordinarie 2014/2015 Michela Piccarozzi 1 ART. 2342, 2343 Conferimenti in S.p.A. ART. 2464,2465 Conferimenti in s.r.l ART. 2112 Diritti dei lavoratori in caso

Dettagli

Parte terza: Ambiti professionali di applicazione delle metodologie valutative. Le valutazioni economiche nelle operazioni di conferimento d azienda

Parte terza: Ambiti professionali di applicazione delle metodologie valutative. Le valutazioni economiche nelle operazioni di conferimento d azienda Teoria del valore dell impresa Parte terza: Ambiti professionali di applicazione delle metodologie valutative 16. Le valutazioni economiche nelle operazioni di conferimento d azienda Il contesto nel quale

Dettagli

Lezione 11. Il conferimento: relazione dell esperto, valutazione del patrimonio, profili fiscali

Lezione 11. Il conferimento: relazione dell esperto, valutazione del patrimonio, profili fiscali Lezione 11 Il conferimento: relazione dell esperto, valutazione del patrimonio, profili fiscali La relazione dell esperto Art. 2343 cc (conferimenti fra spa): chi conferisce beni in natura o crediti è

Dettagli

PROFILI TRIBUTARI CRITICI DEI CONFERIMENTI IN SOCIETÀ DI CAPITALI. Prof. Dott. Francesco ROSSI RAGAZZI

PROFILI TRIBUTARI CRITICI DEI CONFERIMENTI IN SOCIETÀ DI CAPITALI. Prof. Dott. Francesco ROSSI RAGAZZI PROFILI TRIBUTARI CRITICI DEI CONFERIMENTI IN SOCIETÀ DI CAPITALI Prof. Dott. Francesco ROSSI RAGAZZI Diretta 23 marzo 2009 CONFERIMENTO DI BENI Il conferimento di beni (art. 9 T.U.I.R.) è - sempre e comunque

Dettagli

I conferimenti nella S.p.A. Natalino Di Profio

I conferimenti nella S.p.A. Natalino Di Profio I conferimenti nella S.p.A. Natalino Di Profio 1 LA SOCIETA PER AZIONI (articoli 2325-2451 c.c.) E DOTATA DI PERSONALITA GIURIDICA PER LE OBBLIGAZIONI SOCIALI RISPONDE SOLO LA SOCIETA CON IL SUO PATRIMONIO

Dettagli

TELEFISCO 2009 NUOVA DISCIPLINA DEI CONFERIMENTI IN NATURA NUOVE NORME SULLA FUSIONE TRANSFRONTALIERA

TELEFISCO 2009 NUOVA DISCIPLINA DEI CONFERIMENTI IN NATURA NUOVE NORME SULLA FUSIONE TRANSFRONTALIERA TELEFISCO 2009 NUOVA DISCIPLINA DEI CONFERIMENTI IN NATURA NUOVE NORME SULLA FUSIONE TRANSFRONTALIERA Conferimenti in natura nel capitale sociale perizia di un revisore contabile o di una società di revisione

Dettagli

26/10/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013

26/10/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Michela Piccarozzi Fabrizio Rossi 1 ART. 2342, 2343 Conferimenti in S.p.A. ART. 2464,2465 Conferimenti in s.r.l ART. 2112 Diritti dei lavoratori in caso

Dettagli

La valutazione dei conferimenti

La valutazione dei conferimenti La valutazione dei conferimenti in natura: profili giuridici Giovanni Strampelli Università Bocconi Dipartimento t di studi giuridici idi i Angelo Sraffa con la collaborazione di: Franz Hermann Schütz

Dettagli

Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013

Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Michela Piccarozzi Fabrizio Rossi Non attiene tanto all eccezionalità o anormalità degli eventi intesi in termini quantitativi o temporali, quanto dell

Dettagli

Modifiche al capo V del titolo V del libro V del codice civile

Modifiche al capo V del titolo V del libro V del codice civile DECRETO LEGISLATIVO 4 agosto 2008, n. 142 Attuazione della direttiva 2006/68/CE, che modifica la direttiva 77/91/CEE relativamente alla costituzione delle societa' per azioni nonche' alla salvaguardia

Dettagli

17/11/2011. Economia delle operazioni straordinarie 2011/2012

17/11/2011. Economia delle operazioni straordinarie 2011/2012 Economia delle operazioni straordinarie 2011/2012 Michela Piccarozzi Lucio Insinga 1 Art. 2506 Art. 2506 bis Art. 2506 ter Forme di scissione - Progetto di scissione - Norme applicabili Art. 2506 quater

Dettagli

Le operazioni sul capitale nelle società di capitali. Le riduzioni

Le operazioni sul capitale nelle società di capitali. Le riduzioni Le operazioni sul capitale nelle società di capitali. Le riduzioni Riduzioni del capitale sociale Nelle società di capitali Costituisce una modifica dell atto costitutivo pertanto, la relativa delibera

Dettagli

Il conferimento. aspetti contabili. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 22 febbraio 2008

Il conferimento. aspetti contabili. Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 22 febbraio 2008 Il conferimento aspetti contabili Università degli Studi di Bergamo Corso di Ragioneria Applicata 22 febbraio 2008 1 OPERATIVAMENTE IL CONFERIMENTO PUO AVVENIRE: 1. A VALORI CORRENTI (Con recepimento in

Dettagli

Il valore equo ricavato da un bilancio approvato ai fini della valutazione di conferimenti in natura in s.p.a. (art

Il valore equo ricavato da un bilancio approvato ai fini della valutazione di conferimenti in natura in s.p.a. (art Massima n. 101 Il valore equo ricavato da un bilancio approvato ai fini della valutazione di conferimenti in natura in s.p.a. (art. 2343-ter, comma 2, lett. a), c.c.) Il valore equo ricavato da un bilancio

Dettagli

PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA. I conferimenti

PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA. I conferimenti PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA I conferimenti Aspetti civilistici Le azioni di nuova emissione possono essere liberate mediante (art. 2342 Cod.Civ.): a) conferimento in denaro; b) conferimento

Dettagli

Dott. Vanina Stoilova Dangarska Capodaglio e Associati 20 novembre 2012

Dott. Vanina Stoilova Dangarska Capodaglio e Associati 20 novembre 2012 La perizia di trasformazione e gli aspetti contabili dell operazione Dott. Vanina Stoilova Dangarska Capodaglio e Associati 20 novembre 2012 1 Art. 2500-ter. Trasformazione di società di persone 2. Nei

Dettagli

A D C - ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI RIMINI

A D C - ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI RIMINI A D C - ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE DI RIMINI ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI RIMINI Bellaria Igea

Dettagli

ECONOMIA AZIENDALE PROF. MAURO PAOLONI PROF. FABIO GIULIO GRANDIS II MODULO INTRODUZIONE ALLA CONTABILITA GENERALE. La costituzione d azienda

ECONOMIA AZIENDALE PROF. MAURO PAOLONI PROF. FABIO GIULIO GRANDIS II MODULO INTRODUZIONE ALLA CONTABILITA GENERALE. La costituzione d azienda ECONOMIA AZIENDALE PROF. MAURO PAOLONI PROF. FABIO GIULIO GRANDIS II MODULO INTRODUZIONE ALLA CONTABILITA GENERALE La costituzione d azienda Materiale didattico disponibile sul sito: www.mauropaoloni.it

Dettagli

La trasformazione societaria

La trasformazione societaria La trasformazione societaria Salvatore Sidoti Docente a contratto di Economia Aziendale, Dip. Giurisprudenza, Università di Messina Dottore Commercialista Revisore Legale DEFINIZIONE E MOTIVAZIONI Art.

Dettagli

13/11/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013

13/11/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Michela Piccarozzi Fabrizio Rossi 1 Art. 2501 Forme di fusione (bis septies) Art. 2502 Decisione in ordine alla fusione (bis) Art. 2503 Opposizione dei

Dettagli

La trasformazione: norme civili.

La trasformazione: norme civili. La trasformazione Normativa di riferimento: Artt. 2498-2500novies c.c. per la disciplina civilistica. Artt. 170 171 Dpr 22/12/1986 n. 917 (Tuir) per la disciplina fiscale. La trasformazione: norme civili.

Dettagli

SOCIETÀ DI CAPITALI COSTITUZIONE

SOCIETÀ DI CAPITALI COSTITUZIONE Francesco Casale 2016 SOCIETÀ DI CAPITALI COSTITUZIONE Any time is a good time to start a company 1 (Ron Conway) COSTITUZIONE SPA: ATTO COSTITUTIVO E STATUTO (2328) Forma: ATTO PUBBLICO notarile Contratto

Dettagli

IL CAPITALE SOCIALE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

IL CAPITALE SOCIALE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA IL CAPITALE SOCIALE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA di Claudio Venturi Sommario: - 1. La competenza dell assemblea. 2. Aumento del capitale mediante nuovi conferimenti. 2.1. Diritto di opzione.

Dettagli

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014

CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 CORSO DI RAGIONERIA A.A. 2013/2014 MODULO A LEZIONE N. 3 LE OPERAZIONI SUL CAPITALE Michela Piccarozzi piccarozzi@unitus.it I) CAPITALE È il valore monetario dei conferimenti che i soci si sono impegnati

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE. Catania, 6 maggio Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi

OPERAZIONI STRAORDINARIE. Catania, 6 maggio Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi OPERAZIONI STRAORDINARIE Catania, 6 maggio 2011 Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi OPERAZIONI STRAORDINARIE «PARERI» E «VIGILANZA» DELL ORGANO DI CONTROLLO Nelle c.d. operazioni straordinarie le norme

Dettagli

Deposito dell atto di trasferimento di quota di srl (2470 c.c.)

Deposito dell atto di trasferimento di quota di srl (2470 c.c.) Deposito dell atto di trasferimento di quota di srl (2470 c.c.) Il notaio autenticante 30 giorni OGGETTO DELL ADEMPIMENTO: deposito (per l iscrizione) dell atto di cessione di quote. NOTA IMPORTANTE: se

Dettagli

SCISSIONE TOTALE A FAVORE DI SOCIETA BENEFICIARIA DI NUOVA COSTITUZIONE E DI SOCIETA BENEFICIARIA GIA ESISTENTE

SCISSIONE TOTALE A FAVORE DI SOCIETA BENEFICIARIA DI NUOVA COSTITUZIONE E DI SOCIETA BENEFICIARIA GIA ESISTENTE SCISSIONE TOTALE A FAVORE DI SOCIETA BENEFICIARIA DI NUOVA COSTITUZIONE E DI SOCIETA BENEFICIARIA GIA ESISTENTE ESERCIZIO N. 1: SOCIO Y: PARTECIPAZIONE 70% NELLA SOCIETA X SOCIO H: PARTECIPAZIONE 30% NELLA

Dettagli

LE PERIZIE DI STIMA. La valutazione d azienda. MiniMaster

LE PERIZIE DI STIMA. La valutazione d azienda. MiniMaster LE PERIZIE DI STIMA La valutazione d azienda nelle operazioni straordinarie MiniMaster - 2016 Andrea Arrigo Panato Studio Panato Dottori Commercialisti Coordinatore scientifico MySolution Post Consigliere

Dettagli

LE VARIE RELAZIONI PER LA FUSIONE. Prof.ssa Claudia Rossi 1

LE VARIE RELAZIONI PER LA FUSIONE. Prof.ssa Claudia Rossi 1 LE VARIE RELAZIONI PER LA FUSIONE Prof.ssa Claudia Rossi 1 RELAZIONE DELL ORGANO AMMINISTRATIVO ( ART. 2501-quinquies) Gli amministratori delle società partecipanti alla fusione devono redigere una relazione

Dettagli

Punto IV all ordine del giorno di parte Straordinaria. Signori Azionisti,

Punto IV all ordine del giorno di parte Straordinaria. Signori Azionisti, Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Bulgari S.p.A. (la Società ) per l Assemblea Ordinaria e Straordinaria convocata per il 21 e 22 luglio 2009, rispettivamente in prima e seconda

Dettagli

INDICE PARTE I LA FUSIONE SOCIETARIA. Sezione I LA DISCIPLINA CIVILISTICA E FISCALE DELLA FUSIONE. Sezione II IL FORMULARIO

INDICE PARTE I LA FUSIONE SOCIETARIA. Sezione I LA DISCIPLINA CIVILISTICA E FISCALE DELLA FUSIONE. Sezione II IL FORMULARIO INDICE Prefazione.... V PARTE I LA FUSIONE SOCIETARIA Sezione I LA DISCIPLINA CIVILISTICA E FISCALE DELLA FUSIONE 1. Nozione... 5 2. Le forme di fusione... 6 3. Il procedimento di fusione... 7 3.1. La

Dettagli

R&A. Mettersi in proprio: un impresa possibile! Vantaggi e svantaggi delle tipologie societarie alla luce del nuovo diritto R&A

R&A. Mettersi in proprio: un impresa possibile! Vantaggi e svantaggi delle tipologie societarie alla luce del nuovo diritto R&A Mettersi in proprio: un impresa possibile! Vantaggi e svantaggi delle tipologie societarie alla luce del nuovo diritto R&A STUDIO TRIBUTARIO ASSOCIATO Torino, 24 novembre 2005 Le società: tratti comuni

Dettagli

Le operazioni straordinarie societarie alla luce della riforma Ires (4)

Le operazioni straordinarie societarie alla luce della riforma Ires (4) Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Attualità Le operazioni straordinarie societarie alla luce della riforma Ires (4) Conferimento di aziende: aspetti civilistici 3. CONFERIMENTO DI AZIENDE

Dettagli

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. La fusione d azienda

LE OPERAZIONI STRAORDINARIE. La fusione d azienda LE OPERAZIONI STRAORDINARIE La fusione d azienda FUSIONE AZIENDALE La fusione è regolata da diciannove articoli del Codice Civile L art. 2501 c.c. sancisce: dall art. 2501 all art. 2505 quater La fusione

Dettagli

ALFA S.r.l. Sede in Capitale sociale Euro ,00= i.v. Iscritta al n. Iscritta al n. * * * Progetto di scissione parziale della società ALFA

ALFA S.r.l. Sede in Capitale sociale Euro ,00= i.v. Iscritta al n. Iscritta al n. * * * Progetto di scissione parziale della società ALFA ALFA S.r.l. Sede in Capitale sociale Euro 26.000,00= i.v. Iscritta al n. Iscritta al n. Progetto di scissione parziale della società ALFA S.r.l. (Scissa) con costituzione della nuova società BETA S.r.l.

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE. Bellaria, 18 aprile Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi

OPERAZIONI STRAORDINARIE. Bellaria, 18 aprile Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi OPERAZIONI STRAORDINARIE Bellaria, 18 aprile 2011 Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi OPERAZIONI STRAORDINARIE «PARERI» E «VIGILANZA» DELL ORGANO DI CONTROLLO Nelle c.d. operazioni straordinarie le norme

Dettagli

FUSIONE DELLE SOCIETÀ

FUSIONE DELLE SOCIETÀ FUSIONE DELLE SOCIETÀ SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI NOVITÀ SUI DOCUMENTI DA REDI- GERE NELLA FUSIONE SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE MO- DIFICHE Artt. 2501-2502-bis Codice Civile - D. Lgs. 17.01.2003, n. 6 - D.

Dettagli

Le fusioni societarie nel Registro Imprese di Modena

Le fusioni societarie nel Registro Imprese di Modena Indicatori Modena Economica Economici Le fusioni societarie nel Registro Imprese di Modena La Camera di Commercio ha realizzato una analisi puntuale e dettagliata delle fusioni societarie iscritte al Registro

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BASTOGI S.P.A.

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BASTOGI S.P.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BASTOGI S.P.A. SULLA PROPOSTA DI CONFERIMENTO AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BASTOGI DI UNA DELEGA AD AUMENTARE IL CAPITALE SOCIALE, AI SENSI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO Corso di laurea triennale in ECONOMIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TERAMO Corso di Diritto Commerciale (IUS/05) 6 C.F.U. A.A. 2016/2017 Prof. STROZZIERI Walter Email: wstrozzieri@unite.it Ie Società per Azioni

Dettagli

ESERCITAZIONE SULLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (S.P.A.)

ESERCITAZIONE SULLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (S.P.A.) ESERCITAZIONE SULLA COSTITUZIONE DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (S.P.A.) In data 1/02/n, si costituisce avanti al Notaio xxx, la società Alfa S.p.A., con capitale sociale pari a Euro 500.000 formato da numero

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 16 DEL CONFERIMENTO DI AZIENDA E DIFFERENZE CONTABILI

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 16 DEL CONFERIMENTO DI AZIENDA E DIFFERENZE CONTABILI FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 16 DEL 09.05.2012 CONFERIMENTO DI AZIENDA E DIFFERENZE CONTABILI IL QUESITO Si chiede di conoscere come devono essere gestite,

Dettagli

IL CONFERIMENTO NELLE S.P.A.: RIFERIMENTI CIVILISTICI (AGGIORNAMENTO)

IL CONFERIMENTO NELLE S.P.A.: RIFERIMENTI CIVILISTICI (AGGIORNAMENTO) IL CONFERIMENTO NELLE S.P.A.: RIFERIMENTI CIVILISTICI (AGGIORNAMENTO) La disciplina civilistica sui conferimenti nelle società per azioni ammette, oltre al conferimento in denaro, la possibilità, su esplicita

Dettagli

Relazione illustrativa degli amministratori sulla proposta di aumento del capitale sociale mediante conferimento di beni con esclusione del diritto

Relazione illustrativa degli amministratori sulla proposta di aumento del capitale sociale mediante conferimento di beni con esclusione del diritto Relazione illustrativa degli amministratori sulla proposta di aumento del capitale sociale mediante conferimento di beni con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell articolo 2441, comma 4 C.C.

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 351 28.11.2014 Il conferimento d azienda Aspetti operativi Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie Tra le operazioni straordinarie si riconosce

Dettagli

Argomento n. 1 all ordine del giorno Proposta di modifica dell articolo 5 dello statuto sociale vigente; delibere inerenti e conseguenti.

Argomento n. 1 all ordine del giorno Proposta di modifica dell articolo 5 dello statuto sociale vigente; delibere inerenti e conseguenti. Moncler S.p.A. Via Stendhal 47, 20144 Milano Capitale sociale i.v. Euro 50.024.891,60 Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Milano n. 04642290961 Relazione illustrativa del consiglio di amministrazione,

Dettagli

Trasformazione della associazione sportiva dilettantistica

Trasformazione della associazione sportiva dilettantistica 1 Trasformazione della associazione sportiva dilettantistica Convegno del 7 dicembre 2010 Relatore Elena Pellizzari Dottore Commercialista in Torino 2 La Legge 289/2002, art. 90 comma 17 individua le forme

Dettagli

Società di capitali. Prof.ssa Laura Frizza

Società di capitali. Prof.ssa Laura Frizza Società di capitali Prof.ssa Laura Frizza Le società di capitali Le società di capitali sono: - la S.P.A. società per azioni, - la S.A.P.A. società in accomandita per azioni, - la S.R.L. società a responsabilità

Dettagli

RELAZIONI ILLUSTRATIVE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENERTRONICA S.P.A. SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO

RELAZIONI ILLUSTRATIVE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ENERTRONICA S.P.A. SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO Assemblea Straordinaria degli Azionisti di Enertronica S.p.A. del 28 settembre 2017 in prima convocazione ed occorrendo del 29 settembre in seconda convocazione RELAZIONI ILLUSTRATIVE DEL CONSIGLIO DI

Dettagli

Sommario 1. PARTE GENERALE 1

Sommario 1. PARTE GENERALE 1 Sommario 1. PARTE GENERALE 1 1.1 La successione nei rapporti in corso 3 1.1.1 Crediti 3 1.1.2 Debiti 4 1.1.2.1 Debiti nei confronti dell INAIL 6 1.1.3 Contratti 6 1.1.3.1 Il contratto di locazione 8 1.1.3.2

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE

OPERAZIONI STRAORDINARIE OPERAZIONI STRAORDINARIE Aumenti di capitale in denaro e in natura a cura di Alessandro Corsini (L&T Consulting) 00 1 COLLEGIO SINDACALE E OPERAZIONI STRAORDINARIE Attività di vigilanza Rispetto legge

Dettagli

Q u a l e f o r m a g i u r i d i c a p e r l a n u o v a i m p r e s a?

Q u a l e f o r m a g i u r i d i c a p e r l a n u o v a i m p r e s a? Impresa individuale Società di persone Società di capitali 1 IMPRESA INDIVIDUALE Normativa di riferimento: Artt. 2082, 2195, 2196 c.c Per la sua costituzione non sono richiesti particolari adempimenti

Dettagli

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul punto 1 all ordine del giorno dell Assemblea di parte Straordinaria in relazione alla

Relazione del Consiglio di Amministrazione sul punto 1 all ordine del giorno dell Assemblea di parte Straordinaria in relazione alla Cobra Automotive Technologies S.p.A. Sede legale in Varese, Via Astico n. 41 C. F./P.IVA n. 00407590124 REA Varese n. 136206 RELAZIONI ILLUSTRATIVE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI COBRA AUTOMOTIVE

Dettagli

Le società di Capitali

Le società di Capitali Le società di Capitali Società per azioni (Spa) Società in accomandita per azioni ( Sapa) Società a responsabilità limitata (Srl) 1 Le società di Capitali Caratteristiche generali delle società di capitali:

Dettagli

In tale bilancio andranno iscritte le attività e le passività ai valori risultanti dalle scritture contabili alla data in cui ha effetto la scissione.

In tale bilancio andranno iscritte le attività e le passività ai valori risultanti dalle scritture contabili alla data in cui ha effetto la scissione. Art. 2506 quater Dispone per la scissione l obbligo della rappresentazione contabile dell operazione nel primo bilancio successivo. In tale bilancio andranno iscritte le attività e le passività ai valori

Dettagli

ASSEMBLEA STRAORDINARIA 13 SETTEMBRE 2010 (1a CONVOCAZIONE) 14 SETTEMBRE 2010 (2a CONVOCAZIONE)

ASSEMBLEA STRAORDINARIA 13 SETTEMBRE 2010 (1a CONVOCAZIONE) 14 SETTEMBRE 2010 (2a CONVOCAZIONE) ASSEMBLEA STRAORDINARIA 13 SETTEMBRE 2010 (1a CONVOCAZIONE) 14 SETTEMBRE 2010 (2a CONVOCAZIONE) Relazione illustrativa degli Amministratori predisposta ai sensi dell art. 72 Regolamento Consob n. 11971

Dettagli

d) svolge le medesime funzioni del comitato per il controllo sulla gestione

d) svolge le medesime funzioni del comitato per il controllo sulla gestione IISS BOSELLI ALBERTI PERTINI VARAZZE CLASSE 4^G COGNOME NOME DATA Questionario su Società di persone e società di capitali 1. La riforma del diritto societario introduce i seguenti nuovi sistemi di amministrazione

Dettagli

Associazione Disiano Preite, Il diritto delle società N O Z I O N E E C O S T I T U Z I O N E C A R A T T E R I G E N E R A L I D E L L A S. R. L.

Associazione Disiano Preite, Il diritto delle società N O Z I O N E E C O S T I T U Z I O N E C A R A T T E R I G E N E R A L I D E L L A S. R. L. nozione s.r.l. unipersonale C A R A T T E R I G E N E R A L I D E L L A S. R. L. nella s.r.l., per le obbligazioni risponde solo la società con il suo patrimonio le quote di partecipazione dei soci non

Dettagli

Signori Azionisti, DELIBERAZIONI. L Assemblea degli Azionisti di KME Group S.p.A., riunita in sede straordinaria in Firenze il 20/21 giugno 2007,

Signori Azionisti, DELIBERAZIONI. L Assemblea degli Azionisti di KME Group S.p.A., riunita in sede straordinaria in Firenze il 20/21 giugno 2007, Conferimento della delega agli Amministratori, ai sensi dell art. 2443 del Codice Civile, ad aumentare il capitale sociale a servizio del Piano di Stock Option per un massimo di 2.754.714,97 mediante emissione

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... 5

INDICE SOMMARIO. Presentazione... 5 INDICE SOMMARIO Presentazione... 5 Parte I LA SOCIETÀ PER AZIONI Conferimenti 1. Verbale di assemblea ordinaria che autorizza l acquisto da parte della società da promotori fondatori, soci e amministratori

Dettagli

16/11/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013

16/11/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Michela Piccarozzi Fabrizio Rossi 1 Art. 2506 Art. 2506 bis Art. 2506 ter Forme di scissione - Progetto di scissione - Norme applicabili Art. 2506 quater

Dettagli

05/12/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013

05/12/2012. Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Economia delle operazioni straordinarie 2012/2013 Michela Piccarozzi Fabrizio Rossi 1 Art. 2272-2283 Società semplice Art. 2308-2312 Società in nome collettivo Art. 2323-2324 Società in accomandita s.

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DI SCISSIONE. Prof. Claudia Rossi 1

IL PROCEDIMENTO DI SCISSIONE. Prof. Claudia Rossi 1 IL PROCEDIMENTO DI SCISSIONE Prof. Claudia Rossi 1 IL PROGETTO DI SCISSIONE Gli amministratori delle società che partecipano alla scissione predispongono il progetto di scissione che deve contenere le

Dettagli

Società a responsabilità limitata

Società a responsabilità limitata Esercitazioni svolte 2013 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 7 Società a responsabilità limitata Laura Mottini SCELTA MULTIPLA Individuare la risposta esatta tra quelle proposte, riferita a una società

Dettagli

La cessione d azienda O ramo d azienda Studio Montanari Via san Vitale n Bologna Tel Relatore Montanari Maura

La cessione d azienda O ramo d azienda Studio Montanari Via san Vitale n Bologna Tel Relatore Montanari Maura Programma di FORMAZIONE CONTINUA FIAIP Provincia di Bologna 2014 1 La cessione d azienda O ramo d azienda Studio Montanari Via san Vitale n.15 40125 Bologna Tel 051 2964911 Relatore Montanari Maura Bologna,

Dettagli

Lezione 12. La trasformazione: profili giuridici la trasformazione progressiva

Lezione 12. La trasformazione: profili giuridici la trasformazione progressiva Lezione 12 La trasformazione: profili giuridici la trasformazione progressiva Prerequisiti Soc. persone ss (attività non commerciale) snc, sas (commerciali) Responsabilità illimitata e solidale Autonomia

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO redatto ai sensi dell articolo 57, 1 comma, lettera e), del regolamento di attuazione del D. Lgs. n. 58/1998 concernente la disciplina degli emittenti, adottato dalla CONSOB con delibera

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE per incorporazione di Groma S.r.l. in IPI Servizi S.r.l. ai sensi dell art.2501 ter c.c.

PROGETTO DI FUSIONE per incorporazione di Groma S.r.l. in IPI Servizi S.r.l. ai sensi dell art.2501 ter c.c. IPI Servizi S.r.l. a socio unico Sede legale in Torino (TO), via Nizza n. 262/59 Capitale sociale Euro 2.300.000 i.v. Numero Registro imprese, Codice fiscale e P.IVA 09253140017 N. Rea : TO - 1037088 Società

Dettagli

INDICE. Parte I IL CONFERIMENTO D AZIENDA. 1. Definizione e finalità del conferimento d azienda... 3

INDICE. Parte I IL CONFERIMENTO D AZIENDA. 1. Definizione e finalità del conferimento d azienda... 3 Presentazione...................................... IX Parte I IL CONFERIMENTO D AZIENDA 1. Definizione e finalità del conferimento d azienda............. 3 CAPITOLO 1 I PROFILI GIURIDICI DEL CONFERIMENTO

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 3 LA COSTITUZIONE DEL SOGGETTO GIURIDICO

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 3 LA COSTITUZIONE DEL SOGGETTO GIURIDICO ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 3 LA COSTITUZIONE DEL SOGGETTO GIURIDICO 1 ESERCIZIO (1) In data 20.07 il sig. Rossi ed il sig. Bianchi raggiungono il definitivo accordo che li condiuce a dar vita ad una nuova

Dettagli

Emissione delle azioni

Emissione delle azioni 1 TITOLI AZIONARI Nella s.p.a. sono previsti anche: strumenti finanziari partecipativi Emissione delle azioni 1. La partecipazione sociale è rappresentata da azioni. [lo statuto può escludere l'emissione

Dettagli

DIRITTO DI RECESSO NELLA S.P.A.

DIRITTO DI RECESSO NELLA S.P.A. SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI PARTICOLARITÀ SUL DIRITTO DI RECESSO NELLE S.P.A. SCHEMA RIASSUNTIVO DELLE MO- DIFICHE DIRITTO DI RECESSO NELLA S.P.A. Artt. 2437-2437-sexies - D. Lgs. 17.01.2003, n. 6 - D.

Dettagli

Associazione Disiano Preite, Il diritto delle società L E O P E R A Z I O N I S T R A O R D I N A R I E T R A S F O R M A Z I O N E

Associazione Disiano Preite, Il diritto delle società L E O P E R A Z I O N I S T R A O R D I N A R I E T R A S F O R M A Z I O N E T R A S F O R M A Z I O N E ratio riforma nozione forma pubblicità cause d invalidità ratio riforma riconoscere come diritto comune i casi di trasformazione eterogenea e ammettere che la continuazione

Dettagli

Relazione del Consiglio di Amministrazione. (Redatta ai sensi dell art. 125-ter del D.Lgs. 58/98 e 84-ter del Regolamento Consob 11971/99)

Relazione del Consiglio di Amministrazione. (Redatta ai sensi dell art. 125-ter del D.Lgs. 58/98 e 84-ter del Regolamento Consob 11971/99) Relazione del Consiglio di Amministrazione (Redatta ai sensi dell art. 125-ter del D.Lgs. 58/98 e 84-ter del Regolamento Consob 11971/99) Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti - in prima

Dettagli

Le società di Capitali

Le società di Capitali Le società di Capitali Società per azioni (Spa) Società in accomandita per azioni (Sapa) Società a responsabilità limitata (Srl) Le società di Capitali Caratteristiche generali delle società di capitali:

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL QUINTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI, CONVOCATA PER IL

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL QUINTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI, CONVOCATA PER IL RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL QUINTO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI, CONVOCATA PER IL 25 NOVEMBRE 2013, IN UNICA CONVOCAZIONE 5. Proposta di aumento

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO. 2. Deliberazioni in merito alla Prima Sezione della Relazione sulla Remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D. Lgs. n.

ORDINE DEL GIORNO. 2. Deliberazioni in merito alla Prima Sezione della Relazione sulla Remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D. Lgs. n. Relazione illustrativa degli amministratori ai sensi dell art. 72 e secondo lo schema n. 2 dell Allegato 3A del Regolamento adottato con Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni

Dettagli

ARTICOLI DEL C.C. CONTENENTI MODIFICHE APPORTATE DAL D.LGS. N. 123/2012 RIPRODOTTI PER INTERO

ARTICOLI DEL C.C. CONTENENTI MODIFICHE APPORTATE DAL D.LGS. N. 123/2012 RIPRODOTTI PER INTERO ARTICOLI DEL C.C. CONTENENTI MODIFICHE APPORTATE DAL D.LGS. N. 123/2012 RIPRODOTTI PER INTERO ARTICOLO 2501 TER Progetto di fusione (1). [I]. L'organo amministrativo delle società partecipanti alla fusione

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL SETTIMO 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL SETTIMO 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANZAI S.P.A. SUL SETTIMO PUNTO ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA PER IL 14 APRILE 2016 IN UNICA CONVOCAZIONE AUTORIZZAZIONE

Dettagli

LA COSTITUZIONE DI AZIENDA

LA COSTITUZIONE DI AZIENDA LA COSTITUZIONE DI AZIENDA La costituzione di azienda richiede l espletamento di determinate formalità e la rilevazione di una serie di conti a seconda della forma giuridica che la nascente azienda assume,

Dettagli

Massima n. 8. IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. 29

Massima n. 8. IPSOA Wolters Kluwer Italia S.r.l. 29 Massima n. 8 Trasformazione e fusione di società di persone dalle quali risulti una società per azioni - relazione di stima ex art. 2501-sexies, comma 6 - art. 2343-ter c.c. - applicabilità I In caso la

Dettagli

Società per azioni Operazioni sulle proprie azioni

Società per azioni Operazioni sulle proprie azioni Società per azioni Operazioni sulle proprie azioni 1 OPERAZIONI SULLE PROPRIE AZIONI SOTTOSCRIZIONE 2 ACQUISTO ALTRE OPERAZIONI Assistenza finanziaria per l acquisto Accettazione in garanzia Divieto di

Dettagli

Riduzioni del capitale sociale

Riduzioni del capitale sociale Riduzioni del capitale sociale Nelle società di capitali disciplina puntuale e rigorosa, dettata dal legislatore a tutela dei terzi per i quali l entità e l effettività del capitale sociale costituisce

Dettagli

L autorizzazione è richiesta per l acquisto anche in più tranche, di azioni ordinarie Moncler prive di indicazione del valore nominale, fino ad un

L autorizzazione è richiesta per l acquisto anche in più tranche, di azioni ordinarie Moncler prive di indicazione del valore nominale, fino ad un Moncler S.p.A. Via Stendhal n. 47, 20144 Milano Capitale sociale i.v. Euro 50.024.891,60 Codice fiscale ed iscrizione al Registro imprese di Milano n. 04642290961 Relazione illustrativa degli amministratori

Dettagli

PROGETTO DI SCISSIONE. di M.A.P.R.E. S.R.L. con unico socio. CAMPUS REGGIO SRL con unico socio

PROGETTO DI SCISSIONE. di M.A.P.R.E. S.R.L. con unico socio. CAMPUS REGGIO SRL con unico socio PROGETTO DI SCISSIONE PARZIALE e PROPORZIONALE di M.A.P.R.E. S.R.L. con unico socio a favore di CAMPUS REGGIO SRL con unico socio REDATTO AI SENSI dell art. 2506-bis del codice civile Gli organi amministrativi

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI ALL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA I Signori Azionisti di Triboo S.p.A. sono convocati a partecipare all Assemblea ordinaria della loro società

Dettagli

previsto dallo statuto [digitare luogo] ], si è tenuta l'assemblea generale dei soci, per

previsto dallo statuto [digitare luogo] ], si è tenuta l'assemblea generale dei soci, per Verbale di assemblea di Srl per assegnazione beni ai soci (a cura di Studio Meli Srl) [digitare la ragione sociale] Srl Sede in [digitare la sede] Capitale sociale Euro [digitare il capitale sociale]i.v.

Dettagli

PREMESSA IL SISTEMA TRADIZIONALE IL SISTEMA MONISTICO IL SISTEMA DUALISTICO

PREMESSA IL SISTEMA TRADIZIONALE IL SISTEMA MONISTICO IL SISTEMA DUALISTICO PREMESSA IL SISTEMA TRADIZIONALE Principali innovazioni Il Consiglio di Amministrazione Il Collegio Sindacale IL SISTEMA DUALISTICO Principali caratteristiche Il Consiglio di Gestione Il Consiglio di Sorveglianza

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Iter approvazione Bilancio Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Paolo Massinissa Magini 1) REDAZIONE DEL BILANCIO Gli amministratori

Dettagli

Capitolo 23 Il controllo del bilancio d esercizio

Capitolo 23 Il controllo del bilancio d esercizio Capitolo 23 Il controllo del bilancio d esercizio Riferimenti: V. Antonelli, G. Liberatore (a cura di), Il bilancio d esercizio. Teoria e casi, Franco Angeli, Milano, capitolo 23 1 Sommario Il controllo

Dettagli

Premessa... 5 PARTE PRIMA LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA

Premessa... 5 PARTE PRIMA LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA INDICE SOMMARIO Premessa... 5 PARTE PRIMA LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA 1. Atto costitutivo di società a responsabilità limitata (con durata determinata)... 21 2. Atto costitutivo di società a responsabilità

Dettagli

Iscrizione della dichiarazione degli amministratori di accertamento di una causa di scioglimento di spa, sapa, srl, cooperative (2484 c.c.

Iscrizione della dichiarazione degli amministratori di accertamento di una causa di scioglimento di spa, sapa, srl, cooperative (2484 c.c. Iscrizione della dichiarazione degli amministratori di accertamento di una causa di scioglimento di spa, sapa, srl, cooperative (2484 c.c.) gli amministratori non previsti espressamente dalla norma OGGETTO

Dettagli

TITOLO III TITOLO III CAPITALE SOCIALE E AZIONI CAPITALE SOCIALE E AZIONI. Art. 5. Art. 5

TITOLO III TITOLO III CAPITALE SOCIALE E AZIONI CAPITALE SOCIALE E AZIONI. Art. 5. Art. 5 STATUTO 1 TITOLO III CAPITALE SOCIALE E AZIONI Art. 5 Il capitale sociale è di Euro 162.530.179,00 (centosessantaduemilionicinquecentotrentamilacentosettantanove /00) ed è rappresentato da n. 49.229.109

Dettagli

Aspetti giuridici del contratto di rete nel rapporto bancario

Aspetti giuridici del contratto di rete nel rapporto bancario Aspetti giuridici del contratto di rete nel rapporto bancario Requisiti obbligatori del Contratto di Rete e importanza degli elementi facoltativi nel rapporto con la Banca Cuono Manna Elementi obbligatori

Dettagli

SPA: Società per azioni

SPA: Società per azioni SPA: Società per azioni E una società di capitali: (art. 2325 c.c., 1 comma)per le obbligazioni sociali risponde solo la società con il suo patrimonio (art. 2346 c.c., 1 comma) la partecipazione sociale

Dettagli

OPERAZIONI STRAORDINARIE

OPERAZIONI STRAORDINARIE OPERAZIONI STRAORDINARIE Il Conferimento d azienda a cura del Dott. Pietro Buttitta Il Conferimento d azienda Gli aspetti civilistici Gli aspetti fiscali Gli aspetti contabili Il conferimento d azienda

Dettagli

Come creare una società cooperativa Giovedì 01 Dicembre :57

Come creare una società cooperativa Giovedì 01 Dicembre :57 L art. 2521 disciplina la costituzione delle società cooperative e stabilisce in primo luogo che essa debba avvenire per atto pubblico con un numero illimitato di soci, ma non inferiore a nove. Una società

Dettagli