Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?"

Transcript

1 CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi valide. Suppoiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguete problema: i quati modi quattro persoe possoo sedersi l ua accato all altra? Risolvere il problema, el migliore dei casi, richiede disciplia e la scelta di ua strategia per arrivare a cotare effettivamete tutti i modi possibili. Decidiamo, allora, di procedere sistematicamete per esaurire tutte le possibilità esisteti: fissiamo la prima persoa, seza cambiargli di posto, e cotiamo i quati modi le tre rimaeti possoo sederglisi accato. Poi fissiamo la secoda e così via fio alla quarta. Se chiamiamo A, B, C e D le quattro persoe, avremo: ABCD ABDC ACBD ACDB ADBC ADCB BACD BADC BCAD BCDA BDAC BDCA CABD CADB CBAD CBDA CDAB CDBA DABC DACB DBAC DBCA DCAB DCBA Dallo schema precedete, si vede subito che ci soo 24 modi diversi per far sedere quattro persoe l'ua accato all'altra, i fila. Il ostro problema é risolto, diremmo. Ma quata fatica per arrivarci! I effetti, a oi iteressa solo cotare il umero dei diversi modi e o elecarli esplicitamete l'uo dopo l'altro. Suppoiamo ora di voler complicare il problema. Possiamo riteere che le lettere, che rappresetao le quattro persoe, elecate l'ua dopo l'altra, siao le lettere dell alfabeto di ua certa ligua. Allora, se o ci soo ripetizioi di lettere, ci soo 24 parole diverse che si possoo formare co le quattro lettere dell'alfabeto. Ma quate parole si possoo formare se vogliamo cosiderare ache le ripetizioi di ciascua lettera? Per rispodere potremmo pesare di seguire la strategia precedete. Ma ci vorrebbe molto tempo e riuciamo a farlo, dado soltato il risultato: 256. Il risultato di sopra l'abbiamo dato o perché, i separata sede ci siamo messi a fare il lavoro per elecare prima e cotare poi le parole che si possoo formare. Abbiamo soltato

2 2 Cap. 1: Calcolo combiatorio cotato il umero del modi possibili i cui le quattro lettere si possoo scrivere l'ua accato all'altra co tutte le ripetizioi possibili. Vediamo come. I quati modi possiamo scegliere la prima lettera? I 4 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere la secoda lettera? I 4 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere la terza lettera? I 4 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere la quarta lettera? I 4 modi diversi. Allora il umero delle parole possibili (cotado le ripetizioi) é: 4x4x4x4=256. Per il primo problema la situazioe è differete i quato o possiamo avere ripetizioi; e duque: I quati modi possiamo scegliere la prima lettera? I 4 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere la secoda lettera? I 3 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere la terza lettera? I 2 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere la quarta lettera? I 1 modo. Allora il umero dei modi i cui possiamo scrivere, seza ripetizioi, parole co le quattro lettere A, B, C e D é: 4x3x2x1=24. A quali coclusioi ci portao le cosiderazioi precedeti? Iaziturro possiamo fare astrazioe dalla atura degli oggetti cosiderati (persoe o lettere dell'alfabeto). I secodo luogo, la scelta di ua buoa strategia di calcolo può farci evitare elechi lughi e oiosi che, i casi più complessi, sarebbero addirittura impesabili. Scopo del calcolo combiatorio é evitare, apputo, elechi iutili e oiosi ed arrivare al risultato richiesto co l'ausilio di calcoli molto semplici (le classiche 4 operazioi!) e di forire ache, se ecessario, gli elechi di tutti i casi possibili. Nel resto del capitolo vedremo, i modo sistematico, le teciche del calcolo combiatorio da applicare, ei capitoli segueti, al calcolo delle probabilità. 1.2 Disposizioi semplici e co ripetizioe U problema molto ricorrete, i diverse situazioi (o ecessariamete di tipo matematico), é quello del calcolo del umero dei modi i cui u certo umero di elemeti, presi da u determiato isieme fiito, possoo essere disposti, riteedo che due cofigurazioi soo diverse o per la atura degli elemeti o per l'ordie i cui gli elemeti soo sistemati. Per redere le idee più chiare, suppoiamo di avere u isieme di cique lettere: A, B, C, D ed E. Vogliamo sapere quate parole diverse, ciascua formata da tre lettere, si possoo formare a partire dalle cique lettere date. Ogi parola prede il ome di disposizioe dei cique elemeti presi tre alla volta. E' chiaro che la prima lettera può essere scelta, tra le cique, i cique modi diversi; la secoda lettera, tra le quattro rimaeti, i quattro modi diversi; ifie, la terza lettera, tra le tre rimaeti, i tre modi diversi. Quidi otteiamo 5x4x3=60 modi diversi di disporre tre lettere da scegliere i u isieme di cique lettere.

3 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità 3 La cosa può essere geeralizzata, cosiderado u isieme di elemeti e voledo calcolare il umero di modi i cui possiamo scegliere ua cofigurazioe di k elemeti, tra gli dispoibili, cosiderado diverse due cofigurazioi che hao elemeti diversi o che, pur avedo gli stessi elemeti, questi soo disposti i ordie diverso. Si parla i questo caso di disposizioi semplici di elemeti presi k alla volta, il cui umero viee idicato simbolicamete co D(,k) o co D k. Per calcolare questo umero possiamo procedere come ell'esempio precedete: I quati modi possiamo scegliere il 1 elemeto? I modi diversi. I quati modi possiamo scegliere il 2 elemeto? I - 1 modi diversi. I quati modi possiamo scegliere il 3 elemeto? I - 2 modi diversi.... I quati modi possiamo scegliere il k-esimo elemeto? I - k + 1 modi diversi. Allora avremo: D = ( - 1) ( - 2)...( - k + 1 ) (1) k La (1), che ci dà il umero di disposizioi semplici di elemeti presi k alla volta, può essere letta come il prodotto di k fattori aturali decresceti a partire da. Mediate la (1), o abbiamo più bisogo di elecare tutte le cofigurazioi possibili e poi cotarle. Tutto si riduce ad u calcolo meccaico per il problema specifico. Esempio 1 Calcolare i quati modi 10 pallie umerate da 1 a 10 possoo essere estratte da u'ura prededoe 4 alla volta. Il calcolo é semplice ed abbiamo: D(10,4) = = Notare che abbiamo il prodotto di 4 fattori decresceti a partire da 10. Esempio 2 Calcolare il umero dei modi i cui uo studete può scegliere, ell'ordie, 5 domade tra u questioario di 8 domade. Abbiamo facilmete: D(8,5) = = Notare che abbiamo il prodotto di 5 fattori decresceti a partire da 8. Ma cosa succede se i k elemeti che dobbiamo scegliere tra gli dispoibili possoo essere ripetuti? I questo caso si parla di disposizioi co ripetizioe di elemeti presi k alla volta, il cui umero viee idicato co D'(,k) o co D' k. Il calcolo del umero di queste disposizioi é acora più semplice che el caso delle disposizioi semplici, i quato, ogi volta, possiamo scegliere tutti gli elemeti dell'isieme dato. Avremo allora: I quati modi possiamo scegliere il 1 elemeto? I modi diversi. I quati modi possiamo scegliere il 2 elemeto? I modi diversi. I quati modi possiamo scegliere il 3 elemeto? I modi diversi....

4 4 Cap. 1: Calcolo combiatorio I quati modi possiamo scegliere il k-esimo elemeto? I modi diversi. Duque: D' = k k (2) Esempio 3 Esempio 4 Esempio 5 Omettedo il loro discutibile sigificato, quate parole di 3 lettere si possoo formare co 5 lettere? Abbiamo immediatamete: D'(5,3) = 5 3 = 125. Dispoedo di badiere di 7 colori diversi, quati messaggi differeti si possoo formare usado 4 badiere alla volta? Si tratta evidetemete di disposizioi co ripetizioe di 7 elemeti presi 4 alla volta. Quidi avremo: D'(7,4) = 7 4 = Calcoiamo il umero delle coloe che é mecessario giocare, el gioco del Totocalcio, per fare co certezza u tredici. I questo gioco, molto popolare i Italia, bisoga fare dei proostici su tredici partite di calcio dei campioati di serie A, serie B e serie C. Per dare la vittoria alla squadra che gioca i casa bisoga idicare '1' sulla schedia, per dare u pareggio 'X' e per dare la scofitta alla squadra di casa '2'. Allora si tratta di calcolare il umero delle disposizioi co ripetizioe di tre elemeti (1, X e 2) presi 13 alla volta: D'(3,13) = 3 13 = Come si vede il umero delle coloe da giocare per fare certamete u tredici é molto grade e bisogerebbe ivestire delle somme cosiderevoli (co 800 lire a coloa, be lire) per riuscire u tredici che essuo assicura, a priori, essere miliardario! 1.3 Permutazioi semplici e co ripetizioe Se il umero di elemeti da predere i cosiderazioe é uguale al umero degli elemeti dell'isieme cosiderato o si parla più di disposizioi di elemeti presi alla volta ma piuttosto di permutazioi di elemeti. Per calcolare il umero di permutazioi semplici di elemeti,p(), possiamo applicare la (1) del paragrafo precedete; solo che, i questo caso, dovremo avere il prodotto di fattori decresceti a partire da fio a 1: P( ) = P = ( - 1) ( - 2) =! (3)

5 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità 5 dove abbiamo ache ua uova otazioe (!, da leggere fattoriale), apputo per idicare il prodotto suddetto. Co la uova otazioe, possiamo riscrivere la (1) i questa uova forma (la facile dimostrazioe si lascia per esercizio al lettore): D k =! ( - k)! (1') A proposito di fattoriale, metre risulta immediato che 1!=1, dobbiamo ammettere, per covezioe e per dare u seso alla (1') quado = k, che 0!=1. Esempio 6 Esempio 7 Calcoliamo il umero di permutazioi di 6 elemeti. Abbiamo: P(6) = 6! = = 720. I quati modi 4 persoe possoo sedersi i fila? (ricordate l'esempio del paragrafo 1.1?) Abbiamo: P(4) = 4! = = 24. Il fattoriale di u umero cresce rapidamete al cresce del umero, come si può vedere dalla tabella della pagia seguete che forisce il fattoriale di alcui umeri:!! I fattoriali della tabella precedete soo stati calcolati co ua ormale calcolatrice scietifica, il che comporta due limitazioi: - a partire da 14!, si perde i precisioe; questa limitazioe può essere evitata ad esempio co u programma per computer capace di effettuare calcoli i multiprecisioe - è possibile calcolare, co l'ausilio della fuzioe predefiita x!, il fattoriale di u umero x fio ad u valore di x uguale a 69 (la calcolatrice può forire risultati fio all'ordie di gradezza ); ache questa limitazioe può essere evitata sia co u opportuo programma per computer, sia utilizzado la formula approssimata di Stirlig: -! = e 2 p

6 6 Cap. 1: Calcolo combiatorio che forisce u valore approssimato del fattoriale di u umero per valori abbastaza gradi di. 1 Ache per le permutazioi possiamo cosiderare la possibilità della ripetizioe di tutti gli elemeti; i questi casi la formula (2) é acora applicabile,sostituedo, al posto di k,. Esempio 8: Dispoedo di badiere di cique tipi differeti, quati messaggi si possoo formare co queste badiere, se possiamo avere ache la ripetizioe delle stesse? Abbiamo: D'(5,5) = 5 5 = Suppoiamo ora di voler calcolare il umero delle permutazioi delle lettere coteute ella parola LOLLO, parola i cui la lettera L é ripetuta 3 volte e la lettera O due volte. I casi come questi, si parla di permutazioi co ripetizioi (el ostro esempio, di 5 elemeti di cui uo presete 3 volte ed uo presete due volte). Per calcolare il umero di queste permutazioi suppoiamo, i u primo mometo, che le lettere ripetute o siao uguali ma diverse e le distigueremo co u idice (provvisorio!). Così, delle segueti permutazioi: (12 i tutto: 6x2 = 3!x2!, otteute dalla permutazioe delle tre L e delle due O) dobbiamo predere i cosiderazioe solo ua, i quato gli idici soo solo fittizi. Quidi possiamo calcolare le permutazioi delle lettere della parola LOLLO, calcolado prima le permutazioi di tutte e cique le lettere supposte diverse e dividedo il risultato per 12=3!x2!: P(5,3,2) = 5! 3!2! = = 10. Possiamo geeralizzare il risultato e cosiderare il caso i cui vogliamo calcolare il umero delle permutazioi co ripetizioe di elemeti, fra cui k 1, k 2,..., k r soo uguali fra loro (ma tali che k k... k ) e scrivere che tale umero é uguale a: 1 2 r 1 L'applicazioe della formula di Stirlig comporta la coosceza delle fuzioi espoeziali e logaritmiche. Gli studeti che o cooscoo acora queste fuzioi possoo applicarla successivamete per calcolare, ad esempio, u valore approssimato di 150! e 2500!.

7 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità 7 P(, k, k,..., k ) = 1 2 r! k! k!... k! 1 2 r (4) Esempio 9 Vogliamo fare ua ripartizioe di 15 studeti i 3 classi: 5 ella classe A, 4 ella classe B e 6 ella classe C. I quati modi possiamo fare questa ripartizioe? Possiamo risolvere il problema proposto suppoedo che la ripartizioe sia già fatta e che i 5 studeti della classe A siao paragoabili a cique A ripetute, i 4 studeti della classe B siao paragoabili a quattro B ripetute ed ifie che i 6 studeti della classe C siao paragoabili a 6 C ripetute. Quidi il umero cercato é: 15! P( 15; 5, 4, 6) ! 4! 6! 1.4 Combiazioi semplici Suppoiamo che ua classe di 15 alui debba madare ua delegazioe di tre studeti ad u certo cogresso. I quati modi diversi é possibile scegliere gli studeti della delegazioe? Il problema somiglia molto ad u problema di disposizioi semplici, solo che, i questo caso, l'ordie co cui vegoo scelti i 3 studeti o ha alcua importaza. Allora se A, B e C soo tre studeti scelti, le permutazioi semplici dei tre studeti coducoo sempre alla stessa scelta. Duque dobbiamo calcolare le disposizioi semplici di 15 elemeti presi 3 alla volta e dividere il risultato per 3!; avremo quidi che il umero richiesto é: ! = 455 I casi come questi, i cui due raggruppameti soo diversi soltato se hao almeo u elemeto diverso, si parla di combiazioi semplici di elemeti presi k alla volta: il cui umero idicheremo co C(,k) o co C k. Da quato visto sopra abbiamo facilmete che: C(, k) = D(, k). k! Duque, combiado la formula precedete co la (1'), avremo: C(, k) =! k!( - k)! (5) Esempio 10 Gioco del Lotto. Ache questo é u gioco molto popolare i Italia. I u ura ci soo 90 pallie umerate da 1 a 90. Vegoo estratte, ua dopo l'altra e seza reimbussolameto, 5 pallie. Si vice se si riesce ad idoviare, i ua giocata precedete l'estrazioe, ua coppia di umeri (ambo), ua tera di umeri

8 8 Cap. 1: Calcolo combiatorio (tero), ua quatera di umeri (quatera), i 5 umeri (ciquia). Calcolare il umero di ambi, teri, quatere, ciquie possibili. I tutti i casi si tratta di combiazioi semplici di 90 elemeti presi 2, 3, 4 o 5 alla volta, rispettivamete. Quidi possiamo scrivere: 90 90! ( ambi) = C 2 = = = !88! 90 ( teri) = C = 3 90! 3!87! = 6 = ( quatere) = C = 4 90! 4!86! = 24 = ( quitie) = C = 5 90! 5!85! = 120 = Come si vede dal calcolo precedete, se da ua parte é relativamete semplice realizzare u ambo, diveta sempre più difficile realizzare u tero, ua quatera, ua quitia (quasi 44 milioi di quitie possibili!). Sarebbe iteressate ache esamiare come lo Stato, gestore del gioco, ricompesa (si fa per dire...) le evetuali vicite. Esempio 11 Nella figura sottostate é rappresetato u reticolato formato da 36 quadrati; ciascu vertice dei quadrati viee idividuato da ua coppia di umeri (che potrebbero essere le coordiate cartesiae dei vertici stessi), da 0 a 9 i orizzotale e da 0 a 4 i verticale. I quati modi diversi si può adare, seguedo i lati dei quadrati, dal puto (0,0) al puto (9,4)? (0,4) (9,4) (0,0) (9,0) Possiamo rappresetare i diversi spostameti usado il simbolo d per idicare uo spostameto orizzotale verso destra, il simbolo a per idicare uo spostameto verticale verso l'alto. Allora uo dei possibili itierari (rappresetato i figura) é: dddaadddaddad.

9 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità 9 Evidetemete bisoga percorrere, i orizzotale o i verticale, tredici cammii uitari e possiamo scegliere 9 o 4 di questi cammii come é immediato redersi coto. Quidi avremo che il umero dei cammii richiesto é dato da: C = C = 13! = = 2860, 9!3! 6 oppure da: C = C = 13! !9! = Dall'esempio precedete abbiamo visto che: C9 C13 9 C4 Il risultato dell'esempio precedete é del tutto geerale e può essere dimostrato i modo diretto a partire dalla (5). Possiamo allora cocludere che:. C k C (6) k 1.5 Coefficieti biomiali e biomio di Newto. Teedo coto delle covezioi fatte sul fattoriale di u umero, possiamo facilmete verificare che, fissato e facedo variare k da k = 0 fio a k =, abbiamo la seguete tabella dei valori di C k per i primi 8 valori di : C k \k La tabella precedete ci suggerisce alcue osservazioi: a) Per ogi : C C. 0 1 b) Per ogi : Ck Ck C 1 1 k 1 ; questa circostaza é stata messa i evideza ella tabella, dove si può otare, ad esempio, che: C(5,1)+C(5,2) = = 15 = C(5+1,1+1) = C(6,2) C(7,4)+C(7,5) = = 56 = C(7+1,4+1) = C(8,5).

10 10 Cap. 1: Calcolo combiatorio c) Se guardiamo i umeri di ogi riga, ci viee subito da pesare ai coefficieti umerici dello sviluppo di (x + y) (poteza -esima di u biomio). Per esempio, lo sviluppo: (x + y) 4 = x 4 + 4x 3 y + 6x 2 y 2 + 4xy 3 + y 4 ha i coefficieti umerici 1, 4, 6, 4 e 1, corrispodeti ai valori foriti dalla tabella precedete per = 4. Per questo motivo i umeri foriti dalla tabella precedete si chiamao ache coefficieti biomiali e si idicao co k da leggere ' su k' (seza alcua relazioe co la divisioe!). E' evidete che utilizzado il uovo simbolo per i coefficieti biomiali, risulta: C k k. Utilizzado il uovo simbolo, la poteza -sima di u biomio si può esprimere mediate la formula: k= - ( x + y) = k x k y k (7) k= 0 formula che che usa ache u uovo simbolo (, sigma maiuscolo, simbolo di sommatoria i matematica, da leggere sommatoria per k uguale a 0 fio a k uguale a di...). La (7) si chiama ache formula del biomio di Newto e la tabella precedete prede il ome di triagolo di Tartaglia (i fracesi la chiamao triagolo di Pascal). Esempio 12: Calcoliamo lo sviluppo di x 2y 6. Utilizzado i coefficieti foriti dal triagolo di Tartaglia o la formula di Newto abbiamo: x 2y 6 = = x (-2 y) + x (-2 y) + x (-2 y) + 3 x (-2 y) (-2 ) + (-2 ) + (-2 ) 4 5 x y x y 6 x y = = x 12x y 60x y 160x y 230x y 192xy 64y. 1.6 Diagrammi ad albero A volte diveta difficile classificare u determiato problema combiatorio e quidi applicare la formula delle disposizioi o quella delle combiazioi, semplici o ripetute. I alcui di questi casi (ma ache i altri di facile classificazioe) risulta utile schematizzare il

11 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità 11 problema co u diagramma ad albero (così chiamato a causa della sua struttura ramificata) per eumerare tutti i possibili esiti di ua serie di esperimeti, ciascuo dei quali può avere solo u umero fiito di esiti. Altre volte é ache ecessario cooscere, oltre al umero, ache la lista completa di tutti gli esiti possibili: pure i questi casi, u diagramma ad albero é di grade aiuto. Esempio 13 Laciamo ua moeta 3 volte. Quati risultati diversi (successioi di testa e croce) possiamo avere? Osserviamo lo schema seguete, dove possiamo otare che per oguo dei laci soo rappresetati i due risultati possibili: T (testa) e C (croce). T C T C T C T TTT C T C T C T C TTC TCT TCC CTT CTC CCT CCC Dallo schema precedete o solo abbiamo la possibilità di cotare tutti i possibili esiti, 8, del ostro esperimeto ripetuto tre volte, ma abbiamo ache l'eleco completo degli esiti possibili, che soo quelli scritti alla fie di ciascu ramo. Esempio 14 Laciamo due dadi per studiare la somma dei risultati delle due facce 'viceti'. Vogliamo calcolare il umero delle cofigurazioi che geerao u determiato risultato della somma, dal 2 al 12. Primo dado Secodo dado Cof.razioi: Dallo schema precedete (dove le cofigurazioi soo da leggere i verticale) deduciamo facilmete i segueti risultati per ciascua somma possibile: Somma N. cofigurazioi

12 12 Cap. 1: Calcolo combiatorio 1.7 Problema risolto e sua geeralizzazioe Suppoiamo di voler disporre 3 oggetti i tre cassetti diversi. Vogliamo calcolare il umero dei modi differeti i cui l operazioe puó essere effettuata. La prima soluzioe che viee i mete è quella di shematizzare tutte le possibili cofigurazioi e quidi cotarle, come ello schema seguete (dove gli oggetti soo rappresetati da piccole clessidre): Dallo schema il coto è facile: ci soo 10 modi diversi di sistemare i tre oggetti ei tre cassetti. Peró la soluzioe trovata è molto artigiaale e poco razioale e o siamo soddisfatti. I pratica siamo ella stessa situazioe del paragrafo 1: suppoedo che i umeri siao molto piú gradi, ua soluzioe del geere (mediate elecazioe completa di tutti i casi possibili) sarebbe semplicemete impesabile. Razioalmete possiamo pesare agli oggetti e alle separazioi dei cassetti () come ad uiche etità (articoli). Se trascuriamo la prima e l ultima barretta verticale (poste sempre elle stesse posizioi), ci soo da sistemare tre oggetti e due barrette verticali (5 articoli). Ad esempio, per la cofigurazioe 3, abbiamo:. Duque, il umero delle possibili cofigurazioi è uguale a: 5 2 = 10 (umero dei modi di scegliere due barrette fra 5 articoli), oppure 5 3 =10 (umero dei modi di scegliere tre oggetti fra 5 articoli). Il risultato raggiuto puó essere geeralizzato al caso di oggetti da sistemare i k cassetti diversi: abbiamo k + 1 barrette verticali per formare k cassetti, ma due di queste soo sempre alle due estremità; allora i tutto abbiamo k = k - 1 barrette verticali e oggetti. Duque il umero delle cofigurazioi possibili è uguale al umero di combiazioi di + k - 1 elemeti presi k - 1 alla volta, oppure al umero di combiazioi di + k - 1 elemeti presi alla volta: k 1 k 1. k 1

13 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità Esercizi 1. I quati modi 8 persoe possoo sedersi su ua pachia che ha 5 posti? 2. Ua comitiva di 7 uomii e 6 doe devoo sedersi i fila i modo che gli uomii abbiao solo posti dispari. Quate sistemazioi diverse esistoo? 3. Quati umeri di quattro cifre possoo essere formati co le 10 cifre 0,1,2,...9 se: a) si ammettoo delle ripetizioi; b) le ripetizioi o soo ammesse; c) l'ultima cifra deve essere 2 e o si ammettoo ripetizioi? 4. Attoro ad u tavolo circolare voglioo sedersi 5 uomii e 5 doe. I quati modi diversi possoo sedersi se: a) o ci soo prefereze di alcu tipo; b) se i due sessi devoo alterarsi? c) se, oltre a b), ua coppia vuole restare uita? 5. Si voglioo sistemare 15 libri, 5 rossi, 3 verdi e 7 gialli, su uo scaffale di ua libreria. I quati modi diversi é possibile sistemarli se: a) possoo stare i u ordie qualuque; b) i libri di uguale colore devoo stare uo accato all'altro; c) u determiato libro rosso deve essere al primo posto e gli altri i u ordie qualuque; d) u determiato libro rosso deve essere al primo posto e gli altri dello stesso colore l'uo accato all'altro. 6. Dimostrare la formula (1'). 7. Nel gioco del Totocalcio, alcui giocatori, chiamati sistemisti, selezioao u certo umero di partite a cui dare u risultato fisso e lasciao variare i tutti i modi possibili tutti gli altri risultati. Quate coloe bisoga giocare (per fare il '13') col sistema el caso i cui ci siao: a) 4 risultati fissi; b) 5 risultati fissi; c) 4 risultati fissi e due co '1' oppure 'X'. 8. Dimostrare, i modo diretto, la formula: k = - k 9. Dimostrare la formula (detta di Stiefel): k + k + alla base della formazioe del triagolo di Tartaglia). 1 = k (questa formula è 10. Dimostrare la formula del calcolo di C k a partire dalla formula (4) del paragrafo Gioco della tombola. Questo gioco, molto diffuso i Italia, cosiste ell'estrazioe di 90 pallie umerate. Si partecipa al gioco co delle cartelle, sulle quali soo segati 15 dei

14 14 Cap. 1: Calcolo combiatorio 90 umeri. Due cartelle si distiguoo per almeo u umero diverso. Quate cartelle diverse é possibile costruire? 12. Co la formula del biomio di Newto, calcolare lo sviluppo delle segueti poteze: a) x y b) x y 8 ; c) 3x ; 5 y Seza effettuare lo sviluppo completo di x 3y termie x 8 y 7 dello sviluppo. 14. Teorema del poliomio. Lo sviluppo di termii del tipo:! x!!...! x... x 1 2 r 1 2 r, co r. Dimostrare il teorema. 15, calcolare il coefficiete umerico del x x... x r si ottiee sommado tutti i Co l'ausilio del teorema del poliomio calcalare gli sviluppi di: a) x y z 4 ; 5 b) 2x y z ; c) x y z t Calcolare il coefficiete umerico del termie x y z 7, apparteete allo sviluppo di x y z 16, seza effettuare lo sviluppo completo. 17. I quati modi distiti si possoo distribuire 8 mele tra quattro bambii? Ed i quati se ad ogi bambio deve toccare almeo ua mela? 18. Dimostrare che: = Dimostrare che il cardiale dell'isieme delle parti di u isieme fiito A (isieme di tutti gli isiemi, compresi l'isieme vuoto e l'isieme A) é 2, dove é il cardiale di A. 20. I quati modi diversi u gruppo di 12 persoe può essere suddiviso i: a) due gruppi di 9 e 3 persoe; b) tre gruppi di 4, 5 e 3 persoe; c) quattro gruppi di 3, 2, 2 e 5 persoe?

15 R. SANTORO: Elemeti di calcolo delle probabilità Abbiamo pallie e k scatolette, co > k. Dimostrare che il umero dei modi distiti i cui si possoo distribuire le pallie elle scatolette é uguale a C 1 k 1 se ogi scatoletta deve avere almeo ua pallia. 22. Per il calcolo dei cofficieti biomiali é molto utile la relazioe: k = - k + k 1 k - 1 che é ua relazioe ricorrete da dimostrare. 23. Dimostrare la relazioe: 2 2 ( 2-1) ( 2-3) =! 24. E' data la parola LOLLOBRIGIDA. a) Calcolare il umero di permutazioi distite che si possoo avere co le lettere della parola data. b) Calcolare il umero di permutazioi distite che comiciao co la lettera D. c) Calcolare il umero delle permutazioi distite che termiao co ua vocale. d) Calcolare il umero delle permutazioi distite che si ottegoo permutado ai primi 5 posti le lettere L e O. 25. Costruire il diagramma ad albero per le permutazioi semplici degli elemeti dell isieme {1,2,3,4,5}. 26 Per ua lotteria vegoo veduti biglietti. Di questi 100 vicoo u premio, gli altri biglietti o vicoo iete. Ua persoa compra 10 biglietti. I quati modi diversi questa persoa puó vicere esattamete u premio?

16 16 Cap. 1: Calcolo combiatorio Tavola riassutiva sul calcolo combiatorio Disposizioi semplici di elemeti presi k alla volta: D k Disposizioi co ripetizioi di elemeti presi k alla volta : D k ' Permutazioi semplici di elemeti: P Permutazioi co ripetizioi di elemeti Combiazioi semplici di elemeti presi k alla volta: C k Defiizioe Calcolo Esempi Raggruppameti diversi di k elemeti fra gli dispoibili. Due raggruppameti soo diversi: per la atura degli elemeti per l ordie degli elemeti Come sopra, solo che gli elemeti D ( 1) K ( k 1) D k k! ( k)! D k 6 2 possoo essere ripeturi da 2 a k volte. D' k D' Disposizioi semplici di elemeti presi alla volta: P D Permutazioi co ripetizioi di elemeti di cui k 1 soo uguali fra di loro, k 2 soo uguali fra di loro,..., k r soo uguali fra di loro (k 1 + k k r = ) Raggruppameti diversi di k elemeti fra gli dispoibili. Due raggruppameti soo diversi: per la atura degli elemeti P ( 1) K 2 1! P 4 4! P k, k, K k C k ! = 1! P 7 k! k! K kr! 2, 2, r 1 2 Dk k!! k k!( )! k k k 1 k k 1 k 1 7! 210 2! 2! 3! 5 C 5! 3 3! 2! 10 C C 0 1

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

Probabilità e statistica. Veronica Gavagna

Probabilità e statistica. Veronica Gavagna Probabilità e statistica Veronica Gavagna Testa o croce? Immaginiamo di lanciare una moneta facendola cadere su un piano liscio chiunque dirà che la probabilità dell evento testa sarà del 50%, al pari

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica Comportameto delle strutture i c.a. i zoa sismica Pagia i/161 Comportameto delle strutture i C.A. i Zoa Sismica Prof. Paolo Riva Dipartimeto di Progettazioe e ecologie Facoltà di Igegeria Uiversità di

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

unoperatore@nellospaziodihilberth e sia z un numero complesso tale che z1-a,da==)rr_néh - 0 impli-chi l:= -1 (21-A) : R- n ==) Dn L- \

unoperatore@nellospaziodihilberth e sia z un numero complesso tale che z1-a,da==)rr_néh - 0 impli-chi l:= -1 (21-A) : R- n ==) Dn L- \ 3,6 56 3,6 TEOR I A SPETTRALE La teoria spettrale degli operatori lieari- eo spazio di Hilbert é f odata, coe per gi spazi f i-ito-dimes ioal j-, sula defiizioe di- risolvete di u operatole' Sia (A,DA)

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI APPROFONDIMENTI SUI NUMERI. Il sistem di umerzioe deimle Be presto, ll operzioe turle del otre, si è ggiut l esigez di «rppresetre» i umeri. I sistemi di umerzioe possiili soo molti; per or i limitimo

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

Interpolazione. Davide Manca Calcoli di Processo dell Ingegneria Chimica Politecnico di Milano

Interpolazione. Davide Manca Calcoli di Processo dell Ingegneria Chimica Politecnico di Milano L4 Iterpolazioe L4 Prologo Co iterpolazioe si itede il processo di idividuare ua fuzioe, spesso u poliomio, che passi per u isieme dato di puti: (x,y). y x L4 2 Fii dell iterpolazioe 1. Sostituire u isieme

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione AiSoft AiSoft ase alla passioe per l'iformatio teology e si oretizza i ua realtà impreitoriale, ua perfetta reazioe imia tra ooseza teia e reatività per realizzare progetti i grae iovazioe. Le ostre soluzioi

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE DISPENSE DI: FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE Testo di riferieto E. Fuaioli ed altri Meccaica applicata alle acchie vol. e - Ed. Patro BOZZA Idice. INTRODUZIONE ALLA MECCANICA APPLICATA

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

Da una a più variabili: derivate

Da una a più variabili: derivate Da una a più variabili: derivate ( ) 5 gennaio 2011 Scopo di questo articolo è di evidenziare le analogie e le differenze, relativamente al calcolo differenziale, fra le funzioni di una variabile reale

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services

3M Prodotti per la protezione al fuoco. Building & Commercial Services 3M Prodotti per la protezioe al fuoco Buildig & Commercial Services Idice Sviluppi e treds...4-5 3M e le soluzioi aticedio...6-7 Dispositivi di attraversameto...8-19 Giuti di costruzioe...20-21 Sistemi

Dettagli

CALCOLO COMBINATORIO

CALCOLO COMBINATORIO CALCOLO COMBINATORIO 1 Modi di formare gruppi di k oggetti presi da n dati 11 disposizioni semplici, permutazioni Dati n oggetti distinti a 1,, a n si chiamano disposizioni semplici di questi oggetti,

Dettagli

Ancora sull indipendenza. Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche

Ancora sull indipendenza. Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche Ancora sull indipendenza Se A e B sono indipendenti allora lo sono anche A e B Ā e B Ā e B Sfruttiamo le leggi di De Morgan Leggi di De Morgan A B = Ā B A B = Ā B P (Ā B) = P (A B) = 1 P (A B) = 1 (P (A)

Dettagli

Introduzione alla probabilità

Introduzione alla probabilità Introduzione alla probabilità CAPITOLO TEORIA Il dilemma di Monty Hall In un popolare show televisivo americano il presentatore mostra al concorrente tre porte chiuse. Dietro a una di esse si cela il premio

Dettagli

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario

Benvenuti in Ontario. Guida ai programmi e ai servizi per i nuovi arrivati in Ontario Beveuti i Otario Guida ai programmi e ai servizi per i uovi arrivati i Otario Idice Vivere i Otario........................................... 2 Come otteere l aiuto di cui avete bisogo.....................................

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Valutazioe e riduzioe della vulerailità sismia di ediii esisteti i.a. Roma, 9-0 maggio 00 DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Di Ludovio

Dettagli

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 1. Si lancia una moneta 2 volte: qual è la probabilità che esca TESTA 0 volte? 1 volta? 2 volte? 2. Si lancia una moneta 3 volte:

Dettagli

Teoria degli insiemi

Teoria degli insiemi Teoria degli insiemi pag 1 Easy Matematica di dolfo Scimone Teoria degli insiemi Il concetto di insieme si assume come primitivo, cioè non riconducibile a concetti precedentemente definiti. Sinonimi di

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE Pof. Agelo Ageletti -.s. 006/007 1) COME SI SCRIVE IL RISULTATO DI UNA MISURA Il modo miglioe pe espimee il isultto di u misu è quello di de,

Dettagli

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile

Corso di Informatica Generale (C. L. Economia e Commercio) Ing. Valerio Lacagnina Rappresentazione in virgola mobile Problemi connessi all utilizzo di un numero di bit limitato Abbiamo visto quali sono i vantaggi dell utilizzo della rappresentazione in complemento alla base: corrispondenza biunivoca fra rappresentazione

Dettagli

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova

Le soluzioni dei quesiti sono in fondo alla prova SCUOLA MEDIA STATALE GIULIANO DA SANGALLO Via Giuliano da Sangallo,11-Corso Duca di Genova,135-00121 Roma Tel/fax 06/5691345-e.mail:scuola.sangallo@libero.it SELEZIONE INTERNA PER LA MARATONA DI MATEMATICA

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas

FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas.8.6.. - -.5.5 -. In questa dispensa ricordiamo la classificazione delle funzioni elementari e il dominio di esistenza delle stesse. Inoltre

Dettagli

Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità. Le disposizioni semplici di n elementi di classe k

Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità. Le disposizioni semplici di n elementi di classe k Pordenone Corso di Matematica e Statistica 4 Calcolo combinatorio e probabilità UNIVERSITAS STUDIORUM UTINENSIS Giorgio T. Bagni Facoltà di Scienze della Formazione Dipartimento di Matematica e Informatica

Dettagli

Analisi dei segnali nel dominio del tempo

Analisi dei segnali nel dominio del tempo Appui di Teoria dei Segali a.a. / Aalisi dei segali el domiio del empo L.Verdoliva I quesa prima pare del corso sudieremo come rappreseare i segali empo coiuo e discreo el domiio del empo e defiiremo le

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Anno Scolastico 2011-2012 Prova di Matematica : Relazioni + Geometria Alunno: Classe: 1 C 05.06.2012 prof. Mimmo Corrado 1. Dati gli insiemi =2,3,5,7 e =2,4,6, rappresenta

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

Calcolo combinatorio

Calcolo combinatorio Probabilità e Statistica Esercitazioni a.a. 2009/2010 C.d.L.S.: Ingegneria Civile-Architettonico, Ingegneria Civile-Strutturistico Calcolo combinatorio Ines Campa e Marco Longhi Probabilità e Statistica

Dettagli

Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia?

Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia? Logica fuzzy e calcolo delle probabilità: due facce della stessa medaglia? Danilo Pelusi 1 Gianpiero Centorame 2 Sunto: Il seguente articolo illustra le possibili analogie e differenze tra il calcolo delle

Dettagli

Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α?

Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α? QUESITO 1 Nel triangolo disegnato a lato, qual è la misura, in gradi e primi sessagesimali, di α? Applicando il Teorema dei seni si può determinare il valore di senza indeterminazione, in quanto dalla

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA SCHEDA DIDATTICA N 1

FACOLTA DI INGEGNERIA SCHEDA DIDATTICA N 1 FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO CORSO DI STATISTICA E CALCOLO DELLE PROBABILITA PROF. PASQUALE VERSACE SCHEDA DIDATTICA N ARGOMENTO: CALCOLO DELLE PROBABILITA

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate Nota: Alcuni esercizi sono tradotti, più o meno fedelmente, dal libro A first course in probability

Dettagli

8. Qual è la probabilità di estrarre da un mazzo di 40 carte napoletane una figura?

8. Qual è la probabilità di estrarre da un mazzo di 40 carte napoletane una figura? www.matematicamente.it Probabilità 1 Calcolo delle probabilità Cognome e nome: Classe Data 1. Quali affermazioni sono vere? A. Un evento impossibile ha probabilità 1 B. Un vento certo ha probabilità 0

Dettagli

MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE

MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE Se il coefficiente di correlazione r è prossimo a 1 o a -1 e se il diagramma di dispersione suggerisce una relazione di tipo lineare, ha senso determinare l equazione

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una

Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una NUMERI INTERI E NUMERI DECIMALI Come si può esprimere il risultato dl un conteggio e di una misura? Quando si dice che In una cassetta sono contenuti 45 penne e che una lamiera misura 1,35 m. dl lunghezza,

Dettagli

Curve caratteristiche meccaniche di motori elettrici C.C.

Curve caratteristiche meccaniche di motori elettrici C.C. Motoi 1 Idie ue aatteistihe meaihe di motoi elettii.. osideazioi geeali Motoi ad eitazioe idipedete 1 Opeazioi o oete d eitazioe ostate Opeazioi o oete d eitazioe aiabile e tesioe d amatua ostate Motoi

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità Calcolo delle Probabilità Il calcolo delle probabilità studia i modelli matematici delle cosidette situazioni di incertezza. Molte situazioni concrete sono caratterizzate a priori da incertezza su quello

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

COSTER. Import/Export su SWC701. SwcImportExport

COSTER. Import/Export su SWC701. SwcImportExport SwcImportExport 1 Con SWC701 è possibile esportare ed importare degli impianti dal vostro database in modo da tenere aggiornati più Pc non in rete o non facente capo allo stesso DataBase. Il caso più comune

Dettagli