Settore Tecnico Federale. Programmi di Gara e Regolamento Danze Folk

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore Tecnico Federale. Programmi di Gara e Regolamento Danze Folk"

Transcript

1 Programmi di Gara e Regolamento Danze Folk

2 CATEGORIE E CLASSI DEFINIZIONI DELLE CLASSI In ciascuna delle categorie esistono le classi indicate nella tabella sottostante: CATEGORIA ETA CLASSI PREAGONISMO CLASSI AGONISMO DI BASE CLASSI AGONISMO Juveniles 6/9 anni C1 - C2 - C3 Juveniles 1 8/9 anni B2 B1 Juveniles 2 10/11 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 Junior 1 12/13 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 - A2 Junior 2 14/15 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 - A2 Youth 16/18 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 - A2 Adulti 1 19/27 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 - A2 Adulti 2 28/34 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 - A2 Senior 1 35/45 anni C1 - C2 - C3 B2 B1 - A Senior 2 46 anni oltre C1 - C2 - C3 B2 B1 - A Categoria Classe A1 CATEGORIA ETA CLASSE Youth 14/18 A1 Adulti 19/34 A1 Categoria Classe Master CATEGORIA ETA CLASSE Adulti 1 19/34 XP Adulti 2 35/45 XP Senior 1 46/55 XP Senior 2 56 oltre XP Folk Show dance Unica XP Le categorie amatoriali e preagonistiche superiori alle 10 coppie possono essere suddivise per anno di nascita (a discrezione del Direttore di gara). Nella classe C non si può retrocedere con la quantità dei balli. Pagina 2

3 SPECIFICAZIONE TECNICA DEI BALLI I campionati e le competizioni federali avranno un numero minimo di balli secondo la seguente tabella: C1 Mazurka 5 parti Programma obbligatorio C2 Valzer 3 parti Mazurca 5 parti Programma obbligatorio C3 Valzer 3 parti Mazurca 5 parti - Polka 5 parti trio 16 batt Programma obbligatorio B2 Valzer 4 parti Mazurca 5 parti -Polka 5 parti trio 32 batt Programma obbligatorio B1 Valzer 4 parti Mazurca 5 parti -Polka 5 parti trio 32 batt Programma obbligatorio A2-A-A1 Valzer 4 parti Mazurca 5 parti -Polka 5 Programmi liberi conformi alle schede per Valzer -Mazurca -Polka parti trio 32 batt Folk A1 Folk Show Dance vedi regolamento XP Valzer 4 parti Mazurca 5 parti -Polka 5 parti Programmi liberi conformi alle schede per Valzer- Mazurca -Polka PASSAGGI DI CLASSE CATEGORIE e REGOLE DANZE FOLK (In vigore dal 1 ottobre 2010) 1. Tutti i passaggi di classe obbligatori vengono effettuati alla fine della stagione agonistica in corso 2. I vincitori dei Campionati Italiani e della Coppa Italia di qualsiasi classe agonistica, sempre che nella loro categoria ci sia stata competizione, passano obbligatoriamente alla classe superiore compatibilmente con le categorie esistenti. 3. Possono accedere facoltativamente alla classe superiore le coppie classificate al secondo posto del Campionato Italiano e della Coppa Italia della stagione agonistica in corso. 4. Si può accedere alla classe superiore dopo il terzo anno di appartenenza alla medisima classe, prendendo in considerazione l anno agonistico 2008, tranne l A1 che rimane una classe di merito. 5. Le coppie non vincitrici del Campionato Italiano e della Coppa Italia, sono libere di effettuare qualsiasi passaggio di classe fino alla classe B1, a discrezione del Maestro. 6. Per le coppie finaliste di classe A1 il 4 Ballo denominato Folk Show Dance (vedi regolamento), viene eseguito solo nelle gare di Coppa Italia e Campionato Italiano. 7. Una volta passati di classe non si può più retrocedere (vale cavaliere); la dama può retrocedere di classe. 8. Il cavaliere che per un anno non rinnova il tesseramento FIDS può ripartire da una classe inferiore a quella di appartenenza. 9. Le coppie possono partecipare a gare di altre discipline anche se gareggiano in classi inferiori o superiori rispetto alle danze folk (mantenendo la diversificazione preagonismo e agonismo). 10. La categoria e la classe viene attribuita in base ai dati del cavaliere. Pagina 3

4 ABBIGLIAMENTO DI GARA PER LE DANZE FOLK 3 BALLI In vigore dal 1 ottobre 2010 ABBIGLIAMENTO COMPETITORI CLASSE C Uomo: pantaloni neri semplici, senza tasche, di tessuto uniforme, con cintura in pelle nera (no fascione), senza alcuna decorazione. Camicia bianca indossata internamente ai pantaloni e chiusa, non scavata oltre lo sterno, con bottoni (no cerniera), con collo classico, a becchi o da frac, maniche lunghe, il tutto senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini, ricami o riporti e frange di qualsiasi tipo. Papillon o cravatta nero obbligatorio. Sono permessi tessuti uniformi e sono vietati tessuti con rete, puntinati, laminati, lavorati in rilievo e velluto. Scarpe nere di libera fattura, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini. Calzini neri. Donna: gonna nera con fascione alto minimo 2 cm, di lunghezza uniforme, a ruota o a mezza ruota, senza spacchi, altezza dal ginocchio max 15 cm, di tessuto uniforme, non trasparente, senza alcuna decorazione. Camicetta bianca normale non trasparente, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini, ricami o riporti e frange di qualsiasi tipo, infilata sotto la gonna. Mutanda sgambata che copra i glutei, nera, non decorata. Scarpe nere o argento di libera fattura, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini. La dama deve indossare obbligatoriamente le calze che devono essere color carne nelle gradazioni esistenti in commercio, non di rete. ABBIGLIAMENTO COMPETITORI CLASSE B2 Uomo: pantaloni neri semplici senza tasche, di tessuto uniforme, con cintura nera o fascione, alto max 8 cm (calcolato dal punto vita), senza alcuna decorazione. Sono vietati tessuti con rete, puntinati, laminati lavorati in rilievo e velluto. Camicia o maglietta indossata internamente ai pantaloni, non scavata oltre lo sterno, maniche lunghe libere, di colore esclusivamente monocromatico o sfumato (escluso il nero), il tutto senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini e frange di qualsiasi tipo. Sono vietati tessuti con rete maggiore di 1 mm, puntinati e laminati. N.B.: se l abito della ballerina è di più colori, la camicia dell uomo può essere di più colori (escluso il nero). Scarpe nere di libera fattura, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini. Calzini neri. Donna: abito a tutù nel limite della decenza. Per tutù si intende gonna classica da folk senza spacchi o aperture con minimo 3 giri di tessuto tulle, organza o chiffon. Il tutù deve essere di lunghezza uniforme e sono vietate decorazioni di piume e frange di qualsiasi tipo. Mutanda sgambata che copra i glutei, non decorata. Scarpe argento o color carne di libera fattura, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini. Attenzione: 1) Nella categoria B 2 la gonna dell abito della dama dovrà coprire completamente la mutanda, in posizione ferma in figura di ballo. 2) La dama deve indossare obbligatoriamente le calze che devono essere color carne nelle gradazioni esistenti in commercio. 3) Per la categoria Agonistica oltre i 45 anni si dà la possibilità di usufruire, anziché del tutù, di una gonna non trasparente di lunghezza uniforme con o senza balze, a ruota o a mezza ruota, senza spacchi, altezza dal ginocchio max 15 cm. Sono vietate decorazioni di piume e di frange di qualsiasi tipo. ABBIGLIAMENTO COMPETITORI CLASSE B1 Uomo: pantaloni neri semplici senza tasche, di tessuto uniforme, con cintura nera o fascione, alto max 8 cm (calcolato dal punto vita), senza alcuna decorazione. Sono vietati tessuti con rete, puntinati, laminati, lavorati in rilievo e velluto. Camicia o maglietta, indossata internamente ai pantaloni, non scavata oltre lo sterno, collo di libera fattura, maniche lunghe libere, colore libero escluso il nero. Sono ammesse decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini e ricami. Sono escluse frange di qualsiasi tipo e vietati tessuti con rete maggiore di 3 mm. Scarpe nere di libera fattura, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini. Calzini neri. Pagina 4

5 Donna: abito a tutù nel limite della decenza. Per tutù si intende gonna classica da folk senza spacchi o aperture con minimo 3 giri di tessuto tulle, organza o chiffon. Il tutù deve essere di lunghezza uniforme e sono vietate frange di ogni tipo. Mutanda sgambata che copra i glutei, non decorata. Scarpe argento, oro o color carne di libera fattura, senza decorazioni di strass, paillettes, perline, lustrini. Attenzione: 1) Nella categoria B 1 la gonna dell abito della dama dovrà coprire completamente la mutanda, in posizione ferma in figura di ballo. 2) La dama deve indossare obbligatoriamente le calze che devono essere color carne nelle gradazioni esistenti in commercio. 3) Per la categoria Agonistica oltre i 45 anni si dà la possibilità di usufruire, anziché del tutù, di una gonna non trasparente di lunghezza uniforme con o senza balze, a ruota o a mezza ruota, senza spacchi, altezza dal ginocchio max 15 cm. Sono vietate decorazioni di frange di alcun tipo. ABBIGLIAMENTO COMPETITORI CLASSE A2, A, A1 UOMO / DONNA: abbigliamento competitori libero, ad esclusione delle maniche che per il cavaliere devono essere lunghe e per la dama è vietato l uso di pantaloni o simili. N.B.: per la dama si predilige il vestito con tutù classico da folk. ATTENZIONE 1 Nelle categorie A2, A la gonna dell abito della dama dovrà coprire completamente la mutanda in figura di ballo da posizione ferme e deve indossare obbligatoriamente le calze che devono essere color carne nelle gradazioni esistenti in commercio. 2 Per la classe A1 l uso delle calze non è obbligatorio, ma se indossate devono essere color carne nelle gradazioni esistenti in commercio. Pagina 5

6 POSIZIONE DI BALLO Il Cavaliere e la Dama uno di fonte all'altro in posizione eretta con corpi paralleli, la Dama è posizionata leggermente alla dx del Cavaliere con un leggero contatto dallo sterno all ombelico. Cavaliere piedi paralleli in posizione speculare aperti 5 cm circa, dama piedi chiusi in pn. La coppia è posizionata in modo corretto quando i piedi si trovano su quattro diverse linee rette immaginarie. Esse passano attraverso il piede dal tallone verso la punta come fossero binari, in quanto dovranno mantenersi sempre parallele. Per entrambi i partners il piede sinistro si troverà sui binari esterni e il destro sui due binari interni. ATTENZIONE! Spesso, erroneamente, si tende a ruotare il busto verso destra o verso sinistra per creare più spazio e volume nella posizione tra i due partners. Va chiarito che tale azione comprime la posizione in quanto l asse immaginario, che passa attraverso i corpi, si accorcia subendo una azione di torsione. L esempio elementare da provare è con una strisciolina di carta che, rappresentando il piano che attraversa il corpo, si accorcia nel momento in cui viene avvitata ovvero subisce un movimento di torsione. Le braccia sono, per entrambi, sollevate lateralmente (in abduzione), fino ad arrivare leggermente sotto l altezza delle spalle (continuando la linea naturale, leggermente inclinata, tra collo e spalla). ATTENZIONE! Durante questa azione è importante non elevare, addurre (portare indietro) o abdurre (portare avanti) le spalle, che dovranno rimanere rilassate e in posizione naturale e linerare, come appena sopra descritto. Si dovrà avere la sensazione di allontanamento, di entrambi i gomiti, il più possibile dalla colonna vertebrale. Il gomito sinistro del cavaliere e destro della dama in questa condizione, rimarranno invariati durante l esecuzione dei vari movimenti. Il cavaliere poggia la mano destra sul punto vita destro della dama creando una linea dritta tra gomito e mano (le dita dovranno rimanere vicine una all altra e tutto il contorno della mano sarà a contatto con la dama) e orientata leggermente verso il basso (l inclinazione dipenderà dall altezza della dama). La mano sinistra della dama sarà elegantemente e delicatamente poggiata al centro della schiena alla base della nuca del cavaliere, (le dita dovranno rimanere vicine una all altra e tutto il contorno della mano sarà a contatto al cavaliere) l avambraccio della dama dovrà essere parallelo al pavimento. Il cavaliere unirà la propria mano sinistra alla mano destra della dama e la solleverà approssimativamente fino all altezza media degli occhi. (mani unite, dita chiuse, formando un pugno), Il braccio sinistro del cavaliere formerà così un angolo di circa 100 (poco più aperto di un angolo retto) mentre quello della dama, a causa del leggero spostamento a destra rispetto al partner, sarà leggermente più aperto. Gli avambracci dei due partners, visti di fianco, formeranno un angolo di circa 45, che potrà variare a seconda della differenza di statura della coppia. Pertanto nella posizione corretta, portando le mani unite in direzione delle spalle chiudendo l angolo dell avambraccio, le mani dovranno essere a metà tra le due braccia. La testa del cavaliere e della dama devono essere in posizione eretta e direzionate leggermente a sinistra. Pagina 6

7 PROGRAMMI DI GARA DANZE FOLK ROMAGNOLE Settore Amatoriale Promozionale/Preagonistico AMATORIALE: dedicato ad un pubblico adulto che vuole mantenere l'attività ludica, ricreativa e sociale, svolta anche in forma competitiva, ma senza vincoli di passaggi di classe, di limitazioni di programmi che cagionerebbero una disparità rispetto agli amici che - nelle sale da ballo - non partecipando alle gare possono "sbizzarrirsi" nell'esecuzione delle figure considerate più divertenti, appaganti e performanti; PROMOZIONALE: dedicato a tutti coloro che, dopo avere eventualmente iniziato con il "divertimento competitivo" del settore amatoriale "senza regole" intendono cominciare un'attività di maggiore disciplina imparando i fondamentali su cui incardinare la propria preparazione futura anche in previsione di passare all'agonismo. Il regolamento del promozionale si basa su tecniche e regole codificate per l'agonismo ma limitate nei contenuti al fine di divenire nel contempo accessibili e propedeutiche all'attività competitiva futura; AMATORIALE BALLO SOCIALE 1 (1ballo) Categorie: over 18/34; 35/49 50/oltre Brani musicali: Mazurka 5 parti con entrata al trio pari Programma libero Abbigliamento libero improntato a regole generali di sobrietà ed eleganza Calzature: scarpe idonee alla danza. BALLO SOCIALE 2 (2 balli) Brani musicali: Valzer 4 parti - Mazurka 5 parti con entrata al trio pari - Programma libero. Abbigliamento libero improntato a regole generali di sobrietà ed eleganza Calzature: scarpe idonee alla danza BALLO SOCIALE 3 (3 balli) Brani musicali: Valzer 4 parti - Mazurka 5 parti con entrata al trio pari - Polka 5 parti con entrata al trio pari (trio 32 battute) Programma libero. Abbigliamento libero improntato a regole generali di sobrietà ed eleganza Calzature: scarpe idonee alla danza PROMOZIONALE/PREAGONISTICO CLASSE C1 1 Ballo: Mazurca 5 Parti (programma obbligatorio) La saltata può essere eseguita anche con la variante 1 Mazurca: 5 parti musicali 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base. (per 4 volte) 2a parte: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base. (per 4 volte) entrata al trio: 1-6 base. (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 2 trio: 1-6 saltata per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata, passo stop terminata aperta. Pagina 7

8 CLASSE C2-2 BALLI: Valzer 3 Parti - Mazurca 5 Parti (programma obbligatorio) Tutti i giri possono essere eseguiti in base o in camminata, la saltata può essere eseguita anche con la variante 1 Valzer: 3 parti musicali (obbligatorio) 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a destra per 4 volte, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 giro a sinistra per 3 volte, 1-3 camminata, 4-5 base. entrata al trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). 1 trio 1-3 base, 1-6 giro a dx per 7 volte, 4-6 base, 1-6 giro a sx per 7 volte, 1-3 camminata, 4-5 base. 2 trio: 1-3 base, 1-6 giro dx per 7 volte, 4-6 base, 1-6 giro a sx per 7 volte, piroetta a sx terminata aperta. Mazurca: 5 parti musicali (obbligatorio) 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx per 2 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 3 volte, 1-3 camminata, 4-5 base. 2a parte: 1-6 passettini per 7 volte 1-4 passettini, passo stop. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx per 2 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 3 volte, 1-3 camminata, 4-5 base. entrata al trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 2 trio: 1-6 saltata per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata, passo stop terminata aperta. CLASSE C3 3 BALLI: Valzer 3 Parti Mazurca 5 Parti Polca 5 Parti (trio 16 battute) (programma obbligatorio) Tutti i giri possono essere eseguiti in base o in camminata, la marcata e la saltata possono essere eseguite anche con la variante 1 Valzer: 3 parti musicali (obbligatorio) 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata,1-6 giro a dx per 4 volte, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 giro a sx per 3 volte, 1-3 camminata, 4-5 base. entrata al trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). 1 trio: 1-3 base, 1-6 giro a dx per 2 volte, 1-3 pivot a dx, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 7 volte, 1-3 pivot a sx in chiusura. 2 trio: 1-3 base, 1-6 giro a dx per 2 volte, 1-3 pivot a dx, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 7 volte, piroetta a sx terminata aperta. Mazurca: 5 parti musicali (obbligatorio) 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro dx azione rimbalzo per 2 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 3volte, 1-3 pivot a sx, 4-5 base. 2a parte: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro dx azione rimbalzo per 2 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro sx per 3 volte, 1-3 pivot a sx, 4-5 base. entrata al trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). Pagina 8

9 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 2 trio: 1-6 saltata per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata, passo stop terminata aperta. Polca: 5 parti musicali (trio 16 battute) (obbligatorio) 1 a parte: 1-4 base per 2 volte, 1-6 giro a sx per 2 volte, 1-2 base, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx, 3-4 base. 2 a parte: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 3 a parte: 1-4 base per 2 volte, 1-6 giro a sx per 2 volte, 1-2 base, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx, 3-4 base. entrata al trio: 1-4 base (ripetere fino al termine). 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 2 trio: 1-6 saltata a dx per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata destra, passo stop terminata aperta. AGONISMO CLASSE B2 3 balli: Valzer 4 parti Mazurca 5 parti Polca 5 parti (trio 32 battute) (programma. obbligatorio) Tutti i giri possono essere eseguiti in base o in camminata, la marcata e le saltate possono essere eseguite anche con la variante 1 Valzer: 4 parti musicali (obbligatorio) 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 7 volte, 1-3 pivot a sx in chiusura. 2a parte: 1-3 base, 1-6 giro a dx per 3 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 3 volte, piroetta sx. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 7 volte, 1-3 pivot sx in chiusura entrata al trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). trio: 1-3 base, 1-6 giro dx per 2 volte, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 1-3 pivot a dx in chiusura, 1-6 giro a sx per 7 volte, piroetta sx terminata aperta. Mazurca: 5 parti musicali (obbligatorio) 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-3 giro a dx azione rimbalzo, 1-3 pivot a dx azione rimbalzo, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 3 volte, 1-3 pivot a sx, 4-6 base. 2a parte: 1-6 marcata per 7 volte, 1-4 marcata, passo stop. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx, azione rimbalzo 1-3 giro a dx azione rimbalzo, 1-3 pivot a dx azione rimbalzo, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 3 volte, 1-3 pivot a sx, 4-6 base. Entrata a trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, 1-4 passettini, passo stop. 2 trio: 1-6 saltata per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata, passo stop terminata aperta. Pagina 9

10 Polka 5 parti con trio di 32 battute (obbligatorio) 1a parte: 1-2 base azione molleggio, 3-4 base azione rimbalzo, 1-2 base azione molleggio, 3-4 base azione rimbalzo, 1-4 base, 1-2 base, 1-6 giro a dx azione rimbalzo per 3 volte, 1-2 pivot a dx per 2 volte, 3-4 base. 2a parte: 1-6 passettini per 4 volte, 1-6 saltata a dx per 3 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata a dx passo stop. 3a parte: 1-2 base azione molleggio, 3-4 base azione rimbalzo, 1-2 base azione molleggio, 3-4 base azione rimbalzo, 1-6 giro a sx per 2 volte, 1-2 base azione molleggio, 1-6 giro a dx per 2 volte azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx per 2 volte, 3-4 base. Entrata al trio: 1-4 base (ripetere fino al termine). 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, passo stop 1-4 base per 2 volte, 1-6 giro a sx per 5 volte, 1-4 base. 2 trio 1-6 saltata sx per 7 volte, passo stop 1-6 saltata dx per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata dx, passo stop. CLASSE B1-3 balli: Valzer 4 parti Mazurca 5 parti Polca 5 parti (trio 32 battute) (programma. obbligatorio) Tutti i giri possono essere eseguiti in base o in camminata, il sinistro sul posto e le saltate possono essere eseguite anche con la variante 1 Valzer 4 parti musicali 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base, 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx 1-3 pivot a dx in chiusura.,1-6 giro sx sul posto per 7 volte 1-3 pivot sx in chiusura. 2a parte: 1-3 pivot a dx per 2 volte,1-6 giro dx 1-3 pivot a dx per 2 volte 1-3 pivot a dx in chiusura, 1-6 giro a sx sul posto per 3 volte, piroetta a sx. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx, 1-3 pivot a dx in chiusura, 1-6 giro a sx sul posto per 7 volte, 1-3 pivot a sx in chiusura. entrata al trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza q dell'entrata al trio). trio: 1-3 base, 1-6 giro a dx per 2 volte, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro a dx, 1-3 pivot a dx per 2 volte, 1-6 giro dx, 1-3 pivot a dx, 1-3 pivot a dx in chiusura, 1-6 giro a sx sul posto per 7 volte, piroetta a sx terminata aperta. Mazurca 5 parti musicali 1a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-3 giro a dx azione rimbalzo, 1-3 pivot a dx azione rimbalzo, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx per 2 volte, 1-3 pivot a sx, 4-6 giro a sx variante 2, 1-3 pivot a sx, 4-5 base. 2a parte: 1-6 marcata variante 2 per 7 volte, 1-4 marcata variante 2, passo stop. 3a parte: 1-6 base, 1-3 camminata, 1-3 giro a dx variante 2 azione rimbalzo, 1-3 pivot a dx azione rimbalzo,4-6 giro a dx variante 2 azione rimbalzo, 1-3 pivot dx azione rimbalzo, 4-6 camminata, 1-6 giro a sx, 1-3 pivot a sx, 4-6 giro a sinistra variante 2, 1-3 pivot a sx, 4-6 giro a sx variante 2, 1-3 pivot a sx, 4-5 base. Entrata a trio: 1-6 base, 1-3 camminata, 4-6 base (ripetere fino al termine a seconda della lunghezza dell'entrata al trio). 1 trio: 1-6 passettini per 4 volte, 1-6 marcata variante 2 per 3 volte, 1-4 marcata variante 1 passo stop. 2 trio: 1-6 saltata per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata, passo stop terminata aperta. Pagina 10

11 Polka 5 parti con trio di 32 battute 1a parte: 1-2 base azione molleggio, 3-4 base azione rimbalzo, 1-2 base azione molleggio, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx per 2 volte, 3-4 base azione rimbalzo, 1-2 base azione molleggio, 3-4 azione rimbalzo, 1-3 giro sx azione molleggio, 4-6 giro a sx azione rimbalzo, 1-2 pivot a sx azione molleggio, 1-4 passo di cambio, 2-1 pivot a sx azione molleggio, 3-4 base. 2a parte: 1-6 passettini per 4 volte, 1-6 saltata a dx per 3 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata a dx passo stop. 3a parte: 1-2 base azione molleggio, 3-4 base azione rimbalzo, 1-2 base azione molleggio, 1-6 giro a dx azione rimbalzo, 1-2 pivot a dx per 2 volte, 3-4 base azione rimbalzo, 1-2 base azione molleggio, 3-4 azione rimbalzo, 1-3 giro sx azione molleggio, 4-6 giro a sx azione rimbalzo, 1-2 pivot a sx azione molleggio, 1-4 passo di cambio, 2-1 pivot a sx azione molleggio, 3-4 base. Entrata al trio: 1-4 base (ripetere fino al termine). 1 trio: 1-6 passettini per 7 volte, passo stop 1-26 passetti, 1-14 passetti, passo stop. 2 trio 1-6 saltata sx per 7 volte, passo stop 1-6 saltata dx per 7 volte, (3-6 cavaliere,1-4 dama) saltata dx, passo stop. CLASSE A2-A1-A-3 balli: Valzer 4 parti Mazurca 5 parti Polka 5 parti (trio 32 battute) Programma ed amalgamazione libera conformi alle schede di riferimento. CLASSE A1 Folk Show Dance obbligatorio (solo in finale) Vedi regolamento. REGOLAMENTO FOLK SHOW DANCE 1. Nel folk show Dance e' possibile scegliere di ballare una o piu' discipline tra: Valzer, Mazurca, Polka. 2. Possono essere usati elementi coreografici presi da altre discipline per arricchire e completare la coreografia a condizione che i balli scelti per la competizione tra i sopraelencati coprano minimo il 50% dell'intero show.. 3. La musica per lo show dovra' essere presentata in un unico brano (traccia) masterizzata su CD e potrà contenere più brani montati tra loro ed effetti sonori. Il CD contenente il brano unico e finito dovrà essere consegnato al responsabile delle musiche a cura di un responsabile della coppia obbligatorio segnalare sul cd il numero di gara. La durata dello show deve essere compresa max 3,30 minuti non saranno accettati brani con tempi non regolamentari. 4. Costume, Accessori, Scenografia, l'abbigliamento e' libero, ivi compresi eventuali accessori inerenti all'abbigliamento. Non sono ammessi elementi dinamici aggiunti, quali altre persone, animali o mezzi a motore. 5. Supervisione: verranno formati appositi supervisori da impiegare durante le competizioni con la mansione di verificare l'attenzione al regolamento per quanto riguarda qualsiasi aspetto della competizione. 6. Sistema di Votazione: verra' usato il sistema tipico delle gare di show, decimale con un giudizio Tecnico ed uno Artistico. Il totale delle due componenti determinera' quali coppie supereranno il turno nelle eliminatorie. In finale determinera' l'ordine di classifica. Giudizio Tecnico: Disegno Coreografico ed esecuzione Giudizio Artistico: Costume ed Interpretazione Pagina 11

12 REGOLAMENTO FOLK SHOW TEAM 1 E' una competizione tra gruppi formati da un minimo di 3 ballerini (solo uomini, solo donne,o misti) che intendono presentare uno Show di Danze Folk attenendosi alle regole di seguito descritte. 2 I Ballerini devono presentare lo stesso show sia nella fasi di eliminatoria che in finale 3 Nel folk show Team e' possibile scegliere di ballare una o piu' specialità tra:valzer, Mazurca, Polka. 4 Possono essere usati elementi coreografici presi da altre discipline per arricchire e completare la coreografia a condizione che i balli scelti per la competizione tra i sopraelencati coprano minimo il 50% dell'intero show. 5 La musica per lo show che può essere di qualsiasi tipo dovra' essere presentata in un unico brano (traccia) masterizzata su CD e potrà contenere più brani montati tra loro ed effetti sonori. Il CD contenente il brano unico e finito dovrà essere consegnato al responsabile delle musiche a cura di un responsabile di ASA obbligatorio segnalare sul cd il numero di gara. La durata dello show deve essere compresa max 3,30 minuti non saranno accettati brani con tempi non regolamentari. 6 Costume, Accessori, Scenografia: l'abbigliamento e' libero, ivi compresi eventuali accessori inerenti all'abbigliamento. Possono essere usati minimi accorgimenti scenografici(esempio sedie o altri oggetti facilmente trasportabili) a patto che vengano introdotti in pista e portati via solo dai componenti del gruppo entro 15 secondi in entrata e 15 secondi in uscita. Non sono ammessi elementi dinamici aggiunti, quali altre persone, animali o mezzi a motore. 7 Supervisione: verranno formati appositi supervisori da impiegare durante le competizioni con la mansione di verificare l'attenzione al regolamento per quanto riguarda qualsiasi aspetto della competizione. 8 Sistema di votazione: verra' usato il sistema tipico delle gare di show, decimale con un giudizio Tecnico ed uno Artistico. Il totale delle due componenti determinera' quali coppie supereranno il turno nelle eliminatorie. In finale determinera' l'ordine di classifica Giudizio Tecnico: Disegno Coreografico ed esecuzione Giudizio Artistico: Costume ed Interpretazione La Competizione sara' divisa in due gruppi (piccolo, grande) Da 3 a 8 ballerini piccolo gruppo Da 9/oltre ballerini grande gruppo CLASSE UNICA Categorie: 8/15-16/oltre fuori quota massimo il 50% in base ad una categoria inferiore o superiore. Pagina 12

7.5 Danze Folk Romagnole

7.5 Danze Folk Romagnole 124 /181 7.5 Danze Folk Romagnole 7.5.1 Classi Nelle Danze Folk Romagnole sono comprese le seguenti specialità: DANZE FOLK ROMAGNOLE FOLK SHOW DANCE FOLK SHOW TEAM e a seconda del livello di preparazione

Dettagli

REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA CSEN

REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA CSEN CENTRO SPORTIVO EDUCATIVO NAZIONALE ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTO DAL C.O.N.I. (art. 31 D.PR. 2-8-1974 n. 530) ENTE NAZIONALE CON FINALITA ASSISTENZIALI RICONOSCIUTO DAL MINISTERO DELL,INTERNO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA DANZA SPORTIVA COMITATO REGIONALE. Marche. http://marche.fids.it/

FEDERAZIONE ITALIANA DANZA SPORTIVA COMITATO REGIONALE. Marche. http://marche.fids.it/ FEDERAZIONE ITALIANA DANZA SPORTIVA COMITATO REGIONALE Marche http://marche.fids.it/ Regolamento regionale per le competizioni riservate alle classi C (promozionale) e D (divulgativa) REV. 5.0 a cura del

Dettagli

REGOLAMENTO SETTORE PROMOZIONALE E DIVULGATIVO

REGOLAMENTO SETTORE PROMOZIONALE E DIVULGATIVO REGOLAMENTO SETTORE PROMOZIONALE E DIVULGATIVO (rev. 4) Stagione 2014/15 (in vigore dal 01-02-2015) ( DANZE ARTISTICHE JAZZ E.PO.CA. FREESTYLE STREET ) REGOLAMENTO SETTORE PROMOZIONALE E DIVULGATIVO 2014

Dettagli

Danza >> DANZE FOLK ROMAGNOLE

Danza >> DANZE FOLK ROMAGNOLE DANZE D I C O P P I A Danza >> DANZE FOLK ROMAGNOLE 7.14 CATEGORIE Facendo riferimento all età de cavaliere, la coppia è inquadrata nelle seguenti categorie: 08/11 - JUVENILE 12/15 - JUNIOR 08/09 anni:

Dettagli

REGOLAMENTO DANZA CLASSICA & DANZA MODERNA COMPETIZIONI, CONCORSI, RASSEGNE

REGOLAMENTO DANZA CLASSICA & DANZA MODERNA COMPETIZIONI, CONCORSI, RASSEGNE REGOLAMENTO DANZA CLASSICA & DANZA MODERNA COMPETIZIONI, CONCORSI, RASSEGNE SEZIONI SEZIONE DANZA CLASSICA - Coreografie su base di colonne sonore di musical - Coreografie su base inedite SEZIONE FOLKORISTICO

Dettagli

BILLY BOB'S TEXAS ITALY COUNTRY CUP by AICOWED PADOVA, 30-31 GENNAIO 2016 REGOLAMENTO LINE DANCE, TWO STEP, WCS

BILLY BOB'S TEXAS ITALY COUNTRY CUP by AICOWED PADOVA, 30-31 GENNAIO 2016 REGOLAMENTO LINE DANCE, TWO STEP, WCS BILLY BOB'S TEXAS ITALY COUNTRY CUP by AICOWED PADOVA, 30-31 GENNAIO 2016 REGOLAMENTO LINE DANCE, TWO STEP, WCS LINE DANCE 1. FASCE D ETA Open fino a 18 Adult 19-39 Senior 40+ 2. ABBIGLIAMENTO Uomini Obbligatori:

Dettagli

10. DANZE E.PO.CA. Danza >> DANZE ORIENTALI

10. DANZE E.PO.CA. Danza >> DANZE ORIENTALI COMPARTO SETTORE DANZE COREOGRAFICHE FEDERAZIONE INTERNAZIONALE IDO International Dance Organization 10.1 AMBITI Le Danze Etniche, Popolari e di Carattere (E.Po.Ca) comprendono balli folkloristici e danze

Dettagli

REGOLAMENTO GARA PROFESSIONISTI DANZE CARAIBICHE & CARIBBEAN SHOW DANCE

REGOLAMENTO GARA PROFESSIONISTI DANZE CARAIBICHE & CARIBBEAN SHOW DANCE DEFINIZIONE È una competizione tra coppie di Professionisti ( formate da un uomo ed una donna) che aspirano a confrontarsi attenendosi alle regole di seguito descritte. I BALLI E LA MUSICA Salsa Cubana:

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO REGIONALE

REGOLAMENTO TECNICO REGIONALE REGOLAMENTO TECNICO REGIONALE EMILIA ROMAGNA, 2MILA14 2MILA15 Il Consiglio Regionale FIDS Emilia Romagna, con delibera n. 23 del 20 ottobre 2014 ha deliberato il Regolamento Tecnico Regionale sulla base

Dettagli

COMPARTO DANZE ARTISTICHE

COMPARTO DANZE ARTISTICHE CENTRO SPORTIVO EDUCATIVO NAZIONALE ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTO DAL C.O.N.I. (art. 31 D.PR. 2-8-1974 n. 530) ENTE NAZIONALE CON FINALITA ASSISTENZIALI RICONOSCIUTO DAL MINISTERO DELL,INTERNO

Dettagli

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE

Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Settore Promozionale TROFEO GYM PRIME GARE Il Trofeo Gym Prime Gare, a carattere regionale, è rivolto a tutte le ginnaste alle prime esperienze di gara e pertanto è riservato a coloro che non partecipano

Dettagli

Regolamento Tecnico Danza in Federazione Danze Caraibiche Aprile 2009 31 Marzo 2012 REGOLAMENTO TECNICO. DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINA:

Regolamento Tecnico Danza in Federazione Danze Caraibiche Aprile 2009 31 Marzo 2012 REGOLAMENTO TECNICO. DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINA: REGOLAMENTO TECNICO DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINA: DANZE CARAIBICHE 1 SEZIONE 1 1. ANNO DI ATTIVITA 1.1 L anno di attività è il periodo in cui vengono svolte tutte le attività di carattere Propedeutico,

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA CSEN

REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA CSEN CENTRO SPORTIVO EDUCATIVO NAZIONALE ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTO DAL C.O.N.I. (art. 31 D.PR. 2-8-1974 n. 530) ENTE NAZIONALE CON FINALITA ASSISTENZIALI RICONOSCIUTO DAL MINISTERO DELL,INTERNO

Dettagli

B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 - - A A2 A2 A2 A2 A A A A1 A1 A

B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 B1 - - A A2 A2 A2 A2 A A A A1 A1 A 7.11 CATEGORIE E CLASSI Nelle Danze Folk Romagnole sono comprese le seguenti specialità: FOLK SHOW DANCE FOLK SHOW TEAM e a seconda del livello di preparazione e l anno di nascita del cavaliere, questa

Dettagli

DANZE FOLK ROMAGNOLE PROGRAMMI DI GARA

DANZE FOLK ROMAGNOLE PROGRAMMI DI GARA DANZE FOLK ROMAGNOLE PROGRAMMI DI GARA AMATORIALE: dedicato ad un pubblico che vuole mantenere l'attività ludica, ricreativa e sociale, svolta anche in forma competitiva, ma senza vincoli di passaggi di

Dettagli

Valzer Lento, Tango, Cha Cha Cha e Jive COMBINATA 8 DANZE

Valzer Lento, Tango, Cha Cha Cha e Jive COMBINATA 8 DANZE DANZE DI COPPIA SETTORE DANZE INTERNAZIONALI 1. DISCIPLINA STILE INTERNAZIONALE DANZE STANDARD Valzer Lento, Tango, Valzer Viennese, Slow Foxtrot, Quick Step DANZE LATINO AMERICANE Cha Cha Cha, Samba,

Dettagli

DANZA. B1 danza classica (balli da sala e liscio unificato) A2 danze caraibiche

DANZA. B1 danza classica (balli da sala e liscio unificato) A2 danze caraibiche DANZA Art. 20 Categorie A - DANZA SPORTIVA B DANZA ARTISTICA A1 balli standard B1 danza classica (balli da sala e liscio unificato) A2 danze caraibiche B2 - danza modern/jazz (mambo-salsa-merengue) A3-

Dettagli

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015

PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 PROGRAMMA PROMOZIONALE GR UISP 2014/2015 a cura della referente regionale M. Porreca Il programma promozionale GR 2014-2015 prevede: 1. INDIVIDUALE: per categorie di età, con 3 livelli tecnici. -Pag. 2-2.

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

Federazione Italiana Sportiva Danze Internazionali

Federazione Italiana Sportiva Danze Internazionali Federazione Italiana Sportiva Danze Internazionali UUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU UUUU u INDICE: 1. Scopo 2. Premessa 3. Coinvolgimento dei maestri della Regione 4. Discipline contemplate 5. Categorie 6. Livelli

Dettagli

Regolamento competizione regionale amatoriale denominata

Regolamento competizione regionale amatoriale denominata Regolamento competizione regionale amatoriale denominata BALLARE CHE PASSIONE circuito stelle del futuro. Il Dipartimento Danze Amatoriali, con il patrocinio morale di FIPD, in collaborazione con Enti

Dettagli

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE B Il Campionato Nazionale Serie B è riservato a tutte le ginnaste tesserate alla Confsport Italia A.S.D. ad esclusione di coloro che partecipano

Dettagli

Federazione Italiana Sportiva Danze Internazionali

Federazione Italiana Sportiva Danze Internazionali Federazione Italiana Sportiva Danze Internazionali UUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU UUUU u uul VVVV INDICE: 1. Scopo 2. Premessa 3. Coinvolgimento dei maestri della Regione 4. Discipline contemplate 5. Categorie

Dettagli

REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO DANZE DI COPPIA CLASSE D DIVULGATIVA E C PROMOZIONALE

REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO DANZE DI COPPIA CLASSE D DIVULGATIVA E C PROMOZIONALE REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO DANZE DI COPPIA CLASSE D DIVULGATIVA E C PROMOZIONALE PARTE GENERALE: Sono classificate quali Danze di Coppia le specialità di danza sportiva danzate in coppia (formata da

Dettagli

Le specialità delle Danze Jazz prevedono tre tipi di unità competitiva o team : COPPIA FORMAZIONE GRUPPO

Le specialità delle Danze Jazz prevedono tre tipi di unità competitiva o team : COPPIA FORMAZIONE GRUPPO 3. DANZE JAZZ COMPARTO SETTORE DANZE DI COPPIA DANZE INTERNAZIONALI REVISIONE FEDERAZIONE INTERNAZIONALE 1.0 del 17.01.2013 WRRC World n Roll Confederation 3.1 AMBITI L attività agonistica federale è votata

Dettagli

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B

M.S.P. ITALIA SEZIONE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE Programma Tecnico Serie B SERIE B SERIE B 1. Il Campionato è riservato alle ginnaste più esperte. Sono escluse le ginnaste partecipanti al Campionati di Serie A; 2. La competizione è individuale; 3. E prevista una classifica assoluta determinata

Dettagli

Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE

Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE Anno Sportivo 2012/2013 SETTORE GINNASTICA ARTISTICA FEMMINILE E MASCHILE PROGRAMMA GARA REGIONE SICILIA L2 CATEGORIE ANNO SPORTIVO 2012/2013 GIOVANISSIME: 2006-2005-2004 ALLIEVE: 2003-2002-2001 JUNIOR:

Dettagli

REGOLAMENTO DANZE JAZZ

REGOLAMENTO DANZE JAZZ REGOLAMENTO DANZE JAZZ Danze di coppia L attività agonistica federale è votata al favorire il raggiungimento dei massimi livelli di agonismo, in attuazione delle regole Internazionali emanate dalla WRRC

Dettagli

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Artistica Femminile

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Artistica Femminile Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero Sezione Ginnastica Artistica Femminile In convenzione con: A.S.I. Alleanza Sportiva Italiana Settore Promozionale Agonistico TROFEO

Dettagli

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014

PROGRAMMA. Trofeo Laudense 2013-2014 PROGRAMMA Trofeo Laudense 2013-2014 1 REGOLAMENTO TROFEO LAUDENSE 1. Il 1 livello potrà esser eseguito esclusivamente dai bambini frequentanti la scuola dell infanzia. 2. La classifica sarà divisa in livelli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CATEGORIE FREE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA 2007-2008

REGOLAMENTO PER LE CATEGORIE FREE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA 2007-2008 REGOLAMENTO PER LE CATEGORIE FREE PATTINAGGIO ARTISTICO STAGIONE SPORTIVA 2007-2008 Le categorie Free sono le categorie in cui sono suddivisi gli atleti che non hanno raggiunto lo score e gli eventuali

Dettagli

Regolamento Tecnico. Comparto DANZE DI COPPIA. Discipline riconosciute dalla WDSF e WRRC. in vigore dal 1 ottobre 2013. rev. 1.0.8.

Regolamento Tecnico. Comparto DANZE DI COPPIA. Discipline riconosciute dalla WDSF e WRRC. in vigore dal 1 ottobre 2013. rev. 1.0.8. Regolamento Tecnico Comparto DANZE DI COPPIA Discipline riconosciute dalla WDSF e WRRC in vigore dal 1 ottobre 2013 rev. 1.0.8.7 Norme transitorie: 1) ABBIGLIAMENTO: se esistenti, le nuove disposizioni

Dettagli

Competizione di tipo Promozionale Divulgativo (cl.c-d) Aut.Reg.FIDS n 07/2013 dd. 06/11/2013. a seguire dopo la competizione SHOW TIME CONTEST

Competizione di tipo Promozionale Divulgativo (cl.c-d) Aut.Reg.FIDS n 07/2013 dd. 06/11/2013. a seguire dopo la competizione SHOW TIME CONTEST Competizione di tipo Promozionale Divulgativo (cl.c-d) Aut.Reg.FIDS n 07/2013 dd. 06/11/2013 a seguire dopo la competizione SHOW TIME CONTEST Competizione di tipo NON Agonistico riservata ai soli Atleti

Dettagli

5 RASSEGNA NAZIONALE DI DANZA 5 MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI DANZA SPORTIVA A.S.D. CSAIN ( BALLO DI GRUPPO e DANZA) CATANIA, 30 Maggio 02 giugno 2009

5 RASSEGNA NAZIONALE DI DANZA 5 MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI DANZA SPORTIVA A.S.D. CSAIN ( BALLO DI GRUPPO e DANZA) CATANIA, 30 Maggio 02 giugno 2009 Centri Sportivi Aziendali e Industriali Sez. nazionale Danza MANIFESTAZIONE NAZIONALE CSAIN DI DANZA SPORTIVA ( BALLO DI GRUPPO e DANZA) CATANIA 31 MAGGIO 2009 ISCRIZIONE Le dovranno pervenire entro e

Dettagli

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014

AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 AGGIORNAMENTO DI PALLANUOTO LATISANA 12 OTTOBRE 20014 Programma del corso INTRODUZIONE ALLA PALLANUOTO (nella scuola nuoto, regolamenti generali, le categorie giovanili) I FONDAMENTALI NELLA PALLANUOTO

Dettagli

Regolamento Gare. Edizione 2.0. Lega Italiana Danze Caraibiche ed Internazionali

Regolamento Gare. Edizione 2.0. Lega Italiana Danze Caraibiche ed Internazionali Regolamento Gare Edizione 2.0 Lega Italiana Danze Caraibiche ed Internazionali Roma, 14 gennaio 2014 1. Ambito... 3 2. Competizioni... 3 3. Lo staff di gara... 3 3.1. Il responsabile organizzativo... 3

Dettagli

Come fare per stare a tempo?

Come fare per stare a tempo? Tecnico Federale FIDS/CONI - sauro.amboni@libero.it - pag. 1/23 della Maestra Mery Anesa Come fare per stare a tempo? Giugno 2011 Tecnico Federale FIDS/CONI - sauro.amboni@libero.it - pag. 2/23 Come stare

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

W.A.F. REGOLAMENTO ITALIANO REGOLAMENTO UFFICIALE GARE DI BRACCIO DI FERRO- WAF- S.B.F.I. REGOLAMENTO GARA

W.A.F. REGOLAMENTO ITALIANO REGOLAMENTO UFFICIALE GARE DI BRACCIO DI FERRO- WAF- S.B.F.I. REGOLAMENTO GARA REGOLAMENTO UFFICIALE GARE DI BRACCIO DI FERRO- WAF- S.B.F.I. REGOLAMENTO GARA 1. Le competizioni sono svolte con tavolini regolamentari W.A.F. STAND UP (posizione eretta). 2. Posizione di partenza con

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA TAEKWONDO

FEDERAZIONE ITALIANA TAEKWONDO MEMORIAL CAVALLI Competizione per Squadre Regionali FEDERAZIONE ITALIANA TAEKWONDO REGOLAMENTO TECNICO E ORGANIGRAMMA DELLA GARA MEMORIAL CAVALLI A cura del Settore Tecnico FITA MODULO DI GARA per le prove

Dettagli

INDICE REGOLAMENTO DANZE CARAIBICHE 5

INDICE REGOLAMENTO DANZE CARAIBICHE 5 INDICE REGOLAMENTO DANZE CARAIBICHE 5 PREMESSA 6 SISTEMA INTERNAZIONALE PER LE COPPIE DI CLASSE A 6 SPECIALITA DI COPPIA 7 CATEGORIE DI ETÀ 7 SETTORE PROMOZIONALE 8 CLASSI DI APPARTENENZA, PROGRAMMI DI

Dettagli

La Danza Orientale ( chiamata anche Belly Dance, Danza del Ventre, Danza Medio-orientale) viene suddivisa nelle due forme che comprendono:

La Danza Orientale ( chiamata anche Belly Dance, Danza del Ventre, Danza Medio-orientale) viene suddivisa nelle due forme che comprendono: REGOLAMENTO DANZA ORIENTALE SPECIALITA La Danza Orientale ( chiamata anche Belly Dance, Danza del Ventre, Danza Medio-orientale) viene suddivisa nelle due forme che comprendono: -FOLK ( Shaabi - Baladi

Dettagli

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale

Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale Campionato Nazionale Cup 2016 a squadre e individuale A cura di Cinzia Pennesi Ilenia Oberni Alice Grecchi Monia Melis Ginevra Civiletti Sonia Frasca Componenti Commissione Tecnica Nazionale Aggiornato

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO. DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINA: BELLY DANCE

REGOLAMENTO TECNICO. DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINA: BELLY DANCE REGOLAMENTO TECNICO DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINA: BELLY DANCE 1 SEZIONE 1 1. ANNO DI ATTIVITA 1.1 L anno di attività è il periodo in cui vengono svolte tutte le attività di carattere Propedeutico, Formativo,

Dettagli

ENDAS NAZIONALE REGOLAMENTO

ENDAS NAZIONALE REGOLAMENTO ENDAS NAZIONALE SETTORE KARATE REGOLAMENTO 1 L ENDAS Ente Nazionale Democratico di Azione Sociale, organizza i " Campionati Regionali ", fase preliminare, valida per la qualificazione alle " FINALI NAZIONALI

Dettagli

Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015. Ed. 10/2015 V2b

Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015. Ed. 10/2015 V2b Lega Nazionale Pattinaggio GRUPPI FOLK NORME DI ATTIVITA EDIZIONE 2015 Ed. 10/2015 V2b 1 Art. 1) PARTECIPAZIONE Possono partecipare alle categorie COMPETITIVE tutte le Società regolarmente affiliate alla

Dettagli

CAMPIONATO ESORDIENTI A

CAMPIONATO ESORDIENTI A CAMPIONATO ESORDIENTI A Per tale categoria sono previsti 2 campionati: 1) CAMPIONATO ITALIANO INVERNALE Composto da: 1-Programmi Tecnici (Duo, Trio e Squadra) 2-Obbligatori a) Hanno diritto a partecipare

Dettagli

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE

ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE ANNO 2013/2014 GINNASTICA ARTISTICA MASCHILE E FEMMINILE REGOLAMENTO: BIG TEAM - Programma rivolto a ginnaste/i principianti o che frequentano corsi di avviamento allo sport. - Questo programma di competizioni

Dettagli

MSP ITALIA. Ente di promozione sportiva riconosciuto dal REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA

MSP ITALIA. Ente di promozione sportiva riconosciuto dal REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA MSP ITALIA Ente di promozione sportiva riconosciuto dal REGOLAMENTO DANZA SPORTIVA INDICE 1 REGOLAMENTO SETTORE DANZE IN COPPIA Definizione delle Discipline Definizione delle Categorie Svolgimento della

Dettagli

DANZA in FEDERAZIONE

DANZA in FEDERAZIONE DANZA in FEDERAZIONE REGOLAMENTO TECNICO DISCIPLINA: DISCO DANCE TIPOLOGIE: DISCO DANCE SOLO (Maschile Femminile) DISCO DANCE COPPIE (Sesso Diverso) DISCO DANCE DUO (Stesso Sesso) DISCO DANCE PICCOLI GRUPPI

Dettagli

Regolamento Campionato Provinciale Ginnastica Artistica 2014-2015. Consiglio Provinciale Varese REGOLAMENTO

Regolamento Campionato Provinciale Ginnastica Artistica 2014-2015. Consiglio Provinciale Varese REGOLAMENTO Consiglio Provinciale Varese REGOLAMENTO Ginnastica Artistica Regolamento 1 Consiglio Provinciale Varese CAMPIONATO NAZIONALE FASE PROVINCIALE Ginnastica Artistica Regolamento La manifestazione è aperta

Dettagli

2. DANZE DI COPPIA 2. DISCIPLINA STILE INTERNAZIONALE 3. DISCIPLINA STILE JAZZ 4. DISCIPLINA DANZE CARAIBICHE 5. DISCIPLINA DANZE ARGENTINE

2. DANZE DI COPPIA 2. DISCIPLINA STILE INTERNAZIONALE 3. DISCIPLINA STILE JAZZ 4. DISCIPLINA DANZE CARAIBICHE 5. DISCIPLINA DANZE ARGENTINE 2. DANZE DI COPPIA 2. DISCIPLINA STILE INTERNAZIONALE SETTORE DANZE INTERNAZIONALI DANZE STANDARD DANZE LATINO AMERICANE COMBINATA 4 DANZE COMBINATA 8 DANZE COMBINATA 10 DANZE FORMAZIONI STANDARD FORMAZIONI

Dettagli

Us ACLI Sport in Tour

Us ACLI Sport in Tour CONCORSO NAZIONALE DI DANZA Realizzato nell ambito della Manifestazione Regionale Us ACLI Sport in Tour REGOLAMENTO Articolo 1 Il DANCESTYLE, Concorso Nazionale di Danza, si svolgerà il giorno 31 MAGGIO

Dettagli

Regolamento tecnico di Nuoto Sincronizzato

Regolamento tecnico di Nuoto Sincronizzato Regolamento tecnico di Nuoto Sincronizzato (edizione novembre 2011) Premessa Il presente regolamento tecnico è basato sulle regole adottate dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN) ed adattate alle esigenze

Dettagli

REGOLAMENTO DANZE FOLK ROMAGNOLE

REGOLAMENTO DANZE FOLK ROMAGNOLE REGOLAMENTO DANZE FOLK ROMAGNOLE Classe esordienti 1 BALLO : Mazurka 5 parti. Programma BRONZO, Variazioni obbligatorie non divisibili lungo le parti musicali, non effettuabili nelle 1 parti musicale,

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA ARTISTICA A.S.C. SALEMI ( TRAPANI ) 14 APRILE - 2013 PALAZZETTO DELLO SPORT ORGANIZZAZIONE TECNICA : Responsabile generale = Sig. Colicchia Sebastiano = Tel. 328 7273766,

Dettagli

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO (Modulo) 10' Corsa (Borg 2-3) Inserendo anche corsa laterale 5' Stretching Dinamico 5' Andature (Skip, Corsa, Calciata, Scivolamenti laterali ecc. 3x10m) 3x Allungo

Dettagli

REGOLAMENTO CARAIBICI

REGOLAMENTO CARAIBICI REGOLAMENTO CARAIBICI Specialità La specialità di Coppia delle Danze Caraibiche si articolano in: Salsa cubana Salsa portoricana (New York style-mambo) Merengue Bachata Nelle categorie Gruppi e Formazioni,

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

PATTINAGGIO ARTISTICO VARIAZIONE NORME ATTIVITA 2015

PATTINAGGIO ARTISTICO VARIAZIONE NORME ATTIVITA 2015 FEDERAZIONE ITALIANA HOCKEY E PATTINAGGIO COMMISSIONE DI SETTORE ARTISTICO 00196 ROMA - VIALE TIZIANO, 74 - Tel.06-91684011 - www.fihp.org / e-mail - artistico@fihp.org COMUNICATO UFFICIALE N.66/2014 Roma,

Dettagli

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE Esercizio nr. 1) Piegate il busto in avanti in modo che sia parallelo al pavimento ed appoggiatevi con il braccio sano ad uno sgabello o ad un tavolino.

Dettagli

2 Concorso Interregionale Caribe Social CAMPIONATO INTERREGIONALE C.S.E.N. Area Nord

2 Concorso Interregionale Caribe Social CAMPIONATO INTERREGIONALE C.S.E.N. Area Nord Lo C.S.E.N. Ente di Promozione Sportiva Comitato regionale Veneto, in collaborazione con l A.S.D. Rumbeando Original, ha il piacere di invitarvi a partecipare alla manifestazione denominata: 2 Concorso

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE PROVE PRATICHE DI VALUTAZIONE TECNICO SPORTIVA

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE PROVE PRATICHE DI VALUTAZIONE TECNICO SPORTIVA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE PROVE PRATICHE DI VALUTAZIONE TECNICO SPORTIVA Si ricorda ai candidati che, per l espletamento delle seguenti prove pratiche, sono tenuti a presentarsi con abbigliamento

Dettagli

Esercizi per collo, spalle e braccia.

Esercizi per collo, spalle e braccia. DA FARE IN CASA - Esercizi pratici per mantenersi in forma. Esercizi per collo, spalle e braccia. 1 - Muscoli spalle e braccia Sdraiati sulla schiena, sollevare un leggero peso sulla testa e flettendo

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

REGOLAMENTO DI GARA Edizione 1.0

REGOLAMENTO DI GARA Edizione 1.0 REGOLAMENTO DI GARA Edizione 1.0 Premessa Lo scopo del C.D.C. Italia è quello di creare una competizione secondo i criteri di ballo che accomunano tutti i ballerini delle discipline caraibiche, così come

Dettagli

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni Associazione Italiana Arbitri - AIA Settore Tecnico: Modulo Preparazione Atletica Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni AIA CAN-D Stagione Agonistica 2010-2011 Prevenzione Infortuni Introduzione

Dettagli

SEZIONE ARTISTICA MASCHILE

SEZIONE ARTISTICA MASCHILE MMM COMITATO REGIONALE TOSCANA DIREZIONE TECNIA REGIONALE SEZIONE ARTISTICA MASCHILE TEST REGIONALE Categoria Esordienti PROGRAMMA TECNICO Ginnastica di base Anno sportivo 2010 2 A cura del Tecn. Michele

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A

Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Settore Promozionale Agonistico CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A Il Campionato Nazionale Serie A è riservato a tutte le ginnaste tesserate alla Confsport Italia A.S.D., alle ex-ginnaste federali che, da almeno

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

F.I.S.A.C. Federazione Italiana Sport Acrobatici e Coreografici REGOLAMENTO ACROSPORT. Ed. 2007

F.I.S.A.C. Federazione Italiana Sport Acrobatici e Coreografici REGOLAMENTO ACROSPORT. Ed. 2007 F.I.S.A.C. Federazione Italiana Sport Acrobatici e Coreografici REGOLAMENTO ACROSPORT Ed. 2007 1 REGOLAMENTO ACROSPORT Edizione 2007 Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare in maniera uniforme

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

Rivista di Tecnica Cultura e Comunicazione del Ballo Agonistico e della Danza Sportiva

Rivista di Tecnica Cultura e Comunicazione del Ballo Agonistico e della Danza Sportiva www.tuttoballo.net è un dominio registrato. Copyright 2004. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta, memorizzata in sistemi d'archivio o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo. I trasgressori

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE. Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO

CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE. Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO CAMPIONATO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA 2013-14 PRESIDENTE NAZIONALE Antonino Viti COMITATO PROVINCIALE DI SALERNO Alfonso Luigi Venosi - Presidente Comitato Provinciale Via A. Barone 26, 84129 Salerno

Dettagli

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015

QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 QUOTE ANNO SPORTIVO 2014 2015 Affiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti) Riaffiliazione Confsport Italia (comprensiva del tess.to del Presidente e di 2 Dirigenti)

Dettagli

REGOLAMENTO (Mister & Miss Polvere di Stelle)

REGOLAMENTO (Mister & Miss Polvere di Stelle) REGOLAMENTO (Mister & Miss Polvere di Stelle) CATEGORIA MASCHILE E FEMMINILE La categoria Mr. & Miss Polvere di Stelle ha l obiettivo di incrementare la partecipazione, l interesse e l agonismo con un

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna)

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) NON SOLO PALESTRA... VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) L attività vuole rendere consapevoli i ragazzi che l attività motoria può essere svolta anche

Dettagli

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Ritmica

Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero. Sezione Ginnastica Ritmica Forum Europeo delle Associazioni Sportive, Culturali e del Tempo Libero Sezione Ginnastica Ritmica In convenzione con A.S.I. Alleanza Sportiva Italiana TROFEO ARCOBALENO Palestra CS Collelasalle, Roma

Dettagli

REGOLAMENTO KIZOMBA FLASH MOB ESTE

REGOLAMENTO KIZOMBA FLASH MOB ESTE REGOLAMENTO KIZOMBA FLASH MOB ESTE 1. LOCATION E DATA DELL EVENTO Kizomba Flash Mob Este è un evento organizzato dai maestri di ballo Elisa Terzo e Simone Balbo (d ora in poi Segreteria Organizzativa)

Dettagli

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio.

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Il portiere di calcio oltre a dover possedere ottime qualità tecniche, deve avere delle componenti fisiche molto importanti, in grado di

Dettagli

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi 2012 Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi Una raccolta di esercizi specifici per chi pratica ciclismo a tutti i livelli dall'agonista al semplice cicloturista De Servi Giuseppe STUDIO BIOMEC

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

1.1 Fruste romagnole. DUO CATEGORIE U/15 O/16 Promozionale C C Agonismo U U SQUADRA. Promozionale Agonismo C U

1.1 Fruste romagnole. DUO CATEGORIE U/15 O/16 Promozionale C C Agonismo U U SQUADRA. Promozionale Agonismo C U 1.1 Fruste romagnole Tipica specialità dell area romagnola. Gli schiocchiatori (sciucarèn) devono, con gli schiocchi delle loro fruste, seguire la musica secondo canoni tecnici stabiliti. 1.1.1 Specialità

Dettagli

WTKA LIGHT CONTACT/POINT FIGHTING TUTTE LE TECNICHE DEVONO ESSERE CONTROLLATE

WTKA LIGHT CONTACT/POINT FIGHTING TUTTE LE TECNICHE DEVONO ESSERE CONTROLLATE WTKA LIGHT CONTACT/POINT FIGHTING TUTTE LE TECNICHE DEVONO ESSERE CONTROLLATE Nota Bene: NON E AMMESSO IL K.O.! 1. AREA DI GARA Il Tatami deve misurare 6m. per 6m. o 8m. per 8 m. 2. UNIFORMI E PROTEZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DI GARA Edizione 1.2

REGOLAMENTO DI GARA Edizione 1.2 REGOLAMENTO DI GARA Edizione 1.2 Premessa Lo scopo del C.D.C. Italia è quello di creare una competizione secondo i criteri di ballo che accomunano tutti i ballerini delle discipline caraibiche, così come

Dettagli

Scienze Motorie e Sportive

Scienze Motorie e Sportive Scienze Motorie e Sportive GLOSSARIO DEI MOVIMENTI GINNASTICI E SPORTIVI (Testo e disegni di Stelvio Beraldo) DOCENTE: prof Pieraldo Carta CLASSI: 1^A, 1^B, 2^B A.S. 2013-2014 1 Atteggiamenti POSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO. DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINE: LISCIO UNIFICATO BALLO DA SALA DANZE STANDARD DANZE LATINO AMERICANE

REGOLAMENTO TECNICO. DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINE: LISCIO UNIFICATO BALLO DA SALA DANZE STANDARD DANZE LATINO AMERICANE REGOLAMENTO TECNICO DANZA in FEDERAZIONE DISCIPLINE: LISCIO UNIFICATO BALLO DA SALA DANZE STANDARD DANZE LATINO AMERICANE 1 SEZIONE 1 1. ANNO DI ATTIVITA 1.1 L anno di attività è il periodo in cui vengono

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

"Rassegna di Danza" Sora 21 Giugno 2015

Rassegna di Danza Sora 21 Giugno 2015 "Rassegna di Danza" Sora 21 Giugno 2015 Scopo: La prima edizione della "Rassegna di Danza informainfiera 2015" è quella di offrire agli insegnaticoreografi e allievi delle scuole di danza, un momento di

Dettagli

REGOLAMENTO MAD 4 DANCE 2015

REGOLAMENTO MAD 4 DANCE 2015 REGOLAMENTO MAD 4 DANCE 2015 MAD4DANCE TOUR è una manifestazione itinerante di danza che prevede concorso e stage. Le selezioni dei partecipanti al concorso verranno effettuate a Palermo 15 febbraio, Torino

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS

REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS REGOLAMENTO NAZIONALE DI GINNASTICA RITMICA LIBERTAS La Libertas nazionale in collaborazione con l ASD SCFTITALIA indice ed organizza per l anno sportivo 2013/14 le attività riservata alla Ginnastica ritmica.

Dettagli

I PRINCIPI DELLO STEP SICURO

I PRINCIPI DELLO STEP SICURO LO STEP L allenamento con lo step è una delle attività cardiovascolari che offre maggiori benefici muscolari. Questo grazie ad un azione ciclica caratterizzata dal continuo salire e scendere dal gradino

Dettagli

I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO

I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Lo Skating Club Gioni di Trieste ha il piacere di invitarvi Al F. I. H. P A. C. S. I. PATTINAGGIO ARTISTICO Liberi maschili e femminili e Solo Dance. Le gare di Libero maschile e femminile e Solo Dance

Dettagli