Comune di Monvalle - Provincia di Varese -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Monvalle - Provincia di Varese -"

Transcript

1 Comune di Monvalle - Provincia di Varese - REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI POSTI BARCA IN AMBITO DELL AREA COMUNALE DI VIA DELLE PIANE/MONTENERO, LOCALITA LIDO Adottato con deliberazione del CC. n. 14 del Integrato e modificato con deliberazione del CC.: n. 49 del n. 4 del n. 29 del n. 34 del

2 ART. 1 L area comunale di via Delle Piane/Montenero, posta in località Lido e interessata dall ormeggio di imbarcazioni, è disciplinata nella gestione dal presente Regolamento. La stessa è rappresentata ed individuata nell allegata tavola planimetrica. ART. 2 L ormeggio è destinato a qualsiasi unità di navigazione idonea all ingresso nel fiume, con esclusione di imbarcazioni provviste di bulbo e le pilotine, nel rispetto del presente Regolamento. ART. 3 L accesso all area di ormeggio è libero e aperto al pubblico. ART. 4 Gli ormeggi verranno disposti secondo quanto definito in fase di assegnazione del numero corrispondente. Le imbarcazioni dovranno essere obbligatoriamente poste in acqua, con possibilità di momentanea collocazione a terra esclusivamente per le operazioni di alaggio e rimozione, nonché di riparazione. L ottenimento, da parte dell Ente competente, dell autorizzazione allo stazionamento in acqua rimane a carico dell assegnatario. ART. 5 Possono richiedere l assegnazione di un posto-barca, tutti i proprietari di unità, indipendentemente dalla loro appartenenza ad associazioni, istituzioni, enti privati e pubblici, sportivi e non. Non potranno essere assegnati ad unico soggetto, o soggetti facenti parte di unico nucleo famigliare, come definito dal D.L. 13 marzo 1988, o associazione, ecc. più di un posto barca. Il Comune si riserva l uso esclusivo di un posto-barca da individuarsi in fase di assegnazione. 2

3 ART. 6 L assegnazione di un posto-barca ha durata annuale, dal 1 gennaio al 31 dicembre ovvero, a seguito di assegnazione, fino al 31 dicembre del medesimo anno. L assegnazione è confermata con il pagamento del corrispettivo annuo secondo le modalità del presente Regolamento. ART. 7 L assegnatario del posto barca deve corrispondere un canone per un corrispettivo annuo, così come stabilito dall'amministrazione Comunale. Tale corrispettivo, determinato in misura annuale, fissa e non frazionabile, dovrà essere versato all Ente gestore in un unica soluzione: a il primo anno entro dieci giorni dalla comunicazione dell assegnazione; b gli anni successivi entro il 01 marzo; c - eventuali integrazioni del canone o assegnazioni straordinarie, dovranno essere regolarizzate secondo i termini stabiliti dagli Uffici competenti. ART. 8 Le richieste per l assegnazione di un posto barca debbono essere indirizzate al Comune, in fase di prima assegnazione, entro il termine stabilito dall apposito bando di assegnazione. Nei tempi successivi, si procederà con scadenza al 1 aprile a definizione di graduatoria per i posti resisi disponibili nel rispetto dei criteri di cui al presente regolamento. In detta fase di assegnazione saranno prese in considerazione esclusivamente le richieste pervenute successivamente alla chiusura della graduatoria al momento vigente. All uopo, presso il Comune, è predisposto un apposito registro in cui sono annotate le richieste nell ordine cronologico di presentazione. Alla predetta graduatoria si farà riferimento per assegnazioni straordinarie nel corso dell'anno di riferimento, le quali saranno espletate con scadenza mensile (primo giorno lavorativo) successiva alla scadenza annuale del 1 aprile, sopra indicata. ART. 9 La domanda dovrà contenere la descrizione precisa dell unità che si intende ormeggiare e la dichiarazione che l unità si trova nello stato di navigabilità tecnica ed amministrativa ed a norma delle disposizioni vigenti. 3

4 Il cambio dell'unità ormeggiata nel corso dell'anno deve essere preventivamente autorizzato dal Comune. ART.10 L assegnazione dei posti-barca disponibili avverrà con seguenti criteri: a) prioritariamente per i residenti in fase di prima assegnazione, mediante graduatoria definita con i seguenti punteggi: - punti uno per ogni anno o frazione di anno di residenza nel Comune alla data di pubblicazione del bando di assegnazione o aggiornamento della graduatoria di assegnazione; - punti uno ai titolari o soggetti già titolari di licenza di pesca professionale; b) ai non residenti mediante sorteggio, in ambito di disponibilità di posti-barca; c) in fase di aggiornamento, mediante graduatoria determinata come previsto all'art. 8 del presente Regolamento. ART. 11 La concessione del posto-barca è personale e quindi non cedibile a terzi, neppure a titolo gratuito. ART. 12 Il posto barca assegnato di norma non subirà variazioni. E' ammesso lo scambio dei posti-barca da parte degli assegnatari, previa comunicazione ed approvazione da parte dell'amministrazione Comunale. ART. 13 Per particolari esigenze tecniche, quali la necessità di effettuare lavori di manutenzione dell area o altro, potrà essere richiesto agli assegnatari del posto-barca, un temporaneo allontanamento dell unità per consentire il corretto svolgimento dei lavori stessi e questo senza l obbligo del rimborso del corrispettivo non goduto. 4

5 ART. 14 Le unità che non risultino essere in stato di navigabilità tecnica e amministrativa e quelle che costituiscono un pericolo per la sicurezza, dovranno essere allontanate dall ormeggio ovvero ripristinate entro il termine assegnato. ART. 15 L uso degli impianti a terra dovrà avvenire in ogni caso sotto la completa e assoluta responsabilità dell utente. Le strutture dovranno essere riconsegnate come nello stato di affidamento ed ogni danno o manomissione verranno contestati e addebitati all utente. ART. 16 Il Comune non è tenuto ad adeguare le attrezzature di ormeggio delle singole unità in relazione alla escursione del livello delle acque. A ciò deve provvedere direttamente il concessionario del posto barca a mezzo proprio, sollevando il Comune da ogni e qualsiasi responsabilità in merito. ART. 17 Al Comune è riservata comunque la facoltà di alare a terra o ormeggiare in altro luogo le unità che per qualsiasi motivo possano causare danni alle attrezzature o intralcio alla navigazione. Ciò senza l obbligo di darne avviso al concessionario del posto-barca che è però tenuto a rifondere al Comune i costi relativi. ART. 18 E fatto divieto assoluto di: - manomettere gli ormeggi, nonché di apportare modifiche o aggiunte alle strutture esistenti; - fare uso di ancore, gavitelli, ecc.; - ingombrare le aree con qualsiasi materiale e tanto meno con rifiuti e simili; - depositare le imbarcazioni a terra; - apporre scritte personali sui manufatti a terra; 5

6 ART. 19 L assegnatario dell ormeggio è responsabile degli eventuali danni o comunque delle conseguenze di qualsiasi natura che egli stesso, il proprio equipaggio e/o la propria unità dovessero arrecare alle persone nonché alle attrezzature ed impianti del porto e alle unità ormeggiate. ART. 20 Il Comune non assume responsabilità per furti, sottrazioni o danneggiamenti alle unità, attrezzature, apparecchiature in dotazione, né di oggetti lasciati a bordo. Parimenti non sono riconosciute responsabilità per eventuali danni dovuti per causa di forza maggiore e fenomeni naturali. ART. 21 Gli assegnatari sono comunque tenuti al rispetto delle norme previste dal vigente Codice della Navigazione, dal regolamento per la navigazione interna e da altre Leggi o Regolamenti generali e speciale, emanati o emanandi in materia. ART. 22 Il mancato rispetto delle norme del presente Regolamento, l inosservanza delle disposizioni sulla sicurezza o sull inquinamento ed il mancato versamento del canone come previsto dal Regolamento danno diritto al Comune di risolvere immediatamente il rapporto, revocando l assegnazione senza obbligo del corrispettivo non goduto. ART. 23 Il titolare di una assegnazione può, in qualunque momento recedere da rapporto prima della scadenza, senza rimborso della porzione di canone pagato e non goduto. ART. 24 Alla data di entrata in vigore del presente Regolamento si intendono comunque decadute tutte le eventuali concessioni o autorizzazioni accordate precedentemente. Pertanto, tutti coloro che occupano parte dell area in oggetto dovranno lasciare libera l area occupata entro il termine perentorio di giorni trenta. 6

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L'USO DEL PORTO TURISTICO DI CARIATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L'USO DEL PORTO TURISTICO DI CARIATI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE E L'USO DEL PORTO TURISTICO DI CARIATI ( Approvato con delibera consiliare n. 25 del 25/05/2009 ) ART. 1 Il Comune di Cariati provvede ad una gestione diretta del Porto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MOLI DI CARATE, URIO E RIVA ROMA.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MOLI DI CARATE, URIO E RIVA ROMA. COMUNE DI CARATE URIO Provincia di Como Ufficio Demanio REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MOLI DI CARATE, URIO E RIVA ROMA. - 1 - INDICE: Art. 1 Premessa Art. 2 Caratteristiche degli spazi demaniali Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE TEMPORANEA DEI POSTI DI ORMEGGIO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE TEMPORANEA DEI POSTI DI ORMEGGIO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE TEMPORANEA DEI POSTI DI ORMEGGIO Art. 1 Premessa Il presente regolamento disciplina, a partire dalla data di approvazione dello stesso, i criteri e le modalità di assegnazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ORMEGGI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ORMEGGI COMUNE DI PERGINE VALSUGANA (Provincia di Trento) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ORMEGGI Approvato con deliberazione del Consiglio n. 16 di data 5.04.2004, modificato con deliberazione

Dettagli

CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera C.C. n. 242 del

CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI. Approvato con delibera C.C. n. 242 del CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DELLE BACHECHE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 242 del 13.12.2007, esecutiva 1 INDICE Art. n. 1 pag. n. 3 Art. n. 2 pag. n. 3 Art. n. 3 pag.

Dettagli

C O M U N E D I P I S C I O T T A U f f i c i o T e c n i c o

C O M U N E D I P I S C I O T T A U f f i c i o T e c n i c o C. A. P. 8 4 0 6 6 C O M U N E D I P I S C I O T T A U f f i c i o T e c n i c o 2011 Bando Domanda Regolamento Tariffe C. A. P. 8 4 0 6 6 C O M U N E D I P I S C I O T T A U f f i c i o T e c n i c o

Dettagli

I N D I C E. Art. 1 - Premessa Art. 2 - Domande Art. 3 - Requisiti Art. 4 - Assegnazione... 2

I N D I C E. Art. 1 - Premessa Art. 2 - Domande Art. 3 - Requisiti Art. 4 - Assegnazione... 2 Adottato con deliberazione della Giunta Comunale n. 86 del 17 novembre 2015 I N D I C E Art. 1 - Premessa... 1 Art. 2 - Domande... 1 Art. 3 - Requisiti... 1 Art. 4 - Assegnazione... 2 Art. 5 - Durata assegnazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEL PORTO CANALE DELLA ROCCA (LATO NORD)

REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEL PORTO CANALE DELLA ROCCA (LATO NORD) COMUNE DI RIVA DEL GARDA (Provincia di Trento) REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEL PORTO CANALE DELLA ROCCA (LATO NORD) ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina l'attività

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L ASSEGNAZIONE DEI POSTI AUTO ED AUTORIMESSE DI PERTINENZA DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L ASSEGNAZIONE DEI POSTI AUTO ED AUTORIMESSE DI PERTINENZA DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L ASSEGNAZIONE DEI POSTI AUTO ED AUTORIMESSE DI PERTINENZA DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 26.01.2017 1

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI ORTI URBANI COMUNALI

REGOLAMENTO DEGLI ORTI URBANI COMUNALI REGOLAMENTO DEGLI ORTI URBANI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. DEL / /2013-1 - INDICE Art. 1 - Definizione di orti urbani pag. 3 Art. 2 Finalità pag. 3 Art. 3 Destinatari pag. 3

Dettagli

COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE

COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE COMUNE DI GANDINO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO SETTIMANALE Approvato con delibera C.C. n. 61 del 30.09.2002 Modificato con delibera C.C. n. 11 del 27.03.2009 Modificato con delibera

Dettagli

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli)

C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) C i t t à d i M a r i g l i a n o (Provincia di Napoli) Regolamento per concessioni di lotti residui di terreno per la realizzazione di Cappelle Gentilizie e/o Edicole nel cimitero vecchio. (approvato

Dettagli

AUTORITÀ DI BACINO LACUALE DEI LAGHI MAGGIORE, COMABBIO, MONATE E VARESE REGOLAMENTO CONCESSIONI DEMANIALI TEMPORANEE

AUTORITÀ DI BACINO LACUALE DEI LAGHI MAGGIORE, COMABBIO, MONATE E VARESE REGOLAMENTO CONCESSIONI DEMANIALI TEMPORANEE AUTORITÀ DI BACINO LACUALE DEI LAGHI MAGGIORE, COMABBIO, MONATE E VARESE REGOLAMENTO CONCESSIONI DEMANIALI TEMPORANEE Approvato con deliberazione dell Assemblea n. 6 del 01/07/2006 Modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI VATTARO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL UTILIZZO DEL PARCHEGGIO INTERRATO IN VIA GIARDINI

COMUNE DI VATTARO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL UTILIZZO DEL PARCHEGGIO INTERRATO IN VIA GIARDINI COMUNE DI VATTARO Provincia di Trento REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL UTILIZZO DEL PARCHEGGIO INTERRATO IN VIA GIARDINI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 16.04.2014 f.to il

Dettagli

Regolamento per l istituzione e l affidamento degli orti sociali comunali

Regolamento per l istituzione e l affidamento degli orti sociali comunali Regolamento per l istituzione e l affidamento degli orti sociali comunali Approvato con delibera di C.C n. 62 del 29/12/2014 Art. 1 - Definizioni 1. Il presente regolamento disciplina l istituzione, la

Dettagli

DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO

DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO Allegato alla deliberazione della Giunta Comunale n. 56 del 26.09.2013 DISCIPLINARE USO CAMPO CALCETTO COMUNALE Il presente regolamento disciplina l uso del

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE

REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE Deliberazione G. C. n. 784 del 23 dicembre 2010 REGOLAMENTO SULLA MOBILITA DEL PERSONALE INDICE Art. 1 Premessa pag. 3 CAPO I Art. 2 Mobilità volontaria in entrata

Dettagli

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese)

COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 10 del 28.04.2004) Art 1 Il presente Regolamento disciplina l utilizzo dell area comunale ubicata in località

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COPERTI SITI IN LOCALITA LA CLEYVAZ E LAVOD DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALPELLINE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COPERTI SITI IN LOCALITA LA CLEYVAZ E LAVOD DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA COMMUNE DE VALPELLINE RÉGION AUTONOME DE LA VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COPERTI SITI IN LOCALITA LA CLEYVAZ E LAVOD DI PROPRIETA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE DEL COMUNE DI CISERANO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE DEL COMUNE DI CISERANO Comune di Ciserano REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE DEL COMUNE DI CISERANO 1 Sommario TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 Finalità. Art.2 Soggetti legittimati all'utilizzo. Art.3 Disponibilità

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATO L ANTICO BAULE DI ANTIQUARIATO, COLLEZIONISMO

REGOLAMENTO DEL MERCATO L ANTICO BAULE DI ANTIQUARIATO, COLLEZIONISMO COMUNE DI LODI VECCHIO REGOLAMENTO DEL MERCATO L ANTICO BAULE DI ANTIQUARIATO, COLLEZIONISMO Regolamento per la disciplina dello svolgimento del mercato dell'antiquariato e del collezionismo denominato

Dettagli

COMUNE DI GRADO PROVINCIA DI GORIZIA

COMUNE DI GRADO PROVINCIA DI GORIZIA COMUNE DI GRADO PROVINCIA DI GORIZIA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE, L USO E LA GESTIONE DEGLI ORMEGGI CONCESSI AL COMUNE DALLA CAPITANERIA DI PORTO LUNGO IL CANALE DEMANIALE DELL ISOLA DELLA SCHIUSA PROSPICIENTI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI COMUNE DI BIENO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI (Art. 7, L.R. 31 luglio 1993, n. 13 Suppl. ord. n. 1 al B.U. 10

Dettagli

COMUNE DI ASIAGO Provincia di VICENZA. Ufficio Comando Polizia Locale

COMUNE DI ASIAGO Provincia di VICENZA. Ufficio Comando Polizia Locale COMUNE DI ASIAGO Provincia di VICENZA Ufficio Comando Polizia Locale REGOLAMENTO PER LA SOSTA A TITOLO ONEROSO RISERVATA AI RESIDENTI ED ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE CON SEDE IN ASIAGO Approvato con delib.

Dettagli

- l Amministrazione Comunale con delibera di C.C. n. 247 del 28/12/1995, esecutiva ai sensi di

- l Amministrazione Comunale con delibera di C.C. n. 247 del 28/12/1995, esecutiva ai sensi di CONVENZIONE PER L UTILIZZO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE - AI SENSI DEL REGOLAMENTO RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI E FORME DI SOSTEGNO - ALL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA FOCOLACCIA - SCI FONDO

Dettagli

DISCIPLINA TECNICA PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DI AREE DA INDIVIDUARE PER ADIBIRE AD USO ORTIVO NEL COMUNE DI CALVISANO

DISCIPLINA TECNICA PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DI AREE DA INDIVIDUARE PER ADIBIRE AD USO ORTIVO NEL COMUNE DI CALVISANO C O M U N E D I C A L V I S A N O PROVINCIA DI BRESCIA Piazza dei Caduti, 4 25012 Calvisano (BS) Centralino Fax 030.96.897 030.96.82.28 DISCIPLINA TECNICA PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DI AREE DA INDIVIDUARE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI Provincia di Siena REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA NEI CIMITERI DEL COMUNE DI CASTELLINA IN CHIANTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA CONDUZIONE DI ORTI URBANI

COMUNE DI PISTOIA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA CONDUZIONE DI ORTI URBANI COMUNE DI PISTOIA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA CONDUZIONE DI ORTI URBANI Approvato con deliberazione CC n 173 del 7/11/2011 1 INDICE Art. 1 Finalità del servizio Art. 2 Procedimento per l assegnazione

Dettagli

DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO

DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE DI CALCETTO COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano Piazza Roma n o 7 C.A.P. 09094 Cod. Fisc. 80001090952 P. IVA 00089760953 Tel. 0783/85531 Fax 0783/858209 www.comunemarrubiu.it DISCIPLINARE D USO CAMPO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO

COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO COMUNE DI COSIO VALTELLINO Provincia di Sondrio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CASA VACANZE DI SACCO Allegato alla Delibera C.C. 32 del 24.11.2015 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Oggetto del Regolamento Art.

Dettagli

Società Cooperativa Ischia Barche Via Pontano Ischia (NA) P.IVA

Società Cooperativa Ischia Barche Via Pontano Ischia (NA) P.IVA Società Cooperativa Ischia Barche Via Pontano 3-80077 Ischia (NA) P.IVA 05792620634 www.ischiabarche.it - info@ischiabarche.it AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTI DI ORMEGGIO NEGLI SPECCHI ACQUEI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DI STRUTTURE COMUNALI PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E SPETTACOLI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO A TERZI DI STRUTTURE COMUNALI PER L ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E SPETTACOLI Comune di Licata Dipartimento 5 Lavori Pubblici - Servizi Tecnologici ed Operativi e Programmazione OO.PP. Approvato con Delibera del Commissario Straordinario n 2 del 23/02/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE FIERE LOCALI (approvato con delibera di consiglio comunale n 11 del 30 marzo 2009 e modificato con delibera

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZO DEI POSTI D ORMEGGIO (POSTI BARCA)

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZO DEI POSTI D ORMEGGIO (POSTI BARCA) COMUNE DI BRIENNO Provincia di Como Via Regina 70 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZO DEI POSTI D ORMEGGIO (POSTI BARCA) 1 Art 1) Il presente regolamento dispone in merito all assegnazione e utilizzo

Dettagli

Comune di Cingoli. Balcone delle Marche. tel fax

Comune di Cingoli. Balcone delle Marche. tel fax REGOLAMENTO PER IL COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE ART. 1 DENOMINAZIONE DEI MERCATI E DELLE FIERE Nell'ambito delle classificazioni del commercio su aree pubbliche operate dall'articolo 20 della

Dettagli

FARMERS MARKET (Legge nr. 296 del 27 dicembre 2006, art. 1 comma 1065, Decreto Ministeriale 20 novembre 2007 e L.R. nr. 12 del 13 luglio 2012)

FARMERS MARKET (Legge nr. 296 del 27 dicembre 2006, art. 1 comma 1065, Decreto Ministeriale 20 novembre 2007 e L.R. nr. 12 del 13 luglio 2012) Servizio AA.PP. REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEI FARMERS MARKET (Legge nr. 296 del 27 dicembre 2006, art. 1 comma 1065, Decreto Ministeriale 20 novembre 2007 e L.R. nr. 12

Dettagli

COMUNE DI GRUMES (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI LOCALI ED ATTREZZATURE COMUNALI

COMUNE DI GRUMES (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI LOCALI ED ATTREZZATURE COMUNALI COMUNE DI GRUMES (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI LOCALI ED ATTREZZATURE COMUNALI Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 29 di data 10 agosto 2011 1 CAPO I Disposizioni

Dettagli

Comune di Paullo. Provincia di Milano. Regolamento per la concessione in uso dei locali e degli immobili comunali

Comune di Paullo. Provincia di Milano. Regolamento per la concessione in uso dei locali e degli immobili comunali Comune di Paullo Provincia di Milano Regolamento per la concessione in uso dei locali e degli immobili comunali Approvato con deliberazione di Giunta n. 46 del 10-03-2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE COMODATO D'USO. LIBRI di TESTO

REGOLAMENTO GENERALE COMODATO D'USO. LIBRI di TESTO Via Duca della Verdura, 48 REGOLAMENTO GENERALE COMODATO D'USO LIBRI di TESTO In relazione all'organizzazione didattica il Consiglio d'istituto, nell'ambito delle sue competenze, ha approvato il seguente

Dettagli

COMUNE DI PIEVE DI CENTO

COMUNE DI PIEVE DI CENTO Regolamento dell Esposizione delle cose usate denominata Cose d altri tempi INDICE ART. 1- DEFINIZIONE ART. 2 - SEDE ART. 3 - MODALITA DI CONCESSIONE DELLE AREE ART. 4 - MODALITÀ DI PAGAMENTO DELLA QUOTA

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI SALERNO BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE, DI UNA UNITA IMMOBILIARE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA DELL I. A.C.P. DI SALERNO. Si rende noto che questo Istituto intende procedere alla locazione ad

Dettagli

CRITERI E CONDIZIONI PER LA STIPULA DI CONTRATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI LOCALE IN FRAZ. COLFIORITO LOC. CASERMETTE A POSTE ITALIANE S.P.A.

CRITERI E CONDIZIONI PER LA STIPULA DI CONTRATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI LOCALE IN FRAZ. COLFIORITO LOC. CASERMETTE A POSTE ITALIANE S.P.A. CRITERI E CONDIZIONI PER LA STIPULA DI CONTRATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI LOCALE IN FRAZ. COLFIORITO LOC. CASERMETTE A POSTE ITALIANE S.P.A. Art. 1 Oggetto della concessione Il Comune di Foligno,

Dettagli

NUOVO BONUS ECOCASA SICURA

NUOVO BONUS ECOCASA SICURA COMUNE DI ROMANO D EZZELINO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI ECONOMICI FINALIZZATI AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA SICUREZZA DELLE ABITAZIONI NUOVO BONUS ECOCASA SICURA ROMANO D EZZELINO Approvato

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Settore Patrimonio Ambiente Ufficio Patrimonio

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Settore Patrimonio Ambiente Ufficio Patrimonio BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI POSTI DI ORMEGGIO PRESSO LA STRUTTURA PORTUALE - DARSENA COMUNALE, PER IL PERIODO DALL 01.01.2016 AL 31.12.2016 Il Comune di Castiglione della Pescaia DATO ATTO - che con Determinazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCESSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI E DELLE PALESTRE INSERITE IN EDIFICI SCOLASTICI.*

REGOLAMENTO DI CONCESSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI E DELLE PALESTRE INSERITE IN EDIFICI SCOLASTICI.* REGOLAMENTO DI CONCESSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI E DELLE PALESTRE INSERITE IN EDIFICI SCOLASTICI.* ART. 1 OGGETTO 1.1 Il presente regolamento disciplina le modalità e i criteri di concessione

Dettagli

COMUNE DI VALLE DI CADORE Provincia di Belluno. Regolamento per l assegnazione della legna da ardere

COMUNE DI VALLE DI CADORE Provincia di Belluno. Regolamento per l assegnazione della legna da ardere CMUNE DI VALLE DI CADRE Provincia di Belluno Regolamento per l assegnazione della legna da ardere 1 ART.1 Il Comune di Valle di Cadore, mantenendo l antica consuetudine cadorina, assegna, nei limiti delle

Dettagli

Oggetto: regolamento per l assegnazione di posti auto - approvazione. Il Consiglio Comunale

Oggetto: regolamento per l assegnazione di posti auto - approvazione. Il Consiglio Comunale Oggetto: regolamento per l assegnazione di posti auto - approvazione. Il Consiglio Comunale Premesso che l articolo 42, comma 2, lettera a), del D.Lgs. 18 agosto 2000 numero 267 T.U.EE.LL. attribuisce

Dettagli

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Fontevivo SETTORE: SERVIZI GENERALI E ALLA PERSONA DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI La presente disciplina: - È stata approvata con deliberazione della Giunta

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO. approvato con Deliberazione G.P. n del 30/7/2013

PROVINCIA DI TORINO. approvato con Deliberazione G.P. n del 30/7/2013 PROVINCIA DI TORINO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO ECONOMICO A FAVORE DI STUDENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO PER L INCENTIVAZIONE SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE approvato

Dettagli

Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli

Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli Comune di Carmignano Provincia di Prato Regolamento per la concessione in uso a terzi delle attrezzature comunali per l organizzazione di manifestazioni e spettacoli Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente

Dettagli

COMUNE DI CASTEL D AZZANO. Provincia di Verona ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI UN AREA

COMUNE DI CASTEL D AZZANO. Provincia di Verona ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI UN AREA COMUNE DI CASTEL D AZZANO Provincia di Verona ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE DI UN AREA CIMITERIALE NEL CIMITERO DI CASTEL D AZZANO PER LA COSTRUZIONE DI SEPOLTURE PRIVATE. Il Comune di

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DELLA SALA POLIFUNZIONALE GIOVANNI PAOLO II

REGOLAMENTO D USO DELLA SALA POLIFUNZIONALE GIOVANNI PAOLO II Città di Somma Lombardo Provincia di Varese REGOLAMENTO D USO DELLA SALA POLIFUNZIONALE GIOVANNI PAOLO II Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 61 del 7 settembre 2006 P.zza Vittorio Veneto,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL I.R.P.E.F.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL I.R.P.E.F. COMUNE DI FERNO PROVINCIA DI Varese Via Aldo Moro, n 3 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ADDIZIONALE COMUNALE ALL I.R.P.E.F. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del 1 INDICE Art. 1 -

Dettagli

REGOLAMENTO STRUTTURE PORTUALI COMUNE DI COMO (delibera C.C. n. 17 del modificato con delibera C.C. n. 41del 30/06/14)

REGOLAMENTO STRUTTURE PORTUALI COMUNE DI COMO (delibera C.C. n. 17 del modificato con delibera C.C. n. 41del 30/06/14) REGOLAMENTO STRUTTURE PORTUALI COMUNE DI COMO (delibera C.C. n. 17 del 25.03.2002 modificato con delibera C.C. n. 41del 30/06/14) TITOLO I NORME GENERALI Art. 1 Oggetto ed ambito di applicazione del regolamento

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ORTI URBANI DI VIA ADIGE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ORTI URBANI DI VIA ADIGE COMUNE DI VICENZA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ORTI URBANI DI VIA ADIGE Premessa L Amministrazione Comunale intende assegnare gli orti urbani di Via Adige secondo la procedura prevista e disciplinata

Dettagli

Comune di Chiauci (Provincia di Isernia) Regolamento per la concessione dei loculi e degli ossari cimiteriali

Comune di Chiauci (Provincia di Isernia) Regolamento per la concessione dei loculi e degli ossari cimiteriali Comune di Chiauci (Provincia di Isernia) Regolamento per la concessione dei loculi e degli ossari cimiteriali Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 05 del 21/03/2013 Art. 1 - Oggetto del

Dettagli

del Comune di Valguarnera Caropepe.

del Comune di Valguarnera Caropepe. COMUNE DI VALGUARNERA CAROPEPE PROVINCIA REGIONALE DI ENNA REGOLAMENTO DEL MERCATO SETTIMANALE del Comune di Valguarnera Caropepe. Approvato con Delibera Consiliare N 46 del 06-05-2011. - ART. 1 - Il presente

Dettagli

residente in PIEVE FOSCIANA (LU) Via n. Tel. Dati dell intestatario del contratto di locazione (N.B. da dichiarare se diverso dal richiedente).

residente in PIEVE FOSCIANA (LU) Via n. Tel. Dati dell intestatario del contratto di locazione (N.B. da dichiarare se diverso dal richiedente). Timbro Protocollo Al Sig. Sindaco del Comune di Pieve Fosciana Ufficio Casa Oggetto: Domanda di partecipazione al Bando per l'assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO SALE INTERNE STAZIONE CROCIERE/STAZIONE MARITTIMA

REGOLAMENTO UTILIZZO SALE INTERNE STAZIONE CROCIERE/STAZIONE MARITTIMA REGOLAMENTO UTILIZZO SALE INTERNE STAZIONE CROCIERE/STAZIONE MARITTIMA Art. 1 oggetto Il presente disciplinare regola le modalità ed i termini di concessione in uso temporaneo delle sale di Porto di Livorno

Dettagli

Il Segretario comunale

Il Segretario comunale COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE 11020 QUART VIA ROMA, 1 TEL. 0165.761800 FAX 0165.762628 Partita IVA 00102200078 E-mail: info@comune.quart.ao.it PEC: protocollo@pec.comune.quart.ao.it

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale

Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Comune di Lavis PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l utilizzo dei parcheggi di proprietà comunale Approvato con deliberazione consiliare n. 57 di data 11/08/2011 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con delibera C.C. n. 3 del

REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con delibera C.C. n. 3 del REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Approvato con delibera C.C. n. 3 del 29.1.2007 Il Sindaco Il Segretario Comunale REGOLAMENTO ADDIZIONALE COMUNALE I.R.P.E.F. Art. 1 Oggetto del regolamento Il

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 1 DEL REGIONE SICILIA

LEGGE REGIONALE N. 1 DEL REGIONE SICILIA Legge 1992001 Pagina 1 di 6 LEGGE REGIONALE N. 1 DEL 5-02-1992 REGIONE SICILIA Nuove norme per l' assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e proroga del termine di cui all' art. 2 della

Dettagli

COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI

COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI Provincia di Cuneo 1 ART. 1 La Fiera delle Chiacchiere avrà luogo la penultima domenica di Luglio di ogni anno. Alla Fiera sono ammessi l esposizione e la vendita dei prodotti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delibera 8/2010

REGOLAMENTO PER L ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delibera 8/2010 COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Provincia di Padova REGOLAMENTO PER L ILLUMINAZIONE VOTIVA NEL CIMITERO COMUNALE Approvato con delibera 8/2010 ART. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. n. 19323 AOODRLA R.U. Allegati : A - Elenco sedi vacanti e/o disponibili B - Modello domanda incarico Roma, 13/6/2016 AI DIRIGENTI delle Istituzioni Scolastiche della REGIONE LAZIO AI DIRIGENTI DEGLI

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI RIETI

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI RIETI CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI RIETI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PASSI CARRABILI Applicazione del d.lgs n.285 del 30 aprile 1992, nonché del d.lgs. n.507 del 15 novembre

Dettagli

R R R R R R R R R R ART.

R R R R R R R R R R ART. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO A ENTI O TERZI BENEFICIARI DI PALESTRE, AUDITORIUM, LABORATORI, IMPIANTI ALL APERTO, ATTREZZATURE FISSE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

TURISMO E DIPORTO NAUTICO

TURISMO E DIPORTO NAUTICO TURISMO E DIPORTO NAUTICO La nautica da diporto è la navigazione effettuata in acque marittime ed interne a scopi sportivi e ricreativi senza fine di lucro o esercitata a scopi commerciali la disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI AREE DI VERDE PUBBLICO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI AREE DI VERDE PUBBLICO REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI AREE DI VERDE PUBBLICO Approvato con delibera del CS (Art. 48 TUEL 267/2000) n. 29 del 28 maggio 2015 Il presente regolamento fissa le linee guida che indicano le

Dettagli

Allegato 2 D.C.C. n. 33 del esecutiva il REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO MINORE

Allegato 2 D.C.C. n. 33 del esecutiva il REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO MINORE Allegato 2 D.C.C. n. 33 del 28.04.2003 - esecutiva il 15.05.2003 REGOLAMENTO DEL MERCATINO DELL USATO E DELL ANTIQUARIATO MINORE 1 Articolo 1 Ente organizzatore Il Comune di Novara organizza il mercatino

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO AREA SVILUPPO ECONOMICO E FORMAZIONE Servizio Agricoltura e Mercati

COMUNE DI FOLIGNO AREA SVILUPPO ECONOMICO E FORMAZIONE Servizio Agricoltura e Mercati ALLEGATO 2 COMUNE DI FOLIGNO AREA SVILUPPO ECONOMICO E FORMAZIONE Servizio Agricoltura e Mercati AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL LOCALE LAVORAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE CEREALI E

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo nuovi spazi culturali in edifici di proprietà dell'amministrazione Comunale. Art. 1. Art. 2

Regolamento per l'utilizzo nuovi spazi culturali in edifici di proprietà dell'amministrazione Comunale. Art. 1. Art. 2 Regolamento per l'utilizzo nuovi spazi culturali in edifici di proprietà dell'amministrazione Comunale Art. 1 Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti locali: a) Salette al primo piano nuovo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE POSTI AUTO AI RESIDENTI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE POSTI AUTO AI RESIDENTI COMUNE DI DIZZASCO PROVINCIA DI COMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE POSTI AUTO AI RESIDENTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 09.07.2005 Modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI TERRAGNOLO Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE per l utilizzazione della palestra e delle attrezzature annesse al centro scolastico della fraz. Piazza Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

COMUNE DI SANGANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI

COMUNE DI SANGANO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI COMUNE DI SANGANO Ufficio Tributi REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DEL TRIBUTO SUI SERVIZI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 29/11/2013 Il Regolamento è in vigore dal 01/01/2013

Dettagli

Raccolta degli statuti e regolamenti in vigore nel Comune di Arezzo

Raccolta degli statuti e regolamenti in vigore nel Comune di Arezzo Raccolta degli statuti e regolamenti in vigore nel Comune di Arezzo Regolamento della Fiera Antiquaria aggiornamento: 1.6.1999 COMUNE DI AREZZO Regolamento della Fiera Antiquaria INDICE Art. 1 - Ambito

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI UN FONDO CASSA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI UN FONDO CASSA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI UN FONDO CASSA (Approvato con deliberazione N. 12 del Consiglio di Gestione del 7/04/2008 e modificato con deliberazione N. 5 del Consiglio di Gestione del 17/12/2014) Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE per L USO DELLA MAISON PELLISSIER

REGOLAMENTO COMUNALE per L USO DELLA MAISON PELLISSIER COMUNE DI RHEMES-SAINT SAINT-GEORGES REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA REGOLAMENTO COMUNALE per L USO DELLA MAISON PELLISSIER APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 24 DEL 21 MAGGIO 2003 In

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ART. 1 ART. 2 ART. 3

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ART. 1 ART. 2 ART. 3 COMUNE DI MASSA LOMBARDA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Piazza Matteotti, 16 Tel. 0545/985831 FAX 0545/985837 E-mail: sport@comune.massalombarda.ra.it Cod. Fisc. e P. IVA 00202100392 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

COMUNE DI SALO Provincia di Brescia

COMUNE DI SALO Provincia di Brescia COMUNE DI SALO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUEI PER L ORMEGGIO NEI PORTI DEL COMUNE DI SALO (Approvato con delibera di C.C. n. 34 del 20.07.2015) Pubblicato all Albo

Dettagli

COMUNE DI SPORMAGGIORE Provincia di Trento

COMUNE DI SPORMAGGIORE Provincia di Trento COMUNE DI SPORMAGGIORE Provincia di Trento APPROVATO CON DELIBERA CONSIGLIARE N. 63 DD. 20/12/2000 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI ECONOMICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI Modificato

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. EDiSU (Ente per il diritto allo studio Universitario)- Via Sant Ennodio, Pavia.

AVVISO PUBBLICO. EDiSU (Ente per il diritto allo studio Universitario)- Via Sant Ennodio, Pavia. AVVISO PUBBLICO FORMAZIONE ELENCO PROFESSIONISTI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO, AI SENSI DELL ART. 36 COMMA 2 E 157 DEL DECRETO LEGISLATIVO 50/2016.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE DI FAMIGLIA SITE NEL CIMITERO DI PISTRINO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE DI FAMIGLIA SITE NEL CIMITERO DI PISTRINO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE DI FAMIGLIA SITE NEL CIMITERO DI PISTRINO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI CARINARO REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI CARINARO REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI CARINARO REGIONE CAMPANIA PROVINCIA DI CASERTA Piazza Municipio n 1 81032 Carinaro (CE) - Tel. 0815029250 Telefax 081-5027596 E-mail: segretario@comune.carinaro.ce.it AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Dettagli

COMUNE DI TRINITA' Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROGRAMMAZIONE DEL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA

COMUNE DI TRINITA' Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROGRAMMAZIONE DEL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA COMUNE DI TRINITA' Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA PROGRAMMAZIONE DEL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 05/11/2001 Modificato con deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI Provincia di Teramo

COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI Provincia di Teramo COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI Provincia di Teramo REGOLAMENTO COMUNALE PER DISCIPLINARE L UTILIZZO DELLE AREE SPECIALI A GESTIONE PUBBLICA PER USO LIBERO DESTINATE AD ALAGGIO, VARO, SOSTA BARCHE E DELLE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA COMUNE DI DISO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I CRITERI E LE MODALITA DI GESTIONE DELLA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA (approvato con deliberazione G.C. n. 71 del 18.09.2012) Art. 1 Principi

Dettagli

REGOLAMENTO INDICE NORME DI RIFERIMENTO. Art.1 Aree e posteggi. Art.2 Produttori agricoli. Art.3 Posteggi. Art.4 Criteri di assegnazione dei posteggi

REGOLAMENTO INDICE NORME DI RIFERIMENTO. Art.1 Aree e posteggi. Art.2 Produttori agricoli. Art.3 Posteggi. Art.4 Criteri di assegnazione dei posteggi ATTIVITA DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE DA PARTE DEI PRODUTTORI AGRICOLI (Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n.96 del 30 novembre 2006 esecutiva dal 27 dicembre 2006) INDICE NORME DI RIFERIMENTO

Dettagli

Regione Calabria DIPARTIMENTO N.7 SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI AVVISO PUBBLICO

Regione Calabria DIPARTIMENTO N.7 SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI AVVISO PUBBLICO Regione Calabria DIPARTIMENTO N.7 SVILUPPO ECONOMICO, LAVORO, FORMAZIONE E POLITICHE SOCIALI AVVISO PUBBLICO Legge Regionale 02 Agosto 2013, n. 40 - Articolo 2 MANIFESTAZIONE D INTERESSE DA PARTE DI ENTI

Dettagli

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO

COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO COMUNE DI CAMPIONE D ITALIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO Adottato con, e allegato alla, deliberazione C.C. n 14 del 9 aprile 2014 INDICE Art. 1 => Scopo e finanziamento Art. 2 =>

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2015 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO (Provincia di Ravenna) COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO (Provincia di Ravenna) REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE, LA CONDUZIONE E LA GESTIONE DEI TERRENI DA COLTIVARE AD ORTO TESTO COORDINATO Approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

Domanda d assegnazione di un ormeggio. c/o il Porto Turistico di LOVERE

Domanda d assegnazione di un ormeggio. c/o il Porto Turistico di LOVERE Domanda d assegnazione di un ormeggio c/o il Porto Turistico di LOVERE Per il periodo: La domanda deve essere inviata, mediante raccomandata con RR, al seguente indirizzo: L Ora srl - Gestione Porto Turistico

Dettagli

Comune PESCHIERA DEL GARDA Città Turistica e d Arte

Comune PESCHIERA DEL GARDA Città Turistica e d Arte BANDO ESENNALE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUEI AI FINI DI ORMEGGIO LUNGO LA SPONDA DESTRA DEL FIUME MINCIO PERIODO 2017 2023 (G.M. 87 DEL 27/04/2017) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Richiamata la concessione

Dettagli

COMUNE DI CAMPIGLIA DEI BERICI

COMUNE DI CAMPIGLIA DEI BERICI COMUNE DI CAMPIGLIA DEI BERICI PROVINCIA DI VICENZA Regolamento per il Servizio di Illuminazione Votiva Cimitero Comunale Approvato con deliberazione di C.C. n 21 del 30.04.2010 Modificato con deliberazione

Dettagli

Comune di Radicofani Provincia di Siena

Comune di Radicofani Provincia di Siena Comune di Radicofani Provincia di Siena Via R.Magi, 59 C.A.P. 53040 mail: poliziamunicipale@comune.radicofani.si.it Tel 0578 55905 Fax 0578 55930 Prot 2573 Data 14/07/2015 Ai Sigg. Sindaci della Val d

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (I.R.P.E.F.)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (I.R.P.E.F.) COMUNE DI PONTE LAMBRO Provincia di Como UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA ADDIZIONALE COMUNALE ALL IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (I.R.P.E.F.) APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

COMUNE DI RIGNANO FLAMINIO

COMUNE DI RIGNANO FLAMINIO COMUNE DI RIGNANO FLAMINIO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI ORTI COMUNALI Art.1 - Istituzione e definizioni 1. Il presente regolamento istituisce e disciplina gli Orti sociali ; 2.

Dettagli

Via Verdi 13-56041 Castelnuovo Val di Cecina (PI)

Via Verdi 13-56041 Castelnuovo Val di Cecina (PI) BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI EDILIZI DI MANUTENZIONE E RESTAURO DELLE FACCIATE AI FINI DEL RECUPERO E DELLA RIQUALIFICAZIONE

Dettagli